PDA

Visualizza versione completa : Sogni lucidi



stan
20-01-2006, 16.20.11
Avete mai sentito parlare dei sogni lucidi?

Sono dei sogni in cui si assume la consapevolezza di stare sognando e si riesce a manipolare il sogno a proprio piacimento.

Qualcuno ha mai avuto un esperienza del genere?
Ho letto che generalmente i sogni lucidi più comuni sono sul sesso o sulla capacità di volare.

Io ci sto provando ma all'inizio la cosa non sembra molto facile.

Se cercate su Google ci sono una marea di siti che ne parlano...

Quaro.
20-01-2006, 16.27.31
A me è capitato, anche se non sono molto sicuro che il mio si potesse definire un sogno lucido, visto che era un incubo e anche forte. Me lo ricordo beneero in macchina con i miei amici e stava guidando uno di loro quando ci fermiamo a lato dell'autostrada (??) e scendendo vedo pezzi di corpo ovunque. li realizzo che è un sogno e allora con la mia mente mi dico di salire in macchina e guidare velocissimo via. Cosa che poi ho fatto davvero nel sogno...

Sono malato :asd:

MIKELE88
20-01-2006, 16.30.19
Si a me capita, non spesso ma capita...però quando faccio sogni di quel tipo sono sempre a sfondo porno :asd:

stan
20-01-2006, 16.30.38
...
No, questo è proprio quello che si definisce sogno lucido.

E' che hai proprio le stesse sensazioni (visive,uditive e altro) che avresti vivendo la medesima situazione nella realtà.

Bau.
20-01-2006, 16.30.49
Io sapevo che sognare di volare o uccelli eccetera, nelle donne, significa mancanza di sesso [maschile asd] :|.
Mi auguro veramente di non sognare mai di volare.

Hajet
20-01-2006, 16.35.15
Ho letto che generalmente i sogni lucidi più comuni sono sul sesso o sulla capacità di volare.



La prima :asd:

ARDDDT23
20-01-2006, 16.46.22
A me capita quando sogno di volare o cadere nel vuoto.:mumble:
Una volta mi è successo anche quando ho sognato di litigare con una persona parecchie volte più grande di me;sfortunatamente non mi è mai successo di poter manipolare un sogno a sfondo sessuale(probabilmente perchè non c'era bisogno:asd: )

MaGiKLauDe
20-01-2006, 16.48.02
Capitato, di solito poco prima del risveglio: ci si rende conto di stare sognando e si riesce a manipolare la realtà del sogno...

Di0
20-01-2006, 16.48.28
Allora, ho sognato una volta da bambino di volare "stile superman". Mi pare avessi anche il costume blu, ma non vorrei dire una minchiata.
Invece un sogno lucido che ho fatto riguarda degli albanesi o giù di lì che mi fottevano la macchina, mentre ero in edicola con un amico (eistente). Allora sono uscito, gli ho detto:
"Ma che cazzo vogliono?"
Abbiamo raggiunto la macchina, aperto le portiere e, uno a testa, li abbiamo fracassati di mazzate.
Sapevo che stavo sognando e mi sono "divertito", però non ha nessun senso questo sogno.

mVm
20-01-2006, 17.02.55
Ero poco più che ragazzo e quella notte il sogno aveva la medesima connotazione di molti che l'avevano preceduto, nelle notti fino ad allora: incubo. Ero inseguito da creature mostrusose, diaboliche, non di questa terra. E pensare che la Blizzard non esisteva nemmeno, almeno credo.
Ricordo chiaramente che, ad un certo punto, mentre correvo col cuore in gola inseguito da quegli orrendi mostri, mi sono imposto di fermarmi ed affrontarli. L'impulso non era elemento costituente il sogno, ma era stato determinato dalla parte cosciente di me. Da allora non ho più avuto un incubo.
Altre volte mi è capitato di indurre il sogno desiderato. O di proseguire, nella notte successiva, con il sogno lasciato in quella precedente.
Vorrei continuare a raccontarvi queste esperienze per ore, ma devo andare a riportare a terra la stampante laser, che stà levitando a mezz'aria da una decina di minuti.

pierpo78
20-01-2006, 17.04.43
Si e' entra in un campo deisamente vasto ed "esoterico", dato che si ha a che fare con le teorie del "corpo astrale".
Sono in trasferimento dall'ufficio a casa, dopo vi dico qualcosa, ma chiedo di intervenire a chi e' piu' preparato di me (Azanoth?).

aries
20-01-2006, 17.04.58
A me capita costantemente, anzi son più i sogni lucidi che quelli normali.
Anzi, molto spesso sono sogni normali, però pian piano ci si avvicina al risveglio (rimanendo cmq nel sonno) e si prende il controllo, a volte non si capisce bene il punto in cui inizia.

eFFeeMMe
20-01-2006, 17.12.48
Magari... Io non faccio nemmeno quelli normali, di sogni :asd:

Di0
20-01-2006, 17.17.04
Ah... quello nemmeno io. Sogno pochissimo, però quella volta che ho picchiato gli albanesi me la ricordo! Chissà perché... che sia violenza repressa?

angelheart
20-01-2006, 17.22.13
si ma solitamente è quiando sto per svegliarmi e mi incazzo perchè "voglio vedere come va a fginire"

Dalcinho88
20-01-2006, 17.25.49
A me è capitato di sognare e rendermi conto di star sognando,e in quel momento è vero,potevo manipolare il sogno anche se le 2 volte che mi è capitato mi sono svegliato quasi subito,lascio alla vostra immaginazione cosa facevo... :asd:

stan
20-01-2006, 17.31.11
si ma solitamente è quiando sto per svegliarmi e mi incazzo perchè "voglio vedere come va a fginire"

Si, pare che in genere quando si inizi a prendere coscienza del sogno il piu' delle volte ci si risvegli inevitabilmente. Ho letto però di una sorta di "tecnica" chiamata spinning che consiste nel far girare vorticosamente la scena del sogno (un po' come ruotare velocemente su se stessi per intenderci), così sembra che si riesca ad andare avanti, però ne parlano con una normalità e semplicità unica come se fosse una cosa da niente...mah.

mVm
20-01-2006, 17.41.22
... lascio alla vostra immaginazione cosa facevo... :asd:

Lo spinning col pistolino?!... :D

Di0
20-01-2006, 17.43.40
In fede, meglio che non "lo lasci alla nostra immaginazione".
Potresti ritrovarti protagonista di qualcosa con cui non vuoi avere a che fare :ihih:

Anche perché preferisco non immaginarti ben intento in certe pratiche :asd:

stan
20-01-2006, 17.48.52
Ok...:asd:

Allora cerchiamo di parlare più avanti di sogni lucidi che NON prevedano la tecnica "batacchio's spinning" :D

Alex64
20-01-2006, 17.55.03
Avete mai sentito parlare dei sogni lucidi?

Sono dei sogni in cui si assume la consapevolezza di stare sognando e si riesce a manipolare il sogno a proprio piacimento.

Qualcuno ha mai avuto un esperienza del genere?
Ho letto che generalmente i sogni lucidi più comuni sono sul sesso o sulla capacità di volare.

Io ci sto provando ma all'inizio la cosa non sembra molto facile.

Se cercate su Google ci sono una marea di siti che ne parlano...
Sì mi è capitato una volta, neanche tanto tempo fa, non ricordo che situazione fosse, ma credo era una roba con rapporti tra persone, azioni, dialoghi e robe così.

Io di solito non sogno di volare, ma semplicemente scopro che saltanto raggiungo vette incredibile, per poi rendermi conto che prima o poi dovrò pure scendere, e mi cago sotto vedendo la vallata che si allontana. Poi scopro che sono tipo una palla di gomma e continuo a zompare quanto voglio, ma sembra più una cosa automatica che pilotata. Non voglio saltare, semplciemente salto.

Quelli porno vanno da soli invece, mai riuscito a controllarne uno :mad:

Boe.
20-01-2006, 18.43.35
A me capita. Mi sono fatto una marea di fighe pazzesche... :asd:

*Lorenzo*
20-01-2006, 18.53.31
Ogni tanto mi succede.

L'ultima volta ho sognato di camminare a vienna (non so come lo sapessi che città era, sapevo solo che ero a vienna) e mi accorsi di esser in un sogno. Allora mi misi a correre sempre piu velocemente e fare salti impossibili (presente matrix? o La tigre e il dragone?) fino a svegliarmi.
Preciso che vienna io l'ho vista solo sugli atlanti... :asd:

Ultimamente non ne ho avuti più, ma fino a tre o quattro anni fa mi accadevano anche 5-6 volte in un mese...

lady_winc
20-01-2006, 18.53.55
si ma solitamente è quiando sto per svegliarmi e mi incazzo perchè "voglio vedere come va a fginire"

anche a me succede :|
poi cerco di riaddormentarmi e non ci riesco mai


per il resto confermo, i sogni che riesco a pilotare sono quelli in cui volo (e sentendo le teorie precedenti, mi succede più spesso di quanto dovrebbe :look: ), quelli a "leggera" connotazione p0rn, e quelli in cui picchio la gente :asd:

FiLoX
20-01-2006, 18.58.31
Spesse volte mi rendo conto di essere in un sogno ed è veramente divertente se riesci a manipolarlo..puoi far accadere delle cose assurde! Il fatto è che i più interessanti una volta che t rendi conto di esserci dentro e di essere in un sogno ti portano subito a risvegliarti..se ciò non accade puoi benissimo lanciare onde energetiche e essere un sayan (:asd:) far apparire dal nulla cose che non c sono nel sogno e così via..se c'è una tecnica sarebbe quantomeno curioso vedere di cosa tratta! ;)

andrea383
20-01-2006, 19.02.46
a me a volte succede....ma quando mi rendo conto di stare in un sogno mi sveglio subito...ad esempio negli incubi a volte mi capita di dire (nel sogno) "ah ma tanto questo è un sogno, che mi preoccupo a fare" ma subito mi sveglio

pierpo78
20-01-2006, 19.50.57
Ah ri-eccomi. Vi dico quello che hanno detto a me. Non criticate quello che scrivo, perché anche io sono scettico al riguardo.

Alcuni sogni non sono espressione del nostro inconscio, ma manifestazioni del nostro piano astrale. Il piano astrale è il piano superiore a quello materiale, è un piano dell'esistenza completamente distaccato dal piano fisico. Questo comporta anche la completa mancanza del tempo (inteso proprio come susseguirsi dei fenomeni fisici). Il piano astrale e il suo raggiungimento è la base delle culture sciamaniche in cui spesso si fa uso di sostanze psicotrope per inibire il cervello e permettere così alla coscienza di distaccarsi dal corpo. Raggiungimento del piano astrale è anche il fine ultimo della meditazione delle discipline orientali.
Se un individuo particolarmente dotato raggiunge il piano astrale, è in grado di manipolare alcuni aspetti del mondo che lo circondano: esempio sono le prolungate fasi di digiuno degli asceti, come la capacità di controllare i battiti cardiaci dei maggiori esperti di yoga.
Ritornando ai sogni, capire di essere in un sogno è come prendere coscienza di avere abbandonato il piano fisico e di vivere nel piano astrale. Da qui la capacità di sentire non più valide le leggi della fisica come la gravità, di non avere più il concetto di distanza ed essere in un qualunque luogo, anche mai visitato, di fare sogni molto lunghi quando invece ci siamo addormentati per soli 5 minuti.
Questo contrasta con il cervello che è l'organo preposto al mantenimento del nostro piano fisico. Ecco perché ci si sveglia di colpo, oppure ci si sforza di rimanere in volo (questo è il mio caso specifico).
Una valida testimonianza sulle sensazioni che si possono provare nel piano astrale è raccolta nell'opera fondamentale di Aldus Huxley "Le porte della percezione", ma queste teorie sono alla base di molte religioni sin dai tempi degli antichi egizi.
Un buon esercizio per fare sogni lucidi è questo: addormentarsi ripetendo "se mi sveglio in un posto che non è la mia stanza, allora sono in un sogno."

Vi prego di non fare battute stupide su quanto esposto: io sono scettico (e sempre lo sarò), ma c'è molta gente che crede in ciò.

Ciao.

nageki
20-01-2006, 19.54.26
Lo faccio da quando ero bambina e slitamente mi succede con cadenza settimanale. Non sapevo fossero sogni lucidi e no, non riguardano il sesso :asd:

Fabio
20-01-2006, 20.17.59
Diciamo che mi capita quasi sempre di pilotare i sogni, almeno quelli che poi riesco a ricordare quando mi sveglio il mattino seguente. Lo sceneggiatore che è in me scorre sempre potente... :asd:

Alex64
20-01-2006, 20.20.20
di fare sogni molto lunghi quando invece ci siamo addormentati per soli 5 minuti.
Diverse volte mi sono interrogato su quanto avessi dormito. Tante volte mi capite di svegliarmi e di riapposolarmi, e quandi ridivento coscente mi sembra di aver sognato tanto pur col dubbio di essermi addormentato per pochi minuti

blamecanada
20-01-2006, 20.39.27
Vi prego di non fare battute stupide su quanto esposto: io sono scettico (e sempre lo sarò), ma c'è molta gente che crede in ciò
Penso che la gente creda ad un sacco di sciocchezza dalla notte dei tempi. Con il tempo per fortuna queste credenze vanno scemando.

fppiccolo
20-01-2006, 21.06.47
mmm...vanilla sky docet

*Lorenzo*
20-01-2006, 22.05.57
Si ok, a parte la storia del piano astrale, sembra però che la meditazione aiuti ad avere sogni lucidi. Tipo l'esempio "se mi sveglio non nella mia stanza allora sto sognando".

Sono stati fatti anche degli esperimenti riguardo al tempo.
Si è detto ai volontari che nel momento che si accorgevano di essere in un sogno, di roteare ritmicamente gli occhi a destra e sinistra, ogni 1 o 2 o 3 secondi. Questo perchè gli occhi sono l'unico organo che si muove in accordo a quello che si sogna (almeno durante un sonno normale). Ebbene i volontari muovevano gli occhi effetivamente ogni 1 o 2 o 3 secondi, dimostrando che il tempo percepito nei sogni, almeno quelli lucidi, corrisponde sostanzialmente al tempo reale.

d0nk4
20-01-2006, 22.43.09
Mi è capitato solo nei sogni a sfondo sessuale e negli incubi.Anzi negli incubi mi diverto abbestia,tipo mi ritrovo uno alla freddy crouger davanti,se non me ne accorgo ke sto sognando corro come un matto,se invece me ne accorgo allora comincia il vero divertimento,la capacità di manipolare il luogo,quello che mi circonda ma soprattutto me stesso è fantastico.Naturalmente raramente mi accorgo di sognare(sfiga maledetta).Ma non credete che se uno riuscisse a manipolare i propi sogno a propio piacimente ogni volta che lo si desidera si perderebbe la voglia di rimanere nella vita reale?

stan
20-01-2006, 22.52.24
...Ma non credete che se uno riuscisse a manipolare i propi sogno a propio piacimente ogni volta che lo si desidera si perderebbe la voglia di rimanere nella vita reale?

Ecco questo è proprio un punto fondamentale che mi era venuto in mente di discutere. Alla tua domanda io risponderei si, potrebbe anche darsi; riuscire a fare delle cose impossibili (o improbabili) nella realtà e provare delle sensazioni molto forti è una cosa davvero assurda! No?. Poi mi chiedevo, il coma non può forse trasformarsi in qualcosa di simile? di fatto quando si entra in coma si è come morti anche se in realtà non lo si è...

d0nk4
20-01-2006, 23.07.36
Ecco questo è proprio un punto fondamentale che mi era venuto in mente di discutere. Alla tua domanda io risponderei si, potrebbe anche darsi; riuscire a fare delle cose impossibili (o improbabili) nella realtà e provare delle sensazioni molto forti è una cosa davvero assurda! No?. Poi mi chiedevo, il coma non può forse trasformarsi in qualcosa di simile? di fatto quando si entra in coma si è come morti anche se in realtà non lo si è...
Il coma secondo me è un grande sogno,cioè si rimane incoscienti nella propia coscienza.Iimmaginiamo che chi sia in coma sogni.Prima o poi ci accorgeremmo che stiamo sognando quindi tenteremo di svegliarci,ma non riuscendoci dovremmo capire che c'è qualcosa che non va.Ma visto che non sono mai andato in coma(si tocca) non so cosa si prova.Non so,chi v'è lo dice che il nostro cervello non è danneggiato e riusciamo a percepire cio' che ci è intorno senza riuscire ad interagire?Oppure potremmo accorgercene ed entrare in depressione del nostro io,oppure potremmo adattarci al "nuovo ambiene".Oppure potrebbe anche darsi che non sognamo affatto e quindi si proporrebbero altre possibilità.Si ma poi se staccano le macchine mentre stiamo sognando cosa dovrebbe accadere?Coè ci sono fattori che noi non conosciamo ne conosceremo mai,troppe variabili,troppe probabilità ;)

Alceo
20-01-2006, 23.11.23
Ecco questo è proprio un punto fondamentale che mi era venuto in mente di discutere. Alla tua domanda io risponderei si, potrebbe anche darsi; riuscire a fare delle cose impossibili (o improbabili) nella realtà e provare delle sensazioni molto forti è una cosa davvero assurda! No?. Poi mi chiedevo, il coma non può forse trasformarsi in qualcosa di simile? di fatto quando si entra in coma si è come morti anche se in realtà non lo si è...

Bisognerebbe vedere se e quali attività cerebrali vi sono durante il coma. Se non sbaglio è come un sonno, con periodi di inattività e (in alcuni casi) di fasi R.E.M.

Mi è capitato di avere sogni lucidi qualche volta e sono iniziati sempre nello stesso modo: cadevo in acqua e invece di affogare mi accorgevo di poter respirare sotto acqua prendendo così coscienza di vivere un sogno. Tentando di "manipolarlo" finivo inevitabilmente col svegliarmi.

EDIT:

... Coè ci sono fattori che noi non conosciamo ne conosceremo mai,troppe variabili,troppe probabilità ;)

Come detto prima, nella maggior parte dei coma non vi è un'attività cerebrale tale da far pensare ai sogni.
E' probabile che si stia in un sonno "profondo", come quello che fai ogni notte per la maggior parte del tempo.

d0nk4
20-01-2006, 23.22.42
Come detto prima, nella maggior parte dei coma non vi è un'attività cerebrale tale da far pensare ai sogni.
E' probabile che si stia in un sonno "profondo", come quello che fai ogni notte per la maggior parte del tempo.
OK,ho detto na stronzata :|

d0nk4
20-01-2006, 23.25.28
tho gugle (http://www.sognilucidi.it)

stan
20-01-2006, 23.25.52
...
Come detto prima, nella maggior parte dei coma non vi è un'attività cerebrale tale da far pensare ai sogni.
E' probabile che si stia in un sonno "profondo", come quello che fai ogni notte per la maggior parte del tempo.

Mmm, ma durante il sonno l'attività dei due emisferi non è uguale giusto? Dovrebbe essere più attivo l'emisfero destro....

Può anche essere che in alcuni casi come il coma l'attività dell'emisfero sinistro sia minima o nulla? :mumble:

Qui ci vuole un esperto.

d0nk4
20-01-2006, 23.30.12
Okke non è il mio campo sta roba(il problema qual'è il mio campo?:asd: )

follettomalefico
20-01-2006, 23.42.01
E' in effetti una questione sulla quale non mi sono mai interrogato, se vi è o meno una distinzione fra sogni lucidi e sogni normali.

Sinceramente, per le mie conoscenze nel campo, dubito che vi sia una differenza. Se non erro sia psicologicamente che neurologicamente esiste una parte del cervello dedicata al controllo volontario dell'io, che pare si attivi o non attivi nei sogni. Ma anche questo è un ricordo vago che dovrei verificare.

Sul discorso del piano astrale, sinceramente, mi sembra un tentativo di fare una distinzione che non sussiste. Un sogno è una manipolazione di immagini da parte della nostra mente, detto molto a spanne. In quanto tale, rientra la nostra persona, che NON è una entità strettamente fisica. Qualcuno esprimeva questo concetto con "siamo dio", venendo peraltro frainteso.

E' anche degno di nota cmq che il sogno è accompagnato da una fase REM e quindi molto vicina allo stadio della coscienza e quindi su una soglia sottile rispetto all'attivazione del controllo volontario.

No, sinceramente anche dopo questa breve riflessione non vedo in base a quali presupposti si "distinguano" i sogni lucidi da quelli normali, esclusa naturalmente la distinzione ovvia che ne è l'origine.

stan
20-01-2006, 23.48.10
Beh...il fatto forse è che i sogni normali sono quelli che ci capitano più spesso, che sono più freuqenti...e forse nei sogni lucidi ci si avvicina molto di più alla fase di coscienza rispetto al normale e per questo non sono come gli altri sogni.

O forse devo smetterla di tirare fregnacce perchè su queste cose tu ne sai molto più di me :asd:.

follettomalefico
21-01-2006, 00.02.27
Non vuol dire che sia onniscente, soprattutto su questa specifica questione, sulla quale stavo più che altro speculando a partire da nozioni che ho. :)

stan
21-01-2006, 00.05.39
Vabbè...è che da come hai scritto il post sembra che tu di queste cose ne sappia un po'. E siccome io invece non ne so un tubo ma vado molto sul sentito dire o "ho letto su questo sito qui"...

Di0
21-01-2006, 00.36.37
Mi dispiace, ma ai sogni lucidi preferisco il formato patinato.

stan
21-01-2006, 00.38.19
Mi dispiace, ma ai sogni lucidi preferisco il formato patinato.

:|.....ahahahah :asd:

Brutto utontaccio spammone che non sei altro :p

Bob Simbel
21-01-2006, 01.10.22
anche a me capita di "intervenire" nel sogno, spesso però sono incubi...

l'ultima volta mi è capitato sognando un boa in mezzo alla strada che ingoiava uno dei miei gatti :brr: e io per salvarlo ho come "riavvolto il nastro del sogno", ho rivisto la scena una seconda volta, ma anziché stare fermo a disperarmi, sono andato in casa a prendere la sega elettrica, squartare il serpente e tirar fuori il gatto ancora vivo... dopodiché mi sono svegliato perché l'emozione era troppo forte... :bash:

"dottore, che dice? sono malato????" :tsk:

Bob Simbel
21-01-2006, 01.10.57
anche a me capita di "intervenire" nel sogno, spesso però sono incubi...

l'ultima volta mi è capitato sognando un boa in mezzo alla strada che ingoiava uno dei miei gatti :brr: e io per salvarlo ho come "riavvolto il nastro del sogno", ho rivisto la scena una seconda volta, ma anziché stare fermo a disperarmi, sono andato in casa a prendere la sega elettrica, squartare il serpente e tirar fuori il gatto ancora vivo... dopodiché mi sono svegliato perché l'emozione era troppo forte... :bash:

"dottore, che dice? sono malato????" :tsk:

Bob Simbel
21-01-2006, 01.11.59
anche a me capita di "intervenire" nel sogno, spesso però sono incubi...

l'ultima volta mi è capitato sognando un boa in mezzo alla strada che ingoiava uno dei miei gatti :brr: e io per salvarlo ho come "riavvolto il nastro del sogno", ho rivisto la scena una seconda volta, ma anziché stare fermo a disperarmi, sono andato in casa a prendere la sega elettrica, squartare il serpente e tirar fuori il gatto ancora vivo... dopodiché mi sono svegliato perché l'emozione era troppo forte... :bash:

"dottore, che dice? sono malato????" :tsk:

bluvertigo79
21-01-2006, 01.52.48
LA VITA E' UN SOGNO O I SOGNI AIUTANO A VIVERLA MEGLIO?
D&G



anche a me capita di "intervenire" nel sogno, spesso però sono incubi...

l'ultima volta mi è capitato sognando un boa in mezzo alla strada che ingoiava uno dei miei gatti :brr: e io per salvarlo ho come "riavvolto il nastro del sogno", ho rivisto la scena una seconda volta, ma anziché stare fermo a disperarmi, sono andato in casa a prendere la sega elettrica, squartare il serpente e tirar fuori il gatto ancora vivo... dopodiché mi sono svegliato perché l'emozione era troppo forte... :bash:

"dottore, che dice? sono malato????" :tsk:

follettomalefico
21-01-2006, 02.01.22
Spero seriamente che D&G non sia Dolge e Cabbana ma Democrito e Goethe. :|

Bob Simbel
21-01-2006, 02.14.02
Spero seriamente che D&G non sia Dolge e Cabbana ma Democrito e Goethe. :|


no. molto peggio.... sono amici miei che conosco e che mi hanno fatto questa (sic) sorpresa iscrivendosi a questo forum... :eek2: e così anche quest'ultimo mio baluardo di intimità andrà a farsi f++++*e!! ne vedremo delle belle...

e scusate tutti per :offtopic:

Di0
21-01-2006, 02.17.18
Brutto utontaccio spammone che non sei altro :p
"Stan buono, stan calmo" e ripetigli una di queste bettute su Chuck








Fatto, Foll. :hello:

follettomalefico
21-01-2006, 02.24.24
Per le battute su Chuck e i Gufi rivolgersi agli altri topic invaccati, grazie :)

Alex64
21-01-2006, 15.29.29
anche a me capita di "intervenire" nel sogno, spesso però sono incubi...

l'ultima volta mi è capitato sognando un boa in mezzo alla strada che ingoiava uno dei miei gatti :brr: e io per salvarlo ho come "riavvolto il nastro del sogno", ho rivisto la scena una seconda volta, ma anziché stare fermo a disperarmi, sono andato in casa a prendere la sega elettrica, squartare il serpente e tirar fuori il gatto ancora vivo... dopodiché mi sono svegliato perché l'emozione era troppo forte... :bash:

"dottore, che dice? sono malato????" :tsk:
parliamo anche dei daja vu? Pensa che questo messaggio sono convinto di averlo già letto da qualche parte! :asd:

stan
21-01-2006, 15.56.41
Già anche i deja-vu sono un bel dilemma...io l'altro giorno mentre stavo parlando con mia madre, sapevo già cosa stava per dire prima che lo dicesse, e insomma ci sono rimasto un pò così :|

Un errore di matrix? :asd:

Pare che invece sia qualche brutto scherzo che gioca il cervello, mi pare che riguardi le sinapsi, che al momento del deja-vu non avvengono proprio correttamente.

Ma potrei anche dire una grossa cazzata sarà meglio che mi informi.

andrea383
21-01-2006, 16.18.42
ma nessuno studioso ha mai fatto controlli sul cervello mentre avvenivano sogni lucidi? mi pare strano...

Di0
21-01-2006, 17.15.06
Sì. Andrea. Oltre ai soliti ECG per vedere le zone del cervello attive, esiste uno studio effettuato, ma secondo me i risultati sono totalmente invalidati.
In poche parole, dopo un sogno (lucido o meno), svegliavano il paziente e gli facevano raccontare cosa aveva visto.
Questo ogni volta che rilevavano un'attività del cervello identificabile come onirica.
Dopodiché, notavano che la mattina il paziente raramente ricordava i sogni fatti durante la notte, come in effetti avviene per tutti noi: è ben noto che noi sogniamo continuamente nella fase REM, ma difficilmente ricordiamo qualcosa.
Invece, se si dava un piccolo spunto iniziale al paziente, si verificava come costui riuscisse a ricostruire precisamente tutto il sogno, per tutti i sogni.

Secondo me questo esperimento è stato condotto con un grave vizio di forma, e cioè non è possibile distinguere se il paziente ricordasse effettivamente il sogno csosì come era, oppure il momento nel dormiveglia in cui lo spiegava ai dottori.

Metoto scientifico non rispettato, risultatai altamente discutibili.
Questo è l'unico esempio di cui sono sicuramente al corrente.

Tamarroid
21-01-2006, 18.34.37
Anche a me capita :dentone:
Spesso quando mi accorgo che sogno spawno (gm mode on :uiui: ) le figone. Oppure al posto del braccio mi metto una qualche super arma :shooter: e ammazzo tutti.
Forse un giorni vi racconterò del mio sogno premonitore inequivocabile, in cui forti e potenti forze astrali mi hanno parlato, ma non siete ancora pronti :sisi:

follettomalefico
21-01-2006, 18.35.29
@ di0:
Il fatto è che si inseriscono moltissime complicazioni. Ad esempio: noi memorizziamo TUTTO quello che esperiamo, mentre il problema è il recuperare quest'informazione. Ecco spiegato il motivo del "vizio di forma" che hai delineato.

Sia chiaro: concordo con quanto hai detto, ho solo spiegato perché si è fatto.


Di contro, non è neppure confermato che il cervello sia suddiviso ad aree: pare che sia perlopiù così, ma ci sono prove anche del contrario...

pierpo78
21-01-2006, 18.42.04
Ritornando al discorso sul piano astrale. C'è chi lo connota come una presenza spirituale ancestrale, indipendente dalla nostra forma biologica, e quindi è una vera e propria religione (mi pare si ha a che fare con la GNOSI), altri invece lo riconducono ad un fenomeno psicologico proprio del cervello, cosa per me molto più credibile.

Alceo
21-01-2006, 18.50.33
Ritornando al discorso sul piano astrale. C'è chi lo connota come una presenza spirituale ancestrale, indipendente dalla nostra forma biologica, e quindi è una vera e propria religione (mi pare si ha a che fare con la GNOSI), altri invece lo riconducono ad un fenomeno psicologico proprio del cervello, cosa per me molto più credibile.

Difficile dire cosa sia più credibile alla base di un qualcosa che è completamente speculativo.

pierpo78
21-01-2006, 19.01.35
Difficile dire cosa sia più credibile alla base di un qualcosa che è completamente speculativo.
Non è speculativo se pensi che chi è prossimo alla morte vive spesso un allontanamento corporeo. Non voglio dire che questo è vero, voglio dire che chi lo prova lo descrive come vero.

Alceo
21-01-2006, 19.15.39
Non è speculativo se pensi che chi è prossimo alla morte vive spesso un allontanamento corporeo. Non voglio dire che questo è vero, voglio dire che chi lo prova lo descrive come vero.

Le sensazioni che si provano e i fenomeni (nel senso di aspetti fenomenologici) che viviamo non sono speculativi.

La teoria che esista un piano astrale, che esso sia "superiore" da quello fisico, che ne sia completamente distaccato, che non vi sia tempo o quant'altro e che tutto ciò spieghi alcuni nostri stati d'animo è completamente speculativo (a meno che tu non mi dica su cosa si basa tutta questa teoria essa resta una speculazione, possibilissima ma pur sempre tale).

pierpo78
21-01-2006, 19.22.55
Le sensazioni che si provano e i fenomeni (nel senso di aspetti fenomenologici) che viviamo non sono speculativi.

La teoria che esista un piano astrale, che esso sia "superiore" da quello fisico, che ne sia completamente distaccato, che non vi sia tempo o quant'altro e che tutto ciò spieghi alcuni nostri stati d'animo è completamente speculativo (a meno che tu non mi dica su cosa si basa tutta questa teoria essa resta una speculazione, possibilissima ma pur sempre tale).

Certo, come ogni fede, anche questa è speculazione, ma per chi non ne fa esperienza diretta. E' la maggiore accusa che rivolgo alla persona che me ne ha parlato, ma lei non solo ci crede, lei vive la sua vita seguendo cio'. Per lei non è speculazione, capisci? In un certo senso il "tuo" piano astrale potresti viverlo dopo aver fatto uso di droghe, cio' che tu vedi, non può essere posto al giudizio degli altri.
Cmq credevo ti riferissi anche al "fenomeno psicologico", ecco perché ti ho risposto con l'esempio delle esperienze post-mortem, i cui protagonisti sono convinti siano veri, indipendetemente dal fatto se è o no un'allucinazione frutto del cervello.