PDA

Visualizza versione completa : Sliding Doors



Wiz
12-02-2006, 11.17.02
Immagino che tutti abbiano visto, o almeno conoscano, questo film.
Il topic prende spunto da li': cosa sarebbe successo se?
E adesso Foll non venirtene fuori che coi ma e coi se non si fa la storia. :D
Giusto una pippa mentale: prendete un punto della vostra vita, cambiate una decisione e provate a descrivere cosa sarebbe successo se...

d0nk4
12-02-2006, 11.24.27
Immagino che tutti abbiano visto, o almeno conoscano, questo film.
Il topic prende spunto da li': cosa sarebbe successo se?
E adesso Foll non venirtene fuori che coi ma e coi se non si fa la storia. :D
Giusto una pippa mentale: prendete un punto della vostra vita, cambiate una decisione e provate a descrivere cosa sarebbe successo se...
Cosa sarebbe successo se...il 28 luglio di 2 anni fa al posto di prendere la via principale per andare a lavoro avessi preso quella secondaria..probabilmente non sarei caduto dal motorino e non mi sarei fatto 1 mese di ospedale e 3 mesi di riabilitazione,probabilmente non mi sarei dovuto operare alla clavicola,probabilmente non avrei questa orrida cicatrice,probabilmente avrei passato un periodo migliore,probabilmente mi sarei incontrato con la mia ragazza quella sera,probabilmente non avrei perso 2 denti,probabilmente sarebbe stato meglio prendere la secondaria.Forse.

Brian O'Blivion
12-02-2006, 11.34.55
Se avessi studiato al Conservatorio sin da subito,invece di perdere tempo in un'insulsa scuola di ragioneria,sarei un musicista provetto e persino compositore,arrangiatore e avrei continuato gli studi per Direzione d'Orchestra,probabilmente come il mio Mentore avrei lavorato in diversi settori inerenti alla produzione di Musica.
:birra:

.Orfeo.
12-02-2006, 11.49.03
Se avessi iniziato a studiare recitazione fin da piccolissimo forse avrei avuto più possibilità di inserirmi in quel mondo e magari forse se avessi avuto dei genitori che mi spronassero maggiormente invece di tarparmi le ali, ciò sarebbe stato molto più fattibile....

follettomalefico
12-02-2006, 11.57.29
Immagino che tutti abbiano visto, o almeno conoscano, questo film. Io almeno conoscano. Vale lo stesso. Ottimo. :asd:


E adesso Foll non venirtene fuori che coi ma e coi se non si fa la storia. :D A dire il vero stavo per... no, mi hai fritto le possibili risposte con sta frase. :asd:

E quindi, da buon sofista e socratico, affondo il bisturi della ratio.

Con i ma e con i se non si fa la storia? Con i ma e con i se, la storia si fa. Dipende solamente quando questi ma e se si esplicano. La mia via è un continuo di ma e se, semplicemente questi si moltiplicano, come un albero, prima dei fatti.

Una osservazione a priori dei migliaia di frutti che questo albero delle possibilità porta con sé. Un albero curioso, perché ogni ramo ha un frutto diverso. Anche due frutti che sembrano uguali, in realtà sono molto simili.

Nell'istante in cui un ma o un se diventa realtà, quest'albero sprofonda e rimane alla luce del sole solamente quel ramoscello giovane, fino quando anche quello non crescerò in nuovi ma e nuovi se.

I ma e i se applicati dopo, non sono altro che una osservazione delle radici di quest'albero impossibile da estirpare: a volte, è importante farlo, perché ci fa capire errori e scelte. Perché a volte, prima, non si capisce perché una certa strada è stata scelta. Mentre altre volte, è dopo che non si può capire.

...mi sa che ti sei fregata da sola, non avrei scritto così tanto. Brava :kiss:


Giusto una pippa mentale: prendete un punto della vostra vita, cambiate una decisione e provate a descrivere cosa sarebbe successo se... Sai, non ho molti "se" che mi cambiano così tanto l'albero... fin da quando ricordi, le mie scelte son sempre state tante, piccole, una seguente l'altra.

Al momento, mi verrebbe solamente da domandarmi: sarebbe cambiato qualcosa se non l'avessi baciata quella sera, ma due settimane prima? Purtroppo, è anche una storia che non so come continuare.

Chiedo perdono, non ho buoni se da sviluppare in storie, almeno per ora...

d0nk4
12-02-2006, 12.02.54
E...se il mio primo forum non fosse stato il multiplayer?

Brian O'Blivion
12-02-2006, 12.05.47
E...se il mio primo forum non fosse stato il multiplayer?

Probabilmente sarebbe stato il secondo:birra:

destino
12-02-2006, 12.41.40
se avessi capito prima che una certa persona mi mentiva, avrei potuto soffocarla nel sonno e farlo passare per un incidente

Fabio
12-02-2006, 13.06.46
Cosa sarebbe successo se il 19 Aprile 2000 mi fossi alzato da quella sedia e le fossi corso dietro anzichè attendere un mese per chiarire quella incomprensione?

Cosa sarebbe successo se il 24 Maggio 2000 non mi fossi alzato da quella poltrona girevole e non l'avessi cacciata contro il muro, facendo seguire questa mia azione da un bel bestemmione potente?

Probabilmente nulla, ma mi piace pensare che qualcosa sarebbe cambiato.

kaiser77
12-02-2006, 13.10.37
ho sbagliato ad inviare un curriculum vitae e in pratica nel posto di lavoro "sbagliato" ho trovato colei che è diventata mia moglie :)

Pratti
12-02-2006, 13.27.45
Se avessi un bel culo mi metterei il perizoma.
ah!! quello sì che mi cambierebbe il mondo e la visione intera dello stesso. sarei tanto occupata a sfilarmi d’intra le chiappe quel filo che eccita solo le mie emorroidi, che la pianterei di pensare. tout-court.


Ma forse chiedo troppo. Dovrei pure rinascere donna:azz:

Pigmy_Twilight
12-02-2006, 13.28.46
La mia via è un continuo di ma e se, semplicemente questi si moltiplicano, come un albero, prima dei fatti.


Ormai ho preso la decisione di non fare più questi giochetti per una questione di salute ed igiene mentale,cerco piuttosto di capire quello che ho davanti adesso e a cosa può portarmi,anche perchè i "se" e i "ma" che avrebbero potuto dare una svolta veramente diversa alla mia vita molto spesso non sono dipesi solo dalla mia volontà e dalle mie scelte.
Guardo avanti e ce la metto tutta.


Stanno i giorni futuri innanzi a noi
come una fila di candele accese —
dorate, calde, e vivide.

Restano indietro i giorni del passato,
penosa riga di candele spente:
le più vicine danno fumo ancora,
fredde, disfatte, e storte.

Non le voglio vedere: m’accora il loro aspetto,
la memoria m’accora del loro antico lume.
E guardo avanti le candele accese.

Non mi voglio voltare, ch’io non scorga, in un brivido,
come s’allunga presto la tenebrosa riga,
come crescono presto le mie candele spente.

samgamgee
12-02-2006, 14.14.41
Se...il XX/XX/2006 (data sconosciuta anche a me) non fossi passato di fianco a quel tizio con la varicella? Probabilmente ora sarei nel bel mezzo delle Olimpiadi anzichè qua a casa a scrivere sul forum :|

Wiz
12-02-2006, 14.24.40
Strano (o forse no?) che tutti quando pensano a un "Cosa sarebbe successo se..." difficilmente lo associno a uno scelta che poi si e' rivelata "giusta".
Tendenzialmente si vede questa domanda come una fonte di rimpianti.
A parte il post (molto carino per altro) di kaiser e del curriculum (che fa molto commedia americana dove le cose devono per forza andare bene :) ), tutti gli altri hanno seguito questo tipo di ragionamento.

nageki
12-02-2006, 14.37.59
Cosa sarebbe successo se non avessi mai giocato con i Sim ? il mio sim Thom Yorke (Radiohead) non sarebbe stato vittima di un atroce malore che stava per portarlo all'altro mondo. Non mi sarei mai connessa ad internet per trovare una soluzione al problema scoprendo che il porcellino d'india aveva infettato l'intera casa. Non avrei quindi mai fatto visita al forum del Multiplayer e di conseguenza nemmeno al famigerato "Angolo di Zeus", non avrei litigato con Viv decidendo di aprire il forum spammone e non avrei quindi conosciuto Hire. Ora che ci penso da un lato fa sghignazzare, ma le cose stanno proprio così :doubt: probabilmente ora sarei solo una depressa in lotta con sé stessa e non avrei nessun progetto per il futuro, contrariamente a quanto è successo grazie a questo forum :look:

però siccome tutti davano per scontata questa risposta ....

Cosa sarebbe successo se anni fa non avessi lasciato il liceo socio psico pedagogico ? sarei rimasta in una classe tutta femminile e probabilmente ancora adesso uscirei con le stesse ragazze che avevo conosciuto (Sharon, Sandra, Giorgia ed Emanuela in particolare). Probabilmente sarei diventata una maestra senza avere frequentato il corso di laurea in SDFP, avrei avuto meno contatti con il PC e di conseguenza tutto quello che ho scritto sopra non si sarebbe verificato. Hummm ora che ci penso, magari sarei la "felice" compagna di un truzzo modeneSHe con accento campagnolo ed un modo di vestirsi da completo rincretinito.

Questo topi mi sta mettendo paura :.:
(una vola tanto nella mia vita ho seguito la strada migliore)

Alceo
12-02-2006, 14.57.11
Giusto una pippa mentale: prendete un punto della vostra vita, cambiate una decisione e provate a descrivere cosa sarebbe successo se...



Ci ho pensato su e mi è venuto in mente una mia sola azione che ha determinato in modo concreto il corso della mi vita.

Divesi anni fa fui preso da una gran voglia di cambiare che arrivò a vincere il mio odio per tutto ciò che sono carte e burocrazia e decisi di fare domanda per partire con il programma erasmus.
Se non l'avessi mai fatto (il primo "se", legato alla mia azione) e se due giorni prima della partenza un'altro studente non avesse rinunciato al suo posto permettendomi di andare nella meta più ambita (il secondo "se", esterno e legato al fato) non avrei mai passato quell'anno e mezzo a Londra.

Cosa sarebbe stato di me?

Penso che non mi sarei mai laureato o almeno avrei abbandonato scienze dell'informazione.
Oggi quindi farei un lavoro completamente diverso. Probabilmente lavorerei anche io, come gran parte della mia famiglia, nell'editoria per bambini.
Avrei viaggiato molto di meno.
Sarei padre.

____

Molte delle nostre scelte non sono veramente determinanti. Tendono piuttosto a anticipare o ritardare avvenimenti che sono per lo più legati al nostro ambiente o al nostro carattere.

Kady
12-02-2006, 15.20.12
Cosa sarebbe successo se.. mi fossi accorta che nella fermata del tram non c'era il vetro?

Mi sarei risparmiata un mese di gesso e le gambe piene di lividi :asd:

Alceo
12-02-2006, 15.22.13
Strano (o forse no?) che tutti quando pensano a un "Cosa sarebbe successo se..." difficilmente lo associno a uno scelta che poi si e' rivelata "giusta".
Tendenzialmente si vede questa domanda come una fonte di rimpianti.
A parte il post (molto carino per altro) di kaiser e del curriculum (che fa molto commedia americana dove le cose devono per forza andare bene :) ), tutti gli altri hanno seguito questo tipo di ragionamento.

E' significativo anche vedere come sia difficile immaginare la nostra vita senza prendere in considerazione ciò che realmente è avvenuto.
Immaginarsi i "se avessi" ci spinge a fare la lista di ciò che avremmo perduto (cose di cui abbiamo la certezza) e non di ciò che avremmo vissuto in modo divero.

Pensandoci bene penso che molto della mia vita era già segnato e sarebbe successo ugualmente con attori diversi.

Se non avessi scritto quella lettera e non avessi fatto quel lungo viaggio per inseguire un amore mi sarei innamorato di un'altra e poco sarebbe cambiato nel bilancio delle mie gioie e dei miei dolori.

Mischa
12-02-2006, 15.41.59
Strano (o forse no?) che tutti quando pensano a un "Cosa sarebbe successo se..." difficilmente lo associno a uno scelta che poi si e' rivelata "giusta".
Tendenzialmente si vede questa domanda come una fonte di rimpianti.
A parte il post (molto carino per altro) di kaiser e del curriculum (che fa molto commedia americana dove le cose devono per forza andare bene :) ), tutti gli altri hanno seguito questo tipo di ragionamento.Perché ipotizzare di cambiare una scelta rivelatasi giusta, sembrerebbe vagamente masochistico, mentre andare a correggere quello che si ritiene un errore, suona meglio, forse.

Ho sempre visto la vita come una serie di azioni non direttamente collegate, se non per un brevissimo tempo. Il rapporto causa-effetto credo che sia un ottimo modello sulla carta, non per le persone o per gli eventi. Se fosse realmente attivo, allora l'intera nostra vita sarebbe già prestabilita.

Nessuno potrebbe nascere diverso da quello che è, compiere scelte diverse da quelle che ha compiuto in passato e che compirà in futuro, etc. Sai che noia. Con un sistema di calcolo sufficientemente complesso da considerare tutti i miliardi di miliardi di combinazioni, sarebbe possibile prevedere non solo la vita di un individuo, ma anche qualsiasi cosa. Insegna teoria del caos che non è possibile, bastano micro-variazioni nelle condizioni iniziali ad alterare dopo breve il comportamento di un sistema, anche se gli elementi son sempre gli stessi.

Credo che più o meno funzioni così anche per la vita della gente, basta una minima alterazione a cambiare tutto, sul lungo periodo: solo che l'idea che esista una sequenzialità, lasciando perdere le implicazioni suddette, è confortante, perché conferisce l'illusione di "avere un controllo" sulla propria vita, cosa molto più rassicurante del pensiero che tutto funzioni a cazzo e che basti un attimo per incenerire tutto.

Tornando al topic, e accantonando quanto sopra, ipotizzando quindi che esista una sequenzialità precisa: se una sera di anni fa non avessi incontrato la ragazza di un mio amico a una festa, non l'avrei riaccompagnata a casa, e non avrei tradito la mia ragazza con lei; il mio amico non si sarebbe quindi scopato la mia ragazza, e non si sarebbe lasciato con la sua; io qualche giorno fa passando sotto casa sua, non mi sarei chiesto se era ancora viva, e cazzo faceva; ergo, domani sera non cenerei con lei.

ding
12-02-2006, 15.54.27
cosa sarebbe successo se? troppi "se". preferisco non pensarci e dire che tanto è successo. poteva andar peggio o meglio, a seconda dei casi. sicuramente ormai per tante cose non è più possibile cambiare, e anche lo fosse probabilmente non lo farei, potessi.. e poi già sto demmerda di mio, non mi va di pensare a "cosa, se quella volta, invece di...".

TrustNoOne
12-02-2006, 16.31.39
per quanto mi sforzi non riesco a trovare nulla che non rifarei. O quanto meno nulla per cui non debbia cambiare profondamente me stesso per pensare di non doverlo rifare.

In realta' le cose sbagliate non me le ricordo, tendo ad eliminare tutto (e non sto scherzando asd... e' vero). Mi vengono in mente solo cazzate senza valore.

Non mi sono mai trovato di fronte a scelte importanti forse, e' anche per questo che mi annoio.

E rimando ancora una volta alla mia firma :D

gaz_berserk.
12-02-2006, 17.08.41
Immagino che tutti abbiano visto, o almeno conoscano, questo film.
Il topic prende spunto da li': cosa sarebbe successo se?
E adesso Foll non venirtene fuori che coi ma e coi se non si fa la storia. :D
Giusto una pippa mentale: prendete un punto della vostra vita, cambiate una decisione e provate a descrivere cosa sarebbe successo se...

se non fossi stato cosi cocciuto e orgoglioso forse ora lei strebbe con me e non con ...


cosa sarebbe successo se? troppi "se". preferisco non pensarci e dire che tanto è successo. poteva andar peggio o meglio, a seconda dei casi. sicuramente ormai per tante cose non è più possibile cambiare, e anche lo fosse probabilmente non lo farei, potessi.. e poi già sto demmerda di mio, non mi va di pensare a "cosa, se quella volta, invece di...".


:hail:

Kady
12-02-2006, 17.14.06
Mah...forse l'unico rimpianto che ho..

..se non fossi stata troppo diffidente lui nn mi avrebbe lasciata il giorno del mio compleanno..

..in ogni caso nn mi meritavo un trattamento del genere per cui nn so se rimpiangere o meno quel "se" o se dovrei prenderlo come un colpo di fortuna.

:|

Lady_Oscar
12-02-2006, 17.17.08
...Se non avessi accettato questo lavoro di m**** a quest'ora la mia felicità sarebbe stata del 100% :sisi:

friskio
12-02-2006, 17.30.10
..in ogni caso nn mi meritavo un trattamento del genere per cui nn so se rimpiangere o meno quel "se" o se dovrei prenderlo come un colpo di fortuna.

:|


Se avessi studiato un po' di più l'italiano e nn il sassarese ora quell'errore nn l'avresti fatto....lo sai,vero? :sisi:

Se avessi passato quel fottutissimo pallone, che amo tanto, invece di tenerlo tra i piedi, nn mi sarei distrutto una caviglia e nn mi sarei fatto 2 mesi di gesso più riabilitazione.....non avrei avuto continui dolori per il mutar del tempo, nn avrei rischiato di nn poter più camminare!

ma sono contento.....perché ho stretto i denti....e ora gioco ancora!

Isa
12-02-2006, 17.30.24
cosa sarebbe successo se in quella lontana sera di febbraio del 1999 non avessi lanciato ICQ mentre navigavo per la Rete senza una meta??

Enrico non mi avrebbe pescata a caso fra migliaia di utenti, non avremmo fatto 4 chiacchiere, non mi avrebbe passato l'email del suo migliore amico Valerio... il quale non sarebbe diventato il meraviglioso compagno della mia vita 5 anni più tardi...

Benedetto ICQ!!! :uiui:

Kady
12-02-2006, 17.34.32
cosa sarebbe successo se in quella lontana sera di febbraio del 1999 non avessi lanciato ICQ mentre navigavo per la Rete senza una meta??

Enrico non mi avrebbe pescata a caso fra migliaia di utenti, non avremmo fatto 4 chiacchiere, non mi avrebbe passato l'email del suo migliore amico Valerio... il quale non sarebbe diventato il meraviglioso compagno della mia vita 5 anni più tardi...

Benedetto ICQ!!! :uiui:

Bellissimo :Palka:

A fri!! e non t'attaccare agli errori di ortografia mica siamo nel sim club qui!

:asd:

ding
12-02-2006, 17.41.10
Bellissimo :Palka:

A fri!! e non t'attaccare agli errori di ortografia mica siamo nel sim club qui!

:asd:tru. qua è peggierrimo :asd:

btw gratz per icq :sisi:

bounty
12-02-2006, 17.45.31
Certo le scelte sono fondamentali
ma sono convinto che la "fortuna" giochi il ruolo piu grande
puoi impegnarti quanto vuoi o essere talentuoso quanto vuoi,ma se la "fortuna"
ti volta le spalle non ci puoi fare niente.
Ho virgolettato fortuna perchè in verità nel susseguirsi degli eventi della vita è più appropriato parlare di coincidenze o mancate tali.
E' molto disarmante questo concetto,ma è estremamente veritiero.
In verità le nostre scelte possono influire in maniera vicinissima allo zero sulla nostra vita.

Kady
12-02-2006, 17.47.16
E se il destino di una persona fosse stato gia stato scritto?

vi è mai capitato di dire " era destino che succedesse"?

Allora le scelte..a cosa servono?

:angel2:

friskio
12-02-2006, 17.49.44
A fri!! e non t'attaccare agli errori di ortografia mica siamo nel sim club qui!


:bash:

guarda che qui è peggio....io te lo dico! :look:

ding
12-02-2006, 17.52.01
E se il destino di una persona fosse stato gia stato scritto?

vi è mai capitato di dire " era destino che succedesse"?

Allora le scelte..a cosa servono?

:angel2:spesso. ed odio questa cosa. non mi piace che altri (persone\cose\astratti) controllino la mia vita fino a certi punti.. e il discorso di friskio "mi piace"

bounty
12-02-2006, 17.57.53
E se il destino di una persona fosse stato gia stato scritto?

vi è mai capitato di dire " era destino che succedesse"?

Allora le scelte..a cosa servono?

:angel2:
semplicemente non esiste il destino (a parte l'utente del multi :asd: )
sono coincidenze o mancate tali.
non mi è mai capitato di dire " era destino che succedesse"
ma mi è capitato molto spesso di sentirlo,è solamente una frase fatta.
come quando a gennaio si incontra uno in ascensore e questo imbarazzato dal silenzio dice: freddino eh? e io penso: grazie al cazzo siamo in gennaio!è come andare al vaticano e dire: minchia c'è il papa (cit.)

Fabio
12-02-2006, 18.02.34
Penso che avrei abbandonato scienze dell'informazione.

Forse avresti fatto bene. :asd:

Aggiungo un fatto che mi ero dimenticato di menzionare: cosa sarebbe successo se, nel 2002, dopo aver passato il test d'ingresso per Interprete e Traduttore, avessi abbandonato Scienze dell'Informazione e mi fossi dedicato all'altra facoltà? E' un grosso cruccio, forse il più grosso della mia vita, l'unica decisione che, in un'ipotetica seconda possibilità, cambierei.

Kady
12-02-2006, 18.04.12
semplicemente non esiste il destino (a parte l'utente del multi :asd: )
sono coincidenze o mancate tali.
non mi è mai capitato di dire " era destino che succedesse"
ma mi è capitato molto spesso di sentirlo,è solamente una frase fatta.
come quando a gennaio si incontra uno in ascensore e questo imbarazzato dal silenzio dice: freddino eh? e io penso: grazie al cazzo siamo in gennaio!è come andare al vaticano e dire: minchia c'è il papa (cit.)

aahah!! :D
Quando incontri uno "carino" in ascensore nn è il destino quindi..è solo fortuna?

Azz allora io sono stra sfigata :(

Lady_Oscar
12-02-2006, 18.31.44
aahah!! :D
Quando incontri uno "carino" in ascensore nn è il destino quindi..è solo fortuna?

Azz allora io sono stra sfigata :(



No, non è che sei sfigata è che ce ne sono pochi....... :sisi:

ding
12-02-2006, 18.41.36
aahah!! :D
Quando incontri uno "carino" in ascensore nn è il destino quindi..è solo fortuna?

Azz allora io sono stra sfigata :(pensa che io in ascensore al massimo becco la vecchina che sta al piano sotto :asd: le gnugne stanno tutte almeno di là dalla strada.. troppo lontanamente vicine :mecry:

_Enza_
12-02-2006, 18.52.46
cosa sarebbe successo se?
... se non avessi sposato il mio ex marito?
probabilmente oggi sarei felicemente libera, o forse no perchè comunque oggi è un "ex" e quindi in qualche modo ho "forzato" quella sliding door

Brus
12-02-2006, 19.03.22
Se venticinque anni fa i miei non avessero scopato, io ( e parecchie altre persone) sarei stato decisamente più contento

Mischa
12-02-2006, 19.06.10
Se venticinque anni fa i miei non avessero scopato, io ( e parecchie altre persone) sarei stato decisamente più contentoSticazzi brusa, svegliato bene?

Brus
12-02-2006, 19.19.03
Oggi si

AlexRnR
12-02-2006, 19.38.40
sinceramente, la mia vita mi fa abbastanza schifo... e purtroppo non riesco nemmeno ad immaginare un momento in cui il suo corso potesse essere diversamente orientato in meglio. :|

Fabio
12-02-2006, 19.40.18
Se venticinque anni fa i miei non avessero scopato, io ( e parecchie altre persone) sarei stato decisamente più contento

E' una cosa che dice spesso anche mio padre (che mi paragona pure spesso a Berlusconi, ma questo è un altro discorso :asd: ).

Brian O'Blivion
12-02-2006, 19.47.29
E' una cosa che dice spesso anche mio padre (che mi paragona pure spesso a Berlusconi, ma questo è un altro discorso :asd: ).

:|

:tsk:

Maharet
12-02-2006, 19.49.54
Ogni passo del nostro cammino è una potenziale Sliding Door. Ed io non amo chiedermi "cosa sarebbe stato se", ne' "cosa sara' se".
La prima apre spazio al rimpianto, la seconda all'insicuro timore.
Preferisco lasciarmi sorprendere :)

Tamarroid
12-02-2006, 20.11.10
Se il mio esercito di infaticabili guerrieri robotici non fosse stato distrutto da Austin Powers ora dominerei il mondo.

http://www.eayz.net/artikel/2004/111_16.jpg

follettomalefico
12-02-2006, 20.56.36
Strano (o forse no?) che tutti quando pensano a un "Cosa sarebbe successo se..." difficilmente lo associno a uno scelta che poi si e' rivelata "giusta".
Tendenzialmente si vede questa domanda come una fonte di rimpianti. Di fatto, se hai un possibile rimpianto, vuol dire che ci hai pensato e te lo sei ricordato. Semplice elisione mnemonica. Poi, come dice mischa, perché dovrei pensare ad una situazione che mi è andata bene e teorizzare "come sarebbe potuta andare peggio".

Tanto più che si tratta di serendipity, in quei casi, e quindi si tratterebbe più di notare come la scelta azzeccata era poco probabile, che qualcosa che ci ha messo in dubbio -e magari in scacco- per lungo tempo.


Sai cosa sarebbe davvero cruciale? Se nel 1992 mio fratello non avesse voluto quel PC...

Kady
12-02-2006, 21.18.52
pensa che io in ascensore al massimo becco la vecchina che sta al piano sotto :asd: le gnugne stanno tutte almeno di là dalla strada.. troppo lontanamente vicine :mecry:

Ahahah!! io l'ascensore manco lo ho!! :D

Wiz
12-02-2006, 21.36.05
Uhm.
Mi hanno colpito parecchie cose.
Per esempio anch'io, come la maggioranza, se dovessi dire i miei "se", sarebbero legati a dei rimpianti. O a delle scelte poco fortunate.
Due frasi pero' mi hanno lasciato cosi'.


Molte delle nostre scelte non sono veramente determinanti. Tendono piuttosto a anticipare o ritardare avvenimenti che sono per lo più legati al nostro ambiente o al nostro carattere.
L'ho trovato "confortante".
Un dire. Prima o poi quello che meriti ti arriva.

Invece questo mi ha messo una certa tristezza.


Se non avessi scritto quella lettera e non avessi fatto quel lungo viaggio per inseguire un amore mi sarei innamorato di un'altra e poco sarebbe cambiato nel bilancio delle mie gioie e dei miei dolori.
Poco sarebbe cambiato. Le scelte che hai fatto ti avrebbero portato da persone si' diverse, ma da passioni, dolori, gioie uguali.
Piuttosto svilente.
No, spero non sia cosi'.

Io ho piu' di un paio di se.
Per esempio spesso mi chiedo
Se quella sera non li avessi cacciati fuori casa e loro non si fossero messi in macchina...
Se quel giorno non l'avessi fatto partire e al diavolo tutto.
Robe cosi', come tutti mi sa.

ding
12-02-2006, 21.44.29
Robe cosi', come tutti mi sa.alla fine, bene o male, sì..

Triggio.Dark.Elf
12-02-2006, 23.11.56
Se mi fossi allenato quell'estate, non mi sarei infortunato a settembre, probabilmente avrei vinto nuovamente i regionali e ora farei ancora atletica leggera, magari in preparazione delle olimpiadi.

Se mia mamma non avesse trovato quella particolare scuola privata, ora sinceramente non saprei dove potrei essere... depresso, a lavorare, a bere, in cielo.

Se mia mamma non mi avesse fatto una sorpresa a pasqua, non sarei mai stato a Londra e non sarei voluto tornarci a vivere per un anno.

Se uno sconosciuto (il cuoco di Beckham) non si fosse imbattuto in me mentre girava per Londra, non avrei trovato lavoro in un ristorante e sarei tornato a casa per studiare, magari avrei abbandonato gli studi e sicuramente non sarei stato a vare un mega viaggio di due settimane nelle capitali del nord Europa.

Se quella volta in cui feci l'incidente con la macchina, fossi andato 5 km(h più veloce, avrei fatto un frontale e forse non sarei qui a scrivere.

Eurypotter
12-02-2006, 23.19.00
Se la mia nonna la gh'aveva el troller l'era un tram e per muntala gh'era pagà el bigliett. [cit.]

:asd:

Alceo
12-02-2006, 23.49.42
Invece questo mi ha messo una certa tristezza.

Poco sarebbe cambiato. Le scelte che hai fatto ti avrebbero portato da persone si' diverse, ma da passioni, dolori, gioie uguali.
Piuttosto svilente.
No, spero non sia cosi'.

Non volevo generalizzare. Ho parlato in prima persona e anche per me vale per poche cose.

Ma ci sono esperienze della vita (per esempio un certo modo di vivere il rapporto di coppia) che non sono casuali ma ricercate e costruite. Anche quelle che, col senno di poi, ci portano a cambiare idea e atteggiamento perché non risultano gratificanti come si sperava.

Hob Gadling
13-02-2006, 01.14.03
E' una cosa a cui penso tante volte, ma della quale preferisco non parlare.

TrustNoOne
13-02-2006, 01.18.55
da me si dice che il "se" e' il paradiso degli stolti.
Le cose che sono passate non potevano andare in modo diverso, non c'e' nessun se :)

stan
13-02-2006, 02.14.26
da me si dice che il "se" e' il paradiso degli stolti.
Le cose che sono passate non potevano andare in modo diverso, non c'e' nessun se :)

Eh no, secondo me è diverso scusa...

Puoi dire una cosa del genere facendo riferimento al fatto che è sempre meglio guardare al presente e al futuro che al passato, ma dire che certe cose non potevano andare in modo diverso non mi sembra proprio giusto.

Per la faccenda dei "se" io sono sempre attanagliato da una serie di domande...che sarebbe successo se non fossi nato? Come sarebbero le persone che ho conosciuto? I miei amici, i miei genitori, mio fratello sarebbero stati le stesse persone?

Skywards
13-02-2006, 02.45.34
Se non ci fossero stati "se" nella mia vita tutto sarebbe stato estremamente noioso... Se ora non riuscissi a pensare ad alcun "se" sarei un disilluso... Se è vero che le cose sono andate in un certo modo, tuttavia, è anche vero che i "se" non sono altro che patetici e disperati tentativi di influenzare una verità immutabile. Se è vero, quindi, che ci sono molti "se" nella mia vita, è altrettanto vero che la verità da tenere in considerazione deve essere una solamente, pena per il non adempimento la pazzia.

Per concludere, se è vero che sono un pazzo (e secondo il giudizio di molti io lo sono), allora è meglio lasciar perdere i "se" perchè sono antiterapeutici...

bounty
13-02-2006, 19.29.32
aahah!! :D
Quando incontri uno "carino" in ascensore nn è il destino quindi..è solo fortuna?

Azz allora io sono stra sfigata :(
esatto!
piu o meno come ho scritto sono coincidenze o mancate tali:sisi:
certo se la coincidenza ti porta ad avere uno carino in ascensore e poi te decidi di non parlargli allora mò li so cazzi tua :asd:
ti ho detto che anche le scelte sono fondamentali

ding
13-02-2006, 22.51.03
Ahahah!! io l'ascensore manco lo ho!! :Dbeh, puoi sempre venire nel mio però eh :look: così prendiamo 2 piccioni con una fava :look: [nbnel mentre che scrivevo non ho pensato a doppi sensi. se per caso li vedete (anche) voi è pura casualità :sisi:]

Bob Simbel
14-02-2006, 10.13.28
Adoro questo tipo di discussioni, grazie Wiz :hail:

Dunque vediamo....

1) Se i miei genitori non si fossero trasferiti di casa nel 1985 non avrei conosciuto molti fantastici amici che conosco ancora (Fabio, Raffy, Piolte, Mirco, Loske, Marco, Giuly, Gif, Pozzo, Gioves, Renato, etc. etc. che saluto :hello: ) e inoltre non ci sarebbero stati tutti i SE successivi... :asd:

2) Se non avessi fatto una figuraccia col mio amico nel '88-'89? non mi sarei interessato così tanto ai pc (mah forse mi sarei interessato lo stesso, ma con meno vigore). Grazie Mirco per quella scommessa sui videogiochi!

3) Se non fossi stato così stupido nell'estate del '89 sono certo che ora avrei moglie e figli :cry2:

4) Se avessi avuto più palle nel 1991/92 avrei appeso al muro tutti quegli stronzi che avevo in classe e mi sarei fatto rispettare di più :tsk:

5) Se non avessimo fatto quelle fantastiche gare con gli amici nel 1994 avrei avuto molte cose in meno da raccontare e non sarebbero seguite RadioAlfa e TeleAlfa!!!!

6) Ahhh quell'estate del 1996 :azz: ci sarebbero altri 50 SE solo qui...

7) Ahhh se ci avessi provato prima invece di aspettare il 1997...

8) Se non fossi andato in vacanza con Fabio e Giuly nel 1997 non mi sarei divertito così tanto. Grazie ancora!

9) Se non fossi stato così coglione quella sera di agosto del 1999 (no beh in questo caso non sarebbe successo nulla di diverso, soltanto non avrei speso un po' di soldi per riparare il pneumatico)

10) Se non mi fossi iscritto a quel corso post diploma nel 1999, non avrei trovato lavoro così facilmente, in questo ottimo posto e ora non sarei qui a scrivere questo credo. :sisi:

11) Se avessi lasciato perdere subito quella ragazza nel gennaio 2003 (anzi quella sera al mio amico avrei dovuto dire: "no, stasera non vengo, non mi sembra una buona idea e poi non è che combinano qualche disastro queste qui?"), mi sarei evitato tanti mal di testa, incazzature, ma anche situazioni assurde, appostamenti, salivazione azzerata... :asd:

e ce ne sarebbero ohhh se ce ne sarebbero però vi ho già annoiato abbastanza :cheppalle

ah oltre a Sliding Doors c'è anche The Butterfly Effect che tratta questo argomento, film molto bello!

ah l'ultimo: Se nel 2008 mi sparerò un colpo in fronte, mi risparmierò un futuro di solitudine e apatia e vivranno tutti più felici senza le mie fastidiose apparizioni :|

Lachesis
14-02-2006, 10.33.13
Mmm... Io ogni tanto mi chiedo se per caso il 27 maggio 2004 invece di fare la cretina con la mia amica, fossi andara REALMENTE in biblioteca, invece di star seduta sulla panchina alla fermata del bus... il mio ragazzo non mi avrebbe vista... Non ci saremmo mai messi a parlare...
Adesso come sarei? Più nerd di come sono? Magari non avrei preso quel credito in diritto... Magari avrei continuato la scuola...
O forse sarei uscita da sola quel sabato sera e avrei incontrato un vecchiaccio riccone che sarebbe schiattato dopo un mese... E ora sarei piena di soldi O_O!
Vabbè... Facciamo finta di essere contenti così ;)!


Non è vero... Sono davvero felice di non essere andata in biblio... E sono felice di aver conosciuto Gualty... con la quale sto tutt'ora :)!

destino
14-02-2006, 11.27.22
Mmm... Io ogni tanto mi chiedo se per caso il 27 maggio 2004 invece di fare la cretina con la mia amica, fossi andara REALMENTE in biblioteca, invece di star seduta sulla panchina alla fermata del bus... il mio ragazzo non mi avrebbe vista... Non ci saremmo mai messi a parlare...
Adesso come sarei? Più nerd di come sono? Magari non avrei preso quel credito in diritto... Magari avrei continuato la scuola...
O forse sarei uscita da sola quel sabato sera e avrei incontrato un vecchiaccio riccone che sarebbe schiattato dopo un mese... E ora sarei piena di soldi O_O!
Vabbè... Facciamo finta di essere contenti così ;)!


Non è vero... Sono davvero felice di non essere andata in biblio... E sono felice di aver conosciuto Gualty... con la quale sto tutt'ora :)!

per il discorso scuola si puo sempre rimediare no? ;)

laly82
14-02-2006, 11.37.35
Se avessi studiato al Conservatorio sin da subito,invece di perdere tempo in un'insulsa scuola di ragioneria,sarei un musicista provetto e persino compositore,arrangiatore e avrei continuato gli studi per Direzione d'Orchestra,probabilmente come il mio Mentore avrei lavorato in diversi settori inerenti alla produzione di Musica.
:birra:


è una delle cose che dice il mio moroso che poi si è formato in tutt'altro...
io... troppi "se" quindi non inizio neppure...
saluti a tutti

palka
14-02-2006, 12.25.35
cosa sarebbe successo se?
Andrea alza la testa dal foglio su cui sta tentando di finire il compito di matematica. Cosa succederebbe se, pensa, adesso mi alzassi e andassi da lei, fino al suo banco, e le dicessi lascia perdere. Lascia perdere il compito, Stefi, lascia perdere la scuola, lascia perdere quell'idiota che chiami 'ragazzo' e che non capisce, non capirà mai la fortuna che ha, e che presto si farà scappare. Lascia perdere l'oggi e il domani, la ginnastica l'ultima ora e la cartellina con le squadrette e le penne a china. Dimentica i pianti, e le insicurezze, sei troppo bella per essere triste, troppo giovane per non ridere in faccia a tutto e a tutti, prendere per il culo la vita, e svegliarti domani mattina con il sole in faccia. Con l'amore negli occhi. Dammi la mano, e guardami, adesso, io ti amo. Io sono l'uomo della tua vita, non sarò felice con nessun altra, né tu sarai felice se non con me.
Lei cosa direbbe? Arrossirebbe, lo so, mi piace da matti, con lo sguardo di cristallo, la pelle candida e le guance appena velate dall'emozione. Sorriderebbe un poco, perché lo sa che sono uno scemo, mi direbbe tu sei pazzo, torna a sederti, ma io no, resterei lì, a guardarla, finché non avesse capito che faccio sul serio. Che non è l'amore degli adolescenti quello che le sto donando, non è l'amore che nasce e muore mille volte sul diario, o che ferisce di pennarello il muro dello spogliatoio, non è l'amore che si grida a squarciagola per dimenticare. Non è l'amore dei Baci a San Valentino, o della domenica pomeriggio in discoteca.
No, è l'amore che non te ne accorgi ma un bel giorno te lo trovi dentro e non ci puoi fare niente. È lì e tanto basta. Strano, diverso, nuovo, lo guardi, lo accarezzi, lo culli e lo nutri, e lui cresce, diventa luminoso, bello, puro, e hai quasi vergogna (paura?) a mostrarlo a qualcuno - financo a lei! - perché temi che lo possano sporcare, maledire, o semplicemente non capire fino in fondo. E allora te lo tieni stretto, e ne fai trapelare solo un po' alla volta.
Anche quello che ti ho detto ora, Stefania, non è che una minima parte di quello che provo per te, ma che non potrei mai nemmeno sperare di farti capire con le parole. È tutto negli sguardi, che non ti stanchi mai di ricambiare, nei sorrisi che ti illuminano e ti scaldano il cuore.
E allora mi accorgerei della lacrima che lentamente le scende sulla guancia, e del suo sguardo, che è cambiato, perché ha capito e...

DRIIIIN!!
Cosa succederebbe se Andrea non avesse sempre la testa fra le nuvole? Probabilmente non dovrebbe passare l'estate a ripetere matematica.

mVm
14-02-2006, 12.42.20
... adesso mi alzassi e andassi da lei, ...

Che aspetti? :)

Gi01
14-02-2006, 12.42.36
I topic di Franci sono una sorta di marchio di qualità per i quali amo prendere il mio tempo per decidere cosa scrivere. In primis, ho passato il tempo a capire cosa sia una sliding door.

Noto che molti hanno indicato come SE qualcosa che NON dipendeva dalla loro volontà. Quella non è una sliding door, imho. Il fatto è che le SD non sono per loro natura riconoscibili, in quanto essendo evento esterno ci sono capitate…e basta. Non abbiamo mai saputo cosa sarebbe successo se quel giorno il motorino si fosse fermato o avessimo perso un treno. Era una sliding door forse, ma non riconoscibile. O un banale ritardo.

La mia definizione è qualcosa o di totalmente esterno o di scelta che non ha ALCUNA connessione con quanto poi successe. I “se avessi dato un bacio a Federica” ancora mi tormentano, ma là la scelta fu solamente MIA. Avrebbe potuto cambiare la vita in un certo senso, ma non ebbe conseguenze straordinarie. O meglio, FORSE…c’è un caso a cui tuttora do un peso specifico straordinario, ma fu fatto tanti anni fa. Come purtroppo non è una sliding che mio nonno sia stato investito 40 anni e passa fa. Fu un fatto.

Penso che una vita degna di essere chiamata tale sia piena di sliding doors. Poche tuttavia potrebbero cambiare il futuro in maniera straordinaria, vuoi in un senso vuoi in un altro. Ne ho lette alcune carine. Io ho identificato alcune cosette, sperando di avere ben differito tra scelte e sliding le cui conseguenze non erano assolutamente prevedibili quando furono fatte.

1) Se alle SCUOLE MEDIE non avessi cambiato indirizzo per seguire la ragazza che mi piaceva (ebbene si), avrei avuto persone totalmente diverse accanto ora e allora. Non avrei lo stesso carattere, professori diversi, nulla. Non sarei Giulio, e lo devo ad una cosa tanto stupida. Fummo pure sorteggiati in sezioni diverse. E le diedi un palo. Picchiatemi... Può sembrare una sciocchezza. Però fu importante. Di sicuro il modo in cui ero fatto e divenni all’epoca fu deciso da quell’attacco di timidezza paradossale e senza senso, prolungò la mia "infanzia" da alcuni punti di vista e modificò la mia adolescenza relazionalmente, visivamente, sessualmente. Ma ciò che troppo aneli, quando lo hai davanti ne hai paura.. Quello fu un bivio allucinante. A tuttora non riesco a immaginare il mio mondo. Ma sarebbe diverso, e non ve lo spiegare via tastiera. Sicuramente, più narcisista e strafottente con le ragazze.
2) Se una sera non mi fossi connesso a Bnet e headshot non mi avesse parlato del M.it…manco a dirlo no? Chissà, forse ci sarei finito lo stesso. Ma molte cose sarebbero state diverse. Sicuramente una door giusta.
3) Se non fossi andato ad una cena e avessi conosciuto la persona che mi fece fare lo stage a Milano. Starei ancora con Sophie, forse mi sarei (già) sposato, forse starei malissimo, sicuramente gli ultimi 2 anni sarebbero da riscrivere integralmente, e anche i prossimi 20 avrebbero un canale ben diverso. Altro giudizio difficile.
4) Se non avessi incontrato Diego alle 16 del 13 Gennaio 1995, non sarei andato a giocare a calcetto in jeans e maglietta con lui per passare il pomeriggio, non mi sarei rotto tibia, perone e malleolo e non avrei dovuto lasciare la pallavolo. Anche qui forse scelta di vita: ma la prese il caso per me.

Le scelte su ragazze, incontri ed altro sono MIGLIAIA, ma avrebbero forse cambiato alcuni mesi o alcuni anni solo in certi aspetti. I 4 di sopra, per quanto riesca a pensare di primo acchitto, hanno cambiato INTEGRALMENTE la mia vita o in tutti i campi per un po’, o in qualcosa per sempre..o entrambe.

Fra, come sempre, bel topic.

follettomalefico
14-02-2006, 12.42.40
:Palka:

Palka, sei un grande, abico.

Gi01
14-02-2006, 13.03.03
Ogni passo del nostro cammino è una potenziale Sliding Door. Ed io non amo chiedermi "cosa sarebbe stato se", ne' "cosa sara' se".
La prima apre spazio al rimpianto, la seconda all'insicuro timore.
Preferisco lasciarmi sorprendere :)

Questa mi era sfuggita e sintetizza il mio pensiero (tranne nel primo caso illustrato sopra :D).

Tra l'altro, le SD più "sliding" che ho letto, molto belle, sono di Alceo e Nageki. Quella di Nageki è davvero incredibile...

Quaro.
14-02-2006, 13.27.16
La vita è un continuo susseguirsi di scelte, bivii e decisioni. Sono convinto che la nostra vita dipende in gran parte da ciò che decidiamo e da come valutiamo le situazioni che ci si presentano davanti.

Contando questo c'è solo una cosa che ha cambiato la mia vita: cosa sarebbe successo se un'anno e mezzo fa mio padre non fosse venuto da me e mi avesse detto che lui e mia madre si sarebbero presi un momento di pausa, dal quale è scaturita poi la separazione? Non lo so e sinceramente mi fa star male il pensarci, forse sarei un ragazzo migliore, forse peggiore, forse avrei guardato alla vita in un altro modo... Non lo saprò mai, intanto vado avanti :)

Bob Simbel
14-02-2006, 20.07.34
Andrea alza la testa...
DRIIIIN!!
Cosa succederebbe se Andrea non avesse sempre la testa fra le nuvole? Probabilmente non dovrebbe passare l'estate a ripetere matematica.

Grandissimo, epocale... mi sono commosso mentre lo leggevo :hail: :cry2: :clap:

Sei un grande!

palka
14-02-2006, 21.24.05
accidenti, grazie :red:

Nightal
14-02-2006, 21.35.36
eh chissà cosa sarebbe successo se qualche mese fa non avessi rifiutato la corte di quella ragazza, caruccia ma che non mi aveva fatto una buona impressione, fidandomi del mio cervello e non dell'istinto...forse adesso avrei potuto smaltire piacevolmente con lei le mi fatiche universitarie, sarei un pochino più allegro (è moltissimo che non faccio un viaggio nella mia amata Roma :( ), chissà
quella sera fu un trionfo: festa di un mio amico, sua sorella porta un'amica (entrambe 18 anni, perfetto :asd: ), io veramente bello da vedere (al diavolo la modestia per una volta :azz: ) con jeans-camicia nera-cappotto di pelle matrix; lei mi si avvicina e cominciamo a parlare del più e del meno: proprio in quei giorni pensavo che tutti i maschi vogliono solo la patatina, tanto per citare una recente pubblicità, mentre io volevo solo parlare, niente di meno e niente di più. La conversazione diventa forse troppo intima, io le dico che fino ad oggi ho vissuto una vita da nomade, lei ha smesso di studiare da un pezzo e lavora...parliamo della nostra passione per Johnny Depp (per me un modello :hail: ) e quindi di cinema, però alla fine lei non mi aveva convinto del tutto...era un pochino "grezza" come dicono qua a Perugia. Quando è il momento per me di andare (la mattina dopo università presto) lei mi saluta con un tenero abbraccio e con un innocente bacio sulla guancia...a quel punto mi era del tutto chiaro il suo interesse. La mattina successiva mi alzo e trovo un messaggio sul cellulare di questo mio amico: aveva riaccompagnato a casa l'amica della sorella, che non aveva fatto altro che parlare di me per tutto il tragitto. Non vado oltre, in modo sintetico e brutale dico che l'ho rifiutata.
Ci pensavo proprio questi giorni e il topic capita proprio bene per farmi sfogare un attimo; tuttavia non mi rimangio quello che dissi, cioè che non mi piaceva e che fare le cose tanto per farle (nella fattispecie stare con lei senza amore) è sbagliato. Diciamo che ho un momento di debolezza su :angel2:

bel racconto Palka ;)

Wiz
15-02-2006, 21.45.28
La linea che divide una sliding door da una nostra scelta e' molto sottile.
Un semplice
Ma si', dai ci vediamo domani.
E' una scelta. Consapevole, chiara, netta. Ne' piu' ne' meno.
Non adesso. Non tra due giorni. Domani.
E se poi il domani non c'e'?
Le sliding door sono in agguato, ogni singolo errore, ogni singola scelta, un si', un no, un forse, un destra invece che a sinistra ci puo' rivoluzionare la vita.
Il problema di fondo e' che le persone (me in primis) credono sempre di avere un sacco di tempo. Ma proprio un sacco. E allora rincorrono cazzate, si affannano, si arrabbiano, corrono, rincorrono, si perdono.
E' questo il fatto. E' da li' che nascono i se.
Dai
Ma si', ci vediamo domani.
Forse mi sono ingarbugliata.

Andre, proprio un bel racconto, sembrava quasi vero. :)