PDA

Visualizza versione completa : Promessi Sposi. Chi mi aiuta?



PietroC90
26-01-2006, 21.10.57
Chiedo a chi di voi, fortunello, abbia fatto un pò di Promessi Sposi alle superiori, di aiutarmi con un tema che devo fare per martedì prossimo. Praticamente, ispirandomi alla lettura del capitolo VIII e dei precendenti, devo descrivere
Il giudizio che da il Manzoni sulla folla
immagino di dover citare le reazioni diverse della gente del paese durante la notte degli imbrogli, ma a parte questo.... boh:mumble:
non ho idee, e neanche lo zio google mi sa aiutare granchè. voi che dite? :uiui:

stan
26-01-2006, 21.19.39
...e neanche lo zio google mi sa aiutare granchè. voi che dite? :uiui:

Cerca meglio, ce ne sono di siti che trattano queste cose.

Riguardo all'argomento del tuo tema ho qualche ricordo che mi strascico nella memoria dalle superiori, più che il capitolo della notte degli imbrogli guardati quello delle rivolte a Milano, perchè è lì che Manzoni descrive "la folla".

Triggio.Dark.Elf
26-01-2006, 21.26.14
Se io sono riuscito a non leggere mai i Promessi Sposi ben 5 anni fa, tu potrai trovare qualche alticolo adeguato alle tue necessità oggi... continua a cercare.

follettomalefico
26-01-2006, 21.50.17
GL! E' non facendo le cose che si migliora! :D

nageki
26-01-2006, 21.51.19
Ne "i promessi sposi" assistiamo molte volte a scene dove in primo luogo c'è la folla che fa quasi sempre da antagonista ai personaggi del romanzo. Ma perche il Manzoni è così critico nei confronti della folla?
Una risposta esauriente a questa domanda si può avere se si esamina attentamente la psicologia dell'autore; egli non condivide il collettivismo nelle scelte più o meno importanti ma parteggia per un individualismo che fa emergere la ragione dell'uomo e si contrappone , appunto a quel collettivismo che porta ad atti di violenza verso innocenti o verso persone che hanno fatto lo sbaglio di ubbidire agli ordini dei superiori; un esempio concreto è la folla del tumulto che compie atti vandalici esasperando il concetto di giustizia terrena. Ma in questa folla emergono soprattutto dei personaggi detti furbi poichè auspicano ad incitare la folla per trarre vantaggio, come per l'assalto al forno in Milano.in questa "scena" vediamo come degli uomini saccheggiano le casse del forno, e non si interessano del pane che il resto della folla vuoile perchè muore di fame.
Questo concetto è ancora attualissimo poichè in molte situazioni ci sono persone che ne traggono vantaggio in modo losco a discapito di altri!!!!!!!



Ancora più che in altre occasioni del romanzo, la folla, che le autorità non hanno saputo adeguatamente guidare, è dominata da passioni irrazionali: 1) i pregiudizi superstiziosi che impediscono anche solo di pronunciare la parola "peste"; 2) il malinteso desiderio di giustizia, di trovare e punire i colpevoli della calamità che travolge tutti




3) La folla è vera protagonista dei Promessi Sposi = assalto ai forni delle Grucce e protesta del pane. Manzoni non ama la folla = infatti viene descritta con giudizi negativi = è una massa amorfa, senz'anima, mossa dall'istinto della conservazione; è un cosa. La folla non è capace di compiere scelte razionali; è capace solo di atti violenti, vogliosa di sangue, è meschina e non conosce valori nobili. La folla scappa senza proteggere il creditore = non prova pietà. la folla è poi in grado di far perdere la ragione anche a un uomo che la possiede = è una forza bruta, nella folla si perde la responsabilità morale dell'individuo = uomo calmo allo stadio violento. Ma chi non ama la folla non può amare la Rivoluzione = Manzoni dà giudizio negativo alla Rivoluzione Francese ma non fu un sostenitore della Restaurazione = è un patriota = oppositore alla Restaurazione che appartiene però alle sette segrete moderate = dare potere al popolo è per il Manzoni sbagliato, è contrario, scrive anche un'ode (23 Marzo 1821 a sostegno dei moti carbonari poi falliti). Manzoni è contro i privilegi aristocratici = solo un aristocratico può essere favorevole alla Restaurazione. Promessi sposi è un'enunciazione di questi soprusi. Per Manzoni la folla è l'ambiente del demonio. Nel Fermo e Lucia la storia di Gertrude occupava ben 6 capitoli, nei Promessi Sposi solo 2; Manzoni sostenitore della moralità dell'arte ritiene sbagliato descrivere ampiamente e dettagliatamente i personaggi negativi: con i loro crimini si rischia di contagiare il lettore facendolo diventare anche egli un personaggio negativo; l'artista oltre che divertire deve educare.

qui: http://www.biblio-net.com/filosofia/riflessione_letteraria.htm

Google :asd:

Pratti
26-01-2006, 22.41.39
Google rulez (http://www.liceoberchet.it/matdidattici/manzoni/capdodicesimo.htm)
:asd:

Cocitu
26-01-2006, 22.42.11
A proposito...

con google si trovano anche siti che vendono diplomie lauree false.

se provi li forse tagli la testa al toro e risolvi tutti ma proprio tutti i tuoi problemi:asd:

Di0
26-01-2006, 22.51.08
A proposito...
con google si trovano anche siti che vendono diplomie lauree false.
se provi li forse tagli la testa al toro e risolvi tutti ma proprio tutti i tuoi problemi:asd:
:azz: come ho fatto a non pensarci subito!
Grazie!
http://www.affordabledegrees.com/?engine=adwords!4589&keyword=%28diploma+comprare%29&match_type=

uizz
27-01-2006, 16.48.30
Toh! Siamo più o meno allo stesso punto (cap IX, V ginnasio)...e mi è stato assegnato il tuo stesso compito...però non un tema, semplicemente una domandina fra le tante, così non ho scritto molto...

Cmq la nostra prof :teach: ci ha fatto scrivere che: nel cap VIII c'è la prima descrizione della folla che fa il Manzoni...ce ne saranno altre nel capitolo di Milano e in quelli che trattano della peste.

Cmq l'idea generale (a grandi linee & terra-terra) credo che sia questa: la folla è una ammasso di gente che non pensa, ma segue le urla di chi, ogni tanto, si piazza al comando...tipo i contadini con i forconi, no? :asd:

bounty
27-01-2006, 17.11.39
mi pare che il discorso sulla folla fosse più ampio,guarda bene i cpaitoli (non ricordo i numeri) nei quali Renzo è in giro per Milano.
Però che palle sempre le stesse cose,se chiedo a mio padre come minimo anche a lui hanno fatto sta domanda.

PietroC90
27-01-2006, 18.28.02
Toh! Siamo più o meno allo stesso punto (cap IX, V ginnasio)...e mi è stato assegnato il tuo stesso compito...però non un tema, semplicemente una domandina fra le tante, così non ho scritto molto...

Cmq la nostra prof :teach: ci ha fatto scrivere che: nel cap VIII c'è la prima descrizione della folla che fa il Manzoni...ce ne saranno altre nel capitolo di Milano e in quelli che trattano della peste.

Cmq l'idea generale (a grandi linee & terra-terra) credo che sia questa: la folla è una ammasso di gente che non pensa, ma segue le urla di chi, ogni tanto, si piazza al comando...tipo i contadini con i forconi, no? :asd:

penso che a grandi linee sia così. ma secondo me c'è anche un lato positivo nel giudizio del manza, ma finora mi è sfuggito :mumble:

Alceo
27-01-2006, 18.44.48
penso che a grandi linee sia così. ma secondo me c'è anche un lato positivo nel giudizio del manza, ma finora mi è sfuggito :mumble:

Che con una buona campagna pubblicitaria magari gli comprano un mucchio di libri? :rolleyes:

Fate
27-01-2006, 20.15.52
Parliamo di dieci anni addietro eh... non c'era di mezzo anche la rivolta per il pane per quanto riguarda il giudizio negativo sulla folla?

Pratti
27-01-2006, 20.19.09
penso che a grandi linee sia così. ma secondo me c'è anche un lato positivo nel giudizio del manza, ma finora mi è sfuggito :mumble:
ma l'hai letto il mio link?

te lo rimetto qua va. Mi pare che tutta la tematica viene trattata esaurientemente.
http://www.liceoberchet.it/matdidattici/manzoni/capdodicesimo.htm

Chrean
27-01-2006, 20.29.43
I Promessi Sposi è un romanzetto sopravvalutato. Studiarlo a scuola è indegno.