PDA

Visualizza versione completa : La domanda stupida della notte



Martox.29A.
21-06-2005, 02.04.04
Premessa: non lo faccio più:asd:


Due minuti fa mi stavo osservando ad uno specchio e ho partorito una delle mie solite domande assurde...
Considerando che dopodomani ho la maturità potrei anche impiegare meglio il tempo... Ma sorvoliamo.

Ecco la domanda:
L'occhio umano mette a fuoco oggetti a determinate distanze, se fissiamo una nostra mano vediamo sfocato lo sfondo, se poi mettiamo a fuoco lo sfondo la mano si sfoca in automatico... La cosa è particolarmente evidente per chi, come me, ha problemi di miopia... Infatti in questo caso gli oggetti ad una certa distanza sono SEMPRE sfocati...
Prendiamo ora il caso dello specchio: lo specchio altro non è che un oggetto con alta capacità di riflettere la luce, la luce colpisce un corpo, rimbalza sullo specchio e dallo specchio colpisce direttamente i nostri occhi...
Tutto quello che io guardo in uno specchio è un riflesso... Raggi di luce il cui ultimo rimbalzo parte dallo specchio stesso...
Ma allora... Perchè se fisso il riflesso della stanza alle mie spalle con l'occhio miope lo vedo comunque sfocato? Perchè se fisso il riflesso della mia mano accanto allo specchio e poi nuovamente la stanza alle mie spalle con l'occhio buono devo rimettere a fuoco? Perchè, insomma, e come se quel riflesso avesse profondità, sebbene io sta fissando un fascio di luce che deriva da una posizione fissa e piatta (l'ultimo rimbalzo la luce lo fa dallo specchio ai miei occhi, quindi io sto guardando qualcosa che teoricamente dovrebbe essere ad una distanza fissa N dove N è la distanza fra me e lo specchio)?
Lo specchio non dovrebbe, teoricaemnte, comportarsi come un quadro e mostrarmi una immagine perfettamente a fuoco in ogni suo punto?

Sarò stupido ma ci sto diventando matto.:dentone:

ding
21-06-2005, 02.07.22
io non ho prolemi di messa a fuoco :look: a meno che non ci sia una grandissima variazione di distanza, tipo 2 cm\20 metri, e spesso manco così :look: (col sinistro, però, che è più abituato.. col destro faccio un po' fatica)

il perché alla tua domanda credo richieda delle conoscienze di fisica che a quest'ora e col sonno che ho mancano :asd:
credo sia una sorta di "illusione" ottica, comunque...

Patcha
21-06-2005, 02.12.17
Cmq tutto riflette luce, non solo lo specchio... infatti il colore con cui vedi la roba dipende, oltre che dal tuo modo di recepirlo, dal modo che ha ogni cosa di riflettere la luce. (che io sappia). ;)

Per il fatto dello specchio non so dirti... dovrei provare... la mia casa è troppo piccola per riuscirci. :dentone:

Secondo me o è un'impressione tua, perché alla fine si mette sempre a fuoco una sola zona ristretta... e tutto il resto intorno è meno definito, sia che sia più vicino o più lontano (unica differenza, credo, sia quanto si dilata o meno la pupilla... ma la posizione in cui "puntano" può esser solo una).

Oppure effettivamente lo specchio è in grado di riflettere la profondità... o forse è un'impressione dovuta alla "logica" che ci porta institimamente a credere che ci sia una profondita... non saprei... :look:

follettomalefico
21-06-2005, 02.19.45
Non vi è differenza fra uno specchio e l'aria, dal punto di vista dell'ottica.

Purtroppo non so scendere nei dettagli, ma non vi è alcuna differenza: in teoria potremmo pensare anche l'aria come una serie di 'lamine' che rifrangono leggermente la luce: questo però non significa che tu vedi tutto a fuoco.

Egualmente, tu non metti a fuoco lo specchio (a pochi cm) ma l'oggetto che viene riflesso su di esso, ovvero raggi luminosi che incidono sopra a partire da una distanza molto maggiore.

Sempre tramite metodo empirico: pensa ad uno stagno. Il riflesso dell'ambiente intorno c'è, ma è un riflesso e quindi gli oggetti che guardi sono alla distanza tua-acqua + acqua-mondo. Se l'acqua fosse torbida, tu potresti senza problemi mettere a fuoco l'acqua stessa, che si trova ad una 'semplice' distanza tua-acqua. :)


O ancora: la finestra non ti permette di vedere tutto a fuoco: i raggi di luce arrivano da ben più lontano. Nel momento in cui tu metti una lastra di alluminio dietro il vetro (specchio, appunto) i raggi luminosi non son più provenienti da dietro, ma da davanti. In sostanza però, non cambia niente. :)


Spero ti sia sufficiente come spiegazione... altrimenti devi andare a leggerti le leggi dell'ottica: credo sia la parte su focale e raggi incidenti. :)

Zaorunner
21-06-2005, 02.48.10
Anche io sono miope, ma ti assicuro che e' normale.

Lo specchio riflette.
Mi ha chiarito tutto la prima volta che sono stato davanti a uno specchio con una macchina fotografica.

Io distante 2 metri dal muro con lo specchio.

Per mettere a fuoco il muro dovevo mettere ovviamente la distanza a 2 metri.

Per mettere a fuoco me riflesso nello specchio, dovevo mettere 4 metri.

Martox.29A.
21-06-2005, 13.00.19
Grazie a tutti delle risposte... Comunque dovrò approfondire:D
L'universo oggi non mi convince...:rolleyes:

Ef.Di.Gi
21-06-2005, 13.15.46
Credo che la distanza da considerare sia N+lontananza dell'oggetto dallo specchio.

Vincent Vega-r
21-06-2005, 13.44.43
sia che questa è una cosa che mi sono chiesto pure io qualche settimana fa!?.. e come al solito i miei amici non hanno capito na mazza e mi hanno detto di bere di meno.. cmq io ho notato (sono miope anch'io) che attraverso lo specchietto retrovisore della macchina vedo bene come se avessi gli occhiali! quindi secondo me lo specchio riflette per forza in maniera precisa e tu vedi bene perchè sei vicino allo specchio! quindi la conclusione è che tu oltre ad essere miope sei pure strabico! :asd:
no dai scherso.. secondo me potrebbe essere anche una cosa a livello celebrale.. cioè il cervello pensa di vedere una cosa a 20cm invece stai guardando quella riflessa che è più distante..

Ef.Di.Gi
21-06-2005, 13.48.07
Originally posted by Vincent Vega-r

no dai scherso.. secondo me potrebbe essere anche una cosa a livello celebrale.. cioè il cervello pensa di vedere una cosa a 20cm invece stai guardando quella riflessa che è più distante..

E' la prima ipotesi ad essere venuta in mente anche a me. Tuttavia - a quanto ne so - la miopia è una malformazione identificata a livello dell'organo visivo, non cerebrale.

_Jackie_
21-06-2005, 13.55.39
Originally posted by Ef.Di.Gi
E' la prima ipotesi ad essere venuta in mente anche a me. Tuttavia - a quanto ne so - la miopia è una malformazione identificata a livello dell'organo visivo, non cerebrale.

Appunto... mmm io credo che sotto sotto ci sia una specie di "effetto zoom" (o qualcosa di simile) svolto dallo specchio... insomma, l'immagine che ti restituisce non è comunque quella reale, con i vari vantaggi/svantaggi/conseguenze che questo comporta...

:mumble

Angus_McGyver
21-06-2005, 14.11.11
Originally posted by follettomalefico
Non vi è differenza fra uno specchio e l'aria, dal punto di vista dell'ottica.
(cut)
Egualmente, tu non metti a fuoco lo specchio (a pochi cm) ma l'oggetto che viene riflesso su di esso, ovvero raggi luminosi che incidono sopra a partire da una distanza molto maggiore.
(ricut)
O ancora: la finestra non ti permette di vedere tutto a fuoco: i raggi di luce arrivano da ben più lontano. Nel momento in cui tu metti una lastra di alluminio dietro il vetro (specchio, appunto) i raggi luminosi non son più provenienti da dietro, ma da davanti. In sostanza però, non cambia niente. :)
:)
Quoto in pieno, è la spiegazione più sensata e precisa finora. E lo dico con un minimo di cognizione di causa (il mi' babbo è ottico:cool: !)
Angus McErvellomiope

Wyrmslayer
21-06-2005, 14.13.00
Non devi lasciarti ingannare dal fatto che lo specchio sia un oggetto "piatto" e "tutto alla stessa distanza", perchè tu non stai guardando lo specchio in sé ma le immagini che questo riflette; dato che lo specchio non fa altro che deviare dei raggi luminosi non c'é alcuna differenza, dal punto di vista ( heh :D ) della messa a fuoco, a guardare qualcosa direttamente oppure il suo riflesso in uno specchio.

Angus_McGyver
21-06-2005, 14.15.31
Originally posted by Wyrmslayer
Non devi lasciarti ingannare dal fatto che lo specchio sia un oggetto "piatto" e "tutto alla stessa distanza", perchè tu non stai guardando lo specchio in sé ma le immagini che questo riflette; dato che lo specchio non fa altro che deviare dei raggi luminosi non c'é alcuna differenza, dal punto di vista ( heh :D ) della messa a fuoco, a guardare qualcosa direttamente oppure il suo riflesso in uno specchio.
:approved
Angus McOsasuccedesemettolospecchiodietrounafinestraemim ettogliocchialialcontrarioespengolaluceehoilcervel lostrabicoe...:p

eFFeeMMe
21-06-2005, 20.29.37
Originally posted by Angus_McGyver
:approved
Angus McOsasuccedesemettolospecchiodietrounafinestraemim ettogliocchialialcontrarioespengolaluceehoilcervel lostrabicoe...:p

Assolutamente niente. Ma se poi dici abracadabra vedi i criceti morti U_U

Angus_McGyver
21-06-2005, 20.35.09
Originally posted by EffeEmme
vedi i criceti morti U_U
Continuamente...:(
Angus McRicetoWillis