PDA

Visualizza versione completa : Blade Runner, visto!



ivanisevic
07-12-2004, 16.43.14
Finalmente anche io ho visto questo osannatissimo film!
Evito i soliti commenti che ormai sarebbero banali, il film è splendido, qualsiasi ulteriore definizione sarebbe superflua!

Però c'è un dubbio che mi è rimasto dentro e sono qui subito a cercare chiarimenti: la scena finale, quando lui raccoglie quell'origami da terra, secondo voi cosa vuol dire?

Io ho trovato tante interpretazioni, anche se ci ho riflettuto un pò...ma non ce n'è una che mi convinca al 100%!

Preciso che ho visto la versione del 93 (director's cut) che a quanto pare è molto migliore (ho letto la fine dell'altra...fa un pò pena, solite esigenze commerciali....anche se la voce fuori campo avrei voluto sentirla per curiosità!)...ma che resta con questo finale "aperto".

Ho letto tra l'altro un commento del Mereghetti che giunge a una conclusione ancora diversa da quella che avevo trovato io...ma mi pare che si basi su presupposti un pò traballanti!

Fatemi sapere, ciao!

BOSE
07-12-2004, 17.24.13
Grandissimo film, ancora attuale dopo anni e anni...personalmente ho visto la versione originale, forse il finale lascia a desiderare...:rolleyes:

jklITA
07-12-2004, 17.52.50
blade runner tratta, per me, il tema dell'alienazione sociale, dei limiti umani, delle artificiosità che l'uomo crea per superare questi suoi limiti (uno su tutti, la morte), e dei limiti che le stesse opere umane poi rivelano. esitono cose immortali e, se esistono, sono opera nostra? quanto anche un solo pensiero umano rimane duraturo nel tempo? e, soprattutto, fino a quanto si spinge la nostra necessità di rapportarci ad un "creatore"?

The El-Dox
07-12-2004, 18.05.40
ma nn doveva uscire un kofanone kualke mese (anno) fa?
Dopo Warner nessuno si è ankora attakkato i diritti?

ivanisevic
07-12-2004, 18.11.58
Ragazzi scusate...io sto fremendo un pò di kuriosità....nessuno può spiegarmi la versione uffiaciale della spiegazione della fine???

ivanisevic
07-12-2004, 18.16.47
Sul sito ufficiale ho trovato questo:

"Nel settembre del 1992 la Warner Bros. ha prodotto e commercializzato la versione "integrale" di Blade Runner, chiamata "The director's cut", dalla quale sono stati eliminati sia la voce narrante fuori campo che il lieto fine, ma nella quale c'è in più una scena in cui Deckard sogna un unicorno. L'aggiunta di questo elemento, apparentemente insignificante, in realtà apporta un grosso cambiamento al film. Infatti, quando Rachel e Deckard lasciano l'appartamento di Deckard alla fine del film, lei urta contro un origami a forma di unicorno. L'unicorno è l'ultima di una serie di figure origami che Gaff usa per provocare o prendere in giro Deckard. Nell'ufficio di Bryant, quando Deckard insiste nel dire che lui si è ritirato, Gaff costruisce una gallina: "Hai paura di farlo". Più avanti costruisce un uomo con un'erezione: "sei attratto da lei". E, alla fine, l'unicorno per far capire a Deckard che aveva deciso di lasciarla vivere. Però collegando questo elemento al sogno dell'unicorno, si potrebbe dedurre che Gaff conosce i sogni di Deckard, come lui conosceva quelli di Rachel, quindi anche Deckard è un Replicante.
Nella versione normale invece, Deckard non può essere un replicante dal momento che non compare il sogno che lo collega all'origami. Un'altra interpretazione per l'unicorno è che Gaff voglia lanciare una sfida e catturarli insieme."

Ma....se lui era replicante, com'è che avevo una forza molto inferiore agli altri e prendeva botte da tutti??

Mach 1
07-12-2004, 18.19.58
Originally posted by ivanisevic
Ragazzi scusate...io sto fremendo un pò di kuriosità....nessuno può spiegarmi la versione uffiaciale della spiegazione della fine???

la spiegazione più accreditata, e mi pare fosse stata anche confermata dallo stesso scott, è che lo scopo dell'origami a forma di unicorno è quello di fare capire a deckard di essere un replicante. In pratica l'origami si riallaccia alla scena, presente solamente nella director's cut ( cioè la versione che dovresti avere visto, e senza dubbio la migliore ), del sogno di deckard in cui egli sogna la corsa di un unicorno ( curiosità: la scena è un ritaglio di Legend, un precedente film dello stesso Scott ). Quindi l'unico modo che aveva Gaff per conoscere un particolare come quel sogno era quello di essere a conoscenza dei sogni e dei ricordi presenti nella mente di deckard e quindi essere a conoscenza del fatto che deckard fosse un replicante.

poi se vuoi conoscere altri particolari ti linko questo sito in italiano abbastanza completo
http://www.blade-runner.it/

comunque è un film in cui perdersi se se ne vogliono carpire le mille sfumature, praticamente non c'è un solo minuto di film fine a se stesso.

New_Alumir
07-12-2004, 18.50.53
una sola parola: un cult

:hail:

:birra:

megio
07-12-2004, 19.21.10
Capolavoro, vero. Anche con una storia abbastanza semplce ne ha tratto un'epopea.
La scena finale in effetti significherebbe che è lui stesso un replicante.

Avete visto 'I duellanti' di Scott? Altro cult...

sauron82
07-12-2004, 19.30.35
A me la versione originale piace di più. Preferisco il Deckart umano con le sue riflessioni che trovo altamente poetiche e profondissime.

cymon
07-12-2004, 20.12.43
Ho visto solo la versione originale, ma l'idea che Deckard sia un replicante a me non va giù, si perde parte dell'alienazione generale e manca il confronto tra lui e Batty. Il gesto finale di Batty, quando salva Deckard, perde gran parte della sua forza vitale.
Qualsiasi versione sia, comunque, rimane un grandissimo film in anticipo sui tempi, vera e propria svolta del cinema di fantascienza dei tempi (se la svolta non vi pare totale metteteci pure Alien dentro, tanto è pure lui di Scott), saturo di una poetica che è stata successivamente scimmiottata, ogni tanto, ma riproposta mai.
Blade Runner è questo ed è anche un "orribile" adattamento di un libro di Dick con cui c'entra veramente pochino e in cui i temi trattani finiscono con essere completamente degli altri (anche il libro, comunque, è consigliatissimo, uno dei migliori di Dick secondo me).

Per la storia dell'unicorno e le varie incongruenze in giro qua e là direi che è impossibile venirne a capo. Blade Runner è stato montato in salumeria e Scotto e Ford hanno litigato durante tutto il film sulla vera natura di Deckard quindi possiamo ben dire che una spiegazione esatta non esista. A suo modo, forse, è più bello così, è persino più Dickiano.

Mach 1
07-12-2004, 20.27.38
Originally posted by cymon
Ho visto solo la versione originale, ma l'idea che Deckard sia un replicante a me non va giù, si perde parte dell'alienazione generale e manca il confronto tra lui e Batty. Il gesto finale di Batty, quando salva Deckard, perde gran parte della sua forza vitale.


non sono d'accordo. Personalmente penso che il fatto che Deckard sia un replicante accentui ancor di più l'alienazione generale del film, soprattutto per il fatto che ciò viene chiarito solamente nella scena conclusiva ( seppur più volte suggerito durante tutto il film ). Questo in quanto Deckard, comportandosi in tutto e per tutto come un umano, non fa altro che mostrare quanto sia sottile e labile il confine che separa l'essere umano puro e l'essere umano "artificiale" .

inoltre proprio questo rende, sempre a mio avviso, ancora più forte la scena con Batty ed il finale. Il primo perchè lo stesso Batty mostra come non sia importante il fatto che si tratti di una vita artificiale o biologica ad essere salvata, ma che sia la vita stessa ed il diritto universale alla vita a dover essere preservato. Quindi è la vita come valore assoluto che ne esce con ancor più potenza in questa scena. Non dimentichiamoci che esiste anche l'ipotesi secondo la quale Deckard fosse uno dei replicanti fuggiti dalla colonia extramondo catturato e riprogrammato con altri ricordi. In questo caso si può fornire l'ulteriore interpretazione di un ulteriore gesto di pietà di Batty che, sa chi ha di fronte e non lo perdona perchè conscio del fatto che Deckard stia agendo in quel modo perchè non conscio della sua reale condizione.

inoltre il finale è più in linea col resto del film perchè ci viene risparmiato l'happy ending e ci viene fatto intuire come la fuga dei due amanti li porterà probabilmente, per la loro natura di replicanti, a soli pochi mesi o anni di felicità: felicità che pur nella sua brevità viene comunque agoniata con tutta la forza possibile dai due fuggitivi.

samgamgee
07-12-2004, 21.17.11
E' il mio film preferito :)

Mach 1
07-12-2004, 23.30.21
comunque è incredibile come pochi minuti in più o in meno di pellicola siano riusciti, nella director's cut, a stravolgere ( in meglio a mio avviso ) l'intero scorrere del film. Credo che, a meno che non sia proprio l'unico caso, casi come questi si possano contare sulle dita di una mano.

NewBusterSword
07-12-2004, 23.48.11
dovrei proprio vedere la versione "originale"

sauron82
08-12-2004, 00.08.21
Originally posted by Mach 1
comunque è incredibile come pochi minuti in più o in meno di pellicola siano riusciti, nella director's cut, a stravolgere ( in meglio a mio avviso ) l'intero scorrere del film. Credo che, a meno che non sia proprio l'unico caso, casi come questi si possano contare sulle dita di una mano.

Io resto dell'opinione che è meglio la versione dell'82 però ammetto che è l'unico film che con una sola scenetta di 15 secondi circa cambia tutto il senso del film.

I monologhi riflessivi di Deckart sono stupendi e sentirmeli tolti mi sembra un insulto.

Per la cronaca il film nella versione director's cut è più corto dell'originale.

ivanisevic
08-12-2004, 01.43.16
Originally posted by Mach 1
comunque è incredibile come pochi minuti in più o in meno di pellicola siano riusciti, nella director's cut, a stravolgere ( in meglio a mio avviso ) l'intero scorrere del film. Credo che, a meno che non sia proprio l'unico caso, casi come questi si possano contare sulle dita di una mano.

Un altro è nuovo cinema paradiso, con le dovute proporzioni e distanze.

fppiccolo
08-12-2004, 08.36.10
..."ho visto cose che voi umani non potete nemmeno immagginare"... :hail: :hail:

sauron82
08-12-2004, 10.07.46
Originally posted by fppiccolo
..."ho visto cose che voi umani non potete nemmeno immagginare"... :hail: :hail:

Questa frase rimarrà nei nostri cuori e nella nostra mente. E' una frase indimenticabile per il cinema. Un pò di curiosità per vedere cos'ha visto il replicante però ce l'avrei.

fppiccolo
08-12-2004, 11.15.17
Originally posted by sauron82
Questa frase rimarrà nei nostri cuori e nella nostra mente. E' una frase indimenticabile per il cinema. Un pò di curiosità per vedere cos'ha visto il replicante però ce l'avrei.

bhè qualcosa la cita: i Bastioni di Orione fino ai confini di Tahnnauser attraversati dai raggi B

sauron82
08-12-2004, 12.09.40
Originally posted by fppiccolo
bhè qualcosa la cita: i Bastioni di Orione fino ai confini di Tahnnauser attraversati dai raggi B

Lo so cosa dice ma mi piacerebbe molto vederle queste cose. Ma certi dicono che è meglio lasciarle alla propria fantasia certe cose invece di rappresentarle visivamente.

Mach 1
08-12-2004, 13.14.27
Originally posted by sauron82
I monologhi riflessivi di Deckart sono stupendi e sentirmeli tolti mi sembra un insulto.


a dirla tutta sembra che ne Harrison Ford ne Ridley Scott ne il resto di coloro che lavoravano al film fossero a favore dei monologhi di Deckard, che non erano originariamente previsti e che furono imposti dai produttori per rendere il film più scorrevole al grande pubblico, più commerciale se vogliamo, togliendo le numerose pause di silenzio che personalmente ritengo si addicano di più al film. La leggenda vuole persino che Harrison Ford, nel registrare tali dialoghi, cercò di dare il peggio di se proprio per fare in modo che, davanti alla scarsa qualità della recitazione, si decidesse di non inserire tali dialoghi, che furono comunque introdotti.


comunque consiglio di dare a tutti un occhiata qui:

http://www.neomedia.it/terminus/terzero/brfaq.html

e qui per chi conosce l'inglese:

http://www.devo.com/bladerunner/blade_runner.html

Zaorunner
08-12-2004, 18.16.23
Mio film preferito.

Me lo sono riguardato e me lo riguardo tutt'ora un infinita' di volte.

Per chi volesse cimentarsi in un salto nel passato, sappiate che c'e anche una vecchia avventura grafica di questo gioco, della Westwood, con forti differenze e analogie rispetto al film.

Non e' facile trovarla, nemmeno coi mezzi "non-tradizionali", e ha problemi di incompatibilita' ENORMI con xp, ma secondo me ne vale la pena.

Qua (http://www.brmovie.com/FAQs/BR_FAQ_Game.htm) trovate qualche info.

the_World
08-12-2004, 18.44.44
Originally posted by Zaorunner
Per chi volesse cimentarsi in un salto nel passato, sappiate che c'e anche una vecchia avventura grafica di questo gioco, della Westwood, con forti differenze e analogie rispetto al film. Il mitico Ray McCoy! :D
Ricordo che ci avevo giocato un sacco di volte per vedere tutti i finali alternativi!

cymon
08-12-2004, 20.07.00
Originally posted by sauron82
Questa frase rimarrà nei nostri cuori e nella nostra mente. E' una frase indimenticabile per il cinema. Un pò di curiosità per vedere cos'ha visto il replicante però ce l'avrei.

E il bello è che mi è parso di sentire che l'autore sia proprio Hauer...

sauron82
08-12-2004, 21.02.40
Originally posted by cymon
E il bello è che mi è parso di sentire che l'autore sia proprio Hauer...

In che senso? Hauer ha avuto l'idea di quelle parole?

Comunque i monologhi di Deckart saranno stati inseriti dalla produzione e con poca voglia da parte di Harrison Ford ma a me son piaciuti molto e poi li trovo profondi.

Zaorunner
08-12-2004, 22.51.29
Originally posted by the_World
Il mitico Ray McCoy! :D

BR61661 :D

the_World
08-12-2004, 23.32.00
Originally posted by Zaorunner
BR61661 :D Semplicemente fantastico. :D
C'è addirittura stato un periodo in cui con i miei amici citavamo le frasi tratte dal gioco gesticolando come McCoy (siamo malati :dentone: )

- Perlustrate a fondo l'area, qualcuno potrebbe aver visto qualcosa.
- Mi ci metto!

Zaorunner
08-12-2004, 23.44.42
Originally posted by the_World
Semplicemente fantastico. :D
C'è addirittura stato un periodo in cui con i miei amici citavamo le frasi tratte dal gioco gesticolando come McCoy (siamo malati :dentone: )

- Perlustrate a fondo l'area, qualcuno potrebbe aver visto qualcosa.
- Mi ci metto!

Stupendo! :roll3:

Cmq l'Esper e' esasperante, ci ho lasciato due diotrie su quell'affare.

Da qualche parte lessi che il tipo al negozio d'armi se gli stavi simpa ti moddava il computerino che c'hai dietro per cambiare non so cosa.

Inutile dire che gli sono sempre stato sui maroni. :asd:

Mach 1
08-12-2004, 23.48.25
mitico il videogioco di blade runner. Nella classifica dei punteggi del sottogioco, quello in cui si sparava sul percorso di addestramento, c'era pure il nome di deckard che se non erro era il più scarso di tutti. :D

qualcuno però mi può spiegare come diavolo funzionava il test voigh kampf ( o come diavolo si scrive ) nel gioco. Che logica bisognava seguire? in pratica a me andava a fortuna il fatto che riuscissi ad individuare se avevo davanti un umano o un replicante. Come avrei dovuto fare invece?

Zaorunner
09-12-2004, 00.11.42
Originally posted by Mach 1
mitico il videogioco di blade runner. Nella classifica dei punteggi del sottogioco, quello in cui si sparava sul percorso di addestramento, c'era pure il nome di deckard che se non erro era il più scarso di tutti. :D

qualcuno però mi può spiegare come diavolo funzionava il test voigh kampf ( o come diavolo si scrive ) nel gioco. Che logica bisognava seguire? in pratica a me andava a fortuna il fatto che riuscissi ad individuare se avevo davanti un umano o un replicante. Come avrei dovuto fare invece?


Beh, se completavi il percorso con un buon punteggio primo diventavi tu :D

Cmq non ricordo, caiser, e' passata una vita.
Non c'era una specie di indicatore in basso che...boh...non ricordo. :D

The El-Dox
09-12-2004, 00.17.55
ce l'ho pure in italiano, kon tanto di voci originali del film.

adesso lo reinstallo, ci sarebbero tanti di kuei finali da vedere...

cymon
09-12-2004, 01.52.18
Originally posted by sauron82
In che senso? Hauer ha avuto l'idea di quelle parole?


Qualcosa del genere...

JEDI
09-12-2004, 10.36.28
Il gioco è semplicemente da :hail:, un capolavoro della sua epoca, degno tie-in di cotanto film.

Mach 1
09-12-2004, 12.57.39
Originally posted by JEDI
Il gioco è semplicemente da :hail:, un capolavoro della sua epoca, degno tie-in di cotanto film.

ecco, m'avete fatto venire voglia di reinstallarlo ora.

Zaorunner
09-12-2004, 13.05.51
Originally posted by Mach 1
ecco, m'avete fatto venire voglia di reinstallarlo ora.

Idem. Anche solo per riascoltare il boato dei proiettili all'uranio impoverito che trovi a un certo punto.

Normali - "PUM"

Magnum - "BOOM"

"Uranio Impoverito" - "BOOOAAOOEOOAAMAMMMAMMM"

:asd:

NewBusterSword
09-12-2004, 20.04.50
Originally posted by sauron82
In che senso? Hauer ha avuto l'idea di quelle parole?

Comunque i monologhi di Deckart saranno stati inseriti dalla produzione e con poca voglia da parte di Harrison Ford ma a me son piaciuti molto e poi li trovo profondi.
io non ho mai capito come poteva permettersi ford di dire cosa gli andava e cosa non gli andava bene! LUI DOVEVA SOLO RECITARE E STARE ZITTO! :D

con tutto il rispetto per harrison che è uno dei miei attori preferiti :)

Mach 1
09-12-2004, 20.27.35
Originally posted by NewBusterSword
io non ho mai capito come poteva permettersi ford di dire cosa gli andava e cosa non gli andava bene! LUI DOVEVA SOLO RECITARE E STARE ZITTO! :D

con tutto il rispetto per harrison che è uno dei miei attori preferiti :)

veramente quei dialoghi non li voleva nessuno, non solo lo stesso ford ma anche il regista e gli altri che avevano collaborato alla realizzazione del film. Dunque Ford agendo così non ha fatto altro che interpretare il volere di tutti, suo incluso, non è che s'è messo a fare i capricci.

sauron82
09-12-2004, 23.31.13
Se è per quello il film fu un flop al botteghino. Col tempo il film divenne un cult e i monologhi divennero meravigliosi.
Chissà che opinione ha Harrison Ford di quel film ora.

Ray McCoy
10-12-2004, 18.44.32
Videogioco di Blade Runner? Davvero? :notooth:

Mach 1
10-12-2004, 21.01.54
Originally posted by Ray McCoy
Videogioco di Blade Runner? Davvero? :notooth:

tu sei troppo "piccolo" per ricordartelo :D :D

NewBusterSword
10-12-2004, 23.29.28
Originally posted by Mach 1
veramente quei dialoghi non li voleva nessuno, non solo lo stesso ford ma anche il regista e gli altri che avevano collaborato alla realizzazione del film. Dunque Ford agendo così non ha fatto altro che interpretare il volere di tutti, suo incluso, non è che s'è messo a fare i capricci.
parlo anche del fatto che deckard fosse un androide, ad harrison non stava bene e i suoi litigi con scott sono diventati famosi (almeno di fama, poi non so quanto sia vero)

follettomalefico
11-12-2004, 00.50.24
Peraltro, dato il libro da cui è preso, anche se tratta tematiche diverse con una trama diversa, il protagonista alter-ego Deckard è un replicante se non ricordo male.

Cmq, è un capolavoro. E nulla si può dire in merito. Non hanno più realizzato nella storia del cinema un'opera di fantascienza che sia anche solo minimamente paragonabile.
Matrix (il primo), per quanto geniale, cult, preciso e dettagliato, non è minimamente paragonabile.

Però effettivamente l'avventura grafica di Blade Runner mi manca :|

cymon
11-12-2004, 00.56.22
Originally posted by NewBusterSword
parlo anche del fatto che deckard fosse un androide, ad harrison non stava bene e i suoi litigi con scott sono diventati famosi (almeno di fama, poi non so quanto sia vero)

C'è da dire che ai tempi di Blade Runner Scott poteva al massimo dire di essere il regista di Alien (rimarchevole, per carità, ma si sa che non si può mica elevare un regista all'olimpo per un film solo...naturalmente considero solo pellicole "storiche") mentre il signor Ford era già mr Han Solo + Indiana Jones

cymon
11-12-2004, 02.39.22
Originally posted by follettomalefico
Peraltro, dato il libro da cui è preso, anche se tratta tematiche diverse con una trama diversa, il protagonista alter-ego Deckard è un replicante se non ricordo male.



Spoiler sul libro: In verità uno dei motivi per cui sostengo la versione originale è proprio perchè il Deckar di Dick non è un androide.
Lui arriva a crederlo (ci arriverebbe chiunque, in un libro di Dick!), e si fa sottoporre al Voight-Kampff che però lo rileva umano. In verità in generale lo stacco tra umani e androidi nel libro è molto più marcato e infatti il confronto tra le due opere è difficile (bhe, il semplice fatto che manchi il Mercerianesimo...).

jklITA
11-12-2004, 07.51.00
uno dei miei 3 film fondamentali. la sola cosa che rimpiango è che fancher e peoples (gli sceneggiatori) nn abbiano inserito lo straordinario percorso mentale che dick descrive nel libro, quando piu persone si collegano ad una sola identità mentalmente con l'intento di sormontare un ostacolo simbolico e di vincere le proprie paure. quella parte di dick è semplicemente stupenda. ovviamente nn avrebbe trovato una locazione precisa nello script, senza opportune aggiunte, però io in qualche modo l'avrei inserita.

the_World
11-12-2004, 13.20.53
Originally posted by follettomalefico
Cmq, è un capolavoro. E nulla si può dire in merito. Non hanno più realizzato nella storia del cinema un'opera di fantascienza che sia anche solo minimamente paragonabile. Mah, secondo me anche Gattaca è un capolavoro.

follettomalefico
11-12-2004, 13.46.40
Grazie Cymon, effettivamente non lo ricordavo esattamente ma mi pareva vi fosse un giochetto di quel tipo :)

jkL, quali son gli altri film? :)
Io annovero Blade Runner come il mio preferito in assoluto. Mentre sul filone fantascientifico ci posso inserire Dune e Matrix, anche se qualche scalino sotto. :)


Originally posted by the_World
Mah, secondo me anche Gattaca è un capolavoro.

A mio avviso Gattaca è un film piuttosto banale: trama scialba su un concetto piuttosto comune (ovvero la selezione genica classista) unitamente ad un futile sentimentalismo e accompagnato da un finale fatalista e distruttivo, lavorando per costruire un sogno infantile.

Ovvero, come racconto di fantascienza è zero. Come film qualcosa di più, quantomeno per le scenografie.

E' un peccato in un certo senso perchè con quella abilità tecnica e quello spunto iniziale poteva anche essere un film carino, senza sprofondare in sentimentalismi aleatori.



Con Blade Runner non esiste il confronto: scenografie che ancora oggi fanno la loro figura, una recitazione valida e una caratterizzazione precisa, con una profondità emozionale che non cade in sentimentalismi pur possedendo una storia d'amore. Una trama di 'fantascienza' che è realmente tale basata su un racconto e un autore superlativo. Una colonna sonora precisa e geniale (Vangelis, mica per altro) e un feeling cyberpunk unico.

jklITA
11-12-2004, 14.06.08
è vero foll, malgrado ci sia uma (:D), anche per me gattaca nn è all'altezza di blade runner. perche blade runner è nato cult movie prima di uscire nelle sale (e fare purtroppo una brutta figura), perche ha un atmosfera unica, uno stile registico senza precedenti (considerando anche che io ridley scott nn lo sopporto), un omaggio al noir perfettamente inserito in un contesto fantascientifico, dei temi di fondo straordinari, e rappresenta forse il simbolo di come il cinema vero sia, in un certo senso, dimenticato. senza togliere nulla ad altri film (preferiti o nn) blade runner è, secondo me, un opera che va oltre la sua concezione, un esempio cinematografico mille volte piu forte di un qualsiasi film di denuncia o di riflessione, perchè è drammaticamente vero, di una crudezza e di una immensità unica allo stesso tempo. perche blade runner è una pietra miliare? perche anche rivedendolo 100 volte, la sua immensità, la sua varietà lo contraddistinguerà sempre.

gli altri 2 film indispensabili per me sono il buono, il brutto e il cattivo e kill bill. senza queste tre opere d'arte che si completano fra di loro, nn avrei mai apprezzato cosi tanto il cinema. mi è indispensabile, anche solo sapere, che da qualche parte qualcuno è riuscito a creare quello che io avrei portato ad esempio alla definizione "cinema".

per quanto riguarda la fantascienza, devo dire che (apparte il "dovere cinematografico" di apprezzare un film, anche se nn è di mio interesse) è un genere che nn mi attira. ho apprezzato molto dune (noioso ma d'autore, o d'autore ma noioso?) per quel suo parallelismo utopico di un importanza sociale elevatissima e matrix. ma in linea di massima mi affascina la fantascienza anni 50 (uscita un po alla ribalta, con "revival involontari" come paycheck, che per me è un bel film... e senza interessi secondari!) e le deviazioni sulla fantapolitica e sull'utopismo sociale (brazil su tutti), soprattutto sulla scia di orwell.

redronin
11-12-2004, 19.20.30
è sempre bellissimo da rivedere....in assoluto il miglior film di fantascienza nella storia del cinema

cymon
11-12-2004, 20.38.40
Originally posted by jklITA
uno dei miei 3 film fondamentali. la sola cosa che rimpiango è che fancher e peoples (gli sceneggiatori) nn abbiano inserito lo straordinario percorso mentale che dick descrive nel libro, quando piu persone si collegano ad una sola identità mentalmente con l'intento di sormontare un ostacolo simbolico e di vincere le proprie paure. quella parte di dick è semplicemente stupenda. ovviamente nn avrebbe trovato una locazione precisa nello script, senza opportune aggiunte, però io in qualche modo l'avrei inserita.

Se poi si fosse inserito Mercer indubbiamente si sarebbe dovuto inserire anche il suo negativo, il suo antagonista, ovvero il presentatore radiofonico perenne che lo osteggia. Blade Runner libro secondo me è molto vicino a Ubik in questo senso, perchè propone in entrambi i casi una religione (religione nel senso di struttura tenuta in piedi da un atto di fede) con agli estremi due personaggi/entità sfuggenti e opposte.

Il cinema di fantascienza è un genere a suo modo controverso. Negli ultimi dieci-vent'anni è ostaggio delle major che lo usano per produrre blockbuster molto lontani dal cinema d'autore e molto lontani anche dai veri intenti della fantascienza in sé, ma avrebbe potenzialmente molte cose da dire e un film come Blade Runner ne è indubbiamente la prova. Se vi fosse un po' di più di ciò che viene portato avanti dalla letteratura di fantascienza nelle pellicole del genere probabilmente avremmo delle belle sorprese.
A parte questo, anche nello stato in cui si trova, comunque il suo apporto dal punto di vista tecnico, visivo e (meno spesso) narrativo è a mio parere notevole.

Gattaca è un film effettivamente non densissimo di contenuti, ma realizzato con uno stile delizioso e mi è veramente difficile parlarne male. Anche nelle sue forzature, come ad esempio quella di mandare la gente nello spazio in giacca e cravatta, possiede una grande intelligenza.
Dune invece...credo che Dune o si ami o si odi e penso dipenda anche dall'amore che si prova per il libro. Potenzialmente, con un regista meno d'"autore" avremmo potuto avere in mano un altro guerre stellari come successo e penetrazione nell'immaginario (e un numero di capitoli disgustosamente più elevato a disposizione), mentre il risultato, allucinato, a suo modo è fedelissimo al libro, a suo modo lo arricchisce senza storpiarlo, a suo modo lo rende indipendente da esso, ma praticamente non esiste modo di giudicarlo coerentemente.

JEDI
11-12-2004, 20.48.32
Originally posted by cymon

Dune invece...credo che Dune o si ami o si odi e penso dipenda anche dall'amore che si prova per il libro.


Io sono il classico caso a parte: non sono riuscito ad andare oltre la metà del romanzo ma la pellicola la considero una pietra miliare.

NewBusterSword
12-12-2004, 00.31.57
Originally posted by cymon
C'è da dire che ai tempi di Blade Runner Scott poteva al massimo dire di essere il regista di Alien (rimarchevole, per carità, ma si sa che non si può mica elevare un regista all'olimpo per un film solo...naturalmente considero solo pellicole "storiche") mentre il signor Ford era già mr Han Solo + Indiana Jones
si ma scott era il REGISTA, ford era L'ATTORE, una PEDINA, uno SCHIAVO non so piu come definirlo :D

Zaorunner
12-12-2004, 00.41.02
Originally posted by NewBusterSword
si ma scott era il REGISTA, ford era L'ATTORE, una PEDINA, uno SCHIAVO non so piu come definirlo :D

In verita' ti dico che gli attori sono persone, non pupazzi, ne' pedine, quindi non le puoi manovrare come tali.

L'importanza di un attore, protagonista per giunta, e' fondamentale.

IlTorquemada
13-12-2004, 20.24.01
Originally posted by jklITA

gli altri 2 film indispensabili per me sono il buono, il brutto e il cattivo e kill bill. senza queste tre opere d'arte che si completano fra di loro, nn avrei mai apprezzato cosi tanto il cinema. mi è indispensabile, anche solo sapere, che da qualche parte qualcuno è riuscito a creare quello che io avrei portato ad esempio alla definizione "cinema".
Condivido tutto l'amore per Blade runner e mi hai quasi commosso citando il capolavoro di zio Sergio, ma su Kill Bill mi tocca dissociarmi (per quanto non lo ritenga affatto brutto, anzi, solo non un pilastro come i primi due o un Pulp Fiction)

Zaorunner
14-12-2004, 13.50.55
Originally posted by IlTorquemada
Condivido tutto l'amore per Blade runner e mi hai quasi commosso citando il capolavoro di zio Sergio, ma su Kill Bill mi tocca dissociarmi (per quanto non lo ritenga affatto brutto, anzi, solo non un pilastro come i primi due o un Pulp Fiction)

Jkl, non e' un mio fake, giuro! :asd:

Grande amico, la penso esattamente come te :birra::D

jklITA
14-12-2004, 14.18.58
beh, de gustibus no?

IlTorquemada
14-12-2004, 17.28.12
Beh, "de gustibus" è un po' la morte di ogni confronto di opinioni, no?

jklITA
14-12-2004, 19.48.15
Originally posted by IlTorquemada
Beh, "de gustibus" è un po' la morte di ogni confronto di opinioni, no?

nn penso ci siano opinioni da confrontare. io lo considero un fondamentale, tu no. di confronti su questo film ne abbiamo fatti pure troppi (vedi i diecimila thread che abbiamo aperto), se sei veramente interessato ad uno scambio di opinioni (divergenti o meno) cerca uno di questi thread o aprine un altro.