PDA

Visualizza versione completa : E' tempo di tornare



4ss0.n3
05-05-2006, 15.45.28
Citazione delle tartarughe ninja (il film) per far tornare a casa i nostri soldati all'estero.

Da repubblica.it

ROMA - Un ordigno è esploso nella capitale afghana Kabul. Colpito un convoglio italiano: cinque i feriti secondo le prime informazioni, di cui uno in gravi condizioni. E' il terzo attentato contro militari italiani in missioni all'estero nelle ultime due settimane: il primo a Nassiirya fu solo un avvertimento. Il secondo, una settimana fa, costò la vita a tre soldati italiani e ad un militare romeno. Il terzo stamane, alle 13.50 ora italiana.

L'attentato è avvenuto nella zona a sud-est di Kabul dove il convoglio italiano - composto da due veicoli blindati Puma sui quali viaggiavano dodici militari - stava svolgendo un'attività di pattugliamento.

Un ordigno, probabilmente comandato a distanza, è stato fatto esplodere ed ha coinvolto in modo particolare uno dei due veicoli a bordo del quale c'erano otto alpini del II° Reggimento di Cuneo.

Sul posto sono intervenuti gli elicotteri del contingente che hanno trasportato i feriti all'ospedale da campo tedesco. La zona è stata "messa in sicurezza" come usano dire i militari, cioè è stata cintata e sono stati fatti intervenire gli artificieri.

I nomi dei militari coinvolti - conclude la nota - saranno resi noti non appena saranno state informate le famiglie.

L'attentato al convoglio di Alpini arriva 24 ore dopo l'avvicendamento tra il generale Mauro De Vecchio ed un collega britannico al comando di Isaf, la forza multinazionale della Nato in Afghanistan.

L'Italia ha tenuto il comando della missione per nove mesi. Proprio il generale Del Vecchio, nel suo commiato, aveva ricordato che "ci saranno ancora ostacoli nel percorso democratico dell'Afghanistan, che sarà ancora lungo", ma aveva aggiunto che questi ostacoli sarebbero stati comunque superati grazie soprattutto alla volontà del popolo afghano e al contributo delle forze internazionali.

Durante il periodo in cui l'Italia ha avuto il comando di Isaf i nostri militari a Kabul erano circa 1.450. A questi se ne devono aggiungere poco meno di 400 che sono invece schierati ad Herat, nell'ovest del paese.

non c'è destra e sinistra che tenga, ora basta!

tutti a casa, subito :|

funker
05-05-2006, 15.47.42
Sono come carne al macello.

UAranger
05-05-2006, 15.55.15
Questi infami attentati dimostrano che l'azione delle forze internazionali e' un pesante ostacolo per l'attivita' delle organizzazioni terroristiche e antidemocratiche; motivo in piu' per rimanere e contrastarli fino all'eliminazione definitiva di questa feccia.

Angelo75
05-05-2006, 15.59.42
Non possiamo andare via anche dall'Afghanistan...non è una strategia vincente ritirarsi da tutti i fronti...significherebbe soltanto mostrarci deboli ai loro occhi...purtroppo il terrorismo è vile perchè colpisce alle spalle...i terroristi sono dei vigliacchi...

4ss0.n3
05-05-2006, 16.00.20
a parte le convinzioni politiche di ognuno questi cittadini italiani sono sottoposti al massacro.

Se il governo prodi si insedia mercoledì, giovedì tutti a casa :tsk:

cmq non penso che rimanere lì è una dimostrazione di "forza"

Tamarroid
05-05-2006, 16.01.50
LOL la vedo dura eliminarla totalmente la "feccia", a sto punto fai prima con l'atomica ^^

Ah cmq tutto il mio rispetto per i caduti, ma definire un esercito "al massacro" per 3 caduti è eccessivo. Inoltre non si ritira un esercito per pochissimi caduti, ma per determinate condizioni strategiche e politiche (che, badate bene, ora potrebbero anche starci, questo ovviamente se pensate che l'Italia avesse un senso in questo conflitto, e di questo preferisco tenere la mia opinione per me).

UAranger
05-05-2006, 16.05.33
a parte le convinzioni politiche di ognuno questi cittadini italiani sono sottoposti al massacro.



Sono dei professionisti consapevoli delle loro scelte e addestrati quotidianamente per questo tipo di missioni.
Al giorno d'oggi nessun militare professionista e' piu' addestrato solo per la difesa della propria nazione anzi gran parte della preparazione riguarda la possibile attivita' all'estero.

Per quanto riguarda il ritiro delle nostre forze dall'Afganistan non e' previsto dal programma dell'Unione.

Notizia Ansa:

ROMA - L'escalation di attentati contro l'Italia in Medio Oriente è letta dagli analisti dell'intelligence come "un pressing sul nuovo governo perché ritiri i contingenti militari".

L'intelligence non giudica possibile ritenere frutto di casualità ciò che è accaduto in Afghanistan e a Nassiriya

Angelo75
05-05-2006, 16.09.02
Posso capire che assistere a questo stillicidio di soldati porta a farci dire: "ma chi ce la fa fare? Torniamocene a casa e tanti saluti!"...ma purtroppo io cerco di vedere le conseguenze del nostro dietro front. E le conseguenze sono che una mossa del genere equivarrebbe ad una fuga vera e propria, che non farebbe altro che aumentare la determinazione dei nostri nemici...è nei momenti difficili che bisogna resistere e non lasciarsi andare a facili pensieri...ricordiamoci che siamo in guerra contro i terroristi, ed è una guerra sporca e lunga...

Gi01
05-05-2006, 17.02.28
Quando sarà una missione di pace, concordemente alla nostra costituzione, potremmo andare a dare una mano.
Ora non c'è pace, c'è guerra, le regole di ingaggio non lo sono, siamo là contro ogni legge italiana.


Se poi si insiste a dire che non possiamo abbandonarli, faccio notare che ci sono 130 conflitti del mondo, e noi siamo là, evidentemente c'è qualcosa oltre la "pace".

Pallisti.

Phoenix_CH
05-05-2006, 17.08.20
io rimango dell'opinione che bisognerebbe lasciarli scannare tra di loro.... e che stavano certamente meglio ai tempi di Sadamazza' .

http://images-eu.amazon.com/images/P/B00005MAYH.08.LZZZZZZZ.jpg

MaGiKLauDe
05-05-2006, 17.09.12
Questi infami attentati dimostrano che l'azione delle forze internazionali e' un pesante ostacolo per l'attivita' delle organizzazioni terroristiche e antidemocratiche; motivo in piu' per rimanere e contrastarli fino all'eliminazione definitiva di questa feccia.



Questi infami attentati dimostrano che l'azione delle forze internazionali ha concesso a forze antidemocratiche e fondamentaliste di insediarsi sul territorio, rimpolpando le proprie file grazie all'opera di reclutamento tra la popolazione locale, ostile all'invasore; motivo in più per comprendere come la democrazia non sia un prodotto esportabile attraverso la guerra.

Alceo
05-05-2006, 17.15.19
Non possiamo andare via anche dall'Afghanistan...non è una strategia vincente ritirarsi da tutti i fronti...significherebbe soltanto mostrarci deboli ai loro occhi...purtroppo il terrorismo è vile perchè colpisce alle spalle...i terroristi sono dei vigliacchi...


Non so Angelo, non credo che si possa parlare di vigliaccheria in una guerra dove ciascuno cerca di fare più danni agli altri limitando i propri.
Anche sganciare tonnellate di bombe da altezze irraggiungibili dalle armi della contraerea potrebbe considerarsi un atto "vigliacco".
Dove starebbe la differenza?

La domanda che ci si deve porre è se queste operazioni militari sono la risposta efficace alla lotta al terrorismo.

Se la risposta è affermativa allora che rimangano e i morti in questione sono solo un conto da pagare nella lotta al terrorismo.

Se la risposta è invece negativa allora è solo un'inutile spreco di vite umane e diventa grave la responsabilità di chi li ha inviati a morire per niente.

UAranger
05-05-2006, 17.39.26
Questi infami attentati dimostrano che l'azione delle forze internazionali ha concesso a forze antidemocratiche e fondamentaliste di insediarsi sul territorio, rimpolpando le proprie file grazie all'opera di reclutamento tra la popolazione locale, ostile all'invasore; motivo in più per comprendere come la democrazia non sia un prodotto esportabile attraverso la guerra.

Guarda che in Afganistan il regime talebano appoggiava ed addestrava terroristi, non a caso Bin Laden dopo essere fuggito dal Sudan che lo aveva "venduto" agli americani si era insediato stabilmente li da anni.

4ss0.n3
05-05-2006, 17.45.25
sono andati di loro spontanea volontà, ci credono veramente ok ma bisogna farli tornare indietro come ha fatto zapatero

Peter Pan
05-05-2006, 17.45.52
in Afganistan il regime talebano appoggiava ed addestrava terroristi,

Con quali finanziamenti?

UAranger
05-05-2006, 17.47.21
sono andati di loro spontanea volontà, ci credono veramente ok ma bisogna farli tornare indietro come ha fatto zapatero

Lasciamo perdere zapatero e le sue decisioni sbagliate.

Peter Pan
05-05-2006, 17.50.58
Lasciamo perdere zapatero e le sue decisioni sbagliate.

Lasciamo perdere i giudizi prioritari? ;)

UAranger
05-05-2006, 17.51.58
Con quali finanziamenti?

Ad esempio con il fiorente commercio della droga e sicuramente altri fondi della nazione.
Non ultimo con l'arrivo di Bin Laden il suo contributo economico non e' stato di poco visto l'ingente patrimonio personale investito nella sua campagna terroristica mondiale.

4ss0.n3
05-05-2006, 17.53.59
ci vuole il ritiro immediato, totale e incondizionato come solo zapatero ha saputo fare :birra:

UAranger
05-05-2006, 17.57.09
ci vuole il ritiro immediato, totale e incondizionato come solo zapatero ha saputo fare :birra:

ha risolto qualcosa? non credo proprio visti i numerosi arresti in territorio spagnolo di terroristi anche dopo il ritiro.

Peter Pan
05-05-2006, 18.04.48
Ad esempio con il fiorente commercio della droga e sicuramente altri fondi della nazione.
Non ultimo con l'arrivo di Bin Laden il suo contributo economico non e' stato di poco visto l'ingente patrimonio personale investito nella sua campagna terroristica mondiale.

TRIVIAL: Chi finanziò il regime Taliban per contrastare l'invasione dell'Afghanistan da parte dell'Unione Sovietica durante la Guerra Fredda?



ha risolto qualcosa? non credo proprio visti i numerosi arresti in territorio spagnolo di terroristi anche dopo il ritiro.

E da quando ci sono contingenti militari in Afghanistan cosa è stato risolto?

UAranger
05-05-2006, 18.09.55
TRIVIAL: Chi finanziò il regime Taliban per contrastare l'invasione dell'Afghanistan da parte dell'Unione Sovietica durante la Guerra Fredda?

1) Gli Usa lo sappiamo tutti, ma come e' stato detto 1000 volte in quegl' anni la politica dei due blocchi portava a sostenere da ambo le parti tutti coloro che potevano diventare dei possibili alleati ;)

2) il regime talebano e' stato abbattutto e una giovane democrazia si sta sviluppando.

4ss0.n3
05-05-2006, 18.14.42
E da quando ci sono contingenti militari in Afghanistan cosa è stato risolto?

quote al quadrato, stavo per scriverlo io :birra:

Peter Pan
05-05-2006, 18.15.34
Comunque, Assone, permettimi di dissentire: anche io sono per il ritiro dei militari.

Ma polemizzare in questo momento lo trovo fuori luogo.

Che ne dite tutti quanti se questo discorso lo rimandiamo tra qualche giorno?

So bene che non è che è pura retorica, la mia.
Ma cerchiamo di farlo per rispetto verso altre persone che sono morte.
Indipendentemente dal motivo, assurdo o appoggiato, altri due ragazzi come noi sono morti.

Certo, mi viene da pensare che uguale rispetto dovremmo darlo anche verso tutti quei civili che in questi anni sono morti per mano di militari e miliziani.
E che di questo passo il silenzio serve a nulla: ma noi siamo impotenti e non abbiamo potere decisionale.
Essere pro o contro la guerra serve a nulla se non a un mero esercizio di dialettica.
E questo lasciamolo ai politici.
Almeno noi, cerchiamo di essere più rispettosi nei confronti della vita.

Che ne dite?

UAranger
05-05-2006, 18.21.58
Ma polemizzare in questo momento lo trovo fuori luogo.

Che ne dite tutti quanti se questo discorso lo rimandiamo tra qualche giorno?




:approved:

Boe.
05-05-2006, 18.28.27
Mezz'ora fa ho fatto un biglietto per un amico carabiniere - sposato e padre di una figlia ndr - che lunedi parte per Nassirya... Pazzesco..

4ss0.n3
05-05-2006, 18.33.42
Comunque, Assone, permettimi di dissentire: anche io sono per il ritiro dei militari.

Ma polemizzare in questo momento lo trovo fuori luogo.

Che ne dite tutti quanti se questo discorso lo rimandiamo tra qualche giorno?

So bene che non è che è pura retorica, la mia.
Ma cerchiamo di farlo per rispetto verso altre persone che sono morte.
Indipendentemente dal motivo, assurdo o appoggiato, altri due ragazzi come noi sono morti.

Certo, mi viene da pensare che uguale rispetto dovremmo darlo anche verso tutti quei civili che in questi anni sono morti per mano di militari e miliziani.
E che di questo passo il silenzio serve a nulla: ma noi siamo impotenti e non abbiamo potere decisionale.
Essere pro o contro la guerra serve a nulla se non a un mero esercizio di dialettica.
E questo lasciamolo ai politici.
Almeno noi, cerchiamo di essere più rispettosi nei confronti della vita.

Che ne dite?


:approved: :birra:

Di0
05-05-2006, 19.32.26
Per la cronaca, i due alpini sono deceduti. Un'altra volta, merda.

Angelo75
05-05-2006, 19.37.49
ci vuole il ritiro immediato, totale e incondizionato come solo zapatero ha saputo fare :birra:

Vedi che Zapatero ha si ritirato il contigente dall'Iraq, ma successivamente quello stesso contigente è stato ridislocato proprio in Afghanistan.
Ma dopo esserci ritirati dappertutto che si fa? Voglio dire, dopo esserci ritirati quale strategia proporreste per combattere il terrorismo?
Perchè secondo me non basta dire "andiamocene via"...bisogna anche avanzare un'idea alternativa all'impiego della forza militare.