PDA

Visualizza versione completa : Il mondo che cade..



Boe.
23-08-2006, 11.16.32
Non sono solito sparare su un qualunque forum i miei pensieri più profondi.. Delle volte però capita di non potere contare sui propri amici vista l'intensità e quello che causerebbe.

Mi sta cadendo il mondo addosso..

Sono fidanzato da 8 anni e con alternative fortune posso ritenermi tutto sommato felice. Due anni prima sono stato con una ragazza conosciuta in modo splendido, con la quale sono stato assieme meno di un anno. Poi è finita per la distanza (lei studiava a milano) e subito dopo un bel muro di blocchi di granito me l'ha fatta odiare con tutto il mio sangue. Una avventura con un altro mentre eravamo assieme è venuta fuori..

Sono passati gli anni, ognuno ha fatto la propria vita e per entrambi ci sono stati interminabili momenti in cui ci si pensava a vicenda. Ricordi splendidi che sono culminati in grandi corteggiamenti da parte sua (single e io fidanzato) e in una avventura senza sesso (ok sempre tradimento ma è importante il dettaglio). Passa ancora il tempo, lei si laurea e ritorna con la promessa che si sarebbe dedicata con tutta se stessa ad insidiare il mio rapporto con la mia attuale compagna.

Sembrano quelle storie scritte, gli amori della vita che hanno il lieto fine. Sembrava tutto così strano e spettacolare, io che non riesco a fare il grande salto con la mia fidanzata (con la quale non riusciamo a vedere un futuro..) e l'incredibile complicità con l'ex diventata oramai amica.

Lo scorso luglio sono passati 10 anni tondi. Il ricordo di una estate magnifica, lei, la macchina nuova, un divertimento senza fine e ovviamente il pensiero è ricaduto a lei. In questi giorni nella mia macchina non fa che suonare il cd dell'estate 96 e confesso che il cuore lacrima...

Di lei nessuna traccia da mesi. E' tornata 10 mesi fa e non l'ho più ne vista ne sentita. Fino ad oggi. Ho saputo che è incinta. E il mondo mi crolla addosso....

Chrean
23-08-2006, 11.23.20
Sembra una che si diverte a giocare con gli altri e a stare al centro dell'attenzione. Meglio perderla che (ri)trovarla.

Cinicamente tuo,
Chrean.

Fabio
23-08-2006, 11.24.38
...e con alternative fortune...

Si dice alterne, non alternative.

Eowyn.
23-08-2006, 11.29.59
Sembra una che si diverte a giocare con gli altri e a stare al centro dell'attenzione. Meglio perderla che (ri)trovarla.

Cinicamente tuo,
Chrean.Praticamente quello che ho pensato io. :)


io che non riesco a fare il grande salto con la mia fidanzata (con la quale non riusciamo a vedere un futuro..)Non correre il rischio di trascinare una storia solo per abitudine... :Palka:

Boe.
23-08-2006, 11.38.19
Rileggendo - a parte l'errore puntiglioso billino - in effetti potrebbe sembrare così, ma vi assicuro che il decennio è stato vissuto con estrema serenità e sincerità. La sola volta ho ceduto io per scelta, lei è stata sempre "esemplare", prova ne è il fatto che ogni volta che salivo a Milano dormivo da lei e mai ha provato a far nulla...

Quello che mi meraviglia non sono i nostri pensieri ma gli eventi che sempre mi hanno fatto pensare a un libro già scritto.. Se così non fosse non capisco perchè non riesco ad accettare che si sia fatta una vita..

Chrean
23-08-2006, 11.47.56
Quello che mi meraviglia non sono i nostri pensieri ma gli eventi che sempre mi hanno fatto pensare a un libro già scritto.. Se così non fosse non capisco perchè non riesco ad accettare che si sia fatta una vita..

Forse perché ti ostini a non ascoltarti.
A me sembra che neppure tu voglia farti una vita, mentendo così a te stesso e alla tua compagna attuale.
Stai vivendo nella nostalgia di un tempo passato che non tornerà, tanto più ora che lei aspetta un pargolo. Avreste potuto, al tempo, tenere duro e provare ad avvicinarvi. Per amore si fa questo e altro, ma forse non eravate pronti nè disponibili a un tale salto.
Ci sono tante variabili in gioco e non si può essere sempre categorici in casi come questi, ma mi azzardo ugualmente ad affermare che ciò che è sbagliato è che per tutti questi anni hai dichiarato amore a una persona che non era l'unica nei tuoi pensieri. Su quali basi puoi pensare di costruire qualcosa con la tua attuale ragazza, dal momento che in tutti questi anni sei tornato ripetutamente con la mente al passato immaginandolo come un presente alternativo?
Purtroppo è dannatamente pericoloso il ricordo delle storie passate, anche perché il tempo mitiga le asperità e tende a farne dimenticare gli aspetti negativi e fastidiosi, lasciandone ben impressi soltanto i momenti magici.
In altre parole, non hai ancora ben capito da che parte stare. Dovresti prendere a due mani l'onestà ed affrontare le scelte da cui sei fuggito per tutti questi anni, a mio parere.
Forse scoprirai che nessuna delle due parti che conosci è quella adatta a te...

stan
23-08-2006, 11.51.49
Perchè in fin dei conti ti ci eri affezzionato, forse un po' troppo.

bejita
23-08-2006, 12.37.12
molla quella con cui stai ora, se hai sti dubbi e poi te la sposio finisce che divorziate dopo un mese

destino
23-08-2006, 12.48.08
a che ora passa a dirti che il figlio è tuo?


a parte gli scherzi rifletti sul rapporto di coppia che c'e tra te e la tua ragazza, solo tu sai quello che provi per lei, cerca dentro di te e saprai la risposta

Antinoos
23-08-2006, 12.51.23
scusa se mi permetto.. Lasciale andare, nella tua mente, via dalla tua vita, entrambe... La persona con cui sei adesso.. è evidente (almeno a leggerne così) che non siete abbastanza vicini, non la vedi nel tuo futuro se non desideri - non vedi - costruire un futuro con lei. Vi fareste male, soltanto.
Se..l'altra non ti ha più chiamato, ha probabilmente ben altro nel cuore.. tu forse, almeno più recentemente, quando si è detta decisa a strapparti all'altra, per lei sei più una sorta di.. puntiglio? di modo di dimostrare il suo 'potere' [in senso lato] di seduzione ..anch'esso in senso lato: se-ducere, di "condurti a sé", di _avvincerti_ a sé. Di avvincere.. chiunque a sé. Abbastanza significativa la sua propensione ad avere storie con altri quando già impegnata (lei con te), o con altri già impegnati (te con l'altra).
Fai un favore a te stesso. Lasciale andare, permetti alla tua mente e al tuo cuore di lasciarle andare. Di lasciarti andare lontano da entrambe, di farti una vita tua.
Se magari non sarai più fortunato o meno inquieto, almeno sfuggirai ad un ..paio di errori abbastanza certi...

:birra:

Mischa
23-08-2006, 12.55.01
In questi giorni nella mia macchina non fa che suonare il cd dell'estate 96 e confesso che il cuore lacrima...Cambia CD, problema risolto.

Scrockman
23-08-2006, 13.29.09
http://www.youtube.com/watch?v=3upmUcSdwq8

funker
23-08-2006, 14.04.13
Si dice alterne, non alternative.
Ti ci mando io, in culo, se vuoi.

Boe.
23-08-2006, 14.30.57
Cambia CD, problema risolto.

:azz: è bloccato li dal 96.. sarà per quello che non me la tolgo dalla testa...

Peter Pan
23-08-2006, 14.38.48
Ti ricordi quella puntata dei Simpsono in cui Lisa fa avvicinare Bart alla culla di Maggie: gli fa vedere una palla e gli fa notare che Maggie non la sta pensando perché intenta ad altri giochi, ma non appena le toglie la palla Maggie si volta e decide che vuole giocare con la palla.
Questo perché quando si hanno le cose spesso si presta loro un'attenzione minore di quanta ne diamo quando le cose ci vengono tolte.

Ma nel tuo caso può essere solo una questione di nostalgia, magari alimentata dal fatto che con la tua compagna le cose non vanno come vorresti.

Ma poi scusami, hai dimenticato che lei ti ha tradito e che l'hai odiata con tutto il sangue?
Il tempo tende a blandire le cose brutte e a esaltare le cose belle, questo è risaputo, ma non credi sia un po' esagerato così? ;)

Brian O'Blivion
23-08-2006, 14.40.25
E il mondo mi crolla addosso....

Quella è la prassi,ma uno che fa amico mio?Si alza e continua,sei tu ad insegnarmelo...inutile fare paragoni,niente è mai la stessa cosa e continuando,finiresti col contaminare il presente col passato.

Guarda avanti:birra:

Boe.
23-08-2006, 15.09.19
Peter quello che mi fa pensare è che sono riuscito a perdonarla e sono riuscito a fare quello che lei ha fatto a me alla mia attuale ragazza... Chi è vittima del suo male pianga se stesso?...

Fratello Brian so che andare avanti è logico e naturale, mi turba il fatto è che è la sola volta che mi sono letteralmente pentito delle mie decisioni e non essere ritornato sui miei passi per puro orgoglio non mi ha fatto chiudere il cuore per questa controversa fiamma..

Tutto sommato ero convinto di avere trovato un saggio equilibrio, ma sapere la notizia oggi e la reazione che ho avuto mi ha turbato terribilimente..

Peter Pan
23-08-2006, 15.12.41
sono riuscito a fare quello che lei ha fatto a me alla mia attuale ragazza...

Io sono sempre stato convinto che questo sia un sintomo.

aciddeath
23-08-2006, 15.32.19
Ti ci mando io, in culo, se vuoi.
con quel reply non posso che condividere..

Brian O'Blivion
23-08-2006, 15.44.00
Tutto sommato ero convinto di avere trovato un saggio equilibrio, ma sapere la notizia oggi e la reazione che ho avuto mi ha turbato terribilimente..

Sai,è successo anche a me,stesse emozioni...voglio dire,i fatti esterni,a volte,non sono altro che catalizzatori che interagiscono nei momenti cruciali di crescita della mente e dello spirito,muovono cose dentro,naturalmente li identifichiamo con persone o elementi ma in realtà,sono processi interiori,è l'anima che dialoga con se stessa e sbircia verso l'infinito,ciò porta forme di sensibilità superiore,come la reminiscenza,il rammarico e il senso,come lo chiamo io,delle brezze perdute,sai che tutto si muove in te,che entri nella fase dell'apice di maturità del tuo stadio e il passato,ecco che torna,come una mano\droga amica,qualcosa che percepisci come conforto e attimo di respiro poichè andare verso il futuro non è affatto facile amico mio,checchè se ne dica,non è facile per niente,è croce e delizia,petalo e lama e tanta tanta paura,sarebbe innaturale non provarne.

Decidi con molta calma e soprattutto giudizio la tua relazione attuale...non credere mai di aver trovato un saggio equilibrio,non è roba che trovi o perdi,la costruisci in tempo reale e costantemente,pezzo dopo pezzo,la sicurezza di ieri potrebbe,per varie circostanze,non essere adatta ad oggi e infrangersi al minimo soffio,è solo un continuo scivolare sul ghiaccio sottile di un nuovo giorno (cit.)

:birra:

Eowyn.
23-08-2006, 16.10.23
Io sono sempre stato convinto che questo sia un sintomo.
"Un matrimonio non finisce mai solo per un'infedeltà: quello è un sintomo che qualcos'altro non va".
"Ah sì? Beh, quel sintomo si scopa mia moglie".Io sono sempre stata convinta che questa sia una gran cazzata. :D

Con te è amore, con le altre è solo sesso. (cit.)

Peter Pan
23-08-2006, 16.22.09
Io sono sempre stata convinta che questa sia una gran cazzata.

Che il tradimento sia un sintomo?

Eowyn.
23-08-2006, 16.31.52
Che il tradimento sia un sintomo?Sì. Non vedo perchè provare piacere con una persona diversa (facendo, di conseguenza, qualcosa di diverso) sia sintomo che non si stia bene con il partner.
E quando dico "di diverso" non dico che con l'amante si facciano giochetti strani che non il partner si evitano. Semplicemente che il sesso fatto con persone diverse (a parità di "cosa" si faccia) ha sapori, suoni, sensazioni diverse.
Neanche tra un milione di anni quelle sensazioni particolari potresti viverle con la persona che ami (così come non puoi vivere quelle che provi con l'amato facendo sesso con l'amante)... Perchè questo dovrebbe essere un sintomo?

Chrean
23-08-2006, 16.34.24
Sì. Non vedo perchè provare piacere con una persona diversa (facendo, di conseguenza, qualcosa di diverso) sia sintomo che non si stia bene con il partner.
E quando dico "di diverso" non dico che con l'amante si facciano giochetti strani che non il partner si evitano. Semplicemente che il sesso fatto con persone diverse (a parità di "cosa" si faccia) ha sapori, suoni, sensazioni diverse.
Neanche tra un milione di anni quelle sensazioni particolari potresti viverle con la persona che ami (così come non puoi vivere quelle che provi con l'amato facendo sesso con l'amante)... Perchè questo dovrebbe essere un sintomo?

Probabilmente vero, ma sulla base di questo si dovrebbero rivedere le comuni concezioni di amore e relazione intese come rapporti unici e totalizzanti.
Per contro, però, sono fermamente convinto che il piacere provato con la persona che si ama è decisamente superiore a qualsiasi altro, se l'intesa sessuale è perfetta e il sentimento profondo. Sensazione fisica + coinvolgimento emotivo forte = terremoto.
Terremoto :metal:

Eowyn.
23-08-2006, 16.41.43
sono fermamente convinto che il piacere provato con la persona che si ama è decisamente superiore a qualsiasi altro, se l'intesa sessuale è perfetta e il sentimento profondo. Sensazione fisica + coinvolgimento emotivo forte = terremoto.
Terremoto :metal:
Mai detto o pensato il contrario. ;)

Chrean
23-08-2006, 16.59.21
Mai detto o pensato il contrario. ;)

Appunto, ma ricollegandomi a quanto da te asserito si può quindi concludere che, se l'intensità della sensazione provata con la persona "giusta" è maggiore a qualunque altra, forse non ha molto senso andare a cercare altro, anche se si tratta di sensazioni, sapori, odori diversi.

Eowyn.
23-08-2006, 17.03.16
Appunto, ma ricollegandomi a quanto da te asserito si può quindi concludere che, se l'intensità della sensazione provata con la persona "giusta" è maggiore a qualunque altra, forse non ha molto senso andare a cercare altro, anche se si tratta di sensazioni, sapori, odori diversi.
No.
A me piace il tiramisù più di qualunque altro dolce. Lo ADORO.
Ma non è che mangio solo quello o che schifo gli altri dolci. Mi piacciono anche gli altri. In maniera diversa e in misura minore, ma mi piacciono. Dovrei fare a meno di mangiarli?

edit: o pensare che il mangiare una crostata di fragole sia il sintomo che non amo più il tiramisù? :D

Chrean
23-08-2006, 17.14.45
No.
A me piace il tiramisù più di qualunque altro dolce. Lo ADORO.
Ma non è che mangio solo quello o che schifo gli altri dolci. Mi piacciono anche gli altri. In maniera diversa e in misura minore, ma mi piacciono. Dovrei fare a meno di mangiarli?

edit: o pensare che il mangiare una crostata di fragole sia il sintomo che non amo più il tiramisù? :D

La differenza è che il tiramisù non spera di essere l'unico dolce che mangi, di conseguenza non soffre la gelosia. ;)

Boe.
23-08-2006, 17.26.27
La differenza è che il tiramisù non spera di essere l'unico dolce che mangi, di conseguenza non soffre la gelosia. ;)

Già.. e pensare che sono sempre stato geloso da matti.. Con lei invece mai..

Quando chr ha citato il terremoto.. Beh.. con l'ex altro che terremoto eravamo...

Eowyn.
23-08-2006, 17.27.13
La differenza è che il tiramisù non spera di essere l'unico dolce che mangi, di conseguenza non soffre la gelosia. ;)
Aspetta. Io contestavo (e contesto e contesterò a vita) il fatto che se uno va a letto con un altro significa che "qualcosa non va" nel rapporto.
Non ho mai preso in considerazione il punto di vista del tradito. Valuto solo quello del traditore, che, IMHO, non tradisce necessariamente perchè "insoddisfatto/deluso/triste".
Dire che il tradimento è un sintomo è una cazzata. Punto.

Riguardo la gelosia. Insieme all'invidia e all'ipocrisia lo reputo il peggior sentimento del mondo.
Ami qualcuno? Allora vuoi che sia felice. Se per esserlo ha bisogno di farsi una fetta di crostata di fragole (cit.) ogni tanto... che sia. Altrimenti non ami: pretenti il possesso.
Non solo. Pretendi il possesso e stai male per questo!
Oh! guardati, mio signore, dalla gelosia: è il mostro dagli occhi verdi che schernisce la carne di cui si nutreIronico, no?
Peggio ancora. Pretendi il possesso, soffri e fai soffrire per il tuo comportamento!!

Era Desdemona che avrebbe dovuto strangolare Otello. :|


edit:

Già.. e pensare che sono sempre stato geloso da matti.. Con lei invece mai..
Quando chr ha citato il terremoto.. Beh.. con l'ex altro che terremoto eravamo...Lei.. quale? O_o

Ripeto: non correre il rischio di trascinare un rapporto per abitudine.

Boe.
23-08-2006, 17.35.38
edit:
Lei.. quale? O_o
Ripeto: non correre il rischio di trascinare un rapporto per abitudine.

La ex ovvio.. Con la attuale il rapporto è proprio abitudine ma non riesco ad abbandonarla perchè senza me precipiterebbe...

Chrean
23-08-2006, 17.38.21
Aspetta. Io contestavo (e contesto e contesterò a vita) il fatto che se uno va a letto con un altro significa che "qualcosa non va" nel rapporto.
Non ho mai preso in considerazione il punto di vista del tradito. Valuto solo quello del traditore, che, IMHO, non tradisce necessariamente perchè "insoddisfatto/deluso/triste".
Dire che il tradimento è un sintomo è una cazzata. Punto.

Non si tradisce anche perché si *rispetta* la persona con cui si vive.
I panni del tradito sono indubbiamente pessimi da indossare, in quanto implicano una serie di interrogativi su sè stessi e la capacità di soddisfare il partner.


Riguardo la gelosia. Insieme all'invidia e all'ipocrisia lo reputo il peggior sentimento del mondo.
Ami qualcuno? Allora vuoi che sia felice. Se per esserlo ha bisogno di farsi una fetta di crostata di fragole (cit.) ogni tanto... che sia. Altrimenti non ami: pretenti il possesso.
Non solo. Pretendi il possesso e stai male per questo! Ironico, no?
Peggio ancora. Pretendi il possesso, soffri e fai soffrire per il tuo comportamento!!

Era Desdemona che avrebbe dovuto strangolare Otello. :|

Appunto, voglio che sia felice con me, e se deve rinunciare a qualche fetta di crostata di fragole lo faccia. D'altra parte una relazione comporta anche dei piccoli "sacrifici" di tanto in tanto, non credi?

Brian O'Blivion
23-08-2006, 17.44.11
ma non riesco ad abbandonarla perchè senza me precipiterebbe...

Questo è un aspetto molto delicato e purtroppo chiunque ti consiglierebbe di non far buttare tempo nè il suo e nemmeno il tuo,questo sarebbe il male più grave,anche se all'apparenza non sembrerebbe,costi quel che costi,il rapporto attuale si basa su parametri molto pericolosi.

Per il resto,quoto Eowyn in toto.

Eowyn.
23-08-2006, 17.56.42
Chr34n il problema qui è uno. Io. :D
Io che non sono gelosa e che nel mio rapporto ho regole chiare e semplici, per noi, ma inconcepibili per gli altri (e vale anche per il discorso "sacrifici"). Il rispetto verso l'altro c'è (in entrambi le "direzioni"), così come c'è la complicità, la stima, l'affetto, la passione... in una parola: Amore. Ed è così da 7 anni, mica rapportino mordi e fuggi da liceale.
Ciò non toglie che abbiamo regole da rispettare nostre e che, su quelle, mi baso. Vuole la crostata? Che se la prenda e me lo dica. La voglio io? Indovina cosa faccio..
So che non è un sintomo, per nessuno dei due, e trovo stupido dar per scontato che lo sia.

Questo è un aspetto molto delicato e purtroppo chiunque ti consiglierebbe di non far buttare tempo nè il suo e nemmeno il tuo,questo sarebbe il male più grave,anche se all'apparenza non sembrerebbe,costi quel che costi,il rapporto attuale si basa su parametri molto pericolosi.
:birra:

Chrean
23-08-2006, 18.04.57
Chr34n il problema qui è uno. Io. :D
Io che non sono gelosa e che nel mio rapporto ho regole chiare e semplici, per noi, ma inconcepibili per gli altri (e vale anche per il discorso "sacrifici"). Il rispetto verso l'altro c'è (in entrambi le "direzioni"), così come c'è la complicità, la stima, l'affetto, la passione... in una parola: Amore. Ed è così da 7 anni, mica rapportino mordi e fuggi da liceale.
Ciò non toglie che abbiamo regole da rispettare nostre e che, su quelle, mi baso. Vuole la crostata? Che se la prenda e me lo dica. La voglio io? Indovina cosa faccio..
So che non è un sintomo, per nessuno dei due, e trovo stupido dar per scontato che lo sia.

:birra:

Credo che Peter si riferisse a un rapporto inteso nel senso più comune del termine. Le regole che voi seguite non sono particolarmente singolari, ma neppure così diffuse nelle coppie che conosco...
Che dici, faccio un saltino a Prata? :angel2:

Eowyn.
23-08-2006, 18.09.32
Credo che Peter si riferisse a un rapporto inteso nel senso più comune del termine.Ritengo, comunque, che dire che sia un sintomo sia sbagliato.
Al di là delle mie regole, conosco gente che scopa qui e lì, ma sta benissimo con il partner che ha (ma in questo caso, diciamocelo, il rispetto verso l'altro se ne va in mona).

Che dici, faccio un saltino a Prata? :angel2:Non sai qual è la regola a cui mi attengo io. :asd:

stan
23-08-2006, 18.12.57
Non sai qual è la regola a cui mi attengo io. :asd:

C'entra la cera? :asd:

naky
23-08-2006, 18.15.50
Le regole che voi seguite non sono particolarmente singolari

regole? ma voi siete fuori di cranio http://img67.imageshack.us/img67/9691/308bz9.gif

Brian O'Blivion
23-08-2006, 18.20.53
regole? ma voi siete fuori di cranio http://img67.imageshack.us/img67/9691/308bz9.gif

Cara,una persona,tranne che non lo voglia con tutte le forze,è possesso solo delle forze invisibili che ne determinano vita e morte...e quando si muore non puoi delegare nessuno,nemmeno chi ti possiede...l'ordine di coppia sviluppato da Eowin e Mario è quanto di più sano si possa trovare tra due persone che hanno una relazione,tutte queste menate sulla gelosia tritano i nervi,alla peggio finiscono ogni due giorni sui rotocalchi ove il marito dopo avere spappolato il cranio della lei a fucilate s'impicca.

Eowyn.
23-08-2006, 18.21.18
C'entra la cera? :asd:
No. Perchè? :doubt:

@Naky: fuori di cranio perchè sono state fissate regole o per le regole in sè?

stan
23-08-2006, 18.23.01
No. Perchè? :doubt:...


Niente era un riferimento cretino al topic delle vacanze.

Lascia stare. :asd:

Di0
23-08-2006, 18.23.11
No, Eo, tu sei fuori di cranio e basta. :asd:

Brian O'Blivion
23-08-2006, 18.24.54
@Naky: fuori di cranio perchè sono state fissate regole o per le regole in sè?

Le regole sono alla base di tutto,neanche esisteremmo senza regole...il grande pianista Monk,noto per le capacità improvvisative,sottolineava che il suo modus si avvaleva dell'utilizzo di una porzione della tastiera,scandendo a chiare lettere come in una libertà assoluta proprio le regole devono essere affinate e tenute sotto massima osservanza.

funker
23-08-2006, 18.34.13
Riguardo la gelosia. Insieme all'invidia e all'ipocrisia lo reputo il peggior sentimento del mondo. Ami qualcuno? Allora vuoi che sia felice. Se per esserlo ha bisogno di farsi una fetta di crostata di fragole (cit.) ogni tanto... che sia. Altrimenti non ami: pretenti il possesso.
Non solo. Pretendi il possesso e stai male per questo! Ironico, no?
Peggio ancora. Pretendi il possesso, soffri e fai soffrire per il tuo comportamento!
L'hai detto, gelosia. Ho passato delle brutte annate, devo dire che la mia adolescenza è stato un salto nel vuoto. Io 18 anni, lei 24. Londra. Un folle amore, una passione infinita. Love. Sex. Devotion. Dipendente, assuefatto da lei in ogni misera forma. Ogni gesto, ogni azione, ogni felicità, ogni dolore era un input che solo lei poteva darmi. Progressivamente, col passare del tempo, riducevo la stima di me stesso ad un mucchio di polvere. Mi lasciavo calpestare silenziosamente, cercando piccole rivincite in modo blando e infantile. O lei o niente. O lei o la morte. Quando venni mollato subii un gran colpo che, unito a tutta una serie di problemi, mi fece seriamente pensare al suicidio. Decisi di cambiare, tornai in Italia con un enorme bagaglio di dolore e di illusioni artificiali, detti anche psicofarmaci. Toccai il fondo è vero, in ogni senso, ma compresi molte cose. Tra queste, capii cosa determina la nascita della gelosia in un rapporto. Consapevole che la convivenza e l'amore sono bilance dai mille piatti, arrivai a realizzare che non c'è amore se non c'è serenità, e non c'è serenità se non c'è stima di se stessi. Quindi si è gelosi, poiché troppo dipendenti dal proprio partner. Non dobbiamo mai sottostare a nessuno, pur amando alla follia dobbiamo sempre essere in grado di stare in piedi con le nostre gambe.


Era Desdemona che avrebbe dovuto strangolare Otello.
:roll3:

naky
23-08-2006, 19.09.48
Io che non sono gelosa e che nel mio rapporto ho regole chiare e semplici, per noi, ma inconcepibili per gli altri (e vale anche per il discorso "sacrifici"). Il rispetto verso l'altro c'è (in entrambi le "direzioni"), così come c'è la complicità, la stima, l'affetto, la passione... in una parola: Amore. Ed è così da 7 anni, mica rapportino mordi e fuggi da liceale.
Ciò non toglie che abbiamo regole da rispettare nostre e che, su quelle, mi baso. Vuole la crostata? Che se la prenda e me lo dica. La voglio io? Indovina cosa faccio..
So che non è un sintomo, per nessuno dei due, e trovo stupido dar per scontato che lo sia.

schizzo solo al pensiero di sapere che magari la persona che sta con me è in giro a fare il gentiluomo con altre.. ma per un cazz guarda, gli spezzo le ossa una ad una.
non inizierei mai un rapporto dove ognuno fa i cazzi propri, anche se con regole del cavolo, non esiste.. preferisco essere lasciata, e lasciare, piuttosto che essere cornificata, o cornificare. per me non è assolutamente una cosa normale. boh, sul serio non capisco.. non ci vedo rispetto, ma zero proprio. se ho una relazione con una persona gli altri per me non contano un cazzo di niente.. questo però non vuol dire assolutamente che lo soffoco o che gli sto attaccata al culo, mai! non potrei mai farlo, detesto chi lo fa, anche perchè non sono il tipo.

Di0
23-08-2006, 19.21.40
schizzo solo al pensiero di sapere che magari la persona che sta con me è in giro a fare il gentiluomo con altre.. ma per un cazz guarda, gli spezzo le ossa una ad una.

Non preoccuparti, zappa, ti puoi considerare rifugiato politico, qui da me. :asd:

Braveheart1984
23-08-2006, 19.32.04
Penso che quando si è innamorati di qualcuno, quello che ci accade dentro di noi è fuori controllo: il cuore batte all'impazzata, lo stomaco si stringe...
Se quindi tu hai sentito il mondo caderti addosso come hai ricevuto la notizia, forse è ora di chiederti se provi ancora qualcosa per lei o meno.

Auguri per tutto:birra:

BESTIA_kPk
23-08-2006, 21.57.13
...
non inizierei mai un rapporto dove ognuno fa i cazzi propri, anche se con regole del cavolo, non esiste.. preferisco essere lasciata, e lasciare, piuttosto che essere cornificata, o cornificare. per me non è assolutamente una cosa normale. ...

Cazzi propri? Regole del cavolo?
Si chiamano "scelte".
"Lasciarsi" e "corna" non quadrano nulla con quanto detto da Eowyn.
Le corna spuntano all'insaputa e in una coppia chiusa.

La normalità? cos'è? ... brrr fortuna che non tutti/e siamo uguali.


Scusa Boe, ma il nascituro per te non significa che la storia è, e soprattutto rimane, un ricordo? nel bene e nel male è un capitolo chiuso, no?
Che ci sia ancora amicizia bene, per il resto fine...

Eowyn.
23-08-2006, 22.24.51
Si chiamano "scelte".
"Lasciarsi" e "corna" non quadrano nulla con quanto detto da Eowyn.
Le corna spuntano all'insaputa e in una coppia chiusa.:birra:

Vorrei precisare una cosa. Godere di una libertà è ben diverso dall' abusarne. ;)

Braveheart1984
24-08-2006, 00.39.12
:birra:

Vorrei precisare una cosa. Godere di una libertà è ben diverso dall' abusarne. ;)


O, ancora meglio, spesso si confonde la libertà con l'anarchia:)

Brian O'Blivion
24-08-2006, 10.26.32
:birra:

Vorrei precisare una cosa. Godere di una libertà è ben diverso dall' abusarne. ;)

Giusto,oltre ad imporre un impegno non indifferente che molti ignorano avvalendosi di quelle ritualità obsolete e preconfezionate da secoli.

:birra:

Chrean
24-08-2006, 11.47.39
O, ancora meglio, spesso si confonde la libertà con l'anarchia:)

L'anarchia è liberta. Non confondiamo l'anarchia col caos. :teach:

Chrean
24-08-2006, 11.55.57
schizzo solo al pensiero di sapere che magari la persona che sta con me è in giro a fare il gentiluomo con altre.. ma per un cazz guarda, gli spezzo le ossa una ad una.
non inizierei mai un rapporto dove ognuno fa i cazzi propri, anche se con regole del cavolo, non esiste.. preferisco essere lasciata, e lasciare, piuttosto che essere cornificata, o cornificare. per me non è assolutamente una cosa normale. boh, sul serio non capisco.. non ci vedo rispetto, ma zero proprio. se ho una relazione con una persona gli altri per me non contano un cazzo di niente.. questo però non vuol dire assolutamente che lo soffoco o che gli sto attaccata al culo, mai! non potrei mai farlo, detesto chi lo fa, anche perchè non sono il tipo.

In effetti a livello puramente teorico, la gelosia non avrebbe senso di esistere, SE e solo SE la fiducia fra due persone fosse totale ed incondizionata.
Non dovresti essere gelosa di un partner che ogni tanto si concede qualche scappatella, perché questo non minerebbe le basi del tuo rapporto nè testimonierebbe il venir meno dell'amore del tuo uomo verso di te: voleva "semplicemente" provare qualcosa di diverso a livello fisico.
E' una mentalità in cui non mi ritrovo, nella quale però riconosco una certa logica.
Anche io ho sempre pensato che la gelosia sia una debolezza generata dal timore di non essere apprezzati a sufficienza, ciononostante non riesco a farne completamente a meno, e non riesco a fare a meno di pensare al mio rapporto come unico e inviolabile da parte di persone esterne.