PDA

Visualizza versione completa : L'omosessualità è una malattia



Pagine : 1 [2] 3

DIAZE
06-09-2006, 18.28.12
La questione riguarda aspetti profondi che interessano tutta la collettività.....


e soprattutto il futuro della stessa........

e tutti partecipiano alla sua costruzione.....

Tagan

Ti dò una notizia bomba,
guarda che i gay ci sono dalla notte dei tempi, non è una invenzione dei nostri tempi!

Brian O'Blivion
06-09-2006, 18.28.17
non mi offendo affatto, tu invece "offendi" il senso letterario e grammaticale..


studi? chiedi ad un prof. di italiano che significato hanno i puntini di sospesione
.......io non ho bisogno di farlo, lo so.........




Tagan

Te sei fuori come un balcone,fai come faccio io da anni:curati.

Tagan
06-09-2006, 18.30.02
Sì, presto conquisteremo il mondo, non ti preocuppare.

niente di male......

mondo alla rovescia.......ci adatteremo......

Darwin parlò chiaro, ma disse anche un sacco di fesserie.......





Tagan

Tagan
06-09-2006, 18.32.38
Te sei fuori come un balcone,fai come faccio io da anni:curati.


.................................................. .................................................. .................................................. .................................................. .................................................. .................................................. .................................................. .................................................. .................................................. .................................................. .................................................. .................................................. ........................

Messaggio visivo, significato: grandissima riflessione.........

................NO-------------:asd:



Tagan

.Orfeo.
06-09-2006, 18.33.44
Reportate i suoi interventi e non rispondetegli più, please.:)

Brian O'Blivion
06-09-2006, 18.33.54
.................................................. .................................................. .................................................. .................................................. .................................................. .................................................. .................................................. .................................................. .................................................. .................................................. .................................................. .................................................. ........................

Messaggio visivo, significato: grandissima riflessione.........

................NO-------------:asd:



Tagan

Quella roba è più simile a un Tacit,dovevi studiare Musica:sisi:

Tagan
06-09-2006, 18.51.14
Ti dò una notizia bomba,
guarda che i gay ci sono dalla notte dei tempi, non è una invenzione dei nostri tempi!


Vero........ma percentualmente oggi si ha la massima vastità del fenomeno
che viaggia ad un ritmo vertiginoso........

analisi: l' uomo influenza l' uomo, e la teoria dei sistemi complessi dice in poche parole: modificando anche un singolo elemento di un sistema, modificherò inevitabilmente tutto il sistema.........

l' uomo è un sistema nel sistema o meglio un elemento singolo che forma il sistema........( vi sono varie teorie)

e la dinamica diviene esponenziale relativamente al difetto, se esso non è corretto per tempo, in quanto gli elementi componenti il sistema
seguono uno schema preordinato..........

il rischio del non agire sul difetto, è che tutto il sistema può divenire difettoso.

Ordine produce ordine, disordine produce disordine...........

Ma al conseguimento di uno stato, si può generare una condizione inversa allo stato di origine.........

In questo caso l' ordine può divenire disordine e il disordine può divenire ordine.........

Fattostà che l' uomo necessità dell' esperienza e solo empiricamente apprende e conosce...........



Tagan

Brian O'Blivion
06-09-2006, 18.53.16
Vero........ma percentualmente oggi si ha la massima vastità del fenomeno
che viaggia ad un ritmo vertiginoso........

analisi: l' uomo influenza l' uomo, e la teoria dei sistemi complessi dice in poche parole: modificando anche un singolo elemento di un sistema, modificherò inevitabilmente tutto il sistema.........

l' uomo è un sistema nel sistema o meglio un elemento singolo che forma il sistema........( vi sono varie teorie)

e la dinamica diviene esponenziale relativamente al difetto, se esso non è corretto per tempo, in quanto gli elementi componenti il sistema
seguono uno schema ordinato..........

il rischio del non agire sul difetto, è che tutto il sistema può divenire difettoso.

Ordine produce ordine, disordine produce disordine...........

Ma al conseguimento di uno stato, si può generare una condizione inversa allo stato di origine.........

In questo caso l' ordine può divenire disordine e il disordine può divenire ordine.........

Fattostà che l' uomo necessità dell' esperienza e solo empiricamente apprende e conosce...........



tagan

Come tavole della legge revisited è una bozza piuttosto buona:asd:

Troppi punti:tsk:

Tagan
06-09-2006, 18.55.26
Come tavole della legge revisited è una bozza piuttosto buona:asd:

Troppi punti:tsk:



bene, son contento che ti piacciano..........:dentone:



Tagan

Tagan
06-09-2006, 18.56.08
Vero........ma percentualmente oggi si ha la massima vastità del fenomeno
che viaggia ad un ritmo vertiginoso........

analisi: l' uomo influenza l' uomo, e la teoria dei sistemi complessi dice in poche parole: modificando anche un singolo elemento di un sistema, modificherò inevitabilmente tutto il sistema.........

l' uomo è un sistema nel sistema o meglio un elemento singolo che forma il sistema........( vi sono varie teorie)

e la dinamica diviene esponenziale relativamente al difetto, se esso non è corretto per tempo, in quanto gli elementi componenti il sistema
seguono uno schema preordinato..........

il rischio del non agire sul difetto, è che tutto il sistema può divenire difettoso.

Ordine produce ordine, disordine produce disordine...........

Ma al conseguimento di uno stato, si può generare una condizione inversa allo stato di origine.........

In questo caso l' ordine può divenire disordine e il disordine può divenire ordine.........

Fattostà che l' uomo necessità dell' esperienza e solo empiricamente apprende e conosce...........



Tagan

Brian O'Blivion
06-09-2006, 18.57.15
Beh,i misteri universali in due parole sono una vera figata.

DIAZE
06-09-2006, 18.57.33
Vero........ma percentualmente oggi si ha la massima vastità del fenomeno
che viaggia ad un ritmo vertiginoso........
ecc
Tagan

:look:

Scappa fin che puoi, frequentando questo forum rischi di diventare culattone anche tu!

Scappa scappa!!!

billygoat
06-09-2006, 18.58.58
Vero........ma percentualmente oggi si ha la massima vastità del fenomeno
che viaggia ad un ritmo vertiginoso........


puoi darmi le cifre, please?
se non sai quelle esatte almeno quelle approssimative...

perchè a me risulta che, per fare un esempio semplice, nell'antica grecia l'omosessualità "colpiva" ( :asd: ) una percentuale ben maggiore della popolazione rispetto ad oggi.
eppure mi sembra che il mondo sia continuato fino ad oggi senza tanti problemi (e avolte penso peccato leggendo certi interventi), anzi la popolazione mondiale è aumentata in modo esponenziale negli ultimi tempi... nonostante questa "piaga" ( :roll3: )...

Tagan
06-09-2006, 18.59.50
Beh,i misteri universali in due parole sono una vera figata.



Si...adesso però sono un po' stanco estacco.........ma se vuoi inserirò un discorso affascinante come la fisica quantistica...........


se ti piace il mistero in via dissipativa, be niente di meglio dei quanti......





Tagan

DIAZE
06-09-2006, 19.03.29
Si...adesso però sono un po' stanco estacco.........

Tagan

Ecco appunto!

Tagan
06-09-2006, 19.03.38
puoi darmi le cifre, please?
se non sai quelle esatte almeno quelle approssimative...

perchè a me risulta che, per fare un esempio semplice, nell'antica grecia l'omosessualità "colpiva" ( :asd: ) una percentuale ben maggiore della popolazione rispetto ad oggi.
eppure mi sembra che il mondo sia continuato fino ad oggi senza tanti problemi (e avolte penso peccato leggendo certi interventi), anzi la popolazione mondiale è aumentata in modo esponenziale negli ultimi tempi... nonostante questa "piaga" ( :roll3: )...


Non metti in conto che allora esistevano meccanismi arginativi del fenomeno....oggi non abbiamo opposizione.......

allora l' omosessualità era uno scandalo oggi no.....


il potere oppositivo oggi come allora sta nei valori morali univerasli.......




Tagan

destino
06-09-2006, 19.04.18
sarò ripetitivo e noioso...però è anche vero che, fino ad adesso, nessuno ha mai voluto darmi una risposta diretta a questa mia domanda: ma essere contrari all'omosessualità (specificando che essere in disaccordo non vuol dire promuovere l'omofobia), è per caso reato? E' possibile che tutti devonoessere d'accordo con i gay, magari anche sostenendo quello che fanno? No, non c'è nessuna sanzione prevista né dal codice civile né dal codice penale; eppure, se qualcuno guarda strano due uomini (o due donne) che slinguazzano allegramente, gli si deve puntare il dito contro, insultarlo, deriderlo. POtrei fare anche lo stesso discorso per le droghe leggere o il fumo, perché se qualcuno osa affermare di essere contrario gli si scoppia a ridere in faccia, ma andrei fuori tema.
Il punto rimane questo: se una persona esprime il proprio pensiero che non sia d'accordo con un gruppo di persone su un certo tema (in questo caso l'omosessualità), questa deve essere bollata con appellative comi bigotto, retrogrado, ignorante, ecc.. A qualcuno potrebbe sembrare strano, ma a me questa mi sembra una delle più grandi forme d'intolleranza esistenti, perché si ghettizzano uno o più individui che hanno la colpa di non essere d'accordo su qualche cosa. Si critica tanto la Chiesa Cattolica (criticabile cmq) la quale scomunica coloro che sostengono dottrine eretiche; eppure non mi sembra che da altre parti (compreso questo forum) le cose funzionino diversamente...
Che poi, tanti si rifanno agli studi scientifici per legittimare la liceità dell'omosessualità: beh, io leggendo svariati siti, ho capito che nonostante la posizione ufficiale della scienza le cause dell'omosessualità non siano state provate ancora in maniera certa, e che nonostante il parere scientifico ufficiale tanti psicologi e psichiatri non sono ancora convinti. A questo punto, io penso che se una cosa non è provata al 100%, io sono legittimato ad essere dubbioso (non si facesse l'esempio dei bonobo o degli animali omosessuali, perché mi sembra di aver già detto che cii sono cmq casi di omosessualità biologica, ma non è detto che sia sempre così).
Concludendo, oggi si sventola ai quattro venti tanto questa libertà di pensiero a cui tutti possono aspirare. A me non pare che le cose stiano propriamente così, poiché se qualcuno la pensa in maniera differente da altri, viene perseguitato (in senso lato, ovviamente). E questa non mi sembra tutta sta gran libertà.

rileggiti la parte in grassetto e capirai perche la gente sente il diritto di deriderti, per il semplice motivo che tu giudichi e bolli una persona per una cosa che non ti riguarda, lascia vivere a ogni persona la propria vita come meglio crede e nessuno ti dira nulla contro.

stan
06-09-2006, 19.06.01
il rischio del non agire sul difetto, è che tutto il sistema può divenire difettoso.
...

Quando diventerà un problema così grosso vorrà dire che scatterà una mega-molla negli etero rimasti e tromberanno come ricci per la conservazione della specie umana. Beh sotto questo punto di vista dico ben vengano i gay.

Finchè i gay non saranno in grado di riprodursi non possono costituire una minaccia, non credi? (perdonatemi tutta l'infelicissima frase). Per questo io penso che gli etero saranno sempre in maggior numero degli omo.

Oddio...aspè aspè...


Non metti in conto che allora esistevano meccanismi arginativi del fenomeno....oggi non abbiamo opposizione.......

allora l' omosessualità era uno scandalo oggi no.....

Secondo te quindi cosa dovremmo fare...bruciarli tutti e poi spargere in giro il finocchio perchè sennò i poveri resti puzzano? Ma dai......

destino
06-09-2006, 19.06.28
La questione riguarda aspetti profondi che interessano tutta la collettività.....


e soprattutto il futuro della stessa........

e tutti partecipiano alla sua costruzione......




Tagan

scusate il doppio post, e scusate pure se sono troppo diretto, ma qualcuno lo manda a fanculo un troglodita del genere o devo pensarci io?

Brian O'Blivion
06-09-2006, 19.06.35
Si...adesso però sono un po' stanco estacco.........ma se vuoi inserirò un discorso affascinante come la fisica quantistica...........


se ti piace il mistero in via dissipativa, be niente di meglio dei quanti......





Tagan


Hai scritto una trentina di minkiate e mò sei stanco!?

A'faccia du professure!:asd:

Sicuro che la sindrome non ce l'hai?:doubt:

Comunque Fratelli,qui dentro sta diventando un letamaio,io penso seriamente di trasferirmi sul forum di drunkendonkey,c'è più immaginazione,con buona pace di tutti coloro che amo e rispetto qui :|

Braveheart1984
06-09-2006, 19.08.50
rileggiti la parte in grassetto e capirai perche la gente sente il diritto di deriderti, per il semplice motivo che tu giudichi e bolli una persona per una cosa che non ti riguarda, lascia vivere a ogni persona la propria vita come meglio crede e nessuno ti dira nulla contro.



non credo proprio caro mio. Ho già detto 40 milioni di volte che pur non approvando l'omosesssualità non perseguito i gay, non li discrimino né tantomeno mi rifiuterei di essere amico di una persona solo perché é gay. Sulla parte in grassetto: se uno guarda in maniera curiosa due dello stesso sesso che si baciano, è un etichettatore? Ma se tu un giorno vedi uno che cammina all'indietro, come lo guarderesti?
Ma come si dice, non c'è peggior sordo di chi non vuol sentire, quindi lasciamo stare.

.Orfeo.
06-09-2006, 19.10.20
scusate il doppio post, e scusate pure se sono troppo diretto, ma qualcuno lo manda a fanculo un troglodita del genere o devo pensarci io?
Piuttosto reportate e don't feed the troll che forse scatta il ban.

destino
06-09-2006, 19.10.27
Vero........ma percentualmente oggi si ha la massima vastità del fenomeno
che viaggia ad un ritmo vertiginoso........

analisi: l' uomo influenza l' uomo, e la teoria dei sistemi complessi dice in poche parole: modificando anche un singolo elemento di un sistema, modificherò inevitabilmente tutto il sistema.........

l' uomo è un sistema nel sistema o meglio un elemento singolo che forma il sistema........( vi sono varie teorie)

e la dinamica diviene esponenziale relativamente al difetto, se esso non è corretto per tempo, in quanto gli elementi componenti il sistema
seguono uno schema preordinato..........

il rischio del non agire sul difetto, è che tutto il sistema può divenire difettoso.

Ordine produce ordine, disordine produce disordine...........

Ma al conseguimento di uno stato, si può generare una condizione inversa allo stato di origine.........

In questo caso l' ordine può divenire disordine e il disordine può divenire ordine.........

Fattostà che l' uomo necessità dell' esperienza e solo empiricamente apprende e conosce...........



Tagan

studio i sistemi complessi e posso dirti con cognizione di causa che tutto quello che hai detto corrisponde a stronzate in toto. prima di parlare di roba che ti infilano nel cervello col cucchiaino e scrivercela pari pari qui, prova a pensare che chi ti risponde le cose le sa e molto meglio di te.

e scusate il triplo post :azz:

Raphael_Ravil
06-09-2006, 20.08.04
http://www.oliari.com/storia2/himmler-480.jpg
Ok, e con questà .Orfeo. l'ha detta tutta, e l'ha anche detta nel modo in cui piace a me:Palka: , quindi mi rimane poco da aggiungere.
Appena due appuntini:




Prima cosa: come sempre la legalità è l'ultima spiaggia dei deficienti, adesso c'è gente che si chiede se essere contrari all'omosessualità sia reato o meno. La risposta più logica credo saprò darla io (si, manca un po' del mio magico tocco in queste ultime tre pagine): no, in effetti essere degli imbecilli in Italia non è un reato.:asd: Perchè? Bhè fondamentalmente perchè le leggi non le ho scritte io.
Comunque tutto questo mi ricorda la parte di un film di Michael Moore, nel quale Charlton Heston dice di aver organizzato la convention dell'NRA a Columbine perchè "l'america era un paese libero e lui aveva diritto di farlo", fottendosene delle conseguenze offensive e riprovevoli del suo atto.:asd:

Il secondo appunto va alla cazzata del mese:

Nel linguaggio grammaticale in un contesto sintattico.....
i puntini di sospensione indicano una pasua più o meno breve a seconda di quanti puntini metti......
in poche parole il tutto corrisponde ad un solo lemma: riflessione
La mente inferiore che ha partorito questa aberrazione rientrerà per sempre negli annali delle mie persone da sfottere. Non credo ci sia da aggiungere altro.:ihih:

Tagan
06-09-2006, 21.44.36
studio i sistemi complessi e posso dirti con cognizione di causa che tutto quello che hai detto corrisponde a stronzate in toto. prima di parlare di roba che ti infilano nel cervello col cucchiaino e scrivercela pari pari qui, prova a pensare che chi ti risponde le cose le sa e molto meglio di te.

e scusate il triplo post :azz:


se spari minchiate senza sapere di quello che parli chiudo qui la conversazione,
la riprova che sei un falso la trovi nel topic che parla di terrorismo.......

neghi l' esistenza del gas uranio senza sapere minimamente di che stai parlando...........
là ti ho postato una breve relazione tecnico-scientifica con tanto di link per istruirti....

su questo presupposto

non credo minimamente che tu conosca la teoria dei sistemi complessi e le sue relative applicazioni..........

indi il discorso con te è chiuso........



Tagan

DIAZE
06-09-2006, 21.52.05
se spari minchiate senza sapere di quello che parli chiudo qui la conversazione
Tagan

Ecco bravo, mantieni i buoni propositi ed estendili a tutto il forum!

billygoat
06-09-2006, 21.57.52
allora l' omosessualità era uno scandalo oggi no.....


a dotto', lei ci saprà pure di pissicologia, ma di storia ce la vedo parecchio 'gnorante, sà? :sisi:

va a stüdià, lazarù!


omosessualità scandalosa nell'antica grecia!!!! :roll3:

Raphael_Ravil
06-09-2006, 22.01.46
omosessualità scandalosa nell'antica grecia!!!! :roll3:
"Ehi Socrate posso mettertelo in culo oggi?"
"No, non oggi ragazzo mio, oggi sto contemplando il fatto che so di non sapere!"
"Dai maestro! Solo una bottarella..."
"Ok, vai pure... Ma non raccontarlo a Santippe!"

DIAZE
06-09-2006, 22.04.29
Direi che con l'antica Grecia siamo arrivati alla..(puntini di sospensione)..
http://imagecache2.allposters.com/images/pic/CFJ/6987%7EFrutta-Fresca-Posters.jpg

Tagan
06-09-2006, 22.07.25
a dotto', lei ci saprà pure di pissicologia, ma di storia ce la vedo parecchio 'gnorante, sà? :sisi:

va a stüdià, lazarù!


omosessualità scandalosa nell'antica grecia!!!! :roll3:


non solo nel periodo ellenistico era uno scandalo......
si parla di un periodo storico ben preciso e lungo........

gli ebrei in antichità e poi più recentemente i mussulmani mettevano a morte chi praticava l' omosessualità, ed ancora oggi i mussulmani in alcuni paesi praticano la legge coranica alla lettera........

mi sa che quello che deve dare una rispolveratina ai libri di storia, quello sei tu

a dottò.........:sisi:



Tagan

billygoat
06-09-2006, 23.03.18
Ma infatti, mandatelo a quel paese e buona notte, perchè perdere minuti preziosi della vostra esistenza con lui?

onestamente, mi sto annoiando...
e poi mi diverte un sacco vedere uno che si riempie la bocca di paroloni di cui probabilmente non si è nemmeno preso la briga di andare a cercare il significato sul dizionario che se ne esce con queste stronzate:


non solo nel periodo ellenistico era uno scandalo......
si parla di un periodo storico ben preciso e lungo........


quindi, tagan, tu probabilmente non hai mai sentito parlare di quel libro scritto tanti anni fa chiamato iliade e di conseguenza nemmeno di due signori di nome achille e patroclo...
no, aver visto troy al cinema non conta! :asd:

l'esempio degli ebrei e dei musulmani c'entra come il cacio sul pane&nutella.
che poi a voler proprio cercare il pelo nell'uovo anche i cristiani bruciavano sul rogo i gay: l'epiteto finocchio deriva proprio dal fatto che i roghi degli omosessuali venivano cosparsi da semi di finocchio per distinguerli da quelli delle streghe.

qual'è la soluzione, caro psicologo, torniamo a bruciarli... mi sembra tu sia fortemente tentato da questa olocaustica soluzione...

Tagan
06-09-2006, 23.22.27
onestamente, mi sto annoiando...
e poi mi diverte un sacco vedere uno che si riempie la bocca di paroloni di cui probabilmente non si è nemmeno preso la briga di andare a cercare il significato sul dizionario che se ne esce con queste stronzate:



quindi, tagan, tu probabilmente non hai mai sentito parlare di quel libro scritto tanti anni fa chiamato iliade e di conseguenza nemmeno di due signori di nome achille e patroclo...
no, aver visto troy al cinema non conta! :asd:

l'esempio degli ebrei e dei musulmani c'entra come il cacio sul pane&nutella.
che poi a voler proprio cercare il pelo nell'uovo anche i cristiani bruciavano sul rogo i gay: l'epiteto finocchio deriva proprio dal fatto che i roghi degli omosessuali venivano cosparsi da semi di finocchio per distinguerli da quelli delle streghe.

qual'è la soluzione, caro psicologo, torniamo a bruciarli... mi sembra tu sia fortemente tentato da questa olocaustica soluzione...

La tua interpretazione della storia è alquanto discutibile.......

io cmq ho cercato di far capire che la tolleranza di oggi nei riguardi degli omosessuali non è paragonabile al contesto storico di cui stiamo parlando....

oggi vedi tranquillamente nelle piazze due gay che si baciano.....

ci sono sfilate come il gay pride, manifestazioni, raduni gay......
e nessuno oramai ci da più peso.........

Al tempo dell' antica grecia, ma ancor prima al tempo degli esseni
l' omosessualità era poco tollerata........

praticata si.....è un vizio antico come del resto lo è la prostituzione......

spero di essere stato più chiaro......



Tagan

Zio Fella
06-09-2006, 23.55.05
praticata si.....è un vizio antico come del resto lo è la prostituzione......

spero di essere stato più chiaro......

Non ho capito, hai usato la parola in maniera inopportuno o davvero credi che siano dei vizi?

billygoat
06-09-2006, 23.56.00
Al tempo dell' antica grecia, ma ancor prima al tempo degli esseni
l' omosessualità era poco tollerata........

praticata si.....è un vizio antico come del resto lo è la prostituzione......

spero di essere stato più chiaro......


contento tu...

io credo che se achille è diventato un eroe tanto importante per la cultura ellenica nonostante il suo amore per patroclo (che ti ricordo è un uomo), a rigor di logica l'omosessualità non doveva essere così poco tollerata...
però se tu vuoi continuare sulla tua strada omofobica del vizietto antico fai pure, io mi sono rotto... non sono più annoiato, ho trovato di meglio da fare.

:hello:

Tagan
07-09-2006, 00.24.54
contento tu...

io credo che se achille è diventato un eroe tanto importante per la cultura ellenica nonostante il suo amore per patroclo (che ti ricordo è un uomo), a rigor di logica l'omosessualità non doveva essere così poco tollerata...
però se tu vuoi continuare sulla tua strada omofobica del vizietto antico fai pure, io mi sono rotto... non sono più annoiato, ho trovato di meglio da fare.

:hello:

Nel periodo ellenistico hai mai sentito di un gay pride?........
Ci sono scritti che attestano raduni o manifestazioni gay?......


No e allora se vuoi capire capisci, sennò........interpreta come vuoi.



Tagan

Tagan
07-09-2006, 00.32.04
Non ho capito, hai usato la parola in maniera inopportuno o davvero credi che siano dei vizi?


vizio inteso cone antitesi a dei sani principi morali.........

se vuoi cmq tra le accezioni del termine, questa sotto mi sembra la più appropriata....o forse la più indicata (dal vocabolario)


difetto biasimevole, anche se non grave, che si manifesta abitualmente.





Tagan

Elrond.
07-09-2006, 00.33.55
Sulla questione dell'omosessualità nell'antica Grecia, Tagan non dice sciocchezze (tralasciando il fatto che lui stesso ha allargato la considerazione al mondo antico nel suo complesso).
Anzitutto, per quanto concerne l'Iliade - visto che è stata tirata in ballo -, non c'è alcun passo che ci lasci presupporre un rapporto omosessuale tra Achille e Patroclo. E, pur non avendo testimonianze sull'omosessualità nell'età micenea e nell'età ellenica arcaica (mancanza che non depone a favore della sua diffusione), altre considerazioni suggeriscono che si tratti di un fenomeno più tardo. Non si deve dimenticare, peraltro, che la 'civiltà greca' della quale si fa un gran parlare, è costituita da una miriade di regioni dell'Europa e dell'Asia dai costumi assai diversificati. L'omosessualità, pertanto, non può essere ritenuta un costume comune nell'antica Grecia, ma solo nelle città e nelle regioni per le quali è testimoniata. A queste considerazioni di natura spaziale si aggiungano quelle di ordine cronologico: forse mi inganno, ma non mi risultano testimonianze dirette sull'omosessualità anteriori al VI secolo a. C.
Volendo concludere, il rapporto omosessuale tra Patroclo e Achille è presumibilmente un'invenzione della commedia attica antica, cioè il prodotto di una società nella quale l'omosessualità era praticata e diffusa, e di una civiltà che attualizzava costumi e istituzioni del proprio passato, non possedendo gli strumenti intellettuali per una sua considerazione prospettica (al pari di altre civiltà antiche). Elevare Achille e Patroclo a campioni dell'omosessualità è - storicamente parlando - un errore. Nella considerazione generale sono ritenuti tali perchè, probabilmente, la tendenza ad attualizzare il passato è tuttora presente e viva.

Secondariamente, dice bene Tagan nel suo ultimo intervento (quello delle 23.22), chiarendo ulteriormente il senso delle parole che erano state criticate come storicamente inattendibili. Certo, non si può paragonare l'omosessualità antica a quella odierna sul piano della libertà sessuale, poichè anticamente questa libertà mancava tanto per i rapporti omosessuali quanto per quelli eterosessuali (tendenzialmente): difficilmente avremmo visto due uomoni baciarsi in pubblico, ma neppure un uomo e una donna. Dobbiamo basarci piuttosto sulla considerazione dei contemporanei; ebbene, attualmente l'omosessualità è accettata come un dato di fatto (da alcuni; ad altri si cerca di farla accettare); nell'antica Grecia (Atene), invece, essa era piuttosto tollerata, oserei dire tollerata come una società dell'età contemporanea potrebbe tollerare i bordelli; tanto tollerata da richiedere una giustificazione esterna, non potendosi accettare sulla base di una rivendicazione di libertà (da cui i tentativi di Platone, il cui pensiero è ben lungi dal potersi identificare con quello dell'ateniese medio). Inoltre, se l'omosessualità eccedeva taluni limiti, cioè se si rivolgeva nei confronti di ragazzi ormai maturi o tendeva a creare con essi un rapporto duraturo, diveniva causa di dileggio ed era malamente tollerata. La prostituzione maschile costituiva addirittura un reato.


EDIT: Prendo le distanze da qualunque conseguenza di ordine etico che qualcuno potrebbe voler trarre dai miei appunti. Così come prendo le distanze dal sistema di valori che - presumo - sottende le parole di Tagan. Credo che difendere l'omosessualità sulla base del raffronto con i greci antichi - secondando una logica che, a ben guardare, si riduce al 'lo facevano loro, quindi possiamo farlo anche noi' -, sia tanto inutile quanto attaccarla sulla base dell'assunto opposto: 'neppure loro la tolleravano, quindi possiamo non tollerarla anche noi.

Braveheart1984
07-09-2006, 01.09.44
Non vedo perchè dovrebbe essere reato, le opinioni si possono esprimere liberamente. "Tutti devono essere d'accordo con i gay in quello che fanno" in che senso?


che se io dico che per me l'omosessualità, salvo alcuni casi, non ha origine genetica ma psicologica, e quindi è frutto di una scelta (anche se incosapevole) dell'individuo, vengo biasimato.
E Tagan, anche se ha usato dei modi un po' crudi, sostanzialmente ha detto questo, ed è attualemnte alla gogna.
Questa a casa mia si chiama intolleranza, non so da altri

Chrean
07-09-2006, 01.13.30
Non rispondo per non "feedare" il troll, ma vorrei fare notare a certi maestri dell'italiano che "musulmano" si scrive con una sola S. Alla faccia del prof di itaGLiano che insegna a mettere i puntini a gruppi di sedici.

Zio Fella
07-09-2006, 01.17.54
vizio inteso cone antitesi a dei sani principi morali.........

se vuoi cmq tra le accezioni del termine, questa sotto mi sembra la più appropriata....o forse la più indicata (dal vocabolario)


difetto biasimevole, anche se non grave, che si manifesta abitualmente.





Tagan
Grazie, ma nel dubbio già prima mi sono documentato sui vari significati che quindi conosco.
Ma non mi hai risposto: davvero credi che siano dei vizi? Come mangiarsi le unghie?

Elrond.
07-09-2006, 01.26.53
che se io dico che per me l'omosessualità, salvo alcuni casi, non ha origine genetica ma psicologica, e quindi è frutto di una scelta (anche se incosapevole) dell'individuo, vengo biasimato.
E Tagan, anche se ha usato dei modi un po' crudi, sostanzialmente ha detto questo, ed è attualemnte alla gogna.
Questa a casa mia si chiama intolleranza, non so da altri
Senti, io vorrei risponderti, però c'è un problema. Ho letto un paio di interventi in cui tu dici "se dico..." e poi seguono cose diverse che mi viene difficile considerare unitariamente. Senza che vada a spulciarmi tutto il thread, c'è qualche intervento nel quale hai detto quello che pensi dell'omosessualità, in modo da poterti rispondere se - a mio avviso - meriti la gogna o se la meritano i tuoi persecutori? :D

Per semplificare le cose, provo ad abozzarti una risposta ipotetica. Se dici che l'omosessualità è un fenomeno reattivo anzichè endogeno, e che magari si verifica come reazione ad una situazione di disturbo, non credo che meriti la gogna. Se dici, invece, che gli omosessuali andrebbero aiutati a ritrovare l'eteorsessualità perduta, questa è più che una libera manifestazione di pensiero: questo è un pensiero che vorrebbe tramutarsi in azione e che, come tale, deve essere contrastato da chi ritiene che l'azione prospettata sia iniqua.
Detto questo, taluni sono manifestamente intolleranti anche nei confronti di chi esprimi un'opinione del primo tipo. Altri eccedono la misura anche in presenza di dichiarazioni del secondo tipo. Sostanzialmente concordo con la tua osservazione: molti di coloro che presumono di combattere l'altrui intolleranza, sono non meno intolleranti... Ma quanto è stupido un mondo fatto solo di parole! La tolleranza e l'intolleranza vere si valutano nei fatti. Tuttavia temo che gli insulti siano un fatto più delle opinioni.

Tagan
07-09-2006, 01.34.28
Non rispondo per non "feedare" il troll, ma vorrei fare notare a certi maestri dell'italiano che "musulmano" si scrive con una sola S. Alla faccia del prof di itaGLiano che insegna a mettere i puntini a gruppi di sedici.

Rimango sempre più allibito dall' ignoranza di alcuni.........
arroganti strafottenti che ostentano ciò che in essenza non sono...

ma il bello è che non sono e non sanno....

ma continuano come "destino" che si mette a parlare di fisica nucleare e di sistemi complessi senza saperne un'H...............

Caro Chrean anche per te come per "destino" posto prova contraria a quello che dici, perchè mussulmano si può scrivere con una s o con 2 indifferentemente, a discrezione di chi scrive......
e nel dizionario di questi lemmi che si possono usare discrezionalmente, ce ne sono tanti............


GNURANT


dal vocabolario di virgilio:

mussulmàno: mussulmàno

agg., relativo alla religione islamica

s. m. (f. -a), seguace dell'islamismo.



http://parole.alice.it/parole/vocabolario/index.asp


PS: vai al sito e fai tu personalmente la prova immettendo il termine mussulmano con 2 s...........



Tagan

vespino
07-09-2006, 01.35.44
Le tue informazioni sono alquanto relative nonchè errate per certi aspetti...

in materia di psicologia ho basi molto solide di studio ed approfondimento per questo mi permetto di dissentire specificando ulteriormente:

Premesso ciò, in psicologia l' omosesssualità è nosograficamente identificata come disturbo della personalità, la psicologia ufficiale però parla di disturbo del comportamento....
ma ciò origina da una personalità non centrata, in poche parole non conforme agli standard dei trattati sulla normoformità psicologica e psichica...........

Si genera un conflitto tra l' io e il sè..........
per fare una esempio prendo a riferimento una patologia grave come la schizofrenia, in cui si ha le netta scissione tra ciò
che si è realmente ( il sè) e ciò che si pensa di essere (l' io)..........

Nessuno fraintenda il mio esempio appena accennato e correli il tipo di patologia citata
( schizofrenia) con l' omosessualità........
sono due cose ben distinte, ove la schizofrenia è ritenuta patologia grave,
l' omosessualità rientra nosograficamente nella classificazione dei disturbi del comportamento.............




Tagan


Freud, che studiava tutto partendo dalla sessualità, ha fatto un sacco di buchi nell'acqua sai?In psicologia, che io sto studiando, l'omosessualità è vista così solo da bruner e freud..


Se leggi meglio comprendi meglio........

si da il caso che la psichiatria si occupi da 75 anni di omosessualità e tre
luminari, pionieri della psicanalisi moderna, come Freud, Adler e Jung.....

hanno sempre ritenuto l' omosessualità, una forma patologica......

la storia cmq dice che il movimento arcy gay mondiale ( comunità alquanto potente) lobby affermata in vari settori della società, in cui risiedono nomi altisonanti, è riuscita a far cambiare alcuni decreti scientifici in materia di omosessualità, nella fattispecie nei manuali di psichiatria........

ma la psicologia ufficiale, più idonea ad affrontare questo fenomeno in grande espansione, ha fatto tesoro delle ricerche scientifiche, portando ad un livello più perfetto ed accettabile, la classificazione di tali disturbi........




Tagan


L'arcigay è solo italiano ed è l'ente europeo più forte..dato che è a livello nazionale..non esiste del mondo...ma ci sono varie associazioni e nessuno lo fa per scopo di lucro...nessuno ha modificato il cervello o il pensiero a nessuno..semma gli ha paerto gli occhi..ben diverso :_)

Quote togan:

Omosessuali non si nasce ma si diventa, non scordarlo.........

Em..ma che ne sai?

uno lo stanno studiando ancora..due lo si diventa,lo siè ...etc...ma sempre c'è...come etero che a 40/50 anni diventano omosessuali,o omosessuali che si riscoprono eterosessuali..la sessualità è una cosa complicata..ma non per questo si deve proibire alla gente di amare o volersi bene


Qualcuno mi spieghi da dove cazzo sbucano please:asd:


ce ne sono tanti sennon peggio...





sarò ripetitivo e noioso...però è anche vero che, fino ad adesso, nessuno ha mai voluto darmi una risposta diretta a questa mia domanda: ma essere contrari all'omosessualità (specificando che essere in disaccordo non vuol dire promuovere l'omofobia), è per caso reato? E' possibile che tutti devono essere d'accordo con i gay, magari anche sostenendo quello che fanno? No, non c'è nessuna sanzione prevista né dal codice civile né dal codice penale; eppure, se qualcuno guarda strano due uomini (o due donne) che slinguazzano allegramente, gli si deve puntare il dito contro, insultarlo, deriderlo.


E perchè dovresti tu permetterti di offendere una persona xke ama o vuole ebne a una persona dello stesso sesso?con quale diritto?Allora siamo razzisti..diventiamo tutti nazisti e uccidiamo miliardi di persone..tanto non vedo che male c'è..no?
Per favore..mi sono fermato qui a leggere....vuoi sapere xke?
NON SI CAPISCE XKE SI DEBBA INTROMETTERSI E LEDERE LA LIBERTA' E AMORE ALTRUi..e con quale diritto?
Oltretutto..cos'è che fanno scusa gli omosessuali di così tanto diverso dagli eterosessuali?^Porcherie (tutti le fanno ) maialate (tutti le fanno) etc etc...specifica specifica..sono curioso :_)



Giusto,
perchè lo Stato dovrebbe essere il primo a rispettare questa libertà.

La Repubblica riconosce e garantisce i diritti inviolabili dell'uomo, sia come singolo, sia nelle formazioni sociali ove si svolge la sua personalità, e richiede l'adempimento dei doveri inderogabili di solidarietà politica, economica e sociale

(e già il secondo articolo non si rispetta)

Articolo 3

Tutti i cittadini hanno pari dignità sociale [cfr. XIV] e sono eguali davanti alla legge, senza distinzione di sesso [cfr. artt. 29 c. 2, 37 c. 1, 48 c. 1, 51 c. 1], di razza, di lingua [cfr. art. 6], di religione [cfr. artt. 8, 19], di opinioni politiche [cfr. art. 22], di condizioni personali e sociali.

E` compito della Repubblica rimuovere gli ostacoli di ordine economico e sociale, che, limitando di fatto la libertà e l'eguaglianza dei cittadini, impediscono il pieno sviluppo della persona umana e l'effettiva partecipazione di tutti i lavoratori all'organizzazione politica, economica e sociale del Paese.


E si parla di uno stato laico (si far per dire...è ) e democratico..e invece la legge e la costituzione viene interpretata e non rispettata per tutti...


E questa regola ortografica da dove spunterebbe? Hai studiato psicologia, italiano no di certo eh. Senza offesa.

@Braveheart: che significa essere contrario all'omosessualita'? Sara' una persona libera di fare quello che vuole, finche' non da' fastidio ad altri?
Tra l'altro l'omosessualita' non rovina il senso critico di una persona, come invece fanno schifezze come TV e radio infestate da canzonette insulse che vengono passate 24/24 solo perche' spinte dalle major. Un gay non ha mai dato fastidio a nessuno, non in quanto gay almeno.

:beer


puoi darmi le cifre, please?
se non sai quelle esatte almeno quelle approssimative...

perchè a me risulta che, per fare un esempio semplice, nell'antica grecia l'omosessualità "colpiva" ( :asd: ) una percentuale ben maggiore della popolazione rispetto ad oggi.
eppure mi sembra che il mondo sia continuato fino ad oggi senza tanti problemi (e avolte penso peccato leggendo certi interventi), anzi la popolazione mondiale è aumentata in modo esponenziale negli ultimi tempi... nonostante questa "piaga" ( :roll3: )...


Facciou n pò di chiarezza sulla grecia..

diverso era il concetto da come lo interpretano tutti.

1) l'omosessualità era accettata perchè il rapport era tra persone con massimo 16 nella città (quindi tra loro) e anche con soldati più grandi
2)Era accetta maggiormente in esercito..e xke?Semplice...un semplice compagno di guerra per quanto amico non è legatissimo al suo partner di guerra..quando c'è intimità si combatte con maggior grinta e voglia di difendere la persona alla quale veramente si vuole bene
3)Questo accadeva anche perchè l'omosessualità era vista in parte come un dono, e quindi da rispettare
4)se accadevano in città rapporti tra persone al di fuori delle regolee di età ,scattava la pena di morte..
questo è quanto

Braveheart1984
07-09-2006, 01.44.17
Per semplificare le cose, provo ad abozzarti una risposta ipotetica. Se dici che l'omosessualità è un fenomeno reattivo anzichè endogeno, e che magari si verifica come reazione ad una situazione di disturbo, non credo che meriti la gogna. Se dici, .


FINALMENTEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEE EEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEE!! Qualcuno ha capito cosa intendevo dire!! E porca miseria, ormai ci avevo perso la speranza.
Cmq si, è proprio questo il punto. Infatti, dire che l'omosessualità in sé è una malattia lo trovo errato, perché (stando sempre agli studi di psicologia) l'omosessualità potrebbe essere il sintomo di un malessere interiore, come ad esempio cose come incavolatura perenne e scontrosità cronica potrebbero essere i sintomi di una depressione (tanto per fare un esempio).
Sulla seconda cosa che hai detto, penso che ognuno alla fine è libero di fare come vuole (ma mi sembra di averlo già detto): se una persona vuole essere gay, faccia pure, io non glielo impedisco di certo, ma nello stesso tempo ribadisco il mio punto di vista che la sua potrebbe essere una scelta (inconsapevole, e quindi nemmeno da biasimare) e non una cosa innata (salvo quei casi estremamente chiari dove alcuni individui che hanno un sesso in realtà nell'anima sono l'opposto).

FALLEN_ANGEL_664
07-09-2006, 01.45.02
L' omosessualità è un disturbo del comportamento.......

e non esiste il gene dell' omosessualità, indi è una scelta di vita.......

Ma è una scelta di vita o un disturbo allora? :asd:


Si genera un conflitto tra l' io e il sè..........
per fare una esempio prendo a riferimento una patologia grave come la schizofrenia, in cui si ha le netta scissione tra ciò
che si è realmente ( il sè) e ciò che si pensa di essere (l' io)..........

Nessuno fraintenda il mio esempio

Io non leggo alcun esempio. E se c'è non l'ho capito.


Omosessuali non si nasce ma si diventa, non scordarlo........

Ma se è così, allora come si diventa omosessuali?


Who keeps Atlantis off the maps?
Who keeps the Martians under wraps?
We doooooo
We doooooo
:roll3:

C'era proprio oggi (ieri) quella puntata! :roll3:


I trattati sono stati modificati per ben altri motivi.........

Quali? Lasciami indovinare: le lobby!


Pongo cmq il prolema da un' altra prospettiva e non per questo meno attendibile e poco degna di riflessione.........

La natura crea e designa indicando vie logiche.......

Mi spiego, se hai il pisello e le donne hanno la passera.......:uiui:

la via logica è solo una, dopodichè se invece scegli di mediare tramite la ratio e ti poni nella condizione della scelta..........
è solo la tua scelta che ti fa invertire l' ordine di natura.........

:|... Fammi capire bene: l'omosessualità è una malattia perchè non è diffusa? Allora anche l'essere belli è una malattia perchè siamo tutti brutti? O magari è una malattia perchè l'omosessuale non può procreare per le sue tendenze?


la verità cancellata per ritornare ad una sostaziale condizione di neutralità, sterile e poco produttiva, che ora da spazio al dilagare di un fenomeno
( omosessualità) che per la teoria dei sistemi comlplessi interesserà a breve tutta l' umanità..........

:roll3: Mitico! Una altra futura causa per la nostra futura estinzione! La vado aggiungere ad asteroidi, effetto serra, vulcani e quant'altro!! Ricordate: è la teoria dei sistemi complessi! :teach: :sisi:


......domani il 10% sarà una ridicola cifra.........

saremo come pesci fuori dall' acqua e ti aspetto al varco quando avremo finito di distruggere la società per bene, seguendo ideali sbagliati a scapito dei veri valori...........

accondiscendiamo e faremo del bene agli omosessuali.........

ma la medicina migliore è sempre quella più amara......

Orfeo, temo proprio che tu non avresti potuto trovare citazione più appropriata. Ho paura, miei cari signori e signore (tutti etero, miraccomando), che ci troviamo davanti ad un perfetto nuovo Furher (o come cavolo si scrive).


Nel linguaggio grammaticale in un contesto sintattico.....
i puntini di sospensione indicano una pasua più o meno breve a seconda di quanti puntini metti......
in poche parole il tutto corrisponde ad un solo lemma: riflessione


quella che tu non fai.........:sisi:

Quando scrivi per segnare le pause usi la punteggiatura che è composta da punti, virgole, puntoevirgole, doppi punti e quant'altro. Non esiste alcuna regola stabilente che è necessario mettere un numero di punti pari alla lunghezza della pausa. Oltretutto, anche se tu utilizzassi la punteggiatura corretta resta il fatto che metti le pause alla cavolo.


sarò ripetitivo e noioso...però è anche vero che, fino ad adesso, nessuno ha mai voluto darmi una risposta diretta a questa mia domanda: ma essere contrari all'omosessualità (specificando che essere in disaccordo non vuol dire promuovere l'omofobia), è per caso reato? E' possibile che tutti devono essere d'accordo con i gay, magari anche sostenendo quello che fanno?

No. Sei libero di pensare ciò che vuoi, esprimere il tuo pensiero in modo educato e aspettarti che gli altri rispettino il tuo pensiero in quanto tale.
Attendendo nell'ombra,
FALLEN ANGEL 664

Zio Fella
07-09-2006, 01.52.28
Ma è una scelta di vita o un disturbo allora? :asd:

è un vizio

stan
07-09-2006, 01.57.29
che se io dico che per me l'omosessualità, salvo alcuni casi, non ha origine genetica ma psicologica, e quindi è frutto di una scelta (anche se incosapevole) dell'individuo, vengo biasimato.
E Tagan, anche se ha usato dei modi un po' crudi, sostanzialmente ha detto questo, ed è attualemnte alla gogna.
Questa a casa mia si chiama intolleranza, non so da altri


Riporto questo tuo post perchè sei stato più breve rispetto all'ultimo. Ho qualche vago ricordo di quello che sosteneva Freud a riguardo, comunque come te io penso che l'orientamento sessuale non sia nè genetico nè innato ma che venga assimilato nei primi anni di vita, dipende da ciò a cui si è messi di fronte. Se volessimo tirare in ballo la genetica, beh....non so se con la crescita e l'apprendimento di informazioni i geni si modificano, dovrei trovare il tempo di leggere qualcosa, la psicologia mi ha sempre interessato.

Mi sento abbastanza ignorante.

vespino
07-09-2006, 02.09.30
Quando diventerà un problema così grosso vorrà dire che scatterà una mega-molla negli etero rimasti e tromberanno come ricci per la conservazione della specie umana. Beh sotto questo punto di vista dico ben vengano i gay.

Finchè i gay non saranno in grado di riprodursi non possono costituire una minaccia, non credi? (perdonatemi tutta l'infelicissima frase). Per questo io penso che gli etero saranno sempre in maggior numero degli omo.

Oddio...aspè aspè...



Secondo te quindi cosa dovremmo fare...bruciarli tutti e poi spargere in giro il finocchio perchè sennò i poveri resti puzzano? Ma dai......

Dis orso errato in parte in quanto

1) esistono famiglie con genitori omosessuali e figli (in Italia, NON TUTELATI ) ci sono 200 mila coppie con figli(anche se naturalmente hano dovuto richiedere l'inseminazione artificiale)

2)Se io sono genitore gay..mio figlio non diventa gay..se lo sarà , lo sarà x altre cause..io figlio gay in una famiglia etero che ci incastro allora? conosco amici dove in famiglia sono 2 fratteli entrambi gay, 4 fratelli 3 gay..e così via..


non credo proprio caro mio. Ho già detto 40 milioni di volte che pur non approvando l'omosesssualità non perseguito i gay, non li discrimino né tantomeno mi rifiuterei di essere amico di una persona solo perché é gay. Sulla parte in grassetto: se uno guarda in maniera curiosa due dello stesso sesso che si baciano, è un etichettatore? Ma se tu un giorno vedi uno che cammina all'indietro, come lo guarderesti?
Ma come si dice, non c'è peggior sordo di chi non vuol sentire, quindi lasciamo stare.


Lo guarderei strano solo xke non vedo il motivo perchè cammina al'indietro..se poi scopro che è xke ha un difetto, bè...non gli dò certo noia e lo aiuterei anche..anche se il discorso cmq ,imho , non chazzecca


Ok, e con questà .Orfeo. l'ha detta tutta, e l'ha anche detta nel modo in cui piace a me:Palka: , quindi mi rimane poco da aggiungere.
Appena due appuntini:




Prima cosa: come sempre la legalità è l'ultima spiaggia dei deficienti, adesso c'è gente che si chiede se essere contrari all'omosessualità sia reato o meno. La risposta più logica credo saprò darla io (si, manca un po' del mio magico tocco in queste ultime tre pagine): no, in effetti essere degli imbecilli in Italia non è un reato.:asd: Perchè? Bhè fondamentalmente perchè le leggi non le ho scritte io.
Comunque tutto questo mi ricorda la parte di un film di Michael Moore, nel quale Charlton Heston dice di aver organizzato la convention dell'NRA a Columbine perchè "l'america era un paese libero e lui aveva diritto di farlo", fottendosene delle conseguenze offensive e riprovevoli del suo atto.:asd:

Il secondo appunto va alla cazzata del mese:

La mente inferiore che ha partorito questa aberrazione rientrerà per sempre negli annali delle mie persone da sfottere. Non credo ci sia da aggiungere altro.:ihih:

Se ora dici anche solo frocio sei perseguitabile e carcerabile se l'offesa è ripetitiva...


Nel periodo ellenistico hai mai sentito di un gay pride?........
Ci sono scritti che attestano raduni o manifestazioni gay?......


No e allora se vuoi capire capisci, sennò........interpreta come vuoi.



Tagan


eccome ci sono stati ma tanti davvero
ma la sai un pò di storia?

1) il gay pride esplode xke nel 1969 ci fu lo stone wall in , dove poliziotti entrarono le locale stone wall in pestando e flagellando transessuali e persone omosessuali e ci un duro e cruento scontro per giorni..

2)Il gay pride è per tutti: per chi vuol far vedere che dobbiaqmo accettarti tutti come siamo,sempre e cmq e rispettare tutte le idee...ho sentito commenti di gente " è una carnevalata".(specialmente tra gay)...ma abbiate il buon senso di andarci..xke? non si giudica senza provare...è un esperienza unica e non ti dò la possibilità di offendere una cosa così importante, dove in europa viene ampiamente soffocato(esempio russia con pestaggi e uccisioni).

3)ricorderò per sempre il gruppo di torino con maglei e striscioni con scritto "etero con voi"

Tagan
07-09-2006, 02.15.36
eccome ci sono stati ma tanti davvero
ma la sai un pò di storia?

1) il gay pride esplode xke nel 1969 ci fu lo stone wall in , dove poliziotti entrarono le locale stone wall in pestando e flagellando transessuali e persone omosessuali e ci un duro e cruento scontro per giorni..

2)Il gay pride è per tutti: per chi vuol far vedere che dobbiaqmo accettarti tutti come siamo,sempre e cmq e rispettare tutte le idee...ho sentito commenti di gente " è una carnevalata".(specialmente tra gay)...ma abbiate il buon senso di andarci..xke? non si giudica senza provare...è un esperienza unica e non ti dò la possibilità di offendere una cosa così importante, dove in europa viene ampiamente soffocato(esempio russia con pestaggi e uccisioni).

3)ricorderò per sempre il gruppo di torino con maglei e striscioni con scritto "etero con voi"


O ma leggi o fai finta........

io parlo del tempo ellenico o ellenistico........

ma sai a quando risale?

L'età ellenistica si fa convenzionalmente iniziare con il 323 a.C., anno della morte di Alessandro Magno e terminare con la conquista romana dell’Egitto (battaglia di Azio del 31 a.C.).


http://it.wikipedia.org/wiki/Ellenismo

e questa sotto è la mia citazione:

Messaggio inviato da Tagan:
Nel periodo ellenistico hai mai sentito di un gay pride?........
Ci sono scritti che attestano raduni o manifestazioni gay?......


No e allora se vuoi capire capisci, sennò........interpreta come vuoi.






Tagan

stan
07-09-2006, 02.17.52
Dis orso errato in parte in quanto

1) esistono famiglie con genitori omosessuali e figli (in Italia, NON TUTELATI ) ci sono 200 mila coppie con figli(anche se naturalmente hano dovuto richiedere l'inseminazione artificiale)

2)Se io sono genitore gay..mio figlio non diventa gay..se lo sarà , lo sarà x altre cause..io figlio gay in una famiglia etero che ci incastro allora? conosco amici dove in famiglia sono 2 fratteli entrambi gay, 4 fratelli 3 gay..e così via..
...

Si ho capito, gli stavo rispondendo in quel modo perchè lui aveva mostrato il tutto come una minaccia, ciò che dici tu è normale. Il mio pensiero lo trovi in due post prima del tuo.

vespino
07-09-2006, 02.21.18
O ma leggi o fai finta........

io parlo del tempo ellenico o ellenistico........

ma sai a quando risale?

L'età ellenistica si fa convenzionalmente iniziare con il 323 a.C., anno della morte di Alessandro Magno e terminare con la conquista romana dell’Egitto (battaglia di Azio del 31 a.C.).


http://it.wikipedia.org/wiki/Ellenismo

e questa sotto è la mia citazione:

Messaggio inviato da Tagan:
Nel periodo ellenistico hai mai sentito di un gay pride?........
Ci sono scritti che attestano raduni o manifestazioni gay?......


No e allora se vuoi capire capisci, sennò........interpreta come vuoi.






Tagan


ti ripeto non cerano come oggi ma cerano :_)


Si ho capito, gli stavo rispondendo in quel modo perchè lui aveva mostrato il tutto come una minaccia, ciò che dici tu è normale. Il mio pensiero lo trovi in due post prima del tuo.


Tranquillo..era solo per ribadire... :beer

FALLEN_ANGEL_664
07-09-2006, 02.21.40
La questione riguarda aspetti profondi che interessano tutta la collettività.....


e soprattutto il futuro della stessa........

e tutti partecipiano alla sua costruzione......

Cazzarola, qui stiamo veramente sconfinando nel nazismo!


Vero........ma percentualmente oggi si ha la massima vastità del fenomeno
che viaggia ad un ritmo vertiginoso........

analisi: l' uomo influenza l' uomo, e la teoria dei sistemi complessi dice in poche parole: modificando anche un singolo elemento di un sistema, modificherò inevitabilmente tutto il sistema.........

Ca**arone: modificando un singolo elemento di un sistema modifichi inevitabilmente l'intero sistema ma in quanto tale. Non è che se in un campo di garofani rossi ne trovi uno giallo la stagione successiva saran tutti gialli. Semplicemente non è più un campo di garofani rossi ma un campo di garofani rossi con un garofano giallo.

Ma volendo anche leggerla al tuo modo facendo un esempio: io ho il raffreddore. Domani avranno tutti il raffreddore???

Attendendo nell'ombra,
FALLEN ANGEL 664

vespino
07-09-2006, 02.25.57
se sui media gente incita a certi comportamenti di odio..è ovvio...


RIPORTO:

In Gran Bretagna sono in aumento gli episodi omofobi, dove il solo o principale fattore motivante della violenza sarebbe il credo religioso del responsabile. Inevitabili le polemiche.


LONDRA – L’associazione britannica dei poliziotti omosessuali, la Gay Police Association (GPA), ha fatto pubblicare un annuncio a pagamento sul quotidiano The Indipendent nel quale si denuncia un drastico aumento di crimini basati sull’odio verso gli omosessuali commessi “Nel nome del Padre”, ovvero “innescati” da motivazioni a sfondo religioso. L’inserzione è stata pubblicata su iniziativa dell’unita’ della GPA che si prefigge di combattere i reati d’odio come quelli omofobi e dice: «Negli ultimi 12 mesi la Gay Police Association ha registrato un aumento del 74% di episodi omofobi, dove il solo o principale fattore motivante era il credo religioso del responsabile.» L’annuncio, che era uscito su un supplemento sulla diversità coinciso con la settimana dell’Europride, ha suscitato le proteste di credenti cristiani e Scotland Yard ha dunque avviato un’indagine sul caso, precisando anche che il dato del 74% non riflette le statistiche in loro possesso.

Ann Widdecombe, parlamentare del partito conservatore e seguace della Chiesa cattolica romana da oltre dieci anni, si è infuriata quando ha letto l’annuncio. «Sembra dire implicitamente che i cristiani farebbero aumentare gli assalti e gli abusi contro gli omosessuali.» – ha dichiarato Widdecombe al Times - «Questo non è vero, dal momento che ai cristiani viene insegnato a non odiare; non solo dall’astenersi da atti o espressione d’odio, ma al non cedere all’odio di per se. Immaginate le proteste che ci sarebbero state se il richiamo fosse stato al Corano, anziche alla Bibbia. Eppure l’insegnamento di entrambe le fedi va contro gli atti omosessuali. Perché allora focalizzarsi sui cristiani?»

Bernard McEldowney, del direttivo della GPA, spiega: «Volevamo porre l’attenzione sul problema dell’omofobia basata sulla fede religiosa, non solo cristiana. Ma dal momento che la maggior parte delle persone quando pensa alla religione pensa alla Bibbia abbiamo deciso di usare questo riferimento alla Bibbia stessa.» McEldowney riconosce che forse sarebbe stato meglio non usare questo riferimento specifico ma ribadisce anche che l’obiettivo era quello di attirare l’attenzione su un problema crescente, quello degli atti criminali contro gli omosessuali motivati o giustificati su base religiosa, nei confronti del quale la GPA ritiene che le forze di polizia in generale abbiano sinora risposto in modo poco adeguato. Per quanto riguarda il dato citato dell’incremento del 74% questo si riferisce al numero di casi specifici che sono stati comunicati all’associazione nel corso del 2005 raffrontati con quelli dell’anno precedente. «Si tratta di un problema serio», ha concluso McEldowney.

La Gay Police Association (GPA) è stata creata nel 1990 al fine di promuovere le pari opportunità per gay e lesbiche nell’ambito delle forze di polizia, migliorare le relazioni tra le forze stesse e la comunità e individuare le strategie migliori per combattere i crimini basati sull’odio omofobo e dare supporto e assistenza alle famiglie delle vittime. Con omofobia si intende quella particolare condizione mentale che si manifesta attraverso atteggiamenti di antipatia, rigetto, paura, odio, condanna e disgusto nei confronti di persone con orientamento sessuale non eterosessuale.

(Roberto Taddeucci)

vespino
07-09-2006, 02.29.11
Oppure mosca:

Il 27 maggio 1993 è stato abolito dal codice penale russo l’articolo 121, che dal 1933 criminalizzala le relazioni tra le persone dello stesso sesso.
AGGIORNAMENTO DIDOMENICA 28 MAGGIO h 16.30
LA CRONACA DEL NOSTRO INVIATO Daniele Salaris
Per questioni di sicurezza l'ora e il luogo di quello che sarebbe potuto essere il primo gay pride di Mosca e' stato annunciato pochissime ore prima. Alla conferenza stampa di ieri mattina, alla quale erano presenti le delegazioni di mezza Europa e di diversi politici e attivisti impegnati da due giorni nella in una conferenza dell'IDAHO International Day Against HOmophobia) Nikolai Alekseev ha indicato come luogo della partenza della marcia la piazza davanti al Comune alle tre del pomeriggio, dopo un breve ritrovo alle due e mezza alla tomba del milite ignoto in cui chi avesse voluto avrebbe potuto deporre dei fiori.I due eventi quasi paralleli avevano lo scopo di impedire ai gruppi omofobi di organizzare un attacco massiccio, ma la volonta' di impedire ai sodomiti di scendere per strada e' stata tale che l'impressione generale e' stata di vedere solo loro, i contro-manifestanti, da tutte le parti. Mentre al milite ignoto Nikolai veniva arrestato assieme ad una settantina di persone, tra cui alcuni ospiti stranieri della conferenza, prima ancora di riuscire a raggiungere la tomba, sull'altra piazza un'altra cinquantina di potenziali manifestanti gay si sono trovati mischiati, piu' che circondati, a circa ottocento tra tutte le specie concepibili di omofobi.Se c'e' stato un corteo e' stato quello contro i diritti LGBT, e ne sono testimone: politici di destra, padri di famiglia, donne anziane, vecchine che brandivano icone sacre e pruzzavano acqua per benedire, gruppi di cosacchi e preti ortodossi, oltre agli inevitabili hooligans e skinheads. Nella folla ho visto Evgenia Debryanska, tra le organizzatrici del pride, venire tirata via, poi spintonata e infine arrestata mentre stava rilasiando un'intervista; ho assistito al pestaggio del deputato tedesco Volker Beck, che e' stato prima preso dalla folla e poi dalla polizia che l'ha arrestato col naso che sanguinava mentre il suo aggressore veniva allontanato, spinto via e lasciato in liberta'. I poliziotti non facevano altro che prendere persone dalla folla e sbatterle su due pullman parcheggiati in mezzo alla strada. Poi i militari si sono chiusi in una cortina per allontanare tutte le persone dalla piazza. Mentre tentavamo di avvicinarci il mio cameraman si e' preso due manganellate sulla schiena e io sono stato spinto via. Dopo meno di un'ora dall'inizio dei disordini, i due pullman pieni di gente arrestata sono partiti per la centrale e sulla piazza sono rimaste soltanto le televisioni e i poliziotti.AGGIORNAMENTO DI DOMENICA 28 MAGGIO h 05.00Secondo alcune stime i partecipanti alla prima sfilata per l’orgoglio omosessuale sarebbero stati duecento; di questi come già vi avevamo dato notizia ieri cento (è stato confermato) sono stati arrestati.
Gli skinheads arrestati sarebbero stati solo venti.
In attesa di vedere il reportage realizzato dal nostro inviato, Daniele Salaris, vi consigliamo il filmato realizzato per la sezione Multimedia di Repubblica >>
Fonte: euronews.net – kataweb.it – Radio 24
AGGIORNAMENTO DI SABATO 27 MAGGIO h 21.15
Imbarazzante silenzio della Farnesina. Il Ministro degli Esteri Massimo D'Alema non ha ancora condannato gli eventi di Mosca. NESSUNA COMUNICAZIONE DI CONDANNA. I rapporti diplomatici con Mosca sono delicati, l'Italia come tutta l'UE ha timore di intervenire nei fatti interni della Russia. Putin detiene ormai la potente arma del ricatto energetico. Il Presidente del Consiglio Romano Prodi ha infatti chiesto di incontrare Putin prima del G8 di metà Luglio. Che si svolgerà a Mosca. Capitale di una democrazia?AGGIORNAMENTO DI SABATO 27 MAGGIO h 18.00Sono arrivate da Mosca le prime immagini della manifestazione, le trovate nella gallery in fondo alla pagina. Come ci riferisce il nostro inviato, Daniele Salaris, il deputato Volker Beck è stato arrestato a differenza del suo aggressore che stato lasciato libero di andare.
AGGIORNAMENTO DI SABATO 27 MAGGIO h 17.30
Col passare delle ore è stato reso noto come il deputato Volker Beck sia stato aggredito.Il rappresentate tedesco dei Verdi sarebbe stato aggredito mentre rilasciava un’intervista davanti alle telecamere. Proprio in quel momento sarebbe stato aggredito da una ventina di nazionalisti che l’hanno circondato e hanno iniziato picchiarlo, fino a fargli sanguinare il naso senza che la polizia intervenisse.Si è appreso che ad impedire lo svolgimento della manifestazione sarebbero state anche un gruppo di donne ortodosse, le quali hanno imprecato agitando icone religiose.Sono arrivate anche le prime dichiarazioni di Sergio Lo Giudice e Renato Sabbadini (rispettivamente presidente e responsabile esteri di Arcigay):“La Russia dimostra di avere un forte problema di democrazia, c'è un profondo malcontento del movimento gay-lesbo russo, ma si può comunque parlare di un passo in avanti, grazie all'attenzione mediatica e al tentativo di porre le basi per lottare contro questa situazione” ha dichiarato Sergio Lo Giudice.“Attendiamo la sentenza dell'ultimo grado, dopo la conferma ieri del tribunale di revocare il permesso a manifestare decisa dall'amministrazione moscovita - aggiunge Renato Sabbadini - e poi il fascicolo passerà alla Corte dei diritti umani di Strasburgo. Nei paesi dell'Est non basta la caduta del Muro per ottenere un istantaneo cambiamento della cultura delle persone: alla base delle libertà sessuali ci sono processi che richiedono tempo: a essere ottimisti in Russia occorreranno almeno 10 anni”.AGGIORNAMENTO DI SABATO 27 MAGGIO h 17.00
Secondo quanto riportato da Reuters, l’attivista omosessuale Nikolai Alexeyev dopo essere stato preso dalla polizia (come vi avevamo documentato nell’aggiornamento precedente) ha dichiarato: “Questa è una grande vittoria, una vittoria assoluta, guardate quello che è accaduto”.

E' un pò lungo..trovate tutto qui

http://www.gay.tv/ita/on_tv/programmi/dettaglio.asp?i=56

video e reportage..

Tagan
07-09-2006, 02.30.15
ti ripeto non cerano come oggi ma cerano :_)





Dai non andiamo oltre il credibile.....

2300 anni fa un gay pride?.......




Tagan

FALLEN_ANGEL_664
07-09-2006, 02.31.02
ma se vuoi inserirò un discorso affascinante come la fisica quantistica...........

Sono proprio curioso di vedere come la collegherai con la piaga lobbistica dei gay. :sisi:


Non metti in conto che allora esistevano meccanismi arginativi del fenomeno....oggi non abbiamo opposizione.......

allora l' omosessualità era uno scandalo oggi no.....


il potere oppositivo oggi come allora sta nei valori morali univerasli.......

1) Elenca questi "elementi oppositivi". Ah, e non citare i roghi medioevali o i campi di concentramento che sono di un'altra epoca...

2) Al tempo della antica Grecia l'omosessualità non era scandalo per i Greci.

3) Ah, ecco... i valori morali universali. Sentiamoli un pò...


Sulla parte in grassetto: se uno guarda in maniera curiosa due dello stesso sesso che si baciano, è un etichettatore? Ma se tu un giorno vedi uno che cammina all'indietro, come lo guarderesti?
Ma come si dice, non c'è peggior sordo di chi non vuol sentire, quindi lasciamo stare.

Lo potrei guardare incuriosito. Ma se lo gurdassi a mo' di dirgli "che cazzo fai, cammina dritto!" commetterei un errore. Dipende da cosa tu intendi "guardare in maniera strana".

Attendendo nell'ombra,
FALLEN ANGEL 664

vespino
07-09-2006, 02.39.57
Dai non andiamo oltre il credibile.....

2300 anni fa un gay pride?.......




Tagan

ti ripeto non erano "gay pride" ..ma c'erano..
in secondo luogo..hai evitato tutto il pappiè? ah forse non sai che rispondere..ovvio :_) :birra:

Tagan
07-09-2006, 02.40.02
Ca**arone: modificando un singolo elemento di un sistema modifichi inevitabilmente l'intero sistema ma in quanto tale. Non è che se in un campo di garofani rossi ne trovi uno giallo la stagione successiva saran tutti gialli. Semplicemente non è più un campo di garofani rossi ma un campo di garofani rossi con un garofano giallo.

Ma volendo anche leggerla al tuo modo facendo un esempio: io ho il raffreddore. Domani avranno tutti il raffreddore???

Attendendo nell'ombra,
FALLEN ANGEL 664


Chiaro che per modificare un sistema complesso e vasto occorre tempo, e se è vero che un garofano giallo in un anno non riesce a garantire
l' inseminazione di un campo intero........al moltiplicarsi dei garofani gialli il tempo si riduce esponenzialmente.........
e cmq alcuni fattori di complessità non sono riconducibili ad un calcolo puramente deterministico......ovvero non possiamo sapere se il campo diverrà tutto giallo, o mezzo giallo e mezzo rosso, o se il garofano giallo morirà.....

stesso concetto lo puoi allargare al fenomeno dell' omosessualità.....




Tagan

vespino
07-09-2006, 02.42.24
Chiaro che per modificare un sistema complesso e vasto occorre tempo, e se è vero che un garofano giallo in un anno non riesce a garantire
l' inseminazione di un campo intero........al moltiplicarsi dei garofani gialli il tempo si riduce esponenzialmente.........
e cmq alcuni fattori di complessità non sono riconducibili ad un calcolo puramente deterministico......ovvero non possiamo sapere se il campo diverrà tutto giallo, o mezzo giallo e mezzo rosso, o se il garofano giallo morirà.....

stesso concetto lo puoi allargare al fenomeno dell' omosessualità.....




Tagan

CHE CAZZO CENTRA?

madonna..non si infetta nessuno....o lo sei..e ti si rizza per uomo o provi sensazione orgasmiche per una donna(vista da una lesbica dico) o non sey ne gay,ne lesbica,ne trans, ne niente..ma la fai finita di fare paragoni che non centrano un TUBO? giusto per risparmiarti altre figure..piuttosto discuti cedentemente..

FALLEN_ANGEL_664
07-09-2006, 02.46.01
Nel periodo ellenistico hai mai sentito di un gay pride?........
Ci sono scritti che attestano raduni o manifestazioni gay?......

:|...

E questo che cavolo significa?



Ah, stò ancora leggendo gli altri post, ma credo che passerò subito a leggere la tua ultima risposta, visto che rispondi a me. Così non ti annoi.


Chiaro che per modificare un sistema complesso e vasto occorre tempo, e se è vero che un garofano giallo in un anno non riesce a garantire
l' inseminazione di un campo intero........al moltiplicarsi dei garofani gialli il tempo si riduce esponenzialmente.........
e cmq alcuni fattori di complessità non sono riconducibili ad un calcolo puramente deterministico......ovvero non possiamo sapere se il campo diverrà tutto giallo, o mezzo giallo e mezzo rosso, o se il garofano giallo morirà.....

stesso concetto lo puoi allargare al fenomeno dell' omosessualità.....

Ti rendi conto che ti sei appena pestato i piedi da solo?

Qui dici che non puoi sapere se il garofano giallo creerà altri garofani gialli, ne che puoi stimare l'entità di tale fenomeno.

Devo quindi dedurre che non puoi nemmeno farlo con i gay (cosa che sapevo già da prima, solo che qui lo dici tu stesso).


L'omosessualità, pertanto, non può essere ritenuta un costume comune nell'antica Grecia, ma solo nelle città e nelle regioni per le quali è testimoniata.

Ma i romani non definivano l'omosessualità "il vizio greco"?

Attendendo nell'ombra,
FALLEN ANGEL 664

Tagan
07-09-2006, 02.47.41
Sono proprio curioso di vedere come la collegherai con la piaga lobbistica dei gay. :sisi:



1) Elenca questi "elementi oppositivi". Ah, e non citare i roghi medioevali o i campi di concentramento che sono di un'altra epoca...

2) Al tempo della antica Grecia l'omosessualità non era scandalo per i Greci.






rispondo i sequenza........quantistica-omosessualità....ovviamente c' era un po' di ironia, ma volendo con un po' di tempo in più e un po' di stanchezza in meno esporrò il paradigma olografico di David Bohm ( fisico teorico)......


gli elementi oppositivi sono contenuti nella risposta medesima, ovvero i valori morali universali.........


ed è falso che ai tempi dell' antica grecia l' omosessualità non era uno scandalo.......chiaramente mi riferisco in percentuale alla massa.....
alcuni ( pochi) la praticavano e la tolleravano.........




Tagan

Alceo
07-09-2006, 02.48.48
Tagan se ho capito bene la tua opinione tu ritieni l'omosessualità una minaccia per la società in quanto se non contrastata rischia di "diffondersi" e causare così problemi.

Quali per la precisione?
Mi viene in mente solo l'abbassamento della natalità, ma allora dovresti anche contrastare altri fenomeni come il lavoro femminile, per esempio, che producono gli stessi effetti.

Scusami se per caso lo hai già spiegato ma ho letto il 3d piuttosto di velocemente.

Ancora una domanda. Conosci molte persone che la pensano come te?
Quali sono secondo te le azioni che bisognerebbe intraprendere per arginare tale fenomeno? (Rispondendomi rischi il linciaggio, quindi se preferisci mandami un PM)

vespino
07-09-2006, 02.55.16
tagan se ti degnassi di leggere le risposte a pagina precedente torveresti tante cose su cui discutere..ma la riposto cmq qui per fare chiarezza(una cosa singola dei due post che ho scritto :I) )


Citazione:
Messaggio inviato da billygoat
puoi darmi le cifre, please?
se non sai quelle esatte almeno quelle approssimative...

perchè a me risulta che, per fare un esempio semplice, nell'antica grecia l'omosessualità "colpiva" ( ) una percentuale ben maggiore della popolazione rispetto ad oggi.
eppure mi sembra che il mondo sia continuato fino ad oggi senza tanti problemi (e avolte penso peccato leggendo certi interventi), anzi la popolazione mondiale è aumentata in modo esponenziale negli ultimi tempi... nonostante questa "piaga" ( )...


Facciou n pò di chiarezza sulla grecia..

diverso era il concetto da come lo interpretano tutti.

1) l'omosessualità era accettata perchè il rapport era tra persone con massimo 16 nella città (quindi tra loro) e anche con soldati più grandi
2)Era accetta maggiormente in esercito..e xke?Semplice...un semplice compagno di guerra per quanto amico non è legatissimo al suo partner di guerra..quando c'è intimità si combatte con maggior grinta e voglia di difendere la persona alla quale veramente si vuole bene
3)Questo accadeva anche perchè l'omosessualità era vista in parte come un dono, e quindi da rispettare
4)se accadevano in città rapporti tra persone al di fuori delle regolee di età ,scattava la pena di morte..
questo è quanto

Tagan
07-09-2006, 02.55.57
:|...

E questo che cavolo significa?



Ah, stò ancora leggendo gli altri post, ma credo che passerò subito a leggere la tua ultima risposta, visto che rispondi a me. Così non ti annoi.



Ti rendi conto che ti sei appena pestato i piedi da solo?

Qui dici che non puoi sapere se il garofano giallo creerà altri garofani gialli, ne che puoi stimare l'entità di tale fenomeno.

Devo quindi dedurre che non puoi nemmeno farlo con i gay (cosa che sapevo già da prima, solo che qui lo dici tu stesso).

Attendendo nell'ombra,
FALLEN ANGEL 664


Ok andiamo al sodo, sarò piu chiaro.........

hai presente un sistema meccanico, bene rientra nella categoria dei sistemi complessi, ma a differenza dei sistemi organici il sistema meccanico è riconducibile alla somma delle parti che lo compongono, quello organico no.....

scusa la premessa, dicevo, abbiamo un sistema meccanico ad ingranaggi, si spacca un ingranaggio ( singolo elemento) tutto il sistema meccanico si ferma.

col rischio che l' ingranaggio singolo nel rompersi rompa altri ingranaggi.....

questo è un esempio più concreto.........per dirti come il buon funzionamento di un sistema possa dipendere da un singolo elemento che lo compone......


potrei farti mille altri esempi ma sono stanco......

tu cmq cerca di cogliere l' essenza del discorso.....



Tagan

FALLEN_ANGEL_664
07-09-2006, 02.56.02
rispondo i sequenza........quantistica-omosessualità....ovviamente c' era un po' di ironia, ma volendo con un po' di tempo in più e un po' di stanchezza in meno esporrò il paradigma olografico di David Bohm ( fisico teorico)......


gli elementi oppositivi sono contenuti nella risposta medesima, ovvero i valori morali universali.........


ed è falso che ai tempi dell' antica grecia l' omosessualità non era uno scandalo.......chiaramente mi riferisco in percentuale alla massa.....
alcuni ( pochi) la praticavano e la tolleravano.........

Ritengo la prima come "non risposta". Prego fornirne un'altra che presenti senso logico compiuto.

Come fai a stimare la quantità di persone omosessuali nell'antica Grecia?

Attendendo nell'ombra,
FALLEN ANGEL 664

vespino
07-09-2006, 02.56.47
Ritengo la prima come "non risposta". Prego fornirne un'altra che presenti senso logico compiuto.

Come fai a stimare la quantità di persone omosessuali nell'antica Grecia?

Attendendo nell'ombra,
FALLEN ANGEL 664

ma secondo me è il prete autore del sito postato a inizio discussione... :_)

FALLEN_ANGEL_664
07-09-2006, 02.59.53
Ok andiamo al sodo, sarò piu chiaro.........

hai presente un sistema meccanico, bene rientra nella categoria dei sistemi complessi, ma a differenza dei sistemi organici il sistema meccanico è riconducibile alla somma delle parti che lo compongono, quello organico no.....

scusa la premessa, dicevo, abbiamo un sistema meccanico ad ingranaggi, si spacca un ingranaggio ( singolo elemento) tutto il sistema meccanico si ferma.

col rischio che l' ingranaggio singolo nel rompersi rompa altri ingranaggi.....

questo è un esempio più concreto.........per dirti come il buon funzionamento di un sistema possa dipendere da un singolo elemento che lo compone......


potrei farti mille altri esempi ma sono stanco......

tu cmq cerca di cogliere l' essenza del discorso.....



Tagan

Ah, traducendolo quindi ivece di tirare fuori parolone possiamo dire che tu ipotizzi che se un ingranaggio di un orologio si "guasta" allora questo finirà col danneggiare gli altri se non riparato. Quindi tu definisci l'omosessuale un guasto da riparare, da eliminare perchè sennò rischierà di rompere anche gli altri ingranaggi (rendere gay tutti). Bene. Allora, visto che noi siamo persone e non ingranaggi, vorresti spiegarmi come un gay potrebbe tramutare un etero in gay?

Oltretutto non hai risposto alla parte da te citata.


che se io dico che per me l'omosessualità, salvo alcuni casi, non ha origine genetica ma psicologica, e quindi è frutto di una scelta (anche se incosapevole) dell'individuo, vengo biasimato.
E Tagan, anche se ha usato dei modi un po' crudi, sostanzialmente ha detto questo, ed è attualemnte alla gogna.
Questa a casa mia si chiama intolleranza, non so da altri

No, tagan è "alla gogna" (usando i termini tuoi) perchè spara discorsi senza senso inserendo paroloni e spezzettando il testo. Tu ti spieghi più chiaramente.

Attendendo nell'ombra,
FALLEN ANGEL 664

Tagan
07-09-2006, 03.00.03
Tagan se ho capito bene la tua opinione tu ritieni l'omosessualità una minaccia per la società in quanto se non contrastata rischia di "diffondersi" e causare così problemi.

Quali per la precisione?
Mi viene in mente solo l'abbassamento della natalità, ma allora dovresti anche contrastare altri fenomeni come il lavoro femminile, per esempio, che producono gli stessi effetti.

Scusami se per caso lo hai già spiegato ma ho letto il 3d piuttosto di velocemente.

Ancora una domanda. Conosci molte persone che la pensano come te?
Quali sono secondo te le azioni che bisognerebbe intraprendere per arginare tale fenomeno? (Rispondendomi rischi il linciaggio, quindi se preferisci mandami un PM)


Raga il discorso è interessante ma sono stanco......

spero mi capiate, però se volete domani cercherò di rispondere a tutti....
o nei prossimi giorni....

dico solo che io non odio gli omosessuali, li rispetto profondamente come persone......ma questo non mi impedisce di sostenere le mie tesi.....




Tagan

Alceo
07-09-2006, 03.03.15
Raga il discorso è interessante ma sono stanco......

spero mi capiate, però se volete domani cercherò di rispondere a tutti....
o nei prossimi giorni....

dico solo che io non odio gli omosessuali, li rispetto profondamente come persone......ma questo non mi impedisce di sostenere le mie tesi.....




Tagan


Non mi sembrava fossero domande che richiedano tanto tempo, ma aspetterò le risposte.

Tagan
07-09-2006, 03.03.24
Ah, traducendolo quindi ivece di tirare fuori parolone possiamo dire che tu ipotizzi che se un ingranaggio di un orologio si "guasta" allora questo finirà col danneggiare gli altri se non riparato. Quindi tu definisci l'omosessuale un guasto da riparare, da eliminare perchè sennò rischierà di rompere anche gli altri ingranaggi (rendere gay tutti). Bene. Allora, visto che noi siamo persone e non ingranaggi, vorresti spiegarmi come un gay potrebbe tramutare un etero in gay?

Oltretutto non hai risposto alla parte da te citata.

Attendendo nell'ombra,
FALLEN ANGEL 664


La tua interpretazione è errata e non corrisponde a quello che sto cercando di dire....... anche se la base del discorso l' hai compresa appieno, nei prossimi giorni farò maggiore chiarezza.......



Tagan

vespino
07-09-2006, 03.03.42
Raga il discorso è interessante ma sono stanco......

spero mi capiate, però se volete domani cercherò di rispondere a tutti....
o nei prossimi giorni....

dico solo che io non odio gli omosessuali, li rispetto profondamente come persone......ma questo non mi impedisce di sostenere le mie tesi.....




Tagan


ESCAPE FROM THE REALITY...i miei post con risposate secche e piene di materiale contro le tue risposte lo hai ampiamente evitato..2 pagine prima ne è pieno..b notte!

p.s: ma dormi bene...e domani bevi una camomilla :birra:

FALLEN_ANGEL_664
07-09-2006, 03.04.21
dico solo che io non odio gli omosessuali, li rispetto profondamente come persone......ma questo non mi impedisce di sostenere le mie tesi.....

Cioè che sono ingranaggi rotti che rischiano di rompere gli altri ingranaggi?


La tua interpretazione è errata e non corrisponde a quello che sto cercando di dire....... anche se la base del discorso l' hai compresa appieno, nei prossimi giorni farò maggiore chiarezza.......

Quindi ho fatto centro o ho pisciato fuori dal vaso? Bho... in ogni caso, sei ovviamente libero di andare a dormire quando vuoi :birra:.

Attendendo nell'ombra,
FALLEN ANGEL 664

Peter Pan
07-09-2006, 03.04.23
L' atomo per democrito e leucippo era indivisibile.......
questa tesi di 2460 anni fa fu ritenuta valida sino alla fine del 1800 inizi 1900
.............la fisica conseguentemente alle ricerche di Niels Bohr cambiò i trattati..........adattandoli alla verità "oggettiva", virgolette d' obbligo visto che in campo quantistico l' oggettività è altamente relativa........
Questo percorso descrittivo è l' inverso di quello che è accaduto ai manuali di psichiatria ufficiale...........
la verità cancellata per ritornare ad una sostaziale condizione di neutralità, sterile e poco produttiva, che ora da spazio al dilagare di un fenomeno
( omosessualità) che per la teoria dei sistemi comlplessi interesserà a breve tutta l' umanità..........



Scusami, ma che c'entra? :mumble:

Non facevi prima a rispondere alla mia domanda anziché tergiversare in quesot modo spropositato?

Ti ho chiesto semplicemente se hai un DSM davanti e di cercare una voce, perché immagino che tu lo abbia essendoti dichiarato esperto in materia.


L' Questo percorso descrittivo è l' inverso di quello che è accaduto ai manuali di psichiatria ufficiale...........


Non ho la pià pallida idea di quello che tu abbia voluto dire, sta di fatto che il DSM IV risale al 1993 ed è il riferimento più aggiornato. Qualunque filosofia tu voglia fare prescinde da esso, ma nel momento in cui vai a fare una dichiarazione come questa:


L' omosessualità è un disturbo del comportamento.......


non c'è filosofia che tenga: questa affermazione non corrisponde alla verità. Poiché la massima fonte che stabilisce quali sono i disturbi del comportamento, ti piaccia o meno, è il DSM IV.


PS: hai sorvolato troppo facilmente sul mio esempio dell' autostrada, ma il succo della questione sta tutto lì


Se lo dici tu...


Nel linguaggio grammaticale in un contesto sintattico.....
i puntini di sospensione indicano una pasua più o meno breve a seconda di quanti puntini metti......

Questa regola non esiste. L'hai inventata tu?

Grammaticalmente parlando, i punti di sospensione sono un segno grafico preciso . Che ha una conformazione precisa esattamente come il punto, la virgola, il punto e virgola.
La regola impone che i puntini di sospensione sono tre punti fermi.
Quindi solo tre.

Il segno grafico è quindi questo: ...


Una sfilza di puntini non ha alcun significato, grammaticalmente parlando.
La grammatica non è una opinione ma una precisa normativa.
Se così non fosse verrebbe a mancare una delle caratteristiche principali della grammatica che è quella di essere uguale per tutti e universalmente riconosciuta: se ognuno la interpretasse a modo suo verrebbe a mancare, come hai dimostrato, la principale funzione della comunicazione che è appunto trasmettere all'interlocutore l'esatto pensiero tradotto in quella grammatica.


in poche parole il tutto corrisponde ad un solo lemma: riflessione

A cosa corrisponde? A un lemma? Che c'entra il lemma adesso?
I puntini di sospensione non sono mai stati un lemma. :confused:

Comunque, i puntini di sospensione non corrispondono affatto a riflessione. :mumble:

Semmai a sorpresa, stupore, ma a riflessione no.


riflessione
quella che tu non fai.........


Qualcuno ti ha mai detto che in una comunità uno dei cardini principali è il rispetto per il prossimo?


ma se vuoi inserirò un discorso affascinante come la fisica quantistica...........


Ma che c'entra? :asd:

Giacché ci siamo, posso mettere la ricetta del timballo di melanzane?
Anzi, preferisco che Brian metta la sua!!!!!!!!!! (a seconda del numero i punti indicano il grado di esclamazione) :asd:



La tua interpretazione della storia è alquanto discutibile.......



Peccato che sia proprio quella ufficiale!



Al tempo dell' antica grecia, ma ancor prima al tempo degli esseni l' omosessualità era poco tollerata........


Talmente poco tollerata che era il collante principale degli eserciti greci.


Nel periodo ellenistico hai mai sentito di un gay pride?........


Non si parlava nemmeno di assorbenti, non per questo le donne non avevano il ciclo.


vizio inteso cone antitesi a dei sani principi morali.........



Sani? Perché gli omosessuali non sono malati? Scadiamo nell'offesa diretta?


difetto biasimevole,

Biasimevole da chi? Chi ha deciso che è biasimevole?!?


Rimango sempre più allibito dall' ignoranza di alcuni.........
arroganti strafottenti che ostentano ciò che in essenza non sono...
ma il bello è che non sono e non sanno....


Questa sensazione credo che la stiamo provando un po' tutti qui dentro.

Ma se ti senti davvero cos' frustrato, perché continui a stare tra noi ignoranti?
Nessuno ti obbliga a restare :confused:


Ci sono scritti che attestano raduni o manifestazioni gay?.......

Marziale ne parla nei suoi epigrammi.
Certo, non erano come li intendiamo noi oggi, ma di certo erano raduni a tutti gli effetti e si davano un gran da fare.


chiaramente mi riferisco in percentuale alla massa.....
alcuni ( pochi) la praticavano e la tolleravano.........


A parte che pochi erano molti, stando sempre a Marziale e ad altre cronache del tempo. Ma queste percentuali a cui ti riferisci, puoi quantificarcele con dati precisi e documentati?

Link please.




In poche pagine abbiamo preso l'OMS, il DSM, la grammatica, l'Iliade, e la storia tutta e l'abbiamo spazzata via come se nulla fosse per riscriverla completamente.

Attendo tempi migliori.

Cambo in Japan
07-09-2006, 03.05.08
l'omosessualità potrebbe essere il sintomo di un malessere interiore...

Ma che cazzate vai vanverando? :D

Da quando in qua la sessualità è un sintomo..

A me piace la fica, che sintomo è scusa?

vespino
07-09-2006, 03.07.29
bravo peter...i tre puntini di sospensione cmq, per quanto siano 3, possono anche volere dire riflessione o attesa di qualcosa(mente)...


l'unica cosa su tutte le cavolate che ha scritto che è vera XD :birra:

Tagan
07-09-2006, 03.16.39
Questa regola non esiste. L'hai inventata tu?

Grammaticalmente parlando, i punti di sospensione sono un segno grafico preciso . Che ha una conformazione precisa esattamente come il punto, la virgola, il punto e virgola.
La regola impone che i puntini di sospensione sono tre punti fermi.
Quindi solo tre.

Il segno grafico è quindi questo: ...


Una sfilza di puntini non ha alcun significato, grammaticalmente parlando.


I puntini di sospensione – Anche questi sono generalmente da limitare il più possibile, in qualche scrittore però sono un po’ come una firma. Si usano: per lasciare in sospeso una frase e far si che il lettore perda qualche secondo per pensare a quello che ha appena letto o anche per lasciare senza fine una frase. Il loro uso nei dialoghi è molto più frequente, rendono più realistica la frase; ma anche qui non sono da spargere come il formaggio sulla pasta, vanno dosati con cautela.


http://www.pennadoca.net/pennadoca/index.php?option=com_content&task=view&id=40&Itemid=48



Tagan

Peter Pan
07-09-2006, 03.26.43
per quanto concerne l'Iliade - visto che è stata tirata in ballo -, non c'è alcun passo che ci lasci presupporre un rapporto omosessuale tra Achille e Patroclo.


Parlando seriamente, questo mi risulta sia vero, poi posso anche sbagliarmi.
Comunque, se non c'è un chiaro riferimento, è proprio perché per i tempi in cui è stato scritto il racconto, una informazione di questo genere è superfluo in quanto, appunto, la società non contemplava l'omosessualità come lo facciamo noi oggi.
Cerco di spiegarmi meglio: uno scritto re di oggi torverà importante riferire in un suo racconto che due personaggi sono omosessuali, questo per poter stabilire determinate cose e incentrare meglio il racconto nel caso in cui questa informazione sia strettamente necessaria alla comprensione del racconto. Ma nel momento in cui questa informazione è superflua, non viene riportata.
Esattamente come in molti racconti non viene mai riportato che il protagonista ha il pene che gli pende a destra o a sinistra, qual'è il testicolo più grosso, oppure quale tipo di automobile ha, la marca del suo telefonino, il tipo di cucina preferito, la misura del seno della moglie, se ha una moglie o meno... Tutte queste informazioni se non sono fondamentali per la comprensione del racconto sono superflue e sta alla discrezione dello scrittore apportarle, anche se la loro nozione non influisce sul lettore.
Quindi, essendo l'omosessualità una usanza tollerata e diffusa, per quei tempi era superfluo scrivere che Patroclo e Achille erano amanti.
Proprio per una questione stilistica: il lettore di allora leggeva e diceva: e chissenefrega?
Precisare il rapporto omosessuale tra Achille e Patroclo poteva essere scontato quindi di alcuna importanza specificarlo, giacché sottointendendolo si capiva comunque il conseguente scolgimento della narrazione.


Solo oggi la notizia farebbe sensazione, e magari servirebbe anche a capire in una certa chiave gli svolgimenti del racconto, e ci meravigliamo se non c'è scritto.
E fin qui è solo una mia interpretazione fatta alla luce di certe conoscenze di scrittura creativa e sarei lieto se qualcuno le opinasse a modo.

Ma sta di fatto che mi risulta sia unanime il riconocimento di questa relazione tra i due eroi. E questo perché comunque, seppure non è scritto in modo esplicito, si evince comunque da molte altre cose, come appunto la descrizione delle interazioni tra i due personaggi.
Non ultima la reazione di Achille alla morte di Patroclo e la vendetta giurata contro Ettore.
Una semplice amicizia può giustificare il macello che fece Achille?


pur non avendo testimonianze sull'omosessualità nell'età micenea e nell'età ellenica arcaica


Se non vado errato tali testimonianze si trovano su certi incisi su anfore e vasi e su qualche dipinto murale rinvenuto durante gli scavi.

Comunque se è nell'età più tarda che si mette in risalto l'esistenza dell'omosesualità, è forse perché coincide con l'avvento del Cristianesimo e con lo smantellamento della morale greco-romana ad opera di quel revisionismo etico che si andava naturaolmente diffondendo in quel tempo.


Elevare Achille e Patroclo a campioni dell'omosessualità è - storicamente parlando - un errore.


Appunto: questo perché non c'era alcunché di eclatante nel sottolineare questo rapporto, come se uno scrittore oggi facesse un caso su un tipo che si infila le scarpe quando si veste e ci facesse un libro che non parla assolutamente delle scarpe del personaggio.

Comunque credo che qui sia d'obbligo fare una precisazione che mi sovviene adesso: credo sia più corretto comunque parlare non tanto di omosessualità quanto di bisessualità.

L'omosessualità era una pratica che inizialente era diffusa tra i commilitoni al fine di instaurare un particolare rapporto all'interno della milizia: difendere una persona con cui avevi stretto una più profonda intimità era più efficace che difendere un perfetto sconosciuto con cui condividevi poco e nulla.
I rapporti di amicizia erano il collante degli eserciti.
Ma questo non vuol dire che i soldati disprezzavano le donne, se consideriamo che la stessa guerra di Troia scoppiò per una donna.
Diciamo che l'omosessualità era un accessorio che non creava alcun imbarazzo né alcun motivo di essere scandalo, sensazionalità, caso.

Magari in quest'ottica si può inquadrare l'omosessualità che si instaurava durante i baccanali romani, in cui appunto i gentili non erano parte di milizie quindi l'omosessualità era solo un diletto non strettamente necessario quanto avrebbe potuto esserlo per i soldati.
Forse per questo non si hanno testimonianze dirette?


difficilmente avremmo visto due uomoni baciarsi in pubblico, ma neppure un uomo e una donna.


Appunto: c'era comunque un comune senso del pudoire riferito più che altro al fatto che l'intimità era vissuta all'interno delle alcove o delle tende da campo.
E non c'era alcun motivo di rendere pubbliche le effusioni e le passioni.
Ecco perché come era superfluo render partecipi gli altri delle proprie sessualità, cos' anche l'omosessualità era vissuta sì in privato, ma tranquillamente e senza alcun tabù.


Volendo concludere, il rapporto omosessuale tra Patroclo e Achille è presumibilmente un'invenzione della commedia attica antica, cioè il prodotto di una società nella quale l'omosessualità era praticata e diffusa, e di una civiltà che attualizzava costumi e istituzioni del proprio passato, non possedendo gli strumenti intellettuali per una sua considerazione prospettica (al pari di altre civiltà antiche).

Stiamo dicendo la stessa cosa, solo che tu lo dici meglio? :confused:


La prostituzione maschile costituiva addirittura un reato.


Ma per sua natura o perché si veniva a porre in essere un commercio monetario? Qualcuno ha informazioni a riguardo?


io credo che se achille è diventato un eroe tanto importante per la cultura ellenica nonostante il suo amore per patroclo (che ti ricordo è un uomo), a rigor di logica l'omosessualità non doveva essere così poco tollerata...


Non dimentichiamo che l'ira di Achille contro Ettore si scatena proprio quando questi uccide Patroclo.
Se fa una scenata sanguinaria come quella di trascinare il corpo di Ettore lungo le mura di Troia per vendicare il suo amato Patroclo, come si può pensare che l'omosessualità era poco tollerata?
E che metteva così in piazza le sue passioni? :azz:


l'omosessualità, salvo alcuni casi, non ha origine genetica ma psicologica

Non è vero: hanno studiato il fenomeno per 50 anni e alla fine non è stata trovata alcuna correlazione tra psiche e omosessualità.
Per questo nel 1993 è stata depennata dal DSM.


vorrei fare notare a certi maestri dell'italiano che "musulmano" si scrive con una sola S.


Musulmano è la variante moderna, mussulmano è una forma più arcaica ma non per questo errata. Sono corrette entrambe.


A me piace la fica, che sintomo è scusa?


Sintomo che c'hai gli ormoni a mille :asd:

Alceo
07-09-2006, 03.51.46
I puntini di sospensione – Anche questi sono generalmente da limitare il più possibile, in qualche scrittore però sono un po’ come una firma. Si usano: per lasciare in sospeso una frase e far si che il lettore perda qualche secondo per pensare a quello che ha appena letto o anche per lasciare senza fine una frase. Il loro uso nei dialoghi è molto più frequente, rendono più realistica la frase; ma anche qui non sono da spargere come il formaggio sulla pasta, vanno dosati con cautela.


http://www.pennadoca.net/pennadoca/index.php?option=com_content&task=view&id=40&Itemid=48


Non farti fuorviare dagli OT e se hai ancora energie usale magari per rispondermi. :)

Elrond.
07-09-2006, 05.21.59
Ma i romani non definivano l'omosessualità "il vizio greco"?
Nel mio intervento ho fatto riferimento alla Grecia arcaica e classica. I romani vennero a contatto con la Grecia ellenistica, nella quale i costumi si erano diffusi e 'globalizzati'. I romani, insomma, vennero a contatto con dei greci che praticavano l'omosessualità assai più che i romani, da cui la definizione di 'vizio greco'.


Ora rispondo al lungo intervento di Peter.



Esattamente come in molti racconti non viene mai riportato che il protagonista ha il pene che gli pende a destra o a sinistra, qual'è il testicolo più grosso, oppure quale tipo di automobile
Queste considerazioni sarebbero applicabili al caso di Patroclo e Achille se sapessimo da altre testimonianze che: 1) l'omosessualità era diffusa all'epoca di Achille o, quantomeno, all'epoca di Omero; 2) che il modo in cui il poema descrive il rapporto tra i due eroi era, secondo i canoni rappresentativi dell'epoca omerica, indice di un rapporto omosessuale. Nel nostro caso, però, non è soddisfatta nè l'una nè l'altra condizione. Pertanto non comprendo su quale dato di fatto si basi l'asserzione dell'omosessualità di questo rapporto.
E, perdonami Peter, ma non mi risulta che sia unanime il riconoscimento dell'omosessualità di Achille, se non nel sentire comune.


Se non vado errato tali testimonianze si trovano su certi incisi su anfore e vasi e su qualche dipinto murale rinvenuto durante gli scavi
Guarda Peter, la messe delle testimonianze figurative delle quali parli, inizia appunto nel VI secolo; più addietro vi sono solo i graffiti di Tera, del VII secolo ma di carattere verosimilmente burlesco; e c'è una piastra di bronzo cretese, risalente alla seconda metà del VII secolo ma di interpretazione incerta; e non molto altro. Dall'analisi di queste (alle quali si aggiungono le coeve testimonianze letterarie), possiamo dedurre che una diffusa omosessualità fosse già presente alla fine del VII secolo. Se qualcuno sapesse di testimonianze vascolari e figurative più risalenti, sarei contento di consocerle anch'io: non escludo che possano esservene, magari trattandosi di ritrovamenti recenti che mi sono rimasti ignoti.
Ricordo a questo punto che la guerra di Troia si colloca all'incirca nel XIII-XII secolo a.C.; 'Omero', con larga approssimazione, nel IX-VIII. Ebbene, se le cose non sono enormemente cambiate a mia insaputa, per questi secoli non abbiamo alcuna testimonianza che suggerisca pure alla lontana la diffusione di pratiche omosessuali.
L'esistenza dell'omosessualità, comunque, viene in risalto a prescindere dall'avvento del cristianesimo e assai prima di esso.



L'omosessualità era una pratica che inizialente era diffusa tra i commilitoni al fine di instaurare un particolare rapporto all'interno della milizia: difendere una persona con cui avevi stretto una più profonda intimità era più efficace che difendere un perfetto sconosciuto con cui condividevi poco e nulla.
Che comportamenti omosessauli siano diffusi in ambienti di segregazione maschile (eserciti, navi, prigioni...), è ormai noto. Perciò non mi meraviglierei di sapere che anche i soldati di Agamennone fossero dediti all''amore greco' (...). Questi comportamenti, tuttavia, sono altra cosa rispetto al costume che si considera quando si parla dell'omosessualità degli antichi greci, che non tanto e non solo era diffusa in ambienti militari.
Comunque, il fine dell'omosessualità fra i commilitoni al quale fai riferimento, è proprio tipicamente del 'modello tebano', che non corrisponde nè all'omosessualità ateniese nè ai comportamenti omosessuali diffusi fra i militari nelle società di ogni tempo.



Stiamo dicendo la stessa cosa, solo che tu lo dici meglio?
No, non stiamo dicendo la stessa cosa :D Io sto dicendo che l'omosessaulità di Achille è stata 'inventata' successivamente, forse nel V secolo da Eschilo e dalla commedia antica.



Ma per sua natura o perché si veniva a porre in essere un commercio monetario? Qualcuno ha informazioni a riguardo?
Diciamo che era causa di una sorta di ignominia. Abbiamo testimonianza di una legge che privava di alcuni diritti civili i cittadini che: avessero maltrattato i genitori, avessero disertato la leva o fossero fuggiti in battaglia, avessero dilapidato il patrimonio, avessero prostituito il proprio corpo ad un altro uomo.


Per concludere, è chiaro che al tempo di Achille come al tempo di Omero potevano esserci uomini che preferivano gli atri uomini. Ma il fenomeno al quale ci riferiamo parlando di 'omosessualità greca', che attira la nostra attenzione per le sue peculiari caratteristiche, le quali lo rendono tanto differente da qualsivolgia altra manifestazione omosessuale della storia, assume la sua fisionomia soltanto nel VI secolo a.C. Per l'epoca precedente mancano del tutto le testimonianze. In assenza di testimonianze persino esterne all'Iliade, l'idea della reticenza di Omero è improponibile.

Peter Pan
07-09-2006, 05.54.38
Queste considerazioni sarebbero applicabili al caso di Patroclo e Achille se sapessimo da altre testimonianze che: 1) l'omosessualità era diffusa all'epoca di Achille o, quantomeno, all'epoca di Omero;


Credo, e vado a memoria, che ci siano dipinti rinvenuti in scavi, su anfore e vasi di quel periodo che ritraevano atleti in pose poco equivocabili per quanto erano esplicite.
Purtroppo cercare esattamente quelle opere credo sia una impresa difficile su Internet.
Se dovessi imbattermi in uno di questi esempi sarà premuroso nel riportarli.

Nel frattempo credo possa essere esaustivo ricordare il Codice Licurgo, legislatore spartano vissuto tra il IX e l'VIII Secolo a.C. in cui precise norme regolavano l'esercizio della pederastia.

E se non ricordo male, Patroclo era molto più giovane di Achille.
Se non ricordo male, Achille ne era il suo nume tutelare. Mi correggerete se sbaglio.


2) che il modo in cui il poema descrive il rapporto tra i due eroi era, secondo i canoni rappresentativi dell'epoca omerica, indice di un rapporto omosessuale.


Se mi permetti, credo sia più corretto far notare effettivamente quanto possa essere considerato documento storico un racconto come l'Iliade, delle cui origini sono dubbie le origini (mi riferisco ad esempio al fatto che Omero è solo il padre attribuito ma non certo, e quale sia l'epoca esatta in cui fu ideato e scritto il pomea, che dovrebbero essere diverse).


Pertanto non comprendo su quale dato di fatto si basi l'asserzione dell'omosessualità di questo rapporto.
E, perdonami Peter, ma non mi risulta che sia unanime il riconoscimento dell'omosessualità di Achille, se non nel sentire comune.


Come hai detto tu, proprio nella questione del sentito dire.
Credo che seppure non possa essere preso come documento storico affidabile e inconfutabile, se così si vuole, comunque ci sono i presupposti per considerarlo almeno indicativo, giacché se è vero che non accerta alcunché, è anche vero che neppure smentisce a priori.

Quindi nel dubbio, si tenga in considerazione con riserva, ma non lo si escluda a priori.


Guarda Peter, la messe delle testimonianze figurative delle quali parli, inizia appunto nel VI secolo;

Le anfore in questione credo siano datate già tra il III° e IV° secolo.
Cercarle in un periodo antecedente mi sembra comunque superfluo, considerando già indicativo l'esistenza di documenti in questo periodo.

Comunque andando più dietro si arriva alla civiltà minoica (quindi 3000 a.c.).
Dei costumi di Creta è Eforo che ci offre documentio precisi nella descrizione dell'arpaghé, il rituale con cui un adulto si faceva maestro per l'adolescente al fine di condurlo all'età matura. In questo rituale l'adulto chiedeva consenso al padre del ragazzo affinché potesse rapirlo con sé. Mentre il maestro gli insegnava le arti necessarie al buon cacciatore e guerriero, l'apprendista ricambiava concedendosi al maestro.

Maper la precisione qui stiamo parlando di pederastia, e mi p sovvenuto comunque una cosa che spero possa chiarire un equivoco che mi sembra di veder sorto fino ad ora.

E cioé che ad essere deplorata non era l'usanza dell'omosessualità, ma della pederastia.
Dimostrazione è appunto il fatto che Giovenale nei suoi Epigrammi Proibiti non scagliava la sua ironia su chi metteva in pratica atti omosessuali, ma contro chi lo faceva con individui più giovani.

Se questa mia intuozione è confermata, credo si debba far subito una netta distinzione tra i due fenomeni, essendo quello della pederastia seppure indicativo, anche fuorviante.


L'esistenza dell'omosessualità, comunque, viene in risalto a prescindere dall'avvento del cristianesimo e assai prima di esso.


Sì, era solo una mia supposizione priva di qualsiasi pretesto: penso solo che sia con il Cristianesimo che sia cominciata una rivalutazione in negativo del fenomeno dell'omosessualità, arrivata fino ai giorni nostri.


Ebbene, se le cose non sono enormemente cambiate a mia insaputa, per questi secoli non abbiamo alcuna testimonianza che suggerisca pure alla lontana la diffusione di pratiche omosessuali.

Uhm... ok, ma a pensarci bene, quanta importanza ha nell'ambito e ai fini del discorso del topic, rinvenire l'esatta collocazione delle prime informazioni storiche di casi di omosessualità?


No, non stiamo dicendo la stessa cosa :D Io sto dicendo che l'omosessaulità di Achille è stata 'inventata' successivamente, forse nel V secolo da Eschilo e dalla commedia antica.


Va bene, ma considerando che gli ambienti militari dell'epoca non fossero digiuni di pratiche omosessuali, come hai detto tu inquadrabili nel modello tebano, si pul escludere che Achille non fosse dedito anche egli a tali pratiche?

Ma soprattutto, che importanza ha saperlo? Chi è che ha cominciato con sta storia qui dentro? :mumble:


Diciamo che era causa di una sorta di ignominia. Abbiamo testimonianza di una legge che privava di alcuni diritti civili i cittadini che: avessero maltrattato i genitori, avessero disertato la leva o fossero fuggiti in battaglia, avessero dilapidato il patrimonio o, infine, avessero prostituito il proprio corpo ad un altro uomo.

Ok, ricordavo bene una cosa del genere.
Quindi possiamo dire che le prestazioni omosessuali erano aborrite solo se inquadrate nell'ambito di prostituzione non per le prestazioni in sé?


In assenza di testimonianze persino esterne all'Iliade, l'idea della reticenza di Omero è improponibile.

Non saprei, però neppure me la sento di escluderlo a priori.

Peter Pan
07-09-2006, 05.56.13
A voler continuare il discorso della pderastia greca, sempre con l'accortezza di non confonderla con l'omosessualità in sé ma per puro amore per la storia, credo che la bibliografia riportata qui (http://it.wikipedia.org/wiki/Pederastia_greca) possa essere utile a informare chi volesse approfondire il discorso.

Raphael_Ravil
07-09-2006, 08.07.01
Se ora dici anche solo frocio sei perseguitabile e carcerabile se l'offesa è ripetitiva...
E allora? Centra qualcosa questo con il mio discorso? Non mi pare proprio.
Ma gli imbecilli sono spuntati tutti in questo 3d?

Peter Pan
07-09-2006, 08.54.01
I puntini di sospensione
http://www.pennadoca.net/pennadoca/index.php?option=com_content&task=view&id=40&Itemid=48



Questa è la fonte più autorevole che hai trovato per risolverti questo dubbio sulla grammatica?

blamecanada
07-09-2006, 10.02.17
Questa è la fonte più autorevole che hai trovato per risolverti questo dubbio sulla grammatica?
http://www.accademiadellacrusca.it/faq/faq_risp.php?id=5534&ctg_id=93

I puntini di sospensione si usano sempre nel numero di tre, per indicare la sospensione del discorso, quindi una pausa più lunga del punto. In filologia, i puntini, posti fra parentesi quadre, servono a segnalare l’omissione di lettere, parole o frasi di un testo riportato (Malagoli 1912 scriveva: «se indicano un’omissione di lettere in una parola, sono tanti i puntini quante le lettere che mancano»).

destino
07-09-2006, 10.17.47
http://www.accademiadellacrusca.it/faq/faq_risp.php?id=5534&ctg_id=93

I puntini di sospensione si usano sempre nel numero di tre, per indicare la sospensione del discorso, quindi una pausa più lunga del punto. In filologia, i puntini, posti fra parentesi quadre, servono a segnalare l’omissione di lettere, parole o frasi di un testo riportato (Malagoli 1912 scriveva: «se indicano un’omissione di lettere in una parola, sono tanti i puntini quante le lettere che mancano»).

evidentemente l'accademia della Crusca non ne sa nulla di italiano.

cmq è interessante come uno arrivi, parli di 500 argomenti diversi dicendo in ognuno una §§§§§§§ta di dimensioni storiche, cose che manco mikele88 in 4 anni di forum ha fatto, e noi continuiamo a discutere con lui sperando di arrivare ad una discussione proficua per tutti, o abbiamo molto tempo da perdere o siamo scemi :mumble:

e per restare IT dico che Peter è gay e ci aggiungo "............................" altrimenti mi dice che nn ci ho riflettuto su :teach:

Brian O'Blivion
07-09-2006, 10.44.41
Dunque,questo tizio è un fake programmato per alterare lo stato nervoso degli astanti: o i moderatori si fanno carico (sempre che non sia un appartenente alla sacra famiglia) di fare chiarezza e dare un freno alla sua metodologia fascista e scarsamente esemplare o me ne vado,stavolta sul serio.

Gi01
07-09-2006, 11.59.29
[Polemico]

Perché questo topic è ancora aperto e/o non ha ricevuto pesanti richiami?

Comunque siete bellissimi nell'affannarvi a dare risposte ad una persona che chiaramente ha un'omosessualità latente :sisi:

Elrond.
07-09-2006, 12.33.20
...
Peter, non è esattamente come dici... Achille è rappresentato più giovane di Patroclo (pertanto l'amante sarebbe Patroclo); ad essere aborrita era l'omosessualità più che la pederastia; Eforo è del IV secolo a.C. (abbastanza più tardo delle fonti da me citate...); non abbiamo terstimonianze coeve di Licurgo. Credo che una risposta più completa e dettagliata sia a questo punto superflua. Dopotutto hai linkato tu stesso una buona bibliografia; io ho solo cercato di riassumere la questione.



Uhm... ok, ma a pensarci bene, quanta importanza ha nell'ambito e ai fini del discorso del topic, rinvenire l'esatta collocazione delle prime informazioni storiche di casi di omosessualità?
Non sono stato io a chiamare i greci in causa. Nel momento in cui se ne parla, è meglio parlarne con esattezza, giusto? E' certo che, prolungandosi la discussione, stiamo andando OT.

Tagan
07-09-2006, 12.50.53
Peter, non è esattamente come dici... Achille è rappresentato più giovane di Patroclo (pertanto l'amante sarebbe Patroclo); ad essere aborrita era l'omosessualità più che la pederastia; Eforo è del IV secolo a.C. (abbastanza più tardo delle fonti da me citate...); non abbiamo terstimonianze coeve di Licurgo. Credo che una risposta più completa e dettagliata sia a questo punto superflua. Dopotutto hai linkato tu stesso una buona bibliografia; io ho solo cercato di riassumere la questione.



Non sono stato io a chiamare i greci in causa. Nel momento in cui se ne parla, è meglio parlarne con esattezza, giusto? E' certo che, prolungandosi la discussione, stiamo andando OT.



Quoto

ed aggiungo brano storico, siamo nell' antica roma:

La fine dell'era repubblicana segnò un passaggio significativo ed aspro nei riguardi dell' omosessualità, la qual pratica era vista come un malcostume che rammolliva i virili romani, rendendoli sensibili ed effeminati, tant'è vero che Giovenale protesta per la bassezza del comportamento omosessuale romano e vede nell'omosessualità il male e la decadenza di Roma; non solo: lo scrittore manifesta il timore che le coppie omosessuali pretendano il riconoscimento dell'unione civile. Poco dopo l'imperatore Alessandro Severo, in segno di disgusto, ordinò che le tasse versate dalle prostitute e dai prostituti non venissero versate nell'erario, ma fossero depositate in un fondo per il restauro dei monumenti. Nel 342 Costanzo e Costante emanano una legge successivamente inserita nel codice Teodosiano (27 Febbraio 380), dove per la prima volta viene condannato a morte chi pratica rapporti omosessuali in modo passivo e, nel 390 viene inoltre condannata l'effeminatezza all'essere bruciati vivi; sarà Giustiniano, nelle "Istituzioni" pubblicate nel 533 a condannare alla stessa pena anche chi pratica l'omosessualità attiva, sentenza praticata per tutto il medioevo.



Tagan

blamecanada
07-09-2006, 12.56.44
Al tempo dell' antica grecia, ma ancor prima al tempo degli esseni
l' omosessualità era poco tollerata........

Gli esseni erano una setta ebraica, non c'entrano nulla cóll'Antica Grecia.
Inoltre l'omosessualità era tanto accettata in Ellade che Dioniso (http://it.wikipedia.org/wiki/Ampelo) e Apollo (http://it.wikipedia.org/wiki/Giacinto_%28mitologia%29) nella mitologia avevano senza problemi rapporti omosessuali.

blamecanada
07-09-2006, 13.00.51
Nel 342 Costanzo e Costante emanano una legge successivamente inserita nel codice Teodosiano (27 Febbraio 380), dove per la prima volta viene condannato a morte chi pratica rapporti omosessuali in modo passivo
Quel criminale, noto anche per l'editto di Tessalonica in cui si dava inizio alle persecuzioni nei confronti dei non-cristiani (un esempio è Ipazia (http://it.wikipedia.org/wiki/Ipazia)), si chiama Teodosio, non Teodosiano.

Raphael_Ravil
07-09-2006, 13.02.03
Nel 342 Costanzo e Costante emanano una legge successivamente inserita nel codice Teodosiano (27 Febbraio 380), dove per la prima volta viene condannato a morte chi pratica rapporti omosessuali in modo passivo e, nel 390 viene inoltre condannata l'effeminatezza all'essere bruciati vivi;
Rispettivamente ventinove e sessantasette anni dopo l'editto di milano... A ridosso del concilio ecumenico di Nicea. Che il cristianesimo avesse fatto una marea di danni lo sapevamo già tutti. Prova a raccontarci qualcosa che non sappiamo già, buffone.

Tagan
07-09-2006, 13.03.35
Gli esseni erano una setta ebraica, non c'entrano nulla cóll'Antica Grecia.
Inoltre l'omosessualità era tanto accettata in Ellade che Dioniso (http://it.wikipedia.org/wiki/Ampelo) e Apollo (http://it.wikipedia.org/wiki/Giacinto_%28mitologia%29) nella mitologia avevano senza problemi rapporti omosessuali.


Conosco bene la storia del popolo esseno.....non era casuale la mia citazione, in quanto cercavo di racchiudere in un ampio raggio la storicità degli eventi
nelle varie culture........

ho citato gli esseni perchè nella tradizione ebraica l' omosessualità è sempre stata uno scandalo.........



Tagan

Tagan
07-09-2006, 13.06.01
Rispettivamente ventinove e sessantasette anni dopo l'editto di milano... A ridosso del concilio ecumenico di Nicea. Che il cristianesimo avesse fatto una marea di danni lo sapevamo già tutti. Prova a raccontarci qualcosa che non sappiamo già, buffone.


Io dialogo civilmente.........metti da parte le offese, puoi darmi dell' ignorante
se vuoi..........ma non usare termini pesanti, dimostri di essere tu quello che dici agli altri.........




Tagan

Raphael_Ravil
07-09-2006, 13.07.14
Io dialogo civilmente.........metti da parte le offese, puoi darmi dell' ignorante
se vuoi..........ma non usare termini pesanti, dimostri di essere tu quello che dici agli altri.........




Tagan
Buffone.:asd:

Brian O'Blivion
07-09-2006, 13.07.55
Almeno ha ridotto il numero dei punti:il fake deve avere optato per un beat più dinamico.

Raphael_Ravil
07-09-2006, 13.09.46
Almeno ha ridotto il numero dei punti:il fake deve avere optato per un beat più dinamico.
Se quello è il dialogo "civile" pensa quello incivile...:asd:
Ma che razza di handicappati popolano queste lande...

Tagan
07-09-2006, 13.11.57
Buffone.:asd:


Ok ,io non rispondo all' offesa con l' offesa, è sinonimo di scarso intelletto....
anke con te il discorso è chiuso....

risponderò a chi rispetta le mie idee e desidera dialogare civilmente.....

il tuo atteggiamento dimostra l' intolleranza al pensiero altrui......
e se pensi di essere aperto mentalmente, hai appena dimostrato il contrario.





Tagan

Raphael_Ravil
07-09-2006, 13.15.05
Ok ,io non rispondo all' offesa con l' offesa, è sinonimo di scarso intelletto....
anke con te il discorso è chiuso....

risponderò a chi rispetta le mie idee e desidera dialogare civilmente.....

il tuo atteggiamento dimostra l' intolleranza al pensiero altrui......
e se pensi di essere aperto mentalmente, hai appena dimostrato il contrario.
Ma quando il tuo ragazzo te lo mette in bocca tu continui sempre a parlare così tanto?
Spero di no perchè... Accidenti! Deve essere fastidioso!

:roll3::roll3:

Tagan
07-09-2006, 13.19.08
Ecco perché il “sale nella pentola”: l’ironia offre alle cose della vita il sapore, il gusto di interpretarle con il sorriso sulle labbra (o sotto i baffi!), o comunque corrisponde alla preziosa abilità di sdrammatizzare, di fare in modo che persino gli eventi più nefasti non abbiano il potere di allontanare quel buonumore che, cosciente e direi quasi “responsabile”, non assomiglia neanche lontanamente alla superficialità.




Tagan

Brian O'Blivion
07-09-2006, 13.20.57
Ecco perché il “sale nella pentola”: l’ironia offre alle cose della vita il sapore, il gusto di interpretarle con il sorriso sulle labbra (o sotto i baffi!), o comunque corrisponde alla preziosa abilità di sdrammatizzare, di fare in modo che persino gli eventi più nefasti non abbiano il potere di allontanare quel buonumore che, cosciente e direi quasi “responsabile”, non assomiglia neanche lontanamente alla superficialità.




Tagan

Che cazzo c'è scritto?E' qualcosa che può aiutarmi a curare la depressione?:mumble:

Raphael_Ravil
07-09-2006, 13.22.38
mmmmm Si chiappette rosa, tutte le pentole che vuoi...http://digilander.libero.it/the_writer/D/d37.gif

Tagan
07-09-2006, 13.24.59
Le grandi menti hanno sempre incontrato violenta opposizione da parte delle menti mediocri.


Albert Einstein

Brian O'Blivion
07-09-2006, 13.26.00
Le grandi menti hanno sempre incontrato violenta opposizione da parte delle menti mediocri.


Albert Einstein

E a te chi l'ha detto che sei una mente superiore,la mammina?

Raphael_Ravil
07-09-2006, 13.27.29
Ma certo che si... Tutta l'opposizione che vuoi... Dai su, dammi la schiena che ci penso io all'opposizione.http://digilander.libero.it/the_writer/D/d20.gif

Tagan
07-09-2006, 13.29.41
E a te chi l'ha detto che sei una mente superiore,la mammina?


Se l' equazione dà lo stesso risultato invertendo l' ordine degli elementi....

la violenta opposizione c'è stata, a te giudicare se sono una grande mente,
o semplicemente una mente che ha ricevuto una violenta opposizione...




Tagan

Brian O'Blivion
07-09-2006, 13.33.15
Se l' equazione dà lo stesso risultato invertendo l' ordine degli elementi....

la violenta opposizione c'è stata, a te giudicare se sono una grande mente,
o semplicemente una mente che ha ricevuto una violenta opposizione...




Tagan

Beh,non posso...noi non giudicheremo per non essere giudicati,quando sarò all'altro mondo magari verrò a farti una visita,chissà.

Raphael_Ravil
07-09-2006, 13.33.58
Tutta questa violenta opposizione me lo ha arrossato tutto!:red:

vespino
07-09-2006, 13.51.02
E allora? Centra qualcosa questo con il mio discorso? Non mi pare proprio.
Ma gli imbecilli sono spuntati tutti in questo 3d?

Non so se ho fatto il quote giusto..ma era in risposta alla domanda di qualcuno... non c'è bisogno di offendere ma tantè :birra:

.Orfeo.
07-09-2006, 13.53.35
Rispettivamente ventinove e sessantasette anni dopo l'editto di milano... A ridosso del concilio ecumenico di Nicea. Che il cristianesimo avesse fatto una marea di danni lo sapevamo già tutti. Prova a raccontarci qualcosa che non sappiamo già, buffone.

Colpito e affondato.:metal:

Raphael_Ravil
07-09-2006, 13.53.35
Non so se ho fatto il quote giusto..ma era in risposta alla domanda di qualcuno... non c'è bisogno di offendere ma tantè :birra:
Veramente qua quello offeso sono io, che mi vedo citato come a sottintendere che appoggi quelli che vanno a dare del "frocio" agli altri (o che lo faccia io stesso).

vespino
07-09-2006, 13.55.22
Veramente qua quello offeso sono io, che mi vedo citato come a sottintendere che appoggi quelli che vanno a dare del "frocio" agli altri (o che lo faccia io stesso).

Ti prego mi riporti il quote che intendi?
NOn volevo offenderti davvero..avrò sbagliato quote...xdono :birra:

Raphael_Ravil
07-09-2006, 13.58.41
http://forums.multiplayer.it/showpost.php?p=4364146&postcount=298

Credo che le mie parole siano state un bel po' travisate da quel tuo commento.

Peter Pan
07-09-2006, 14.39.08
accademiadellacrusca

C'erano ancora dubbi? ;)



e per restare IT dico che Peter è gay e ci aggiungo "............................"

Accidenti, ci penserò su!
Non è che puoi essere più preciso sulla quantità di riflessione che devo fare su questa tua affermazione? A quanto equivale un puntino di sospensione in termini di tempo? :confused:


Peter, non è esattamente come dici... Achille è rappresentato più giovane di Patroclo (pertanto l'amante sarebbe Patroclo);

Uhm... Sei sicuro? Appena posso verifico e ti faccio sapere. ;)


ad essere aborrita era l'omosessualità più che la pederastia

Mi ricordo il contrario :.:


Non sono stato io a chiamare i greci in causa. Nel momento in cui se ne parla, è meglio parlarne con esattezza, giusto?

Vorrai dire che forse è meglio parlare di qualcosa che abbia senso, dopo pagine di overflow di spam. :asd:

vespino
07-09-2006, 14.39.45
il tuo messaggio cmq non dice nulla di male..ma infatti io non rispondo a te percgè hai errato, ma anche per specificare che non si può dire quella determinata parola per quanto in Italia ci sia le leggi per li imbecilli...xdono cmq :birra:

Raphael_Ravil
07-09-2006, 14.43.19
...ma anche per specificare che non si può dire quella determinata parola per quanto in Italia ci sia le leggi per li imbecilli...xdono cmq :birra:
E non trovi che sia decisamente riduttivo sostenere che non è giusto che una persona dia del "frocio" ad un altra persona, perchè è la legge a vietarlo?

Peter Pan
07-09-2006, 14.50.20
si chiama Teodosio, non Teodosiano.

È rafforzativo. :toh:


Conosco bene la storia del popolo esseno.....

Adesso ci dice pure che lui è stato un esseno in quegli anni.
E cde lo spiegherà con un semplice esempio di quantistica correlata alla tecnica di produzione della bresaola presso le popolazioni del Kurzithakistan.


Io dialogo civilmente.........

Credo che tu, visto il modo in cui hai trattato tutti noi, debba metterti d'accordo con il resto dell'umanità sul concetto di civilmente, giacché fino ad ora è proprbabile che tu abbia dato una interpretazione tutta tua personale al termine, come a tutte le altre cose di cui hai disquisito.



Comunque, per tutti quanti: è così difficile fare un click (http://forums.multiplayer.it/profile.php?do=addlist&userlist=ignore&u=341471)?

vespino
07-09-2006, 14.58.43
E non trovi che sia decisamente riduttivo sostenere che non è giusto che una persona dia del "frocio" ad un altra persona, perchè è la legge a vietarlo?

uè fermo..non sostengo codesto..ho solo tirato in ballo un esempio di legge saltata fuori ora..le motivazione le ho ridette e riscritte più volte nel post :_)
mi scusa ma te lho detto in parte avecvo frainteso il tuo post...e ho solo tirato in ballo un esempio legale... :birra:

Tagan
07-09-2006, 15.04.00
È

Credo che tu, visto il modo in cui hai trattato tutti noi, debba metterti d'accordo con il resto dell'umanità sul concetto di civilmente, giacché fino ad ora è proprbabile che tu abbia dato una interpretazione tutta tua personale al termine, come a tutte le altre cose di cui hai disquisito.






Chiaro che se ci basiamo sull' interpretazione personale facciamo notte....

prescindendo da questo, ho ricevuto gratuitamente un casino di offese, senza mai però, rispondere offensivamente........

mi sono limitato a dare dell' ignorante a "destino"........
in quanto continuava a dire delle falsità..........e l'ho dimostrato....

ma ignorante deriva da ignorare, ed io ritengo che non sia offensivo......

altri termini usati contro di me, invece lo sono..........

e cmq, considero l' atteggiamento offensivo, come il sinonimo di chiusura mentale, d'intolleranza, di meschinità, di carenza intellettuale, di scarsa capacità al dialogo.......




Tagan

Brian O'Blivion
07-09-2006, 15.05.15
Chiaro che se ci basiamo sull' interpretazione personale facciamo notte....

prescindendo da questo, ho ricevuto gratuitamente un casino di offese, senza mai però, rispondere offensivamente........

mi sono limitato a dare dell' ignorante a "destino"........
in quanto continuava a dire delle falsità..........e l'ho dimostrato....

ma ignorante deriva da ignorare, ed io ritengo che non sia offensivo......

altri termini usati contro di me, invece lo sono..........

e cmq, considero l' atteggiamento offensivo, come il sinonimo di chiusura mentale, d'intolleranza, di meschinità, di carenza intellettuale, di scarsa capacità al dialogo.......




Tagan

Sure:nerdsaw:

Alceo
07-09-2006, 15.07.21
Ci riprovo.

................

Tagan se ho capito bene la tua opinione tu ritieni l'omosessualità una minaccia per la società in quanto se non contrastata rischia di "diffondersi" e causare così problemi.

Quali per la precisione?
Mi viene in mente solo l'abbassamento della natalità, ma allora dovresti anche contrastare altri fenomeni come il lavoro femminile, per esempio, che producono gli stessi effetti.

Scusami se per caso lo hai già spiegato ma ho letto il 3d piuttosto di velocemente.

Ancora una domanda. Conosci molte persone che la pensano come te?
Quali sono secondo te le azioni che bisognerebbe intraprendere per arginare tale fenomeno? (Rispondendomi rischi il linciaggio, quindi se preferisci mandami un PM)

...........

P.S. Tangan, se pensi che alcune persone siano offensive nei tuoi confronti mettile in ignore list e parla solo con gli altri. :)

FALLEN_ANGEL_664
07-09-2006, 15.10.12
o abbiamo molto tempo da perdere o siamo scemi :mumble:

Mhh... atroce dilemma: in effetti non so bene quale delle due scegliere. Non fa niente, tanto ho molto tempo per pensarci sù.

:asd:


La fine dell'era repubblicana [...]

Nel testo si parla solo di romani. E a parte il primo scrittore da te citato (del 1° secolo) appartengono tutti all'epoca sucessiva al riconoscimento della religione cattolica come religione ufficiale dell'impero. Piuttosto tardi per parlare di Grecia antica visto che oramai siamo alle porte del medioevo dove di certo non venivano tollerati gli omosessuali (come neppure le "streghe", gli "eretici" e chiunque la pensasse diversamente dalla filosofia imposta).

Attendendo nell'ombra,
FALLEN ANGEL 664

DIAZE
07-09-2006, 15.13.37
Scemi, siamo scemi!
Questo topic non ha più senso da molte pagine, Tagan è solo il "colpo di grazia"!

Brian O'Blivion
07-09-2006, 15.15.26
Tagan è solo il "colpo di grazia"!

Per me è il fake di qualche mod,troppo indisturbato...e il tema è sempre quello:chi controlla i controllori?

Tagan
07-09-2006, 15.22.43
Ci riprovo.

................

Tagan se ho capito bene la tua opinione tu ritieni l'omosessualità una minaccia per la società in quanto se non contrastata rischia di "diffondersi" e causare così problemi.

Quali per la precisione?
Mi viene in mente solo l'abbassamento della natalità, ma allora dovresti anche contrastare altri fenomeni come il lavoro femminile, per esempio, che producono gli stessi effetti.

Scusami se per caso lo hai già spiegato ma ho letto il 3d piuttosto di velocemente.

Ancora una domanda. Conosci molte persone che la pensano come te?
Quali sono secondo te le azioni che bisognerebbe intraprendere per arginare tale fenomeno? (Rispondendomi rischi il linciaggio, quindi se preferisci mandami un PM)

...........


Ogni fenomeno è frutto del proprio tempo.......
l' omosessualità dilaga per la soppressione dei valori morali universali, un codice di comportamento insito in ognuno di noi.........

Un mondo iperpositivistico come quello di oggi non poteva che spostare l' asse
in favore dell' umanesimo più puro e sfrenato, senza riflettere sulle conseguenze,
perchè la legge di causa-effetto rimane basilare nelle dinamiche della società odierna............

Non ritengo l' omosessualità come una vera e propria minaccia, il termine non mi piace, anche perchè io non mi sento minacciato dagli omosessuali........
ma credo che il fenomeno in questione sia in grado di destabilizzare i fragili equilibri alla base della collettività........

Per concludere posso dirti che conosco molte persone che la pensano come me e credo siano persone che fondano la loro vita su principi morali e valori
che per alcuni altri sono in decadenza, ma per me rimangono fondamentali anche per ripristinare un' armonia ed una vivibilità degna di una buona società che si ritiene moderna.



Tagan

FALLEN_ANGEL_664
07-09-2006, 15.23.24
Scemi, siamo scemi!
Questo topic non ha più senso da molte pagine, Tagan è solo il "colpo di grazia"!


Qualcuno sa dirmi se questo topic ha mai avuto senso di esistere?

:birra:

Attendendo nell'ombra,
FALLEN ANGEL 664

FALLEN_ANGEL_664
07-09-2006, 15.36.16
Ogni fenomeno è frutto del proprio tempo.......
l' omosessualità dilaga per [...]

Va bene. Saltando tutte gli altri miei interventi (anche temporaneamente se vuoi) che devi ancora "controbattere", passo quindi a cercare di mettere in luce il tuo pensiero per capirlo (o meglio, per fartici ragionare sopra).

Quindi, tu classifichi l'omosessualità al contempo come:
-un fattore destabilizzante per la società
-un cattivo costume
-lontano dai "veri principi"

Ora quindi ti vengo a chiedere:
-perchè dovrebbe destabilizzare la società? Riduce le nascite?
-perchè lo classifichi un cattivo costume?
-quali sono questi beneamati principi universali che vai via via citando ad ogni facciata ma che non illustri?

Parole comprensibili per favore.

Attendendo nell'ombra,
FALLEN ANGEL 664

Raphael_Ravil
07-09-2006, 15.45.21
Il tizio non ne ha avuto abbastanza...
Cavallo goloso!:asd:

Peter Pan
07-09-2006, 15.52.30
Tagan è solo il "colpo di grazia"!


Colpa nostra che ancora continuiamo a dargli corda.

Ma che gusto c'è a sparare sulla croce rossa?

Elrond.
07-09-2006, 15.52.51
Uhm... Sei sicuro? Appena posso verifico e ti faccio sapere. ;)
Dunque, Peter, Patroclo mi pare sia rappresentato più giovane di Achille nei Mirmidoni di Eschilo; questa però è finzione drammatica introdotta da Eschilo (e vorrei ricordare che la trilogia eschilea dedicata ad Achille fu forse la principale fonte di diffusione della 'versione omosessuale' del rapporto fra i due eroi). Tuttavia, a parte l'interpretazione di Eschilo, il quale amava piegare il mito al proprio gusto, gli antichi stessi erano consapevoli del fatto che le cose - in Omero - stessero diversamente (ne parla ad esempio Platone). D'altra parte c'è un passo dell'Iliade inequivocabile (libro XI):

Figlio, il vecchio dicea, ti vince Achille
di sangue, e tu lui d'anni; egli di forza,
tu di consiglio.



Mi ricordo il contrario :.:
Il rapporto accettato era quello pederastico, tra un uomo maturo ed un ragazzo imberbe. Il rapporto eventualmente instaurantesi tra due uomini maturi, era vagamente malvisto e deriso.



Vorrai dire che forse è meglio parlare di qualcosa che abbia senso, dopo pagine di overflow di spam. :asd:
Questo sì :asd:

Tagan
07-09-2006, 15.56.57
Va bene. Saltando tutte gli altri miei interventi (anche temporaneamente se vuoi) che devi ancora "controbattere", passo quindi a cercare di mettere in luce il tuo pensiero per capirlo (o meglio, per fartici ragionare sopra).

Quindi, tu classifichi l'omosessualità al contempo come:
-un fattore destabilizzante per la società
-un cattivo costume
-lontano dai "veri principi"

Ora quindi ti vengo a chiedere:
-perchè dovrebbe destabilizzare la società? Riduce le nascite?
-perchè lo classifichi un cattivo costume?
-quali sono questi beneamati principi universali che vai via via citando ad ogni facciata ma che non illustri?

Parole comprensibili per favore.

Attendendo nell'ombra,
FALLEN ANGEL 664



Il fenomeno omossesualità è destabilizzante perchè non segue un ordine di natura, logico e in armonia con la stessa........

Si è già dimostrato anche scientificamente che cercando di stravolgere
l' ordine di natura, la natura stessa si difende, creando ulteriore destabilizzazione e ricollegandomi alla teoria dei sistemi complessi ti faccio un esempio.........

Hai presente la scandalosa deforestazione in atto in amazzonia?.....

Questo comportamento umano cosa sta creando?.......

Lo stravolgimento del clima a livello mondiale!!!!
La foresta amazzonica è chiamata anche il polmone del mondo e, creando un parallelismo, con il corpo umano, prova tu a danneggiarne l' unico polmone....

tu capisci che il corpo rischia il collasso se non la morte.........

I principi universali sono un codice di comportamento insito nell' uomo, noi
però, siamo liberi di seguirne le fila, o semplicemente opporci.......

ma dovremo farne i conti con le coseguenze..........



Tagan

Raphael_Ravil
07-09-2006, 16.02.11
Ancora non lo hai capito? Un giorno una spaventevole checca vestita di nero entrerà in casa tua, e si prenderà la tua verginità anale!

E non ci sarà niente da fare per evitarlo... Niente!

DIAZE
07-09-2006, 16.05.12
@Tegan ma prima del 31 Agosto cosa facevi?
Raccoglievi i mozziconi di sigarette sul Gran Paradiso, perchè destabilizzanti dell'ecosistema?
Può tornare a far codesto lavoro eco-compatibile?
Oppure, il tuo nuovo compito è quello di evitare l'implosione di Open Space?

FALLEN_ANGEL_664
07-09-2006, 16.09.42
Il fenomeno omossesualità è destabilizzante perchè non segue un ordine di natura, logico e in armonia con la stessa........

Non hai ancora elencato i principi universali ne perchè tu classifichi l'omosessualità un cattivo costume.

Quindi gli omosessuali non sono in armonia con la natura. Allora spiegami come si determina l'armoniosità di un elemento con la natura circostante, cosa è la "natura", perchè la natura dovrebbe comportarsi secondo la tua visione di sitema complesso e perchè credi che basti tagliare una foresta per cambiare il clima globale visto che non è l'unico fattore.

Attendendo nell'ombra,
FALLEN ANGEL 664

Raphael_Ravil
07-09-2006, 16.11.00
Un uomo completamente dominato dalla paura!:roll3:

Vi ricorda niente questo?
Rinfrescatevi la memoria:
http://www.youtube.com/watch?v=NPBHtjZmSpw


Muhahahaha:roll3:

stan
07-09-2006, 16.13.55
Il fenomeno omossesualità è destabilizzante perchè non segue un ordine di natura, logico e in armonia con la stessa........

Si è già dimostrato anche scientificamente che cercando di stravolgere
l' ordine di natura, la natura stessa si difende, creando ulteriore destabilizzazione e ricollegandomi alla teoria dei sistemi complessi ti faccio un esempio.........
...

Visto che non mi caghi manco di striscio, io ti ripeto: se dovesse accadere l'impensabile ovvero la minaccia per la sopravvivenza della specie umana, si innescherebbe un meccanismo istintivo per la conservazione della specie per cui sforneremo figlioli a cariolate. Se poi tutta la popolazione del mondo diventasse omosessuale esiste una grandissima cosa chiamata inseminazione artificiale...


L'esempio che porti con il caso degli omosessuali ha poco a che vedere; se improvvisamente nascessero maschi senza genitali quello si che sarebbe un problema.

Alceo
07-09-2006, 16.17.33
Ogni fenomeno è frutto del proprio tempo.......
l' omosessualità dilaga per la soppressione dei valori morali universali, un codice di comportamento insito in ognuno di noi.........

Prima affermi la relatività dei fenomeni rispetto al tempo e poi affermi l'esistenza di valori universali e di codice di comportamento "insito" nell'uomo.
E se fossero anche questi relativi?



Non ritengo l' omosessualità come una vera e propria minaccia, il termine non mi piace, anche perchè io non mi sento minacciato dagli omosessuali........
ma credo che il fenomeno in questione sia in grado di destabilizzare i fragili equilibri alla base della collettività........

Non ritieni l'omosessualità una minaccia ma questa può addirittura destabilizzare la collettività. La pensassi come te mi sembrerebbe naturale sentirla come una minaccia.



Per concludere posso dirti che conosco molte persone che la pensano come me e credo siano persone che fondano la loro vita su principi morali e valori
che per alcuni altri sono in decadenza, ma per me rimangono fondamentali anche per ripristinare un' armonia ed una vivibilità degna di una buona società che si ritiene moderna.

Mi sembra corretto voler vivere secondo i propri principi e le proprie morali. Volerli invece imporre ad altri o cercare di influenzare la vita di persone solo perché questi seguono altri principi e altre morali lo trovo invece dimostrazione di non voler ricercare l'armonia o la vivbilità di tutti ma solo la propria.


P.S. Ho visto che non mi hai risposto pubblicamente circa le azioni da intraprendere per preservare l'equilibrio della società. Devo aspettarmi un PM in merito?

Tagan
07-09-2006, 16.19.02
Non hai ancora elencato i principi universali ne perchè tu classifichi l'omosessualità un cattivo costume.

Quindi gli omosessuali non sono in armonia con la natura. Allora spiegami come si determina l'armoniosità di un elemento con la natura circostante, cosa è la "natura", perchè la natura dovrebbe comportarsi secondo la tua visione di sitema complesso e perchè credi che basti tagliare una foresta per cambiare il clima globale visto che non è l'unico fattore.

Attendendo nell'ombra,
FALLEN ANGEL 664

Un ordine lo puoi dedurre solo con la logica......e la natura in questo è intelleggibile........

esempio banale, se analizzi anatomicamente l ' uomo e la donna frutto della natura, ti accorgerai di un pisello ed una passera...........

ti dice niente tutto questo?.........


I principi morali universali, li puoi tranquillamente dedurre tu......
sono la base per non commettere azioni cattive.........
nocive per se stessi e per gli altri......

ma se tu pensi che la pratica omosessuale non sia un comportamento nocivo, libero di pensare e praticare.......

io penso che ancora la maggioranza della gente la pensi come me.....
altri la pensano diversamente, bene, ne prendo atto.........
e rispetto........ma no c' è bisogno di offendere.....

Il mio intento è quello di far riflettere e non certo quello di offendere....




Tagan

Alceo
07-09-2006, 16.24.22
esempio banale, se analizzi anatomicamente l ' uomo e la donna frutto della natura, ti accorgerai di un pisello ed una passera...........

ti dice niente tutto questo?.........


Giuro non voglio essere né ironico né offensivo, ma non basta dire "c'è anche il buco del culo" per giustificare allora anche i rapporti tra uomini?

E la creazione da parte dell'uomo di falli finti non giustifica il rapporto tra donne (oppure essendo macchine non vale e quindi l'uomo non dovrebbe nemmeno volare in quando non dotato di ali e volare con gli aerei va contro l'ordine naturale).


Tagan non ti sembra di voler a volte cercare di piegare la ragione per giustificare la tua visione e non viceversa?

Raphael_Ravil
07-09-2006, 16.25.53
Siamo seri,uno riflette su pensieri coerenti,non sulle stronzate.......
Come non quotare... Un concetto espresso correttamente in una semplicità disarmante.:asd:

Approposito "intelleggibile" non vuol dire niente, togli una doppia e tenta ancora (oppure gira la ruota, o compra una vocale... Non so, fai qualcosa: ma l'italiano imparalo). :ihih:

FALLEN_ANGEL_664
07-09-2006, 16.28.25
Un ordine lo puoi dedurre solo con la logica......e la natura in questo è intelleggibile........

esempio banale, se analizzi anatomicamente l ' uomo e la donna frutto della natura, ti accorgerai di un pisello ed una passera...........

ti dice niente tutto questo?.........

La logica si basa sull'esperienza. La logica è quindi vincolata dall'esperienza. Ma non capisco cosa c'entri la natura, che non hai ancora definito in quanto tale e quindi non posso fare considerazioni al rigardo di ciò che non definisci.

Se analizzo l'uomo scopro che muore. Quindi dovrei ucciderlo?

Se analizzo l'acqua scopro che disseta. Quindi non dovrei utilizzarla per pulire le finestre?


I principi morali universali, li puoi tranquillamente dedurre tu......

Posso dedurli? Davvero? Bene, ecco il primo:
-gli andiccappati sono un intralcio per la società. Dobbiamo bruciarli tutti perchè quando arriveranno gli alieni o Dio dobbiamo essere tutti biondi, alti e con gli occhi azzurri.

Ho dedotto bene?


sono la base per non commettere azioni cattive.........
nocive per se stessi e per gli altri......

Definisci "cattive".

Quindi ti domando: come potrebbe un omosessuale in quanto tale commettere azioni cattive?


ma se tu pensi che la pratica omosessuale non sia un comportamento nocivo, libero di pensare e praticare.......

Io non ho ancora espresso il mio pensiero. Ho sempre e solo cercato di capire il tuo.

Si, comunque. Sarei libero di pensarlo e praticare se lo volessi. Ma secondo il tuo pensiero questo sarebbe "cattivo", giusto?


io penso che ancora la maggioranza della gente la pensi come me.....
altri la pensano diversamente, bene, ne prendo atto.........
e rispetto........ma no c' è bisogno di offendere.....

Il mio intento è quello di far riflettere e non certo quello di offendere....

Se ti ho offeso, dimmi dove e come e ti chiederò scusa. Ma se non ti ho offeso, perchè dici ciò citandomi?

Attendendo nell'ombra,
FALLEN ANGEL 664

Tagan
07-09-2006, 16.39.48
Giuro non voglio essere né ironico né offensivo, ma non basta dire "c'è anche il buco del culo" per giustificare allora anche i rapporti tra uomini?



C'è una differenza sostanziale tra il canale vaginale e quello anale......

dall' analisi medica risulta che uno è preposto per il coito, con tanto di secrezioni coadiuvanti ( vagina)......

l' altro è preposto inversamente non per la penetrazione ma per l' espulsione di feci........è una zona discretamente infettiva per via di germi patogeni...

la vagina in condizioni di sanità no!!!!!!!!

ma se non usi la logica. puoi costruire mille castelli, ma tutti con fondamenta in aria...........
e tu capisci che non stanno molto in piedi...



Tagan

.Orfeo.
07-09-2006, 16.42.53
Ne deduco che anche il sesso anale tra eterosessuali a rigor di logica è da considerarsi immorale?Così come l'uso dei contraccettivi, fellatio etc. sempre praticati all'interno di un rapporto etero.O sbaglio?

Alceo
07-09-2006, 16.44.32
C'è una differenza sostanziale tra il canale vaginale e quello anale......

dall' analisi medica risulta che uno è preposto per il coito, con tanto di secrezioni coadiuvanti ( vagina)......

l' altro è preposto inversamente non per la penetrazione ma per l' espulsione di feci........è una zona discretamente infettiva per via di germi patogeni...



Ma gli organi sessuali non hanno anche una funzione nel produrre piacere?
E in questo senso il "buco del culo" non ha una funzione simile?

O per te il piacere sessuale non fa parte dell'ordine naturale?

In caso affermativo sai che cosa è la prostata e dove si trova?

Raphael_Ravil
07-09-2006, 16.44.53
La logica è cambiata così tanto dai tempi di Aristotele?:asd:

La nuova logica del 21° secolo: i maschietti hanno il pene e le femminucce hanno la vagina.
Sembra più facile rispetto alla vecchia...:asd:

FALLEN_ANGEL_664
07-09-2006, 16.45.18
dall' analisi medica risulta che uno è preposto per il coito, con tanto di secrezioni coadiuvanti ( vagina)......

Dall'analisi medica ne risulta anche che il culo presenta nervi che se stimolati opportunamente in alcuni soggetti provocano sensazioni di piacere. Cosa deduciamo da ciò?

Attendendo nell'ombra,
FALLEN ANGEL 664

Raphael_Ravil
07-09-2006, 16.46.46
Dall'analisi medica ne risulta anche che il culo presenta nervi che se stimolati opportunamente in alcuni soggetti provocano sensazioni di piacere.
Ma questo lui lo sa già...http://digilander.libero.it/the_writer/D/d37.gif

stan
07-09-2006, 16.47.16
Visto che non mi caghi manco di striscio, io ti ripeto: se dovesse accadere l'impensabile ovvero la minaccia per la sopravvivenza della specie umana, si innescherebbe un meccanismo istintivo per la conservazione della specie per cui sforneremo figlioli a cariolate. Se poi tutta la popolazione del mondo diventasse omosessuale esiste una grandissima cosa chiamata inseminazione artificiale...

L'esempio che porti con il caso degli omosessuali ha poco a che vedere; se improvvisamente nascessero maschi senza genitali quello si che sarebbe un problema.

Mi rispondi adesso, per favore?

E rispondi anche alla domanda di Alceo il post sotto il mio, che ti chiedeva quali meccansimi metteresti in atto per arginare il problema?

funker
07-09-2006, 16.49.13
Ok, vi chiedo questo pubblicamente poiché non ho modo di contattarvi tutti in via privata. Se vi state divertendo col nuovo arrivato, perché inviate così tanti report su suoi interventi? Vorrei anche chiedervi come fate ogni volta a cadere nel tranello cominciando ad offendere a destra e a manca, basta che entri un nuovo piccolo utente e qua dentro scoppia l'apocalisse. Addirittura avete da rompermi i coglioni se decido di limitare le cause detonatrici. Suvvia, un po' di serietà verso chi alle sedici e trenta del pomeriggio accende il computer e si trova sommerso di segnalazioni, lamentele e pure offese.

Diamoci una regolata, credo sia palese che di questo passo il presente e l'altro topic avranno i minuti contati.

Peter Pan
07-09-2006, 16.49.37
E in questo senso il "buco del culo" non ha una funzione simile?



Si, ora ti tirano fuori Freud con la storia delle tre fasi del piacere del bambino.

La scoperta del buco del culo è la fase anale, la seconda dello sviluppo del bambino. :asd:


il piacere sessuale non fa parte dell'ordine naturale?


Certo che ne fa parte, solo che molti provano piacere più in altre occupazioni... come nei casi dei frustrati quando cercano di combattere contro un mostruoso senso di inferiorità cronico e sono convinti di riuscirci. :asd:

Brian O'Blivion
07-09-2006, 16.50.02
Dall'analisi medica ne risulta anche che il culo presenta nervi che se stimolati opportunamente in alcuni soggetti provocano sensazioni di piacere. Cosa deduciamo da ciò?

Attendendo nell'ombra,
FALLEN ANGEL 664

E non solo,alcune ricerche provano che il coito anale riduce le possibilità di patologie che vanno dalla prostatite cronica al tumore prostatico,come la mettiamo?

Anzi,dove lo mettiamo?:asd:

Raphael_Ravil
07-09-2006, 16.51.16
Ok, vi chiedo questo pubblicamente poiché non ho modo di contattarvi tutti in via privata. Se vi state divertendo col nuovo arrivato, perché inviate così tanti report su suoi interventi? Vorrei anche chiedervi come fate ogni volta a cadere nel tranello cominciando ad offendere a destra e a manca, basta che entri un nuovo piccolo utente e qua dentro scoppia l'apocalisse. Addirittura avete da rompermi i coglioni se decido di limitare le cause detonatrici. Suvvia, un po' di serietà verso chi alle sedici e trenta del pomeriggio accende il computer e si trova sommerso di segnalazioni, lamentele e pure offese.
Ma perchè qualcuno lo ha segnalato?
Scommetto che è stato Bill, solo per il gusto di toglierci il divertimento!
Io no di certo.

Tagan
07-09-2006, 16.51.34
Dall'analisi medica ne risulta anche che il culo presenta nervi che se stimolati opportunamente in alcuni soggetti provocano sensazioni di piacere. Cosa deduciamo da ciò?

Attendendo nell'ombra,
FALLEN ANGEL 664

Il discorso è soggettivo......c'è chi si buca come una cozzaglia a forza di piersing, c'è chi si brucia e sente piacere.........


ma questo si discosta del discorso precedente e cmq liberi di praticare.....

consiglio pomata per le emorroidi, è un effetto collaterale originato da un uso sbagliato del canale anale......

ma se piace a voi.......no comment.



Tagan

FALLEN_ANGEL_664
07-09-2006, 16.52.35
Ma questo lui lo sa già...http://digilander.libero.it/the_writer/D/d37.gif

Davvero? E' uno studioso del sistema nervoso del deretano? Fiigooo... :sisi:

:asd:


Ok, vi chiedo questo pubblicamente poiché non ho modo di contattarvi tutti in via privata. Se vi state divertendo col nuovo arrivato, perché inviate così tanti report su suoi interventi?

Io trovo ora la discussione interessante a mio modo di vedere. Ma penso di essere l'unico.


Il discorso è soggettivo......c'è chi si buca come una cozzaglia a forza di piersing, c'è chi si brucia e sente piacere.........


ma questo si discosta del discorso precedente e cmq liberi di praticare.....

consiglio pomata per le emorroidi, è un effetto collaterale originato da un uso sbagliato del canale anale......

ma se piace a voi.......no comment.

Non ho mai detto che mi piaccia.

Scusa, ma i valori universali non parlano anche del piacere allora? Se me li illustri potrò forse finalmente capire il tuo pensiero. Dai, ti chiedo solo questo. Per favore. Mi serve per capirti.

Attendendo nell'ombra,
FALLEN ANGEL 664

.Orfeo.
07-09-2006, 16.53.50
Il discorso è soggettivo......c'è chi si buca come una cozzaglia a forza di piersing, c'è chi si brucia e sente piacere.........


ma questo si discosta del discorso precedente e cmq liberi di praticare.....

consiglio pomata per le emorroidi, è un effetto collaterale originato da un uso sbagliato del canale anale......

ma se piace a voi.......no comment.



Tagan


Ne deduco che anche il sesso anale tra eterosessuali a rigor di logica è da considerarsi immorale?Così come l'uso dei contraccettivi, fellatio etc. sempre praticati all'interno di un rapporto etero.O sbaglio?



Visto che non mi caghi manco di striscio, io ti ripeto: se dovesse accadere l'impensabile ovvero la minaccia per la sopravvivenza della specie umana, si innescherebbe un meccanismo istintivo per la conservazione della specie per cui sforneremo figlioli a cariolate. Se poi tutta la popolazione del mondo diventasse omosessuale esiste una grandissima cosa chiamata inseminazione artificiale...

L'esempio che porti con il caso degli omosessuali ha poco a che vedere; se improvvisamente nascessero maschi senza genitali quello si che sarebbe un problema.



quali meccanismi metteresti in atto per arginare il problema?

Dai, rispondi a queste tre semplici domande.:)

stan
07-09-2006, 16.53.53
Ciccio...mi rispondi o no?


Visto che non mi caghi manco di striscio, io ti ripeto: se dovesse accadere l'impensabile ovvero la minaccia per la sopravvivenza della specie umana, si innescherebbe un meccanismo istintivo per la conservazione della specie per cui sforneremo figlioli a cariolate. Se poi tutta la popolazione del mondo diventasse omosessuale esiste una grandissima cosa chiamata inseminazione artificiale...

L'esempio che porti con il caso degli omosessuali ha poco a che vedere; se improvvisamente nascessero maschi senza genitali quello si che sarebbe un problema.
_____________________________
Mi rispondi adesso, per favore?

E rispondi anche alla domanda di Alceo il post sotto il mio, che ti chiedeva quali meccansimi metteresti in atto per arginare il problema?


__________________

Tagan
07-09-2006, 16.59.16
E non solo,alcune ricerche provano che il coito anale riduce le possibilità di patologie che vanno dalla prostatite cronica al tumore prostatico,come la mettiamo?

Anzi,dove lo mettiamo?:asd:

Questo è assolutamente falso, la cancerogenesi non è mai determinata
da sollecitazioni di tipo meccanico.........
indi la sua insorgenza non è da correlare ad una pratica anale e la stessa però
può favorire l' evoluzione tumorole qualora fosse in atto.........

e faccio presente che alcuni studi mettono in evidenza alcuni effetti collaterali
della pratica del coito anale.......

emorroidi, prolasso rettale, ascessi, prostatiti da germi patogeni, irritazioni, pruriti, infiammazioni di vario genere.......



Tagan

Raphael_Ravil
07-09-2006, 17.00.18
emorroidi, prolasso rettale, ascessi, prostatiti da germi patogeni, irritazioni, pruriti, infiammazioni di vario genere.......

La storia della tua vita...:asd:

FALLEN_ANGEL_664
07-09-2006, 17.00.51
Secondo me se ci illusta quali sono secondo lui i valori universali allora potremo rispondere a tutte le domande un pò. Che dite? :sisi:


Questo è assolutamente falso

:| Tagan: era una battuta...

Attendendo nell'ombra,
FALLEN ANGEL 664

Raphael_Ravil
07-09-2006, 17.02.43
Secondo me se ci illusta quali sono secondo lui i valori universali allora potremo rispondere a tutte le domande un pò. Che dite? :sisi:
Io dico di rileggere le prime tre righe di questo mio intervento:
http://forums.multiplayer.it/showpost.php?p=4356710&postcount=83
Perché buon sangue non mente.:asd:

Alceo
07-09-2006, 17.04.02
Tagan, scusa ma sei tu che hai cercato di provare la correttezza di una morale (o meglio della morale che accetta o meno alcune pratiche sessuali) attraverso l'anatomia.

Volevo solo farti notare quanto la cosa sia ridicola mostrando che la prostata dell'uomo (la zona erogena più sensibile che abbiamo) si trovi all'interno del cavo rettale.

Con questo non voglio dire che ora siamo tutti obbligati ad infilarci chissà cosa nel retto ma solo mostrarti che come esercizio non funziona. Come dicevo prima è solo un tentativo per cercare "prove" a supporto di una tesi che si è sposata già in precedenza.

Se ti va invece rispondi alle domane importanti precedentemente postate (a cui aggiungerei anche quella sul piacere sessuale: fa esso parte dell'ordine naturale?).

Tagan
07-09-2006, 17.15.57
Volevo solo farti notare quanto la cosa sia ridicola mostrando che la prostata dell'uomo (la zona erogena più sensibile che abbiamo) si trovi all'interno del cavo rettale.




Ma perchè non smetti di sparare cazzate e falsità.....

la prostata non si trova all' interno del canale rettale

ti posto schema anatomico dove il punto 12 corrisponde alla prostata
il punto 9 al canale rettale.......


http://it.wikipedia.org/wiki/Immagine:Male_reproductive_system_lateral_nolabel. png


La prostata (numero 12 in figura) è collocata nella parte frontale del retto (num. 9 in figura), circa 5 cm dopo l'ano (14 in figura), e parte di essa può essere toccata durante un esame rettale o durante la pratica del postillonage.

http://it.wikipedia.org/wiki/Prostata



Tagan

Alceo
07-09-2006, 17.20.52
La prostata (numero 12 in figura) è collocata nella parte frontale del retto (num. 9 in figura), circa 5 cm dopo l'ano (14 in figura), e parte di essa può essere toccata durante un esame rettale o durante la pratica del postillonage.

http://it.wikipedia.org/wiki/Prostata


Hai ragione mi sono espresso male. Non è all'interno del cavo rettale (che essendo un cavo non contiene niente) ma si trova come dici giustamente nella parte frontale del retto.

E come riporti giustamente essa può essere toccata attraverso un esame rettale.

Ossia essa viene stimolato attraverso l'introduzione di un corpo all'interno del cavo rettale.

Non occorre che ti arrabbi e mi insulti, ho solo detto che una delle migliori stimolazioni che l'uomo possa avere avviene attraverso il cavo rettale e che quindi anch'esso si presta ad essere compreso tra le parti anatomiche da usare nei rapporti sessuali.

Sempre seguendo il tuo ragionamento che l'anatomia giustifica la morale non ti sembra a questo punto giusto comprendere anche il retto oltre hai già da te citati pene e vagina tra gli attori principali nei rapporti sessuali?



EDIT: quali altre cazzate e falsità avrei sparato?

Tagan
07-09-2006, 17.23.43
Attenzione...

Caduta di stile...

Purtroppo...

Scusatemi...


Tagan ma allora sei stronzo! Ti ho mandato anche un PM con rischiesta esplicita di risposta a quelle domande fondamentali e continui a divergere e a fare il coglione accusando gli altri di sparare stronzate.

E ringraziami che sono un gentiluomo e non ti offendo la mamma.


O adesso la smettete di offendere ,primo non mi sono accorto del messaggio in PVT, poi se permettete non sono un robot, io debbo rispondere ad un bombardamento di domande e non sono mandrake.........

ho il pc acceso ma nel mentre faccio anche altre cose.....


tu per niente continui ad offendere, datti una calmata.....


PS: anche con te ho chiuso il discorso




Tagan

Peter Pan
07-09-2006, 17.24.49
provare la correttezza di una morale (o meglio della morale che accetta o meno alcune pratiche sessuali) attraverso l'anatomia.
.

Un po' come cercò di fare il Nazismo con le presunte prove scientifiche sulla purezza della razza ariana.

Alceo
07-09-2006, 17.25.17
tu per niente continui ad offendere, datti una calmata.....


PS: anche con te ho chiuso il discorso


tangan non mi sembra di averti mai offeso, quindi spero di essere degno di una risposta

Raphael_Ravil
07-09-2006, 17.26.15
Un po' come cercò di fare il Nazismo con le presunte prove scientifiche sulla purezza della razza ariana.
Già, un bel po' simile a quello...

Tagan
07-09-2006, 17.26.24
Non occorre che ti arrabbi e mi insulti,



Io non ho offeso........ho solo detto che stavi sparando falsità corrispondenti volgarmente a cazzate.........


tu cmq hai confermato ammettendo l' errore e questo gesto lo apprezzo molto

cosa che altri, tipo destino, non fanno.....



Tagan

FALLEN_ANGEL_664
07-09-2006, 17.27.25
tangan non mi sembra di averti mai offeso, quindi spero di essere degno di una risposta

Idem. Aspetto con impazienza almeno quella sui valori morali universali. Quando puoi e per piacere, Tagan. :birra:

Attendendo nell'ombra,
FALLEN ANGEL 664

Tagan
07-09-2006, 17.29.42
tangan non mi sembra di averti mai offeso, quindi spero di essere degno di una risposta


No con te non ho nulla....

appena posso ti rispondo



Tagan

Tagan
07-09-2006, 17.32.40
Idem. Aspetto con impazienza almeno quella sui valori morali universali. Quando puoi e per piacere, Tagan. :birra:

Attendendo nell'ombra,
FALLEN ANGEL 664

Si raga....appena posso rispondo a tutti.......




Tagan

destino
07-09-2006, 18.26.08
lasciatelo cercare un attimo su wikipedia essu :teach:

Brian O'Blivion
07-09-2006, 18.27.59
lasciatelo cercare un attimo su wikipedia essu :teach:

Ma è normale...prendi le stronzate che assemblo da anni,da dove le prendo?

Gugol:metal:

Peter Pan
07-09-2006, 18.48.39
Ma è normale...prendi le stronzate che assemblo da anni,da dove le prendo?



Devi ancora postare la tua ricetta personale della pasta al forno.
Dopo tante castronerie senza senso sparate a casaccio, ci sta più che bene! :sisi:

Brian O'Blivion
07-09-2006, 18.50.51
Devi ancora postare la tua ricetta personale della pasta al forno.
Dopo tante castronerie senza senso sparate a casaccio, ci sta più che bene! :sisi:

Col cazzo:ci ho messo anni a sviluppare la ricetta,pensa che voleva fregarmela quel cornutaccio di vissani:teach:

Peter Pan
07-09-2006, 18.56.49
Col cazzo:ci ho messo anni a sviluppare la ricetta,pensa che voleva fregarmela quel cornutaccio di vissani:teach:

Ebbé? Mica devi dire le cose come stanno davvero.
Puoi metterci quello che vuoi, inventandolo sul momento e spacciandolo come una verità assoluta, e sentirti perfettamente adeguato all'ambiente.

Tagan
07-09-2006, 19.27.55
lasciatelo cercare un attimo su wikipedia essu :teach:


Tu sai che quello che deve studiare sei tu.........

Lazzaretti........3



Io mi avvalgo di wikipedia solo per farti vedere quante falsità vai dicendo.
Vedi gas uranio e processi di arricchimento per uso bellico.........




Tagan

Brian O'Blivion
07-09-2006, 19.33.29
Lazzaretti........3




Se se,l'amo capito da un pezzo che tu vorrebbi essere un lazzarone......................................... ...............4

Peter Pan
07-09-2006, 19.41.06
per farti vedere quante falsità vai dicendo.
Vedi gas uranio e processi di arricchimento per uso bellico.........


Vedi anche questo (http://forums.multiplayer.it/showpost.php?p=4362715&postcount=212) giacché ci sei.

Tagan
07-09-2006, 19.49.27
Vedi anche questo (http://forums.multiplayer.it/showpost.php?p=4362715&postcount=212) giacché ci sei.


Se ti compri qualche buon testo di psicologia tipo i testi della prf.ssa Stella, in particolare concernenti in disturbi del comportamento e della personalità..

ti accorgerai che la mia è una verità.........

se poi vuoi mettere in dubbio le tesi di questi testi, allora è un altro discorso.



Tagan

Peter Pan
07-09-2006, 20.02.34
Se ti compri qualche buon testo di psicologia tipo i testi della prf.ssa Stella, in particolare concernenti in disturbi del comportamento e della personalità..

ti accorgerai che la mia è una verità.........




Ti ho già detto che la massima fonte è il DSM IV, che è la massima ed unica fonte competente in materia.

E sul DSM l'omosessualità non è annoverata tra i disturbi della personalità, che a te piaccia o no.

Quindi la tua non è una cosa vera, ma una cosa che se dici a un esame di Psicologia Clinica ti bocciano su due piedi.


se poi vuoi mettere in dubbio le tesi di questi testi, allora è un altro discorso.


Non sono io che metto in dubbio alcunché perché la cosa è abbastanza chiara a tutti i professionisti del settore.

Sei tu che magari avrai interpretato i testi in modo errato.
Poiché i testi non possono discostarsi dal DSM per avere una credenzialità accademica.
E L'unico testo universalmente riconosciuto è il DSM.
Che ti piaccia o no o anche se la pensi in modo diverso.

Braveheart1984
07-09-2006, 20.08.50
Ti ho già detto che la massima fonte è il DSM IV, che è la massima ed unica fonte competente in materia.

E sul DSM l'omosessualità non è annoverata tra i disturbi della personalità, che a te piaccia o no.

.


A questo punto il problema non è tanto sapere se la scienza lo considera un disturbo o meno, quanto sapere se l'omosessualità abbia origini psicologiche o meno.

Peter Pan
07-09-2006, 20.11.35
A questo punto il problema non è tanto sapere se la scienza lo considera un disturbo o meno, quanto sapere se l'omosessualità abbia origini psicologiche o meno.

No. Dopo una lunjga ricerca in cui sono stati completati una serie di test su pazienti costituiti nel 50% da eterosessuali e nel 50% da omosessuali, dalla comparazione di questi test si è escluso che l'omosessualità - in individui che non presentano particolari patologie - non ha origini psicologiche.
Così dal 1993 l'omosessualità non è più considerata un disturbo della personalità poiché non ha alcun riferimento con lo stato psicologico e psichico dell'individuo.

Tagan
07-09-2006, 20.12.31
Ti ho già detto che la massima fonte è il DSM IV, che è la massima ed unica fonte competente in materia.

E sul DSM l'omosessualità non è annoverata tra i disturbi della personalità, che a te piaccia o no.

Quindi la tua non è una cosa vera, ma una cosa che se dici a un esame di Psicologia Clinica ti bocciano su due piedi.



Non sono io che metto in dubbio alcunché perché la cosa è abbastanza chiara a tutti i professionisti del settore.

Sei tu che magari avrai interpretato i testi in modo errato.
Poiché i testi non possono discostarsi dal DSM per avere una credenzialità accademica.
E L'unico testo universalmente riconosciuto è il DSM.
Che ti piaccia o no o anche se la pensi in modo diverso.


Questo è quello che la psicologia intende con la definizione di personalità.

La Psicologia della Personalità si interessa all'individuo concepito come un insieme distintivo e indivisibile di cognizioni, motivi, atteggiamenti, emozioni, credenze e valori.
http://www.unipa.it/facscfor/mat0001/183.htm

dalla personalità originano i disturbi del comportamento.......



Tagan

Braveheart1984
07-09-2006, 20.13.21
No. Nel 1993 sono state completate una serie di test su pazienti costituiti nel 50% da eterosessuali e nel 50% da omosessuali.

Dalla comparazione di questi test si è escluso che l'omosessualità - in individui che non presentano particolari patologie - non ha origini psicologiche.


mah. Io cmq su tanti siti ho letto che l'origine dell'omosessualità non è stata ancora accertata.

Peter Pan
07-09-2006, 20.17.03
Questo è quello che la psicologia intende con la definizione di personalità.
[...]
Dalla personalità originano i disturbi del comportamento.......


E quindi?

..Omega.Rav..
07-09-2006, 20.17.35
A questo punto il problema non è tanto sapere se la scienza lo considera un disturbo o meno, quanto sapere se l'omosessualità abbia origini psicologiche o meno.

Mi sembra normale che l'omosessualità abbia anche nel disturbo di tipo psicologico una causa scatenante... sarebbe molto più preoccupante il contrario. Ci sono di sicuro individui che scelgono deliberatamente di diventare omosessuali, ma penso sia più facile che si manifesti in seguito a una brutta depressione, uno shock, o altri motivi simili. Paradossalmente è forse per questo stesso motivo che dagli operatori del settore (dico gli psicologi eh, non le checche :sisi: ) non viene considerata una malattia (a ragione, d'altronde): sarebbe come affermare che una persona timida è una persona malata. Ho conosciuto alcuni ragazzi che sono stati omosessuali solo per un certo epriodo di tempo: quando è finito il motivo principale di stress (università che va male, problemi in famiglia, ecc. ecc. ) è sparita anche l'omosessualità (o, per lo meno, hanno smesso di pizzicarmi le chiappe).

Raphael_Ravil
07-09-2006, 20.17.44
Mentre voi quà discutete nell'album stiamo letteralmente organizzando un'orgia...
La situazione ci sta sfuggendo di mano...:asd:

Peter Pan
07-09-2006, 20.20.03
mah. Io cmq su tanti siti ho letto che l'origine dell'omosessualità non è stata ancora accertata.

Si, questo è anche vero.
Ma nella ricerca saprai bene che prima si prendono tutte le ipotesi e poi si analizzano per scartarle una ad una.

Le origini psicologiche sono state eliminate.

..Omega.Rav..
07-09-2006, 20.22.02
No. Dopo una lunjga ricerca in cui sono stati completati una serie di test su pazienti costituiti nel 50% da eterosessuali e nel 50% da omosessuali, dalla comparazione di questi test si è escluso che l'omosessualità - in individui che non presentano particolari patologie - non ha origini psicologiche.
Così dal 1993 l'omosessualità non è più considerata un disturbo della personalità poiché non ha alcun riferimento con lo stato psicologico e psichico dell'individuo.

mah... non mi sono mai fidato molto di certi tipi di test, soprattutto quando comprendono un'intervista con il paziente.


Mentre voi quà discutete nell'album stiamo letteralmente organizzando un'orgia...
La situazione ci sta sfuggendo di mano...:asd:

arrivo :teach: !

DIAZE
07-09-2006, 20.26.29
Io non capisco una cosa, ma da dove nasce tutto questo interesse nei confronti dell'omosessualità da parte di gran parte degli utenti.

Se si parlasse di figa non si avrebbe tanto affollamento di post!

:look: :mumble:

Peter Pan
07-09-2006, 20.28.49
Mi sembra normale che l'omosessualità abbia anche nel disturbo di tipo psicologico una causa scatenante... sarebbe molto più preoccupante il contrario.

Aridaje.

L'omosessualità non è che abbia cause scatenanti ANCHE nel disturbo psicologico: non ne ha proprio!!!

Non è una patologia in alcun modo.


Ci sono di sicuro individui che scelgono deliberatamente di diventare omosessuali, ma penso sia più facile che si manifesti in seguito a una brutta depressione, uno shock, o altri motivi simili.

Uh? :mumble:


non viene considerata una malattia (a ragione, d'altronde): sarebbe come affermare che una persona timida è una persona malata.

Non viene considerata una malattia semplicemente perché dopo una lunga ricerca e numerosi test è stato dichiarato che non lo è.




Ho conosciuto alcuni ragazzi che sono stati omosessuali solo per un certo epriodo di tempo: quando è finito il motivo principale di stress (università che va male, problemi in famiglia, ecc. ecc. ) è sparita anche l'omosessualità (o, per lo meno, hanno smesso di pizzicarmi le chiappe).

Scusami, ma tu hai definito omosessuali delle persone solo perché ti pizzicavano le chiappe?


Io non capisco una cosa, ma da dove nasce tutto questo interesse nei confronti dell'omosessualità da parte di gran parte degli utenti.


Per quello che mi riguarda, fa parte di un più ampio percorso di studi.

Per gli altri non lo so, ma posso supporre i motivi proprio dal mio corso di studi :asd:

stan
07-09-2006, 20.29.47
...figafigafigafigafiga...
E allora apri il topic sulla figa e dimostralo. :teach:

DIAZE
07-09-2006, 20.31.31
E allora apri il topic sulla figa e dimostralo. :teach:

Tipo: "secondo voi l'abuso di figa porta alla dipendenza?"
E soprattutto cosa avrebbe da dire al riguardo Tagan...........
:asd:

stan
07-09-2006, 20.32.33
Te ci ruzzi, ma secondo me è proprio così!

Quattro post OT in merito alla figa, è ora che tu apra un 3d.

:sisi:

Tagan
07-09-2006, 20.35.58
E quindi?



Tu sai che è in via di completazione il DSM V........

poi ci sarà un DSM VI e così via........

voglio dire che la psicologia sta ritrattando la valutazione e presto ci saranno modifiche sostanziali, che però trarranno alcuni principi di fondamento da alcuni concetti basilari, già espressi e constatati........

Il DSM dell'OMS e le revisioni del 1974 e 1994
In questo secondo caso, l'omosessualità era stata inclusa nel primo DSM (Manuale diagnostico e statistico dei disturbi mentali) fra i
“disturbi sociopatici di personalità”; nel 1968 il DSM II la classificava come “deviazione sessuale” insieme a pedofilia, necrofilia, feticismo e transessualismo, infine nel 1974 fu eliminata l’omosessualità ego-sintonica dal DSM III, ma vi fu aggiunta l'omosessualità ego-distonica.

.



L'opposizione alla revisione


Tuttavia alcuni psichiatri, guidati da Edmund Bieber e Charles Socarides, contestarono aspramente la revisione dell'elenco, sostenendo che l'omosessualità è sempre una patologia e che è possibile (anzi, è doveroso) curarla. Allo scopo di contrastare la revisione dell'elenco delle malattie mentali avanzarono inoltre una richiesta insolita, ottenendo che la cancellazione dell'omosessualità fosse sottoposta a un vero e proprio referendum tra tutti gli iscritti all'APA. Il referendum, tenuto per posta, confermò comunque la decisione favorevole alla cancellazione. Gli oppositori della decisione continuarono comunque, dentro ed anche fuori dell'APA, la loro battaglia per il reinserimento dell'omosessualità nell'elenco delle malattie mentali, fondando a tale scopo apposite organizzazioni internazionali molto attive e molto ben finanziate, in genere d'ispirazione religiosa, quale il Narth, la en:National Association for Research and Therapy of Homosexuality nato nel 1992, oggi presente anche in Italia, che lotta "perché sia garantito agli omosessuali il diritto a farsi curare". Religiosa è anche l'ispirazione dei principali studiosi che oggi criticano tale decisione, come il filosofo cattolico Joseph Nicolosi (presidente del Narth), o lo psichiatra Gerard van den Aardweg.

La cancellazione viene spesso criticata da associazioni come il sopra citato Narth obiettando che la condizione di malattia mentale non si decide in base a un voto a maggioranza. L'obiezione è sensata, ma tace il fatto che furono gli oppositori della revisione, e non i sostenitori, a chiedere una procedura anomala quale un referendum, rifiutando le procedure normali in questi casi.



Tagan

..Omega.Rav..
07-09-2006, 20.38.52
Aridaje.

L'omosessualità non è che abbia cause scatenanti ANCHE nel disturbo psicologico: non ne ha proprio!!!

Non è una patologia in alcun modo.

le due cose non sono correlate, il corpo umano reagisce in modi differenti quando è sottoposto a grandi quantità di stress, non ho detto che l'omosessualità è una patologia, ho detto che tra i motivi che possono manifestarla c'è anche (e lo dico per esperienza personale nel vedere persone che ci sono passate) il disturbo psicologico. Non ho mai letto libri di testo, non sono uno psicologo e certamente non ho voglia/tempo/cazzi di mettermi a fare il ricercatore su wikipedia/google, quello che scrivo è perchè l'ho visto / sentito raccontare da persone che ci sono passate.


Uh? :mumble:

mi sembra chiaro


Non viene considerata una malattia semplicemente perché dopo una lunga ricerca e numerosi test è stato dichiarato che non lo è.

non ho mai affermato il contrario.


Scusami, ma tu hai definito omosessuali delle persone solo perché ti pizzicavano le chiappe?

no, io ho fatto una battuta. Dovrebbe essere puro humor (humor nero, visto i miei rapporti con il mio stesso sesso che è anche l'altro sesso). Non azzardarti a farmi credere che prendi alla lettera tutto quello che si scrive sui forum... potrei cominciare a scrivere che spalmarsi la faccia con la cacca fa passare le rughe :sisi:

Tagan
07-09-2006, 20.41.27
Tipo: "secondo voi l'abuso di figa porta alla dipendenza?"
E soprattutto cosa avrebbe da dire al riguardo Tagan...........
:asd:


Tagan a riguardo è insaziabile, ovvero gli piace troppo la topa......

e non esiste abuso.....indi dateci sotto.......:sisi:



Tagan

Peter Pan
07-09-2006, 20.45.13
Tu sai che è in via di completazione il DSM V........

poi ci sarà un DSM VI e così via........


Quindi il DSM IV non vale nulla? :azz:

Aspetta che escano e poi vedi che dicono: nel frattempo vige il IV e in base a quello hai torto.


nel 1974 fu eliminata l’omosessualità ego-sintonica dal DSM III, ma vi fu aggiunta l'omosessualità ego-distonica.


Siamo nel 2006.
Il DSM IV è del 1993.


L'opposizione alla revisione


:sleep:

Tagan
07-09-2006, 20.53.44
Aspetta che escano e poi vedi che dicono: nel frattempo vige il IV e in base a quello hai torto.







:sleep:


Io ci andrei piano con gli assolutismi, perchè la psicologia non è una scienza esatta come lo è la matematica.......

indi quello che potrebbe aver torto, sei tu.....
e con questo non pretendo di aver io la ragione.......


staremo a vedere e cmq questo non cambia la mia opinione in merito....




Tagan

Braveheart1984
07-09-2006, 20.54.16
Si, questo è anche vero.
Ma nella ricerca saprai bene che prima si prendono tutte le ipotesi e poi si analizzano per scartarle una ad una.

Le origini psicologiche sono state eliminate.


Mah, da quanto ho letto io non mi pare...e poi scusa, a questo punto mi sorge una domanda: se l'omosessualità non ha origini psicologiche, perché il feticismo, la zoofilia o la pedofilia dovrebbero averne?

Tagan
07-09-2006, 20.57.05
Mah, da quanto ho letto io non mi pare...e poi scusa, a questo punto mi sorge una domanda: se l'omosessualità non ha origini psicologiche, perché il feticismo, la zoofilia o la pedofilia dovrebbero averne?


In effetti qui Peter Pan ha torto......
tutto converge negli ultimi anni sulla psicologia, parlando ovviamente di omosessualità.......

oramai è appurato che il disturbo origina dalla psiche.....



Tagan

Raphael_Ravil
07-09-2006, 20.58.10
E con questa domanda il cerchio si chiude, si riparte dalle parafilie... Poi se non sbaglio Hob Gadling interviene e lo confuta... Poi arrivo io... Ci viene impartita la perla di saggezza del 2+2 e tutto continua come è iniziato.

Le possibilità qui sono due: o qualcuno non ha argomentazioni oppure siamo rimasti incastrati in un loop spaziotemporale...

Voi che dite?:asd:

..Omega.Rav..
07-09-2006, 20.59.49
Mah, da quanto ho letto io non mi pare...e poi scusa, a questo punto mi sorge una domanda: se l'omosessualità non ha origini psicologiche, perché il feticismo, la zoofilia o la pedofilia dovrebbero averne?

considera però che l'omosessualità ha come oggetto di desiderio un "qualche cosa" che si può facilmente "reperire", gli altri esempi da te citati in genere partono dal desiderio di qualcosa che sconfina dalla sfera della sessualità comune (edit), scadendo spesso in frustrazione.


E con questa domanda il cerchio si chiude, si riparte dalle parafilie... Poi se non sbaglio Hob Gadling interviene e lo confuta... Poi arrivo io... Ci viene impartita la perla di saggezza del 2+2 e tutto continua come è iniziato.

Le possibilità qui sono due: o qualcuno non ha argomentazioni oppure siamo rimasti incastrati in un loop spaziotemporale...

Voi che dite?:asd:

che i loop sono una figata :sisi: credo si andrà avanti finchè il loop non diventerà un flip (o un lock :asd: )

Raphael_Ravil
07-09-2006, 21.03.15
(o un lock :asd: )
Dio ce ne salvi, questa masnada di imbecilli mi sta facendo fare le più grosse risate di questo periodo. Finchè non andrò a comperare un libro di Luttazzi non potrò sperare in meglio...

.Orfeo.
07-09-2006, 21.05.02
Mah, da quanto ho letto io non mi pare...e poi scusa, a questo punto mi sorge una domanda: se l'omosessualità non ha origini psicologiche, perché il feticismo, la zoofilia o la pedofilia dovrebbero averne?

Perchè l'omosessualità esiste anche in specie animali che sfruttano la sessualità per riprodursi, primati in primis.
D'accordo sul fatto che l'uomo è un animale evoluto, però non si può non considerare il fatto che l'omosessualità sia un fenomeno presente e assai diffuso in natura.
Inoltre la domanda da porsi, ripeto, non è "quali sono le cause dell'omosessualità", la domanda corretta è "Qual è la genesi delle tendenze sessuali umane, etero o omosessuali che siano".
La risposta più logica probabilmente è che l'orientamento sessuale umano dipenda in realtà da una molteplicità e interazione di vari fattori.

Inoltre la differenza con le parafilie ti è stata già data da hob all'inizio di questo thread.Le parafilie presentano un disagio clinico che non si riscontra nell'omosessualità, che non a caso è considerato un orientamento sessuale, non una parafilia.

Peter Pan
07-09-2006, 21.11.39
Io ci andrei piano con gli assolutismi


Ci andresti ma mica lo fai.


la psicologia non è una scienza esatta come lo è la matematica.......

Questa è solo filosofia spicciola che si traduce così: :climbmir:

Non cambia la realtà delle cose: ad oggi il riferimento unico e sacrosanto è il DSM. Quello che tu puoi pensare no.



indi quello che potrebbe aver torto, sei tu.....


Potrei, in una ipotesi in cui il DSM non sia un punto di riferimento.

Ma siamo nella realtà in cui nell'ambito della Psicologia e della Pischiatria è l'unica fonte accreeditata.

Rassegnati.


staremo a vedere e cmq questo non cambia la mia opinione in merito....


:azz: e che è la lotteria? :asd:



Mah, da quanto ho letto io non mi pare...e poi scusa, a questo punto mi sorge una domanda: se l'omosessualità non ha origini psicologiche, perché il feticismo, la zoofilia o la pedofilia dovrebbero averne?

perché quelle sono parafilie e sono tutto un altro discorso che non c'entra con l'omosessualità


In effetti qui Peter Pan ha torto......

Lo dici tu: il DSM mi dà ragione. :asd:



tutto converge negli ultimi anni sulla psicologia, parlando ovviamente di omosessualità.......

oramai è appurato che il disturbo origina dalla psiche.....


Ma se nella lista dei disturbi (DSM) non risulta, quindi non è neppure un disturbo, come fa a essere un disturbo che ha origine nella psiche? :roll3:

:climbmir:


E con questa domanda il cerchio si chiude, si riparte dalle parafilie... Poi se non sbaglio Hob Gadling interviene e lo confuta... Poi arrivo io... Ci viene impartita la perla di saggezza del 2+2 e tutto continua come è iniziato.

Le possibilità qui sono due: o qualcuno non ha argomentazioni oppure siamo rimasti incastrati in un loop spaziotemporale...

Voi che dite?


Io dico: :climbmir:


le due cose non sono correlate, il corpo umano reagisce in modi differenti quando è sottoposto a grandi quantità di stress, non ho detto che l'omosessualità è una patologia, ho detto che tra i motivi che possono manifestarla c'è anche (e lo dico per esperienza personale nel vedere persone che ci sono passate) il disturbo psicologico.


Ma non c'entra affatto l'omosessualità.

Se qualcosa può essere associato ad essa, non è detto che si sia davanti a un caso di omosessualità.

Mi spiego meglio: la rosolia si presenta con determinati sintomi: tra questi c'è la febbre.
Facciamo per ipotesi che l'omosessualità abbia dei sintomi: tra questi ci sono i pizzicotti al sedere.

Ora, se uno ha la febbre, ha necessariamente la rosolia?
Se uno ti pizzica il sedere, è necessariamente gay?

Ora, già dal fatto che l'omosessualità non è una malattia e quindi non ha sintomi ai quali si può ricondurre tale malattia (ecco, mi ha pizzicato il culo quindi è gay!).


TI faccio presente che quello che hai detto tu non è proprio errato: in condizioni di stress ci si comporta in modo strano, vogliamo definirlo così? Ma non è omosessualità.

Esempio pratico: la goliardia. Essa si può manifestare in certe condizioni in cui i freni sociali sono diversi da quelli della norma. Ad esempio sotto le armi, nella camerata cominciano a scattare i tipici giochi da soldato. Raccogliere la saponetta, fustigarsi le chiappe con l'asciugamano, oppure stringere i testicoli per costringerti a fischiare (ok, i 5 minuti di vergogna per questi luoghi comuni me li faccio dopo).
Ma basta che uno ti tasta le palle per farti fischiare che allora è gay?

L'omosessualità è un concetto molto più vasto e complesso da poter essere ridotto a semplici atteggiamenti che si possono considerare tipici.

destino
07-09-2006, 21.26.23
Quindi il DSM IV non vale nulla? :azz:



ovvio vale solo quello che conviene a lui, non l'avevi ancora capito? :teach:

blamecanada
07-09-2006, 21.27.39
E con questa domanda il cerchio si chiude, si riparte dalle parafilie... Poi se non sbaglio Hob Gadling interviene e lo confuta... Poi arrivo io... Ci viene impartita la perla di saggezza del 2+2 e tutto continua come è iniziato.

Le possibilità qui sono due: o qualcuno non ha argomentazioni oppure siamo rimasti incastrati in un loop spaziotemporale...

Voi che dite?:asd:
Aiuto. Mi sono bloccato. Sono in un circolo vizioso. Sono socio. So ciò: ero nel mondo delle barzellette...

.Orfeo.
07-09-2006, 21.30.42
TI faccio presente che quello che hai detto tu non è proprio errato: in condizioni di stress ci si comporta in modo strano, vogliamo definirlo così? Ma non è omosessualità.

.Esattamente.

Probabilmente quelle persone avrebbero avuto esperienze omosessuali anche in altre circostanze.E' un po' come la leggenda secondo cui i ragazzi divenano omosessuali quando hanno un padre violento e una madre iperprotettiva.Ci sono omosessuali, è vero, che hanno genitori del genere, ma nella stessa misura in cui ci sono eterosessuali che si ritrovano nella medesima condizione.Si tratta di realtà che non sono affatto vincolate tra loro.

Peter Pan
07-09-2006, 21.46.09
ovvio vale solo quello che conviene a lui, non l'avevi ancora capito? :teach:


Ma tu non dovevi andare a studiare?

Fila subito sulla Wikipedia e non alzarti dalla sedia se prima non hai imparato almeno un lemma.

E non fare il furbo: i punti di sospensione non sono un lemma, seppure qualcuno ha sostenuto che lo sia.


Probabilmente quelle persone avrebbero avuto esperienze omosessuali anche in altre circostanze.


Soprattutto in età puberale è facile che si vengano a creare situazioni di intimità con un coetano del proprio stesso sesso, con cui già c'è una forte componente confidenzial: nulla di anormale, le seghe con l'amico del cuore sono di ordinaria amministrazione seppure non siano una tappa fondamentale e attraversata da tutti. Fa semplicemente parte dello sviluppo della personalità e della scoperta della sessualità.



La pubertà è quella fase in cui da asessuati si diventa sessualmente attivi (dal punto di vista biologico: ormoni a go-go), ovvio che il percorso è sconosciuto e può far paura. A illuminarlo ci sono molto spesso solo miti e credenze, senza fari veri e propri. E occorre sperimentare per accertarsi di persona di cosa si tratta, portandosi dietro curiosità dovute a domande che mai hanno avuto risposta o che mai si è avuto il coraggio di chiedere: e di questo sono responsabili i genitori che non curano l'educazione sessuali dei figli.
La pubertà quindi è proprio una fase utile a stabilire certe cose soprattutto con sé stessi: questa è una sega con un amico: mi piace? No. Preferirei ci fosse una ragazza? Sì. Almeno questo è chiarito.
Ci sono poi i casi in cui proprio in questa fase l'individuo scopre la sua preferenza sessuale: mi accarezzo con la mia imgliore amica, e trovo un piacere particolare. Crescendo e spreimentando con l'altro sesso, quello stesso piacere non si riuscirà ad eguagliare.
Da qui la scoperta delle proprie tendenze.

Ci terrei a sottolineare che dette così le cose possono sembrare banali, scontate o anche un po' stupide: che valgano come puro esempio di particolari casi che in nessun modo sono la norma.

Era giusto per sottolineare come nel passaggio della pubertà la scoperta della sessualità per molti individui può passare anche da rapporti intimi con i propri coetanei dello stesso sesso, senza necessariamente porre in essere una condizione di omosessualità della quale prendere atto.

vespino
08-09-2006, 00.58.51
le due cose non sono correlate, il corpo umano reagisce in modi differenti quando è sottoposto a grandi quantità di stress, non ho detto che l'omosessualità è una patologia, ho detto che tra i motivi che possono manifestarla c'è anche (e lo dico per esperienza personale nel vedere persone che ci sono passate) il disturbo psicologico. Non ho mai letto libri di testo, non sono uno psicologo e certamente non ho voglia/tempo/cazzi di mettermi a fare il ricercatore su wikipedia/google, quello che scrivo è perchè l'ho visto / sentito raccontare da persone che ci sono passate.



mi sembra chiaro



non ho mai affermato il contrario.



no, io ho fatto una battuta. Dovrebbe essere puro humor (humor nero, visto i miei rapporti con il mio stesso sesso che è anche l'altro sesso). Non azzardarti a farmi credere che prendi alla lettera tutto quello che si scrive sui forum... potrei cominciare a scrivere che spalmarsi la faccia con la cacca fa passare le rughe :sisi:


anke tu passi dall'etero sessualità..e quindi?

sentito parlare ? è bè...si ok sono sottoposto a qualcosa dalla mente? va bene così ?^_^

mò basta chiudete il topic ormai è FRULLATo...

vespino
08-09-2006, 01.15.17
AGGRESSIONE
Raid punitivo fuori dall'Arcigay
Tre giovani picchiati e insultati

Le vittime sono state avvicinati da un gruppetto di stranieri, probabilmente slavi, che li hanno dapprima insultati poi colpiti selvaggiamente con delle spranghe


Bologna, 7 settembre 2006 - Tre ragazzi gay sono stati pesantemente malmenati questa notte all'uscita da una delle serate organizzate dal circolo Arcigay «Il Cassero» di via don Minzoni di Bologna.

I tre, secondo quanto denunciato in un comunicato, sono stati dapprima insultati e poi colpiti con una spranga da tre individui, forse slavi, che viaggiavano su un'auto. «Grave è la preoccupazione che esprimiamo per l'ennesimo episodio di violenza omofobica che si inserisce in un clima di generale violenza che sembra contraddistingue requesti ultimi mesi - dice in un comunicato il presidente di Acrigay Matteo Cavalieri -Chiediamo che tali episodi non vengano sottovalutati, da anni Arcigay si batte per un provvedimento legislativo che equipari i crimini omofobici a quelli dettati da odio razziale, etnico, nazionale o religioso».


http://ilrestodelcarlino.quotidiano.net/chan/bologna:5434289: /2006/09/07:


e due...in pochi giorni...

Peter Pan
08-09-2006, 01.33.11
e due...in pochi giorni...


Vespino, tu sai quanto rispetto ti porto. E quanto comprendo il tuo impegno e la tua passione nel condurlo.

Però io interpreto questo tuo uoltimo post in un certo modo. E ti prego di perdonarmi se sbaglio, ti chiedo scusa se ho frainteso.
L'impressione che io ho è che tu stia rischiando di il solito errore che si può fare in questi casi. Ed è confondere le cose, vestire di abiti diversi una realtà, col rischio di travisarla e far si che altri la travisino.

Quelli da te citati sono solo degli episodi di violenza. Né più né meno che questo.

Ce ne sono a milioni nel mondo. Per tutti i pretesti possibili e inimmaginabili.
I pretesti cambiano, certo, ma alla fine le cause sono sempre quelle: l'ignoranza, la stupidità, l'odio.

Questi episodi sono di una gravità inaudita per il semplice fatto che sono stati compiuti. Non per chi ne è coinvolto.
Accadono tutti i giorni, ma probabilmente adesso trovano posto nei mezzi di informazione perché è il tema del momento.
Presto il vento cambierà e si parlerà di altro, sarà altro quello che farà notizia.

Ma le cose continueranno ad accadere, sempre il meno possibile mi auguro.

Ma tu intanto non caricare di significati questi episodi. Perché oltre a dare loro una importanza diversa da quella che hanno in realtà, tendi a deviare l'attenzione da una cosa all'altra.

L'una è la violenza. L'altra è la tua passione.

Non mescolarli.

Non strumentalizzare le cose.

Sempre che tu lo stia facendo, ovviamente in buona fede, ci mancherebbe.
Perché ripeto: se la mia impressione è sbagliata, se mi sto sbagliando, allora tanto meglio così.

..Omega.Rav..
08-09-2006, 01.37.57
Ma basta che uno ti tasta le palle per farti fischiare che allora è gay?

L'omosessualità è un concetto molto più vasto e complesso da poter essere ridotto a semplici atteggiamenti che si possono considerare tipici.

Libero di credere che il mio pensiero si basi su osservazione di atteggiamenti tipici. Del resto, c'è chi ha l'osservazione e chi ha google. A ognuno il suo.



anke tu passi dall'etero sessualità..e quindi?

sentito parlare ? è bè...si ok sono sottoposto a qualcosa dalla mente? va bene così ?^_^

mò basta chiudete il topic ormai è FRULLATo...

perdonami eh, ma non ci ho capito un cazzo.
che vorrebbe dire? che visto che non sono gay non ho diritto di esprimere una mia opinione in merito? sono eterosessuale quindi non posso parlare di quello che passano i miei amici omosessuali? francamente non me ne sbatte una fava di chi tu sia o di che cosa tu abbia passato, si scrive per discutere, mica per accusare (o almeno io faccio così). Se io dico che secondo me blah blah blah blah tu ti senti preso in causa? fatti tuoi. Si potrebbe parlare dello smaltimento delle lattine ma non dovresti sentirti una lattina a prescindere.
reply inutile. Ma allora l'omosessualità non è una malattia, è la sublimazione del vittimismo, e ne abbiamo qui un esempio lampante, signori.

edit: martox, come al solito, hai ragione tu.

Peter Pan
08-09-2006, 01.40.47
Libero di credere che il mio pensiero si basi su osservazione di atteggiamenti tipici. Del resto, c'è chi ha l'osservazione e chi ha google. A ognuno il suo.


Posso chiederti di spiegarmi meglio questo tuo intervento?

Non l'ho capito.

..Omega.Rav..
08-09-2006, 01.51.24
Posso chiederti di spiegarmi meglio questo tuo intervento?

Non l'ho capito.

Non vedo perchè la mia opinione debba essere sminuita basandosi sul fatto che porto come esempio osservazione di atteggiamenti invece di sprecarmi a citare testi accademici o ricerche di citazioni e/o frasi fatte. isi.

Peter, sinceramente, mi sembri una persona troppo intelligente per giocare a cercare il cavillo nella battutina, non siamo mica in politica ;) t'è rimasta impressa nel cervello 'sta cosa del pizzicotto al culo.

In condizioni di stress ci si comporta in modo strano, su questo siamo d'accordo: renditi conto che molte persone hanno problemi di carattere comportamentale legate alla mancanza di stabilità. Uno di questi problemi è l'omosessualità: al quale stadio poi si presenti è una questione di osservazione soggettiva, fatto sta che, malattia o meno, è un problema... ma non per un motivo di considerazione sociale, semplicemente perchè moltissime delle persone che si trovano nella situazione di doversi chiedere a quale sponda del fiume vogliono attraccare la barca sono, in primo luogo, a disagio con sè stessi.

Tagan
08-09-2006, 01.54.58
In condizioni di stress ci si comporta in modo strano, su questo siamo d'accordo: renditi conto che molte persone hanno problemi di carattere comportamentale legate alla mancanza di stabilità. Uno di questi problemi è l'omosessualità: al quale stadio poi si presenti è una questione di osservazione soggettiva, fatto sta che, malattia o meno, è un problema... ma non per un motivo di considerazione sociale, semplicemente perchè moltissime delle persone che si trovano nella situazione di doversi chiedere a quale sponda del fiume vogliono attraccare la barca sono, in primo luogo, a disagio con sè stessi.


Quoto



Tagan

Peter Pan
08-09-2006, 02.15.16
Non vedo perchè la mia opinione debba essere sminuita basandosi sul fatto che porto come esempio osservazione di atteggiamenti invece di sprecarmi a citare testi accademici o ricerche di citazioni e/o frasi fatte. isi.


Hai frainteso tutto quanto da me detto.

Innanzitutto citare testi accademici o ricerche o citazioni non è sprecarsi, è apportare materiale utile alla conversazione.

Detto questo, tutto ciò che tu chiami accademia e ricerche è frutto di osservazione. che non è proprio come la tua, ma fatta secondo determinati criteri scientifici.

E se permetti, tu avrai tutto il diritto di osservare le cose ed è lecito che tu lo faccia ed apporti anche il resoconto delle tue osservazioni.
Ma non puoi prendertela se ti si fa notare che le osservazioni da te fatte non provengono da un "occhio clinico".

Puoi osservare ciò che vuoi, ma per analizzare l'osservazione e trarne una interpretazione corretta occorrono strumenti che non possiedi.
E non vedo come possa essere offensivo o lesivo o sminuente: credo sia semplicemente un dato oggettivo che puoi invalidare solamente se dici di possedere gli strumenti adatti per interpretare quanto osservi.

Sempre riferito alla tua opinione, io non ho mai voluto sminuirla, ho semplicemente chiesto: sei sicuro di non esserti sbagliato? Perché tu puoi credere di aver visto certe cose, ma come puoi dire che quelle cose siano sintomo di quello che dici? Sei sicuro davvero di aver dato la giusta interpretazione alle tue osservazioni? Sulla base di cosa?

Ora, il mio non ha voluto affatto essere un attacco, semplicemente farti notare che per quanto tu possa essere convinto delle conclusioni a cui sei arrivato sulla base delle tue osservazioni, ti ho fatto notare che oggettivamente quanto da te riportato non è materiale sufficiente per stabilire che si trattasse di omosessualità: indipendente dalla capacità di osservazione o dagil strumenti di analisi, mi riferisco proprio alla tipologia di fenomeni osservati. Anche per questo ti ho chiesto un approfondimento a riguardo.

E ti ho anche spiegato perché.
E ti ho anche chiesto in modo tranquillo quali fossero esattamente le cose che tu hai visto e perché le hai interpretate in quel modo.
Mi spieghi in cosa ti sei sentito sminuito?


renditi conto che molte persone hanno problemi di carattere comportamentale legate alla mancanza di stabilità. Uno di questi problemi è l'omosessualità:

Ho già detto chiaramente e ribadito più volte che è proprio questo il concetto di base ad essere errato: l'omosessualità non è un problema di carattere.

Ho specificato che in condizioni di stress molte persone pongono in essere una serie di atteggiamenti: questi non sono affatto riconducinbili a omosessualità, né essi possono esserne sintomi in quanto l'omosessualità non è una malattia, quindi non ha sintomi ad essa correlata.

Ti ripeto inoltre che tu puoi anche essere libero di pensarla in modo diverso da questo, ma sempre che sarai in errore perché è stato scientificamente provato che l'omosessualità non è legata alla psiche, quindi neppure ai suoi disturbi.

Ci possono essere atteggiamenti che possono essere scambiati per omosessualità: sarà sempre un errore voler capire l'orientamento sessuale di una persona sulla base di pochi atteggiamenti, a meno che non si abbia un occhio clinico.
Perché moltissimi individui spesso appaiono come non sono.

Ed è un errore anche considerare che un particolare gesto sia indice di omosessualità in modo inequivocabile: se hai una stanza buia e accendi la luce, non vuol dire che sia spuntato il Sole.


al quale stadio poi si presenti è una questione di osservazione soggettiva,

Ribadendo il fatto che non si tratta di un disturbo della personalità, e che quindi è errato parlare di stadi, l'osservazione soggettiva va sempre confrontata e paragonata a determinati punti di riferimento che sono oggettivi per definizione.


fatto sta che, malattia o meno, è un problema...

Stai ancora a porre il dubbio che sia una malattia? Convinciti: è stato appurato che non lo è, è una certezza che non lo è.

Altro errore di considerazione: l'omosessualità come problema.

L'omosessualità non è un problema. Ma è il modo in cui la si affronta che è problematico, ma di certo non per via dell'omosessualità in sé, ma per e cose che gravitano intorno.

Innanzitutto una società che ci ha indottrinati in un determinato modo su un tema che presenta ancora molti tabù e che crea ancora disagio.


ma non per un motivo di considerazione sociale, semplicemente perchè moltissime delle persone che si trovano nella situazione di doversi chiedere a quale sponda del fiume vogliono attraccare la barca sono, in primo luogo, a disagio con sè stessi.

E invece è proprio un motivo di considerazione sociale.

Quando un individuo prende atto di essere omosessuale e accetta di esserlo, non gli si pone il problema di essere gay, ma di come potrà rapportarsi alla società (famiglia, parenti, amici ecc.)

E nel momento in cui l'individuo deve decidere dove attaccare la barca, come dici tu, non è perché sta male con sé stesso, ma perché il suo disagio arriva proprio dall'esterno. È indotto dalla società, quindi l'unico motivo del disagio dell'omosessuale è sociale, perché il suo disagio è chiedersi come imposterà la sua vita in futuro quando dovrà rapportarsi alla società, non con sé stesso.
Seppure non si esclude che questo passaggio possa esserci, ma fa parte della conflittualità interiore che ognuno di noi ha davanti ad ogni problema o cambiamento che deve affrontare.
Pertanto se un individuo che accerta la sua sessualità vive uno stato di disagio con sé stesso non è perché è una prerogativa dell'omosessualità, ma perché è normale che durante un passaggio importante della vita di ognuno si affronta questa situaizone di disagio personale.

Braveheart1984
08-09-2006, 02.18.07
Io vorrei far notare a tutti quanti una cosa: penso che molti di voi qua dentro abbiano visto film che trattano la vita in carcere (l'ultimo che ho visto è stato "Fuga da Alcatraz"). Ebbene, come mai in questi film spesso e volentieri si vedono degli individui che fanno ai novellini certe proposte? Eppure spesso gli individui in questione sono tutt'altro che effeminati. E' vero che sto parlando di film; ma sappiamo anche che i film molto spesso si ispirano alla vita, e quindi c'è sempre un fondo di verità. Inoltre circola spesso (anche in questi lidi) un detto che recita: "In tempi di carestia, ogni buco è una galleria". Ed ecco a questo punto che, forse, sotto sotto, quello che ha detto Omega Rav sullo stress è vero. Inoltre in giro se ne sentono di storie di Vip arcimilionari che, annoiati dalla vita, decidono di provare l'esperienza omosessuale.....
Un'ultima, anche se so già che solleverò un vespaio: sul sito www.evangelici.net c'è l'apposito forum dove si parlano molto anche di sessualità. Certe persone, parlando dell'omosessualità, hanno assserito che alcuni compagni di fede omosessuali hanno "cambiato rotta", e si sono sposati con donne.

Peter Pan
08-09-2006, 02.35.13
Io vorrei far notare a tutti quanti una cosa: penso che molti di voi qua dentro abbiano visto film che trattano la vita in carcere (l'ultimo che ho visto è stato "Fuga da Alcatraz"). Ebbene, come mai in questi film spesso e volentieri si vedono degli individui che fanno ai novellini certe proposte? Eppure spesso gli individui in questione sono tutt'altro che effeminati.


Quello di cui parli è un fenomeno che nulla ha a che fare con l'omosessualità.

Più che una questione di orientamento sessuale, quei casi sono da inquadrare più nel fenomeno della gerarchia negli ambienti ristretti e costretti (carcere, camerata, classe, tutte quelle situazioni in cui gli individui sono costretti a vivere e a interagire loro malgrado). Quelli di cui parli sono metodi utilizzati per stabilire chi comanda.
Ed è certo che fanno leva su meccanismi atavici e inconsci.
Ma come hai detto tu, non sono affatto segnali di omosessualità, né latente né dichiarata, ma rientrano nel novero di segnali equivocabili di cui parlavo prima.


Ed ecco a questo punto che, forse, sotto sotto, quello che ha detto Omega Rav sullo stress è vero.

Sì, quello che dice Rav l'ho già specificato qualche post più sopra.
Ma sono fenomeni che non sono in alcun modo legati all'omosessualità.
È questa una distinzione molto importante che occorre fare per non scadere appunto in una visione distorta della cosa.


Inoltre in giro se ne sentono di storie di Vip arcimilionari che, annoiati dalla vita, decidono di provare l'esperienza omosessuale.....

Anche in quel caso non si parla di omosessualità, ma di comportamenti deviati che possono anche portare a quei fenomeni di cui parlo che non vanno assolutamente confusi con l'omosessualità.

Come posso essere più esplicito: se qualcuno vuole troncarvela in culo non è necessariamente omosessuale, così come l'omosessuale non è sempre dietro ai muri con l'attrezzo armato pronto ad approfittare di un momento di distrazione.
Atti e fenomeni che possono essere equivocati come omosessuali non sono indice di omosessualità, essendo essa una questione molto più profonda che non si esterna attraverso quei fenomeni.


Certe persone, parlando dell'omosessualità, hanno assserito che alcuni compagni di fede omosessuali hanno "cambiato rotta", e si sono sposati con donne.

Espongo ora mie opinioni personali molto più di quanto fatto in precedenza.

Omosessualità non è un marchio che si stampa a fuoco nella carne.
Non è un errore genetico, non è un male incurabile.
Non è un male.
Si tratta anche di un modo di concepire i sentimenti, di sentire il prossimo, di vivere la propria vita. Che non è legato ad una scelta, ma a una presa di coscienza.
Così come molte persone si scoprono omosessuali, può anche succedere che un giorno un gay si accorga di non essere più attratto dagli uomini, di non trovare più in loro quello che provavano un tempo e sentono che invece quello di cui hanno bisogno (e si interpreti bene questo termine, non sto parlando affatto di opportunismo), lo trovano ora nelle donne.

IMHO.

vespino
08-09-2006, 02.56.43
Vespino, tu sai quanto rispetto ti porto. E quanto comprendo il tuo impegno e la tua passione nel condurlo.

Però io interpreto questo tuo uoltimo post in un certo modo. E ti prego di perdonarmi se sbaglio, ti chiedo scusa se ho frainteso.
L'impressione che io ho è che tu stia rischiando di il solito errore che si può fare in questi casi. Ed è confondere le cose, vestire di abiti diversi una realtà, col rischio di travisarla e far si che altri la travisino.

Quelli da te citati sono solo degli episodi di violenza. Né più né meno che questo.

Ce ne sono a milioni nel mondo. Per tutti i pretesti possibili e inimmaginabili.
I pretesti cambiano, certo, ma alla fine le cause sono sempre quelle: l'ignoranza, la stupidità, l'odio.

Questi episodi sono di una gravità inaudita per il semplice fatto che sono stati compiuti. Non per chi ne è coinvolto.
Accadono tutti i giorni, ma probabilmente adesso trovano posto nei mezzi di informazione perché è il tema del momento.
Presto il vento cambierà e si parlerà di altro, sarà altro quello che farà notizia.

Ma le cose continueranno ad accadere, sempre il meno possibile mi auguro.

Ma tu intanto non caricare di significati questi episodi. Perché oltre a dare loro una importanza diversa da quella che hanno in realtà, tendi a deviare l'attenzione da una cosa all'altra.

L'una è la violenza. L'altra è la tua passione.

Non mescolarli.

Non strumentalizzare le cose.

Sempre che tu lo stia facendo, ovviamente in buona fede, ci mancherebbe.
Perché ripeto: se la mia impressione è sbagliata, se mi sto sbagliando, allora tanto meglio così.

Capisco il tuo pensiero..ma non è così...lho postato, essendo già aperto il discorso omosessualità per non aprire o riaprire magari anche il topic sotto....tutto qui...:birra:

Non voglio confondere le cose a nessuno,anche xke ognuno pensa con il proprio cervello..come lo fai tu ed io...lho fatto ..e non volevo crare casini

vespino
08-09-2006, 03.00.06
Io vorrei far notare a tutti quanti una cosa: penso che molti di voi qua dentro abbiano visto film che trattano la vita in carcere (l'ultimo che ho visto è stato "Fuga da Alcatraz"). Ebbene, come mai in questi film spesso e volentieri si vedono degli individui che fanno ai novellini certe proposte? Eppure spesso gli individui in questione sono tutt'altro che effeminati. E' vero che sto parlando di film; ma sappiamo anche che i film molto spesso si ispirano alla vita, e quindi c'è sempre un fondo di verità. Inoltre circola spesso (anche in questi lidi) un detto che recita: "In tempi di carestia, ogni buco è una galleria". Ed ecco a questo punto che, forse, sotto sotto, quello che ha detto Omega Rav sullo stress è vero. Inoltre in giro se ne sentono di storie di Vip arcimilionari che, annoiati dalla vita, decidono di provare l'esperienza omosessuale.....
Un'ultima, anche se so già che solleverò un vespaio: sul sito www.evangelici.net c'è l'apposito forum dove si parlano molto anche di sessualità. Certe persone, parlando dell'omosessualità, hanno assserito che alcuni compagni di fede omosessuali hanno "cambiato rotta", e si sono sposati con donne.


la sessualità è una cosa complicata..non è bianco e nero...come a 30/40/50 anni gente sposata con figli va con un uomo/o donna (in caso i lesbica) diventano omosessuali... non è ne bianco e ne nero..nella sessualità si deve lasciare libera scelta..e libera tutela...a nessuno deve importare se io voglio donna o uomo...posso innamorarmi di un uomo, come un anno dopo di una donna...o mai di un uomo e di una donna si o viceversa..purtroppo la sessualità non si spiega in quattro e quattrotto..
quindi quella cosa riportata dal sito evangelici è vera,ma va anche rigirata per completarla... :birra:

vespino
08-09-2006, 03.02.56
Libero di credere che il mio pensiero si basi su osservazione di atteggiamenti tipici. Del resto, c'è chi ha l'osservazione e chi ha google. A ognuno il suo.




perdonami eh, ma non ci ho capito un cazzo.
che vorrebbe dire? che visto che non sono gay non ho diritto di esprimere una mia opinione in merito? sono eterosessuale quindi non posso parlare di quello che passano i miei amici omosessuali? francamente non me ne sbatte una fava di chi tu sia o di che cosa tu abbia passato, si scrive per discutere, mica per accusare (o almeno io faccio così). Se io dico che secondo me blah blah blah blah tu ti senti preso in causa? fatti tuoi. Si potrebbe parlare dello smaltimento delle lattine ma non dovresti sentirti una lattina a prescindere.
reply inutile. Ma allora l'omosessualità non è una malattia, è la sublimazione del vittimismo, e ne abbiamo qui un esempio lampante, signori.

edit: martox, come al solito, hai ragione tu.


ho quotato te visto che è da 30 pagine che si rigira nei soliti discorsi senza arrivare a un qualcosa...
e ho detto "frullato" non xke te sei alla frutta,ma xke il topic lo è......:birra:

Peter Pan
08-09-2006, 04.00.51
Capisco il tuo pensiero..ma non è così...lho postato, essendo già aperto il discorso omosessualità per non aprire o riaprire magari anche il topic sotto....tutto qui...


Mi permetti una domanda: perché l'hai postato?


lla sessualità non si spiega in quattro e quattrotto..
quindi quella cosa riportata dal sito evangelici è vera,ma va anche rigirata per completarla...


Si, appunto quello che sto dicendo da ore: l'omosessualità è espressione di un qualcosa di più grande e complesso.

Talmente complesso che sono mpolte le cose che possono rappresentarla, ma mai in modo esaustivo.
Ogni storia sarà sempre un aspetto, una sfaccettatura, ma mai uno standard.

Asuterisuku
08-09-2006, 08.29.06
Ragazzi, il discorso e' estremamente semplice.
La maggior parte degli interventi dimostra estrema confusione e in molti casi presunzione nella raccolta/analisi delle informazioni sull'argomento, che siano esse scientifiche o a livello di novella 2000.
In alcuni casi esiste addirittura manipolazione delle informazioni. Oserei dire malafede.
L'omosessualita' NON e' una malattia. Cosi' e' stato decretato dagli organi superiori.
Nessuno di noi ha il diritto di contestarli, non piu' di quanto si abbia il diritto di affermare che il gusto per l'opera lirica lo sia.
A me non appartengono ne' l'una ne' l'altra cosa, ma non per questo mi ritengo piu' sana delle persone che invece le apprezzano o praticano.
Che poi ci si appelli ad assurdita' senza pari per giustificare il proprio razzismo... non e' solo disgustoso, ma anche piuttosto meschino.
Siete eterosessuali? Cazzi vostri.
Siete omosesuali? Cazzi vostri.
Non sussiste motivo di dibattimento sul tema piu' di quanto ne esista sui gusti musicali, alimentari, artistici, etc.
L'omosessualita' non reca danno a nessuno.
L'ignoranza, il razzismo e l'intolleranza si.

.Orfeo.
08-09-2006, 08.45.29
Non vedo perchè la mia opinione debba essere sminuita basandosi sul fatto che porto come esempio osservazione di atteggiamenti invece di sprecarmi a citare testi accademici o ricerche di citazioni e/o frasi fatte. isi.



Non si tratta di voler sminuire la tua opinione, si tratta di voler rimanere il più possibile nel campo dell'oggettività.L'esperienza personale, per quanto lecita, in qualsiasi contesto, non raggiunge questo obiettivo, al contrario di una ricerca scientifica o di uno studio approfondito, vuoi per il campione di riferimento, vuoi per i criteri usati etc.



renditi conto che molte persone hanno problemi di carattere comportamentale legate alla mancanza di stabilità. Uno di questi problemi è l'omosessualità:
Ma l'omosessualità non è un problema comportamentale.Sebbene come ti ha ripetuto peter determinati traumi o situazioni di stress possono portarci ad assumere comportamenti insoliti, ed è verissimo, questo non ha alcuna attinenza con l'omosessualità, proprio perchè l'omosessualità essendo una normale variante della sessualità umana, e non un disturbo, non puo' essere inquadrata come conseguenza o sintomo di una condizione di stress.


è un problema... ma non per un motivo di considerazione sociale, semplicemente perchè moltissime delle persone che si trovano nella situazione di doversi chiedere a quale sponda del fiume vogliono attraccare la barca sono, in primo luogo, a disagio con sè stessi.
Può diventare un problema, certo, ma proprio per un motivo di considerazione sociale.
Il disagio che si può provare all'inizio con se stessi è determinato dal fatto che fin da quando veniamo al mondo assorbiamo incosciamente o meno i modelli della cultura eterosessista in cui viviamo.Questo meccanismo è anche detto modeling, ovvero l'imitazione dei modelli della società e delle persone con cui veniamo in contatto.E' la cultura di una data società che ci rende diversi e ci incasella in regole di comportamento che non dovrebbero necessariamente valere per tutti.L’idea che all’uomo e alla donna competano ruoli prestabiliti è talmente radicata nella società che è praticamente impossibile non crescerne intrisi.Le caratteristiche associate al ruolo di genere non sono innate, come si pretende che siano, ma acquisite.
Chi pensa facendo una distinzione della societa in base ai ruoli di genere ritiene che una donna, per il fatto di essere donna, debba necessariamente (per natura) assumere i comportamenti ritenuti tipici della donna.Stesso ragionamento per l'uomo.Quando l'uomo o la donna infrangono il ruolo di comportamento che gli è stato imposto ddalla società (e questo non vale solo per l'omosessulaità) subentra la stigmatizazzione.La società vede dei nemici in coloro che non si adattano più ai ruoli di genere che ha imposto.Un individuo ad esempio che vive in un contesto eterosessista quindi sarà portato a discriminare, stigmatizzare, sfottere chi non rispetta i ruoli di comportamento che la società di cui fa parte gli ha trasmesso e imposto.E tanto più entrerà in confilitto con se stesso quando si renderà conto di averlo infranto pure lui.

L'omosessualità quindi diventa un problema nel momento in cui si inizia a viverla male.E il disagio, anche dopo che chi ha inclinazioni omosessuali è riuscito ad accettarsi, come ti è stato già detto, subentra nuovamente spesso nel contatto con la società di cui fa parte (famiglia, amici, etc.), la quale tende a bollare come sbagliato, insano (chiaramente facendo le dovute distinzioni) il fatto che si possa amare una persona del proprio sesso.

.Orfeo.
08-09-2006, 08.58.23
"In tempi di carestia, ogni buco è una galleria". Ed ecco a questo punto che, forse, sotto sotto, quello che ha detto Omega Rav sullo stress è vero. Inoltre in giro se ne sentono di storie di Vip arcimilionari che, annoiati dalla vita, decidono di provare l'esperienza omosessuale.....
Ma guarda che l'omosessualità non è solo stroncarlo in culo al primo novellino che giunge in cella.Quello di cui tu parli è un fenomeno che esiste (Alcuni la chiamano omosessualità "situazionale") ma che rientra in realtà nella serie di comportamenti di dominio/sottomissione che si riscontra in determinate specie animali (come nei cani o nei lupi, dove esistono regole gerarchiche ben precise).Poi conta che stare rinchiuso in un carcere non è una situazione normale e come è facile immaginare può portare i detenuti ad assumere comportamenti insoliti, ma questo non ha alcuna attinenza appunto con l'omosessualità, che peraltro ci tengo a far notare non riguarda solo la sfera del sesso, ma è un fenomeno molto più articolato e complesso, che coinvolge anche la sfera dei sentimenti (che mi sembra qua in molti diano davvero per scontato).



Un'ultima, anche se so già che solleverò un vespaio: sul sito www.evangelici.net c'è l'apposito forum dove si parlano molto anche di sessualità. Certe persone, parlando dell'omosessualità, hanno assserito che alcuni compagni di fede omosessuali hanno "cambiato rotta", e si sono sposati con donne.
Vabe, Brave, non voglio sfotterti, giuro, ma ti sembra che una fonte come quella può dirsi vagamente attendibile?Anche il Narth si proproneva di "curare" gli omosessuali portandoli sulla strada dell'eterosessualità.Poi ti vai a fare un giretto su google e scopri, ma guarda un po', che è un centro studi di ispirazione cristiana e finanziato dalla destra teocon statunitense.
Poi è vero che l'orientamento sessuale umano non deve essere immaginato come qualcosa di eternamente fisso e immutabile, così come è sbagliato pensare che si possa essere solo omosessuali, bisessuali ed eterosessuali (Quando invece tra le tre "etichette" ci passano infinite realtà).Nel tempo chiunque potrebbe cambiare tranquillamente inclinazioni sessuali, questo lo diceva anche Kinsey.

Tagan
08-09-2006, 10.31.36
E se permetti, tu avrai tutto il diritto di osservare le cose ed è lecito che tu lo faccia ed apporti anche il resoconto delle tue osservazioni.
Ma non puoi prendertela se ti si fa notare che le osservazioni da te fatte non provengono da un "occhio clinico".

.



Perchè l' okkio clinico ce l' hai tu e quegli psichiatri che a tavolino hanno votato se togliere l' omosessualità dai manuali di psichiatria (DSM).

Perchè è andata proprio così mio caro Peter Pan............

E a determinare questo sono state pressioni sempre più forti da parte di lobby di potere, con scopi precisi e non certo dal buon senso scientifico.

E sapessi quanti psicologi e psichiatri si sono opposti, vedendo buttati
all' aria più di 50 anni di ricerca ed analisi, vedi Freud, Adler, Jung..........

e tanti altri che di okkio clinico ne avevano molto più del tuo........

Ma grazie a Dio fior fiore di scienziati degni di questo nome, stanno rivedendo le scemenze compiute da gente che di quei famosi principi morali, deontologici,
di scienza e coscienza, se ne sono altamente fregati.........


Per la maggior parte degli psicologi moderni, l' omosessualità rimane un disturbo, a prescindere da un trattato oramai inattendibile come il DSM IV....
che certamente vedrà la fine con i nuovi DSM...........







Tagan

destino
08-09-2006, 10.34.42
Un'ultima, anche se so già che solleverò un vespaio: sul sito www.evangelici.net c'è l'apposito forum dove si parlano molto anche di sessualità. Certe persone, parlando dell'omosessualità, hanno assserito che alcuni compagni di fede omosessuali hanno "cambiato rotta", e si sono sposati con donne.

tranquillo nessun vespaio, il mio filtro mi permette tranquillamente di nn aprirlo :asd:

sul discorso che gente per un certo periodo puo essere omosessuale e poi tornare a essere etero, a parte che puo benissimo accadere anche l'opposto, ma qua bisogna essere chiari: non stiamo parlando di una malattia ma di gusti personali.
Esempio: se per quest'anno io invece di tifare juve mi decidessi a tifare inter sarei malato?




( forse si :asd: )

Raphael_Ravil
08-09-2006, 10.35.20
E sapessi quanti psicologi e psichiatri si sono opposti, vedendo buttati all' aria più di 50 anni di ricerca ed analisi, vedi Freud, Adler, Jung..........
Freud, Adler e Jung si saranno sicuramente lamentati tantissimo nel 1993...:roll:

Ma che buffone che sei.:asd:

Tagan
08-09-2006, 10.37.28
tranquillo nessun vespaio, il mio filtro mi permette tranquillamente di nn aprirlo :asd:

sul discorso che gente per un certo periodo puo essere omosessuale e poi tornare a essere etero, a parte che puo benissimo accadere anche l'opposto, ma qua bisogna essere chiari: non stiamo parlando di una malattia ma di gusti personali.
Esempio: se per quest'anno io invece di tifare juve mi decidessi a tifare inter sarei malato?




( forse si :asd: )


Bravissimo destino, hai appena comprovato che l' omosessualità è una scelta...........perchè omosessuali non si nasce ma si diventa........

Per il discorso malattia, l' omosessualità è un disturbo psicologico.




Tagan

destino
08-09-2006, 10.40.44
Bravissimo destino, hai appena comprovato che l' omosessualità è una scelta...........perchè omosessuali non si nasce ma si diventa........

Per il discorso malattia, l' omosessualità è un disturbo psicologico.




Tagan

e se anche fosse una scelta? :doubt:
chi cazzo sei tu per modificare le scelte personali di un individuo? :doubt:

In una societa di diritto ognuno ha la liberta di fare di se quello che vuole.

cmq ho anche detto che eterosessuali si diventa, perche questa parte l'hai saltata a pie pari? non ti conveniva nel confutare la tua tesi? :asd:

Tagan
08-09-2006, 10.41.07
Questo è quello che è accaduto



L'opposizione alla revisione


Tuttavia alcuni psichiatri, guidati da Edmund Bieber e Charles Socarides, contestarono aspramente la revisione dell'elenco, sostenendo che l'omosessualità è sempre una patologia e che è possibile (anzi, è doveroso) curarla. Allo scopo di contrastare la revisione dell'elenco delle malattie mentali avanzarono inoltre una richiesta insolita, ottenendo che la cancellazione dell'omosessualità fosse sottoposta a un vero e proprio referendum tra tutti gli iscritti all'APA. Il referendum, tenuto per posta, confermò comunque la decisione favorevole alla cancellazione. Gli oppositori della decisione continuarono comunque, dentro ed anche fuori dell'APA, la loro battaglia per il reinserimento dell'omosessualità nell'elenco delle malattie mentali, fondando a tale scopo apposite organizzazioni internazionali molto attive e molto ben finanziate, in genere d'ispirazione religiosa, quale il Narth, la en:National Association for Research and Therapy of Homosexuality nato nel 1992, oggi presente anche in Italia, che lotta "perché sia garantito agli omosessuali il diritto a farsi curare". Religiosa è anche l'ispirazione dei principali studiosi che oggi criticano tale decisione, come il filosofo cattolico Joseph Nicolosi (presidente del Narth), o lo psichiatra Gerard van den Aardweg.

La cancellazione viene spesso criticata da associazioni come il sopra citato Narth obiettando che la condizione di malattia mentale non si decide in base a un voto a maggioranza. L'obiezione è assolutamente sensata.



Tagan

Raphael_Ravil
08-09-2006, 10.42.20
La hai già incollata quella parte, coglione, e allora?
Perchè non vai a rompere il cazzo a Edmund Bieber e Charles Socarides?:asd:

destino
08-09-2006, 10.43.58
Gli oppositori della decisione continuarono comunque, dentro ed anche fuori dell'APA, la loro battaglia per il reinserimento dell'omosessualità nell'elenco delle malattie mentali, fondando a tale scopo apposite organizzazioni internazionali molto attive e molto ben finanziate, in genere d'ispirazione religiosa, quale il Narth, la en:National Association for Research and Therapy of Homosexuality nato nel 1992, oggi presente anche in Italia, che lotta "perché sia garantito agli omosessuali il diritto a farsi curare". Religiosa è anche l'ispirazione dei principali studiosi che oggi criticano tale decisione, come il filosofo cattolico Joseph Nicolosi (presidente del Narth), o lo psichiatra Gerard van den Aardweg.


ah ecco ora è DAVVERO tutto molto chiaro.

Tagan
08-09-2006, 10.44.42
e se anche fosse una scelta? :doubt:
chi cazzo sei tu per modificare le scelte personali di un individuo? :doubt:

In una societa di diritto ognuno ha la liberta di fare di se quello che vuole.

cmq ho anche detto che eterosessuali si diventa, perche questa parte l'hai saltata a pie pari? non ti conveniva nel confutare la tua tesi? :asd:


Intanto con questo si è buttato giù un muro di convinzione che i gay usano per pararsi da eventuali resposabilità della propria scelta, dicendo che omosessuali si nasce.........

e questo sottindende anche che si può guarire, basta volerlo.

e non è cosa da poco.



Tagan

destino
08-09-2006, 10.45.54
e questo sottindende anche che si può guarire, basta volerlo.


Tagan

iniziamo a guarire gli interisti prima, fidati che è prioritario

poi vengono ovviamente i tifosi di max biaggi

Tagan
08-09-2006, 10.48.05
Oggi l' acneiko è più susscettibile di ieri........e ricomincia con le offese.


Capisco, non hai seguito il mio consiglio di usare acido muriatico e soda caustica, risolveresti il problema, ma nutro forti dubbi di che cosa sia più acido tra te e la soda caustica............

e forse neanche quella ci può far nulla.



Tagan

Raphael_Ravil
08-09-2006, 10.49.12
Cavalla golosa!:asd:

Tagan
08-09-2006, 10.49.34
iniziamo a guarire gli interisti prima, fidati che è prioritario

poi vengono ovviamente i tifosi di max biaggi


Su questo potremmo anche essere d' accordo.........:sisi:




Tagan

Asuterisuku
08-09-2006, 10.54.22
Perchè l' okkio clinico ce l' hai tu e quegli psichiatri che a tavolino hanno votato se togliere l' omosessualità dai manuali di psichiatria (DSM).

Perchè è andata proprio così mio caro Peter Pan............

E a determinare questo sono state pressioni sempre più forti da parte di lobby di potere, con scopi precisi e non certo dal buon senso scientifico.

Rotfl, tu c'eri?


E sapessi quanti psicologi e psichiatri si sono opposti, vedendo buttati
all' aria più di 50 anni di ricerca ed analisi, vedi Freud, Adler, Jung..........

Sigmund Freud (1856-1939)
Alfred Adler (1870-1937)
Carl Gustav Jung (1875-1961)

Le loro lamentele sono state messe a verbale.
Le hanno autenticate ai confini della realta'.


e tanti altri che di okkio clinico ne avevano molto più del tuo........

Ma almeno impara a scrivere italiano, va, che quello nun se trova su wikipedia.


Ma grazie a Dio fior fiore di scienziati degni di questo nome, stanno rivedendo le scemenze compiute da gente che di quei famosi principi morali, deontologici (lol inside),
di scienza e coscienza, se ne sono altamente fregati.........

Il bue che dice cornuto all'asino.
Ma da che pulpito?


Per la maggior parte degli psicologi moderni, l' omosessualità rimane un disturbo, a prescindere da un trattato oramai inattendibile come il DSM IV....
che certamente vedrà la fine con i nuovi DSM...........


Ti comunico che uno psicologo/psichiatra che metta in trattamento un paziente per guarirlo dall'omosessualita' rischia di essere portato davanti all'ordine, se scoperto.
Proprio come un ortopedico che metta in terapia una persona dotata di polidattilia.
O un dentista che impianti i denti del giudizio a chi ne sia carente.
L'omosessualita' NON e' un disturbo comportamentale.
Nel 1973 l'American Psychiatric Association (APA) prese atto dell'assenza di prove scientifiche che giustificassero la precedente catalogazione dell'omosessualità come patologia psichiatrica, cancellandola dal suo elenco delle malattie mentali, il Diagnostic and Statistical Manual of Mental Disorders.
Nel 1974 fu eliminata l’omosessualità ego-sintonica dal DSM III, ma vi fu aggiunta l'omosessualità ego-distonica.
Dal DSM, che fa testo in tutto il mondo, l'omosessualità ego-distonica sarebbe stata cancellata soltanto con decisione presa il 17 maggio 1990, destinata ad entrare in vigore a partire con la promulgazione della nuova edizione del DSM IV, il 1 gennaio 1994.
Dopo la cancellazione dell'omosessualità ego-distonica dalla lista dell'OMS, la posizione ufficiale del mondo scientifico, sia negli Usa, sia negli altri Paesi occidentali, ivi inclusa l'Italia, è che l'omosessualità costituisce "una variante del comportamento sessuale umano".

Il compito dell'operatore della salute mentale (psicologo, psichiatra, psicoterapeuta) di fronte a un caso di omosessualità ego-distonica è pertanto aiutare il paziente ad armonizzare la sua tendenza con il resto della personalità in modo ego-sintonico, e non quello di modificarne la tendenza.

APA (http://www.well.com/user/aquarius/apastatement.htm)
American Psychiatric Association (http://healthyminds.org/glbissues.cfm)
Saggio su "Omosessualità e salute mentale" (http://psychology.ucdavis.edu/rainbow/html/facts_mental_health.html)

Detto questo, puoi pure raccontarmi che l'Olocausto e' una montatura, l'allunaggio un montaggio cinematografico e Elvis Presley è ancora vivo.
Resteranno sempre e solo tue opinioni, di nessuna autorita'.

billygoat
08-09-2006, 10.56.45
www.evangelici.net

mamma che tristezza quel forum...
è assurdo vedere quante paranoie possa tirarsi la gente per un pompino... :eek2:

va beh, mi riesclisso che vedo che siamo ancora fermi al punto di partenza... :asd:

Tagan
08-09-2006, 11.00.16
Rotfl, tu c'eri?



Sigmund Freud (1856-1939)
Alfred Adler (1870-1937)
Carl Gustav Jung (1875-1961)

Le loro lamentele sono state messe a verbale.
Le hanno autenticate ai confini della realta'.






Da quei confini proviene la verità.........


l' omosessualità è un disturbo psicologico.






Tagan

Asuterisuku
08-09-2006, 11.05.40
Da quei confini proviene la verità.........

l' omosessualità è un disturbo psicologico.

Tagan

:azz:

Onestamente... mai nessuno si e' reso ridicolo quanto te.
Il tuo negare pedissequamente la realta' delle cose, peraltro, e' indice di una forte sindrome dissociativa, che ti consiglio di mettere sotto terapia.
Rilevo anche una forte componente paranoica, manie di persecuzione ed una certa tendenza ad aggrapparti a curiose teorie cospirative.
Tutto cio' porta all'individuazione di seri disturbi della personalita' e del comportamento, che potrebbero essere deleteri in un normale contesto sociale.
Consiglio una terapia psichiatrica.

Edit: ma dacci un taglio, che da molto tempo hai passato il segno. Ora di capire quando e' il caso di ritirarsi.

Raphael_Ravil
08-09-2006, 11.07.53
Rilevo anche una forte componente paranoica, manie di persecuzione ed una certa tendenza ad aggrapparti a curiose teorie cospirative.

http://forums.multiplayer.it/showpost.php?p=4365504&postcount=385

Tagan
08-09-2006, 11.10.10
:azz:

Edit: ma dacci un taglio, che da molto tempo hai passato il segno. Ora di capire quando e' il caso di ritirarsi.



Suscettibile il bimbo........

ti consiglio subito il pediatra........:sisi:
se non riesci a far la cacca lui ti fa il clisterino........:kiss:




Tagan

Asuterisuku
08-09-2006, 11.12.39
http://forums.multiplayer.it/showpost.php?p=4365504&postcount=385

Mi era sfuggito :roll3:

Asuterisuku
08-09-2006, 11.14.35
Suscettibile il bimbo........

ti consiglio subito il pediatra........:sisi:
se non riesci a far la cacca lui ti fa il clisterino........:kiss:




Tagan

Oh, vedo che finalmente hai smesso di giocare ad un livello piu' alto del tuo...
Bello quando le cose si aggiustano.

:asd:

Raphael_Ravil
08-09-2006, 11.19.41
Mi era sfuggito :roll3:
Ho tirato fuori certe perle di saggezza pulp in questo 3d... Solo che è improbabile che vengano mai lette tutte.:asd:

Piuttosto dimmi: tu non sei un utente nuovo, ma un ritorno non è vero? Perchè se non sei un ritorno la questione della "stella che danzava" mi sta cominciando a dare sui nervi...