PDA

Visualizza versione completa : Così vanno le cose in Italia...



Daniel_san
27-01-2006, 11.16.42
In Italia sei autorizzato ad ammazzare una persona dentro casa ma non potrai fumare uno spinello altrimenti rischierai il carcere totale. Ma dato che i superVips consumano cocaina a valanga potrai convertire la pena carceraria in sanzione pecuniaria, così chi ha tanti soldi potrà continuare a drogarsi...
Il risultato sarà tante armi vendute, e tante armi vendute a nero (i criminali poverini dovranno pur difendersi) affiancate dall'aumento vertiginoso degli arresti per droga, perchè tanto i piselletti di sedici anni si faranno sempre beccare. Il ministero degli interni potrà farsi lustro dichiarando con i suoi tabulati di aver eseguito il 50% di atti in più per crimini di droga.
I prezzi della droga aumenteranno a vantaggio di chi vende droga e dello stato che non ha alcun interesse a riempire carceri strapieni ma vede di buon occhio la possibilità di entrate di soldi, senza la necessità di scomodare il fisco.
Il tutto per uno stato equo e solidale... :azz:

Gi01
27-01-2006, 11.21.04
Si vede che stiamo a 70 giorni dalle elezioni, proliferano i politics :asd:

Il governo ha fatto una legge demogogica, inutile, a vantaggio dei ricchi e contro la logica?

Scusa, ma mi pare l'ennesima non notizia.

UAranger
27-01-2006, 11.21.07
Per quanto gia' detto nell'altro post vedrai che non ci sara' nessuna corsa alle armi, tutto rimarra' esattamente come adesso.

Daniel_san
27-01-2006, 11.36.39
Ma la mia non era una notizia era un opinione.
Vogliamo vedere come cresce il mercato dell'armi, secondo me già si sono alzati i titoli in borsa per la Beretta...

follettomalefico
27-01-2006, 12.16.23
Giusto, vedere gli indici di mercato sarebbe interessante :p

bejita
27-01-2006, 12.30.17
imho queste leggi fanno + notizia che fatti

credo proprio che chi non usava le armi prima non le userà manco adesso, idem per azanoth che continuerà a deliziarci con le sue foto :asd:

Daniel_san
27-01-2006, 12.46.07
imho queste leggi fanno + notizia che fatti

credo proprio che chi non usava le armi prima non le userà manco adesso, idem per azanoth che continuerà a deliziarci con le sue foto :asd:

Guarda ste cose fanno notizie+fatti e hanno tutti risvolti propagandistici.
Da qualche anno è stata riformulata la legge sul furto, se non sei in grado di identificare il ladro il quale ha commesso il furto nei tuoi confronti non puoi più denunciare il fatto come commesso da ignoti, però puoi denunciarlo come smarrimento. Se ti rubano la macchina sotto casa non puoi denunciare il fatto ma puoi denunciare lo smarrimento... :azz:
E con questa bella trovata Pisanu millantava che con il suo dicastero i furti erano diminuiti del 70% (cifra non esatta). E tutti i ben pensanti contenti... :sisi:

bejita
27-01-2006, 12.57.31
Guarda ste cose fanno notizie+fatti e hanno tutti risvolti propagandistici.


sono d'accordo sui risvolti propagandistici, ma sono convinto che i fatti saranno rasenti allo 0 :.:

Alex64
27-01-2006, 13.01.00
Quindi RAX che avresti fatto?

Squizzo
27-01-2006, 13.18.47
ma commentare leggi o notizie politiche senza andare da un estremo all'altro, ogni tanto, pare difficile? o dovete sempre sparare i soliti casi estremi?

Daniel_san
27-01-2006, 13.20.36
Quindi RAX che avresti fatto?

Io non fatto nulla di particolare, cercavo di capire quali principi ispirano il legislatore, c'è qualcosa di perverso nella matrice che indottrina certe idee.

Da una parte si giustifica 'l'omicidio' per una questione meramente patrimoniale.
Dall'altra parte si equiparano i boss della droga agli adolescenti che fumano gli spinelli.

Con il primo provvedimento si contraddice il principio al diritto alla vita.
Con il secondo provvedimento si concede ancora più potere alla criminalità per la questione ormai nota a tutti della domanda e dell'offerta.
Anche perchè almeno per il secondo provvedimento è assodato, come vedo da molti di voi, che non cambierà nulla. Quello che cambierà saranno dei dati falsati con i quali distorcere la realtà dei fatti reali. Magari tanti arresti e pochi risultati.
Io sono convinto che il primo provvedimento ingenererà una serie di situazioni che inizieranno ad affollare le pagine di cronaca dei nostri giornali.
In sostanza questi provvedimenti mi sembrano contraddittori in tutto e su tutto.
Non risolvono nulla, non aiutano nessuno, ma allora servivano?

FALLEN_ANGEL_664
27-01-2006, 13.53.01
Con il primo provvedimento si contraddice il principio al diritto alla vita.

Ma chi dobbiamo tutelare? Il rapinato o il rapinatore?

Attendendo nell'ombra,
FALLEN ANGEL 664

Di0
27-01-2006, 14.00.46
No drinks, No smokes
No dicking around
No dirty jokes
Straight lace, straight face
The old straight jacket
We got no hope

No deals, No strokes
No forbidden fruit
No holy smoke
What next, no sex
That's the end of the road
We got no hope

Deep Purple - Picture of Innocence

Klaud
27-01-2006, 14.12.50
Ma dato che i superVips consumano cocaina a valanga potrai convertire la pena carceraria in sanzione pecuniaria, così chi ha tanti soldi potrà continuare a drogarsi...
Sì, vabbè... La previsione di pene pecuniarie anzichè deterntive, per reati di minore entità, è un portato della civiltà giuridica, non possiamo interpretare ogni cosa in modo tendenzioso... :rolleyes:

Daniel_san
27-01-2006, 14.26.04
Ma chi dobbiamo tutelare? Il rapinato o il rapinatore?

Attendendo nell'ombra,
FALLEN ANGEL 664

Il problema è che le questioni di principio si applicano in maniera assoluta e non a discrezione.
Altrimenti si generano paradossi su paradossi come questo.
Prima di questa legge valeva il principio che non si doveva ledere in ogni caso l'integrità della persona, anche nel caso che questa fosse un criminale.
Adesso si spezza questo principio, ma si invoca per un grumo di cellule.
Io non voglio mettermi a recriminare sulle questioni morali o di principio, finirei per entrare nel vizio dei pensieri circolari.
Però mi sembra di essere preso per il culo da un legislatore che al posto del cervello ha una scatola di fasoli...

Daniel_san
27-01-2006, 14.31.00
Sì, vabbè... La previsione di pene pecuniarie anzichè deterntive, per reati di minore entità, è un portato della civiltà giuridica, non possiamo interpretare ogni cosa in modo tendenzioso... :rolleyes:


Per me questa democrazia si esprime surretiziamente in chiave oligarchica.
Perchè invece di farsi pagare una pecunia alimentando un giro di soldi di cui se ne perderà ben presto la traccia, non costringiamo i rei ai lavori forzarti?
Magari li mandiamo a spalare la merda nelle fognature.
Risparmiamo soldi e offriamo un servizio indispensabile alla comunità.
Altrimenti sembra che ti puoi pagare (se puoi permetterlo) l'impunità.

azanoth
27-01-2006, 14.41.28
ma commentare leggi o notizie politiche senza andare da un estremo all'altro, ogni tanto, pare difficile? o dovete sempre sparare i soliti casi estremi?

Ma se i casi estremi ESISTONO,dimmi,cosa dovremmo fare?Minimizzarli?

Klaud
27-01-2006, 14.58.24
Per me questa democrazia si esprime surretiziamente in chiave oligarchica.
Perchè invece di farsi pagare una pecunia alimentando un giro di soldi di cui se ne perderà ben presto la traccia, non costringiamo i rei ai lavori forzarti?
Magari li mandiamo a spalare la merda nelle fognature.
Risparmiamo soldi e offriamo un servizio indispensabile alla comunità.
Altrimenti sembra che ti puoi pagare (se puoi permetterlo) l'impunità.
Anzitutto non offendere, la democrazia non l'ho tirata in ballo io, lungi da me :asd:
Insomma, non ti ho parlato di un concetto democratico, ma di un concetto giuridico che è sintomo di civiltà: ovvero che, per un reato di lieve entità, non si sia condannati ad una pena così gravosa come la privazione della libertà personale. E mettila come vuoi, ma anche un operario preferirà pagare 1'000 euro di multa piuttosto che passare sei mesi in carcere (cifre a caso), anche perchè non mi risulta che il carcerato possa mettersi in aspettativa sul lavoro.
Il legislatore italiano, inoltre, è stato sempre molto criticato per aver previsto poche pene pecuniarie e molte pene detentive (e non dimentichiamo che, pur con tutti gli interventi successivi, il nostro codice penale resta quello del 1931, ovvero di uno stato autoritario). Quindi evitiamo di sparare sulla Croce Rossa :dentone:

Quanto al discorso dei lavori forzati, è un'idea che agli onesti cittadini non dispiacerebbe affatto. Non mi pronunzio sull'eticità di una simile opzione. Ti dico soltanto che sarebbe inattuabile a causa di molteplici vincoli di diritto internazionale: non dimenticare che la nostra società, che ci piaccia o no, trae molte delle propria fondamenta dalla seconda guerra mondiale, quando masse di operai furono deportate nelle fabbriche tedesche e impiegate nel lavoro coattivo; pertanto, la coscienza collettiva del nostro secolo ripudia una qualsiasi soluzione che preveda il lavoro coattivo della persona.

Squizzo
27-01-2006, 18.59.18
Ma se i casi estremi ESISTONO,dimmi,cosa dovremmo fare?Minimizzarli?

mah, veramente credo sia difficile esistano dopo mezzo secondo dal varo di una legge...l'unica cosa che si fa in questo forum quando si commentano certe notizie, e chi posta non è d'accordo su tale cosa, è fare la solita sparata estrema, tipo che ora diventeremo tutti degli spietati assassini o finiremo all'ergastolo se fumeremo no spinello. Ci sarà una percentuale media del 5% della gente che risponde, che prova a ragionare su cosa effettivamente e realisticamente potrebbe succedere.

Daniel_san
27-01-2006, 20.01.34
1)Anzitutto non offendere
2)la coscienza collettiva del nostro secolo ripudia una qualsiasi soluzione che preveda il lavoro coattivo della persona.

1) E dove sarei stato offensivo...? :confused:
2) Però sei autorizzato a sparare a qualcuno per difenderti il rolex... :azz:
A me sempre presa per il culo sembra... :sisi:

Pratti
27-01-2006, 20.15.08
mah, veramente credo sia difficile esistano dopo mezzo secondo dal varo di una legge...l'unica cosa che si fa in questo forum quando si commentano certe notizie, e chi posta non è d'accordo su tale cosa, è fare la solita sparata estrema, tipo che ora diventeremo tutti degli spietati assassini o finiremo all'ergastolo se fumeremo no spinello. Ci sarà una percentuale media del 5% della gente che risponde, che prova a ragionare su cosa effettivamente e realisticamente potrebbe succedere.
cmq una breve annotazione sui casi estremi... Ricordate le leggi non sono fatte per risolvere i casi normali ( altrimenti non avremmo bisogno di leggi cosi complesse), ma i casi complessi ed estremi.
Anche una automobile per vedere se funziona è sottoposta a tutti i test possibili ed immaginabili ( e non certo in un rettilineo asciutto) prima di essere messa in commercio. Lo stesso deve avvenire per una legge. Per valutarne la bontà bisogna vedere se è in grado di risolvere i casi controversi....

Daniel_san
27-01-2006, 20.29.02
Lo stesso deve avvenire per una legge. Per valutarne la bontà bisogna vedere se è in grado di risolvere i casi controversi....

Qui l'unica controversia da capire è perchè si livellano gli antipodi alla stessa condizione. Perchè un adolescene che fuma 1 spinello è ugualmente criminale come il mega boss che fa import-export di cocaina dalla colombia.

Poi non si capisce perchè, nonostante sia stato storicamente provato che norme restrittive su questa materia non comportano altro che un maggior introito di soldi nelle tasche dei produttori di droga, questa soluzione è migliore di altre.

Mischa
27-01-2006, 22.18.12
Qui l'unica controversia da capire...
... è perché, con 6 altri topic di politica in prima pagina, di cui uno che ormai parla di qualsiasi cosa, uno che parla di mercato del lavoro e quindi non si vede perché non poteva rientrare nel primo (aperto dalla stessa persona), uno sulla droga, uno sul vilipendio alla bandiera, uno sulla pedofilia, e uno sulle armi, si senta ancora il bisogno di un topic sulla droga E sulle armi.

In effetti, ci starebbero bene anche un topic sulla droga E il vilipendio alla bandiera, o sulle armi E il mercato del lavoro, o sulle dichiarazioni sull'euro E le leggi sulla pedofilia, o sul mercato del lavoro E l'informazione alle famiglie, etc., a questo punto :asd: