PDA

Visualizza versione completa : Zanzibar ripudia Freddy



DIAZE
04-09-2006, 12.28.59
60 anni fà nasceva Freddy Mercury..


Niente festa per Freddy Mercury a Zanzibar
12.35: Proteste a Zanzibar per la festa, stasera, per l'anniversario della nascita di Freddy Mercury, nato sull'isola africana. Ad opporsi la comunita' musulmana secondo cui il leader dei Queen, omosessuale dichiarato morto nel 91 per Aids, offese con il suo stile di vita la religione islamica. La festa si farà, ha risposto l'organizzatore, Freddy Mercury fa parte della nostra storia.

Peter Pan
04-09-2006, 12.35.19
Quando organizzarono il Gay Pride a Roma il Vaticano cercò di impedire la manifestazione.

Con l'aggravante che la comunità islamica è una componente della società di Zanzibar.
Il Vaticano invece è uno stato estero che in quell'occasione cercò di ingerire nelle cose dello Stato italiano.

alcoolwarriors
04-09-2006, 12.35.56
il fanatismo religioso chiude gli occhi su ogni cosa, arte compresa...in sintesi il solito schifo, da una parte come dall'altra.

FALLEN_ANGEL_664
04-09-2006, 12.39.24
Non vedo come le tendenze sessuali di Freddy Mercury possano aver offeso la comunità islamica di Zanzibar. Oltretutto questo thread puzza di uovo marcio e lattughe fritte. :sisi:

Attendendo nell'ombra,
FALLEN ANGEL 664

DIAZE
04-09-2006, 12.43.05
Oltretutto questo thread puzza di uovo marcio e lattughe fritte. :sisi:

Attendendo nell'ombra,
FALLEN ANGEL 664

Guarda che forse la puzza proviene dalla tua cucina..

:sisi:

FALLEN_ANGEL_664
04-09-2006, 12.46.40
Quarda che forse la puzza proviene dalla tua cucina..

:sisi:

Cazzo! :eek2:

:asd:

Attendendo nell'ombra,
FALLEN ANGEL 664

N0VA
04-09-2006, 12.47.35
ma chissene frega, Freddy e' un Di0 e lo tributeranno a Londra!

Peter Pan
04-09-2006, 13.12.18
Per la mia generazione Freddy è stato una lezione di vita, un monito che credo molti dovrebbero ascoltare e tener presente.
Indipendentemente da quello che faceva, credo sia importante non sottovalutare i pericoli di una malattia davanti a cui in questi ultimi decenni abbiamo talmente abbassato la guardia che molti giovani oggi ne ignorano i pericoli.

lord_of_chaos
04-09-2006, 16.09.18
Per la mia generazione Freddy è stato una lezione di vita, un monito che credo molti dovrebbero ascoltare e tener presente.
Indipendentemente da quello che faceva, credo sia importante non sottovalutare i pericoli di una malattia davanti a cui in questi ultimi decenni abbiamo talmente abbassato la guardia che molti giovani oggi ne ignorano i pericoli.
Non avevo mai visto Freddy sotto questo punto di vista,per me è sempre stato un cantante eccezzionalmente bravo,il migliore in assoluto.
Il fatto che sia morto per AIDS l'ho ricollegato al suo stile di vita ma non l'ho mai visto sotto questa ottica...

Per rimanere in tema non mi importa di dove non faranno il tributo alla memoria di Freddy dato che non lo potrò vedere lo stesso :dentone:

aries
04-09-2006, 16.14.00
Quando organizzarono il Gay Pride a Roma il Vaticano cercò di impedire la manifestazione.

Con l'aggravante che la comunità islamica è una componente della società di Zanzibar.
Il Vaticano invece è uno stato estero che in quell'occasione cercò di ingerire nelle cose dello Stato italiano.

Interessante sia lo spunto, originale rispetto allo scenario di openspace, che la pertinenza con il topic.
Approvato!

AmeR
04-09-2006, 16.20.30
Ad opporsi la comunita' musulmana secondo cui il leader dei Queen, omosessuale dichiarato morto nel 91 per Aids, offese con il suo stile di vita la religione islamica.

Questo è proprio andarsele a cercare. Mi chiedo come possa qualcuno offendere una religione con il proprio stile di vita. Che razza di buzzurri.

Dero88
04-09-2006, 16.20.32
A parte che si chiama Freddie e non Freddy. :asd:

DIAZE
04-09-2006, 16.22.01
A parte che si chiama Freddie e non Freddy. :asd:

Te ne sei accordo cercandolo con google? :asd:

Dero88
04-09-2006, 16.22.49
Te ne sei accordo cercandolo con google? :asd:

No, è usanza comune fra i niubbi scrivere Freddy. :asd:

DIAZE
04-09-2006, 16.24.44
No, è usanza comune fra i niubbi scrivere Freddy. :asd:

Eccone uno, ma è in buona compagnia qui dentro..:sisi:

Niubbo per modo di dire visto che da sempre possiedo ogni lp (vinile) dei Queen, affiancati dai più pratici cd e ora mp3.

Dero88
04-09-2006, 16.28.03
Eccone uno, ma è in buona compagnia qui dentro..:sisi:

:p :birra:

Tamarroid
04-09-2006, 18.17.12
Ma se non sbaglio comunque Freddie Mercury è solo nato a Zanzibar, in realtà era di origini indiane

Lord_Talismano
04-09-2006, 18.21.45
bhe copntando che il nome vero è Farouk Bulsara si.. è di orgini indiane.. i genitori si sono trasferiti a zanzibar come ambasciatori inglesi da quanto ricordo... l'unica cosa che mi lasci alquanto perplesso è che so che i genitori erano di religione Zoroastrista.. ma del buon Freddie non ho mai sentito nessuna associazione con religioni.. escludendo la canzone cantata in arabo a budapest, ma per quel che ne so io fu solo un tributo ai musulmani di quel paese per averlof atto esibire, non di certo una dichiarazione di apparteneza alla fede.

DIAZE
04-09-2006, 19.14.46
Love of my life you've hurt me,
you've broken my heart and now you leave me,
love of my life can't you see,
bring it back, bring it back
don't take it away from me, because you don't know
what it means to me...
------------------------------------------
Amore della mia vita mi hai ferito,
mi hai spezzato il cuore e ora mi lasci,
amore della mia vita, non riesci a vedere,
riportalo indietro, riportalo indietro
non portarlo via da me, perchè non sai
cosa significa per me..

Peter Pan
04-09-2006, 19.37.31
Non avevo mai visto Freddy sotto questo punto di vista,per me è sempre stato un cantante eccezzionalmente bravo,il migliore in assoluto.
Il fatto che sia morto per AIDS l'ho ricollegato al suo stile di vita ma non l'ho mai visto sotto questa ottica...


Considera che molti ragazzi intorno o sotto i 20 anni non sanno per cosa sia morto, e molti di loro neppure sanno chi fosse anche se conoscono e ascoltano i Queen.

Comunque c'è anche da dire che la mia generazione l'AIDS l'ha vista nascere e diffondersi, ed è stata tra quelle più bombardate con informazione sulla prevenzione. Certo, magari oggi non fa più paura come 15 anni fa, ma proprio per questo non si deve abbassare la guardia.
Quindi impedire un tributo a Freddie vuol dire impedire a molti ragazzi di oggi a prendere atto non solo della vita che Freddie ha vissuto, ma anche dei pericoli che incombono su tutti noi e delle possibili conseguenze.

Intanto, Freddie è e resterà sempre un mito, c'è poco da fare: oltre che un bravo cantante e cofautore di uno dei progetti musicali più riusciti e intelligenti della storia della musica moderna, era anche un valido artista.

Helevorn
04-09-2006, 19.46.40
Quando organizzarono il Gay Pride a Roma il Vaticano cercò di impedire la manifestazione.


alla fine si fece comunque e senza incidenti... e si trattava di una manifestazione esplicitamente provocatoria, se si vuole tanto l'integrazione non si dovrebbe cercare la differenza... noi non organizziamo giornate "etero pride"...
in questo caso invece si tratta della commemorazione della morte di un uomo, chiunque sia così limitato da vedere in Freddie Mercury semplicemente un gay (e da ritenere ciò offensivo per il proprio culto) andrebbe messo a tacere.
E non capisco i tuoi continui tentativi di sminuire queste dimostrazioni di inciviltà ricordando ogni volta che la merda esiste anche da noi. Come se potessimo dimenticarlo.

DIAZE
04-09-2006, 20.04.15
alla fine si fece comunque e senza incidenti... e si trattava di una manifestazione esplicitamente provocatoria, se si vuole tanto l'integrazione non si dovrebbe cercare la differenza... noi non organizziamo giornate "etero pride"...
in questo caso invece si tratta della commemorazione della morte di un uomo, chiunque sia così limitato da vedere in Freddie Mercury semplicemente un gay (e da ritenere ciò offensivo per il proprio culto) andrebbe messo a tacere.


Bingo!
non mi resta che quotare ogni singola parola

Peter Pan
04-09-2006, 20.07.27
alla fine si fece comunque e senza incidenti...


Però intanto ci fu un bell'acquazzone comunque.


e si trattava di una manifestazione esplicitamente provocatoria, se si vuole tanto l'integrazione non si dovrebbe cercare la differenza... noi non organizziamo giornate "etero pride"...

Off topic.



E non capisco i tuoi continui tentativi di sminuire queste dimostrazioni di inciviltà ricordando ogni volta che la merda esiste anche da noi. Come se potessimo dimenticarlo.

Non capisco io dove tu abbia visto un tentativo di sminuire queste che tu chiami dimostrazioni di inciviltà. :mumble:
Ho semplicemente citato un fatto di cronaca.
Dov'è che sarebbe sminuito qualcosa?
Al massimo ho fatto notare come "manifestazioni di inviciltà" non sia legato a una religione in particolare.
O forse vui dire che siccome è fatto da mussulmani allora dobbiamo inorridire mentre quella fatta dal Vaticano è giustificabile? :confused:


ricordando ogni volta che la merda esiste anche da noi. Come se potessimo dimenticarlo.

:|







:mumble:






Non ho capito: ma da me che vuoi? Credevo che l'argomento fosse la manifestazione a Zanzibar, non i continui tentativi di Peter.

DIAZE
04-09-2006, 21.21.13
Peter non fare il finto tonto(non ti riesce:asd:), il paragonare (come hai fatto tu) il dissenso,peraltro legittimo in uno stato democratico, della chiesa nei confronti del gaypride, con il divieto da parte delle autorità politico-religiose nei confronti della commemorazione del compleanno di Mercury a Zanzibar, è fuoriluogo!

Ops mi sono incartato con il periodo, spero che il concetto sia chiaro:dentone:

bejita
04-09-2006, 21.51.33
il vaticano dev'esser dato alle fiamme a prescindere da freddie mercury :teach:

DIAZE
04-09-2006, 22.00.35
il vaticano dev'esser dato alle fiamme a prescindere da freddie mercury :teach:

E qui puoi dirlo.
Prova a fare certe affermazioni sulle istituuzioni religiose a Zanzibar, come minimo ti tagliano le dita, così non puoi più scrivere!

alcoolwarriors
04-09-2006, 22.08.12
il vaticano dev'esser dato alle fiamme a prescindere da freddie mercury :teach:

le nomenklature religiose tutte devono essere date alle fiamme. a prescindere.

diaze qui possiamo dirlo sicuramente non grazie alla tolleranza del vaticano, ma grazie al fatto che abbiamo eliminato almeno in parte l'idea di stato fondamentalista religioso...

DIAZE
04-09-2006, 22.18.54
diaze qui possiamo dirlo sicuramente non grazie alla tolleranza del vaticano, ma grazie al fatto che abbiamo eliminato almeno in parte l'idea di stato fondamentalista religioso...

Ma infatti il Vaticano non centra un picchio con la libertà di stampa.

Come non centra una sega con il fatto di Zanzibar.;)

blamecanada
04-09-2006, 22.22.19
diaze qui possiamo dirlo sicuramente non grazie alla tolleranza del vaticano, ma grazie al fatto che abbiamo eliminato almeno in parte l'idea di stato fondamentalista religioso...
E ciò è accaduto perché il potere politico ha lottato a lungo contro il potere religioso, infine sconfiggendolo e togliendogli - almeno teoricamente - qualsiasi potere temporale (almeno finché Mussolini non ha pensato di fare una nuova, la prima vera, donazione :azz: ). Al contrario nel mondo islamico potere civile e religioso sono spesso andati a braccetto, ed i risultati sono questi.

DIAZE
04-09-2006, 22.42.45
Ragazzi son passati più di 100 anni da Porta Pia..
Ma a zanzibar non si può commemorare la Regina a causa delle sue inclinazioni sessuali o perchè è morto di AIDS.
Scusate ma io resto indignato!

alcoolwarriors
04-09-2006, 22.47.54
Ragazzi son passati più di 100 da Porta Pia..
Ma a zanzibar non si può commemorare la Regina a causa delle sue inclinazioni sessuali o perchè è morto di AIDS.
Scusate ma io resto indignato!

no ma hai ragione...intendevo solo che non è una cultura così distante dalla nostra...che eravamo messi così anche noi...e che probabilmente col tempo si scollegheranno dallo stato teocratico anche loro...poi l'indignazione ci sta tutta quella che vuoi. :)

DIAZE
04-09-2006, 22.51.13
no ma hai ragione...intendevo solo che non è una cultura così distante dalla nostra...che eravamo messi così anche noi...e che probabilmente col tempo si scollegheranno dallo stato teocratico anche loro...poi l'indignazione ci sta tutta quella che vuoi. :)

:birra:

Peter Pan
05-09-2006, 02.31.36
Peter non fare il finto tonto(non ti riesce:asd:), il paragonare (come hai fatto tu) il dissenso,peraltro legittimo in uno stato democratico,

Vedo che la cosa è stata poco centrata.

In quel caso non si poteva trattare di dissenso in uno stato democratico, in quanto c'era una precisa richiesta formale dello Stato del Vaticano al Comune di Roma, quindi di uno stato estero che cerca di imporre con fermezza una cosa ad un altro stato sovrano e indipendente.

Siccome il topic parte da un articolo che sottolinea il fatto che la protesta è mossa da una cominità religiosa, ho voluto ricordare come anche da noi accadono queste cose, e il vedere che ci si scandalizza per queste cose quando accadono altrove, e si tende a minimizzare quelle di casa nostra, mi conferma che sempre con più vigore occorre ricordare che forse è meglio prendere atto delle nostre cose e solo dopo ci si può permettere di guardare altrove. Perché questa cecità non giova alla neutralità dei discorsi, ma causa in appiattimento abbastanza pericoloso.

vespino
05-09-2006, 02.33.11
Quando organizzarono il Gay Pride a Roma il Vaticano cercò di impedire la manifestazione.

Con l'aggravante che la comunità islamica è una componente della società di Zanzibar.
Il Vaticano invece è uno stato estero che in quell'occasione cercò di ingerire nelle cose dello Stato italiano.

il vaticano si sa... pensa di essere in ITALIA XD

Ma cmq spero non interrompano la festa per freddy..un mito..e lo rimarrà per sempre!

.Orfeo.
05-09-2006, 08.22.49
alla fine si fece comunque e senza incidenti... e si trattava di una manifestazione esplicitamente provocatoria, se si vuole tanto l'integrazione non si dovrebbe cercare la differenza... noi non organizziamo giornate "etero pride"...
.
Per il semplice fatto forse che gli eterosessuali non sono soggetti a discriminazioni per via del loro orientamento sessuale.
Il gay pride è una manifestazione come tutte le altre che rivendica diritti in difesa delle persone omosessuali, dove, ti posso assicurare, il 90% dei partecipanti non va in giro conciato come platinette o i village people e sempre dove ci sono pure eterosessuali.Semplicemente fa comodo ai media riprendere solo quelli ricoperti di penne di struzzo e paiette in modo da continuare a ricamarci sopra sempre lo stesso stereotipo.Che poi ci sia anche questa gente è vero, conta d'altra parte che la maggiorparte dei gay-pride sono organizzati dai locali gay del luogo in cui si svolge la manifestazione, quindi è più che normale che ci sia un po' di colore.Ma io non vedo comunque cosa ci sia da scandalizzarsi.Quello che contesto semmai al gay pride italiano è che continua a rimanere una manifestazione troppo "esclusiva" per i miei gusti.In altri paesi i gay pride spesso sono immaginati come dei veri e propri concerti gratuiti, con l'obiettivo di far partecipare alla manifestazione quanta più gente possibile, anche persone che solitamente col mondo gay hanno poco a che fare.
Poi è chiaro, ognuno è libero di pensare quello che vuole sulla manifestazione, anche disapprovarla, nessuno mica ti obbliga a venirci.Sai quanta gente si incazza per le manifestazioni dei no-global...
Ma un conto è il disenso e l'espressione di un libero pensiero, un altro è cercare a tutti i costi di impedire una manifestazione solo perchè non ci è congeniale, a maggior ragione quando lo fai in vece di uno stato straniero.
Se poi la manifestazione si è svolta dobbiamo solo ringraziare la nostra buona stella che qua per fortuna, almeno su carta, siamo in un paese democratico.Zanzibar, l' Iran, l'Arabia Saudita, la Somalia, i paesi in cui vige la Sharia non possono dire purtroppo lo stesso.
E questo non perchè come alcuni vorrebbero farci credere la Chiesa e il cristianesimo siano religioni più buone e tolleranti dell'Islam, ma semplicemente perchè questa libertà ce la siamo guadagnata noi popolo laico, grazie all'Illuminismo, grazie alla separazione tra Stato e religione, tutte cose che buona parte del medioriente non ha mai conosciuto.
Se oggi noi possediamo determinate libertà non è insomma per merito della Chiesa.Fosse per il Vaticano saremmo rimasti al tempo della controriforma, con roghi e tribunali dell'inquisizione ancora aperti.

Stryder
05-09-2006, 10.44.19
Quindi, secondo il loro ragionamento, noi dovremmo bandire Solange :asd: