PDA

Visualizza versione completa : 8 x mille.



.Orfeo.
08-05-2006, 22.07.19
Sì, dai, che tanto è il periodo e vista anche l'aria che tira...:asd:

Che cos'è l'otto per mille?
L'otto per mille nasce nel 1984 con il nuovo Concordato in cui lo Stato Italiano decide di devolvere l’8 per mille dell’intero gettito IRPEF alla Chiesa cattolica (per scopi religiosi o caritativi) o alle altre confessioni o allo stato stesso (per scopi sociali o assistenziali), in base alle opzioni espresse dai contribuenti sulla dichiarazione dei redditi.

Come funziona?
I cittadini possono scegliere di destinare l'otto per mille del proprio gettito IRPEF tra varie opzioni (Chiesa Apostolica Romana, Stato, Chiesa Valdese etc.)
In realtà però nessuno di noi sceglie direttamente la destinazione del proprio gettito IRPEF.Infatti, solo dopo aver calcolato tutte le percentuali delle scelte dei contribuenti si ripartiscono i fondi.Inoltre, la mancata formulazione di un’opzione non viene presa in considerazione poichè l’intero gettito viene ripartito in base alle sole scelte espresse.Alcune confessioni si limitano a prelevare solo le quote che gli sono state esplicitamente attribuite.Questo la Chiesa Cattolica NON LO FA, ottenendo così un finanziamento quasi triplo rispetto ai consensi espliciti ottenuti a suo favore.
Secondo alcuni dati di qualche anno fa la Chiesa Cattolica arriva a totalizzare, sfruttando le mancate formulazioni dei contribuenti (circa 60%), quasi 1000 milioni di Euro.

Come vengono spesi questi soldi?
Alcune confessioni, come quella Valdese, devolve tutti i fondi che riceve alle opere di carità, altre, in primis la Chiesa Cattolica, ne utilizza solo una parte.Nel caso della Chiesa Cattolica solo l'8,6% del totale (circa 80 milioni di Euro) viene destinato alle opere di carità.

E il restante 91,4% ?
Del 91,4% circa il 34% garantisce il sostentamento dei preti e il 47% è destinato alle "esigenze di culto".Questo rende l'8 per mille non tanto diverso da quello che potrebbe sembrare un vero e proprio stipendio che uno Stato, Laico e Sovrano come quello Italiano ogni anno versa nelle casse vaticane.
Stesso discorso vale per le altre confessioni (Luterani, Comunità Ebraiche, Avventisti) che partecipano alla spartizione della torta, escludendo le lodevoli eccezioni delle Assemblee di Dio in Italia e la Chiesa Valdese che da sempre sono contrarie al meccanismo dell'otto per mille.

Ricapitolando, cosa ha di sbagliato l'Otto per mille?
Innanzitutto è sbagliato il meccanismo di base dato che la ripartizione non avviene secondo le esplicite scelte dei contribuenti.Perchè inoltre è aberrante che uno stato laico debba sostentare economicamente delle confessioni religiose che dovrebbero autofinanziarsi, sopratutto nel caso della Chiesa Cattolica, sia per le sue incontrovertibili possibilità di autofinanziamento (grazie anche agli altri finanziamenti, esenzioni e contributi statali di cui può disporre) sia per il fatto che il 91,4% di questi 1000 milioni di Eruo circa non siano destinati ad opere di carità.Inoltre solo poche confessioni partecipano all'Otto per mille, quelle che hanno stipulato un concordato con lo Stato.Le altre come ad esempio i Testimoni di Geova o gli Islamici sono esclusi e particolarmente osteggiati dalla Chiesa cattolica che vede in un possibile allargamento della cerchia delle confessioni danni enormi per le proprie tasche.

Cos'è il 5 per mille?
Nella dichiarazione dei redditi del 2006 è stato introdotta questa nuova possibilità a sostegno della ricerca scientifica, del volontariato e delle attività sociali.Il 5 per mille a differenza del fratello più grande (da cui è completamente indipendente) però ha un meccanismo molto più equo e corretto: se il contribuente non fa la alcuna scelta la sua quota rimane nel bilancio statale.Bello vero?

Cosa bisogna fare?
Sicuramente compilare la sezione relativa all'otto per mille.Solo in questo modo si potrà limitare un po' di più questa furbata legislativa.
Se si è cristiani personalmente credo sarebbe più giusto a questo punto destinare il gettito IRPEF a chi veramente si impegna in delle opere di carità, come la Chiesa Valdese.

Per maggiori info www.uaar.it

Voi che ne pensate?

Vatar86
08-05-2006, 22.12.24
:stica: :sisi:

Rikki
08-05-2006, 22.22.53
Sì, dai, che tanto è il periodo e vista anche l'aria che tira...:asd:

Che cos'è l'otto per mille?
L'otto per mille nasce nel 1984 con il nuovo Concordato in cui lo Stato Italiano decide di devolvere l’8 per mille dell’intero gettito IRPEF alla Chiesa cattolica (per scopi religiosi o caritativi) o alle altre confessioni o allo stato stesso (per scopi sociali o assistenziali), in base alle opzioni espresse dai contribuenti sulla dichiarazione dei redditi.

Come funziona?
I cittadini possono scegliere di destinare l'otto per mille del proprio gettito IRPEF tra varie opzioni (Chiesa Apostolica Romana, Stato, Chiesa Valdese etc.)
In realtà però nessuno di noi sceglie direttamente la destinazione del proprio gettito IRPEF.Infatti, solo dopo aver calcolato tutte le percentuali delle scelte dei contribuenti si ripartiscono i fondi.Inoltre, la mancata formulazione di un’opzione non viene presa in considerazione poichè l’intero gettito viene ripartito in base alle sole scelte espresse.Alcune confessioni si limitano a prelevare solo le quote che gli sono state esplicitamente attribuite.Questo la Chiesa Cattolica NON LO FA, ottenendo così un finanziamento quasi triplo rispetto ai consensi espliciti ottenuti a suo favore.
Secondo alcuni dati di qualche anno fa la Chiesa Cattolica arriva a totalizzare, sfruttando le mancate formulazioni dei contribuenti (circa 60%), quasi 1000 milioni di Euro.

Come vengono spesi questi soldi?
Alcune confessioni, come quella Valdese, devolve tutti i fondi che riceve alle opere di carità, altre, in primis la Chiesa Cattolica, ne utilizza solo una parte.Nel caso della Chiesa Cattolica solo l'8,6% del totale (circa 80 milioni di Euro) viene destinato alle opere di carità.

E il restante 91,4% ?
Del 91,4% circa il 34% garantisce il sostentamento dei preti e il 47% è destinato alle "esigenze di culto".Questo rende l'8 per mille non tanto diverso da quello che potrebbe sembrare un vero e proprio stipendio che uno Stato, Laico e Sovrano come quello Italiano ogni anno versa nelle casse vaticane.
Stesso discorso vale per le altre confessioni (Luterani, Comunità Ebraiche, Avventisti) che partecipano alla spartizione della torta, escludendo le lodevoli eccezioni delle Assemblee di Dio in Italia e la Chiesa Valdese che da sempre sono contrarie al meccanismo dell'otto per mille.

Ricapitolando, cosa ha di sbagliato l'Otto per mille?
Innanzitutto è sbagliato il meccanismo di base dato che la ripartizione non avviene secondo le esplicite scelte dei contribuenti.Perchè inoltre è aberrante che uno stato laico debba sostentare economicamente delle confessioni religiose che dovrebbero autofinanziarsi, sopratutto nel caso della Chiesa Cattolica, sia per le sue incontrovertibili possibilità di autofinanziamento (grazie anche agli altri finanziamenti, esenzioni e contributi statali di cui può disporre) sia per il fatto che il 91,4% di questi 1000 milioni di Eruo circa non siano destinati ad opere di carità.Inoltre solo poche confessioni partecipano all'Otto per mille, quelle che hanno stipulato un concordato con lo Stato.Le altre come ad esempio i Testimoni di Geova o gli Islamici sono esclusi e particolarmente osteggiati dalla Chiesa cattolica che vede in un possibile allargamento della cerchia delle confessioni danni enormi per le proprie tasche.

Cos'è il 5 per mille?
Nella dichiarazione dei redditi del 2006 è stato introdotta questa nuova possibilità a sostegno della ricerca scientifica, del volontariato e delle attività sociali.Il 5 per mille a differenza del fratello più grande (da cui è completamente indipendente) però ha un meccanismo molto più equo e corretto: se il contribuente non fa la alcuna scelta la sua quota rimane nel bilancio statale.Bello vero?

Cosa bisogna fare?
Sicuramente compilare la sezione relativa all'otto per mille.Solo in questo modo si potrà limitare un po' di più questa furbata legislativa.
Se si è cristiani personalmente credo sarebbe più giusto a questo punto destinare il gettito IRPEF a chi veramente si impegna in delle opere di carità, come la Chiesa Valdese.

Per maggiori info www.uaar.it

Voi che ne pensate?



che probabilmente si dovrebbero conoscere meglio i reali costi di tutto l'apparato per sapere se veramente quella percentuale è così esagerata......

.Orfeo.
08-05-2006, 22.30.03
che probabilmente si dovrebbero conoscere meglio i reali costi di tutto l'apparato per sapere se veramente quella percentuale è così esagerata......
Quei dati furono forniti dalla CEI nel luglio del 2005.
In quella occasione Ruini in pompa magna informò come erano stati spesi i soldi dell'Otto per mille.E disse testualmente di aver destinato 80 milioni di Euro alle opere di carità, circa la metà dei 190 milioni destinati a quest'ultime.Quindi si tratta di 8,6%.

Eowyn.
08-05-2006, 22.55.44
Cos'è il 5 per mille?
Nella dichiarazione dei redditi del 2006 è stato introdotta questa nuova possibilità a sostegno della ricerca scientifica, del volontariato e delle attività sociali.Il 5 per mille a differenza del fratello più grande (da cui è completamente indipendente) però ha un meccanismo molto più equo e corretto: se il contribuente non fa la alcuna scelta la sua quota rimane nel bilancio statale.Bello vero?

Voi che ne pensate?
Penso che se avessi un reddito da dichiarare il mio 5°/oo andrebbe qui. (http://www.airc.it/aiuta_ricerca/5_per_mille.asp)

_Enza_
08-05-2006, 23.00.04
escludendo le lodevoli eccezioni delle Assemblee di Dio in Italia e la Chiesa Valdese che da sempre sono contrarie al meccanismo dell'otto per mille.
Voi che ne pensate?

Ho sempre scelto di dare l'8x1000 alla mia chiesa, cioè alle A.D.I. (Assemblee di Dio in Italia) e poi ho sempre letto con piacere (tramite giornali "interni"), l'ottimo uso che ne fanno.
Naturalmente continuerò a darli a loro anche quest'anno. :dentone:

Laeryon
08-05-2006, 23.09.46
I miei danno il 5 per mille all'ANT (associazione nazionale tumori per chi non lo sapesse)...secondo me e' molto meglio che dare pagnotta alla Chiesa che mangia gia' un po' troppo, prendendo pure per il culo dicendo che sono bravi belli e buoni...mah

MarcoLaBestia
09-05-2006, 00.52.43
Voi che ne pensate?
Ke la chiesa mi ha oltremodo sfranto le palle.




http://teknolover.altervista.org/_altervista_ht/mughini.jpg

Brian O'Blivion
09-05-2006, 09.22.54
8x1000 calci nel culo posso dargli...si facciano firmare un assegno dall'istituto per le opere religiose,magari si distraggono dal riciclaggio e dai vari investimenti che coinvolgono anche le ditte che fabbricano armi...sempre a piangere miseria questi,con i forzieri pieni d'oro,mah.

AmeR
09-05-2006, 11.01.50
La chiesa non ha nulla a che fare con la politica nè tantomeno con i soldi pubblici. La religione dovrebbe ( dico dovrebbe perchè in realtà non è così ) riguardare la sfera personale dell' uomo, e non quella pubblica; inoltre mi sembra che se la passino abbastanza bene e che non necessitino di nessun aiuto dallo stato nè tantomeno dai cittadini. Avete bisogno di denaro? Chiedetelo ai fedeli, o fate come i Valdesi.
Gesù era forse ricco?

Di0
09-05-2006, 11.08.16
In famiglia, ho chiesto a mio padre di far andare il 5/°°° alla ricerca della mia Scuola (è possibile farlo, da quest'anno), per ovvi motivi.

Se invece potessi decidere autonomamente l'8/°°°, credo che lo darei ad al-quaeda.
In alternativa, alla ricerca o, piuttosto, allo stato. Di certo, non ad una religione che sia una.

Certo, la scelta se farli mangiare ad un politico o usarli per far mangiare un prete non è proprio così scontata. Ma alla fine, scelgo lo stato, almeno è un'istituzione di cui faccio vagamente parte.

TheMax
09-05-2006, 12.55.50
900 milioni di euro , che schifosi maledetti, dovrebbero bruciare dopo essere stati linciati da almeno 8*1000 persone.

Il 5*1000 ho chiesto a mia madre di darlo alla ricerca, almeno a qualcosa servirà(spero).

TrustNoOne
09-05-2006, 12.57.42
Di certo, non ad una religione che sia una.


caro il mio professore, i soldi non li da' alla religione ma ad un'associazione maf... emh ben nota come la chiesa cattolica, o altre come quella valdese. Capira' che e' ben diverso.

Mi stupisco nel sentire certe corbellerie da lei, a volte si scorda di dimostrare tutta la sua superiorita'.... Per fortuna che ci sono io a ricordarglielo.

FALLEN_ANGEL_664
09-05-2006, 14.36.47
Questo otto per mille mi piace ben poco.

Attendendo nell'ombra,
FALLEN ANGEL 664

Leetah
09-05-2006, 16.19.33
I miei danno il 5 per mille all'ANT (associazione nazionale tumori per chi non lo sapesse)...secondo me e' molto meglio che dare pagnotta alla Chiesa

Be', però 5 per mille e 8 per mille sono due cose diverse, se non si fosse capito.

Ciborio_cgg
09-05-2006, 16.25.27
Be', però 5 per mille e 8 per mille sono due cose diverse, se non si fosse capito.

infatti
notare che ai preti va l'8 per mille
alla ricerca scentifica il 5 per mille

logico, no?

Brian O'Blivion
09-05-2006, 16.26.27
infatti
notare che ai preti va l'8 per mille
alla ricerca scentifica il 5 per mille

logico, no?

Secondo la logica dei farisei il conto torna:sisi:

Ef.Di.Gi
09-05-2006, 16.26.45
L'alternativa è lo stato.

Non so quale delle due sia peggio.

.Orfeo.
09-05-2006, 16.35.46
Almeno come ha detto Di0 dello stato facciamo parte tutti nel bene o nel male.
Poi, personalmente, pur essendo un fermente laico, sarei in linea di massima pure favorevole a destinare il mio gettito alla Chiesa Valdese o all'AID che comunque ne fanno un corretto uso e non si approfittano delle scelte non esplicitamente espresse senza arrivare a fottersi quasi 900 milioni di euro.:|

Brian O'Blivion
09-05-2006, 16.35.58
L'alternativa è lo stato.

Non so quale delle due sia peggio.

In teoria lo stato mi piazza un lampione così non inciampo.

La chiesa blocca il cervello di chi mi sta vicino con aria fritta e di conseguenza,ciò porta malessere riflesso su di me.

Ef.Di.Gi
09-05-2006, 16.42.06
In teoria lo stato mi piazza un lampione così non inciampo.

Ricorda chi è stato presidente del consiglio fino ad un mese fa :asd:



La chiesa blocca il cervello di chi mi sta vicino con aria fritta e di conseguenza,ciò porta malessere riflesso su di me.

Ok, vero. Però crea i campetti per giocare a calcio.

MarcoLaBestia
09-05-2006, 16.45.00
Ok, vero. Però crea i campetti per giocare a calcio.cercare di mettere su una scuola calcio con cui sfruttare le taske di tutte le famiglie i cui figli hanno un sogno suona meglio.

.Furla.
09-05-2006, 16.50.50
se non lo vuoi versare scegli di non versarlo. non vi obbliga mica nessuno, al di là del giusto e dello sbagliato. non che finisca in mani migliori, probabilmente saranno le tasche dei soliti mafiosi (di milano o di palermo, non fa una grossa differenza).

e comunque quante probabilità ci sono che chi non dichiara nulla lo voglia dare alla chiesa piuttosto che al consiglio superiore di Shuva reincarnato in un bradipo? se uno segue una religione poco diffusa sicuramente starà attento a dove mandare il suo 8 per mille.

sia chiaro che io non do l'otto per mille, ma non vedo perché impedire a chi vuole di darlo.


mi sembra che il giusto senso di relativismo dell'opinione ed il rispetto del libero pensiero si stiano trasformando in intolleranza verso la religione.

blamecanada
10-05-2006, 19.36.26
se non lo vuoi versare scegli di non versarlo. non vi obbliga mica nessuno, al di là del giusto e dello sbagliato. non che finisca in mani migliori, probabilmente saranno le tasche dei soliti mafiosi (di milano o di palermo, non fa una grossa differenza).

e comunque quante probabilità ci sono che chi non dichiara nulla lo voglia dare alla chiesa piuttosto che al consiglio superiore di Shuva reincarnato in un bradipo? se uno segue una religione poco diffusa sicuramente starà attento a dove mandare il suo 8 per mille.
1) L'otto per mille si può donare solo ad alcune religioni. E la Chiesa fa di tutto per evitare che le confessioni "concorrenti" più forti non possano accedervi (testimoni di geova, mussulmani...).
2) Anche se non si dona l'otto per mille, quei soldi sono spartiti in base alle scelte degli altri.

Di0
10-05-2006, 19.48.02
2) Anche se non si dona l'otto per mille, quei soldi sono spartiti in base alle scelte degli altri.

Sicuro di questo punto? Sapevo che andasse interamente allo stato, in caso di casella bianca.

Se così non è, mi affretterò a fare in modo che la "nostra" sia segnata. :|
Credevo che la spartizione per quote proporzionali avvenisse in caso di casella marcata, ma qualora non fosse specificata nessuna preferenza.





Chiesa avventista del Settimo giorno o Bambini di Satana? :metal:

blamecanada
10-05-2006, 19.54.47
Sicuro di questo punto? Sapevo che andasse interamente allo stato, in caso di casella bianca.

Se così non è, mi affretterò a fare in modo che la "nostra" sia segnata. :|
Credevo che la spartizione per quote proporzionali avvenisse in caso di casella marcata, ma qualora non fosse specificata nessuna preferenza.





Chiesa avventista del Settimo giorno o Bambini di Satana? :metal:
La Chiesa Valdese spende i soldi unicamente in opere di carità "laiche" e che non abbiano a che fare col culto.
I soldi dati allo stato finiscono comunque in parte alla Chiesa (circa il 50%).
Se fai una ricerchina con google trovi tutto :).

Disarm
10-05-2006, 19.57.03
Come ogni anno eviterò la chiesa cattolica a favore di una a caso delle altre chiese. Quest'anno credo tocchi a quella luterana o giù di li.

Comunque qualche anno fa c'era l'opzione di donare l'8 per mille allo stato, la maggior parte dei testimoni di geova firmava per quello.
Non c'entra nulla eh, tanto per dire.