PDA

Visualizza versione completa : Terroni cervelloni e polentoni...



Cocitu
27-05-2005, 21.39.05
analfabeti

FONTE (http://www.ansa.it/main/notizie/fdg/200505272032200786/200505272032200786.html)

Adesso chi glielo và a dire a Bossi?

Ef.Di.Gi
27-05-2005, 22.04.09
X

Elrond.
27-05-2005, 22.15.19
E dove sono più lavoratori?

Brus
27-05-2005, 22.22.27
Ma han fatto un sondaggio in base a dove vivono le persone o in base alle origini? :asd:
E poi è vero, al sud son tutti laureati = avvocati..o è semplice diventarlo ( :asd: ) o si impegnano sapendo che è un ramo redditizio, da quelle parti :asd:

Cocitu
27-05-2005, 22.23.21
Originally posted by Elrond.
E dove sono più lavoratori?

quindi si rimane analfabeti perchè si lavora?

guarda che il dato riguarda l'analfabetismo e non la poca istruzione

.Imrahil
27-05-2005, 22.30.54
Se contasse solamente il titolo di studio... :asd:

VM o X
27-05-2005, 22.32.24
Ma soprattutto... dov'è che si fanno più statistiche inutili e/o discriminatorie? :asd:

Cocitu
27-05-2005, 22.35.43
Originally posted by VM o X
Ma soprattutto... dov'è che si fanno più statistiche inutili e/o discriminatorie? :asd:

al nord?

.Imrahil
27-05-2005, 22.40.21
Cocitu, quel che è certo è che con certi rappresentanti, tra l'altro pure avvocati, i meridionali non ci fanno una bella figura :asd:

Constato che non sono soli quelli del Nord ad essere razzisti...

VM o X
27-05-2005, 22.40.46
Era una domanda retorica... :look:

La riposta era 42... :asd:

Cocitu
27-05-2005, 22.42.23
Originally posted by Pantera666
Cocitu, quel che è certo è che con certi rappresentanti, tra l'altro pure avvocati, i meridionali non ci fanno una bella figura :asd:

Constato che non sono soli quelli del Nord ad essere razzisti...

non starai insinuando che il mio è un tread a sfondo razzista?


quali sarebbero poi gli avvocati da te citati?

Elrond.
27-05-2005, 22.45.38
Originally posted by cocitu
quindi si rimane analfabeti perchè si lavora?

guarda che il dato riguarda l'analfabetismo e non la poca istruzione
Sì, l'avevo considerato, difatti la mia non era una conclusione.
Tieni presente che l'indagine riguarda anche la qualità degli studi, a proposito dei "cervelloni" che concludono presto gli studi.
A parte questo, si dovrebbero considerare molte variabili sociali, fra le quali potrebbe rilevare anche la diversa organizzazione del mondo del lavoro e la differente offerta di impieghi non richiedenti qualifica alcuna. Ma sono mere illazioni.

.Imrahil
27-05-2005, 22.49.47
Io non insinuo assolutamente nulla. Sostengo che questo thread parte con una base ideologica prettamente razzista (sentimento che, ci tengo a precisarlo, è presente in una piccola percentuale dei meridionali), e ciò è evidente da alcuni tuoi post.
Cominciamo dal titolo?
Proseguiamo così?

quindi si rimane analfabeti perchè si lavora?
E finiamo in bellezza?




Ma soprattutto... dov'è che si fanno più statistiche inutili e/o discriminatorie?

al nord?


Ah, per la cronaca il rappresentante saresti tu :asd:

Nulla di personale eh, semplici idee :birra:

Dalmo
27-05-2005, 23.15.59
Questo per dire cosa?
La tua è una battaglia contro il nord alimentata solamente dal razzismo.

blamecanada
27-05-2005, 23.41.52
Originally posted by cocitu
Adesso chi glielo và a dire a Bossi?

:)

Dalmo
27-05-2005, 23.46.43
Originally posted by blamecanada
:)
:asd:

Elrond.
27-05-2005, 23.52.45
E' preferibile sbagliare un accento o non saper impostare una discussione?

blamecanada
28-05-2005, 00.16.22
Originally posted by Elrond.
E' preferibile sbagliare un accento o non saper impostare una discussione?

Non discuto su argomenti che non meritano discussione, questi dati statistici non hanno attendibilità, non perché siano falsi, ma perché condotti in modo troppo superficiale.
Comunque l'errore di Cocitu in un topic del genere mi sembrava paradossale.

mErLoZZo
28-05-2005, 00.25.01
cocitu ma poi tu non sei "terrone" scusa, sei isolano..:asd::asd:

Elrond.
28-05-2005, 00.28.25
Originally posted by blamecanada
Non discuto su argomenti che non meritano discussione, questi dati statistici non hanno attendibilità, non perché siano falsi, ma perché condotti in modo troppo superficiale.
Comunque l'errore di Cocitu in un topic del genere mi sembrava paradossale.
Ehi, il thread parla di analfabeti, non di bassa istruzione :asd:
Scherzi a parte, il discorso sull'inattendibilità delle statistiche lo condivido in pieno. Cercare anzitutto di conoscere da chi sono finanziate, sempre.

blamecanada
28-05-2005, 00.30.59
Mi hai fatto sprecar fatica a scrivere per nulla.

Che Giove Pluvio ti maledica! :asd:


Poi mio padre è terronissimo :asd:.

VM o X
28-05-2005, 00.31.52
Originally posted by Elrond.
Cercare anzitutto di conoscere da chi sono finanziate, sempre.

Così mi faccio assumere! :asd:
La cosa migliore ora sarebbe continuare a pigliar stipendio per non far niente... :asd:

EDIT: Editato "spitendio" che non si poteva leggere... :asd:

..Omega.Rav..
28-05-2005, 00.40.03
Ma che cazzata: in Lombardia una persona su dieci tra i 15 e i 34 anni non sa nè leggere nè scrivere (il che significa che non sa scrivere nemmeno il suo nome, non che non è in grado di redigere un comunicato stampa...)? Forse se contiamo gli extracomunitari magari ci arriviamo, forse :asd:


i 'cervelloni', quelli che oltre a saper leggere e scrivere, si inscrivono all'universita' a 19 anni e a 23 sono gia' laureato

che quindi si laureano al 1°anno fuori corso (eh, triennale = 22 anni. +2 di specialistica= 24 anni al limite)


una indagine condotta dal centro demoscopico 'Cierre Ricerche'

che per chi non lo sapesse si occupa di ricerca di mercato e sondaggi d'opinione.

"Lei sa scrivere?" S / N

[edit: gatto lascia un minuto in più o non si ghostposta una fava qua :sisi: ]

Cocitu
28-05-2005, 08.25.28
mi sa tanto che qualcuno, anzi più di qualcuno ha molto frainteso quello che ho scritto.

mai stato razzista ne lo sarò mai.

sono perfettamente conscio del fatto che non sono un pozzo di sapere in materia di ortografia, d'altronde i miei accenti e le mie doppie sono sempre state un'orrore dai tempi delle elementari.
Per noi sardi dover convivere con 2 lingue a volte crea dei casini non indifferenti.

mi fà girare i coglioni che mi si dia del razzista.

io ho riportato dei dati oggettivi, e per quanto opinabili sono pur sempre dei dati che hanno delle basi concrete.

Alborosso
28-05-2005, 09.43.12
Racconto solo un aneddoto personale.
Solo una precisazione sono meridionale di nascita e vivo al nord fin da piccolo.
Come molti ho, un sacco di parenti al sud tra cui una cugina che purtroppo ha molti problemi anche a livello di intelletto e sopratutto di comunicazione. Eppure si e' laureata all'universita' di Messina (una laurea breve in pedagogia), questa persona insegna nelle scuole elementari della zona.
Voi non avete nemmeno idea del tipo di persona, sicuramente una persona buona ma io non gli affiderei nemmeno un criceto da guardare.
Tutto questo per dire che purtroppo il livello dell'insegnamento e della scuola in generale al Sud e' molto meno impegnativo/competitivo che al Nord.

azanoth
28-05-2005, 09.52.28
Tutto il mondo è paese e i fatti della pentola li conosce il cucchiaio che li rimesta.

destino
28-05-2005, 10.24.16
Originally posted by Alborosso
Tutto questo per dire che purtroppo il livello dell'insegnamento e della scuola in generale al Sud e' molto meno impegnativo/competitivo che al Nord.

:roll3:

infatti io per passare geometria devo dare un esame difficilissimo sia scritto che orale a catania e a milano fanno un test a risposta multipla :asd:

nn vi sembra un tantino di generalizzare? :)

Messina come universita è il luogo + corrotto d'italia: un esempio è che quando cercano laureati in veterinaria è espressamente detto "tranne gente laureata a messina" visto che la studiano solo i figli di papa iperraccomandati.

Vuoi venire invece a vedere se all'uni di catania nn si studia o se il livello è basso nelle facolta di ingegneria?
Prego accomodati avrai modo di meravigliarti ;)

samgamgee
28-05-2005, 11.24.16
boh, secondo me ste ricerche sono cazzate...già solo il fatto che considerano l'analfabetismo solo fra i 19 e i 34 anni (e gli altri? tipo i gagni che non vengono mandati a scuola, e gli adulti che non hanno ancora imparato?). In secundis il fatto dei superlaureati lascia un po' il tempo che trova (ti laurei in 4 anni e allora? Uno può aver avuto problemi, aver sbagliato facoltà, aver scelto una facultà più cazzuta, insomma ci sono troppe variabili).
In terzo luogo, una ricerca così alimenta solo le polemiche (e un topic così anche: infatti su una ventina di post la metà sono polemici - se non di più) perchè basata su confronti del cazzo e su suddivisioni del cazzo.

New_Alumir
28-05-2005, 12.35.08
il problema del sud resta sempre il lavoro, cervelloni o no.

Cmq bossi starà imprecando come minimo:asd:

Gilgalad85
28-05-2005, 12.45.08
Sicilia Rulezza :rulez:

Alborosso
28-05-2005, 14.14.48
In effetti generalizzare e' sempre errato, io ho raccontato un caso "limite" sicuramente ci sono realta' scolastiche migliori.
Il fatto e' che o sono un caso particolarmente "sfigato" o e' solo coincidenza ma anche qua' al nord ho avuto esperienze negative con insegnanti "meridionali" ed il fatto che io stesso sia "meridionale" mi fa' incazzare ancora di piu'.
Un insegnante delle medie di mio figlio che per spiegarmi il programma mi dice "ci issi iu ai figlioli" ecc ecc...mi ha fatto cadere le braccia..oppure "stamo fando" ecc ecc..:(

.Imrahil
28-05-2005, 18.02.44
Originally posted by cocitu

mai stato razzista ne lo sarò mai.

mi fà girare i coglioni che mi si dia del razzista.



Non ti si da del razzista. Semplicemente appari come tale... ti ho spiegato sopra i miei motivi. I tuoi toni non mi sono parsi adatti all'argomento, che in Italia è sempre sentito.

Insisto sul dire che il titolo di studio non è, e mai è stato e sarà, indicativo della preparazione lavorativa e della cultura personale.

@ Destino: guarda che i quesiti a risposta multipla sono tutt'altro che facili...

SuperGrem
28-05-2005, 18.08.53
Originally posted by azanoth
Tutto il mondo è paese e i fatti della pentola li conosce il cucchiaio che li rimesta.

:asd:

Cmq rivendico l'ignoranteria del sud!
Noio vulevon savuar...!! :teach:
...che è sta storia che adesso so' più gnurant al nord? :doubt:
Ma che è, il paese dei balocchi?

destino
28-05-2005, 18.20.13
Originally posted by Pantera666

@ Destino: guarda che i quesiti a risposta multipla sono tutt'altro che facili...

ah certo perke ora un quesito a risposta multipla è + difficile di un compito di 2 ore dove devi svolgere tutto alla perfezione :doubt:

tra parentesi il quesito a risposta multipla è la cosa + facile da copiare, alla fine se davvero nn sai niente alcuni li copi e altri li tiri a casaccio e se hai fortuna qualcosa di buono ci esce, invece in un compito se nn sai fare lo svolgimento o copi, e copiare bene in questo caso è molto + difficile, oppure nn combini nulla ;)

.Imrahil
28-05-2005, 18.25.47
È certamente più facile copiare (ammesso che ci si riesca) ma i risultati (io ti parlo di Esame di Maturità, ma credo che il ragionamento si possa applicare anche agli esami Universitari, che, sebbene più difficili, sempre esami sono) sono inferiori rispetto alle domande aperte.

destino
28-05-2005, 18.53.47
Originally posted by Pantera666
È certamente più facile copiare (ammesso che ci si riesca) ma i risultati (io ti parlo di Esame di Maturità, ma credo che il ragionamento si possa applicare anche agli esami Universitari, che, sebbene più difficili, sempre esami sono) sono inferiori rispetto alle domande aperte.

pant partiamo dal presupposto che gli esami universitari sono totalmente diversi da quelli delle scuole superiori.

Ora ti faccio un esempio di uno compito scritto qua:

in un'aula di 250 posti a sedere per ogni fila di banchi ci si siede una sola persona e poi si salta una fila, cosi in un'aula ci sono al max 20-30 persone e in quest'aula durante lo svolgimento girano per banchi 2-3 persone che controllano. Prova a copiare se ci riesci :asd:

Inoltre ti ripeto, con le domande multiple alla fine qualcosa lo riesci a tirare fuori anche per intuizione se hai studiato un po, col compito scritto sbagli un passaggio ( io ho sbagliato in un sistema di 6 equazioni un segno + all'ultimo passaggio) e sbagli tutto :)

samgamgee
28-05-2005, 18.59.57
minchia, vai in un lager, non in un'università :asd:

..Omega.Rav..
28-05-2005, 19.01.23
avete anche i bidelli sulle torrette? :asd:

edit: comunque i test a risposta multipla non si possono per niente copiare, dal momento che (almeno nella mia università) vengono distribuite 5 o 6 versioni del test alternando i candidati con domande completamente differenti... anche volendo, non penso che nessuno avrebbe il tempo di fare ilproprio test e anche quello del vicino

TrustNoOne
28-05-2005, 19.05.26
il 99% delle domande a risposta chiusa e' composto da domande AMBIGUE.

il grado di casualita' dell'esame a quiz e' molto molto piu' elevato di quello dell'esame normale.

Una persona normale puo' studiare quanto vuole ma c'e' un probabilita' altissima che non prenda il voto che merita (secondo i miei canoni), sia in meglio che in peggio.
In un esame a quiz e' praticamente impossibile che il voto rispecchi la preparazione.

Una stima fatta sul momento potrebbe essere di un 60% contro 80%.

Non so se qualcuno ha capito, ma non e' importante

*Svevy*
28-05-2005, 19.07.00
Ma possibile che in Italia nel 2005 ci siano ancora persone che non sanno leggere nè scrivere? E parliamo di giovani non di anziani... Onestamente la cosa mi lascia un po' perplessa.

Comunque, non è vero che le scuole al sud siano in assoluto più facili: dipende da istituto a istituto, da sezione a sezione, addirittura da classe a classe: vi assicuro che gli insegnanti preparati ci sono, ovviamente ci sono anche quelli che non hanno voglia di fare nulla, ma non credo sia un problema della Sicilia.
Così come non credo che sia vero che al Nord la gente studia poco per andare subito a lavorare...Anche qua ci sono ragazzi che vanno a lavorare a 15 anni, ma ci sono pure quelli che studiano. Dipende anche dalla famiglia, dalle inclinazioni di ognuno...Non è questione di vivere al Nord o al Sud secondo me.

Ef.Di.Gi
28-05-2005, 19.35.20
Originally posted by TrustNoOne
il 99% delle domande a risposta chiusa e' composto da domande AMBIGUE.

il grado di casualita' dell'esame a quiz e' molto molto piu' elevato di quello dell'esame normale.

Una persona normale puo' studiare quanto vuole ma c'e' un probabilita' altissima che non prenda il voto che merita (secondo i miei canoni), sia in meglio che in peggio.
In un esame a quiz e' praticamente impossibile che il voto rispecchi la preparazione.

Una stima fatta sul momento potrebbe essere di un 60% contro 80%.

Non so se qualcuno ha capito, ma non e' importante

Esattamente. In linea generale, più si conosce *approfonditamente* la materia trattata dal quiz, più è facile riscontrare ambiguità nelle opzioni di risposta, specie quando - praticamente sempre - una sola scelta è consentita e corretta.

SnorriSturluson
28-05-2005, 21.32.14
He, initaglia abiamo rimasto in poci a parrlare un'itagliano correggiuto :tsk:

Scherzi a parte, Destino, puoi mica dirci se c'è una scritta in tedesco sopra i cancelli della facoltà? :asd:
Per la fiera delle cose trite e ritrite, ripeto anch'io che il titolo di studio non è un dato indicativo.

Dalmo
29-05-2005, 00.36.10
Originally posted by SuperGrem
:asd:

Cmq rivendico l'ignoranteria del sud!
Noio vulevon savuar...!! :teach:
...che è sta storia che adesso so' più gnurant al nord? :doubt:
Ma che è, il paese dei balocchi?
Cervellone, un povero analfabeta ti chiede di lockare. :D

Zaorunner
29-05-2005, 01.20.12
Originally posted by Dalmo
Cervellone, un povero analfabeta ti chiede di lockare. :D

T'hanno sgamato eh? :ihih:

destino
29-05-2005, 02.56.29
Originally posted by SnorriSturluson
He, initaglia abiamo rimasto in poci a parrlare un'itagliano correggiuto :tsk:

Scherzi a parte, Destino, puoi mica dirci se c'è una scritta in tedesco sopra i cancelli della facoltà? :asd:
Per la fiera delle cose trite e ritrite, ripeto anch'io che il titolo di studio non è un dato indicativo.

da me o sai bene la materia o nn prendi manco un misero 18.

E visto che vi sembra a tutti un lager spero vi basti come esempio di serieta nello studio all'uni di catania ;)

Peggis
29-05-2005, 10.38.25
Io sono un "nordista":roll3: .... Ma nella mia scuola non si fa niente... si può anche dormire in classe:asd:



:|

Mister X
29-05-2005, 13.03.27
Io mi fido solo dell'Eurostat e talvolta dei Ministeri. Tutte le altre fonti (istat inclusa) le mando a quel paese.

SuperGrem
29-05-2005, 13.41.02
Originally posted by destino
E visto che vi sembra a tutti un lager spero vi basti come esempio di serieta nello studio all'uni di catania ;)

Tranquillo che non è l'unica città dove l'università è un lager. ;)

destino
29-05-2005, 13.47.22
Originally posted by SuperGrem
Tranquillo che non è l'unica città dove l'università è un lager. ;)

ma infatti io nn la reputo per niente come lager grem

agli esami devi sapere e mi pare anzi normale che gli esami si svolgano in quel modo.
Mi è capitato parecchie volte di aver preso allo scritto il voto massimo ( 10 o 30 o 100 a seconda dei casi) e di essere stato mandato all'esame per un'indecisione su una domanda, questa era la prova che in quell'argomento nn ero sicuro di quello che avevo studiato, una pecca nella mia preparazione.

Forse si perdono anni in questo modo ma alla fine le cose si sanno

..Omega.Rav..
29-05-2005, 17.27.16
seee... :asd: se un professore provasse a bocciarmi per aver sbagliato una domanda, dopo essermi presentato con uno scritto a pieni voti, gli spaccherei uno sgabello in faccia :asd:

destino
29-05-2005, 17.44.04
Originally posted by ..Omega.Rav..
seee... :asd: se un professore provasse a bocciarmi per aver sbagliato una domanda, dopo essermi presentato con uno scritto a pieni voti, gli spaccherei uno sgabello in faccia :asd:

mi è capitato 4 volte, scritto tutto corretto, una indecisione su una domanda e bye bye

..Omega.Rav..
29-05-2005, 17.56.28
Originally posted by destino
mi è capitato 4 volte, scritto tutto corretto, una indecisione su una domanda e bye bye

Secondo te ha senso questa "didattica"? Ci sono persone con una intelligenza mostruosa ma in quanto a memoria lasciano davvero a desiderare: facendo come dici tu vengono automaticamente tagliate fuori dal metodo accademico, oppure si laureano a 30anni.
Francamente non vorrei mai frequentare una università dove mi viene imposto di imparare tutto a memoria; non mi sembra sintomatico di serietà, ma più di frustrazione e accanimento (o idiozia) da parte dei docenti. Per non parlare poi dell'inutilità di applicare il metodo dell'apprendimento mnemonico all'ambito lavorativo (tutto no, ma nella sua quasi totalità)

destino
29-05-2005, 18.48.47
Originally posted by ..Omega.Rav..
Secondo te ha senso questa "didattica"? Ci sono persone con una intelligenza mostruosa ma in quanto a memoria lasciano davvero a desiderare: facendo come dici tu vengono automaticamente tagliate fuori dal metodo accademico, oppure si laureano a 30anni.
Francamente non vorrei mai frequentare una università dove mi viene imposto di imparare tutto a memoria; non mi sembra sintomatico di serietà, ma più di frustrazione e accanimento (o idiozia) da parte dei docenti. Per non parlare poi dell'inutilità di applicare il metodo dell'apprendimento mnemonico all'ambito lavorativo (tutto no, ma nella sua quasi totalità)

beh ti do ragione relativamente ad alcune facolta come legge dove ti mandano se nn ricordi una legge su 40k ;)

in ingegneria a mio avviso è diverso.
Se nn sai una cosa è al 90% delle volte perke nn l'hai capita o nn l'hai studiata e al 10% perke nn te la ricordi.
Certo poi io per esempio adesso devo capire formule lunghe mezza pagine per dare la penultima materia per laurearmi, ma questo è un altro discorso :|

Dalmo
30-05-2005, 00.57.25
Originally posted by Zaorunner
T'hanno sgamato eh? :ihih:
Eh sì, voi di comunistonia non avete questi problemi, tanto siete sotto il Po' :(

d3Nd3
30-05-2005, 12.51.39
ANALFABETI: LA PERCENTUALE PIU' ALTA AL NORD, AL SUD PIU' CERVELLONI
Non intendo sottintendere alcunché, ma a Milano e Torino vive molta più gente del Sud che del Nord :asd:

Comunque non è una novità che molti di noi polentoni contadini sono 'na massa di boari ignoranti :asd:

azanoth
30-05-2005, 13.32.17
Originally posted by d3Nd3
Non intendo sottintendere alcunché, ma a Milano e Torino vive molta più gente del Sud che del Nord :asd:

Comunque non è una novità che molti di noi polentoni contadini sono 'na massa di boari ignoranti :asd:

Sai cosa mi fa incazzare Fratello?Perchè invece di fare un sondaggio simile,non ne fanno altri: su chi dirige il sistema scolastico,su chi gestisce le opportunità culturali,su chi assembla i palinsesti televisivi?!

Molto facile scaricarla sull'individuo quando c'è chi intasca i milioni per organizzare condizioni che fanno acqua da tutte le parti e molto poco culturali,molto facile.

:birra:

d3Nd3
30-05-2005, 13.46.10
Originally posted by azanoth
Sai cosa mi fa incazzare Fratello?Perchè invece di fare un sondaggio simile,non ne fanno altri: su chi dirige il sistema scolastico,su chi gestisce le opportunità culturali,su chi assembla i palinsesti televisivi?!
Ho già pronta la risposta... perché siamo in Italia. E in Italia bisogna sprecare soldi su cose inutili, è del tutto normale :rolleyes: :asd:



P.S. Tra l'altro si dice che l'Italia sia qualcosa come 77esima nella graduatoria dei paesi con maggior libertà di stampa, al pari con la Bolivia... il fatto che riempiano i giornali con queste sdrunzate invece che con informazione vera la dice lunga...

Frank
30-05-2005, 17.16.53
Leggermente off-topic, ma si riallaccia con quello che cmq si è detto....
Io credo che gli esami a quiz hanno dato il colpo di grazia alla nostra università...
Mi spiego... Io ho iniziato l'università nel 1997, prima della riforma, prima della Moratti e prima di tante cose.
Degli esami che ho dato per raggiungere la fine, il 60% erano scritti e orali (scritto+orale, 2 esoneri+orale), il 20% erano scritto, scrittino + orale (Analisi 1 e 2 per fare un esempio), il 10% erano così corposi che avevano 4 esoneri + orale con 2 professori che ti tenevano 1 ora per uno (Programmazione, Architettura degli elaboratori) e il restante erano solo orali, in genere pochi esamucci semestrali...

Un mio amico che si è iscritto all'università dopo la riforma mi comunica candidamente che ora la metà degli esami la si risolve con un quiz a risposta multipla, con la possibilità di confermare il voto dello scritto anzichè fare l'orale!
Ora, non so come la pensate voi, ma io credo che le cose siano un pochino peggiorate...

Esempio pratico? Fisica I, quiz a risposta multipla, porti un amico, esci al bagno, gli consegni il tuo compito, lui lo risolve e te lo invia tramite sms. Se totalizzi 18 o più, puoi confermare il voto senza fare l'orale, se vuoi migliorare il voto fai l'orale, se hai già preso 30 perchè l'amico è stato bravo, puoi fare l'orale per la lode. see..
Non ti fanno usare i celluari? verissimo, fatto sta che 3/4 del corso del mio amico così ha fatto e così è passato...

Frank

azanoth
30-05-2005, 17.19.39
Originally posted by Frank

Ora, non so come la pensate voi, ma io credo che le cose siano un pochino peggiorate...

Frank

ma quando mai,sei impressionabile Fratello,qui va tutto benone e tra qualche anno andrà meglio:approved

Cocitu
02-06-2005, 09.52.54
La mia esperienza in materia di analfabetismo la ho vissuta durante il servizio di leva.
Ero un istruttore e ho conosciuto 3 ragazzi di 20 anni, completamente analfabeti, a cui dovemmo insegnare tutto, anche a distinguere la destra dalla sinistra.
In ogni caso dopo un mese li congedarono per il forte ritardo culturale assimilabile a quello mentale.
Uno di questi, un napoletano, non capiva e non sapeva parlare neanche l’italiano.
Venne accompagnato in caserma dai carabinieri, perché si era perso a Roma e venne denunciato per mancata presentazione alle armi.
Arrivò con quasi una settimana di ritardo.
Gli altri erano rispettivamente un veneto e un sardo.
Quello sardo era di Sassari e quello veneto di Bassano.

Khorne
02-06-2005, 10.28.51
Originally posted by cocitu
[...]

Devo ammettere che la cosa mi risulta quasi incredibile, in un paese dove la scolarizzazione almeno basilare dovrebbe essere obbligatoria. Capisco chi legge a fatica. "Capisco" l'analfabetismo di ritorno (diciamo che posso concepire come possa accadere).
Ma livelli simili sono al difuori della mia comprensione.

Fenriz_666
02-06-2005, 10.44.09
Originally posted by d3Nd3

P.S. Tra l'altro si dice che l'Italia sia qualcosa come 77esima nella graduatoria dei paesi con maggior libertà di stampa, al pari con la Bolivia... il fatto che riempiano i giornali con queste sdrunzate invece che con informazione vera la dice lunga...
Suvvia questa classifica, a mio avviso, lascia il tempo che trova. Così come i dati riportati dall' ansa.
Anche perchè poi non comprendo l' unità di misura per la libertà di stampa.
Se il discorso è: sei libero di scrivere certe cose, meno libero di scriverne altre, credo che non si possa parlare di libertà.
La libertà di stampa non dovrebbe avere vincoli, ed appunto se la si riconosce ogni classifica non ha più senso di esistere, perchè ognuno è LIBERO di esprimere il proprio pensiero con questo mezzo.

Sono andato off topic, me ne rammarico, ma sembrava inutile aprire un topic al riguardo, in quanto suppongo che il seguito non sarà troppo divagante, almeno spero.
Ho voluto postare un parere del genere sopratutto perchè credo di non avere le idee completamente chiare al riguardo.