PDA

Visualizza versione completa : Sporco N... ( non riesco a dirlo)



Gilgalad85
06-12-2005, 18.49.17
Cosa cosa per la cassazione dire Sporco Negro non è un espressione razzista?

Ma in che cavolo di paese viviamo?

1° dire Negro è Razzista si dice nero come noi siamo detti Bianchi
2° Sporco secondo è e un aggettivo dispreggiativo

A sentire queste cose mi vien da odiare L'italia

Phoenix_CH
06-12-2005, 18.51.42
Sporco negro..... non e' difficile da dire ;) ...

cosa vorresti fare ad uno che dice a un niggaz "sporco negro!" dargli l'ergastolo?

P.S : non e' cosi solo in italia .

elfebo
06-12-2005, 18.53.27
beh oddio,e' un interpretazione storica quella che noi diamo alla frase.
a tutti gli effetti se ti dicessero "sporco bianco", non credo andresti a denunciare il tipo per offese...altrimenti sarebbe punibile anche "bastardo", visto che bastardo e' un incrocio tra due razze, quindi sempre un "impuro".

Gilgalad85
06-12-2005, 18.53.40
il titolo l' ho fatto così per far capire quanto brutta sia quella parola

SIAMO TUTTI UGUALI

hackboyz
06-12-2005, 18.54.58
SIAMO TUTTI UGUALI
No, loro ce l'hanno più lungo (in genere) :asd:

Quaro.
06-12-2005, 18.57.19
Se mi dicessero sporco biamco gli tirerei minimo un pugno...

ding
06-12-2005, 18.58.53
se vuoi essere pignolo allora si dice "di colore", non "nero" :asd:

elfebo
06-12-2005, 18.58.55
infatti, magari fossi io uno "sporco negro"

a) non devono farsi lampade.
b) non si scottano a mare.
c) ce l'hanno piu' lungo.
d) sono geneticamente messi meglio dei bianchi.
e) accumulano meno grasso.
f) hanno piu' fibre bianche.
g) fanno trend tra le femmine ormai.
h) fanno piu' paura quando sono muscolosi.

si insomma, l'unica cosa peggio dei bianchi e' che a nuoto sono proprio scarsi....si insomma, nuotano una merda, per genetica :sisi:

Gilgalad85
06-12-2005, 18.59.36
No, loro ce l'hanno più lungo (in genere) :asd:


questi sono dettagli :asd:

hackboyz
06-12-2005, 19.07.48
Comunque in generale per me negro da solo non ha necessariamente connotati razzisti (al di là dell'origine storica o meno).

"Sporco negro" invece è diverso perchè generalizza e proprio i due termini accostati tra loro rendono l'espressione razzista (come per dire sei nero = sporco = siete tutti sporchi) ... non so se ho reso l'idea

In definitiva non sono d'accordo con questa decisione della Corte...

Comunque bisognerebbe leggere la sentenza e vedere il contesto

follettomalefico
06-12-2005, 19.11.02
Concordo con Hack: parlare senza sapere il contesto è un po' tempo perso. Qual è la sentenza? In che contesto?


Senza di questo è inutile anche solo iniziare a discutere.

Phoenix_CH
06-12-2005, 19.16.02
infatti, magari fossi io uno "sporco negro"

a) non devono farsi lampade.
b) non si scottano a mare.
c) ce l'hanno piu' lungo.
d) sono geneticamente messi meglio dei bianchi.
e) accumulano meno grasso.
f) hanno piu' fibre bianche.
g) fanno trend tra le femmine ormai.
h) fanno piu' paura quando sono muscolosi.

si insomma, l'unica cosa peggio dei bianchi e' che a nuoto sono proprio scarsi....si insomma, nuotano una merda, per genetica :sisi:


:tsk: l'unico motivo per cui potrei invidiare uno di quelli e' per il fatto che a loro i completi griffati stanno su da dio.....

Vedi DMX :metal:

Di0
06-12-2005, 19.20.05
@Elfebo: si scottano anche loro...

@ utto il resto: si è definito l'insulto "sporco negro" come un generico insulto e non come una specifica offesa razzista, cosa che avviene solo qualora si attuino altri generi di discriminazioni.

Dice solo che è un'offesa come un'altra, è come se do del figlio di putt@na a uno e sua madre mi cita per diffamazione!

Gilgalad85
06-12-2005, 19.20.10
Ecco l' articolo come da voi richiesto

Sporco negro" non è razzismo
Per Cassazione è semplice ingiuria

Secondo la Suprema Corte, dire "sporco negro" non sempre denota razzismo e quindi l'insulto può essere configurato come ingiuria semplice. Per la Cassazione l'espressione potrebbe manifestare una "generica antipatia, insofferenza o rifiuto" per chi appartiene a una razza diversa. Secondo i giudici "sporco negro" non costituisce un'aggravante dell'odio razziale e come tale è perseguibile solo come querela di parte.
(Infophoto)

L'occasione per pronunciarsi in merito la Suprema Corte l'ha colta accogliendo il ricorso di Davide P. (25 anni), condannato sia in primo che in secondo grado dal Tribunale e dalla Corte di Appello di Trieste per rissa aggravata, lesioni volontarie aggravate e ingiurie aggravate. Insieme ad altri, il ragazzo aveva aggredito alcune ragazze colombiane dicendo "sporche negre, cosa fanno queste negre qua".

La Cassazione ha accolto la tesi avanzata dall'avvocato Businello, difensore dell'imputato, annullando la parte della condanna relativa all'ingiuria aggravata. Per i giudici della suprema Corte l'aggravante dell'ingiuria razziale scatta solo se le parole sono "potenzialmente idonee" a "suscitare in altri il riprovevole sentimento dell'odio o a dare luogo, in futuro o nell'immediato, al concreto pericolo di comportamenti discriminatori per ragioni di razza, etnia, nazionalità o religione". Non si può infatti qualificare "sic e simpliciter" - conclude Piazza Cavour - "come odio, qualsiasi sentimento o manifestazione di generica antipatia, insofferenza o rifiuto solo perché riconducibili a motivazioni (per quanto censurabili esse possano essere ritenute) attinenti alla razza, all'etnia, o alla religione".

Insomma, o c'è "vero odio" nelle parole pronunciate, oppure dire "sporco negro" non è altro che un insulto come un altro, rivolto a qualcuno esclusivamente per antipatia.

Fonte TGcom

Raziel7
06-12-2005, 19.37.12
Contesto o non contesto la frase "Sporco Negro" è offensiva e basta, punto.
Purtroppo nel frasario comune della genta anche la sola parola negro è comunemente utilizzata anche in senso non offensivo. Qualche volta la uso anche io in senso non offensivo perchè sono ormai abituato ad usare questa parola.

Gilgalad85
06-12-2005, 19.44.58
Contesto o non contesto la frase "Sporco Negro" è offensiva e basta, punto.
Purtroppo nel frasario comune della genta anche la sola parola negro è comunemente utilizzata anche in senso non offensivo. Qualche volta la uso anche io in senso non offensivo perchè sono ormai abituato ad usare questa parola.


FINALMENTE uno che mi da ragione

Alex64
06-12-2005, 19.56.41
se vuoi essere pignolo allora si dice "di colore", non "nero" :asd:
di colore negro

Chrean
06-12-2005, 19.56.58
Negro in realtà significa soltanto "nero"... E' l'accezione che viene ormai data a questo vocabolo che lo rende dispregiativo. Dire "negro" in italiano non è la stessa cosa che dire "nigger" in inglese, ma ormai non ha senso parlare di etimologia quando conta l'intenzione più che la parola...

Raziel7
06-12-2005, 20.10.17
Ma che ti sei fumato?! :doubt:
Negro non è come dire nero in senso stretto. Negro è il senso offensivo per definire una persona di colore, punto e basta.

Phoenix_CH
06-12-2005, 20.18.11
Contesto o non contesto la frase "Sporco Negro" è offensiva e basta, punto.
Purtroppo nel frasario comune della genta anche la sola parola negro è comunemente utilizzata anche in senso non offensivo. Qualche volta la uso anche io in senso non offensivo perchè sono ormai abituato ad usare questa parola.



Ma che si a offeniva come frase , in qualsiasi contesto, non lo si mette di certo in dubbio. Pero' che sia punibile giuridicamente mi pare una stronzata, quindi la decisione presa dalla cassazione e' ...... "giusta"


Ora potete lanciarmi le pietre.

Di0
06-12-2005, 20.18.39
No. Solo per la nostra sensibilità. Una volta era usato e basta.
Comunque non discutiamone: l'offesa c'è stata eccome,il fatto è che non era razzista "nello specifico".
Ripeto: è come se... vabbè, non ripeto.

EDIT: certo che, miseria, dirlo a delle ragazze... avesse almeno detto sporco negro ad un armadio di 190cmX100kg, allora aveva pure la mia solidarietà...

Raziel7
06-12-2005, 20.22.14
...Ora potete lanciarmi le pietre.
No no, che lanciarti le pietre, il punto è un altro secondo me. Ci sono molte offese piuttosto soggettive che in molti processi sono state punite, allora io mi domando, non si può punirne una e lasciare l'altra di libero utilizzo, o le si punisce tutte o non le si punisce mai.

Da parte mia penso, che non debbano essere punite in fin dei conti.

Di0
06-12-2005, 20.23.16
sì, raziel. l'offesa sarà punita (dall'ordine costuito...), ma la sottile differenza è:
offesa generica: reato civile (multa)
comportamento razzista: reato penale.

ehhhh.

Raziel7
06-12-2005, 20.26.56
Si questo era chiaro, infatti mi riferivo solo ad una punizione di tipo penale. Nessuna offesa di questo tipo (cioè razzista) ne di altri tipi vanno puniti con reato penale. Ora penso sia chiaro il mio concetto.

lateralus83
06-12-2005, 20.32.56
f) hanno piu' fibre bianche.

:eek2: Non sapevo che la quantità di fibre variasse a seconda della pigmentazione...

Comunque concordo con Gilgalad85

azanoth
06-12-2005, 20.35.05
Secondo me non siamo uguali: gli afro-americani sono nettamente superiori ai bianchi e in moltissime cose...quelli sviluppavano il Jazz,un linguaggio complesso e infinito mentre qua in itaglia se stavano con faccetta nera e l'autoindulgenza melodica verdiana...il tipico razzismo di matrice bianca,in fondo,proviene dalla pura invidia.

Alceo
06-12-2005, 20.38.39
Ricapitoliamo: secondo la cassazzione "sporco negro" non è altro che un insulto come un'altro e il fatto che sia stato urlato contro delle ragazze colombiane ("sporche negre, cosa fanno queste negre qua") non denota quindi razzismo.

Sarà, ma io non riesco a immaginarmi lo stesso aggressore che si rivolge a me dicendomi "sporco negro, cosa ci fa qua questo negro"?

Di0
06-12-2005, 20.38.57
sì: quello che dice azanoth l'ho sempre pensato anche io.
ascoltate un nero che fa del blues: e poi ditemi se siamo uguali a loro.

Però credo che l'aver dato del "negro" non costituisca una particolare aggravante all'insulto, se non fosse che mi fa proprio schifo una persona che lo dice a delle ragazze senza possibilità di difendersi e reagire.

follettomalefico
06-12-2005, 20.40.18
Contesto o non contesto la frase "Sporco Negro" è offensiva e basta, punto.
Purtroppo nel frasario comune della genta anche la sola parola negro è comunemente utilizzata anche in senso non offensivo. Qualche volta la uso anche io in senso non offensivo perchè sono ormai abituato ad usare questa parola. Contesto o non contesto fa una gran bella differenza, invece.


E la Cassazione, come si evince anche da quel parziale articolo, dice chiaramente che la frase non costituisce necessariamente "ingiuria razziale". Ovvero, può esserlo come può non esserlo.

E ha perfettamente ragione, nonostante tutti i moralismi che vogliate montarci sopra.


Quindi, again, la Cassazione ha perfettamente ragione nella sua sentenza ed è stata precisa e puntuale nel suo giudizio.

Trovo invece deplorevole -ancora una volta- l'uso senzazionalistico di una notizia.

blamecanada
06-12-2005, 20.43.18
1° dire Negro è Razzista si dice nero come noi siamo detti Bianchi
I bianchi sono detti anche caucasici (o caucausoidi).
I neri sono anche detti negri (o negroidi).
Ah, niger in latino significa "nero".
Niger (il fiume) e Nigeria provengono dalla stessa radice...

In Italiano negro non era dispregiativo, e non corrisponde all'inglese "nigger".

Nigger in Italiano andrebbe tradotto con "negraccio".


se vuoi essere pignolo allora si dice "di colore", non "nero" :asd:
Secondo me la definizione "di colore" cela del razzismo: infatti se negro (che a mio avviso non è razzista, anche se oggigiorno è sentito come tale) e nero sono delle caratteristiche somatiche "a sé stanti", "di colore" diventa un paragone con i bianchi, un distinguere tra "bianchi" e "non bianchi", cosa che ha un'evidente accezione discriminatoria.


Ma che ti sei fumato?! :doubt:
Negro non è come dire nero in senso stretto. Negro è il senso offensivo per definire una persona di colore, punto e basta.
Eccolo il sapiente del forum, dicci, in quale università insegni? :asd:

Sei ne la terra fredda,
Sei ne la terra negra;
Né il sol piú ti rallegra
Né ti risveglia amor.

Mi dica professore, in questi versi Carducci intendeva offendere la terra? :asd:.

Negro in italiano è cominciato a sembrare dispregiativo quando i traduttori di film americani hanno iniziato a tradurre "nigger" con "negro".

Alceo
06-12-2005, 20.43.31
:eek2: Non sapevo che la quantità di fibre variasse a seconda della pigmentazione...

Dubito vi sia un legame tra la pigmentazione della pelle e le fibre muscolari. Sono più probabilmente due caratteristiche separate sviluppate da uno stesso gruppo di esseri umani.

blamecanada
06-12-2005, 20.46.16
Secondo me non siamo uguali: gli afro-americani sono nettamente superiori ai bianchi e in moltissime cose...quelli sviluppavano il Jazz,un linguaggio complesso e infinito mentre qua in itaglia se stavano con faccetta nera e l'autoindulgenza melodica verdiana...il tipico razzismo di matrice bianca,in fondo,proviene dalla pura invidia.
Non sono d'accordo.

1) Innanzitutto gli afro-americani non sono differenti dagli africani, quindi il tuo discorso non ha senso.

2) non è che la musica sia stata inventata col Jazz.

3) Comunque anche i bianchi derivano dai negri, secondo alcune recenti scoperte pare che siamo tutti figli della stessa Eva genetica (sono state rilevate analogie tra il DNA mitocondriale delle popolazioni europee, africane ed altre... fate una ricerca se l'argomento v'interessa).

Phoenix_CH
06-12-2005, 20.54.12
3) Comunque anche i bianchi derivano dai negri



Evoluzione I Love You :asd: .......... no dai scherzo e' una battutaccia a cui non ho resistito :asd: :angel2:

Di0
06-12-2005, 20.55.27
d'accordissimo con Blame per quanto riguarda la spiegazione etimologica. (azzeccatissimo l'esempio!)

concordo con la comune radice genetica (da cui poi noi ci siamo differenziati diversamente).

ma per quanto riguarda la musica, ah no, lì non ci siamo: i neri hanno dato l'80% della musica che ascoltiamo adesso.

solo la musica classica si salva!

lateralus83
06-12-2005, 21.05.51
ma per quanto riguarda la musica, ah no, lì non ci siamo: i neri hanno dato l'80% della musica che ascoltiamo adesso.

solo la musica classica si salva!

Praticamente l'hanno inventata loro, la musica

blamecanada
06-12-2005, 21.06.08
solo la musica classica si salva!
Giusto ottocento anni di musica, roba da niente eh :asd:.

Indubbiamente il panorama musicale del Novecento è stato monopolizzato dai neri, e la musica "moderna" è frutto dell'evoluzione del blues, grossomodo.
Ovviamente escludo la musica elettronica.

Phoenix_CH
06-12-2005, 21.06.47
solo la musica classica si salva!


penso anke il punk ..... correggimi pure se sbaglio :birra:

Di0
06-12-2005, 21.07.12
Ovviamente escludo la musica elettronica.

si sta parlando di musica, eh!
Comunque, si, dai, non voglio togliere niente a nessuno, solo che ho il debole per alcuni generi e non posso esimermi...

blamecanada
06-12-2005, 21.09.24
penso anke il punk ..... correggimi pure se sbaglio :birra:
Il punk deriva grossomodo dal rock'n'roll, che a sua volta derivava dal blues.

Tra l'altro la distorsione della chitarra (fondamentale nel punk) è stata inventata dal tipo che Di0 ha in avatar, il quale non mi sembra sia scandinavo :asd:.

Alceo
06-12-2005, 21.11.51
Contesto o non contesto fa una gran bella differenza, invece.


E la Cassazione, come si evince anche da quel parziale articolo, dice chiaramente che la frase non costituisce necessariamente "ingiuria razziale". Ovvero, può esserlo come può non esserlo.

Sono d'accordo che l'uso dell'espressione non implichi per forza una manifestazione esplicita di razzismo (per quanto dire "sporche negre, cosa fanno queste negre qua" è decisamente pesante e capisco perché in prima istanza sia stato condannato), ma queste espressioni contengono un razzismo implicito che andrebbe combattuto.
Anche quando non sono forme esplicite di razzismo non andrebbero considerate solo come semplici ingiurie. E' proprio questo loro diventare offese "ordinarie" che mi fa paura.

Del resto nella città di cui si parla, Trieste, il razzismo culturale è molto più radicato che nel resto d'Italia (come in molte altre città di frontiera): quante volte nella mia vita ho sentito l'espressione "sciavo di merda" o ho visto triestini schifati dall'idea di andare a comprare nei negozi "per sciavi". Sono idee radicate che arrivano all'indecenza: un opuscolo dei qui attivissimi fronte della gioventù che ho preso un paio di mesi fa (prendo e leggo sempre tutto) affermava che non ci si può fidare degli accordi firmati con gli sloveni perché "geneticamente portati alla menzogna" (sic!).

Di0
06-12-2005, 21.13.34
Tra l'altro la distorsione della chitarra (fondamentale nel punk) è stata inventata dal tipo che Di0 ha in avatar, che non mi sembra sia scandinavo :asd:.

yeeeep :hail: :hail: :hail:
Lui e jimi marshall. :hail:

Lì c'è tutta la musica, per me: come posso essere razzista, io?

sul punk: affettando, nasce come contestazione all'alternative rock che presentava canzoni da decine di minuti, cercando di riproporre canzoni di immediato impatto da 2-3 minuti.

Maharet
06-12-2005, 21.14.52
[Cuttete]Negro in italiano è cominciato a sembrare dispregiativo quando i traduttori di film americani hanno iniziato a tradurre "nigger" con "negro".

Subscribe in toto.
Fermo restando che, a seconda del contesto (e il contesto e' tutto, imho), con tutta l'eleganza e la belta' che il mio essere femminile mi impone, se mi sentissi tacciare di analogo appellativo, in siffatto frangente, lo sfortunato offensore si beccherebbe una sana ed etimologica capata in bocca :Palka:

blamecanada
06-12-2005, 21.15.22
Lui e jimi marshall. :hail:

A me sembrava fosse Leo Fender...

FALLEN_ANGEL_664
06-12-2005, 21.16.47
Pardon, ora il termine corretto è "fototipo 6". O almeno così si scrive nelle cartelle cliniche (o "giù di lì"...).


Il fatto che l'insulto in sè possa essere o non essere interpretato come offesa razzista o offesa specifica, è a parer mio una sottigliezza burocratica che altro non serve a ridurre la pena al cliente dell'avvocato che l'ha "ideata". Come si distinguerebbe poi la differenza? Andiamo a chiedere al ca**one di turno che spara un «sporco negro» se la sua frase è a sfondo razziale o no? Perchè da quanto o capito, se c'è l'odio allora è razzista se non c'è è una semplice offesa. Scusate, ma l'offesa non nasce dall'odio?

Cit: La Cassazione ha accolto la tesi avanzata dall'avvocato Businello, difensore dell'imputato, annullando la parte della condanna relativa all'ingiuria aggravata. Per i giudici della suprema Corte l'aggravante dell'ingiuria razziale scatta solo se le parole sono "potenzialmente idonee" a "suscitare in altri il riprovevole sentimento dell'odio o a dare luogo, in futuro o nell'immediato, al concreto pericolo di comportamenti discriminatori per ragioni di razza, etnia, nazionalità o religione". Non si può infatti qualificare "sic e simpliciter" - conclude Piazza Cavour - "come odio, qualsiasi sentimento o manifestazione di generica antipatia, insofferenza o rifiuto solo perché riconducibili a motivazioni (per quanto censurabili esse possano essere ritenute) attinenti alla razza, all'etnia, o alla religione".

Bene... e chi lo stabilisce se sono potenzialmente idonee ad offendere la sensibilità di un singolo (o del gruppo a cui lui appartiene)??? Perchè sinceramente, anche se il termine negro non dovrebbe essere classificato razzista, il valore che gli si attribuisce è sufficiente ad offendere una persona.
Mi piace poi il passaggio "non si può qualificare come odio, qualsiasi sentimento o manifestazione di generica antipatia, insofferenza o rifiuto solo perchè riconducibiòi a motivazioni attinenti alla razza, all'etnia, o alla religione". Ma che frase è? Ora si quantifica l'odio espresso da un terzo??? Una manifestazione di generica antipatia, insofferenza o rifiuto se riferito ad una particolare razza, etnia o religione in quel modo consiste in odio razziale. E dire "a me i neri stanno generalmente antipatici" è una cosa, gridare "sporco negro" è tutt'altra cosa.

E come l'episodio che è capitato al collega di una mia amica professoressa: mette un piccone ad un alunno e quello lo manda a quel paese. La cosa finisce in tribunale ed il giudice dichiara che "vai a quel paese" (penso addirittura fosse "vaffanculo") è classificaile come frase di uso comune e come suggerimento al quale il professore può scegliere di non attenersi.

Ma se la corte dice che "sporco negro" se non ha intenzione di offendere la razza allora è punibile al massimo come insulto semplice, allora posso andare a dire ad un prete "sfigato verginello", tanto basta che dopo dichiaro che a parer mio il prete era colpito da sfortuna, che verginello è una parola di uso comune che indica la verginità del singolo. E' tutta brodaglia burocratica.

Attendendo nell'ombra,
FALLEN ANGEL 664

lenina
06-12-2005, 21.17.40
è razzismo...e basta...

Vorrei che non lo fosse...vorrei che dire negro o nero...avesse la stesso senso di dire bianco...che connotasse solo la differente pigmentazione della pelle...stop...

A quel punto non sarebbe razzismo...(per quanto io non ami nessun ingiuria e non le usi)

Per ora lo è perchè viene detto nel 90% dei casi con l'intenzione di insultare la persona non per quello che ha fatto ma per la "razza" a cui appartiene.

Riguardo le capacità sportive...è un discorso molto lungo, molto complesso, e molto OT ci vorrebbe un lungo post a parte per spiegare il tutto...

Di0
06-12-2005, 21.20.50
A me sembrava fosse Leo Fender...

ouì! sì sì... mi sa proprio che hai ragione tu... già già!
cappella mia.

ma confermo, jimi marshall: :hail:

Maharet
06-12-2005, 21.23.15
Praticamente l'hanno inventata loro, la musica

Ma scherziamo? :maddeche:
Esistono millanta generi musicali, ognuno indissolubilmente legato alla cultura dalla quale deriva.
Nei secoli dei secoli, amen ;)

FALLEN_ANGEL_664
06-12-2005, 21.25.38
Del resto nella città di cui si parla, Trieste, il razzismo culturale è molto più radicato che nel resto d'Italia (come in molte altre città di frontiera): quante volte nella mia vita ho sentito l'espressione "sciavo di merda" o ho visto triestini schifati dall'idea di andare a comprare nei negozi "per sciavi". Sono idee radicate che arrivano all'indecenza: un opuscolo dei qui attivissimi fronte della gioventù che ho preso un paio di mesi fa (prendo e leggo sempre tutto) affermava che non ci si può fidare degli accordi firmati con gli sloveni perché "geneticamente portati alla menzogna" (sic!).

Oh, bhe... si, qui a Trieste c'è spesso antipatia ingiustificata che gira. Sia da una parte che dall'altra. A volte addirittura odio. Ma non facciamo di tutta l'erba un fascio... non siamo mica un covo di razzisti... la mia bella Trieste :Palka:...

Attendendo nell'ombra,
FALLEN ANGEL 664

azanoth
06-12-2005, 21.26.11
Non sono d'accordo.

1) Innanzitutto gli afro-americani non sono differenti dagli africani, quindi il tuo discorso non ha senso.

2) non è che la musica sia stata inventata col Jazz.




Secondo me non siamo uguali: gli afro-americani sono nettamente superiori ai bianchi e in moltissime cose...quelli sviluppavano il Jazz,un linguaggio complesso e infinito mentre qua in itaglia se stavano con faccetta nera e l'autoindulgenza melodica verdiana...il tipico razzismo di matrice bianca,in fondo,proviene dalla pura invidia.

C'è scritto questo?Non mi pare,ho detto sviluppavano,tu l'hai buttata sulla scoperta antropologica della Musica,io ho circoscritto l'area al 900 e tu capisti cazzi pi mazzi.

Il discorso del partire dagli afro-americani è un paragone come un'altro,se leggi il senso del discorso stando a pesare le singole cose perdi il filo e un nni capiemu;)

blamecanada
06-12-2005, 21.35.04
Bene... e chi lo stabilisce se sono potenzialmente idonee ad offendere la sensibilità di un singolo (o del gruppo a cui lui appartiene)??? Perchè sinceramente, anche se il termine negro non dovrebbe essere classificato razzista, il valore che gli si attribuisce è sufficiente ad offendere una persona.
Su questo sono d'accordo. Il problema non è che la parola "negro" sia razzista. Il problema è che dire "sporco negro" ha quasi sempre intenti razzisti. [E qui si potrebbe discutere sulle eccezioni, ma il discorso sarebbe assai astratto, e privo di utilità pratica].


C'è scritto questo?Non mi pare,ho detto sviluppavano,tu l'hai buttata sulla scoperta antropologica della Musica,io ho circoscritto l'area al 900 e tu capisti cazzi pi mazzi.

Il discorso del partire dagli afro-americani è un paragone come un'altro,se leggi il senso del discorso stando a pesare le singole cose perdi il filo e un nni capiemu
Non ci siamo intesi ;). Io non la volevo buttare sulla "scoperta antropologica della musica" (che probabilmente risale al neolitico), volevo solo dire che i neri hanno inventato il Jazz, ma anche i bianchi hanno inventato un sacco di cose :).

Generalizzare è sempre sbagliato, comunque. (E questa è un'altra generalizzazione :asd: ).

Alceo
06-12-2005, 21.38.03
Oh, bhe... si, qui a Trieste c'è spesso antipatia ingiustificata che gira. Sia da una parte che dall'altra. A volte addirittura odio. Ma non facciamo di tutta l'erba un fascio... non siamo mica un covo di razzisti... la mia bella Trieste :Palka:...

Una curiostià, Fallen, da piccolo (o magari ancora da grande) hai mai usato l'espressione brutto sciavo o sciavo di merda? Tu o i tuoi avete mai fatto compere nei negozi di vestiti di fine via Valdirivo/ zona via Trento prima di cinque anni fa?

Ovvio che Trieste non è tutta un covo di razzisti, ma è difficile per chi non conosce città di frontiera con una storia così particolare capire come il razzismo possa radicarsi nella mentalità.
Per fortuna che con la caduta del muro di Berlino e soprattutto l'aumento della ricchezza nella ex Jugoslavia (e soprattutto degli Sloveni) molta di questa mentalità stia morendo da sè.

.Imrahil
06-12-2005, 21.38.40
Non comprendo la sentenza della Cassazione: se quello non è un epiteto razzista, cosa lo è?
Ah, Phoenix, non so in Svizzera, ma qui esiste anche il semplice reato di ingiuria.

FALLEN_ANGEL_664
06-12-2005, 22.06.01
Una curiostià, Fallen, da piccolo (o magari ancora da grande) hai mai usato l'espressione brutto sciavo o sciavo di merda? Tu o i tuoi avete mai fatto compere nei negozi di vestiti di fine via Valdirivo/ zona via Trento prima di cinque anni fa?

Rispondo in PM per non appesantire o deviare la discussione :birra: :).

Attendendo nell'ombra,
FALLEN ANGEL 664

Phoenix_CH
06-12-2005, 22.08.45
Non comprendo la sentenza della Cassazione: se quello non è un epiteto razzista, cosa lo è?
Ah, Phoenix, non so in Svizzera, ma qui esiste anche il semplice reato di ingiuria.



Mi pare che anche qui ci sia una roba simile, cmq io personalmente la reputo una stronzata. punti di vista...

[OT] Qui ultimamente e' aumentato il numero di individui di colore, i giovani di colore che girano qui, quelli si che li detesto, ma non perche' neri, ma per il loro modo di fare.... penso che cio' non sia calcolabile come razzismo.....

.Imrahil
06-12-2005, 22.22.06
Mi pare che anche qui ci sia una roba simile, cmq io personalmente la reputo una stronzata. punti di vista...

[OT] Qui ultimamente e' aumentato il numero di individui di colore, i giovani di colore che girano qui, quelli si che li detesto, ma non perche' neri, ma per il loro modo di fare.... penso che cio' non sia calcolabile come razzismo.....
Bhe certo, se non ci fosse una legge simile chiunque potrebbe insultare chiunque senza essere minimamente toccato dalla Legge; inoltre, non vedo perchè individui che hanno comportamenti diversi dai tuoi (come dargli torto :asd: ) dovrebbero essere o insultati o cacciati, o entrambi.

Klaud
06-12-2005, 22.36.28
Cosa cosa per la cassazione dire Sporco Negro non è un espressione razzista?

Ma in che cavolo di paese viviamo?

1° dire Negro è Razzista si dice nero come noi siamo detti Bianchi
2° Sporco secondo è e un aggettivo dispreggiativo

A sentire queste cose mi vien da odiare L'italia
Magari leggiamo insieme la sentenza.

Kiara
06-12-2005, 22.38.04
infatti.pretendo di esser chiama caucasica.quindi chiamatemi stronza di una caucasica se proprio mi dovete chiamare stronza.

Phoenix_CH
06-12-2005, 22.38.30
Bhe certo, se non ci fosse una legge simile chiunque potrebbe insultare chiunque senza essere minimamente toccato dalla Legge; inoltre, non vedo perchè individui che hanno comportamenti diversi dai tuoi (come dargli torto :asd: ) dovrebbero essere o insultati o cacciati, o entrambi.


mica ho detto che li insulto o che li caccio, piuttosto me ne vado io, per non averli vicino dato che mi fanno salire il nervoso.....

poi va beh, se uno qualsiasi mi viene addosso accidentalmente me la prendo in maniera differente che se uno di quelli mi viene addosso sempre accidentalmente....

Alceo
06-12-2005, 22.40.23
poi va beh, se uno qualsiasi mi viene addosso accidentalmente me la prendo in maniera differente che se uno di quelli mi viene addosso sempre accidentalmente....

:mumble:

abcweb
06-12-2005, 22.42.38
se vuoi essere pignolo allora si dice "di colore", non "nero" :asd:
Beh, a dire il vero ho sempre pensato che usare l'espressione "di colore" sia assolutamente razzista.

Phoenix_CH
06-12-2005, 22.43.13
:mumble:

era un esempio pratico di come possano i miei atteggiamenti cambiare a dipendenza della persona anke se nel medesimo contesto ....

FALLEN_ANGEL_664
06-12-2005, 22.44.49
:mumble:

Traduzione: se un tizio qualunque mi dà fastidio assumo un comportamento diverso da quello che assumerei se un nero mi desse fastidio.

Esatto?

Attendendo nell'ombra
FALLEN ANGEL 664

Phoenix_CH
06-12-2005, 22.48.02
Traduzione: se un tizio qualunque mi dà fastidio assumo un comportamento diverso da quello che assumerei se un nero mi desse fastidio.

Esatto?

Attendendo nell'ombra
FALLEN ANGEL 664

75% tru, ovviamente non con tutti i neri, perche' saro' piuttosto razzista, ma non faccio di tutta l'erba un fascio....

Klaud
06-12-2005, 22.48.14
Secondo me non siamo uguali: gli afro-americani sono nettamente superiori ai bianchi e in moltissime cose...quelli sviluppavano il Jazz,un linguaggio complesso e infinito mentre qua in itaglia se stavano con faccetta nera e l'autoindulgenza melodica verdiana...il tipico razzismo di matrice bianca,in fondo,proviene dalla pura invidia.
1) Non mi risulta che la musica italiana sia solo verdismo e Faccetta nera... Per eguale approssimazione potrei contestarti che in Francia avevano Debussy mentre i neri suonavano ancora i bonghi :asd:
2) Beh, ora non esageriamo dicendo che i neri sono superiori ai bianchi, se non vogliamo concludere con un bel panegirico come quello di Be cool (2005), in cui un nero vanta con convinzione anche il nostro incedere dinoccolato, che tutti cercano di imitare. Che macchietta :asd:

FALLEN_ANGEL_664
06-12-2005, 22.54.51
Dite quello che volete, ma sono stati i bianchi ad inventare la pizza :teach: :sbav: :roll3:

Siamo la razza superiore :evil:

Attendendo nell'ombra,
FALLEN ANGEL 664

Maharet
06-12-2005, 23.02.52
75% tru, ovviamente non con tutti i neri, perche' saro' piuttosto razzista, ma non faccio di tutta l'erba un fascio....

:eek2:

FALLEN_ANGEL_664
06-12-2005, 23.05.55
:eek2:
:confused:

Attendendo nell'ombra,
FALLEN ANGEL 664

ding
06-12-2005, 23.25.23
ero ironico con quella storia del "di colore" :| omammamia come siete :|

Alceo
06-12-2005, 23.26.34
omammamia come siete :|

negri?

EDIT: Che poi, se io do del negro ad un bianco e questo si offende chi è il razzista, io o lui?

Maharet
06-12-2005, 23.31.27
:confused:


Confuso?
Era la faccina che meglio rappresentava la mia nel leggere la frase che ho quotato..

.Imrahil
06-12-2005, 23.35.42
mica ho detto che li insulto o che li caccio, piuttosto me ne vado io, per non averli vicino dato che mi fanno salire il nervoso.....


Ah bhe certo, questo è comprensibile, c'è a chi da fastidio uno con un fucile d'assalto in sign e c'è chi non sopporta uno di colore :) Ciò non toglie che essi debbano godere degli stessi diritti che abbiamo io e te.



poi va beh, se uno qualsiasi mi viene addosso accidentalmente me la prendo in maniera differente che se uno di quelli mi viene addosso sempre accidentalmente....

Non dovevi neanche specificarlo, lo sapevamo già :birra:

Alceo
06-12-2005, 23.37.54
era un esempio pratico di come possano i miei atteggiamenti cambiare a dipendenza della persona anke se nel medesimo contesto ....

All'inizio non avevo capito la frase e pensavo ti fossi espresso male.

Tra l'altro la mia incomprensione nasceva dal fatto che per me "uno qualisiasi" vuol dire chiunque, anche qualcuno di colore.

ding
06-12-2005, 23.38.58
negri?

EDIT: Che poi, se io do del negro ad un bianco e questo si offende chi è il razzista, io o lui? no, pensavo a qualcosa tipo "scassaminchia" però se ti senti offeso così fai pure :sisi: razzista!

:asd:

lenina
06-12-2005, 23.59.36
...stavo pensando a cos'è che rende una frase "razzista"...dopo aver letto gli ultimi post mi sono risposta...è la convinzione...la convinzione di parlare con un diverso che ci rende razzisti.

Mia nonna quando vengono dei miei amici...Nigeriani...racconta sempre qualcosa per dimostrare che non è razzista su come ami i neri...

...ha 80 anni...fa di tutto...ma non riesce a considerarli persone e basta...sono persone nere per lei...non riesce a prescindere da quello...

sono neri ma bravi e simpatici e onesti...ma neri...e lo rimangono...

...finchè dirà ma in fondo sarà razzista...

Non è dire sporco negro che ci rende razzisti o meno...insultiamo spesso in modo peggiore...usando parole a cuio abbiamo tolto il significato nel momento in cui le stiamo usando (se ci pensate è così)

...quello che rende razzisti è dirlo (o non dirlo ma pensarlo) perchè si considera la persona diversa...perchè non si riesce in fondo a considerarla una persona e basta al di la che sia Italiana, bianca, nera, mulatta, gialla o blu, etero o omo...

Perchè ci si dimentica che al di la degli adattamenti fisici all'ambiente in cui i nostri avi hanno vissuto, il nostro sistema cromosomico è identico...

Siamo la stessa cosa...da ovunque veniamo...e per fortuna siamo diversi...se no sarebbe una noia.

Ci sono poi culture che ci piacciono e altre no...ma non apprezzare a pieno una cultura diversa non deve significare essere razzisti...se no sarei razzista nei confronti di un sacco di persone.

Di0
07-12-2005, 00.12.42
Esempio personale:
in classe alle superiori avevamo un ragazzo scuro, parecchio scuro. Praticamente un negro (cit).
Scherzi a parte, dire che fosse integrato era un eufemismo: era uno di noi. In tutto e per tutto.
Gli amici con cui era più intimo, per sfotterlo, lo chiamavano "il negro". Io non mi sono mai permesso, perché "paradossalmente" non ero amico a tal punto con lui.
Non mi sono mai sentito in confidenza per farlo (e poi mi dava, forse sbagliando, fastidio), ma quelli che lo facevano erano anche quelli con cui passava più tempo e che gli volevano più bene.
Quindi?

Chi aveva ragione? Io che ero infastidito dal termine, quindi in un certo senso "razzista dalla coda di paglia" o loro che avrebbero potuto offenderlo senza rendersene conto (perché magari lui non voleva dirlo...)

Mr.Doctor
07-12-2005, 01.39.19
quoto dio, pure io ho avuto un esperienza del genere ma alle medie, avevo in classe con me un ragazzo di colore, in ogni cosa uguale agli altri, si scherzava sul colore della pelle con naturalezza, con innocenza... e finchè è così non credo si possa definire razzismo... o no? mi sembra più ipocrita fare finta di niente o dare contro a chi nota "quella differenza di pelle", dando per scontato che chi ci scherza allora è contro "il diverso".

in fondo non siamo uguali. abbiamo la pelle di colore opposto, non è certo un uguaglianza questa. siamo fisicamente diversi, ma la diversità fortunatamente è solamente fisica (e se vogliamo essere pignoli non è solo nel colore della pelle)

follettomalefico
07-12-2005, 03.24.48
Sono d'accordo che l'uso dell'espressione non implichi per forza una manifestazione esplicita di razzismo (per quanto dire "sporche negre, cosa fanno queste negre qua" è decisamente pesante e capisco perché in prima istanza sia stato condannato), ma queste espressioni contengono un razzismo implicito che andrebbe combattuto.
Anche quando non sono forme esplicite di razzismo non andrebbero considerate solo come semplici ingiurie. E' proprio questo loro diventare offese "ordinarie" che mi fa paura.. Io son d'accordo rispetto a quanto stai dicendo, ma qui stiamo parlando di una Sentenza della Corte di Cassazione. Credo che tu lo capisca, ma da molte risposte che ci son state pare che molti non comprendano la differenza.


~



(1)
La Cassazione non è un giudice o un amico che pacifica i conti fra due persone. La Cassazione regolamenta con i suoi giudizi tutta l'Italia.

(2)
La Cassazione in quella sentenza, per quanto riportato, NON dice che l'insulto non sussiste. Riporto:

Non si può infatti qualificare "sic e simpliciter" - conclude Piazza Cavour - "come odio, qualsiasi sentimento o manifestazione di generica antipatia, insofferenza o rifiuto solo perché riconducibili a motivazioni (per quanto censurabili esse possano essere ritenute) attinenti alla razza, all'etnia, o alla religione Che tradotto significa: Non si può assimilare all'odio qualsiasi sentimento di antipatia, insofferenza o rifiuto (sia censurabili che non censurabili) attinente a razza, etnia o religione.

Afferma INVECE che tale insulto NON rientra nella casistica dell'articolo 594 del Codice Penale:

Art. 594 Ingiuria
Chiunque offende l'onore o il decoro di una persona presente e' punito con la reclusione fino a sei mesi o con la multa fino a lire un milione.
Alla stessa pena soggiace chi commette il fatto mediante comunicazione telegrafica o telefonica, o con scritti o disegni, diretti alla persona offesa.
La pena e' della reclusione fino a un anno o della multa fino a lire due milioni, se l'offesa consiste nell'attribuzione di un fatto determinato.
Le pene sono aumentate qualora l'offesa sia commessa in presenza di piu' persone.

Ovvero: NON questiona sul fatto che sia un insulto o meno, questo lo lascia ai giudici. Afferma invece che una cosa simile non è direttamente riconducibile all'Art. 594 del Codice Penale.
Ovvero: tale insulto non è sempre sanzionabile penalmente ma dipende dalla situazione. In particolare in questo caso non rientra nella casistica penale.
Ovvero: (meno importante ma pare il punto che vi da problemi) NON DICE NULLA IN MERITO AL FATTO CHE "SPORCO NEGRO" SIA UN INSULTO GRAVE


E aggiungo, ancora una volta: piantiamola di fare sensazionalismo da affermazioni semplici, fondate e dotate al contrario di un estremo raziocinio, esattezza e coscienza civile e sociale.

Quei giornalisti, che non sanno leggere, né comprendere, sono un insulto alla categoria. E scatenano reazioni esagerate nel lettore poco attento (come chi ha aperto questo topic e alcuni successivamente).

azanoth
07-12-2005, 09.00.52
1) Non mi risulta che la musica italiana sia solo verdismo e Faccetta nera... Per eguale approssimazione potrei contestarti che in Francia avevano Debussy mentre i neri suonavano ancora i bonghi :asd:



In quel preciso contesto storico lo era eccome.

In Francia Debussy e in Africa i bonghi?Ma lol,i modus percussivi africani o di altri paesi distanti dalla cultura occidentale sono tutt'oggi materia di studio ed espansioni sorprendenti dalle quali si evince che l'evoluzione sia di musica che linguaggio,in quelle sedi hanno visto luce tra gli uomini...hai presente i canti dei pastori armeni e la cultura del Douduk?No?Cazzo un vero peccato...
Specie per i professionisti che gravitano nel mondo delle percussioni,metallofoni et similia,questi paesi rappresentano uno sbocco verso nuove forme ecumeniche di intendere la Musica e possibilità che ci aprono porte per ritrovare un'estro musicale ormai,almeno nella tanta decantata itaglia,morto e soporifero.

La Musica,come altre maniere artistiche,è classificata in innovazione e sviluppo: Bach fu innovativo,inventò un metodo per l'accordatura fine del clavicembalo,l'Arte della Fuga e molte altre cosette,anche un metodo compositivo basato sul lancio dei dadi.Mozart invece,fu un eccellente sviluppatore,grande il suo apporto sociologico nella scelta osata dei temi da proporre (Il Ratto del Serraglio),ma al di la della pura genialità melodico-armonica,non fece altro che seguire i dettami del Mastro Johann...se volevi dunque parlare di un grande innovatore ottocentesco,ti bastava fare il nome di Wagner piuttosto che scomodare il buon Debussy...a proposito,sapevi che fu Wagner ad introdurre il buio in sala per le rappresentazioni?Oltre ad aver lasciato,Musica a parte,interi manuali di scenografia e un mucchio di fattori evolutivi...quelli non stavano con i bonghetti,ne sappiamo poco noi,così occupati tra carrozze e salotti che per lo più,erano foraggiati dallo sfruttamento delle risorse di questi popoli,l'europa,fino al secolo scorso,non si è neanche chiesta che genere di cultura avessero questi popoli.

In quanto al Jazz,ti ricordo che un innovatore come Stravinskij ebbe modo di apprezzarlo al punto di scrivere alcuni brani geniali avvalendosi di quei modus.

Vedi?C'è un discorso di evoluzionisti e un altro fatto da sviluppatori,Debussy sviluppava,Shoenberg proponeva innovazioni,innovazioni che alla fine del '900 approdano a Varese e una composizione per flauto solista "Density 21.5" nella quale,l'asse portante è tecnico,rappresentato dalla densità metallurgica del platino utilizzato per la costruzione del flauto adatto,o a Cage che introdusse strumenti nuovi come nastri magnetici e pianoforte preparato...tu pensi che quelli stavano coi bonghi perche in realtà,non ne sai un cazzo.

lateralus83
07-12-2005, 10.22.47
Art. 594 Ingiuria
Chiunque offende l'onore o il decoro di una persona presente e' punito con la reclusione fino a sei mesi o con la multa fino a lire un milione.




Dare dello "Sporco negro" non offende l'onore e il decoro? Secondo me sì.

Maharet
07-12-2005, 10.30.50
Dare dello "Sporco negro" non offende l'onore e il decoro? Secondo me sì.

Quoto.
E aggiungo: insulto senza dignita'.

azanoth
07-12-2005, 10.41.06
Quoto.
E aggiungo: insulto senza dignita'.

*

Mi associo.

Chrean
07-12-2005, 11.48.58
I bianchi sono detti anche caucasici (o caucausoidi).
I neri sono anche detti negri (o negroidi).
Ah, niger in latino significa "nero".
Niger (il fiume) e Nigeria provengono dalla stessa radice...

In Italiano negro non era dispregiativo, e non corrisponde all'inglese "nigger".

Nigger in Italiano andrebbe tradotto con "negraccio".


Secondo me la definizione "di colore" cela del razzismo: infatti se negro (che a mio avviso non è razzista, anche se oggigiorno è sentito come tale) e nero sono delle caratteristiche somatiche "a sé stanti", "di colore" diventa un paragone con i bianchi, un distinguere tra "bianchi" e "non bianchi", cosa che ha un'evidente accezione discriminatoria.


Eccolo il sapiente del forum, dicci, in quale università insegni? :asd:

Sei ne la terra fredda,
Sei ne la terra negra;
Né il sol piú ti rallegra
Né ti risveglia amor.

Mi dica professore, in questi versi Carducci intendeva offendere la terra? :asd:.

Negro in italiano è cominciato a sembrare dispregiativo quando i traduttori di film americani hanno iniziato a tradurre "nigger" con "negro".


Alleluja, almeno qualcuno ragiona e *sa*.

@Raziel: chi sarebbe il fumato?

follettomalefico
07-12-2005, 13.33.05
Eh vabbeh, se non volete capire fate pure. :)

I'm off.

elfebo
07-12-2005, 13.40.04
Dubito vi sia un legame tra la pigmentazione della pelle e le fibre muscolari. Sono più probabilmente due caratteristiche separate sviluppate da uno stesso gruppo di esseri umani.

difatti deriva solo dal DNA.
la pigmentazione non c'entra un tubo.
resta il fatto che i negri (o neri seno si incazzano), sono mediamente molto piu' massosi dei bianchi.
grazie alle fibre bianche presenti in maggiore quantita'.

Cocitu
07-12-2005, 14.15.45
Mi sa che come dice il buon Foll, qualcuno non vuole proprio capire.

La Cassazione è il giudice della legalità e della procedura.

Nel caso di specie, il giudice aveva dato una qualificazione del reato che secondo la cassazione era eccessiva e la stessa, ha proveduto a specificare i limiti di operatività del concetto di "Razzismo".

Il termine "sporco negro" è da qualificarsi come insulto sic et simpliciter per un semplice motivo.
Se si considerasse, l'espressione in esame, quale insulto di tipo razziale, la possibilità di assimilazione alla fattispecie di espessioni similari sarebbe abnorme.

Mi spiego meglio:
Se io dico a una persona di colore: "sporco negro", lo sto insultando.
Se io affermo: "sporco negro, dovrebbero bruciarti nei forni o castrarti per evitare che la tua razza impesti il mondo", sto usando la stessa espressione con intenti puramente razzisti.

Non potete dare un giudizio delle sentenze della cassazione sulla base di quello che scrive il Tgcom se no, rischiate di fare la figura di quelli che si scagliarono contro la famosa sentenza dei "Jeans"

La qualificazione della cassazione non toglie valore all'insulto in se, ma semplicemente lo derubrica in "ingiuria semplice" facendo si che sia perseguibile solo dietro querela di parte e rendendo competente il giudice di pace.

Il reato rimane, ma rende competente un giudice diverso da quello che giudicò.
Aspetto comunque d avere la sentenza per esteso per darvi maggiori elucidazioni.

Parlate pure di Dna, che almeno in quello non i danni non sono troppi

Phoenix_CH
07-12-2005, 15.41.10
Mi spiego meglio:
Se io dico a una persona di colore: "sporco negro", lo sto insultando.
Se io affermo: "sporco negro, dovrebbero bruciarti nei forni o castrarti per evitare che la tua razza impesti il mondo" sto usando la stessa espressione con intenti puramente razzisti.



"hanno riaperto le gabbie delo zoo " in quale dei 2 casi va? :mumble:

Mister X
07-12-2005, 16.31.12
Non so se vi interessa (probabilmente no) ma in dialetto romagnolo "Negro" significa "Nero"...
Se ho detto una bojata bill mi massacra :asd:

A parte questo io la considero una offesa razzista. Però se fossi in America e mi dessero dello "sporco italiano di merda" non ne farei una questione nazionale, cioè se si divertono a sfottere il primo che passa, cazzi loro poveracci, mi fanno pena.

Questi qua che offendono a random sono dei biNboniminchioni fulminati dalla xenofobia, poverini, la loro è una malattia mentale seria. Forse da piccoli hanno subito tremendi traumi (forse un nero gli ha fregato la mini cuattro vudì), vanno compresi...
Di sicuro non bisogna mettergli le mani addosso, incrementando così il loro odio ingiustificato.

Di0
07-12-2005, 16.35.52
Mani addosso mai! Scarpe di Cemento Rulez! O testa di cavallo, come si preferisce...

No, io la prenderei sul personale, anche se "italiano" non è ancora un insulto, comunque cercherei di farglielo rimangiare.
Oddio, almenoché non sia un negro da 150kg, seconda linea della squadra locale di football... allora penserei a qualcosa di più furbo...

Mister X
07-12-2005, 16.39.51
anche se "italiano" non è ancora un insulto
ESATTO!
E' questo il fatto! E' solo uno status...
Ci starebbe benissimo se un nero dopo aver subito queste ingiurie rispondesse con "E allora? Ti diverti?" oppure con "Intanto ce l'ho più lungo di te..."

Fabio
07-12-2005, 16.49.38
Non so se vi interessa (probabilmente no) ma in dialetto romagnolo "Negro" significa "Nero"...
Se ho detto una bojata bill mi massacra :asd:

Sono piemontese io, quindi non ho le competenze linguistiche per farlo.

Mister X
07-12-2005, 16.53.43
Sono piemontese io, quindi non ho le competenze linguistiche per farlo.
Beh tutto ok. Una boiata dovevo dirla e l'ho detta, evidentemente. Così era stato stabilito :teach:
:asd:

Fine ot, sorry.

lateralus83
07-12-2005, 17.12.12
Mi spiego meglio:
Se io dico a una persona di colore: "sporco negro", lo sto insultando.
Se io affermo: "sporco negro, dovrebbero bruciarti nei forni o castrarti per evitare che la tua razza impesti il mondo", sto usando la stessa espressione con intenti puramente razzisti.


Non sono d'accordo. Dare dello "sporco negro" è di per sè un'espressione puramente razzista, in quanto, oltre ad offendere la persona in questione, le fai capire quanto disprezzo provi per il colore della sua pelle.

.Furla.
07-12-2005, 18.00.44
secondo me si viaggia tanto di fantasia con i termini. negro, letteralmente, è sinonimo di nero. non è un termine dialettale, anche se è un po' un arcaismo, come quando mia nonna dice "ti aspetta sull'uscio"; ma non è un'offesa, in sé e per sé. che poi *venga usato* in modo dispregiativo è un altro discorso. ma posso dire anche "una schifosa troia di colore", se è per questo.

quindi mi spiace per coloro che ritengono offensiva tale parola quando ci si riferisce alla loro razza, ma io mi rifiuto di eliminarla dal mio vocabolario solo perché dà noia a loro. se no posso dire anche io "non mi piace essere chiamato bianco, chiamatemi piuttosto "uomo dal pigmento chiaro", o "dalla pella caucasica"".


poi in questo caso "sporche negre" era probabilmente inteso in termine dispregiativa; non esplicitando idee razziste, è sì un insulto (a meno che fossero veramente sporche :D ) ma non si può ritenere razzista chi lo ha pronunciato, da un punto di vista legale.

Klaud
07-12-2005, 18.36.46
se volevi dunque parlare di un grande innovatore ottocentesco,ti bastava fare il nome di Wagner piuttosto che scomodare il buon Debussy...
Perchè, Debussy non fu un innovatore? Non meno di Wagner!
Inoltre non vedo perchè operi un paragone neri vs italiani, anzichè un più equo neri vs bianchi. A sto punto facciamo italiani vs kenioti :asd:
Un po' di equanimità, please, e niente paragoni.

Comunque non andiamo off-topic (la verità è che non ho tempo per una risposta più dettagliata :asd:).

azanoth
07-12-2005, 18.39.14
Perchè, Debussy non fu un innovatore? Non meno di Wagner!
Inoltre non vedo perchè operi un paragone neri vs italiani, anzichè un più equo neri vs bianchi. A sto punto facciamo italiani vs kenioti :asd:
Un po' di equanimità, please, e niente paragoni.

Comunque non andiamo off-topic (la verità è che non ho tempo per una risposta più dettagliata :asd:).

Sei stato il primo a fare paragoni e no,non fu innovatore in egual misura,almeno nel senso più stretto del termine,sviluppò il suo linguaggio armonico,punto;)

Klaud
07-12-2005, 18.45.48
Sei stato il primo a fare paragoni e no,non fu innovatore in egual misura,almeno nel senso più stretto del termine,sviluppò il suo linguaggio armonico,punto;)
Debussy, veramente, è anche chiamato il "padre della musica moderna", innovata proprio in opposizione alla magniloquenza wagneriana, che aveva asservito i modi della musica di quegli anni. Se poi tu preferisci Wagner, non è questa una buona ragione per disconoscere Debussy.

Io il primo a fare paragoni? :look:

Secondo me non siamo uguali: gli afro-americani sono nettamente superiori ai bianchi e in moltissime cose...

azanoth
08-12-2005, 11.02.02
Debussy, veramente, è anche chiamato il "padre della musica moderna", innovata proprio in opposizione alla magniloquenza wagneriana, che aveva asservito i modi della musica di quegli anni. Se poi tu preferisci Wagner, non è questa una buona ragione per disconoscere Debussy.

Io il primo a fare paragoni? :look:

Allora Fratello,forse è meglio che intanto ti porga le mie scuse:in realtà ritengo che non vi sia nessuna differenza tra le persone,di qualsiasi provenienza e colore,ero un pò fuori e l'ho buttata sul provocatorio pur non volendo,ma quando sono giù tendo a sragionare alla grande.

La tua precisazione è giusta (per quanto anche Ravel meriti altrettanto tale paternità),ho creato un malinteso in quanto,nel discorso ho esplicitamente separato le figure innovative dagli sviluppatori creativi,e in effetti in questo ad esempio,la differenza tra Bach e Mozart è sostanziale quanto l'indubbio apporto allo sviluppo della chiave moderna che ho attribuito a Wagner,proprio perchè i suoi studi sulle scenografie,il buio in sala,sono elementi che hanno cambiato la maniera di allestire in Teatro,maniera adottata fino ai nostri giorni...è una materia ove albergano molte componenti oltre il tessuto armonico in partitura,lo sai meglio di me.

:birra:

Klaud
08-12-2005, 13.45.34
Allora Fratello,forse è meglio che intanto ti porga le mie scuse:in realtà ritengo che non vi sia nessuna differenza tra le persone,di qualsiasi provenienza e colore,ero un pò fuori e l'ho buttata sul provocatorio pur non volendo,ma quando sono giù tendo a sragionare alla grande.
Ero certo che la pensassi così, ma non mi andava che una dichiarazione antipatica come quella la facesse franca :birra:
Il resto della discussione sono cazzatine, questione di termini; non si può riassumere la storia della musica moderna in due commenti lapidari ;)
Ricordo, in ultimo, che Debussy è innovatore anche per l'impostazione concettuale della sua musica, impressionistica, in opposizione al (solito) Wagner. Quanto a Wagner, la sua (enorme) importanza nella storia della musica, come hai ben ricordato, si coniuga con un'importanza non indifferente nella storia del teatro.
Ma qui si parlava di neri :look: A questo proposito, è bene ricordare che il jazz non fu, fin dalle origini, solo musica nera :asd:

azanoth
08-12-2005, 14.37.16
Ero certo che la pensassi così, ma non mi andava che una dichiarazione antipatica come quella la facesse franca :birra:


Beviamoci su:birra:

Del resto,a un Fratello che viene dalla città del più grande detective del mondo,proprio non saprei dir di no:Palka:

Complimenti per la competenza;)