PDA

Visualizza versione completa : Gioventù bruciata



Fabio
08-06-2006, 15.49.49
Di comune accordo con funker, con cui ho discusso di questo prima su MSN, ho deciso di aprire questo topic, partendo da un post che è andato on-line sul mio blog oggi.


Come sapete, mi capita raramente di fare post che riguardano il privato o, comunque, considerazioni che esulino dagli argomenti di cui si parla solitamente su questo blog, ossia cinema (in primis), musica e videogiochi (questi, purtroppo, molto raramente però). Mi andava però di fare una riflessione a voce alta, che è stata suscitata in buona parte da un’uscita con gli “amici” avvenuta Sabato scorso. Come ho già detto più volte, la compagnia con cui esco quelle poche volte che lo faccio, due/tre al mese al massimo, è composta dagli ex-compagni di liceo, persone con cui ho passato diversi anni della mia vita (alcuni sono stati anche colleghi di università), ma con cui non ho mai legato fino in fondo per via di un modo completamente diverso di vivere la vita e, per questo motivo, con cui capita spesso e volentieri di essere in disaccordo, cosa che rende i rapporti abbastanza freddi. Purtroppo, però, a causa della mia timidezza ed incapacità di socializzare, non ho mai avuto modo di trovare una compagnia diversa e quindi, pur di uscire qualche volta, mi adatto alle situazioni, anche se le serate finiscono sempre male per svariati motivi (tutti ubriachi, tentativi di trascinarmi in discoteca, situazioni in cui vengo messo in notevole imbarazzo, ecc.). Negli ultimi tempi, poi, anche quelli della compagnia con cui ero più in sintonia, cioè quelli che magari si tenevano un po’ di più quando si aveva a che fare con il bere e quelli che frequentavano certi locali con moderazione, sono sbracati anche loro, “plagiati” (almeno a mio modo di vedere) dal resto della compagnia (io invece, non recedo di un millimetro, perchè non condivido per nulla certi comportamenti).

Sabato scorso ci si ritrova per una pizzata e capita di rivedere gente che non si incontrava più di un paio di mesi. La serata, però, è stata più fastidiosa del solito. Tralasciando i ripetuti tentativi di trascinarmi in discoteca, anche dopo essere tornato a casa, quello che mi ha infastidito di più sono stati i discorsi fatti, a cui io chiaramente non potevo fare altro che annuire, ridacchiare e fare battute ogni tanto, visto che l’argomento in questione è abbastanza sconosciuto, per ovvi motivi, al sottoscritto: donne. Per carità, non mi si prenda per bigotto, perchè sono io il primo, spesso, a parlare di questo, ma tendo sempre a fare discorsi ironici, gli unici che mi posso permettere vista la mia inesperienza totale col genere femminile. Questa volta, però, i discorsi erano di questo genere (cito frasi a caso): “Quante te ne sei trombate la scorsa settimana?”, “Ah, ho fatto in modo che mi mettesse la lingua in bocca anche se ne era impegnata”, “Sto cercando di farmi anche quella di… così almeno ho due alternative”, “Vado a fare il barista in discoteca apposta per trombarmene il più possibile”, “Me la sono trombata, ma poi questa dice che vuole mettersi con me e così mi tocca mandarla via, che palle!”, ecc. ecc. E’ una mia impressione, ma questi sono discorsi che, secondo me, starebbero bene in bocca a 16enni/17enni in piena tempesta ormonale. Ma in bocca a dei coetanei, dei 25enni, mi mettono un’immensa tristezza. Non mi sorprendono, eh, perchè si tratta di gente che, bene o male, conosco quasi da un decennio, ma mi lasciano comunque una discreta amarezza. Questo modo di considerare le donne come oggetti (ho risparmiato di trascrivere altre frasi più “crude”), questo lamentarsi come se ci fosse un diritto divino a trattare le femmine in un certo modo, questo dover a tutti i costi “pucciare il biscotto” come se fosse il fine ultimo della vita, sono cose che da una parte mi rendono amareggiato e dall’altra, pur infastidendomi per chiari motivi (mi fa ridere che ci sia chi si lamenta di una certa cosa quando davanti ha qualcuno che non ha mai battuto chiodo), mi rendono “felice” di pensarla in modo diverso da loro. Quando dico che non mi sento a mio agio in un gruppo del genere e che, quindi, non riesco ad esprimere me stesso, è facile capire perchè. Il problema è che, in giro, la situazione non è tanto diversa, visto che certi posti, quelli frequentati per il 99% da questo tipo di gente, sono sempre pieni, il che fa capire che la situazione è davvero triste (ripeto ancora una volta: è un’opinione personale, assolutamente opinabile). Vabbè, cerchiamo di osservarli dall’alto verso il basso, con superiorità, e di non rammaricarci, che non ne vale la pena. Riflessione/sfogo finita. Se avete voglia di dire la vostra, i commenti sono ben accetti.

Come detto nello sproloquio di testo, quindi, riflessioni, commenti, insulti e via dicendo, sono ben accetti per la discussione. :)

aries
08-06-2006, 15.58.42
Mi spiace ma -ritenendo rincoglionito il 99% delle persone su sto pianeta- non sono il migliore a darti pareri :P

Fabio
08-06-2006, 15.59.53
Mi spiace ma -ritenendo rincoglionito il 99% delle persone su sto pianeta- non sono il migliore a darti pareri :P

Beh, qui non si tratta di dare pareri sulle persone descritte sopra. E' un discorso generale.

mVm
08-06-2006, 16.07.11
Ma scrivi tutta quella roba nel blog?!... :eek2:

Allora sarebbe meglio meno blog. Magari il resto viene da se. :)

Fabio
08-06-2006, 16.08.48
Ma scrivi tutta quella roba nel blog?!... :eek2:

A scrivere quello, ci metto tra i cinque e i dieci minuti.


Allora sarebbe meglio meno blog. Magari il resto viene da se. :)

Aridaje, non è lo spunto per una discussione a tema personale, ma generale, su un certo tipo di persone. :)

shottolo
08-06-2006, 16.10.29
bah
a me sembrano le solite cose che si dicono e si fanno tra maschietti
non ci vedo niente di male, è sempre stato così e sempre sarà così
ognuno col suo pisello ci fa quel che vuole, idem per la patata. Pensi forse che tutte le donne dicano "oh me tapina, io lo amo, l'ho baciato ma lui ora non mi vuole, mi tormento nel dolore e bla bla bla"
il fatto che a te facciano tristezza è un tuo modo personalissimo di vedere la cosa, probabilmente la stessa emozione la susciti te a loro.
Quindi tirando le somme: ognuno semina quel che vuole e raccoglie quello che si merita, loro raccoglieranno l'herpes al cazzo che gli si staccherà e te raccoglierai una castità eterna :D
ritornando seri: se amo la vedo come te, se ho voglia solo di scopare no
esiste il sesso senza amore? Per fortuna si! o almeno per me è così
amen

mVm
08-06-2006, 16.13.15
Aridaje, non è lo spunto per una discussione a tema personale, ma generale, su un certo tipo di persone. :)

Ah, be. Allora non è una questione da "gioventù". Se il fisico reggesse e le occasioni non mancassero, si parlerebbe anche di "mezza età bruciata" e di "anzianità bruciata".

Quindi il problema qual'è? :)

aries
08-06-2006, 16.14.44
Beh, qui non si tratta di dare pareri sulle persone descritte sopra. E' un discorso generale.


Guarda ti dico...
io forse sono stato più fortunato, perchè (immagino, eh) facendo scuole più specializzate delle tue ho incontrato, nel marasma di beoti, sempre qualcuno con cui condividere qualcosa. Amici alle superiori li ho avuti e, non approvando tutto di tutti chiaramente, mi ci sono trovato bene e ogni tanto li sento ancora. Anche all'università (contando che è più "piccola" rispetto a quella di milano) mi son trovato bene e ho trovato belle persone, e son riuscito a legare un po' anche con l'ambiente femminile :D
Mentre con la gente del loco... beh, non posso dire di trovarmici da Dio (alcuni son pure appassionati della de filippi...), ma mi ci trovo abbastanza bene :D Tutto sommato sono persone con una testolina, e poi nè mi trascinano nè eccedono in alcool+droghe (visto che no sono nemmeno loro tipi da cose così), quindi non mi lamento.

Sembra banale ma sei stato sfigato e c'è poco da fare... trova un giro migliore :) e tieni a mente che se un giorno cambierai abitazione avrai comunque l'occasione di ricominciare da capo. Mi sembri una persona che coltiva parecchi interessi e con cui è piacevole conversare, quindi non farti troppi problemi! Arriveranno nuove occasioni, ne sono sicuro.

Chrean
08-06-2006, 16.28.59
Fondamentalmente Aries ha ragione. Credo che il 98% (non il 99) delle persone di questo pianeta appartengano a una fascia di intelligenza e sensibilità che va dal mentecatto/idiota al pecorone/debosciato.
Stabilito questo, certi discorsi si sentono anche fra persone di 30 o 40 anni, perchè non tutti maturano con l'età.
L'ultima volta che mi sono vantato di uan conquista avevo 16 anni. Quando la ragazza in questione l'ha saputo mi ha rovesciato addosso tutte le parole che mi meritavo e mi ha piantato in asso (ed io ero anche piuttosto "preso"). Quell'esperienza mi fece capire che bisogna fare e tacere, evitando le vanterie da pescatore.
In secondo luogo, dopo qualche tempo in cui si vola di fiore in fiore, si sente la necessità di "accasarsi" approfondendo un rapporto. Sempre che, naturalmente, si trovi la "materia prima".
Evidentemente i tuoi amici, come molti altri, preferiscono parlare e vantarsi che agire, e non sono ancora addivenuti alle mie stesse conclusioni (che non ritengo siano quelle corrette, magari mi sbaglio).
In ultima istanza, vantarsi delle proprie prede è una pratica che attecchisce soltanto presso gli stupidi. Io, non ritenendomi stupido (beh a tratti lo sono in realtà), provo soltanto pietà verso chi viene da me ad enumerare le posizioni del kamasutra che ha provato la notte precedente.

.Orfeo.
08-06-2006, 16.29.48
Mah, da una parte capisco il ragionamento che ti sei posto, dall'altra no.
Sarà perchè ultimamente, anche per esperienze personali di vita vissuta, sto dimostrando sempre una maggiore avversione per qualsiasi forma di giudizio "morale", e di tutto ciò che vi si avvicini anche solo lontanamente.Non sto dicendo che tu voglia giudicare questo o quell'altro, era solo una precisazione che mi andava di fare.
Anche a me non piace, almeno non del tutto, lo stile di vita che hai descritto; non mi attira l'idea di fare solo sesso con chiunque, e non considero il sesso il mio unico e principale scopo di vita.
Poi probabilmente se mi andasse domani di fare solo sesso potrei farlo tranquillamente, alla fine il sesso è una cosa bella, naturale e fa bene, che male c'è?Ognuno dovrebbe sentirsi in diritto di fare quello che vuole e quello che più gli piace, senza rimpianti.Forse potrò apparire un po' superficiale, ma sticazzi, questo è il mio pensiero.Se ti piace, fallo.Se non ti piace non farlo.Se non ti piace quello che fa il tuo amico, stigrancazzi, nessuno ti obbliga a farlo.:hello:

Mister X
08-06-2006, 16.30.59
Ma è quello che ho sempre ribadito in passato, e cioè che della sana ignoranza all'età di 15-16-17-18 anni è comprensibile, però dopo sarebbe anche il caso di darsi una mossa e di cambiare mentalità e lifestyle.
Osservo quotidianamente un popolo di eterni adolescenti trent'enni. Le discoteche di romagna sono popolate da individui del genere. Niente di male -per carità- nel coltivare una propria passione, ma almeno responsabilizzarsi...
Cioè, a vent'anni uno dovrebbe essere maturato, e invece... :|

Ovvio che finché si parla di "performance di dubbia autenticità con la pheega" il problema non sussiste: il dramma è quando un gruppo di trent'enni si atteggia come ragazzini incazzosi, quindi graffiti, ubriachezza che sfoga in risse, scaja party, taccheggio, danneggiamenti, ecc...

Da parecchi anni a questa parte (fonti esterne non verificate/bili) il sesso è il primo passatempo preferito dalla gente (in italia), ed è vissuto come tale, ergo perché meravigliarsi? Sono affermazioni generaliste, adattissime per un mero e semplice hobby. Non che <strike>le</strike> molte ragazze la pensino diversamente... Nei bagni in discoteca bisogna farsi strada tra le coppiette che "copulano" allegramente (a dire il vero mi è capitato solo una volta, tant'è...).

nageki
08-06-2006, 16.41.10
Diciamo che ti posso capire, forse anche fin troppo perchè la mia condizione di "solitaria" attuale (ragazzo a parte) è nata proprio da una situazione simile in tutto e per tutto alla tua, solo che le protagoniste erano donne. A scuola fino in quinta superiore avevo un sacco di amiche, ma non ho mai apprezzato il loro modo di fare e questo ha contribuito a fare si che dopo la maturità decidessi di troncare i rapporti. Non sono solo i ragazzi a fare discorsi simili ed a lasciarsi andare alle situazioni che hai descritto. Tutte (e sottolineo tutte) le mie amiche a scuola finivano con il farsi un ragazzo diverso ogni weekend, per poi vantarsene in compagnia come fosse qualcosa di cui andare fieri. La mia compagna di banco non esitava a raccontarmi le sue peripezie sessuali del Sabato sera, da un lato ci scherzavo sopra ma non ho mai condiviso certi atteggiamenti e probabilmente arrivata a ventisei anni non li condividerò mai. Non vedo nessun "divertimento" nel sesso senza amore, non riuscirei mai a lasciarmi andare con una persona appena conosciuta dato che in parte finirei ugualmente per sentirmi usata (seppur consenziente, ovvio), oltre al fatto che preferisco usare la testa in quanto alla mia salute ci tengo davvero tanto. Non lo so, probabilmente è anche "colpa" dell'educazione che ho ricevuto, ma è un insegnamento che condivido appieno. Ovvio, non vado a puntare il dito contro a chi si atteggia in un determinato modo ed ostenta comportamenti che ritengo estranei al mio modo di pensare .... semplicemente, se questo è il genere di persone con cui devo trascorrere il tempo, allora preferisco lasciar perdere. Lo stesso dicasi per chi fa uso di droghe (leggere/pesanti frega niente, a costo di fare di tutta l'erba un fascio), non condivido e preferisco starne alla larga .... se esco con qualcuno vorrei cercare di averci un dialogo, non di vederlo barcollare fumato e/o in preda ai fumi dell'alcool. Ho semplicemente una diversa concezione di divertimento nella quale eccessi del genere sesso occasionale/fumo/ubriacarsi non rientrano e difficilmente mai rientreranno. Come hai detto tu, purtroppo queste situazioni sono fin troppo diffuse e tutto questo mi trasmette un senso di tristezza ma pazienza, ognuno vive la vita come vuole. Io personalmente ti auguro di riuscire a trovare qualcuno con cui poter essere te stesso, quando fai questi discorsi ti sento molto vicino come modo di pensare e capisco cosa provi. Consolati, lo sconcerto e il senso di tristezza/delusione che provi sono comuni ad altre persone che la pensano come te :)


PS: il bello è che qualche anno fa un utente (di cui non faccio il nome ma tanto basta fare 1+1 per arrivarci :asd: ) mi definì suora/moralista/etc a perchè dissi che non è mia abitudine saltare da un ragazzo all'altro come fanno in tante :asd:

sharkone
08-06-2006, 16.43.14
In effetti c'e' gente che non ha altri discorsi. Parte sempre con lo stesso chiodo fisso. Non si preoccupa di maturare. Ma non si preoccupa nemmeno di trovare qualcosa di nuovo di cui parlare, magari cercando di inserire nel discorso tutti i presenti. Ha solo quello. Non è un problema di discorso tra maschietti, di tette possiamo parlarne tutti. E' proprio un discorso di mentalità.

Ho avuto la sfortuna di conoscere persone che riescono ad essere volgari in qualsiasi situazione/discorso. Aldilà del sesso senza amore.


Un po' come un mio amico che si vantava ogni giorni di rasare la cosina della sua ragazza. Una persona che un tempo si vantava di "ho questo/quello" e oggi si vanta "ho fatto questo con lei". Per questo parlo di mentalità.

funker
08-06-2006, 16.45.20
Te l'ho detto, ho vissuto una situazione molto simile. Ma a differenza tua non mi sono chiuso nei miei ideali, sono sceso a compromessi con me stesso e, prima di scoppiare e fuggire dall'Italia, ho cercato di adattarmi. Ho convissuto con gli usi e costumi dei miei coetanei, sono andato a ballare, ho mangiato capsule, ho sniffato coca, ho avuto esperienze sessuali profonde quanto il buco del culo di un criceto, sono stato perquisito, sono stato denunciato, sono stato preso a pugni. Tutto questo aspettando di partire. A distanza di 3 anni, cosa mi è rimasto di questa superficiale esperienza?

Un cassetto di fotografie con persone che nemmeno ricordo
Esperienza nel campo della Droga
264 numeri nella rubrica del cellulare
Esperienza pratica e teorica sul gioco del calcio
Vestiti firmati

Capisci perché ho tanta voglia di ripartire?

:asd:

Braveheart1984
08-06-2006, 16.45.58
Che dire, ti comprendo benissimo, perché la penso come te su questo campo. Lo ripeto e ribadisco, a costo di annoiare gli interlocutori, a costo di apparire bigotto o filoRuini :asd:, ma il concetto che la società odierna inculca a noi tutti è questo: omologazione, devi fare tuttto quello che fanno gli altri senza porti domande, pena derisione con conseguente allontamento dalla massa.


:hello:

Fabio
08-06-2006, 16.46.47
Te l'ho detto, ho vissuto una situazione molto simile. Ma a differenza tua non mi sono chiuso nei miei ideali, sono sceso a compromessi con me stesso

Noto che restare chiusi nei propri ideali è la soluzione migliore. :asd:

aries
08-06-2006, 16.49.16
@ funker

http://danbielefeld.com/images/1996-02-02-Thailand-Dawn-tunnel-vertical.jpg

Chrean
08-06-2006, 16.49.30
Avete anche tirato in ballo un fattore culturale non trascurabile.
Ora come ora, virtuoso non è più colui che adotta uno stile di vita morigerato o perlomeno con un po' di buona coscienza. Il modello a cui sempre più si punta è il bello, ricco e famoso che può permettersi il lusso e i vizi.
Secondo voi chi riscuote più consensi presso il grande pubblico? La persona che cura la propria cultura e il cervello, oppure quella che se ne tromba quindici a sera ed è sempre in giro per i locali più in?


Sono intorno a noi, in mezzo a noi, in molti casi siamo noi a far promesse senza mantenerle mai se non per calcolo, il fine è solo l'utile, il mezzo ogni possibile, la posta in gioco è massima, l'imperativo è vincere e non far partecipare nessun altro, nella logica del gioco la sola regola è esser scaltro: niente scrupoli o rispetto verso i propri simili perchè gli ultimi saranno gli ultimi se i primi sono irraggiungibili. Sono tanti arroganti coi più deboli, zerbini coi potenti, sono replicanti, sono tutti identici guardali stanno dietro a machere e non li puoi distinguere. Come lucertole si arrampicano, e se poi perdon la coda la ricomprano. Fanno quel che vogliono si sappia in giro fanno, spendono, spandono e sono quel che hanno.

Sono intorno a me ma non parlano con me... Sono come me ma si sentono meglio...
Sono intorno a me ma non parlano con me... Sono come me ma si sentono meglio...

...e come le supposte abitano in blisters full-optional, con cani oltre i 120 decibels e nani manco fosse Disneyland, vivon col timore di poter sembrare poveri, quel che hanno ostentano e tutto il resto invidiano, poi lo comprano, in costante escalation col vicino costruiscono: parton dal pratino e vanno fino in cielo, han più parabole sul tetto che S.Marco nel Vangelo e sono quelli che di sabato lavano automobili che alla sera sfrecciano tra l'asfalto e i pargoli, medi come i ceti cui appartengono, terra-terra come i missili cui assomigliano. Tiratissimi, s'infarinano, s'alcolizzano e poi s'impastano su un albero, boom! Nasi bianchi come Fruit of the Loom che diventano più rossi d'un livello di Doom...

Sono intorno a me ma non parlano con me... Sono come me ma si sentono meglio...
Sono intorno a me ma non parlano con me... Sono come me ma si sentono meglio...

Ognun per se, Dio per se, mani che si stringono tra i banchi delle chiese alla domenica, mani ipocrite, mani che fan cose che non si raccontano altrimenti le altre mani chissà cosa pensano, si scandalizzano. Mani che poi firman petizioni per lo gombero, mani lisce come olio di ricino, mani che brandiscon manganelli, che farciscono gioielli, che si alzano alle spalle dei fratelli. Quelli che la notte non si può girare più, quelli che vanno a mignotte mentre i figli guardan la tv, che fanno i boss, che compran Class, che son sofisticati da chiamare i NAS, incubi di plastica che vorrebbero dar fuoco ad ogni zingara ma l'unica che accendono è quella che dà loro l'elemosina ogni sera, quando mi nascondo sulla faccia oscura della loro luna nera...

Braveheart1984
08-06-2006, 16.56.18
PS: il bello è che qualche anno fa un utente (di cui non faccio il nome ma tanto basta fare 1+1 per arrivarci :asd: ) mi definì suora/moralista/etc a perchè dissi che non è mia abitudine saltare da un ragazzo all'altro come fanno in tante :asd:


Beh, se è così.....W LE SUORE!!!:dentone: :asd:

funker
08-06-2006, 16.58.48
Noto che restare chiusi nei propri ideali è la soluzione migliore.

Dipende dai punti di vista, se vuoi apriamo un poll.

:asd:

aciddeath
08-06-2006, 17.05.02
Bravo Bill guardali pure dall'alto in basso.. a questo punto.. ma sappi che domande/considerazioni come le tue
Questo modo di considerare le donne come oggetti (ho risparmiato di trascrivere altre frasi più “crude”), questo lamentarsi come se ci fosse un diritto divino a trattare le femmine in un certo modo, questo dover a tutti i costi “pucciare il biscotto” come se fosse il fine ultimo della vita avrebbero un senso solo DOPO aver provato quello che vedo sia l'argomento della serata per loro

personalmente reputo complesso il rapporto uomo:donna già dal punto di vista del giocatore.. figurati dello spettatore

con persone del genere neanch'io mi troverei a mio agio li reputo grezzi ma se proprio devo (in fondo sono io che alla fine decido se uscirci insieme o meno) l'unica via d'uscita sarebbe diventarlo più di loro (meglio delle battutine/risatine finalizzate solo a sdrammatizzare la propria posizione in una situazione di disagio) ammesso di avere a disposizione del materiale

il materiale non c'è? male perchè l'altra alternativa è il divano di casa (in assenza di un'altra compagnia)..

permettimi una considerazione finale
ognuno deve stare con persone simili per gusti ed interessi.. si chiama gruppo proprio perchè accomuna persone con caratteristiche in comune

che senso ha uscire con delle persone sapendo già il risultato negativo?

Leetah
08-06-2006, 17.05.13
Bill, se il tono della serata è stato sempre questo, hai ragione: sono infantili. E probabilmente fanno un terzo di quello che dicono.

Sai come si dice: chi non fa, parla.
Se fossero davvero così soddisfatti della propria attività sessuale, non ne farebbero l'unico argomento di conversazione.
(è per questo che questi argomenti sono normalissimi a 16 anni).

Però tu dovresti cercare di uscire dal guscio. Anch'io trovo spesso noiose certe serate in compagnia, ma non puoi maturare completamente standotene rintanato al riparo dalla società (e dall'altro sesso).
Non prenderla come un'offesa, io ti stimo.

Thor
08-06-2006, 17.05.38
Come sempre la virtù sta nel mezzo.

Trombare senza esagerare :asd:
Niente onanismo per un sano organismo.
Bere poco e non quando si guida
No alle droghe
Ruini for president

Evviva la torta di mele della mamma

Thor
08-06-2006, 17.07.19
Non prenderla come un'offesa, io ti stimo.

Però non te la da.......... :asd: :asd:


:eek2:

Kiara
08-06-2006, 17.10.29
sarò sintetica che devo studiare.


Io mi annoio.Giuro.A volte tra l'uscire con il gruppo (che poi non è gruppo, sono un coacervo di persone che si vedono per abitudine più che per voglia) e il rimanere a casa son più contenta dell'ultima opzione.
Sono persone a cui voglio bene (non tutte ovviamente) con cui sto bene in determinati momenti, quando si tratta di andare, uscire, stare in movimento, ma che sono pressochè amorfi se si azzarda qualunque tipo di discorso.
Non c'è interesse a nulla che non sia la propria squadra di calcio o le cazzate che girano per telefonini pornate o volgarizzate canzoncine per bambini, raramente si parla di politica, e se lo si fa lo si fa nella completa ignoranza, di musica non ne parliamo , sono io l'aliena loro si ascoltano vasco e ramazzotti, di film ancor meno, dopo averli portati a veder donnie darko, bobby long e the village son pregiudicata a vita, legger neanche a pensarlo(al massimo Moccia,Dan Brown,King) e via dicendo.
A parte qualche elemento di conversazione più approfondita che si può selezionare da uno o da un altro è inutile ogni tentativo di "parlare" e mi annoio.

Perchè sto ancora con loro?
Perchè è così, perchè non ho occasioni per stare con altri, perchè irrimediabilmente se il giro si allarga si allarga a loro simili, perchè sia io la sfigata o meno, le situazioni che vivo ogni giorno mi portano ad avere contatti con gente simile, e poi certo, io magari mi isolo, ma da tanto tempo non mi capita di poter anche solo fiutare un potenziale scambista di idee e concetti ad un livello un cicinino sopra le generiche stronzate e se capita et voilà il legame è effimero causa variabili intervenienti esterne
.Non aspiro ad alti livelli culturali ma quantomeno veder qualcuno a cui piace Interessarsi alle cose, Informarsi.


Ripeto: io mi isolo, cuffie, libri, sempre di corsa, però ogni volta che apro bocca mi cadono i coglioni a sentir gente che o arroccata su posizioni estremamente conservatrici (per cui il dialogo diventa inutile) o ignorante o veramente, ma dico veramente, idiota che ti sorprendi a saper che ha
venticinque e passa anni.

Khorne
08-06-2006, 17.16.48
Io avrò delle abitudini moderatamente disprezzabili a tuo vedere, ma su questo siamo d'accordo: disorsi simili mi generano tristezza, e se un qualche mio amico li fa non esito a dirglielo.

In seguito rimango dell'idea che ognuno fa quel che vuole, non sono i miei figli e più che dirgli la mia opinione non posso: però discorsi del genere sono più patetici dei 13enni che si misurano col righello per vedere chi l'ha più lungo.

funker
08-06-2006, 17.22.29
Perchè sto ancora con loro?

Perchè è così, perchè non ho occasioni per stare con altri, perchè irrimediabilmente se il giro si allarga si allarga a loro simili, perchè sia io la sfigata o meno, le situazioni che vivo ogni giorno mi portano ad avere contatti con gente simile, e poi certo, io magari mi isolo, ma da tanto tempo non mi capita di poter anche solo fiutare un potenziale scambista di idee e concetti ad un livello un cicinino sopra le generiche stronzate e se capita et voilà il legame è effimero causa variabili intervenienti esterne
.Non aspiro ad alti livelli culturali ma quantomeno veder qualcuno a cui piace Interessarsi alle cose, Informarsi.

Devi trovare la giusta aria per riempire i tuoi polmoni. L'isolamento fa bene, puoi convivere con te stessa in attesa del giorno in cui arriverà un input che ti farà scattare come una molla. A 18 anni ho maturato la voglia di fuggire, circondato com'ero di ignoranza mi sentivo un vegetale e non vedevo futuro tra le case della mia città. Adesso sono di nuovo qua, è vero, ma sono solo in attesa di richiudere il trolley e partire ancora una volta. La strada è vita, non finirò mai di ripetermelo.

Se sei intelligente e minimamente attiva, sei sprecata in un giro così.

stan
08-06-2006, 17.23.53
Io mi annoio.Giuro.A volte tra l'uscire con il gruppo (che poi non è gruppo, sono un coacervo di persone che si vedono per abitudine più che per voglia) e il rimanere a casa son più contenta dell'ultima opzione.
Sono persone a cui voglio bene (non tutte ovviamente) con cui sto bene in determinati momenti, quando si tratta di andare, uscire, stare in movimento, ma che sono pressochè amorfi se si azzarda qualunque tipo di discorso.
Non c'è interesse a nulla che non sia la propria squadra di calcio o le cazzate che girano per telefonini pornate o volgarizzate canzoncine per bambini, raramente si parla di politica, e se lo si fa lo si fa nella completa ignoranza, di musica non ne parliamo , sono io l'aliena loro si ascoltano vasco e ramazzotti, di film ancor meno...


Perchè sto ancora con loro?
Perchè è così, perchè non ho occasioni per stare con altri, perchè irrimediabilmente se il giro si allarga si allarga a loro simili, perchè sia io la sfigata o meno, le situazioni che vivo ogni giorno mi portano ad avere contatti con gente simile, e poi certo, io magari mi isolo, ma da tanto tempo non mi capita di poter anche solo fiutare un potenziale scambista di idee e concetti ad un livello un cicinino sopra le generiche stronzate e se capita et voilà il legame è effimero causa variabili intervenienti esterne
.Non aspiro ad alti livelli culturali ma quantomeno veder qualcuno a cui piace Interessarsi alle cose, Informarsi.


Per questo frequenti il forum?

Per questo, io, frequento il forum.

Hai avuto coraggio Funker, complimenti. :)

Chrean
08-06-2006, 17.28.51
CUT

Ti capisco (insieme a molti altri di questo forum, credo).

La vera fortuna sta nell'individuare quel 2% di persone che non vivono solo in funzione delle sbronze del weekend, della discoteca e della domenica calcistica.
Purtroppo è terribilmente difficile riuscire a scovare questi individui particolari, e spesso sono persone che rifiutano fin troppo di quanto la società ci offre.
Io credo che si debbano accettare i lati positivi di entrambi gli schieramenti, per cercare di interpolarli a creare uno stile di vita a noi confacente.

aries
08-06-2006, 17.32.28
Kiara vieni su msn che ti tuteliamo io e il funky :asd:


Devi trovare la giusta aria per riempire i tuoi polmoni
Mi sembri l'ultimo a poter suggerire di cosa riempire i propri polmoni :tsk:

Kiara
08-06-2006, 17.34.50
cut
Funker il problema è , che giunti a questo punto difficilmente ti puoi permettere di potere perder tempo alla ricerca di qualcosa d' Altro, perchè rischieresti di compromettere quel che di stabile e di potenziale hai (per andarmene, per crescere, per cambiare).Quindi ora come ora, gli imput ci possono pure essere ma tocca stringere i denti e aspettare che ciò che sto facendo, il modo in cui sto crescendo prima o poi mi darà l'occasione di far convergere le cose.


Stan, sì è per questo che sto sul forum, perchè l'organizzazione all'interno di un forum incanala discussioni e partecipazioni più specifiche, perchè in un forum tocca scrivere(parlare) che se non si scrive(parla) non si sta nel forum, mentre nella realtà si fa presenza e la fanno in troppi.

Kiara
08-06-2006, 17.36.58
Kiara vieni su msn che ti tuteliamo io e il funky :asd:



msn mi fa cagare.:|

poi basta che devo studiare 60 pagine prima di Inpalestrarmi.mi distraete miseriaccia zozza.:tsk:

aries
08-06-2006, 17.42.10
ti fa cagare il programma o le funzioni che offre?

se il problema è il primo... mi pare che hai mac, ci sono programmi fantastici -e stylosissimi >.< che invidia- per mac che fanno le stesse robe di msn, tipo Adium

se il problema è il secondo... in effetti cozza abbastanza col tuo apparire dal nulla andarsene prima possibile :D però io lo trovo fantastico e, restando in topic, anche molto utile... tramite il forum conosci le persone, ma tramite msn si approfondisce molto di più, io posso dire che grazie a molte persone che ho imparato a conoscere tramite msn sono maturato personalmente, musicalmente e anche creativamente <anticipando il tradizionalista che gia so risponderà a questo punto vorrei specificare che non sto dicendo che sia il solo modo, eh...>

funker
08-06-2006, 17.48.34
Funker il problema è , che giunti a questo punto difficilmente ti puoi permettere di potere perder tempo alla ricerca di qualcosa d' Altro, perchè rischieresti di compromettere quel che di stabile e di potenziale hai (per andarmene, per crescere, per cambiare).

Sicuramente. Spero solo che a termine dei tuoi esami ti aspetti un Master nonsodovenelmondolibero, e non il solito tirocinio che fanno fare ai neolaureati.

Leetah
08-06-2006, 17.56.04
Sicuramente. Spero solo che a termine dei tuoi esami ti aspetti un Master nonsodovenelmondolibero, e non il solito tirocinio che fanno fare ai neolaureati.

Generalmente anche dopo un master ti aspetta un tirocinio.
Anche perché se non mi sbaglio Kiara studia Comunicazione.

lazydoc
08-06-2006, 17.59.27
abbiate pazienza dopo un poco di tempo questa malattia passa...

A voi non al mondo...

e vi adattate... meno voli pindarici, si molla il gruppo e ci si dedica ai propri c@@@i....

rapporti solo con chi si seglie nel mondo ludico e amicale, sopportazione dell'ambiente lavorativo, o, per i più sfortunati l'alienazione del disadattato...

in alternativa omologarsi al gruppo....


bye

aries
08-06-2006, 18.09.26
Confortante :D

funker
08-06-2006, 18.30.13
Anche perché se non mi sbaglio Kiara studia Comunicazione.

Io Art & Media, ma alla fine del master non mi aspetterà un tirocinio.
Piuttosto la morte.

Leetah
08-06-2006, 18.47.36
Io Art & Media,

Ma art & media cos'è, un master?
In cosa, esattamente?


ma alla fine del master non mi aspetterà un tirocinio.
Piuttosto la morte.

Ne sei così sicuro?
Certo, poi dipende anche da te e da che tipo di lavoro vuoi, a che livello di professionalità, in che azienda.

(scusate l'OT)

New_Alumir
08-06-2006, 18.50.07
ah...sti giovani moderni:asd:


io dico sempre la mia: il sesso è una cosa ben DIVERSA dall' amore. Il sesso si conclude tutto con "orgasmo di entrambe i patner (ma neanche tanto a volte) e ciao ciao, ci si vede alla prossima scopata": l' amore è una cosa composta da tantissime cose, che vanno dal semplice contatto fisico (baci, carezze etc), dallo scambio di opinioni, modi di pensare e altre cose. Ovvio che alla fine anche nell' amore si sfocia nel sesso, è una cosa naturale, ma è ben diverso fare del sesso con una persona per cui senti davvero e con una per cui lo fai solo per godere.
Io infatti ho fatto solo storie lunghe, niente storie di sesso, e sto vivendo una storia di amore, non di sesso.

TrustNoOne
08-06-2006, 18.56.26
msn mi fa cagare.:|

poi basta che devo studiare 60 pagine prima di Inpalestrarmi.mi distraete miseriaccia zozza.:tsk:

io ho anche icq, yahoo, aim, gtalk

stiamo morendo tutti dalla voglia di insultarti anche in privato

ma tanto non cederai mai, sarebbe un po' come incontrare qualcun dal vivo (anche se io sono convinto che qualcuno gia' l'hai sodomizzato) :asd:

gefri
08-06-2006, 19.09.04
è consolante notare che sono in tanti che hanno il problema delle compagnie cerebrolese, senza alcun interesse e senza alcuna discussione.
Nella mia ci possono essere solo tre tipi di discussione: campagna, merda (wow il cesso tascabile del lidl! Oggi ho cagato 3 volte! Dopo faccio una mezzacagata ecc.) oppure alcool, che nella mia compagnia non è un tramite per divertirsi (non sono assolutamente astemio :asd; ), ma il vero e proprio obbiettivo della serata, che si concluderà in discoteca a ballare pezzi casuali (li ho visti scatenarsi in pista pure con lasciami gridare ecc. :asd: ). Magari si parlasse di sesso... sarebbe un grosso passo avanti. Per fortuna ogni tanto esco con la mia ex, parliamo di tutto tranne che di sport, poi mi fa i gratizzoli nella schiena e nelle braccia e ora che ha scoperto che ho i quadratini ad altezza stomaco e la pancia morbida morbida sotto mi è sempre addosso :asd:

Ef.Di.Gi
08-06-2006, 19.13.28
A mio modo di vedere, lamentele del genere hanno un senso se e solo se:

- Si fa attivamente qualcosa per prevenire gli eventuali danni provocati dai supposti "amici". Si scopano una ragazza illudendola? Si va dalla ragazza a dirlo, ovviamente. E chi se ne incula se il supposto amico si incazza? Poteva dirla giusta alla tipa la prima volta. Se inizia ad alzare la voce, la alzo più forte io, e se si finisce a botte, è per una buona causa :asd:

- Si cerca, dopo aver aggiustato i torti, di cambiar aria - come? Trovando un attività extra-lavorativa che non necessariamente coinvolga il solito "gruppo" ovviamente, non è definibile impresa "semplice"; ma fattibile.

- LE persone non cambiano con l'età, quantomeno come filosofia di base con la quale affrontano la vita. Credo che già terza media si possa fare un abbozzo dell'andamento dell'intera esistenza.

Bottom line: frega un cazzo di come gli altri si divertano a patto che non vi sia nessuno in mezzo. Droga? Alcool? Ammazzatevi pure :asd:. Però mi incazzo se si illudono le ragazze per una semplice scopata. Almeno due :asd: no dai scherzo eh :asd: / Oppure se si diventa violenti e molesti da ubriachi e si spacca il cazzo alle persone / etc etc

Coomunque io esco con due amici ingegneri nerd e/o con la ragazza, dunque mi ritengo fortunato :sisi:

Zio Fella
08-06-2006, 19.15.38
Ma perchè esci con costoro se non ti diverti? Dici che è un compromesso, ma se esso non ti provoca che tristezza chi te lo fa fare? So che non è facile trovare una compagnia con cui divertirsi, però frequentarne una che non ti aggrada, da quello che hai scritto, non è la soluzione migliore.
C'e da dire però che non la conosco nemmeno io la soluzione migliore perciò questo cumulo di parole alla fin dei conti non vale niente.
(non avevate dubbi in riguardo, eh? :asd: )

Leetah
08-06-2006, 19.19.49
So che non è facile trovare una compagnia con cui divertirsi, però frequentarne una che non ti aggrada, da quello che hai scritto, non è la soluzione migliore.


Non sono d'accordo.
Rinchiudersi non è la soluzione migliore, comunque.
Ci vuole sempre un po' di sano equilibrio, nelle cose: la cultura fine a se stessa non è gratificante, se non si vive e si comprende la società.

Se non ha compagnie migliori, che frequenti quella: sia perché credo abbia un legame affettivo con queste persone (e questo può essere gratificante anche se non si tratta di persone intellettualmente stimolanti), sia perché solo uscendo ha l'occasione di conoscere persone nuove.

Zio Fella
08-06-2006, 19.32.53
Se non ha compagnie migliori, che frequenti quella: sia perché credo abbia un legame affettivo con queste persone (e questo può essere gratificante anche se non si tratta di persone intellettualmente stimolanti), sia perché solo uscendo ha l'occasione di conoscere persone nuove.
Ideologicamente ti darei ragione però la realtà a me sembra molto diversa e io personalmente uscendo con compagnie idiote ho trovato solo altrettanti idioti.
Sarà perchè c'è la tendenza ad ammucchiarsi in discoteche che favoriscono tutto meno che la comunicazione. Comunque spero di sbagliarmi.

aries
08-06-2006, 19.34.38
io ho anche icq, yahoo, aim, gtalk

stiamo morendo tutti dalla voglia di insultarti anche in privato

ma tanto non cederai mai, sarebbe un po' come incontrare qualcun dal vivo (anche se io sono convinto che qualcuno gia' l'hai sodomizzato) :asd:


ahaha ma è come ho detto, non fa parte del personaggio :D

cmq davvero, io con msn mi trovo tremendamente bene. Tra l'altro lo usiamo anche tra amici 'del paese' per organizzarci serate e uscite, almeno è gratis e non si buttano nel cesso soldi negli sms.

Ho tutti i contatti a portata di clic, se ho bisogno di qualcosa ho un responso immediato, quando non c'ho un cazzo da fare si perde tempo, ci si passa dei gran bei mp3 e se qualcuno scassa troppo le palle lo blocco senza problemi :D (ma mi succede raramente)

Sgt.Napalm
08-06-2006, 19.39.44
Non c'e' niente di male, solo che tu sei un pesce fuor d'acqua nella tua compagnia, e il problema e' solo tuo, tanto che non ti puoi sfogare se non in un forum su internet.
Trovati qualcun altro che non parli solo di tette e fica, frequenta altri ambienti, evita la gente che ti vomita in macchina perche'.
Magari qualche volta piglia e vai in discoteca, magari ti piace.
Socializza, conosci persone, acquisisci capacita' di poter scegliere con chi stare.
E' dura, ma e' un percorso interiore e personale che devi accettare e compiere se vuoi cambiare le tue abitudini.
E se i tuoi amici non ti danno niente, taglia i ponti.
E' una cosa che richiede coraggio, e pure una certa scafatura, che devi cominciare a prendere in considerazione di farti.
Recentemente mi e' capitato di leggere una frase illuminante con cui mi trovo daccordo: "Ognuno ha gli amici che si merita".
E' vero, se ci si pensa.
Frequentare gente che non ci piace solo per abitudine dipende solo da noi, cercare di costruire nuove amicizie con gente piu' interessante e intelligente dipende sempre e solo da noi.

Leetah
08-06-2006, 19.49.17
Ideologicamente ti darei ragione però la realtà a me sembra molto diversa e io personalmente uscendo con compagnie idiote ho trovato solo altrettanti idioti.
Sarà perchè c'è la tendenza ad ammucchiarsi in discoteche che favoriscono tutto meno che la comunicazione. Comunque spero di sbagliarmi.

Non è che sia facile trovare dei non-idioti.
Certo, se frequenti le disoteche è praticamente impossibile. Se non altro perché non è il luogo adatto per distinuere un idiota da uno che non lo è.

Però dopo l'università è difficile trovare persone che condividano i tuoi interessi (al lavoro, sì, ma lì pesa anche la differenza di età). Io gli amici migliori me li sono fatti lì.

Dopo, poco e niente.

lady_winc
08-06-2006, 19.52.08
Anch'io ultimamente soffro molto dell'appiattimento delle persone che mi stanno intorno. Fino a qualche anno fa frequentavo un bar e passavo le mie serate ad annoiarmi parlando del nulla. O uscivo il sabato sera solo perché "la gente di sabato sera esce". Adesso preferisco stare in casa la sera, se non c'è nessuna prospettiva concreta di fare qualcosa e non di stare in giro tanto per. Infatti sono spesso (quasi sempre) in casa.
Con gran parte delle persone che frequento ho poco o niente in comune. Da me non si fanno discorsi "io mi sono scopato la Nina la Pinta e la Santa Maria", e neppure ci sono gare al consumo di alcol o altro, ma c'è un appiattimento spaventoso. Non c'è la minima curiosità o voglia di informarsi, di approfondire, di capire. Non appena si prova a proporre qualcosa di diverso, chessò, una gita, una mostra, un concerto, qualunque cosa, la gente si chiude a riccio, come se avesse paura di provare qualcosa di nuovo.
Questo mi fa un po' impressione... in persone che a malapena raggiungono i 30anni, ma di testa dimostrano la chiusura di un 85enne.

destino
08-06-2006, 19.53.52
per rispondere a fabio, ovviamente la manica di amici con cui esci deve avere un quoziente intellettivo minore di quello di un'ameba in calore, visto che questi discorsi tra ragazzi sono si frequenti, ma solitamente maggiormente in un'eta adolescenziale, ma nn a 25 e passa anni.
Cmq come gia detto da qualcun altro, solitamente quando si parla di ste cose quasi sicuramente significa che i tuoi amici sono degli sfigati cronici che a mala pena fanno il 5% di quello che raccontano e se ne vantano solo per dare fiato alla bocca, solitamente chi tromba a raffica nn se ne vanta tanto in giro.
Per quanto riguarda il resto del discorso, pure io ho amici che spesso e volentieri si ubriacano fino a stare male, ma sto con loro perche cmq mi trovo bene, perche si parla spesso di cose interessanti che trascendono dall'andare al pub e prendersi una birra. Spesso e volentieri mi capita di nn essere daccordo con loro oppure di nn avere voglia di andare dove vanno loro, ieri per dirne una sono andati in un discopub strapieno di figa, ma dove nn era possibile dire 2 parole per il frastuono e dove tutti fumano come dei turchi, io semplicemente nn ci sono andato, come capita a loro altre volte di nn andare dove vado io.
Se uno ci si trova male con queste persone, l'unica è usarle: pare na cazzata ma nn lo è, usa sta gente per uscire e conoscerne altra, nn tutti sono in quel modo, c'e la buona possibilita di trovare gente interessante in luoghi che manco ti immagini, analogamente lo stesso discorso cmq vale per il forum, in questo concordo con kiara

Gi01
08-06-2006, 20.02.59
Diversi punti di vista, riassumibili in

1) Il 75% di quanto la gente dichiara in questo campo è falso

2) Le donne sono peggio degli uomini, e difficilmente mi convincerete del contrario

3) A me non me ne frega un cazzo, e se faccio qualcosa a dirlo a mezzo mondo che ci guadagno?

4) Kerouac rulla, in sostanza, magari c'entra poco, ma leggere che Kiara a 26 anni ha paura della "strada" mi spaventa

Fabio
08-06-2006, 20.09.50
Il problema è che, anche al lavoro, io ho avuto la sfiga di trovarmi male, tanto che sto pensando di mettermi in proprio sia perchè a Roma non ci sto bene (purtroppo, comunque, con uno stipendio con cui ci si paga a malapena l'affitto e le altre spese, si ha poca libertà di uscita), sia perchè comunque non mi trovo bene coi colleghi (l'ambiente lavorativo è stimolante, ma i colleghi non mi vanno affatto a genio... purtroppo sono una persona difficile).

Sul motivo per cui esco ancora con loro? Beh, perchè come ho detto, alla fine c'è comunque un certo legame (li conosco da 10 anni), pur non essendo mai andati pienamente d'accordo, e perchè è l'unico modo che ho per uscire (ogni tanto, di vita sociale, anche se non sembra). Uscirei anche da solo, se non fosse che mi sento totalmente fuori posto in qualunque posto vada e quindi mi troverei ancora più alienato, assolutamente non in grado, a causa della mia timidezza, di fare conoscenze.

Sul fatto di fare altre conoscenze, uscendo con loro, beh, purtroppo non mi è praticamente mai capitato, perchè trovandomi a disagio, non riesco ad esprimere me stesso, risultando spesso fastidioso e poco "attraente" (le virgolette sono volute, e non mi riferisco soltanto all'essere attraente per il gentil sesso). Mi metto a parlare a monosillabi, mi chiudo in me stesso, allargo le narici, strabuzzo gli occhi, cose di cui farei a meno, ma che partono in automatico quando mi trovo in una situazione di disagio, con tutto quello che ne consegue.

Comunque, ripeto ancora una volta, il post che ho fatto non era per trovare una soluzione ai miei problemi (perchè non c'è, o meglio, ci sarebbe solo in un determinato contesto), ma per fare una discussione generale su un certo modo di comportarsi, tutto qua.

Kiara
08-06-2006, 20.23.12
io ho anche icq, yahoo, aim, gtalk

stiamo morendo tutti dalla voglia di insultarti anche in privato

ma tanto non cederai mai, sarebbe un po' come incontrare qualcun dal vivo (anche se io sono convinto che qualcuno gia' l'hai sodomizzato) :asd:
oh no di certo.cedo anche e-mail false che devio all'amico VampiSio che poi mi lascia le bestemmie sulla macchina.
Sodom e Gomorr.:metal: :Palka:

Braveheart1984
08-06-2006, 20.50.54
Comunque, ripeto ancora una volta, il post che ho fatto non era per trovare una soluzione ai miei problemi (perchè non c'è, o meglio, ci sarebbe solo in un determinato contesto), ma per fare una discussione generale su un certo modo di comportarsi, tutto qua.

Una buona soluzione sarebbe cominciare a rafforzare la tua autostima. E' vero che non ti conosco, ma da quanto ho letto, mi sembra che il tuo problema principale riguarda la considerazione che hai di te stesso.

gefri
08-06-2006, 20.52.30
a 26 anni
donne ed età :asd:
ora ti sbrana :asd:

The_Elf
08-06-2006, 21.08.37
Minchia quante perle di saggezza in un solo 3d...

già che ci sto sparo anche io le mie 2 cazzate: secondo me tra un anno, 2 anni, x anni starai ancora nella stessa situazione.
La colpa non è degli altri.
La colpa non è nemmeno tua.
Ad ogni modo hai 2x anni, molto probabilmente hai iniziato ad intuire / ipotizzare / esaminare la cosa.

E ritengo sia inutile provare a sottolineare tutte le volte che il tuo era partito come un discorso teorico, qua la gente preferisce di gran lunga parlare dei tuoi problemi, ignorando costantemente queste tue puntualizzazioni :asd:

Quaro.
08-06-2006, 21.13.17
E ritengo sia inutile provare a sottolineare tutte le volte che il tuo era partito come un discorso teorico, qua la gente preferisce di gran lunga parlare dei tuoi problemi, ignorando costantemente queste tue puntualizzazioni :asd:

Quindi questo sarebbe un forum di pettegole...

:asd:

Fabio
08-06-2006, 21.33.09
E ritengo sia inutile provare a sottolineare tutte le volte che il tuo era partito come un discorso teorico, qua la gente preferisce di gran lunga parlare dei tuoi problemi, ignorando costantemente queste tue puntualizzazioni :asd:

[Ultimo OT]

Guarda Elf, io sono il primo ad essere convinto che le cose possano cambiare. Non la ritengo un'illusione o una chimera, ma una cosa che può accadere realmente. Basterebbe una sola volta, una sola occasione "favorevole" a cambiare le cose. Il problema è che, questa, purtroppo, non capita mai, per un motivo o per l'altro. Quelle rarissime volte in cui mi trovo a mio agio (ben inteso, capita molto raramente quando esco con questa gente, ma capita invece quando mi trovo completamente altrove, a volte anche con gente del forum) non ho mai l'occasione di trovare persone da conoscere; quando mi trovo a disagio (quasi sempre), ci sarebbe l'occasione di conoscere qualcuno, ma a causa del mio "rincagnimento" ciò non accade. Diciamo che basterebbe che si sovvertissero le due cose una sola volta per risolvere la situazione (che ho definito spesso "problema", quando di problema non si tratta, ma semplicemente di situazione sfavorevole). Rimango fiducioso perchè so bene che, in certi frangenti, riesco ad esprimere tutto me stesso e risultare l'opposto di quello che mostro praticamente sempre quando esco con questa gente. La speranza è che capiti. Se non capita, aoh, che ci devo fare? Ammazzarmi? Non credo proprio.


Magari qualche volta piglia e vai in discoteca, magari ti piace.

Già stato tre volte (di cui due per lavoro): un'esperienza che non ripeterei per tutto l'oro del mondo. Troppo carnaio, troppo caos, troppo casino, cose che mi fanno letteralmente esplodere la testa. Inoltre, è impossibile parlare con chicchessia, perchè la musica copre ogni parola. Il massimo che sono riuscito a resistere è mezz'ora. Due settimane fa, sono stato portato in uno street bar (ci saranno state 300 persone in 80 mq) e la mia resistenza è stata di 30 secondi, dopodichè sono dovuto scappare perchè non ce la facevo più.

[/OT]

uizz
08-06-2006, 22.45.42
Sai cosa Bill? Secondo me ha ragione un tizio che ha postato una sola volta, di cui non ricordo il nome: quello delle compagnie è un periodo della vita.
Poi "in teoria" uno si dovrebbe sposare e mandare aff@nc*lo gli amici cazzoni :asd:
E non buttarti giù che non sono tutti così...Lo vedi dalle risposte di questo 3d ;)

Phoenix_CH
08-06-2006, 22.46.41
disorsi simili mi generano tristezza, e se un qualche mio amico li fa non esito a dirglielo.




ma baffancubo! :sisi:

Fabio
08-06-2006, 23.01.07
E non buttarti giù che non sono tutti così...

E chi si sta buttando giù, scusa? :D

Khorne
09-06-2006, 00.03.12
ma baffancubo! :sisi:

Credo tu sappia meglio di tanti altri che a mandare a cagare la gente quando dice §§§§§§§te ci metto ben poco :asd:

Phoenix_CH
09-06-2006, 00.06.28
Credo tu sappia meglio di tanti altri che a mandare a cagare la gente quando dice §§§§§§§te ci metto ben poco :asd:


si, ma non su sti temi.






Ma te lo sfondo quel culo (cit.) ....

funker
09-06-2006, 00.14.00
Gioventù bruciata. (http://www.primessence.co.uk/images/MagiaFunkica.mov)

:tsk:

The_Elf
09-06-2006, 00.24.50
cutOk, ti espongo la mia personalissima ed opinabile teoria.
In questo genere di ambiti, non esistono situazioni favorevoli o sfavorevoli.
Ci sei solo te, e la tua personalità. E finchè non cambi il tuo carattere, le situazioni resteranno sempre quelle.

Tu dici che:
- da solo, ti senti fuori luogo ovunque, inoltre per timidezza non riusciresti a conoscere nessuno
- con quelli con cui esci non ti senti a tuo agio, il che ti "stranisce" rendendoti alienato (il che si aggiunge alla tua timidezza di base)

Qual è per te una situazione favorevole?
Una festa in tuo onore a cui partecipano solo le persone che stimi e ti stimano più TOT persone sconosciute da poter charmare, visto che sei in condizione di poter dare il massimo?

La situazione è questa: esci con persone, anzi... ti trascini fuori casa con persone che non apprezzi più di tanto. La cosa ti far stare a disagio. Il che ti rende agli occhi di potenziali "interlocutori" lo sfigato della situazione. Quei pochi che ci passano sopra vedono premiare i loro sforzi con monosillabi, balbettii e cose che ti partono in automatico per via della pressione causata dal tuo disagio.
Tu continui a sperare, perchè sai di valere.
Bene, non ne dubito affatto, ma il punto è un altro.
Tu ora davanti al pc pensi "si però io in certe situazioni sono un figo". Ma le persone da sole, e le stesse messe in mezzo alla gente molto spesso sono totalmente diverse. Milioni di ragazzi timidi si ripetono di avere qualità, ma tutti quanti poi le perdono improvvisamente quando dovrebbero mostrarle ad altri, per poi riacquistarle quando tornano ad essere soli.
Hai presente la chitarra che ho in firma? bhe da solo la suono e, lacune tecniche a parte, mi appago. Davanti ad un elemento "inconsueto", che sia una ragazza che mi interessa come la figlia di un'amica di mia madre di cui non mi frega nulla (che però insiste per sentirmi suonare), anche le cose più banali mi danno filo da torcere.
Hai presente i giochini con le carte che piacciono tanto a gi0? se li faccio vedere a mia sorella e mio fratello, mi viene una pseudo tachicardia :asd:
Checcè ne dica trust, la si tratta tutto di abilità di mani, perciò il mio unico pensiero mentre "eseguo" è: "cazzo se mi sudano le mani sono fregato, ehi cazzo stanno iniziando a sudarmi le mani. merda quella carta l'ho mossa di un millimetro di troppo..." :asd:

Non esistono situazioni favorevoli. Tali condizioni si creano.
Ma nel tuo caso dovresti prima cambiare il tuo modo di essere.
Purtroppo sono un fautore del "nessuno cambia". Una persona può adattarsi a qualsiasi cosa, può mandare giù il fatto di lavorare con tizi che non sopporta, di uscire con dementi e ritrovarsi a 40 anni con tizi che parlano di quante se ne sono chiavate, ma difficilmente rivoluziona la propria personalità.

Da cui il post di prima. Tra X anni starai esattamente come ora. Non è colpa degli altri. Non è colpa tua.

PS: non prendere questi post come una critica del genere "sei uno sfigato e tale resti". Mi sono permesso questi due interventi solo perchè in questo genere di cose sei un pivello in confronto al sottoscritto :asd:
D'altronde il motivo per cui ho sempre evitato un contatto / dialogo con te è esattamente perchè ti reputo troppo simile al me del tempo che fu :D

Chrean
09-06-2006, 00.38.18
Gioventù bruciata. (http://www.primessence.co.uk/images/MagiaFunkica.mov)

:tsk:

:azz:

TrustNoOne
09-06-2006, 00.52.58
non prendo parte a questa discussione perche' ormai mi e' troppo facile fare il giochino del club degli sfigati.

Io incolpo me stesso e spero che qualcuno mi punisca (magari un autobus passandomi sopra? asd), e' questa l'unica via per uscire fuori da questo mondo di merda frequentato da gente di merda (voi che state leggendo ora!)

:hello:

per quanto riguarda l'abilita' di mani: hai ragione, infatti e' abilita' che ci vuole nel fare quelle cose, solo che diventa inutile nel momento in cui lo fai diventare un segreto e non spieghi cosa fai. Io non posso misurare la tua abilita' guardando il trucco, devo sapere cosa fai.

Di0
09-06-2006, 01.10.23
Io sono l'unico che si è sempre trovato compagnie abbastanza motivanti? Certo, ci ho messo circa 17 anni prima di trovarne una decente e sono dovuto andare a trovarmela dall'altra parte della provincia, ma ne è valsa la pena.

Poi, arrivato torino non ho avuto problemi: all'università è tutto gente con passioni e background comune, o quasi. Ci si intende subito e per andare a bere una birra, quattro cagate assieme, un amico sincero con cui andare in piscina, quello che ti chiama per le feste organizzate la sera e qualche altro con cui trattenersi per qualche progetto assieme senza impegni, il tutto farcito da risate e minchionate leggere e spassose.

Alla fine, credo che sia più che sufficiente: direi assolutamente confortante e piacevole! :D

@Funker: WoooW, bel mood! :asd:

Gi01
09-06-2006, 09.11.27
Poi, arrivato torino non ho avuto problemi: all'università è tutto gente con passioni e background comune, o quasi. Ci si intende subito e per andare a bere una birra, quattro cagate assieme, un amico sincero con cui andare in piscina, quello che ti chiama per le feste organizzate la sera e qualche altro con cui trattenersi per qualche progetto assieme senza impegni, il tutto farcito da risate e minchionate leggere e spassose.

Priscilla :look:


Continuo nel mio piccolo a chiedermi perché The_Elf (a parte farmi incazzare perché è troppo bravo con le carte) mi schifi. Insomma, direi che la persona ci sta. E' bello essere schifati da una persona valida, ti fa sentire felice la mattina

Fabio
09-06-2006, 09.32.51
Milioni di ragazzi timidi si ripetono di avere qualità, ma tutti quanti poi le perdono improvvisamente quando dovrebbero mostrarle ad altri, per poi riacquistarle quando tornano ad essere soli.

Guarda, io stesso mi sono stupito del fatto di non avere avuto problemi d'ansia quando sono stato in TV e quando ho parlato, lo scorso Febbraio, davanti ad una cinquantina di persone (mi hanno addirittura detto che sono uno dei migliori oratori che hanno mai sentito, che dovrei fare il politico per la mia capacità di coinvolgere il pubblico). Al contrario, la cosa ridicola è che nell'1 vs. 1, mi trovo a disagio, anche se non arrivo comunque ai livelli tuoi (magari mi agito un po', ma alla fine le cose le faccio comunque abbastanza facilmente).


Non esistono situazioni favorevoli. Tali condizioni si creano.
Ma nel tuo caso dovresti prima cambiare il tuo modo di essere.

In questo posso darti ragione, ed è una cosa su cui infatti, parzialmente, sto lavorando. Diciamo che quando parlo di "monosillabi", esagero un po' la situazione, visto che solo una volta era del tutto così. Adesso, bene o male, anche con le persone con cui mi trascino fuori, riesco comunque a conversare. E' poco, lo so, ma è già un inizio. Di cambiare il modo di essere non se ne parla, si cercherà di "recitare a copione" in determinate circostanze.


Poi, arrivato torino non ho avuto problemi: all'università è tutto gente con passioni e background comune, o quasi. Ci si intende subito e per andare a bere una birra, quattro cagate assieme, un amico sincero con cui andare in piscina, quello che ti chiama per le feste organizzate la sera e qualche altro con cui trattenersi per qualche progetto assieme senza impegni, il tutto farcito da risate e minchionate leggere e spassose.

Ti è andata bene. Probabilmente le avrei potute trovare anche io in università, se non fosse che la mia timidezza particolare (nell'1 vs. 1) mi ha impedito di andare più in là di qualche scambio di battute o cose simili.

lady_winc
09-06-2006, 11.13.47
Rimango fiducioso perchè so bene che, in certi frangenti, riesco ad esprimere tutto me stesso e risultare l'opposto di quello che mostro praticamente sempre quando esco con questa gente. La speranza è che capiti. Se non capita, aoh, che ci devo fare? Ammazzarmi? Non credo proprio.


Sai cosa devi fare? seriamente?
Innanzitutto non chiuderti sempre a riccio quando qualcuno ti dice il suo pensiero. Tu hai le tue buone ragioni e i tuoi motivi, e conosci te stesso (si spera) meglio di chiunque altro, ma apriti un po' di più agli altri, proprio come status mentale, cerca di diventare leggermente più empatico. Questo di solito alla gente piace. E sentirti apprezzato ti aiuta a prendere sicurezza nelle situazioni in cui sei potenzialmente a disagio.

Seconda cosa: se non capita, fallo capitare.
Inizia ad uscire a mucchio, cogli ogni nuova occasione che ti si presenta, anche con gente che ti sembra improbabile. Su 1000 serate di merda ne salteranno fuori pure un paio di decenti, se non addirittura carine. È la legge dei grandi numeri. :sisi:

E poi non è del tutto vero che ti senti sempre a disagio nei rapporti 1 vs 1, dipende dall'1 che hai di fronte... ma mi fermo qui.

:asd:

Fabio
09-06-2006, 11.18.58
È la legge dei grandi numeri. :sisi:

Per la legge dei grandi numeri, l'Inter dovrebbe già aver rivinto uno scudetto. E invece... :asd:

lady_winc
09-06-2006, 11.30.48
Per la legge dei grandi numeri, l'Inter dovrebbe già aver rivinto uno scudetto. E invece... :asd:


l'ottimismo è il profumo della vita, cazzo :asd:











p.s. forza inter

Gi01
09-06-2006, 11.32.55
C'è un caso Billopoli?

kakikoio
09-06-2006, 11.43.54
Credo che principalmente sia un grosso problema di autostima. Come animali desideriamo accoppiarci perchè il nostro corredo gentico posso continuare. La stirpe il sangue sono il moto di noi "animali". Ma l'uomo a sia ampliato che distorto tutto ciò. L'accoppiarsi diviene mero piacere, una tendenza diffusa, certo, magari non sbagliata di fondo. Purtroppo poi avviene tutto il "mondo" di orripilanti e insulse fandoie e meschinità atte al raggiungimento dello scopo. Bugie, arroganza, meschinità assortite sono diventate la nostra "ruota del pavone". Credo che il tuo disgusto sia ben meritato Bill, molti di noi sono immeritevoli molte volte delle loro fortune. Dovrevvo diventare più semplici, e cercare di riscoprire il rapporto umano vero. L'ascolto, l'essere disponibile senza secondi fini, il volere una donna perchè la si ama, magari non per sempre, ma essere smepre coerenti e decidere di troncare se qualcosa non dovesse andare. Invece ci troviamo con centinaia di "pisellatori" folli che vedono solo tre buchi deambulanti e privi di altro senso. Non biasimo queste persone, sono i nuovi "animali uomo" che stanno soppiantando poco a poco il vecchio che annaspa incredulo davanti a tanta pochezza e meschinità.

Fabio
09-06-2006, 11.46.25
C'è un caso Billopoli?

Se avessero intercettato certe mie telefonate e/o chattate, potrebbe aprirsi. :look:

:asd:

Di0
09-06-2006, 12.18.45
Ti è andata bene. Probabilmente le avrei potute trovare anche io in università, se non fosse che la mia timidezza particolare (nell'1 vs. 1) mi ha impedito di andare più in là di qualche scambio di battute o cose simili.

Sì, ammetto che è stata, anche se in parte, fortuna. Comunque, non ti credere: anche io non vado molto più il là dello scambio di battute quando esco con gli amici, solamente che lo trovo già di per sè soddisfacente. :)

Wizpig
09-06-2006, 16.31.56
E’ una mia impressione, ma questi sono discorsi che, secondo me, starebbero bene in bocca a 16enni/17enni in piena tempesta ormonale. Ma in bocca a dei coetanei, dei 25enni, mi mettono un’immensa tristezza.
Ma anche no, in bocca a dei 16\17enni - miei coetanei - farebbero pena uguale e tirerei un calcio nei coglioni a chi l'ha detto.

d0nk4
09-06-2006, 16.42.19
Ma anche no!La vita è breve è tutto hanno il diritto di godersela come piu' gli piace.La fig@(volgarmente) è una delle cose piu' belle che esiste al mondo e non vedo il motivo per il quale un uomo non debba usufruirne a propio piacimento come piu gli pare.Ovviamente sempre che la partner sia consapevole e consenziente.Poi se dopo aver consumato l'atto vuole fare partecipe i suoi amici di tale impresa che ben venga :D vuole solo esprimere la sua felicità.Io personalmente parlo sempre con i miei amici delle mie avventure e i miei amici lo fanno con me :D ovvio alcune sono cazz@te immani XD ma infondo lasciamo scorrere e basta.Non riesco a trovare tutto questo "odio" e "disprezzo" per un uomo a cui piace la vita(ho usato vita non a caso).Bha.Bill per io non so cosa dirti,posso solo augurarti di diventare piu' espansivo e di riuscire a fare buone amicizie.Bho,io ho detto la mia :D

:hello:




P.S-Vi è mai lampato nella testa l'idea che molto spesso sono le donne ad usarci?Ma nessuno ne ha mai parlato...essi sempre gli uomini sono gli animali e le donne le principessine indifese....

Wizpig
09-06-2006, 16.47.53
Ma anche no!La vita è breve è tutto hanno il diritto di godersela come piu' gli piace.La fig@(volgarmente) è una delle cose piu' belle che esiste al mondo e non vedo il motivo per il quale un uomo non debba usufruirne a propio piacimento come piu gli pare.Ovviamente sempre che la partner sia consapevole e consenziente.Poi se dopo aver consumato l'atto vuole fare partecipe i suoi amici di tale impresa che ben venga :D vuole solo esprimere la sua felicità.Io personalmente parlo sempre con i miei amici delle mie avventure e i miei amici lo fanno con me :D ovvio alcune sono cazz@te immani XD ma infondo lasciamo scorrere e basta.Non riesco a trovare tutto questo "odio" e "disprezzo" per un uomo a cui piace la vita(ho usato vita non a caso).Bha.Bill per io non so cosa dirti,posso solo augurarti di diventare piu' espansivo e di riuscire a fare buone amicizie.Bho,io ho detto la mia :D

:hello:




P.S-Vi è mai lampato nella testa l'idea che molto spesso sono le donne ad usarci?Ma nessuno ne ha mai parlato...essi sempre gli uomini sono gli animali e le donne le principessine indifese....
Ma dove?
Ci sono i troioni e le troie, maschi e femmine ed è una cosa banale, ma più spesso le mignotte sono donne, almeno alla mia età. [Ovviamente loro penseranno il contrario, ma se io vedo la situazione di coppia dal "di fuori" dico che 99\100 la mignotta sedicenne è femmina]

Per il resto non concordo su nulla di quel che hai detto.
[E scusate la volgarità del post]

d0nk4
09-06-2006, 16.52.54
che 99\100 la mignotta sedicenne è femmina]
Concordo

Mischa
09-06-2006, 16.52.58
tre buchi deambulanti e privi di altro senso...:heart:

Fabio
09-06-2006, 16.54.11
:heart:

Te non fai testo. Torna nella cuccia. :asd:

Gi01
09-06-2006, 16.59.09
P.S-Vi è mai lampato nella testa l'idea che molto spesso sono le donne ad usarci?Ma nessuno ne ha mai parlato...essi sempre gli uomini sono gli animali e le donne le principessine indifese....

Veramente l'ho detto io, ma questo non rende la cosa buona. Divertirsi, come dici tu, è umano (un minimo animale) e comprensibile. Lo fanno gli uomini quanto le donne, perché a letto si è in due (frase ultraciclica).
Altrettanto donne e uomini tra loro si raccontano queste cose, per quanto storicamente gli uomini raccontino più cazzate. Se fatto con stile è una cosa; se fatto come mera conta numerica e per apparire il gallo (o la gallina) del pollaio non ha assolutamente senso, sembra solo volto a mettere in difficoltà chi non condivide questo pensiero (del tipo "Ah, sei un/una coglione/a, non ti scopi nessuno/a) e a battere gli altri polletti/gallinelle.

Insomma stupido.

Non penso che il topic vieti di far sesso con qualcuno. Ma a che pro passare il tempo a dire "uà sono trrrrrrropppppo bbbbbello/a"? Paradossalmente, stai perdendo tempo utile per far sesso (era una provocazione), e non è un reale argomento di discussione, se non nell'eccezione o nella battuta, o nella TECNICA (e qui secondo me il 99,5% della popolazione maschile può stendere un velo pietoso). Se diviene la regola senza controprova sei solo ridicolo.

TrustNoOne
09-06-2006, 17.01.11
bill ci dobbiamo allenare di piu' sul duel :asd:

ad ogni modo bill i tuoi "amici" li descrivi come dei coglioni...

pochi di quelli che conosco io (e non solo la gente che frequento, visto che praticamente non frequento nessuno ) sono cosi'...

Mister X
09-06-2006, 17.11.14
Oh, se voi dite che non avete mai vissuto cose del genere, allora posso arrivare ad una conclusione certa: la Provincia di Ravenna è fonte di tristezza che si propaga lungo i secoli, indipendentemente dalla residenza: basta che ci trascorri una notte e sei fottuto :teach:

MarcoLaBestia
09-06-2006, 17.44.12
Io mi sento fortunato. Ho un'età speciale, in cui si è ancora abbastanza piccoli per cazzeggiare ma ormai la mente si avvia ad essere adulta.


Peccato ke io e POKI altri miei amici l'abbiamo capito. La restante fetta di coetanei quì è come l'hai descritta tu Bill, sia maski ke femmine.


Io ho tre/quarti di amico (:asd:) con cui poter fare quello ke Kiara vorrebbe fare (lo prendo come esempio perkè per diversi motivi mi ci ritrovo), e questi 3/4 non riguardano una singola persona, ma piccole parti di tanti amici miei, ke sommate arrivano a 3/4.


Credo di avere capito una cosa: l'amico totale (ke pensa ed agisce come noi al 100%) non esiste, ma è un bene. Se esistesse sarebbe un nostro clone, e non è molto bello.

Imho l'importante è dunque essere duttili a seconda degli amici ke si ha di fronte. Faccio un esempio: ho un amico con cui parlo di cose metafisike, ma ke fisicamente è ciotto (traduz dal foggiano: grasso) e non può fare le cose ke faccio io per il lato fisico. Poi ho un amico ke è un bambinone a causa dei genitori ke l'hanno castrato come educazione data, ma con cui mi faccio delle partite di pallone unike. Poi c'è quello ke fa l'imbecille con cui si rotfla. Poi quello ke capisce di techno (RARO) ecc. ecc.


Vi deve essere cmq una "fortuna" di fondo nel trovare questi individui con cui si ha un lato in comune, ma soprattutto ke non abbiano altre cose troppo divergenti da noi altrimenti si finisce con l'isolarsi ugualmente.



Questo è quello ke vivo io, ed ho l'estremo sentore ke finirà tutto come entrerò nell'età dell'università. Infatti trasferendomi a Roma o Bologna mi dividerò da essi, o li rivedrò rarissimamente, magari dopo ke saranno completamente cambiati e non ci sarà più quel feeling di un tempo.


Ma è tutta una questione di culo & futuro, discorso complicato.





Kerouac rulla, in sostanza, magari c'entra poco, ma leggere che Kiara a 26 anni ha paura della "strada" mi spaventaImho non ha affatto paura della strada (non si tratta di paura), sta solo aspettando di conoscere qualcuno al suo livello. (e mettiamo da parte per un momento l'umiltè, si vede quando uno è uno buono o no)

ora non entro nel particolare, mi stanno abbastanza sul cazzo gli psicologi invadenti :p


PS
ha 23 anni :asd: 1983, quant' e frat'm, grande annata :metal:

Fabio
09-06-2006, 18.26.40
Oh, se voi dite che non avete mai vissuto cose del genere, allora posso arrivare ad una conclusione certa: la Provincia di Ravenna è fonte di tristezza che si propaga lungo i secoli, indipendentemente dalla residenza: basta che ci trascorri una notte e sei fottuto :teach:

Sorry, le mie frequentazioni sono a Cesena. In provincia di Ravenna non conosco nessuno, ergo mi tocca smontare la tua tesi. :asd:


d ogni modo bill i tuoi "amici" li descrivi come dei coglioni...

Diciamo che fondamentalmente non lo sono. Il problema è che hanno un modo di vedere le cose che è completamente diverso dal mio, e questo si ripercuote anche sul mio modo di vederli.

The_Elf
09-06-2006, 19.02.08
Continuo nel mio piccolo a chiedermi perché The_Elf (a parte farmi incazzare perché è troppo bravo con le carte) mi schifi. Insomma, direi che la persona ci sta. E' bello essere schifati da una persona valida, ti fa sentire felice la mattinaTre ottimi motivi per non fartene un cruccio:
1) Il mio parere non è rilevante, non faccio nemmeno parte dell' "elite" del forum :asd:
2) Non giudicare una persona valida solo perchè fa 2 cazzatine con le carte
3) Il motivo già te l'ho detto: il tuo modo di essere è talmente opposto al mio che mi suona quasi come una forzatura. Se ti può dar pace vedilo come l'unico appiglio al quale posso aggrapparmi per non stimarti.
cit: " E tu... tuuuu.... tu sei troppo biondo!!!" :asd:

destino
09-06-2006, 19.21.05
1) Il mio parere non è rilevante, non faccio nemmeno parte dell' "elite" del forum :asd:


edita subito :teach:

l'elite nn esiste e se esiste tu nn lo devi sapere :teach:

Zio Fella
09-06-2006, 20.17.10
Gioventù bruciata. (http://www.primessence.co.uk/images/MagiaFunkica.mov)

:tsk:
:hail:
chi è costui? sei tu funker?
ti stimo!
edit= anche se io giro meglio e a bandiera:D

MarcoLaBestia
09-06-2006, 21.00.04
elite:tsk:



PS
Funker sei un fumato :asd:

quasi quasi faccio la gif :sagace:

TrustNoOne
09-06-2006, 22.06.00
2) Non giudicare una persona valida solo perchè fa 2 cazzatine con le carte


:metal:

:asd:


giulio ma perche' tu pensi che tutti quelli che odiano il tuo modo di fare pensino che sei un coglione? Io posso non schifarti, pur essendo tu una persona che ha dei modi di fare totalmente opposti ai miei...
Poi dici a me whiner :asd:

gli amici di bill sono un caso a parte :asd:

Fabio
09-06-2006, 22.10.06
gli amici di bill sono un caso a parte :asd:

Everyone has the friends he deserves (cit. da non ricordo chi). :asd:

TrustNoOne
09-06-2006, 22.16.49
Everyone has the friends he deserves (cit. da non ricordo chi). :asd:

e' proprio vero.. guarda the_elf :|

e vale anche il viceversa :asd:

edit: wow ho fatto 14000 messaggi.. quanto sono nerd. merd

Kiara
10-06-2006, 01.02.29
4) Kerouac rulla, in sostanza, magari c'entra poco, ma leggere che Kiara a 26 anni ha paura della "strada" mi spaventa


26????!!!!!!!!!????????????????






E comunque, t'ha risposto Marco.La strada la si prende se non c'hai nulla dietro.

Io non butto ciò che mi son guadagnata per un qualcosa che mi manca, vivrei comunque in uno stato di mancanza.:birra:

kakikoio
10-06-2006, 10.22.35
Però ripensandoci la vita perfetta non era "Birra, figa e Metal"? :mumble:

d0nk4
10-06-2006, 10.43.06
Però ripensandoci la vita perfetta non era "Birra, figa e Metal"? :mumble:
No,devi aggiungerci calcio alla lista.Ovviamente il calcio porta "bestemmioni" e "birra" (azz c'è gia nella lista) allora solo "bestemmioni"

aciddeath
10-06-2006, 11.07.27
chi ha detto che ormai la mente si avvia ad essere adulta?..

elite del forum?? voglio un nome..

kakikoio
10-06-2006, 12.03.12
No,devi aggiungerci calcio alla lista.Ovviamente il calcio porta "bestemmioni" e "birra" (azz c'è gia nella lista) allora solo "bestemmioni"

Quindi vita perfetta:

-Figa
-Birra
-Calcio
-Bestemmioni
-Metal
-?

d0nk4
10-06-2006, 12.26.07
Quindi vita perfetta:

-Figa
-Birra
-Calcio
-Bestemmioni
-Metal
-?
vabbe aggiungiamoci anche donna innamorata ninfomane bisex e stiamo apposto.

Fabio
10-06-2006, 12.57.44
Vogliamo continuare coi luoghi comuni o la finiamo? :asd:

funker
10-06-2006, 13.25.20
La strada la si prende se non c'hai nulla dietro.

Stronzate.

Dietro ho un diploma, 2 anni di lavoro a Londra, un anno di lavoro in Italia, una casa, una macchina, un cane, due gatti, multe e scartoffie da pagare e tutto sommato mi si prospetta un futuro abbastanza piacevole in questa dolce valle. Ma non mi basta, voglio altre esperienze, voglio un master, voglio un'altra lingua, non voglio infognarmi, ora, a 21 anni. È un fatto di carattere e personalità, non di background. Tanto di cappello alle tue scelte, comunque. Sono cose personali, non si può generalizzare Kiara.


Anche se io giro meglio e a bandiera.

A bandiera solo quando c'è del "verde", e poi, cos'è una sfida? :D

Gi01
10-06-2006, 13.35.02
Stronzate.

Ho una laura presa in tempi brevissimi, 3 lingue, una serie di esperienze che a 27 anni non sono per niente male (The Elf ora mi uccide), eppure giro come un pazzo, cambio, e continuo a sentire che forse c'è qualcosa di più, ogni giorno.

Ah ho anche un cane e tante cose a cui volere bene ma questo non leva che la strada (supponendo tu abbia capito il senso in cui la intendo io) è tutt'altra cosa.

funker
10-06-2006, 13.45.22
Ma questo non leva che la strada (supponendo tu abbia capito il senso in cui la intendo io) è tutt'altra cosa.

La strada è vita, lo sai. Lo sa ogni vagabondo che ha messo piede a San Francisco sulle orme di Kerouac e della beat generation anni '50. Lo sa funker, che gira il mondo da quando ha 15 anni. Lo sa l'omonimo, che gira e rigira ma continua a sentire che forse c'è qualcosa di più.

Stiamo dicendo la stessa cosa, e forse, siamo fatti della stessa pasta.

Fabio
10-06-2006, 13.55.44
Dietro ho... una casa

Bene, hai quanto basta per avere un futuro, più o meno, sicuro (ovviamente se è di tua proprietà). A questo punto, ti ascolterò ancora meno di prima. :asd:

TrustNoOne
10-06-2006, 14.00.36
se siete cosi' immensamente superiori andate a far valere le vostre doti invece di stare qui a parlare no?

Pensate a quelli come me che non saranno mai alla vostra altezza :asd:

funker
10-06-2006, 14.00.48
Ma è palese che siamo diversi Bill, non possiamo ripeterlo tutte le volte.


se siete cosi' immensamente superiori andate a far valere le vostre doti invece di stare qui a parlare no?

Ti sei giocato la vacanza premio. :asd:

TrustNoOne
10-06-2006, 14.02.46
Ti sei giocato la vacanza premio. :asd:

:azz:

se uso i punti + un contributo come al supermercato no? :asd:

poi cosa vuoi, la vacanza premio me la guadagno tenendo l'atteggiamento da "whiner" senza cedere mai... giulio confermera' la mia tenacia.

Fabio
10-06-2006, 14.03.05
Ma è palese che siamo diversi Bill, non possiamo ripeterlo tutte le volte.

Si, ma qui non c'entra un cazzo l'essere diversi. Il punto è un altro. Comunque, non è questo il topic per parlarne.

Detto questo, vado a farmi 100 Km in bici anche se ho i tam-tam che suonano in testa.

funker
10-06-2006, 14.08.58
Si, ma qui non c'entra un cazzo l'essere diversi. Il punto è un altro.

Allora dillo qual'è il punto perché secondo me si parla solo di personalità.
Non puoi muovere una critica nei miei confronti perché semplicemente io non ragiono col tuo cervello, e mi piace vivere la vita in modo frenetico, senza una sicurezza, senza un passato a cui ancorarsi per l'eternità, sono come la cozza di Verga, che si stacca dallo scoglio. Mi rovinerò probabilmente, ma almeno ho seguito il mio istinto e non sono andato contro alla mia indole. La vita è un respiro profondo, mi basta sapere che potrei morire da un momento all'altro per farmi venire voglia di lasciare tutto.

Fabio
10-06-2006, 14.11.30
Allora dillo qual'è il punto perché secondo me si parla solo di personalità.

Beh, se si parla di avere una casa (nel senso di quattro mura, dotate di un valore catastale ed economico), non penso si parli più di personalità, ma di qualcos'altro.

Comunque, quello della casa è un mio cruccio, un qualcosa che probabilmente non riuscirò mai ad avere visti i prezzi sempre in rialzo, ma che è l'obiettivo principe della mia vita. Ed è una cosa che non ha nulla a che fare nè col tuo modo di vedere le cose (che per carità, non apprezzo, ma capisco) nè col mio. Perciò dico che questo non è il topic adatto per parlarne. :)

funker
10-06-2006, 14.14.07
No, scusa Bill, ma una cosa non esclude l'altra.
Comunque va bene, parliamone in privato appena ci sarà possibile.

papo
10-06-2006, 14.31.20
E’ una mia impressione, ma questi sono discorsi che, secondo me, starebbero bene in bocca a 16enni/17enni in piena tempesta ormonale



sono discorsi tristissimi confermo.
La cosa più triste è che esiste e conosco gente che li ripropone a 30 e più di anni questi discorsi.
La donna per loro è un quarto di carne da sfruttare per il proprio piacere e null'altro.
Io preferirei non uscire la sera piuttosto che frequentare l'impersonificazione dell'inutilità.

MaGiKLauDe
10-06-2006, 14.36.54
Stronzate.



A bandiera solo quando c'è del "verde", e poi, cos'è una sfida? :D

Si fa SOLO a bandiera, la carta è nociva, e copre i sapori. E se è una sfida, consideratela accettata!:D

d0nk4
10-06-2006, 14.41.19
Si fa SOLO a bandiera, la carta è nociva, e copre i sapori. E se è una sfida, consideratela accettata!:D
Vabbe cominciamo a parlare di cose serie :|

Baffo Rulez!!!!

bounty
10-06-2006, 15.39.46
ovviamente causa trasferta per lavoro mi sono perso il topic.
Rispondendo alla prima domanda
come ti avevo poi già anticipato
sono cose che si dicono sempre,il 90% di quello che senti non sono altro che stronzate da dividere a metà.
mi spiego

ragazzo X: "maial me la sono praticamente chiavata quella,alla prossima ci sta"
significato vero: ci siamo presentati

purtroppo non è uno scherzo.
poi ovviamente ci sono anche le eccezioni

Gi01
10-06-2006, 16.59.36
Stiamo dicendo la stessa cosa, e forse, siamo fatti della stessa pasta.

Non era chiaro che non parlavo a te, ma stavo solo rafforzando il tuo discorso?

Sigh, le mie abilità da scrittore van calando

Kiara
10-06-2006, 18.36.38
Stronzate.

Dietro ho un diploma, 2 anni di lavoro a Londra, un anno di lavoro in Italia, una casa, una macchina, un cane, due gatti, multe e scartoffie da pagare e tutto sommato mi .....
qui io non parlo di background alle spalle(compiuto, finito), parlo di roba in corso.Che volente o nolente, mi lega, perchè prendere la strada, anche paradossalmente restando nel locale, implica una certa disponibilità di eventi e risorse che non tutti disponiamo, o in caso, a cui non saremmo disposti a rinunciare per semplice bisogno sociale (che vorrei sottolineare, è solo UNA delle sfere della vita).

funker
10-06-2006, 20.34.45
qui io non parlo di background alle spalle(compiuto, finito), parlo di roba in corso.Che volente o nolente, mi lega, perchè prendere la strada, anche paradossalmente restando nel locale, implica una certa disponibilità di eventi e risorse che non tutti disponiamo, o in caso, a cui non saremmo disposti a rinunciare

Ok, ma non ci gettiamo di certo in mezzo "alla strada" senza prima crearci le disponibilità e le risorse di cui tu parli. Quando ti metti in testa di partire fai in 3 mesi quello che solitamente svolgi nel doppio del tempo. Almeno, così succede a me. Sono un razzo che sta per esplodere in una brusca partenza, e faccio in modo con tutte le mie forze di non arrivare impreparato alla fine del countdown.


per semplice bisogno sociale (che vorrei sottolineare, è solo UNA delle sfere della vita).

Non si parla solo di bisogno sociale, ma anche di prospettive, soddisfazioni, traguardi. Io per tutto questo sono disposto a rinunciare a molte cose.

Gi01
10-06-2006, 20.50.56
CUT

Più passa il tempo più penso che quest'uomo sia una mia versione che fuma

shottolo
10-06-2006, 20.51.41
Più passa il tempo più penso che quest'uomo sia una mia versione che fuma
come la merda? :asd:

The_Elf
10-06-2006, 20.54.13
Più passa il tempo più penso che quest'uomo sia una mia versione che fuma
Davvero??


Funker inizi a starmi un pò sul cazzo, lo sai? :asd:

PietroC90
10-06-2006, 22.14.41
Io mi sento fortunato. Ho un'età speciale, in cui si è ancora abbastanza piccoli per cazzeggiare ma ormai la mente si avvia ad essere adulta.


Peccato ke io e POKI altri miei amici l'abbiamo capito. La restante fetta di coetanei quì è come l'hai descritta tu Bill, sia maski ke femmine.


Io ho tre/quarti di amico (:asd:) con cui poter fare quello ke Kiara vorrebbe fare (lo prendo come esempio perkè per diversi motivi mi ci ritrovo), e questi 3/4 non riguardano una singola persona, ma piccole parti di tanti amici miei, ke sommate arrivano a 3/4.


Credo di avere capito una cosa: l'amico totale (ke pensa ed agisce come noi al 100%) non esiste, ma è un bene. Se esistesse sarebbe un nostro clone, e non è molto bello.

Imho l'importante è dunque essere duttili a seconda degli amici ke si ha di fronte. Faccio un esempio: ho un amico con cui parlo di cose metafisike, ma ke fisicamente è ciotto (traduz dal foggiano: grasso) e non può fare le cose ke faccio io per il lato fisico. Poi ho un amico ke è un bambinone a causa dei genitori ke l'hanno castrato come educazione data, ma con cui mi faccio delle partite di pallone unike. Poi c'è quello ke fa l'imbecille con cui si rotfla. Poi quello ke capisce di techno (RARO) ecc. ecc.


Vi deve essere cmq una "fortuna" di fondo nel trovare questi individui con cui si ha un lato in comune, ma soprattutto ke non abbiano altre cose troppo divergenti da noi altrimenti si finisce con l'isolarsi ugualmente.



Questo è quello ke vivo io, ed ho l'estremo sentore ke finirà tutto come entrerò nell'età dell'università. Infatti trasferendomi a Roma o Bologna mi dividerò da essi, o li rivedrò rarissimamente, magari dopo ke saranno completamente cambiati e non ci sarà più quel feeling di un tempo.


Ma è tutta una questione di culo & futuro, discorso complicato.




Imho non ha affatto paura della strada (non si tratta di paura), sta solo aspettando di conoscere qualcuno al suo livello. (e mettiamo da parte per un momento l'umiltè, si vede quando uno è uno buono o no)

ora non entro nel particolare, mi stanno abbastanza sul cazzo gli psicologi invadenti :p


PS
ha 23 anni :asd: 1983, quant' e frat'm, grande annata :metal:


tu saggio uomo. forse perchè abbiamo la stessa età, ma sono d'accordo con quasi tutto quello che hai detto.

io sono l'amico ciotto metafisico, volendo. :sisi:

Eurypotter
11-06-2006, 00.18.38
Devo dire che mi ritrovo in un bel po' di cose scritte all'inizio.
Il mio primissimo gruppo di amici (fine medie/primi anni del liceo) era del genere, forse anche peggio: non ci andavo proprio d'accordo, stavo con loro solo per evitare di stare da solo. In media impiego mesi di assidua frequentazione prima di sentirmi a mio agio con qualcuno (a scuola iniziavo a rispondere ai nuovi compagni con qualcosa di più articolato di un monosillabo verso Gennaio), sempre ovviamente che sia il suddetto qualcuno a proporsi per la frequantazione; in quel caso, per motivi che non ho ancora capito erano stati loro a venire da me.

Poi son capitate due cose: da una parte ho raggiunto il limite di sopportazione, dall'altra col cambio di classe (all'artistico che ho frequentato facevano un biennio comune più un triennio di specializzazione, di conseguenza all'inizio della terza le classi venivano riformate a seconda degli indirizzi) ho lentamente conosciuto persone con cui sentirmi più a mio agio, così ho lasciato il vecchio gruppo. S'è trattato di fortuna, certo.

Onestamente devo dire che qualcuno del vecchio gruppo l'ho recuperato, da qualche annetto a questa parte. Con l'età qualcuno è rinsavito :asd: .

Ogni tanto mi piacerebbe fare come Funker, ma sono troppo pantofolaio e abitudinario per piantare tutto in asso così di netto. Senza contare che, coi miei ritmi di socializzazione, avrei bisogno di altre sei/sette vite prima di riuscire a costruirmi una base affettiva altrove. E poi, ho già tutto qui, il lavoro che ho sempre voluto fare, finalmente delle persone con cui vado d'accordo (per quanto la mia vita sociale non sia attivissima), a brevissimo la casa...

EDIT: scusate, mi sa che mi son perso lungo il discorso. Quando i miei pensieri partono a ruota libera perdono di coerenza e, curiosamente, anche di freschezza :mumble:

funker
11-06-2006, 01.00.19
Più passa il tempo più penso che quest'uomo sia una mia versione che fuma

come la merda?

Funker inizi a starmi un pò sul cazzo, lo sai?


:tsk:

shottolo
11-06-2006, 14.44.24
:Palka:

aries
11-06-2006, 20.23.06
@ Eurypotter:
Che artistico? S. Marta?

Eurypotter
11-06-2006, 21.14.46
@ Eurypotter:
Che artistico? S. Marta?

Boccioni. Venendo dalla provincia, sono stato per un po' indeciso tra i due, poi ho scelto il secondo. Erano consorziati o qualcosa di simile, o me lo sono immaginato? Tu sei un "collega" del S. Marta?

aries
11-06-2006, 21.51.07
yup. pure io son della provincia ma il s.marta in centro mi ispirava di più, e poi il boccioni aveva la nomea d'essere un covo di tabbozzi :D

funker
12-06-2006, 01.31.50
Si fa SOLO a bandiera, la carta è nociva, e copre i sapori. E se è una sfida, consideratela accettata!

Fanculo (http://www.primessence.co.uk/images/MagiaFunkica2.mov).

:tsk:

Mister X
12-06-2006, 08.35.35
Figata la OST ( :asd: ) del secondo video! :hail:
Di cosa si tratta?

funker
12-06-2006, 09.58.27
Faithless, Sunday 8pm.

aries
12-06-2006, 11.36.21
Ma lo bannate? :tsk:

TrustNoOne
12-06-2006, 12.08.36
Ma lo bannate? :tsk:

ma fatti un tiro e non rompere le palle :asd:

Fabio
12-06-2006, 12.54.45
Io spero che tutto ciò gli torni indietro come un boomerang leopardato (cit.) prima o poi. :asd:

shottolo
12-06-2006, 12.59.16
funk :rulez:
;)

aries
12-06-2006, 13.05.23
ma fatti un tiro e non rompere le palle :asd:

taci scemo :book:

Fabio
12-06-2006, 13.08.54
taci scemo :book:

Non mi fate lockare il topic, altrimenti vi faccio chiudere in fumeria (solo che uno dei due gradirebbe :asd: ).

aries
12-06-2006, 13.20.07
maddai oramai è un rito :Palka:

Brian O'Blivion
12-06-2006, 13.20.20
Non mi fate lockare il topic, altrimenti vi faccio chiudere in fumeria (solo che uno dei due gradirebbe :asd: ).

Aspè...se c'è posto,come dire,pure io gradirebbi:teach:

naky
13-06-2006, 02.13.01
Fanculo (http://www.primessence.co.uk/images/MagiaFunkica2.mov).

meow!
bellissimo il micione :D

funker
13-06-2006, 02.27.38
01 (http://www.primessence.co.uk/images/Micia01.jpg) 02 (http://www.primessence.co.uk/images/Micia02.jpg) 03 (http://www.primessence.co.uk/images/Micia03.jpg) 04 (http://www.primessence.co.uk/images/Micia04.jpg)

Anche se a quest'ora è un casino chiederle di tenere gli occhi aperti.

:sleep:

naky
13-06-2006, 02.37.49
04 (http://www.primessence.co.uk/images/Micia04.jpg)

:asd:

TrustNoOne
13-06-2006, 08.36.07
gatto fumato ftw :metal:

Fabio
13-06-2006, 09.08.33
La smetti di insozzarmi il topic? :asd:

debbbole
13-06-2006, 12.30.18
...
il 100% delle cose che hai scritto nel post di apertura, le potrei aver scritte anche io tanto sono d'accordo. Scopare è bello, per carità, ma senza un minimo di coinvolgimento, senza quel qualcosa in più che ti da farlo con chi ami, tanto vale farsi una sega o comprarsi una realdoll...

kakikoio
14-06-2006, 10.07.49
vabbe aggiungiamoci anche donna innamorata ninfomane bisex e stiamo apposto.

Uhmm, magari Diablo 3 gratis? Visto che quelli della Blizzard con wow hanno davvero rotto i maroni!

MarcoLaBestia
14-06-2006, 12.35.27
Scopare è bello, per carità, ma senza un minimo di coinvolgimento, senza quel qualcosa in più che ti da farlo con chi ami, tanto vale farsi una sega o comprarsi una realdoll...quoto, stampo ed appendo al muro con la punes del Foggia (http://teknolover.altervista.org/_altervista_ht/punesFoggia.jpg).

Ashitaka [A-R]
14-06-2006, 15.34.14
Diciamo che mi sento abbastanza d'accordo con quanto detto da Bill...

Però c'è sempre l'enigma , meglio uscire e adeguarsi o non uscire proprio?

Quando si è in gruppo cmq credo che sia normale che si finisca sempre a parlare di stronzate , casomai si parla di cose un po' più serie quando si è in molto pochi o con veri amici (che penso di non averne mai avuti).

Io purtroppo essendo timido (che poi con quelli che mi conoscono bene non lo sono...) , taciturno , un tipo tranquillo che non beve , fuma , si droga , non gli piace andare in discoteca e "diverso" ,
Sono sempre stato considerato "quello a cui piacciono i videogiochi" , diciamo il classico sfigato

Ero considerato quello tranquillo di cui potersi fidare , alcuni si confidavano con me :)

Al liceo un gruppo di amici mi costringevano quasi ad uscire , in fondo ci tenevamo un po' a me e non volevano che mi isolassi , ma c'erano un due elementi insopportabili che non avevano altra attività che sfottermi e gli altri , forse un po' più intelligenti , si lasciavano trasporatre anche loro

Solo recentemente quando ormai non li vedo più sembrano maturati

Poi ho sempre ritenuto che uscire il Sabato sera è un obbligo, il Sabato, cascasse il mondo , SI DEVE uscire , altrimenti si è asociali , sfigati ecc. , non sia mai che uno ti chiede "Cosa hai fatto sabato? e tu rispondi "niente"

Poi quando ormai mi ero sfottuto, non c'era più nessun argomento di discussione ho smesso di uscire
Ho fatto bene , male ? Chi lo sa

Si nota quanto debole era il gruppo , perchè infatti dopo il liceo non ci siamo più sentiti ed ognuno è andato per la sua strada

Ormai dopo il liceo siamo rimasti in 3 a frequentarci , io , un mio amico dalla 1 elementare e un altro del liceo. L'unica cosa che ci legava era un abitudine decennale di andare ogni domenica al cinema e dopo andare a mangiare qualcosa , ogni tanto si univa uno di un altro gruppo del mio amico ( che conoscendomi non mi ha mai invitato in quest'altro "gruppo" , e le poche volte che lo ha fatto ho notato quanto "povero" sia anche quest'altro). Ma purtroppo quest'abitudine si è rotta dopo che il mio amico si è fidanzato e al cinema ci va con la tipa , e ormai mi chiama solo per farmi vedere qualche nuovo videogioco o andare al sushi bar

E per come sono fatto io, nonostante all'università studio una cpsa molto partciolare come il giapponese ( e cinese) difficilmente socializzo se non sono gli altri a porporsi a me. E' che mi rompo di andare al bar o chicchesia senza fare niente e parlare del più e del meno

Ecco il mio sfogo
Che discorso straziante.....:rol4:

Helevorn
14-06-2006, 16.27.32
Bill, io l'ho capito il tuo problema...
la soluzione più spiccia data la tua situazione è il vialone, togliti 'sto peso così poi non ci pensi più :asd:

scherzi a parte, guarda, io da 14enne ero simile a te, odiavo discoteche e gente affine per gli stessi motivi e forse qualcuno in più, e tutt'ora non ho grande considerazione per la fauna maschile e femminile che gira da quelle parti... ma col tempo ho imparato a ragionare anche secondo lo scopo e non solo secondo i principi, capendo che in determinate situazioni adeguarsi al sistema e sfruttarlo a proprio vantaggio è più conveniente che arroccarsi su posizioni impopolari. Nessuno dice che le discoteche ti debbano piacere, che quella cazzo di musica debba essere di tuo gradimento, e che tu debba condividere pensieri filosofici/etici/politici con quella gente: lì la gente va solo per rimorchiare anonimi pezzi di carne, siamo chiari, difficilmente richiameremo gente incontrata laggiù per fare qualcosa insieme che non sia strettamente fisico, la loro compagnia è fine ad uno scopo particolare, e non conosco molta gente che si sia sposata dopo essersi incontrata per caso in una discoteca (magari ce n'è più di quanta si pensi, chissà...).
Guarda anche l'altra faccia della medaglia, non è perchè condividi certi ambienti con certi cazzoni che automaticamente diventi anche tu un cazzone, quello che hai nella testa oggi ce lo avrai ancora il giorno dopo, idem per loro. Se pensi di aspettare finchè non trovi qualcuno con cui valga la pena avere una relazione seria ti avviso subito, agendo così si può anche attendere all'infinito senza mai trovare niente.

Fabio
14-06-2006, 16.32.08
Se pensi di aspettare finchè non trovi qualcuno con cui valga la pena avere una relazione seria ti avviso subito, agendo così si può anche attendere all'infinito senza mai trovare niente.

Sono i rischi della vita. :)

shottolo
14-06-2006, 16.36.41
potresti andare nel deserto e poi lamentarti che fa caldo e non c'è acqua
vista la coerenza...

Fabio
14-06-2006, 16.40.17
potresti andare nel deserto e poi lamentarti che fa caldo e non c'è acqua
vista la coerenza...

Infatti pensavo di farci un giretto quest'estate.

shottolo
14-06-2006, 16.43.41
Infatti pensavo di farci un giretto quest'estate.
ecco poi apri una discussione in cui ti lamenti e 9/10 delle persone ti diranno "ti quoto al 104.6%, nel deserto fa una caldo bestia di giorno e se hai sete son cazzi"

Helevorn
14-06-2006, 16.50.13
senza voler tirare dritto su diagnosi o roba simile, molto probabilmente agisci e ti comporti così in relazione agli schemi mentali che hai costruito nel corso della tua maturazione adolescenziale, essi sono il frutto della tua interazione con l'ambiente e gli individui che ti hanno circondato e ti circondano tutt'ora. Per quanto possano essere rigidi e per quanto questa non sia sicuramente la sede adeguata per andare più a fondo, si tratta di barriere mentali che ti sei autoimposto ma che non sono in alcun caso insormontabili. Ricorda che l'apertura mentale non è data unicamente dal saper accettare quello ci piace, ma anche dal comprendere come districarci in quello che non ci piace.
Non so, magari uno psicologo può aiutarti ad aprirti maggiormente e a ridefinire un'identità forzata come quella che ti sei ipoteticamente costruito, se resti chiuso in te stesso e rifiuti a priori l'interazione sociale, col tempo questo conflitto socio-cognitivo potrebbe sfociare in numerose nevrosi (sempre che non sia già il caso).
Meno tecnicamente, ricorda che di vita ce n'è una sola, non sarà certo una figura di merda in più o in meno a farti male.

TrustNoOne
14-06-2006, 18.08.55
e' inutile asd, non c'e' speranza che voi altri capiate certe situazioni... Vado a divertirmi nel deserto :uiui:

Fabio
14-06-2006, 19.20.32
Non so, magari uno psicologo può aiutarti ad aprirti maggiormente e a ridefinire un'identità forzata come quella che ti sei ipoteticamente costruito, se resti chiuso in te stesso e rifiuti a priori l'interazione sociale, col tempo questo conflitto socio-cognitivo potrebbe sfociare in numerose nevrosi (sempre che non sia già il caso).

Sono stato in analisi da una psicologa per tre anni e l'unico risultato ottenuto è stata la sparizione dell'ansia che mi causava coliti nervose e cose peggiori (che, btw, è tornata negli ultimi tempi, per altri motivi). Io comunque non rifiuto affatto le interazioni sociali e lo testimonia il fatto che se c'è da trovarsi con questi amici, anche se non mi diverto, ci vado lo stesso (Sabato scorso, ad esempio, mi sono di nuovo trovato con loro per mangiare), e questo capita relativamente spesso, almeno una volta ogni due settimane.

Quello che io non tollero è l'andare in posti caotici come street bar, discoteche e simili. Odio il caos, mi fa stare male, mi "ingobbisce" ancora di più di quanto succede negli altri casi. Ad un posto caotico, preferisco l'equivalente meno affollato, solo che tendenzialmente, il gruppo preferisce recarsi nel posto più "in", quello più incasinato, mentre io preferirei andare altrove, in un locale che magari è meno "in", ma è comunque più tranquillo (e, dal mio modo di vedere, dà più possibilità di fare conoscenze nuove, perchè almeno con la gente, lì, ci puoi parlare).

Tu prima parlavi dello sfruttare la situazione a proprio vantaggio. Beh, a me non frega una ceppa di trovarmi il pezzetto di carne in cui pucciare il biscotto quanto ne ho bisogno. A me interessa trovare una persona con cui poter stare bene assieme, con cui poter condividere i miei pensieri, le mie idee, successi ed insuccessi, e con cui avere la possibilità di costruire qualcosa assieme. Non me ne frega niente di trovare qualcuna con cui stare un mese o due e poi cambiare, perchè la ritengo una gigantesca perdita di tempo. E non è questione di fare o non fare figure di merda (tant'è che infatti, un paio di settimane fa, dopo aver conosciuto una ragazza ad una mangiata di compleanno di uno di questi amici, le ho telefonato per chiederle di uscire assieme e come risposta mi sono beccato un "Con te non ci uscirei nè ora nè mai."), ma del fatto che sono attratto solo da un certo tipo di ragazze, non dalla classica "figa" che ti causa pensieri animali ed inenarrabili, ma da chi ti ispira fiducia, dolcezza, tenerezza. E, purtroppo, almeno nelle mie uscite, questo tipo di donna è praticamente assente (esco da anni ed anni con queste persone e mi è capitato di essere interessato solo da tre ragazze, su 100/150 che hanno partecipato a cene, uscite e via dicendo).

Questo è quanto.


ecco poi apri una discussione in cui ti lamenti e 9/10 delle persone

Io avevo spiegato all'inizio che questa era una discussione generale e non su di me. Se è diventata su di me, non è colpa mia. Io ci ho provato a tornare IT, ma non c'è stato verso.

Wiz
14-06-2006, 19.41.31
A me sembrava che Fabius lamentasse e volesse semplicemente portare alla luce il diffuso "malcostume" di alcuni fanciulli di bullarsi delle proprie prodezze sessuali e il suo non capire certe forme di divertimento.
Non voleva nessun tipo di psicoanalisi spicciola, non voleva dire che lui e' meglio, che gli altri sono dei cazzoni ecc ecc.
Si chiedeva perche'.
Qualche appunto sparso.
Vantarsi delle proprie conquiste (con particolari piu' o meno inventati) noto che avviene soprattutto quando si e' fra soli maschi. Di massima quando un ragazzo parlava con me di una ragazza con cui usciva il tono della conversazione era completamente diverso.
Niente:
Me la sono trombata.
Magari era solo sesso, ma mai si scadeva nel volgare (salvo qualche battuta qua e la' per stemperare a meno che il ragazzo in questione fosse il Pise, allora ci si andava giu' pesanti come scaricatori di porto :D ).
Il fatto e' che stando in "branco" subentra una componente di sboroneria, un volersi pavoneggiare, mostrare il lato "io sono il piu' figo, io mi trombo 10 ragazze al giorno e non sto mai male", lato che sparisce nella maggioranza dei casi quando il ragazzo in questione e' solo con la ragazza di turno.
O anche quando parla con un amico/a fidato/a.
Ammiro molto il fatto che Fabio voglia aspettare la ragazza giusta (o presunta tale). Che non accetti compromessi, almeno in amore. Per quel che mi riguarda trovo sia una delle cose piu' difficili da attuare.
Perche' spesso e' difficile stare da soli e viene spontaneo cercare compagnia/conforto (e non mi riferisco semplicemente al sesso) tra le braccia sbagliate. E relazioni di questo genere non sono certo salutari. Anche per la propria autostima.
Bacio a Fabio e bacio anche a Sciotti che mi era polemico :kiss:

The_Elf
14-06-2006, 19.48.02
sono attratto solo da un certo tipo di ragazze, non dalla classica "figa" che ti causa pensieri animali ed inenarrabili, ma da chi ti ispira fiducia, dolcezza, tenerezza.

"Con te non ci uscirei nè ora nè mai."
Bhe, tanto dolce non era... :asd: ...la troia...:birra:

Fabio
14-06-2006, 20.03.45
Bhe, tanto dolce non era... :asd: ...la troia...:birra:

Questo l'ho scoperto dopo. :asd:

Helevorn
14-06-2006, 20.27.39
Vantarsi delle proprie conquiste (con particolari piu' o meno inventati) noto che avviene soprattutto quando si e' fra soli maschi. Di massima quando un ragazzo parlava con me di una ragazza con cui usciva il tono della conversazione era completamente diverso.
Niente:
Me la sono trombata.


attenzione a non confondere certi riti da gruppo con la realtà delle cose. Non conosco un ragazzo, e dico uno, che si vanti o anche solo parli granchè di una ragazza a cui tiene. Se davvero uno ci tiene a una ragazza non dirà mai nulla di fortemente significativo a nessuno circa le sue relazioni sessuali con lei, meno che mai al gruppo di amici. Discorso inverso quando invece si tratta di relazioni 'una botta e via', lì sembra che ci si possa permettere di s§§§§§§§re chiunque perchè tanto chissenefrega (non dico di comportarmi così, ma ammetto di aver osservato più una persona fare esattamente in questo modo).
Poi è chiaro che gli idioti sono ovunque e può capitare l'amico che dice più di quanto si vorrebbe sentire.
Tornando al discorso di prima, ok che non rifiuti l'interazione sociale, ma da quando si evince non sembra nemmeno che ti ci trovi perfettamente a tuo agio, sbaglio?
A me pare oltretutto che il tuo pensiero sia quello di bruciare le tappe in partenza, cioè, mettere una croce su tutto quello che rapprensenta bene o male il lungo percorso fatto di rettilinei, curve e qualche incidente, e raggiungere la striscia di arrivo del grande amore in un balzo solo.
Cioè un po' quello che prima o poi cercano tutti, idioti e cazzoni compresi, che però hanno dalla loro qualcosa che a te manca e che può fare la differenza: l'esperienza.

Fabio
14-06-2006, 20.44.10
Tornando al discorso di prima, ok che non rifiuti l'interazione sociale, ma da quando si evince non sembra nemmeno che ti ci trovi perfettamente a tuo agio, sbaglio?

Beh, mi pare di averlo scritto.


A me pare oltretutto che il tuo pensiero sia quello di bruciare le tappe in partenza, cioè, mettere una croce su tutto quello che rapprensenta bene o male il lungo percorso fatto di rettilinei, curve e qualche incidente, e raggiungere la striscia di arrivo del grande amore in un balzo solo.
Cioè un po' quello che prima o poi cercano tutti, idioti e cazzoni compresi, che però hanno dalla loro qualcosa che a te manca e che può fare la differenza: l'esperienza.

Io non lo vedo come un bruciare le tappe, ma come un'esigenza che uno ha. Nel mio caso, l'eventuale incidente avrebbe conseguenze devastanti (le ha avute un semplice "no" ad uscire che ho ricevuto da una ragazza anni fa, figuriamoci se fossi lasciato in un'eventuale relazione). Preferisco correre il rischio di non avere una relazione che di averne tante e mediocri. Visto che di problemi uno nella vita ne ha già tanti, non vedo perchè aggiungerne altri.

bounty
14-06-2006, 21.59.18
Visto che di problemi uno nella vita ne ha già tanti, non vedo perchè aggiungerne altri.
perchè se no non c'è gusto

Fabio
14-06-2006, 22.21.52
perchè se no non c'è gusto

Beata innocenza. :D

.Imrahil
14-06-2006, 22.29.03
Guarda Bill, non mi stupisco che la situazione dei tuoi coetanei sia quella. E sai perchè? Perchè prima di avere 25 anni, quelli che soffrono meno con l'altro sesso sono proprio quelli che si comportano in quella maniera, e se ne sbattono altamente i cosiddetti. Attenzione non li sto giustificando, anzi, ma secondo me quella, in un buon 80% di casistica, non è altro che una semplice reazione. Errata, ovvio.

MarcoLaBestia
15-06-2006, 00.14.04
Beata innocenza. :DBeata sì.

Non vorresti essere beato pure tu? Non ci vuole mica l'arte.



Vedi per esempio quell'ammalato di Funker :asd:

Fabio
15-06-2006, 09.00.55
Non vorresti essere beato pure tu?

Il tempo della beatitudine è passato.

bounty
15-06-2006, 12.46.29
Il tempo della beatitudine è passato.
ma va in mona Bill che hai 25 anni!:asd: :asd:

Fabio
15-06-2006, 12.57.29
ma va in mona Bill che hai 25 anni!:asd: :asd:

Beh, i miei han messo su famiglia quando mia madre aveva 20 anni e mio padre 24. Questa generazione è un po' ritardata rispetto alla precedente. In teoria (ed anche in pratica), il tempo della stupidera, a 25 anni, dovrebbe essere finito da un pezzo.

funker
15-06-2006, 13.09.25
il tempo della stupidera, a 25 anni, dovrebbe essere finito da un pezzo

Dovrebbe, sarà ma ho amici anche di 30 anni che se la godono quasi ne avessero 10 in meno. Da una parte mi divertono, da un'altra invece mi inquietano.

MarcoLaBestia
15-06-2006, 13.17.32
Il tempo della beatitudine è passato.Non ci sta mica la data di scadenza.

bounty
15-06-2006, 13.24.45
Non ci sta mica la data di scadenza.
come no??
allora la data che ho scritto sulle chiappe che è??:mumble: :mumble:

Fabio
15-06-2006, 13.41.17
Dovrebbe, sarà ma ho amici anche di 30 anni... da un'altra invece mi inquietano.

A me, invece, inquietano solo, perchè rappresentano un brutto segno, anzi, un bruttissimo segno.

ghaladh
15-06-2006, 13.43.44
Vorrei spezzare una gamba a favore dei miei coetanei... ma non trovo nessuna scusa... :azz: i trentenni di oggi (me compreso) sono inquietanti. Precariato... sentimentale?

Helevorn
15-06-2006, 13.58.21
è perchè escono un sacco di libri e guide su come decifrare i dipinti rinascimentali piuttosto che su come mettere su famiglia ed essere felici :asd:

Fabio
15-06-2006, 14.00.30
i trentenni di oggi (me compreso) sono inquietanti. Precariato... sentimentale?

No, sindrome di Peter Pan. :asd:

Di0
15-06-2006, 14.02.49
il tempo della stupidera, a 25 anni, dovrebbe essere finito da un pezzo.

Tutto dipende da quando è iniziato. :)

MarcoLaBestia
15-06-2006, 14.03.40
Sindrome di Peter Pan... :tsk:



diciamola tutta, il dipendente d'ufficio sfatto ke dorme e lavora è uno dei pilastri della società moderna. Ne consegue ke "loro" fanno di tutto per far diventare le persone così.


Ma meno male ke c'è gente come Chuck Palahniuk :)

TrustNoOne
15-06-2006, 14.05.55
Tutto dipende da quando è iniziato. :)

la prima cosa seria che leggo in mesi dal fighetto :asd:

Fabio
15-06-2006, 15.55.31
Tutto dipende da quando è iniziato. :)

Sorry, wrong answer.

Esiste un momento nella vita in cui, per un modo o per l'altro, ti devi prendere delle responsabilità. Per qualcuno comincia prima, per qualcun altro comincia dopo, sia per volontà propria che per motivi indipendenti dalla volontà. Il periodo della stupidera potrebbe anche non cominciare mai, se ci si è trovati in una determinata situazione in cui si era costretti ad avere certe responsabilità (come la mia, ad esempio), o potrebbe cominciare molto in là, dopo aver raggiunto i propri obiettivi.

In teoria però, la stupidera dovrebbe essere finita a 25 anni e da un bel pezzo. Io della generazione precedente alla nostra (e di quella ancora prima) ne conosco poche di persone che, a quell'età, non avevano già famiglia o, comunque, ci erano molto vicini. Certo, coi tempi che corrono, soprattutto a livello economico, è molto difficile farlo al giorno d'oggi, ma non è questo il punto. E' una questione concettuale, di principio. Si tende sempre più a ritardare questo momento e, dal mio punto di vista, la cosa non è affatto buona, anzi è davvero inquietante.

funker
15-06-2006, 16.21.24
No Di0, tutto dipende da che tipo sei e che esperienze hai avuto.
Non c'entra "da quanto".

Ah, Trust, ripigliati. :asd:

ghaladh
15-06-2006, 17.26.20
Quoto Bill in pieno. :tsk:

MarcoLaBestia
15-06-2006, 20.40.46
Dipende da cosa si intende per stubbitarìa. (:asd:)


Se si intende drogarsi e distruggersi, è ovvio ke non lo puoi fare se hai famiglia.

Al contrario, per esempio, la mia stubbitaria non è quella, ergo potrei farla pur avendo famiglia.

Fabio
15-06-2006, 21.40.45
Al contrario, per esempio, la mia stubbitaria non è quella, ergo potrei farla pur avendo famiglia.

Stubbito! :asd: