PDA

Visualizza versione completa : Errore non pubblicato in Picnic



_Zio_
08-02-2005, 11.39.44
Ecco l'errore:

"All'inizio del film si parla di "Labour Day": in USA il labour day si celebra il primo lunedý di settembre. Durante il picnic viene eletta Miss Neewollah (il contrario di Halloween) proprio in coincidenza con la festa che, come noto si tiene alla fine di ottobre... "

ed ecco la risposta:

"non Ŕ stato pubblicato perchŔ concesso nel tipo di film. "

ora io non so quanti di voi hanno visto questo vecchio film del 56, per˛ dico tutto si svolge in una giornata, non nell'arco di un mese!
In una giornata si passa dagli inizi di settembre - Labour Day e testimoniato anche dal caldo afoso che tutti i protagonisti dicono di soffrire - alla fine di ottobre! E dai su!

Secondo me bisogna trovare un modo diverso per la gestione degli errori. La risposta" concesso nel tipo di film" in questo caso cosa significa?

Non mi interessa, sinceramente che venga pubblicato l'errore ma mi sembra utile un thread del genere perchŔ possiamo verificare insieme le possibilitÓ di migliorare il sito, l'effettiva utilitÓ del forum come momento di confronto (vedi: segnalo errore non pubblicato, il forum decide che Ŕ da pubblicare e... l'errore non viene pubblicato!Utile!) ecc...

No?

onigate
08-02-2005, 11.44.56
beh, non ho visto il film, ma se Ŕ come dici tu che si svolge tutto in un giorno e vengono citate due feste che ricorrono in due periodi ben distinti dell'anno e che non possono essere cambiate, allora per me Ŕ blooper ;)

Leetah
08-02-2005, 11.51.01
Quoto Oni.

astromat
08-02-2005, 11.54.52
Originally posted by onigate
beh, non ho visto il film, ma se Ŕ come dici tu che si svolge tutto in un giorno e vengono citate due feste che ricorrono in due periodi ben distinti dell'anno e che non possono essere cambiate, allora per me Ŕ blooper ;)

Non ho visto il film, ma da come la metti sembra blooper.

Sono completamente d'accordo con te sul fatto che la locuzione "concesso dal tipo di film" sia un po' vaga e che andrebbe modificata.

Sammo
08-02-2005, 13.34.33
Originally posted by onigate
beh, non ho visto il film, ma se Ŕ come dici tu che si svolge tutto in un giorno e vengono citate due feste che ricorrono in due periodi ben distinti dell'anno e che non possono essere cambiate, allora per me Ŕ blooper ;)

Quoto Oni, non ho niente da aggiungere a questo.

Riguardo alla locuzione un po' generica... non avendo capito perche' l'errore e' stato bocciato non saprei come renderla piu' specifica, mi spiace!

,ortsov etnemavitseF
ommaS

Leetah
08-02-2005, 14.03.23
Originally posted by Sammo
,ortsov etnemavitseF
ommaS

Ti adoro!

morettina
08-02-2005, 17.03.40
io l'ho visto tantissimo tempo fa (se non ricordo male Ŕ con william holden, no? ) e non mi ricordo questo particolare... ma mi sembra perfino troppo grossolano per essere un errore :niente!:

agrippa
08-02-2005, 17.32.20
E' come se si vedesse una scena natalizia a Copenhagen, con le spiagge piene di bagnanti. Concesso....un corno!:mad: :mad:

(quando ce v˛, ce v˛)

Eowyn.
08-02-2005, 22.15.02
Originally posted by _Zio_
viene eletta Miss Neewollah (il contrario di Halloween)


Anche secondo me, detta cosý, Ŕ bloopers, ma perchŔ "Neewollah"?? C'Ŕ qualche ragione che magari giustifica il fatto che tale Miss venga eletta durante il Labour Day?? :mumble

selidori
08-02-2005, 22.48.38
Il motivo Ŕ lo stesso per cui il treno che si usa nei film Ŕ sempre un fighissimo etr4500 anche per la linea cinisello-monza e tutte le vetrate delle case di parigi hanno una vista sulla tour eiffel: fa scena.

si dovevano presentare due fatti che fanno scena, ci si Ŕ concessi di accumunarli anche se nella realtÓ essi solo (temporaneamente) lontani.

Ancora una volta non Ŕ un errore la differenza con la realtÓ (Ŕ persino una regola del si/no), mentre Ŕ un errore solo se non vi Ŕ corenza interna (del tipo si dice esplicitamente che il concorso Ŕ un'altro giorno).

Inoltre per rilevare il difetto con la realtÓ bisogna sapere qualcosa... ugualmente gli errori di geografia del tipo 'il tizio gira a destra per via indipendenza ma poi si trova in via dei reclusi' non vengono considerati.
I film non sono documentari, non devono rispecchiare la realtÓ, devono solo intrattenere come meglio crede lo sceneggiatore (autore, regista,. produttore, ecc).

Sammo
09-02-2005, 03.49.00
Originally posted by selidori
si dovevano presentare due fatti che fanno scena, ci si Ŕ concessi di accumunarli anche se nella realtÓ essi solo (temporaneamente) lontani.


Si', ma ci sono diversi modi per poter incorporare 2 eventi spettacolari (ma non avrebbero semplicemente potuto chiamare diversamente la miss? :asd: ) in un film: non credo che far andare un personaggio a comprare il regalo di Natale al mattino e farlo partecipare al veglione di Capodanno la sera dello stesso giorno sia un modo particolarmente riuscito e intelligente di gestire la cosa, a meno di non voler fare un film di avanguardia surrealista.
Oh, sara' pure interessante come espediente narrativo, ma non so quanto il pubblico la possa seguire.



Ancora una volta non Ŕ un errore la differenza con la realtÓ (Ŕ persino una regola del si/no), mentre Ŕ un errore solo se non vi Ŕ corenza interna (del tipo si dice esplicitamente che il concorso Ŕ un'altro giorno).


Nemmeno il calendario quindi e' una costante?
Nel nostro raduno di fine Aprile possiamo organizzare il concorso "blooperina dell' estate 2005" ??? ^^;;;;;;;;
A me sembrerebbe una incoerenza.
Se dici che il film si svolge in una certa realta' (gli USA, probabilmente il Kansas), cannare il periodo di una delle maggiori festivita' (che comunque e' legata nel nome stesso ad Halloween...che viene due mesi dopo) e' un errore. Capisco tu voglia togliere le pignolerie e la zavorra dal sito, che Neewollah in Italia non sia conosciuta, che ci sia una remota possibilita' che non si parli della Newollah "ufficiale" del Kansas, ma santo cielo...



Inoltre per rilevare il difetto con la realtÓ bisogna sapere qualcosa... ugualmente gli errori di geografia del tipo 'il tizio gira a destra per via indipendenza ma poi si trova in via dei reclusi' non vengono considerati.


Si', ma se mi fanno un film in Italia e decidono di girare una scena il giorno della Festa della Repubblica e ci presentano un panorama innevato...secondo te e' giusto e ammissibile?
Nel momento in cui il film sceglie di riferirsi a fatti o luoghi REALI, allora le incongruenze con la realta' un loro peso l'acquistano: sono entrati a far parte della realta' del film! E' il film che li ha chiamati in causa!



I film non sono documentari, non devono rispecchiare la realtÓ, devono solo intrattenere come meglio crede lo sceneggiatore (autore, regista,. produttore, ecc).

Si', se vuole il regista puo' fare cio' che gli pare, ma entro i toni del film (che lui stesso definisce, peraltro). Non e' "Miracolo a Milano" con le biciclette che volano. E' un normalissimo melodramma senza cose miracolose o prospettive surreali.
Non si pretende che sia rigoroso in tutto e per tutto, ma cambiare il calendario va oltre le sue competenze. Il "mondo possibile" che costruisce non e' cosi' forte o alternativo da far passare una cosa del genere, IMO.
E se l'incongruenza sembra grossa, beh: o Zio ha male interpretato e tutto non si svolge in un giorno solo, oppure beh... di errori clamorosi ce ne sono parecchi (in un film da poco inserito un minuto c'era scritto "STAZIONE DI PECHINO" e 10 minuti dopo cercavano di scappare DA SHANGAI...) quindi non c'e' veramente a priori da stupirsi di nulla. :azz.

Giulianamente vostro,
Sammo

_Zio_
09-02-2005, 11.11.52
Come non quotare il saggio Sammo...

Leetah
09-02-2005, 11.25.11
Originally posted by _Zio_
Come non quotare il saggio Sammo...

:clap: Mi associo.