PDA

Visualizza versione completa : Dubbi chitarristici (e quando mai non ne ho?!)



Peggis
20-07-2006, 01.35.45
Salve a tutti...

Dunque, avrei da porvi qualche domandina sulla parte tecnica della chitarra elettrica.
La mia situazione è che per quanto possa cavarmela discretamente a suonare (almeno spero... :asd: ) sono completamente ignorante sulla parte tecnica, in primis sui pick-up.

1) Quali effetti si possono ottenere sftruttandoli? Avete presente no quando si fa "gridare la chitarra" (esempio: assolo di bark at the moon), ecco non sono mai riuscito a capire come diavolo si facciano!!

2) Qual'è la differenza tra un tremolo e un floyd rose? Ho visto dalle immagini che sono "regolabili" tramite delle levette, ma a che serve impostarli?

3) Cosa si intende per il termine "sustain"?


Ok queste 3 domande sui pickup (beh avete capito che non so un cazzo no? :asd: ) E ancora un paio ma sulle corde, altro argomento su cui non so nulla.

4) Parlando di flessibilità e spessore, perchè dovrei preferire un tipo di corde di una certa misura rispetto ad un altro?

5) La scalatura influisce sul suono?


Beh grazie anticipatamente :birra:

Peter Pan
20-07-2006, 12.37.44
pick-up.

1) Quali effetti si possono ottenere sftruttandoli?

Sostanzialmente dipende dal pick-up.
Ce ne sono di diversi tipi a seconda del suono che vuoi ottenere. Una volta scelto il pick-up, e averlo montato, l'unico modo per cambiare il suono di base è cambiare pick-up. Ecco perché molti chitarristi montano pick-up diversi nello stesso punto.

Un single-coil ti produce un effetto pulito e tagliente (tipo Telecaster), mentre gli humbacker (sono quei pick-up più grossi, che sembrano due singoli messi insieme, ed in effetti lo sono ma hanno un unico avvolgimento interno) producono suoni più corposi.
Con un humbacker puoi ottenere un suono abbastanza saturo e distorto, prima ancora di filtrarlo con un distorsore.

Per ottenere il fischio che dici, il feedback, devi mettere a palla l'ampli e far rientrare il suono dentro il pick-up. Crei così un innesco di loop sonoro che è appunto il feedback. Se hai un pick-up studiato per tagliare i feed (come i single della tele9 non ti fischierà manco a pregarla.


2) Qual'è la differenza tra un tremolo e un floyd rose?

Il tremolo è un effetto, tipico del surf degli anni '50 ma utilizzato in diversi modi anche negli anni successivi.
È l'effetto che simula repentini e costanti abbassamento e innalzamento del volume.
Floyd-rose è un brevetto di ponti a molla studiati in modo che la chitarra non si scordi quando viene utilizzato. Utilizzando il ponte a molla ottieni una variazione della lunghezza della corda tra ponte e capotasto cosìché si crea un effetto vibrato.

Immagino che hai chiamato tremolo la leva del vibrato.
Errore tipico e comune.


Ho visto dalle immagini che sono "regolabili" tramite delle levette, ma a che serve impostarli?

Posta le immagini.


3) Cosa si intende per il termine "sustain"?


Principalmente due cose.
La prima è una caratteristica del suono: quando fai una nota la corda vibra e pian piano si ferma.
Questo è il tempo di decadimento della nota, altrimenti detto decay.
Regolando opportunamente la chitarra attraverso l'altezza delle corde (allontanandole dal pick-up che essendo magnetici tendono a frenare le corde di metallo) aumenti o diminuisci la durata della nota a seconda delle necessità. Aumentando il sustain aumenti il decay.

Il sustain è anche un effetto che prolunga una nota oltre il decadimento naturale del suono. Esso appunto prolunga il suono secondo la volontà dell'esecutore. Per certi aspetti è simile al feedback. Ma il feedback è meno controllabile.
Un esempio di sustain ce l'hai in "Europa" di Santana: una sola nota viene tenuta per molte battute senza essere ripizzicata.


4) Parlando di flessibilità e spessore, perchè dovrei preferire un tipo di corde di una certa misura rispetto ad un altro?


Dipende dalla chitarra, da che tipo di genere vuoi fare, dalle tecniche che vuoi utilizzare.


5) La scalatura influisce sul suono?


Sì. Più le corde sono grosse più il suono è corposo. Più sono sottili più è snello.
Quindi grosse per arpeggi e accordi e sottili per gli assolo.
Ma è la chitarra a dare il limite delle scalature. Se metti corde troppo grosse devi tirare di più e se la chitarra non regge te la ritrovi col manico a banana.

Peggis
20-07-2006, 12.51.02
GRAZIE MILLE.

Direi di non avere più dubbi!

Comunque... Mi ero sbagliato non intendevo i pick up per le levette ma il ponte.

http://img100.imageshack.us/img100/3527/k093pz.jpg


... Quindi è questo il ponte a molla di cui parlavi?

Peter Pan
20-07-2006, 13.40.50
Quello in foto è un ponte licenziato floyd-rose.
le manopoline che vedi servono solamente a accordare di fine la chitarra, avendo il ponte a molla la necessità di essere corredato da un bloccacorde al capotasto.

http://www.projectguitar.com/tut/img/lckn.jpg

Una volta che hai dato un'accordatura sommaria, serri le corde e le accordi di precisione con quei pomoli sul ponte.