PDA

Visualizza versione completa : Viaggiare. E se l'aereo fa paura...



mVm
05-09-2006, 14.03.33
Al ritorno dalle vacanze credo di non essere l'unico a fantasticare - ma lo faccio con moderazione :asd: - sulle prossime, anche se lontane nel tempo.

Così ho trovato questo sito, del quale avevo sentito parlare in una trasmissione radiofonica.

seat61.com (http://seat61.com)

E' incredibile l'insieme di informazioni che vi si possono trovare. Buone per organizzare un vero e proprio giro del mondo, in treno. Per i pigri, ci sono anche le indicazioni per tragitti 'completi', come da Londra a Kathmandu o da Londra al Giappone.
Senza staccare i piedi da terra.

perladiluna
05-09-2006, 14.08.43
Bello! E' fatto molto beneeee! ma preferisco l'aereo tuttalavita :metal:

bejita
05-09-2006, 14.09.14
da Londra al Giappone.
Senza staccare i piedi da terra.

beh per andare in giappone come minimo un pezzo a nuoto lo devi fare :D
tra l'altro è recente il record del francese che si è fatto a piedi da parigi a tokio in 9 mesi senza mai riposarsi manco un giorno :eek2:

Mach 1
05-09-2006, 14.38.13
perchè perdere tempo e soldi in treno quando in una decina di ore di volo puoi raggiungere qualsiasi posto sulla terra. La paura di volare è sacrosanta, ma come tutte le paure è irrazionale. le stesse persone che se la fanno sotto in aereo sono magari quelle che guidano la macchina parlando al cellulare, dopo avere bevuto o senza allacciare le cinture noncuranti del fatto che è molto più facile morire in una situazione del genere che non in un incidente aereo.
le paure come detto sono irrazionali, ed è difficile controllarle: ma se si riesce con un po' di volontà e autocontrollo si possono superare.

TrustNoOne
05-09-2006, 14.44.32
perchè perdere tempo e soldi in treno quando in una decina di ore di volo puoi raggiungere qualsiasi posto sulla terra. La paura di volare è sacrosanta, ma come tutte le paure è irrazionale. le stesse persone che se la fanno sotto in aereo sono magari quelle che guidano la macchina parlando al cellulare, dopo avere bevuto o senza allacciare le cinture noncuranti del fatto che è molto più facile morire in una situazione del genere che non in un incidente aereo.
le paure come detto sono irrazionali, ed è difficile controllarle: ma se si riesce con un po' di volontà e autocontrollo si possono superare.

se e' per questo e' piu' facile morire al volante anche quando si e' il pilota migliore della terra, perfettamente lucido, riposato, al top della forma e concentrato esclusivamente sulla guida.
Il solo fatto di trovarsi su asfalto rende la morte piu' probabile rispetto a qualsiasi momento dentro un aereo, in qualsiasi posto del mondo, a terra o in volo.

Ma la paura e' irrazionale, quindi che c'e' da discutere? La gente che ha paura lo sa questo, ma ha paura e basta :asd:

DIAZE
05-09-2006, 14.46.16
Una bella boccetta di Diazepan!
:Palka:

shottolo
05-09-2006, 14.48.23
Una bella boccetta di Diazepan!
:Palka:
è inutile che fai così solo perché hai paura di volare :D

mVm
05-09-2006, 15.31.44
A parte il panico da volo in aereo, che chi ce l'ha non se lo toglie se non da morto, il treno è una dimensione diversa. Non si possono fare comparazioni, imho. Chi sceglie il treno, opta per il viaggio. L'aereo, oggi più che in passato, significa solo trasferimento.

Brian O'Blivion
05-09-2006, 15.36.10
Viaggiare. E se l'aereo fa paura...

Ti porti un coppo di ciripà magnum,nella impossibile e remota possibilità che qualcuno riesca a farmi entrare dentro quei cosi che riescono ad ammazzare (e male) persino 170 cristiani in un botto:teach:

bejita
05-09-2006, 15.42.47
riescono ad ammazzare (e male) persino 170 cristiani in un botto

ne voglio uno! anzi due!

FALLEN_ANGEL_664
05-09-2006, 15.50.32
Acc.. maledetto mVm. Non puoi postare queste cose! Sennò un domani chi me lo dà un lavoro come pilota? :asd:


Ti porti un coppo di ciripà magnum,nella impossibile e remota possibilità che qualcuno riesca a farmi entrare dentro quei cosi che riescono ad ammazzare (e male) persino 170 cristiani in un botto:teach:

Come vuoi: preferisci un volo "normale" o ti veniamo a prendere in stile "desaparicidos"? :asd:

Ad ogni modo, tu hai detto solo "entrare" :sisi:. Prepara il ciripà! :asd:

Attendendo nell'ombra,
FALLEN ANGEL 664

*Svevy*
05-09-2006, 16.03.51
A parte il panico da volo in aereo, che chi ce l'ha non se lo toglie se non da morto, il treno è una dimensione diversa. Non si possono fare comparazioni, imho. Chi sceglie il treno, opta per il viaggio. L'aereo, oggi più che in passato, significa solo trasferimento.

Concordo pienamente. Pur non avendo affatto paura dell'aereo e ritenendolo più comodo per i viaggi normali, mi piacerebbe molto fare un viaggio in treno. E' un altro modo di viaggiare, così come viaggiare in macchina, moto o volendo anche nave...

Mischa
05-09-2006, 16.06.04
Al ritorno dalle vacanze credo di non essere l'unico a fantasticare - ma lo faccio con moderazione :asd: - sulle prossime, anche se lontane nel tempo.Ritorno? Vacanze? Prossime? Treno al posto dell'aereo? A parte che le mie "prossime" saranno le prime da anni, e fino a ottobre/novembre non se ne parla in ogni caso, ritengo più sicuro l'aereo di qualsiasi auto o treno. Inoltre sopra i 400 km circa, ormai, costa meno: sia a livello di comodità, tempo, sbattimento, sia a livello puro e semplice di soldi, a meno che uno non viaggi in carro bestiame.

*edit: non concordo sul "chi sceglie l'aereo sceglie il trasferimento, chi sceglie il treno il viaggio". Manco per le balle. I treni sono un mezzo. Un viaggio in treno non ha niente di romantico, rispetto a uno in aereo. Sei confinato in una scomoda scatola di sardine dimmerda uguale, l'unica differenza è l'altezza dal suolo. Vuoi il viaggio in quanto viaggio? Allora prenditi la macchina e vattene per i fatti tuoi, ma nuovamente non conta, è pur sempre un mezzo, anche se ti concede più libertà: vattene in moto. E ancora, non conta: perché anch'essa è solo un mezzo, quindi vattene a piedi a Santiago de Compostela sulla via dei vecchi pellegrini, fatti il periplo del mar nero a cavallo, girati la foresta amazzonica in bici, altrimenti resti turista pure tu, con il cazzo di treno. Tié.

Sono d'accordo invece con Hob, quando dice che anche il viaggio in treno ha un suo valore. Ma è una cosa diversa. Il viaggio, non lo fa il mezzo: lo fai tu. Se sei un turista, lo sarai sempre, a prescindere dal mezzo. Se sei un viaggiatore, tu viaggerai sempre, anche usassi il teletrasporto. Quello, è il thé nel deserto.

Fabio
05-09-2006, 16.36.44
A parte che le mie "prossime" saranno le prime da anni

Ma se è anni che non fai una sega e sei in vacanza da una vita! :asd:

Comunque, quando prendete un aereo, ricordatevi che potrebbe essere pieno di questi.

http://img310.imageshack.us/img310/3155/bolloxdz51ar7.jpg

:asd:

FALLEN_ANGEL_664
05-09-2006, 18.27.02
Noooo: mettono le locandine dei film pure sugli aerei ora?

:asd:

Attendendo nell'ombra,
FALLEN ANGEL 664

Neon88
05-09-2006, 18.46.00
Solo il concetto di essere pressurizzato all'interno mi fa agitare figuriamoci se mi infilo in uno di quei jet, ho usato molto il traghetto per andare in vacanza (Corsica o Sardegna) e devo dire che è comodo e si arriva rilassati e non credete a quelli che dicono che si sbocca perchè c'è mare grosso non siete micca su una gondola :asd:.

Il treno l'ho usato tre o 4 volte (Venezia Roma ecc) e gli Eurostar sono comodi ma non se si sta in piedi. :asd:

bejita
05-09-2006, 20.04.31
non so all'estero, ma in italia i treni fan davvero ridere, sono un incubo non un viaggio...

^shining^
06-09-2006, 10.59.16
non so all'estero, ma in italia i treni fan davvero ridere, sono un incubo non un viaggio...
per questo preferisco l'aereo....
fatemi capire ma se andate in America partite in NAVE ,:mumble: ?????
di questi tempi cmq io non partirei per L'America però io preferisco l'aereo...:sisi:

destino
06-09-2006, 11.02.45
per questo preferisco l'aereo....
fatemi capire ma se andate in America partite in NAVE ,:mumble: ?????
di questi tempi cmq io non partirei per L'America però io preferisco l'aereo...:sisi:

cioe nn hai paura che cada un aereo, probabilita che accade na volta ogni 3-4 anni e quasi sempre per errori del pilota, e hai paura che ti esploda un aereo causa terroristi, cosa successa 2 volta in tutta la storia? :mumble:

^shining^
06-09-2006, 11.31.27
cioe nn hai paura che cada un aereo, probabilita che accade na volta ogni 3-4 anni e quasi sempre per errori del pilota, e hai paura che ti esploda un aereo causa terroristi, cosa successa 2 volta in tutta la storia? :mumble:


si muore di più con la macchina che con l'aereo..!!!se noti, dati statisticamente accertati :sisi: :sisi: :sisi: :sisi:

destino
06-09-2006, 11.49.18
si muore di più con la macchina che con l'aereo..!!!se noti, dati statisticamente accertati :sisi: :sisi: :sisi: :sisi:


e con quello che ho detto io che centra? :asd:

^shining^
06-09-2006, 12.20.12
e con quello che ho detto io che centra? :asd:

stavo solo confermando le tue affermazioni:sisi: :sisi: :sisi:

FALLEN_ANGEL_664
06-09-2006, 13.49.42
e quasi sempre per errori del pilota,

Più che altro è per un concatenamento di cause che si verificano i grandi incidenti.

Attendendo nell'ombra,
FALLEN ANGEL 664

mVm
06-09-2006, 14.45.26
Rispondendo a Misha. Sono d'accordo con te. Ciò che hai scritto è un pò il senso che volevo dare al topic, ma m'è riuscito male. :D

Rispondendo a Shining. Per andare in America puoi prendere anche la nave, perchè no. Dipende da quanto tempo hai a disposizione, ma anche da quando ritieni inizi un viaggio (o una vacanza): se nel momento in cui arrivi a destinazione, o dal momento in cui ti chiudi la porta di casa alle spalle.

^shining^
06-09-2006, 15.01.52
Rispondendo a Misha. Sono d'accordo con te. Ciò che hai scritto è un pò il senso che volevo dare al topic, ma m'è riuscito male. :D

Rispondendo a Shining. Per andare in America puoi prendere anche la nave, perchè no. Dipende da quanto tempo hai a disposizione, ma anche da quando ritieni inizi un viaggio (o una vacanza): se nel momento in cui arrivi a destinazione, o dal momento in cui ti chiudi la porta di casa alle spalle.


stavo pensando....:mumble: gli aerei cadono ma le navi affondano ...:asd: :asd: :asd:

Neon88
06-09-2006, 15.46.05
stavo pensando....:mumble: gli aerei cadono ma le navi affondano ...:asd: :asd: :asd:

Peccato che se una nave affonda hai qualche possibilità di salvarti ma se cade un aereo no :|

mVm
06-09-2006, 16.05.32
ma le navi affondano

Basta evitare rotte sulle quali è possibile incrociare iceberg. :asd:

destino
06-09-2006, 19.26.00
Peccato che se una nave affonda hai qualche possibilità di salvarti ma se cade un aereo no :|

fonti.

ti salvi solo se la nave è vicino la costa o se hai il culo che arrivino in soccorso navi che si trovano vicino, altrimenti diventi cibo per pesci al max entro 6 ore

Neon88
06-09-2006, 19.38.03
fonti.

ti salvi solo se la nave è vicino la costa o se hai il culo che arrivino in soccorso navi che si trovano vicino, altrimenti diventi cibo per pesci al max entro 6 ore

Ma se le operazioni di evacuazione sono ben organizzate ti mettono su una scialuppa con un salvagente e nel giro di mezzora un'ora ti vengono a prendere con elicotteri e motovedette, e poi ormai non pensiamo più al Titanic per il sovraccarico, ormai non girano più navi in sovraccarico perchè metti che succede qualcosa (anche niente di grave) e risulta "nave in sovraccarico" le dotazioni di sicurezza spariscono e la compagnia ci rimette anche le mani!!!

destino
06-09-2006, 20.18.47
Ma se le operazioni di evacuazione sono ben organizzate ti mettono su una scialuppa con un salvagente e nel giro di mezzora un'ora ti vengono a prendere con elicotteri e motovedette, e poi ormai non pensiamo più al Titanic per il sovraccarico, ormai non girano più navi in sovraccarico perchè metti che succede qualcosa (anche niente di grave) e risulta "nave in sovraccarico" le dotazioni di sicurezza spariscono e la compagnia ci rimette anche le mani!!!

ok dimmi la % tra persone che viaggiano in aereo e quelle che muoiono e la stessa % per i viaggi in mare allora ;)

Mach 1
06-09-2006, 20.47.16
Rispondendo a Shining. Per andare in America puoi prendere anche la nave, perchè no. Dipende da quanto tempo hai a disposizione, ma anche da quando ritieni inizi un viaggio (o una vacanza): se nel momento in cui arrivi a destinazione, o dal momento in cui ti chiudi la porta di casa alle spalle.

io credo che invece il fattore più importante sia quanto tempo hai a disposizione. Ovviamente ognuno ha le sue preferenze, ma se ho tre settimane di tempo e voglio andare in america, preferisco perdere 10 ore per il volo e girare 20 giorni in america che non passare una settimana sulla nave, girare solo una settimana in usa e poi farmi un altra settimana di nave.

Credo che esistano farmaci o tranquillanti per chi ha paura di volare, probabilmente stimolano la sonnolenza e ti fai 10 ore di pisolino, un po' come faceva p.e. baracus dell'A-team. Se a uno non gli frega niente di viaggiare e il suo lavoro non glielo impone, può benissimo passare tutta la vita senza prendere un aereo e non avere rimpianti, come mio padre per esempio. Se però, per esempio, muori dalla voglia di vedere gli u.s.a. e devi rinunciarvi per la tua paura di volare, allora forse meglio ricorrere ai medicinali.

Mach 1
06-09-2006, 20.48.27
ok dimmi la % tra persone che viaggiano in aereo e quelle che muoiono e la stessa % per i viaggi in mare allora ;)

valgono anche le carrette piene di clandestini?