PDA

Visualizza versione completa : Domande strane



gefri
01-07-2005, 09.37.49
E' un periodo che sono pieno di domande strane, ne avevo tre ma me ne vengono in mente due:

Se la coscienza di zeno è stata scritta in periodo preventennio, perchè l'amico di zeno (speier? mi sono già dimenticato il nome :asd: ) viene ospitato da un vecchio PENSIONATO? La pensione non è stata introdotta successivamente?

Come mai in Rambo 2 la guida pakistana di john rambo è identica ad osama bin laden?

bejita
01-07-2005, 09.48.25
so rispondere alla seconda: la guida è afghana

gefri
01-07-2005, 10.18.56
il negozio di armi però lo gestisce in pakistan, al confine con l'afghanistan, e dice pure che un loro detto è che dio li preservi dalla vendetta dell'afghano :|

Ray McCoy
01-07-2005, 10.24.20
Originally posted by gefri
Se la coscienza di zeno è stata scritta in periodo preventennio, perchè l'amico di zeno (speier? mi sono già dimenticato il nome :asd: ) viene ospitato da un vecchio PENSIONATO? La pensione non è stata introdotta successivamente?

http://www.inps.it/Doc/TuttoINPS/istituto/storia_funzioni_inps.htm#02

Nel 1898 la previdenza sociale muove i primi passi con la fondazione della Cassa nazionale di previdenza per l’invalidità e la vecchiaia degli operai. Si tratta di un’assicurazione volontaria integrata da un contributo di incoraggiamento dello Stato e dal contributo anch’esso libero degli imprenditori.

Nel 1919, dopo circa un ventennio di attività, la Cassa ha in attivo poco più di 700.000 iscritti e 20.000 pensionati. In quell’anno l’assicurazione per l’invalidità e la vecchiaia diventa obbligatoria e interessa 12 milioni di lavoratori. E’ il primo passo verso un sistema che intende proteggere il lavoratore da tutti gli eventi che possono intaccare il reddito individuale e familiare.

EDIT: E cmq la Coscienza di Zeno è datata 1923, come pubblicazione.

gefri
01-07-2005, 10.56.17
beh dai, era dentro in extremis, cmq grazie per le delucidazioni :D

la seconda però è ancora irrisolta

bejita
01-07-2005, 11.11.11
Originally posted by gefri
il negozio di armi però lo gestisce in pakistan, al confine con l'afghanistan, e dice pure che un loro detto è che dio li preservi dalla vendetta dell'afghano :|

beh cmq bin laden è saudita :teach:

gefri
02-07-2005, 19.59.28
la cavigliera come va portata? la parte più coprente va portata all'interno o all'esterno della caviglia?
Da google parrebbe all'esterno ma non ne ho la certezza, non ho visto immagini che riprendevano l'interno. Avete esperienze?

aciddeath
02-07-2005, 21.20.35
sono stupito :)

gefri
03-07-2005, 21.56.20
Qual'era la visione della politica di kant e quella di hobbes?

Ray McCoy
03-07-2005, 22.28.43
Dunque, tutto quello che posso dirti è riportare brevi riassunti dei relativi capitoli tratti dal libro che ho studiato per Storia delle Dottrine Politiche.

Cap. 13 - Hobbes
- Fondamentale nelle origini del pensiero di Hobbes, sono le teorie di Grozio sul diritto di natura, riguardo all'abuso della guerra in europa (modo barbaro). Richiesta di disciplina perchè siano intraprese solo le guerre giuste. Divieto della resistenza attiva. Stato fondato su un contratto, e collaborazione di governanti e governati per il bene comune.
- Thomas Hobbes vive il momento peggiore della storia inglese, il conflitto tra Corona e Parlamento, e la guerra civile. Sentimento dominante nella sua vita su la paura, l'insicurezza. La vita dell'uomo non è altro che potere. L'uomo infatti desidera sempre maggior potere, desiderio che non può essere estinto. Hobbes accetta le premesse del pensiero di Machiavelli, sull'uomo e sull'insicurezza. Lo Stato di natura, in cui tutti gli uomini vogliono le stesse cose, è caratterizzato dalla costante guerra di tutti contro tutti, e la libertà (mancanza di vincoli esterni) è assoluta. Ma l'uomo, per istinto di conservazione, cerca un sistema di convivenza coi suoi simili per garantirsi la pace, e quindi la sopravvivenza. L'unico modo per garantirsi la pace è cedere la potestà assoluta (e quindi anche la libertà) ad un individuo o gruppo di individui, che costituiscono il corpo politico, dotato del potere assoluto. Lo Stato è la forza che sottrae l'uomo alla sua natura lupesca. Il potere assoluto è il Leviatano.
- Col contratto sociale, però, l'uomo si assoggetta totalmente al potere politico. La forma di governo migliore è la democrazia, poichè il potere indivisibile è nella mani di colui in cui coincidono interessi personali e interesse pubblico (le assemblee non sono in grado di risolvere decisioni come pace e guerra, ad esempio).
- Le leggi rappresentano la misura delle libertà dell'individuo. Si può ricorrere solo alla resistenza passiva, e l'obbligo di obbedienza nei confronti del sovrano rimane finchè lui è in grado di garantire la pace e la sicurezza dei consociati.
- Religione e Chiesa, infine, sono subordinate alla volontà sovrana, che si occupa delle norme dottrinali e dell'organizzazione ecclesiastica. La religione è una predisposizione naturale in ogni uomo, dovuta al suo senso di angoscia, di timore. In ogni caso, temporale e spirituale devono rimanere separate, poichè l'unificazione avviene solo sul piano istituzionale, in modo che non possa verificarsi un dualismo. Stato e Chiesa, infatti, per Hobbes sono due termini che indicano lo stesso corpo politico, la stessa istituzione sovrana. E sotto l'ottica religione, Hobbes ribadisce che il cristiano, e suddito, deve preferire la morte alla disobbedienza al potere.

Ray McCoy
03-07-2005, 22.28.56
Cap. 22 - Kant.
Kant esprime le istanze più vicine al razionalismo e al giusnaturalismo. La filosofia ha i compiti essenziali di porre e precisare i limiti della ragione. E la libertà, come fondamento teorico della ragione, deve trovare un riscontro nel piano politico. L'idea di libertà è il passaggio da ragion pura a ragion pratica. Va considerato "pratico" tutto ciò che è possibile per mezzo della libertà, come assoluta possibilità di autodeterminarsi. E la razionalità è il presupposto della volontà libera. Altro punto della filosofia di Kant è la legge morale: essa conferisce personalità all'individuo, lo rende autonomo ed indipendente dalla natura. E' fondamento dell'agire pratico, e funge da premessa delle considerazioni sulla ricerca di felicità dell'individuo. Questa è il godimento durevole delle vere gioie della vita.
- La società è una unione di individui mediante leggi giuridiche e trova formula nel contratto sociale. Viene ripresa la distinzione montesquiviana dei poteri, ed il potere legislativo è eletto dai cittadini attivi (riprendendo la definizione delle legge elettorale francese del 1789), con uno stato costituzionale rappresentativo, basata su un suffragio molto ristretto. Esistono tre forme di potere: autocrazia (governo di uno su tutti), aristocrazia (pochi su tutti), democrazia (tutti su tutti). Il terzo è il più complesso, in quanto implica la volontà di tutti di formare un popolo, poi la volontà del popolo di dar vita ad una repubblica, infine una volontà di attribuzione del potere ad un corpo politico. Lo Stato ha come fine garantire indipendenza, uguaglianza e libertà di chi lo costituisce. Però spetta ad ogni cittadino ricercare la felicità. Inoltre, ognuno può fare un uso pubblico della ragione, ovvero far conoscere a tutti le proprie idee, critiche, ecc. Invece non è consentito l'uso privato della ragione, ovvero la facoltà di critica del funzionario nei riguardi degli atti che deve eseguire. Lo Stato non ha alcuna dottrina o diritto nei confronti della Chiesa. Può solo chiedere che i principi non infrangano le leggi. Tutti sono ugualmente sudditi dello Stato e sottoposti alle leggi.
- E' presente in Kant una critica alla società di ordini e ceti quale era la società tedesca ancora vicina alla tradizione feudale. Kant si dichiarò vicino agli ideali della rivoluzione francese. Ma la rivoluzione non può essere accettata da uno Stato di diritto perchè scardinerebbe tutto il sistema. Va però considerata, quando avviene, come un semplice dato di fatto, quando crea una nuova organizzazione politica (cui i sudditi devono obbedire). Viene rifiutata l'idea di uno Stato federale europeo, poichè i singoli paesi hanno tradizioni, lingue, costumi differenti, e separati devono rimanere.


Sono riassunti fatti in fretta, quindi prendili con le pinze. Però non dovrebbero dire grosse stronzate.

gefri
03-07-2005, 22.41.28
grazie piccolo, hobbes è molto chiaro, kant un po' meno ma cmq penso di averlo capito, e in ogni caso sono trasparenti come l'acqua in confronto ad alcuni riassunti essenziali che avevo trovato su filosofia.net... lì dopo tre pagine mi esplodeva la testa, ed erano 70 in tutto...
grazie mille! :D


uova domanda (portate pazienza, tra una settimana spero di tornare a lavorare)

Sapete mica se esistono concorsi che premiano la bellezza e la funzionalità di un sito internet?
Se si, sono disponibili da qualche parte le classifiche?

Dero88
03-07-2005, 22.41.35
I pantaloni si mettono prima o dopo aver messo le mutande? :asd:

Dero88
03-07-2005, 22.47.41
Originally posted by gefri
sai dove si mettono nel tuo caso le mutande?

Ma te la sei presa? Scherzavo, dai! :p

gefri
03-07-2005, 22.50.18
:asd:

"e non peccare mai più!"

:asd:

_MITO_
06-07-2005, 16.31.35
Oddio gefri....si può vivere tranquillamente anche senza questi dubbi allucinanti credo no??? non penso adesso che se nn scopri questi due ridicoli dubbi non dormirai la notte vero..?:D

follettomalefico
06-07-2005, 17.26.14
Originally posted by gefri
Sapete mica se esistono concorsi che premiano la bellezza e la funzionalità di un sito internet?
Se si, sono disponibili da qualche parte le classifiche? Di "award" per il web ce ne sono molti, di tipi diversissimi fra di loro e che premiano... fondamentalmente "quello che la giuria vede".

Piuttosto interessanti sono gli Award della Macromedia per i migliori siti in flash, che solitamente puntano a siti di una certa qualità.

Per il resto, non esiste un award degno di nota: anche lo stesso premio italiano del Sole 24 Ore in realtà si riduce ad un "vince il sito che riesce in vari modi a farsi votare dai suoi visitatori" e quindi dipende in larga misura dal bacino di utenza.

Data la frammentazione notevole non esistono "classifiche" generali: se scrivi "web award" o cose simili in google troverai migliaia di riferimenti diversi e di qualità anche spesso molto dubbia.


Infine, NON mi risulta esista alcun premio per la funzionalità: anche se più che funzionalità bisognerebbe parlare di "facilità di utilizzo" del sito. E' una cosa completamente ignorata, anche se dovrebbe essere una delle prime ad esser valutata.





Mito, giusto perchè sei passato di qui... la tua firma è fuori regolamento, vai a rileggerlo e sistemala, grazie.

*Lorenzo*
06-07-2005, 18.35.18
Domande stupide? Ecco il professionista!

Mi sono sempre chiesto:
Ma perchè caz... la grandine si forma in estate e non in inverno?
A rigor di logica dovrebbe accadere in inverno no? no....

Qualcuno illumini questo abisso di ignoranza :D

follettomalefico
06-07-2005, 18.51.06
Perchè la grandine è un fenomeno differente e necessita temperature *maggiori* di zero gradi, ovvero più calde.

La grandine si forma perchè le gocce di acqua che si sono condensate e stanno per cadere vengono nuovamente sollevate dai venti ascensionali. Qui, fa più freddo e quindi si ghiacciano.
Questo processo si ripete più volte e il "numero di ripetizioni" determina le dimensioni dei chicchi di grandine.

Per questa risposta però bastava un giretto su Wikipedia eh ;)
http://it.wikipedia.org/wiki/Grandine

*Lorenzo*
06-07-2005, 19.02.44
Originally posted by follettomalefico
...
Per questa risposta però bastava un giretto su Wikipedia eh ;)
...

Eh si, ma il gusto di sputanarmi nel forum dove lo metti??? :asd:

Bortoluca
07-07-2005, 08.29.56
Chi è rambo? :asd: