PDA

Visualizza versione completa : Richard Cheese - Aperitif For Destruction



Dero88
07-08-2005, 15.35.24
http://www.iloverichardcheese.com/images/rc-cd-preview01.jpg

Non aspettatevi niente di trascendentale eh, sia chiaro. Ma questo è proprio un album divertente e ben pensato. L'idea è stata quella di prendere alcune canzoni molto famose in ambito rock (e affini) - fra le quali Sunday Bloody Sunday degli U2, Welcome to The Jungle dei Guns & Roses, Enter Sandman dei Metallica, ed altre non altrettanto famose ma di sicura presa nel pubblico "giovanile" come American Idiot dei Green Day e People=Shit degli Slipknot e Let's Get It Started dei Black Eyed Peas - e rifarle completamente suonandole in chiave jazz. E' altrettanto chiaro che non è un jazz cerebrale e di difficile approccio, ma un jazz molto melodico e divertente grazie anche alla particolare voce del cantante che rivisita questi classici con un tocco di ironia che non guasta mai. Ripeto, non crediate di trovarvi di fronte ad un capolavoro, le canzoni hanno una durata media di 2 minuti, ma il disco si fa ascoltare piuttosto bene, scorrendo molto fluidamente fra sonorità jazz e swing combinate a canzoni nate per essere suonate in tutt'altra maniera.

Approved! :) :birra:

Abigail
07-08-2005, 17.49.45
Originally posted by Dero88
[img]L'idea è stata quella di prendere alcune canzoni molto famose in ambito rock (e affini) e rifarle completamente suonandole in chiave jazz.
Un altro?

Non mi fraintendere, Dero, probabilmente mi ascolterò anche Richard Cheese, e non ne metto in dubbio il valore... Ma la cosa comincia a diventare abbastanza noiosa. Grazie a (o per colpa di, si scelga la formula migliore) Michael Bublé qualcuno ha scoperto che con i crooner si fanno i soldi, e così prima Rod Stewart, poi Johnny Dorelli (...), poi Paul Anka (Rock Swings è meraviglioso, con Smells like Teen Spirit, Black Hole Sun e Jump...) e poi 'sto tizio hanno cominciato a fare le cover jazzate dei pezzi rock... Mi sembra si stia un tantino esagerando... Già nessuno investe più sulla musica nuova, se poi cominciamo a vendere solo dischi di cover fatte in stile anni '40 siamo veramente alla frutta.

Umili opinioni personali, ovviamente.
:| :| :|

Dero88
07-08-2005, 18.09.30
Originally posted by Abigail
cut

Beh, sicuramente hai ragione, ma, secondo me, il tutto sta nel prendere questi dischi con le pinze. E' chiaro che gente così non farà di sicuro la storia della musica, né riempirà (almeno per quanto mi riguarda) di dischi gli scaffali nelle case degli appassionati di musica. E' uno scherzo, ed è da prendere come tale. Sinceramente lo preferisco al remixare una canzone in versione "discotecara", ma non per questo lo reputo un qualcosa di innovativo o di assolutamente imperdibile. Per il resto sono d'accordo con te, ma d'altronde cosa posso fare io, umile fruitore di musica, per far sì che il mercato musicale migliori? Se potessi fare qualcosa, io sarei in prima linea a sostenere questo qualcosa, ma a quanto pare non è così semplice.
Attendo. Grazie per aver postato un commento. :)

:birra:

palka
08-08-2005, 09.06.24
Originally posted by Abigail
Un altro?

Non mi fraintendere, Dero, probabilmente mi ascolterò anche Richard Cheese, e non ne metto in dubbio il valore... Ma la cosa comincia a diventare abbastanza noiosa. Grazie a (o per colpa di, si scelga la formula migliore) Michael Bublé qualcuno ha scoperto che con i crooner si fanno i soldi, e così prima Rod Stewart, poi Johnny Dorelli (...), poi Paul Anka (Rock Swings è meraviglioso, con Smells like Teen Spirit, Black Hole Sun e Jump...) e poi 'sto tizio hanno cominciato a fare le cover jazzate dei pezzi rock... Mi sembra si stia un tantino esagerando... Già nessuno investe più sulla musica nuova, se poi cominciamo a vendere solo dischi di cover fatte in stile anni '40 siamo veramente alla frutta.

Umili opinioni personali, ovviamente.
:| :| :|

ma no no, tu hai frainteso :)
Richard Cheese è un genio. non sono cover, sono parodie. ricorda di sicuro più Jankovich che Bublè, e i testi sono spettacolari.
Cheese ha inciso quattro album, li ho tutti, e oltre ad essere un ottimo cantante ed avere una band di tutto rispetto, è un comico, e fa sbellicare dalle risate.
prenditi l'album precedente, "I'd like a virgin" [:asd:], che secondo me è anche meglio dell'ultimo, e ascolta "Beat it", o "Personal Jesus".
per me è un grande :approved

Fabio
08-08-2005, 15.16.31
Davvero carino. Tra gli highlights.

- Il duetto in The Girl Is Mine con il fisico Stephen Hawking (che si può esprimere solo attraverso un sintetizzatore).
- "Keep Michael Jackson away from your children" :roll3: :roll3: in We Are the World.
- La versione spagnoleggiante di "Sunday Bloody Sunday".

Ovviamente, mi sono messo subito alla ricerca degli altri tre album :D

palka
08-08-2005, 15.47.51
Originally posted by Bill
- La versione spagnoleggiante di "Sunday Bloody Sunday".
che inizia con "uno dos tres catorce" come un altro noto singolo degli U2 :D

Abigail
08-08-2005, 18.25.53
Oh, beh, in questo caso il discorso cambia. Mi documenterò al più presto...

Umilmente...
:D :D :D

Dero88
08-08-2005, 20.33.17
Originally posted by Abigail
Oh, beh, in questo caso il discorso cambia. Mi documenterò al più presto...

Umilmente...
:D :D :D

:D