PDA

Visualizza versione completa : Ricatti a sfondo sessuale



Alceo
23-06-2006, 19.47.33
Vi rigiro una delle domande che sono state poste da un'indagine di sondaggi (la IPR) per Repubblica.

Mi interessa confrontare il risultato del forum con quello del sondaggio quindi prima votate e poi guardate (per non farvi influenzare).

Ovviamente ogni commento e parere è ben accetto.

Su mille intervistati ecco il risultato del sondaggio di IPR.



rispetto ai ricatti a sfondo sessuale è maggiormente responsabile:
__________________________________________________ _________________________________
| | | |
| Centro sinistra | Centro destra | Altro/Astens./Non voto |
________________|____________________|____________ ______|_________________________|
| | | |
L'UOMO CHE | 38.0 | 29.2 | 20.9 |
FA IL RICATTO | | | |
________________|____________________|____________ ______|_________________________|
| | | |
LA DONNA | | | |
CHE ACCETTA | 14.1 | 33.5 | 16.8 |
IL RICATTO | | | |
________________|____________________|____________ ______|_________________________|
| | | |
ENTRAMBI | 42.6 | 34.4 | 50.1 |
________________|____________________|____________ ______|_________________________|
SENZA | | | |
OPINIONE | 5.3 | 2.3 | 12.2 |
________________|____________________|____________ ______|_________________________|

Di0
23-06-2006, 19.50.12
Perché si parte dal presupposto che sia l'uomo a fare il ricatto?

Brian O'Blivion
23-06-2006, 19.51.03
Ho votato entrambi poichè non si fa menzione di chi tenga il coltello dalla parte del manico.

Nel contesto storico globale,ovviamente l'uomo.

Daniel_san
23-06-2006, 19.52.27
Perché si parte dal presupposto che sia l'uomo a fare il ricatto?

Perchè dopo secoli di evoluzione l'uomo non ha ancora capito quando una donna vuole o non vuole dargliela... :asd:






solitamente sono gli uomini a ricoprire cariche di potere...:sisi:

Alceo
23-06-2006, 19.53.13
Perché si parte dal presupposto che sia l'uomo a fare il ricatto?


Perché la domanda faceva parte di un sondaggio più ampio che riguardava il caso Savoia.

E siccome in quegli affari sono venuti a galla ricatti di uomini verso donne (aspiranti veline, attrici, soubrette, ...) penso che la domanda sia nata in quel senso.

Scusate se non l'ho specificato prima.

.Orfeo.
23-06-2006, 19.56.09
Entrambi.

Alex64
23-06-2006, 20.00.30
Dipende che tipo di ricatto è per ricatto intendo ritorsione tipo

Se non me la dai ti uccido il figlio e ti faccio perdere il lavoro


Se ma la dai ti faccio fare la prima serata...
In quel caso è la donna che è zoccola :D

shottolo
23-06-2006, 20.01.28
è colpa di Dio che ci ha fatto col pistolino e la patatina più sviluppati del cervello

Di0
23-06-2006, 20.03.41
Sospettavo fosse così.

In tal caso ritengo l'uomo responsabile nel momento in cui il ricatto avvenga sotto forma di minaccia (dammela o non troverai mai un lavoro, dammela o ti licenzio, dammela o finisci in mezzo ad una strada...).
Mentre ritengo la donna responsabilie (anche se il termine, stavolta, è un po' troppo forte: diciamo "colpevolmente compiacente") quando il ricatto prevede, al contrario, una sorta di aiuto illecito, una spinta particolare: dammela e avrai tutte le porte aperte, dammela ed i provini sceglieranno te, dammela e ti faccio fare da valletta al tale programma.
Perché, mentre nel primo caso si assiste ad una vera e propria violenza psicologica con tanto di minacce, nel secondo si parla di una compiacenza che in un modo o nell'altro coinvolge entrambi.
Tuttavia, nel caso 2, l'ipotetico rifiuto della donna non dovrebbe portare a conseguenze negative, ma solo ad una normale evoluzione per il corso degli eventi, quindi, sempre in via ipotetica, a lei sta se accettare o rifutare senza temere ritorsioni (ovviamente, in un mondo ideale, poi potrebbe non essere così). Di conseguenza, in un ragionamento puramente teoretico, nel sub B) la responsabilità spetta alla donna.

Resta da approfondire il valore che ciascuno di noi dà al termine "colpa", in senso stretto non vedo tutta questa colpevolizzazione nell'accettare un compromesso del tipo B, qualora l'incarico concesso ovviamente rivesta ruoli puramente inani (come quello della ragazza immagine o la donna oggetto in un qualsiasi insulso programma televisivo), perché in fondo in questi campi è inutile anche solo pensare di perdere tempo a premiare una effimera dote di "bravura", quando si sa coem funziona e che, tette per tette e culi per culi, non mi interessa come arrivino a fare il ballo del salame a passaparola e a chi l'abbiano data per questo.


EDIT: Mentre scrivevo e perdevo tempo a costruire frasi impossibili, Alex ha detto tutto questo in circa 10 parole! :asd:

sharkone
23-06-2006, 20.03.47
Ho votato Entrambi ma ci sono casi dove penso sia piu' responsabile chi fa il ricatto, indipendentemente dall'essere uomo o donna. Perchè molte volte risulta difficile e troppo costoso ribellarsi...almeno penso.

FiLoX
23-06-2006, 20.04.33
Entrambi

Di0
23-06-2006, 20.13.04
Al di là di tutto, Alceo, dopo che ho scritto quel popò di roba dimmi almeno che ne pensi! :asd:

Alceo
23-06-2006, 20.14.56
Al di là di tutto, Alceo, dopo che ho scritto quel popò di roba dimmi almeno che ne pensi! :asd:

Ora magno dopo scrivo. :D

Angelo75
23-06-2006, 20.16.17
Io penso che chi fa il ricatto sia uno s+++++o che profitta della sua posizione per trarne vantaggio. Chi accetta il ricatto è sempre una vittima, secondo me, benchè comunque abbia la possibilità di scegliere di non accettarlo denunziando il suo ricattatore.

aciddeath
23-06-2006, 20.19.07
Entrambi.. non vedo perchè l'ago della bilancia debba pendere più dalla parte di uno che dell'altro..

Fabio
23-06-2006, 20.33.23
Facendo un ragionamento generale, dico entrambi (che è ciò che ho votato). Dopodichè, bisognerebbe fare un'analisi caso per caso. A volte potrebbe esserci quasi un obbligo a sottostare al ricatto, a volte no. Nel primo caso, non mi sento di condannare chi è ricattato, ma solo il ricattatore.

Brian O'Blivion
23-06-2006, 20.37.09
Io penso che chi fa il ricatto sia uno s+++++o che profitta della sua posizione per trarne vantaggio. Chi accetta il ricatto è sempre una vittima, secondo me, benchè comunque abbia la possibilità di scegliere di non accettarlo denunziando il suo ricattatore.

Bravo!

Quando è tua è tua Angelìhttp://digilander.libero.it/jurada2003/290.gif

Alceo
23-06-2006, 20.59.09
Al di là di tutto, Alceo, dopo che ho scritto quel popò di roba dimmi almeno che ne pensi! :asd:


Personalmente sono d'accordo che il fatto di non rifiutare il ricatto renda anche la donna in parte "colpevole". Non me la sento però di dare pari colpa a entrambi e ritengo che l'uomo che aprofitta di una propria posizione per avere in cambio prestazione sessuali sia comunque il "maggior resoponsabile".

Saremmo nella categoria "zoccola" per usare l'efficace terminologia di alex64 se lei si offrisse in cambio di un favore, ossia se avviene uno scambio di "favori" più che un ricatto dove vi è un abuso di potere da parte di uno dei due.

Circa il sondaggio mi incuriosiva leggere la marcata differenza nel voto tra gli elettori di destra e quelli di sinistra e notare come tra i primi la donna sia molto spesso la principale responsabile.

Akujin
23-06-2006, 21.01.56
entrambi per motivi gia esposti qui dentro :)

Giant Lizard
23-06-2006, 23.22.20
ovviamente sono l'unico che ha votato "La donna che accetta il ricatto" :asd:

ma ammetto che era solo per andare contro-corrente, in realtà il primo a fare la bastardata è chi esegue il ricatto e solo secondariamente chi lo accetta.

stan
24-06-2006, 10.13.13
Il ricattatore è il maggior responsabile, mi sembra abbastanza ovvio che dietro ad un ricatto la maggior parte delle volte ci possano anche essere minacce, quindi chi viene ricattato non sempre ha scelta.

4ss0.n3
24-06-2006, 11.11.52
Centro destra -> la donna che accetta il ricatto

i soliti fasci :|

Declino
24-06-2006, 11.55.05
http://gazzettino.quinordest.it/ParteMobile/Belluno/24-06-2006.jpg


ORA VA DI MODA

Di0
24-06-2006, 11.57.08
In banca vestiti da clown: colpo da 22 mila euro! :roll3: :asd: :roll3:

Declino
24-06-2006, 11.59.40
Non leggi ,ma erano armati di taglierino:asd:

Alceo
24-06-2006, 12.07.03
Pare che abbiano anche eseguito il numero con i saltarelli e la rete elastica per scappare dal tetto.

Ecco una foto del presunto palo come ripresa da una telecamera di servizio: http://www.bubbasikes.com/graphics/NOSES/RainbowLindsay.gif

Di0
24-06-2006, 12.11.17
:roll3: :asd:

Però hanno forzato il caveau della banca con una biciclettina esplosiva. :asd:

Mirko_gamer
24-06-2006, 12.12.32
è colpa di Dio che ci ha fatto col pistolino e la patatina più sviluppati del cervello

Già :sisi:

Mirko_gamer
24-06-2006, 12.13.38
Centro destra -> la donna che accetta il ricatto

i soliti fasci :|

Fasci :metal:

MarcoLaBestia
24-06-2006, 12.42.08
Facendo un ragionamento generale, dico entrambi (che è ciò che ho votato). Dopodichè, bisognerebbe fare un'analisi caso per caso. A volte potrebbe esserci quasi un obbligo a sottostare al ricatto, a volte no. Nel primo caso, non mi sento di condannare chi è ricattato, ma solo il ricattatore.12345

FALLEN_ANGEL_664
24-06-2006, 13.01.51
Bho... non capisco molto il senso della domanda...

Attendendo nell'ombra,
FALLEN ANGEL 664

KiRBY
24-06-2006, 13.59.12
anch'io ho avuto qualche problema nel capire la domanda... poi ho votato "entrambi"

Raziel7
25-06-2006, 00.41.25
Sostanzialmente penso che il problema sia da dividere equamente. L'uomo che fà il ricatto è sicuramente colpevole, ma secondo me può esserlo di più la donna che accetta e che si vende in un determinato modo. Qualcosa di inaccettabile, questo fà capire che ognuno ha il suo "prezzo". Vedo però che non considerate l'opzione opposta, la donna che fà il ricatto... :asd:

Il_Boia
25-06-2006, 01.06.45
Se si parla del caso specifico cioè di veline ecc, ritengo la donna più responsabile dell'uomo xche se una persona ( in questo caso donna ) ritiene che un lavoro come la velina, valga cosi tanto, beh allora si merita certi ricatti, in quanto sicuramente quella persona nn andrà mai se nn costretta a cercarsi un vero lavoro che può essere qualsiasi cosa facciano i "comuni mortali"

funazza
25-06-2006, 01.24.05
Se si parla del caso specifico cioè di veline ecc, ritengo la donna più responsabile dell'uomo xche se una persona ( in questo caso donna ) ritiene che un lavoro come la velina, valga cosi tanto, beh allora si merita certi ricatti, in quanto sicuramente quella persona nn andrà mai se nn costretta a cercarsi un vero lavoro che può essere qualsiasi cosa facciano i "comuni mortali"

:|

no ma :|

dimmi che non lo pensi davvero :|

Raziel7
25-06-2006, 12.10.21
Penso che lui volesse dire che a volte la donna è così meschina che sfrutta il suo valore sessuale per ambizioni lavorative. Sà che può ricorrere anche a quella strada, la strada del favore sessuale per colmare dei vuoti e nel caso descritto non ha tutti i torti.