PDA

Visualizza versione completa : Ogni cosa è illuminata.



palka
16-11-2005, 09.28.32
Andate a vedere questo film. Io l'ho visto ieri sera, non avevo visto alcun trailer (evviva!), né letto il libro di Jonathan Safran Foer (ma credo che lo farò al più presto), e quindi non sapevo cosa aspettarmi.
Però credo che se anche avessi avuto delle anticipazioni, la pellicola sarebbe andata ben oltre qualsiasi mia aspettativa. Come in effetti è stato.
Un film capace di affascinarmi, sorprendermi, farmi ridere, riflettere, commuovere, meravigliare.
Una bellissima storia, intensa e ben raccontata. Già questo dovrebbe bastare a convincervi.
Stupenda la fotografia, ottima la regia (divertita come gli spettatori, si direbbe), da antologia la colonna sonora.
Spero che andiate a vederlo, perché come sempre più di rado accade, vale ogni centesimo del biglietto, e molto di più.

Venerdì scorso ho visto "Crash" ad esempio, e mi ha lasciato ben poco, nonostante gli stiano facendo una pubblicità enorme, non me la sento di dire che è bellissimo, o di consigliare di andare a vederlo. Non finché nelle sale c'è questo gioiello chiamato "Ogni cosa è illuminata".

palka
17-11-2005, 09.40.25
andate, andate a vedere crash :sisi:

Alceo
17-11-2005, 10.29.48
andate, andate a vedere crash

va bene, se lo consigli tu non mancherò :approved:




































:look:

palka
17-11-2005, 10.32.04
:asd:

Fabio
17-11-2005, 11.36.57
A me Crash (e mi riferisco a quello di Haggis, non a quello di Cronenberg) è piaciuto molto, quindi non rompere la ceppa. :asd:

palka
17-11-2005, 12.26.48
Sapevo!! Mentre lo guardavo ho pensato che a te di sicuro era piaciuto :asd:
(guarda cosa vado a pensare io mentre guardo i films :asd: )
Però mi è sembrato un po' forzato in diversi punti, mi è sembrato volutamente esagerato, per cercare di colpire, di commuovere, tanto da risultare prevedibile...

Secondo me film dell'anno sono questo Ogni cosa è illuminata e La Guida Galattica.

sara_bleeckerst
22-06-2006, 09.46.17
Non so se è gia stato aperto un 3d riguardo a questo film, almeno io non l'ho trovato, però ho affittato questo film ieri (dopo averlo visto al cinema più di 6 mesi fa e tra l'altro in un solo cinema in tutta Roma) e mi ha commosso di nuovo.
Lo reputo uno dei migliori film dell'anno passato eppure quasi nessuno ne ha mai sentito parlare, esordio duro per Liev Schreiber...che peccato che si faccia sempre meno caso a questi piccoli gioielli in favore di mostruose cagate (vedi hot movie o fast and furios, senza offesa per nessuno, eh! :Palka: )
Voi cosa ne pensate?L'avete visto?

funazza
22-06-2006, 09.57.59
visto, piaciuto molto molto. visivamente splendido. una chicca :sisi:

TrustNoOne
22-06-2006, 12.20.01
funazza e' pieno di fighette e non viene al cinema con me quindi non l'ho visto :asd:

funazza
22-06-2006, 13.50.18
funazza e' pieno di fighette e non viene al cinema con me quindi non l'ho visto :asd:

:roll3: :roll3:

:look:

Eowyn.
12-12-2007, 21.20.08
Ho letto il libro la settimana scorsa: se il film è bello la metà (sto aspettando di vederlo :look: ) allora sarà un bel film.
Nel frattempo: l'ha visto qualcun'altro?

edit. Nel frattempo scopro che anche Palka l'ha visto.

-----


http://italianeowyn.interfree.it/locandineCineCine/ognicosaeilluminata.jpg

Ogni cosa è illuminata
(Everything is illuminated)


Sito ufficiale (http://wip.warnerbros.com/everythingisilluminated/) // IMDb (http://www.imdb.com/title/tt0404030/)

NpXWJWFtOKo

Regia: Liev Schreiber
Sceneggiatura: Liev Schreiber
Attori: Elijah Wood, Eugene Hutz, Boris Leskin
Produzione: Warner Independent Pictures
Paese: USA 2005
Uscita Cinema: 11/11/2005
Genere: Commedia, Drammatico
Durata: 106 Min


Un esordiente nel cinema, Liev Schreiber, mette in schermo un esordiente della letteratura, Jonathan Safran Foer, un ebreo americano che racconta a sua volta di uno studente americano deciso a trovare in Ucraina la donna che salvò suo nonno dalla furia nazista. Jonathan Safran Foer è anche il nome del suo personaggio che compiendo un viaggio nella memoria ricostruisce la vita del villaggio di Trachimbord, uno dei numerosissimi shtetl bruciati e dimenticati durante la Seconda Guerra Mondiale. Un luogo che ha smesso per sempre di essere geografico sopravvivendo soltanto nell'anima di coloro che ne hanno pazientemente raccolto e conservato, fino a collezionarle, le tracce. Il viaggio di Jonathan si avvia da una fotografia del nonno ritratto accanto ad Augustine, ad accompagnare la sua ricerca sarà un altro nipote, Alexander Perchov, voce narrante del film, e un altro nonno che scopriremo "sopravvissuto" ed ebreo. Il nonno di Alex, per gli amici, è un brusco uomo di Odessa che ha cancellato la sua "ebraicità" fino a trasformarla in rabbioso antisemitismo. La sua cecità, marcata da scuri occhiali da sole e accompagnata da una cagnetta guida "psicopatica", è finta, simulata quanto la vita che disperatamente ha cercato di (soprav)-vivere lontano da Trachimbord.
Molto prima della fine del viaggio, Joanathan e Alex scopriranno di vivere la stessa vita accreditata proprio dagli oggetti appartenuti ai loro cari.
Un'opera prima illuminante e illuminata come "ogni cosa" nel titolo che lavora sui registri del tragico e del comico, rivelando del primo l'universalità e del secondo il tempo e i modi della cultura, nel caso specifico quella yiddish. Eppure il pubblico in sala, almeno quello cosiddetto specializzato, non ne ha colto l'umorismo. Forse perché, come sosteneva Umberto Eco, per il comico bisogna essere più colti.

morettina
13-12-2007, 19.31.19
azz, coincidenza, l'ho visto proprio ieri... °o° l'ho trovato qualche giorno fa in offerta da mediaworld.

divertente e tragico, bellissimo... assolutamente da vedere. :teach:

Kiara
14-12-2007, 01.05.45
Bello vero?Una delle poche volte in cui il cinema supera il romanzo. Morettina ascoltati pure la soundtrack che è una delle più belle che siano state fatte.

TrustNoOne
14-12-2007, 02.42.11
consiglio visione in lingua, specificamente

morettina
14-12-2007, 18.07.34
Bello vero?Una delle poche volte in cui il cinema supera il romanzo. Morettina ascoltati pure la soundtrack che è una delle più belle che siano state fatte.
sì, della soundtrack avevo anche già sentito qualcosa. :D
dici che il libro non è all'altezza? mi era venuta voglia di leggerlo.


consiglio visione in lingua, specificamente
senz'altro.

Eowyn.
17-12-2007, 23.20.11
Non posso dire che il libro non sia all'altezza del film: in fondo il libro ha tutta la parte "storico-fantastica" di Trachimbrod che può essere ritenuta inutile/pesante e che nel film, per ovvie ragioni, è stata tagliata.
Piuttosto non ho capito perchè modificare la storia del nonno: IMHO, l'originale ha più significato.

Il film, comunque, è imperdibile: come ha detto Morettina è divertente e tragico insieme. Riassumendo con una sola icona dire che :HAIL: rende l'idea.

indiana_jones27756
01-01-2008, 19.56.52
Non posso dire che il libro non sia all'altezza del film: in fondo il libro ha tutta la parte "storico-fantastica" di Trachimbrod che può essere ritenuta inutile/pesante e che nel film, per ovvie ragioni, è stata tagliata.
Piuttosto non ho capito perchè modificare la storia del nonno: IMHO, l'originale ha più significato.

Il film, comunque, è imperdibile: come ha detto Morettina è divertente e tragico insieme. Riassumendo con una sola icona dire che :HAIL: rende l'idea.

Il film è molto bello, ma il romanzo è straordinario, Jonathan Safran Foer è uno dei pochi veri scrittori usciti negli ultimi anni. Ho pianto e riso per gran parte della lettura, un'emozione continua.

Kiashaal
10-08-2008, 21.38.50
Visto questo film. Molto particolare e bello.
L'unico cruccio è un pò
la morte del nonno che si toglie la vita. Il nipote dà una spiegazione probabile, ma mi resta il dubbio: perchè lo ha fatto? Nel libro è spiegato meglo?

palka
13-08-2008, 11.42.49
no, non diciamo scemenze. pur essendo un grandissimo film, il libro è mille volte meglio.
più ricco, più profondo, geniale. e l'ho letto dopo aver visto il film!
che scrittore!! beccatevi pure il suo secondo romanzo 'molto forte, incredibilmente vicino', eccezionale. anzi potrebbe pure uscirsene con qualcosa di nuovo no??

Eowyn.
18-08-2008, 15.10.52
beccatevi pure il suo secondo romanzo 'molto forte, incredibilmente vicino',Ce l'ho da un paio di mesi: giuro che lo leggo quanto prima.
Nel frattempo, rileggendo il mio precedente post, mi sono accorta di aver scritto una cagata (:asd: ): la forma corretta è "Non posso dire che il film non sia all'altezza del libro", e non il contrario, ovviamente :D

FiLoX
17-01-2010, 21.48.59
Mi spiace non aver avuto tempo e modo per leggere il libro dal quale è tratto il film. Da una partenza farsesca, con lo straniamento di Jonathan in un mondo che non è il suo, si passa ad una narrazione più profonda che mi ha stupito e commosso. Il simbolismo presente nella pellicola non è mai invadente ed è solo uno dei tanti lati positivi di questo film, vera perla datata 2005.
Tra l'altro ho letto le differenze su wikipedia, devo dire che la storia del nonno ha più senso nel libro ma resta davvero un gran bel film.