PDA

Visualizza versione completa : -L'Innovazione digitale per le famiglie



Peter Pan
23-01-2006, 17.17.09
Al termine del suo glorioso quinquennio alla guida del ministero dell’innovazione Stanca ha gettato la spugna.
Ha capito che gli italiani, distratti dal digitale terrestre, vessati dai costi di connessione tra i più alti nel mondo e spesso neppure raggiunti dalla ADSL, non si erano ancora digitalizzati.

Come fare per ovviare a questa incresciosa situazione?
Semplice, informandoli della rivoluzione digitale con un libretto: “L’innovazione digitale per le famiglie (http://www.innovazione.gov.it/ita/normativa/pubblicazioni/inn_dig_famiglie.shtml)” di 48 pagine che sarà inviato a 16 milioni di famiglie italiane.
Naturalmente per posta, altrimenti come farebbero le famiglie a riceverlo?
Non sono collegate alla Rete.
Altrimenti lo leggerebbero comodamente dal pc come potete fare voi.

Usare la carta per spiegare il digitale è come mandare una missiva a cavallo ai tempi dell’automobile.

Quanto costerà inviare 48pagineX16milionidifamiglie?
SETTEMILIONIDUECENTOSETTANTAMILAEURO, pari a 45 centesimi a copia per stampa, imbustamento e invio.
Ma scusate, c..o!, non era meglio dotare le scuole italiane con qualche decine di migliaia di pc con quei soldi?

Il libretto è accompagnato da un pezzo comico del portatore nano di Internet: “ il governo sta promuovendo la rivoluzione digitale attraverso una serie di iniziative senza eguali in Europa, a partire dall’insegnamento dell’informatica sin dal primo anno di scuola, sino alle agevolazioni per l’acquisto di computer e accessi alla larga banda”.


(quote by Beppe Grillo (http://www.beppegrillo.it/2006/01/post_10.html))

Alex64
23-01-2006, 17.47.29
Ma saranno pure cazzi miei se non compro il decoder per vedere le partite e costanzo. Mi vuoi togliere pure questa libertà?

azanoth
23-01-2006, 18.04.42
Ma scusate, c..o!, non era meglio dotare le scuole italiane con qualche decine di migliaia di pc con quei soldi?


Ma se l'altra sera,Rutelli gli faceva presente la drastica riduzione di ore di studio in certe materie,lui (con quel sorriso da cazzo),gli ha ribadito che la loro,è stata la migliore riforma scolastica mai vista...poi quando le domande si fanno scomode cala quella testa (di cazzo) sui fogli e fa finta di scrivere,tecnica piuttosto comune consigliata dai curatori dell'immagine per dissimulare carpibili espressioni facciali:|

è una merda,spero che con i suoi soldi ci si compri tutti medicinali.

Mischa
23-01-2006, 18.27.16
1. lui (con quel sorriso da cazzo)...

2. cala quella testa (di cazzo)...

3. è una merda...1. Moderati;

2. Moderati;

3. Moderati.

AlexRnR
23-01-2006, 18.34.13
l'ennesima riforma sgradita/inutile/stupida di questo governo? La situazione è semplice... è sufficiente che il 9 aprile si voti in modo tale da mandarli tutti a casa. Non capisco perché tutti si lamentino del governo Berlusconi e questa cosa mi fa scervellare poiché mi chiedo di conseguenza chi cazzo l'ha votato e come ha fatto a finire al governo.

Cocitu
23-01-2006, 18.44.29
Viso che viviamo in uno stato dove vige la democrazia, esiste il principio dell'alternanza.

Se nel prossimo aprile, dovesse vincere il Sig. Prodi, le cose, cambieranno (?)

se non dovesse vincere la sinistra vuol dire che la maggioranza degli italiani ha deciso di continuare l'esperimento "Berlusconi".

Ricordo benissimo un murale del mio paese che diceva questo:
"o lecchi o emigri, però lecca bene!!"

se uno è scontento del governo, deve adoperarsi a che questo venga mandato a casa in sede elettorale.
Se non riesce, si adegua.
Se non si adegua sono cazzi suoi.
Il paese di "Utopia" mi pare che ancora sia da scoprire.

Non è del tutto IT quello che ho scritto ma neanche tanto OT.

Una delle vie del progresso è anche l'informazione, e questa puo essere fatta in qualunque modo idoneo, tra cui l'invio di opuscoli.

_Jackie_
23-01-2006, 18.51.51
Basta! Io voglio l'ADSL. Voto anche Paperino, basta che mi coprano. :|

Pratti
23-01-2006, 18.54.14
Quindi com'è la storia.. se uno fa male gli altri devono stare zitti perchè tanto "lo abbiamo votato"? E questo vale per chiunque stia al governo.
La critica, purchè motivata, non è solo un diritto ma anche e soprattutto un dovere. Altrimenti chi ci governa si sentirà sempre in diritto di fare quello che vuole. E non è vero che informare, informarsi, protestare ( quando se ne ha motivo) non serve a niente. E smettetela con questo qualunquismo: non è mica vero che cambiando le cose non cambi niente.

azanoth
23-01-2006, 19.03.08
Quindi com'è la storia.. se uno fa male gli altri devono stare zitti perchè tanto "lo abbiamo votato"? E questo vale per chiunque stia al governo.
La critica, purchè motivata, non è solo un diritto ma anche e soprattutto un dovere. Altrimenti chi ci governa si sentirà sempre in diritto di fare quello che vuole. E non è vero che informare, informarsi, protestare ( quando se ne ha motivo) non serve a niente. E smettetela con questo qualunquismo: non è mica vero che cambiando le cose non cambi niente.

*

Informano:sisi:

Non gli sono quadrati i bilanci di fine anno sul fatturato dei decoder...siamo al delirio,non rappresenta nessuno di questo paese se non il tornaconto proprio e degli amici degli amici,io mi modero,ma ormai anche l'intonaco dei muri sa che tipo è,inutile girarci attorno.

Peter Pan
23-01-2006, 19.06.35
Una delle vie del progresso è anche l'informazione, e questa puo essere fatta in qualunque modo idoneo, tra cui l'invio di opuscoli.


:roll3: l'informazione? Quale? Quella di regime???

La polemica non è sul mezzo di informazione, ma sull'informazione.
L'informazione si fa diffondendo notizie vere, non punti di vista governativi: perché altrimenti si chiama propaganda di regime.


E soprattutto non si può abusare così del patrimonio pubblico per fare propaganda elettorale.
Perché di questo si tratta: il governo non fa altro che sperperare i soldi pubblici per dire cosa ha fatto e quanto è stato bravo a farlo.

Ma il problema è che tutta questa informazione non ha alcuna relazione con la realtà dei fatti.

E lo dimostra il fatto che se davvero in Italia si fosse attuata una politica di informatizzazione adeguata, non si sarebbe utilizzata la posta tradizionale per dirlo!
È una contraddizione che mette in luce l'ipocrisia del Governo.


se uno è scontento del governo, deve adoperarsi a che questo venga mandato a casa in sede elettorale.

InfattI: è quello che sto facendo come libero cittadino: mi sto impegnando affinché i miei concittadini bvengano messi al corrente delle cose che il Governo tiene loro nascoste.

Certo non pretendo di lavare la testa all'asino, ma di certo mi sento nel giusto ogni qualvolta ad ogni mia affermazione si oppone la dichiarazione che i magistrati non sono depositari della verità.

Quando non si hanno argomenti validi, sghignazzare sul falso lascia il tempo che trova.


Quei soldi utilizzati per quegli opuscoli sono anche i tuoi.
A te non ti girano le palle almeno un poco a sapere che potrebbe esserci la possibilità seppure remota che quanto scritto in quegli opuscoli sia solo una cosa non vera?

azanoth
23-01-2006, 19.19.48
Quei soldi utilizzati per quegli opuscoli sono anche i tuoi.
A te non ti girano le palle almeno un poco a sapere che potrebbe esserci la possibilità seppure remota che quanto scritto in quegli opuscoli sia solo una cosa non vera?


Io mi chiedo se non gli girino le palle che in una località della nostra bella Sardegna abbia preteso delle piccole modifiche proibitissime a piccole porzioni di territorio adiacente al mare ad uso personale e della propria abitazione,andando contro i più banali articoli in materia di protezione ambientale,mah,una volta i sardi certa gente la cacciavano a calci in culo:mumble:

Mischa
23-01-2006, 19.20.28
Quindi com'è la storia.. se uno fa male gli altri devono stare zitti perchè tanto "lo abbiamo votato"? E questo vale per chiunque stia al governo.
La critica, purchè motivata, non è solo un diritto ma anche e soprattutto un dovere. Altrimenti chi ci governa si sentirà sempre in diritto di fare quello che vuole. E non è vero che informare, informarsi, protestare ( quando se ne ha motivo) non serve a niente. E smettetela con questo qualunquismo: non è mica vero che cambiando le cose non cambi niente.Nei modi e nei luoghi opportuni. Per inciso, l'argomento del topic non è "Berlusconi again", è una decisione del governo per informare i cittadini su un'iniziativa che, per altro, potrebbe anche essere valida. Qualunquismo, è anche darsi al "piove, governo ladro" per qualsiasi cosa.

Se l'informativa fosse avvenuta via giornale, avrebbe toccato meno gente, sarebbe costata forse di più, e ci sarebbero state comunque lamentele; se fosse avvenuta via TV, i costi sarebbero stati ancora maggiori, per fornire un quantitativo inferiore di informazioni, e ci sarebbero state comunque lamentele.

Utilizzare dei soldi appartenenti al bilancio, preventivati, per fare informazione, non significa toglierli ad altro: dunque se anche spendessero ottocentomila miliardi di euro per la cosa, pubblicizzandola su tutti i canali disponibili, ma i soldi ci fossero, e l'iniziativa funzionasse, non ci sarebbe alcun male.

Dire che informare tramite posta riguardo a innovazione digitale equivale ad usare il cavallo nei tempi dell'automobile, è solo marginalmente appropriato, in quanto tende a dare un'immagine falsata della questione.

La questione è che l'Italia ha un bordello di gente che gira a cavallo nei giorni dell'automobile. Se tutti avessero un'automobile, non ci sarebbe bisogno di informarli sul fatto che esistono le automobili e che sono diverse dai cavalli.

Chi usa un pc, può avere accesso a tali informazioni, tant'è che peter ha linkato la fonte del ministero. Dunque non ne è toccato. Ma uno che non ha un pc, e ne sa un cazzo, mi spieghi come può informarsi via pc sui pc?

E il discorso sulle scuole, ha comunque un valore marginale. In primo luogo una cosa non esclude l'altra, quindi esisterà probabilmente una quota dedicata alle attrezzature degli istituti; e in secondo luogo, informare chi va a scuola dell'iniziativa non tocca i veri destinatari, ovvero chi un pc non ce l'ha, e non va a scuola, cioè la gran massa della popolazione.

azanoth
23-01-2006, 19.32.02
E il discorso sulle scuole, ha comunque un valore marginale. In primo luogo una cosa non esclude l'altra, quindi esisterà probabilmente una quota dedicata alle attrezzature degli istituti; e in secondo luogo, informare chi va a scuola dell'iniziativa non tocca i veri destinatari, ovvero chi un pc non ce l'ha, e non va a scuola, cioè la gran massa della popolazione.


Tutto hai messo tranne il punto cruciale:questa macchina è manovrata da brave persone o no?é come a' machina,ce metti benzina agricola fa vita breve....

Io me ne andrei in Germania,non scherzo,almeno ci trovo la tipa della festa di GIO1 che si chiede il perchè delle cose,i miei compaesani li vedo sul lobotomizzato andante,sarà lo smog,il non voler ammettere le cazzate commesse,non so,ma non ci vivo affatto bene.

Mischa
23-01-2006, 20.44.46
Tutto hai messo tranne il punto cruciale:questa macchina è manovrata da brave persone o no?é come a' machina,ce metti benzina agricola fa vita breve....

Io me ne andrei in Germania,non scherzo,almeno ci trovo la tipa della festa di GIO1 che si chiede il perchè delle cose,i miei compaesani li vedo sul lobotomizzato andante,sarà lo smog,il non voler ammettere le cazzate commesse,non so,ma non ci vivo affatto bene.Il "punto cruciale" da te citato, nella mia considerazione, manca in quanto non lo ritengo affatto "cruciale".

Io ho le mie idee in materia, ma non credo che siano giuste in assoluto, né che gridarle centomila volte a chi non le condivide possa fargli cambiare opinione, né è mio interesse imporgliele; e parlarne con chi le condivide credo che sarebbe altrettanto superfluo: non dovrei convincerlo di niente, se la pensassimo uguale.

Tali idee, ho modo di dimostrarle tramite il voto, tramite il non-voto, tramite varie iniziative tutte a mia ed altrui portata, ad esempio raccogliere firme per lanciare una proposta (nei modi e luoghi opportuni, come già detto), oppure candidarmi, perché no, se ritenessi di averne le capacità, oppure sbattendomi per scrivere su un giornale, assumendomi la responsabilità di ciò che dico, se fossi così convinto che ciò che dico debba poter influenzare gli altri, e così via: tutte cose molto più efficaci, opportune, e sensate che sbraitare incessantemente su un forum la stessa tiritera insieme ad altri che non fanno altro che sbraitare incessantemente una tiritera diversa.

Se anche qui esistesse un genio della politica, ma continuasse a parlarne qui, non contribuirebbe attivamente a realizzare nelle sedi opportune la sua idea, e sprecherebbe un bordello di tempo invece di fare qualcosa.

Dal mio punto di vista, non sarebbe quindi questo gran genio, solo un altro dei tanti wannabe, buono a parlare ma a fare un cazzo, a qualsiasi schieramento appartenesse.

Se per contro fosse un grandissimo imbecille già in partenza, qualsiasi cosa dicesse non avrebbe alcun significato, e non capirebbe comunque un cazzo di quel che altri potrebbero dire.

Sentire ogni mezzo secondo gente che dice "minchia che schifo, me ne vado, che testa di cazzo quello, etc.", non lo trovo assolutamente diverso dal sentire ogni mezzo secondo chi invece osanna a prescindere da ogni considerazione obiettiva il suo idolo, quale che sia, qualsiasi cosa dica o faccia.

Il primo può andarsene, nulla lo impedisce. Può agire in mille modi legali e legittimi, se preferisce. Può perfino scegliere modi illegali, del genere "non votare, spara", per "difendere" e affermare i propri ideali: perfino una simile scelta avrebbe forse ancora una sua logica, una sorta di coerenza strutturale, per quanto distorta e inaccettabile per altri. Ma, finché continua a lamentarsi e non fa un cazzo, resta il wannabe, resta l'allenatore di calcio da bar, e fondamentalmente, un quaquaraquà.

Il secondo può continuare a pensare che il suo idolo sia il portatore dell'unica verità suprema ed assoluta, per poi accorgersi troppo tardi dell'errata valutazione: peggio per lui.

azanoth
23-01-2006, 20.53.00
Se anche qui esistesse un genio della politica, ma continuasse a parlarne qui, non contribuirebbe attivamente a realizzare nelle sedi opportune la sua idea, e sprecherebbe un bordello di tempo invece di fare qualcosa.

Dal mio punto di vista, non sarebbe quindi questo gran genio, solo un altro dei tanti wannabe, buono a parlare ma a fare un cazzo, a qualsiasi schieramento appartenesse.

Se per contro fosse un grandissimo imbecille già in partenza, qualsiasi cosa dicesse non avrebbe alcun significato, e non capirebbe comunque un cazzo di quel che altri potrebbero dire.



Un discorso da illuso,se mi permetti il termine:se qui ci fosse un genio della politica poco potrebbe,perchè lì fuori il serpentone economico e di potere ha fagocitato tutto,ci vogliono soldi,le amicizie giuste e tanti di quegli strumenti che l'uomo semplice,ma di buon senso,magari non può proprio disporre...vallo a fare negli States stù discorso,dove non sei niente in politica senza agganci e miliardi,nessuno,i tempi sono cambiati da un pezzo,o pensi davvero che silvio senza il suo molteplice potere sarebbe stato cagato!?Ma LOL.

E non c'è un cazzo di male a volersene andare,capita che non ti interfacci più col popolo,con le usanze,con un mucchio di cose,è un argomento serio quanto il solito campanilismo abitudinario e sprofondato nel retrò più oscuro.

:birra:

edit: e sbagli nell'interpretazione del termine "quaquaraquà" che altresì,indica un soggetto privo di etica e incapace di mantenere la parola data.

Cocitu
23-01-2006, 21.36.57
Aza, non sto a dilungarmi eccessivamente, ma sinceramente, ti posso anche dire che se tutti i vandali in materia ambientale fossero come lui l'italia intera sarebbe certamente più bella.
Sono stato suo vicino di casa per anni, sino a quando non si è trasferito a Porto Rotondo, e potendo frequentare casa sua per motivi professionali, posso dirti che di scempio ha ben poco.http://www.repubblica.it/2005/b/sezioni/politica/segretoprem/segretoprem/stor_4080650_33040.jpg

il nostro presidente della regione, Proprietrio di tiscali, ambientalista e di sinistra, ha la villa al mare costruita proprio sulla spiaggia resa privata dal fatto che praticamente è il suo cortile privato.
http://www.soscostesardegna.it/news/villa%20soru%201.jpg

Io ormai mi sono dichiarato politicamente Antiberlusconiano anche se rimango fedele alle mie ideologie di destra.

Io posso citare quello che vedo con i miei occhi.

Hob Gadling
24-01-2006, 00.01.28
non sarebbe quindi questo gran genio, solo un altro dei tanti wannabe, Info: cos'è "wannabe"?

Cocitu
24-01-2006, 00.11.08
Info: cos'è "wannabe"?

letteralmente "vorrei essere" viene usato nell'accezione "vorrei essere qualcuno" o solo "qualcuno"

blamecanada
24-01-2006, 10.03.04
letteralmente "vorrei essere" viene usato nell'accezione "vorrei essere qualcuno" o solo "qualcuno"
Ormai per leggere i forum italiani serve il vocabolario d'inglese... :azz:.

Comunque penso che un opuscolo informativo del genere sia sostanzialmente inutile, se non si hanno le nuove tecnologie di solito è per motivi economici, non per odio nei confronti di esse.

azanoth
24-01-2006, 10.51.38
Carissimo Cocitu ti rispondo subito:il signor tiscali e il signor berlusconi sono accomunati dalla stessa illegalità,due ville a cinque metri dalla costa,secondo svariati codici in materia di tutela ambientale sono entrambi dei perfetti abusivi,albero più albero meno.

Inutile quindi fare il solito paragone del così fan tutti: per costruire lì,evidentemente il signor tiscali ha ben poco di comunista,poichè il vero comunista non abusa degli spazi destinati al bene collettivo per il proprio comodo personale,ma ormai di comunisti veri ce ne stanno ben pochi,come la lungimiranza del brano di Gaber ben espone,c'è una quota di Italia che è basata sul profitto,mascherata da una finta ideologia sociopolitica,forse è più "idealista" il berlusca,ma c'è anche da dire che sarebbe oltremodo difficile per lui liberarsi dalle fibre della rete mafiosa dopo avere riciclato il loro denaro per vent'anni.

Sulle "informative" del consiglio dei ministri ho da dire solo una cosa: avete visto come sale il petrolio?Sarebbe stata utile al paese e all'economato tutto,una bella austerity modello anni '70,certo poco comoda per il ritorno d'immagine e consensi ma utilissima per la collettività e i conti...ma non volendo aspirare a tanto magari un opuscoletto informativo sulle maniere per attuare un risparmio energetico individuale,ma che c'entra?Ci sono i fottuti decoder di famiglia da vendere...sono molto stanco e andrò a votare reprimendo il vomito ad un unico scopo,rimuovere berlusconi e i suoi tirapiedi poichè lui è l'anticristo a livello politico e sociale e chi l'ha votato,se nutre lo stesso desiderio di cinque anni fa,quel giorno vada al mare,l'Italia non ha bisogno del parere di una quota di idioti che non sanno fare distinzioni tra il proprio portafogli e quello della collettività.

Io in casa sto con una luce accesa e accendo il boiler al bisogno,non sono nè il signor tiscali,tantomeno il signor berlusconi con i lampadari pregiati a palla,auto non ne porto più e credo al profitto come credo all'esistenza di superpippo.

Ma soprattutto,non mi vendo come una battona e non faccio compromessi,mai,ci tengo all'etica,io.

Te graviti in un ambiente troppo lusso\lussurioso per avere un'ottica epurata:vai in fabbrica,parla con un operaio con 30 anni di servizio e tre figli,a costo della salute per un misero stipendio,parla con lui se vuoi un parere da chi si rompe il culo per tirare avanti.

:birra:

Alceo
24-01-2006, 11.21.45
Scusate l'ignoranza in materia ma come funziona il digitale terrestre?
Quali sono le innovazioni tecnologiche che porterebbe alla telvisione?
Sono funzionalità che mancano in altre tecnologie?

Ho visto di recente i lavori che stanno facendo al ramo informatico della Giunti per adattare il contenuto didattico sviluppato per altri canali alla televisione digitale.
Le funzionalità a disposizione sono ridicole e ti vengono fuori risultati tra il televideo e un gioco per bambino della sapientoni. (@foll e tecnici, è come lavorare con un sottoinsieme di HTML 1.0 con componenti interattivi Java ridicoli, infatti tutti aspettano la prossima versione)

Magari nasconde altre possibilità che non conosco, per ora non vedo dove sia l'innovazione tecnologica rispetto a internet a banda larga e alla televisione interattiva offerta su internet.

azanoth
24-01-2006, 11.27.18
Magari nasconde altre possibilità che non conosco, per ora non vedo dove sia l'innovazione tecnologica rispetto a internet a banda larga e alla televisione interattiva offerta su internet.

Fratello stimatissimo,come ebbi a dire al Vescovo di Enna:

Eminenza,cerchi bene nelle tasche e anche dentro il portafogli,vedrà che il rosario che ha smarrito salterà fuori

:teach:

bejita
24-01-2006, 11.49.40
ma su sto figo di opuscolo l'hanno scritto uno volta per tutte agli utonti che non devono aprire tutti gli allegati del cazzo che ricevono in posta? :roll3: già che c'erano, se io fossi stato in uno dei supercapoccia dirigenti da 50mila euro al mese del ministero del blablabla gliel'avrei fatto inserire almeno un piccolo howto su come fare ad avitare di infettare le intranet aziendali :sisi:

Cocitu
24-01-2006, 12.20.22
Carissimo Cocitu...cut

Te graviti in un ambiente troppo lusso\lussurioso per avere un'ottica epurata:vai in fabbrica,parla con un operaio con 30 anni di servizio e tre figli,a costo della salute per un misero stipendio,parla con lui se vuoi un parere da chi si rompe il culo per tirare avanti.

:birra:
non mi conosci e dai dei giudizi?

Sono uno studente lavoratore, figlio di un operaio morto sul lavoro e so benissimo cosa vuol dire campare con poco più di 1000€ al mese (questo è il mio stipendio)
Ho lavorato in fabbrica e ho fatto anche lo spazzino per mantenere me e mia moglie e so benissimo distinguere la differenza tra ciò che sono e ciò che non sono.
Quando ho citato Il Sig. Soru, lo ho fatto per sottolineare l'ipocrisia ambientalista, infatti, la villa del citato presidente di Tiscali, ambientalista convinto (vedi legge salvacoste), ha ottenuto il placet del wwf quale opera rispettosa dell'ambiente.
cmq, pubblicizzare innovazioni è un bene per la societ in generale, a prescidendere dal governo che lo faccia, in quanto il ritorno sarà sicuramente ottimo sul lungo periodo.

Cmq, sono sempre del parere che è inutile discuttere con fondamentalisti, quale che sia la loro provenienza cultural/politica