PDA

Visualizza versione completa : Pace per i PACS



Alceo
25-04-2006, 18.43.28
Una delle tante degenerazioni nel 3d sulla politica aveva portato all'ennesimo OT sui PACS.

Da ex pacasto mi permetto di elencare brevemente quelle che sono i termini del contratto di P.A.C.S. in Francia (PActe Civil de Solidarité, esistenti dalla fine del 1999) in modo da portare la discussione su qualche cosa di concreto.

Il PACS è un contratto (che viene firmato in un tribunal d'istance) e, a differenza del matrimonio, non ha alcun valore istituzionale .
Parte delle clausole di un contratto possono essere definite in modo più o meno stringente al momento della stesura del contratto.

In generale un PACS implica i seguenti diritti e doveri:
- diritto alla sanità (secu e mutuelle) del partenaire se il primo non lavora
- dichiarazione comune delle imposte
- obbligo di mutuo soccorso materiale
- condivisione dei beni acquistati durante il periodo in cui si è "pacsati"
- vantaggi nel caso di decesso del partenaire

Altre caratteristiche importanti dei PACS sono
- una sola delle due parti può recidere il contratto unilateralmente
- non possono stipulare PACS le persone sposate, minorenni o già "pacsati"
- le coppie che hanno stipulato un PACS non possono adottare figli

Statisticamente l'introduzione dei PACS in Francia ha portato inizialmente ad una leggera flessione dei numeri di matrimoni (5,6%), ma la maggior parte dei contratti sono stati stipulati da persone che non avrebbero altrimenti contratto il vincolo di matrimonio.
Dei 130.000 PACS stipulati al 2005 solo 1 su 10 è stato sciolto.

Mel83
25-04-2006, 19.20.39
Una delle tante degenerazioni nel 3d sulla politica aveva portato all'ennesimo OT sui PACS.

Da ex pacasto mi permetto di elencare brevemente quelle che sono i termini del contratto di P.A.C.S. in Francia (PActe Civil de Solidarité, esistenti dalla fine del 1999) in modo da portare la discussione su qualche cosa di concreto.

Il PACS è un contratto (che viene firmato in un tribunal d'istance) e, a differenza del matrimonio, non ha alcun valore istituzionale .
Parte delle clausole di un contratto possono essere definite in modo più o meno stringente al momento della stesura del contratto.

In generale un PACS implica i seguenti diritti e doveri:
- diritto alla sanità (secu e mutuelle) del partenaire se il primo non lavora
- dichiarazione comune delle imposte
- obbligo di mutuo soccorso materiale
- condivisione dei beni acquistati durante il periodo in cui si è "pacsati"
- vantaggi nel caso di decesso del partenaire

Altre caratteristiche importanti dei PACS sono
- una sola delle due parti può recidere il contratto unilateralmente
- non possono stipulare PACS le persone sposate, minorenni o già "pacsati"
- le coppie che hanno stipulato un PACS non possono adottare figli

Statisticamente l'introduzione dei PACS in Francia ha portato inizialmente ad una leggera flessione dei numeri di matrimoni (5,6%), ma la maggior parte dei contratti sono stati stipulati da persone che non avrebbero altrimenti contratto il vincolo di matrimonio.
Dei 130.000 PACS stipulati al 2005 solo 1 su 10 è stato sciolto.

evviva i PACS!!!!!!!!!!!!!!!! :heart:
un giorno permetteranno allo stato di capire che io e il mio ragazzo siamo una coppia a tutti gli effetti! anche legislativi

Peter Pan
25-04-2006, 19.22.42
In questi anni si è registrato un aumento del numero dei divorzi.

Non è incomprensibile quell'idea secondo la quale un matrimonio va allo scatafascio perché le due parti non erano a conoscenza di come effettivamente la vita di coppia si sarebbe svolta.

Il PACS, secondo me, non è antagonista del matrimonio, ma può essere un "anticamera" con la quale una coppia può sperimentare e collaudare la vita a due. nemmeno il lungo fidanzamento può tanto poiché molto spesso si vive ancora in famiglie e case separate.

Secondo me il vantaggio sarebbe che il numero di divorzi calerebbe notevomente. Un vantaggio notevole se si considera che le complicazioni di una vita a due escono fuori quando già è stato messo al mondo un figlio, che diventa quindi vittima di un "tentativo fallito" di vita di coppia.
Con il PACS si potrebbe quindi dire che si eviterebbe tanta sofferenza agli eventuali figli di una coppia non funzionante.

Una considerazione da fare è che impedire i PACS non annienta una realtà esistente, ovvero quella di tantissime persone che costituiscono coppia di fatto. Istituire i PACS, quindi, potrebbe venire incontro a quelle esigenze che volente o nolente esistono, e risolvere tutti i problemi che sono legati ad una coppia di fatto nel momento in cui questa si scioglie.

Le persone che sono contro i PACS possono sostenere quanto vogliono le loro posizioni e le loro idee, ma questo non cancellerà una realtà che esiste malgrado loro. Chiudere gli occhi non fa sparire una realtà.

Inoltre, credo che nessuno possa arrogarsi il diritto di impedire a due individui capaci di intendere e di volere di regolarizzare legalmente il frutto del proprio libero arbitrio, giacché esso non arreca danno al prossimo.

Sostenere la causa contro i PACS, secondo me, è impedire al prossimo di esercitare la propria libertà nell'ambito della sfera privata.

orton2
25-04-2006, 19.24.14
evviva i PACS!!!!!!!!!!!!!!!! :heart:
un giorno permetteranno allo stato di capire che io e il mio ragazzo siamo una coppia a tutti gli effetti! anche legislativi



vai in francia allora:asd:

Peter Pan
25-04-2006, 19.29.50
un giorno permetteranno allo stato di capire che io e il mio ragazzo siamo una coppia a tutti gli effetti! anche legislativi


Non è lo Stato che deve capirlo, ma la società.

Personalmente trovo che sia questo il problema principale: non sarà una legge a modificare una opinione secolare, ma un lungo percorso di educazione civica.

Inoltre, sono due gli aspetti da tenere in considerazione.

Il primo è che le coppie di fatto omosessuali sono solo una parte di quei cittadini che potranno trovare vantaggio dai PACS, e che i vantaggi di tutti questi cittadini non possono in alcun modo essere discapito per altri cittadini come si cerca di far credere.
Secondo, esiste la memoria storica in cui la società era divisa nel momento in cui fu istituzionalizzato il matrimonio civile :)

Mel83
25-04-2006, 19.32.12
vai in francia allora:asd:

nn servirebbe andare solo.. dovrei andarci proprio a vivere in francia.. che non sarebbe nemmeno una cattiva idea :) abitando in liguria ce l'ho a fianco...

comunque a me sembra assurdo che ci sia qualcuno contro i PACS
è come se ci fosse qualcuno contro "gli affari propri" delle altre persone
è davvero un assurdità che qua in italia si debba combattere così tanto per una cosa che ritengo così semplice e basilare

Peter Pan
25-04-2006, 19.38.18
è davvero un assurdità che qua in italia si debba combattere così tanto per una cosa che ritengo così semplice e basilare


Personalmente credo che la causa principale di questo sia una disinformazione sostanziosa oltre che frutto del pregiudizio, unico argomento sul quale i detrattori dei PACS fanno leva.

Andare contro i PACS, secondo me, è più una questione di principio e una presa di posizione a priori che non il frutto di una idea conseguente all'aver preso in considerazione cosa siano. Altrimenti non mi spiego come mai non si riesce ancora ad instaurare un dialogo costruttivo. :)

Alceo
25-04-2006, 19.57.36
vai in francia allora:asd:

Orton, quali solo le ragioni per cui non sei favorevole ai PACS?

In che modo pensi che questo siano dannosi?

Pratti
25-04-2006, 20.17.31
Ipocrisia delle ipocrisie: i nostri parlamentari ( tutti i parlamentari eh), e contestualmente i giornalisti cui tale privilegio e' stato esteso, si sono fatti una legge per cui i privilegi di cui godono ( tra cui la pensione di reversibilita') sono estesi ai conviventi. E poi vanno a tuonare contro le coppie di fatto.
:tsk::tsk:

orton2
25-04-2006, 20.19.37
Orton, quali solo le ragioni per cui non sei favorevole ai PACS?

In che modo pensi che questo siano dannosi?




io sono contro l'addozione di bambini da parte di coppie gay ed il matrimonio tra gay.....del resto non mi sbilancio

Peter Pan
25-04-2006, 20.20.38
Ipocrisia delle ipocrisie:


Se è per questo, sono molti coloro i quali contrastano i PACS sventolando la famiglia come valore e poi hanno diversi divorzi alle spalle.

Peter Pan
25-04-2006, 20.23.59
io sono contro l'addozione di bambini da parte di coppie gay ed il matrimonio tra gay.....del resto non mi sbilancio


Stabiliamo da subito che i PACS e l'adozione per le coppie omosessuali sono due cose separate. E che il PACS non è un matrimonio.

Detto questo, se mi permetti, questa non è una ragione, ma una posizione.
C'è un ragionamento che ti ha portato ad essa?

stan
25-04-2006, 20.35.29
....
Statisticamente l'introduzione dei PACS in Francia ha portato inizialmente ad una leggera flessione dei numeri di matrimoni (5,6%), ma la maggior parte dei contratti sono stati stipulati da persone che non avrebbero altrimenti contratto il vincolo di matrimonio.
Dei 130.000 PACS stipulati al 2005 solo 1 su 10 è stato sciolto.

Chiedo scusa per il cut grosso grosso, in fin dei conti l'aspetto sottolineato è secondo me il più importante (come detto anche da Peter se non sbaglio), quante volte ci sono matrimoni "sbagliati" e quanto deve passare prima di ottenere un divorzio con tutte le problematiche a cui questo è legato...

Per quanto mi riguarda nel PACS anche tra gli omosessuali non vedo niente di negativo.

Per l'adozione forse c'è più da discutere, ma adesso vado a cena, adieu.

Di0
25-04-2006, 20.37.40
io sono contro l'addozione di bambini da parte di coppie gay ed il matrimonio tra gay.....del resto non mi sbilancio

Toglimi una curiosità e sii sincero: hai letto tutto il post iniziale di alceo? L'hai compreso , almeno in larga parte?

Te lo chiedo, perché anche io, come te, all'inizio fraintendevo il significato di "PACS" ed ero molto più avverso di quanto non sia ora. ;)

Alceo
25-04-2006, 20.37.49
io sono contro l'addozione di bambini da parte di coppie gay ed il matrimonio tra gay.....del resto non mi sbilancio

Come ho scritto sopra nemmeno le coppie eterosessuali che hanno stipulato i PACS possono adottare bambini.

Tralsciando il fatto in realtà sostanziale che qui si parla di PACS e non di matrimonio, ho chiaro il fatto che tu sia contrario al fatto che le coppie omosessuali possano fare tale contratto, te ne chiedevo le motivazioni.

Vorrei insomma capire le motivazioni che ti portano ad opporti.
In quale modo ti sentiresti danneggiato, minacciato o quant'altro?

gefri
25-04-2006, 20.41.09
io sono contro l'addozione di bambini da parte di coppie gay ed il matrimonio tra gay.....del resto non mi sbilancio

spero che tu lo faccio sull'orlo di un burrone.

bounty
25-04-2006, 20.44.35
io sono contro l'addozione di bambini da parte di coppie gay ed il matrimonio tra gay.....del resto non mi sbilancio
Come già detto altre volte spero che tu abbia almeno un'argomentazione per la tua tesi.Perchè mi sta venendo l'idea che tu cerchi di dimostrare a tutti i costi quanto sei inutile....

orton2
25-04-2006, 20.48.33
Come già detto altre volte spero che tu abbia almeno un'argomentazione per la tua tesi.Perchè mi sta venendo l'idea che tu cerchi di dimostrare a tutti i costi quanto sei inutile....



inutile a cosa scusa???non sono d'accordo ai matrimoni tra gay e alle adozioni di bambini tra gay...ti basta questo?????per il resto posso anche essere d'accordo...ok?



certo che se la stipulazione pacs apre le porte all'adozione di bambini per le coppie gay.....scusate ma a quel punto non sono d'accordo sui pacs....

bounty
25-04-2006, 20.50.30
inutile a cosa scusa???non sono d'accordo ai matrimoni tra gay e alle addozioni di bambini tra gay...ti basta questo?????per il resto posso anche essere d'accordo...ok?
....aspetta ti chiedo scusa,mi sa che non sei ancora arrivato alla definizione di argomentazine a scuola.
Dai ci rivediamo l'anno prossimo quando l'avrai imparata ;)

FALLEN_ANGEL_664
25-04-2006, 20.51.58
inutile a cosa scusa???non sono d'accordo ai matrimoni tra gay e alle addozioni di bambini tra gay...ti basta questo?????per il resto posso anche essere d'accordo...ok?

Se uno fosse favorevole alla tua eliminazione così senza motivo, tu cosa diresti? Ti "basterebbe"?

Attendendo nell'ombra,
FALLEN ANGEL 664

Nessuno_87
25-04-2006, 20.51.59
Io ho la mia personalissima opinione: il matrimonio comporta oltre ai diritti tutta una serie di doveri che effettivamente una coppia non si sentirebbe in grado di sostenere.
E' però un vincolo sacro, sia civile che religioso.
Quindi ben vengano SE NON SOSTITUISCONO IL MATRIMONIO, quindi se i doveri ma soprattutto i diritti non sono comparabili con quelli di un matrimonio.
Non sono molto bene informato, ma in base a quello che so sono una versione "soft" degli obblighi matrimoniali.
Ritengo però sacrosanto il fatto che non si possano adottare figli, sono dell'opinione che un figlio debba nascere in un contesto dove madre e padre sono fortemente legati, anche da dei precisi doveri, per dare stabilità a una famiglia. Stabilità che non vedrei così sicura con un pacs visto che si può rescindere unilateralmente. Quindi figli dopo il matrimonio, stop.
E poi sacrosanto almeno il doppio l'estensione alle sole coppie etero :sisi:

Mia opinione :metal:

orton2
25-04-2006, 20.53.21
....aspetta ti chiedo scusa,mi sa che non sei ancora arrivato alla definizione di argomentazine a scuola.
Dai ci rivediamo l'anno prossimo quando l'avrai imparata ;)


tu non sai manco che è la scuola




scusa tu vorresti vedere 2 gay sposarsi in una chiesa da cristiani???????????????????????e poi sul fatto dell'adozione di bambini da parte di gay sono contrario al 100%.....poi sul fatto dei diritti possono avere quello che vogliono...sanità..lavoro...e via dicendo..ma figli e matrimonio no....

Peter Pan
25-04-2006, 20.55.15
non sono d'accordo ai matrimoni tra gay e alle addozioni di bambini tra gay...ti basta questo?????


Va bene, credo sia chiara a tutti la tua posizione in fatto di matrimoni tra gay e di aDozioni da parte di coppie gay.

Detto questo, hai una argomentazione inerente i PACS che possa arricchire la nostra discussione sui PACS? :)

Fabio
25-04-2006, 20.55.54
scusa tu vorresti vedere 2 gay sposarsi in una chiesa da cristiani???????????????????????e poi sul fatto dell'ADDOZIONE di bambini da parte di gay sono contrario al 100%.....poi sul fatto dei diritti possono avere quello che vogliono...sanità..lavoro...e via dicendo..ma figli e matrimonio no....

Ma sai rispondere alle domande che ti fanno?

Ah, ADDOZIONE :brr: :brr:

orton2
25-04-2006, 20.57.04
Io ho la mia personalissima opinione: il matrimonio comporta oltre ai diritti tutta una serie di doveri che effettivamente una coppia non si sentirebbe in grado di sostenere.
E' però un vincolo sacro, sia civile che religioso.
Quindi ben vengano SE NON SOSTITUISCONO IL MATRIMONIO, quindi se i doveri ma soprattutto i diritti non sono comparabili con quelli di un matrimonio.
Non sono molto bene informato, ma in base a quello che so sono una versione "soft" degli obblighi matrimoniali.
Ritengo però sacrosanto il fatto che non si possano adottare figli, sono dell'opinione che un figlio debba nascere in un contesto dove madre e padre sono fortemente legati, anche da dei precisi doveri, per dare stabilità a una famiglia. Stabilità che non vedrei così sicura con un pacs visto che si può rescindere unilateralmente. Quindi figli dopo il matrimonio, stop.
E poi sacrosanto almeno il doppio l'estensione alle sole coppie etero :sisi:

Mia opinione :metal:



quello che vorrei dire l'ha detto nessuno_87......l'ha spiegato lui meglio di me:uiui:

Gi01
25-04-2006, 21.00.09
Lui ha detto di essere d'accordo, anche se è dubbioso sul fatto che lo possano stipulare persone dello stesso sesso.

Dubito tu abbia letto una singola riga finora.

bounty
25-04-2006, 21.01.02
quello che vorrei dire l'ha detto nessuno_87......l'ha spiegato lui meglio di me:uiui:
almeno lui ha argomentato è riuscito a dire perchè non concorda con i pacs,tu dici solo che non sei favorevole ma non spieghi perchè.
Tutto questo è inutile,e come se io dicessi secondo me il Milan è più forte dell'Inter (non prendete le squadre come affronto personale ne ho prese due a caso) senza dire perchè,è INUTILE! farei megliio a stare zitto,sei riuscito a capire?

orton2
25-04-2006, 21.01.35
Lui ha detto di essere d'accordo, anche se è dubbioso sul fatto che lo possano stipulare persone dello stesso sesso.

Dubito tu abbia letto una singola riga finora.




nessuno_87:Quindi ben vengano SE NON SOSTITUISCONO IL MATRIMONIO, quindi se i doveri ma soprattutto i diritti non sono comparabili con quelli di un matrimonio.




è quello che ho detto anch'io......possono avere tutti i diritti che vogliono...basta che non vanno a toccare il matrimonio è i bambini.....

.Orfeo.
25-04-2006, 21.02.50
Per l'adozione forse c'è più da discutere, ma adesso vado a cena, adieu.

Io chiederei il ban al prossimo post in cui si leggono le parole:

adozione
matrimonio

No, ma davvero, non se ne può più.E' tanto triste quanto incomprensibile vedere, ascoltare per radio, per televisione, per strada gente che ancora riesce a infilarmi il matrimonio e l'adozione nella questione dei PACS.C'è solo una risposta a tutto questo: IGNORANZA.Grazie alla quale le destre possono tranquillamente strumentalizzare il tutto a loro vantaggio, millantando preoccupanti catastrofi per la struttura della società (Cosa che nei paesi in cui sono stati approvati non è mai avvenuta).E sia chiaro Stan, non ce l'ho con te, il mio è un discorso generale.:|
I Pacs sono un riconoscimento di situazioni già esistenti, non è che negandoli sparisce o si risolve il problema, assolutamente no, il vuoto legislativo resta comunque.Poi cosa c'è da essere contrari nella tutela di alcuni diritti fondamentali di una coppia?Ma vi da' così fastidio il fatto che la gente possa fare delle scelte diverse dalle vostre, vi da' così fastidio che le persone abbiano una libertà morale individuale?
Non si danneggia nessuno, ma proprio nessuno.Allora su cosa si basa il proprio rifiuto?
Lo so io, mancanza di rispetto e mentalità illiberale.

orton2
25-04-2006, 21.03.12
almeno lui ha argomentato è riuscito a dire perchè non concorda con i pacs,tu dici solo che non sei favorevole ma non spieghi perchè.
Tutto questo è inutile,e come se io dicessi secondo me il Milan è più forte dell'Inter (non prendete le squadre come affronto personale ne ho prese due a caso) senza dire perchè,è INUTILE! farei megliio a stare zitto,sei riuscito a capire?





scusa ma hai capito quello che ho detto????mi sa di no:tsk:


il mio pensiero lo ha meglio espresso nessuno_87...STOP



è inutile che mi rimetto a dire le stesse cose di nessuno_87

Peter Pan
25-04-2006, 21.09.29
scusa tu vorresti vedere 2 gay sposarsi in una chiesa da cristiani

Permettimi di specificarti che si tratta di contratto civile e non di matrimonio religioso.
Se i PACS dovessero interferire con l'istituzione del matrimonio, si tratterebbe sempre di matrimonio civile e non di quello religioso.


e poi sul fatto dell'addozione di bambini da parte di gay sono contrario al 100%.....poi sul fatto dei diritti possono avere quello che vogliono...sanità..lavoro...e via dicendo..ma figli e matrimonio no....

Fino ad ora nessuno ha parlato di adozioni (Orton, con una d sola! :Palka: ), e inoltre il PACS non ha alcunché da spartire con il matrimonio.



Quindi ben vengano SE NON SOSTITUISCONO IL MATRIMONIO

Il Patto di solidarietà esprime chiaramente la sua intenzione di volere un riconoscimento legale per quelle coppie legate da un affetto, di qualunque natura esso sia.

Sono stati più volte fatti gli esempi di PACS per le due vecchine (volendo farla tragica, anche abbandonate dai figli), che sono riuscite a trovare un compromesso che garantisce loro una vita dignitosa, come professato in più punti dalla Costituzione Italiana. Infatti, la dignità dell'individuo è un concetto cardine che si ripropone in più punti della Costituzione stessa.
Esse si sostengono a vicenda, uniscono i loro sforzi per accudirsi e per avere una vita dignitosa. Ovviamente sono legate da un forte affetto di amicizia. I PACS garantirebbero a queste persone (che credimi, sono moltissime) di vedere riconosciuto il loro affetto.
Se una finisce in ospedale, l'altra, non essendo parente, non può prendersi l'onere di accudirla. Se una muore, la sua pensione non può andare all'altra, che vedendo il suo reddito dimezzato rischia di finire in mezzo alla strada.
Una delle due non può garantire in via testamentaria certi privilegi all'atra, sui quali possono benissimo far rivalsa i suoi eredi diretti anche quando questi l'hanno abbandonata a sè stessa per 40 anni...

A questo possono seguire tanti altri esempi in cui il PACS.



Ritengo però sacrosanto il fatto che non si possano adottare figli, sono dell'opinione che un figlio debba nascere in un contesto dove madre e padre sono fortemente legati, anche da dei precisi doveri, per dare stabilità a una famiglia. Stabilità che non vedrei così sicura con un pacs visto che si può rescindere unilateralmente. Quindi figli dopo il matrimonio, stop.

Sinceramente trovo sensato e condivisibile questo tuo parere.
Nonostante per i figli nati al di fuori del matrimonio ci sono già normative precise che tutelano i figli, considerando la "fragilità" del PACS, che tu hai fatto notare, penso che sul PACS che riguarda due adulti consenzienti problemi non sussistono finché di mezzo non ci va una terza persona, e cioé un figlio.




E' però un vincolo sacro, sia civile che religioso.

Permettimi di dissentire: per definizione il matrimonio civile non ha alcunché di sacro. :)

Peter Pan
25-04-2006, 21.12.20
è quello che ho detto anch'io......possono avere tutti i diritti che vogliono...basta che non vanno a toccare il matrimonio è i bambini.....

Scusami, ammesso e non concessa la questione della adozioni, in che modo secondo te i PACS possono toccare il matrimonio? :Palka:

orton2
25-04-2006, 21.17.32
Scusami, ammesso e non concessa la questione della adozioni, in che modo secondo te i PACS possono toccare il matrimonio? :Palka:




lo vorrei sapere anch'io...se con i pacs le coppie gay non toccano il matrimonio e i bambini a me sta bene...non vedo il perchè....però a questo punto dissento anche dal matrimonio civile....perchè non possono andare da un notaio???:tsk:

FALLEN_ANGEL_664
25-04-2006, 21.24.05
lo vorrei sapere anch'io...se con i pacs le coppie gay non toccano il matrimonio e i bambini a me sta bene...non vedo il perchè....però a questo punto dissento anche dal matrimonio civile....perchè non possono andare da un notaio???:tsk:

Ti dà fastidio che occupino una saletta del tuo comune mentre si sposano?

Attendendo nell'ombra,
FALLEN ANGEL 664

orton2
25-04-2006, 21.29.42
Ti dà fastidio che occupino una saletta del tuo comune mentre si sposano?

Attendendo nell'ombra,
FALLEN ANGEL 664




a me si:sisi:


(ma penso anche a molti altri....se poi + della maggioranza li vogliono...io mi adeguerò alla maggioranza)


non è che vado in giro a sfaciare tutto perchè avranno fatto una legge per le coppie gay

Peter Pan
25-04-2006, 21.30.05
perchè non possono andare da un notaio???:tsk:

Semplicemente perché il notaio ha le facoltà che gli sono concesse dalla Legge.
E per poter andare dal notaio a stipulare un contratto, occorre che ci sia una normativa precisa che legittimi e convalidi gli atti notarili.
Qualsiasi contratto stipulato nasce in seno alle leggi vigenti, e non può trasgredirle.

Nessuna decisione tra cittadini può travalicare la Legge, e la Legge prevale su qualsivoglia contratto.

Ti faccio l'esempio del testamento: un individuo può decidere di devolvere tutto al suo gatto. Alla sua morte e all'apertura del testamento, siccome la Legge italiana non prevede questa opzione, allora il testamento è invalidato e si fa riferimento alle normative vigenti che stabiliscono in che modo e in quali quantità si deve disporre degli averi del defunto.
Altresì, se sul testamento ci sono irregolarità secondo la discrezione degli eredi, questi possono impugnarlo e far riferimento alle disposizioni di legge.

Quindi, un qualsiasi accordo tra due cittadini per essere riconosciuto è necessario che sia convalidato e riconosciuto dalla Legge.

Questa Legge attualmente non esiste.

Quello che milioni di italiani chiedono è quindi la promulgazione di tale legge che istituisca il Patto di solidarietà civile. :)

Peter Pan
25-04-2006, 21.31.47
a me si:sisi:


(ma penso anche a molti altri....se poi + della maggioranza li vogliono...io mi adeguerò alla maggioranza)


Dunque, ti da fastidio che due cittadini nel loro privato decidano e dispongano del loro futuro ma smette di darti fastidio se la maggioranza degli italiani decide che va bene se lo fanno?

orton2
25-04-2006, 21.34.12
Dunque, ti da fastidio che due cittadini nel loro privato decidano e dispongano del loro futuro ma smette di darti fastidio se la maggioranza degli italiani decide che va bene se lo fanno?




si è cosi...ci sono molte cose in questa società che potrei elencarti che non mi vanno a genio...ma non è che devo sfasciare tutto e fare il diavolo a 4(come fanno altri) per farle andare come voglio io....è la maggioranza delle persone che decide non io che sono un singolo

FALLEN_ANGEL_664
25-04-2006, 21.37.03
a me si:sisi:

Ma :roll3:, la mia era più simile ad una battuta che ad una domanda vera e propria! Come può darti fastidio che qualcuno occupi per pochi minuti una saletta del tuo comune????

Attendendo nell'ombra,
FALLEN ANGEL 664

TheMax
25-04-2006, 21.37.22
si è cosi...ci sono molte cose in questa società che potrei elencarti che non mi vanno a genio...ma non è che devo sfasciare tutto e fare il diavolo a 4(come fanno altri) per farle andare come voglio io....è la maggioranza delle persone che decide non io che sono un singolo

Basta lamerare, o scrivi qualcosa inerente all'argomento oppure non posti niente, non sei obbligato.

hackboyz
25-04-2006, 21.43.27
Ma ci state pure a discutere con orton, ignoratelo :asd:

TheMax
25-04-2006, 21.50.00
Ma ci state pure a discutere con orton, ignoratelo :asd:

ho appena chiesto il ban

gefri
25-04-2006, 21.52.48
ho appena chiesto il ban

la causa è manifesta stupidità?

Peter Pan
25-04-2006, 22.00.07
si è cosi...ci sono molte cose in questa società che potrei elencarti che non mi vanno a genio...ma non è che devo sfasciare tutto e fare il diavolo a 4(come fanno altri) per farle andare come voglio io


No. Ma abbiamo la libertà di poterne parlare tra noi liberi cittadini.
Se c'è qualcosa che non ti va a genio, qui hai la possibilità di esporlo, di vedere gli altri come la pensano e perché la pensano così, di concettualizzare il tuo punto di vista, confrontarti con altre opinioni, di raccontarci come la pensi e perché. E come invece ti piacerebbe che fossero le cose, dando anche eventuali proposte o alternative. :)

Per quanto riguarda sfasciare tutto è un altro argomento che a volerlo dibattere richiederebbe un topic a parte.

Ma se mi permetti, penso che tra sfasciare tutto e dichiarare fermamente la propria posizione senza esporre argomentazioni valutabili e ponderabili non è che ci sia una notevole differenza filosofica.
Sfasciare tutto è imporre una propria presenza e alle volte una propria volontà, esprimere con violenza un proprio punto di vista.
Rispondere come fai tu non credi che sia un po' imporre la tua idea senza dare agli altri la possibilità di stabilire un contatto?
Se non esponi una tua motivazione, ci impedisci una intermediazione di concetti. Ed è come se tu sfasciassi tutto: in questo caso, interrompi la possibilità di dialogare :Palka:

stan
25-04-2006, 22.11.14
E sia chiaro Stan, non ce l'ho con te, il mio è un discorso generale.:|

Sisi, tranquillo. Comunque se fai caso al mio post ho separato la questione PACS e adozioni, ho menzionato queste ultime perchè era già stata espressa qualche opinione a riguardo in post precedenti, non volevo andare OT.



....Ma vi da' così fastidio il fatto che la gente possa fare delle scelte diverse dalle vostre, vi da' così fastidio che le persone abbiano una libertà morale individuale?
Non si danneggia nessuno, ma proprio nessuno.Allora su cosa si basa il proprio rifiuto?
Lo so io, mancanza di rispetto e mentalità illiberale.

Boh ti dico solo che per quanto mi riguarda (sempre che tu voglia riferirti con il tuo discorso anche alle adozioni) che i miei dubbi nel caso adozione per omosessuali sorgono un po' per cultura, un po' per "abitudine" e credo un po' anche per pregiudizio.

Se era OT, fine OT.

.Orfeo.
25-04-2006, 22.16.45
Boh ti dico solo che per quanto mi riguarda (sempre che tu voglia riferirti con il tuo discorso anche alle adozioni) che i miei dubbi nel caso adozione per omosessuali sorgono un po' per cultura, un po' per "abitudine" e credo un po' anche per pregiudizio.
.
No, delle adozioni ne ho già discusso fino alla nausea e fino allo sfinimento.
Sono stufo tanto di ripetere sempre le stesse cose.

Qua si parla di PACS e stop.Cerchiamo di rimanere IT.

Chiedo a tutti, se vogliono davvero continuare la discussione in maniera sensata di attenersi all'argomento del topic e smetterla di parlare di cose, come il matrimonio e l'adozione, che non c'entrano nulla.
Grazie dell'attenzione.

Peter Pan
25-04-2006, 22.26.06
ti dico solo che per quanto mi riguarda (sempre che tu voglia riferirti con il tuo discorso anche alle adozioni) che i miei dubbi nel caso adozione per omosessuali sorgono un po' per cultura, un po' per "abitudine" e credo un po' anche per pregiudizio.



Viva la sincerità! :D

Personalmente penso che ad una persona come te, una volta chiarita la sua posizione, questo non possa che fare onore proprio perché un valore, proprio principio. :birra:

Purtroppo però molte persone a questa posizione ci si aggrappano, spesso anche senza averne coscienza, e si interstardiscono a mantenerla a tutti i costi. Penso che quindi divenga limite, ed umiliante per l'intelligenza umana.

Proprio per questo ho detto una convinzione culturale la si smuove con un solo dialogo solo se si ha la volontà di farlo, e l'umiltà di pensare che forse le proprie convinzioni possono essere sbagliate.
Figuriamoci se basta una legge ad abbattere una convinzione, eccezion fatta per certi casi...

I PACS saranno una conquista solo nel momento in cui la grande maggioranza della popolazione avrà capito cosa siano veramente e cosa significa per molte persone. Se si costituissero i PACS senza prima aver trovato un riscontro nella gente, i PACS non saranno sinonimo di emancipazione.

Per far sì che si possa arrivare a questo, quindi, occorrerà da parte di tutti che le proprie posizioni non siano irremovibili e che le persone non siano cieche e sorde nel mantenerle a tutti i costi :)

Di0
25-04-2006, 22.33.59
Se si costituissero i PACS senza prima aver trovato un riscontro nella gente, i PACS non saranno sinonimo di emancipazione.


Mi chiedo emancipazione per chi, a questo punto?:angel2:

La domanda non è banale, perché non ho mai capito bene i discorsi che includessero questo bisogno di "emancipazione", nè il concetto alla loro base.

Uhm. Per esserci una emancipazione deve, di fatto, esserci una controparte emarginata, giusto? In questo caso, quale sarebbe?
Cosa significa davvero la parola emarginazione in questo caso.


Per me non si sta parlando affatto di emancipazione (idea che non sopporto: l'emancipazione non si riceve, si conquista. Altrimenti si chiama pietismo), ma solamente di diritti sociale e civili, a prescindere dal problema di ciò che pensa la gente.
Ci sono delle tutele dovute che andrebbero un po' oltre. Però ammetto di avere un po' di confusione in testa.

Peter Pan
25-04-2006, 23.05.09
Mi chiedo emancipazione per chi, a questo punto?

Per tutti coloro che dovranno relazionarsi alla società in virtù del PACS.

So bene che il matrimonio ha poco a che fare con i PACS, ma è il primo esempio che mi viene lampante: se adesso il matrimonio civile è normale per la società, agli inizi non era così. Quando furono istituzionalizzati i matrimoni civili, molta gente non vedeva le coppie sposate in Comune di buon occhio.
Era mentalità comune che solo il matrimonio in chiesa avesse un valore, e altresì erano guardati con pietismo i figli di coppie sposate con rito civile.




La domanda non è banale, perché non ho mai capito bene i discorsi che includessero questo bisogno di "emancipazione", nè il concetto alla loro base.

Emancipazione sostanzialmente si ha quando una società riconosce come parte integrante di sé stessa qualcuno o qualcosa.



Per esserci una emancipazione deve, di fatto, esserci una controparte emarginata, giusto?

Basta estendere il concetto. Una persona che sente in suo diritto una cosa, e sa che questo diritto non gli viene riconosciuto, allora è emerginato, poiché non si sente parte intengrante della società e da questa riconosciuto. Non sentendosi riconosciuto dalla società, a sua volta tenderà a non riconoscere l'ordine costituito di essa.



Per me non si sta parlando affatto di emancipazione [...] l'emancipazione non si riceve, si conquista. [...] ma solamente di diritti sociale e civili,

Infatti i diritti civili sono una conquista.



l'emancipazione non si riceve, si conquista. Altrimenti si chiama pietismo

Per questo credo che i PACS avranno veramente un peso specifico importante quando verranno riconosciuti dalla società, e non solamente imposti ad essa con una legge.
Seppure è vero che da qualche parte si deve cominciare, allora a questo punto si istituzionalizzano i PACS, tanto poi la gente si abitua come fu per i matrimoni civili.

Comunque non trascurerei tanto la convinzione diffusa che PACS = Matrimonio gay.
Se dovessero essere istituzionalizzati i PACS, temo che molti quelli che verranno stipulati da persone dello stesso sesso, anche se non legati da affetto sentimentale, queste poi verranno additate dalla gente come omosessuali.
Che è un male per il sepmlicissimo fatto che, come sappiamo tutti, molti lo considerano un male, e non perché lo sia davvero.
Ecco quindi che coloro che stipuleranno un PACS si ritroveranno addosso le varie etichette della gente pigra di testa e povera di pensiero, con tutte le conseguenze del caso.

Ecco perché l'opinione pubblica dovrebbe smetterla di vedere troppi telegiornali e cercare di capire davvero com'è fatto il mondo che la circonda.

Hob Gadling
25-04-2006, 23.10.01
Qua si parla di PACS e stop.Cerchiamo di rimanere IT.

Chiedo a tutti, se vogliono davvero continuare la discussione in maniera sensata di attenersi all'argomento del topic e smetterla di parlare di cose, come il matrimonio e l'adozione, che non c'entrano nulla.
Grazie dell'attenzione.****


E piantatela pure di fare il "tutti contro Orton".
Tanto si è capito che non ha la voglia, il tempo o la capacità dialettica per argomentare meglio la sua opinione.

Wizpig
25-04-2006, 23.18.00
Ragazzi, però non potete nemmeno chiedere l'opinione altrui tanto per attaccare a random chi non è d'accordo con voi.
Detto questo Orton è un caso a parte solo per certi errori grammaticali :asd:

Aboliamo il matrimonio per gli Orton :|

Peter Pan
26-04-2006, 00.14.29
Ragazzi, però non potete nemmeno chiedere l'opinione altrui tanto per attaccare a random chi non è d'accordo con voi.

Vero. Purché di opinioni si tratti e non di mera ostentazione del possesso di una tastiera.

Helevorn
26-04-2006, 03.38.53
io la vedo un pò come peter pan, solo non credo che gli interventi di orton siano inutili o da scartare a priori: quello che dice è un'istantanea di almeno il 50% della società italiana, quella parte che accetta, condivide (o semplicemente non approfondisce) i messaggi inviati dalla chiesa (e da chi vuole il voto dei cattolici). Il messaggio neocon (forse non siamo ancora a questo punto in Italia, ma ci stiamo arrivando) è chiaro su questo punto: i Pacs sono un cavallo di troia che sicuramente porterà con sè tolleranza e buonismo nei confronti degli omosessuali, fino a scardinare il concetto di famiglia introducendo matrimoni ed adozioni in un secondo tempo (quando la società sarà matura). Questo in sintesi il timore dei conservatori cattolici e crocevia di interminabili (e noiosissimi) dibattiti con al centro il concetto di famiglia tradizionale. Quanto spesso le forze politiche interessate tirano in ballo la parola "famiglia"? Manco fosse il primo problema di questo paese...
Detto ciò, se i nostri politici sono il nostro riflesso, la nostra società vive ma soprattutto insiste per restare nell'oscurantismo... parliamo di Pacs in questo 3d, ma credo che ogni questione di etica che veda nella chiesa le radici di un'opinione conservatrice sia destinata ad essere trattata con lo stesso riguardo dai politici e dalla gente stessa

ding
26-04-2006, 07.31.59
Vero. Purché di opinioni si tratti e non di mera ostentazione del possesso di una tastiera.più che altro che si tratti di argomenti inerenti al topic, o siano offtopic consapevolmente (visto che di fatto non ha nominato i pacs una volta sola ma soltanto matrimonio\adozione da parte di coppie omosex) :asd:


riguardo ai pacs... ben vengano, sia per gli etero che per gli omo. il fatto che una sola parte possa recidere il contratto può essere un bene come un male, però..

per il resto, come già detto, se non sostituiscono ma fanno da anticamera al matrimonio, che rimane comunque una cosa a se stante, ben vengano..

che poi, onestamente, fregandomene il giusto del matrimonio, se di fatto fossero la stessa cosa ma laica, potrebbero pure esistere e convivere.. il credente si sposa mentre l'ateo fa il pacs.. ma a quel punto poi servirebbe qualcosa simile a questo, e saremmo da capo asd

orton2
26-04-2006, 08.03.18
Ragazzi, però non potete nemmeno chiedere l'opinione altrui tanto per attaccare a random chi non è d'accordo con voi.
Detto questo Orton è un caso a parte solo per certi errori grammaticali :asd:

Aboliamo il matrimonio per gli Orton :|





certo...sapete che ho ragione è mi attaccate dal punto di vista grammaticale....:asd: questo rafforza la mia posizione.....le motivazioni le ho già fornite.....per me le coppie gay ci possono essere...però non devono prevaricare con i diritti le coppie normali...tutto qui:Palka:

Peter Pan
26-04-2006, 09.05.09
il fatto che una sola parte possa recidere il contratto può essere un bene come un male, però..

Sì, però sono sempre e comunque dei contratti tra due parti e spesso e volentieri il diritto di recesso da una sola parte è una opzione intrinseca in ogni contratto a norma di legge :)



sapete che ho ragione è mi attaccate dal punto di vista grammaticale....

Ma ragione su cosa? :mumble:


le motivazioni le ho già fornite...

A me sembra che tu abbia solo dato il tuo parere, ma di motivazioni non ne ho proprio viste... sarò distratto io...

ding
26-04-2006, 09.20.15
tru. vero però che di norma la recisione unilaterale vi è quando l'altra parte va contro quanto stipulato nel contratto stesso.. non mi risulta altrimenti possibilità di annullamento..

@orton_ non puoi avere ragione\torto su una TUA IDEA. ognuno ha le sue idee e tali rimangono. il giusto e sbagliato è relativo. e motivazioni NON ne hai fornite. hai solo detto che PER TE è così. per motivare una cosa si argomenta: "per me è così perché..." non "è giusto così perché perché sì".

il discorso è che tu parli di MATRIMONIO quando qua non è MAI stato nominato se non da te. sei palesemente OT. il matrimonio non c'entra. così come non c'entra l'adozione [poiché quello che dici tu è che una coppia, anche di fatto, omosessuale non possa adottare, giusto? lo dice alceo nello starter che anche con i PACS non è possibile tale cosa, al momento].
questo ti stanno dicendo. che poi tu continui ottusamente a non capirlo è un altro discorso. così com'è un altro discorso che tu dica a non ricordo chi che la scuola non sai nemmeno cos'è con la tua grammatica, ortografica, e logica sui discorsi.. ti darebbero contro PURE se tu avessi ragione con ciò che dici, se vi fosse modo di averne

Alceo
26-04-2006, 10.47.16
io la vedo un pò come peter pan, solo non credo che gli interventi di orton siano inutili o da scartare a priori: quello che dice è un'istantanea di almeno il 50% della società italiana, quella parte che accetta, condivide (o semplicemente non approfondisce) i messaggi inviati dalla chiesa (e da chi vuole il voto dei cattolici). Il messaggio neocon (forse non siamo ancora a questo punto in Italia, ma ci stiamo arrivando) è chiaro su questo punto: i Pacs sono un cavallo di troia che sicuramente porterà con sè tolleranza e buonismo nei confronti degli omosessuali, fino a scardinare il concetto di famiglia introducendo matrimoni ed adozioni in un secondo tempo (quando la società sarà matura). Questo in sintesi il timore dei conservatori cattolici e crocevia di interminabili (e noiosissimi) dibattiti con al centro il concetto di famiglia tradizionale. Quanto spesso le forze politiche interessate tirano in ballo la parola "famiglia"? Manco fosse il primo problema di questo paese...
Detto ciò, se i nostri politici sono il nostro riflesso, la nostra società vive ma soprattutto insiste per restare nell'oscurantismo... parliamo di Pacs in questo 3d, ma credo che ogni questione di etica che veda nella chiesa le radici di un'opinione conservatrice sia destinata ad essere trattata con lo stesso riguardo dai politici e dalla gente stessa


:birra:

Infatti mi interessava soprattutto conoscere il parere delle persone contrarie ai PACS e capire quanto ciò fosse dettato da posizioni di pregiudizio o da un'idea errata di cosa essi fossero (matrimoni gay e adozione).

Del resto penso che la ragione più diffusa sia quella che già dici e che si può riassumere con "sono contrario a questa concessione di diritti alle coppie omosessuali perché creerebbe un precedente dando il via libera a concessioni ben più gravi come il matrimonio a tutti gli effetti o l'adozione".

Penso sia la posizione di orton (diamogli atto che è stato l'unico ad avere il coraggio d'esprimerla) anche se non ha la capacità dialettica e la lucidità per spiegarla.

E in effetti i PACS francesi sono decisamente legati alle lotte degli omosessuali, essendo l'evoluzione di qualche cosa che esisteva già prima (il concubinaggio) in modo da rimuovere quella calusola discriminatoria che imponeva che i contraenti avessero sesso diverso.

I timori di chi si oppone alle unioni civili sono in gran parte giustificati, nel senso che i PACS portano ad una lenta e graduale accettazione degli omosessuali come non "diversi" e quindi non più come una minaccia.
Di fatto questa possibile "accettazione" o normalizzazione dell'omossesualità in toto è la ragione di fondo di chi osteggia i PACS.

Ciò non toglie che se sono arrivati all'introduzione dei PACS ciò è stato per il reale bisogno della società di un contratto prematrimoniale. L'altra strada da seguire era quella americana dei divorzi facili (strada che in realtà è stata intrapresa da molti stati europei, come di recente in Spagna).
I legislatori hanno avuto qui il coraggio di elevarsi al di sopra del normale sentire della gente (che è nel profondo simile a quello italiano) e cercato di fare una legge non discriminatoria che è anche un passo verso l'accettazione dell'omosessualità come componenete della società.

orton2
26-04-2006, 11.23.14
Penso sia la posizione di orton (diamogli atto che è stato l'unico ad avere il coraggio d'esprimerla)





ok finalmente qualcuno che riconosce il mio pensiero e basta...senza farci un romanzo sopra....:Palka:

Alceo
26-04-2006, 11.53.01
ok finalmente qualcuno che riconosce il mio pensiero e basta...senza farci un romanzo sopra....:Palka:

Vedi orton, io non ho alcun problema a comprendere e riconoscere pareri diversi dai miei. Quello che a volta fatico a comprendere sono le motivazioni e le ragioni che hanno portato a tale conclusioni.
Le domande che ti pongo, e a cui raramente rispondi, servono proprio per cercare di comprende da dove nascono le tue opinioni che sono spesso molto radicalizzate.

Correggimi se sbaglio, ma tu senti verso gli omosessuali timore, diffidenza e magari anche repulsione. E quindi temi qualsiasi cosa possa portare ad una loro accettazione da parte della società.

Mel83
26-04-2006, 12.58.36
orton io penso che tu non abbia letto nemmeno una riga di questo topic

il pacs non è un matrimonio

serve per dare ad una coppia di fatto (di esempi ne hanno già fatti e non sto a ripeterli) gli stessi diritti e doveri di una coppia sposata
il pacs col matrimonio gay e con l'adozione non c'entra una pippa

purtroppo penso solo che in italia di persone come orton ce ne siano parecchie
l'ignoranza è davvero estesa in italia, per non parlare dei pregiudizi
penso che orton parli solo con quelli e non esprima quello che veramente penserebbe lui senza averli

però ho notato che questi pregiudizi usano solo le parole, io che vado col mio ragazzo tranquillamente per mano o baciandomi (non per esibizionismo naturalmente, ma perchè ritengo sia una cosa naturale, abbiamo voglia di baciarci o abbracciarci e lo facciamo) non mi è mai capitato che qualcuno mi potesse dire qualcosa, non ci hanno mai detto niente, al massimo qualche gruppo di ragazzine scandalizzate si girava a guardarci, niente di più

io penso che appena i pacs entreranno in vigore daranno molto coraggio agli omosessuali sempre nascosti e a quelli un po repressi
in questo modo la società potrà vedere più persone che come me non si nascondono... e quindi l'accettazione verso i gay possa davvero fare un passo avanti (finalmente la gente capirà che i gay non sono quelli che vede in tv)

e poi non bisogna paragonare i pacs ai gay! ci sono molte coppie di fatto etero come hanno fatto esempi prima

.Orfeo.
26-04-2006, 13.07.34
serve per dare ad una coppia di fatto (di esempi ne hanno già fatti e non sto a ripeterli) gli stessi diritti e doveri di una coppia sposata

Non proprio.
Mi sembra di capire che i diritti e i doveri si limitano solamente ai due partner e basta.Una coppia regolarmente sposata ha diritti e doveri maggiori anche per gli eventuali figli ed eventuali adozioni.;)

Mentre che ci siamo, Alceo per caso sai se per le coppie pacsate sono previste anche delle agevolazioni fiscali di qualsiasi tipo (Visto che era il punto su cui io e Di0 avevamo un po' dibattuto)?

Mel83
26-04-2006, 13.11.27
beh si, i diritti e doveri delle coppie, senza figli naturalmente, altrimenti nn si chiamerebbe pacs ;)
lo davo come sottointeso

Alceo
26-04-2006, 14.10.39
Non proprio.
Mi sembra di capire che i diritti e i doveri si limitano solamente ai due partner e basta.Una coppia regolarmente sposata ha diritti e doveri maggiori anche per gli eventuali figli ed eventuali adozioni.;)

In generale anche gli obblighi tra i partner sono minori rispetto a un matrimonio. La comunione dei beni, per esempio, si limita generalmente a quelli acquistati dopo aver stipulato il pacs.
La legge è parla generalmente di "aider mutuellement et matériellement" il proprio partner, le modalità poi dipendono dal contratto che si stipulaì.



Mentre che ci siamo, Alceo per caso sai se per le coppie pacsate sono previste anche delle agevolazioni fiscali di qualsiasi tipo (Visto che era il punto su cui io e Di0 avevamo un po' dibattuto)?


Dichiarazione congiunta delle imposte (e nel caso in cui uno solo dei due lavori il guadagno è sostanziale, soprattutto per i redditi bassi), copertura delle spese mediche del partner, e se non ricordo male anche agevolazioni per il lascito ereditario, che però non è automatico, in caso di decesso (vi sono altri vantaggi in caso di morte del partner, ma non li ho mai presi in considerazione :rolleyes: ).

E' da notare come la legge fosse in realtà già anticipata da altre realtà economico/finanziarie.

Di fatto molte banche e assicurazioni (per esempio la mutuelle, una specie di assicurazione sulla salute di per la compensazione integrativa alle spese mediche che, come per le macchine da noi, è molto spessa obbligatoria) già riconoscevano le coppie dichiarate coprendo le spese del partner anche qual'ora non vi fosse alcun documento ufficiale.
La mia mutuelle, per esempio, ha sempre coperto le spese mediche per la mia partner (dentista, occhiali, aspirine, ...), anche prima che stipulassimo un PACS.

Peter Pan
26-04-2006, 14.11.58
Comunque non trascuriamo che esistono già leggi e normative chiare che tutelano i figli nati al di fuori del matrimonio. E che se già adesso i PACS non prevedono influenze e limitazioni di queste leggi, non vedo come in futuro potranno farlo. :)

Di0
26-04-2006, 17.41.49
Alceo per caso sai se per le coppie pacsate sono previste anche delle agevolazioni fiscali di qualsiasi tipo (Visto che era il punto su cui io e Di0 avevamo un po' dibattuto)?

Grazie a te per l'interesse ed ad Alceo per la risposta. Se è così, non ci vedo nulla di sbagliato, in buona fede. Trattasi solo di spese che due persone, vivendo nella stessa casa, dovrebbero avere il dirittodi poter dividere anche senza particolari legami affettivi. In fondo sono perlopiù spese di "gestione".

Comunque c'è ancora qualche punto che avrei voglia di discutere, ora però devo prima documentarmi su un paio di cose. Ciao!

destino
26-04-2006, 17.57.10
che poi, onestamente, fregandomene il giusto del matrimonio, se di fatto fossero la stessa cosa ma laica, potrebbero pure esistere e convivere.. il credente si sposa mentre l'ateo fa il pacs.. ma a quel punto poi servirebbe qualcosa simile a questo, e saremmo da capo asd

ma guarda che il matrimonio civile esiste :doubt:, se sei ateo e vuoi creare una famiglia puoi benissimo andare a sposarti in comune...

ma parlando dei pacs, come avevo gia detto in un topic precendete dove a mio avviso doveva essere riformato l'istituto del matrimonio e gli anni necessari per ottenere un eventuale divorzio, e dove dichiaravo di essere favorevole nn ai pacs ma ai matrimoni omosessuali purche nn vadano a inficiare gli aiuti economici che vanno ad una famiglia con figli, nel caso passassero ( ipotizziamolo pure ma con l'attuale maggioranza è pure utopia ), nn dovrebbero essere modificati i seguenti articoli della Costituzione? :doubt:



Articolo 29
La Repubblica riconosce i diritti della famiglia come società naturale fondata sul matrimonio.
Il matrimonio è ordinato sull'eguaglianza morale e giuridica dei coniugi, con i limiti stabiliti dalla legge a garanzia dell'unità familiare.




Articolo 31
La Repubblica agevola con misure economiche e altre provvidenze la formazione della famiglia e l'adempimento dei compiti relativi, con particolare riguardo alle famiglie numerose.
Protegge la maternità, l'infanzia e la gioventù, favorendo gli istituti necessari a tale scopo.


quest'ultimo articolo rispecchia la mia visione di famiglia e spiega in qualche modo la mia contrarieta ad una procedura "di comodo" come i PACS ;)

Peter Pan
26-04-2006, 18.43.39
Articolo 31: La Repubblica agevola con misure economiche e altre provvidenze la formazione della famiglia e l'adempimento dei compiti relativi, con particolare riguardo alle famiglie numerose.
Protegge la maternità, l'infanzia e la gioventù, favorendo gli istituti necessari a tale scopo.

quest'ultimo articolo rispecchia la mia visione di famiglia e spiega in qualche modo la mia contrarieta ad una procedura "di comodo" come i PACS ;)

Trovo utile questo tuo intervento: è possibile adesso riscontrare che i PACS trattano aspetti delle relazioni umane che non sono previste dall'istituzione matrimoniale.
Quindi, trovo sia la dimostrazione di come matrimonio e PACS siano due cose differenti e indipendenti ;)

Il PACS si prefigge solo la regolamentazione per legge dei rapporti interpersonali tra due individui anche dello stesso sesso. Non si propone lo scopo di avere agevolazioni economiche da parte dello Stato ma semplicemente che esso riconosca che due persone possono volersi bene e che questo volersi bene implica certi istinti. E che la società debba rispettare l'affetto che c'è tra due persone.
Allo stato attuale delle cose, ad esempio, se tu vuoi bene ad una persona, non ti è permesso di averne cura perché per la legge sei nessuno. Se lei viene ricoverata, tu non puoi starle accanto la notte perché non sei un parente. Se l'affetto ti ha legato a quella persona per 40 anni, alla sua morte tu non puoi farti portavoce delle sue volontà. Lo stato non riconosce che tu hai provato affetto e provi riconoscenza per quanto quella persona ha fatto per te. L'esempio è quello delle due vecchine che sono state vicine per anni affrontando insieme la vecchiaia.

In parole semplici, con il PACS sarai tu a decidere quale persona ha importanza nella tua vita, e non sarà più un semplice legame di parentela a deciderlo a prescindere dalla realtà dei fatti. Ad esempio, allo stato attuale delle cose se un tuo parente ha dimostrato di infischiarsene di te per anni, mentre con una persona hai condiviso la tua vita per tutti quegli anni, per legge il tuo parente potrà sempre rivendicare qualcosa da te, mentre alcuna voce in capitolo avrà la persona che ti è stata vicino.

Come vedi, il matrimonio ha nulla da spartire conj il PACS.

Il PACS è né più né meno che un patto di solidarietà che viene stipulato tra due persone. :)