PDA

Visualizza versione completa : Per voi esiste la PACE?



messia04
08-05-2006, 16.48.48
Ritenete l'azione della Chiesa sufficiente a promuovere la pace?

Cosa pensate che si debba fare sul piano politico?


O per voi la pace rappresenta solo un' UTOPIA?

funazza
08-05-2006, 16.59.32
utopia.
chiesa merda.

Gi01
08-05-2006, 16.59.45
Ritenete l'azione della Chiesa sufficiente a promuovere la pace?

Errore

La domanda propone al suo interno uno storico ossimoro, ed elimina il 99% del mondo che per la pace si applca ogni giorno e che con la chiesa c'entra ben poco.

Pregasi riformulare la domanda.

Brian O'Blivion
08-05-2006, 17.02.07
La chiesa ha portato più guerra che pace,al di là delle varie apparenze mediatiche d'ogni sorta.

Vedo la pace come un obiettivo raggiungibile,ma non allo stato attuale dell'emancipazione della razza umana,ancora relegata in una fase di mezzo...penso che ci saranno ancora svariate guerre e dissidi,che dureranno magari persino qualche millennio...trovare la pace è farsi una ragione serena della vita e della morte,l'uomo a tutt'oggi stenta a gestire anche uno solo dei due grandi temi,quando riuscirà ad armonizzarli a livello collettivo,allora,si potrà parlare di pace.
:birra:

.Orfeo.
08-05-2006, 17.12.07
Ritenete l'azione della Chiesa sufficiente a promuovere la pace?


AHAHAHAHAHAHAHAHAHA
HAHAHAHAHAHAHAHA

Ma certamente.
http://nightwhisper.altervista.org/cristocompagnone.jpg

funazza
08-05-2006, 17.25.52
Vedo la pace come un obiettivo raggiungibile,ma non allo stato attuale dell'emancipazione della razza umana,ancora relegata in una fase di mezzo...penso che ci saranno ancora svariate guerre e dissidi,che dureranno magari persino qualche millennio...trovare la pace è farsi una ragione serena della vita e della morte,l'uomo a tutt'oggi stenta a gestire anche uno solo dei due grandi temi,quando riuscirà ad armonizzarli a livello collettivo,allora,si potrà parlare di pace.
:birra:


grande Brian. questa me la segno :birra: :sisi:

Kiara
08-05-2006, 17.45.14
quella che è la pace per alcuni è la guerra di altri.la chiesa in questo è ruffiana ed ipocrita.
Quindi utopia.Utopia bella e buona.Favoletta per pulirsi l'animo e le scarpe.



E poi a nessuno piacerebbe vivere in un mondo di teletubbies.:birra:

Di0
08-05-2006, 17.47.55
temporanea, no.
eterna, sì.


Ma credo che in questo momento si stia parlando più della prima, giusto?
La Chiesa è una delle prime cause al mondo per la cronica mancanza di pace. Anzi, scusate. Non la chiesa, bensì le chiese. :)

Alceo
08-05-2006, 17.50.36
Vedo la pace come un obiettivo raggiungibile,ma non allo stato attuale dell'emancipazione della razza umana,ancora relegata in una fase di mezzo...penso che ci saranno ancora svariate guerre e dissidi,che dureranno magari persino qualche millennio...trovare la pace è farsi una ragione serena della vita e della morte,l'uomo a tutt'oggi stenta a gestire anche uno solo dei due grandi temi,quando riuscirà ad armonizzarli a livello collettivo,allora,si potrà parlare di pace.
:birra:


Non ritengo sbagliata la tua visione, Azanoth, penso però che il primo passo che si debba fare prima di poter parlare di cambiamento dell'uomo sia quello di eliminare le cause materiali che portano alle guerre.

Finché esisteranno interessi a muovere guerre di conquista esisteranno le stesse e ogni tentativo di lavoro "sull'uomo" verrebbe vanificato.

Ora non ho tempo di motivare di più, poi cerco di sostanziare di più le dichiarazioni sopra.

funker
08-05-2006, 17.52.59
allora, si potrà parlare di pace

E di vita, e di morte.
Concordo pienamente.

:birra:

*Lorenzo*
08-05-2006, 18.09.56
La pace nel senso in cui non ci sia nessuna guerra, ma neanche nessun "conflitto minore", la vedo molto dura da realizzare. Non un'utopia, ma come dice Brian, ci vuole una "maturità collettiva" che è ancora ben lungi dall'essere anche solo scorta all'orizzonte...

La chiesa? E' la prima che dovrebbe starsene zitta e chinare il capo.

Factorx84
08-05-2006, 19.13.23
Penso che la Chiesa promuova la pace come MTV la decenza.

Ape_Africanizzata
08-05-2006, 19.17.28
Ritenete l'azione della Chiesa sufficiente a promuovere la pace?

Cosa pensate che si debba fare sul piano politico?


O per voi la pace rappresenta solo un' UTOPIA?


No,senza il conflitto -di qualunque tipo esso sia-non si va da nessuna parte.

Angelo75
08-05-2006, 19.25.24
Potreste cortesemente esprimere il vostro dissenso nei confronti della Chiesa cattolica senza esagerare con le parole? "Chiesa merda" non è un'espressione piacevole da sentire per un cristiano come me, grazie :Palka:

fppiccolo
08-05-2006, 19.45.50
fino a che esisterà l'uomo non ci può essere pace...

funazza
08-05-2006, 19.48.08
Potreste cortesemente esprimere il vostro dissenso nei confronti della Chiesa cattolica senza esagerare con le parole? "Chiesa merda" non è un'espressione piacevole da sentire per un cristiano come me, grazie :Palka:

fammi pensare....no.

Gi01
08-05-2006, 19.57.58
Potreste cortesemente esprimere il vostro dissenso nei confronti della Chiesa cattolica senza esagerare con le parole? "Chiesa merda" non è un'espressione piacevole da sentire per un cristiano come me, grazie :Palka:


Essere Cristiano e credere nella chiesa sono 2 cose integralmente separate.
Io rispetto il cristianesimo, e in buona parte mi riconosco nei suoi valori. Ma la chiesa in 2 millenni ha fatto poco per meritarsi il mio rispetto

Brian O'Blivion
08-05-2006, 20.20.49
Essere Cristiano e credere nella chiesa sono 2 cose integralmente separate.
Io rispetto il cristianesimo, e in buona parte mi riconosco nei suoi valori. Ma la chiesa in 2 millenni ha fatto poco per meritarsi il mio rispetto

Soprattutto predicando tanto bene(ma non sempre)e razzolando tanto male,e non mi riferisco a fatti di 500 anni fa,ma la totale mancanza contemporanea, da parte degli organi superiori di questa istituzione del valore più elementare dettato dal cristianesimo e totalmente assente verso coloro che non ritengono avere uno stile di vita consono alle proprie visioni,la solidarietà e l'accettazione del diverso.

.Orfeo.
08-05-2006, 20.40.28
Soprattutto predicando tanto bene(ma non sempre)e razzolando tanto male,e non mi riferisco a fatti di 500 anni fa,ma la totale mancanza contemporanea, da parte degli organi superiori di questa istituzione del valore più elementare dettato dal cristianesimo e totalmente assente verso coloro che non ritengono avere uno stile di vita consono alle proprie visioni,la solidarietà e l'accettazione del diverso.
Mi hai tolto le parole di bocca.:birra:

Quaro.
08-05-2006, 20.42.39
Soprattutto predicando tanto bene(ma non sempre)e razzolando tanto male,e non mi riferisco a fatti di 500 anni fa,ma la totale mancanza contemporanea, da parte degli organi superiori di questa istituzione del valore più elementare dettato dal cristianesimo e totalmente assente verso coloro che non ritengono avere uno stile di vita consono alle proprie visioni,la solidarietà e l'accettazione del diverso.

Oltre che avere un maledetto paraocchi per tutto ciò che può essere definito moderno. In questo la chiesa ci è rimasta a 500 anni fa

MarcoLaBestia
08-05-2006, 20.49.44
E poi a nessuno piacerebbe vivere in un mondo di teletubbies.:birra:O peggio dove vanno in giro vestini con camicie da notte, bevono solo bibite dietetike e la massima espressione musicale sono dei jingle pubblicitari vekki di decenni :asd:


(Cmq quella non sarebbe pace anyway)



Il primo passo verso la pace sarà fatto quando il denaro verrà abolito.

Ape_Africanizzata
08-05-2006, 20.51.31
Il primo passo verso la pace sarà fatto quando il denaro verrà abolito.


Altre stronzate?:D


Ps:scusami,ma non ho resistito ;)

MarcoLaBestia
08-05-2006, 20.53.19
Altre stronzate?:D


Ps:scusami,ma non ho resistito ;)Nei tuoi panni non avrei resistito nemmeno io :asd: (forse :p)



Credi davvero ke sia una stronzata? E perkè? Mi fai capire il tuo punto di vista? Se vuoi ti esprimo il mio :)

Scrockman
08-05-2006, 21.00.24
Mi hai tolto le parole di bocca.:birra:

Saranno tutte bagnate di saliva...

Chiesa e pace ancora non vanno d'accordo. Sostanzialmente pure io la penso come dicono quelle parole bagnate.

funker
08-05-2006, 21.06.51
fammi pensare....no.

Invece sì. Te lo ha chiesto con cortesia, non fare il maleducato.

:angel2:

mVm
08-05-2006, 22.44.14
Ritenete l'azione della Chiesa sufficiente a promuovere la pace?

Cosa pensate che si debba fare sul piano politico?


O per voi la pace rappresenta solo un' UTOPIA?

La Chiesa, quella moderna almeno, cerca di fare la sua parte. Sufficiente o no, dipende da chi ascolta. E non c'è peggior sordo di chi non vuole ascoltare.

Sul piano politico la battaglia è persa in partenza: guerra e politica sono connesse e dipendenti. Quindi, sul piano politico, per conseguire la pace eradicherei (voce del verbo sterminare :asd: ) i politici.

Nella mia dimensione, locale, la pace è una realtà. A livello superiore, globale, forse non lo è. Mi rendo conto che esiste una realtà e qualche miliardo di realtà percepite. Preferisco non parlare per sentito dire.

:birra:

Laeryon
08-05-2006, 22.53.38
Ritengo che con il passare degli anni le guerre aumenteranno...il petrolio sta finendo e presto ci saranno sempre piu' lotte per accaparrarsi questo "bene" dietro il quale ci sono molti piu' intrallazzi di quello che noi comuni mortali ci possiamo minimamente immaginare...
Ho parlato di petrolio ma intendo tutte le fonti di energia non rinnovabili da cui l'uomo e' fin troppo dipendente.
Le guerre civili in Africa, a mio parere, dureranno ancora moolto a lungo.
E laddove queste terminino sara' l'occidente a muovere guerra verso il continente nero. Penso che gli stati occidentali vogliano che l'Africa rimanga in questo stato e sono disposti a fare tutto il possibile per questo...se l'Africa si risvegliasse e apprendesse a pieno le sue potenzialita' sarebbe davvero un colosso contro cui combattere (economicamente) sarebbe estremamente difficile.

Laeryon
08-05-2006, 23.03.40
Ritengo che con il passare degli anni le guerre aumenteranno...il petrolio sta finendo e presto ci saranno sempre piu' lotte per accaparrarsi questo "bene" dietro il quale ci sono molti piu' intrallazzi di quello che noi comuni mortali ci possiamo minimamente immaginare...
Ho parlato di petrolio ma intendo tutte le fonti di energia non rinnovabili da cui l'uomo e' fin troppo dipendente.
Le guerre civili in Africa, a mio parere, dureranno ancora moolto a lungo.
E laddove queste terminino sara' l'occidente a muovere guerra verso il continente nero. Penso che gli stati occidentali vogliano che l'Africa rimanga in questo stato e sono disposti a fare tutto il possibile per questo...se l'Africa si risvegliasse e apprendesse a pieno le sue potenzialita' sarebbe davvero un colosso contro cui combattere (economicamente) sarebbe estremamente difficile.

Perche' la firma mi mette quell'orrenda fascetta rossa su "Terroni do it better"?

Quaro.
08-05-2006, 23.09.29
Perche' la firma mi mette quell'orrenda fascetta rossa su "Terroni do it better"?

Troppo lunga. Accorciala

Daniel_san
08-05-2006, 23.20.18
Non vedo come potrà mai esserci pace finchè ci sarà qualcuno che comanderà su di me e che avrà più privilegi perchè io ne ho di meno. Non mi sembra la Chiesa avere i lumi per diffondere la Pace, dato che propone una struttura gerarchica nella cui cuspide corrispondo diritti e privilegi. Soprattutto per me la Chiesa non sarà mai credibile finchè continuerà a perseguire la politica dei due piedi in una staffa...

MarcoLaBestia
09-05-2006, 00.38.51
Perche' la firma mi mette quell'orrenda fascetta rossa su "Terroni do it better"?Perkè il forum è leghista :asd:

Brian O'Blivion
09-05-2006, 09.25.14
La Chiesa, quella moderna almeno, cerca di fare la sua parte. Sufficiente o no, dipende da chi ascolta. E non c'è peggior sordo di chi non vuole ascoltare.


La stessa frase che diceva il boss della cupola quando qualche cartello di esercenti decideva di non pagare il pizzo.

destino
09-05-2006, 10.39.38
cosa si intende per chiesa e per pace?

senza prima chiarire cosa intendiamo con questi 2 termini il discorso nn ha senso

Brian O'Blivion
09-05-2006, 10.58.27
Per me la pace è la naturale sostituzione dell'istinto di sopravvivenza con quello del mutuo soccorso.

La chiesa non è altro che una forma organizzata dell'istinto di sopravvivenza che,per ovvie ragioni,non può accontentare tutti essendo,appunto,un istinto fondato sul predominio e non sull'armonizzazione.

PeppeBlackKravitz
09-05-2006, 11.50.54
Credo che se l'uomo non metterà da parte la sua sete di potere, non potrà mai esistere la pace.
La pace è sinonimo di libertà e chi ha fame non è un uomo libero.
Chi ha sete di denaro non è uomo libero.
Chi ha paura di lottare per una giusta causa non è uomo libero.
Chi è soverchiato dalle leggi non è uomo liber.
Chi uccide non è uomo libero.
Ma anche chi ama, forse, non è uomo libero.

destino
09-05-2006, 11.58.14
Ma anche chi ama, forse, non è uomo libero.

nn cerco la libertà, ma la felicità.

PeppeBlackKravitz
09-05-2006, 12.11.52
la felicità si gusta solo per pochi attimi, pochi, ma dannatament intensi e belli, tanto che si è alla ricerca della felicità in continuazione, e quando l'abbiamo trovata, paf....sfugge via veloce.
Ma la pace intesa come pace interiore per esempio, ti da quella serenità, quella calma che ti permettono di vivere gustando appieno la vita che purtroppo al giorno d'oggi, viene vissuta male. Si da troppa importanza alle cose materiali che non ci rendono felici.
I soldi non portano felicità e sono d'accordo, però, purtroppo ti aiutano a vivere "meglio", perchè come detto prima, un uomo povero, che ha fame non è uomo libero, non è uomo sereno.
Per te la serenità potrebbe essere una ragazza che ti ama, per altri un misero tozzo di pane.
Quando penso che al mondo c'è gente, tra cui bambini che vivono con meno di un euro al mese mi viene da piangere veramente.
E dico: Ed io di hce ca**o mi lamento?
Quella è gente che non ha pace ahime, e non è gente felice.
Allo stesso modo, posso dirti che si vive di piccole cose, piccoli gesti che ci aiutano a crescere, a maturare, piccoli gesti affettuosi di persone a noi care che porteremo dentro il nostro cuore per sempre, ricordando che quelli erano attimi di intensa gioia.
;)

..Omega.Rav..
09-05-2006, 12.14.57
Credo che se l'uomo non metterà da parte la sua sete di potere, non potrà mai esistere la pace.

la natura è strutturata sul più forte che spazza via il più debole, noi perchè dovremmo dimostrarci al di là di questa legge basilare? Solo perchè abbiamo un cervello un po' più grosso di quello di uno scimpanzè? :asd: mehuhu...


La pace è sinonimo di libertà e chi ha fame non è un uomo libero.

chi ha fame pensa a mangiare, sai com'è... se non mangi, tecnicamente, crepi. Lo sanno anche le formiche, gli stercorari e gli Gnù.


Chi ha sete di denaro non è uomo libero.

ma magari qualche soddisfazione se l'è tolta


Chi ha paura di lottare per una giusta causa non è uomo libero.

o, spesso, probabilmente ha moglie e figli.


Chi è soverchiato dalle leggi non è uomo liber.

Siamo TUTTI soverchiati dalle leggi, se è un modo per dire che in realtà nessuno è libero beh... ci sono rimedi psichedelici che creano magnificamente l'illusione della situazione opposta.


Chi uccide non è uomo libero.

Ma chi uccide chi? Il militare che esegue l'ordine che poi non è colpa sua che eseguiva solo l'ordine, o il serial killer che è bello matto matto matto e strangola i barboni con gli scontrini dell'esselunga o il povero cristo devastato dal mutuo che un bel giorno decide che deve ammazzare qualcuno?


Ma anche chi ama, forse, non è uomo libero.

amare una idea è devozione. amare una persona è idiozia.

quante belle parole...
se magari mi vengono in mente altri luoghi comuni li posto :asd:

PeppeBlackKravitz
09-05-2006, 12.23.15
la natura è strutturata sul più forte che spazza via il più debole, noi perchè dovremmo dimostrarci al di là di questa legge basilare? Solo perchè abbiamo un cervello un po' più grosso di quello di uno scimpanzè? :asd: mehuhu...

Si perchè se l'uomo ha la ragione credo che la possa sfruttare.


chi ha fame pensa a mangiare, sai com'è... se non mangi, tecnicamente, crepi. Lo sanno anche le formiche, gli stercorari e gli Gnù.



Chi ha fame e non può mangiare non è libero.
Comunque mi sa che tu sei abbastanza materialista.
Il militare che uccide è costretto a farlo vuoi per ordini vuoi perchè morte tua vita mea

..Omega.Rav..
09-05-2006, 13.05.00
Si perchè se l'uomo ha la ragione credo che la possa sfruttare.


bah... alla fine l'uomo funziona come un qualsiasi altro animale. Scopare, mangiare, fare la cacca. Se una di questi tre pilastri viene a mancare allora l'uomo diventa uno squilibrato (infatti da secoli quelli che per scelta decidono di non scopare, di mangiar poco e di pulirsi con foglia d'ortica causandosi bruciori, finiscono rinchiusi in qualche fortezza su qualche montagna, con la testa rasata nel mezzo, a coltivar carote e a parlare con le nuvole... o alla meglio organizzano i raduni degli scout.). Perchè i supercapi delle superpotenze si prendono a insulti, tirano le bombe e sono sempre agitati? Perchè i supercapi sono tutti uber-fifty. Prendete Berlusconi, finchè era giovane se ne stava sulla sua bella barchetta a fare il pianobar... poi si è sposato, la moglie l'ha messo a dieta e gli è venuto in testa di costruirsi un mausoleo nel giardino di casa tra mammolo e brontolo. Passano gli anni, con l'età i problemini al colonnello (o chiamatelo come vi pare) sono normali... e comincia con le manie di persecuzione che ce l'han su tutti con lui (anche quelli che non lo cagano)... e a proposito dell'ultima parentesi, mi sa che è un po' che non va in bagno a giudicare dagli ultimi titoli dei giornali :asd:

si vede che stamane non ho una fava da fare ve? :asd:

FALLEN_ANGEL_664
09-05-2006, 14.20.11
Ma chi uccide chi? Il militare che esegue l'ordine che poi non è colpa sua che eseguiva solo l'ordine

OT
Il militare che esegue l'ordine è "sempre" responsabile delle sue azioni. Non è che se l'ufficiale dice "spara a quel civile" lui è tenuto a farlo in ogni caso ed in ogni caso non avrà colpa. Tutto dipende infatti dalla possibilità del soldato di apprendere i motivi che spingono il proprio superiore a dare un ordine all'apparenza sbagliato.
OT


@Peppe: mi è piaciuto il tuo discorso :birra:


Credi davvero ke sia una stronzata? E perkè? Mi fai capire il tuo punto di vista? Se vuoi ti esprimo il mio

Anche secondo me la presenza dei soldi non influisce sull'esistenza della guerra. I soldi non sono altro che un mezzo comodo per poter far girare l'economia. Te lo immagini un mercato al nostro livello basato sul baratto?

Se esprimessi il tuo punto di vista ne sarei felice :)


Ritenete l'azione della Chiesa sufficiente a promuovere la pace?

Cosa pensate che si debba fare sul piano politico?


O per voi la pace rappresenta solo un' UTOPIA?

Anzitutto dovresti definire cosa intendi tu per Chiesa, cosa intenda tu per pace, ma sopratutto a quali azioni tu ti riferisci.


La Chiesa

La Chiesa è un'organo complesso, formato da persone e quindi come ogni altra cosa presente su questa terra è soggetta all'influenza umana*. Anzi, per la sua natura è molto più umana* di altre, visto che si accolla l'enorme responsabilità di parlare come tramite tra gli uomini ed un essere supremo (alias: Dio).

*nel senso negativo


La pace

http://upload.wikimedia.org/wikipedia/en/thumb/d/d4/Palpatine_Ep6_DVD_6.jpg/200px-Palpatine_Ep6_DVD_6.jpg

Cit: E ci sarà sempre pace...

Come ti suggerisce il nostro amico biancastro quà sopra, la pace è realizzabile in molteplici modi completamente differenti tra di loro.

Se tu per pace intendi l'assenza dei grossi conflitti armati, allora per realizzarla hai due opzioni:
-instaurare un regime assoluto che controlla tutto e tutti
-far capire a tutto il mondo che se ci mettessimo tutti assieme potremmo fare grandi cose, invece di ucciderci a vicenda (l'antica Grecia insegna)

Se tu per pace intendi l'assenza di qualsiasi tipo di conflitto, allora tu vuoi un mondo morto, statico. Il conflitto, nella giusta misura, stà alla base si ogni cambiamento, ed il cambiamento stà alla base del tempo e della vita, quella vera.

Se tu per pace intendi la tua pace interiore, allora devi trovarti una filosofia, uno stile di vita, un "equilibrio" che ti sia guida.

Se tu per pace intendi "tutti felici, tutti liberi, nessuno oppresso" allora hai molto su cui lavorare...

Attendendo nell'ombra,
FALLEN ANGEL 664

MarcoLaBestia
09-05-2006, 15.26.14
Anche secondo me la presenza dei soldi non influisce sull'esistenza della guerra. I soldi non sono altro che un mezzo comodo per poter far girare l'economia. Te lo immagini un mercato al nostro livello basato sul baratto?

Se esprimessi il tuo punto di vista ne sarei felice :)I soldi portano all'attaccamento, e l'attaccamento alla bramosia. (cit. Yoda :D)

Affinkè qualcuno sia ricco, è necessario ke qualcun altro sia povero, è la legge base dell'economia, ed io personalmente non sarò mai in pace se so ke qualcuno soffre (e questi potrebbe essere il povero come in ricco).



Una società senza denaro non è per forza una società basata sul baratto (asd al baratto non ci ho pensato nemmeno per un istante)

Nell'utopica società terrestre di Star Trek, ognuno lavora, produce e dà per il solo bene della collettività e per la propria soddisfazione personale, ed in cambio riceve il lavoro degli altri, ke producono per lui le cose ke non si produce da sè. Detto in breve, si procederebbe esattamente con le attività quotidiane odierne (fare la spesa, andarsi a fare un gelato, prendere un videogame da consumare ecc.), l'unica differenza l'assenza di denaro.
Questa è una realtà veramente utopistica, ke necessita di un illimitato buon senso da parte di tutti gli individui, ma è l'unico modo. Bisogna abbattere tutti i muri, e il denaro è sicuramente nella top three. :)

Alceo
09-05-2006, 15.34.07
Nell'utopica società terrestre di Star Trek, ognuno lavora, produce e dà per il solo bene della collettività e per la propria soddisfazione personale, ed in cambio riceve il lavoro degli altri, ke producono per lui le cose ke non si produce da sè. Detto in breve, si procederebbe esattamente con le attività quotidiane odierne (fare la spesa, andarsi a fare un gelato, prendere un videogame da consumare ecc.), l'unica differenza l'assenza di denaro.
Questa è una realtà veramente utopistica, ke necessita di un illimitato buon senso da parte di tutti gli individui, ma è l'unico modo. Bisogna abbattere tutti i muri, e il denaro è sicuramente nella top three. :)


Azz Marco, ti avvicini pericolosamente al principio comunista del "da ciascuno secondo le proprie capacità, a ciascuno secondo i propri bisogni".

MarcoLaBestia
09-05-2006, 15.51.52
Ci somiglia, ma non è così... io parlavo di "ciò ke si vuole fare", senza obblighi, per questo è utopico a manetta. Ci vorrebbe un buon senso smisurato, ke purtroppo la società attuale, presa in massa, non ha nemmeno un po'.

Di0
09-05-2006, 20.40.12
Beh, marco: non è così utopico. E' solo tutta colpa di quella §§§§§§§ di Eva. :asd:

Per il resto, non credo che l'idea di paradiso terrrestre venderebbe molto al giorno d'oggi, anche se ammetto che questa ricerca di pace sia ultimamente un concetto che va per la maggiore.
Peccato solo che il '68 sia finito da un pezzo e non ce ne può essere un altro, pur non credendoci, sarebbe stato divertentissimo ed interessantissimo. :D

MarcoLaBestia
09-05-2006, 21.45.26
Ma quella pace era falsissima... o almeno "microclimatica" (non mi venivano parole più semplici :asd:)

FALLEN_ANGEL_664
10-05-2006, 00.35.16
Ci somiglia, ma non è così... io parlavo di "ciò ke si vuole fare", senza obblighi, per questo è utopico a manetta. Ci vorrebbe un buon senso smisurato, ke purtroppo la società attuale, presa in massa, non ha nemmeno un po'.

Non è solo utopico... è senza senso... in base a che misura gli altri offrono i loro servigi o tu puoi lamentarti degli altri (e viceversa)? Aspettarsi che gli altri facciano il loro lavoro al massimo è utopico, ma organizzarsi nel modo da te proposto mi pare... come dire, inapplicabile... solo forse nelle realtà più piccole la cosa potrebbe funzionare (dovremmo inventarci una società che funziona come i naniti) :)

E se a nessuno andasse di lavorare alle poste? E a nessuno andasse di pulire i cessi?

Ovviamente non mi aspetto di discutere o tantomeno di richiedere a te come dovrebbe andare il mondo; mi limito solo a commentare la tua idea.

:birra:

Società nanitica :metal:


Peccato solo che il '68 sia finito da un pezzo e non ce ne può essere un altro, pur non credendoci, sarebbe stato divertentissimo ed interessantissimo. :D

In che senso?

Attendendo nell'ombra,
FALLEN ANGEL 664