PDA

Visualizza versione completa : Scuola/Lavoro/Ferie



BESTIA_kPk
27-05-2005, 00.46.58
Sentiamo il tuo identikit del lavoro/studio che ti piacerebbe fare.
Poi un paragone con l'identikit del lavoro/studio che vedi nella realtà.
Esiste attualmente una posizione di lavoro che permetta di dire "sì, lavoro xxxx e fino alla pensione son sicuro di non aver problemi"?
Lavoreresti alcune ore gratuitamente solo perchè la ditta tua o dove lavori è in difficoltà e gli serve una spintarella per rimettersi in sesto?
Infine una domanda sulle ferie: per problemi economici sapresti sacrificare le ferie o sfrutteresti prestiti/debiti/ecc per poterle fare comunque?


Se non lavori puoi non rispondere a quel punto ma puoi anche parlare per altri (che so, un genitore o un parente o un amico), basta specificarlo.

Voglio farmi un'idea più ampia su tali discorsi che ultimamente sento sempre più ripetitivi come risposte...

Eowyn.
27-05-2005, 01.12.52
Originally posted by BESTIA_kPk
Sentiamo il tuo identikit del lavoro/studio che ti piacerebbe fare. Potendo farei quello del mio moroso. Informatico presso una ditta che lavora per la regione FVG. Lavora mediamente 3/4 ore al giorno, stipendio sopra i 1200 € al mese e 30 giorni di ferie retribuite. Questo mese si è anche beccato una gratifica una tantum di 1500 € "per meriti"

:stica:

Fabio
27-05-2005, 01.18.50
Evito di dire che lavoro mi piacerebbe fare perchè i miei propositi ambiziosi potrebbero essere presi per megalomania.

Rispondo solo alle ultime due domande.


Lavoreresti alcune ore gratuitamente solo perchè la ditta tua o dove lavori è in difficoltà e gli serve una spintarella per rimettersi in sesto?

Tendenzialmente sì, ma dipenderebbe anche dalle mie condizioni economico/finanziarie di quel momento. Se non ho abbastanza soldi per arrivare alla fine del mese, e questi mi chiedono di lavorare gratis, posso avere tutta la buona volontà del mondo, ma mi viene difficile dire di sì.


Infine una domanda sulle ferie: per problemi economici sapresti sacrificare le ferie o sfrutteresti prestiti/debiti/ecc per poterle fare comunque?

Le sacrifico ormai da 11 anni, pur non avendo problemi economici. Non sarebbe quindi un problema sacrificarle nel caso arrivassero tali problemi.

Mach 1
27-05-2005, 01.19.01
Originally posted by italianeowyn
Potendo farei quello del mio moroso. Informatico presso una ditta che lavora per la regione FVG. Lavora mediamente 3/4 ore al giorno, stipendio sopra i 1200 € al mese e 30 giorni di ferie retribuite. Questo mese si è anche beccato una gratifica una tantum di 1500 € "per meriti"

:stica:

se è veramente come lo dipingi, potendo chiunque farebbe il lavoro del tuo moroso. :niente!:

Eowyn.
27-05-2005, 02.44.20
Originally posted by Mach 1
chiunque Ecco, l'hai detto.Non conosco nessuno che, una volta saputolo, non si sia proposto per sostituirlo... :asd:

angelheart
27-05-2005, 04.45.08
Non ti so fare gli identikit, ma posso risponderti che sì, lavorerei qualche ora gratis se l'azienda fosse in crisi, purchè non tocchi solo a me. Del resto se la crisi prosegue, presto o tardi io perdo il posto, quindi mi conviene che l'azienda si rimetta in sesto.
E poi, per problemi economici sì, rinuncio alle ferie. Prestiti cerco di chiederne il meno possibile, mi danno angoscia.

chim77
27-05-2005, 11.18.31
Originally posted by BESTIA_kPk
Sentiamo il tuo identikit del lavoro/studio che ti piacerebbe fare.
il mio sogno, ultimamente sempre più insistente, sarebbe quello di lavorare nel RIS (Raggruppamento Investigazioni Scientifiche), anhe se qualunque lavoro di ricerca, o comunque non troppo routinario, in ambito chimico mi piace.


Originally posted by BESTIA_kPk
Poi un paragone con l'identikit del lavoro/studio che vedi nella realtà.
nella realtà...lavoro all'università.
il lavoro è stimolante, ma l'ambiente è troppo competitivo, il che, per il mio carattere è un dramma!


Originally posted by BESTIA_kPk
Lavoreresti alcune ore gratuitamente solo perchè la ditta tua o dove lavori è in difficoltà e gli serve una spintarella per rimettersi in sesto?
l'ho fatto anche senza che ci fossero di mezzo grosse crisi. chiaramente sono cose che si fanno in amicizia, e che pertanto richiedono una "contro-disponibilità" da parte dell'altro (il datore di lavoro in questo caso). se i rapporti umani meritano, sono favori che si fanno. per abnegazione al lavoro e per fedeltà all'azienda non credo che lo farei.


Originally posted by BESTIA_kPk
Infine una domanda sulle ferie: per problemi economici sapresti sacrificare le ferie o sfrutteresti prestiti/debiti/ecc per poterle fare comunque?

sicuramente lavorerei come una pazza. non voglio debiti, fin che posso.

Edwige
27-05-2005, 11.49.23
Originally posted by BESTIA_kPk
Sentiamo il tuo identikit del lavoro/studio che ti piacerebbe fare.

Il mio sogno è sempre stato quello di entrare in polizia


Originally posted by BESTIA_kPk
Poi un paragone con l'identikit del lavoro/studio che vedi nella realtà.

Nella realtà lavoro in segreteria in una scuola, a volte è un lavoro un pò noioso, ma non mi lamento, ho dei colleghi fantastici che adoro e secondo me l'ambiente è la cosa più importante


Originally posted by BESTIA_kPk
Esiste attualmente una posizione di lavoro che permetta di dire "sì, lavoro xxxx e fino alla pensione son sicuro di non aver problemi"?

Il lavoro che faccio attualmente è considerato abbastanza "sicuro", ma non si può mai dire


Originally posted by BESTIA_kPk
Lavoreresti alcune ore gratuitamente solo perchè la ditta tua o dove lavori è in difficoltà e gli serve una spintarella per rimettersi in sesto?

A volte sono rimasta in ufficio senza straordinario pagato (ma solo per urgenze, non per difficoltà economiche dell'azienda)


Originally posted by BESTIA_kPk
Infine una domanda sulle ferie: per problemi economici sapresti sacrificare le ferie o sfrutteresti prestiti/debiti/ecc per poterle fare comunque?

Sicuramente sacrificherei le ferie, non mi piacerebbe avere debiti per un motivo a mio parere abbastanza "futile"

Abigail
27-05-2005, 12.15.31
Sentiamo il tuo identikit del lavoro/studio che ti piacerebbe fare.
Il cantante. Non è una novità.

Poi un paragone con l'identikit del lavoro/studio che vedi nella realtà.
Che "vedo"? L'impiegato nel marketing di una grossa azienda. Che "faccio"? La stessa cosa, ma decisamente sottopagato.

Esiste attualmente una posizione di lavoro che permetta di dire "sì, lavoro xxxx e fino alla pensione son sicuro di non aver problemi"?
Hmm... Il presidente del consiglio? :asd: Scherzi a parte, dubito che con l'attuale situazione del mercato del lavoro, e dell'economia in generale, esista una posizione simile. Escludendo, appunto, le alte cariche istituzionali.

Lavoreresti alcune ore gratuitamente solo perchè la ditta tua o dove lavori è in difficoltà e gli serve una spintarella per rimettersi in sesto?
La risposta dipende da molti fattori. In primis, dipende dall'azienda: se fosse mia, o se comunque avessi un certo grado di "partecipazione" nella stessa, lo farei volentieri. Nella situazione attuale non sono che un granello di sabbia nel Sahara, e ammesso che il mio contributo personale possa essere una "spintarella", lavoro già fin troppe ore gratuitamente per concederne altre. Se lo faccio (e lo faccio), è principalmente per senso del dovere, e per alimentare la speranza che facendomi il mazzo qualcuno mi noti. Insomma, si riduce sempre tutto al mero interesse personale.

Infine una domanda sulle ferie: per problemi economici sapresti sacrificare le ferie o sfrutteresti prestiti/debiti/ecc per poterle fare comunque?
Non vado in ferie (se per "andare in ferie" si intende non solo lo stare a casa dal lavoro, ma l'andare da qualche parte) dall'estate del 2002, e salvo casi eccezionali penso che non lo farò nemmeno quest'anno. Non me lo posso permettere, e non ho voglia di chiedere soldi in giro. Lo farò quando ne avrò di nuovo la possibilità.

Umilmente...
:D :D :D

_Jackie_
27-05-2005, 13.18.30
Sentiamo il tuo identikit del lavoro/studio che ti piacerebbe fare.

Da qualche anno a questa parte sono entrato nella confusione più totale, e non ho un'idea precisa su quello che voglio fare un domani.
In questi giorni, riflettendo, ho ripensato a quando ero piccolo (o comunque adolescente :) ) e alle cose che mi piacevano, provando a cancellare gli ultimi 5 anni di della mia vita, che mi hanno messo a contatto di un mondo di merda che veramente mi ha cambiato molto, in peggio, privandomi dei miei sogni e della voglia di realizzarli.
La situazione sta piano piano cambiando, e sto cercando di chiedermi cosa veramente voglio dalla vita. Beh, se si parla di desideri, ho sempre sognato di andare un domani negli USA (magari a vivere?) e di lavorare in uno dei campi che mi sono sempre piaciuti, come il cinema o il mondo dei videogames, ma non per forza come regista/attore o programmatore, anzi, non mi interesserebbe nemmeno più di tanto svolgere queste attività... mi basterebbe vivere in quel mondo, magari mettendo a frutto i miei studi universitari.
Ultimamente è entrata la musica nella mia vita e, pur essendo certo che questa passione mi accompagnerà per sempre, non credo che avrò mai un futuro come musicista, soprattutto perché non lo voglio! E anche per questa cosa vale il discorso precedente: mi piacerebbe che fosse parte integrante del mio lavoro un domani.

Per quanto riguarda lo studio... vorrei riacquistare un po' di fiducia verso il futuro e nelle mie capacità, e di conseguenza ricominciare a studiare senza più quell'angoscia che ha caratterizzato questi ultimi anni della mia vita.


Poi un paragone con l'identikit del lavoro/studio che vedi nella realtà.

Probabilmente questa situazione continuerà fino a un qualche evento che mi darà una scossa (non so quale, ma ci giurerei che un giorno o l'altro arriverà...!), allora le cose inizieranno a filare meglio (già hanno iniziato adesso).
Probabilmente però mi toccherà trovare un lavoro "normale" :dentone: da impiegato dalle mie parti, perché non avrò l'audacia e la fiducia in me stesso necessarie per lasciare tutto ed andare "alla ventura". Poi chi lo sa se un domani avrò altri legami che mi terranno qui. ;) Credo che sarei felice se andasse così.



Esiste attualmente una posizione di lavoro che permetta di dire "sì, lavoro xxxx e fino alla pensione son sicuro di non aver problemi"?

Boh, la maggior parte? :doubt:


Lavoreresti alcune ore gratuitamente solo perchè la ditta tua o dove lavori è in difficoltà e gli serve una spintarella per rimettersi in sesto?

Sì. Se mi stesse sulle palle come la mia vecchia scuola però no. :D


Infine una domanda sulle ferie: per problemi economici sapresti sacrificare le ferie o sfrutteresti prestiti/debiti/ecc per poterle fare comunque?

Rinuncerei. Non voglio debiti. E poi per una volta si può fare.

stan
27-05-2005, 14.17.15
Sentiamo il tuo identikit del lavoro/studio che ti piacerebbe fare.

So che sembra strano (o forse lo è...boh),ma non ho ancora la più pallida idea di cosa fare della mia vita...pensate che tra qualche mese devo iscrivermi all'università e non so proprio che fare....prevedo grasse risate.

C'è da dire che suono il pianoforte da un sacco di tempo, la musica mi piace e mi è sempre piaciuta...ma purtroppo da quanto ho sentito dire per riuscire a combinare qualcosa di "grosso" nel mondo della musica devi avere o conoscenze, o culo oppure devi essere un dio sceso in terra.

Io me la cavo ma da qui ad essere un dio....;)


Poi un paragone con l'identikit del lavoro/studio che vedi nella realtà.

Avrei la possibilità di avere uno studio dentistico tutto mio...però la cosa non mi piace nella maniera più assoluta. In tanti mi hanno detto: "Ma che fai sei scemo?? Un'occasione del genere te la fai scappare così?". Sono quasi sicuro che trovarmi a fare un lavoro che non mi piace mi porterà ad avere insoddisfazioni e infelicità. Oltretutto questa rappresenta la via più facile....intraprenderne una più difficile non mi dovrebbe portare ad avere più soddisfazioni?

Una seconda scelta sarebbe iscrivermi ad ingegneria (non so ancora che ramo...) , visto che la scienza in generale mi piace e poi è una delle facoltà che , se esci bene e in tempo, ti permette di lavorare.

Infine lavorare in campo musicale (anche se non propriamente musicista) o nel cinema mi piacerebbe...tra i vari interessi che ho c'è anche quello della CG ma non ho abbastanza tempo e voglia per poterlo sviluppare.


Esiste attualmente una posizione di lavoro che permetta di dire "sì, lavoro xxxx e fino alla pensione son sicuro di non aver problemi"?

Come no! :D

Lavoreresti alcune ore gratuitamente solo perchè la ditta tua o dove lavori è in difficoltà e gli serve una spintarella per rimettersi in sesto?

Se avessi la cosa davvero a cuore, si.

Infine una domanda sulle ferie: per problemi economici sapresti sacrificare le ferie o sfrutteresti prestiti/debiti/ecc per poterle fare comunque?

Sacrificherei le ferie...farsi debiti vuol dire avere più preoccupazioni.

friskio
27-05-2005, 14.46.27
Sentiamo il tuo identikit del lavoro/studio che ti piacerebbe fare.
Presidente di un'Azienda o l'Amministratore Delegato o cmq qualcuno che ha del potere.......


Poi un paragone con l'identikit del lavoro/studio che vedi nella realtà.
Lavoro nell'ufficio Acquisti di una grande Azienda e per il momento nn mi posso lamentare.


Esiste attualmente una posizione di lavoro che permetta di dire "sì, lavoro xxxx e fino alla pensione son sicuro di non aver problemi"?
Secondo me sono 2 gli ambienti in cui nn ci sarà mai crisi :
PORNO e PUBBLICITA'.....i restanti settori hanno sempre dei grossi alti e bassi.


Lavoreresti alcune ore gratuitamente solo perchè la ditta tua o dove lavori è in difficoltà e gli serve una spintarella per rimettersi in sesto?
Se il mio contributo fosse indispensabile potrei anche farlo, altrimenti col cazzo!

Infine una domanda sulle ferie: per problemi economici sapresti sacrificare le ferie o sfrutteresti prestiti/debiti/ecc per poterle fare comunque?
Non rinuncerei mai alle ferie.........staccare dal tran-tran quotidiano serve a ricaricare le batterie del fisico e della mente......nn farei nemmeno un anno senza le ferie, sono troppo importanti dal mio punto di vista.

sharkone
27-05-2005, 14.49.03
Originally posted by BESTIA_kPk
Esiste attualmente una posizione di lavoro che permetta di dire "sì, lavoro xxxx e fino alla pensione son sicuro di non aver problemi"?
un lavoro statale nella maggior parte dei casi


Originally posted by BESTIA_kPk
Lavoreresti alcune ore gratuitamente solo perchè la ditta tua o dove lavori è in difficoltà e gli serve una spintarella per rimettersi in sesto?
Se ci tengo sì, ma dipende sempre dalla situazione economica nella quale si vive


Originally posted by BESTIA_kPk
Infine una domanda sulle ferie: per problemi economici sapresti sacrificare le ferie o sfrutteresti prestiti/debiti/ecc per poterle fare comunque?
Le sacrifico: meglio qualche sacrificio che incasinarsi di piu'.

BVZM
27-05-2005, 16.06.46
Lo spacciatore di Orzoro. Oppure il trafficante di Lego.
Da sempre.
Viaggiare per mari sconosciuti, sfidando il destino ogni giorno, con carichi della pregiata bevanda solubile, o dei preziosi mattoncini.
Ahimè, queste cose succedono solo nei films.

1)Quindi, parlando di cose più "terrene" il sogno della mia vita è sempre stato fare il disegnatore di fumetti.
Col tempo però ho dovuto accettare il fatto che, per arrivare ad un livello tale da potersi permettere di vivere dignitosamente, bisogna essere molto più bravi di me, e soprattutto costanti, qualità che io di certo non possiedo.
Ho ripiegato così, con una certa soddisfazione, sulla grafica/illustrazione.
Sono molto più bravo nel one-shot-one-kill.
Insomma, mi riuscirebbero molto meglio le copertine che le storie.

2)Se fai un lavoro che ti piace, come ho la fortuna di fare io, fermarti a finire una cosa, per snellire la giornata lavorativa successiva, è un piacere oltre che un siistema per vivere meglio il proprio impiego.
Credo che però concettualmenti sia sbagliato.
Se il disagio dell'azienda è dovuto alla propria negligenza, allora è opportuno sacrificarsi per non danneggiare ditta e colleghi, ma se l'azienda, per sue pessime scelte imprenditoriali, deve ripiegare su di te a gratis, credo che non sia saggio concedersi in questo senso.
Si rasenta la schiavitù.

3)Ho sempre avuto problemi economici, e ho fatto pochissime ferie nella mia vita (nel senso di viaggi/vacanze). Con questo ho già risposto.

*Lorenzo*
27-05-2005, 16.57.05
Originally posted by BESTIA_kPk
Sentiamo il tuo identikit del lavoro/studio che ti piacerebbe fare.

Ora come ora non penso molto al lavoro che mi piacerebbe fare, perchè quello che ho è sicuro (vedi più avanti).
Quello che però mi ha sempre attirato è avere un'edicola tutta mia. Non un chiosco, ma proprio un negozio di giornali, con un occhio di riguardo per i fumetti di vario tipo.


Originally posted by BESTIA_kPk
Poi un paragone con l'identikit del lavoro/studio che vedi nella realtà.

Il paragone? Semplice, lavoro come spazzino (operatore ecologico NON mi piace perchè non rende giustizia allo stato delle cose in cui si lavora). L'azienda è "ufficialmente" un S.p.A. ma, gira e rigira, sempre una municipalizzata è. Quindi da li non mi schiodano (eccetto eventi catastrofici)e la paga non è da piangere.


Originally posted by BESTIA_kPk
Esiste attualmente una posizione di lavoro che permetta di dire "sì, lavoro xxxx e fino alla pensione son sicuro di non aver problemi"?

Vedi sopra. A meno di eventi sconvolgenti, la vedo sullo status quo. Almeno, spero... :look:
Per la pensione, ho più volte ponderato l'ipotesi di un piano pensionistico. (Che poi, se andiamo avanti così, nel futuro sarà l'unica opzione possibile...)


Originally posted by BESTIA_kPk

Lavoreresti alcune ore gratuitamente solo perchè la ditta tua o dove lavori è in difficoltà e gli serve una spintarella per rimettersi in sesto?
In linea teorica si, in pratica, visto che è un'azienda grossa e che i problmei sono derivati dalla pessima amministrazione, che si decurtino la loro paga faraonica e che rinuncino loro alla bmw, e non io al pane. (poi è lunga da spiegare,quando si parla di ex-municipalizzate è sempre un casino, e da noi ne sono successe...)

Cmq, se lavorassi per un'azienda privata medio-piccola, allora si, lavorerei alcune ore gratis per salvare il culo all'azienda e a me.


Originally posted by BESTIA_kPk

Infine una domanda sulle ferie: per problemi economici sapresti sacrificare le ferie o sfrutteresti prestiti/debiti/ecc per poterle fare comunque?
Direi proprio di si. Cosa me ne vado a trastullarmi in giro se poi a casa il frigo è vuoto? Non chiederei prestiti per farle. Cioè, chiedo i soldi per andare in ferie perchè non ne ho, me ne torno a casa abbronzato, con i stessi soldi di prima e in più con le rate da pagare??? Ma no dai... :azz:






Originally posted by BVZM
Lo spacciatore di Orzoro. Oppure il trafficante di Lego.
Da sempre.
...

:roll3: ROTFL :roll3:

BVZM tu mi fai piegare... Ma da dove le tiri fuori queste perle di lollaggine pura???
(p.s. Ma Lego Classic o il Technic? Io voglio il Technic... :D )

KiRBY
27-05-2005, 17.08.34
Originally posted by BESTIA_kPk
Sentiamo il tuo identikit del lavoro che ti piacerebbe fare. Essere un pro nel campo della grafica come lavoro legale,fare un casino di soldi per poter sovvenzionare il lavoro illegale (rovinarvi i muri e i treni).

Originally posted by BESTIA_kPk
[B]Poi un paragone con l'identikit del lavoro/studio che vedi nella realtà.]
attualmente faccio il liceo economico che in vista d'un eventuale lavoro come grafico non mi serve a nulla...sto buttando via 4 anni di vita :(

Originally posted by BESTIA_kPk
Lavoreresti alcune ore gratuitamente solo perchè la ditta tua o dove lavori è in difficoltà e gli serve una spintarella per rimettersi in sesto?]
eeeeeeeh... L'impresa c'é perché vuole i soldi. Io ci lavoro perché voglio parte di quei soldi. Ergo mi cerco un altro posto.

Originally posted by BESTIA_kPk
Infine una domanda sulle ferie: per problemi economici sapresti sacrificare le ferie o sfrutteresti prestiti/debiti/ecc per poterle fare comunque?
non voglio mai dover ricorrere a prestito/debito, in famiglia basta già mio padre a navigar nella merda...

VM o X
27-05-2005, 20.13.24
Originally posted by BESTIA_kPk
Sentiamo il tuo identikit del lavoro/studio che ti piacerebbe fare.
Pilota di vetture coperte... (GT, Rally o cose del genere).
(Sembra una cosa infantile... ma a me i piloti sembra che mostrino più di 10 anni. :notooth:
Putroppo quando iniziano ne mostrano anche molto meno di 24...)



Originally posted by BESTIA_kPk
Poi un paragone con l'identikit del lavoro/studio che vedi nella realtà.
Sistemista (informatica)... peccato che la mia pigrizia interiore mi impedisca di completarmi anche in questo ramo.



Originally posted by BESTIA_kPk
Esiste attualmente una posizione di lavoro che permetta di dire "sì, lavoro xxxx e fino alla pensione son sicuro di non aver problemi"?
Politico.


Originally posted by BESTIA_kPk
Lavoreresti alcune ore gratuitamente solo perchè la ditta tua o dove lavori è in difficoltà e gli serve una spintarella per rimettersi in sesto?
Dipende da quanto mi pesa il lavoro e da quanto pare durare la situazione... quindi... no.



Originally posted by BESTIA_kPk
Infine una domanda sulle ferie: per problemi economici sapresti sacrificare le ferie o sfrutteresti prestiti/debiti/ecc per poterle fare comunque?
Problemi economici miei o della ditta?
Miei: non è un problema... le mie ferie son quasi costo zero... sto solo a casa (al max pago il biglietto per fare in modo che sia la casa in Puglia e non quella a Milano).
Se parli della ditta: come domanda precedente.



Originally posted by BESTIA_kPk
Se non lavori puoi non rispondere a quel punto ma puoi anche parlare per altri (che so, un genitore o un parente o un amico), basta specificarlo.
Non lavoro (ora)... ma ho risposto per me comunque... mi vengono i dubbi che non abbia capito la domanda... :doubt: :look:



Originally posted by BESTIA_kPk
Voglio farmi un'idea più ampia su tali discorsi che ultimamente sento sempre più ripetitivi come risposte...
ok.