PDA

Visualizza versione completa : serata fuori programma



zappeo
17-11-2004, 03.15.53
stasera in chat ho salutato così:

[22:18:27] <zAppeo|out> bene, scappo che ho un'emergenza, e spero non sia grave
[22:18:31] <zAppeo|out> saluti

me ne stavo spaparanzato sul divano bevendo qualche manciata di lattine di birretta fresca di frigo quando mi arriva una telefonata che mi spaventa non poco:
una mia amica, in lacrime, mi dice "puoi uscire? se si vieni da me, ti prego ... ti spiego dopo". riattacca subito ancora in lacrime, io non ci capisco un cazzo e mi spavento da morire. abitiamo agli opposti della città, non ho ancora riavuto la patente e la bici è fuori uso. fa un freddo stronzo.
piglio il giubbotto e corro fuori casa .. faccio vicoli e vicoletti alternativi per risparmiare secondi, e giustamente la prima pattuglia di carabinieri che mi incrocia mi ferma e mi chiede i documenti. ancora spaesato (non so cos'è successo, ma era la prima volta in 5 anni che sentivo quella voce in lacrime) gli mollo la carta d'identità, gli chiedo se per cortesia possono sbrigarsi che ho un impegno urgentissimo, e per tutta risposta lo sbirro tira su il finestrino e si mette a trascrivere i dati, telefonando in centrale per verificare la correttezza di questi ... facendomi perdere circa un quarto d'ora. finita la trafila ri-abbassa il finestrino, mi molla il documento e mi dice "passeggia o va in qualche posto preciso?"

.


:|


.

mentre mi volto per ricominciare la corsa gli sbiascico un "ho un impegno importante, cazzo" .. e corro. (mi veniva più naturale un "ma ti lavi le orecchie col catrame o sei solo un gran coglione?", ma non mi sembrava il caso di perdere altro tempo in questura).
arrivo dove la mia amica mi aveva indicato, e cioè la casa dove vive sua mamma, casa che ora è vuota perchè fra 2 settimane la cambia. la trovo lì ancora stravolta, e finalmente vengo a sapere cos'è successo (e così arrivo al punto del topic ^^):
il suo fratellastro le ha messo le mani addosso. quel coglione che viene mantenuto dalla sorella minore (lui ha 24 anni, lei 20), che non fa un cazzo dalla mattina alla sera e che vive dello stipendio della mia amica e dei soldi che gli passa la madre ha avuto uno scatto d'isterismo e ha cominciato a fare il padrone di casa, a dare ordini, e appena lei ha risposto per le rime ha cominciato a spintonarla, a fare un casino allucinante (il tutto di fronte all'altra sorellina, che ha 11 anni). arriva una pattuglia dei carabinieri, lui si incazza e le grida "li hai chiamati tu, io t'ammazzo". lei si spaventa, prende qualche vestito e scappa fuori casa, e mi telefona. fine della vicenda (per ora).
ora è tranquilla, sono stato con lei fino ad ora e per qualche giorno dormirà in quella casa .. quello che mi chiedo è se è mai possibile che TUO FRATELLO (non importa che uno dei genitori sia diverso, è comunque una persona con cui vivi da quando sei nato) ti possa trattare in una maniera del genere.
denunciarlo non si può, perchè lei non ha segni sul corpo e lui è comunque suo fratello.
tutto quello che provo io è impotenza di fronte alla situazione, avrei voglia di far capire a quello stronzo come si sta al mondo a furia di badilate nelle gengive, ma so che peggiorerebbe solo le cose (per lei). non so cosa fare, hanno una situazione familiare estremamente complicata e anche l'intervento dei vari genitori sarebbe inutile.

spero di calmarmi dormendoci su .. e spero di non incontrarlo domani, perchè sono sicuro che non mi sarei calmato abbastanza.
e intanto per la prima volta in vita mia dormo col cellulare acceso, ho detto alla mia amica che per qualsiasi cosa a qualsiasi ora può chiamarmi, ma, ripeto, mi sento impotente davanti ai fatti.

che schifo. :|

zAp:birra:

ding
17-11-2004, 03.21.12
ecco, mi capitasse uno così sotto mano lo riempirei di botte a tal punto che nemmeno sua mamma lo riconoscerebbe... non si riconoscerebbe nemmeno lui allo specchio... tu invece stai tranquillo e aiuta lei come meglio puoi.. senza fare cazzate possibilmente, che sono inutili e poi passi dalla parte del torto, sopratutto se lei non ha segni... cmq telefono al caricabatterie ed acceso accanto all'orecchio, vestiti sulla sedia e scarpe sotto...


... e badile accanto alla porta ( :look: )

zappeo
17-11-2004, 03.27.16
Originally posted by ding
ecco, mi capitasse uno così sotto mano lo riempirei di botte a tal punto che nemmeno sua mamma lo riconoscerebbe... non si riconoscerebbe nemmeno lui allo specchio... tu invece stai tranquillo e aiuta lei come meglio puoi.. senza fare cazzate possibilmente, che sono inutili e poi passi dalla parte del torto, sopratutto se lei non ha segni... cmq telefono al caricabatterie ed acceso accanto all'orecchio, vestiti sulla sedia e scarpe sotto...


... e badile accanto alla porta ( :look: )

hai appena descritto camera mia :)
cerco di dormirci su perchè sono troppo scosso, anche se proprio per questo credo che faticherò ad addormentarmi .. :|

zAp:birra:

ding
17-11-2004, 03.31.48
veramente ho descritto la mia :look: solo che al posto del BADile c'è il FUCile... asd

follettomalefico
17-11-2004, 09.44.24
Beh, dopo che ieri ho letto su Metro:
"Ragazzo uccide padre perchè questo voleva fargli continuare l'università"
Ove il ragazzo in questione, litigando con il padre perchè no, lui l'università non voleva farla, ha imbracciato il fucile e l'ha impallinato a morte.

Dopo che leggi queste cose, credo che non ci si stupisca più di niente.
Puoi solo provare schifo: mi spiace enormemente per lei. :|



Peraltro, la prossima volta, tenta di usarli i caramba: "Ohé mi avete fatto perdere 15 min, accompagnatemi qui!" :asd:

Alceo
17-11-2004, 09.50.54
Zappeo, aspetta i consigli di chi ha più conoscenze legali ma penso che potrebbe fare un esposto alla questura avvertendo che ha subito minacce. Non porterebbe a nessuna azione ma potrebbe fare da precedente nel caso si dovesse ripetere la cosa.

Sta a lei valutare se la cosa potrebbe avere un effetto calmante o peggio scatenare ancora di più l'ira del fratello.
Ma se non è scemo o ha problemi più gravi a livello pischiatrico potrebbe funzionare da deterrente.

Cocitu
17-11-2004, 13.20.59
Originally posted by Alceo
Zappeo, aspetta i consigli di chi ha più conoscenze legali ma penso che potrebbe fare un esposto alla questura avvertendo che ha subito minacce. Non porterebbe a nessuna azione ma potrebbe fare da precedente nel caso si dovesse ripetere la cosa.

Sta a lei valutare se la cosa potrebbe avere un effetto calmante o peggio scatenare ancora di più l'ira del fratello.
Ma se non è scemo o ha problemi più gravi a livello pischiatrico potrebbe funzionare da deterrente.
esatto, dal punto di vista legale è la strada da seguire...

Rikki
17-11-2004, 13.30.51
mi dispiace tantissimo per la tipa... veramente... non ci sono parole... stalle vicino...:(

Akujin
17-11-2004, 13.56.49
logicamente non puoi andare da lui e spaccargli la testa a colpi di chiave inglese. L'unica cosa che ti rimane da fare è quella di aspettare. Oppure di istigarlo a picchiarti in modo che al primo colpo che subisci gli rispondi con il triplo dei danni :asd:
Cmq in questi momenti devi rimanere calmo ;) una mente lucida fa fare le scelte migliori.


Aku

Scarpetta10
17-11-2004, 21.46.39
Si ma non è sempre facile rimanere calmo in certe situazioni...
a me è capitato e nn ce l'ho fatta a trattenermi

MIKELE88
17-11-2004, 22.02.51
Originally posted by Scarpetta10
Si ma non è sempre facile rimanere calmo in certe situazioni...
a me è capitato e nn ce l'ho fatta a trattenermi

E ke hai fatto? :D



Cmq zap t posso solamente dire d starle vicina, e cercare d nn farle mancare niente ;)

zappeo
17-11-2004, 23.09.31
ringrazio tutti per i vari consigli, domani in teoria la situazione dovrebbe smuoversi un po' ... vi terrò aggiornati (nei limiti della privacy, ovviamente)

:birra:


zAp:birra:

Berek
18-11-2004, 12.52.39
Originally posted by zappeo
quello che mi chiedo è se è mai possibile che TUO FRATELLO (non importa che uno dei genitori sia diverso, è comunque una persona con cui vivi da quando sei nato) ti possa trattare in una maniera del genere.

Ti stupisci per poco. Il caso di Cogne, Erika che uccide madre e fratellino. Questi sono solo due degli esempi delle mille tragedie che capitano in famiglia. Siamo tutti esseri umani, abbiamo tutti le nostre debolezze e i nostri problemi (anche psicologici). Nessuno ci assicura che un domani, in un raptus di follia, qualche nostro famigliare sbarelli e ci ammazzi con un colpo di padella sulla coppa...

Purtroppo la mente umana è insondabile e ancora troppo misteriosa. I rapporti affettivi o di sangue certe volte non possono nulla contro la contorta psiche degli uomini.

Sir.Turalyon
18-11-2004, 14.16.48
Si può sempre uccidere il tipo...i killer ci sono apposta per questi motivi!

Nemolo.O
18-11-2004, 14.27.06
Mi dispiace per la tua amica e per la sua sorellina.

é brutto passare certe cose da piccoli.
Non che da grandi siano ok, ma almeno si ha la forza per reagire a volt..

krolizard
18-11-2004, 14.33.50
Originally posted by zappeo
arriva una pattuglia dei carabinieri, lui si incazza e le grida "li hai chiamati tu, io t'ammazzo". lei si spaventa, prende qualche vestito e scappa fuori casa, e mi telefona.
e ha lasciato la sorellina in balia del "mostro"? :mumble

rivendicatore
18-11-2004, 14.34.54
zap, purtroppo di feccia così nel mondo c'è n'è. la tua amica oramai ha gia 20 anni, quindi questo trauma lo passa in poco tempo, ma la sua sorellina non oso immaginare come rimanga sengato nella sua esistenza. ad 11 anni è un animo fragile ed indifeso ed è difficile dimenticare traumi del genere.
cmq il fratello forse lo si può denunciare per minacce e forse forse si può chiedere un istanza di allontanamento.

ding
18-11-2004, 14.44.20
Originally posted by krolizard
e ha lasciato la sorellina in balia del "mostro"? :mumble è la sorellina che scappa :|

krolizard
18-11-2004, 14.48.01
Originally posted by ding
è la sorellina che scappa :|

Originally posted by zappeo
e appena lei ha risposto per le rime ha cominciato a spintonarla, a fare un casino allucinante (il tutto di fronte all'altra sorellina, che ha 11 anni). arriva una pattuglia dei carabinieri, lui si incazza e le grida "li hai chiamati tu, io t'ammazzo". lei si spaventa, prende qualche vestito e scappa fuori casa, e mi telefona.
:dentone:

ding
18-11-2004, 14.55.08
ehm... :look: ... :asd:

zappeo
18-11-2004, 15.10.21
lui alla sorellina non ha mai fatto nulla, e la mia amica non poteva portarsela dietro. dopo cmq è arrivata a casa la madre, figurati se si azzarda solo a sfiorare una bambina di 11 anni.

@rivendicatore: quella è una famiglia di persone cresciute troppo in fretta, sono 3 figli di tre padri diversi che hanno avuto le peggio sfortune. la mia amica a 12 anni ha dovuto vivere (e superare da sola) certe cose che molti di noi magari non vedranno mai.
la sorellina ha i coglioni quadrati, ho passato un periodo in cui la portavo a giocare ai giardini al pomeriggio ed è sveglissima e super in gamba... per cui si, l'esistenza è già stata segnata, ma è inevitabile in certi casi. per fortuna non si è chiusa a riccio ma è capace di controbattere anche a gente con 10 anni in più di lei ...
ovvio che resta sempre una bimba di 11 anni e certe cose non le dovrebbe mai passare, soprattutto a quell'età.

sto ancora attendendo sviluppi, ora la mia amica è al lavoro e non è contattabile ...

zAp:birra: