PDA

Visualizza versione completa : Amare o essere amati?



Mr.Deka
03-10-2004, 16.01.44
Mi spiego.
Secondo voi è meglio amare una persona e provare quindi attrazione sia mentale ke fisica sapendo però ke forse quello ke tu provi x lei nn è quello ke lei prova x te oppure viceversa essere amati non provando quello ke la persona prova x te?

Se dovreste scegliere fra il riskio o la sicurezza in amore kosa scegliereste?

;)

Kiara
03-10-2004, 16.16.42
mai stata innamorata.le mie più intense relazioni sentimentali sono state quelle platoniche,principalmente per il fatto che io sono refrattaria ai rapporti umani.
Quando arrivo ad essere presa sensibilmente da una persona e la cosa si concrettizza mi ritiro nel guscio.In più,ho sempre vissuto individualmente la mia vita e ho dei problemi a relazionarmi in poco tempo con una persona che assume in poco tempo una grande importanza nella mia vita.

essere amata.tutt'ora non credo di esserlo mai stata.anche se un ragazzo attualmente, cerca di dimostrarmi il contrario.
continuo tutt'ora a giustificare il suo "pseudo amore" per me per un semplice autoconvincimento ad avere una valida alternativa per fare delle scelte nella sua vita perchè di testa sua non le sa prendere.
chi mi ha detto "ti amo" lo ha detto perlopiù scherzando.non penso ci sia mai stato amore.in caso contrario non me ne capaciterei.

anche con il tivogliobene ho qualche problema,in effetti.credo ci sia una sola persona nella mia vita che non ha ancora tutta l'importanza che merita.credo di poter vivere senza di lui , come ho sempre fatto , ma non vivrei mai neanche nella speranza di star bene sapendo di non poterlo avere accanto un giorno.non credo sia amore questo.ma mi piacerebbe lo diventasse.(forse il fatto che non abbia mai parlato di lui è distintivo,boh)

Squizzo
03-10-2004, 16.25.14
Originally posted by Mr.Deka
Mi spiego.
Secondo voi è meglio amare una persona e provare quindi attrazione sia mentale ke fisica sapendo però ke forse quello ke tu provi x lei nn è quello ke lei prova x te oppure viceversa essere amati non provando quello ke la persona prova x te?

Se dovreste scegliere fra il riskio o la sicurezza in amore kosa scegliereste?

;)

1) in ogni caso ci si sta male, quindi niente è MEGLIO dell'altro

2) che domanda è? :doubt:

Mr.Deka
03-10-2004, 16.30.28
Vediamo se riesco a spiegarmi ...

Scegliereste
[MODE GGM ON]

1)conquistare la persona di cui siete innamorati lasciando stare quella ke è innamorata di voi.

o

2)Stare con la xsona ke è innamorata di voi lasciando stare quella di cui siete innamorati voi?

[MODE GGM OFF]

ElCarruba
03-10-2004, 16.30.36
Si può scegliere opzione C "amare ed essere amati"?
@Kiara:hai paura a lasciarti andare (e poi a star male come un cane come me adesso) oppure è proprio una scelta tua?

Squizzo
03-10-2004, 16.39.03
Originally posted by Mr.Deka
Vediamo se riesco a spiegarmi ...

Scegliereste
[MODE GGM ON]

1)conquistare la persona di cui siete innamorati lasciando stare quella ke è innamorata di voi.

o

2)Stare con la xsona ke è innamorata di voi lasciando stare quella di cui siete innamorati voi?

[MODE GGM OFF]

1) una persona non si "conquista"...si ama, indipendentemente dal fatto che lei provi la stessa cosa per te o che non lo provi. Ovvio che si spera sempre che voglia essere felice insieme a te, ma se questo non dovesse accadere è inutile continuare ad assillare l'altra persona se non prova lo stesso sentimento.

2) Stessa cosa, se io non fossi innamorato della persona e decidessi di mettermi insieme a lei, la prenderei solamente in giro, soprattutto se in quel dato momento fossi innamorato di un'altra..

Kiara
03-10-2004, 16.42.22
Originally posted by ElCarruba

@Kiara:hai paura a lasciarti andare (e poi a star male come un cane come me adesso) oppure è proprio una scelta tua?


ho paura a lasciarmi andare:
1.perchè è una cosa che non ho mai fatto , e che ho paura di non controllare.sono una delle persone più schifosamente fragili che esistano.

2.io non mi lascio andare,e alla lunga la persona che poteva anche essere minimamente interessata a me si stanca.giustamente.

ElCarruba
03-10-2004, 16.43.29
Originally posted by Squizzo
Stessa cosa, se io non fossi innamorato della persona e decidessi di mettermi insieme a lei, la prenderei solamente in giro, soprattutto se in quel dato momento fossi innamorato di un'altra..

Quoto,adesso ho capito meglio cosa intendevi!

MIKELE88
03-10-2004, 16.44.31
Amare è una cosa bellissima, una sensazione favolosa, anke essere amati è bellissimo :)

Kiara
03-10-2004, 16.47.24
Originally posted by Mr.Deka
Vediamo se riesco a spiegarmi ...

Scegliereste
[MODE GGM ON]

1)conquistare la persona di cui siete innamorati lasciando stare quella ke è innamorata di voi.

o

2)Stare con la xsona ke è innamorata di voi lasciando stare quella di cui siete innamorati voi?





non so voi ma io vado in paranoia nel momento in cui mi rendo conto che i miei sentimenti non sono un quarto di quelli della persona con cui sto.e viceversa credo.

una volta un ragazzo,alla mia domanda "perchè sei innamorato di lei?",mi rispose "perchè mi ama".

L'ho trovato schifosamente triste.Nonostante non capisca una cippa di sentimenti credo che amare significhi amare lei/lui per quello che è non per quello che ti dà.

Squizzo
03-10-2004, 16.49.09
Originally posted by Kiara
ho paura a lasciarmi andare:
1.perchè è una cosa che non ho mai fatto , e che ho paura di non controllare.sono una delle persone più schifosamente fragili che esistano.

2.io non mi lascio andare,e alla lunga la persona che poteva anche essere minimamente interessata a me si stanca.giustamente.

1)così però rischi di starci male per i rimpianti, alla lunga...fidati...

2) hmm...se una persona è VERAMENTE interessata, non si stanca...anzi...cerca in ogni modo di capire, comprendere ed aiutare...e parlo anche riferendomi all'amicizia, non solo all'amore fra due persone

Kiara
03-10-2004, 16.53.13
Originally posted by Squizzo
1)così però rischi di starci male per i rimpianti, alla lunga...fidati...

2) hmm...se una persona è VERAMENTE interessata, non si stanca...anzi...cerca in ogni modo di capire, comprendere ed aiutare...e parlo anche riferendomi all'amicizia, non solo all'amore fra due persone
1)a parole è facile.lo direi anch'io a me stessa.
2)raramente la si trova.mica sono il centro del mondo io.poi sono stronza ,non prendo in considerazione la sensibilità altrui perchè i problemi suoi mi ricordano i miei.quindi non chiedo nulla e non dico nulla.Io stessa mi disinteresserei a me.:dentone:

Squizzo
03-10-2004, 17.00.32
Originally posted by Kiara
1)a parole è facile.lo direi anch'io a me stessa.
2)raramente la si trova.mica sono il centro del mondo io.poi sono stronza ,non prendo in considerazione la sensibilità altrui perchè i problemi suoi mi ricordano i miei.quindi non chiedo nulla e non dico nulla.Io stessa mi disinteresserei a me.:dentone:

1) dillo a me che c'ho messo 27 anni a uscirne da sta cosa... ;) vorrei solo che tu ci riuscissi almeno con qualche anno d'anticipo..

2) magari qualcuna l'hai già trovata...e cmq poco importano certi eventuali comportamenti "da stronza"...ci si passa tranuillamente sopra se ci si tiene a una persona ;)

ElCarruba
03-10-2004, 17.13.14
Guarda,io adesso sono qui che nn potrei neanche essere usato come straccio per lavare in terra,ma se penso ai 2 anni e mezzo che ho passato rifarei tutto..E mettiti in coda dopo di me sulle persone schifosamente fragili plis..;)
Concordo con Squizzo,meglio nn avere rimpianti,abbracciare certe esperienze che se possono alla fine fare male,ma che ci offrono di contro un bagaglio enorme di gioie ed emozioni. IMHO
Ah,secondo me nn 6 stronza,è solo un meccanismo di difesa!E se l'ho capito io che nn ti conosco,vuoi che nn lo capisca uno che ti sta vicino?

nageki
03-10-2004, 17.47.13
Uffi non tirate fuori questi argomenti, già ho abbastanza difficoltà a credere quando mi viene detto "ti amo" :|

Ef.Di.Gi
03-10-2004, 17.57.11
Originally posted by Mr.Deka
Vediamo se riesco a spiegarmi ...

Scegliereste
[MODE GGM ON]

1)conquistare la persona di cui siete innamorati lasciando stare quella ke è innamorata di voi.

o

2)Stare con la xsona ke è innamorata di voi lasciando stare quella di cui siete innamorati voi?

[MODE GGM OFF]

Direi che è impossibile scegliere la 2...come si fa a stare con una persona quando si è innamorati di un'altra?
Poi vabbè, avrei qualche riserva sul termine "conquistare"...

WarezSan
03-10-2004, 18.00.44
Avro' amato 2 donne in 27 anni.

E parlo di amore, non d'altro s'intende.

Per uno strano scherzo del destino non son mai riuscito a concluder nulla con loro.

Cmq, quando si ama non esiste "avere il freno tirato" per paura di farsi male.

Quando trovi la persona che non ti saresti mai apettato d'incontrare sei fottuto e non lasci perdere.

Altrimenti sei una merda; se non te la giochi una possibilita' simile (La persona della tua vita) e' bene che t'aspetti di crepare sotto un ponte come un vecchio barbone qualsiasi.

La vita va giocata, e le cazzate da psicoanalisi pseudogiustificative francamente mi rivoltano.

Scendere a copromessi con se' stessi?

:vomit:

Squizzo
03-10-2004, 18.01.20
Originally posted by nageki
Uffi non tirate fuori questi argomenti, già ho abbastanza difficoltà a credere quando mi viene detto "ti amo" :|

tu pensa ad ascoltare l'oracUlo e sta tranquilla... :p :kiss:

Akujin
03-10-2004, 18.02.33
Sfigato doc in amore :metal:

amare e non essere corrisposti è una cosa dolorosa. Perchè pensi ripetutamente ad una cosa che non potrai mai avere. E questo fa veramente male.

essere amato e non corrispondere è una cosa che non ho mai provato o sicuramente sono troppo pirla per capire quando una persona mi vuole bene.

La terza variante (la + bella) è l'amarsi a vicenda. Ma non mi è mai capitato e suona tanto come una favola.

In qualunque caso in amore non so come comportarmi. Fatico a presentarmi, fatico a dialogare, fatico ad allacciare rapporti e fatico a dichiararmi. Magari ,poi , fosse una fatica leggera. E' uno sforzo assurdo.
Maledetta timidezza :|

Ef.Di.Gi
03-10-2004, 18.07.49
secondo me andrax è figo, ha le fan ma non se ne accorge :sisi:

..picci..
03-10-2004, 18.15.57
Originally posted by Mr.Deka
Vediamo se riesco a spiegarmi ...

Scegliereste
[MODE GGM ON]

1)conquistare la persona di cui siete innamorati lasciando stare quella ke è innamorata di voi.

o

2)Stare con la xsona ke è innamorata di voi lasciando stare quella di cui siete innamorati voi?

[MODE GGM OFF] mmmh non è così semplice secondo me...cioè,detta così,tra le due sceglierei senz'altro la prima,la seconda è davvero triste.cmq la realtà poi è un tantino più complicata,magari bastasse rispondere a una domanda del genere per sistemare le cose.
il fatto è che una persona puoi non amarla ma non è detto che per questo non le vuoi bene,quindi,se così fosse,diventerebbe un tantino più complicata dare come risposta un secco no alla prima possibilità,non fraintendetemi,non dico che quindi sarebbe giusto accettarla come possibilità,ma cmq è dura accettare che una persona a te vicina soffra a causa tua.è brutto far soffrire le persone a cui vuoi bene,spesso ci fa soffrire di più il fatto di veder soffrire una persona a cui tieni piuttosto che soffrire noi stessi(è un rigiro strano di parole ma ha un senso)...se si innamora di te un tuo caro amico/a che fai?...dire che la lasci stare e che quindi "te ne freghi" dei suoi sentimenti è un tantino pesante in questo caso.per cui la domanda messa così in modo generico non ha molto senso.









ok,per oggi ho pensato anche troppo,lasciamo stare...

_Kenji_
03-10-2004, 18.18.19
Maledetta timidezza :|

Quoto quoto...:mecry:

WarezSan
03-10-2004, 18.19.48
Originally posted by _Kenji_
Maledetta timidezza :|

Quoto quoto...:mecry:

Se sei innamorato la timidezza avanza.


C'e' chi innamorato non lo e' stato mai.

Ef.Di.Gi
03-10-2004, 18.28.42
Originally posted by ..picci..
mmmh non è così semplice secondo me...cioè,detta così,tra le due sceglierei senz'altro la prima,la seconda è davvero triste.cmq la realtà poi è un tantino più complicata,magari bastasse rispondere a una domanda del genere per sistemare le cose.
il fatto è che una persona puoi non amarla ma non è detto che per questo non le vuoi bene,quindi,se così fosse,diventerebbe un tantino più complicata dare come risposta un secco no alla prima possibilità,non fraintendetemi,non dico che quindi sarebbe giusto accettarla come possibilità,ma cmq è dura accettare che una persona a te vicina soffra a causa tua.è brutto far soffrire le persone a cui vuoi bene,spesso ci fa soffrire di più il fatto di veder soffrire una persona a cui tieni piuttosto che soffrire noi stessi(è un rigiro strano di parole ma ha un senso)...se si innamora di te un tuo caro amico/a che fai?...dire che la lasci stare e che quindi "te ne freghi" dei suoi sentimenti è un tantino pesante in questo caso.per cui la domanda messa così in modo generico non ha molto senso.
.[/SIZE]

secondo me invece è doveroso, se non si è innamorati/attratti dalla persona in questione, mettere le cose in chiaro in maniera abbastanza secca.

Squizzo
03-10-2004, 18.31.06
Originally posted by Ef.Di.Gi
secondo me invece è doveroso, se non si è innamorati/attratti dalla persona in questione, mettere le cose in chiaro in maniera abbastanza secca.

beh, oddio...c'è modo e modo di dire le cose eh...

Ef.Di.Gi
03-10-2004, 18.37.00
certo, secca non vuol dire maleducatamente eh!

destino
03-10-2004, 18.49.33
Originally posted by ..picci..
mmmh non è così semplice secondo me...cioè,detta così,tra le due sceglierei senz'altro la prima,la seconda è davvero triste.cmq la realtà poi è un tantino più complicata,magari bastasse rispondere a una domanda del genere per sistemare le cose.
il fatto è che una persona puoi non amarla ma non è detto che per questo non le vuoi bene,quindi,se così fosse,diventerebbe un tantino più complicata dare come risposta un secco no alla prima possibilità,non fraintendetemi,non dico che quindi sarebbe giusto accettarla come possibilità,ma cmq è dura accettare che una persona a te vicina soffra a causa tua.è brutto far soffrire le persone a cui vuoi bene,spesso ci fa soffrire di più il fatto di veder soffrire una persona a cui tieni piuttosto che soffrire noi stessi(è un rigiro strano di parole ma ha un senso)...se si innamora di te un tuo caro amico/a che fai?...dire che la lasci stare e che quindi "te ne freghi" dei suoi sentimenti è un tantino pesante in questo caso.per cui la domanda messa così in modo generico non ha molto senso.









ok,per oggi ho pensato anche troppo,lasciamo stare...



io ho capito tutto pero :sisi:

cmq sempre e solo conquistare la persona ke si ama

Akujin
03-10-2004, 18.55.16
Originally posted by Ef.Di.Gi
secondo me andrax è figo, ha le fan ma non se ne accorge :sisi:


quanto vorrei che tutto ciò fosse vero :sisi:

WarezSan
03-10-2004, 18.59.33
Originally posted by _Kenji_
Maledetta timidezza :|

Quoto quoto...:mecry:

Questa frase mi ricorda.....



http://www.geocities.com/CapeCanaveral/7314/alanford/img/af.jpg

[~AlmoR~]
03-10-2004, 19.50.03
Originally posted by Kiara
ho paura a lasciarmi andare:
1.perchè è una cosa che non ho mai fatto , e che ho paura di non controllare.sono una delle persone più schifosamente fragili che esistano.

2.io non mi lascio andare,e alla lunga la persona che poteva anche essere minimamente interessata a me si stanca.giustamente.

K, non pensare di essere "anormale". lasciarsi andare con una persona che si conosce poco/da poco è difficile per tutti, come è difficile fidarsi.

o il vero problema è che non hai trovato ancora la persona adatta a cui dedicare il tuo tempo di qualità.

arriveranno tempi migliori. (lo dico a te ma continuo a ripetermelo spesso anche io eh, vale per tutti)

in ogni caso, è peggio non averci provato che rischiare una delusione
:Palka:

ivanisevic
03-10-2004, 19.58.11
In 2 parole perchè ho un pò di fretta...
Non sono mai stato amato, o se è successo non lo so o è successo con persone per me poco rilevanti.
Amare probabilmente è il sentimento + alto che ho provato, è un pò come una guida, una cosa che da un senso alla vita e ti indica una strada che non puoi esimerti dal percorrere, è qualcosa che limita le tue possibilità di scelta a zero, per il fatto che la scelta non c'è, sai per certo quel'è la strada su cui camminare, come illuminato. Poi che la strada ti porti dove speravi di arrivare è un alto discorso..

ElCarruba
03-10-2004, 20.11.39
Originally posted by Akujin
Fatico a presentarmi, fatico a dialogare, fatico ad allacciare rapporti e fatico a dichiararmi. Magari ,poi , fosse una fatica leggera. E' uno sforzo assurdo.
Maledetta timidezza :|

Quanto ti quoto fratello..(azanoth's copyright permettendo..:asd: )

follettomalefico
03-10-2004, 20.51.46
Amare. Perchè amare scalda me, il mio cuore. Amare mi può rendere felice un istante, o turbolento, o difficile, o audace. Amare cambia una persona da "una qualunque" a "una importante". Amare differenzia una persona viva da una morta.
Amare a volte è difficile e a volte fa male, ma anche questo è vivere.



Essere amato e non ricambiare, è invece freddo.



La terza alternativa non la contemplo perchè non è richiesta.




Sono stato amato, ma non so se l'ho mai fatto. Talvolta mi vengono dei dubbi, perchè sono diverso. Non riesco ad amare "come tutti si aspettano". Io amo e basta. A volte privatamente, molto privatamente.

.Imrahil
03-10-2004, 23.06.51
Thread molto bello.
Scelgo Amare, anche se ciò comporta soffrire come un cane.

Kiara
03-10-2004, 23.10.48
Originally posted by [~AlmoR~]
K, non pensare di essere "anormale". lasciarsi andare con una persona che si conosce poco/da poco è difficile per tutti, come è difficile fidarsi.

o il vero problema è che non hai trovato ancora la persona adatta a cui dedicare il tuo tempo di qualità.

arriveranno tempi migliori. (lo dico a te ma continuo a ripetermelo spesso anche io eh, vale per tutti)

in ogni caso, è peggio non averci provato che rischiare una delusione
:Palka:

anormale a parte.ci proverò prima o poi.magari sotto falso nome,sotto falsa nazionalità ma ci proverò prima o poi.

e come palka ci contagia tutti,accolgo il fiore,e giuro che gli dò l'acqua finchè non mi crepa sfinito.:birra:

WarezSan
03-10-2004, 23.13.47
Originally posted by Kiara
anormale a parte.ci proverò prima o poi.magari sotto falso nome,sotto falsa nazionalità ma ci proverò prima o poi.

e come palka ci contagia tutti,accolgo il fiore,e giuro che gli dò l'acqua finchè non mi crepa sfinito.:birra:

Resta il fatto che chi non ha mai tentato di conquistare l'aggetto del suo amore non e' MAI stato realmente innamorato.

Come e'' stato detto da molti non farti problemi, quando incontrerai colui a cui daresti la vita non lascerai nulla d'intentato.

In questi casi ci si muove sempre, magari male ma ci si muove.

B_eXtreme
03-10-2004, 23.17.40
entambi.

Squizzo
03-10-2004, 23.31.39
Originally posted by WarezSan
Resta il fatto che chi non ha mai tentato di conquistare l'aggetto del suo amore non e' MAI stato realmente innamorato.


Questa, se permetti, è un'immane stronzata. :)

Gi01
03-10-2004, 23.34.32
Forse filosofeggiate un pò troppo o vedete l'amore con un'accezione negativa
Personalmente, le reputo domande molto del cazzo. Non si ama realmente se non si è riamati, e l'amore non nasce PRIMA di un rapporto.
Quella si chiama "infatuazione"
E l'amore, putroppo, non lo reputo eterno per il fottuto divenire insito in tutti noi...

Kiashaal
04-10-2004, 00.03.01
Di solito mi capita di vedere che si cerca sempre di conquistare ciò che non si riesce a raggiungere, mentre quello che si ottiene facilmente(essere amati) non viene preso tanto sul serio. :)







----------------------
"Amor, ch'a nullo amato amar perdona.."
----------------------
Se il Destino è contro di Noi...allora peggio per Lui!

Hob Gadling
04-10-2004, 00.07.17
Originally posted by follettomalefico
Sono stato amato, ma non so se l'ho mai fatto.

naky
04-10-2004, 00.29.16
Meglio amare o essere amati? Se non sono entrambi fa schifo sempre... ma la seconda è cinicamente più vantaggiosa della prima.


Patcha.

WarezSan
04-10-2004, 00.48.04
Originally posted by Squizzo
Questa, se permetti, è un'immane stronzata. :)

Quando si e' innamorati ci si muove come automi, magari in maniera sconclusionata e poco lungimirante ma in ogni caso si agisce sempre in un modo o nell'altro.

Anche il playboy della situazione smette di "giocare" perche' sa che quella donna e' unica.

Amare non ammette dubbi o incertezze.

Il "non so se l'amo" non esiste proprio! Il solo dubbio cancella ogni tentennamento.
Bisogna essere folli o completamente frustrati per non tentare il tentabile.

Anche a costo di perdere un bel pezzo d'autostima ci si muove.

Cmq attendo di sapere su quali basi liquidi come "stronzate" sentimenti che gli uomini provano da secoli.

WarezSan
04-10-2004, 00.49.48
Originally posted by naky
Meglio amare o essere amati? Se non sono entrambi fa schifo sempre... ma la seconda è cinicamente più vantaggiosa della prima.


Patcha.

In ognuno dei due casi dura poco.

L'amore corrisposto non mi e' mai capitato.

Amato o amante alla follia.

Purtroppo.

Squizzo
04-10-2004, 01.31.10
Originally posted by WarezSan
Cmq attendo di sapere su quali basi liquidi come "stronzate" sentimenti che gli uomini provano da secoli.

per il semplice fatto che, come ho detto anche prima, amare una persona vuol dire volerla vedere felice, che ciò sia o meno con noi...se per esempio la persona che ami già stesse insieme a qualcuno e fosse felice, tu pur di conquistarla, correresti il rischio di farla star male rovinandole la sua relazione, quando magari a lei tu nemmeno interessi? se mi rispondi di sì allora vuol dire che quello che provi non è Amore. Non quello vero. Sarebbe solo una forma di egoismo. Più di una volta io ho rinunciato a una mia possibile felicità per questo motivo, cioè per lasciare che la persona che amavo fosse felice, anche se ci stavo malissimo a pensare che lei non sarebbe stata con me. Anche attualmente sono tutt'ora innamorato di una ragazza che ora è felice insieme ad un'altra persona. Ma il fatto che lei non sia con me, certo non cambia i miei sentimenti per lei. So che lei è felice e mi limito a rimanerle accanto come amico. E questi sono solo un paio di molti esempi che ti potrei fare...

E per questi motivi ritengo che la tua frase che chi non ha mai tentato di conquistare l'aggetto del suo amore non e' MAI stato realmente innamorato, sia una grandissima stronzata. Tu non conosci il modo in cui possono amare certe persone, quindi una tale affermazione, oltre che prima di fondamento, può anche risultare offensiva nei confronti di chi ad esempio agisce come me...

WarezSan
04-10-2004, 08.59.04
Ma questo porto e' pieno di Signori vedo :D

Francamente trovo il tuo ragionamento pretestuoso a dir poco.
E' sott'inteso che se le condizioni permettono un seppur minimo approccio, l'approccio lo tenti.
Attenzione, ho parlato di condizioni, in questo caso un parametro soggettivo.

Dipende solo ed esclusivamente da nostro codice comportamentale come ci rapportiamo verso l'oggetto del nostro amore.

E' ovvio che non muovo un dito se colei per cui ho perso la testa sta con un compagno, ma non certo per paura di rovinarle la vita :) Semmai non tento nemmeno di conquistarla in quanto il mio codice comportamentale mi impone di mollare il colpo quando si tratta di soggetti legati strettamente ad una persona che non sia io.

Per ora, in questa spiacevole situazione non mi son mai trovato, ma il terreno perche' certe sitazioni si verifichino lo prepari tu, non certo il fato.

Quindi, se permetti, il tuo ragionamento regge solamente se tu hai mai ventilato l'ipotesi di "rubare" la donna di qualcun altro, in caso contrario il problema non si pone.
Se ti sei sentito offeso mi spiace, vuol dire che sei stato toccato "nell'intimo".

angelheart
04-10-2004, 09.23.53
ASD






:|

Bertith
04-10-2004, 09.59.41
Originally posted by WarezSan
Cmq, quando si ama non esiste "avere il freno tirato" per paura di farsi male.

Quando trovi la persona che non ti saresti mai apettato d'incontrare sei fottuto e non lasci perdere.

Altrimenti sei una merda; se non te la giochi una possibilita' simile (La persona della tua vita) e' bene che t'aspetti di crepare sotto un ponte come un vecchio barbone qualsiasi.

La vita va giocata, e le cazzate da psicoanalisi pseudogiustificative francamente mi rivoltano.

Scendere a copromessi con se' stessi?

:vomit:

come non quotarti.....in amore bisogna buttarsi e lasciarsi andare....non si può continuare a porsi dei limiti, anche xkè alla lunga i sente il rimorso......

MaGiKLauDe
04-10-2004, 10.03.55
Originally posted by Kiara
mai stata innamorata.le mie più intense relazioni sentimentali sono state quelle platoniche,principalmente per il fatto che io sono refrattaria ai rapporti umani.
Quando arrivo ad essere presa sensibilmente da una persona e la cosa si concrettizza mi ritiro nel guscio.In più,ho sempre vissuto individualmente la mia vita e ho dei problemi a relazionarmi in poco tempo con una persona che assume in poco tempo una grande importanza nella mia vita.

essere amata.tutt'ora non credo di esserlo mai stata.anche se un ragazzo attualmente, cerca di dimostrarmi il contrario.
continuo tutt'ora a giustificare il suo "pseudo amore" per me per un semplice autoconvincimento ad avere una valida alternativa per fare delle scelte nella sua vita perchè di testa sua non le sa prendere.
chi mi ha detto "ti amo" lo ha detto perlopiù scherzando.non penso ci sia mai stato amore.in caso contrario non me ne capaciterei.

anche con il tivogliobene ho qualche problema,in effetti.credo ci sia una sola persona nella mia vita che non ha ancora tutta l'importanza che merita.credo di poter vivere senza di lui , come ho sempre fatto , ma non vivrei mai neanche nella speranza di star bene sapendo di non poterlo avere accanto un giorno.non credo sia amore questo.ma mi piacerebbe lo diventasse.(forse il fatto che non abbia mai parlato di lui è distintivo,boh)


Kiaretta, sono, o forse ero, esattamente come te... ho paura... scappo prima di... boh, non so neanch'io prima di che cosa... non sono mai stato uno pieno di ragazze, anche perchè sono un po' un orso, sto troppo bene da solo per condividere la mia vita con una per cui so di non impazire... non ho mai avuto relazioni tanto per, giusto per non stare solo... e non le cerco neppure... non credo che qualcuno al mondo debba avere l'onere di sopportare me, con i miei casini e scazzi... e poi ho paura di soffrire, troppe scottature, ho l'illusione connaturata nel mio essere... però poi La incontri, quella persona da cui non puoi andare andare via, quella a cui non c'è bisogna di dire nulla, perchè ogni abbraccio o carezza trasmette esattamente quello che vorresti dire... e in quel momento non c'è più bisogno di trattanersi, non viene difficile tornare sui propri passi, ammettere errori, ricadere in errore...

Ultima cosa, verrò preso per lamer o takkino, ma kissene...
Kiara, se solo ti potessi incontrare un giorno...:Palka:



Tornando IT:
amare, di sicuro... anche se non ricambiato, vivi comunque istanti in cui la crigia quotidianità assume toni impercebili per il resto del mondo...
essere amato, se non ricambio, lo percepisco come un peso... l'obbligo morale di non ferire una persona che è vulnerabile nei tuoi confronti...

follettomalefico
04-10-2004, 11.12.36
Originally posted by Gi01
E l'amore, putroppo, non lo reputo eterno per il fottuto divenire insito in tutti noi... Questo è verissimo.

Non quanto quello detto poco prima: si può amare senza essere amati ;)
E' solo diverso.





Originally posted by WarezSan
Bisogna essere folli o completamente frustrati per non tentare il tentabile.

Anche a costo di perdere un bel pezzo d'autostima ci si muove. Queste sono solo opinioni.

Io non distruggerò mai quello che sono per una donna.

Potrà anche essere l'unica, perfetta, ideale, esistente sul pianeta terra, ma tutto quello che può darmi, non sarà mai sufficiente per ricompensare la perdita di una parte di me.

E dal mio punto di vista, è più folle o frustrato uno che distrugge sé stesso per una donna, che uno che non lo fa.
Perchè significa che la sua stessa esistenza vale zero, ai suoi medesimi occhi.

Come pensi che una donna possa apprezzare un uomo che si distrugge? Cosa pensi rimanga da amare, dopo?




Io tendo ad essere integro e completo, as is. Se una donna mi amerà per quello che sono, bene. Altrimenti, non sarò certo io a venire meno al mio stesso essere solo per 'averla'.


Ciao ricciolino :nice:

_Kenji_
04-10-2004, 11.41.35
Amare o essere amati....personalmente non saprei cosa scegliere...può dipendere dalle situazioni....amare e non essere corrisposti si rivela un incubo dal quale è meglio uscirne al + presto....ti ritrovi a sperare per una persona che magari ti ha già anche posto nel dimenticatoio mentre ti danni l anima per cercare di fare sforzi per arrivare a qualcosa che non potrai comunque raggiungere...(ci son passato ahimè...). Amare ed essere amati....questo si che rappresenta la felicità....sapere di essere contraccambiati dalla persona con cui vorresti stare per sempre è bellissimo....Per quanto riguarda la seconda ipotesi....l' essere amati...ti può far sentire bene e male nello stesso momento.....sai che qualcuno farebbe di tutto per te e ,in un ottica cinica, potrebbe anche essere una forma di godimento....male perchè forse non vorresti ferire qualcuno che magari non ti "fila".....
IMHO In amore c' è bisogno di "collaborazione".....senza di quella non si va da nessuna parte.....

WarezSan
04-10-2004, 12.31.32
Originally posted by follettomalefico

Io non distruggerò mai quello che sono per una donna.

Potrà anche essere l'unica, perfetta, ideale, esistente sul pianeta terra, ma tutto quello che può darmi, non sarà mai sufficiente per ricompensare la perdita di una parte di me.

E dal mio punto di vista, è più folle o frustrato uno che distrugge sé stesso per una donna, che uno che non lo fa.
Perchè significa che la sua stessa esistenza vale zero, ai suoi medesimi occhi.

Come pensi che una donna possa apprezzare un uomo che si distrugge? Cosa pensi rimanga da amare, dopo?




Io tendo ad essere integro e completo, as is. Se una donna mi amerà per quello che sono, bene. Altrimenti, non sarò certo io a venire meno al mio stesso essere solo per 'averla'.


Ciao ricciolino :nice:

Auguri, ma chi ha parlato di "distruggersi"?

Non c'e' bisogno di mortificarsi per conquistare la donna amata, ne c'e' bisogno di perdere un bel pezzo d'autostima.

In ogni caso il gioco vale la candela, star alla finestra riempendosi la testa di "peccato che" non porta a nulla.

follettomalefico
04-10-2004, 13.30.25
Fra il mortificarsi e il distruggersi, spesso cambia soltanto il fatto che chi lo fa crede solo di umiliarsi, mentre chi lo guarda sa che si sta distruggendo ;)



Il gioco vale la candela? Dipende. Al momento, non credo ne valga la candela.




Tentare poi è ovvio. Sarebbe stupido non farlo. Ma da qui a perdere autostima, ce ne passa di acqua! :D

WarezSan
04-10-2004, 13.40.11
Originally posted by follettomalefico
Fra il mortificarsi e il distruggersi, spesso cambia soltanto il fatto che chi lo fa crede solo di umiliarsi, mentre chi lo guarda sa che si sta distruggendo ;)

Il gioco vale la candela? Dipende. Al momento, non credo ne valga la candela.


Tentare poi è ovvio. Sarebbe stupido non farlo. Ma da qui a perdere autostima, ce ne passa di acqua! :D

La perdita d'autostima dipende da chi si mette in gioco. E' cmq un rischio presente in tanti campi, ad es nel lavoro ma non per questo ci si ferma.

In genere piu' ambita e' "la preda" piu' dolorosa sara' la caduta.

Se ne valga la pena o meno quello poi sta alle singole persone valutarrlo. Personalmente ritengo che la conquista della persona amata sia una ragione sufficiente.

P.s. Non sono stato certo io a parlare di mortificazione e umiliazione, quindi non vedo il nesso con il paragone.

follettomalefico
04-10-2004, 13.43.28
Il nesso c'è, ma se non interessa non è necessario parlarne. Semplicemente ho detto che spesso quello che dici tu è solo 'creduto da chi vive la cosa', mentre in realtà accade quello che dico io, a detta di chiunque guardi da fuori che abbia un po' di senno. :)
Non è una regola, né altro. Semplicemente, accade.


Una ragione sufficiente per perdere la propria autostima? Okay. Just opinions. :)

WarezSan
04-10-2004, 13.51.31
Originally posted by follettomalefico
Il nesso c'è, ma se non interessa non è necessario parlarne. Semplicemente ho detto che spesso quello che dici tu è solo 'creduto da chi vive la cosa', mentre in realtà accade quello che dico io, a detta di chiunque guardi da fuori che abbia un po' di senno. :)
Non è una regola, né altro. Semplicemente, accade.


Una ragione sufficiente per perdere la propria autostima? Okay. Just opinions. :)

Chiedo scusa ma l'influenza mi rende piu' acido del solito :|

Cmq si, capisco. Fatti simili sono soliti verificarsi in adolescenza, quando basta una solo infatuazione per creare situazioni al limite del grottesco.

lady_winc
04-10-2004, 13.57.32
Originally posted by Squizzo
[...] la tua frase che chi non ha mai tentato di conquistare l'aggetto del suo amore non e' MAI stato realmente innamorato, sia una grandissima stronzata. Tu non conosci il modo in cui possono amare certe persone [...]

Infatti, non esistono regole universali, in amore come in tutto il resto. Ci sono tante sfumature. E non è detto che l'amore che rimane nell'ombra ad osservare la felicità altrui senza poterne prendere parte sia in qualche modo inferiore a quello della persona che si gioca il tutto per tutto pur di "essere riamato" (visto che avete bocciato il termine "conquistare")
Non si può quantificare nè definire. Conta solo quello che si ha dentro, ed è di una soggettività assoluta.



Originally posted by follettomalefico
Come pensi che una donna possa apprezzare un uomo che si distrugge? Cosa pensi rimanga da amare, dopo?


Non si può amare qualcuno che si distrugge per te. Anche perchè avere in mano la vita di qualcun altro che fa dipendere da te tutto il suo mondo richiede troppa responsabilità. La mia visione dell'amore comporta condivisione con l'altro, non annullamento per l'altro. Due personalità che si armonizzano, non una che viene assorbita dall'altra.

Sir.Turalyon
04-10-2004, 14.17.54
L'amore vero non esiste,l'importante è inzuppare il biscotto!

..picci..
04-10-2004, 14.20.23
Originally posted by Sir.Turalyon
L'amore vero non esiste,l'importante è inzuppare il biscotto! :|

mVm
04-10-2004, 14.40.27
Originally posted by Sir.Turalyon
L'amore vero non esiste,l'importante è inzuppare il biscotto!

Si vabè, ma anche qualche fellatio ogni tanto, neh! :sisi:

:asd:

Kiara
04-10-2004, 15.03.47
Originally posted by MaGiKLauDe
cut



magari l'ho incontrata e ho fatto finta di nulla.magari ho preferito rinunciare a tutto.magari prima ho bisogno di innamorarmi di me stessa per capire se qualcuno potrà innamorarsi di me.non lo so.

accetto il palka-fiore.anche questo lo annaffio finchè non crepa.:birra:

zio_lucas
04-10-2004, 16.01.55
tutti e due altrimenti nessuno dei due

EyeSky
04-10-2004, 16.18.47
mi cito da solo:

non innamorarti mai, se senti che ti stai per innamorare di qualcuno scappa; se senti che qualcuno si sta innamorando di te, fatti odiare; se senti che qualcuno si sta avvicinando troppo, sbattigli una porta in faccia. Se decidi di passare la tua vita con una persona al tuo fianco fa che sia uno che abbia i tuoi stessi interessi, le tue follie, che ti capisca, che non caghi il cazzo, che sia indipendente e, sopratutto, che sai che mai e poi mai si innamorerà di te.

L'amore è il sentimento più pericoloso che esista. Sia che venga provato per qualcuno o sia che qualcuno lo provi per noi stessi.
I rischi sono tanti, troppi. Si c'è la possibilità che tutto funzioni tipo idillio, con musiche e sorrisi e petali di rosa che cascano dal cielo nel sole primaverile ( :look: ), ma prima o poi l'idillio finisce.

Se proprio si deve scegliere meglio essere amati e restarsene belli chiusi nel proprio castello dei sentimenti.

Cinico? sì, molto. :p

MaGiKLauDe
04-10-2004, 17.01.12
Kiara, non puoi fare finta di nulla... se la incontri, ci sbatti contro... non puoi aggirarla, nè saltarla, nè fare finta di di non averla vista...

però forse hai ragione...

Originally posted by Kiara
magari prima ho bisogno di innamorarmi di me stessa per capire se qualcuno potrà innamorarsi di me.




e non capisco che ti manchi per innamorarti di te... non che possa dire di conoscerti, ma di qualità per attrarre ne hai parecchie.

elfebo
04-10-2004, 17.08.37
amare, amare e amare.

non mi interessa essere amato.:)


Originally posted by Kiara

mai stata innamorata.....

essere amata.tutt'ora non credo di esserlo mai stata.....

anche con il tivogliobene ho qualche problema.....

Diosanto,a parte che non ci credo, e poi anche fosse vero, Diosanto, Diosanto e Diosanto, non sai che ti perdi.

no ma, non può essere così.

Santoddio, non è così.


God give the bread, to no theet's man.

Squizzo
04-10-2004, 18.26.31
Originally posted by WarezSan
cut...

Quindi, se permetti, il tuo ragionamento regge solamente se tu hai mai ventilato l'ipotesi di "rubare" la donna di qualcun altro, in caso contrario il problema non si pone.


aridaje...ho scritto o no che ho fatto solo un paio d'esempi, in quel caso personali? E lascia stare parole come "rubare" una donna a un altro, cosa che personalmente mi da fastidio quanto quando si parla di "conquistare".. :) Ci sono mille motivi per cui una persona si possa sentire bloccata o comunque frenata nel dichiararsi, che sia paura di un rifiuto, blocchi psicologici, timidezza o che altro, e dato che siamo tutti diversi, per qualcuno questi ostacoli potrebbero rivelarsi quasi insormontabili, se a te non fanno ne caldo ne freddo non vuol dire che magari per qualcun altro sia così semplice "sbloccarsi".
Ma ripeto, questo non vuol dire che tali persone non siano mai state veramente innamorate. Tu puoi anche pensarla così, ma allora davanti a certe frasi mettici un "secondo me..", se invece fai delle sparate come quella che hai fatto praticamente sparando una sentenza, sbagli in pieno per i motivi che ti ho detto prima.


Originally posted by Kiara
magari l'ho incontrata e ho fatto finta di nulla.magari ho preferito rinunciare a tutto.magari prima ho bisogno di innamorarmi di me stessa per capire se qualcuno potrà innamorarsi di me.non lo so.

accetto il palka-fiore.anche questo lo annaffio finchè non crepa.


magari il fatto che forse per la prima volta anche qui sul forum, pubblicamente, in questo topic, rispondi in modo "diverso" e più personale, vuol già dire qualcosa, no?... ;)
si capisce cosa intendo, vero milady?... ;)

WarezSan
04-10-2004, 18.34.09
Cheppalle Squizzo

:|


Mi rifiuto anche solo di prendere in considerazione che un blocco psicologico possa risultare insormontabile in presenza della donna (o dell'uomo) della propria vita.

Mi rifiuto di crederlo.

Lady.Dark.
04-10-2004, 22.12.08
Amare senza essere ricambiati?
si, certo, molto romantico ed idealista... ma è una cosa completamente assurda. Perchè soffrire?
Perchè amare chi non ti amerà mai?
è solo tempo perso... vita sprecata... dolore e lacrime.
quindi non credo approderò mai in questo porto.

Essere amati. Si, questo è molto gratificante e presenta meno problemi. Senza dubbio sarebbe la condizione ideale. Soprattutto in questo momento. Ammettiamolo, vorremmo tutti sentirci dire "amore, non preoccuparti, penso a tutto io".

Se poi si ricambia la persona che si ama, allora tutto ok.

Freni a mano e timidezza. Quando si ama si deve dire tutto, parlare di tutto. Saranno le stelle che hanno assistito alla mia nascita, ma secondo me bisogna vivere fino in fondo, senza rimpianti.
I rimpianti rovinano il mondo e le anime.
Le belle anime che sanguinano d'amore...

ivanisevic
04-10-2004, 22.21.33
Originally posted by Lady.Dark.
Amare senza essere ricambiati?
si, certo, molto romantico ed idealista... ma è una cosa completamente assurda. Perchè soffrire?
Perchè amare chi non ti amerà mai?
è solo tempo perso... vita sprecata... dolore e lacrime.
quindi non credo approderò mai in questo porto.



Scusa...io non so se sei mai stata innamorata...ma credi davvero che l'amore sia una cosa che arrivi quando lo decidi?
Pensi che si possa dire "non approderò mai in questo porto", come se tu fossi padrone della tua nave in queste situazioni?
Non si può decidere, quando, se e di chi innamorarsi...
E' una cosa che succede da se, senza che tu faccia niente, che tu lo voglia o no.
Poi puoi decidere di attuare dei comportamenti esteriori che ti allontanino da quel sentimento, se ritieni che non possa essere ricambiato.
Puoi decidere di non vedere quella persona, di allontanarla, di non parlarle....ma, ammesso che sia giusto attuare questi comportamentei (io penso che in questi casi calcolare i rischi sia sbagliato) credi davvero che potrai essere tu a decidere se amare o no una persona???

L'amore è un sentimento troppo elevato per poter essere governato completamente da noi, è infinito, mentre noi infiniti non siamo.

.Imrahil
04-10-2004, 22.23.07
Siamo tutti dei fottuti romantici.
Pure io voglio l'amore però, ora.

EyeSky
05-10-2004, 00.53.00
Originally posted by ivanisevic
Scusa...io non so se sei mai stata innamorata...ma credi davvero che l'amore sia una cosa che arrivi quando lo decidi?
si


Pensi che si possa dire "non approderò mai in questo porto", come se tu fossi padrone della tua nave in queste situazioni?
si



Poi puoi decidere di attuare dei comportamenti esteriori che ti allontanino da quel sentimento, se ritieni che non possa essere ricambiato.
Puoi decidere di non vedere quella persona, di allontanarla, di non parlarle....ma, ammesso che sia giusto attuare questi comportamentei
giustissimo, meglio pararsi il culo.


L'amore è un sentimento troppo elevato per poter essere governato completamente da noi, è infinito, mentre noi infiniti non siamo.
Non è affatto elevato, è il sentimento più demente di cui Dio (passatemi il colpevole ;) ) ci abbia dotato.









mode cinismo: ON
Just for today ;)

Simkat
05-10-2004, 02.49.50
Originally posted by WarezSan
Cheppalle Squizzo

:|


Mi rifiuto anche solo di prendere in considerazione che un blocco psicologico possa risultare insormontabile in presenza della donna (o dell'uomo) della propria vita.

Mi rifiuto di crederlo.

capita capita.........

e a volte riesce a rovinare anche un rapporto esistente e per altri versi soddisfacente........

Vegeta1485
05-10-2004, 03.12.26
Amare senza essere ricambiati o essere amati da una persona che non si ama?
Parlando da persona che ha ristretto al minimo "indispenzabbile" qualsiasi tipo di relazione sociale, penso sia di gran lunga meglio amare senza essere ricambiati, ci si mette in pace con la propria sfera emotiva e con il tempo ci si abbitua a dolore e solitudine, mentre essere amati comporta la paura di far soffrire un altra persona che non si vuole far sofrire e questo è più difficile da mandar giù per lo meno secondo me.

Originally posted by Kiara
essere amata.tutt'ora non credo di esserlo mai stata.anche se un ragazzo attualmente, cerca di dimostrarmi il contrario.
continuo tutt'ora a giustificare il suo "pseudo amore" per me per un semplice autoconvincimento ad avere una valida alternativa per fare delle scelte nella sua vita perchè di testa sua non le sa prendere.
chi mi ha detto "ti amo" lo ha detto perlopiù scherzando.non penso ci sia mai stato amore.in caso contrario non me ne capaciterei. Per caso questo autoconvincimento è dato dal fatto che tu pensi che le altre persone non ti vedano come sei veramente e che potresti ritrovarti con una persona a cui non piaci per quello che sei realmente (e che forse se ti conoscesse realmente ti odierebbe) ma solo per l'immagine che questa persona ha di te? e pensi che anche se gli sbattessi in faccia come sei veramente questa persona continuerebbe a pensare che non sei così inventandosi non sò quale assurda scusa?
Penso che questo succeda un po' a tutti, anche se moltissimi finiscono per credere alle assurde scuse dell'altro, penso sia colpa di tutte le idiozie che ci vengono propinate da chiunque: "le persone sono così, le "stranezze" e difetti possibbili sono solo questi e quest'altri e le altre "stranezze" e i difetti che pensi di avere sono solo autolesionismo e autocommiserazione" e penso che l'unica soluzione a questo sia il dimostrare a tutti quello che si è ma non penso sia possibbile qualcun'altro dover così ammettere che esistono persone anche a loro "vicine" con queste "stranezze" e questi difetti e per questo penso che considererebbero solo dell'autocommiserazione.
Magari conoscendoti solo per alcuni post che ho letto sul forum potrei non aver capito niente (cosa molto probabile viste le mie capacità di deduzione :| ) comunque se ci ho preso penso che l'unica soluzione sia trovare una persona di cui poterti fidare anche su quello che dice che pensa di te e fargli capire come sei.
P.S. Spero di non aver scritto troppe c4224t3 ma considerate anche l'ora^^".

Lady.Dark.
05-10-2004, 19.40.57
Originally posted by ivanisevic
Scusa...io non so se sei mai stata innamorata...ma credi davvero che l'amore sia una cosa che arrivi quando lo decidi?Pensi che si possa dire "non approderò mai in questo porto", come se tu fossi padrone della tua nave in queste situazioni?
Non si può decidere, quando, se e di chi innamorarsi...
E' una cosa che succede da se, senza che tu faccia niente, che tu lo voglia o no.
Poi puoi decidere di attuare dei comportamenti esteriori che ti allontanino da quel sentimento, se ritieni che non possa essere ricambiato.
Puoi decidere di non vedere quella persona, di allontanarla, di non parlarle....ma, ammesso che sia giusto attuare questi comportamentei (io penso che in questi casi calcolare i rischi sia sbagliato) credi davvero che potrai essere tu a decidere se amare o no una persona???

L'amore è un sentimento troppo elevato per poter essere governato completamente da noi, è infinito, mentre noi infiniti non siamo.

Non ho detto che "si può decidere quando amare e chi amare", ma si può decidere di non amare, chi non amare e quando non amare.
So bene che quando arriva arriva e lì sono caxxi... però si possono evitare sofferenze inutili, di questo ne sono certa. Non capisco perchè la gente tende a farsi del male.

è l'amore da idealista quello di cui parli tu.
spero tanto che esista.personalmente sono una persona molto impulsiva e poco razionale, e nonostante tutto quello che ho detto anche io sono stata innamorata.
però sono anche molto contraddittoria, un non-senso io stessa: credo fermamente che si possano controllare le proprie emozioni. basta decidere e credere in ciò che si vuole.