PDA

Visualizza versione completa : Certe volte...



Dex_Aie
15-12-2004, 21.18.48
Certe volte la vita fa veramente schifo, eppure oggettivamente non sembra così negativa.

Ma a te fa schifo.
Ti senti male con te stesso e di conseguenza con il resto del mondo, qualsiasi cosa ti provoca disagio, anche stare con la tua ragazza.
Nulla ha più un senso, niente.
Vorresti lasciare i tuoi problemi fuori dalla sua porta per non trasmettere questo malessere non ben identificato a lei che ami, ma allo stesso tempo sei impossibilitato a tenerti sopra la soglia della depressione, da troppo tempo.

Depressione.
Cazzo, a 18 anni depressi...fino ai 16 non ci avrei mai creduto, depresso io così giovane mi dicevo?! Siamo matti?
Sono matto.
Già, due anni di intenso decadimento, non c'è più nulla che ti renda l'illusione della felicità ancora una volta.
Sei corretto, rispetti chiunque, hai degli amici ed una ragazza, da poco ma c'è, e tu cosa cazzo fai...sei un deficiente, ti abbatti dall'interno una volta che sei riuscito a trovare un'habitat decisamente abitabile rispetto a quelli in cui prima eri, orrendi, eppure eri più "felice" nel disagio?

Cerchi in te le motivazioni...trovi un cazzo, trovi solo te stesso, tu non vai più d'accordo con te stesso, non c'è nulla che il mondo esterno possa fare.

Depressione. Brutta bestia.

Che faccio...finisco imbottito di antidepressivi così giovane e giro mezzo drogato per le sudicie vie di questa città?

No. Ed allora che faccio? Oltre a me stesso provoco disagio pure alla persona che amo?

Vorrei trovare una spiegazione razionale a quello che sto sentendo dentro, un malessere psicologico e fisico, non so bene in qual ordine. So solo che sto male.

Da due anni ed ultimamente mi sembra di essere arrivato in fondo. In fondo al nulla, a non so cosa.

Forse sono pazzo. Non lo so, non c'è nulla che io possa razionalizzare, non c'è un cazzo.

Scusate la lagna...

Ef.Di.Gi
15-12-2004, 21.21.41
Yoga.

redronin
15-12-2004, 21.44.23
beh il solo fatto di essere cosciente di non stare bene è positivo.....passera' ;) ;)

nageki
15-12-2004, 21.58.53
Se questa cosa va avanti ormai da diverso tempo sarebbe meglio se cercassi l'aiuto di qualcuno. Medicinali, antidepressivi e stronzate varie non servono a nulla, l'unico risultato che ho ottenuto prendendoli è stato passare le giornate a vegetare sul divano fissando il soffitto. Devi trovare qualcuno che possa starti vicino e ti costringa a muoverti, darti da fare, distrarti dal pensare continuamente a questo male che ti affligge.

Alex_j
15-12-2004, 23.35.10
Pure io dicevo cosi' da ragazzino...che sfigati,come si puo' essere conciati cosi',è impossibile...e in men che non si dica ci ero dentro fino al collo.
Io mi sono dovuto fare aiutare,mi sono reso conto che piu' cercavo di arrangiarmi e piu' mi trovavo nella merda.
Ormai è da parecchio tempo che sto' bene,anche se in certi momenti qualche cosa salta fuori dinuovo.
Farmaci aiutano,anche molto,ma quelli ti guariscono la mente e il fisico...per l'anima è tutta un'altra questione.
Cmq ottimo quello che hai fatto,mettendoti in gioco,rivelando questa cosa,vuol dire che sei consapevole della tua situazione.
Se posso esprimere un giudizio,cerca di farti aiutare.


Se hai bisogno,per un tuo PM c'è sempre posto.

angelheart
16-12-2004, 01.21.26
Originally posted by nageki
cut
*
e aggiungo
PARLA

Squizzo
16-12-2004, 01.43.53
Originally posted by angelheart
*
e aggiungo
PARLA

parlare non serve a nulla se poi non si prova nemmeno a seguire i consigli

_Kenji_
16-12-2004, 11.05.39
Ti passa, ti passa....questi ultimi 2 anni sono stati per me i peggiori della mia vita....ne sono uscito un pò per strafottenza un pò per il fatto che sono riuscito a reagire...Non farti troppi problemi...in fondo siamo ancora giovani...vivi la vita come viene....senza troppe seghe mentali...cerca di trovare delle motivazioni...

palka
16-12-2004, 11.28.51
proprio stamattina ho inviato un sms con questi versi, in cui trovo sempre conforto:

E andando nel sole che abbaglia
sentire con triste meraviglia
com'è tutta la vita e il suo travaglio
in questo seguitare una muraglia
che ha in cima cocci aguzzi di bottiglia.

la vita non è facile, non lo è mai, né a 18 né a 30 anni, né credo lo sarà per me in futuro. e non parlo del lavoro, dei soldi etc, parlo proprio di stare al mondo, con i nostri dubbi, le nostre paure, le domande senza risposte, e la voglia di sentirci meno soli.
come ti hanno detto, guardati attorno, apriti con gli amici, con chi ami e ti ama, datti da fare, che non sei solo.

Qfwfq
16-12-2004, 13.12.56
Come già giustamente accennato da nageki, diffidare di qualsiasi percorso di analisi che implichi anche un trattamento farmacologico, cui di questi tempi si abusa largamente. L'assunzione di psicofarmaci ( ansiolitici, antidepressivi, etc... ) è tipica di una terapia di contenimento che di per sè nega la volontà di risoluzione del problema; eccezion fatta per vere e proprie patologie come la schizofrenia questa dovrebbe essere assolutamente sconfessata a favore del solo metodo "dialettico".

angelheart
16-12-2004, 18.29.14
Originally posted by Squizzo
parlare non serve a nulla se poi non si prova nemmeno a seguire i consigli

beh ti dirò che invece serve cmq, buttare fuori lo schifo fa sentire molto più leggeri.
se non ha con cui parlare (a parte che può sempre venire qui) può scrivere, è utile.

Squizzo
16-12-2004, 20.41.01
Originally posted by angelheart
beh ti dirò che invece serve cmq, buttare fuori lo schifo fa sentire molto più leggeri.
se non ha con cui parlare (a parte che può sempre venire qui) può scrivere, è utile.

Serve sì, ma a metà. Per uscirne del tutto devi essere tu a decidere di volerlo fare...gli altri possono aiutarti a farlo ma non possono prendere il tuo posto. Per quanto uno possa essere ascoltato, capito, aiutato e spronato a cercare di cambiare la situazione in cui si trova, se questo non decide di farlo, non ne uscirà mai, c'è poco da fare.

Khorne
16-12-2004, 20.53.19
Beh a furia di parlarne può essere che si stufi di blaterare sempre le stesse lamentele e decida di cambiare. Almeno per potersi lamentare di cose diverse.
Io ho fatto così :D

Velena
16-12-2004, 21.13.15
Originally posted by angelheart
beh ti dirò che invece serve cmq, buttare fuori lo schifo fa sentire molto più leggeri.
.


si bene e dopo un po la gente si stufa a beccarsi la tua spazzatura e ti evitano come un cane appestato,a ragione perche tutti hanno le proprie croci e stare ad ascoltare una persona che non sta parlando ma si sta sfogando e basta non e' emotivamernte il massimo, e' una cosa che sfibra ..non ditemi che non e vero di solito queste sessioni terminano con il depresso che e tutto felice perche ha esternato e l ascoltatore di mal umore per aversi subito un piagnisteo ed aver dispensato consigli a dx e manca che NON verranno presi in considerazione e potreste scommettere che la prossima volta l ascoltatore si guardera bene dal farsi beccare disponibile di nuovo in umore accomodante... parlare serve per auto giudicarsi ed avere un riscontro dall altra parte, non per vomitare il tuo schifo perche' ormai sei saturo e piagnucolare in stile " il mondo contro di me, me tapino me misero" le cose succedono per un motivo, l energia per farcela viene da noi e non dagli altri, se pensi di eliminare il tuo star male parlando con un altra persona random come se fosse un atto di liberazione al cesso -della serie tiri la catena e chi ci pensa piu'- allora starai sempre male
se invece parli con gli altri e cerchi di capire dove sbagli essendo critico in primis di te stesso forse riesci a capire, con l aiuto di chi vede il tuo comportamento all esterno se ti fai le pare oppure oggettivamente ce un problema di atteggiamento
la depressione va e viene e ci fa capaci di raggiungere stati impietosi, ma la depressione e' in noi e risponde alle nostre azioni.. piu passivi siamo e piu depressi ci sembra di essere, il deboscio e' terreno fertile, quindi combattere attivamente contro l apatia e' gia un passo importante per vivere meglio

Squizzo
16-12-2004, 21.43.07
Originally posted by Khorne
Almeno per potersi lamentare di cose diverse.


Sì, di chi ha cercato di dare una mano.

angelheart
16-12-2004, 21.56.44
Originally posted by Velena
cut

indubbiamente parlare con al gente dev'essere fatto in modo costruttivo, sicuramente ho espresso male quel che intendevo: "buttare fuori lo schifo" non voleva essere un lamentarsi e basta. Credo che si debba eliminare la merda che si ha dentro parlandone in un determinato modo, c'è che si lamenta e basta e non risolve niente, e c'è chi cerca di porvi un qualche rimdio con l'aiuto di altri, come dicevi giustamente tu facendo autocritica e vedendo dove stanno gli errori. E ancora c'è chi ne parla sdrammatizzando, come faccio io, che racconto i miei casini a suon di battutacce e alla fine qualcuno ride pure :D Anche perchè riderci (senza sottovalutare) a volte è la cura migliore.

Velena
16-12-2004, 22.13.26
certo ma la maggiorparte delle persone tira la cordicella e ti vampira anche le tue di energie, l autoironia va bene se si ha qualcuno di fronte che sa ascoltare fra le righe.. in generale direi parlare si ma parlare con le persone giuste e con criterio, il grosso del lavoro comunque deve venire da noi interno, altrimenti come dice squizzo non se ne "esce"