PDA

Visualizza versione completa : The Village...



_Kenji_
23-10-2004, 14.34.40
Qualcuno l ha visto?? Pareri? Impressioni?

Roger_Lamb
23-10-2004, 14.40.45
Esce il 29, quindi io, che non sono un divxaro, aspetto l'uscita al cinema. Sono molto fiducioso. Checchè ne dicano molti, signs mi è piaciuto tantissimo!:birra:

_Kenji_
23-10-2004, 14.56.04
Ah infatti quelli regista...Shialaman o come si chiama ha fatto anche Signs.....bel film anche lui però forse la fine non mi è piaciuta troppo....ma nel complesso non male affatto..

Roger_Lamb
23-10-2004, 15.08.41
Originally posted by _Kenji_
Ah infatti quelli regista...Shialaman o come si chiama ha fatto anche Signs.....bel film anche lui però forse la fine non mi è piaciuta troppo....ma nel complesso non male affatto..

Tutti hanno criticato la banalità della fine, ma secondo me non è assolutamente vero. Anzi, ricerche più o meno campate in aria hanno dimostrato che la conclusione di signs era più che veritiera...

arcobalenotturno
23-10-2004, 16.40.47
a em signs è piaaciuto...tranne la fine.... era molto meglio se non faceva stare l'alieno in soggiorno...ha rovinato tuta la tensione accumulata prima....

per the village..mi ispira, tutti i film del Shialaman mi sono piaciuti...

_Kenji_
23-10-2004, 17.15.05
Effettivamente il fatto dell alieno alla fine se lo potevano risparmiare....ma in qualche modo sti alieni si dovevano pur far vedere...

dpben2
23-10-2004, 17.20.52
Shiamaial ha fatto il suo quarto film! Evvai.
Dei 3 visti solo 1 mi è piaciuto... Non è una gran media. Ma quell' unico film! Il sesto senso! Troppo bello ragazzi!
Adesso abbiamo questo Village. Sapete di quale essere soprannaturale si dovranno affrontare gli esseri umani in questo film? Fantasmi: gia visti. Supereroi: gia visti. Alieni: gia visti. Sarà mica il turno dei comunisti? Non aprite le porte rosse!
Ciao ciao.

Kaory-Makymura
23-10-2004, 19.15.15
Originally posted by _Kenji_
Qualcuno l ha visto?? Pareri? Impressioni?


Delusione parziale.

Shyamalan ha sorpreso e convinto con il primo film, i seguenti sono sempre state mezze delusioni e The Village non fa differenza....

Ciò che ho amato è la sua mano nella regia, i tempi lunghi quasi teatrali.. la fotografia splendida di un bosco e dei suoi colori. Una scena in particolare è la fotografia dei rami spogli che si innalzano verso un cielo spettrale, grigio d'autunno.

Ciò che invece è pessimo

Sono i soliti buchi di sceneggiatura.. e il finale come come suo uso è a sorpresa... ma questa volta è una sorpresa deludente.. che spiegazioni darsi? Ma come, questa gente ha rifuggito al società per il male che essa possiede, per la tentazione del lato oscuro che essa contiene... e poi finiscono per crearsi uno spauracchio loro stessi!? Degli Dei malvagi che li minaccino di altre brutture? Ma che senso ha? Delusione..

_Kenji_
24-10-2004, 12.33.48
Va bene...lo andrò a vedere:birra:

Kaory-Makymura
26-10-2004, 14.34.04
La Rece :)

http://cinema.multiplayer.it/articolo.php?id=11706

_Kenji_
26-10-2004, 16.25.10
Thanks...;)

Jinhio
26-10-2004, 18.24.33
Originally posted by Roger_Lamb
Tutti hanno criticato la banalità della fine, ma secondo me non è assolutamente vero. Anzi, ricerche più o meno campate in aria hanno dimostrato che la conclusione di signs era più che veritiera...

dai ragazzi signs ha un incongruenza di fondo talmente grande rende il film praticamente inutile

ma secondo voi, degli alieni che si feriscono con l'acqua, vengono su di un piante la cui superficie è ricoperta di acqua al 70% e dove piove nevica e grandina?

dai basterebbe il liquidator per farli fuori.......per non parlare dei recenti tifoni, un genocidio

arcobalenotturno
26-10-2004, 18.32.12
Originally posted by Jinhio
dai ragazzi signs ha un incongruenza di fondo talmente grande rende il film praticamente inutile

ma secondo voi, degli alieni che si feriscono con l'acqua, vengono su di un piante la cui superficie è ricoperta di acqua al 70% e dove piove nevica e grandina?

dai basterebbe il liquidator per farli fuori.......per non parlare dei recenti tifoni, un genocidio

probabilmente non sapevano con certezza che l'acqua li avrebbe danneggiati...
se no com'è che se ne sono andati via tutto d'un tratto improvvisamente?

Kaory-Makymura
27-10-2004, 00.10.13
Originally posted by Jinhio
dai basterebbe il liquidator per farli fuori.......per non parlare dei recenti tifoni, un genocidio

HAHAHAAHAH.. pienamente d'accordo! :D

Britney
27-10-2004, 11.42.07
Io vidi il Trailer quando andai a vedere Starsky and Hutch e mi ha impressionato molto.Poi Joaquin Phoenix è uno dei miei attori preferiti,quindi penso che andrò senz'altro a vederlo!!!

Roger_Lamb
28-10-2004, 16.30.10
Originally posted by Jinhio
dai ragazzi signs ha un incongruenza di fondo talmente grande rende il film praticamente inutile

ma secondo voi, degli alieni che si feriscono con l'acqua, vengono su di un piante la cui superficie è ricoperta di acqua al 70% e dove piove nevica e grandina?

dai basterebbe il liquidator per farli fuori.......per non parlare dei recenti tifoni, un genocidio

Ci risiamo ;) Tutti tirano fuori sempre questa motivazione che mi pare assurda. Metti che un giorno andiamo su un pianeta abitato da alieni:dopo poco ci rendiamo conto che ci è letale una sostanza molto diffusa nel loro pianeta. A questo punto un alieno posterà in un forum dicendo che secondo lui non è possibile che i terrestri possano morire con tale sostanza, che viene tra l'altro sparata con i liquidator!:asd:

Eowyn.
28-10-2004, 22.27.31
Ma sono l'unica ad aver pensato che il senso di Signs non fosse gli alieni esistono sì/gli alieni esistono no quanto piuttosto Dio esiste sì/Dio esiste no ...??


:look:

_Kenji_
28-10-2004, 23.01.45
Originally posted by italianeowyn
Ma sono l'unica ad aver pensato che il senso di Signs non fosse gli alieni esistono sì/gli alieni esistono no quanto piuttosto Dio esiste sì/Dio esiste no ...??


:look:

Forse mi sa proprio di si :sisi:

Alukard84
30-10-2004, 01.51.40
Originally posted by Jinhio
dai ragazzi signs ha un incongruenza di fondo talmente grande rende il film praticamente inutile

ma secondo voi, degli alieni che si feriscono con l'acqua, vengono su di un piante la cui superficie è ricoperta di acqua al 70% e dove piove nevica e grandina?

dai basterebbe il liquidator per farli fuori.......per non parlare dei recenti tifoni, un genocidio


Quello che dici è vero....ma Signs secondo me ha un significato particolare: gli alieni sono solo una "scusa" per giustificare il messaggio che il film vuole dare. E secondo me è un bel messaggio, che rende il prodotto di alta qualità!

Roger_Lamb
30-10-2004, 11.00.55
Visto. Con spoiler.

Il film mi è piaciuto, ma se dovessi metterlo in una scala dei valori, starebbe al terzo posto, dietro unbreakable e signs, ma davanti al sesto senso.
Il film è scontato, ma non è tanto questo quello che importa, bensì le riflessioni e i pensieri che la pellicola di shyamalan mi ha fatto venire in mente.
Prima di tutto,Kaory: tu ti stai interrogando su quello che è il mondo stesso e Dio. Per me il mondo del Villaggio è la trasposizione di quello che è il nostro mondo. Se ci pensi ci sono delle sorte di brutture che ci minacciano (o almeno per chi ci crede):se pecchiamo non andiamo in paradiso, per farla semplice.
I mostri vengono creati non per cattiveria, ma per evitare in qualsiasi modo il contatto con la città (è anche per questo che ivy viene mandata in città, dal momento che è cieca e quindi non può vedere quella che è la realtà, completamente diversa dal loro modus vivendi).
Il messaggio che il film mi ha trasmesso è il seguente:possiamo fare di tutto, anche isolarci dal mondo, ma il male ci sarà sempre.
The Village, alla fine, è una sorta di The Truman Show:anche qui ci sono dei confini prestabiliti e ogni singolo individuo (a parte gli anziani), vedono solo quello che appunto gli anziani impongono loro di far vedere.
L'unica cosa che non ho capito è il perchè il governo sia a conoscenza e approvi il villaggio e il suo stile di vita. Che cosa ci guadagna?
In conclusione The Village è un ottimo film tecnicamente parlando (bellissima la regia e la fotografia, con un grandioso cameo di shyamaln proprio nel finale) e che apre la mente a moltissime riflessioni e pensieri.
Vi consiglio vivamente di andarlo a vedere, ma non fate con la massa italiana!Ossia non aspettatevi un film dell'orrore pieno di colpi di scena, perchè Shyamalan non è così!:birra:

matrix496mirko
30-10-2004, 23.15.59
Io trovo The village una delle più grosse bufale e prese per i fondelli degli ultimi anni (capirete guardando il film...). Roba da non credere...oltre a questo, é sconcertante il fatto come la pellicola sia totalmente priva di tensione e apprensione narrativa, lento e noioso. Shyamalan si é perso la mia fiducia ora..

Kaory-Makymura
31-10-2004, 11.02.47
Roger quello che mi ha dato ai nervi è stato proprio che questa comunità volesse nascondersi dal male ma per mantenere la propria idilliaca pace.. non fa alto che usare una figura maligna per arginarsi...

Per quel che è il msg di fondo (più che il male, l'ominipresenza ineludibile del dolore con cui tutti dobbiamo fare i conti..) son d'accordo.

Perché dici che il governo sa? Ammetto è difficile che nessuno sappia di uan comunità simile ma c'è qualche elemento che mi son persa che lo dava per certo o è un tuo pensiero?

Per matrix496mirko, concordo.. come si dice banalmente.. Shyamalan non mi becca piùùùùùùùùù!

Corganiello
31-10-2004, 12.32.31
Originally posted by italianeowyn
Ma sono l'unica ad aver pensato che il senso di Signs non fosse gli alieni esistono sì/gli alieni esistono no quanto piuttosto Dio esiste sì/Dio esiste no ...??


:look:

Oh, brava, finalmente!
Quello era il senso di Signs, e come in tutti gli altri film "famosi" del regista, The Village compreso, anche lì il senso va cercato ben al di là del mero espediente narrativo, del colpo di scena che, in quanto tale, scontenterà sempre qualcuno.
The Village mi è piaciuto un cifrone, esattamente come Sixth Sense, Ubreakable e Signs. Shyamalan ha questa straordinaria capacità di parlarci delle cose che sono dentro di noi utilizzando le cose che più possiamo sentire come esterne, inumane... Bravo, bravo e bravo.

Ef.Di.Gi
31-10-2004, 19.35.04
Secondo me è stupendo.

Non capisco l'appunto di Kaory...insomma il film vuole anche far intravedere l'impossibilità di avere una società idilliaca.

Roger_Lamb
31-10-2004, 19.55.09
Originally posted by Kaory-Makymura
Roger quello che mi ha dato ai nervi è stato proprio che questa comunità volesse nascondersi dal male ma per mantenere la propria idilliaca pace.. non fa alto che usare una figura maligna per arginarsi...

Che è appunto l'ipocrisia del mondo di oggi


Per quel che è il msg di fondo (più che il male, l'ominipresenza ineludibile del dolore con cui tutti dobbiamo fare i conti..) son d'accordo.

Perché dici che il governo sa? Ammetto è difficile che nessuno sappia di uan comunità simile ma c'è qualche elemento che mi son persa che lo dava per certo o è un tuo pensiero?

Per matrix496mirko, concordo.. come si dice banalmente.. Shyamalan non mi becca piùùùùùùùùù!

Così mi pare di aver capito.Il poliziotto ad un certo punto dice che il governo ha vietato la circolazione aerea su quella zona, quella del villaggio intendo.

X Corga: quello che tu dici è esattamente quello che io penso!:birra:

aquarius
31-10-2004, 22.46.28
io sono andato oggi a vederlo...beh che dire,dal regista del sesto senso mi aspettavo molto di più;

insomma una mezza delusione!!

La storia non regge molto,e la tensione che il film sa generare è abbastanza mediocre,diciamo da sbadiglio:(

meglio passare oltre....

grifis
01-11-2004, 12.02.45
Anche per me è stata una delusione. Bellissima fotografia, ma il film in se è insensato e la storia su cui esso poggia le basi mi pare una boiata. E tutto ciò che avete notato (impossibilità di costituire una società idilliaca etc...) mi è parso più fumo negli occhi che carne al fuoco, un pretesto per arrivare al finale a sorpresa.

piddue
01-11-2004, 12.22.37
l'ho visto ieri sera e devo dire che non mi è dispiaciuto affatto.

Disarm
01-11-2004, 12.39.13
Fantastico, dai vari spoiler ho potuto scontatare che avevo azzeccato il finale del film, o perlomeno intuito il possibile svolgimento. In ogni caso comunità simili a quella di "The village" esistono davvero, i Mormoni e, senza uscire dall'Italia la comunità di Nomadelfia (link (http://www.nomadelfia.it/)), sono un esempio dell'attualità di questo tipo di strutture sociali. Chi è interessato all'argomento si legga anche Survivor di Chuck Palahniuk, l'autore di Fight Club.

jklITA
01-11-2004, 12.50.03
un film godibile, piu maturo rispetto ai precedenti, ma che risente molto della mancanza del colpo di scena finale. io adoro questo regista, e il suo tocco è sempre suggestivo e affascinante, per cui a livello registico (e anche fotografico) nulla da dire. la cosa che però lascia un po di amaro in bocca, è che lo script cerca di dare un taglio sociale, uno studio fantapolitico, strizzando l'occhio a generi e filoni ormai entrati nell'immaginario popolare, ma nn andando affondo. molte cose riescono ad essere percepite se si ha gia un infaniratura cinematografica e letteraria, e molti significati di fondo che lo script da per scontati, rischiano di nn essere capiti. un primo abbozzo di maturità, ed è gia un passo avanti per questo regista che in sostanza, bene o male, firma un film decente, un po lentino ma avvolgente.

Boe.
01-11-2004, 22.16.26
recensione: genere: Fantascienza? Mah..

Il film: tra il mediocremente orripilante e l'orrendemente brutto..

Ma come si fa a definirlo film?

Assenza totale di trama, pause pazzesche, tensione inesistente (anzi presente in 2 scene da qualche secondo) e sopratutto una stronzata di prima categoria.

Che il primo film fosse un capolavoro non si discute, che il secondo (con tanto di eroe e antieroe) fosse quasi godibile lo accetto, ma che per il terzo e il quarto si dica che il regista vuole fare riflettere bla bla bla non lo accetto proprio...

Un film deve essere bello e i pensieri vengono da se. Non si può giudicare un film mediocre col pretesto dei pensieri che può suscitare.

Ma vi ricordate la tensione del sesto senso? I sentimenti e i pensieri che scaturivano quelle due ore di film?

E dove mettiamo poi i campi di grano con gli alieni e le astronavine alla Mars Attack o le cose che non spoilero di questo filmettino...

E poi per finire deve smetterla di fare le apparizioni alla Alfred Hitchcock...

La sola cosa notevole del film è la signorina Cunningam :D promette bene da attrice e da paperotta

Jinhio
01-11-2004, 22.37.03
Originally posted by Roger_Lamb
Ci risiamo ;) Tutti tirano fuori sempre questa motivazione che mi pare assurda. Metti che un giorno andiamo su un pianeta abitato da alieni:dopo poco ci rendiamo conto che ci è letale una sostanza molto diffusa nel loro pianeta. A questo punto un alieno posterà in un forum dicendo che secondo lui non è possibile che i terrestri possano morire con tale sostanza, che viene tra l'altro sparata con i liquidator!:asd:


impossibile
sappiamo la composisione della maggior parte dei pianeti senza esserci mai stati grazie alla scienza, spendo già che sarebbero per noi inospitali

a maggior ragione degli alieni che sono in grado di viaggiare per lo spazioin massa dovrebbero essere in grado di analizzare un paineta

simo
02-11-2004, 12.56.09
Ciao!
Io sono andata a vederlo proprio ieri sera...
Dunque...
A dir la verità in sala sono stata una delle pochissime a cui è piaciuto molto, ma ti spiego anche le obiezioni di molte persone:
il film è stato presentato come thriller o almeno la sua presentazione faceva solo intender quello in maniera univoca.
Il fatto è che non è il trhiller che molti si aspettavano, ma una storia molto diversa, con forti motivazioni psicologiche ed irreali a volte...
Bellissima l'interpretazione dei vari personaggi, la scenografia ed i costumi.
In un paio di scene sono anche saltata per aria :)

Io riandreei a vederlo, non mi son pentita, ma non ti aspettare un trhiller mozzafiato, piuttosto una storia surreale che lascia un pò perplessi e che ti fa riflettere.

Ciao!
Alla prossima

Simo

Roger_Lamb
02-11-2004, 17.48.27
Originally posted by Jinhio
impossibile
sappiamo la composisione della maggior parte dei pianeti senza esserci mai stati grazie alla scienza, spendo già che sarebbero per noi inospitali

a maggior ragione degli alieni che sono in grado di viaggiare per lo spazioin massa dovrebbero essere in grado di analizzare un paineta

Questo non vuole dire niente.Se marte avesse l'acqua sarebbe ospitabile, però ciò non vuol dire che non ci sarebbe la presenza di una sostanza assai diffusa per noi distruttiva. Da che mondo e mondo se non conosciamo una cosa, non possiamo neanche capire quali sono i pregi e quali sono i difetti...

Roger_Lamb
02-11-2004, 17.51.00
Originally posted by Boenet
recensione: genere: Fantascienza? Mah..

Il film: tra il mediocremente orripilante e l'orrendemente brutto..

Ma come si fa a definirlo film?

Assenza totale di trama, pause pazzesche, tensione inesistente (anzi presente in 2 scene da qualche secondo) e sopratutto una stronzata di prima categoria.

Che il primo film fosse un capolavoro non si discute, che il secondo (con tanto di eroe e antieroe) fosse quasi godibile lo accetto, ma che per il terzo e il quarto si dica che il regista vuole fare riflettere bla bla bla non lo accetto proprio...

Un film deve essere bello e i pensieri vengono da se. Non si può giudicare un film mediocre col pretesto dei pensieri che può suscitare.

Ma vi ricordate la tensione del sesto senso? I sentimenti e i pensieri che scaturivano quelle due ore di film?

E dove mettiamo poi i campi di grano con gli alieni e le astronavine alla Mars Attack o le cose che non spoilero di questo filmettino...

E poi per finire deve smetterla di fare le apparizioni alla Alfred Hitchcock...

La sola cosa notevole del film è la signorina Cunningam :D promette bene da attrice e da paperotta

Per me il sesto senso è il peggior film di shyamaln.Non trasparivano grandi emozioni o riflessioni e anche lì la trama era banale, che oltre al colpo di scena non aveva molto altro da dire. Certo se ogni film per essere bello deve essere pieno d'azione allora siamo messi male...

Jinhio
02-11-2004, 18.34.16
Originally posted by Roger_Lamb
Questo non vuole dire niente.Se marte avesse l'acqua sarebbe ospitabile, però ciò non vuol dire che non ci sarebbe la presenza di una sostanza assai diffusa per noi distruttiva.

Non vuol dire niente? secoli di ricerche ed espierimenti li liquidi con un "non voludire niente?
Marte non sarebbe ospitale nenache con l'acqua, non per un uomo almeno. Ci potrebbero essere forme di vita primordiali, unicellulari o poco più. se provassimo ad andarci senza protezioni ci rimarremmo secchi


Da che mondo e mondo se non conosciamo una cosa, non possiamo neanche capire quali sono i pregi e quali sono i difetti...

forse non mi hai seguito nel ragionamente

se una sostanza è diffusa lo noti subito, a maggior ragione analizzi la sua composizione e capisci se è nociva o no
non ci vuole molto

mi riquoto


sappiamo la composisione della maggior parte dei pianeti senza esserci mai stati grazie alla scienza
ergo non c'è bisogno di essere stati su giove o plutone per sapere che li schiatteremmo al volo, così come sul 99,9% dei corpi celesti. e se trovassimo un posto abitabile simile all terra solo un braco di idioti non passerebbe un bel po di tempo ad analizzare la composizione della superficie e della atmosfera per vedere se qualcosa ci può fare male

aquarius
02-11-2004, 20.33.01
Originally posted by Roger_Lamb
Certo se ogni film per essere bello deve essere pieno d'azione allora siamo messi male...

il punto di the village è la totale assenza di qualsiasi cosa...il problema non è certo la mancanza di azione...secondo me mancano parecchie altre cose a questo film...schematizzo:
note positive:
-ambientazioni,fotografia e la protagonista

note negative:
trama (insulsa e pretestuosa che non porta a nulla),totale assenza di suspance,morale che il film vuole esprimere(hanno paura della violenza e della falsità del mondo "reale" e si creano loro stessi un immensa menzonia con la quale tengono buoni i giovani del paese:rolleyes: ) e tanto altro ancora....

rivendicatore
02-11-2004, 20.55.21
Visto ieri.
Troppo banale nel suo insieme. Finale deludente che fa passare il film come sempliciotto e mette in risalto, a mio parere, l'idiozia dei fondatori del villaggio: scappare dal presente per i propri dolori creando un regime d'isolamento e paura per il proprio egoismo e per la propria incolumità dai contatti esterni facendo, inconsapevolmente, in modo da creare gli stessi problemi che cercavano di evitare in caso di necessità.

_Kenji_
02-11-2004, 22.59.28
Hmmm io il film ancora non lo sono andato a vedere....che belle cose che mi state raccontando :rolleyes:

Boe.
02-11-2004, 23.45.31
Originally posted by Roger_Lamb
Certo se ogni film per essere bello deve essere pieno d'azione allora siamo messi male...

Assolutamente altrimenti sarei andato a vedere qualos'altro... Non è certo l'azione che rende un film bello o brutto.

In assoluto questo non aveva proprio nulla...

Mach 1
03-11-2004, 01.14.45
a me piace shyamaln come regista, nel senso che mi piace la fotografia, la scelta delle inquadrature e quanto concerne la pura tecnica cinematografica, il fatto di saper suscitare la tensione o l'attesa e quant'altro. ma secondo me i suoi film dovrebbe farli sceneggiare da qualcun altro oppure scegliersi soggetti migliori.

sento molti fare riflessioni sui film di questo regista cercando di interpretarli in alcune chiavi che consentano di adattarne una lettura profonda ma io invece trovo la sceneggiatura dei suoi film decisamente superficiale. Il messaggio arriva ma non va mai "oltre" e a volta risulta addirittura forzato, come se per far combaciare tutte le tessere del puzzle creato dal regista le si sia dovute forzare l'una dentro l'altra.

non so come spiegarlo: vedo un film come dolls e mi lascia qualcosa nell'intimo. vedo un film come train de vie e mi lascia qualcosa nell'intimo. vedo 2001 odissea nello spazio e mi lascia qualcosa. lo stesso dicasi per blade runner, o per la sottile linea rossa o per tanti altri film . Vedo un film di shyamaln e ne colgo il messaggio ma è terribilmente razionale, non colpisce aldilà del conscio. forse la parola giusta che userei per definire i film di questo regista è "accademici" o "asettici".

enzct
03-11-2004, 10.50.37
Originally posted by Pentolina
non ho capito in che epoca sia ambientata sta storia :mumble


(OT) che bello rileggerti ogni tanto :Palka: (/OT)

JEDI
03-11-2004, 13.05.25
Originally posted by Pentolina
non ho capito in che epoca sia ambientata sta storia :mumble

In senso assoluto ai giorni nostri, relativamente alla comunità del Villaggio nel 1897, come si evince dalla lapide all'inizio del film :D

(OT)Che bello rileggerti ogni tanto :Palka: (/OT)

Bardak
03-11-2004, 18.12.17
Bel film, insolito.
io l'ho trovato piacevole e fuori schema, forse tutti si aspettavano davvero i mostri del bosco, ma propio nel prevedibile o meno colpo di scena stà l'interessante di questo film. Certo non rimarà nell'olimpo dei film del "generis", ma si passa una bella serata al cinema, senza infamie e senza lode.

Panamon Creel
03-11-2004, 20.31.50
Ottima fotografia (per quanto ne capisco)

Trama che nn è un granchè, abbastanza lento, e per mia modesta opinione nn si possono legare i momenti di suspense solo ed esclusivamente ad un innalzamento del volume della colonna sonora....

5+ (di incoraggiamento)

BESTIA_kPk
03-11-2004, 23.04.48
Mha.

Stò cercando ancora di capire come mai la cieca è riuscita a ownare il pirla col mantello rosso facendo due strafe impossibili.
Si può fantasticare sul fatto che lui era impacciato dal vestito eh :asd:


Stà cieca nel bosco l'ho vista come c1p8 nel deserto.

Per il resto mi son piaciute solo 3 frasi di tutto il film e il colore giallo, il resto non mi ha colpito. Peccato, mi sa che come con Sign ho buttato via degli euri :notooth:

_Kenji_
04-11-2004, 00.28.38
Andato a vedere stasera...tutto sommato è un bel film...lascia un pò di amaro in bocca però sono stato piuttosto teso fino alla fine...insomma pellicola godibile con un bel messaggio "meglio vivere tra se e se che con la marmaglia della città"

Bardak
04-11-2004, 00.58.37
Originally posted by _Kenji_
"meglio vivere tra se e se che con la marmaglia della città"
realtà di questo tipo esistono per davvero, negli USA da decenni e più, ma non sapevo che in alcune regioni d'Italia esistono comunità che si sono completamente estraniate dalla vita civilizzata:rolleyes:
scelte...io se non trovo il mio cellulare sclero:p

Boe.
04-11-2004, 01.01.18
Originally posted by BESTIA_kPk
Mha.....il pirla col mantello rosso facendo due strafe impossibili.
:

:asd:

Roger_Lamb
04-11-2004, 11.12.02
Originally posted by Jinhio
Non vuol dire niente? secoli di ricerche ed espierimenti li liquidi con un "non voludire niente?
Marte non sarebbe ospitale nenache con l'acqua, non per un uomo almeno. Ci potrebbero essere forme di vita primordiali, unicellulari o poco più. se provassimo ad andarci senza protezioni ci rimarremmo secchi

[B]

forse non mi hai seguito nel ragionamente

se una sostanza è diffusa lo noti subito, a maggior ragione analizzi la sua composizione e capisci se è nociva o no
non ci vuole molto

mi riquoto
[B]
ergo non c'è bisogno di essere stati su giove o plutone per sapere che li schiatteremmo al volo, così come sul 99,9% dei corpi celesti. e se trovassimo un posto abitabile simile all terra solo un braco di idioti non passerebbe un bel po di tempo ad analizzare la composizione della superficie e della atmosfera per vedere se qualcosa ci può fare male

Tanto è vero che si vuole andare ad abitare marte :rolleyes: Ci sono cose che neanche la scienza riesce a spiegare, e non mi riferisco ad occulti o altre cose mistiche...

Roger_Lamb
04-11-2004, 11.15.35
Originally posted by aquarius
hanno paura della violenza e della falsità del mondo "reale" e si creano loro stessi un immensa menzonia con la quale tengono buoni i giovani del paese:rolleyes:

E' quello il punto focale del film, il messaggio che il film vuole trasmettere! :rolleyes:

Roger_Lamb
04-11-2004, 11.21.30
Originally posted by rivendicatore
Visto ieri.
Troppo banale nel suo insieme. Finale deludente che fa passare il film come sempliciotto e mette in risalto, a mio parere, l'idiozia dei fondatori del villaggio: scappare dal presente per i propri dolori creando un regime d'isolamento e paura per il proprio egoismo e per la propria incolumità dai contatti esterni facendo, inconsapevolmente, in modo da creare gli stessi problemi che cercavano di evitare in caso di necessità.

Perchè tu credi che se il capo del villaggio non avesse creato la storia dei mostri, tutti gli abitanti del villaggio sarebbero stati nella loro casuccia?
I problemi non nascono per questo motivo, ma semplicemente sono dovuti al fatto che gli abitanti del villaggio non capiscono che il male c'è sempre e non lo si può sconfiggere.

Roger_Lamb
04-11-2004, 11.23.32
Originally posted by Bardak
realtà di questo tipo esistono per davvero, negli USA da decenni e più, ma non sapevo che in alcune regioni d'Italia esistono comunità che si sono completamente estraniate dalla vita civilizzata:rolleyes:
scelte...io se non trovo il mio cellulare sclero:p

Anche perchè l'ho pagato 500 euro! :asd:

Jinhio
04-11-2004, 12.53.10
Originally posted by Roger_Lamb
Tanto è vero che si vuole andare ad abitare marte :rolleyes:

AHAHAHAHHAHAAHHA:D
questa è forte, davvero. e magari si mettono anche a coltivare i campi.
è palese che non hai idea di quello che stai dicendo e parli per letture occasionali/sentito all TV quindi è abbastanza inutile andare avanti. L'eventuale terraforming dista secoli, tecnologie e un altro bel po di roba.

si, certamente la scienza non può spiegare tutto. Ma una analisi chimica di base di un elemento può dirci è in linea di bassima ci è nocivo o meno.

cmq ora basta OT in questo topic. se vuoi continuare la discussione facciamo via pm, se no per me può finire qui

:)

SuperGrem
04-11-2004, 13.26.44
Per la miseria, ma non spoilerate e che cazzo!!

grifis
04-11-2004, 14.03.10
Originally posted by Roger_Lamb
Perchè tu credi che se il capo del villaggio non avesse creato la storia dei mostri, tutti gli abitanti del villaggio sarebbero stati nella loro casuccia?


[spoiler]



Veramente non ha senso che gli abitanti rimangano lì tranquilli pur avendo accanto dei mostri.:asd:

Bardak
04-11-2004, 15.31.32
Originally posted by SuperGrem
Per la miseria, ma non spoilerate e che cazzo!!
io la vieterei a prescindere, in un forum di discussione non si può stare li a "nascondere" quello che poi comunque va letto.( che poi è un 80% di spam)
Srivetelo e basta.

Roger_Lamb
04-11-2004, 16.35.36
Originally posted by Jinhio
AHAHAHAHHAHAAHHA:D
questa è forte, davvero. e magari si mettono anche a coltivare i campi.


Io non ho detto che succede domani.So benissimo che è una cosa campata in aria.Però questo non vuol dire che rimanga un sogno.

Roger_Lamb
04-11-2004, 16.38.07
Originally posted by grifis
[spoiler]



Veramente non ha senso che gli abitanti rimangano lì tranquilli pur avendo accanto dei mostri.:asd:

Ricordati che se nessuno si fosse addentrato nel bosco, non sarebbe successo nulla.Eppoi i "mostri" non hanno mai ucciso...

Luca236
04-11-2004, 18.34.44
Originally posted by BESTIA_kPk



Stà cieca nel bosco l'ho vista come c1p8 nel deserto.

:

:asd:

grifis
04-11-2004, 19.09.32
Originally posted by Roger_Lamb
Ricordati che se nessuno si fosse addentrato nel bosco, non sarebbe successo nulla.Eppoi i "mostri" non hanno mai ucciso...

Me lo ricordo, ma non cambia nulla. :asd:

Roger_Lamb
04-11-2004, 19.12.09
Originally posted by grifis
Me lo ricordo, ma non cambia nulla. :asd:

:bash: :azz: :Prrr:

bejita
05-11-2004, 08.28.11
mi è sembrato +ttosto palloso, privo di colpi di scena e da tradizione scimalaiana parecchio scontato. Per fortuna che ero in compagnia di gente in vena di cazzeggiare e ci siam fatti 4 risate :asd:

maronn che villaggio di deficenti :asd:

Bardak
05-11-2004, 10.00.17
Originally posted by grifis
Me lo ricordo, ma non cambia nulla. :asd:
No, guarda che ha ragione RogerLamb... perchè se ti sposi e hai la suocera vicina di porta, non è un mostro con cui ci devi convivere senza aver paura?:p

Strasbuli
06-11-2004, 15.54.16
A me è piaciuto molto. Bella l'idea e anche la realizzazione. Poi alcune immagini sono da paura.... Mi sono proprio divertito!

MR.Muscolo
07-11-2004, 21.41.06
l'ho visto ieri sera...no comment...
forse il piu' brutto film degli unltimi sei mesi.
ho buttato 7.50 euri.

_Kenji_
07-11-2004, 22.23.01
E' un film particolare che può non piacere a tutti ;)

dpben2
08-11-2004, 00.20.25
Visto.
Sono rimasto molto dubbioso. Ovviamente la critica ci mette del suo nella mia testa. Se avessi sentito dire da mezza città che era un film molto bello allora sarei andato convintissimo.
Invece ogni singola persona che incontro me ne ha parlato male. Ovviamente sono entrato al cinema con una idea negativa del film.
Fortunatamente, l'ho trovato MEDIOCRE. Una via di mezzo tra bello e brutto.
Bello perchè comunque non l'ho trovato per niente scontato. Bello perchè alle volte i colpi di scena non devono per forza farci saltare dalla poltroncina. Gli anziani sono i "cattivi" del film. Come in tutti i film di Micheal Night Shiamalan, ce ne sono, che non fanno altro che badare ai propri interessi. (vedi Umbrakable, uno sfigato che fa un casino...!).
Brutto perchè lascia molte cose inspiegate: perchè i voli non possono passare da lì? Chi era la bambina che è morta ad inizio film e perchè? Come sono arrivate le altre migliaia di persone? Perchè un anziano ad un certo punto dice "Vogliono che ce ne andiamo" se sono i primi a voler restare?
Quelli che hanno dato un giudizio personale più sul messaggio del film che sulla trama sono anche quelli che l'hanno trovato bello.
IMHO il film è basato sul dolore delle persone e sul male del mondo. Gli anziani creano questo mondo per poi scoprire che sarà sempre così comunque essi si comportano, scappano dal dolore ma alla morte non si può fuggire e con sè la disperazione, la paura. Ma loro sono i primi a crearla. Shgurney Rivers (o come diavolo si scrive) dice che suo marito è morto ucciso dagli Innominabili. Ricordate?
Spero di essere stato abbastanza chiaro :p :D
Dpben.

the_World
08-11-2004, 08.57.34
Originally posted by dpben2
Brutto perchè lascia molte cose inspiegate: perchè i voli non possono passare da lì?Perchè se ci passassero scoprirebbero l'esistenza del villaggio
Originally posted by dpben2
Chi era la bambina che è morta ad inizio film e perchè? La figlia di un anziano, morta perchè al villaggio non ci sono le medicine necessarie per curarla.
Originally posted by dpben2
IMHO il film è basato sul dolore delle persone e sul male del mondo. Gli anziani creano questo mondo per poi scoprire che sarà sempre così comunque essi si comportano, scappano dal dolore ma alla morte non si può fuggire e con sè la disperazione, la paura. Ma loro sono i primi a crearla. IMHO il tema principale è proprio quello della paura come forma di controllo. ;)

Originally posted by dpben2
Shgurney Rivers (o come diavolo si scrive) dice che suo marito è morto ucciso dagli Innominabili. Ricordate? In realtà dice che è morto dopo essersi recato in città (derubato e gettato nudo in un fiume, che poi si scoprirà essere l'East River), sperando di dissuadere il figlio dall'andarci.