PDA

Visualizza versione completa : Parlare da soli



.Orfeo.
17-01-2006, 23.08.44
Vi capita di farlo?E se sì con quale frequenza?
Io ad esempio sto iniziando seriamente a preoccuparmi per la mia salute mentale (:asd:), dato che ieri pomeriggio ho passato più di 20 minuti a parlare ininterrottamente da solo.Il bello è che non stavo nemmeno facendo un monologo, ma mi immaginavo addirittura una pseudo-immaginaria conversazione con una persona reale (nel senso che non si tratta del rosafante di Dumbo, ma di una persona che conosco e vive in questa dimensione spazio-temporale :asd:).Ad un certo punto nella stanza è entrata mia madre, credendo che stessi studiando, e quando si è accorta dei miei deliri, mi ha chiesto se stavo bene.Da notare che la conversazione verteva su argomenti apperentemente sconnessi e privi di senso.Lei sostiene che è colpa dell'abuso che sto facendo in questi giorni di caffè.A me invece di stare benissimo (il che è parecchio preoccupante: non c'è peggior pazzo di quello che non pensa di esserlo.:sisi: )

Dite che dovrei andare in analisi?:.:

BESTIA_kPk
17-01-2006, 23.12.10
Mettere in pratica la propria abilità vocale e/o mentale è preoccupante quanto muovere il corpo.

Mi capita ogni tanto, specialmente quando mi auto-insulto appena mi accorgo di aver sbagliato qualcosa.
Porca §§§§§§§ che testa di cazzo! Si io, lo dico a me, capita.

Si può giocare a scacchi da soli, perchè non parlare con se stessi?

Bau.
17-01-2006, 23.15.00
Io a volte parlo per cercare di migliorare la pronuncia, visto che parlo troppo frettolosamente e non si capisce mai un cazzo di quello che dico :|. Come bestia mi è capitato di incazzarmi con me stesso, solo che era per cose che mi ero promesso e poi non ho mantenuto, è come se una parte di me volesse fare quella cosa e l'altra parte no, poi la faccio, e la parte che non vuole farla mi manda a cagare ripetutamente.

Cocitu
17-01-2006, 23.18.34
anche a me delle volte capita...

non penso sia qualche cosa di sbagliato, a volte è un modo di focalizzare determinati argomenti che mi stanno particolarmente a cuore

angelheart
17-01-2006, 23.18.39
parlo da sola costantemente, ma io sono sfasata, si sa :asd:

Braveheart1984
17-01-2006, 23.21.41
quando ero piccolo parlavo da solo....e pensare che una volta un vicino mi ha urlato di smetterla :asd:
Adesso penso spesso tra me e me, e se parlo da solo vuol dire che sto pregando:)

Akujin
17-01-2006, 23.24.38
parlo con me stesso sempre, ma solo a livello mentale :)

Maharet
17-01-2006, 23.24.47
Io lo faccio sempre, ma ho un alibi: non parlo a me stessa: parlo ai miei cani. Che non capiscono un cazzo, ma rimane l'alibi :D

nageki
17-01-2006, 23.30.19
Broccolo non sei assolutamente anormale, fidati. Io parlo da sola piuttosto spesso e come te mi intrattengo in conversazioni del tutto inventate con interlocutori che esistono realmente (e che probabilmente mi prenderebbero per deficiente se sapessero che mi costruisco situazioni simili in loro assenza :asd: ). A volte mi intrattengo in monologhi privi di senso, altre volte invece "dialogo" con il mio interlocutore, facendogli domande e rispondendomi addirittura, qualche volta basandomi su frasi che quella persona ha detto realmente. Lo faccio da così tanti anni che non ricordo nemmeno quando ho iniziato, probabilmente da bambina perchè ho vividi ricordi di momenti in cui "chiacchieravo" con personaggi dei cartoni animati. Non soltanto questo, ma da bambina avevo anche l'abitudine di portarmi spesso appresso una delle action figures dei Ghostbusters (o altri cartoons), rivolgendo loro domande e rispondendomi. Ora che ho 26 anni e non ci gioco più sono passata a parlare con i miei gatti (ed il cane). Ho creato un "modo di parlare" diverso per ogni essere a quattro zampe che popola casa mia, voce con la quale mi chiamano e qualche volta trascorrono qualche momento dialogando con me :asd:

Di0
17-01-2006, 23.32.53
Secondo me sei un po' paragnottico ed eso e terico, ma sublime stupendamente in generale tutt'altro che patticollare. :sisi:

nageki
17-01-2006, 23.39.39
:mumble:

SuperGrem
17-01-2006, 23.50.44
Io no parlo mai da solo.
C'è sempre il mio coniglio giallo di biscotto ad ascoltarmi e rispondere.

angelheart
17-01-2006, 23.56.25
si chiama Harvey? :asd:

Brus
17-01-2006, 23.59.15
Il problema è quando dovete guidare...non dite mai al vostro interlocutore invisibile "guida tu" :asd:

Daniel_san
18-01-2006, 00.00.16
Io mi ricordo che una volta aspettavo il trenoe c'era il topico barbone che parlava da solo. Io l'ho guardo e inizio a pensare che uno parla da solo se è molto stressato e mi inizio ad elencare tutti i casi in cui ero stressato. Pochi passo ed inizio a parlare ad alta voce di tutte queste cose, poi ad un certo punto fisso una signora con occhio allucinato e gli inizio a farfugliare qualcosa... da lì ho capito molte cose... :look:

SuperGrem
18-01-2006, 00.02.29
si chiama Harvey? :asd:

No, Carliseppe IV.

blamecanada
18-01-2006, 00.02.43
Io parlo da solo perché sono l'unica persona intelligente che conosco :asd:.

Kiashaal
18-01-2006, 00.07.07
A meno che non sia per qualcosa di teatrale(nel caso mio quando devo fare facce e discorsi per le scenette nelle gare di cosplay) non le faccio.
Oh ma siete tutti anormali qui? :look:









----------------------
"E tu?"
----------------------
Se il Destino è contro di Noi...allora peggio per Lui!

Cocitu
18-01-2006, 00.08.07
comincia a preoccuparti quando il tuo amico immaginario ti chiede di passargli la canna

SuperGrem
18-01-2006, 00.08.56
Oh ma siete tutti anormali qui? :look:

In un mondo di folli, chi è il sano?

SuperGrem
18-01-2006, 00.10.08
comincia a preoccuparti quando il tuo amico immaginario ti chiede di passargli la canna

E' capitato a me, ho dovuto portarlo di corsa in ospedale.
Un collasso come quello non l'avevo mai visto: perdeva briciole da tutte le parti e la cioccolata fondente era diventata al latte!

Peter Pan
18-01-2006, 00.12.10
Io parlo spesso con me stesso. Ma sono talmente intelligente, che alle volte non riesco proprio a capire cosa ho detto! :sisi:



(cit.)

SuperGrem
18-01-2006, 00.13.46
Io parlo spesso con me stesso. Ma sono talmente intelligente, che alle volte non riesco proprio a capire cosa ho detto! :sisi:

Però sono sicuro di una cosa...































































:look:













































































CI LITIGHI SEMPRE!

d0nk4
18-01-2006, 00.23.09
Sinceramente a me capita spesso quando ho bisogno di fare ragionamenti,di vedere le cose da altri punti di vista o come bestia quando sbaglio e mi insulto da solo.

Kiara
18-01-2006, 00.28.08
sempre.da quando ero piccola.a volte metto pure in scena dei dialoghi con i miei io,i miei mariti immaginari,o i miei feticci reificati tipo calzini,orsi froci,gonzi e roba varia.

KAKUGO
18-01-2006, 00.35.00
capita spesso

Hob Gadling
18-01-2006, 00.36.23
Uhm capita anche a me.
Io solitamente dico cose senza senso, faccio voci strane (tipo quella del notaio interpretato da Marco Mazzocca, per chi se lo ricorda... "E' impossibboli"), oppure parlo in siciliano, o invento imprecazioni strane.
Certo, una conversazione in solitaria di 20 minuti non mi era mai capitata. :D

SuperGrem
18-01-2006, 00.37.49
Un giorno o l'altro, allora, vi presenterò Titipù. :look:

Fabio
18-01-2006, 00.38.21
Molto, molto spesso. Fingo di auto-intervistarmi e di avere conversazioni con altre persone (ed imito pure le loro voci). Il problema è che lo faccio in Inglese. :asd:

Braveheart1984
18-01-2006, 00.47.57
sempre.da quando ero piccola.a volte metto pure in scena dei dialoghi con i miei io,i miei mariti immaginari,o i miei feticci reificati tipo calzini,orsi froci,gonzi e roba varia.


non c'erano pure le lampade tra i tuoi amici?:D

Ubar
18-01-2006, 02.32.37
Parlare da soli (se fatta in maniera inconsapevole) è una leggera forma di estroversione, nelle forme leggermente piu "gravi" puo darsi che ti siedi accanto a una persona in autobus e inizi a raccontargli la storia della tua vita e dopo 20 minuti che parli ti accorgi che capisce solo il francese. L'estroversione è molto comune nei bambini ma il 35% degli svizzeri adulti(non so in italia ma penso che cambi poco) afferma di parlare da soli in maniera del tutti inconsapevole specialmente nei momenti di concentrazione. Viene considerato patologico (quindi vengono consigliate delle cure) solo quando si inizia a creare amici immaginari con cui dialogare che non vengono piu considerati tali ma vengono considerate come persone in carne ed ossa con sentimenti e tutto il resto (es. "Ciao Ubar esci sta sera?" "No, io e Gimmy guardiamo la partita da me e lui non vuole stare da solo se no ha paura del buio" "ok ma chi è Gimmy?" "Il mio amico immaginario") o peggio quando essi iniziano a dare ordini.


Corso di psico opzionale :metal: :metal:

_Enza_
18-01-2006, 02.53.31
Uhm capita anche a me....
... oppure parlo in siciliano
:.:





io comunque parlo spesso sola... ma è più preoccupante, credo, che parlo con gli oggetti (piante, oggetti della casa, computer) o con i personaggi in tv (quando il giornalista del TG dice in apertura "buonasera" io rispondo sempre con "oh, ciao caro!" :sisi: )

Patcha
18-01-2006, 03.37.28
Sì mi capita... soprattutto quando sono di buon umore (ma non solo in quei casi)...
A volte pure per strada. :|

E mi capita a quando penso a "cosa dirò a caio se... blah blah"... oppure "ma cosa passa per la testa di sempronio? Se lui pensa che... blah blah".

E capita sempre anche a tutti i miei PG online... ma solo per attirare l'attenzione dei DM! :D

Triggio.Dark.Elf
18-01-2006, 04.11.08
Da piccolo avevo un gruppetto di amici con cui mi intrattenevo... erano tutti più grandi di me, avevo la senzazione che fossero lì, non li vedevo e nemmeno li cercavo con gli occhi. Fungevano da consiglieri per aiutarmi a trovare risposte alle mie mille domande.

Ne ora, ne allora, ricordo di aver mai parlato a voce alta senza rendermene conto. Se parlo da solo è solo per ricreare scene di film o situazioni che ho vissuto o desidero vivere.

La presenza più importante della mia vita è la volontà del mio corpo (il cervello). Io mi definisco l'essere che abita il corpo (l'anima o l'omino del cervello). Ogni tanto il cervello interviene per dirmi qualcosa o io stesso chiedo consiglio a lui. E' nella sua natura essere più razionale e ricercare spiegazioni. Io sono molto più istintivo, ma quando dobbiamo metterci d'accordo il tempo, se non ne abbiamo molto, è l'unico che non ci permette di trovare un accordo. Il cervello è molto più presente di me... alcune volte mi capita di assentarmi per una decina di minuti... è davvero divertente! E' come se cadesse la connessione... l'unico modo per farmi tornare prima del tempo è scuotermi e qualche volte è successo. Una cosa che ho notato è che spesso è il cervello a guidare per conto mio... lui va più piano e mi rendo conto di dove io sia solo al momento in cui arriviamo a destinazione. Nel tragitto sono assorto nei miei pensieri o in conversazioni con persone vere.

mVm
18-01-2006, 10.30.45
Da quando ho sviluppato a livelli superiori la mia propensione agli altri, mi parlo molto meno e mi ascolto molto molto di più. :dentone:

azanoth
18-01-2006, 11.32.34
In un mondo di folli, chi è il sano?

Il mondo,ovvio,l'interfaccia che nella sua neutralità rappresenta l'equilibrio.

Parlare da soli è un'azione propedeutica e assolutamente normale;anormale piuttosto l'ennesimo veto sociale in tal senso che la determina come azione non equilibrata,ecco perchè il clochard se ne fotte e parla a voce alta:i suoi sistemi socio-inibitori sono a un livello basso e la sua espressione è libera e fluente...parlare da soli significa stabilire un dialogo col proprio Es,e vien dato fiato alla voce proprio per nel tentativo di liberarlo dalla propria dimensione metafisica per configurarne un'ombra tangibile nella nostra sfera tridimensionale,il tutto per l'annoso tema che affligge lo Spirito di chiunque:ricerca della certezza.

Questo in linea di massima,senza scendere in aspetti psicotici,schizoidi,borderline o disturbi bipolari vari,chiaro.

A 13 anni parlavo coi Beatles che campeggiavano allegramente nella mia camera da letto,figuratevi...diffidate di chi vi dice che è una cosa anormale,non gli funziona bene la capa.
:birra:

Alceo
18-01-2006, 11.33.27
Mi immagino spesso dialoghi e discorsi con altre persone, ma raramente lo faccio ad alta voce, un po' perché ciò mi impedirebbe di farlo negli ambienti con gli altri (su un treno, in una'utobus, durante una riunione inutile e noiosa, ...) un po' perché la mia voce mi "sveglierebbe" dal mio quasi sognare.
Già, perché il prossimo passo che devi fare e riuscire a immaginare vere e proprie scene di vita e a viverle come se fosse un film.
Con un po' di allevamento riuscirai anche a fermare la "proiezione" che ha preso una piega che non ti piace, "riavvolgere" la pellicola fino ad un punto precedente e poi ricomnciare da quel punto (spesso lo faccio per correggere una mia risposta e vedere "cosa sarebbe successo se ...").


[...]his mind acting as a private cinema screen upon which even more tantalizing scenes would be projected[...]

_Jackie_
18-01-2006, 12.18.08
Io lo faccio da quando sono piccolo. Mi immagino dialoghi, vicende... credo sia una cosa normalissima.
Spesso lo faccio in inglese in effetti. :D

destino
18-01-2006, 13.17.05
io parlo da solo ma solo di oggetti di WoW, chi mi prenota una visita? :look:

zappeo
18-01-2006, 13.20.16
a me capita sempre quando lavoro al pc, mi viene da commentare quasi tutto quello che mi succede .. la maggior parte delle volte sono imprecazioni, ma vabbeh :asd: mi ritrovo anche a dire cose tipo "Ok, qui ci mettiamo questo e... e tu cosa ci fai qui? hmmmmmmmmmmm e mò dove te metto, in culo? hhhhhhhhhhhmmmmmm" ecc. ecc. sotto gli occhi allibiti delle due colleghe con cui sono in ufficio adesso (e, prima che vengano fatte illazioni, una è sposata con uno sbirro e l'altra è una zitellona sui 50 :asd:)

può capitare anche quando videogioco, ma in quel caso solo smadonnamenti.

mio fratello, quando eravamo piccoli, mi preoccupava un po', perchè era talmente drogato di sport che quando andava a caà lo sentivo farsi le telecronache "directly from the chesso, sitting on the tazza". calcio e pallavolo principalmente, ma mi ero ripromesso che se avesse cominciato anche a farle su partite di polo avrei chiamato gli aiuti :asd:

naky
18-01-2006, 13.20.40
mi capita qualche volta di pensare ad alta voce, questo si, ma parlare da sola ancora no (ah. forse con il cane ce le scambio due paroline ogni tanto :asd:) :dentone:

ding
18-01-2006, 13.35.04
parlo da sola costantemente, ma io sono sfasata, si sa :asd: come non quotare :asd: sia per me che per lei, ovviamente :asd:

di norma però so che parlo eh :look:

stan
18-01-2006, 13.42.08
Anche a me capita di farlo quando studio e quando gioco....negli insuccessi smadonnando e nei successi esultando...:asd:

Poi come per Triggio mi capita di fissare un punto nel vuoto, disconettermi il cervello e stare così a pensare a ruota libera per mezz'ora o anche di più.

Oppure anche immaginare discussioni con persone reali, eh...il mio emisfero destro è putente.

nageki
18-01-2006, 13.57.49
chi è Gimmy? Il mio amico immaginario


http://www.uta.fi/~eija.narvanen/kuvia/Halloween/redrum.jpg

Di0
18-01-2006, 14.37.30
Fermo restando che il mio parlare da solo si limita a breve frasi di senso compiuto che sono per lo più esclamazioni, la maggior parte dei miei discorsi è soprattutto mentale (anche se a volte mi immagino un ipotetico intelocutore, realmente esistente o meno).

Ho vissuto un anno in camera con un ragazzo che si chiudeva in bagno od in cucina a tarda ora per dialogare con una persona immaginaria. Passava delle buone mezzo're a porre delle domande, ascoltare ipotetiche risposte fissando in silenzio il soffitto e poi annuire o discutere animatamente sulla replica ottenuta.
Ora, essendo fortemente credente, suppongo che immaginasse di parlare con Dio, nondimeno voi come considereste questa forma di dialogo, non comune nella religione tradizionale, anzi certe volte sminuita come comportamento da "invasato"?

Secondo voi questa particolare forma di dialogo botta-e-risposta, si può classificare "patologica"?
(Tanto non era proprio a piombo,in ogni caso: potrei sollazarvi per ore con i suoi aneddoti...)

Inutile aggiungere che io, poiché fortemente ateo (e quindi non credendo ad un dio o considerandolo alla stregua degli amici immaginari di cui sopra) fossi accademicamente incuriosito da tale comportamente bizzarro.

SuperGrem
18-01-2006, 14.55.20
imho era fuori come una cerbottana :asd:

Di0
18-01-2006, 15.01.58
imho era fuori come una cerbottana :asd:

Ma non solo per te. Per tutti quelli che l'hanno conosciuto (il suo dubbio se Marte fosse piatto o tondo resterà per sempre nel mio cuore).
E questo è il minimo, se ne sono visti di tutti i colori in quell'anno.
Una volta, ironizzando sulla sua cieca fede, sono entrato in camera mentre pregava la sera prima di un esame difficile e gli ho fatto:
"Uè, guarda che i miracoli Gesù li ha fatti una volta nella storia, ma poi basta: si è stancato e ha smesso".
Li ci sono andato un po' pensante, ma mi è venuta spontanea senza passare al vaglio del filtro.

Ma, scusa, poi ora che c'entrano le "Cerve di Facili Costumi"?:asd:

Peter Pan
18-01-2006, 15.03.32
La cosa più comoda del radiotelefono è che puoi andare a pisciare senza interrompere la comunicazione...

Peccatp poi che se qualcuno passa davanti alla porta del bagno e ti sente che stai parlando, sospetta che il tuo interlocutore sia la tua pisciarella :bah:

SuperGrem
18-01-2006, 15.07.07
beh io ci parlo tutti i giorni col mio birillo

Peter Pan
18-01-2006, 15.11.38
beh io ci parlo tutti i giorni col mio birillo


Finché è così niente di male.

Dovrai preoccuparti quando comincerà a risponderti.

Io invece non ci parlo più: ormai si è offeso a morte con me perché non lo porto mai fuori a divertirsi: lui è appassionato di speleologia... sai, quei luoghi cavernosi, bui e umidi... ma è convinto che sia io a non volercelo portare!

Che ne sa un bigolo dei drammatici risvolti di una relazione tra giovani uomini e giovani donne... :rolleyes:





Comunque voler demonizzare il discroso di parlare da soli sarebbe come invalidare il metodo di ripetere ad alta voce una lezione quando si studia...
Sentire la propria voce, soprattutto quando si sta svolgendo una azione in genere, ci rende più presenti ad essa.

naky
18-01-2006, 15.12.57
cut

ma uno così per me è matto http://img12.imageshack.us/img12/4163/3087uy.gif

SuperGrem
18-01-2006, 15.22.52
Dovrai preoccuparti quando comincerà a risponderti.

Salve sono il bigolo di Grem.
Chiariamoci, non ho niente contro di te, però detesto i pregiudizi.
Ora, mi spieghi in base a quale criterio noi piselli non potremmo rispondere? Ecco, vedi, io lo sto facendo.
E ne avremmo di cose da dire... di come ci tenete alla fame per eoni interi, di come ci sbatacchiate qua e là quando vi prende il raptus, o di quanto ci fate sudare con quel vestitino di gomma strettissimo e maleodorante... puah!
Per piacere, rispetta la nostra sensibilità, magari siamo di poche parole, ma abbiamo un io molto complesso!

Di0
18-01-2006, 15.27.29
ma uno così per me è matto http://img12.imageshack.us/img12/4163/3087uy.gif

Fosse quella la cosa peggiore, dormo tranquillamente con i matti.
Già faccio più fatica con quelli che russano a livelli da motosega mal manutenzionata e che, quando entrano in bagno per farsi la doccia, escono dopo 3 secondi praticamente asciutti.
Ma vabbè.

Peter Pan
18-01-2006, 15.34.38
Per piacere, rispetta la nostra sensibilità, magari siamo di poche parole, ma abbiamo un io molto complesso!

Ma che io complesso! Ma smettila!

Ne avrei di cose da dire sul tuo conto... dici di avere un "io" complesso... e poi vai sempre girando con due amici che sono degli emeriti coglioni!
Noiosi a ioda: due palle!

E non sto a sottolineare quanto tu sia cazzone di tuo... perché potresti prenderla come un complimento.
E stai giù... non cominciare a irrigidirti come al tuo solito, gonfiando il petto (e non solo): le dimensioni non contano!

ma che ti sei montato la testa leggendo Freud? Ti devo dare una brutta notizia: "l'invidia di te" non esiste! :sisi:

Se fosse vero che siano le vagine ad essere invidiose di te... com'è sta storia che passi tutta la tua vita cercando di infilarti in una di loro?

Ma andiamo... siamo seri... Che quando parlate voi, ne combinate di macelli!

Non dimentichiamoci che è dalla vostra bocca che sono usciti elementi come Bush! :ihih:

SuperGrem
18-01-2006, 15.37.07
Ecco, visto? Sei contento?
L'hai fatto piangere!
E ora mi devo cambiare le mutande.
:grr:

.Orfeo.
18-01-2006, 15.49.06
Mio fratello è più o meno come l'amico di Di0.
Solitamente dalle 23:30 all'una se non è disturbato tende a camminare avanti e indietro quasi senza fermarsi in cucina oppure in camera sua (Questo a volte lo faccio anch'io :look: ) e confabulando sottovoce.Ho provato più volte a chiedergli che stesse dicendo e sopratutto con chi o cosa stesse parlando, ma mi risponde sempre di farmi i cazzi miei perchè dice che lo voglio prendere in giro.
Insomma a casa mia le malattie mentali viaggiano che è una meraviglia...:asd:

*Lorenzo*
18-01-2006, 15.57.20
Io parlo da solo. I vicini si lamentano perchè uso un megafono. :asd: (cit. Woody Allen. mi sembra)


Anche a me capita. Più che altro mi piace definirlo "pensare a voce alta".
Non vedo nulla di male, è più che altro un modo per ragionare sopra le cose.
Personalmente se vedo un argomento che mi interessa (sul forum, giornali etc...) poi ci ripenso su, e mi immagino cosa potrei dire in un dialogo con un altra persona che la pensa diversamente...

Peter Pan
18-01-2006, 16.05.11
Ecco, visto? Sei contento?
L'hai fatto piangere!
E ora mi devo cambiare le mutande.


Ma... :doubt2:

PietroC90
18-01-2006, 16.17.37
parlare da soli?

http://www.grahovo.net/images/barney_gumble.jpg

Grazie, Rosafante, tu sì che ci sei sempre quando ho bisgono di te!

MIKELE88
18-01-2006, 16.52.11
Sei pazzo! :|


:roll3:


No scherzo, anche a me capita, però solo a livello mentale :sisi:

Peter Pan
18-01-2006, 16.59.14
Quindi sei pazzo a livello mentale?

MIKELE88
18-01-2006, 17.07.13
Quindi sei pazzo a livello mentale?



si :|


:mecry:

Di0
18-01-2006, 17.12.46
Poi altri fenomeni sono "parlare agli oggetti".
Il mio pilota preferito parla al suo aliante mentre atterriamo (ma lui non è pazzo, è solo da :hail: perché è un grande).
Solo che ti avverte prima:"Guarda, ora se mi senti parlare all'aliante è tutto normale, faccio sempre così".
Poi lo senti lì "Dai, su, bello. No, a destra. Ora raddrizzati, braaavo, su un po' il muso da bravo... ok... no no no, ecco! dai!"
Oppure c'è chi parla agli armadi aperti, asfissiando pure loro coll'interminabile monologo dal titolo "Cosa mi metto stasera" (soprattutto donne...).
Insomma l'elenco di deviazioni mentali potrebbe andare avanti a lungo, ma purtroppo per voi devo andare a bruciare quella casa di cui mi parla sempre il leprocauno qui a fianco.
"Come dici? Devono morire? COn l'accetta? Ah, ok."

azanoth
18-01-2006, 17.15.54
si :|


:mecry:

Stai su:sarebbe stato peggio a livello intestinale;)

MIKELE88
18-01-2006, 17.18.51
Stai su:sarebbe stato peggio a livello intestinale;)


intendi alla ZioLucas? :asd:

lord_of_chaos
18-01-2006, 20.12.25
A me capita di fare dei lunghi monologhi con una persona reale o di parlare con me stesso e fare il "botta e risposta",ma non mi è mai capitato di farlo ad alta voce.

Mi sono domandato il motivo di tale comportamento,mi sono autorisposto che potrebbe essere collegato ad un bisogno di avere la persona interessata che mi ascolti oppure capita quando voglio sviluppare un pensiero più o meno complesso

ding
18-01-2006, 20.36.59
quanti di voi hanno visto scrubs e si sono rivisti in JD mentre parla e si immagina tutto? :asd:

vi è mai capitato di farlo? spero per voi di no... è una cosa traumatizzante :look:



:asd:

nageki
18-01-2006, 20.46.50
Ding non penso sia peggio di Peter e Grem che si intrattengono a dialogare con il loro amichetto :look:

Strasbuli
18-01-2006, 20.50.39
2 paroline capitano anche a me, ma le conversazioni di 20 minuti no, non sono pazzo io! :sisi:

Devo andare, mi spetta la mia dose di Prozac.

Peter Pan
18-01-2006, 21.11.18
Ding non penso sia peggio di Peter e Grem che si intrattengono a dialogare con il loro amichetto



Grem se mai... io non ho l'abitudine di vedermela con quelli più piccoli di me :roll:

SuperGrem
18-01-2006, 21.15.01
io non ho l'abitudine di vedermela con quelli più piccoli di me :roll:

http://digilander.libero.it/the_writer/B/b35.gif

bounty
18-01-2006, 21.24.02
io non riescoa distinguere se parlo o penso,sò che faccio le smorfie con la faccia e a volte alzo le mani come per gesticolare,come se avessi qualcuno davanti e fossi in casa mia,ma invece magari sono a portare fuori il cane o cammino e sono completamente assorto nei pensieri tanto che quando mi si alzano le mani è come se mi svegliassi...però la gente guarda male:mumble:

ding
18-01-2006, 22.14.13
Ding non penso sia peggio di Peter e Grem che si intrattengono a dialogare con il loro amichetto :look: dici? in quel caso almeno sei in intimità :look:

immaginati la scena alla JD: mucchio di gente, stai parlando.. a un certo punto vedi uno che si estranea e che guarda in alto ridacchiando...


è pessimo :asd:


ed è ancora peggio essere quel "uno" :look:

Mister X
18-01-2006, 22.31.41
Venti minuti assolutamente no. Io di solito parlo da solo quando sono in situazioni problematiche (una volta ho parlato - rispondendomi anche - per 5 minuti da solo durante un tragitto in bici). In situazioni normali mi interrogo costantemente - anche rispondendomi - ma tutto questo avviene a livello mentale.
Invece molto spesso mi capita di offendermi da solo.


io non riescoa distinguere se parlo o penso
Anche se non sono ferrato sull'argomento, non credo che sia un buon segno.

SuperGrem
19-01-2006, 01.21.43
il mio bigolo dice che siete tutti fuori di melone

Peter Pan
19-01-2006, 01.42.04
Ding non penso sia peggio di Peter e Grem che si intrattengono a dialogare con il loro amichetto


Sarà pure nostro amichetto... ma alla fine siete voi donne che vi ci divertite da matte con "lui"... :sisi:

Ci sarà un motivo se il mitico Willy Pasini l'ha definito: il migliore amico delle donne

come si spiega sto fatto? :sagace:

_Enza_
19-01-2006, 04.09.58
Ci sarà un motivo se il mitico Willy Pasini l'ha definito: il migliore amico delle donne

come si spiega sto fatto? :sagace:

mah... non lo so come si spiega... però per chi ha problemi di comuniCAZZIone (http://comunicazzione.splinder.com/) con il suo coso... c'è il blog apposito :sisi:

angelheart
19-01-2006, 06.26.43
cut

ti prego cambia avatar :mecry: fallo per me.

destino
19-01-2006, 11.59.10
mah... non lo so come si spiega... però per chi ha problemi di comuniCAZZIone (http://comunicazzione.splinder.com/) con il suo coso... c'è il blog apposito :sisi:

enza ma tutti i blog del mondo li conosci tu? :look:

questo scommetto lo tieni in preferiti :sisi:

Quaro.
19-01-2006, 12.45.17
enza ma tutti i blog del mondo li conosci tu? :look:

questo scommetto lo tieni in preferiti :sisi:

:asd:

O magari come pagina iniziale... :asd:

.Orfeo.
19-01-2006, 14.10.30
ti prego cambia avatar :mecry: fallo per me.
Ma mi sta troppo bene.:|
Anzi, lui sta troppo bene.:|

bounty
19-01-2006, 15.28.51
Anche se non sono ferrato sull'argomento, non credo che sia un buon segno.
nn so,è che parto sicuramente sempre col pensare,ma poi non se se continuo parlando oppure no :asd:

uizz
19-01-2006, 15.55.07
Da solo? Quando studio ripeto i concetti a me stesso...sì e poi anche quando videogioco...e quando la casa è vuota, certe volte parlo a voce alta con me stesso per "riempirla", ma robe del tipo: questo va' qui, ok adesso faccio questo, ecc...:p

Eowyn.
19-01-2006, 23.21.45
Mi immagino spesso dialoghi e discorsi con altre persone, ma raramente lo faccio ad alta voce, un po' perché ciò mi impedirebbe di farlo negli ambienti con gli altri (su un treno, in una'utobus, durante una riunione inutile e noiosa, ...) un po' perché la mia voce mi "sveglierebbe" dal mio quasi sognare.
Anch'io :)

L'interlocutore di solito è un mio amico e "quale" amico dipende dal periodo. Ho parlato per mesi ad un compagno di scuola senza che lui lo sapesse. :notooth:
Il "problema" è che, a volte, sono gli interlocutori ad iniziare il dialogo :look: In pratica immagino quello che mi direbbe in un dato momento e io rispondo :|



Salve sono il bigolo di Grem.
Chiariamoci, non ho niente contro di te, però detesto i pregiudizi.
Ora, mi spieghi in base a quale criterio noi piselli non potremmo rispondere? Ecco, vedi, io lo sto facendo.
E ne avremmo di cose da dire... di come ci tenete alla fame per eoni interi, di come ci sbatacchiate qua e là quando vi prende il raptus, o di quanto ci fate sudare con quel vestitino di gomma strettissimo e maleodorante... puah!
Per piacere, rispetta la nostra sensibilità, magari siamo di poche parole, ma abbiamo un io molto complesso!


Ecco, visto? Sei contento?
L'hai fatto piangere!
E ora mi devo cambiare le mutande.http://digilander.libero.it/mpezzot/malol.gif
Oddio spooooooosaaaaaaaaaaaamiiiiii!!!! :roll3:



quanti di voi hanno visto scrubs e si sono rivisti in JD mentre parla e si immagina tutto? :asd::look:














Eccomi
:notooth:

Di0
19-01-2006, 23.26.42
Se poi si parla di immaginare, io sono un maestro.

A scuola o dormo o immagino.
Cosa immagino?

Film, tutto il tempo. Mi faccio scene mentali di come girerei alcune sequenze di alcuni film, inquadrature, movimenti di camera, battute.
Sì, lo ammetto: magari se è un film d'azione guardo l'ambiente circostante e penso a come lo utilizzerei.
Mi ero dimenticato di dirvelo. Comunque nessuno se ne accorge: sembro solo "fortemente sovrappensiero".

Quaro.
19-01-2006, 23.31.09
Io parlo sempre da solo, ma sempre, e molte volte ho fatto figure da chiodo perchè mi hanno sgamato... ma sono pazzo e sinceramente non ho voglia di porvi rimedio :D

Fabio
19-01-2006, 23.49.52
Film, tutto il tempo. Mi faccio scene mentali di come girerei alcune sequenze di alcuni film, inquadrature, movimenti di camera, battute.

Questo a me capita sia ascoltando canzoni (di cui creo immaginari video musicali), sia con Motherless Town (oltre al film, però, ho pure tutto il backstage, le interviste promozionali e la premiere in mente :asd: ).

Di0
20-01-2006, 00.26.29
Bill, ma io mi immagino proprio scene di un film "mio". Comunque si sa, io e te siamo malati forte e chiaro.

Comunque, me ne esco con questa citazione a riguardo, assolutamente in tema, autorevole, geniale, azzeccata: insomma, pefetta!



'What? In riddles?' said Gandalf. 'No! For I was talking aloud to myself. A habit of the old: they choose the wisest person
present to speak to; the long explanations needed by the young are wearying.' He laughed, but the sound now seemed warm and
kindly as a gleam of sunshine.


Devo anche tradurre per qualcuno, per favore, non fatemelo fare ;)

Wizpig
20-01-2006, 00.30.16
Parlo tra me e me in Inglese, solitamente. (Se non si capisse, sono serio)

Wizpig
20-01-2006, 00.37.19
Il problema è che lo faccio in Inglese. :asd:
Azz, e io che pensavo di essere un fenomeno da baraccone.

























Siamo due!

Fabio
20-01-2006, 00.57.21
Bill, ma io mi immagino proprio scene di un film "mio". Comunque si sa, io e te siamo malati forte e chiaro.

E perchè, Motherless Town che cos'è, scusa? :asd:

funazza
20-01-2006, 03.53.07
E perchè, Motherless Town che cos'è, scusa?
cos'é? il progetto per un tuo film?

Fabio
20-01-2006, 10.15.41
cos'é? il progetto per un tuo film?

Consiglio un search sul forum. :D

aciddeath
20-01-2006, 13.55.10
:mumble:
ha mica detto qualcosa .Orfeo. ??! :doubt:

Di0
20-01-2006, 13.56.47
Consiglio un search sul forum. :D

Il Search è disabilitato dalla nostra carta igenica preferita. :teach:

stan
20-01-2006, 13.58.18
Consiglio un search sul forum. :D

Peccato che non funge...

Fabio
20-01-2006, 14.45.52
Peccato che non funge...

Lo fai a mano. :asd:

funazza
20-01-2006, 16.12.14
Lo fai a mano. vabbé, posso anche resistere...:asd:

angelheart
20-01-2006, 17.16.32
Ma mi sta troppo bene.:|
Anzi, lui sta troppo bene.:|

appunto! :mecry:

Di0
20-01-2006, 17.41.56
Comunque, Bill, per le scene d'azione a volte includo anche la SoundTrack.
Dovrei provare a aggiungere, oltre alle OST, anche la traccia con commento del regista. :asd:

Fabio
20-01-2006, 18.10.10
Comunque, Bill, per le scene d'azione a volte includo anche la SoundTrack.
Dovrei provare a aggiungere, oltre alle OST, anche la traccia con commento del regista. :asd:

Come se io non ci avessi già pensato. :asd: