PDA

Visualizza versione completa : Violentata a 15 anni



d3Nd3
20-06-2005, 18.01.50
Ho spulciato quattro pagine di BB, ma sembra non se ne sia ancora parlato... se mi sbaglio, chiedo venia per la mia distrazione ^^'



Sicuramente ne avrete sentito parlare nei vari TG, tra le imperdibili nozze di Totti e Ilary e l'esaltante vittoria della Ferrari. Ho pescato questi link da google, non fanno riferimento ad alcuna mia preferenza mediatica:

- La notizia (http://www.ilgiornale.it/a.pic1?ID=8997)
- Il commento di un blogger (http://thebig.splinder.com/)

Sono rimasto basito, tra le altre cose perché è accaduto in pieno giorno in un parco pubblico; senza contare l'ulteriore cattiva pubblicità che questo ennesimo atto di bestialità porterà alla comunità di immigrati dell'est.

Mi è capitato di pensare -- più volte -- che per punire questo tipo di crimini bisognerebbe ripristinare l'impalamento. Dopotutto, essendo crimini barbarici, una tortura altrettanto barbarica si addicerebbe a chi li commette.

stan
20-06-2005, 18.05.44
Originally posted by d3Nd3
...Mi è capitato di pensare -- più volte -- che per punire questo tipo di crimini bisognerebbe ripristinare l'impalamento. Dopotutto, essendo crimini barbarici, una tortura altrettanto barbarica si addicerebbe a chi li commette.

Nah...io propongo la castrazione chimica....:sisi:

Davvero degli schifosi....e mi da fastidio pensare che certi individui vengano in Italia a fare solo 'ste cose.

d3Nd3
20-06-2005, 18.09.12
A rigor di cronaca, vorrei aggiungere che non è ancora certa la provenienza di due "esseri" (non me la sento di definirli persone). Inoltre, sembra che uno dei due sia stato identificato: la polizia asserisce di essere sulle sue tracce.

SnorriSturluson
20-06-2005, 18.16.24
Sicuramente la Lega dirà che erano extracomunitari e la Fallaci assicurerà che erano islamici :asd:

samgamgee
20-06-2005, 18.32.02
pena di morte! pena di morte!

anzi no, diamo loro la possibilità di provare con l'Ordalia la loro innocenza! Se Iddio è con loro, si salveranno dalle sacre fiamme in cui saranno immersi!

Angus_McGyver
20-06-2005, 18.35.01
Originally posted by stan
Nah...io propongo la castrazione chimica....:sisi:
D'accordo, ma togli "chimica".
O, per parafrasare Sam, "Morte di pene! Morte di pene!"
Angus McOsìsonopiùcalmi

..Omega.Rav..
20-06-2005, 18.44.20
Sono contrario alla pena di morte semplicemente perchè sarebbe un atto di pietà nei loro confronti. Si sono divertiti loro, perchè non dovremmo divertirci anche noi?

lord_of_chaos
20-06-2005, 19.02.34
Il fatto è che nella nostra "società" sta andando a catafascio,
oramai le notizie di genitori ammazzati dai figli si moltiplicano a dismisura,le violenze contro i minori di qualunque tipo sono il nostro pane quatidiano,non mancano tanto meno gli omicidi e/o sucidi.

Alcune volte penso che bisognerebbe mettere alla sedia elettrica tutta l'umanità.

Un'altro numero da aggiungere alla triste marea di crimini per fare le nostre belle statistiche nelle nostre belle sedie di velluto...

Mondrac
20-06-2005, 19.13.45
Mi è capitato di pensare -- più volte -- che per punire questo tipo di crimini bisognerebbe ripristinare l'impalamento. Dopotutto, essendo crimini barbarici, una tortura altrettanto barbarica si addicerebbe a chi li commette.

*
e


Si sono divertiti loro, perchè non dovremmo divertirci anche noi?

*

Stupido Beccaria..:tsk:

_Jackie_
20-06-2005, 19.25.21
Non ho parole.
Ieri mi sono chiesto... se fossi stato al posto del ragazzo e avessi avuto con me un coltello di 40 cm, con la sicurezza che i malintenzionati avrebbero fatto quello che poi hanno fatto... lo avrei usato?
Alla fine penso che l'avrei fatto, anche per effetto della paura... mi sarei trasformato in un assassino... la violenza genera violenza...
Ma qui sto andando OT...

alcoolwarriors
20-06-2005, 19.59.13
lo stupro è l'unico crimine che non concepisco, non riesco a spiegarmelo...perfino l'omicidio ha una sua logica e una sua comprensibilità...lo stupro no, è un atto inumano, da bestie inutili e da macello

Arael
20-06-2005, 20.39.57
Originally posted by _Jackie_
Ieri mi sono chiesto... se fossi stato al posto del ragazzo e avessi avuto con me un coltello di 40 cm, con la sicurezza che i malintenzionati avrebbero fatto quello che poi hanno fatto... lo avrei usato?

Cazzo, l'avrei usato subito, magari solo come minaccia, ma l'avrei usato.
Preferirei la galera o peggio, piuttosto che vedere la mia ragazza violentata senza fare niente.

Sinceramente, non per uno slancio di eroismo o cosa, ma anche senza il coltello avrei provato a reagire, trovando il tempo giusto, magari anche rischiando il culo, ma, ripeto, reputo lo stupro come il peggiore dei crimini, se poi la vittima é la mia ragazza, penso che andrei fuori di testa.

In ogni caso, é una storia allucinante.

fppiccolo
20-06-2005, 21.11.34
se tali schifezze cominceranno a moltiplicarsi nei luoghi pubblici o definiti "sicuri" vi è il rischio di veder gente uscire armata per difendersi, visto che la giustizia non sembra fare il suo corso o, se lo fà, li rimette subito in libertà

follettomalefico
20-06-2005, 21.20.51
Non riuscendo a commentare atti simili... pongo una riflessione: la notizia, genera pensieri che nelle menti perverse generano idee che generano repliche, generando altre notizie.

E' giusto dare la notizia di una 15enne violentata?
Come si può dare una notizia senza spettacolarizzarla?
Ha senso violare la sua privacy, dopo il suo corpo e la sua mente?
A noi cambia qualcosa sapere 'in dettaglio' una notizia così terribile?
Ha senso sottolineare il fatto che i due han fatto tutto impunemente, e "chissà se saranno presi"? Non è un invito a rifarlo (i.e. menti perverse parlo a voi)?
Una notizia simile che scopo ha? E' davvero informativa?
Credete che una notizia così posta serva a prendere coscienza di quello che accade nel mondo?
A noi importa davvero? Come vivremmo senza cronaca nel TG?


Chiedo scusa del bombardamento di domande ma son uscite in sequenza e credo che ogni risposta mi interesserà... se qualcuno vorrà rispondere naturalmente. Nel caso lo reputiate OT, posso aprire un altro topic.

Arael
20-06-2005, 21.25.21
Originally posted by fppiccolo
se tali schifezze cominceranno a moltiplicarsi nei luoghi pubblici o definiti "sicuri" vi è il rischio di veder gente uscire armata per difendersi,

Beh, se ne vede già fin troppa.

Phoenix_CH
20-06-2005, 21.26.21
Originally posted by SnorriSturluson
Sicuramente la Lega dirà che erano extracomunitari e la Fallaci assicurerà che erano islamici :asd:


che sono extra lo ha detto anke la polizia.....


Li cementi fino al collo lasciando solo fuori il culo e poi li dai come manichini da monta a Varenne......

_Jackie_
20-06-2005, 21.28.00
Originally posted by Arael
Cazzo, l'avrei usato subito, magari solo come minaccia, ma l'avrei usato.
Preferirei la galera o peggio, piuttosto che vedere la mia ragazza violentata senza fare niente.

Sinceramente, non per uno slancio di eroismo o cosa, ma anche senza il coltello avrei provato a reagire, trovando il tempo giusto, magari anche rischiando il culo, ma, ripeto, reputo lo stupro come il peggiore dei crimini, se poi la vittima é la mia ragazza, penso che andrei fuori di testa.

In ogni caso, é una storia allucinante.

Non parlavo tanto di difesa (quello è ovvio, anch'io preferirei rischiare la vita che far stuprare la mia ragazza) quanto di commettere proprio un omicidio (se usi un coltello contro un essere umano è quasi inevitabile, e nel caos della colluttazione poi...).

Voleva essere una riflessione sul fatto che questa società, forse, con i suoi abomini, ci sta davvero portando un po' tutti ad usare la violenza, anche chi, di default, non vorrebbe mai. :(

ARDDDT23
20-06-2005, 21.49.11
:D In paesi come l'Egitto, se lo stupro è confermato parte la pena di morte.

Arael
20-06-2005, 21.51.16
Originally posted by _Jackie_
Non parlavo tanto di difesa (quello è ovvio, anch'io preferirei rischiare la vita che far stuprare la mia ragazza) quanto di commettere proprio un omicidio (se usi un coltello contro un essere umano è quasi inevitabile, e nel caos della colluttazione poi...).

Voleva essere una riflessione sul fatto che questa società, forse, con i suoi abomini, ci sta davvero portando un po' tutti ad usare la violenza, anche chi, di default, non vorrebbe mai. :(

Il problema é che una società ha come scopo proprio quello di difendere l'individuo dalla predisposizione alla violenza degli altri (non tutti) uomini, mentre adesso sembra sia proprio la società a mettere più in pericolo le persone.

In un momento del genere, quando é messa in discussione l'incolumità dell'individuo o di una persona cara, quando c'é di mezzo la paura, la rabbia, é facile (e, secondo me, legittimo) che anche la persona più calma di questo mondo diventi impredibilmente violenta nella sua reazione. Tutto sta nel decidere (in quel caso) se vale di più l'incolumità fisica e psicologica tua e della ragazza o l'incolumità di due persone che stanno per commettere un atto terribile e vigliacco minacciandoti con un'arma.
In una situazione del genere, io non avrei alcun dubbio, anche se normalmente tendo ad evitare l'uso della violenza.

_Jackie_
20-06-2005, 21.58.09
Originally posted by Arael
Il problema é che una società ha come scopo proprio quello di difendere l'individuo dalla predisposizione alla violenza degli altri (non tutti) uomini, mentre adesso sembra sia proprio la società a mettere più in pericolo le persone.

In un momento del genere, quando é messa in discussione l'incolumità dell'individuo o di una persona cara, quando c'é di mezzo la paura, la rabbia, é facile (e, secondo me, legittimo) che anche la persona più calma di questo mondo diventi impredibilmente violenta nella sua reazione. Tutto sta nel decidere (in quel caso) se vale di più l'incolumità fisica e psicologica tua e della ragazza o l'incolumità di due persone che stanno per commettere un atto terribile e vigliacco minacciandoti con un'arma.
In una situazione del genere, io non avrei alcun dubbio, anche se normalmente tendo ad evitare l'uso della violenza.

Anch'io alla fine farei come te, il problema sta nel fatto che si debba arrivare a queste decisioni sempre più spesso.

Vanessina
20-06-2005, 22.09.50
Originally posted by Crash23
:D In paesi come l'Egitto, se lo stupro è confermato parte la pena di morte.
Si, però ti sfugge che in quei paesi una donna che è stata stuprata è una donna “disonorata” e rischia perfino di essere uccisa dalla sua stessa famiglia per “lavare l’onta” del disonore.

Dalmo
20-06-2005, 22.13.24
Che stronzi, io nei panni del ragazzo se avessi avuto una pistola gli avrei sparato ai piedi.


Originally posted by Vanessina
Si, però ti sfugge che in quei paesi una donna che è stata stuprata è una donna “disonorata” e rischia perfino di essere uccisa dalla sua stessa famiglia per “lavare l’onta” del disonore.
Ma che stramerda la cultura islamica. :asd:

lord_of_chaos
20-06-2005, 22.25.21
Tanto per restare in tema.....

mi viene da piangere (http://ilrestodelcarlino.quotidiano.net/art/2005/06/08/5378258)

Qfwfq
20-06-2005, 22.39.44
Originally posted by follettomalefico
E' giusto dare la notizia di una 15enne violentata?
Come si può dare una notizia senza spettacolarizzarla?
Ha senso violare la sua privacy, dopo il suo corpo e la sua mente?
A noi cambia qualcosa sapere 'in dettaglio' una notizia così terribile?
Ha senso sottolineare il fatto che i due han fatto tutto impunemente, e "chissà se saranno presi"? Non è un invito a rifarlo (i.e. menti perverse parlo a voi)?
Una notizia simile che scopo ha? E' davvero informativa?
Credete che una notizia così posta serva a prendere coscienza di quello che accade nel mondo?
A noi importa davvero? Come vivremmo senza cronaca nel TG?


La categorizzazione giusto o sbagliato, sinceramente, la trovo ostica da affrontare; come differenziazione avrebbe senso se l'informazione fosse realmente guidata da un codice deontologico vincolante e da un'etica professionale ben definita in grado di discernere l'informazione giusta e corretta da quella sbagliata. Purtroppo in Italia non possiamo contare su di una simile regolamentazione, invece particolarmente sviluppata nei paesi anglosassoni ( escludendo sempre i tabloid scandalistici che rimangono tali ovunque ); esempi emblematici sono sotto gli occhi di tutti, non ultimo quel Vittorio Feltri cui è permesso di continuare ad esercitare la professione addirittura in qualità di direttore di una testata giornalistica nazionale nonostante la sua radiazione dall'albo dei giornalisti.

La domanda da farsi, ovviamente, sarebbe cui prodest ?. A chi giova che una simile notizia assuma rilevanza nazionale ? Non certo alla quindicenne, che dopo la violenza fisica si vede costretta a subire anche la violenza della propria sfera privata diventata improvvisamente di dominio pubblico nei suoi risvolti più dolorosi; non giova nemmeno agli italiani, che in virtù della valenza tutta intima e privata della vicenda non potrebbero trarne alcuna utilità o beneficio che non siano rappresentati dal soddisfacimento di quel certo grado di morbosità che solitamente affligge il buon cittadino rispettoso della legge.

E' a questo punto che entra in gioco la strumentalizzazione ( od anche l'autostrumentalizzazione ) dell'informazione nell'affannosa ricerca di quanto possa fare maggiormente clamore ed incrementare pertanto audience e tirature dei quotidiani. Abbiamo recentemente patito la martellante notizia riguardante l'uccisione di quel barista di Varese, intento a sedare una rissa, da parte di un clandestino albanese; non è mio interesse entrare nel merito della questione chiedendomi se possa essere un semplice caso che la vittima fosse notoriamente legate alle frange estreme e violente della tifoseria cittadina. Limitiamoci ad evidenziare come una simile notizia capiti opportunamente a beneficio di una certa campagna di demonizzazione degli immigrati da tempo imperante nel nostro paese; la difficile congiuntura economica, cui invariabilmente si trovano spiegazioni "esterne" alla problematica ( classico lo slogan "gli immigrati sottraggono lavoro agli italiani, invece di considerare come essi sostengano attività che gli italiani non svolgerebbero mai ) e non ultimo l'ideologia xenofoba professata da forze politiche quali Lega Nord cavalcano a spron battuto una tale summa di pregiudizi, ed il tutto al fine di raccogliere fette sempre più ampie di elettori scontenti ed insicuri. Non è certo un caso che gli attacchi della Lega e le sue strumentalizzazione delle vicende di cronaca siano esponenzialmente aumentate in vista delle prossime primarie.

Qfwfq
20-06-2005, 22.40.21
Orbene, quale migliore strumento per procedere ad un ulteriore rinverdimento di tutto l'armamentario della propaganda razzista del far scivolare i pregiudizi anche sul "sacrosanto" ambito della condotta sessuale ? Nulla di nuovo sotto il sole; basti considerare che Lanz von Liebenfels, uno dei pionieri del pangermanesimo razzista nel XIX secolo, fosse solito accusare i popoli "non ariani" di bestalità, di animalesca concupiscenza finalizzata a violare la verginità delle donne ariane. L'immigrato non è soltanto estraneo ma alieno, ed assomma fra i suoi difetti tutti quei comportamenti tradizionalmente considerati contrari al buon vivere civile.

In tale ottica, pertanto, ogni minima informazione riguardante crimini da ricondurre al mondo dell'immigrazione diviene strumentale per alimentare quella che può essere considerata la moda politica del momento; per tale ragione accuso il panorama informativo italiano di mancare di una serie deontologia professionale, proprio alla luce della facilità con cui si presta ad evidenti strumentalizzazioni, peraltro dai contraccolpi sociali quantomai imprevedibili e deleteri, al solo fine di archiviare un vantaggio economico. Una quindicenne violentata da due sospetti extracomunitari e per giunta a pochi giorni di distanza dall'omicidio di un onesto barista da parte di un immigrato albanese ? Perfetto; un buon serbatoio per alimentare l'onda lunga della nuova psicosi nazionale, magari sino a tacciare la società moderna di degenerazione per poi professare la necessità di vigorosi giri di vite. La quindicenne è un pretesto, una vittima sacrificale doppiamente immolata, prima dalla violenza privata e poi dalla violenza di una strumentalizzazione informativa al solo fine di sostenere una tesi demagogica e deteriore; sono pronto a scommettere che un simile crimine, se commesso da un italiano, avrebbe attirato tutt'al più il trafiletto a piè pagine di qualche giornale locale.

Inutile dire come un simile meccanismo informativo poco abbia a che spartire con la vera informazione, che seppure impossibilitata per sua natura ad essere perfettamente imparziale dovrebbe almeno tendere quanto più possibile ad un simile archetipo. Essa risulta non più strumento al servizio della maturazione delle coscienze ma canale preferenziale per instillare nelle coscienze medesime, vuoi per disonestà intellettuale, vuoi per deresponsabilizzato fine lucrativo, valori e disvalori predominanti in un determinato momento storico.

Dalmo
20-06-2005, 22.45.58
E' vero quello che dici, ma se devono essere strumentalizzati per stringere la vite contro i clandestini e la criminalità composta da comunità di immigrati ben venga.
Per quanto ne so da quando sono iniziate le immigrazioni la criminalità è aumentata in maniera esponenziale e gli extracomunitari sono usati come manodopera dalle associazioni criminali.
Posso dire anche che sono contrario all' immigrazione poichè siamo in un contesto di crisi ecomnomica, quindi dubito fortemente che servano numeri sempre più grandi di persone da occupare. :asd:

..Omega.Rav..
20-06-2005, 22.58.14
Originally posted by Qfwfq
Orbene, quale migliore strumento per procedere ad un ulteriore rinverdimento di tutto l'armamentario della propaganda razzista del far scivolare i pregiudizi anche sul "sacrosanto" ambito della condotta sessuale ? Nulla di nuovo sotto il sole; basti considerare che Lanz von Liebenfels, uno dei pionieri del pangermanesimo razzista nel XIX secolo, fosse solito accusare i popoli "non ariani" di bestalità, di animalesca concupiscenza finalizzata a violare la verginità delle donne ariane. L'immigrato non è soltanto estraneo ma alieno, ed assomma fra i suoi difetti tutti quei comportamenti tradizionalmente considerati contrari al buon vivere civile.

Le teorie anti-semitiche di Adolf Joseph Lanz non sono applicabili, in vece di paragone, alla situazione attuale ambivalente dello "straniero" nel nostro paese. Gli scritti di Liebenfels erano di propaganda mirata, una mera disquisizione sulla gloria della razza ariana e sul pericolo di mischiarsi con altri popoli che avrebbero potuto strappare un predominio politico-economico. Oggigiorno dobbiamo distinguere tra immigrati lavoratori e immigrati clandestini, dobbiamo distinguere tra una preoccupazione di tipo economico (che ovviamente non sussiste) e una di tipo sociologico (concedimi di non usare il termine "sociale"): siamo preoccupati perchè questi immigrati entrano nel nostro paese o per quello che si riservano di fare una volta dentro? A nessuno, a parte i casi di cazzotestaggine recidiva, da fastidio un senegalese che lavora alle poste: questo dovrebbe riservarci il diritto di non ritenerci paragonabili ai teorici del razzismo anti-semita quando, attraverso la nostra forma di spettacolarizzazione degli eventi e della cronaca "aperta" ben differente dalla cronaca anglosassone (lei esponga i fatti, prima di inserire un aggettivo venga da me a chiedere il permesso), veniamo a conoscenza di fatti di cronaca come quello riportato in questo thread.

billygoat
20-06-2005, 23.10.42
Originally posted by Dalmo
Per quanto ne so da quando sono iniziate le immigrazioni la criminalità è aumentata in maniera esponenziale e gli extracomunitari sono usati come manodopera dalle associazioni criminali.


o forse è cresciuta in modo esponenziale la ricerca di notizie di tal genere... e una campagna, più o meno cosciente, di demonizzazzione dello straniero.
se ci fai caso se un albanese rapina una banca troverai un titolo più o meno come "albanese rapina una banca". se lo stesso crimine è compiuto da un italiano il titolo reciterà "rapina in banca: xxx euro spariti".
fidati, su ste cose mi son documentato parecchio... oltre ad aver fatto per 3 mesi uno stage nella redazione di cronaca di un quotidiano ed aver visto quindi come funziona la cernita delle notizie.
semplicemente uno straniero delinquente fa molta più notizia degli altri 50mila che lavorano. e quindi i 50mila lavoratori onesti e stranieri spariscono dietro le cazzate dell'imbecille.

Sir.Turalyon
20-06-2005, 23.18.29
Magari e violentassero me (due donne però) ...a parte gli scherzi chi si macchia di questo crimine e viene beccato dalla polizia passa le pene del purgatorio...e quando vanno in carcere le pene dell'inferno.

..Omega.Rav..
20-06-2005, 23.25.56
Originally posted by Sir.Turalyon
chi si macchia di questo crimine e viene beccato dalla polizia passa le pene del purgatorio...e quando vanno in carcere le pene dell'inferno.

in che film?

mErLoZZo
20-06-2005, 23.46.14
ragazzi, i dico solo che questi due, bisognerebbe appenderli per i coglio*i, a testa in giù, e poi partendo dagli arti tagliargli via una fettina di carne ogni tot (diciamo ogni ora?) cauterizzando subito dopo, e spargendo sale e aceto sulle ferite, per non farle infettare :|

Sir.Turalyon
21-06-2005, 00.03.03
Originally posted by ..Omega.Rav..
in che film?
è così,fidati.

Qfwfq
21-06-2005, 00.03.25
Originally posted by ..Omega.Rav..
Le teorie anti-semitiche di Adolf Joseph Lanz non sono applicabili, in vece di paragone, alla situazione attuale ambivalente dello "straniero" nel nostro paese. Gli scritti di Liebenfels erano di propaganda mirata, una mera disquisizione sulla gloria della razza ariana e sul pericolo di mischiarsi con altri popoli che avrebbero potuto strappare un predominio politico-economico.

Mi raccordo alla tua ultima frase, sostanzialmente corretta, in merito al timore espresso da Lanz von Liebenfels circa il pericolo che la razza ariana potesse dissipare la propria forza e superiorità in seguito a rapporti di promiscuità con razze considerate inferiori. Alla luce di una simile posizione diviene ben evidente, come peraltro sottolineato da Nicholas Goodrick-Clarke e Ian Kershaw, che le posizioni di Liebenfels non possano essere riassunte e spiegate nel ristretto ambito dell’antisemitismo, certo professato da Lanz ma che non costituì mai uno dei punti focali del suo pensiero. Trovo invece che l’esempio di Lanz possa costituire un buon paragone, operati ovviamente i dovuti distinguo storici, rispetto all’attuale situazione. L’ariosofo Liebenfels vede la sua opera svilupparsi nella Vienna a cavallo fra l’ultimo decennio del XIX secolo ed il primo del XX; storicamente durante tale ventennio l’Impero Austroungarico, segnato da una delle sue cicliche crisi economiche, divenne altresì protagonista di un massiccio fenomeno migratorio di popolazioni di etnia slava, ed in special modo cèchi e ruteni, che, stanziate nella metà ungherese dell’Impero in condizioni di sostanziale svantaggio e discriminazione rispetto alla predominante élite magiara, ricercarono nella metà austriaca dello stesso migliori condizioni di vita e più ampie libertà politiche simboleggiate dall’attività di quel parlamento austriaco fortemente voluto dai liberali austriaci. Tale flusso migratorio, che in breve l’Austria dimostrò di non saper adeguatamente assorbire, determinò notevoli ed evidenti squilibri economico-sociali tosto sfruttati dalla corrente pangermanista di Georg Ritter von Schönerer, di cui Lanz fu attivo sostenitore, per propugnare con ancora maggior virulenza la necessità di una riunificazione di tutti i popoli di stirpe germanica sotto un’unica corona, quella degli Hohenzollern, in grado di opporre un valido baluardo a quella che era considerata la contaminazione culturale e “di sangue” apportata dalle genti slave; poco importava che il pangermanesimo, insieme alle numerose tendenze nazionaliste espressa dalle varie minoranze dell’Impero ad iniziare da quella serbo-bosniaca, rappresentassero una delle campane a morto per l’Austria-Ungheria. E’ sempre in questo periodo che si situano le azioni dimostrative, solitamente finalizzate a contrastare l’impetuoso fenomeno immigratorio, dell’irruento borgomastro di Vienna Karl Lueger. Il razzismo di Liebefels ( di cui l’antisemitismo costituisce solo una delle innumerevoli sfaccettature ) assume pertanto, e scopertamente, i toni di un sostanziale antislavismo profondamente connesso alla situazione contingente, finalizzato in ultima analisi alla glorificazione della presunta superiorità della razza ariana rispetto ai popoli confinanti ed intimamente connesso alla secolare tradizione germanica dell’espansionismo verso oriente ( sin dall’epoca, in pratica, della Drang nach Osten alla conquista dei territori baltici ) che aveva contribuito in modo cruciale sia alla formazione della coscienza del popolo germanico che alla costituzione dello stesso concetto di limes orientale.

..Omega.Rav..
21-06-2005, 00.54.11
Liebenfels era un pazzo, un fanatico visionario innamorato della sua stessa leggenda: credeva che la fondazione dell'Ordo novi templi gli avrebbe portato prestigio e fama tra i membri della classe politica e intellettuale tedesca di inizio secolo, invece vide tutti i suoi sforzi "vanificati" nel momento in cui non venne accettato come precursore dell'ideologia di Hitler negli anni venti. Nel 1938 gli venne addirittura proibito di proseguire con le sue pubblicazioni, che oramai erano una paccottiglia di mistificazioni, giustificazioni esoteriche del razzismo e profezie confuse. Credo che l'opera di Liebenfels faccia parte di un tipo di propaganda "massonica" caduta in disuso: continuo a credere che paragonare questo tipo di appoggio propagandistico all'attuale metodo di diffusione delle notizie "di parte" sia una esagerazione.

edit: mettiamola così.
Liebenfels : Hitler = Emilio Fede : Berlusconi

Zaorunner
21-06-2005, 01.48.43
Se la tirassero di meno molti problemi si attenuerebbero, tra qui questo.


A tutti i boia, sadici, torturatori, castratori-dalla-forbice-facile, violenti repressi e non, giustizieri della notte, passati e futuri del topic porgo i miei auguri di una breve esistenza dettata da cause naturali.
L'evoluzione farebbe bene a liberarci da certi rifiuti.

Dalmo
21-06-2005, 01.56.48
Originally posted by Zaorunner
Se la tirassero di meno molti problemi si attenuerebbero, tra qui questo.


A tutti i boia, sadici, torturatori, castratori-dalla-forbice-facile, violenti repressi e non, giustizieri della notte, passati e futuri del topic porgo i miei auguri di una breve esistenza dettata da cause naturali.
L'evoluzione farebbe bene a liberarci da certi rifiuti.
Ban&TorturaConLeForbiciByGiustiziereProletario

..Omega.Rav..
21-06-2005, 02.11.39
Originally posted by Zaorunner
Se la tirassero di meno molti problemi si attenuerebbero, tra qui questo.

L'evoluzione farebbe bene a liberarci da certi rifiuti.

ecco, vedi, interventi di questo calibro non li capisco. non è cinismo, non è acidità. è cattiveria gratuita. perchè? uscite come "se la tirassero di meno molti problemi si attenuerebbero, tra cui questo" a cosa sono finalizzate? a essere simpatico? a fare quello del "che cazzo me ne frega degli altri"? al "scateniamo il flame gratuito"? al "non me ne frega un cazzo delle vostre opinioni e mi diverto a buttare merda gratis, che non se ne tira mai abbastanza"? al "sono superiore"? sono curioso. internet come paccottiglia di merda e informazioni a caso, sulle board, è storia relativamente vecchia. ci sono regole di netiquette comportamentale tutto sommato ben precise, credo che si parta dal presupposto che un post non debba comunque a priori essere "destabilizzante" e/o "offensivo" per chicchessia.


A tutti i boia, sadici, torturatori, castratori-dalla-forbice-facile, violenti repressi e non, giustizieri della notte, passati e futuri del topic porgo i miei auguri di una breve esistenza dettata da cause naturali.

non pretendo che si ricordi un avvenimento del genere, io stesso in quella occasione scrissi un post sul forum per sfogarmi e chiesi un paio di giorni dopo a Zeus (che era allora mod del blah) di deletarlo, ma esattamente 1 anno e 7 mesi fa (cadeva proprio il 21 ottobre 2003) ricevetti una telefonata in cui mi si diceva che la mia ragazza era stata trovata abbandonata sotto il portone di casa sua dopo essere stata stuprata e ammazzata. non auguro nè a te nè a chicchessia una esperienza del genere, ben chiaro, ma, se permetti, dopo aver passato quello che ho passato, ed aver naturalmente provato desiderio di vendetta, omicidio, di farmi giustizia da solo, insomma, sentirmi augurare di morire precocemente, mi fa sorridere :)

Zaorunner
21-06-2005, 02.28.15
Originally posted by ..Omega.Rav..
ecco, vedi, interventi di questo calibro non li capisco. ci sono regole di netiquette comportamentale tutto sommato ben precise, credo che si parta dal presupposto che un post non debba comunque a priori essere "destabilizzante" e/o "offensivo" per chicchessia.

A me tra chi fa una cosa orribile e degradante, e tra chi da dietro guarda e sorride per l'opportunita' incorsa di sfogarsi, linciare, e sentirsi superiore a tale persona, trovo migliori i primi.

Quindi leggere certe risposte e' offensivo verso la mia, di netiquette.
Vuoi forse togliermi il diritto di rimandare al mittente la cortesia, e di leggere la sua indignata reazione, che a questo punto si mostra in tutta la sua dimensione grottesca?
Guarda, se ti sei ritrovato in una delle categorie di persone da me elencate, mi dispiace per te.
Forse dovresti dispiacertene anche te.
Magari non sei cosi' diverso da chi detesti.

..Omega.Rav..
21-06-2005, 02.44.47
leggendo le cose che scrivi su questa board, e il tono con cui le scrivi, mi sono inevitabilmente fatto una opinione di te che è ben lungi dalla figura del pacificatore. Bada che non è una accusa questa.
Lo stesso reply che hai scritto poco sopra è una contraddizione in termini: aborri i sentimenti di violenza e auguri morte precoce a chiunque ne abbia.
La violenza non è sempre sfogo gratuito o repressione, tu parli di ira, io di aggressività.
E' vero, probabilmente non sono diverso da chi detesto. Ma lasciami dire che l'onore me lo porterò nella tomba e non ho mai provato, provo, tantomeno proverò mai pietà per chi l'onore lo brucia in questo modo. Io ucciderei, o mi ucciderei, per le persone che amo: giusto? sbagliato? C'è un equilibrio che deve essere mantenuto: quando l'equilibrio si rompe, lo si deve risaldare con ogni mezzo possibile. So per certo che questo tipo di discorso non può essere recepito, dal momento che presuppone una base di pensiero-filosofia a cui tu, molto probabilmente, non sei interessato.

Zaorunner
21-06-2005, 02.57.43
Originally posted by ..Omega.Rav..
leggendo le cose che scrivi su questa board, e il tono con cui le scrivi, mi sono inevitabilmente fatto una opinione di te che è ben lungi dalla figura del pacificatore. Bada che non è una accusa questa.
Lo stesso reply che hai scritto poco sopra è una contraddizione in termini: aborri i sentimenti di violenza e auguri morte precoce a chiunque ne abbia.


Non ho necessariamente scritto quello che penso. Non credo nemmeno di avere un idea precisa a riguardo. Ho sopratutto provato ad argomentare qualcosa con gli stessi argomenti coi quali mi si potrebbe a sua volta rispondere. Speravo fosse qualcuno piu' fesso a rispondere. (anche se non e' mancato :asd: )

In tutta franchezza, il topic fin dall'apertura non mi e' sembrato terreno fertile per discussioni interessanti, quindi tantovale...
:birra:

TrustNoOne
21-06-2005, 03.38.29
non e' successo molto lontano da casa mia...
In quel posto uno dei miei coinquilini ci va spesso a studiare :|

.Dexx.
21-06-2005, 06.55.48
Originally posted by Zaorunner
Se la tirassero di meno molti problemi si attenuerebbero, tra qui questo.


A tutti i boia, sadici, torturatori, castratori-dalla-forbice-facile, violenti repressi e non, giustizieri della notte, passati e futuri del topic porgo i miei auguri di una breve esistenza dettata da cause naturali.
L'evoluzione farebbe bene a liberarci da certi rifiuti.

Ti vorrei proprio vedere al posto del ragazzo a cui è stata violentata la ragazza davanti agli occhi...

Ma vista l'arte del paracularsi


Originally posted by Zaorunner
Non ho necessariamente scritto quello che penso.


Originally posted by Zaorunner
In tutta franchezza, il topic fin dall'apertura non mi e' sembrato terreno fertile per discussioni interessanti, quindi tantovale...
:birra:

Non mi interessa nemmeno la risposta dopotutto :asd:

Bortoluca
21-06-2005, 08.47.43
Nessuna pietà bisogna ammazare gente del genere!! Bastardi!!! Non ho parole per descrivere quanto è successo!!! Io rimango della mia idea!! Razze bastarde in Italia non dovrebbero neanche stare!! Uccidiamoli tutti!! E rude da dire ma è meglio per tutti!! Sono sempre gli stranieri a commettere questi crimini!!!!
Devono andarsene o morire!!

New_Alumir
21-06-2005, 09.09.19
queste non sono persone, sono degli esseri viventi che andrebbero torturati e sgozzati all' istante

SnorriSturluson
21-06-2005, 09.15.39
A tutti i fautori della legge delle soluzioni "estreme" che definiscono legge del taglione auguro un giorno di trovarsi obbligati a commettere un crimine causa forze maggiori in una situazione sociale dove ogni crimine è considerato talmente aberrante da annullare la condizione umana.


EDIT: si può dire che con tutta probabilità gli stupratori non erano assolutamente obbligati, ma quel verbo è stato inserito solo per comprendere chi sosterrebbe che non commetterebbe mai un'illegalità.

KiRBY
21-06-2005, 09.21.11
Originally posted by Bortoluca
mucchiate di merda


:|

billygoat
21-06-2005, 09.26.35
Originally posted by Bortoluca
Razze bastarde in Italia non dovrebbero neanche stare!! Uccidiamoli tutti!! E rude da dire ma è meglio per tutti!! Sono sempre gli stranieri a commettere questi crimini!!!!
Devono andarsene o morire!!

:clap:

ma vaffanculo, va... :|

Hob Gadling
21-06-2005, 09.40.10
Originally posted by Bortoluca
Nessuna pietà bisogna ammazare gente del genere!! Bastardi!!! Non ho parole per descrivere quanto è successo!!! Io rimango della mia idea!! Razze bastarde in Italia non dovrebbero neanche stare!! Uccidiamoli tutti!! E rude da dire ma è meglio per tutti!! Sono sempre gli stranieri a commettere questi crimini!!!!
Devono andarsene o morire!!
Birthday June 28, 1985
:.:

d3Nd3
21-06-2005, 09.41.51
Dacché c'è bisogno di fertilizzare il thread, rilancio qualcosina.

A foll e chi si chiede se abbiamo davvero bisogno di questo tipo di informazione: no, non ne abbiamo bisogno, possiamo vivere tranquillamente senza -- come possiamo vivere senza il latino e la filosofia (tanto per citare due temi a caso).
Pure, allo stesso modo con cui ci si domanda per quale motivo questa notizia viene divulgata, è lecito pensare: perché non dovrebbe esserlo? Dubito sia una cosa "da tutti i giorni" come l'ennesima vecchietta scippata o il classico giovane schiantatosi il sabato sera, indipendentemente da chi sia stata commessa. Certo, si tratta di avvenimenti adulterati a scopi politici, ma non vedo perché debbano essere taciuti: dopotutto, spetta a noi cittadini prestare attenzione alle manipolazioni dei media.

Io credo che, anziché preoccuparsi nuovamente della propalazione dell'informazione in Italia, sarebbe più opportuno tentare di riflettere su cosa spinge queste "persone" a commettere atti talmente orribili, e cercare -- magari -- di trovare una soluzione più o meno drastica, anche se nel nostro piccolo non possiamo far altro che concionare.



P.S. Naturalmente, l'intervento di Bortoluca non merita il benché minimo commento.

Zaorunner
21-06-2005, 11.30.08
Originally posted by .Dexx.
Ti vorrei proprio vedere al posto del ragazzo a cui è stata violentata la ragazza davanti agli occhi...

"Speravo fosse qualcuno piu' fesso a rispondere."

Mi dispiace, ma prova a rispondere ai topic quando sei sveglio, non alle 6 di mattina :ihih:

follettomalefico
21-06-2005, 11.41.07
Attenzione d3nd3, io non mi chiedevo principalmente se NON dovesse venire divulgata, ma il modo con cui veniva fatto. Non si tratta della questione di oscurare l'informazione, quanto di capire quale sia il modo giusto.
Visto che comunque non sono troppo sicuro che non sia all'ordine del giorno, una cosa simile. Eppure, vengono taciute.

La mia questione non è un banale interessarsi sulla questione della propagazione dell'informazione in Italia, quanto un interrogarsi sul cosa, quando e soprattutto come della notizia in senso globale ed intrinseco.
Perchè l'informazione ha un peso, spesso sottovalutato. E l'emulazione non è così rara e scatena una reazione a catena (fra le varie, possibili dinamiche).

Il problema risulta quindi porre la notizia senza una formulazione tale da scatenare una reazione a catena. Un modo che tenga in considerazione la vita delle persone e non la morbosità intriseca delle stesse, le loro paure o le loro emozioni.

E' una questione non da poco, purtroppo estremamente minimizziata e ignorata.


~


Il domandarmi su cosa spinge queste persone peraltro è una questione che ho già smesso di pormi, perchè pericolosamente costellata di fosse chiamate 'generalizzazioni' che non portano da nessuna parte ed inoltre necessitanti di una analisi psicologica che è difficile eseguire in profondità senza trovarsi davanti una persona simile.
Soluzione? La soluzione è endemica, sociale se vogliamo. Volendo porre una semplificazione estrema, ma che fa capire l'ottica della situazione, è la società stessa che genera queste situazioni e deviazioni mentali, quindi non c'è una 'possibilità' di cambiare le cose se non il progredire dell'umanità stessa, su scala globale, con tutte le conseguenze che ne derivano e i tempi che si necessitano.

L'ideale sarebbe 'intercettare' le persone, per poter capire il fulcro che genera il resto e risolverlo, ma è utopico pensare a qualcosa di simile. Quindi, l'unica cosa che rimane è istituire il fenomeno 'legge' e 'polizia' per generare un deterrente sufficientemente alto, per minimizzare i danni.

Vi sono altri modi? Possibile. Però troppi di questi sono pura utopia, molti altri inefficaci e altri ancora probabilmente non son stati scoperti, sempre se esistono.

Ti basti guardare tutta la violenza che ha scatenato, nel nostro piccolo, su questo topic, una notizia data in quel modo. L'atto è gravissimo, ma terminare un altro essere umano è una soluzione? Non credo. Se ci rifletti, è una versione verbale in scala delle dinamiche di violenza che si instaurano, a partire da un singolo evento, amplificato poi dai media. Violenza chiama violenza. Se però è amplificata, la propagazione diventa esponenziale?

UAranger
21-06-2005, 11.51.56
Bisogna adottare la tolleranza zero verso tutti coloro che delinquono indipendentemente dal colore della pelle.
Comunque sarebbe ora di finirla con i soliti discorsi.......il povero immigrato........la sua situazione socialmente difficile......ecc....; quando uno compie un reato va punito come si merita e maggiormente in reati come lo stupro dove i motivi sociali, economici ecc..... non centrano un bel niente.
Le forze dell'ordine dovrebbero essere messe in condizione di usare il "pugno duro"; e coloro che sono condannati scontare la pena fino in fondo senza che il solito giudice di turno li scarceri dopo poco tempo con le solite cazzate delle attenuanti.
per certi reati particolarmente gravi ritengo sarebbe utile applicare la pena capitale.

kakikoio
21-06-2005, 11.59.50
A morte, indipendentemente che siano slavi, rumeni, italiani o Alieni...Sono dei mostri e gli farei tagliare i coglioni. punto.
edit

Anzi, li fare sodomizzare per un paio di mesi da grossi omoni pelosi e bastardi...

follettomalefico
21-06-2005, 12.00.10
Vuoi sapere il limite del pugno duro? Gli innocenti. Purtroppo non siamo in grado di discernere giusto e sbagliato come potrebbe fare Dio, sempre che esista giusto, sbagliato e Dio.

Sinceramente io ho più paura di un criminale legalizzato (i.e. poliziotto che usa la divisa a suo vantaggio) rispetto ad un criminale fuorilegge. Del primo, non saprai mai nulla, il secondo, titola sui quotidiani.

billygoat
21-06-2005, 12.06.49
Originally posted by UAranger
senza che il solito giudice di turno li scarceri dopo poco tempo con le solite cazzate delle attenuanti.


il giudice quando concede le attenuanti non fa altro che rispettare la legge... se te la devi prendere con qualcuno prenditela col tuo silvio che invece di inasprire alcune leggi cerca di rendere più dolci quelle che più gli fanno comodo...

sharkone
21-06-2005, 12.12.35
Sarà la solita risposta da depresso che merita di morire presto ma...in questi casi i campi di lavoro si rimpiangono.

E non si tratta di giudici, ma di leggi e di giustizia.
L'Italia è così, gente in prigione, magari rovinata per una cazzatina, e poi gente che meriterebbe le pene dell'inferno che esce dopo due anni non rovinata.
"Non rovinata" perche' a gente simile non gli frega un tubo dell'essere stati dentro, anzi magari si vantano pure e ottengo piu' rispetto dalle merde che frequentano.

UAranger
21-06-2005, 12.20.40
Originally posted by billygoat
il giudice quando concede le attenuanti non fa altro che rispettare la legge... se te la devi prendere con qualcuno prenditela col tuo silvio che invece di inasprire alcune leggi cerca di rendere più dolci quelle che più gli fanno comodo...


il rendere "piu' dolci" come affermi tu e' il giusto tentativo di garantire "uguaglianza" tra l'accusa e la difesa durante un processo; questo non centra assolutamente nulla con quanto detto prima.
Per quanto riguarda gravi reati come quello di cui stiamo parlando, una volta individuato il responsabile e' giusto che la pena sia scontata fino in fondo; o facciamo come nel caso "IZZO" dove il solito giudice senza minimamente informarsi sulla persona di cui si occupava lo ha tranquillamente messo in liberta' con i risultati che si sono visti.

samgamgee
21-06-2005, 12.32.34
uaranger, billygoat, per favore niente politica.

bortoluca, considerati sulla lista nera.

azanoth
21-06-2005, 12.41.45
Originally posted by samgamgee


bortoluca, considerati sulla lista nera.


http://www.coutant.org/mccarthy.jpg

Kondur
21-06-2005, 12.53.27
Oggi a Milano un altro caso di sturpo...
E del tizio clandestino che vive sotto i ponti a Roma e che ha salvato l'aspirante suicida ne vogliamo parlare?

elfebo
21-06-2005, 13.01.24
boh comunque alla fine la bestialità viene sempre dall'est.
nono hanno nulla da perdere, se finiscono in carcere gli diamo un tetto e da mangiare.
comandano la prostituzione.
rubano nelle case.
a roma hanno ville e villoni e milioni di euro e si spacciano per venditori d'auto.
sto facendo retorica?

bene...ma la criminalita' senza gli extracomunitari, si ridurrebbe alle mamme che uccidono i figli per depressione (azzi loro in ogni caso, niente morti "estranee"), e ai poveri a loro che rubacchiano alla banca e alle poste.
ah....e la mafia.
beh la mafia non si puo' battere, e' radicata.
indi per cui, questi delinquentucoli comuni che ripeto NON hanno nulla da perdere, uccidono,accoltellano, rapinano uccidendo,stuprano, perche' sono delle bestie.
e qui io lo dico senza remore.
razza inferiore.
ma non fisicamente...psicologicamente sono inferiori alla civilta' in cui dovrebbero vivere.
stop.


indi, l'appoggio al "fuori dalle palle".

Zaorunner
21-06-2005, 13.05.11
Originally posted by elfebo
boh comunque alla fine la bestialità viene sempre dall'est.
nono hanno nulla da perdere, se finiscono in carcere gli diamo un tetto e da mangiare.
comandano la prostituzione.
rubano nelle case.
a roma hanno ville e villoni e milioni di euro e si spacciano per venditori d'auto.
sto facendo retorica?

bene...ma la criminalita' senza gli extracomunitari, si ridurrebbe alle mamme che uccidono i figli per depressione (azzi loro in ogni caso, niente morti "estranee"), e ai poveri a loro che rubacchiano alla banca e alle poste.
ah....e la mafia.
beh la mafia non si puo' battere, e' radicata.
indi per cui, questi delinquentucoli comuni che ripeto NON hanno nulla da perdere, uccidono,accoltellano, rapinano uccidendo,stuprano, perche' sono delle bestie.
e qui io lo dico senza remore.
razza inferiore.
ma non fisicamente...psicologicamente sono inferiori alla civilta' in cui dovrebbero vivere.
stop.


indi, l'appoggio al "fuori dalle palle".

Lo stesso discorso non vale forse per gli abitanti del sud italia?

F355
21-06-2005, 13.10.34
Almeno questo (http://www.corriere.it/Primo_Piano/Cronache/2005/06_Giugno/21/bologna.shtml)


Calderoli : "Castrazione chimica per i reati sessuali"

Sono di orientamento politico totalmente opposto ma a malincuore in questa sociesta, questo metodo ( comunque barbaro ), penso che vada adottato. è una brutta cosa da dire e da fare ma non puo andare avanti così.

stan
21-06-2005, 13.15.19
Originally posted by Zaorunner
Lo stesso discorso non vale forse per gli abitanti del sud italia?

E qui l'hai sparata davvero grossa....

F355
21-06-2005, 13.26.32
Sono diventato molto più categorico e "chiuso" su queste faccende da quando, in mia presenza, è successa una cosa spiacevole alla mia ragazza, una leggerezza una cosa enormemente piccola rispetto a questo caso estremo, ma questo piccolo incidendente dentro di lei ha avuto un risvolto molto serio. Scatta l'insicurezza, la paura anche di andare da sola in quel parco come piaceva a lei a disegnare, di aspettarmi la notte in piazza in presenza di pochi passanti. Credo che sia una cosa devastante per la mente di una ragazza, mi vengono i brividi a pensare a questo caso e non so a che livello e a che cosa mi avrebbe portato la rabbia.

elfebo
21-06-2005, 13.50.05
Originally posted by Zaorunner
Lo stesso discorso non vale forse per gli abitanti del sud italia?

si.

infatti le nostre punizini le subiamo giorno per giorno.

A) cultura del lavoro sotto lo zero.lavoro a nero a go go perche' tanto "se non accetti tu a 10 euro a nero al giorno, ce ne sono altri 1000 che accettano"
B)sviluppo nullo
C) cultura dell'imprenditoria MENO zero. nessuno investe soldi qui, perche' la (Scarsa) cultura non indica come fonte di guadagno un investimento che puo' rendere tra solo 4/5 anni....qui si pensa ad avere subito la pagnotta.
D) microcriminalita' a schifio per questo motivo, pero' c'e' sempre da dire che rimane circoscritta a rapine e affari di droga. al nord la criminalita' organizzata c'e' ed e' anche di piu' ed oltretutto e' gestita da colored e uomini dell'est.qui da me a taranto se viene un albanese a fare il galletto, WdC. (senza nomi) gli infila u na 7.65 nel culo e lo spara dall'interno.:sisi:
D) in ogni caso noi siamo parte dell'italia e per questo dobbiamo restare qui ed essere educati da chi invece non ha questi problemi, ergo..l'italia ha gia' il problema del sud, non si deve accollare estranei che NON VENGONO in italia per lavorare (sono pochi e cmq quelli con regolare permesso e che hanno un posto di lavoro da un po e fedina pulita,per me poterbbero restare senza problemi), ma solo e semplicemente per gestire prostituzione,affari di droga, e che da soli sono mine vaganti per gioiellerie (hai gia' dimenticato tutti i morti al nord per extra che entrano e sparano ad capocchiam?), stupri e quantaltro.

volevo vedere se eri genitore della quindicenne, se non andavi a strappargli via la pelle e la cospargevi di sale fino a farlo urlare da fargli strappare le corde vocali...e' troppo facile parlare sugli altri...

Qfwfq
21-06-2005, 13.50.10
Originally posted by ..Omega.Rav..
Liebenfels era un pazzo, un fanatico visionario innamorato della sua stessa leggenda: credeva che la fondazione dell'Ordo novi templi gli avrebbe portato prestigio e fama tra i membri della classe politica e intellettuale tedesca di inizio secolo, invece vide tutti i suoi sforzi "vanificati" nel momento in cui non venne accettato come precursore dell'ideologia di Hitler negli anni venti. Nel 1938 gli venne addirittura proibito di proseguire con le sue pubblicazioni, che oramai erano una paccottiglia di mistificazioni, giustificazioni esoteriche del razzismo e profezie confuse.

In primo luogo ritengo che giudizi di merito quali pazzo e fanatico visionario siano inopportuni nell'ambito di una discussione sull'occultismo e sulle teorie di Liebenfels. La teosofia, così come l'antroposofia steineriana e l'ariosofia di Lanz e di von List contengono poco o nulla di scientificamente plausibile, ragion per cui risulta evidente che una loro valutazione secondo il metro del raziocinio ci porterebbe necessariamente ad operare una integrale condanna di simili dottrine, viste solo come nulla più di irragionevoli farneticazioni destituite di fondamento. Tuttavia, volendo procedere ad una seria e proficua indagine sull'occultismo dei secoli XIX - XX così come sugli analoghi movimenti attuali, è opportuno considerare come a determinare il successo di una tesi o di una teoria in tale ambito non contribuisca la sua validità scientifica o la sua raziocinante e convincente strutturazione, bensì la sua forza di suggestione facente appello all'immaginifico. In caso contrario non si spiegherebbe l'ancor perdurante successo della teosofia blavatskiana, basata su di una serie di fantasiose teorie sostenute da sporadiche prove archeologiche e filologiche di strumentale interpretazione ( una su tutte la derivazione del Paradiso ebraico-cristiano dal termine sanscrito Paradesha ) ed integrate da assurdità quali la diretta conoscibilità della storia passata grazie allo sfruttamento di un fantomatico "etere psichico" chiamato Akasa.

In merito al rapporto di Lanz con il nazionalsocialismo il discorso da affrontare sarebbe assai più complesso di quanto da te enunciato. In primo luogo, come sottolineato da Giorgio Galli, l'ONT di Liebenfels, lungi dal costituire un integrale fallimento, garantì al suo fondatore una certa rinomanza nei circoli internazionali legati a movimenti occultistici e la possibilità di coltivare rapporti, per quanto sporadici, con personaggi di spicco fra cui, presumibilmente, Lord Herbert Kitchener. L'eredità di Lanz nel pensiero hitleriano è argomento più difficile da discernere. Sappiamo per sua stessa ammissione che durante il famoso periodo viennese il futuro dittatore fu accanito lettore della rivista Ostara pubblicata proprio dal Liebenfels, nonché estimatore di quell'aspetto del pensiero dell'ex monaco cistercense rappresentato dal violento antisemitismo. Successivamente Hitler si distaccò dal pensiero di Liebenfels che pure costituì un fattore importante nella formazione culturale del Führer in ambito esoterico-occultistico, ed il fallimento personale di Lanz, che non potà rivendicare il ruolo di integrale precursore dell'ideologia razziale nazionalsocialista, non esclude affatto un contribuito nella sua formazione al pari di altre personalità attive nel campo dell'antisemitismo ( uno su tutti il britannico Stewart Chamberlain ) e dell'ariosofia. Che in seguito all'Anschluss a Liebenfels sia stato impedito di proseguire la sua attività a causa della scarsa qualità delle sue opere è tesi fondamentalmente insostenibile. Risulta ben più probabile che Lanz sia stato messo a tacere in virtù della tradizionale tendenza di Hitler ad eliminare sistematicamente le tracce del suo passato che potessero esulare dalle idealizzazioni del Mein Kampf e porre in discussione l'originalità del suo pensiero, considerando anche l'ipotesi che Liebenfels sia stato zittito in quanto avverso, con le sue teorizzazioni, all'allora sistema ideologico professato dai vertici del regime nazista ed assestatosi su quell'eugenetica nazionalsocialista che vedeva in Himmler e nelle sue SS il principale sostenitore ed architetto.

In chiusura, inoltre, ti ricordo come io non abbia mai sostenuto che certa propaganda politica odierna richiami le posizioni di Liebenfels, sebbene l'armamentario xenofobo della Lega spesso mi dia l'impressione di avvicinarsi pericolosamente al razzismo degli ariosofi e dei pangermanisti sia in virtù dei toni che dei contenuti; ho semplicemente rilevato, e giustamente, come la demonizzazione del "diverso" in merito alla sfera della condotta sessuale, spesso sfruttando ad arte eventi criminosi che rimangono comunque di indubbia gravità, costituisca un ben noto leitmotiv della propaganda xenofoba sin dall'epoca di Lanz.

Zaorunner
21-06-2005, 13.57.48
Originally posted by elfebo
si.

infatti le nostre punizini le subiamo giorno per giorno.

volevo vedere se eri genitore della quindicenne, se non andavi a strappargli via la pelle e la cospargevi di sale fino a farlo urlare da fargli strappare le corde vocali...e' troppo facile parlare sugli altri...

Quindi quando si tratta di voi sono "punizioni" e quando si tratta di chi sta a qualche miglio di mare piu' a est e' "razza inferiore"?

Quindi e' facile parlare sugli altri, ma quando si tratta di popolazioni intere non lo e'?

Qfwfq
21-06-2005, 14.01.56
Originally posted by F355
Calderoli : "Castrazione chimica per i reati sessuali"
Cvd


Originally posted by F355
Sono diventato molto più categorico e "chiuso" su queste faccende da quando, in mia presenza, è successa una cosa spiacevole alla mia ragazza.

Mio nonno è stato ucciso dalle sigarette. Cristo, come non ci ho mai pensato prima ? Devo uccidere tutto il consiglio di amministrazione della Philip Morris.

stan
21-06-2005, 14.22.16
Originally posted by Qfwfq
Cvd


Mio nonno è stato ucciso dalle sigarette. Cristo, come non ci ho mai pensato prima ? Devo uccidere tutto il consiglio di amministrazione della Philip Morris.

Anche mio nonno è stato ucciso dalle sigarette, ma non mi sento di mettere questa cosa sullo stesso piano di uno stupro. Indubbiamente è una cosa molto grave...ma una persona non inizia a fumare perchè costretta, fumare è una scelta e si può anche provare a smettere...

Khorne
21-06-2005, 14.23.14
Qualche mod potrebbe mettere una tag tipo [NoNiggaH] quando si scade nel becero razzismo in qualche topic? Così salto i topic che finiscono così, perché mi fanno solo salire l'acido nello stomaco.
Grazie.

UAranger
21-06-2005, 15.02.27
BOLOGNA - Due uomini, di origine nordafricana, sono stati formalmente fermati dalla Squadra mobile di Bologna per lo stupro di una ragazza di 15 anni avvenuto sabato pomeriggio in un parco di Bologna. Gli investigatori avevano sentito i sospetti per diverse ore nella notte e, intorno alle tre, uscendo dagli uffici della Mobile, lo stesso questore Francesco Cirillo aveva lasciato trasparire ottimismo, rispondendo ai cronisti che gli chiedevano se la soluzione del caso fosse imminente: ''Penso di si'''.


''Li abbiamo presi, e questa e' la risposta migliore''. Il Procuratore capo di Bologna, Enrico Di Nicola, non trattiene la soddisfazione per il fermo dei due uomini, cittadini marocchini, accusati dello stupro di una ragazzina di 15 anni avvenuto sabato pomeriggio in un parco del capoluogo emiliano. ''Io stesso - ha continuato il magistrato - sono stato testimone dell'attivita' degli investigatori della Squadra mobile, minuto per minuto. Ringrazio il dottor Torri (funzionario, ndr) e il dottor Nanei, dirigente della Squadra mobile, e i loro uomini che da sabato mattina fino a qualche minuto fa hanno lavorato senza risparmiare energie, insieme alla dottoressa Scagliarini (il Pm di turno, ndr). E' un successo dovuto alle capacita' e all'impegno degli investigatori''.

Fate
21-06-2005, 15.07.57
originally posted by Elfebo
boh comunque alla fine la bestialità viene sempre dall'est.



Originally posted by UAranger
BOLOGNA - Due uomini, di origine nordafricana

:roll3:

SnorriSturluson
21-06-2005, 15.53.52
Originally posted by Fate
:roll3:

Per gli stanunitensi loro arrivano sempre dall'est :sisi:

AddePa
21-06-2005, 15.54.33
tra l'altro, non riesco a capire una semplice cosa...che gusto c'è a "fare sesso" con una ragazza che non ci sta, urla come una pazza (?) si dimena (?)..non penso che ci sia tutto questo piacere....ti viene voglia? stai a casa e tirati una s.....
ergo, (come già detto) questi (italiani,estoni,tibetani,nordafricani..ecc) sono bestie e basta.

elfebo
21-06-2005, 16.31.30
Originally posted by Zaorunner
Quindi quando si tratta di voi sono "punizioni" e quando si tratta di chi sta a qualche miglio di mare piu' a est e' "razza inferiore"?

Quindi e' facile parlare sugli altri, ma quando si tratta di popolazioni intere non lo e'?

guarda non continuo perche' parlare con te e' impossibile:)

innanzitutto IO sono del sud e sono abbastanza intelliggente da capire che siamo in una brutta situazione, che siamo MENO evoluti rispetto al nord, ma NON siamo una razza inferiore, semplicemente non siamo educati a certe cose.
DI CERTO NON ANDIAMO A STUPRARE LE PERSONE O A UCCIDERE GIOIELLIERI O A AMMAZZARE INNOCENTI FUORI DAI BAR.
al mio paese la criminalita' e' morta, non si uccide piu' nessuno, non accadono piu' nemmeno le risse e non ci sono (e non ci sono mai stati) nemmeno barboni o rom.
forse siamo INVOLUTI dal lato lavorativo e sociale rispetto al nord, magari sul tema del lavoro, ma perche' per convenzione siamo terroni, non perche' siamo delinquenti.
anzi se ci tieni a saperlo, chi ha problemi psicologici in realta' e' la vostra fetta di popolazione..i piu' grossi ed efferati delitti e schifezze sono accaduti a persone come erika e omar....la franzoni non e' certo di bari...la mamma di mirko non e' di taranto....le mamme che chiudono i bimbi nella lavatrice non sono di lecce....i vicini che si sparano per i parcheggi non sono di brindisi e potrei continuare ma vado ot...quindi mi attengo al discorso di prima.
NOI FORSE SIAMO CAFONI E INVOLUTI, ma non siamo bestie e anzi abbiamo molto da insegnare a livello umano a chi viene qui (purtroppo solo in vacanza), sicuramente se dovessi paragonarmi ad un albanese...che sia klajdi o che sia uno qualsiasi mi verrebbe da vomitare...e senza pregiudizi, guarda caso quando vengono uccisi ragazzi innocenti nelle disco o presi sotto bambini a folle velocita' o sparati gioiellieri difficilmente sono persone di reggio calabria, ma guardacaso sono tutti slavi,albanesi e (pochi) nordafricani (che perlomeno vengono qui e cercano in tutti i modi di lavorare e questo va apprezzato).
poi se ti piace ancora fasciarti gli occhi col prosciutto per dimostrare una tesi che non esiste (io parlo per fatti non per sentito dire), fallo pure, ma non negare l'evidenza.

RennyManJr
21-06-2005, 17.02.53
Originally posted by elfebo
i piu' grossi ed efferati delitti e schifezze sono accaduti a persone come erika e omar....la franzoni non e' certo di bari...la mamma di mirko non e' di taranto....le mamme che chiudono i bimbi nella lavatrice non sono di lecce....i vicini che si sparano per i parcheggi non sono di brindisi
guarda che questo non ha affatto senso, se vogliamo accadono molti più delitti da voi coperti dalla mafia, di cui non si viene a sapere. Chissà cosa non accade nei quartieri malfamati di Napoli...

L'unica sfiga che abbiamo noi al nord è la redazione di studio aperto.

e cmq basta, perchè se non sbaglio discorsi come questi non sono tollerati dal regolamento del forum.

Wiz
21-06-2005, 17.03.05
Cio' che mi preoccupa molto quando accadono fatti del genere e' veder scoppiare tutto quell'odio represso, quell'ignoranza latente verso persone che consideriamo diverse.
E come quest'odio finisca per investire tutti, a random, poco importa che si generalizzi.
Ho lavorato a contatto con persone straniere per parecchio tempo e c'era da ridere (proprio per non piangere) nel sentire i luoghi comuni radicati:
I marocchini lavorano bene, ma sono una razza pericolosa.
I neri sono meno precisi, ma sono buoni e fedeli.
Gli albanesi sono da evitare, tutti delinquenti.
Ignoranza. Considerarsi migliori di un popolo a prescindere.
Generalizzare, voler credere che siano inferiori perche' hanno il tal uso o i media fanno leva su certi fatti (noto solo io che i tg propongono queste cose ad ondate?), ignorando a bella posta tutti quegli extracomunitari onesti e parimenti indignati di fronte a certe violenze.
Ho conosciuto ottime persone che ogni giorno devono pagare lo scotto di avere connazionali che hanno commesso fatti atroci.
Ma mi sorprendo che proprio tu, Elfebo, che ti sarai dovuto scontrare con l'ignoranza di certa gente del nord, tiri in ballo discorsi di inferiorita' e superiorita'.
Sei tu a volerti parare gli occhi, non Zao che voleva essere apposta provocatorio per farti riflettere.
Albanesi, slavi, italiani, pakistani, marocchini. Quando succedono fatti di questo genere non e' un popolo a commetterli, ma singoli.
Forse ti farebbe bene "ampliare" le tue conoscenze in questo senso.

samgamgee
21-06-2005, 17.07.39
se vedo ancora una volta qualche commentino simpatico tipo "albanesi bastardi", "razza infame" e così via, chiudo il topic e inizio a prendere provvedimenti più seri.

per il resto ringrazio wiz di aver espresso esattamente il mio pensiero :birra:

azanoth
21-06-2005, 17.07.39
Originally posted by Wiz
MEGACUT


* :birra:

billygoat
21-06-2005, 17.17.46
Originally posted by Wiz
Albanesi, slavi, italiani, pakistani, marocchini. Quando succedono fatti di questo genere non e' un popolo a commetterli, ma singoli.


è proprio questo il problema...
si deve smettere di considerare il singolo individuo come rappresentate della totalità dei suoi connazionali o, peggio ancora, di un'intera razza (mamma che brutta parola!).
mio padre potrebbe essere il peggior delinquente di questa terra, ciò comunque non fa di me automaticamente un delinquente. se la delinquenza non si tramanda dal padre al figlio non vedo come possa essere trasmessa da un individuo ad un altro solo perchè il secondo è nato nella stessa nazione del primo.
commettere un crimine è un fatto personale, al massimo di un ristretto gruppo di persone.
se un ramo è secco non tagli tutta la pianta.

generalizzare non ha mai portato nulla di buono. l'individuo è tale perchè appunto individuale.

RennyManJr
21-06-2005, 17.19.38
Originally posted by Wiz
Ho conosciuto ottime persone che ogni giorno devono pagare lo scotto di avere connazionali che hanno commesso fatti atroci.
Ho un esempio vivente di questa cosa proprio a pochi km da casa mia. Un ragazzo albanese che fa il muratore insieme a un amico di mio padre: è più svelto dei suoi colleghi a lavorare, bravissimo e anche simpatico. Una persona con cui si sta volentieri in compagnia. Bè, è dovuto tornate a casa e poi tornare successivamente perchè degli impiegati stronzi (non c'è altro termine) non hanno voluto regolarizzargli il permesso di soggiorno. Quando è tornato, una volta cambiato ufficio, è filato tutto liscio.

Cmq, wiz, sono daccordissimo sui tg. Noto che a volte addirittura parlano di certi casi con un tono sprezzante, quasi come ne fossero infastiditi. Non è bello che dei giornalisti, che dovrebbero essere imparziali, si mostrino a fare cose del genere... :(

UAranger
21-06-2005, 17.24.44
Originally posted by Wiz



Hai perfettamente ragione quando affermi che il reato e' dei singoli e non e' un popolo intero a commetterli; ma proprio per evitare che l'atto del singolo abbia come risultato una reazione razzista verso lo straniero in generale coloro che delinquono devono essere puniti severamente e bisogna respingere con durezza tutti coloro che cercano di entrare illegalmente in italia.

elfebo
21-06-2005, 17.26.32
Originally posted by Wiz

Albanesi, slavi, italiani, pakistani, marocchini. Quando succedono fatti di questo genere non e' un popolo a commetterli, ma singoli.
Forse ti farebbe bene "ampliare" le tue conoscenze in questo senso.

senti wiz, io sono il primo ad essere sereno, tranquillo e mai sopra le righe, ma posso esserti onesto?
non ne posso piu' che voi generalizziate su queste popolazioni.
un indizio e' un indizio, due sono una coincidenza, tre sono una prova.
sono cresciuto e arrivato a 26 anni e sono dieci anni almeno che cerco di ricredermi, ma giuro, e dico, GIURO, il 90% di queste schifezze accadono solo per mano loro.
e' insito nella loro esistenza, il considerare la vita degli altri poco piu' di un tozzo di pane, perche' sono abituati ad essere famelici, mors tua vita mea, e non e' un discorso a caso!
dalle mie parti ci si crede che siano tutti mafiosi, ma sono tutti quaqquaraqqua'...sono bravi ad avere la beretta nel taschino, ma forse non hanno mai sparato un colpo, perche' in fin dei conti e' solo pavoneggiarsi per ottenere un rispetto che in condizioni normali non otterrebbero mai a causa della loro ignoranza e stupidita'.
Questi non sono cosi'...per loro la vita vale uno sputo e anche la tua, perche' non hanno nulla da perdere...rumeni, rom, albanesi, slavi in generis, e NON PARLO DI TUTTA LA LORO POPOLAZIONE!!! ma di buona parte che viene qui da noi!
non gli va di lavorare, chiedono elemosina, poi (chiedi a chi e' di roma) hanno villoni e fanno i signori salvo essere arrestati e rilasciati dopo un mese perche' gli risulta solo che possiedono un mezzo concessionario d'auto.., rubano, stuprano..santoddio...accadono ANCHE con nostre persone queste cose...MA SE LA MATEMATICA NON E' UN OPINIONE se in italia abbiamo 20 milioni di possibili stupratori e ne accadono tot l'anno, vuol dire che c'e' una percentuale trascurabile, se invece di questi "delitti" extracomunitari su una popolazione (immigrata) di un milione di persone ne accadono il doppio o il triplo..significa che la percentuale di queste persone e' significativamente piu' alta e quindi sono PIU' PERICOLOSI! e non mi interessa che sono spinti dalla fame!sono cazzacci loro!

non ci sono cazzi, santoddio, ma perche' fate sempre i buoni samaritani?

elfebo
21-06-2005, 17.28.13
Originally posted by samgamgee
se vedo ancora una volta qualche commentino simpatico tipo "albanesi bastardi", "razza infame" e così via, chiudo il topic e inizio a prendere provvedimenti più seri.


anche io mi sono preso un "razza inferiore" per essere del sud :rolleyes:

non ho certo protestato.
ognuno esprime quel che pensa e in ogni caso non ho usato la parola bastardo o infame.

SnorriSturluson
21-06-2005, 17.33.25
Le ondate d'informazioni sono necessarie per creare confusione e non permettere alla gente di "abituarsi" ai fatti proposti in un paese dove ci si può ancora rivolgere a fonti d'informazione alternative. Se ad esempioi TG vomitassero costantemente contro gli extracomunitari, molta meno gente li odierebbe di continuo e con molta energia di quanta se ne otterrebbe bombardando di notizie negative a intervalli regolari e non lasciando la possibilità di adattarvisi.

Wiz
21-06-2005, 17.36.20
Non e' questione di fare la buona samaritana.
Sara' che ho visto le stesse persone che tu reputi essere feccia, fare lavori che l'italiano medio si rifiuta.
Non hanno voglia di lavorare?
Vallo a raccontare a tutte quelle persone che ogni giorno venivano da me e accettavano di lavorare un giorno, orari e turni assurdi, stipendi da fame.
Tu senti cio' che la tv e i giornali vogliono raccontare. I media alimentano quest'odio represso con domande sibilline, ponendo l'accento su cio' che a loro da' ascolto.
Il dolore.
Ho sentito la madre del ragazzo ucciso a Varese parlare di gente inferiore. Ok, ci puo' anche stare, le hanno ammazzato il figlio. Ma il giornalista forse deve fare un esame di coscienza ed evitare di alimentare questa rabbia.
Ho sentito la moglie di un uomo ferito (sempre da uno straniero) dire che gli albanesi giocano con le granate sin da piccoli, che non sono come noi e cazzate simili.
Un giornalista capisce lo sfogo ma non deve usarlo come leva.
E' questo che hanno fatto e stanno continuando a fare e, tu, come un pesce hai abboccato.
Qualche mese fa ho subito un'aggressione in agenzia da parte di tre africani. Ho iniziato a pensare che fossero tutti delinquenti? No. Solo quei tre.
Ho continuato a scambiare quattro chiacchiere con Moussa, a chiedergli dei figli. Salutavo Chaudry e gli domandavo della moglie.
Tempo dopo un delizioso italiano mi ha fatto qualcosa piu' di qualche avances, sempre in agenzia.
Arrabbiata e indignata l'ho cacciato.
Avrei dovuto iniziare a pensare che gli italiani sono tutti dei porci?

Zaorunner
21-06-2005, 17.47.35
Originally posted by elfebo
anche io mi sono preso un "razza inferiore" per essere del sud :rolleyes:

Guarda che la storia delle razze e' tutta tua, quindi te lo sei dato da solo di "razza inferiore".

Io ti ho solo fatto qualche domanda per tirare fuori un po' piu' del tuo pensiero.
Non per capirlo (non c'e molto da capire, si chiama razzismo, xenofobia e ignoranza), non per farti riflettere come da qualcuno scritto, ma solo per far leggere chiaramente alle tante persone che passano dal forum, postanti e non, quanto in basso si possa arrivare.

E non e' per la tua provenienza geografica, questo degrado umano c'e purtroppo ovunque.

nageki
21-06-2005, 17.52.35
Imho sono nel torto tutti quelli che incolpano Elfebo per le sue affermazioni. Affermazioni che condivido pienamente e che trovo ben lontane dall'essere razziste. Come ho già scritto su un altro forum: non si tratta di essere razzisti (io non mi reputo tale) ma piuttosto realisti, tantopiù che i fatti di cronaca (recenti o meno) ne danno conferma. Buona parte delle varie rapine/risse/stupri sono compiute da extracomunitari ed è inutile negarlo facendo il "buon samaritano", sempre ricollegandomi a quello che ha scritto Elfebo. Non sto dicendo che tutti siano così, assolutamente .... ma buona parte si, e siccome in Italia abbiamo già abbastanza problemi a tenere sotto controllo la criminalità si dovrebbe anche cercare di mettere un freno all'immigrazione. Credo che la gente ne abbia un pò piene le palle di sentire casi come questi ripetersi ogni giorno. Poi ovvio, ognuno è libero di pensarla come vuole ma questa è la mia opinione e rimane tale anche di fronte ai vari "l'extracomunitario che ha salvato l'aspirante suicida". Ripeto, non voglio fare di tutta l'erba un fascio ma in questi ultimi anni devo dire che mi sono ricreduta non poco.

Soothe
21-06-2005, 18.03.39
C'è un interessante relazione del nostro ministro degli interni di qualche giorno fa( ne han parlato diversi tg) che illustra come l'aumento dei reati sia cresciuto proporzialmente con l'aumento degli extracomunitari nel nostro paese.

Per il resto, come sempre d'accordo su tutta la linea con elfebo e Nageki.

Noto che è proprio difficile essere obiettivi, la voglia di mettersi in mostra difendendo l'indifendibile trascende buon senso e dati di fatto.

Edit: E' di oggi la notizia( può darsi che qualcuno ne ha già parlato, ma non ho voglia di leggermi tutto il thread) che a Milano è stata violentata un'altra ragazza, anche in questo caso pare si tratti di 2 stranieri( stando alla testimonianza della vittima).

azanoth
21-06-2005, 18.33.48
Originally posted by SilentFlamer


Noto che è proprio difficile essere obiettivi, la voglia di mettersi in mostra difendendo l'indifendibile trascende buon senso e dati di fatto.

Allora dimmi di cosa è composto questo misterioso buon senso,Fratello....

..Omega.Rav..
21-06-2005, 19.02.56
Si è trasceso. Dovrebbe essere sulla bestialità del fatto, non sulla razza di chi il fatto l'ha commesso, la discussione. Non ci sono regole morali, etiche, buon senso, propaganda giornalistica o politica... è semplicemente tutto molto triste, soprattutto per le nostre generazioni, abituate all'idea di vivere nell'ombra del pragmantismo dei nostri genitori e con una costante idea di riscatto da rosicchiare pian piano via dal mondo. L'idea del non essere protetti, del capire che nonostante tutto qualcosa va sempre storto, che basta un niente a cambiarti la vita quando meno te l'aspetti ci riempie di tristezza. Persone con senno che si lasciano andare alla rabbia dettata da una ulteriore conferma di un sentimento di disagio. Dovremmo crescere e distinguerci, invece cose come questa ci trascinano in basso, verso la condizione di animali, provando ira, desiderando la vendetta.
C'è chi non ha l'intelligenza per capirlo, chi fa finta di niente... ma la vera rabbia nasce non dal fatto in sè (non dall'esposizione di cronaca), ma dalla consapevolezza che sia perdonando, sia lasciandoci andare all'ira saremo comunque in torto... faremmo comunque la cosa sbagliata.
Chi ha davvero così tanta forza per farsi promotore di un cambiamento sociale? Chi ha la sicurezza di essere ascoltato? Abbiamo davvero il coraggio di lasciarci cullare dalla società e dai dogmi imposti guardando con distacco il mondo che prosegue una corsa folle con la consapevolezza che ogni grido di allarme verrà soffocato da altre grida di allarme, in un unico grande rumore inscindibile?
Io, fra tutti, sono il primo ad aver sbagliato.

Phoenix_CH
21-06-2005, 20.21.06
certo che di cazzate ne scrivete :tsk: ....... che siano negri, slavi, italiani, svizzeri o lapponi sono comunque degli esseri spregevoli... un atto del genere andrebbe punito con la lapidazione .... ovviamente punizione uguale sia che siano stranieri sia che non lo siano, la giustizia (teoricamente) dovrebbe essere uguale per tutti.......



se mi date del Destroide/Razzista chissenefrega tanto so di esserlo : " Se la polizia avesse piu' potere (stile Genova G8) molte porcate nn succederebbero xke' sarebbe un deterente.

destino
21-06-2005, 20.28.09
Originally posted by elfebo
senti wiz, io sono il primo ad essere sereno, tranquillo e mai sopra le righe, ma posso esserti onesto?
non ne posso piu' che voi generalizziate su queste popolazioni.
un indizio e' un indizio, due sono una coincidenza, tre sono una prova.
sono cresciuto e arrivato a 26 anni e sono dieci anni almeno che cerco di ricredermi, ma giuro, e dico, GIURO, il 90% di queste schifezze accadono solo per mano loro.
e' insito nella loro esistenza, il considerare la vita degli altri poco piu' di un tozzo di pane, perche' sono abituati ad essere famelici, mors tua vita mea, e non e' un discorso a caso!
dalle mie parti ci si crede che siano tutti mafiosi, ma sono tutti quaqquaraqqua'...sono bravi ad avere la beretta nel taschino, ma forse non hanno mai sparato un colpo, perche' in fin dei conti e' solo pavoneggiarsi per ottenere un rispetto che in condizioni normali non otterrebbero mai a causa della loro ignoranza e stupidita'.
Questi non sono cosi'...per loro la vita vale uno sputo e anche la tua, perche' non hanno nulla da perdere...rumeni, rom, albanesi, slavi in generis, e NON PARLO DI TUTTA LA LORO POPOLAZIONE!!! ma di buona parte che viene qui da noi!
non gli va di lavorare, chiedono elemosina, poi (chiedi a chi e' di roma) hanno villoni e fanno i signori salvo essere arrestati e rilasciati dopo un mese perche' gli risulta solo che possiedono un mezzo concessionario d'auto.., rubano, stuprano..santoddio...accadono ANCHE con nostre persone queste cose...MA SE LA MATEMATICA NON E' UN OPINIONE se in italia abbiamo 20 milioni di possibili stupratori e ne accadono tot l'anno, vuol dire che c'e' una percentuale trascurabile, se invece di questi "delitti" extracomunitari su una popolazione (immigrata) di un milione di persone ne accadono il doppio o il triplo..significa che la percentuale di queste persone e' significativamente piu' alta e quindi sono PIU' PERICOLOSI! e non mi interessa che sono spinti dalla fame!sono cazzacci loro!

non ci sono cazzi, santoddio, ma perche' fate sempre i buoni samaritani?

ma tu hai per caso fatto un censimento di tutti gli stranieri in italia elfebo? :rolleyes:

no perke se ti basi su quello che dicono i tg allora sei fuori strada.
Nn esiste la razza buona e quella ladra e bastarda, esistono i singoli esseri umani a cui appioppare tali aggettivi, siano essi italiani, tedeschi albanesi o marocchini

Zaorunner
21-06-2005, 20.38.14
Originally posted by nageki
Imho sono nel torto tutti quelli che incolpano Elfebo per le sue affermazioni. Affermazioni che condivido pienamente e che trovo ben lontane dall'essere razziste. Come ho già scritto su un altro forum: non si tratta di essere razzisti (io non mi reputo tale) ma piuttosto realisti, tantopiù che i fatti di cronaca (recenti o meno) ne danno conferma. Buona parte delle varie rapine/risse/stupri sono compiute da extracomunitari ed è inutile negarlo facendo il "buon samaritano", sempre ricollegandomi a quello che ha scritto Elfebo. Non sto dicendo che tutti siano così, assolutamente .... ma buona parte si, e siccome in Italia abbiamo già abbastanza problemi a tenere sotto controllo la criminalità si dovrebbe anche cercare di mettere un freno all'immigrazione. Credo che la gente ne abbia un pò piene le palle di sentire casi come questi ripetersi ogni giorno. Poi ovvio, ognuno è libero di pensarla come vuole ma questa è la mia opinione e rimane tale anche di fronte ai vari "l'extracomunitario che ha salvato l'aspirante suicida". Ripeto, non voglio fare di tutta l'erba un fascio ma in questi ultimi anni devo dire che mi sono rincoglionita non poco.

Mi spiace leggerti cosi' tollerante verso il razzismo, e cosi' ottusa verso il concetto di societa' multietnica.
Borseggi, scippi, piccolo spaccio, truffe, sono cose che mandano in allarme le persone, allarme amplificato dai media (la violenza sessuale da parte di un italiano invece non fa notizia). Ma queste persone chi sono? Sono quasi esclusivamente dei disperati, dei poveracci. I criminali veri, italiani e stranieri, non si espongono alla vista dei cittadini, non disturbano palesemente e quindi non suscitano allarme sociale. Vogliamo per favore guardare un po' oltre il proprio naso e risolvere i veri problemi, e non limitare il nostro campo visivo a quello che ci propone studio aperto all'ora di pranzo?

Fate
21-06-2005, 20.38.19
Originally posted by Bortoluca
Nessuna pietà bisogna ammazare gente del genere!! Bastardi!!! Non ho parole per descrivere quanto è successo!!! Io rimango della mia idea!! Razze bastarde in Italia non dovrebbero neanche stare!! Uccidiamoli tutti!! E rude da dire ma è meglio per tutti!! Sono sempre gli stranieri a commettere questi crimini!!!!
Devono andarsene o morire!!

Questa perla mi era sfuggita :roll3:
Past&Copy di un discorso di Borghezio?
Te l'ha raccontata il papà da quando avevi 5 anni?
Spero che alla tua età un simile ragionamento non sia frutto di un processo mentale del quale rivendichi la paternità :|

ONLY_TRADE
21-06-2005, 20.54.57
KILL KILL

azanoth
21-06-2005, 20.57.18
Originally posted by ONLY_TRADE
KILL KILL

Così?

Generico?

Perchè?

nageki
21-06-2005, 20.57.49
Originally posted by Zaorunner
Mi spiace leggerti cosi' tollerante verso il razzismo, e cosi' ottusa verso il concetto di societa' multietnica.
Borseggi, scippi, piccolo spaccio, truffe, sono cose che mandano in allarme le persone, allarme amplificato dai media (la violenza sessuale da parte di un italiano invece non fa notizia). Ma queste persone chi sono? Sono quasi esclusivamente dei disperati, dei poveracci. I criminali veri, italiani e stranieri, non si espongono alla vista dei cittadini, non disturbano palesemente e quindi non suscitano allarme sociale. Vogliamo per favore guardare un po' oltre il proprio naso e risolvere i veri problemi, e non limitare il nostro campo visivo a quello che ci propone studio aperto all'ora di pranzo?

Alla faccia della società multietnica, l'altra mattina in zona stazione non capivo più se fossi ancora nella mia città o improvviamente fossi stata teletrasportata in Africa. Ripeto: io non sono razzista ma so riconoscere il fatto che qui si stia esagerando. Non so se te ne sei reso conto, ma ogni giorno in Italia sbarcano decine e decine di questi presunti disgraziati di cui una parte trova lavoro mentre l'altra si da alla criminalità per sfamarsi. Io sono sicura che avresti maggiori difficoltà a porti come difensore di questi disperati se una delle vittime in questione fosse una persona a te cara. E' inutile che mi si dica che anche tra italiani avvengono fatti del genere, di questo me ne rendo conto da sola, ma mi pare che simili eventi non si verifichino con la stessa frequenza. Non mi serve Studio Aperto sai, mi basta guardarmi attorno: la banda che svaligia ville in provincia di Modena e pesta a sangue i proprietari (albanesi), le villette del mio quartiere ripulite ben bene con gli animali domestici ammazzati di botte e le pareti ricoperte di escrementi (nomadi, i quali oltretutto hanno il loro campo a pochi metri da casa mia). Io guardo oltre, ma quello che vedo non mi piace per nulla. Se fossi razzista probabilmente me ne sarei uscita con stronzate tipo quelle scritte da Bortoluca (ma un ban no?), invece mi limito solo a dire che da un lato questa situazione mi ha stancata. Non odio gli stranieri (ah, sapevi piuttosto che da sposata vorrei adottare un bambino straniero?), ma penso che ormai siano davvero troppi quelli con cui abbiamo a che vedere nel nostro paese .... e siccome non vengono presi provvedimenti tempo davvero che prima o poi le reazioni della gente possano trasformarsi in veri e propri episodi di razzismo.

Khorne
21-06-2005, 21.00.18
Originally posted by nageki
...ma penso che ormai siano davvero troppi quelli con cui abbiamo a che vedere nel nostro paese ....

Allora la Svizzera è governata dall'anarchia, dato che contro il vostro 3-5% di stranieri (ora non so la % precisa), da noi ce n'è il 20%.

Effettivamente è la quantità di stranieri che genera il caos :sisi:

follettomalefico
21-06-2005, 21.35.06
Quello che non è chiaro è che molti reputano "notizia certa" e "totalità dei fatti del mondo" l'1% (UNOPERCENTO e sono ottimista) dei fatti che vengono filtrati dai media.

Se iniziassero a titolare, per mesi e mesi, nel 90% degli articoli, solo notizie di crimini di guerra, pensereste forse che in italia non vengono più commessi crimini, che siamo diventato uno stato utopico dove potete lasciare le chiavi di casa in mano ad uno sconosciuto in totale sicurezza e che fuori dal confine c'è solo guerra?
Non credo proprio.

Se iniziassero a titolare, per mesi e mesi, nel 90% degli articoli, che gli atti criminali sono commessi da extracomunitari, albanesi, africani e quant'altro, credereste davvero che gli italiani son diventati dei santi e che loro sono 'molto più criminali di noi'?
...
Mi sa che ci state credendo, in molti.

Phoenix_CH
21-06-2005, 22.06.05
Originally posted by Khorne
Allora la Svizzera è governata dall'anarchia, dato che contro il vostro 3-5% di stranieri (ora non so la % precisa), da noi ce n'è il 20%.

Effettivamente è la quantità di stranieri che genera il caos :sisi:


l'unica differenza che da noi nn arrrivano con il motoscafo scassato ma con il jumbolino....... :asd:

..Omega.Rav..
21-06-2005, 22.32.31
Originally posted by Phoenix_CH
certo che di cazzate ne scrivete

Scritto da uno che sfoggia l'avatar del Ku Klux Klan non posso che prenderlo come un complimento. Sostenitore dello Stato di polizia? (di' lo sai cos'è lo stato di polizia?). Mi fanno morire i bimbetti così: "noooh, dovevano dargliene di più di manganellate al giottohhHH, bastardi-brigaterosse-comunisti", poi, dopo la prima multa che prendono, li vedi a manifestare davanti ai centri sociali contro gli "sbirri di merda" :asd: ashuahsuah

.Imrahil
21-06-2005, 22.46.06
Originally posted by elfebo
sono abbastanza intelliggente

:asd:

Scusa ma non ho resistito :birra:

Tornando a noi.
Fermo restando che la Lega Nord sta sempre più rivelando le tendenze xenofobe e fasciste che ai più sono ancora oscure (a questo scopo, spero che qualcuno abbia visto, questa sera, Blob... o, in ogni caso, consiglio la visione integrale di un qualsiasi comizio leghista *), e che la mia convinzione è che gran parte dei reati commessi da nostri connazionali o - più in generale - da soggetti "normali" e "non emarginati" dalla società, siano taciuti (per quanto tempo si è parlato del distinto signore siciliano che ha accoltellato a morte un albanese, reo di aver ingravidato la figlia fuori dal matrimonio?).
Non tutti riescono a rendersi conto del controllo che i media hanno sulle menti della gente comune. Un consiglio trito e ritrito, la visione di Bowling for Columbine di Michael Moore, che, sebbene certamente partigiano, è molto interessante sotto certi aspetti della moderna società americana, società verso la quale, ahimé, ci stiamo indirizzando rapidamente.

Mi domando come mai i leghisti non si chiedano, piuttosto di proporre buffe soluzioni di hitleriana memoria, il perchè del fallimento dei loro provvedimenti contro l'immigrazione clandestina.
Penso che tutti ricordiate la legge Bossi-Fini, legge palesemente incostituzionale in quanto prevede l'espulsione dal Paese di qualsiasi persona che sia sorpresa senza permesso di soggiorno, senza un regolare processo.
Certo, i clandestini possono comunque far ricorso, ma intanto vengono allontanati dal nostro Paese.
Vorrei ricordare che è obiettivo di qualsiasi schieramento politico combattere l'immigrazione clandestina. Però mi sembra quantomeno lecito paragonare giuridicamente e umanamente un clandestino ad un italiano.

*Attenzione, si consiglia di osservare suddetto spettacolo a stomaco vuoto, onde evitare fastidiosi quanto pericolosi rigurgiti

Hob Gadling
21-06-2005, 23.13.28
Originally posted by follettomalefico
Quello che non è chiaro è che molti reputano "notizia certa" e "totalità dei fatti del mondo" l'1% (UNOPERCENTO e sono ottimista) dei fatti che vengono filtrati dai media.
*

Per il resto, mi sembra il solito dialogo tra sordi.

"Se il 90% dei delitti vengono commessi da loro, significherà pure qualcosa, no? Sono razza inferiore!"
"No, attenzione: non è che il 90% dei delitti vengano effettivamente commessi da loro. Semmai fra i delitti riportati e amplificati dalla stampa il 90% sono commessi da extracomunitari."
"Sì, vabbè, ma se il 90% dei delitti vengono commessi da loro, significherà pure qualcosa, no? Sono razza inferiore!"

Sciaoooo...

samgamgee
21-06-2005, 23.50.09
phoenix, cambia quell'avatar...

pietrusque1
22-06-2005, 00.46.15
Originally posted by RennyManJr
guarda che questo non ha affatto senso, se vogliamo accadono molti più delitti da voi coperti dalla mafia, di cui non si viene a sapere. Chissà cosa non accade nei quartieri malfamati di Napoli...
L'unica sfiga che abbiamo noi al nord è la redazione di studio aperto.
e cmq basta, perchè se non sbaglio discorsi come questi non sono tollerati dal regolamento del forum.
E chi sei dei servizi segreti? Ma non ti vergogni? E perchè, Studio aperto non sconfina sotto Roma? Eh no, la dogana non glielo permette... In quanto a Napoli, si ha un bel problema, Scampia, ma lo Stato pensa al Pil e all'Irpef, fosse per me manderei l'Esercito...

Nemolo.O
22-06-2005, 02.17.28
Premessa non ho letto tutto il topic perchè il fatto in se è uno schifo assurdo e sono convinto di di leggere per 7 pagine che è uno schifo assurdo...
Cmq sia volevo fare una domanda :
Ma se io in tasca ho un coltellino svizzero, di quelli multi uso, e per difendermi lo uso, e magari a forza di picchiarmi con questi bastardi ne faccio fuori uno, vado in prigione eh?
Eh se io faccio solo seriamente male a quei 2? Loro potrebbero denunciarmi per averli picchiati, tanto chi fa da testimone, vale la ragazza?

è una domanda che mi faccio spesso.


Ps
QUesto atto come ho letto fà una bruttissima pubblicità agli immigrati dell'est, c'è poi da dire che il razzismo è una moda prima i neri, poi i marocchini, i cinesi e adesso gli immigrati dell'est...A me da solo fastidio che lo facciano degli extracomunitari, ma vengono in Italia per scappare dalla loro brutta situazione, o vogliono farla peggiorare anche qua? Bisognerebbe fare un paio di domande in giro eh!
Scusate gli errori grammaticali, picchiatemi a sangue.

Dalmo
22-06-2005, 02.50.35
Originally posted by pietrusque1
E chi sei dei servizi segreti? Ma non ti vergogni? E perchè, Studio aperto non sconfina sotto Roma? Eh no, la dogana non glielo permette... In quanto a Napoli, si ha un bel problema, Scampia, ma lo Stato pensa al Pil e all'Irpef, fosse per me manderei l'Esercito...
Sì, non per andare ot ma a me sembra che lo stato faccia fin troppo, in quei quartieri la folla combatte contro le forze dell'ordine e intralcia le catture. ;)

Phanheir
22-06-2005, 03.16.15
Io NON POSSO pensare che tutta un'etnia sia deplorevole: non è possibile. Fortunatamente è la differenziazione sociale che ci permette di "specchiarci" negli altri e di riconoscerci: non siamo tutti uguali. E nemmeno gli Albanesi, i Marocchini o gli Slavi sono tutti uguali. Ci sono gli individui "positivi" (di cui ovviamente nessuno conosce l'esistenza, perché non fanno notizia) e quelli "negativi" sui quali scatenare il proprio odio... come in tutte le società.
Del resto è facile dare la colpa allo straniero: proprio perché è straniero, è "diverso". Il diverso è più riconoscibile, identificabile. Abbiamo qualcuno con cui prendercela perché non fa parte del nostro gruppo sociale originario. E' deleterio incolpare l'Italiano, perché varrebbe a sottolineare una parte marcia in ciò che ci è più vicino.... allontaniamo da noi il problema appioppandolo esclusivamente a qualcun altro, senza preoccuparci di sradicarlo alla base, per tutti, il colore indifferente.

Riguardo alla pena di morte non posso essere d'accordo. Mi sono sempre dissociata da questa pratica barbara (eppure perpetrata dal paese "più civile") per vari motivi. Prima di tutto non è uccidendo una persona (e magari abbassandosi al suo livello) che si risolve il problema. Per qualcuno questo potrebbe anche essere una pena troppo "facile" per il detenuto.
Oltretutto, in quanto aspirante psicologa, non posso non tenere conto di uno dei compiti del carcere, che dovrebbe essere quello educativo/riabilitativo... fosse per me non farei uscire dal carcere un individuo se non dopo che si sia appurato il suo cambiamento, ma non prima della pena assegnata (in pratica allungare la pena finché una équipe di professionisti non abbia studiato il caso A FONDO e non giudichi il detenuto mutato NEL PROFONDO).

Riguardo alla Giusta o sbagliata comunicazione del crimine non so rispondere.
Tuttavia c'è modo e modo per dare una notizia... cosa che non sembra essere sempre presa in considerazione.
Ad esempio, (ho seguito un seminario su "psicologia dell'emergenza") nel caso di un evento drammatico che riguardi la popolazione (es. fuoriuscita di gas tossici da un'industria, evacuazione per deflagrazione bomba della seconda guerra, ecc.) entra in campo uno specialista, uno psicologo, che si occupa della rassegna stampa e "si fa il culo" per dare le notizie (magari omettendo particolari drammatici ma non rilevanti) in modo non allarmante e NEUTRO. Penso che questo metodo dovrebbe essere allargato a notizie più "sensibili" come questa.

:)

zio_lucas
22-06-2005, 08.53.04
a me viene un forte mal di stomaco seguito da una imponente e maestosa diarrea quando sento dire "'sti maricchini, 'sti slavi, 'sti albanesi, 'sti egiziani, 'sti peruviani, ecc ecc..." io odio il razzismo con tutta l'anima e soprattutto le strumentalizzazioni xchè il problema è prorpio questo...come al solito i media cazzoni creano i loro tormentoni e le persone, come deficienti, ci cascano e fanno uscire la loro anima razzista dalla boccuccia...
allora, stiamo parlando di assassini/stupratori/maniaci o di maricchini e albanesi??? no xchè ancora non mi è chiara la cosa...io sono arcistufo ma non di vedere scritte certe cose in un forum ma di sentirle anche dal vivo quando si discute con amici, parenti, conoscenti ecc ecc...purtroppo abbiamo perso tutti il senso della realtà e ci basiamo solo ed esclusivamente sulla discriminazione xchè ci fa comodo...

E' GIUNTO IL MOMENTO DI DIRE BASTA, iniziamo da qui, mi rivolgo ai moderatori che, giustamente, riproverano gli utenti lamentandosi del fatto che molte volte si esce fuori dal tema del 3d "invaccando" lo stesso, e xchè qui non si sta facendo la stessa cosa??? io mi aspettavo una discussione sugli assassini non sui loro paesi d'origine (che non hanno nulla da invidiare al nostro) bene, quando si tornerà a parlare di ASSASSINI/STUPRATORI/MANIACI, allora dirò la mia in proposito...grazie...

P.S. Wiz abbiamo lo stesso pensiero tanto elementare quanto incompreso da parte di molti
:birra: :birra: :birra:

azanoth
22-06-2005, 10.15.20
Originally posted by zio_lucas


E' GIUNTO IL MOMENTO DI DIRE BASTA, iniziamo da qui, mi rivolgo ai moderatori che, giustamente, riproverano gli utenti lamentandosi del fatto che molte volte si esce fuori dal tema del 3d "invaccando" lo stesso, e xchè qui non si sta facendo la stessa cosa??? io mi aspettavo una discussione sugli assassini non sui loro paesi d'origine (che non hanno nulla da invidiare al nostro) bene, quando si tornerà a parlare di ASSASSINI/STUPRATORI/MANIACI, allora dirò la mia in proposito...grazie...


*

...che a mio avviso,a livello profondamente culturale,è molto più grave che dare del cornuto a silvio o a romano....ragazzi dell XXI secolo che farneticano come tanti ultraottantenni nostalgici,rozzi e rincoglioniti.

:birra:

Angus_McGyver
22-06-2005, 10.38.41
Originally posted by azanoth
*...che a mio avviso,a livello profondamente culturale,è molto più grave che dare del cornuto a silvio o a romano....ragazzi dell XXI secolo che farneticano come tanti ultraottantenni nostalgici,rozzi e rincoglioniti. :birra:
Quoto in pieno.
Era dal '26 che non vedevo un forum così pregno di vaccate.
Ancus McEntenariovisionario

Dero88
22-06-2005, 11.46.51
Boh, non so cosa pensare. Lasciamo perdere il dire che il fatto di cui si parla in prima pagina è deplorevole, schifoso e quant'altro, questo è sottointeso. Quoto il pensiero di Phaneir : non siamo tutti uguali, ma nemmeno gli stranieri sono tutti uguali fra loro. I crimini li commettono loro come li commettono gli italiani. Solo che i loro fanno più notizia. Conosco persone albanesi che sono venute in Italia con il solo intento di avere un lavoro, di condurre una vita più che onesta, senza rubare, senza uccidere, anzi, dando l'esempio a molti italiani. E sono convinto che di persone così ce ne sono molte altre.

pietrusque1
22-06-2005, 12.30.28
Originally posted by Dalmo
Sì, non per andare ot ma a me sembra che lo stato faccia fin troppo, in quei quartieri la folla combatte contro le forze dell'ordine e intralcia le catture. ;)

Non sono di Napoli, ma conosco molta gente che ci vive, dico solo una cosa, il problema di Napoli sono i quartieri della 167, Scampìa e secondigliano... bisognerebbe mandare l'Esercito a ripulire tutto, non predicare tipo Preti a messa. Il resto della gente lavora onestamente e purtroppo deve pagare per colpa degli altri...

EyeSky
22-06-2005, 13.09.20
Io non credo si tratti di semplice razzismo quando ci si rivolge a questi criminali usando come identificativo la loro nazionalità o la loro etnia. Si tratta invece di un segnale di come un problema serio, l'immigrazione (legale e non), sia stato trattato con eccessiva leggerezza.
Nell'altro topic sui fatti di napoli si parla di usare il pugno duro. Bè, è quantomeno singolare come si sfoci in "richieste" di questo tipo contro italiani stessi e come invece quando si tratta di regolamentare con "il pugno duro" i flussi di immigrati si finisca per farsi coinvolgere dal più assurdo perbenismo e antirazzismo.
Purtroppo, ed è un dato di fatto, molta criminalità nel nostro Paese è associata alla presenza massiccia di immigrati giunti con tante aspirazioni ma ora senza prospettive. Questo problema era gia stato rilevato e fatto notare anni or sono, gia durante i grandi problemi del periodo bosniaco e albanese (ricordate) quando fu fatto notare che dare accoglienza era sacrosanto ma che bisognava interrofarsi sul futuro di queste persone nel nostro paese. Paese che non è l'America, ma che è un piccolo Stato con tanti problemi per i suoi stessi abitanti.
Purtroppo il razzismo vero nasce proprio da situazioni come questa, dove il costante ripetersi di crimini perpretati da disperati senza futuro, porta ad odiare un'intera etnia o addirittura l'intera categoria dell'immigrato.

Ancora una volta: "ve l'avevamo detto!!" :asd:

Khorne
22-06-2005, 13.12.58
In questo topic si spara a zero su etnie composte di colpevoli ed innocenti. Nell'altro si parla di colpire i criminali e chi aiuta la criminalità. Mi pare ci sia una voragine tra le due cose.

In merito al "ve l'avevamo detto", ribadisco ancora una volta che ci sono paesi con percentuali di stranieri molto più altre delle voste, e che questi problemi non li hanno. I casi sono due: o in Italia semplicemente si gonfiano a dismisura le notizie riguardanti lo straniero crudele e assassino, oppure l'Italia stessa offre un campo fertile per la criminalità, essendone già impregnato di suo.
Oppure le due insieme.
Chissà.

destino
22-06-2005, 13.24.29
il discorso di etnia applicata ad uno stato fa ridere meglio di una dichiarazione di calderoli

sei in uno stato e sei un cittadino di tale stato, quindi o rispetti le leggi oppure ne subisci le conseguenze che tu sia italiano, marocchino, albanese, turco-ostrogoto-alemanno-marziano

elfebo
22-06-2005, 14.15.10
Originally posted by destino

sei in uno stato e sei un cittadino di tale stato, quindi o rispetti le leggi oppure ne subisci le conseguenze che tu sia italiano, marocchino, albanese, turco-ostrogoto-alemanno-marziano


:roll3:



e quali sarebbero queste "conseguenze"???
arrestati per avere un pasto caldo, un tetto dove dormire, coperte confortevoli e ora d'aria, salvo poi finire fuori dopo 6 mesi?


ma peffavoreee


quanto a khorne...la storia che il reato dell'immigrato viene gonfiata, semplicemente e' il gatto che si morde la coda..perche' se l'immigrato fa cose INDICIBILI per forza dev'essere gonfiata.
se io rubo in una gioielleria, al massimo il giorno dopo esce sul giornale "gioielleria rapinata", se invece sparo e uccido il titolare, succede il bordello.
mi pare logico.
dato che questi esseri sudicio/indecenti che commettono questi reati assurdi (stupri,omicidi aggratis ecc.), spesso hanno una considerazione della vita pari a ZERO,allora gli riesce molto piu' facile accoltellare e uccidere senza rimorso, perche' non hanno nulla da perdere.

e' una cosa sotto gli occhi di tutti.

elfebo
22-06-2005, 14.16.37
aggiungo prima che il comitato della "buona parola" mi fulmini, che esseri sudicio/indecenti e' riferito a chiunque commetta questo tipo di reati, senza distinzioni.

Zaorunner
22-06-2005, 15.21.56
Originally posted by elfebo
:roll3:



e quali sarebbero queste "conseguenze"???
arrestati per avere un pasto caldo, un tetto dove dormire, coperte confortevoli e ora d'aria, salvo poi finire fuori dopo 6 mesi?


ma peffavoreee


quanto a khorne...la storia che il reato dell'immigrato viene gonfiata, semplicemente e' il gatto che si morde la coda..perche' se l'immigrato fa cose INDICIBILI per forza dev'essere gonfiata.
se io rubo in una gioielleria, al massimo il giorno dopo esce sul giornale "gioielleria rapinata", se invece sparo e uccido il titolare, succede il bordello.
mi pare logico.
dato che questi esseri sudicio/indecenti che commettono questi reati assurdi (stupri,omicidi aggratis ecc.), spesso hanno una considerazione della vita pari a ZERO,allora gli riesce molto piu' facile accoltellare e uccidere senza rimorso, perche' non hanno nulla da perdere.

e' una cosa sotto gli occhi di tutti.

Hai una minima idea di quali siano le condizioni di vita in un carcere italiano?

Nessuno mette in dubbio la logicita' del sistema di controllo informativo politico-mediatico. Stiamo solo dicendo che non aiuta a farsi un idea oggettiva dei fatti.

Inutile poi riproporci la tua frase, stavolta in rosso, dato che e' stata considerata priva di senso (che ne sai che cosa prova una persona del genere?) e di utilita' (in caso avrebbe valore per qualunque criminale, tuoi cari mafiosi compresi) gia' in prima lettura.

EyeSky
22-06-2005, 16.27.53
Il problema non è se questi abbiano qualcosa da perdere o meno nel finire in gattabuia, il problema è che giunti in Italia e viste svanite le speranze, il crimine rimane l'unica strada per mangiare-divertirsi-fare sesso-vivere.

Sicuramente in Italia si tende a porre in primo piano spesso e volentieri il fatto che il tale crimine sia stato commesso da uno straniero, ma è altrettanto vero che è la efferatezza del reato a fare la notizia o la sua illogicità.
Esempio: se un'auto guidata da un italiano mette sotto qualcuno e scappa fa notizia fino ad un certo punto. Se è guidata da uno straniero senza patente e senza permesso fa notizia per la sua illogicità, ponendo in risalto come siffatto individuo nonostante la sua condizione totalmente illegale se ne andava tranquillamente a spasso in macchina e pure correndo.

Ma gli esempi sono milioni.

Non credo che, come dice Khorne, una delle ragioni di tale criminalità sia nel fatto che gia il territorio è pregno sicchè si vive in una sorta di contagio. Il guaio è che in Italia vi sono troppi immigrati rispetto a quella che è la normale soglia di ospitalità (chiamiamola così) che possiamo permetterci. E questo è stato un gravissimo errore di valutazione politico tanto in passato che nel presente, e temo la sarà anche in futuro.
In altri Paesi con immigrazione più elevate che in Italia la relazione tra ingressi e opprtunità di lavoro è opposta alla nostra, e quindi le potenziali nuove leve per la criminalità organizzata e non, risultano inferiori. Questo anche a fronte di Leggi molto dure (es. in Francia anche se sei un cittadino europeo, in presenza di reati di certa entità (e non pensate all'omicidio) si viene tranquillamente risbattuti nel proprio Paese senza tanti complimenti).
Attenzione anche ad un altra problema tutto italiano, quello culturale del tirarsi merda addosso. Non tutti gli altri Paesi vivono nell'idillio assoluto, ma spesso eventi come quelli italici vengono quasi taciuti. Il lavarsi i panni sporchi in casa propria è una regola che gli italiani non hanno ancora imparato.

Black Dog
22-06-2005, 17.38.55
Originally posted by UAranger
il rendere "piu' dolci" come affermi tu e' il giusto tentativo di garantire "uguaglianza" tra l'accusa e la difesa durante un processo; questo non centra assolutamente nulla con quanto detto prima. scusa ma nn posso proseguire oltre senza rispondere...volevo sul serio leggere tutti i topic ma... se secondo te non è fare i "furbi" cercare di ottenere l'indennità solo xke si è politici...

x il resto visto che ci sono dico anke che sono d'accordo con foll.
basta vedere in america come si vive grazie a certe strumentalizzazioni: tutti con l'arma sotto il cuscino e xkè? xke appena succede qlc il tg fa partire l'elicottero fa sorvolare la zona 24 su 24 ripetendo "sospettato un uomo nero alto 1.80"... poi passi il confine e al di la del lago di fronte a chicago(ovvero in canada) vivono con la porta aperta tutto il giorno.

il primo istinto è logico è uccidere ki fa ste cose ma...ci si abbassa al loro livello.una cosa equa mi pare sia il campo di lavoro.

prima ho visto il tg, morta una donna in un androne di un palazzo, coltellata al petto "nonsi sa se assassinata o ferita in un incidente domestico. viveva in un palazzo di extracomunitari. tutti pero in regola".
ora ditemi a che serve dire la cosa degli immigrati se si presuppone che siano puliti.
inoltre la distinzione non è fra "in regola" e "non in regola". ricordiamoci che quelli non in regola non lavorano solo x la mafia ma una buona parte lavora in nero per italiani con pochi scrupoli.

scusate se nn ho finito di leggere tutto prima di risp

Black Dog
22-06-2005, 17.56.13
sono veneto(anche se non mi ci sento avendo genitori romani)...provocazione:

Originally posted by elfebo
e senza pregiudizi, guarda caso quando vengono uccisi ragazzi innocenti nelle disco o presi sotto bambini a folle velocita' o sparati gioiellieri difficilmente sono persone di reggio calabria, ma guardacaso sono tutti slavi,albanesi e (pochi) nordafricani (che perlomeno vengono qui e cercano in tutti i modi di lavorare e questo va apprezzato). quando però sono dei veneti o lombardi o dove vi pare a schiantarsi dopo la disco con 4 amici in macchina perchè hanno bevuto come deficenti e magari si sono impasticcati e magari coinvolgono altre persone nell'incidente non si tratta di bestie senza cervello ma di "strade in condizioni non idonee" ecc?

elfebo
22-06-2005, 17.56.57
Originally posted by Zaorunner
Hai una minima idea di quali siano le condizioni di vita in un carcere italiano?


si. e anche da vicino purtroppo.




Originally posted by Zaorunner

Inutile poi riproporci la tua frase, stavolta in rosso, dato che e' stata considerata priva di senso (che ne sai che cosa prova una persona del genere?) e di utilita' (in caso avrebbe valore per qualunque criminale, tuoi cari mafiosi compresi) gia' in prima lettura.
priva di senso? toh...guardacaso quando ci sono risse fuori dai locali in cui ci scappa il morto o rapine col morto ai benzinai per pochi euri (eh si..sono pochi euri visto che hanno la cassa a scatto temporale e in tasca non portano molto spesso piu' di 150 euro), sono SEMPRE alba,slavi o derivati.

si si come al solito sto generalizzando..ma non mi ricordo mai un gennariello coppola che ha fatto cose del genere o il signor rossi...MAI almeno negli ultimi anni!

elfebo
22-06-2005, 17.59.44
Originally posted by Black Dog
sono veneto(anche se non mi ci sento avendo genitori romani)...provocazione:
quando però sono dei veneti o lombardi o dove vi pare a schiantarsi dopo la disco con 4 amici in macchina perchè hanno bevuto come deficenti e magari si sono impasticcati e magari coinvolgono altre persone nell'incidente non si tratta di bestie senza cervello ma di "strade in condizioni non idonee" ecc?

anche loro sono bestie e sono da considerarsi alla stregua.

questo avvalora ancor piu' questa ipotesi....in un paese di cazzoni, aggiungere altri potenziali cazzoni non giovera' mai.
ah no..ma tra di loro c'e' chi lavora.
si come no...qualcuno ancora non mi ha risposto cosa si pensa dei ROM, visto che NON LAVORANO E NON HANNO la cultura del lavoro..cos'e' ...passate avanti a questi dettagli?

un romano che mi illumini..come si chiama la famiglia di rom che vi comanda la malavita?..si quelli che fanno finta di avere solo i concessionari e poi hanno un patrimonio di 400milioni di euro...

kyjorkx
22-06-2005, 18.10.32
Originally posted by elfebo

priva di senso? toh...guardacaso quando ci sono risse fuori dai locali in cui ci scappa il morto o rapine col morto ai benzinai per pochi euri (eh si..sono pochi euri visto che hanno la cassa a scatto temporale e in tasca non portano molto spesso piu' di 150 euro), sono SEMPRE alba,slavi o derivati.

si si come al solito sto generalizzando..ma non mi ricordo mai un gennariello coppola che ha fatto cose del genere o il signor rossi...MAI almeno negli ultimi anni!

http://www.repubblica.it/2004/k/sezioni/cronaca/lecco/oratorio/oratorio.html

azanoth
22-06-2005, 18.12.54
Originally posted by kyjorkx
http://www.repubblica.it/2004/k/sezioni/cronaca/lecco/oratorio/oratorio.html


I giorni in cui dimentico sono finiti, stanno per cominciare i giorni in cui ricordo.

Black Dog
22-06-2005, 18.15.42
Originally posted by elfebo
un romano che mi illumini..come si chiama la famiglia di rom che vi comanda la malavita?..si quelli che fanno finta di avere solo i concessionari e poi hanno un patrimonio di 400milioni di euro... non ho capito se hai letto male...ovvero i miei genitori sono romAni (ovvero di Roma) e non romEni della romania... se hai letto giusto non capisco la domanda :confused:

cmq prima di scagliarvi tutti contro gli stranieri dicendo che son tutti delle merde che creano problemi(ce ne sono di sicuro e molti), vorrei ricordarvi come siamo stati trattati noi all'estero (e come veniamo ancora trattati a volte). non per niente i nostri "amici" americani quando ci salutano: "italiano? ah si pizza mafia e mandolino"... eppure quanti dei nostri emigranti si sono spaccati onestamente il filo della schiena a fare i lavori che gli americani non volevano fare? però eravamo lo stesso mafiosi perchè c'era Al Capone in città...

UAranger
22-06-2005, 18.18.05
Originally posted by Black Dog
scusa ma nn posso proseguire oltre senza rispondere...volevo sul serio leggere tutti i topic ma... se secondo te non è fare i "furbi" cercare di ottenere l'indennità solo xke si è politici...



come giustamente segnalato questo discorso non centra nulla con il topic comunque ti rispondo; non si tratta di modificare i processi per avvantaggiare i politici o i potenti ma di migliorare la giustizia italiana al livello di quella delle altre nazioni dove il rapporto tra l'accusa e la difesa e' equilibrato in modo tale da garantire un giusto processo e non come avviene nel nostro paese dove il processo e' totalmente sbilanciato a favore dell'accusa.

stan
22-06-2005, 18.18.27
Originally posted by Black Dog
...cmq prima di scagliarvi tutti contro gli stranieri dicendo che son tutti delle merde che creano problemi(ce ne sono di sicuro e molti), vorrei ricordarvi come siamo stati trattati noi all'estero (e come veniamo ancora trattati a volte). non per niente i nostri "amici" americani quando ci salutano: "italiano? ah si pizza mafia e mandolino"... eppure quanti dei nostri emigranti si sono spaccati onestamente il filo della schiena a fare i lavori che gli americani non volevano fare? però eravamo lo stesso mafiosi perchè c'era Al Capone in città...

*

EyeSky
22-06-2005, 20.10.49
Originally posted by Black Dog
vorrei ricordarvi come siamo stati trattati noi all'estero (e come veniamo ancora trattati a volte). non per niente i nostri "amici" americani quando ci salutano: "italiano? ah si pizza mafia e mandolino"... eppure quanti dei nostri emigranti si sono spaccati onestamente il filo della schiena a fare i lavori che gli americani non volevano fare? però eravamo lo stesso mafiosi perchè c'era Al Capone in città...
Mio Dio, sei riuscito a sfociare nel peggiore qualunquismo possibile. :tsk:

Ti informo, tanto per cominciare, che questa concezione dell'Italia è presente solo negli Italiani che, non sapendo come altro argomentare a problematiche legate all'immigrazione, tirano fuori questo concetto dell'Italia da anni 50 e da "Anche gli angeli mangiano fagioli" ("colossal" mitico con Bud Spencer e Giuliano Gemma :asd: ). Ho viaggiato parecchio e ancora mi deve capitare chi mi da del pizzaiolo, del mandolinaro o del mafioso. :)

In ogni caso, se anche quello che dici fosse vero, sarebbe una ragione in più per usare il pugno duro, che non vuol dire mettere in galera tutti gli stranieri, bada bene, ma mettersi in testa che si può fare entrare molti ma molti meno stranieri di quelli che lo chiedono e molti meno di quelli che vorremmo. Insomma, in Italia si è dimenticato un concetto che in America, visto che la citi, come in altri paesi (in francia visto che ci vivo) applicano con grande nonchalance: ovvero prima i cittadini di quello stato e poi tutti gli altri. In ITALIA, e non se ne capisce perchè, prima vengono gli stranieri e poi gli italiani.
Perdonami ma a me uno stato (nel senso di communità di persone) che ragiona a questo modo mi fa letteralmente vomitare (e qua torniamo a una delle ragioni che mi hanno spinto a mandare a fare in culo non il mio Paese, ma i suoi accorti abitanti) :D

Soothe
22-06-2005, 20.14.17
Originally posted by EyeSky
Mio Dio, sei riuscito a sfociare nel peggiore qualunquismo possibile. :tsk:

Ti informo, tanto per cominciare, che questa concezione dell'Italia è presente solo negli Italiani che, non sapendo come altro argomentare a problematiche legate all'immigrazione, tirano fuori questo concetto dell'Italia da anni 50 e da "Anche gli angeli mangiano fagioli" ("colossal" mitico con Bud Spencer e Giuliano Gemma :asd: ). Ho viaggiato parecchio e ancora mi deve capitare chi mi da del pizzaiolo, del mandolinaro o del mafioso. :)

In ogni caso, se anche quello che dici fosse vero, sarebbe una ragione in più per usare il pugno duro, che non vuol dire mettere in galera tutti gli stranieri, bada bene, ma mettersi in testa che si può fare entrare molti ma molti meno stranieri di quelli che lo chiedono e molti meno di quelli che vorremmo. Insomma, in Italia si è dimenticato un concetto che in America, visto che la citi, come in altri paesi (in francia visto che ci vivo) applicano con grande nonchalance: ovvero prima i cittadini di quello stato e poi tutti gli altri. In ITALIA, e non se ne capisce perchè, prima vengono gli stranieri e poi gli italiani.
Perdonami ma a me uno stato (nel senso di communità di persone) che ragiona a questo modo mi fa letteralmente vomitare (e qua torniamo a una delle ragioni che mi hanno spinto a mandare a fare in culo non il mio Paese, ma i suoi accorti abitanti) :D

Ti quoto più di un titolo di borsa!
:approved:

Zaorunner
22-06-2005, 21.04.09
Originally posted by EyeSky
In ogni caso, se anche quello che dici fosse vero, sarebbe una ragione in più per usare il pugno duro, che non vuol dire mettere in galera tutti gli stranieri, bada bene, ma mettersi in testa che si può fare entrare molti ma molti meno stranieri di quelli che lo chiedono e molti meno di quelli che vorremmo. Insomma, in Italia si è dimenticato un concetto che in America, visto che la citi, come in altri paesi (in francia visto che ci vivo) applicano con grande nonchalance: ovvero prima i cittadini di quello stato e poi tutti gli altri. In ITALIA, e non se ne capisce perchè, prima vengono gli stranieri e poi gli italiani.
Perdonami ma a me uno stato (nel senso di communità di persone) che ragiona a questo modo mi fa letteralmente vomitare (e qua torniamo a una delle ragioni che mi hanno spinto a mandare a fare in culo non il mio Paese, ma i suoi accorti abitanti) :D


Abbiamo abbandonato il concetto di persone di serie A e di serie B forse perche' siamo un po' piu' evuoluti della societa' statunitense di 80 anni fa'.
La storia del signor Sacco e del signor Vanzetti non ti ha insegnato nulla vero?
Senza considerare che molte persone che arrivano qua se ne vanno poi nel resto d'Europa, quindi e' forviante accanirsi contro l'immigrazione. Anzi e' ridicolo leggere ancora certi discorsi quando siamo nel ventunesimo secolo, in piena era della comunicazione, con l'evoluzione sociale diretta inequivocabilmente verso l'integrazione.

Cmq capisco benissimo come da dopo il 1943 l'Itaglia non sia piu' il Grande Impero che tanto adori.

alcoolwarriors
22-06-2005, 22.16.57
Originally posted by elfebo
boh comunque alla fine la bestialità viene sempre dall'est.
nono hanno nulla da perdere, se finiscono in carcere gli diamo un tetto e da mangiare.
comandano la prostituzione.
rubano nelle case.
a roma hanno ville e villoni e milioni di euro e si spacciano per venditori d'auto.
sto facendo retorica?

cazzo c'hai ragione...e quei fannulloni della mafia non muovono un dito per regolarizzarli...che skifo... :tsk:


Originally posted by elfebo
beh la mafia non si puo' battere, e' radicata.

meglio conviverci eh?! ;) grandissimo.
e non stai facendo retorica, stai facendo un po' paura a dire la verità.

Black Dog
22-06-2005, 22.32.10
Originally posted by EyeSky
Mio Dio, sei riuscito a sfociare nel peggiore qualunquismo possibile. :tsk:
In ogni caso, se anche quello che dici fosse vero, sarebbe una ragione in più per usare il pugno duro se negli usa avessero usato il pugno di ferro gli usa non sarebbero grandi come sono ora e l'italia pure non sarebbe quella che è ora.
se tu non sai concentrarti più di quel TOT necessario invece di fermarti alla superfice... ho scritto quel pezzo per alludere al fatto che è possibile che fra 80 anni in italia si sarà arrivati a un'integrazione migliore e questi problemi saranno (si spera) sorpassati.

favoriamo gli immigrati? in certe situazioni mi pare di si e forse anche a sproposito...ora come ora guarda d'impulso direi che è quasi doveroso chiudere le frontiere... non tanto x il crimine quanto xke è una mia impressione che non ci sia lo spazio x altra gente (altri 800 sbarcati stanotte).
non è che chiudere le frontiere oggi si può dire giusto o sbagliato, porterà a conseguenze differenti. si vivrà meglio? peggio? io sono convinto che bisogna darsi da fare a integrarsi meglio gli uni con gli altri... sono italiano e le mie tradizioni ci tengo, però considera che noi ricchi siamo 1/5 della popolazione mondiale(stima a occhio e croce) che quindi verremo sopraffatti con le buone o con le cattive.

cmq se ci fosse il pugno di ferro in giro tu nn saresti in francia quindi dovresti supportare una politica di integrazione non bersagliarla.

e in europa ci ho girato durante le vacanze solo purtroppo...lo so che in germania e francia ci son politiche più severe... comunque visto che siamo in europa il tuo amato stato francese potrebbe anche darci una mano visto che proprio germania e francia (che sono enormi serbatoi di immigrati - francia dal nordafrica e germania dalla turchia) potrebbero darci una mano, invece ci hanno sbattuto la porta in faccia quando s'è tirato fuori l'argomento immigrati.

ps: forse cmq pian piano il flusso rallenterà...nn per l'efficenza delle nostre riforme o x la guardia costiera ma xke tutti i miei ricchi compaesani veneti, lombardi eccecc stanno trasferendo le loro attività in romania. allora gli onesti lavoratori si fermeranno da quelle parti,allora sara matematico ke solo i delinquenti vengono in italia, cosi tutti gli estremisti potranno divertirsi a fare il tiro al bersaglio sui gommoni degli scafisti...

destino
22-06-2005, 23.29.03
Originally posted by Black Dog
ps: forse cmq pian piano il flusso rallenterà...nn per l'efficenza delle nostre riforme o x la guardia costiera ma xke tutti i miei ricchi compaesani veneti, lombardi eccecc stanno trasferendo le loro attività in romania. allora gli onesti lavoratori si fermeranno da quelle parti,allora sara matematico ke solo i delinquenti vengono in italia, cosi tutti gli estremisti potranno divertirsi a fare il tiro al bersaglio sui gommoni degli scafisti...

devi conoscerlo davvero bene Calderoli tu :doubt:

ma ogni tanto attivare il cervello no vero? :D
i tuoi ricchi compaesani veneti lombardi ecc ecc amano cosi tanto il tuo paese e sono cosi rispettosi dei diritti civili che per pagare meno un operaio preferiscono o prendere un extracomunitario qua in italia pagandolo una fame oppure direttamente cercare tale "merce-lavoro" nei paesi poveri dove nn viene rispettato un qualsivoglia diritto civile, figuriamoci i diritti dei lavoratori. Se invece di pensare a fare tiro al bersaglio coi gommoni degli scafisti ( che visto leggi solo La padania nn sei stato informato della collaborazione del governo italiano con quello albanese che ha praticamente fermata tale transumanza ) leggessi le sciocchezze che hai scritto prima di premere il tasto invio sarebbe un bene per tutti

Black Dog
23-06-2005, 00.20.37
Originally posted by destino
devi conoscerlo davvero bene Calderoli tu :doubt:
*cut se magari parli per te sarebbe meglio. non so se hai letto post precedenti miei. quest'ultimo "ps" era una provocazione. mettere però "voi estremisti" mi sembrava un pò flammesco.
inoltre mi pare che in tutto il post ultimo(di cui hai preso un estratto) e i precedenti, esprimevo disapprovazione a comportamenti tipo quello leghista...(quindi mi pare anche vicino a certe tue posizioni se ricordo bene gli altri post di ste 9 deliranti pagine)

elfebo
23-06-2005, 11.51.28
Originally posted by alcoolwarriors
meglio conviverci eh?! ;) grandissimo.
e non stai facendo retorica, stai facendo un po' paura a dire la verità.

no, se leggessi l'altro topic, ho spiegato un mio modo per poterla distruggere, ma poi ci sono i soliti benpensanti che dicono che sia troppo radicale...
l'unico modo per vincere una guerra, e' fare la guerra...con le parole, quando ci sono i miliardi di mezzo, si dopano di oppio solo i benpensanti appunto, che credono in un futuro dove l'uomo ha la coscienza per capire COME il mondo deve andare avanti.
Io odio la situazione mafiosa, che sia chiaro, ma ora come ora, per come e' radicata NON PUOI BATTERLA a meno di azioni estremamente fuori dal nostro modo di vedere le cose..(repressione?..ma ch escherzi?...si vince con l'applicazione delle leggi la mafia!! ....sisi :sisi:)

elfebo
23-06-2005, 11.55.28
Originally posted by kyjorkx
http://www.repubblica.it/2004/k/sezioni/cronaca/lecco/oratorio/oratorio.html

e' la mosca bianca...andando a spulciare ogni tipo di notizia e' normale trovare un'azione criminosa del genere.
ma perche' siete cosi' paraocchiuti!!
siete assurdi!
aspetta che mi metto a cercare le notizie degli extracomunitari....sono nell'ultima settimana ci sono 3 stupri....:rolleyes:

destino
23-06-2005, 12.04.02
Originally posted by elfebo
e' la mosca bianca...andando a spulciare ogni tipo di notizia e' normale trovare un'azione criminosa del genere.
ma perche' siete cosi' paraocchiuti!!
siete assurdi!
aspetta che mi metto a cercare le notizie degli extracomunitari....sono nell'ultima settimana ci sono 3 stupri....:rolleyes:

3 stupri in un settimana...
e in un giorno quanta gente onesta che si spacca il culo senza che tu ne sappia nulla solo per permetterti di mangiare in un ristorante di lusso o di moddare la tua auto? :doubt:

kyjorkx
23-06-2005, 12.04.08
Elfebo, ho fatto UN post.

Dicevi che non ricordavi fatti compiuti da italiani, negli ultimi anni, ti ho linkato un fatto avvenuto due/tre mesi fa. (E non mi sono messo a cercare le varie baby gang composte spesso da insospettabili figli di papà, e non ho postato lo stupro subito da una extra-comunitaria di 16 anni da un commercialista fiorentino di 37 anni, successo un paio di settimane fa).

Comunque, dicevo, ho fatto UN post, postando un link.
Ora dimmi come diavolo hai fatto a capire che difendo gli extra-comunitari. Dopo aver postato un link. Senza mezza riga di commento.
Sarai mica in malafede?

elfebo
23-06-2005, 13.07.36
Originally posted by kyjorkx
Elfebo, ho fatto UN post.

Dicevi che non ricordavi fatti compiuti da italiani, negli ultimi anni, ti ho linkato un fatto avvenuto due/tre mesi fa. (E non mi sono messo a cercare le varie baby gang composte spesso da insospettabili figli di papà, e non ho postato lo stupro subito da una extra-comunitaria di 16 anni da un commercialista fiorentino di 37 anni, successo un paio di settimane fa).

Comunque, dicevo, ho fatto UN post, postando un link.
Ora dimmi come diavolo hai fatto a capire che difendo gli extra-comunitari. Dopo aver postato un link. Senza mezza riga di commento.
Sarai mica in malafede?

maddai..io taglierei le palle ANCHE ai figli di papa'..non sono per il razzismo puro.
pero' cacchio quello che sto tendando di dire..e' che se la percentuale e' del 50% tra questi extracomunitari (ovvero il 50% ha buoni propositi e il 50% no),vuol dire che bisogna riservare loro un trattamento particolare..ovvero calci nel culo, appena trovo che sei clandestino.
in questo io APPOGGIO pienamente la lega, poi che castrerei CHIUNQUE STUPRA anche mio fratello..su questo non ci piove.
ma e' oggettivamente provato,santo cielo,che questi sono molto piu' tentati a commettere reati di questo tipo per svariati motivi...1) religiosoculturale (la donna oggetto...remember?..indi sfogo all'istinto animalesco...mentre per un italiano ad esempio avviene per repressione psicologica..leggi "problemi") 2) sprezzo per il pericolo (non se ne fottono un cazzo se vanno in galera) 3) atteggiamento completamente differente nei confronti della societa' (situazione economicosociale dei loro paesi che li spinge ad essere molto piu' cinici e cattivi verso il prossimo..).


p.s. come ho fatto a capire che difendi questa situazione?...semplice...non te lo dico senno' sfociamo in politica! ti dico solo che coloro che difendono questa situazione sono di una certa parte politica! pero' attenzione..ricorda che come e' vero che il "destro" si avvicina spesso a modi di pensare "sinistri" (vedi destino), e' matematicamente impossibile, per principio e per presunzione pura alla base (non da parte del singolo ma della corrente), che un "sinistro" per UNA VOLTA, appoggi un idea destrorsa...anche se questa potesse essere plausibile.

elfebo
23-06-2005, 13.09.28
Originally posted by destino
3 stupri in un settimana...
e in un giorno quanta gente onesta che si spacca il culo senza che tu ne sappia nulla solo per permetterti di mangiare in un ristorante di lusso o di moddare la tua auto? :doubt:

che discorso della cappella....la mia ragazza durante i weekend fa la cameriera nei pub...25 euro per farsi un culo come un astronave dalle 19 alle 4.
allora?...cos'e'..devo mettere i manifesti?
ad ognuno il suo...nei loro paesi, con 400 euro al mese sei un riccone..NON DIMENTICARLO MAI!

destino
23-06-2005, 13.14.02
Originally posted by elfebo
che discorso della cappella....la mia ragazza durante i weekend fa la cameriera nei pub...25 euro per farsi un culo come un astronave dalle 19 alle 4.
allora?...cos'e'..devo mettere i manifesti?
ad ognuno il suo...nei loro paesi, con 400 euro al mese sei un riccone..NON DIMENTICARLO MAI!

giuro che ora mi sto davvero ammazzando dalle risate :roll3:

che cavolo significa che da loro 400 euro sono soldoni? :asd:
Quindi uno che fa un lavoro deve essere ora pagato a seconda da dove il fato ha deciso che nascesse rispetto a quello che sa fare?

Poi ti sto facendo notare che ci sono centinaia di migliaia di extracomunitari anonimi che si spaccano il culo per farti spuntare sulla tavola il pomodorino di pachino che tu riccone nn puoi farti mancare sulla tavola o per badare agli anziani che sempre tu giovane uomo in carriera consideri un peso e tu mi parli della tua ragazza? :asd:

edit: solo per dire una cosa :)
io preferisco nn dichiararmi ne di destra ne di sinistra di volta in volta leggendo il programma dello schieramento in questione decido per chi votare, il voto per fede mi pare na cazzata immane :)

Khorne
23-06-2005, 13.14.26
Originally posted by elfebo
pero' cacchio quello che sto tendando di dire..e' che se la percentuale e' del 50% tra questi extracomunitari (ovvero il 50% ha buoni propositi e il 50% no),vuol dire che bisogna riservare loro un trattamento particolare..ovvero calci nel culo, appena trovo che sei clandestino.

[...]ma e' oggettivamente provato,santo cielo,che questi sono molto piu' tentati a commettere reati di questo tipo per svariati motivi...1) religiosoculturale (la donna oggetto...remember?..indi sfogo all'istinto animalesco...mentre per un italiano ad esempio avviene per repressione psicologica..leggi "problemi") 2) sprezzo per il pericolo (non se ne fottono un cazzo se vanno in galera) 3) atteggiamento completamente differente nei confronti della societa' (situazione economicosociale dei loro paesi che li spinge ad essere molto piu' cinici e cattivi verso il prossimo..).


Hai dei dati ufficiali ad avallare la tua versione?
Senza polemica, sia ben chiaro. Solo per sapere da dove prendi i dati, e che dati sono.

papo
23-06-2005, 13.28.50
io non so cosa sia giusto fare .....sono delle bestie punto e basta....sicuramente il problema è che sti delinquenti continuano ad entrare clandestinamente in italia e nessuno li ferma....
Forse l'ergastolo sarebbe la pena migliore ma di fatto le prigioni sono strapiene e non c'è più spazio.
La pena di morte non la darei perchè eliminarli sarebbe troppo facile e "indolore".

Io impazzirei se mi succedesse una cosa del genere:per questo alla mia ragazza ogni volta che esce da sola le faccio 300 mila raccomandazioni....

Zaorunner
23-06-2005, 13.30.18
Originally posted by elfebo
maddai..io taglierei le palle ANCHE ai figli di papa'..non sono per il razzismo puro.

1) religiosoculturale (la donna oggetto...remember?..indi sfogo all'istinto animalesco...mentre per un italiano ad esempio avviene per repressione psicologica..leggi "problemi")

Donna oggetto esattamente come ancora e' in sud italia.


2) sprezzo per il pericolo (non se ne fottono un cazzo se vanno in galera)

Qualunque ragazzotto un po' coperto da qualche amico mafioso e' piu' o meno intoccabile.


3) atteggiamento completamente differente nei confronti della societa' (situazione economicosociale dei loro paesi che li spinge ad essere molto piu' cinici e cattivi verso il prossimo..).

Esattamente come il sud italia.

EyeSky
23-06-2005, 13.42.25
Originally posted by Black Dog
se negli usa avessero usato il pugno di ferro gli usa non sarebbero grandi come sono ora e l'italia pure non sarebbe quella che è ora.
se tu non sai concentrarti più di quel TOT necessario invece di fermarti alla superfice... ho scritto quel pezzo per alludere al fatto che è possibile che fra 80 anni in italia si sarà arrivati a un'integrazione migliore e questi problemi saranno (si spera) sorpassati.

favoriamo gli immigrati? in certe situazioni mi pare di si e forse anche a sproposito...ora come ora guarda d'impulso direi che è quasi doveroso chiudere le frontiere... non tanto x il crimine quanto xke è una mia impressione che non ci sia lo spazio x altra gente (altri 800 sbarcati stanotte).


Scusa il CUT ma era troppo lungo e non aveva senso riportare tutto. :)

Tanto per cominciare paragonare l'Italia agli States di ieri, di oggi, di sempre è una pura assurdità. Come del resto è un'assurdità paragonarla a qualsiasi altro stato, cosa che invece si fa di continuo per supportare qualche nuova bischerata.
L'Italia è l'Italia, con la sua conformazione culturale, legislativa, fisica, sociale. Ed è a questa Italia e a questi elementi che bisogna relazionare il problema immigrati.
Cosa vuol dire favorire l'immigrato? Pensi che fare entrare nel Paese una persona che è disperata ma alla quale non puoi offrire nulla sia fargli un favore?
No, è questo l'errore. Si pensa che aprire le porte aiuti queste persone invece pone quelle stesse persone, lo Stato che gli ospita e i cittadini di quello Stato in un grave pericolo. Perchè, come gia espresso più di una volta, il disperato che arriva in Italia e non trova quello che cerca e quello di cui ha bisogno facilmente fa il salto e diventa un nuovo manovale per il crimine.
Crimine non significa solo svaligiare la villetta di Cologno Monzese, ma significa trovare con atti illegali anche ciò che è per noi scontato. La violenza, per esempio, non difficilmente nasce per una deviazione del desiderio non appagato, e non appagato perchè probabilmente quel soggetto vive in uno status tale che non ha alcuna possibilità di conoscere, frequentare, fare sesso con una donna o anche con una prostituta.

L'integrazione dei popoli (e qua rispondo a Zao) non è un "apriamo le porte come degli idioti" ma qualcosa di molto più profondo e razionale. Una persona che non può integrarsi per oggettivi impedimenti di ordine economico e sociale non si integrerà punto e basta, a dispetto di tutte le politiche e le teorie e le belle parole. Rimarrà una mina vagante che cerca quello che tutti gli altri hanno e che la società stessa gli chiede.
Tutti i discorsi perbenisti mi fanno poi ridere perchè so molto bene come crollerebbero nell'istante in cui l'albanese disperato vi entra in casa e vi sequestra lo stereo e il computer dalla cameretta.

Vedi, altri Paesi hanno capito che il problema era tale da lavarsene le mani. Germania o Francia non si infileranno mai nel caos tutto italiano anche perchè la loro poilitica l'hanno gia chiarita ben più di una volta: chi può entrare è il benvenuto, chi è in surplus...via, a casa sua o da chi se lo piglia. E ancora hanno chiarito fino alla nausea come il cittadino di quel paese (cittadino nell'accezione di persona nata in quel paese o con permesso di soggiorno) sia posta al di sopra di tutti gli altri. L'ho gia detto. Quindi non meravigliarti se i nostri partner europei di fatto ci lasciano a marinare nei nostri guai. Noi ragioniamo in un modo totalmente distorto.

Altro esempio, tanto per tornare negli states, Paese che fonda le sue radici sull'immigrazione ma che la combatte anche, e seriamente. Confine con il Messico. Praticamente non c'è notte in cui qualche gruppetto di messicani tenti di passare il confine. Bè quelli che vengono beccati vengono schedati, passano la notte in cella, e il giorno dopo li rispediscono in messico. :D
Altro che accoglienza.


:birra:

Khorne
23-06-2005, 13.57.27
Bisogna dire che in effetti i barconi di disperati che arrivano mi hanno sempre lasciato un po' perplesso; non capisco perché non si prendano i tizi, non si veda se qualcuno ha qualche permesso, documento o quant'altro, e non si rimandino a casa coloro che con il paese in questione non hanno nulla a che fare.

Io non dico di non mandare via chi non ha diritto di stare qua: in fin dei conti se ci sono delle leggi che limitano il permesso di rimanere in Italia vuol dire che un motivo c'è.

Quel che mi lascia perplesso è la "chiusura legalizzata" che molti auspicano: leggi più strette, sanzioni più dure etc etc.
La legge credo ci sia, e credo che forse sarebbe ora che venisse applicata. Tutto qui.

P.s.: ho coniugato i verbi a casaccio, i lipidi hanno conquistato il mio cervello, riconiugateli come vi pare e piace.

zio_lucas
23-06-2005, 13.57.27
Originally posted by EyeSky


il disperato che arriva in Italia e non trova quello che cerca e quello di cui ha bisogno facilmente fa il salto e diventa un nuovo manovale per il crimine.
Crimine non significa solo svaligiare la villetta di Cologno Monzese, ma significa trovare con atti illegali anche ciò che è per noi scontato. La violenza, per esempio, non difficilmente nasce per una deviazione del desiderio non appagato, e non appagato perchè probabilmente quel soggetto vive in uno status tale che non ha alcuna possibilità di conoscere, frequentare, fare sesso con una donna o anche con una prostituta.



forse questo è quello che faresti TU, xrò ragionare in questo modo dando x scontato che quello che faresti TU lo debbano fare TUTTE le persone umane è sbagliato ricordalo...
ti dico che conosco molti più immigrati che italiani e fino ad ora, con tutte le difficoltà socio-psico-economiche-ecc-ecc... , che hanno avuto sono persone molto pacate, brave e grandi lavoratori/trici...bisogna conoscere dal vivo le realtà e non leggerle o ascoltarle oppure ragionare facendo i grandi itellettuali da 4 soldi, azi, ti inviterei ad iniziare a toccare con mano al posto che parlare/scrivere soltanto...



p.s. vedo che il mio messaggio non è stato ancora recepito si continua a parlare di immigrazione e non delle violenze :tsk: :tsk: :tsk:

The El-Dox
23-06-2005, 14.16.00
S(usate, batterie di phaser a lampedusa, dopo vedrete (he risolviamo taaaaaaaaaaanti problemi, altrimenti non neghiamolo: fanno )uel (azzo (he gli pare. Inasprendo le pene non serve ma buttandoli fuori, prevenzione e (hi s(assa il (azzo repressione, manganello in (ulo e (astriamoli tutti stì irregolari! :metal:

samgamgee
23-06-2005, 14.17.59
cazzo dox, ti preferivo con le "k" :asd:

papo
23-06-2005, 14.36.09
Originally posted by EyeSky
Mio Dio, sei riuscito a sfociare nel peggiore qualunquismo possibile. :tsk:

Ti informo, tanto per cominciare, che questa concezione dell'Italia è presente solo negli Italiani che, non sapendo come altro argomentare a problematiche legate all'immigrazione, tirano fuori questo concetto dell'Italia da anni 50 e da "Anche gli angeli mangiano fagioli" ("colossal" mitico con Bud Spencer e Giuliano Gemma :asd: ). Ho viaggiato parecchio e ancora mi deve capitare chi mi da del pizzaiolo, del mandolinaro o del mafioso. :)



invece guarda caso tutti gli stranieri che incontro io mi dicono subito italia=mafia guarda un pò.....come la mettiamo???

azanoth
23-06-2005, 14.43.30
Originally posted by papo
invece guarda caso tutti gli stranieri che incontro io mi dicono subito italia=mafia guarda un pò.....come la mettiamo???

La mettiamo che hanno ragione!

ooooh!

Sono itagliano e me lo posso permettere,anche se terrone,Garibaldi
mi è Santo e testimone,vi pozzo dire

ITALIA = MAFIA

:teach:

pilu a mazzi pi tutti!:metal:

EyeSky
23-06-2005, 15.02.19
Originally posted by papo
invece guarda caso tutti gli stranieri che incontro io mi dicono subito italia=mafia guarda un pò.....come la mettiamo???

La mettiamo che dovresti frequentare gente più intelligente :asd:

Io sono italiano e:
1) non sono mafioso
2) nessuno mi ha mai dato del mafioso
3) se uno ci prova gli rispondo per le rime facendogli notare la sua acuta ignoranza.
:D

Poi ognuno reagisce come meglio crede. Se fa piacere essere etichettati come mafiosi o se per primi si dice che ltalia=mafia e quindi italiani=mafiosi non vedo cosa ci sia da meravigliarsi se si incontrano degli "intellettuali" stranieri che dicono la medesima cosa.
:D

@Zio
Ovviamente io esprimo un mio punto di vista, come tutti, basato su una certa "conoscenza del fenomeno". Mi guardo bene dal fare riferimenti diretti che non avrebbero alcun senso se non quello di stigmatizzare la soggettività della propria opinione e delle proprie idee. Inutile.
Attento a non prendere per il verso sbagliato quello che dico, come spesso capita. Di norma chi è contro l'immigrazione o ne produce una idea controllata, e controllata rigorosamente in base a principi di ordine econimico e di sicurezza pubblica, viene spesso taccciato di razzismo o di oscurantismo culturale.
Io non sono contro l'immigrazione o contro l'immigrato, dico molto semplicemente e credo in modo abbastanza ovvio (basta fermarsi a riflettere un secondo) che dovremmo fare entrare solo coloro che realmente possiamo ospitare. Ospitare non in termini di spazio, bada bene :asd: , ma in termini di
-opportunità lavorative
-integrazione sociale
-realizzazione dell'individuo

Ovviamente non tutti coloro, che non trovano questi elementi cardine della vita nel loro venire in Italia, finiscono per diventare criminali. Ma alcuni si. In termini statistici direi troppi. Ed ecco che è qui che bisogna intervenire. Applicare le Leggi vigenti, dice Khorne, si vero. Ma sarebbe il caso di riscriverle e magari a livello europeo o sulla base di trattati bilaterali che in larga parte gia esistono.

Sono felice poi che gli immigrati con cui sei entrato in contatto siano integrati e felici, e lavorino e siano tranquilli. Ben per loro e ben per noi che sia così. Anche io ne ho conosciuto di lavoratori e di bravissime persone. Ma ho visto anche la disperazione negli occhi di quello che è gia al terzo giorno che non mangia e che vive ad un angolo di strada e che non sa cosa cazzo fare. E' quello sguardo che mi preoccupa (per lui) e mi spaventa (per me).

azanoth
23-06-2005, 15.04.08
Originally posted by EyeSky
La mettiamo che dovresti frequentare gente più intelligente :asd:

Io sono italiano e:
1) non sono mafioso
2) nessuno mi ha mai dato del mafioso
3) se uno ci prova gli rispondo per le rime facendogli notare la sua acuta ignoranza.
:D



Si,ma verrrebbe a mancare il requisito primario:l'intelligenza.

:asd:

(si scherza eh!?non floodare i ModZ di avvisi che sono già incacchiati per il caldo)

EyeSky
23-06-2005, 15.05.09
Originally posted by azanoth
Si,ma verrrebbe a mancare il requisito primario:l'intelligenza.

:asd:

non si può avere tutto dalla vita. :asd:

nageki
23-06-2005, 15.05.42
Originally posted by papo
invece guarda caso tutti gli stranieri che incontro io mi dicono subito italia=mafia guarda un pò.....come la mettiamo???

come? bhe, quando ti rendi conto di essere circondato da teste di ca**o è tempo di cambiare aria

Factorx84
23-06-2005, 15.17.02
Originally posted by papo
invece guarda caso tutti gli stranieri che incontro io mi dicono subito italia=mafia guarda un pò.....come la mettiamo???

Finchè un extra-comunitario viene sempre e sempre visto come un diverso o un potenziale pericolo è logico che anche lui porello deve stare sulla difensiva.
Polizia dura, impronte digitali e più controllo, per tutti, italiani e non. E un pò più di figa, che non basta mai.

elfebo
23-06-2005, 15.29.44
Originally posted by Zaorunner
Donna oggetto esattamente come ancora e' in sud italia.



Qualunque ragazzotto un po' coperto da qualche amico mafioso e' piu' o meno intoccabile.



Esattamente come il sud italia.

forse hai le idee un po confuse del sudditalia...anzi..direi molto confuse.


vabbe' io mi tiro fuori completamente, alla fine non si arriva da nessuna parte a parlare con voi.

Khorne
23-06-2005, 15.33.07
Originally posted by Khorne
Hai dei dati ufficiali ad avallare la tua versione?
Senza polemica, sia ben chiaro. Solo per sapere da dove prendi i dati, e che dati sono.

Prima di tirartene fuori (dato che non capiamo un cazzo), puoi rispondere alla domanda che ti ho fatto una pagina fa?

Ripeto, senza polemica. Sono solo curioso.


P.s.: con noi non si arriverà lontano, ma pure tu hai il cranio più duro del marmo eh :asd: Ripeti le stesse cose da circa 800 post; io almeno tento di variare un minimo quel che dico :notooth:

follettomalefico
23-06-2005, 16.23.39
Originally posted by elfebo
forse hai le idee un po confuse del sudditalia...anzi..direi molto confuse. Anche se fosse una sua idea e non l'ennesima provocazione, devo dire che mi pare in ottima compagnia... :rolleyes:

Qfwfq
23-06-2005, 16.30.07
Originally posted by EyeSky
1) non sono mafioso
2) nessuno mi ha mai dato del mafioso
3) se uno ci prova gli punto contro una pistola

:asd:

elfebo
23-06-2005, 16.41.36
Originally posted by follettomalefico
Anche se fosse una sua idea e non l'ennesima provocazione, devo dire che mi pare in ottima compagnia... :rolleyes:

probabilmente hai ragione, a volte scrivo per foga, non mi esprimo bene talvolta appaiono le cose peggio di come vorrei dirle.
ma e' innegabile che in questo forum, ogni cosa diventa sempre politica.
si va contro chi va contro gli extracomunitari,perche' la lega vorrebbe incularseli.
io mi ci metto le palle sul fuoco.

in ogni caso, ripeto non discuto piu' di queste cose, tanto alla fine i fatti (leggi "accadimenti") danno ragione a chi teme questi extracomunitari dell'est...tra l'altro ancora nessuno ha risposto nulla sui rom....boh forse si legge solo quel che fa comodo.

KiRBY
23-06-2005, 17.11.22
Originally posted by Qfwfq
:asd:

grande:roll3:

EyeSky
23-06-2005, 17.23.32
Q :asd:






















baciamo le mani :look:

Black Dog
23-06-2005, 17.39.13
Originally posted by elfebo
e' la mosca bianca...andando a spulciare ogni tipo di notizia e' normale trovare un'azione criminosa del genere.
ma perche' siete cosi' paraocchiuti!!
siete assurdi!
aspetta che mi metto a cercare le notizie degli extracomunitari....sono nell'ultima settimana ci sono 3 stupri....:rolleyes: ti è stato spiegato con argomentazini in prima persona che le news vengono distorte.
che ci sia più violenza non è una fantasia,nessuno lo nega spero.
è una conseguenza logica: più persone >> più crimini

il principio "a loro nn sbatte nulla della vita" posso anche passartelo...ma il fatto di non aver nulla da perdere è anche dovuto al non essere accettato. se uno mi sta sui coglioni e mi dice "nn fare cosi" io faccio "cosi" apposta.
quel che vogliamo dire è che noi pensiamo sia sbagliato dire
albanesi > stupratori, ladri, assassini
mentre tu da quanto leggo la vedi cosi.

x l'ot sulla mafia: nn la debelli xkè sono i politici stessi dei mafiosi. per profitto o costretti per paura a dire no...ci vorrebbe un azione drastica ke nn debellerebbe solo la mafia ma anke altri problemi: un bel barbecue a palazzo Chigi :D

Mischa
23-06-2005, 17.46.10
Elfe, a te, come ad altri, non son chiare alcune cose:

Nessuno difende a priori un delinquente, di qualsiasi razza o etnia sia: marocchino, albanese, rom, italiano, resta un delinquente.

Nessuno è favorevole ai clandestini: l'immigrazione è regolamentata? Sì. Esiste la possibilità di entrare legalmente in Italia? Sì. Dunque gli unici che "difendono" i clandestini, sono coloro che hanno interesse a farli lavorare in nero, o sfruttarli per altre attività illegali. Superfluo dire che chi gestisce tale mercato è spesso italiano (vedi titolari di imprese e abitazioni, funzionari statali corrotti per i visti e i controlli, e infine criminalità organizzata).

Dall'altra parte, invece, regolarmente si sente fare di tutta l'erba un fascio: anche nel post qui sopra, nuovamente, parli di extracomunitari (non di delinquenti). Che cazzo ti avrebbero mai fatto, gli extracomunitari? Oppure extracomunitari per te è sinonimo di clandestino e delinquente? Se è il secondo caso, sei razzista. Se non lo è, allora ti invito a riflettere cento volte prima di scrivere nuovamente (fosse la prima volta) una roba simile.

Lanci poi sentenze assolute, alla "La maggioranza dei crimini di questo tipo è fatta da loro". Boh, io apro la stampa di ieri, e leggo due articoli.

Uno riporta dati istat del 2004, e dice che effettivamente sono aumentate le denunce per casi di stupro e violenza sessuale. Piccolo particolare: sono aumentate le denunce, non i reati, è la conclusione delle autorità, grazie ad opera di sensibilizzazione. Le vittime hanno meno paura di denunciare. E di denunciare chi? Toh, tu guarda, una bella e secca maggioranza del 61% di italiani. Stesso studio, riporta come l'incidenza degli extracomunitari sui reati legati al sesso, sia inferiore alla media rispetto agli altri reati. In sintesi in Italia chi stupra la tua ragazza, è più probabilmente il suo compagno di scuola/lavoro, suo cugino, un suo amico, suo padre, un amico di suo fratello, etc., che non il marocchino sotto casa o un albanese. Questo almeno per quanto riguarda il centro-nord: eh, già, perché al sud magicamente i dati restano costanti. Vuol dire che al sud avvengono meno violenze? No, solo che ne vengono denunciate meno, per omertà e paura.

Il secondo articolo, è un'intervista alla responsabile del telefono rosa, che dice: "su 260 casi che riguardano donne italiane, nel primo trimestre 2005, gli episodi con immigrati sono circa un 10%: cinque denunce per stupro e sedici di molestia. Significa che, negli altri 239 casi, i protagonisti sono uomini italiani. Su altri 40 casi con donne straniere, ci sono soltanto due stupri e una molestia ad opera di immigrati: i restanti 37 casi riguardano italiani. Mi sembrano dati che parlano chiaro. Andiamoci piano a dare contro gli stranieri" (sic).

A quanto pare, dunque, l'effetto dei media ha un peso rilevante nel far pensare alla gente che esiste un nemico e un pericolo straniero, tant'è che tu per primo non solo dai per scontato e palese che siano gli extracomunitari i responsabili di tali reati, ma ti scagli contro tutti loro indistintamente (rom, albanesi, marocchini, senegalesi, tutti uguali, tutti delinquenti, regolari o clandestini che siano). Ma mentre la realtà percepita da te e molti altri è questa, non ha nulla a che vedere con la realtà quotidiana, in cui lo stupratore è italiano, e a volte stupra nemmeno una donna, ma il suo ex tizio (varesotto, pochi giorni fa), oppure la ficca in un giro di prostituzione con le sue amiche e poi la ammazza coperto dal silenzio anche se lo sapevano quasi tutti (anche questa roba di poco tempo fa, già scordata, ovvio).

Per rispondere infine a castratori, ghigliottinatori, leghistucoli dell'ultima ora e simili: a nessuno (tanto meno al prode Calderoli) è venuto in mente che un modo molto facile, rapido, e civile, di risolvere la questione esisterebbe anche. Non comporterebbe chissà che casini, basterebbe semplicemente equiparare il reato di stupro a omicidio, con condanne e pene conseguenti, incluso ergastolo. E basterebbe che tali condanne venissero eseguite. Il punto però è che magari a qualcuno è anche venuto in mente, ma è molto più facile cavalcare il furore popolare con boutade ad effetto, grida di "castriamoli, al rogo, al rogo!", perché tanto la gente a cui ci si rivolge a. ragiona così, b. ragiona così anche e soprattutto grazie a quel che ritiene vero, in quanto l'ha detto il tg (preso ad esempio di media vari). Peccato che vero non sia.

Black Dog
23-06-2005, 17.58.36
Originally posted by EyeSky
Scusa il CUT ma era troppo lungo e non aveva senso riportare tutto. :)è giusto farli i tagli :)


Cosa vuol dire favorire l'immigrato? Pensi che fare entrare nel Paese una persona che è disperata ma alla quale non puoi offrire nulla sia fargli un favore?no ho scritto infatti sopra che penso che l'italia è satura...


Tutti i discorsi perbenisti mi fanno poi ridere perchè so molto bene come crollerebbero nell'istante in cui l'albanese disperato vi entra in casa e vi sequestra lo stereo e il computer dalla cameretta.io me la prendo col singolo ladro non con la razza intera a dispetto di te (voi)


Vedi, altri Paesi hanno capito che il problema era tale da lavarsene le mani.va bene, quando gli altri popoli si stuferanno verranno qui con la forza ed essendo in soprannumero ci ammazzeranno tutti. la soluzione non è lavarsene le mani, ma per esempio aiutarli a sviluppare un'economia.


Quindi non meravigliarti se i nostri partner europei di fatto ci lasciano a marinare nei nostri guai. Noi ragioniamo in un modo totalmente distorto.si la politica di "entra chi puo trovare posto a lavorare" la condivido! il fatto x cui dico che dovrebbero aiutarci è che, prenditi una cartina se non hai presente, noi siamo in mezzo e facciamo da parafulmine per francia e germania. ti pare giusto? ma che dall'algeria vanno con una tinozza a remi fino a cannes? NO! vengono da noi xke siamo vicini. è x questo che devono aiutarci in qls modo, nn dico accettarli ma ad esempio darci cazzo ne so un aereo in + x i trasporti di rimpatrio tanto per dire.


Altro esempio, tanto per tornare negli states, Paese che fonda le sue radici sull'immigrazione ma che la combatte anche, e seriamente. Confine con il Messico. Praticamente non c'è notte in cui qualche gruppetto di messicani tenti di passare il confine. Bè quelli che vengono beccati vengono schedati, passano la notte in cella, e il giorno dopo li rispediscono in messico. :D
Altro che accoglienza. bella cosa vero? sono tutti narcotrafficanti i messicani, non ce n'è mezzo che stia scappando da un "governo" (se non capisci perchè è virgolettato mi riferisco al movimento Zapatista)

EyeSky
23-06-2005, 18.09.35
mi sembra che questi dati da un lato non dicano nulla e dall'altro siano molto ma molto preoccupanti.


Uno riporta dati istat del 2004, e dice che effettivamente sono aumentate le denunce per casi di stupro e violenza sessuale. Piccolo particolare: sono aumentate le denunce, non i reati, è la conclusione delle autorità, grazie ad opera di sensibilizzazione. Le vittime hanno meno paura di denunciare. E di denunciare chi? Toh, tu guarda, una bella e secca maggioranza del 61% di italiani. Stesso studio, riporta come l'incidenza degli extracomunitari sui reati legati al sesso, sia inferiore alla media rispetto agli altri reati. In sintesi in Italia chi stupra la tua ragazza, è più probabilmente il suo compagno di scuola/lavoro, suo cugino, un suo amico, suo padre, un amico di suo fratello, etc., che non il marocchino sotto casa o un albanese. Questo almeno per quanto riguarda il centro-nord: eh, già, perché al sud magicamente i dati restano costanti. Vuol dire che al sud avvengono meno violenze? No, solo che ne vengono denunciate meno, per omertà e paura.


1) il fatto che i reati non siano aumentati è una interpretazione di comodo. Di fatto nessuno lo può dire con certezza, nemmeno le autorità.
2) il 61% sono italiani e di conseguenza il 39% stranieri. Io non mi sento affatto rassicurato da questo dato se lo metto in relazione con la percentuale tra italiani e stranieri nel nostro paese.
3) incidenza dei reati di sesso rispetto agli altri. Direi che è il caso di valutare anche il fattore culturale. Se è difficile per una donna italiana denunciare uno stupro figuriamoci per una immigrata musulmana.




Il secondo articolo, è un'intervista alla responsabile del telefono rosa, che dice: "su 260 casi che riguardano donne italiane, nel primo trimestre 2005, gli episodi con immigrati sono circa un 10%: cinque denunce per stupro e sedici di molestia. (sic).

:brr:
Ma è un dato terrificante.

Black Dog
23-06-2005, 18.13.06
Originally posted by elfebo
in ogni caso, ripeto non discuto piu' di queste cose, tanto alla fine i fatti (leggi "accadimenti") danno ragione a chi teme questi extracomunitari dell'est...tra l'altro ancora nessuno ha risposto nulla sui rom....boh forse si legge solo quel che fa comodo. no sei tu che non leggi, io ti ho chiesto di chiarire la domanda che non l'avevo capita

:asd: ragazzi ma votiamo tutti lega! :asd:
cosi l'italia si divide in 2, al nord non arrivano piu immigrati xke il nord è troppo distante e cmq gli sparano, al sud decideranno come gli pare i ragazzi del sud. i ragazzi del nord non diranno piu "terroni di merda" e al sud non diranno "polentoni del cazzo".
e io prendo e me ne vado in un'isoletta del tirreno a vivere come guardiano di un faro mangiando cardi e fichi d'india :D
[quest'ultimo periodo era in lol mode]

EyeSky
23-06-2005, 18.19.17
[QUOTE]Originally posted by Black Dog


io me la prendo col singolo ladro non con la razza intera a dispetto di te (voi)
non mi risulta di aver detto il contrario. Sono andato avanti nel discorso chiarendo che allo stato attuale esistono delle condizioni di disagio legate alla eccessiva immigrazione che "creano" criminali. Sono quelle le cause che dovremmo eliminare.
Il crimine è meglio prevenirlo. Una volta commesso c'è ben poco da salvare, sopratutto in caso di stupri o omicidi. :tsk:

va bene, quando gli altri popoli si stuferanno verranno qui con la forza ed essendo in soprannumero ci ammazzeranno tutti. la soluzione non è lavarsene le mani, ma per esempio aiutarli a sviluppare un'economia.
Appunto. Aiutarli nel loro Paese. Dare la delle prospettive. Qua trovano solo la fame e tanti mafiosetti pronti a profittarne, oppure finisco con commettere crimini tremendi per tirare a campare un altro giorno. Eddai su.

si la politica di "entra chi puo trovare posto a lavorare" la condivido! il fatto x cui dico che dovrebbero aiutarci è che, prenditi una cartina se non hai presente, noi siamo in mezzo e facciamo da parafulmine per francia e germania. ti pare giusto? ma che dall'algeria vanno con una tinozza a remi fino a cannes? NO! vengono da noi xke siamo vicini. è x questo che devono aiutarci in qls modo, nn dico accettarli ma ad esempio darci cazzo ne so un aereo in + x i trasporti di rimpatrio tanto per dire.
Esistono dei Patti Bilaterali tra Italia e governi dell'area del mediterraneo proprio in questo senso. Problema è che dobbiamo essere noi stessi a dargli le risorse per aiutarci (un po paradossale, lo so).
Riguardo alla Francia tu stai sognando se pensi che ci aiutino così come stanno le cose. Se avessimo politiche identiche allora esisterebbe tale eventualità, allo stato attuale la vedo grigia.
In ogni caso per i francesi è un problema nostro, non loro. Se ne sbattono le palle se quelli che sbarcano a Pantelleria vorrebbero andare a Cannes. Tanto non ci andranno mai. E se ci arrivano non fanno neppure in tempo a vedere le Palme. :asd:

(about usa) bella cosa vero? sono tutti narcotrafficanti i messicani, non ce n'è mezzo che stia scappando da un "governo" (se non capisci perchè è virgolettato mi riferisco al movimento Zapatista)
Ecco il punto, vedi? :D
Non gliene frega niente a nessuno di quello che sono e da quello da cui scappano. Esistono fondate ragioni per credere che quegli immigrati possano causare problematiche di vario tipo, e tanto basta per risbattergli indietro.

N.B: grazie per dritte geografiche e politiche, sono state davvero molto preziose. Rischiavo di perdermi altrimenti. :asd:

Sbudiz88
23-06-2005, 18.22.09
Albanesi tutti APPESI

kyjorkx
23-06-2005, 18.24.04
E' arrivato Fonzie.

Mischa
23-06-2005, 18.24.25
Yeh, ha capito tutto.

Black Dog
23-06-2005, 18.25.44
Originally posted by EyeSky
Riguardo alla Francia tu stai sognando se pensi che ci aiutino così come stanno le cose. Se avessimo politiche identiche allora esisterebbe tale eventualità, allo stato attuale la vedo grigia.

N.B: grazie per dritte geografiche e politiche, sono state davvero molto preziose. Rischiavo di perdermi altrimenti. :asd: beh mi piacerebbe sapere se nella costituzione europea che i francesi hanno rifiutato c'era anche qualche legge in questo senso.
secondo me se siamo europei lo siamo x qualcosa, non xke sia più facile vendere una mozzarella taroccata oltr'alpe rovinando la nostra economia che, al contrario di quel che ho sentito dire al tg ieri, è in discesa da 3 anni a parte qlc picco (lo dice l'economist non mio nonno in carriola)

sai com'è,la battuta puntuta ci scappa sempre :asd:


Originally posted by kyjorkx
E' arrivato Fonzie. e arrivera anche il moderatore :D

Black Dog
23-06-2005, 18.27.59
Originally posted by Mischa
Boh, io apro la stampa di ieri, e leggo due articoli. è quel che pensavo,ma non avevo dati per dirlo... :clap: se non altro xkè ti sei sbattuto a cercare qlc fonte autorevole

hackboyz
23-06-2005, 18.43.23
Originally posted by Sbudiz88
Albanesi tutti APPESI

Originally posted by kyjorkx
E' arrivato Fonzie.
Scusate, sarà di cattivo gusto ma...

.... :roll3:

.Imrahil
23-06-2005, 19.06.06
Originally posted by Khorne
non capisco perché non si prendano i tizi, non si veda se qualcuno ha qualche permesso, documento o quant'altro, e non si rimandino a casa coloro che con il paese in questione non hanno nulla a che fare.



Bhe la Legge Bossi Fini prevedeva l'immediato rimpatrio di un clandestino sorpreso sul territorio italiano, senza il benchè minimo straccio di processo. Anticostituzionalità (riconosciuta dalla Corte omonima) e una ridda di grane legali.
È giusto che i clandestini siano rimpatriati, ma devono avere la possibilità di difenderci come qualsiasi altra persona. Non mi pare che i diritti basilari, in terra straniera siano prerogativa dei cittadini...

azanoth
23-06-2005, 19.08.17
Originally posted by Sbudiz88
Albanesi tutti APPESI

Va caca.

..Omega.Rav..
23-06-2005, 19.16.36
Originally posted by Sbudiz88
Albanesi tutti APPESI

ban pls

Ef.Di.Gi
23-06-2005, 19.19.15
Ma che ban, è folklore :asd:

Fate
23-06-2005, 19.49.42
Originally posted by Sbudiz88
Albanesi tutti APPESI

Prendete l'88 del suo nick ,dividetelo per il numero dei suoi posts ed eccovi il QI :|

Black Dog
23-06-2005, 19.54.04
Originally posted by ..Omega.Rav..
ban pls ma no ha fatto pure la rima! :roll3:

...

sn confidente ke arriverà il provvedimento. se n'è parlato in sede appropriata

EyeSky
23-06-2005, 22.05.44
Originally posted by Pantera666
Bhe la Legge Bossi Fini prevedeva l'immediato rimpatrio di un clandestino sorpreso sul territorio italiano, senza il benchè minimo straccio di processo. Anticostituzionalità (riconosciuta dalla Corte omonima) e una ridda di grane legali.
È giusto che i clandestini siano rimpatriati, ma devono avere la possibilità di difenderci come qualsiasi altra persona. Non mi pare che i diritti basilari, in terra straniera siano prerogativa dei cittadini...

Il diritto a trovarsi sul territorio nazionale non è di cani e porci, mi pare. :D
Cmq, hai fatto bene a riportare il dato sulla Bossi-Fini (che comunque è una vaccata di Legge). Hai presente la ridda di grane legali e l'incostuzionalità della Legge? Ecco, oltralpe se la ridono ancora. :asd:

@Black
Non so dirti se nella Costituzione Europea si ponevano delle basi per Leggi europee sull'immigrazione. Ad ogni modo credo sarebbe l'ennesima troiata europea. Insomma: che filosofia si segue? Quella Italiana del tutti dentro o quella francese del (quasi) tutti fuori?
Tra l'altro mi rendo conto di queste piccolezze anche quando passo il confine in treno.
Tratta Parigi-Milano. Mai che salga un poliziotto o un carabiniere a controllare i documenti.
Tratta Milano-Parigi. A Modane salgono i poliziotti francesi, il treno si ferma qualche minuto e puntualmente beccano qualcuno che non può entrare. Lo fanni scendere e poi chissà, certo non lo processeranno...che poi anche questa è una cosa tutta italiana che mi fa sganasciare. Cosa cacchio lo processi a fare un clandestino? Tempo e denaro gettati da una finestra. C'hai il permesso di soggiorno? No, a casa. Semplice. :D

.Imrahil
23-06-2005, 22.34.27
Originally posted by EyeSky
Il diritto a trovarsi sul territorio nazionale non è di cani e porci, mi pare. :D



È diritto di chiunque avere un regolare processo. Italiani e non.

Luca236
23-06-2005, 23.52.01
nn ho letto tutto ma ho visto un buonismo da parte di alcuni di voi che mi fa rabbrividire.

Il problema non è quale pena applicare ad uno stupratore.Il problema è come prevenire queste cose.
Quando hanno violentato la seconda ragazza a milano hanno scoperto che sono rumeni che abitavano (o abitano ancora) in una zona degradata ,in un campo nomadi di circa 100 persone.Io i rumeni li conosco benissimo e devo dire che quelli che conosco sono bravissime persone,da prendere da esempio per noi italiani ma quelli che abitano in quelle condizioni NO.Hanno intervistato un po di gente nelle baracche.Ad una donna stava scappando qualche informazione e il marito l'ha zittita subito (in romania è molto diverso il rapporto tra uomo-donna rispetto a noi)

Sono 10 anni che lavoro assieme ad albanesi,rumeni e africani.E molti sono solo apparentementi buoni.Alcuni sono andati in carcere per possesso di arma da fuoco e spaccio di droga (quasi tutti gli albanesi che ho conosciuto).Loro pensano che qui si diventi ricchi e si accorgono poi che non è così.Quando tornano in albania a trovare amici e parenti non possono dire che in Italia non hanno fatto soldi.Questo ragazzo che mi ha raccontato questa storia mi ha detto anche che ha pagato 2 milioni di lire per arrivare qui in un canotto durante una notte con il mare agitato "stai su un gommone con 70 persone e non puoi alzare la testa per guardarti in giro perchè te lo vietano,ci si muove solo col mare in tempesta e devi solo pregare....pregare di arrivare alla costa italiana vivo"
Il suo sogno era quello di andare in germania ma arrivato in francia è stato rispedito in Italia 3 volte e nel nostro paese lo lasciavano libero.
Cosi si è messo a scippare e a spacciare droga assieme ad altri albanesi.

Arrivano da posti che sono un inferno,per molti extracomunitari accoltellare una persona è come bere un bicchiere di birra.Non ci danno peso.Una volta uno ha tirato sotto un bambino con la macchina.Il piccolo è rimasto sull'asfalto agonizzante mentre questo ha parcheggiato l'auto sporca di sangue davanti a un bar per farsi una birra .Quando hanno visto l'auto il barista e altre persone hanno interrogato il ragazzo albanese per sapere di chi era quel sangue.Quell'albanese era un mio collega.

sono uscito una volta con loro e ci siamo ritrovati in un bar dove era vietato fumare.Appena hanno visto il cartello uno ha tirato fuori la sigaretta e si è messo a fumare per provocare.Sta di fatto che è saltato fuori un casino col barista che ci ha cacciati fuori puntandoci un fucile.

Tutto questo per dirvi che questa gente nn ha nulla da perdere.Bisogna vivere le loro esperienze per capire.Purtroppo è brutto dirlo ma visto che è impossibile riportarli nel loro paese ,bisognerebbe dare fuoco a tutte le baracche dove alloggiano gli extracomunitari.Quando ti violentano tua figlia o tua moglie non stai li a dire "eh poverini però,non tutti sono cattivi"
Hai un lavoro e una casa e sei a posto? ok rimani
non hai un lavoro e vivi in una baracca? o lo rimando nel suo paese a calci in culo o lo ammazzo di botte.

Bisognerebbe fermarli quando arrivano altro che centri di accoglienza o in prigione (le carceri sono popolate dal 40% da extracomunitari)

edit:hanno inventato "il telefono anti-stupro" cioè: ti stuprano e DOPO tu telefoni e loro ti tengono su di morale.MA PER FAVORE!!

Ora su rete4 stanno facendo vedere uno speciale sugli stupri e sesso tra persone famose.ma dai! Riesconoa commercializzare di tutto!!
Il maggior delitto cmq lo facciamo noi italiani che stiamo con le mani in mano e nn facciamo nulla.Grillo aveva ragione: gli italiani sono il popolo piu impassibile del mondo.Gli si può fare di tutto che rimane solo a guardare borbottando un po

Mischa
24-06-2005, 00.46.52
Originally posted by Luca236
nn ho letto tutto... ... e hai fatto male. Fine qui.