PDA

Visualizza versione completa : Mi hai salvato e ti premio



Boe.
15-09-2006, 20.35.24
In effetti la notizia sarebbe da sotto la curva ma mi sono chiesto: perchè evitare un bel flame?

notizia (http://www.ansa.it/opencms/export/main/visualizza_fdg.html_1992049429.html)

Guido Rossi, ex consigliere dell'Inter, folle che ha voluto cancellare una parte del calcio italiano, è stato "premiato" da Tronchetti Provera (inter) con un gran bell'incarico: la dirigenza di telecom.

Non c'è che dire il salto di qualità è di assoluto livello. Dopo avere "salvato" il calcio italiano, riuscirà Guido Rossi a "salvare" la telecom?

Dai ditemi che è un altro Guido Rossi per piacere...

rivendicatore
15-09-2006, 20.40.30
Ho letto 10 minuti fà e rimango sempre più allibito...

Eowyn.
15-09-2006, 20.45.33
ma mi sono chiesto: perchè evitare un bel flame?Per poter avere una discussione seria? :doubt:

Boe.
15-09-2006, 20.53.06
Per poter avere una discussione seria? :doubt:


Era una battuta ovvio. In realtà la notizia non è legata solo al calcio...

destino
15-09-2006, 21.17.56
è un premio per aver assegnato lo scudetto all'inter.

e poi l'unico conflitto di interessi in italia è quello di berlusconi :tsk:

MarcoLaBestia
15-09-2006, 21.19.20
e poi l'unico conflitto di interessi in italia è quello di berlusconi :tsk:per caso ciò autorizza quest'ultimo ad infrangere la legge?

destino
15-09-2006, 21.28.36
per caso ciò autorizza quest'ultimo ad infrangere la legge?

e parti l'OT...

1. non infrange la legge
2. la gente parla solo di "quel" conflitto d'interessi, quando anche in questo caso è palese che ci sono stati numerosi scambi di favori

parliamo di Guido Rossi che sta cosa è gia parecchio scandalosa senza trasformarlo nel miliardesimo topic su silvio ;)

Gi01
15-09-2006, 21.33.02
Come ho già avuto modo di dire (ma è argomento da Sottolacurva), per me Rossi è uno stronzo, e sottolineo: stronzo.

Il più grande scandalo del calcio professionista (di tutte le epoche e tutto il mondo, non solo italiano) si è concluso praticamente con un "cattivi, non fatelo più". Per me nessuna delle squadre processate, ovviamente a partire dai gobbi a finire con l'Arezzo, dovrebbe calcare un campo di calcio migliore della serie C2, ma anche meno.

Quindi se fossi interista lo manderei affanculo, perché dopo che gli hanno rubato almeno 5-6 scudetti (su 11 rubati dagli altri) per mezzo scudetto dargli un premio mi sembra un assurdo.

E con questo reputo di aver detto tutto su uno degli argomenti che se non fosse per il Napoli, squadra più penalizzata da tutto questo mondo, mi avrebbe abbondantemente fatto allontanare dal calcio.

Il collegamento Rossi-Inter, dopo tale presa per il culo, mi pare molto, molto labile.

MarcoLaBestia
15-09-2006, 21.36.25
Per me nessuna delle squadre processate, ovviamente a partire dai gobbi a finire con l'Arezzo, dovrebbe calcare un campo di calcio migliore della serie C2, ma anche meno.Così imho si vanno a penalizzare troppo i tifosi, gli unici perculati; io sono per la retrocessione semplice da questo punto di vista. Andrebbero invece arsi vivi i responsabili, ma quì si è parlato di poki anni di squalifica.... a moggi avrebbero dovuto tagliargli le palle e farci il patè, altro ke cinque anni di inibizione.

aquarius
15-09-2006, 21.46.07
a me questa notizia fa sorgere un gran bel sospettone :sisi:

che tristezza!!

carraro e la maggior parte degli arbitri prosciolti

rossi nominato presidente di telecom..

e noi in serie B !! se questa è giutizia che vadano tutti a fare in...

Peter Pan
15-09-2006, 22.34.32
Mi spiegate una cosa che mi sfugge?

Un presidente eletto dal presidente dimissionario?
Come funziona? Che è successo?

Ma non dovrebbe essere il Cda ad eleggere il presidente?


Comunque, è ormai superflua l'ultima iniziativa (http://www.beppegrillo.it/2006/09/share_action_proviamoci.html) di Beppe Grillo (che negli anni si è interessato molto alle vicende della Telecom e se leggete i suoi post dedicati potrete anche capire perché!) :D

Peter Pan
15-09-2006, 22.45.09
parliamo di Guido Rossi che sta cosa è gia parecchio scandalosa senza trasformarlo nel miliardesimo topic su silvio ;)

Si, ma sei tu che hai tirato in mezzo Silvio :asd:



Ma se state parlando di Rossi con riferimento al calcio, non dovreste essere qui (http://forums.multiplayer.it/forumdisplay.php?s=&daysprune=&f=43)?

Ape_Africanizzata
15-09-2006, 23.37.45
Smetti i panni del tifoso medio e rifletti su chi è, cosa fa, che capacità ha Guido Rossi e perchè è considerato persona di così grande prestigio.


Poi apri un'altra discussione.

Boe.
16-09-2006, 01.20.41
Non credo di avere i panni da tifoso medio. Guido Rossi è già stato alla guida di Telecom ed è stato rieletto come detto da Peter da un dimissionario e non da un CDA.

C'è una gran bella polemica politica su questa faccenda e a parte tutto il vincolo di Guido Rossi con la federcalcio lo obbliga se non altro a dimettersi per via del conflitto di interessi, visto che la telecom italia detiene i diritti TV..

In ogni caso per lo meno la sua elezione fa un tantino scalpore..

Peter Pan
16-09-2006, 01.33.28
In ogni caso per lo meno la sua elezione fa un tantino scalpore..


Sì, ma che c'entra Provera?
L'elezione è fatta dal Cda, non da Provera.
Ed è più logico che la sua elezione sia fondata sul fatto che Rossi abbia già ricoperto la carica in passato che per altre cose in cui non vedo cosa possa c'entrare il Cda. O no?

Fate
16-09-2006, 03.54.56
Faccio notare come già fosse stato alla presidenza di Telecom Italia ,di Montedison e nel consiglio di amministrazione di Assicurazioni Generali ..

@ Giulio
Non è che l'Inter possa andar a gridare innocenza in piazza.. vedi passaporto di Recoba..
Se di qualcosa bisogna scandalizzarsi penserei a Carraro semmai...

Gi01
16-09-2006, 04.00.53
@ Giulio
Non è che l'Inter possa andar a gridare innocenza in piazza.. vedi passaporto di Recoba..
Se di qualcosa bisogna scandalizzarsi penserei a Carraro semmai...

Figurati Ale, ho già detto che la squadra più penalizzata della storia (ben più del Genoa) è purtroppo quella per cui tifo da sempre, e noi napoletani a Carraro semplicemente lo odiamo.

Sulle magagne dell'Inter poco da dire, ma ahimé ben minori. Asserire che sia un premio mi pare un vero eccesso, just this.

Angelo75
16-09-2006, 09.44.25
e parti l'OT...

1. non infrange la legge
2. la gente parla solo di "quel" conflitto d'interessi, quando anche in questo caso è palese che ci sono stati numerosi scambi di favori

parliamo di Guido Rossi che sta cosa è gia parecchio scandalosa senza trasformarlo nel miliardesimo topic su silvio ;)

Come c'hai ragione...del resto la tecnica è sempre la stessa, vale a dire mantenere l'attenzione costantemente su Berlusconi (qualunque cosa faccia) mentre gli altri fanno quello che caz pare a loro senza che nessuno alzi la manina per dire: ma è normale tutto ciò??...E nel frattempo questi signori del tutto inosservati (da chi non vuol vedere o fa finta di non vedere...) ed indisturbati creano danni enormi al paese che si ripercuoteranno tutti su di noi...quanto ci sarà costato non avere più Berlusconi lo realizzeremo tra qualche anno...

Moe Szyslak
16-09-2006, 11.20.36
Boe, io l'ho piazzata in sotto la curva questa notizia. Abbi pazienza ma non l'avevo visto questo topic :asd:

Angelo75
16-09-2006, 12.23.58
"Le accuse di Tronchetti Provera al governo non sono vere". Lo ha detto il premier Romano Prodi sottolineando che le dimissioni del manager Telecom non possono dipendere dal governo. "Sono decisioni aziendali e come tali vanno accolte, accettate e rispettate", ha detto Prodi che ha aggiunto: "Non giudico assolutamente non ero stato messo al corrente dei nuovi progetti, dei disegni precedenti". Ed ai giornalisti che gli chiedevano lumi sulle dimissioni di Tronchetto lui risponde seccato: "Non ne sapevo niente, me lo state dicendo voi in questo momento"...

In parole povere qualunque cosa succeda e/o coinvolga il governo non chiedete mai spiegazioni a Prodi perchè lui non sa mai un caz di niente...

Alceo
16-09-2006, 12.38.17
"Le accuse di Tronchetti Provera al governo non sono vere". Lo ha detto il premier Romano Prodi sottolineando che le dimissioni del manager Telecom non possono dipendere dal governo. "Sono decisioni aziendali e come tali vanno accolte, accettate e rispettate", ha detto Prodi che ha aggiunto: "Non giudico assolutamente non ero stato messo al corrente dei nuovi progetti, dei disegni precedenti".

In parole povere qualunque cosa succeda e coinvolga il governo non chiedete mai spiegazioni a Prodi perchè lui non sa mai un caz di niente...


Humm, tu credi invece che sia stato Prodi a far "rimuovere" Tronchetti Provera per aver avviato la riorganizzazione senza il bene placito del governo?

Ape_Africanizzata
16-09-2006, 12.51.20
Non credo di avere i panni da tifoso medio. Guido Rossi è già stato alla guida di Telecom ed è stato rieletto come detto da Peter da un dimissionario e non da un CDA.

C'è una gran bella polemica politica su questa faccenda e a parte tutto il vincolo di Guido Rossi con la federcalcio lo obbliga se non altro a dimettersi per via del conflitto di interessi, visto che la telecom italia detiene i diritti TV..

In ogni caso per lo meno la sua elezione fa un tantino scalpore..


I giornali dicono il contrario,ovverosia che ci sia stata la riunione straordinaria del cda che ha poi eletto Guido Rossi.

Angelo75
16-09-2006, 12.53.03
Humm, tu credi invece che sia stato Prodi a far "rimuovere" Tronchetti Provera per aver avviato la riorganizzazione senza il bene placito del governo?

L'unica cosa che so è che Tronchetto si è dovuto dimettere mentre Prodi ed il suo braccio destro autore del piano per riportare Telecom sotto controllo dello Stato stanno ancora al loro posto...

Tronchetti ha motivato la sua scelta ai consiglieri dicendo che «non era più possibile proseguire in palese contrasto con le istituzioni». Dalla Cina il premier Prodi ha replicato di non essere stato informato delle decisioni di Tronchetti Provera né tantomeno delle motivazioni legate a problemi di rapporto con il governo: «Non ero al corrente - ha detto Prodi - , se ha sostenuto questo, semplicemente non è vero». Il Professore ha detto di non voler esprimere giudizi sulle dimissioni perché sono «un atto di un'azienda». Ma ha precisato: «Non ero stato messo al corrente dei nuovi progetti, dei disegni precedenti. Non ero stato messo al corrente delle dimissioni».

La cosa puzza di marcio come le mutande di Prodi...il quale sostiene di non sapere un caz di niente...io non gli credo...Angelo Rovati, braccio destro e sinistro di Prodi, finanziatore della campagna elettorale e consigliere del presidente del Consiglio (a titolo non oneroso) si è immolato...

Angelo Rovati, aveva inviato a Marco Tronchetti Provera, capo di una società quotata in borsa, la Telecom, un documento – in realtà probabilmente preparato da banchieri d’affari amici – in cui si suggeriva una strada per uscire dall’impasse finanziaria della società telefonica. L’indicazione contenuta nel documento era quella di cedere la rete fissa di Telecom che sarebbe tornata nelle mani dello Stato. A rendere la cosa più indigesta per Prodi, c’è il fatto che la pubblicazione della lettera di accompagnamento al documento da parte del Sole 24 ore sia arrivata all’indomani delle sue secche dichiarazioni, secondo cui Palazzo Chigi non era stato informato preventivamente di quanto il cda di Telecom avrebbe deciso lunedì 11 settembre (lo scorporo di Tim e della rete fissa), e che anzi Tronchetti avrebbe anticipato a Prodi una soluzione diversa da quella poi adottata dal cda. L’assunzione di responsabilità da parte di Rovati serve a scagionare Prodi: il presidente del consiglio non ha mentito.
In realtà l’aspetto formale di questa storia è essenziale. Se la questione della ipotetica bugia è solo un elemento del quadro, quello che colpisce è uno stile di governo che dovrebbe essere più severo: invece, in scena è andata la completa, grottesca disinvoltura dei consiglieri e degli amici del presidente del Consiglio e uno stretto intreccio di rapporti. Angelo Rovati e il banchiere Claudio Costamagna, ex top manager di Goldman Sachs, sono molto amici: la scorsa settimana Costamagna è stato testimone di nozze, insieme a Prodi, di Angelo Rovati. Costamagna è legato a Prodi da sempre, ne sostenne la nomina nel board di Goldman Sachs, ed è in ottimi rapporti anche con Giovanni Bazoli, presidente di Banca Intesa, artefice della fusione con Sanpaolo, uomo con il quale Prodi intrattiene un rapporto intellettualmente paritario e che a Costamagna aveva proposto, una volta uscito da Goldman Sachs, di prendere la guida della Mittel, finanziaria bresciana di cui lui stesso, Bazoli, è magna pars.
In queste settimane sotto l’ombrello di Palazzo Chigi, Rovati ha fatto il consigliere del presidente del consiglio e Costamagna il consigliere di Rupert Murdoch, capo di una multinazionale dell’informazione, New Corps, che trattava con Marco Tronchetti Provera un’alleanza con Telecom.
Questo clima di confusione di ruoli, in cui amicizia, provenienza e incarichi negoziali si mescolano – in cui per esempio un bravo banchiere d’affari quarantenne e per bene come Massimo Tononi (anch’egli proveniente da Goldman Sachs) viene chiamato dal governo a occuparsi delle partecipazioni azionarie del Tesoro non in veste di consulente, ma in quelle auliche di sottosegretario all’Economia – attribuisce a Palazzo Chigi un’aria di merchant bank che scolorisce il ricordo della presidenza D’Alema. Il conflitto d’interessi, la pesante zavorra del Cav., eccolo rispuntare insidiosamente nel “documento artigianale” scritto da Angelo Rovati, e nelle molteplici vesti di Claudio Costamagna: amico, collega in banca, consulente di un imprenditore straniero che tratta con un’azienda italiana giudicata strategica.
Non è chiaro che cosa sia accaduto tra Tronchetti e Murdoch, ma Tronchetti si sarebbe lamentato della pressante invadenza della politica (come ha riferito ieri su Repubblica Giovanni Pons che conosce bene Telecom), e che questa pressione avrebbe compromesso la trattativa con Murdoch. Sembrerebbe che una volta convinto dalla famiglia Benetton, socio forte nella catena di controllo Telecom, a cedere Tim per mettere ordine nella pesante situazione debitoria, Tronchetti abbia dovuto fronteggiare le resistenze di Palazzo Chigi: dove qualcuno preoccupato dall’ipotesi che MTP ritornasse libero dai debiti e dunque più forte, spingeva perché Telecom non cedesse Tim, ma la rete fissa. Il disegno è quello illustrato nel documento di Rovati, con una valutazione della rete fissa (9 miliardi di euro) insufficiente a liberare Telecom dai debiti. Su questo punto il tentativo di trovare un dialogo tra i vertici di Telecom e palazzo Chigi sarebbe saltato. Adesso, stando a quanto si registra in ambienti Ds e della Margherita, c’è un’area politica che lavorerà dalla parte di Tronchetti Provera, per conservare la rete fissa dentro Telecom e per cercare una soluzione intelligente alla cessione di Tim. Una cordata italiana, magari assistita da una grande banca.

Insomma un bordello di proporzioni ciclopiche con Prodi al centro della scena...

Peter Pan
16-09-2006, 14.23.29
Prima di sparare amenità e polemiche occorrerebbe informarsi sulla situazione finanziaria della società e sulla politica gestionale di questi ultimi anni che è stata criticata da più pareti.

Erano in molti a chiedere le dimissioni di Provera già da alcuni anni, a causa della situazione finanziaria dell'azienda divenuta ormai insostenibile e inconcepibile.

E non bisogna dimenticare che non si tratta di una semplice azienda privata collocata in un libero mercato, ma di una azienda statale privatizzata che detiene il monopolio di fatto sull'intero sistema di telecomunicazioni in Italia: se Telecom chiude, chiudiamo tutto, si bloccherebbe tutto.

Banche, ospedali, scuole, Ricerca, Università, Poste, Aziende private ed e-Commerce... tutto quello che è collegata a internet come ad un polmone d'acciaio richierebbe di morire, immobbilizzato.

E soprattutto non dimentichiamo che Telecom equivale a molti posti di lavoro, diretti e indotti: posti di lavoro che rischiano di andar persi.
Ecco perché la scissione di Tim da Telecom preoccupa tutti i settori, tranne i politici di Destra che hanno trovato terreno fertile per la loro demagogia di cui si beano gli indottrinati.

Le dimissioni di Provera sono necessarie al fine di provvedere ad un piano di riassetto dell'azienda con una situazione di debiti disastrosa.

Si spera che il nuovo dirigente sappia risollevare l'azienda, e che essa non debba finire in mano a stranieri perché questo comporterebbe seri rischi per tutti gli italiani.

mVm
16-09-2006, 14.41.29
... non chiedete mai spiegazioni a Prodi perchè lui non sa mai un caz di niente...

Il giorno in cui ci si renderà conto che Prodi è solo un cartonato, dietro al quale si muovono altri soggetti, non ci sarà più bisogno di spiegazioni. :)

mVm
16-09-2006, 14.43.28
... da più pareti.
...

Dalle quali continuano fottutamente a uscire. :asd:

Peter Pan
16-09-2006, 14.51.59
Dalle quali continuano fottutamente a uscire. :asd:


Ah ah ah ah ah.... sì sì... esilerante. http://digilander.libero.it/lordguru/yawn.gif


http://digilander.libero.it/lordguru/civetta.jpg

Angelo75
16-09-2006, 21.16.40
Nonostante il mondo politico spinga per le sue dimissioni da commissario della Figc, Guido Rossi non ha intenzione di lasciare i vertici della Figc. Il giurista ha telefonato a Gianni Petrucci, presidente del Coni, e Giovanna Melandri, Ministro dello Sport, sostenendo che secondo lui la carica della presidenza Telecom è compatibile con il ruolo di commissario straordinario, ma che sarà la Giunta del Coni a dover decidere.

Un vero factotum....

Peter Pan
16-09-2006, 21.27.25
Un vero factotum....


:asd: come Figaro!