PDA

Visualizza versione completa : Condividere le emozioni



Hob Gadling
14-02-2005, 10.20.57
Mi capita molto spesso, e credo capiti a tutti voi, di leggere un libro, o una poesia, o un fumetto, ascoltare una canzone, guardare un film, vedere un quadro, che ti colpiscano al punto tale da sentire la necessità di portarne a conoscenza anche le persone a te care.

E così è forte il desiderio di condividere quell'emozione, così è grande la delusione quando l'altra persona accoglie con tiepido entusiasmo ciò che a te, invece, aveva fatto vibrare le corde dell'anima.

Così mi capita che, ascoltando magari un testo di una canzone particolarmente intenso (prendi un De Andrè), io chiami mia madre (assolutamente digiuna in quanto a musica, ma non una persona gretta) per farglielo ascoltare e, nel bel mezzo della canzone, lei si alzi e cominci a mettere a posto le cose in casa: "Sì, sì, tanto la ascolto"... e io puntualmente m'incazzo e stacco tutto.

E' ciò che, in effetti, mi ha portato a non consigliare a nessuno di vedere "Il favoloso mondo di Amelie", uno dei miei film preferiti in assoluto. E' un film che, mi rendo conto, può anche non piacere, ma mi darebbe troppo fastidio consigliarlo a qualcuno con entusiasmo e poi ottenere come giudizio un piatto "sì.. carino.."
Preferisco prima chiedere se lo si è visto, e un commento, e poi su quello costruire l'opinione dell'altra persona. (esagerazione, of course)

Però in effetti mi rendo conto che, spesso, ho instaurato questo meccanismo di "difesa": piuttosto che rimanere deluso, o sentirmi "incompreso", faccio prima a tenermi tutto per me.
Eppure ce ne sono, di cose, che vorrei che chi mi è vicino (ma anche lontano) conoscesse.

Capita anche a voi?

erixal
14-02-2005, 10.25.25
e tu sei fortunato che ti piace De Andrè (piace pure a me), poi ci sono quelli -come me- a cui piace per esempio il metal scandinavo (già questo basta a far fuggire a gambe levate molti). Ti assicuro che trasmettere la commozione che si prova a scoltando certi pezzi di QUEL genere è decisamente più difficile :asd:

cmq quella della mamma che si mette a fare altro mentre la si porta a conoscenza di un capolavoro random è un classico :p

Berek
14-02-2005, 10.28.46
Originally posted by Hob Gadling
E così è forte il desiderio di condividere quell'emozione, così è grande la delusione quando l'altra persona accoglie con tiepido entusiasmo ciò che a te, invece, aveva fatto vibrare le corde dell'anima.

Per questo ho smesso di cercare di condividere tali emozioni, ci rimanevo troppo male, in tali situazioni mi sento proprio incompreso. Me le godo da solo, con la speranza un giorno di trovare qualche fratello o sorella d'anima.

SirKillalot
14-02-2005, 10.37.23
Almeno a te le ascoltano le canzoni, io se provo a mettere su gruppi kome cradle of filth, in flames o soilwork sento partire le bestemmie :D

Bertith
14-02-2005, 10.40.34
che ci vuoi fare Hob siamo incomprensi.... penso capiti a tutti di essere entusiasti per una cosa, che in realtà agli altri fa cagare e noi rimaniamo così :|

_Jackie_
14-02-2005, 11.18.32
Hob quello che hai detto è verissimo... anch'io ci rimango sempre male quando mostro con passione determinate cose, x me emozionanti, ai miei genitori o ad altre persone e da queste vedo poi trasparire una certa scocciatura o cmq nn molto entusiasmo.
L'ultimo esempio che mi torna alla mente è stato quando provai a far vedere ai miei un pezzo di un video didattico di chitarra di Marty Friedman... beh, che dire, io ero quasi arrivato alla commozione quando lo ascoltai la prima volta (e anche quelle successive!), cosa che nn mi succede spesso con una canzone, e vedermi rispondere, prima con un "Bellino! tu la sapessi suonare te qualcosa così!" da mia madre (... :| ), che intanto stava sfaccendando, e poi con un: "Abbassa! questa roba t'entra negli orecchi!! [un funky col pulito tranquillissimo :|]" da mio padre, mi fece rimanere alquanto di merda.... :(

A tal proposito ti racconto un aneddoto proprio di mio padre che la dice tutta su questa storia.
Devi sapere che lui è un cacciatore sfegatato, vive la caccia con passione, in maniera quasi poetica (ebbene si), e una delle massime soddisfazioni della vita x lui è l'andare solo coi suoi cani la mattina x il bosco con la rugiada di contorno (e robe simili... :) ).
Un giorno, insomma, mi raccontò questa storia... era stato dietro ad una beccaccia (un volatile, x chi nn lo sapesse :|) x giorni e giorni, senza mai riuscire a prenderla... alla fine, quando ci riuscì, fu talmente tanta la gioia.... che non lo disse a nessuno!! E la spiegazione fu questa: "vedi, se io vado al bar e racconto che ieri ho preso una beccaccia, anche se racconto tutta la storia, nessuno può capire la soddisfazione che ci sta dietro e chiunque mi può rispondere 'è... anch'io l'altro giorno ne presi una...' ...e li mi finisce tutta la magia. ...sicché me la tengo x me e sono felice.".

Poi mi raccontò anche di averne parlato con un suo amico di questa cosa e che questo gli rispose: "Ma come?? Te ne chiappi una e stai zitto?? Io se ne chiappo una quando lo racconto le fo' diventa' 4... 5..." :roll3:

Alla fine forse è solo questione di caratteri... cmq personalmente mi piace pensare, e sapere, di essere una persona sensibile. ;)

fppiccolo
14-02-2005, 11.38.01
le persone sensibili sono sempre incomprese...

EyeSky
14-02-2005, 12.07.04
Originally posted by fppiccolo
le persone sensibili sono sempre incomprese...

Le persone sensibili devono imparare ad essere sensibili solo da sole o al massimo con qualcuno di veramente speciale che riesce a comprenderle. Per tutti gli altri: una bella maschera e via. ;)


IT
Penso che il "problema" esposto da Hob sia comune a tutti. E' che spesso una canzone o un film o un volto o un panorama, una foto, una riga di testo scritta ci fanno nascere emozioni che non possono essere condivise. Ognuno di noi viene colpito dentro per tante ragioni, ragioni che sono soggettive, ed è dunque molto difficile trovare una sorta di anima gemella in grado di condividere quella stessa emozione.
Nel corso degli anni ho imparato a proteggere le mie emozioni e la sorgente dalla quale scaturivano. Per cui raramente condivido un film o una canzone che mi hanno colpito, proprio per la paura che un commento o una reazione non piacevole turbino, macchino la mia stessa emozione.


:p

_Jackie_
14-02-2005, 12.10.26
Originally posted by EyeSky
Le persone sensibili devono imparare ad essere sensibili solo da sole o al massimo con qualcuno di veramente speciale che riesce a comprenderle. Per tutti gli altri: una bella maschera e via. ;)


:approved
Tanto alla fine conta che lo sappiano le persone speciali, degli altri importa poco.

Squizzo
14-02-2005, 12.17.53
Sì capita spesso. Ma diversamente da come mi comportavo all'inizio, cioè facendo leggere, ascoltare o quel che è, a qualcuno, mi limito a consigliare solamente, lasciando all'altra persona la decisione se prendere in considerazione i miei consigli. Beh, ci fosse anche solo l'1% di queste persone che arriva a comprendere, per me è già tanto.. :)

azanoth
14-02-2005, 12.24.35
Originally posted by Hob Gadling
Capita anche a voi?

fino alla Tua età si..poi,dopo i 30 ho cominciato ad esser più distaccato e a offrirmi a coloro che ne fossero per primi interessati.

è molto frustrante,Ti capisco bene.

:birra:

Khorne
14-02-2005, 12.42.47
A me succedeva soprattutto con filmatini e cazzatelle divertenti (tipo "a gamer's life", per citare un episodio recente). Questo accade anche perché io sono uno di quelli che non capirebbe una canzone di De André, o non apprezzerebbe film come Il favoloso mondo di Amélie (che non ho mai visto).

..cmq i miei amici non capivano l'umorismo da nerd, io gli facevo vedere i filmatini e loro mi guardavano come un alieno...
...poi si sono abituati, e mo' rotflano pure loro :D

Mach 1
14-02-2005, 13.04.25
Originally posted by Hob Gadling
Capita anche a voi?

si, e forse è anche un bene. In fondo queste sono le cose che ci fanno sentire speciali e che rendono speciali le persone con cui condividiamo certe affinità. Se tutti condividessero tali affinità finirebbero per essere tutti speciali ergo, alla fine, non lo sarebbe più nessuno.

Brus
14-02-2005, 16.23.31
Bè, è normale che sia così, secondo me.
Magari uno si emoziona tantissimo ascoltando dj francesco (ok, potevo fare un esempio più serio :dentone: )

Voglio dire: le stesse identiche cose, per una persona vogliono dire tantissimo, per altre nulla. Gusti, credo. Non possiamo dire "quello non è sensibile perchè non gli piace quella cosa". Magari non si emoziona per una canzone stupenda, ma si commuove a vedere padre e figlia che giocano.

Ovvio, anche le cose devono essere "sensate"...se si commuove per una scarpa che pesta la merda...bè, il tipo è un pelino strano..:D però boh, magari ha i suoi motivi :dentone:

Ogni tanto si, rimango deluso perchè non riscontro il mio stesso parere negli altri, ma pazienza...a me piace, gli altri, cazzi loro

JEDI
14-02-2005, 17.44.03
In fin dei conti si dice che ogni essere umano è unico nell’universo. L’omologazione non è possibile. La relatività è inderogabile.
Pertanto non mi stupisce che questo principio si applichi anche alla percezione delle cose e alle sensazioni che tale percezione suscita in ciascuno di noi.
L’animo umano e le sensazioni che esso prova sono sempre materia delicata.
Io credo che già avvertire il desiderio sincero di comunicare e condividere uno stato d’animo con qualcuno sia già un sentimento degno di nota. Ci sono poi persone, generalmente nella cerchia dei nostri affetti più cari ( perché diciamoci la verità, degli altri francamente ce ne freghiamo ) che si suppone possiedano un certo tipo di sensibilità affine alla nostra, con le quali è più facile trovarsi in sintonia. Talvolta succede che non sia così? Pazienza. Il mio entusiasmo per l’esperienza vissuta non cambia così come la considerazione che ho della persona con quale mi sono confidato. Lasciarsi scoraggiare e finire col tenersi le cose per sé rischia di prendere in fretta la piega dell’egoismo emotivo.
Certe volte poi una reazione non rispondente alle attese è dovuta solo all’opportunità di trovare il momento adatto, lo stato d’animo giusto, la serenità da parte dell’altro di lasciarsi coinvolgere nell’esperienza vissuta. Io stesso alle volte rimango stupito, nel rivedere certi film che all’epoca mi avevano emozionato, lasciarmi del tutto indifferente ad una seconda visione. Lo stato d’animo con cui viviamo certi esperienze conta tantissimo.
Certo se tua madre passa una giornata di merda, gli rubano il portafogli, gli va a fuoco il tacchino e poi arrivi tu con una canzone di De Andrè io la comprenderei se la trovassi poco incline ad assecondare i tuoi entusiasmi audiofili.
Trova tu il momento adatto, prova a spiegarle cosa hai provato ed anche se non sarà d’accordo con le tue sensazioni senz’altro le condividerà, e tutti e due avrete fatto un passo l’uno verso l’altra.
Ci sono poi le dovute eccezioni: l’emozione di un’alba meravigliosa in solitudine tra i monti sarà forse un qualcosa che vorrò tenere sempre per me, anche perché nessun altro potrebbe condividerla.
E infine ci sono anche i gusti di ognuno, le differenze culturali e generazionali, le soggettività, teniamone conto.

Zaorunner
14-02-2005, 21.46.14
Cmq "Il favoloso mondo di Amelie" e' una cagata pazzesca.

Mach 1
14-02-2005, 21.51.29
Originally posted by Zaorunner
Cmq "Il favoloso mondo di Amelie" e' una cagata pazzesca.

:tsk: :tsk: :tsk:

SnorriSturluson
14-02-2005, 21.52.20
Originally posted by Zaorunner
Cmq "Il favoloso mondo di Amelie" e' una cagata pazzesca.

:hail:

Eowyn.
14-02-2005, 22.05.47
Originally posted by JEDI
In fin dei conti si dice che ogni essere umano è unico nell’universo. L’omologazione non è possibile. La relatività è inderogabile.
Pertanto non mi stupisce che questo principio si applichi anche alla percezione delle cose e alle sensazioni che tale percezione suscita in ciascuno di noi.
L’animo umano e le sensazioni che esso prova sono sempre materia delicata.


*

Non mi interessa che gli altri condividano le mie emozioni: sono mie e solo mie. Nessun'altro potrà sentirle come io le ho sentite, viverle come io le ho vissute.
Per quanto riguarda i consigli, ad esempio riguardo film da vedere, specifico sempre che non è detto che per loro sia com'è stato per me:
<"Fandango" è un gioiello... ma non so se a te piacerebbe...>
<"Closer"??? E' il mio nuovo mito cinematografico ... ma io vedo il mondo diversamente da te>
<"Matrix" IMHO è la più grande ca***ta del cinema... ma a moltissimi è piaciuto> :asd:

Alukard84
14-02-2005, 22.11.18
E' capitato anche a me...d'altronde un detto biblico dice: non gettate le perle ai porci....:D
No a parte gli scherzi, ognuno ha gusti ed interessi differenti, quindi è normale che cose interessanti per te possono essere indifferneti per qualcun'altro!

Phoenix_CH
14-02-2005, 22.20.42
Originally posted by Alukard84
..........d'altronde un detto biblico dice: non gettate le perle ai porci.... .......




:hail: parole sante

Ef.Di.Gi
14-02-2005, 22.25.35
Originally posted by Zaorunner
Cmq "Il favoloso mondo di Amelie" e' una cagata pazzesca.

Era "la corazzata Potemikin" quello! :asd:

Kiara
14-02-2005, 23.32.30
grazie al cielo ho amici che almeno almeno fanno finta di entusiasmarsi.
Gli dico"ho visto Eternal Sunshine of blablabla...".E' il film più bello del millennio.Vedilo."

Loro mi squadrano.Mi ascoltano.E mi dicono sì.E lo dicono come chi asseconda chi c'ha gusti un po' così.un po' a minchia di cane.
Dopodichè mi invitano a guardare Er Monnezza.


Ma capita all'inverso.Una mia amica è malata per King che io aborro quasi al pari di ken follett.E quando lei mi descrive con entusiasmo l'ultimo libro letto io faccio una faccia strana.Dovremmo "empatizzarci" a vicenda forse.

MIKELE88
14-02-2005, 23.34.52
essì, hai proprio ragione...capita anke a me :D

Hob Gadling
14-02-2005, 23.39.00
Originally posted by Zaorunner
Cmq "Il favoloso mondo di Amelie" e' una cagata pazzesca. Ma vattene a vaffanculo.

_Kenji_
14-02-2005, 23.47.16
Beh....certe cose meglio tenerle per sè....va a finire che ti prendono anche per il culo poi.....:tsk:

Zaorunner
14-02-2005, 23.52.37
Originally posted by Hob Gadling
Ma vattene a vaffanculo.

Parli cosi' solo perche' puoi nasconderti dietro quella stella, anzi, 6 stelle argentate.

angelheart
14-02-2005, 23.53.06
quoto jedi e eowyn, le emozioni di una persona sono uniche, non potranno mai essere comprese in toto da qualcun altro, però ci provo sempre, e nel momento in cui riesco a far capire anche in minima parte quel che ho sentito, pur non trasmettendolo interamente, pur non facendolo provare, vinco. Le persone che ti amano riescono a capirti anche se non condividono appieno quello che provi. Ed è già una granc onquista, perchè cmq sanno cosa è importante per te.

Mach 1
15-02-2005, 00.06.13
Originally posted by Hob Gadling
Ma vattene a vaffanculo.


:roll3: :roll3: :roll3: :roll3: :roll3:

io adoro quest'uomo (nonostante sia un dentista)!

:D

erixal
15-02-2005, 00.09.19
Originally posted by Hob Gadling
Ma vattene a vaffanculo.

in questa frase c'è una ridondanza :D

la corazzata potemkin è una cagata pazzesca veramente cmq :p

Eowyn.
15-02-2005, 00.15.21
Originally posted by angelheart
. Le persone che ti amano riescono a capirti anche se non condividono appieno quello che provi. Ed è già una gran conquista, perchè cmq sanno cosa è importante per te.

*

Zaorunner
15-02-2005, 00.20.56
Originally posted by erixal
la corazzata potemkin è una cagata pazzesca veramente cmq :p

E' SOLO uno dei tanti capolavori cinematografici del secolo scorso.

Ce ne fossero anche oggi di film cosi'.

Eowyn.
15-02-2005, 00.25.17
Originally posted by Zaorunner
E' SOLO uno dei tanti capolavori cinematografici del secolo scorso.

Ce ne fossero anche oggi di film cosi'.


Cito te solo perchè sei l'ultimo.
Prima di andare ancora OT --> qui (http://forums.multiplayer.it/showthread.php?s=&threadid=227577)

erixal
15-02-2005, 00.25.36
Originally posted by Zaorunner
E' SOLO uno dei tanti capolavori cinematografici del secolo scorso.

Ce ne fossero anche oggi di film cosi'.

HA!!!!
è un pain in the ass dall'inizio alla fine.
non discuto il valore artistico ma la sopportabilità.
davvero, meglio essere crocifissi in sala mensa.

Hob Gadling
15-02-2005, 00.33.36
Originally posted by erixal
in questa frase c'è una ridondanza :D
Sì, è voluta. Una ricercatezza lessicale. :D :D

Mach: :birra: :D


Suvvia, ora però cerchiamo di tornare IT: ;)

Wiz
15-02-2005, 08.06.23
Io ho un libro a cui sono particolarmente legata perche' mi fu consigliato in un periodo piuttosto difficile, da una persona che purtroppo da poco e' venuta a mancare.
Questo libro mi ha colpito dalla prima all'ultima riga, tanto che ormai credo di averlo trascritto tutto, pezzo dopo pezzo. L'ho riletto decine di volte. Adesso, se possibile, ha assunto un significato ancor piu' profondo.
Ma difficilmente lo consiglio. E solo una volta l'ho regalato. Un po' perche' ne sono gelosa, perche' sento quel libro mio e mio soltanto. E un po' per la paura di non venire capita.
Quest'inverno appunto l'ho regalato ad una persona che piu' volte ha dimostrato di avere gusti e passioni simili ai miei.
Risultato: la reazione non e' stata quella che mi aspettavo.
E immagino non sia per scarsa sensibilita', ma perche' si e' persone distinte e quando doniamo ad un altro una canzone/libro/film/pincopallino che amiamo, gli stiamo regalando quello e non tutto il background che puo' starci alle spalle.
O forse per certe cose la reazione che l'altro puo' avere non e' semplicemente mai abbastanza.
E non credo sia una questione d'amore. L'amore non permette di capire piu' in profondita' le persone. Non e' la chiave.
Dicendo una cosa del genere e tornando all'esempio iniziale, la mamma di Hob non gli vorrebbe abbastanza bene per saper condividere con lui una canzone. E' una cazzata.
E' semplicemente una questione di coincidenze. Di cose che possono averci colpito e che ci accomunano.
Quando vedrete vibrare una persona sulle vostre stesse corde, sara' per motivi diversi dai vostri. A tizio un film potra' ricordare un momento particolare, a caio una persona.
Entrambi si emozioneranno e sorrideranno per la buffa affinita'.
Ma i motivi scatenanti saranno sempre diversi e neppure in quel caso ci si capira' fino in fondo.

gabberman
15-02-2005, 10.54.14
premetto che i gusti son gusti xo
preferirei martellarmi le palle piuttosto che ascoltare de andre :vomit:
il favoloso mondo di amelie mi ha fatto CAGARE :vomit: a dirla tutta quell'attrice mi sta proprio sulle palle, mi irrita mi sembra tutta scema :roll3:
definire matrix una puttnata é un'eresia, insomma ha una storia unica, é innovativo come pochi, insomma un CAPOLAVORO, non riesco a capire come diavolo non possa piacere, certo, va capito, magari va visto 2-3 volte x comprendere al meglio la trama.
certa gente é proprio strana, x questo nel mondo ci si massacra e si fanno le guerre !!!:notooth: :roll3:

Eowyn.
15-02-2005, 11.08.53
Originally posted by gabberman
AUTOCITAZIONE

1) Perchè ti autociti??
2) sei OT: vuoi parlare di cinema? Vai in CinemaCinema
3) Vuoi continuare a postare qui? Torna IT
4) Visto che non voglio finire OT io per prima se mi vuoi rispondere fallo via PM

gabberman
15-02-2005, 13.57.00
Originally posted by italianeowyn
1) Perchè ti autociti??
2) sei OT: vuoi parlare di cinema? Vai in CinemaCinema
3) Vuoi continuare a postare qui? Torna IT
4) Visto che non voglio finire OT io per prima se mi vuoi rispondere fallo via PM

1)xche volevo editare e invece ho sbagliato tasto, purtroppo non ho il permesso di cancellare i mieie post, se i mod cancelleranno il secondo post tanto meglio
2)va che non sono certo io che ho iniziato a parlare di amelie e matrix, la discussione era gia' iniziata e ho semplicemente detto la mia ;)
3)torno in topic
4)vabe, continuate pure :birra: :Pop: :hello:

Squizzo
15-02-2005, 13.59.34
Originally posted by gabberman
1)xche volevo editare e invece ho sbagliato tasto, purtroppo non ho il permesso di cancellare i mieie post

veramente se guardi sulla sinistra trovi l'opzione...

Hob Gadling
15-02-2005, 14.01.05
Originally posted by gabberman
1)xche volevo editare e invece ho sbagliato tasto, purtroppo non ho il permesso di cancellare i mieie post, se i mod cancelleranno il secondo post tanto meglio
2)va che non sono certo io che ho iniziato a parlare di amelie e matrix, la discussione era gia' iniziata e ho semplicemente detto la mia ;)
3)torno in topic
4)vabe, continuate pure :birra: :Pop: :hello: 1. No, puoi deletare i tuoi post; una volta cliccato sul tasto "Modifica", basta spuntare la casellina "Delete?" e poi cliccare sul tasto corrispondente.
2. Chissà come mai, leggere i tuoi gusti non mi stupisce affatto. :asd:
3.4. Si torni pure in topic.

Alukard84
15-02-2005, 14.57.53
Originally posted by Zaorunner
Cmq "Il favoloso mondo di Amelie" e' una cagata pazzesca.

Io mi sono innamorato dell'attrice!:D

Triggio.Dark.Elf
15-02-2005, 19.59.53
Due sono le cose per cui sono rimasto piu` male: videogiochi e musica.

Con i primi, con i quali ho speso centinai di ore in vita mia, ho ricevuto forse la delusione piu` grande. Non riuscire a convincere una persona della bellezza di un videogioco. Una persona che non ha mai giocato intendo, che e` arrivata a chimare Morrowind una copia fatta male del Signore degli Anelli di J.J.T. solo perche` gli avevo spiegato che io, per esempio, avevo la possibilita` di creare un anello molto potente con cui sbaragliare i nemici.

Con la terza rimango sempre deluso quando faccio ascoltare un pezzo a qualcuno e questo, come si trattasse di un banale brano pop o dance, manda avanti il pezzo fino al ritornello. Si perdono l'emozione e il crescendo del brano stesso... non ha senso. Sono queste stesse persone a dire "Gli faccio fare il CD di musica oggi che senno la settimana prossima le canzoni che ho scelto non mi piacciono gia` piu`". Io ho 2 GB di musica, ma li potrei ascoltare ininterrottamente e lo faccio da anni. Se devo scaricare un brano per ascoltarlo due o tre volte finche` va di moda preferisco non scaricarlo e risparmiare spazio su disco.

ivanisevic
15-02-2005, 22.53.35
Hob...se mi capita!??!?? v
Ti giuro è incredibile hai fatto la descrizione esatta di una delle situazioni che mi capitano con + frequenza....!!!
Mi succede spessissimo.....ma non ci ho ancora fatto l'abitudine, devo per forza dirlo a qualcuno, anche se rimango deluso, non imparo mai!

Hob Gadling
15-02-2005, 22.55.42
Originally posted by Triggio.Dark.Elf
Signore degli Anelli di J.J.T. :mumble

lady_winc
15-02-2005, 23.14.23
Ma ognuno di noi ha la sua interiorità, le sue "corde" che vengono toccate diversamente a seconda del momento e dell'umore, delle esperienze vissute, del background e di altre mille piccole cose.

Non mi aspetto mai che qualcuno capisca perché mi piace quella certa canzone/libro/film (magari a me fa piangere e gli altri lo considerano una cagata pazzesca).
Sono convinta che nell'arte non esista un bello o un brutto, esiste solo quello che l'arte ci trasmette, singolarmente.

Ovvio che non ci saranno mai due persone che condividono le stesse emozioni, gli stessi gusti su tutto.
Ma non credo che questo li allontani, semmai può integrare meglio i loro modi d'essere, se c'è volontà e curiosità di capire l'altro...


Quindi per distrazione o pigrizia mentale potrò non ascoltare D'Andrè quando me lo chiedi. Ma magari dopodomani mi capiterà di sentire una sua canzone, pensare a te, e capire qualcosa di più sul tuo modo di essere.... e magari a poco a poco amare anche quello che ami tu, non nello stesso modo, ma in base a quello che comunica a me...