PDA

Visualizza versione completa : Curriculum



Mawer86
31-07-2006, 10.36.15
Ciao a tutti... :hello:
Adesso che ho finito la scuola vorrei (dovrei?) iniziare a lavorare, però non so nemmeno da dove iniziare per fare un curriculum. Mi dareste qualche consiglio, non tanto sulla struttura ma su cosa scrivere o sulle cose banali da evitare? Thanx

Tamarroid
31-07-2006, 10.41.53
Ciao a tutti... :hello:
Adesso che ho finito la scuola vorrei (dovrei?) iniziare a lavorare, però non so nemmeno da dove iniziare per fare un curriculum. Mi dareste qualche consiglio, non tanto sulla struttura ma su cosa scrivere o sulle cose banali da evitare? Thanx

Tanto per cominciare nel curriculum evita di descriverti come nell'avatar e nel titolo personalizzato :asd:

gefri
31-07-2006, 13.16.33
Tanto per cominciare nel curriculum evita di descriverti come nell'avatar e nel titolo personalizzato :asd:

l'umorismo semplice ma diretto è sempre il migliore :roll3:

Peter Pan
31-07-2006, 13.32.39
Su internet trovi il modello del curricul europeo (http://www.lavoro.regione.sicilia.it/b@checa/CV/CvEuropeoItaliano.doc).
Devi solo aprirlo e riempire i campi con i tuoi dati. ;)

Leetah
31-07-2006, 13.36.21
Se possibile, eviterei il curriculum in formato europeo.
E' molto impersonale (un curriculum racconta qualcosa delle persona prima di tutto dall'aspetto) e rischia di far diventare il curriculum eccessivamente dettagliato.

Fabio
31-07-2006, 13.40.06
rischia di far diventare il curriculum eccessivamente dettagliato.

Questo non mi è chiaro. Se uno ha avuto parecchie esperienze lavorative, in cui ha svolto mansioni molto varie, e vuole far vedere che è in grado di fare molte cose, perchè viene considerato un male voler essere così dettagliati?

Peter Pan
31-07-2006, 13.44.38
Se possibile, eviterei il curriculum in formato europeo.
E' molto impersonale (un curriculum racconta qualcosa delle persona prima di tutto dall'aspetto) e rischia di far diventare il curriculum eccessivamente dettagliato.

Non è una questione di scelta.
Lo puoi anche evitare, ma c'è motivo per frarlo.
Il curriculum europeo è stato studiato e approvato in sede comunitaria.
Se non hai un curriculum europeo, rischi di non essere preso in considerazione.
Soprattutto perché il CVEU puoi spedirlo in tutta l'Unione Europea. Un curriculum personalizzato no.

A volte è specificatamente rischiesto, altre volte non è richiesto ma è comunque preferibile per una questione di standard.

Ma poi scusami, come fa ad essere impersonale una cosa dettagliata?

bejita
31-07-2006, 13.46.59
Questo non mi è chiaro. Se uno ha avuto parecchie esperienze lavorative, in cui ha svolto mansioni molto varie, e vuole far vedere che è in grado di fare molte cose, perchè viene considerato un male voler essere così dettagliati?

perchè i selezionatori sono degli scansafatiche che si scassano il cazzo a leggerlo tutto :D

Alborosso
31-07-2006, 13.48.53
Questo non mi è chiaro. Se uno ha avuto parecchie esperienze lavorative, in cui ha svolto mansioni molto varie, e vuole far vedere che è in grado di fare molte cose, perchè viene considerato un male voler essere così dettagliati?

Bill hai ragione se si tratta di uno che ha avuto molte esperienze lavorative ma nel caso suddetto si tratta di prima richiesta di lavoro quindi occorre qualcosa di piu' semplice.


Scrivi le solite cose:
Nome,cognome,indirizzo,eta',scuola frequentata con votazione finale,conoscenza lingue varie,uso del PC e di programmi specifici (Word & company fanno sempre comodo), stage eventualmente fatti.

Fabio
31-07-2006, 13.49.43
Bill hai ragione se si tratta di uno che ha avuto molte esperienze lavorative ma nel caso suddetto si tratta di prima richiesta di lavoro quindi occorre qualcosa di piu' semplice.

Il mio era un discorso generale, riferito a quel che ha detto leetah. Non si riferiva alla richiesta di chi ha aperto il topic. :)

mVm
31-07-2006, 13.58.10
Il curriculum europeo, nella sua struttura "preconfezionata" consente di evidenziare le informazioni importanti, lasciando a margine quelle meno significative o non correlate con la posizione lavorativa.

Tali informazioni possono essere determinanti solo nel caso siano del tenore "la do via veloce", se associato a "bella presenza". :asd:

krolizard
31-07-2006, 13.59.38
perchè i selezionatori sono degli scansafatiche che si scassano il cazzo a leggerlo tutto :D
:sisi:

dividilo in sezioni chiare così saltano quelle che non interessano... poi scrivi tutte le cazzate che vuoi dentro anche che sei un paladino di 99° livello a Diablo 2... tutto fa! :sisi:


:asd:

bejita
31-07-2006, 14.12.42
anche che sei un paladino di 99° livello a Diablo 2... tutto fa! :sisi:


fortuan vuole che ti becchi il selezionatore diablista che ti prende anche se nelle propensioni hai scritto "ozio" :asd:

Leetah
31-07-2006, 14.14.21
La mia era un'impressione personale, poi confermata da qualche chiacchierata con vari amici che lavorano negli uffici del personale o in agenzie interinali.

Dunque:
- un curriculum, dicevo, dà una certa impressione al di là del suo contenuto (un po' come, per un colloquio, conta il modo in cui una persona si veste): per l'impaginazione, la struttura, l'ordine dato alle informazioni. Il formato europeo è standard, quindi impersonale. Può anche far pensare a una persona pigra, che si adatta a determinate regole imposte senza uno sforzo di comprensione o personalizzazione.

- a meno che una persona non abbia una carriera lunga, tutta in aziende importanti, l'ideale sarebbe selezionare le esperienze e non descriverle in modo molto analitico (il formato europeo chiede "mansioni svolte" e "competenze acquisite": due voci che spesso portano a scrivere due volte le stesso cose con parole diverse). Va benissimo dettagliare le esperienze, ma solo alcune (le più coerenti con il posto per il quale vi candidate) e solo se non emergono già chiaramente dal tipo di lavoro (se scrivo, che ne so, "giornalista di cronaca locale" serve dire altro?).
La sintesi vi assicura che il selezionatore legga tutto e vi fa risultare più "simpatici". Se un 25enne mi manda un curriculum di 5 pagine, mi viene da pensare:
a) che non abbia il dono della sintesi
b) che sia convinto di avere molta più esperienza di quella che ha

Insomma, non è detto che il formato europeo sia visto di cattivo occhio, ma ci sono più possibilità di una valutazione negativa che positiva.
Molto dipende dal tipo di lavoro per il quale vi candidate.

Peter Pan
31-07-2006, 14.33.03
Sì Leetah, le solite menate su come viene fatto un curriculum e perché le conoscono tutti coloro che si sono informati su come fare un curriculum.

Su tutti i siti trovi le stesse identiche indicazioni che hai dato tu.

Il problema sostanziale che si ignora è che le regole adesso sono cambiate.
E che i paesi europei si stanno uniformando con il curriculum europeo.

Per adesso siamo ancora liberi di farlo come vogliamo, ma più passerà il tempo e più saremo tenuti e comporlo secondo il modello europeo.

Anche perché, come ho detto, molte aziende stanno già da ora chiedendo il curriculum europeo.
Quindi dal momento in cui si è nel caso di una prima occupazione, e non si sa di preciso a chi dovrà essere mandato, tanto vale comporlo secondo le nuove direttive e buona notte.

Poi, ognuno fa come vuole, ma come si vuole spesso non è come si deve. ;)

Leetah
31-07-2006, 14.59.41
Il problema sostanziale che si ignora è che le regole adesso sono cambiate.
E che i paesi europei si stanno uniformando con il curriculum europeo.


Ora, non conosco le realtà statali (io ho sempre lavorato in aziende private, e i miei amici che si occupano del personale anche), ma nelle aziende private, naturalmente, non esiste un vero e proprio standard in questo senso.
Trattandosi di fogli che verranno giudicati da esseri umani e non da macchine, tutto sta alla sensibilità dei selezionatori.

Mi limitavo a un semplice consiglio di buon senso: IMHO, se l'azienda non lo richiede specificamente, meglio non utilizzare il formato europeo, che ha moltissimi detrattori.

Peter Pan
31-07-2006, 15.03.20
nelle aziende private, naturalmente, non esiste un vero e proprio standard in questo senso.

Lo standard lo stanno chiedendo proprio in questi mesi e più passerà il tempo più sarà richiesto.
Magari l'azienda non lo richiede esplicitamente, ancora, ma so per certo che alcune lo richiedono e altre lo prediligono.
Poi, ovvio che è a discrezione del selezionatore e ci sono quelli che ormai se il curriculum non è europeo lo cestinano.

So che la cosa può sembrare strana, ma nel dubbio, meglio compilare anche un CVEU, caso mai ce ne fosse bisogno è già pronto.

Brus
31-07-2006, 15.19.26
Scrivi quello che vuoi..tanto se uno è scazzato lo getta cmq, sia quello europeo, sia quello di sticazzi, sia quello di word :asd:

Leetah
31-07-2006, 15.44.05
Scrivi quello che vuoi..tanto se uno è scazzato lo getta cmq, sia quello europeo, sia quello di sticazzi, sia quello di word :asd:

Piuttosto, questo un po' è vero.
Bisogna anche avere tempismo e mandarlo quando l'azienda sta cercando. Poi, a certi livelli (per incarichi manageriali), il contenuto conta più della forma. Ovviamente per i primi impieghi vale il contrario.

In ogni caso, all'estero le cose non vanno diversamente: se voglio lavorare alla comunità europea mando il curriculum in formato europeo, altrimenti solo se richiesto.
Ovvio che più il lavoro richiede elasticità e creatività, più il curriculum personalizzato fa una figura migliore.

Braveheart1984
31-07-2006, 15.46.31
Sarà che io su certe cose sono un po' particolare, ma quello che mi chiedo da sempre è questo: ma si può giudicare una persona da un pezzo di carta? MAgari prendo uno che ha un curriculum straordinario, ma poi nel lavoro non risulta efficiente.
Io sono convinto che bisogna valutare le persone più per il loro operato che per un curriculum

Leetah
31-07-2006, 15.51.01
Sarà che io su certe cose sono un po' particolare, ma quello che mi chiedo da sempre è questo: ma si può giudicare una persona da un pezzo di carta?

Io sono convinto che bisogna valutare le persone più per il loro operato che per un curriculum

Certo, mi pare giusto: prendiamo 500 candidati in prova per due mesi e alla fine, se l'azienda non è fallita, scegliamo chi assumere. Alè.


Scusa, quale sarebbe la tua soluzione?

Braveheart1984
31-07-2006, 15.54.12
Certo, mi pare giusto: prendiamo 500 candidati in prova per due mesi e alla fine, se l'azienda non è fallita, scegliamo chi assumere. Alè.


Scusa, quale sarebbe la tua soluzione?


ovvio che per le grandi aziende non è possibile provare tutti i candidati. Però penso che per McDonlad's ad esempio sia possibile...

Fabio
31-07-2006, 15.55.04
ovvio che per le grandi aziende non è possibile provare tutti i candidati. Però penso che per McDonlad's ad esempio sia possibile...

McDonald è una piccola azienda?

Peter Pan
31-07-2006, 15.55.57
Piuttosto, questo un po' è vero.
Bisogna anche avere tempismo e mandarlo quando l'azienda sta cercando.

Sì, questo è vero. Alle volte è necessario mandare più di qualcuno, spesso a intervalli regolari presso allo stesso indirizzo, per avere possibilità di aver beccato il momento giusto.

Braveheart1984
31-07-2006, 15.56.45
McDonald è una piccola azienda?


ci sono tantissime sedi, e non credo che gli arrivano 500 curriculum al giorno. Tant'è che mi pare che sia uno dei posti in cui è molto facile farsi assumere!

Leetah
31-07-2006, 16.02.41
ovvio che per le grandi aziende non è possibile provare tutti i candidati. Però penso che per McDonlad's ad esempio sia possibile...

Anche ammesso che per "McDonald's" tu intenda il singolo fast food, ti rendi conto di quello che hai scritto?

Dovresti assumere a tempo determinato (diciamo un mese) le persone in prova. Praticamente pagheresti delle persone con una produttività molto limitata (il lavoro si impara sul campo). Oppure le prendi in stage, quindi sfruttando il loro lavoro per tutto il tempo di prova?
Poi: ammettiamo anche che tu abbia ricevuto solo 10 curriculum negli ultimi tempi. Tra la prima prova e l'ultima passano 10 mesi. E se il più bravo era il primo? Se hai cu§o, è rimasto disoccupato 9 mesi (strano, se è bravo). In ogni caso, non credi che avresti abusato della sua pazienza e del suo bisogno di lavorare?

Braveheart1984
31-07-2006, 16.04.42
Anche ammesso che per "McDonald's" tu intenda il singolo fast food, ti rendi conto di quello che hai scritto?




Mamma mia, ma che il caldo vi rende tutti acidi e irascibili? Ho scritto un parere, basta. Tanto nessuno lo seguirà, quindi non c'è bisogno di farne un caso di stato:)

Fabio
31-07-2006, 16.06.47
Ho scritto un parere, basta.

Hai scritto una corbelleria (per non usare un altro termine che comincia per "s").

Braveheart1984
31-07-2006, 16.08.15
Hai scritto una corbelleria (per non usare un altro termine che comincia per "s").


ogni tanto posso permettermelo :asd:

P.S Ma perché non esci un po' invece di stare qua a rompermi le scatole?

Mischa
31-07-2006, 16.14.06
Sarà che io su certe cose sono un po' particolare, ma quello che mi chiedo da sempre è questo: ma si può giudicare una persona da un pezzo di carta? MAgari prendo uno che ha un curriculum straordinario, ma poi nel lavoro non risulta efficiente.
Io sono convinto che bisogna valutare le persone più per il loro operato che per un curriculumPsst, ti rivelo un segreto: dopo aver letto un curriculum, ipotizzando che su quel curriculum non siano presenti dati che facciano scartare a priori un candidato (esempio: hello, we are looking for a sales executive in our London branch, please send your english written resume to... risposta: salve, sono un esperto magazziniere, avete per caso un posto a cinisello?...), in genere c'è un colloquio, il cui fine è valutare proprio la persona, e se poi il ruolo è importante, spesso ci saranno altri colloqui...

Se poi vuoi dire "ma in un'oretta, come fai a valutare una persona? Potrebbe essere bravissima, e tu magari la scarti", ti rispondo che certamente è possibile, ma se una persona è bravissima, lo è anche perché sa dimostrarlo in un'ora, e spesso meno. Se vai a un esame universitario, al docente non importa che tu "sia bravissimo", ma emozionato: importa che tu sappia sostenere l'esame, in quel momento. E un colloquio di lavoro, puoi vederlo come un esame universitario. Se sei emotivo, bon, impara a esserlo di meno. E se hai una possibilità, impara a coglierla e sfruttarla al meglio, perché non sei l'unico candidato a un posto, in genere.

Assumerti, significherebbe non fare gli interessi della società per cui lavora chi ti seleziona, nel momento in cui il tuo compito ti ponesse costantemente a contatto con diverse persone, ad esempio, perché ogni volta potenzialmente potresti andare in palla, farti cappelle per l'emozione, esattamente come al colloquio, facendo fare pessima figura alla società per cui lavoreresti. Inoltre, come detto, non sei in genere l'unico candidato: quindi, dare a te una chance ulteriore, quando esiste invece gente che la sua opportunità ha saputo coglierla meglio di te, nel tempo concesso, sarebbe scorretto nei loro confronti, e uno spreco di tempo: perché dare a uno che non è stato all'altezza una chance, quando potenzialmente si è già trovato un candidato migliore? Le aziende son mica enti benefici.

Braveheart1984
31-07-2006, 16.23.08
Mischa, aspè aspè: io mi riferivo al curriculm più che altro, ma se parli di colloquio, ovviamente la cosa comincia a cambiare. Cmq io so che in molte aziende (anche Mcdonald's) fanno fare la prova, quindi non penso che abbia detto qualcosa di toltamente infondato:)

Peter Pan
31-07-2006, 16.24.22
Hai scritto una corbelleria (per non usare un altro termine che comincia per "s").

Un sedatavo? :mumble:

Mischa
31-07-2006, 16.43.43
Mischa, aspè aspè: io mi riferivo al curriculm più che altro, ma se parli di colloquio, ovviamente la cosa comincia a cambiare. Cmq io so che in molte aziende (anche Mcdonald's) fanno fare la prova, quindi non penso che abbia detto qualcosa di toltamente infondato:)Errrrrmmmm... non è che "comincia a cambiare": io ti ho fatto notare che non funziona come sembri credere, che il curriculum serve principalmente a scartare i candidati palesemente inadatti all'eventuale ruolo, e a creare una rosa potenziale di altri, e che con questi altri c'è sempre un colloquio (proprio perché nessuno ti prenderebbe solo in base al curriculum), cosa che tu non hai sinora manco preso in considerazione, e adesso sembri considerare una variabile estranea al discorso. Non lo è, ne fa parte sin dal principio.

Quanto alla "prova", è concepita come una tutela in più per l'azienda, non certo una opportunità per te, in linea di massima: dopo curriculum, colloqui etc., prima di assumerti e ritrovartisi sulle croste, certo che faranno di tutto per "metterti alla prova", magari proponendoti una collaborazione, in modo che se non sarai all'altezza, potranno falciarti e tanti saluti, chi s'è visto s'è visto. Tanto più poi in posti come McDonald's dove il turn-over è impressionante: la stragrande parte della gente sono universitari o giovincelli che pochi mesi dopo staranno facendo altro, non avrebbe alcun senso assumerli. Anche perché le "competenze" richieste a un eventuale candidato, son ben poche, esattamente come nei call-center e simili strutture.

McDonald's, per inciso, è costantemente alla ricerca di personale per i fast food, ben di rado per il gruppo aziendale (di nuovo, come i call-center, le assicurazioni e simili). Questo proprio perché simile personale va e viene, e fondamentalmente avrà una probabilità di assunzione dell'1 per mille. La "prova" ben di rado serve ad assumere la gente e/o addestrarla: serve piuttosto ad evitare di assumerla, in genere, e sfruttarne il tempo lavorativo riducendo i costi. E, sempre per inciso, McDonald's non riceverà 500 curriculum al giorno, quando fa selezioni: ne riceverà diverse migliaia.

Leetah
31-07-2006, 16.52.40
so che in molte aziende (anche Mcdonald's) fanno fare la prova

Sì, ma "fare la prova" non vuol dire farla fare ai vari candidati e poi sceglierli.
PRIMA scegli, POI fai fare il periodo di prova, per non assumere una persona che poi si rivela incapace.
La selezione viene comunque fatta con curriculum + colloquio.

mVm
31-07-2006, 17.38.42
Credo che nessuno abbia la presunzione di inquadrare una persona sulla base dei dati forniti da un curriculum. L'utilità del curriculum è quella di consentire una prima valutazione della rispondenza del percorso formativo e della esperienza professionale già maturata, ai requisiti della posizione lavorativa offerta.
Se cerco un autista di autoarticolato, non aspetto di vederlo in faccia per chiedergli se ha la patente adatta. Cosa che farò, magari, se nel curriculum che mi ha trasmesso manca questa informazione.

Altresì, se uno mi scrive a lettere d'oro che è "predisposto al contatto umano" o "al lavoro di gruppo" (skills molto gettonate), solo dopo un certo periodo di operatività, si potrà valutare se erano affermazioni veritiere o meno.

funker
31-07-2006, 17.41.53
Mi sono sempre presentato con un portfolio e tante cose da dire.
I curiculum servono solo per lavori pallosi come i vostri.

Fabio
31-07-2006, 17.54.18
Mi sono sempre presentato con un portfolio e tante cose da dire.
I curiculum servono solo per lavori pallosi come i vostri.

Ma vai a fighe. (cit.) :asd:


P.S Ma perché non esci un po' invece di stare qua a rompermi le scatole?

Perchè uscire costa. Non avendo un lavoro, in quanto incapace, devo star qui a spaccare i maroni. E' la ruota della vita.

Leetah
31-07-2006, 17.55.37
Mi sono sempre presentato con un portfolio e tante cose da dire.

Ah, be', se è per questo anch'io.
Mai spedito un curriculum in vita mia.

C'è anche da dire che con dei "lavori pallosi come i loro", forse loro riescono ad avere una vita sociale decente. io un po' meno.

Fabio
31-07-2006, 17.58.19
C'è anche da dire che con dei "lavori pallosi come i loro", forse loro riescono ad avere una vita sociale decente.

:roll3: :roll3: :roll3: :roll3: :roll3:

Vabbè, io sono un caso a parte.

funker
31-07-2006, 18.02.13
io un po' meno.

Ma sono, anzi ero, così fortunato?

Leetah
31-07-2006, 18.08.51
Ma sono, anzi ero, così fortunato?

Per l'amor del cielo, non mi lamento, per ora.
Ma quando deciderò di metter su famiglia dovrò cambiare lavoro per forza.
Non si può pensare di tirare avanti tornando a casa tutti i giorni alle 8 (quando va bene) e senza mai poter fare dei veri programmi.

Mawer86
31-07-2006, 18.27.36
Quindi, se ho capito bene... :sisi:
Il modello europeo è riconosciuto dappertutto, ma x me che sono alla primissima esperienza lavorativa (non ho mai raccolto nemmeno le mele) può andare bene uno di quei modelli standard che si torvano in giro, giusto? Non è che se non ho il CVEU mi cestinano a priori, vero?

Leetah
31-07-2006, 18.40.08
Non è che se non ho il CVEU mi cestinano a priori, vero?

No, anzi. In genere viene considerato meglio un curriculum più personale.
Io manderei quello europeo solo dove specificamente richiesto.