PDA

Visualizza versione completa : Uno skiaffo dalla realtà



ivanisevic
11-06-2005, 01.34.31
Non se ne accorgerà nessuno perchè il topic è ormai morto (per forutna) ma devo editare alcune parti per motivi personali che non sto a spiegare.
:hello:

Nemolo.O
11-06-2005, 02.00.01
Spero che vada tutto bene :birra:

SuperGrem
11-06-2005, 02.09.43
Ivan sarà un brutto momento, ma se lo superate allora diventerete forti come il cemento.
Vedrai che ci riuscirete. Se siete davvero una squadra, allora non potete perdere.
Alla vostra. :birra:

Mischa
11-06-2005, 02.16.30
No. Vergognati. Comunque ti vada, ok, ma vergognati.

TsubyJap
11-06-2005, 02.28.26
non dirglielo...faresti forse peggio..ogni tanto le bugie servono..

The_Elf
11-06-2005, 02.37.18
Mah, io sono il profeta delle seghe mentali e so a che livelli ti si riduce il cervello in certe situazioni.
Dunque bho, di certo non hai fatto proprio una cosa saggia, ma la posso capire. E di certo non sei nè il primo nè l'ultimo che conosco che l'ha fatto...

Falle leggere sto 3d così vede come ti senti adesso...
..oppure si incazza ancora di più per aver raccontato tutto qua :asd:

In culo alla balena ivan :D

Qfwfq
11-06-2005, 02.43.59
Non trovo nulla di scandaloso nel volersi documentare sulla vita di una persona, e sinceramente al tuo posto nemmeno le confesserei di aver frugato nella sua vita privata giacché una simile univoca consapevolezza ti garantisce non indifferenti vantaggi di gestione, oltre alla possibilità di accreditarti quale animo sensibile ed intuitivo sulla base, in realtà, di mere conoscenze dirette ottenute per vie traverse; ciascuno di noi, inoltre, ritengo abbia il diritto di tutelarsi dagli altri allorquando sospetti, a torto od a ragione, di poter essere messo nel sacco, soprattutto tenendo ben a mente che la fiducia reciproca è concetto idealmente molto attraente ma che nella realtà dei fatti è ben poco rispettato ed onorato. Conosci il tuo nemico. Certo, ora non lo è, magari vi amate, ma nulla dura in eterno, e come se non bastasse ciascuno ha i propri scomodi scheletri nell'armadio ed il suo carico di bassezze potenzialmente lesive; ragion per cui è sempre meglio sapere da cosa doversi guardare e tutelare, continuando a marciare di un passo avanti agli altri senza che questi lo sappiano.

SuperGrem
11-06-2005, 02.52.34
bwuahaha! Cuf sei una fucina di malvagità! :D

Gi01
11-06-2005, 02.55.50
Ivan caro, se ti fai domande di questo genere dovresti forse fartene altre su quanto ti fidi della fanciulla....

Detto che io non glielo direi mai, farebbe più danni di quanti ne riparerebbe, posso solo dirti che alla fine per quanto indegnamente sai delle cose, usale a tuo vantaggio, ma nulla più. Per ora.

Oppure dimenticale del tutto, e non dirle mai, mai, niente.

Qfwfq
11-06-2005, 03.03.00
Originally posted by SuperGrem
bwuahaha! Cuf sei una fucina di malvagità! :D

No, sono realista per esperienza; molto meglio sapere quanto più possibile senza che gli interessati si rendano conto delle tue conoscenze. E molto meglio sapere prima che sia troppo tardi, sfruttando quanto hai appreso a tuo vantaggio; che qualcuno ti ami o ti voglia bene al punto da curare anche i tuoi interessi, tanto, è pia illusione. Il discorso sulla fiducia nove volte su dieci è fumo negli occhi, in ogni ambito, incluso quello sentimentale; al punto che se qualcuno mi proponesse di impostare un paritario e reciproco rapporto di fiducia quel che verrebbe da chiedermi sarebbe solo in cosa stia tentando di fregarmi.

ding
11-06-2005, 03.05.04
stranamente concordo quasi completamente con Q (facciamo 99% ? )

purtroppo, aggiungerei :|

Sir.Turalyon
11-06-2005, 03.10.40
Ma è tanto difficile trovarsi una ragazza che abita dietro l'angolo?

Alukard84
11-06-2005, 03.10.58
Originally posted by Qfwfq
No, sono realista per esperienza; molto meglio sapere quanto più possibile senza che gli interessati si rendano conto delle tue conoscenze. E molto meglio sapere prima che sia troppo tardi, sfruttando quanto hai appreso a tuo vantaggio; che qualcuno ti ami o ti voglia bene al punto da curare anche i tuoi interessi, tanto, è pia illusione. Il discorso sulla fiducia nove volte su dieci è fumo negli occhi, in ogni ambito, incluso quello sentimentale; al punto che se qualcuno mi proponesse di impostare un paritario e reciproco rapporto di fiducia quel che verrebbe da chiedermi sarebbe solo in cosa stia tentando di fregarmi.


Mi sembri un pò troppo pessimista. E' vero che il mondo è pieno di lupi, ma anche l'esssere estramamente diffidenti non porta a nessuna parte, se non potenzialmente a rovinare rapporti in maniera stupida ed insensata. L'estrema diffidenza in questo caso ha fregato qui il nostro Ivanisevic, che per paura di essere tradito ha commesso un'azione scorretta per un qualcosa che, molto probabilmente, non esiste.
Caro Ivanesivic, fossi in te cercherei apertamente di scusarmi e d'ammettere lo sbaglio (anche se ritengo nella stesso tempo che in amore non ci dovrebbero essere segreti). Magari all'inizio si incazzerà, ma poi dopo potrebbe apprezzare la tua onestà
In bocca al lupo :birra:

Mischa
11-06-2005, 03.14.22
No. VERGOGNA.

Qfwfq
11-06-2005, 03.17.39
Originally posted by Alukard84
L'estrema diffidenza in questo caso ha fregato qui il nostro Ivanisevic, che per paura di essere tradito ha commesso un'azione scorretta per un qualcosa che, molto probabilmente, non esiste.


Azione scorretta ? L'azione ufficialmente non esiste, se deciderà di non vuotare il sacco non esisterà mai, e qualcosa che non è mai avvenuto a priori non più essere nemmeno scorretto. Poi azione scorretta, che paroloni; ha solo deciso di pararsi un po' le spalle paventando qualche pugnalata. Se a torto od a ragione poco importa, il tutelare la propria incolumità giustifica anche scelte a prima vista riprovevoli; in fondo ha solo raccolto qualche informazione e la fiducia, si sa, è un valore ad assetto variabile.

ivanisevic
11-06-2005, 09.29.49
edit2

Squizzo
11-06-2005, 09.45.16
Originally posted by Qfwfq
che qualcuno ti ami o ti voglia bene al punto da curare anche i tuoi interessi, tanto, è pia illusione. Il discorso sulla fiducia nove volte su dieci è fumo negli occhi, in ogni ambito, incluso quello sentimentale;
Pensarla così ti rovina solo la vita, e, anzi, non ti tutela per nulla proprio da un bel niente. Vero, fidandoti corri il rischio di rimanere fregato (e fidati che lo so bene pure io), ma fa parte del gioco. Se non ti fidi mai di nessuno e sei sempre col dubbio che chiunque sia su questa terra per mettertelo in quel posto, nemmeno riesci a vivere serenamente, e in più rischi di rovinare dei rapporti per delle cose che si potrebbero benissimo rivelare delle immani cazzate.

destino
11-06-2005, 10.17.06
io la penso come mischa.
Per me è violazione della privacy e meriti la prigione.

A parte gli scherzi la trovo una cosa molto grave

.Dexx.
11-06-2005, 10.22.55
e la prossima volta impara a farti i cazzi tuoi. :|

New_Alumir
11-06-2005, 10.26.41
Originally posted by Qfwfq
No, sono realista per esperienza; molto meglio sapere quanto più possibile senza che gli interessati si rendano conto delle tue conoscenze. E molto meglio sapere prima che sia troppo tardi, sfruttando quanto hai appreso a tuo vantaggio; che qualcuno ti ami o ti voglia bene al punto da curare anche i tuoi interessi, tanto, è pia illusione. Il discorso sulla fiducia nove volte su dieci è fumo negli occhi, in ogni ambito, incluso quello sentimentale; al punto che se qualcuno mi proponesse di impostare un paritario e reciproco rapporto di fiducia quel che verrebbe da chiedermi sarebbe solo in cosa stia tentando di fregarmi.


*

mitico Q:birra:

fppiccolo
11-06-2005, 10.30.13
era meglio se non l'aprivi...la fiducia negli altri comporta anche il fidarsi a distanza (visto che lo siete)
tu dici che glielo dirai ma credo che ormai il "baratro" c'è e non sò se potrai colmarlo
ah e non dirglielo via telefono o e-mail...prova a dirglielo guardandola negli occhi...forse saprai se è vero amore da parte di entrambi o no
cmq auguri (e preferibilmente donne e buoi dei paesi tuoi...)

ivanisevic
11-06-2005, 10.30.25
Originally posted by .Dexx.
e la prossima volta impara a farti i cazzi tuoi. :|

Vabbè...sotto questo aspetto siamo un pò in comunità...:asd: Scusate :dentone:

AmeR
11-06-2005, 11.13.40
Originally posted by Qfwfq
ciascuno di noi, inoltre, ritengo abbia il diritto di tutelarsi dagli altri allorquando sospetti, a torto od a ragione, di poter essere messo nel sacco, soprattutto tenendo ben a mente che la fiducia reciproca è concetto idealmente molto attraente ma che nella realtà dei fatti è ben poco rispettato ed onorato.

hackboyz
11-06-2005, 11.47.56
E chi te lo dice che lei non sia già entrata nella tua casella di posta da mesi? :dentone:

PS: la psw di Ivanisevic è 1234 :teach:

:asd:

Angus_McGyver
11-06-2005, 12.01.36
Qfwfq ma chi ca**o sei, un Marine?:shooter:

Originally posted by ivanisevic

Domani le dirò tutto.
La mia opinione è che questa è l'unica risposta. L'unico modo che hai per stroncare sul nascere la tua carriera da "baro"!
Parlale, parlatevi, in ogni caso vi farà bene. A te, a lei e a VOI :love:. Parlarsi è l'unico modo per risolvere i problemi tra due persone, e per crescere. Almeno questa è la mia esperienza...

Io ho letto il libro segreto, mi sono rovinato tante sorprese, ho fatto molto + male a me che a lei, forse a noi.

Parlandone, troverete il modo migliore per rigirare questo evento (sicuramente non bello in se':nono: ) a vostro favore!
Vai!!!:birra: :birra::approved

Angus McHeaspetti

azanoth
11-06-2005, 12.13.42
Dille tutto: una solida unione si basa sulla franchezza...è stata una debolezza dalla quale,ad ogni modo, hai imparato tanto.

:birra:

Qfwfq
11-06-2005, 12.58.44
Originally posted by Squizzo
Pensarla così ti rovina solo la vita, e, anzi, non ti tutela per nulla proprio da un bel niente. Vero, fidandoti corri il rischio di rimanere fregato (e fidati che lo so bene pure io), ma fa parte del gioco. Se non ti fidi mai di nessuno e sei sempre col dubbio che chiunque sia su questa terra per mettertelo in quel posto, nemmeno riesci a vivere serenamente, e in più rischi di rovinare dei rapporti per delle cose che si potrebbero benissimo rivelare delle immani cazzate.

Hai usato un ottimo termine; è vero, è solo un gioco, un gioco al ribasso fra due opposte tendenze, ovvero il rimbecillimento del sentimento, di amicizia o di amore, che ti porta a vedere pregi e benefici ove non ce ne sono e parallelamente la tendenza alla menzogna, dall'una e dall'altra parte, pur di conservare quegli stessi benefici e quella sorta di concordia che, come ogni condizione artificiosa, verrebbe meno in caso di palese disvelamento della reale natura e delle vere tendenze di ciascuno. Aggiungendo a tutto ciò la posta in ballo, particolarmente delicata, personalmente non posso fare a meno di considerarlo un gioco d'azzardo, stupido come qualsiasi altro gioco d'azzardo dal poker alla roulette. Vedi, il punto non è coltivare rapporti stretti per poi farsi logorare e stressare dalle incertezze a causa della tua scarsa fiducia nel prossimo e della tendenza a scorgere minacce in chiunque; il rimedio, almeno dal mio punto di vista, sarebbe quello di coltivare rapporti cordiali ed estremamente superficiali, che implichino un bassissimo grado di coinvolgimento emotivo ed interazione interpersonale. Poi, certo, non sempre si riesce ad agire con distacco ed anche io, nel campo di poche amicizie, ammetto di fare eccezione a questa regola aurea che sono solito seguire; ma questo soltanto perchè l'amicizia mi permette di mantenere una dose di distacco che in ambito sentimentale, invece, troverei troppo difficile, complicato e stressante applicare. Aggiungici che per mia natura sono una persona che in massimo grado adora la tranquillità, la tranquillità spinta sino alla più esasperante monotonia e prevedibilità; la consapevolezza che quel che farò fra due mesi o fra sei sarà assolutamente identico e sovrapponibile a quel che sto facendo oggi, e che tutte le mie giornate sono pressoché indistinguibili le une dalle altre mi provoca un notevole piacere ed un'alta dose di benessere per un gran numero di ragioni che non sto ad elencare; traggo soddisfazione da una condizione che probabilmente spingerebbe chiunque altro al suicidio. Pertanto, da questo punto di vista, per me una nuova emozione, di qualsiasi genere essa sia, è solo un imprevisto preoccupante od una seccatura da fronteggiare e possibilmente eliminare; cosa che, sinceramente, esclude abbastanza drasticamente qualsiasi coinvolgimento sentimentale anche a causa di passate esperienze, non propriamente positive, che a prescindere dalla loro negatività ora come ora mi rendo conto avermi insegnato un dato interessante; l'innamoramento è una forzatura alla mia vera natura di intollerante, ipercritico e nevrotico rompicoglioni.

Mach 1
11-06-2005, 13.46.16
http://wso.williams.edu/~rfoxwell/starwars/pics/Palpatine.jpg

Q unisciti al lato oscuro!! diventa mio discepolo!!!

AlexRnR
11-06-2005, 13.51.15
:tsk: <--- questa dice tutto. :|

follettomalefico
11-06-2005, 14.19.00
Originally posted by Mischa
No. VERGOGNA.
Scusa? Come hai detto? VERGOGNA?




Bunch of idiocy sia per chi ha aperto il topic, sia per certe risposte.


Ed ora:
(1) Manica di gelosi idioti vi volete ficcare in testa che se uno vi sta facendo diventare un alce ramificato non esce dicendovi che va con un AMICO, spegnendo il CELLULARE ed EVITANDO di rispondere? Se ti sto tradendo -pff- il mio cellulare sarà bene acceso, risponderò istantaneamente a qualunque tua chiamata e, se proprio vogliamo dirla tutta, sarò pure più gentile del normale (in media).
(2) Una donna farà anche perdere la testa, ma violare la fiducia altrui è una cazzata abissale. La fiducia non è qualcosa che uno prova verso qualcun altro, ma una connessione bipolare. Nel momento in cui una delle due parti la perde, hai minato le fondamenta. Sia chiaro: questo implica che devi dirglielo e pagarne le conseguenze, indipendentemente da chi, cosa, come, perchè.
(3) Non dirglielo? Certo, fattibile e plausibile. Ma allora, lui quella se la vuole scopare e basta. E piantiamola con ipocrisie del cazzo. Perchè, care testine, tutto questo non ha un bel cazzo di niente a che vedere con l'amore.
(4) Parlare.
(5) Confrontarsi.
(6) Discutere.
(7) Aprirsi.
(8) MENO SEGHE MENTALI PIO D'ORCO!


E' uscita, cosa fa, dove va, con chi. Ma io son qui, non mi chiama, non risponde... ma capire che le persone sono entità separate anche quando -e se- si amano, è così difficile? Amore non è sinonimo di simbiosi!
Bisogna conoscere il proprio nemico, conoscerlo a fondo, conoscerlo bene. Sapere tutte le possiblità di azione, modalità e pensieri. Certo. Forse però dovresti capire che tutte queste insicurezze sono tue e non del mondo, che forse se hai tutte queste necessità significa che manca qualcosa a TE, e non negli altri.

Quotate, si.
Continuate pure a sottoscrivere metodi subdoli, frustrazioni e 'tecniche' astruse di relazione di coppia, o relazione in generale.
Continuate ad asteriscare dubbi comportamenti che portano soltanto a relazioni fittizie, finte e montate.

Non c'è tecnica, ma arte.

Mai venirvi il dubbio che vivere non ha nulla a che vedere con tutto questo?

azanoth
11-06-2005, 14.28.08
Originally posted by follettomalefico

Non c'è tecnica, ma arte.



:hail:

Scrockman
11-06-2005, 14.34.01
Originally posted by follettomalefico
[...]

D'accordo in tutto e per tutto.
Migliori parole e toni non avrei saputo trovare.
E queste le adoro:
"...la carità è magnanima, è benigna la carità, non è invidiosa, la carità non si vanta, non si gonfia, non manca di rispetto, non cerca il suo interesse, non si adira, non tiene conto del male ricevuto, non gode dell'ingiustizia, ma si compiace della verità; tutto scusa, tutto crede, tutto spera, tutto sopporta..." [dove "carità" va da intendersi come "amore"].

Elrond.
11-06-2005, 14.57.11
Originally posted by follettomalefico
Quotate, si.
Continuate pure a sottoscrivere metodi subdoli, frustrazioni e 'tecniche' astruse di relazione di coppia, o relazione in generale.
Continuate ad asteriscare dubbi comportamenti che portano soltanto a relazioni fittizie, finte e montate.

Non c'è tecnica, ma arte.

Mai venirvi il dubbio che vivere non ha nulla a che vedere con tutto questo?
*

Arrivo tardi, ma questo intervento di Foll devo proprio sottoscriverlo :)

EDIT: Ci tengo a precisare d'aver manifestato il mio accordo solo nei confronti delle parole presenti nel quote :asd:

Qfwfq
11-06-2005, 15.16.08
Originally posted by follettomalefico
Bisogna conoscere il proprio nemico, conoscerlo a fondo, conoscerlo bene. Sapere tutte le possiblità di azione, modalità e pensieri. Certo. Forse però dovresti capire che tutte queste insicurezze sono tue e non del mondo, che forse se hai tutte queste necessità significa che manca qualcosa a TE, e non negli altri.


Non ho mai sostenuto od attribuito a terzi fantomatiche colpe e manchevolezze, e che determinate mie esigenze derivino da altrettante mancanze è argomento tanto chiaro da essere vagamente noto anche a chi non mi conosce. Me la sono forse mai presa con il mondo malvagio e traditore, piangendo e strepitando contro la sorte avversa e l'iniquità altrui ? Nulla di tutto ciò; forse ti sfugge, nella tua esaltazione furiosa da profeta illuminato ( Zarathustra docet ) che non necessariamente dovrei essere incline a mutare aspetti del mio carattere palesemente retrogradi e che altrettanto non necessariamente quelle che esternamente possono essere tacitamente valutate come mancanze ed impedimenti siano da me considerati tali; ed effettivamente non li considero tali poichè, per quanto mi riguarda, la vita di relazione non ha mai costituito nemmeno lontanamente una delle mie priorità, quanto semmai un piacevole diversivo nella misura in cui continui a costituire un impegno lieve e limitato. I miei interessi sono altri, altre le mie ambizioni, magari deviate e squilibrate, non dico di no, rispetto al concetto canonico di vita intesa e vissuta nella sua pienezza; per quanto quasi sicuramente in errore di certi benefici non so cosa farmene e se per tal ragione verrò da te considerato come un individuo imperfetto e limitato, pace; me ne dispiaccio ma senza eccessivo turbamento.

MIKELE88
11-06-2005, 15.29.55
Bah, forse l'avrei fatto anke io o no....sono curioso di sapere come andrà a finire :) ...spero bene :D

ivanisevic
11-06-2005, 15.43.33
Foll, parli sempre come una persona a cui va tutto PERFETTO, sai sempre cosa fare e cosa avresti fatto, nei panni degli altri.
Parli come uno che ha la chiave, che culo!

X tutti, gliel'ho detto, è stato molto brutto.
Lei non si è arrabbiata + di tanto perchè forse l'unico a cui avrebbe potuto far leggere ero io, c'erano solo cose che sapevo.

Ora ho bisogno di una mano da voi.

Lei ha cambiato la password, ora vuole cambiare la domanda segreta che è troppo banale.
E' un account yahoo...come cavolo si fa???

Fatemi sapere, è piuttosto urgente...

Gi01
11-06-2005, 15.47.03
Per quanto sia in sostanza con te, e sia il primo ad ammettere che con l'amore e la fiducia questo ha poco a che vedere, come ho accennato sopra:


Originally posted by follettomalefico
Scusa? Come hai detto? VERGOGNA?
(1) Manica di gelosi idioti vi volete ficcare in testa che se uno vi sta facendo diventare un alce ramificato non esce dicendovi che va con un AMICO, spegnendo il CELLULARE ed EVITANDO di rispondere? Se ti sto tradendo -pff- il mio cellulare sarà bene acceso, risponderò istantaneamente a qualunque tua chiamata e, se proprio vogliamo dirla tutta, sarò pure più gentile del normale (in media).

Ecco, su questo ci giuro un pò meno. Ci sono delle avvisaglie, dei comportamenti deviati, rispetto alla norma, che tradimento NON sono, ma sono sulla strada per.
Sempre nell'ottica che non dovrebbero avvenire, rendiamoci conto che qualcosa di anomalo rispetto alle abitudini della coppia un campanello lo fa scattare. E che se una ti vuole tradire, può anche farlo col cell che non prende etc. Psicologia inversa "Ma non lo farebbe mai se il cell non prende! Ma che è scema, che la potrei accusare di un errore tanto banale?"

Le donne ci sono superiori caro Foll, anche su questo.

ivanisevic
11-06-2005, 15.57.22
Ok, risolto il problema della domanda.

Foll, + leggo la tua risposta, più mi sembri un esaltato, non ci posso fare niente. Tra l'altra tra quelle righe ci sono proprio delle cavolate immani (secondo me, poi ognuno la pensa come vuole).

nageki
11-06-2005, 16.01.46
Io sto dalla parte di Ivanisevic, questo perchè mi è capitato di compiere la stessa azione un paio di volte con degli amici (frugare nella mailbox). Probabilmente se mi capitasse di avere sottomano quella del mio attuale ragazzo, un'occhiata gliela darei e sono sicura che anche chi ora condanna questo gesto farebbe altrettanto. Da parte mia non è una questione di mancanza di fiducia, quanto piuttosto di curiosità. Mi piacerebbe poter leggere il pensiero ad amici/conoscenti/etc per sapere con esattezza cosa pensano di me, anche a costo di rimanerci male ... quindi figuriamoci se capitasse tra le mani l'occasione di buttare un occhio alla posta del mio ragazzo, vedere se parla di me e cosa pensa veramente. Ripeto, è pura e semplice curiosità ... anche io vivo una storia a distanza (Modena-Roma, non propriamente dietro l'angolo) e per poterla mandare avanti devo per forza fidarmi di lui. Rimane il fatto che io sia una persona estremamente curiosa e che, come Ivan, abbia sete di saperne quanto più possibile sul passato della persona con le quali sto condividendo emozioni che mai prima d'ora avevo avuto modo di vivere. So che è sbagliato .. violazione della privacy etc ... ma lo farei ugualmente, preferisco essere onesta e mettere a nudo le mie debolezze. Lo farei, punto. Probabilmente non mi incazzerei nemmeno se lui facesse lo stesso con me ...
(anzi potrei - e l'ho fatto- dargli la password di siti in cui ricevo/scrivo mail e potrei fargli leggere i miei diari ... non ho nulla da nascondere ed i problemi preferisco affrontarli piuttosto che tenerli in un angolo a farli ammuffire).

ivanisevic
11-06-2005, 16.07.32
Originally posted by nageki
Io sto dalla parte di Ivanisevic, questo perchè mi è capitato di compiere la stessa azione un paio di volte con degli amici (frugare nella mailbox). Probabilmente se mi capitasse di avere sottomano quella del mio attuale ragazzo, un'occhiata gliela darei e sono sicura che anche chi ora condanna questo gesto farebbe altrettanto. Da parte mia non è una questione di mancanza di fiducia, quanto piuttosto di curiosità. Mi piacerebbe poter leggere il pensiero ad amici/conoscenti/etc per sapere con esattezza cosa pensano di me, anche a costo di rimanerci male ... quindi figuriamoci se capitasse tra le mani l'occasione di buttare un occhio alla posta del mio ragazzo, vedere se parla di me e cosa pensa veramente. Ripeto, è pura e semplice curiosità ... anche io vivo una storia a distanza (Modena-Roma, non propriamente dietro l'angolo) e per poterla mandare avanti devo per forza fidarmi di lui. Rimane il fatto che io sia una persona estremamente curiosa e che, come Ivan, abbia sete di saperne quanto più possibile sul passato della persona con le quali sto condividendo emozioni che mai prima d'ora avevo avuto modo di vivere. So che è sbagliato .. violazione della privacy etc ... ma lo farei ugualmente, preferisco essere onesta e mettere a nudo le mie debolezze. Lo farei, punto. Probabilmente non mi incazzerei nemmeno se lui facesse lo stesso con me ...
(anzi potrei - e l'ho fatto- dargli la password di siti in cui ricevo/scrivo mail e potrei fargli leggere i miei diari ... non ho nulla da nascondere ed i problemi preferisco affrontarli piuttosto che tenerli in un angolo a farli ammuffire).

Naghikka, la prima persona che non è venuta a giudicare e mi ha compreso, non volevo essere consolato, le "accuse" di qualcuno mi servono anche a lavarmi da un pò di sensi di colpa, perchè sono + pesanti della verità, ma la tua comprensione mi raddolcisce un sacco, grazie!!!
Ma di certo tutte le persone che hanno scagliato la pietra erano senza peccato.

Kmque la reazione di lei è stata molto "dolce", non si è arrabbiata, ha cercato solo di capire "perchè.
Cercherò di cogliere da tutta questa storia quello di positivo che posso prendere.

follettomalefico
11-06-2005, 16.20.19
Originally posted by Gi01
Psicologia inversa "Ma non lo farebbe mai se il cell non prende! Ma che è scema, che la potrei accusare di un errore tanto banale?"

Le donne ci sono superiori caro Foll, anche su questo. Non sottovalutarmi così tanto hehehehe, l'intento era fare capire che da una 'situazione' ad un estremismo da panico che ha causato tutto questo, ce ne passa. E anche tanto. Avvisaglie e campanellini ci possono sempre essere, ma non è certo il fatto 'in sé' che lo determina (da cui il -pff- nel mio post sopra ;)). :)



Originally posted by ivanisevic
Foll, + leggo la tua risposta, più mi sembri un esaltato, non ci posso fare niente. Tra l'altra tra quelle righe ci sono proprio delle cavolate immani (secondo me, poi ognuno la pensa come vuole). Uh, merito addirittura un secondo post in cui ribadisci quanto detto prima. Deve averti dato veramente tanto fastidio eh? ;)

Guarda, prendimi come ti pare: quel messaggio è scritto apposta per bilanciare l'altra metà di cazzate che son state sparate prima. Non è 'giusto', nè 'equo'. Figuriamoci poi se vuole essere esauriente, non lo è affatto.
E ho smesso da tempo di dare risposte esaurienti, perchè è impossibile 'esaurire' la moltitudine di variazioni che la vita pone in un qualunque testo scritto, anche se devo ammettere che intorno alle 120.000 pagine si potrebbe avere una buona approssimazione di un unico caso come questo :asd:

Poi beh se tu da un post riesci a supporre così tante cose di chi scrive, buon per te. Di chiavi non ne ho, se non quelle di casa.

Cavolate immani? Ok. Quello che però da fastidio è il sentire dire 'spari stronzate' e poi neppure ricevere commenti in proposito. Quali sarebbero queste cavolate?




Originally posted by nageki
[...] sono sicura che anche chi ora condanna questo gesto farebbe altrettanto. Da parte mia non è una questione di mancanza di fiducia, quanto piuttosto di curiosità. [...] ma lo farei ugualmente, preferisco essere onesta e mettere a nudo le mie debolezze. Lo farei, punto. Probabilmente non mi incazzerei nemmeno se lui facesse lo stesso con me ...
(anzi potrei - e l'ho fatto- dargli la password di siti in cui ricevo/scrivo mail e potrei fargli leggere i miei diari ... non ho nulla da nascondere ed i problemi preferisco affrontarli piuttosto che tenerli in un angolo a farli ammuffire). Siine meno sicura. ;) Ho le password di parecchie persone, alcune anche piuttosto 'delicate' a quanto mi han detto e non ho mai sbirciato dentro nulla.
Quando mi è venuta la curiosità ho sempre chiesto, semplicemente: "posso leggere?".

Poi, con questo, e leggendoti l'ho capito, mi pare che Ivanisevic abbia un filino preso personalmente l'intera mole del mio post, cosa errata perchè non era affatto destinato integralmente a lui, ma solo alcuni punti.

Figuriamoci se 'accuso' le manchevolezze di qualcuno, mi pare di aver chiarito più volte anche qui che ognuno è libero di fare quel che gli pare e non sarò certo io a giudicarlo, perchè sinceramente i valori morali, sociali e personali sono qualcosa che è del tutto relativa.
Ed egualmente, il gesto non ha nulla di male in sé, ma l'ha nell'intepretazione dello stesso a livello sociale e presumibilmente a livello relazionale con l'altra persona. Poi è chiaro che solo lui potrà conoscere il loro rapporto e quindi capirlo.

AmeR
11-06-2005, 16.31.30
Originally posted by follettomalefico
[/i]
Bisogna conoscere il proprio nemico, conoscerlo a fondo, conoscerlo bene. Sapere tutte le possiblità di azione, modalità e pensieri. Certo. Forse però dovresti capire che tutte queste insicurezze sono tue e non del mondo, che forse se hai tutte queste necessità significa che manca qualcosa a TE, e non negli altri.
L' insicurezza più grande è l' avere la propria felicità solo in relazione all esistenza di un altra persona, e in relazione al rapporto che si riesce a costruire con questa: non tutte le piccole paure che ne possono scaturire. Da come parli, Foll, sembrerebbe che tu abbia avuto solo relazioni splendide, illuminanti e all insegna del dialogo, della comprensione reciproca, del confronto. Se è veramente così, i miei complimenti. Per quanto riguarda la mia esperienza personale, invece, aprirsi ad una altra persona significa rendersi più vulnerabili a questa, più esposti. Ed è molto pericoloso. Quindi ben venga qualsiasi tecnica che possa portare ad un vantaggio informativo sull' altro, di modo da guadagnare una posizione privilegiata nel confronto/scontro/rapporto/chiamalocomevuoi, per evitare comportamenti opportunistici da parte del/la partner/ (chiamiamola selezione avvers) . La fiducia purtroppo non è una connessione bipolare: in caso di soggetti particolarmente abili a fingere, tu potresti provare verso questi fiducia sino all' ultimo di tuoi giorni, mentre vieni beffato e danneggiato da essi.

scusate l' ot

follettomalefico
11-06-2005, 16.54.29
AmeR, no. Non son stato così fortunato e anzi, sono l'esatto contrario di una persona 'aperta' (non mentalmente, of course).

Ma sinceramente non credo che se una relazione ha bisogno di questo sia una vera relazione di amore. Successo, ho lasciato stare. Non ne valeva davvero la pena. E se invece era solo sesso, bon, così sia così vada. Non vedo egualmente il problema. :)
Insomma, si tratta di capire in che misura si deve vivere un rapporto, senza tracciare una linea mentale netta fra "amore" e "amicizia". Vi è una infinità di sfumature in mezzo. ;)
Ma oltre un certo limite, ed è quello che intendevo, la relazione ha determinate basi imprescindibili e una di queste è la fiducia nel senso da me esposto fortemente prima, appunto. :)

Per quanto riguarda la vulnerabilità, è un po' che sto cercando di vivere la vulneraibilità, invece che evitarla. Long way. Ma credo sia giusta. :)

azanoth
11-06-2005, 16.56.33
Originally posted by nageki
Io sto dalla parte di Ivanisevic, questo perchè mi è capitato di compiere la stessa azione un paio di volte con degli amici (frugare nella mailbox). Probabilmente se mi capitasse di avere sottomano quella del mio attuale ragazzo, un'occhiata gliela darei e sono sicura che anche chi ora condanna questo gesto farebbe altrettanto.

Non io,non mi è successo e penso non mi succederà mai: esiste uno spazio chiamato sfera personale che non deve essere intaccato o reso subalterno a un altro individuo...non è questione di segreti o misteri, è il normale diritto a uno spazio mentale proprio.

Il non rispettare la privacy altrui lo trovo ossessivo,soffocante e non equilibrato,è un atteggiamento da padrone,da supervisore,non di sicuro da chi si sente,nel bene o nel male,allo stesso livello degli altri.

FOXHOUND
11-06-2005, 16.59.08
Boh, sarà che apprezzo le risposte decise e leggermente sadiche (come quella di FollettoMalefico) ma mi ritrovo in quello che ha detto...

Comunque se qualcuno leggesse la mia casella di posta elettonica senza un mio precedente permesso, mi incazzerei alquanto, nonostante non ci sia nulla di personale (o quasi) all'interno.

per Ivan: hai fatto bene a vuotare il sacco.

FOXHOUND
11-06-2005, 17.02.40
Originally posted by azanoth
Non io,non mi è successo e penso non mi succederà mai: esiste uno spazio chiamato sfera personale che non deve essere intaccato o reso subalterno a un altro individuo...non è questione di segreti o misteri, è il normale diritto a uno spazio mentale proprio.

Il non rispettare la privacy altrui lo trovo ossessivo,soffocante e non equilibrato,è un atteggiamento da padrone,da supervisore,non di sicuro da chi si sente,nel bene o nel male,allo stesso livello degli altri.

sono pienamente d'accordo con te. Anche io voglio avere i miei spazi personali. Non mi interessa se l'altra persona è la fidanzata, il migliore amico o persino la mamma. Necessito del Mio spazio personale e questo è inviolabile.

Qfwfq
11-06-2005, 17.37.03
Abiuro; formalmente sono ancora convinto della giustezza delle mie tesi in linea con il mio personaggio. Umanamente non più; please, don't mind.

destino
11-06-2005, 18.07.58
Originally posted by azanoth
Il non rispettare la privacy altrui lo trovo ossessivo,soffocante e non equilibrato,è un atteggiamento da padrone,da supervisore,non di sicuro da chi si sente,nel bene o nel male,allo stesso livello degli altri.

la penso esattamente allo stesso modo del reverendo ;)

Il rispetto degli spazi altrui è essenziale in un rapporto di coppia

Quando mi metto con una ragazza mi interessa il presente, quello che questa ragazza fa insieme a me e quello che provo per lei, la sua vita passata e le sue vecchie esperienze se vuole raccortarmele deve farlo di sua spontanea volonta, altrimenti nn faccio l'ispettore e indago sulla sua vita

ivanisevic
11-06-2005, 18.30.16
Originally posted by follettomalefico
Uh, merito addirittura un secondo post in cui ribadisci quanto detto prima. Deve averti dato veramente tanto fastidio eh? ;)
[/B]

Ma guarda il motivo è semplice, stentavo, dopo una prima lettura, a credere che tu possa avere scritto una tale quantità di minchiate tutte insieme.
La seconda volta che ho letto però, sono stato costretto a ricredermi.


Originally posted by follettomalefico
Guarda, prendimi come ti pare: quel messaggio è scritto apposta per bilanciare l'altra metà di cazzate che son state sparate prima.
[/B]

Wow!!! Meno male che ci sei tu che bilanci le nostra supidità allora!
Se non fosse per le poche menti elette come la tua, il nostro mondo sarebbe alla rovina, per fotuna c'è un pò di materia grigia dell'altra parte della bilancia!


Originally posted by follettomalefico
Cavolate immani? Ok. Quello che però da fastidio è il sentire dire 'spari stronzate' e poi neppure ricevere commenti in proposito. Quali sarebbero queste cavolate?
[/B]

La verità è che mi annoiava mettermi a quotarle una per una, ma se ci tieni...ma ormai che sono qui...


Originally posted by follettomalefico
Ho le password di parecchie persone, alcune anche piuttosto 'delicate' a quanto mi han detto e non ho mai sbirciato dentro nulla.
[/B]
Questa è solo una curisità: te le danno queste persone le loro password delicate? Perchè mai??


Originally posted by follettomalefico
Poi, con questo, e leggendoti l'ho capito, mi pare che Ivanisevic abbia un filino preso personalmente l'intera mole del mio post, cosa errata perchè non era affatto destinato integralmente a lui, ma solo alcuni punti. [/B]
Per me è il contenuto generale assurdo, potevi rivolgerti pure ad alibabbà.


Originally posted by follettomalefico
Figuriamoci se 'accuso' le manchevolezze di qualcuno, mi pare di aver chiarito più volte anche qui che ognuno è libero di fare quel che gli pare e non sarò certo io a giudicarlo[/B]

Originally posted by follettomalefico
Bunch of idiocy sia per chi ha aperto il topic, sia per certe risposte.
(1) Manica di gelosi idioti vi volete ficcare in testa che se uno vi sta facendo diventare un alce ramificato non esce dicendovi che va con un AMICO, spegnendo il CELLULARE ed EVITANDO di rispondere?
[/B]

Questo penso possa commentarsi da solo.


Originally posted by follettomalefico
Se ti sto tradendo -pff- il mio cellulare sarà bene acceso, risponderò istantaneamente a qualunque tua chiamata e, se proprio vogliamo dirla tutta, sarò pure più gentile del normale (in media). [/B]

Se sei un freddo stronzo calcolatore (termini NON riferiti direttamente a te ma a chi agisce in quella maniera), si, è il modo perfetto di agire.
Personalmente credo esista l'opzione legata a una situazione o un momento particolare della tua vita o anche di una sola serata.
Magari sono brillo, rilassato, un insieme di concause, un contesto ideale, non riesco a dire di no, spengo il cell e il giorno dopo mi sveglio col mal di testa e magari anche il senso di vomito.
O magari le do un bacio e poi mi fermo perchè il peso della realtà mi aiuta a realizzare meglio la gravità del fatto.
Si, esiste la tua ipotesi, ma è la TUA Foll, io non lo farei in quel modo, non l'ho mai fatto. Non che ci siano tradimenti più o meno gravi, ma in quella maniera è inumano per me. Calcolare metodicamente e razionalmente quello che può essere lo scivolone di una sera...no, non si può, devi essere proprio uno stronzo bastardo per calcolare in quel modo!
Magari poi è uno stronzo bastardo anche chi ha una sbandata occasionale alla quale non aveva minimamente pensato.
Però al posto di definire una "manica di gelosi idioti", quelli che non hanno un' idea di tradimento conformata a quel glaciale tatticismo razionale del tuo esempio, cerca di prendere un pò meglio la mira, prima di sparare.


Originally posted by follettomalefico
(4)Parlare.
(5) Confrontarsi.
(6) Discutere.
(7) Aprirsi.
(8) MENO SEGHE MENTALI PIO D'ORCO!
[/B]
Non ho messo in dubbio per un solo istante il fatto che le avrei parlato, l'ho scritto già dal primo post.
Per quanto riguarda il punto 8, io ho scritto qui le sensazioni che ho provato immmediatamente dopo quel gesto. Provare qualcosa, riflettere o sfogarsi, non vuol dire farsi seghe mentali, secondo me.

ivanisevic
11-06-2005, 18.31.22
Originally posted by follettomalefico
Bisogna conoscere il proprio nemico, conoscerlo a fondo, conoscerlo bene. Sapere tutte le possiblità di azione, modalità e pensieri. Certo. Forse però dovresti capire che tutte queste insicurezze sono tue e non del mondo, che forse se hai tutte queste necessità significa che manca qualcosa a TE, e non negli altri.
[/B]
Tralasciando l'uso del termine nemico, che per quanto metaforico, mi sembra assolutamente inopportuno, è chiaro che ho delle insicurezze, non ho ancora una fiducia totale. E' un rapporto che sta crescendo a poco a poco, una relazione che si intensifica lentamente, mi sta piacendo molto. Non penso ci sia nulla di strano ad avere delle insicurezze. Beato te se no ne hai.



Originally posted by follettomalefico
Continuate pure a sottoscrivere metodi subdoli, frustrazioni e 'tecniche' astruse di relazione di coppia, o relazione in generale.
Continuate ad asteriscare dubbi comportamenti che portano soltanto a relazioni fittizie, finte e montate.
[/B]

Originally posted by follettomalefico
Se ti sto tradendo -pff- il mio cellulare sarà bene acceso, risponderò istantaneamente a qualunque tua chiamata e, se proprio vogliamo dirla tutta, sarò pure più gentile del normale (in media). [/B]
Anche qua c'è poco da dire.
Lo so che è "solo" un esempio il secondo quote, ma è quello che dici che avresti fatto...secondo me sei in contraddizione palese...tranne che...

Originally posted by follettomalefico
Non c'è tecnica, ma arte.
[/B]
....tranne che il tuo "se sto tradendo...ecc..." non sia "l'arte".
E a questo punto mi fai solo venire tristezza.

In ogni caso, quella frase, in questo contesto, secondo me è un minchiata grossa quanto una casa.
Non c'è ne tecnica ne arte, ci sono sentimenti.
Ok, l'arte è una manifestaizone dello spirito irrazionale quanto un sentimento, al contrario della tecnica che deriva solo dal raziocinio, ma kmque rimane una frase sospesa nel vuoto e senza senso!
Dimmi dove sta l'arte, lo voglio sapere! In questa discussione, dove la infili? Ci sono sentimenti, sono cose da vivere insieme, l'arte te la puoi vivere e sviluppare anche perfettamente da solo (ho detto ANCHE, non esclusivamente), non trovo punti di contatto!



Originally posted by follettomalefico
Mai venirvi il dubbio che vivere non ha nulla a che vedere con tutto questo?[/B]
No, ma infatti io mica vivo, sono una specie di ameba che non si accorge nemmeno di esistere. Sopravvivo? Esiste? Sono?
Però non vivo...
Foll, spiegami tu, come fai a vivere?


Vedi Foll, io non sono arrabbiato con te, il fatto che tu pensi determinate cose in una certa maniera, mi lascerà indifferente per il resto della giornata e della vita, però se ti scrivo voglio mettermi d'impegno ad esporre le mie ragioni!
Quindi ti spiego e ti ripeto, non è nulla di personale, ma quello che scrivi non mi piace, è l'opposto del mio modo di essere e di pensare, mi sa di freddo e di finto, di poco vero, di costruito, qualcosa da esporre in vetrina.
Sia nei contenuti, per i motivi spiegati lungo tutto il post...ma anche nella forma.

Perchè porsi come fonte della conoscenza universale??
Non ti ho mai visto scrivere un "secondo me", ogni volta che scrivi un tuo parere parti sparato "E' COSI'! COME FATE A NON CAPIRE??".

Secondo me dovresti essere un poco + umile, scendere qualche gradino, e tornare a guardare le cose da una prospettiva "umana".

ivanisevic
11-06-2005, 18.35.26
Originally posted by destino

Quando mi metto con una ragazza mi interessa il presente, quello che questa ragazza fa insieme a me e quello che provo per lei, la sua vita passata e le sue vecchie esperienze se vuole raccortarmele deve farlo di sua spontanea volonta, altrimenti nn faccio l'ispettore e indago sulla sua vita

Non stavo proprio rovistando tra il suo passato, questo mi pare che emerge chiaramente dai miei post.
Almeno, quello non era il mio fine primario e iniziale.

Per me, entrando nel merito della questione, il passato è importante.
Non per poterlo gioducare, valutare, o chissà che altro.

Il passato è quello di lei (se non la conoscevo ancora) che mi manca e mi mancherà sempre.

Io ho 23 anni, com'era lei alla mia età? No ne ho idea! MI piacerebbe saperlo...non posso, e non mi darà la risposta leggere qualche email!

Quello che ho scritto è uno sfogo, pensare che c'è tanto di lei che non ho potuto vivere perchè non la conoscevo, mi ha fatto impressione, mi sarebbe piaicuto conoscerla da piccola, ma è un pensiero puramente utopico!

Mischa
11-06-2005, 18.51.41
Originally posted by la Nunchakka
Io sto dalla parte di Ivanisevic, questo perchè mi è capitato di compiere la stessa azione un paio di volte con degli amici (frugare nella mailbox). Probabilmente se mi capitasse di avere sottomano quella del mio attuale ragazzo, un'occhiata gliela darei e sono sicura che anche chi ora condanna questo gesto farebbe altrettanto. Da parte mia non è una questione di mancanza di fiducia, quanto piuttosto di curiosità. Mi piacerebbe poter leggere il pensiero ad amici/conoscenti/etc per sapere con esattezza cosa pensano di me, anche a costo di rimanerci male ... quindi figuriamoci se capitasse tra le mani l'occasione di buttare un occhio alla posta del mio ragazzo, vedere se parla di me e cosa pensa veramente. Ripeto, è pura e semplice curiosità ... anche io vivo una storia a distanza (Modena-Roma, non propriamente dietro l'angolo) e per poterla mandare avanti devo per forza fidarmi di lui. Rimane il fatto che io sia una persona estremamente curiosa e che, come Ivan, abbia sete di saperne quanto più possibile sul passato della persona con le quali sto condividendo emozioni che mai prima d'ora avevo avuto modo di vivere. So che è sbagliato .. violazione della privacy etc ... ma lo farei ugualmente, preferisco essere onesta e mettere a nudo le mie debolezze. Lo farei, punto.


Originally posted by ivanisevic
Personalmente credo esista l'opzione legata a una situazione o un momento particolare della tua vita o anche di una sola serata.
Magari sono brillo, rilassato, un insieme di concause, un contesto ideale, non riesco a dire di no, spengo il cell e il giorno dopo mi sveglio col mal di testa e magari anche il senso di vomito.
O magari le do un bacio e poi mi fermo perchè il peso della realtà mi aiuta a realizzare meglio la gravità del fatto.
VERGOGNA!

follettomalefico
11-06-2005, 19.10.35
Sai Ivan, non credo che bisogna dire "secondo me" quando il suggerimento è "non dovete pensare in modo così limitato".

Perchè questo era l'unico consiglio. L'unico e il solo. Non dovete fermarvi a pensare che vi sta tradendo a partire da dei fatti, potrebbe esserci dell'altro. Non dovete smettere di aver fiducia, dipende da tante cose. Non dovete barricarvi dietro ad un muro, ma esternarvi.

Se prima son state dette cose che a mio avviso son cazzate, le ho prese e smontate. Una per una. Questa è tecnica. La tecnica si smonta con la tecnica. E smontandole, si arriva all'unica conclusione.

Arte.

E no, arte non è tecnica. Arte non è niente di tutto questo. Arte è vita. Persona. Sentimento. Anima. Applicare un tecnicismo all'arte significa ucciderlo, così come porre limiti significa sacrificare una parte della propria vita.
E, non so se ci hai fatto caso, in tanti fra il tuo post di apertura ed il mio han posto limiti, paletti. Se può farti capire la portata, è da quel mio post che sto parlandone con Qfwfq.


Se però preferisci considerare, come hai fatto, quel mio post come un attacco personale, separato dal contesto di tutti i post fatti, e non un inno alla libertà, alla spensieratezza e al vivere la vita qui ed ora e non in vece di supposizioni, idealismi e quant'altro, beh... fai pure.

Ma sbaglieresti di grosso.






Ah scusa, rispondo alla tua domanda. Posseggo tutte quelle password perchè le persone non si fanno problemi a dire "controllami un attimo questo" - "vieni ad inserire la pass" - "scrivila pure tu, è *****". O perchè una volta che ho configurato tutto, al mio consiglio "cambiate la password, così io no la so", rispondono "ma figurati, mica è un problema". Conosco password di mail, pc, sistemi informatici, carte di credito. E sin'ora non han mai avuto motivo di recriminazione, quanto piuttosto il contrario. :)

P.S.: Io sono l'ultimo degli umili ma scrivo come il primo dei saggi. :p

ivanisevic
11-06-2005, 19.31.21
Va bene Foll, se i tuoi intenti erano davvero quelli che hai scritto, scusami per averti frainteso.

Però continuo a non capire :D
Voglio dire, sarò limitato io, ma la connessione tra quello che hai scritto e quello che volevi dire non la trovo.

A questo punto penso che possa essere un problema di linguaggio e di comprensione. Io capisco la maggior parte della gente che scrive qui..ma il tuo linguaggio no!
Tra quello che hai scritto e quello che volevi dire mi sembra ci stia una voragine!
Ma forse questo è solo un mio limite.

Per il resto te l'ho già scritto, non ho considerato per niente le cose riferite a me e la cosa non mi ha toccato. Come scritto sopra, è il contenuto che non condividevo, avrei risposto alla stessa maniera anche se ti fossi rivolto al grande puffo.
NON L'HO VISTO COME UN ATTACCO PERSONALE.

Per le password, quelle delle carte di credito ecc non le guarderei nemmeno io, il mio caso era un pò diverso, c'erano implicazioni personali molto + forti del richiamo delle password "anonime" o quasi di cui sopra.
Con tutto questo non giustifico il mio atto, dico che è diverso.

follettomalefico
11-06-2005, 19.57.28
Comunque, il nesso lo trovi se leggi sequenzialmente tutti i reply prima del mio. Io quindi ribalto la prospettiva di tutti i reply che mi sono parsi fortemente limitanti e alla fine traccio la linea che definisce la conclusione. Nulla più di questo. :)


Btw, fra tutte quelle password rientrano anche quelle di mie attuali ex... mail, pm, blog, pc, etc... e ti assicuro che a volte le premesse sussistevano... eccome. :)

nageki
11-06-2005, 20.13.35
Bhe, so che è sbagliato violare la privacy altrui ma sono una persona curiosa di natura e (purtroppo) non me ne vergogno nemmeno. L'ho già fatto più di una volta e se mi si presentasse nuovamente l'occasione, lo rifarei. Mi sento molto come Ivanisevic, ho sete di conoscere quanto più possibile riguardo al mio partner, ci tengo a conoscere la sua vita prima che ci incontrassimo .... fosse per me starei ore ed ore a sentirlo raccontare episodi del passato e non mi annoierei mai. Lui questo lo sa bene, sa che sono la tipica persona che si siederebbe su un divano a sfogliare un vecchio album di fotografie sentendogliele commentare una ad una. Mi interessa, voglio sapere ... un pò per curiosità, un pò perchè sento che in questo modo entra pian piano a fare parte di me. Se mi dicesse "oggi ti racconto dei miei anni a scuola" io personalmente ne sarei felicissima .. chissà .. magari altre ragazze la penseranno diversamente, ma io sono fatta a modo mio. E' come un puzzle infinito da comporre un pò alla volta .... se mi mancano i pezzi li vado a cercare perchè muoio dalla voglia di sapere che figura mi si presenterà davanti agli occhi ;)

SuperGrem
11-06-2005, 20.14.45
Originally posted by azanoth
Dille tutto: una solida unione si basa sulla franchezza...è stata una debolezza dalla quale,ad ogni modo, hai imparato tanto.

:birra:

:approved :birra:



Originally posted by Mach 1
Q unisciti al lato oscuro!! diventa mio discepolo!!!

Guarda, se non l'avessi ancora capito (no, non l'hai capito), è lui ad essere discepolo di Q! :D

follettomalefico
11-06-2005, 20.37.43
Nage, tutto quello lo puoi fare anche senza frugare di nascosto nelle mail altrui. ;)

Trinity^_^
11-06-2005, 20.40.08
Se non autorizzata una spulciata nella posta altrui non esiste!

Certe volte mia sorella mi chiede di controllarle la posta. Mi limito a vedere se le sono arrivati nuovi messaggi, il resto sono sue cose personali. Se leggessi di suoi problemi poi diventerebbeo anche miei. Un fardello che non voglio e non ritengo giusto condividere in nessun modo.

Spulciare di nascosto fra le cose del mio ragazzo? No! Soprattutto se trattano della sua vita prima del nostro incontro. Potrebbero suscitare la paura dei "fantasmi del passato", magari gelosia... Farebbe più male che bene.
Sono dell'idea che se si vuol sapere qualcosa lo si chiede in modo diretto, senza passare per la porta posteriore. E se un "no" deve arrivare, rispetto la sua posizione, inutile insistere, se sarà il caso sarà lui a parlarne perchè comunque di base vi dere essere la fiducia. Senza questa non si va lontani e le insicurezze personali si devono superare da soli.

nageki
11-06-2005, 20.51.08
[ ot ]

forse qui non è chiaro che Q è il maestro sith e che al momento non stiamo cercando nuovi adepti da introdurre al lato oscuro della forza :D

[ /ot ]



Foll, esatto .... dipende però se al tuo partner piace o meno passare tempo a raccontarti del suo passato (non perchè abbia qualcosa da nascondere, quanto piuttosto perchè gli manca la voglia :asd: )


credo :look:
la prossima volta voglio fare una prova :D

Ef.Di.Gi
11-06-2005, 20.58.29
Originally posted by follettomalefico


Mai venirvi il dubbio che vivere non ha nulla a che vedere con tutto questo?

:hail::hail::hail:

azanoth
11-06-2005, 20.58.33
Originally posted by follettomalefico
Nage, tutto quello lo puoi fare anche senza frugare di nascosto nelle mail altrui. ;)

Infatti!Il rapporto come descritto da Nage lo vivo normalmente con Pigmy:se lei,ad esempio,è al pc e le devo parlare,per non disturbare mi metto sempre alle spalle del monitor,mai accanto,proprio per non turbare minimamente la sua privacy,pur se sta giocando e non ci sarebbe niente di strano a sbirciare...anch'io sono curioso,ma preferisco essere sempre il più delicato possibile...o se è al telefono nell'altra stanza alzo la Musica per permetterle di parlare rilassata..tutte cose che a lei non importano granchè,è proprio il mio carattere...

:birra:

Ef.Di.Gi
11-06-2005, 20.59.55
Originally posted by ivanisevic
Foll, parli sempre come una persona a cui va tutto PERFETTO, sai sempre cosa fare e cosa avresti fatto, nei panni degli altri.
Parli come uno che ha la chiave, che culo!


E' semplice good karma.

Ef.Di.Gi
11-06-2005, 21.03.50
Originally posted by ivanisevic

Questa è solo una curisità: te le danno queste persone le loro password delicate? Perchè mai??


Semplice: avendo dimostrato con un'attitudine contraria alla tua di non essere soggetti inclini alla morbosità verso la sfera intima altrui.

Alukard84
12-06-2005, 01.01.30
Originally posted by Qfwfq
; traggo soddisfazione da una condizione che probabilmente spingerebbe chiunque altro al suicidio. Pertanto, da questo punto di vista, per me una nuova emozione, di qualsiasi genere essa sia, è solo un imprevisto preoccupante od una seccatura da fronteggiare e possibilmente eliminare; cosa che, sinceramente, esclude abbastanza drasticamente qualsiasi coinvolgimento sentimentale anche a causa di passate esperienze, non propriamente positive, che a prescindere dalla loro negatività ora come ora mi rendo conto avermi insegnato un dato interessante; l'innamoramento è una forzatura alla mia vera natura di intollerante, ipercritico e nevrotico rompicoglioni.


Vedi caro Q, è proprio questo che ti frega: l'esperienza passata. SOno il primo a sapere cosa si prova quando certe persone ci deludono perchè si comportano male nei nostri confronti. Il punto però è che chiudersi a riccio e tenere alla larga tutto il mondo non è un azione a mio avviso sensata, e me ne son oreso conto agendo proprio in questa maniera! Il punto è questo secondo me: non riusciamo mai a liberarci del tutto delle esperienze negative passate, ed ecco allora che per paura di ripeterle non investiamo più affettivamente. QUesto è un errore, perchè le circostanze nella vita sono sempre differenti, le persone sono differenti, quindi perchè l'esito dovrebbe essere il medesimo?
E' difficile liberarsi del passato, ma dobbiamo cmq provarci!

naky
12-06-2005, 03.56.18
Originally posted by azanoth
Infatti!Il rapporto come descritto da Nage lo vivo normalmente con Pigmy:se lei,ad esempio,è al pc e le devo parlare,per non disturbare mi metto sempre alle spalle del monitor,mai accanto,proprio per non turbare minimamente la sua privacy,pur se sta giocando e non ci sarebbe niente di strano a sbirciare...anch'io sono curioso,ma preferisco essere sempre il più delicato possibile...o se è al telefono nell'altra stanza alzo la Musica per permetterle di parlare rilassata..tutte cose che a lei non importano granchè,è proprio il mio carattere...

sposami! :D

azanoth
12-06-2005, 08.55.56
Originally posted by naky
sposami! :D


:look:



:asd:

Ef.Di.Gi
12-06-2005, 10.00.28
Originally posted by azanoth
se è al telefono nell'altra stanza alzo la Musica per permetterle di parlare rilassata..tutte cose che a lei non importano granchè,è proprio il mio carattere...

:birra:

Ma se alzi la musica poi non capisce più nulla al telefono :look:

Io di solito la abbasso, ma non per ascoltare. Magari davo quest' impressione.

azanoth
12-06-2005, 10.17.25
Originally posted by Ef.Di.Gi
Ma se alzi la musica poi non capisce più nulla al telefono :look:

Io di solito la abbasso, ma non per ascoltare. Magari davo quest' impressione.

Non ho detto che monto un P.A. System da 2000W,ho solo detto che alzo un pochetto...:look:

Ef.Di.Gi
12-06-2005, 10.24.51
Pensa se magari ha sempre pensato "che cazzo alza la musica proprio quando devo sentire bene!111!" :asd:

azanoth
12-06-2005, 10.29.49
Originally posted by Ef.Di.Gi
Pensa se magari ha sempre pensato "che cazzo alza la musica proprio quando devo sentire bene!111!" :asd:

No no,sono un tipo attento a questi dettagli: la alzo giusto a un livello che non le dia noia e le faccia percepire un'area acustica protetta:teach:

Alukard84
12-06-2005, 23.38.51
Originally posted by angelheart
Assolutamente!
Mi dispiace, ma questo non lo accetto, mi disgusta, mi fa venire il voltastomaco, non lo sopporto minimamente. Io ho un diario, ho completamente troncato tutto l'affetto che provavo per una persona (parente stretto) che me lo ha violato, perchè non ha violato la mia privacy, ha violentato la mia anima, e sto solo aspettando la sua morte. Posta meno grave, per quel che mi riguarda personalmente, ma il principio è lo stesso. Fiducia per chi mi entra nell'email? Zero. Completo. Non so quanto ti piacerebbe stare con una persona che non si fida assolutamente di te e che ti considera qualcuno da cui guardarsi le spalle. Buona resa di conti con la tua coscienza.

Disgustoso. Peggio di uno stupro.

Ok ok, quello che ha fatto ivanivesic è sbagliato, però ha anche mostrato di essere pentito, quindi andiamoci piano con i giudizi. Nella vita tutti commettiamo errori e spesso riceviamo clemenza da parte dell'altro, quindi usiamola anche noi.

ivanisevic
12-06-2005, 23.57.33
Angel sei un estremista, è un discorso ridicolo.

Vallo a chiedere alla poverina che è stata stuprata davvero da quei 5 rumeni, a turno, se non sarebbe stato meglio che qualcuno le leggesse la posta.
E poi torno qui ed edita le minchiate che hai scritto.

Se scrivi che è peggio di uno stupro mi offendi, io non alzerei un dito contro una mosca. La mia ragazza mi ha detto "cosa pensavi di trovare, non ho niente da nasconderti..." ha detto che sono la persona con cui ha più confidenza e per lei non è grave se ho letto alcune cose sue intime (di cui il 99% sapevo già).

Se avesse reagito "aspettando la mia morte" (parole tue), avrei ringraziato il signore di avermi fatto aprire quella casella: avrei capito prima con che razza di pazza mi trovavo.

Non c'è niente di peggio dell'estremismo.

E dell'esasperazione di un pensiero portata a conseguenze ridicole.

Se io ora ti paragonassi a un estremista islamico kamikaze, dato che sei stata estrema in questi post, tu come la prenderesti?
Male giustamente, perchè non sempre i paragoni reggono.
Io non ti paragono a nessuno.

Pensaci bene prima di parlare di nuovo di stupri e simili.

Ciao.

EDIT: ma perchè tanta rabbia repressa??? A volte leggo una violenza in alcuni post tale che sembra darmi una piccola spiegazione a quando vedo alla TV di quelle stragi familiari, ma inorridisco lo stesso!
Davvero aspetti la morte di quel tuo parente perchè ti ha letto un diario? Ma sei pazza?
Mia mamma una volta ha letto una mia lettera segretessima, se mi augurassi la sua morte sarei uno squilibrato. L'affetto verso una persona conta MENO della mia privacy.
Stupro, morte, vendette atroci...ma siamo impazziti???

Avere aperto questo topic mi sta facendo sentire molto + pulito di prima!

destino
12-06-2005, 23.57.50
Originally posted by angelheart
se tua sorella venisse violentata perdoneresti?

io posso soprassedere a un sacco di cose gravi, ma ho il mio punto debole: questo. queste cose non le perdono nel modo più assoluto.
senza appello.

e come sempre io la penso esattamente allo stesso modo di fra ;)


per me leggere nella posta altrui è na cosa troppo troppo grave, figuriamoci un diario

ivanisevic
13-06-2005, 00.05.48
Originally posted by destino
e come sempre io la penso esattamente allo stesso modo di fra ;)


per me leggere nella posta altrui è na cosa troppo troppo grave, figuriamoci un diario

Io ti farei violentare da 4 cavalli, sul serio però.

Poi quando sta arrivando il quinto ti chiederei se posso aprire le pagine del tuo diario segreto.

Piantatela di dire minchiate per cortesia, criminalizzare in questo modo vuol dire non avere equilibrio no contatto con la realtà.
Non sapere pesare l'entità delle cose.

Non mi sto giustificando, se no non avrei aperto un topic ACCUSANDOMI, ma i vostri discorsi non c'entrano proprio un cazzo.

PS Des, per i cavalli dicevo sul serio :)

destino
13-06-2005, 00.09.27
Originally posted by ivanisevic
Io ti farei violentare da 4 cavalli, sul serio però.

Poi quando sta arrivando il quinto ti chiederei se posso aprire le pagine del tuo diario segreto.

Piantatela di dire minchiate per cortesia, criminalizzare in questo modo vuol dire non avere equilibrio no contatto con la realtà.
Non sapere pesare l'entità delle cose.

Non mi sto giustificando, se no non avrei aperto un topic ACCUSANDOMI, ma i vostri discorsi non c'entrano proprio un cazzo.

PS Des, per i cavalli dicevo sul serio :)

ivan sono fatto cosi per me è na cosa grave, magari a te nn te ne fotte nulla e ancor di meno alla tua ragazza, ma io nn mi sognerei mai di leggere la posta altrui, la ritengo a pari di francesca una offesa e una mancanza di rispetto verso l'altra persona che nn meritano perdono

poi fottitene di quello che penso io eh ;)

ivanisevic
13-06-2005, 00.13.57
Originally posted by destino
ivan sono fatto cosi per me è na cosa grave, magari a te nn te ne fotte nulla e ancor di meno alla tua ragazza, ma io nn mi sognerei mai di leggere la posta altrui, la ritengo a pari di francesca una offesa e una mancanza di rispetto verso l'altra persona che nn meritano perdono

poi fottitene di quello che penso io eh ;)

Io sopporto gli estremismi, non è quello che pensi tu figurati!

Ma veramente preferiresti farti inculare da 4 cavalli?? (:asd: )

A parte gli scherzi, su serio per te e grave quanto uno stupro o peggio?

Hai una sorella? Preferiresti che violentassero lei o che leggessero il tuo o suo diario!??

Siamo seri, grave quanto vuoi, ma Angel ha scritto minchiate!

Se mi vuoi dire "sono daccordo con lei che sia grave", questa è una espressione condivisibilissima, e io mi metto in gioco tranquillamente, non sono uno che non accetta critiche.

Ma dire che è peggio di uno stupro...ma per favore...!

ivanisevic
13-06-2005, 00.25.13
Originally posted by angelheart
ma andatevene tutti a fanculo, ne sapete un cazzo voi di cosa è per ME il mio diario, vale molto di più della mia vita, figuriamoci quindi del mio corpo.
voi date più importanza al vostro corpo che alla vostra anima, è tutta una questione di priorità. quello per me è la mia anima, tangibile. io si, aspetto la morte di chi ha letto il mio diario e non perchè dentro ci siano dei segreti, perchè quello che ci scrivo dentro lo sanno bene o male tutti, ma è una violazione che mi squarcia dentro che, evidentemente, nessuno di voi ha idea. e vi auguro di non averne mai.
E non azzardatevi MAI PIU' a dirmi di editare le cazzate che scrivo, non ve lo permetto, quello che ho provato quando ho scoperto questo inganno, tradimento atroce, mi fa male tuttora come una lama nella carne!
fanculo!
e veloce che fra poco faccio sparire tutto. vale proprio la pena di denudarsi così.

Allora Angel, facciamo che non dico che scrivi minchiate per non mancarti di rispetto, ma dissento del tutto e penso che tu abbia seri problemi di equilibrio mentale.
Oppure sei solo immatura e non riesci a configurare una realtà possibile, confrontata ad una realtà verificatasi.
Forse è questa l'ipotesi + probabile.

Uno stupratore è un essere immondo, mi dispiace ma non convincerai mai, ne me, ne qualsiasi altra persona dotata di raziocinio, che il mio gesto o quello di leggere una volta la posta di altri, sia peggio di uno stupro.
Anche uno stupro è una ferita profonda dell'anima, il fatto che tu riesca a coglierne solo il + superficiale aspetto materiale, mette a nudo la poca profondità del tuo pensiero.

Non ti dirò che stai dicendo una cazzata se vuoi, ma trovami un altra persona che possa venire qua a dirmi che sarebbe stato meglio stuprare una ragazza.
Trovala, dico sul serio.

Hai avuto una brutta esperienza e mi dispiace, ma quello che dici non si può considerare giusto, secondo me.

Anzi, quasi quasi in uqesta situazione mi sento tanto convinto che accolgo la tesi di Foll riguardo al "secondo me" e lo tolgo di mezzo.

Elrond.
13-06-2005, 00.29.23
Originally posted by ivanisevic
La mia ragazza mi ha detto "cosa pensavi di trovare, non ho niente da nasconderti..." ha detto che sono la persona con cui ha più confidenza e per lei non è grave se ho letto alcune cose sue intime (di cui il 99% sapevo già).
Insomma, glielo hai detto e si è tutto risolto? Ottimo :)

SuperGrem
13-06-2005, 00.37.22
Originally posted by Elrond.
Insomma, glielo hai detto e si è tutto risolto? Ottimo :)

:approved

ivanisevic
13-06-2005, 00.44.28
Ma certo ragazzi, anzi, per me è stato proprio bello sentirmi voluto bene e perdonato anche dopo questa cosa! :p

Qui ora si stavano facendo discorsi paralleli.

SuperGrem, se quel pollice alto voleva dire che stiamo andando OT e/o esagerando, la finiamo, con un sorry da parte mia! :)

follettomalefico
13-06-2005, 01.15.13
Originally posted by ivanisevic
Non c'è niente di peggio dell'estremismo. [...]

Originally posted by ivanisevic
Io ti farei violentare da 4 cavalli, sul serio però. [...]

Originally posted by ivanisevic
Allora Angel, facciamo che non dico che scrivi minchiate per non mancarti di rispetto, ma dissento del tutto e penso che tu abbia seri problemi di equilibrio mentale.

[...]

Anzi, quasi quasi in uqesta situazione mi sento tanto convinto che accolgo la tesi di Foll riguardo al "secondo me" e lo tolgo di mezzo. Con calma.

Ivan, a mio avviso tu hai problemi di interpretazione del testo, prima di ogni altra cosa. Non puoi metterti ad argomentare su cose simili, mettendoti (come prima avevi fatto con me) a dare dello "squilibrata" alla gente.

E uno che augura quelle e altre cose simili che hai scritto, peraltro, non sarebbe egualmente squilibrato, letto dai tuoi stessi occhi? Suvvia, un po' di relativismo quantomeno.

Devi capire, prima, cosa intendono dire le persone con determinate frasi.

[EDIT]
Q l'ha commentato meglio di me. :asd:

Qfwfq
13-06-2005, 01.16.56
Originally posted by ivanisevic
Ma certo ragazzi, anzi, per me è stato proprio bello sentirmi voluto bene e perdonato anche dopo questa cosa! :p


In fondo hai ottenuto, anche in questo topic, solamente ciò cui anelavi; un'assoluzione che ti permettesse di tornare a convivere serenamente con la tua coscienza.

Glorfind3l
13-06-2005, 01.20.48
Originally posted by Qfwfq
In fondo hai ottenuto, anche in questo topic, solamente ciò cui anelavi; un'assoluzione che ti permettesse di tornare a convivere serenamente con la tua coscienza.

:hail: :hail: :hail:

Elrond.
13-06-2005, 01.24.20
Originally posted by Qfwfq
In fondo hai ottenuto, anche in questo topic, solamente ciò cui anelavi; un'assoluzione che ti permettesse di tornare a convivere serenamente con la tua coscienza.
Ce ne rallegriamo tutti, e a nessuno auguriamo di convivere col rimorso.

Qfwfq
13-06-2005, 01.28.11
Originally posted by Elrond.
Ce ne rallegriamo tutti, e a nessuno auguriamo di convivere col rimorso.

Il rimorso, quanto il sopimento dello stesso per mezzo dell'assoluzione, sono semplici stati d'animo che dimostrano una scarsezza di autocritica costruttiva.

-) Padre, ho peccato.
- Dieci pater noster e venti Ave Maria

Elrond.
13-06-2005, 01.35.18
Originally posted by Qfwfq
Il rimorso, quanto il sopimento dello stesso per mezzo dell'assoluzione, sono semplici stati d'animo che dimostrano una scarsezza di autocritica costruttiva.
Difatti a ciascuno auguriamo di poter convivere serenamente con la propria coscienza, dopo aver compreso i propri eventuali errori.
A dispetto del tuo sussiego, pertanto, non c'è nulla di male nel tornare a convivere serenamente con la propria coscienza, previa equanime comprensione delle proprie mancanze, mediata dal dialogo.

Qfwfq
13-06-2005, 01.37.26
Originally posted by Elrond.
Difatti a ciascuno auguriamo di poter convivere serenamente con la propria coscienza, dopo aver compreso i propri eventuali errori.
A dispetto del tuo sussiego, pertanto, non c'è nulla di male nel tornare a convivere serenamente con la propria coscienza, previa equanime comprensione delle proprie mancanze, mediata dal dialogo.

Che tale costruttivo ravvedimento lo dimostri allora il penitente contrito, invece di mendicar perdono e conforto; e parli di sua propria voce, invece che per bocca dell'Advocatus Diaboli.

Elrond.
13-06-2005, 01.46.31
Originally posted by Qfwfq
Che tale costruttivo ravvedimento lo dimostri allora il penitente contrito, invece di mendicar perdono e conforto; e parli di sua propria voce, invece che per bocca dell'Advocatus Diaboli.
Ha confessato la mancanza alla diretta interessata, pur essendo più comodo tacere ond'evitare spiacevoli conseguenze. I fatti sono a suo favore. Di altro non ha da rendere conto.

Qfwfq
13-06-2005, 01.51.28
Originally posted by Elrond.
Ha confessato la mancanza alla diretta interessata, pur essendo più comodo tacere ond'evitare spiacevoli conseguenze. I fatti sono a suo favore. Di altro non ha da rendere conto.

Pur mi sovviene una domanda; è spontaneamente giunto presso di noi per chiedere consiglio o per essere confortato ? Che di nulla deve render conto se non all'interessata, questo è certo, ma ben palese è la differenza fra le due tendenze; accetti di aver beneficiato della nostra sollecita attenzione nella prima eventualità, ma sopporti con animo quieto il pur leggero biasimo che deriverebbe dal secondo interesse.

Elrond.
13-06-2005, 01.55.03
Originally posted by Qfwfq
Pur mi sovviene una domanda; è spontaneamente giunto presso di noi per chiedere consiglio o per essere confortato ? Che di nulla deve render conto se non all'interessata, questo è certo, ma ben palese è la differenza fra le due tendenze; accetti di aver beneficiato della nostra sollecita attenzione nella prima eventualità, ma sopporti con animo quieto il pur leggero biasimo che deriverebbe dal secondo interesse.
Non dimentichiamo il punto dal quale siamo partiti: il biasimo per l'errore l'ha ricevuto, come è giusto. Trovo irragionevole, invece, che lo si biasimi anche perchè è ritornato in pace con la sua coscienza.

Qfwfq
13-06-2005, 02.00.27
Originally posted by Elrond.
Non dimentichiamo il punto dal quale siamo partiti: il biasimo per l'errore l'ha ricevuto, come è giusto. Trovo irragionevole, invece, che lo si biasimi anche perchè è ritornato in pace con la sua coscienza.

Giusto era che ricevesse biasimo per l'errore, ragionevole che ne riceva nell'eventualità in cui si subodori che il ritornare in pace poco abbia a che vedere con la reale comprensione della natura dell'errore; è stato perdonato, certo, e di questo siamo lieti. E' stato assolto; ma badi a non assolvere se stesso per quanto ha commesso. Non si crocifigga, ma ricordi di aver errato senza motivo, e che il perdono è grazia che poteva non essere concessa.

Elrond.
13-06-2005, 02.24.55
Originally posted by Qfwfq
Giusto era che ricevesse biasimo per l'errore, ragionevole che ne riceva nell'eventualità in cui si subodori che il ritornare in pace poco abbia a che vedere con la reale comprensione della natura dell'errore.
Nell'eventualità, ne riparleremo.

djnat
13-06-2005, 04.26.54
Originally posted by ivanisevic
Uno stupratore è un essere immondo, mi dispiace ma non convincerai mai, ne me, ne qualsiasi altra persona dotata di raziocinio, che il mio gesto o quello di leggere una volta la posta di altri, sia peggio di uno stupro.
Anche uno stupro è una ferita profonda dell'anima, il fatto che tu riesca a coglierne solo il + superficiale aspetto materiale, mette a nudo la poca profondità del tuo pensiero.

Non ti dirò che stai dicendo una cazzata se vuoi, ma trovami un altra persona che possa venire qua a dirmi che sarebbe stato meglio stuprare una ragazza.
Trovala, dico sul serio. Non ho capito una cosa: tra un'azione di merda ed un'altra di merda, deve per forza essercene una migliore / peggiore? Non possono essere entrambe azioni disgustose allo stesso modo? In fondo si tratta di due tipi di "violazioni", con la differenza che lo stupro è basato sull'incapacità fisica di difendersi, l'entrare nella mail sul "non sapere" da parte di lei che tu abbia scoperto la sua password.

Non sottovalutare le entità come diari / lettere / documenti privati di ogni genere. Sono pezzi di vita anche quelli, ed hanno un'importanza smisurata per chi ci crede davvero. Non è forse peggio di uno stupro, ma non so quanto possa esser meglio. Forse dovresti provare a metterti nei panni di chi realmente ci tiene a cose di questo genere, prima di giudicare, non credi? :)

Ef.Di.Gi
13-06-2005, 09.05.26
Ivanisevic...

credo tu debba maturare.

azanoth
13-06-2005, 09.29.43
Originally posted by Elrond.
Nell'eventualità, ne riparleremo.

Cazzo raga,cioè,siete meglio di uno sceneggiato sull'inquisizione:mumble

Avete preso in considerazione l'opportunità di scrivere per il Teatro?:asd:

destino
13-06-2005, 09.41.31
Originally posted by azanoth
Cazzo raga,cioè,siete meglio di uno sceneggiato sull'inquisizione:mumble



aza sinceramente di quello che è successo ad ivanisevic nn interessa granche, cioe nn lo condanno per quello che ha fatto e la cosa cade ancor di + nel ridicolo visto che alla sua ragazza nn frega per niente dell'accaduto

Ho detto solo che se avessero fatto una cosa del genere a me tradendo in modo cosi subdolo la mia fiducia, tale persona sarebbe stata cancellata di colpo dalla lista dei miei amici per il fatto che, visto che è mia amica e mi conosce, costei saprebbe sicuramente che io considero un gesto del genere di una gravita inaudita e quindi avendolo compiuto ora si prende le conseguenze del caso

ah ivan, io cmq tra uno stupro corporale e un'altro dell'anima preferisco il primo, anche perche nn so fino a che punto le ferite della mia anima possano guarire facilmente, nn è un caso che proteggo il mio Io con 1000 e + protezioni, cosa che nn faccio col mio corpo

Elrond.
13-06-2005, 09.54.36
Originally posted by azanoth
Cazzo raga,cioè,siete meglio di uno sceneggiato sull'inquisizione:mumble

Avete preso in considerazione l'opportunità di scrivere per il Teatro?:asd:
Anche se lo scambio di ieri notte tra me e Q è sembrato soltanto spettacolo verbale, in realtà era un vibrato confronto di differenti weltshaung, visioni del mondo :asd:

azanoth
13-06-2005, 09.54.58
Originally posted by destino
cut

No no des,la battuta era dedicata al micidiale scambio di battute tra il Vate ed Herr Qfwfq:asd:

ivanisevic
13-06-2005, 09.57.31
Originally posted by Qfwfq
In fondo hai ottenuto, anche in questo topic, solamente ciò cui anelavi; un'assoluzione che ti permettesse di tornare a convivere serenamente con la tua coscienza.

Q, quello che dici non è illogico, anzi, probabilemnte è la cosa + immediata da pensare leggendo questa discussione.
Però permettimi di dire cosa ne penso, dato che si parla di quello che io volevo ottenere.

Il Blah è un forum, dove ci sono delle persone con cui ogni tanto mi relaziono. Ultimamente qui scrivo molto meno...
Ovviamente ho tante altre persone con cui parlare e fonti di relazione varie.

Io ho un grave difetto, o debolezza, chiamala come vuoi...
Se mi capita qualcosa, un problema, una cosa grave, o una cosa importante...sia positiva che negativa, io ho bisogno di parlarne, di comunicare, quasi subito.
Di certo sarà un mio limite, ma spesso riesco a riflettere e a capire meglio le cose parlandone. Con un amico è chiaro.
Se tu ci fai caso, tutte le volte che io ho aperto topic di questo tipo, molto personali, l'ho sempre fatto in piena notte.

Visto a che ora ho aperto questo qui?

Il motivo è semplice: appena successa quella cosa, avevo bisogno di parlare con il mio migliore amico, Giovanni, avevo bisogno di trasmettere un pò delle emozioni contrastanti che avevo dentro perchè mi sentivo scoppiare....solo che era tardi, cell spento, probabilmente dormiva e non potevo certo disturbarlo a casa a quell'ora!
Lo stesso per le uniche altre 2 persone con cui avrei avuto subito voglia di parlare.

L'unica alternativa che mi restava, piuttosto che mettermi a scrivere da solo, era scrivere qui.
Senza sapere che conclusioni avresti tratto (non lo dico in tono polemico, in semplice tono di discussione -sottolineo che nonostante abbia spesso pareri contrari ai tuoi, in questo topic non ho mai letto niente di tuo che mi abbia infastidito) avevo già anticipato questo discorso dello scrivere e del perchè, nel primo post.

Se lo rileggi, vedrai che la cosa che emerge maggiormente è il bisogno di sfogarsi e tirare fuori da se delle emozioni che stanno diventando troppe per essere contenute senza stare male.

Se questo è, come dice Effe, un atto di immaturità, allora io sono una persona immatura, non ho niente da controbattere.

Ma non si tratta di un modo per mettermi la coscienza a posto.
Nel mio mondo il blah è il 3% circa (e non lo dico con disprezzo, anzi, è tanto, non vi ho mai nemmeno visto!) non sarà certo questo a farmi sentire a posto.

Io ho un rapporto particolare con i sensi di colpa e di responsabilità.
Da quando ero piccolo sono sempre stati la mia croce, io non riesco a stare sereno e fottermene, come a volte vorrei.
Anche le più piccole minchiate a volte mi angosciano.

Se venire qui a scrivere potesse realmente scaricarmi la coscienza, io sarei FELICE!!! Non ci sarebbe niente di + semplice!

Ma non è così! Io avevo bisogno di uno dei miei 3 amici subito, ma non potevo sentirne nessuno. Potevo scrivere su un diario, ma ho preferito farlo qui. Forse perchè il fatto che molti avrebbero letto mi dava un senso di comunicazione + forte.

Per quanto riguarda il senso di colpa per il mio atto, quello non si è placato e non si placherà presto.

Il fatto di essere felice per il perdono immediato della mia ragazza, questo senso non lo allevia....anzi.

Io penso di avere, come tutti noi, alcuni problemi con me stesso. Non di coscienza...in relazione a molte cose...agli aspettti negativi del mio carattere che vorrei migliorare e a volte non riesco...
Mi analizzo il più possibile, a volte mi sento Zeno, e mi rendo conto che spesso sono inconcludente quanto lui...ma mi conosco, e so perchè ho aperto questo topic, avevo un immediato bisogno di comunicare...ho sfogato quel bisogno, ma il senso di colpa ci metterà molto di + ad andare via.

ivanisevic
13-06-2005, 10.05.53
@ Foll dico: hai ragione, anche io sono stato estremo, ma se come dici tu, il linguaggio va interpretato, io ero ironico.
Voglio dire, se mi chiedessero ora se volessi vedere Des inculato da 4 cavalli, io direi NO, perchè non vorrei vedere mai nessuno soffrire fisicamente, mi da fastidio solo l'idea!
Per Angel, ho avuto la sensazione che lei la desiderasse davvero la morte di quella persona, ma se anche in questo caso è stato solo un problema interpretativo, mi scuso con lei e accetto il suo punto di vista sulla gravità di quello che ho fatto.
Magari non desidera davvero la morte di quel parente ed era solo una parola usata per darmi la dimensione del fatto.
Almeno, lo spero per lei.

ivanisevic
13-06-2005, 10.14.01
Originally posted by djnat
Forse dovresti provare a metterti nei panni di chi realmente ci tiene a cose di questo genere, prima di giudicare, non credi? :)


Originally posted by ivanisevic

Mia mamma una volta ha letto una mia lettera segretessima, se mi augurassi la sua morte sarei uno squilibrato. L'affetto verso una persona conta MENO della mia privacy.


Ci puoi tenere quanto vuoi Dj, io non mi augurerò mai la morte di chi legga il mio diario ne prefirei vedere stuprata mia sorella.

Secondo me è un fatto di peso "assoluto", non relativo.

Se mi muore il gatto e mi trovo a parlare con un mio amico a cui è morto un fratello, sarebbe ridicolo dire..."eh vabbè, ma subire la perdita di un gatto è peggio (o uguale)...tu che ne sai quanto ci ero affezionato!"

Secondo me alcune cose hanno dei valori assoluti, non relativi.

Per lo stesso motivo per cui una assassino è peggio di un ladro, uno stupratore è peggio di uno che ha violato la privacy altrui.

ivanisevic
13-06-2005, 10.19.21
Originally posted by destino

ah ivan, io cmq tra uno stupro corporale e un'altro dell'anima preferisco il primo

Des scusala parentesi, ma qui lo sanno tutti che tu preferiresti essere stuprato da 4 puledre in calore + di qualunque altra cosa! :roll3:

PS Si scherza!

Thor
13-06-2005, 10.19.47
Originally posted by ivanisevic
Andiamo al sodo, ho fatto una cosa deplorevole
..., ma ho una sensazione di squilibrio interiore dentro.
Non è tanto il fatto che abbia compiuto un azione disonesta.
Io ho barato.
Sento il bisogno di riparare, ....
Io ho letto il libro segreto, mi sono rovinato tante sorprese, ho fatto molto + male a me che a lei, forse a noi.
Ora il mio sentimento è + grande di prima, e al tempo stesso ho una desolazione enorme. Mi sento come se avessi un deserto arido dentro.
Ho il cuore come una spugna secca, volevo assorbire informazioni, invece ho perso un sacco di possibilità e di sorprese.




Originally posted by ivanisevic
Avere aperto questo topic mi sta facendo sentire molto + pulito di prima!
A parte gli scherzi, su serio per te e grave quanto uno stupro o peggio?
Hai una sorella? Preferiresti che violentassero lei o che leggessero il tuo o suo diario!??
Ma certo ragazzi, anzi, per me è stato proprio bello sentirmi voluto bene e perdonato anche dopo questa cosa!




Quoto quanto scritto da Mischa


VERGOGNA

e anche mancanza di coerenza, oltre che di maturità.
Prima dici che ti senti una merda e poi che in fondo non hai combinato chissacchè.


:nono:

se io fossi la tua ragazza ti avrei scaricato seduta stante.

Coda di paglia

sendoh
13-06-2005, 10.22.58
stanotte ho sognato la tua storia...
io ero a casa tua con tuo fratello e i tuoi genitori e giocavamo con il nintendo...
arriva la tua ragazza,tu le dici tutto e lei ti perdona subito...
a te come è andata?

Elrond.
13-06-2005, 10.28.17
Forse si dovrebbe ridefinire il concetto di stupro, visto che qualcuno ha avuto la stravagante idea di distinguere stupro dell'anima e stupro del corpo... Mah, mah...

ivanisevic
13-06-2005, 10.30.25
Originally posted by Thor67
cut

Thor, l'hai quotato tu stesso e non te ne sei accorto: ho scritto "mi sta facendo sentire + pulito" e immediatamente dopo "a parte gli scherzi".

Questo è proprio facile da capire anche senza relativismi.

Se tu mi avessi lasciato, buon per te.
Hai espresso il tuo parere, il resto non mi sembra tanto vero.

Non sto cercando di sminuire la mia azione, cavolo in tutti i post faccio un assunzione di colpa e responsabilità!
Ma certo, non accetto di vederlo paragonato a uno stupro...

Ci risaimo con lo stupro??? Non è cercare di sminuire ma....scusa, se tu rubi una borsa e ti accusano di furto e pestaggio, tu accetti anche l'accusa di pestaggio senza batter ciglio?

Non sminuisco la gravità del mio gesto, ma permettimi di distinguerlo da cose ben + gravi, che non farei MAI!

ivanisevic
13-06-2005, 10.32.52
Originally posted by Elrond.
Forse si dovrebbe ridefinire il concetto di stupro, visto che qualcuno ha avuto la stravagante idea di distinguere stupro dell'anima e stupro del corpo... Mah, mah...


Originally posted by ivanisevic

Anche uno stupro è una ferita profonda dell'anima, il fatto che tu riesca a coglierne solo il + superficiale aspetto materiale, mette a nudo la poca profondità del tuo pensiero.

follettomalefico
13-06-2005, 10.35.09
Originally posted by destino
aza sinceramente di quello che è successo ad ivanisevic nn interessa granche, cioe nn lo condanno per quello che ha fatto e la cosa cade ancor di + nel ridicolo visto che alla sua ragazza nn frega per niente dell'accaduto
[...]
ah ivan, io cmq tra uno stupro corporale e un'altro dell'anima preferisco il primo, anche perche nn so fino a che punto le ferite della mia anima possano guarire facilmente, nn è un caso che proteggo il mio Io con 1000 e + protezioni, cosa che nn faccio col mio corpo Ho detto calma ad Ivan, dico calma anche a te :)

Primo perchè non cade affatto nel ridicolo visto che alla sua ragazza non frega per niente. Visto che non puoi sapere cosa abbia davvero pensato lei e comunque stai abissalmente sottovalutando le dinamiche di coppia.

Mai sentito parlare di cose come 'perdono'?

Io si, e non credo si cada nel ridicolo per questo.


Secondo, piantatela con le stronzate: non parlate di stupri se non vi è accaduto, davvero. Perchè interpretare retoricamente un testo e una frase di qualcuno è una cosa, il fatto che vi ostiniate e perpetrare una tesi imperpetrabile è vacuo. L'uscita di Angel è comprensibile, ostinarsi a dire "fra uno stupro corporale e un'altro dell'anima preferisco il primo", è una cazzata bella e buona. Davvero. Non avete la benché minima idea di che cosa state parlando.



Originally posted by ivanisevic
@ Foll dico: hai ragione, anche io sono stato estremo, ma se come dici tu, il linguaggio va interpretato, io ero ironico. APPUNTO!

Cmq, preferirei dire che il linguaggio va metaletto, più che interpretato: interpretare significa "2. dare una spiegazione, un significato a qualcosa", mentre metalettura significa "andare oltre il testo, ovvero percepire l'autore".


Originally posted by ivanisevic
@ Foll dico: [...] mi scuso con lei e accetto il suo punto di vista sulla gravità di quello che ho fatto. [...] Questo è quello che intendevo: cerca di capire, subito, invece che leggere, sparare risposte e poi ritrattare :)

Perderesti anche meno tempo ;)

Gi01
13-06-2005, 10.50.46
OT tecnico forumistico

Alle volte resto stupefatto anche da persone che hanno la mia stima qui dentro, e ben lo sanno, per il modo in cui viene attaccato (perché è la sola parola adatta) qualcuno che cerca di parlare.
Tento di spiegarmi.

Aprire al forum le proprie emozioni, le proprie esperienze, il proprio passato e le speranze del proprio futuro non è facile. Però aiuta:

1) Ci conosciamo meglio
2) Siamo comunque una comunità eterogenea di persone con età, esperienze, vite sociali...VITE diverse. L'uomo VIVE di confronto.
3) Se l'unica funzione del blah deve essere il topic sul filmato LOL o una sorta di intermediario amoroso per coppie presenti, passate e future, occasioni per trovare il tipo/a con cui scopare, finestra sul mondo di qualche nerd che (quello si) è assolutamente inutile dal punto di vista sociale e della vita di tutti gli altri (inclusi gli altri nerd, of course), etc... Allora bannatemi seduta stante, resettate il mio counter e baci e abbracci.

Trovo allucinante che si attacchi Ivanisevic per qualcosa che ha certamente fatto per sentirsi meglio, ma che è scemo, che lo faceva per star peggio?
Ma quanti di voi (noi) avrebbero avuto lo stesso coraggio e la stessa apertura?
Pochi. Quasi nessuno. E difficilmente mi convincerete del contrario.
Ivan è indubbiamente una delle persone più trasparenti qui.

Per le decine di persone con cui ho avuto a che fare, anche in real life, sapete benissimo come la penso: questo è un pregio allucinante, un modo di affrontare la vita che non solo appoggio, ma vivo.
Niente leva che ero il primo a non essere d'accordo, e l'ho scritto 200 pagine fa. Ma non ha proprio senso attaccare per sport una persona.

Tornando minimamente IT(almeno per argomenti trattati), abbiate la decenza di non dire stronzate, perché sono stronzate enormi, sulla violenza, quella fisica.

Ho una marea di lettere, messaggi e altre cose che reputo importanti e "segrete" della mia vita. Cose che in pochi hanno letto ed in parte. Ma nulla, nulla, che potrebbe farmi morire dentro come capita a tante persone a seguito di una violenza fisica.
Sono due forme di violenza. Il fatto è che quella fisica si accompagna a quella mentale: in un caso ci sono entrambe, nell'altro no. Soprattutto nel caso di una ragazza.
Quanti dei soggetti presenti conoscono ragazze stuprate?
Dopo che abbiamo finito questa lunga conta (e non vale l'amica dell'amica di mio cuggggino, voglio persone che conoscete BENE), allora apriremo un topic apposito.

Fino ad allora, un religioso e rispettoso silenzio mi pare il minimo per riguardo a queste persone. Punto, e ben poca transigenza; al limite molta trasparenza. Come al solito, e giusto per confermare quanto sopra.

azanoth
13-06-2005, 11.02.10
Originally posted by Gi01

[B]Ma quanti di voi (noi) avrebbero avuto lo stesso coraggio e la stessa apertura?
Pochi. Quasi nessuno. E difficilmente mi convincerete del contrario.
Ivan è indubbiamente una delle persone più trasparenti qui.



Fino ad allora, un religioso e rispettoso silenzio mi pare il minimo per riguardo a queste persone. Punto, e ben poca transigenza; al limite molta trasparenza. Come al solito, e giusto per confermare quanto sopra.


*

:birra:

Ef.Di.Gi
13-06-2005, 11.04.14
Originally posted by Gi01

Pochi. Quasi nessuno. E difficilmente mi convincerete del contrario.
Ivan è indubbiamente una delle persone più trasparenti qui.


A questo punto, forse si hanno due diversi concetti di trasparenza:rolleyes: .

Gi01
13-06-2005, 11.11.52
Originally posted by Ef.Di.Gi
A questo punto, forse si hanno due diversi concetti di trasparenza:rolleyes: .

Direi anche che interventi del genere sul flame andante, con tanto di occhi al cielo, poco aggiungono e molto levano alla discussione.

Ef.Di.Gi
13-06-2005, 11.13.53
Il sole è giallo, il cielo è blu, gli uccellini cinguettano, un leggero venticello mi muove i capelli al vento mentre sorseggio un succo d'arancia.

Va bene così?:asd:

azanoth
13-06-2005, 11.23.50
Originally posted by Ef.Di.Gi
Il sole è giallo, il cielo è blu, gli uccellini cinguettano, un leggero venticello mi muove i capelli al vento mentre sorseggio un succo d'arancia.

Va bene così?:asd:

Non ancora:teach:

Sto ascoltando il vecchio Macca,molto terapeutico al mattino dopo una nottata di merda:teach:

http://homepage.mac.com/paul_mccartney/2003_tour/World2.jpg

il vecchio deve avere fatto il patto col diavolo,per offrire performances simili a 60anni:metal:

ivanisevic
13-06-2005, 11.30.32
Scusate se mi intrometto, ma dato che il topic l'ho aperto io...
Ringrazio molto GiO1 per le sue parole, è una persona che non conosco nemmeno, eppure mi dice sempre un sacco di cose belle, compresa questa qui. Non voglio approfittare dell'unica cosa positiva che è stata scritta su di me in questo topic, però che non so dire bugie è vero, non so essere doppiogiochista pure.

Però, per quanto mi faccia piacere, e per quanto non comprenda i motivi di Effe, vi devo chiedere di interrompere la discussione in questione.

1) Ho aperto un topic su un argomento, non su di me.

2) Volevo parlare con qualcuno, mentre qualcuno si è messo parlare SU di me.

Le persona che ho trovato aperte al dialogo sono state poche, e forse sono state quelle con cui ho avuto i maggiori contrasti.
Ma le ho apprezzate perchè volevano parlare CON me.

Quelli che si sono messi a scrivere solo per lanciare la pietra (evidentemente senza macchia) o per dire qualcosa SU di me, piuttosto che A me.....hanno un punto di vista che io non condivido.
Dialogare e confrontarsi, è diverso che giudicare ex cathedra (non ricordo se quella "h" ci sta ma me ne frego, il senso è quello).
Io non ho aperto questo topic per dire "ora giudicatemi", ma per dialogare, comunicare, confrontarmi.

Chi ha solo giudicato non lo giudico a mia volta, dico solo che il mio punto di vista è diverso dal suo.

Detto questo se vogliamo rimanere IT si può parlare del fatto specifico o generico, ma non SU di me.

Chiaro?

Grazie.

destino
13-06-2005, 11.35.14
Originally posted by Gi01

Quanti dei soggetti presenti conoscono ragazze stuprate?


devo per caso alzare la manina? :doubt:

no perche per rispetto di una persona che ancora oggi piango preferisco chiuderla qui la discussione perchè ormai tanto sapete come la penso

Ef.Di.Gi
13-06-2005, 11.38.26
Originally posted by ivanisevic

Chiaro?


Assolutamente no. Non comprendo perchè, dopo aver espressamente chiesto un parere ed aver utilizzato - giustamente - questo spazio come sfogo, ad un tratto il set di regole che comprende risposte attinenti agli atteggiamenti di cui sopra debba cambiare e non accettare più la trattazione di tematiche a te probabilmente scomode. Il set è stato deciso ad inizio topic. Non ti garba? Dovevi pensare in precedenza alle possibili conseguenze.

ivanisevic
13-06-2005, 11.53.30
Originally posted by Ef.Di.Gi
Assolutamente no. Non comprendo perchè, dopo aver espressamente chiesto un parere ed aver utilizzato - giustamente - questo spazio come sfogo, ad un tratto il set di regole che comprende risposte attinenti agli atteggiamenti di cui sopra debba cambiare e non accettare più la trattazione di tematiche a te probabilmente scomode. Il set è stato deciso ad inizio topic. Non ti garba? Dovevi pensare in precedenza alle possibili conseguenze.

No effe, non è che è scomodo, per me di me se ne può parlare quanto si vuole, ma aprite un topic a parte.

Qui si sta parlando di un fatto che mi è capitato, chiaramente a chi dice "hai sbagliato, sei una merda inqualificabile", preferisco chi dice "hai sbagliato, parliamone".
Ma accetto anche il primo commento.

Mettersi però a parlare di mie caratteristiche caratteriali che non hanno nulla a che vedere con l'argomento in questione, non è che sia scomodo.
Anzi, se ci si mette a parlare di trasparenza e sincerità, probabilmente ricevo + complimenti che critiche.

Il punto è che non c'entra niente secondo me!

Se tu vuoi parlare delle mie caratteristiche morali o caratteriali in generale, apri un altro topic e sfogati!

follettomalefico
13-06-2005, 11.55.22
Originally posted by destino
devo per caso alzare la manina? :doubt:

no perche per rispetto di una persona che ancora oggi piango preferisco chiuderla qui la discussione perchè ormai tanto sapete come la penso Mi spiace. Ma non è una buona 'scusante' per aver tentato di esporre una idea insostenibile. Mi spiace.

Ef.Di.Gi
13-06-2005, 11.57.05
Figurati, non ho nulla di personale contro di te :asd: non mi era piaciuto il tono assolutista dell'indicazione, tutto qui.

ivanisevic
13-06-2005, 12.02.21
Originally posted by Ef.Di.Gi
Figurati, non ho nulla di personale contro di te :asd: non mi era piaciuto il tono assolutista dell'indicazione, tutto qui.

Se è per questo mi dispiace, non volevo assumere un tono di quel tipo, volevo solo tornare IT, sarà una deformazione professionale, dato che di solito IT ci vogliono tornare i mod, ho assunto un tono assolutista :asd:

SuperGrem
13-06-2005, 13.08.17
Originally posted by Ef.Di.Gi
Assolutamente no. Non comprendo perchè, dopo aver espressamente chiesto un parere ed aver utilizzato - giustamente - questo spazio come sfogo, ad un tratto il set di regole che comprende risposte attinenti agli atteggiamenti di cui sopra debba cambiare e non accettare più la trattazione di tematiche a te probabilmente scomode. Il set è stato deciso ad inizio topic. Non ti garba? Dovevi pensare in precedenza alle possibili conseguenze.

Set di regole? Ma che stai a dì? :doubt:
Mica stiamo facendo una partita a risiko?
Qui si sta giudicando e condannando la vita privata di una persona e questa persona ci (vi) ha chiesto di smetterla, indipendentemente da quello che ha detto all'inizio del topic.
Cos'è, ora non si può cambiare idea?
Oppure ti dispiace che il tiro al piccione debba finire?

Ivan ha sbagliato? Ha fatto bene? Sono cose che non si possono giudicare così, dite che ha "violentato" l'anima della sua ragazza, la sua ragazza l'ha fatta meno tragica e l'ha perdonato.
Qui mi sa che in mezzo ad un mare colossale di seghe mentali l'unica persona con i piedi per terra sia proprio lei.
E non per niente sta con Ivan... evidentemente quello che per voi è un mostro, per lei è un tesoro.

Ef.Di.Gi
13-06-2005, 13.22.26
seeh vabbeh, un mostro adesso, per questa stronzata :asd:


Se non voleva che la sua vita privata venisse "giudicata" non ha alcun senso esporre i fatti. Si può cambiare idea ma non ordinare agli altri di smettere di parlarne.

bejita
13-06-2005, 13.33.05
http://www.inciucio.it/spettacolo/foto/defilippi.jpg

ivanisevic
13-06-2005, 13.35.28
:roll3: bejita ti amo!

SuperGrem
13-06-2005, 13.40.36
Originally posted by Ef.Di.Gi
Si può cambiare idea ma non ordinare agli altri di smettere di parlarne.

Ma nemmeno ordinare agli altri di continuare a parlarne.
Ma davvero te ne frega tanto della vita privata di Ivan? :asd:

Ef.Di.Gi
13-06-2005, 13.41.46
non me ne sbatte un cazzo :asd:

ivan aveva detto di smettere
io ho detto che non può ordinare di smettere

tutto qui :asd:

ivanisevic
13-06-2005, 13.42.41
Originally posted by SuperGrem
Ma nemmeno ordinare agli altri di continuare a parlarne.
Ma davvero te ne frega tanto della vita privata di Ivan? :asd:

Evidentemente si...quindi...e va bene lo confesso:

Effe, SONO TUO PADRE!





























:ciaociao

Ef.Di.Gi
13-06-2005, 13.46.10
dopo questa rivelazione, posso morire infelice :asd:

Alukard84
13-06-2005, 14.26.06
Originally posted by destino
i di leggere la posta altrui, la ritengo a pari di francesca una offesa e una mancanza di rispetto verso l'altra persona che nn meritano perdono


D'accordo che sia una cosa brutta non farsi gli affari propri, però se uno si pente sinceramente non vedo perchè non debba essere perdonato. TUtti sbagliamo, nessuno è perfetto.

_Jackie_
13-06-2005, 15.46.03
Per me la fiducia in un rapporto è fondamentale.
Rabbrividisco quando assisto a scene tipo "la ragazza che prende in prestito il cellulare di suo fratello e gli legge tutti i messaggi". E rabbrividisco ancor di più a risposte come: "Non me l'aveva a prestare...".

Nella vita odio poche cose. Ma tra queste
ODIO le menzogne.
ODIO le cose fatte di nascosto.

Ti capisco Ivan. Capisco, ma non condivido. Al suo posto io avrei reagito molto, molto male... probabilmente avrei troncato la relazione.

Wizpig
13-06-2005, 16.54.18
Se lei l'ha perdonato, non vedo dove sia il problema :).
Piuttusto, alcuni commenti mi sono sembrati a dir poco esagerati... manco avesse ucciso qualcuno.

Arael
13-06-2005, 19.42.00
Dato che anch'io sono impegnato in una relazione a distanza (fortunatamente, a settembre, questa distanza si ridurrà notevolmente) capisco benissimo il gesto di Ivan, anche se non lo giustifico.
A me non é mai capitato di fare qualcosa del genere, ma di sicuro so cosa si prova quando la propria ragazza che abita a centinaia di chilometri di distanza é fuori con qualcuno e non risponde al cellulare.
Ci si crea in testa un milione di film senza volerlo, si diventa paranoici e spesso si esagera nelle azioni/reazioni.

Certo, dipende poi dal carattere che ha una persona, ma io lo trovo assolutamente normale e umano, forse non é bello a vedersi, ma umano.
Com'é umano l'errore in cui Ivan é caduto.

Alcune condanne che ho letto sono veramente esagerate (Peggio di uno stupro? Ma stiamo scherzando?), troppo facile accanirsi contro chi ammette un proprio attimo di debolezza.
Quando si tratta di giudicare sembrano tutti degli esempi di perfetta moralità e correttezza, ma almeno il 90% di queste persone avranno degli scheletri nell'armadio ben peggiori.

E poi Ivan é stato perdonato, quindi evidentemente la ragazza non ha trovato troppo grave il suo errore (e per questo gli posso consigliare di tenersela stretta).

Poi l'amore (IMHO) é anche questo, la gelosia, le piccole paranoie, la paura di perdere l'altra persona, ovviamente entro certi limiti.
Non dico certo di essere sospettosi o oppressivi, ma secondo me se uno non ha mai avuto pensieri del genere quando il partner é lontano, é perché forse non ci tiene veramente.

SuperGrem
13-06-2005, 21.03.08
Originally posted by wizpig
Se lei l'ha perdonato, non vedo dove sia il problema :).
Piuttusto, alcuni commenti mi sono sembrati a dir poco esagerati... manco avesse ucciso qualcuno.

Esatto. :)
Se la mia ragazza mi frugasse fra le mail o le altre mie cose, non me ne potrebbe fregare di meno.
Che poi ognuno reagisce differentemente è un altro discorso, ma cerchiamo di non assolutizzare ciò che è e deve rimanere relativo.

Qfwfq
13-06-2005, 21.39.14
Originally posted by Gi01
Allora bannatemi seduta stante, resettate il mio counter e baci e abbracci.


La tua proposta merita di essere valutata con una certa attenzione.

lady_winc
13-06-2005, 23.19.20
Originally posted by AmeR
Per quanto riguarda la mia esperienza personale, invece, aprirsi ad una altra persona significa rendersi più vulnerabili a questa, più esposti. Ed è molto pericoloso. Quindi ben venga qualsiasi tecnica che possa portare ad un vantaggio informativo sull' altro, di modo da guadagnare una posizione privilegiata nel confronto/scontro/rapporto/chiamalocomevuoi, per evitare comportamenti opportunistici da parte del/la partner/ (chiamiamola selezione avvers) . La fiducia purtroppo non è una connessione bipolare: in caso di soggetti particolarmente abili a fingere, tu potresti provare verso questi fiducia sino all' ultimo di tuoi giorni, mentre vieni beffato e danneggiato da essi.


Scusate se uppo un reply delle prime pagine, arrivo solo ora e queste parole mi hanno colpito (poi andrò avanti a leggere il resto)

Aprirsi all'altro per forza di cose rende vulnerabili, ed è pericoloso, si rischia di essere feriti e tutto quanto... ma quanto è evitabile?
Forse sarò idealista, o ingenua, o entrambe le cose, ma è ovvio che se decidi di metterti in gioco con una persona, aprendole per quanto possibile il tuo mondo, la condizione fondamentale è fidarsi.
Se non ti fidi, a che pro lo fai?


Oltre che per una questione di rispetto nei confronti dell'altra persona e della sua privacy (per cui sia lei a parlarmi di determinate cose quando vuole e soprattutto SE vuole), anche per questo motivo non andrei a frugare tasche, cassetti e caselle e-mail. Semplicemente per me non ha senso se c'è fiducia.
E se non c'è fiducia non ha senso stare insieme.



Capisco i pensieri di Ivanisevic (anzi, li ha espressi molto bene), capisco ma non condivido, ma nemmeno me la sento di condannare. È un comportamento molto umano, una debolezza dettata dall'insicurezza, i momenti di paranoia capitano a tutti....

Squizzo
13-06-2005, 23.43.49
Originally posted by lady_winc
Capisco i pensieri di Ivanisevic (anzi, li ha espressi molto bene), capisco ma non condivido, ma nemmeno me la sento di condannare. È un comportamento molto umano, una debolezza dettata dall'insicurezza, i momenti di paranoia capitano a tutti....
Siccome torno pure io dopo alcuni giorni, e dopo aver finalmente letto tutto il topic, non posso che essere d'accordo con lady, per quanto riguarda l'argomento centrale del topic...per quanto riguarda gli altri discorsi..boh..direi che sarebbe il caso di calmarsi tutti un pochino, perchè mi pare che ad un certo punto vi siate messi tutti a giudicare tutti...almeno questa è la mia impressione leggendo alcune reply (non so se a parte alcuni ghostpost sono stati cancellati altri interventi). Evidentemente ognuno ha le sue idee e le sue ferite personali, che ovviamente possono influenzare il modo di pensarla su un dato argomento, ma direi che non è certo il caso di scagliarsi contro gli altri. TUTTI commettiamo degli sbagli, a volte anche grossi, ma se c'è una cosa che personalmente ho imparato in questi ultimi anni, è che NESSUNO, e ribadisco NESSUNO può giudicare qualcun altro o i suoi comportamenti se prima non si è mai trovato in una situazione simile, perchè è facile, molto facile parlare "da fuori"...

Come ultima cosa rispondo a Q dato che non ho potuto farlo prima: sì, capisco il tuo punto di vista, e spesso l'ho adottato pure io in passato questo atteggiamento, quindi capisco bene di cosa parli, però ti ripeto, così alla fine non vivi. Certo, hai la tua tranquillità e serenità, ma ti assicuro che arriverà il momento in cui ti chiederai se è davvero questo ciò che vuoi...So bene che certi cambiamenti possono spaventare, o anche solo preoccupare e turbare il quieto vivere che ci autoimponiamo, pure io ho subito il cambiamento in modo molto spesso doloroso (e puoi chiedere anche ad alcune persone di questo forum che mi son state vicine quanto io abbia sofferto in certi momenti), tuttavia ora mi sento molto più VIVO. Piano piano mi sto aprendo sempre più, e molte cose che prima mi spaventavano ora non sono più un problema. Ripeto, capisco come la vedi, ma ti auguro di riuscire anche tu a cambiare modo di pensare, hai solo da guadagnarci..fidati... :)

Wizpig
14-06-2005, 00.22.21
Originally posted by SuperGrem
Esatto. :)
Se la mia ragazza mi frugasse fra le mail o le altre mie cose, non me ne potrebbe fregare di meno.
Che poi ognuno reagisce differentemente è un altro discorso, ma cerchiamo di non assolutizzare ciò che è e deve rimanere relativo.
/OT
Toh, supergrem... pensare che mi devi ancora spiegare il significato di una parola da 9186 post...
/OT

Uhuhuh, chissà se ti ricordi. :sagace:

Gi01
14-06-2005, 10.44.27
Originally posted by Qfwfq
La tua proposta merita di essere valutata con una certa attenzione.

:mecry:

Non ti porto più vittime sacrificali

:mecry:

zio_lucas
14-06-2005, 10.59.12
io, con la persona che amo e che spero con tutto il cuore di passare una vita assime, mi apro e mi aspetto che dall'altra parte succeda altrettanto...
che cazzo significa vulnerabilità, tattica, devo fare così altrimenti faccio colà...se devo seguire le regole dell'apparenza, come avviene in questa società di merda, anche con la persona che amo allora vaffanculo a tutti e buonanotte...

:birra: :birra: :birra:

Qfwfq
14-06-2005, 11.56.30
Originally posted by Gi01
Non ti porto più vittime sacrificali


http://college.hmco.com/history/west/mosaic/chapter9/images/aztec_sac.jpg

Una sola vittima ci hai procurato; una sola. Il dio Huitzilopochtli è ancora in collera, chiede più sangue per bagnare la terra. Cosa è una sola vittima in confronto alle settantaduemilatrecentoquarantaquattro del nostro avo Ahuitzotl ? Rendici più vite, poichè gli dei sono contrariati.

azanoth
14-06-2005, 12.00.36
http://www.interieur.gouv.fr/rubriques/b/b10_drogue/lsd/LSD1-DS.jpg

:teach:

SuperGrem
14-06-2005, 17.38.58
Originally posted by wizpig
/OT
Toh, supergrem... pensare che mi devi ancora spiegare il significato di una parola da 9186 post...
/OT

Uhuhuh, chissà se ti ricordi. :sagace:


:look:

ivanisevic
14-06-2005, 23.17.51
Allora ragazzi, probabilmente la soluzione sarà che sono paranoico, se è così ditemelo e basta e cerco di non pensarci + e amen.

Questa storia mi avrebbe dovuto insegnare a fidarmi di lei, invece mi hai insegnato solo che non si guarda nella posta delle altre persone.

Io davvero in momenti come questo mi sento male, sarò io strano!

Fino a qualche giorno fa ero molto + sereno, ora non so che mi prende...da quando mi sto rendendo conto che a lei ci tengo veramente tanto, ci sono 2 fattori che stanno diventando isostenibili:

1) La distanza mi fa veramente male

2) Forse per buona parte a causa della distanza, mi preoccupo troppo, da morire, eccessivamente, non so che fare.

Insomma, ovviamente non ho niente contro le sue amicizie maschili...ma solo maschi!

L'altra sera...vabbè, lo sapete, era al ristorante, non prendeva il cell e io ho fatto quella cazzata.

Ieri pomeriggio la sento "che hai fatto?" "niente, sono uscita con ***"...

già mi da un pò fastidio...tanti amici tutti maschi e tutti erano innamorati di lei...

Ora non lo sono +, fanno tutti gli amiconi, ma chissà perchè solo adesso che lei non sta + col suo ex (da un anno), prima non la cagavano nemmeno +...e prima ancora erano spasimanti!

Sta mattina mi chiama quasi commossa che lo ho scritto una lettera bellissima..sono contento..
Questa sera esce.
A casa di uno degli amici + gettonati (quello del risotorante dell'altra sera). Per carità, io lo so che con questo non ci farebbe mai nulla...ma mi vengono mille paranoie porca miseria.

Io so cose del suo passato (dette da lei, nella posta alla fine non ho letto niente) che mi hanno scosso molto.
In pratica io so che lei non era fedele. Cornificava il suo ragazzo, e glie le faceva praticamente sotto gli okki.

Come minchia faccio a stare tranquillo??

Kmque, sta sera è da questo (almeno...) alle 9,30 le mando un mess, risposta zero.

Alle 10,00 un altro, zero

alle 10,10 la chiamo, non risponde.

Dopo circa mezzora mi arriva un mess "Scusa piccolino non sentivo".

Io sono lacerato. Vorrei con tutte le mie forze pensare "oh, la mia cucciolotta non sentiva!!"...ma non posso farci niente, non sono sereno.

La chiamo ed è brilla (si sente al volo) e dice che sono sentiva perchè c'era lo stereo.

Poi le chiedo cosa facevano..."parlavamo"
Di che? "del lavoro..."

Ma dico io, come cazzo fai a parlare con una persona, se hai lo stereo messo così forte da non sentire un cellulare.

Forse mi sto ammalando.
Forse è perchè so di quello che ha fatto e ho paura che ripeta con me.

O forse sto solo diventando un coglione geloso paranoico.

Adesso dopo averla sentita NON sono tranquillo per niente!!

Non posso andare avanti così, decisamente.

Che minchia devo fare?

PS Questo messaggio è una sfogo, ho bisogno di comunicare e che cazzo con Giovanni ho parlato prima ma non mi ha tranquillizzato affatto, anzi, lui dice che secondo lui stava scopando con un altro. E porca §§§§§§§!
Non ho bisogno di essere consolato, non ditemi cose che non pensate, mi sento solo preso dai turchi, siate sinceri.
Secondo voi mi sto ammalando io o effettivamente il suo comportamento farebbe girare i coglioni?

PPS Che poi dico....lei lo sa che da qualche giorno sono un pò nervosetto, sarà l'esame che si avvicina, gliel'ho scritto pure nella lettera di ieri che le è piaciuta tanto, che minchia ti costa tenere il cellulare vicino, quando sei con me lo senti SEMPRE (pure mentre scopiamo fra poco!) e che cazzo!

Scusate.

destino
14-06-2005, 23.24.40
occhio nn vede, cuore nn duole

poi sara casta e pura e nn lo farebbe mai, ma uno i sospetti in questi casi ce li ha tutti

Trinity^_^
15-06-2005, 00.32.56
Un rapporto a distanza è più difficile rispetto a 2 che abitano vicini. Ti può logorare solo il fatto di essere distanti... figuriamoci se non vi è completa fiducia!

Perchè quello che hai scritto qui del tipo "come cazzo fai a parlare con una persona, se hai lo stereo messo così forte da non sentire un cellulare" non lo chiedi anche a lei?

Parlarle apertamente del tuo disagio? Ripeto, se non c'è una fiducia completa il logorio è assicurato!


Comunque può non aver sentito il cellulare perchè lo teneva in borsetta e la borsetta non l'aveva vicina...

ivanisevic
15-06-2005, 00.49.21
Glie l'ho detto, mi ha risposto quello che hai detto tu, che era esattamente la stessa cosa che pensavo anche io avrebbe risposto.

Il punto è: lo sapevi che per ora sto così...perchè l'hai lasciato in borsetta?

E poi: le ho mandato 45 min fa un mess dicendole (in breve) "scusa se sono stato indisponente", + due squilli...ancora nessuna risposta.

Ma è scema? Cioè, c'è stata la discussione un ora fa e adesso di nuovo non risponde??

Che devo fare?
La chiamo?
A che serve?
A vedere se risponde!?

Trinity^_^
15-06-2005, 00.52.22
Non è standole così addosso che trovi una risposta... Ma lei è un tipo a cui piace fare ingelosire?

follettomalefico
15-06-2005, 00.55.19
Se c'è stata una discussione poco fa, men che meno si aspetta un altro messaggio...


Mi sa che è meglio che non parli Ivan, se no chissà quanti insulti mi prendo a sto giro eh? Già son difficile quando la situazione è nel passato figurati se ti dico sinceramente quello che penso ora che ci sei dentro! :)


Scherzo, naturalmente. Quasi. :p


Cmq, non hai bisogno un di consolazioni. Questa è paranoia. E nasce integralmente da te. Se vuoi, accetta il consiglio di Trinity: domani parlale. Ora però stacca quel cervello del cazzo che ti sta facendo buttare nel cesso una serata intera.

Mettiamola chiara e tonda: se ti sta cornificando, inutile che ti incazzi perchè, comunque, la storia è da troncare.
Se non ti sta cornificando, è egualmente inutile che ti prendi in paranoie.

Quindi...

ivanisevic
15-06-2005, 01.01.29
Foll, hai perfettamente ragione, il problema è che io se mi sta cornificando, non lo potrò sapere mai!

Il suo ex NON lo so che lo era.

E lei ha questa filosofia: se è stata una cosa totalmente insignificante, perchè rovinarti l'equilibrio e dirtelo?

Questo mi fa ammattire.

Mischa
15-06-2005, 01.08.51
Originally posted by ivanisevic
Glie l'ho detto, mi ha risposto quello che hai detto tu, che era esattamente la stessa cosa che pensavo anche io avrebbe risposto.

Complimenti, allora riesci anche a ipotizzare quali siano le reazioni altrui, a volte. Non a sufficienza da intuire quali potrebbero essere nel caso che tu "innocentemente" apra la loro posta per leggerla e cambi la loro pswd di accesso, però è un passo avanti. O forse no? Perché se ti rendi conto di una cosa, allora forse avresti potuto renderti conto anche dell'altra... ah, ma dimentico, ormai è scontato che quella è andata liscia, passiamo oltre, no?


Il punto è: lo sapevi che per ora sto così...perchè l'hai lasciato in borsetta? No, il punto è: siccome hai appena fatto una troiata gigante, anche se lei te l'ha fatta passare, non significa che adesso dopo che ti sei preso il dito puoi prenderti anche il braccio, quindi fatti furbo e non scassarle il cazzo: se tiene il cel spento, son cazzi suoi, e se hai paura, piantala, vattene, scopati una vicina di casa muta, sorda, paraplegica e se hai ancora paura che incontri qualcuno inchiodale la carrozzella al pavimento, ma non stressare una che di pazienza te ne ha già dimostrata.


E poi: le ho mandato 45 min fa un mess dicendole (in breve) "scusa se sono stato indisponente", + due squilli...ancora nessuna risposta. Ma è scema? Cioè, c'è stata la discussione un ora fa e adesso di nuovo non risponde?? Fossi una tizia e avessi uno che mi ha appena spulciato nella posta ed è stato oltretutto talmente lamma da non essere manco in grado di non lasciare traccia (e che inizierei a pensare che me l'ha detto solo perché l'avrei sgamato, a questo punto), e la prima volta che uscissi mi squillasse il cel e fosse lui, mi verrebbe la tentazione di mandarlo a stendere sul serio. Perché allora ciccio bello non hai capito davvero un cazzo. E se le corna non te le ho ficcate fino a mezzo secondo prima, inizio a farci un serio pensiero.


Che devo fare? La chiamo? A che serve? A vedere se risponde!? Chiamala. Sì, chiamala. Serve a vedere se risponde, sì. O più probabilmente a fare in modo che almeno un essere umano esca libero, finalmente, da questa storia che storia non è, da questo simil-dramma in cui vuoi passare per un eroe romantico, per aver fatto una cazzata cosmica, e ancora stai a stressare quando tutti ti hanno detto praticamente "ok, ti è andata bene, ringrazia". Se poi riparti uguale, allora te la cerchi, e l'augurio quindi non può essere che trovarla (se si intende generalmente come soluzione, o trovarlo, più specificamente, per lei, se già non l'ha fatto).

Niente "Vergogna", sorry: ti auguro di avere ragione, ovvero che lei tenga spento il cellulare perché le hai fatto una testa (e due palle) così, e adesso stia scopando con qualcuno. Anzi, meglio, con uno di quelli con cui ti ha detto che sarebbe uscita. Così per lo meno sei contento, e poi puoi lamentarti, e dirti quanto eri stato arguto. E non, assolutamente non, attenzione, scassacoglioni e fasullo.

Trinity^_^
15-06-2005, 01.14.44
insignificante per lei... un macigno per te!!!

Sinceramente se non la si vede in egual modo su questi punti non si va molto lontano...

E' normale, o come dice lei insignificante, avere questi intrallazzi e far finta che non vi siano?!?!!!
Se si è assieme a una persona, secondo me, queste uscite non dovrebbero proprio esserci! Se il mio ragazzo la pensasse così non esiterei 1 secondo a dirgli "ciao bello!". Fiducia e rispetto. Non ci sono? Basta. Finita.

Ivan, come dice Foll è meglio che tu vada a dormire, adesso sei agitato e il raziocinio è andato un po' per le sue... Spegni il cellulare e riposa. Domattina magari troverai una risposta sul cellulare, altrimenti chiamala e dille che non condivi la sua visione del rapporto a due.

Sogni di platino ^__-

azanoth
15-06-2005, 09.10.57
Originally posted by ivanisevic

Il punto è: lo sapevi che per ora sto così...perchè l'hai lasciato in borsetta?



Così non va Ivan,proprio no...l'unico modo per vivere decentemente e in pace con se stessi consiste nel diventare spiritualmente autoctoni e comunicare con gli altri alla pari...non sai quanto tutta questa insicurezza stia deteriorando te e probabilmente la situazione stessa.

:birra:

zio_lucas
15-06-2005, 09.49.08
Originally posted by ivanisevic



O forse sto solo diventando un coglione geloso paranoico.




e xchè scusa??? assdsolutamente no...
sfiderei chiunque al tuo posto a parlare di paranoie...

ma caxxo, parlo pèer esperienza personale, molti faciloni a parole dicono "evvabbè come sei geloso e paranoico ecc ecc..." qua non è questione di paranoie ma è questione di tenerci ad una persona e tenerci ad un rapporto e quindi amare veramente non solo x passione...devo dirti una cosa...tu non sei affatto geloso e paranoico anzi sei una splendida persona e lei è fortunata xchè le permetti di frequentare tutti i sui amici maschi, fossi al tuo posto non lo permetterei al costo di soffrirne molto stando da solo...non farti delle paranoie pensando che le tue sono fisse e paranoie tu prova soltanto a fare serenamente il punto della situazione dentro di te e soprattutto cerca un dialogo efficace con lei...chiaritevi e falle capire che stai soffrendo per questa situazione...il mondo è merda e i maschi soprattutto sono merde (mi ci metto anch'io nella marmaglia), parla, parla, dialoga e ancora dialoga, chiaritevi e ancora chiaritevi e non pensare i tuoi o suoi errori cercate di ripartire da 0 mettendo i vostri sentimenti in chiaro...miRaccomando...

:birra: :birra: :birra:

destino
15-06-2005, 09.50.49
che poi a che serve a farti le paranoie a distanza?

Magari lei nn sta facendo niente e tu ti fai le pippe mentali e ci stai male, oppure lei si sta facendo strombazzare dalla sua compagnia di amici in una delle gang bang che ricordera per tutta la vita e allora sono 2 le cose che puoi fare:

1. ci tieni a lei ma soprattutto al vostro rapporto di reciproca sincerita e chiarite tutto dicendovi cosa succede sul serio cercando di risolvere l'eventuale problema o in caso di tue paranoie spiegandole le tue insicurezze e vedendo di trovarci una soluzione
2. te ne strafotti basta che lei, quando sei vicino, te la da e trombate felici e contenti ognuno con la propria liberta e segreti

ovviamente tutto dipende dal tipo di rapporto che vuoi avere con lei, io un rapporto senza sincerita nn lo concepisco, cosi come nn lo concepisco senza l'assoluta fiducia dell'uno verso l'altro

zio_lucas
15-06-2005, 09.54.30
Originally posted by destino


oppure lei si sta facendo strombazzare dalla sua compagnia di amici in una delle gang bang che ricordera per tutta la vita e allora sono 2 le cose che puoi fare:





ti dico io due cose che potresti fare:
1) utilizza parole meno condite
2) sensibilizzati un po' di più

destino
15-06-2005, 10.07.01
Originally posted by zio_lucas

ti dico io due cose che potresti fare:
1) utilizza parole meno condite
2) sensibilizzati un po' di più



1) la realta è fatta di fatti piccanti ;)

2) parlo per esperienza diretta, daltro canto l'ho trovata io la mia ex che si spupazzava un mio amico :asd:

Gi01
15-06-2005, 10.35.03
Ivan, Ivan... Te alle volte hai grossa crisi.

Parto dall'abc che se il tuo istinto ti rizza le antenne, allora probabilmente qualche avvisaglia ci sta. Se te lo senti dentro, in genere hai ragione.

Con questo non dico che si stesse trombando mezza città (vedi discorso di Destino) ma che magari sai che questa strada porterà alla distruzione della vostra storia.

Hanno già detto tutto gli altri: o le parli al 100%, al rischio di sembrare paranoico (e se ti lascia, pochi cazzi: non era la storia per te, non è un rapporto bilanciato; se non ti lascia e cambia...lo è), o stai zitto, ti calmi e ti tieni questo strano rapporto cercando di fartelo bastare e goderne dei momenti che puoi. La penso praticamente come Destino.

Se posso osare, pur non essendo nessuno e leggendo la storia per interposta persona, tutto questo non mi piace. Non mi piace come si comporta lei, come reagisci tu, come ci stai e come a suo modo lei se ne freghi pur alle volte donandoti pillole di dolcezza ed affetto, come la lettera di ieri.
Ribilancia e reimposta meglio 'sta storia, altrimenti ci impazzisci.

azanoth
15-06-2005, 11.00.44
Originally posted by Gi01


Se posso osare, pur non essendo nessuno e leggendo la storia per interposta persona, tutto questo non mi piace. Non mi piace come si comporta lei, come reagisci tu, come ci stai e come a suo modo lei se ne freghi pur alle volte donandoti pillole di dolcezza ed affetto, come la lettera di ieri.
Ribilancia e reimposta meglio 'sta storia, altrimenti ci impazzisci.

*

Ef.Di.Gi
15-06-2005, 12.13.11
E chi fu tacciato di esagerazione?:rolleyes:

ivanisevic
15-06-2005, 14.02.36
Questa mattina ci siamo sentiti.
Io ieri notte sono andato a letto, ma non ho dormito.

Non vi dico cosa è successo dopo perchè è angosciante....

Questa mattina ho saputo altre cose che mi hanno fatto un male pazzesco, forse averle guardato la posta non è stato poi così grave, aveva ragione lei.

Mettendo da parte 10.000 discorsi, il succo alla fine è questo:

Noi ci siamo conosciuti la scorsa estate, sembra una storiella estiva ma è andata oltre.
I problemi ci sono: oltre alla distanza c'è il fatto che lei a 27 anni, io solo 23, e questo oggettivamente crea squilibrio.
Lei è laureata in lingue e lavora da tempo, io studio ancora legge.

Dopo un anno, in cui abbiamo vissuto solo "al presente", nell'ultima settimana sono sorti dei problemi.

Io sono diventato "geloso", per non usare altri termini.
Purtroppo però non era una sensazione infondata....
Non so come sia possibile, ma ho cominciato ad avere questa percezione (e a fare lo scassaminchia) nello stesso giorno in cui è successa una cosa che ometto di raccontarvi (non sono corna ma kmque non è una cosa piacevole).

Se non avessi avuto questa percezione e non avessi fatto lo scassaminchia, probabilmente non avremmo affrontato la discussione seria di stamattina e la nostra relazione sarebbe andata a dissolversi col tempo, quindi da un punto di vista è meglio così.

Il succo è questo: noi non stavamo insieme da prima e POI ci siamo dovuti allontanare.
Noi ci siamo conosciuti per caso in Sicilia, ma non siamo mai stati vicini.
Si è sviluppato un bel rapporto, sentendosi ogni giorno e vedendosi ogni mese, solo pochi giorni. Si è sviluppato lentamente, per forza di cose.
In questo anno siamo stati, anche se da lontano, l'uno il punto di riferimento dell'altra.
Abbiamo passato insieme tutte le occasioni importanti, a capodanno siamo andati in Germania e Pasqua ero da lei e a parte questo non c'è stato un solo giorno in cui non abbiamo sentito il bisogno di sentirci. Dall'estate scorsa a oggi ci sono stati 10 e + spostamenti in tutto tra i miei e i suoi per vederci ogni mese o quasi.

Resta il fatto che questo non è ancora un rapporto concreto.
E' la proiezione, la prospettiva di un rapporto.

Io mi sento innamorato di lei, ma conosco solo una parte di quello che è.
L'ho vista sempre da sola con me, tranne in rarissime occasioni.
Non posso dire di amarla, perchè è una parola che abbraccia una sfera ampia, totale.
Io ad esempio, non l'ho mai vista con altre persone, con degli amici, non l'ho mai vista relazionarsi con altri..
Non la conosco in un sacco di gesti e cose della quotidianità che ho voglia di vedere coi miei occhi.

ivanisevic
15-06-2005, 14.03.14
Lo stesso ovviamente vale da parte sua, lei di me conosce solo una parte, non mi ha mai visto "fuori" dal nostro nido.

Senza dubbio questo in parte può falsare le cose.
Finora non ci eravamo mai seriamente posti il problema di parlare del nostro futuro. O meglio, io ci ho provato, ma lei sembrava non avere molti progetti.
Mi diceva che le piace viver questa storia al presente...ma io oggi ho capito che se non prendevo un pò in mano la situazione saremo andati a sbattere contro un muro, io soprattutto.

Così le ho chiesto di pensare un pò a me e noi insieme, al "futuro".
Il futuro dice che io finisco la triennale fra un anno, e se la voglio finire qui a Palermo bisogna aspettare un anno prima di poter andare a Bologna a fare il biennio ed avvicinarmi (di molto) a lei.

Lei mi ha detto cosa pensa, e mi sembra una cosa saggia, io sono daccordo con lei.

Come dicevo noi non ci siamo dovuti separare, dopo essere stati insieme un anno...ci siamo conosciuti per caso una settimana qui, ma poi ci siamo avvicinati da "lontano", vivendo una rapporto solo a metà, con tutti i limiti che porta vedersi 2 giorni al mese.

Non siamo in una situazione tale da poter dire "vabbè, stiamo lontani un altro anno, poi ci riavviciniamo.." perchè vicini non ci siamo mai stati.
E' questa l'anomalia della questione...

E se poi vivendo una relazione "normale" (non che da lontano sia anomale di per se, ma è anomala in base ai presupposti di cui sopra) non dovesse andare?
Se non vederla o vederla poco non ha fatto altro che farmela idealizzare....farmi cogliere tutti gli aspetti positivi e oscurare quelli "scomodi"?

Obbiettivamente, non si può dire, "vengo da te per realizzare il nostro sogno d'amore".

Si può dire: "proviamoci, vieni qui, un altro anno lontani non ci porterà da nessuna parte".
Questo è quello che ha detto lei

Oppure, chiudiamola qui.
E questo l'ho detto io.

In parole povere le cose sono 2: o ci vado a settembre, o la chiudiamo qua, così non si va avanti.
Se no l'anno prossimo davvero io mi trovo cornuto come un alce e lei pure.
Non per lo spirito di tradire o per soddisfare bisogni sessuali....ma non si può nemmeno dire a una ragazza di 27 anni "stai lontana da ogni essere possa cominciare a interessarti, perchè anche se non sono ancora una certezza, un giorno sarò da te!"
Potrei farle perdere solo tempo..

Bisogna decidere se andare da lei o meno.

Ora, io, come alcuni sanno, è da tempo che medito sulla necessità di spostarmi. Palermo ultimamente mi fa stare male, la facoltà fa letteralmente schifo, le persone, a parte pochi amici come fratelli, le sopporto a mala pena....

Io mi sarei kmque spostato alla fine del triennio...si tratta di anticipare di un anno.

Un anno in cui mi sarei trovato davanti tutte le materie lasciate per ultime, non perchè + difficili, ma perchè qui a palermo, gestite da malati mentali alle cattedre, gente che boccia 76 ragazzi su 81 in una sessione, vantandosi di non aver mai scritto un libro e paragonandosi per questo a Socrate e Gesù Cristo. Pazzi esaltati.

Finora obiettivamente mi sono mancate un pò di palle.
Insomma, qui sto benissimo: la mia famiglia è la migliore che una persona possa sperare di avere; i miei genitori mi amano e si amano; mio fratello è un adorabile rompi coglioni; i miei amici sono buona parte della mia vita...ma da sempre sento una spinta verso fuori...

Mi è mancato il coraggio...non sono riuscito a trovarlo solo dentro di me.

Ora c'è anche lei, non è tutto, non è una garanzia, non è detto che questa storia andrà avanti da "vicini", ma mi basta per togliermi alcuni dubbi.

L'ho sempre pensato di dover partire, ora basta, se questo stimolo in + può essere d'aiuto ben venga, partirò un anno prima!

Ora lo so, "la vita è tua"..."non puoi partire x lei ma per te"...ecc ecc..

E' vero, ma io in questo momento lo sento, x me restare infognato a Palermo non va bene. Sono in una posizione statica e inerte da troppo tempo, devo darmi una scossa, qui è tutto immobile.

Ora stacco un pò la spina, studio, do la materia odiosa lunedì, poi mi rilasso un pò e cerco di chiarirmi un pò di idee, mi sento confuso confuso confuso.

Le ho detto che è meglio se non ci sentiamo per un pò, da un anno non c'è stato un solo giorno senza sentirla, vorrei vedere come mi sento, vorrei prendere questa decisione con maggiore consapevolezza possibile.

Ora vado a mangiare, scusate ancora per lo sfogo chilometrico.

follettomalefico
15-06-2005, 15.04.22
Bene. Nulla da dire Ivan, solo buona fortuna :)

andreone82
15-06-2005, 15.18.49
dovevi farti l'undicesimo comandamento....ovvero fatti i c.... tuoi..
spero che ti vada bene lo stesso....:dentone:

friskio
15-06-2005, 15.41.19
:ciaociao
Ivan.........leggendoti ho riletto un po' di me...... ;)

ti dico solo che se senti questa spinta ascoltala........

vedrai che se deve andare andrà benissimo............se no......nessuno ti impedisce di tornare al tuo "casolare".....

Meglio buttarsi piuttosto che vivere di rimpianti come ogni tanto succede a me.
Mi sarei dovuto buttare (nn dal ponte), lasciare gli amici per seguire il mio istinto e forse adesso nn sarei qui a scriverti sul forum ma sarei dove avrei voluto essere.........vicino a lei.

La lontananza l'è una brutta bestia, lo so, ma se puoi ridurla fallo.....nn te ne pentirai! ;)

ivanisevic
15-06-2005, 16.12.19
Originally posted by follettomalefico
Bene. Nulla da dire Ivan, solo buona fortuna :)

Grazie Foll! :)

Tra l'altro sono molto sereno e contento ora.
Era una cosa nell'aria da tanto tempo, dovevo solo convincermi, la mia inerzia mi faceva trascinare l'idea senza farla venire fuori.

Dal punto di vista universitario Bologna è la migliore Giurispr d'Italia, e peggio di qui non può andare.
So già che troverò gli stimoli che qui avevo smarrito, sono sicuro che è la cosa migliore.

Poi per il biennio, con cognizione di causa, scegliere dove proseguire.

Fra un pò parte la campagna "amici di ivanisevic" tra i bolognesi del forum che vorranno darmi un pò una mano, per info, supporto ecc...

Per il resto dovrò cavarmela da solo, speriamo di riuscire a passare dalla porta per allora :ciaociao

Qfwfq
15-06-2005, 16.22.15
Originally posted by ivanisevic
Fra un pò parte la campagna "amici di ivanisevic" tra i bolognesi del forum che vorranno darmi un pò una mano, per info, supporto ecc...


Non per approfittare del tuo topic, né tantomeno dell'eventuale squisita cortesia di chi vorrà risponderti, ma poichè anche io sarei interessato all'ipotesi di trasferimento presso l'Ateneo di Bologna in coincidenza con l'inizio del prossimo anno universitario sarei grato per il medesimo genere di informazioni. Grazie.

Gi01
15-06-2005, 16.50.58
Mi raccomando...pondera le tue scelte, e non legarle assolutamente e solamente a lei.
Medita sul fatto che lei ha 27 anni. Non sono tanti, ma non è la 14enne che si potrà avventurare ancora in tante storie del cazzo; il tempo di scelte più definitive e impegnative potrebbe essere dietro l'angolo.
Ricostruire tutto da zero o quasi non è mai facile, sappilo.

Metti tutto sulla bilancia, ed in bocca al lupo.

SuperGrem
15-06-2005, 18.29.56
Vai aBologna, vacci, non importa se stai con lei o no, ma almeno cominci a fare esperienza da solo. Ti farà senz'altro bene. ;) :birra:

destino
15-06-2005, 18.37.26
Originally posted by Qfwfq
Non per approfittare del tuo topic, né tantomeno dell'eventuale squisita cortesia di chi vorrà risponderti, ma poichè anche io sarei interessato all'ipotesi di trasferimento presso l'Ateneo di Bologna in coincidenza con l'inizio del prossimo anno universitario sarei grato per il medesimo genere di informazioni. Grazie.

/me cerca una casa per Q e ivanisevic :asd:

Arael
15-06-2005, 20.24.28
Originally posted by Qfwfq
Non per approfittare del tuo topic, né tantomeno dell'eventuale squisita cortesia di chi vorrà risponderti, ma poichè anche io sarei interessato all'ipotesi di trasferimento presso l'Ateneo di Bologna in coincidenza con l'inizio del prossimo anno universitario sarei grato per il medesimo genere di informazioni. Grazie.

Ecco, allora siamo in tre :p

Anch'io, passata sta cazzo di maturità e passata quest'estate, mi trasferirò, finalmente, a Bolo (tra l'altro per lo stesso motivo di Ivan).

Comunque anch'io, leggendo Ivan, ho riletto molto di me. Le paranoie (entro i limiti) fanno parte del gioco, ma in ogni caso ti consiglio vivamente di trasferirti a Bologna, provare come vanno le cose e se non vanno, amen, sei in una città dove non ci sono troppi problemi se uno vuole distrarsi :D

Nella mia condizione sono sempre stato propenso a pensare che da un lato con la mia ragazza potrebbe finire anche domani (*sgrat sgrat*), ma dall'altro potrebbe essere lei la donna della mia vita, quindi conviene sempre provare e scoprirlo da sé.

Ef.Di.Gi
15-06-2005, 20.37.55
ANDATE TUTTI A BOLOGNA A FARVI LE CANNE! DROGATI!:tsk:

Fabio
15-06-2005, 20.40.47
Allora è proprio vero che le bolognesi sono brave a fare certe cose... :asd: :asd: :asd:

Arael
15-06-2005, 20.46.04
Originally posted by Ef.Di.Gi
ANDATE TUTTI A BOLOGNA A FARVI LE CANNE! DROGATI!:tsk:

E stalinisti.

Comunque il senso é quello :D

ivanisevic
15-06-2005, 20.55.52
Ragazzi ho una novità GRANDIOSA!!!!

Tempo di trovare 3 minuti e vengo qua a scriverla, porca miseria ma mi era rincoglionito a non arrivarci prima????

Restate sintonizzati!

destino
15-06-2005, 21.16.20
Originally posted by ivanisevic
Ragazzi ho una novità GRANDIOSA!!!!

Tempo di trovare 3 minuti e vengo qua a scriverla, porca miseria ma mi era rincoglionito a non arrivarci prima????

Restate sintonizzati!

ecco la foto delle corna :look:

Squizzo
15-06-2005, 21.21.33
Originally posted by destino
ecco la foto delle corna :look:

oppure lei è incinta e per questo si comportava in modo strano... :look:

nageki
15-06-2005, 21.49.36
che bello maestro! dopo potrò romperle le bolas piuttosto spesso! pensi, anche io dovrei studiare in quel di Bologna :D
:asd:

ivanisevic
15-06-2005, 21.51.29
No no...è molto + semplice.

Io non sono mai stato così con lei, da qualche giorno non mi riconoscevo +...

O meglio, mi sentivo come sono stato 4-5 anni con quella che è stata la persona + importante della mia vita adolescenziale e forse anche in assoluto.
Ossessivo, fissato, costantement preoccupato, masochista, mi contorcevo le budella pensando a cosa sarebbe successo se l'avessi persa.

Ora, non so perchè mi è successo di nuovo ora..

Forse questa storia passata mi ha condizionato troppo e ancora a volte ne sento il peso.
Mi ha dato una cognizione dell'amore basata sulla sofferenza, sul dover inseguire, sullo stare male.
In pratica negli ultimi giorni avevo cominciata a vederla allo stesso modo con Ila.

Terrore continuo...di perderla, di essere tradito, di non essere + ricambiato...
E tutto questo mi ha partato da una parte ad esasperare in eccesso la manifestazione dei miei sentimenti verso di lei...da un altra a uno stato di paranoia e malessere con me stesso!

Ho fatto una cosa che...chiamandola in maniera simile ad alcune cose che studio, prende il nome di "inversione dell'onere della prova".

Non devo essere io a controllare, a verificare di non essere traditom perchè il fatto che NON accada è la normalità del rapporto, com'è stato finora!

L'ho spaventata!
Per l'ennesima volta nella mia vita stavo per buttare giù qualcosa che avevo costruito con tanta cura.....da solo...solo con le mie mani!

Lei era tranquilla...contenta di come andava..e anche io!

Era contenta se le dicevo a Settembre spero di essere a Bologna!

I casini di oggi sono serviti anche a farmi dire con certezza, che a Settembre sarò la...ma al tempo stesso l'hanno spaventata ulteriormente!

Insomma uno che si comporta in maniera così paranoica, atterrito all'idea di cose che non esistono.....è chiaro che ti spaventi e ti senti responsabile a dire "ma si guarda, se vieni io sono qui!".

L'ho portato a doversi spaventare di una cosa alla quale pensavamo dolcemente, ma sottovoce, senza squilli di trombe.

Ora sto tornando in, era ora porca miseria!!!

Cosa ho pensato??
In questi giorni...non è che ho messo me dietro di lei...ho proprio tolto di mezzo ME!
Io non sono un egocentrico, fissato con ME ME ME, a me piace pensare che lei possa essere il mio universo, ma non il mio incubo!

Ho risolto tutto, nella mia mente devo ammettere, un pò psicolabile, tagliando alla radice il problema, trasformandolo nella normalità, in quello che è sempre stato il mio comportamento!

Io mi fido, al tradimento non ci penso nemmeno, NON fa parte del nostro rapporto....capita? CIAO!

Mi comportavo come se dovessi evitare che accadesse, e come se in quella eventualità, devessi portare sulla spalle il peso di quel dolore, continuando un rapporto con lei da "sottomesso".

Non è affatto così!!!

Lei non mi tradirà, ma se succede...A CASA, TANTI SALUTI!
E vuol dire che doveva andare così!

E da oggi non ci si pensa più, torno in me e la smetto di fare il piagnucolone che non mi si addice.
Al massimo un pò il pagliaccio, ma piagnucolone no!

Quindi interrompiamo questa insensata inversione dell'ordine naturale della cose, e pensiamo a goderci questo presente.

Non vuol dire che al futuro non si pensa, ma nemmeno di può organizzare!

Non si può dire "quando sarò li, "proveremo" a stare insieme, vediamo se stiamo bene così come ora...!

E' una cosa che verrà da se! Se avremo voglia bene, altrimenti amen, dovrò pur cercare di valorizzarmi un pochino di +!

Certo, non prenderla proprio come la mamma che mi vede come il ragazzo + bello intelligente e desiderabile del mondo...ma porca §§§§§§§ nemmeno fossilizzarmi, annullarmi, e sostituire il mio ego con un alter from me!

E mi diaspiace se a un certo punto sembro + superficiale ma non è così, si può essere romanticissimi e dolci senza farsi del male, anzi tuttaltro.

Bene, passando al capitolo Bologna, il pensiero che altri di voi si stiano organizzando mi elettrizza, o quanto meno mi fa sentire molto meno "solo".

Magari più in la apro un topic apposito così tutti quelli che hanno bisogno di info hanno uno spazio.

Ahhhhh ho finito!

ivanisevic
15-06-2005, 21.52.28
Originally posted by Qfwfq
Non per approfittare del tuo topic, né tantomeno dell'eventuale squisita cortesia di chi vorrà risponderti, ma poichè anche io sarei interessato all'ipotesi di trasferimento presso l'Ateneo di Bologna in coincidenza con l'inizio del prossimo anno universitario sarei grato per il medesimo genere di informazioni. Grazie.

Ma tu che studi?

Qfwfq
15-06-2005, 22.02.56
Storia medievale.

ivanisevic
15-06-2005, 22.17.38
Originally posted by Qfwfq
Storia medievale.

Che palle! :D

Non credevo esistesse una facoltà così specifica, pensavo ci fosse storia e basta...

Khorne
15-06-2005, 22.19.09
Originally posted by Qfwfq
Storia medievale.

A Bologna?
Sai quanto è vicina Bologna?
Siamo morti :asd:

Qfwfq
15-06-2005, 22.22.27
Originally posted by ivanisevic
Che palle! :D

Non credevo esistesse una facoltà così specifica, pensavo ci fosse storia e basta...

La facoltà è di Lettere e Filosofia, Dipartimento di Scienze Storiche, corso di laurea in Storia Medievale. Tre anni più due di specializzazione, più eventuale master.


Originally posted by ivanisevic

A Bologna?
Sai quanto è vicina Bologna?
Siamo morti


Prima devo riuscire ad arrivarci a Bologna, una cosa che sarei dovuto riuscire a fare già due anni fa. In questo caso il fallimento non è contemplato; o per meglio dire, non è contemplata alternativa al fallimento, ragion per cui mi rimane di riuscirci od allestire un onorevole suicidio.

ivanisevic
15-06-2005, 22.26.27
Originally posted by Qfwfq

Prima devo riuscire ad arrivarci a Bologna, una cosa che sarei dovuto riuscire a fare già due anni fa. In questo caso il fallimento non è contemplato; o per meglio dire, non è contemplata alternativa al fallimento, ragion per cui mi rimane di riuscirci od allestire un onorevole suicidio.

Ma allora siamo proprio sulla stessa barca!! Prendiamo casa insieme? :ciaociao

Qfwfq
15-06-2005, 22.28.13
Possiamo discuterne, anche se ovviamente non nel topic.

ivanisevic
15-06-2005, 22.43.46
Originally posted by Qfwfq
Possiamo discuterne, anche se ovviamente non nel topic.

Certo. Intanto io penso a muovermi con queste materie di giugno-luglio che in questi giorni mi sono proprio bloccato!

Qfwfq
15-06-2005, 22.44.35
Gut, allora attenderò tue notizie.

Trinity^_^
15-06-2005, 22.54.50
Sono contenta che tu abbia scelto la strada per Bologna, è un'esperienza comunque di vita. Vedrai, non te ne pentirai ;)
In bocca al lupo!



p.s.C'è una bella specializzazione per informatica?! Mi sto stancando di Milano... magari cambio aria... :D (/me in crisi di mezza università!)

ivanisevic
15-06-2005, 23.16.08
Grazie Triny, grazie a tutti ragazzi, per il supporto morale.

Questa parentesi infernale durata quasi una settimana direi che è finita.

Devo essere sincero, forse un giorno riuscirò a vederla come un esperienza positiva, ma adesso, senza paranoie ne drammi, sento solo un pò di tristezza, una cosa quasi fisica, una piccola stretta nello stomaco.

E' quella sensazione che provo tutte le volte che mi trovo costretto a fare un passo indietro. Tutte le volte che ho corso troppo e mi sono perso un pò per strada. Tutte le volte che sono arrivato a un passo dal traguardo, e mi sono fermato e ho rimandato tutto.

Gi01
16-06-2005, 02.15.32
Duuuuuuuuuuuunque, se vi trasferite a Bologna tutti assieme, /me si prenota per weekend di morte.

Ivan, un we con me, Khorne e Q e torni filato a Palermo :asd:

Prossimo raduno nella QIvan's house :metal:

Già rido :roll3:

Venendo al topo, ho notato...


Originally posted by ivanisevic
...Ila.

.
.
.
.
.
.
NAGEKI, CHE STAI COMBINANDO :look:

Zaorunner
16-06-2005, 02.17.56
Originally posted by Gi01

Prossimo raduno nella QIvan's house :metal:



Una mera ora di treno.

Glorfind3l
16-06-2005, 05.00.53
E via di more, prenoto posto anche io, e stavolta vengo anche se mi si sbriciolano i coglioni causa malattia non ancora studiata ecco, che devo rifarmi per la scorsa volta :asd:

ivanisevic
16-06-2005, 09.35.51
Che bello, ieri l'ho sentita e le ho detto tutte le novità, sembra si sia resa conto che è stata una parentesi paranoica di 2 giorni, era molto contenta, sembra tutto tornato come prima, abbiamo deciso che andiamo 10 giorni alle eolie!

Yuppiiiiiiiiii!!!!!!!! :D

Glorfind3l
16-06-2005, 13.45.36
:D

ivanisevic
17-06-2005, 20.45.10
Ciao ragazzi, scusate se riesumo questo topic, ma ho ancora bisogno di scrivere qualcosa, vorrei sapere cosa ne pensate voi.

Come vi ho detto sembrava che le cose si fossero sistemate.

Io ho passato due giorni d'inferno, li ho fatti passare anche a lei, e l'ultimo giorno in particolare siamo stati due ore al tel, durante le quali, prima di rinsavire e tornare in me, ho espresso il massimo di paranoia che un essere umano possa esprimere.

In serate poi come vi ho detto sono tornato in me, lo ho parlato, lei era contenta, non so quante volte mi ha detto che mi vuole bene e che era contenta.

Solo che ieri e oggi le cose sono andate diversamente.

Io, poco a poco, lentamente, sto davvero recuperando un pò di equilibrio mentale che per una settimana avevo smarrito...ma lei ha qualche problema ora.

Dice che si è spaventata.
Le ho fatto paura, dice che ha paura di farmi male....
Io, in un momento di estrema debolezza, mi sono fatto vedere anche troppo debole, troppo fragile, come se lei potesse farmi tutto il male del mondo e portarmi nell'abisso.
E in questa storia, che kmque, data anche la momentanea lontanaza, ha mantenuto sempre connotati di leggerezza e naturalezza, quello che lai ha visto, anche se solo frutto di un esaspertazione momentanea, l'ha cambiata.

Non è + se stessa...non riesce + a dirmi una cosa "carina", senza pensare che potrebbe ritorcersi contro di me.
Ha paura di ferirmi, dice che se sono stato così male dobbiamo frenare perchè se si va avanti e dovesse capitare di nuovo lei non vuole + vedermi stare male in quella maniera.
Dice che se no si sente responsabile.

Io le ho detto in tutti i modi che è stato un problema solo mio, che ho montato e smontato tutto da solo, che mi sono fatto prendere due due giorni di follia, un pò per nervosismo, un pò per l'esame che si avvicina ecc...e ho fatto tutto da solo.

Le ho detto che non ha senso vivere un rapporto cercandi di limatarsi, di misurare le proprie parole, temendo di dire un "ti voglio bene" di troppo, che domani magari potrebbe ritorcersi contro di me.

Il problema è che di queste cose non ci si convince con le parole.

Non sarò io dicendole queste cose a farle passare questa sensazione di "paura" che ha dentro.

Io penso che attualmente l'unica soluzione possa essere il tempo....continuare a sentirmi, tutti i giorni "normale", sereno, come prima, senza paranoie.

Forse così le passerà la paura che il mio sentimento stia diventando + grande del suo o che possa ferirmi.

Sono convinto che vederla sarebbe immediatamente risolutivo: mi sono accorto che una cosa che credevo fosse puramente fisica, come fare l'amore con lei, ha un valore enormemente curativo, cura l'anima!

E non potrebbe + spaventarsi di avermi detto una cosa dolce "di troppo", dopo avermi visto, abbracciato, fatto l'amore ecc...èerchè già mia avrebbe dato senza parole, molto + di quanto poteva stare in una frase.

Ora mi sento "sereno", dentro di me.
Non ho paranie, non ho paura di "me".
L'unica cosa che tempo è di aver cambiato lei per sempre...

Insomma, io non lo so se sto dicendo una minchiata o no, e gran parte di quello che vorrei sapere da voi è questo: pensate che il suo attuale stato mentale possa davvero non essere + recuperabile?
Che quello di bello che si è costruito in un anno possa essere leso così da una paura che si annida come un tarlo nella sua mente e non la lascia +?

Ciao..

destino
17-06-2005, 20.48.08
deve esserle piaciuta la trombata dell'altro giorno mi sa... :doubt:

ivanisevic
17-06-2005, 22.09.54
Originally posted by destino
deve esserle piaciuta la trombata dell'altro giorno mi sa... :doubt:

Di quale trombata stai parlando? Se non hai letto bene la discussione o no ne hai capito niente lascia perdere!

Ma può essere mai che se non metti in un post la parola "trombare" non sei tu?

Sei proprio fissato..

follettomalefico
17-06-2005, 23.02.09
Il tarlo è nato da te e si propaga...


Però, sinceramente, è mia opinione che sia più deleterio che utile fare l'amore per 'risolvere', ma ovviamente è solo una mia idea. Non si usa come una cura, nell'Amore, imho.



Per il resto, vedi un po' tu. Non credo che vi sia molto che possiamo dire al momento.

azanoth
18-06-2005, 06.16.43
Originally posted by follettomalefico
Il tarlo è nato da te e si propaga...


Però, sinceramente, è mia opinione che sia più deleterio che utile fare l'amore per 'risolvere', ma ovviamente è solo una mia idea. Non si usa come una cura, nell'Amore, imho.


Per me non è solo un'idea,ho avuto modo di constatarlo in passato e quoto Foll: l'essenzialità di un rapporto vive di cucina e soggiorno più che di stanza da letto.

:birra:

ivanisevic
18-06-2005, 10.20.39
Originally posted by azanoth
Per me non è solo un'idea,ho avuto modo di constatarlo in passato e quoto Foll: l'essenzialità di un rapporto vive di cucina e soggiorno più che di stanza da letto.

:birra:

Ragazzi, io sono perfettamente daccordo con voi, la cosa migliore è farlo sul tavolo della cucina! :D

Scherzo...voglio dire, forse ho enfatizzato troppo un singolo punto della questione...io volevo dire che secondo me quello che può fare bene adesso è vedersi...

E kmque l'importante è che io non abbia fretta, insomma...è il primo problema "serio" che abbiamo da un anno, e il "momento di massima tensione è stato appena 2 giorni fa, non devo e non posso pretendere che tutto torni immediatamente rose e fiori...sarebbe infantile, se ci si buole bene, con calma, queste cose si superano.

Ora cerco di pensare un pò + a me, studio, a la lascio tranquilla senza farle nessun tipo di pressione...

d3Nd3
20-06-2005, 17.51.46
Sono un po' in ritardo su questo thread, e ne ho letto solamente la prima ed ultima pagina. Nondimeno, mi sento di esprimere tutta la mia comprensione nei confronti di ivanisevic.

Sia chiaro, non approvo quello che ha fatto; sono una persona che solitamente pensa agli affari propri, e se vedo una carta sul tavolo di qualcun altro mi persuado di non sbirciare. Conosco benissimo, però, le sensazioni che si provano venendo a conoscenza di una serie di informazioni le quali avranno poi un grosso impatto nella nostra vita, volenti o nolenti. L'informazione è uno strumento molto potente, ma allo stesso tempo molto pericoloso: può essere un magnete alla cui forza non sappiamo resistere, nonostante i nostri buoni propositi e le nostre convinzioni morali.

Ci sono delle volte in cui sarebbe meglio rimanere ignoranti: evidentemente, la storia di ivanisevic rientra in tale casistica.

In bocca al lupo :birra: