PDA

Visualizza versione completa : Spagna passata proposta di legge...



Vegeta1485
02-10-2004, 04.02.31
ANSA. (http://www.ansa.it/fdg02/200410011550167916/200410011550167916.html)
Aprovato in Spagna il progetto di legge, che consente l'unione fra individui dello stesso sesso, cosa ne pensate?
Da parte mia credo che il fatto che esistano leggi che proibiscono questo tipo di unioni solo perchè moralmente inaccettabili (non vedo altri motivi plausibbili per vietarle poichè ledono unicamente alla morale), sia alquanto squalido in uno stato che si dice governato dal popolo e che proclama la libertà di ogni individuo.
Quindi in definitiva la ritengo una legge giusta.

Mischa
02-10-2004, 04.48.16
Penso che il matrimonio dovrebbe essere abolito, invece che esteso.

azanoth
02-10-2004, 08.32.31
Originally posted by Mischa
Penso che il matrimonio dovrebbe essere abolito, invece che esteso.

***
:birra:

fppiccolo
02-10-2004, 10.34.58
Originally posted by Mischa
Penso che il matrimonio (tra gay) dovrebbe essere abolito, invece che esteso.

destino
02-10-2004, 10.35.59
preferirei ke venissero estesi i diritti a tutte le coppie di fatto, nn ke venissero estesi i matrimoni...

cosa è il matrimonio? dire si davanti un prete? :asd:


io il si lo dico dentro il mio cuore e poi offro lo stesso alla persona ke amo ;)

ivanisevic
02-10-2004, 10.45.05
Allora, io la vedo così.
Costituzionalmente è vietato turbare l'ordine pubblico e il buon costume.
Per buon costume si intende la morale comunemente "sentita".
Ora, fare un discorso su ciò che sia comunemente condiviso è difficile, ne qustioni morali possono essere affidate a referendum popolari.
Credo che in questi casi sia necessario dunque fare ricorso alla legge di natura.
Questa dice che i maschi stanno con le femmine e le femmine con i maschi.
Dice che gli essere umani sono strutturati fisicamente per avere rapporti e riprodursi con soggetti di sesso opposto.
Con questo non voglio dire "vietiamo agli omosessuali di stare insieme, fare sesso o dichiararsi gay".
Non imporrei loro alcun divieto.
Però non consentirei nemmeno di "isituzionalizzare" un legame che di fatto è contro natura.
In parole povere, possono convivere, ma non sposarsi.
Non parlatemi poi di adozione che mi viene una pena pazzesca.

SnorriSturluson
02-10-2004, 11.27.09
Originally posted by Mischa
Penso che il matrimonio dovrebbe essere abolito, invece che esteso.

Però, hce la Spagna faccia questo passo e noi no...

fppiccolo
02-10-2004, 11.31.36
Originally posted by SnorriSturluson
Però, hce la Spagna faccia questo passo e noi no...

così da noi il papato lancerebbe strali...:asd:

il_falchetto_pellegrino
02-10-2004, 11.45.01
Credo che uno stato che debba garantire uguali diritti per tutti debba per forza di cose consentire il matrimonio agli omosessuali parificandolo a quello degli eterosessuali. Sarei anche favorevole all'estensione dei diritti del matrimonio a quello delle coppie di fatto (è innegabile che il sì che più conta è quello detto alla compagna/compagno piuttosto che quello detto a un sindaco/prete), ma questo comporta una serie di difficoltà burocratiche difficilmente risolvibili, a mio modo di vedere. Sarebbe insomma difficile stabilire se due persone vivono sul serio insieme come coppia o lo indicano semplicemente per poter usufruire di certe agevolazioni. Se si riuscisse a trovare un modo intelligente per risolvere il problema, ripeto, sarei certamente d'accordo.

L'unico dubbio che ho riguarda il permesso all'adozione per le coppie gay. Ma non ho le competenze in campo psicologico per stabilire se il bimbo possa risentire della situazione o meno.

Per quanto riguarda lo "stato di natura", l'omosessualità ne rientra a pieno diritto. Per fare un esempio terra terra, anche gli animali hanno comportamenti omosessuali. Non è un mistero.

Per finire, non capisco cosa abbia da ridire la chiesa cattolica. La legge non riguarda certo matrimoni religiosi. Quindi, se il Papa ritiene che non sia cattolico sposarsi tra gay (questione per altro spinosa, la sessualità in casa vaticana, dopo lo scandalo scoppiato negli USA per i preti pedolfili e abilmente mascherato dalla stampa nostrana), non lo permette e amen. Senza rompere sempre le palle allo stato.

aquarius
02-10-2004, 11.45.58
per me è giusto che possano fare quello che vogliono,quindi anche sposarsi; sono persone maggiorenni e mature.
Dico NO invece all'adozione di un bimbo da parte di una famiglia gay o lesbo che sia.

Non perchè sarebbero dei cattivi genitori,assolutamente!
Potrebbero essere migliori anche di tante famiglie "normali"

Il motivo del no all'adozione è per la tutela appunto dei bimbi,che è giusto che crescano in una famiglia tradizionale,con un papà e una mamma. Per il giusto equilibrio di un bambino penso che ci vogliano entrambe le figure (maschile e femminile)....senza contare che viviamo ancora in un paese abbastanza bigotto e a scuola ne sentirebbero di tutti i colori e finirebbero col venire emarginati dagli altri bambini!

sendoh
02-10-2004, 11.54.51
vi immaginate un padre gay che spiega al figlio come comportarsi con una ragazza?e che ne sa lui?
il bambino crescerebbe senza madre e senza padre,crescerebbe con due figure ambigue,non adeguate alla crescita di un figlio...
immagino poi come il bambino sarebbe sfottuto a scuola

KaioH
02-10-2004, 12.07.37
Originally posted by Mischa
Penso che il matrimonio dovrebbe essere abolito, invece che esteso.


Originally posted by fppiccolo
Penso che il matrimonio (tra gay) dovrebbe essere abolito, invece che esteso.

Perché?

gefri
02-10-2004, 12.15.39
Matrimonio anche anche, adozione mai.

Dalmo
02-10-2004, 12.24.42
Originally posted by destino
preferirei ke venissero estesi i diritti a tutte le coppie di fatto, nn ke venissero estesi i matrimoni...
cosa è il matrimonio? dire si davanti un prete? :asd:

*

Originally posted by gefri
Matrimonio anche anche, adozione mai.
*

Khorne
02-10-2004, 12.27.20
Già lo scrissi tempo fa, in questo momento la sanità mentale vacilla :asd:, riassumento: sì ai matrimoni. Sì alle adozioni.

ivanisevic
02-10-2004, 12.29.50
Originally posted by il_falchetto_pellegrino
Per quanto riguarda lo "stato di natura", l'omosessualità ne rientra a pieno diritto. Per fare un esempio terra terra, anche gli animali hanno comportamenti omosessuali. Non è un mistero.


Secondo me il punto è questo: la natura ha una sua logica perfetta e in parte inspiegabile.
Fatto sta che la natura ha "creato" i sessi perchè siano opposti e attratti in maniera reciproca.
Il fatto che anche gli animali abbiano comportamenti omosessuali non vuol dire che questi siano secondo natura.
Secondo me sono delle "deviazioni" rispetto alla natura.
Per natura però non intendo la "norma". Non dico che siccome gli etero sono molti di + dei non etero, questi ultimi rappresentino una deviazione.
Il fatto che li pone "fuori natura" non è tanto basato su un dato quantitativo, piuttosto su un dato oggettivo, materiale, tangibile: i maschi non sono fatti per accoppiarsi con i maschi, non hanno gli strumenti e i mezzi per farlo. Parallelo e diametralmente opposto il discorso per il genere femminile.
Per accoppiamento si intende l'atto che la natura predisponde per la continuazione della specie.
Ora, se due soggetti vanno al di là dei binari che la natura ha dato, non sono criticabili nè da considerare negativamente, ma ciò non toglie che rappresentino una deviazione, ciò non toglie che attuino comportamenti contro natura.
Tornando al mio discorso, dato che la legge vieta comportamenti contro la morale comune (buon costume), e fare un indagine sulla morale sarebbe impossibile (oltre che anticostituzionale, se fatta con referendum), io ritengoche il modo migliore per verificare se un determinato comportamento possa essere contrario o meno al buon costume, sia la verifica della sua aderenza ai principi del diritto di natura.
I base ai discorsi fatti sopra su questo "diritto" dico che:
- Il comportamente contro natura, se fatto privatamente, liberamente, e senza che violi la morale comune, è accettabile e incontestabile.
- L'istutuzionalizzazione di un tale comportamento è deprecabile, perchè, in base ai discorsi di sopra, andrebbe contro le leggi sul buon costume tanto care ai nostri padri costituenti.

Poi, al di là delle questio tecniche o non tecniche, costituzionali o meno....io in generale, per motivi kmque aderenti a quelli accennati sopra sulla legge di natura e il sentire comune, sono contrario alla possibilità di matrimoni tra omosessuali.

il_falchetto_pellegrino
02-10-2004, 12.36.52
Originally posted by sendoh
vi immaginate un padre gay che spiega al figlio come comportarsi con una ragazza?e che ne sa lui?
il bambino crescerebbe senza madre e senza padre,crescerebbe con due figure ambigue,non adeguate alla crescita di un figlio...
immagino poi come il bambino sarebbe sfottuto a scuola

Sinceramente non è questo che mi preoccupa: credo che l'approccio all'atro sesso avvenga in modo spontaneo, senza che qualcuno in famiglia dia delle dritte. Probabilmente si "apprende" molto più a scuola con gli amici che non in casa sotto questo profilo.

Se il bambino dovesse essere sfotutto a scuola, la vergogna sarebbe prima di tutto della stupidaggine di chi lo sfotte.

A supporto della facoltà di adozione, la vice-premier Maria Teresa Fenandez de La Vega, ha risposto che più di 50 rapporti di specialisti concordano sul fatto che le differenze tra bambini che crescono con genitori omosessuali, rispetto a quelli che crescono con genitori etero, sono semplicemente inesistenti. Sarebbe interessante leggere questi studi.

azanoth
02-10-2004, 12.41.12
Originally posted by il_falchetto_pellegrino


Se il bambino dovesse essere sfotutto a scuola, la vergogna sarebbe prima di tutto della stupidaggine di chi lo sfotte.



:approved

figuratevi: a scuola mi sfottevano per gli occhiali e la timidezza passando persino dal fatto che fossi orfano...il sesso non è un problema,un giusto orientamento sociale si.

Fanto64
02-10-2004, 12.47.34
Originally posted by il_falchetto_pellegrino

......
Per quanto riguarda lo "stato di natura", l'omosessualità ne rientra a pieno diritto. Per fare un esempio terra terra, anche gli animali hanno comportamenti omosessuali. Non è un mistero.
.....

bellesempio, in natura gli animali che nascono malati, vengono sopressi dalla loro madre, l'incesto è NATURALE.... tanto per continuare terra terra,
io mi sento come uomo/persona "leggermente" superiore agli animali.

gefri
02-10-2004, 12.54.17
Originally posted by Khorne
Già lo scrissi tempo fa, in questo momento la sanità mentale vacilla :asd:,

riassumento:





si si, vacilla proprio :asd:

Elrond.
02-10-2004, 12.54.51
Originally posted by il_falchetto_pellegrino
Per quanto riguarda lo "stato di natura", l'omosessualità ne rientra a pieno diritto. Per fare un esempio terra terra, anche gli animali hanno comportamenti omosessuali. Non è un mistero.
Veramente, se vogliamo fare ricorso a quella che ivanisevic ha chiamato "legge di natura", il paragone con gli animali è ininfluente, poichè il diritto naturale si fonda su un obiettivo giudizio morale, dettato dalla retta ragione: pertanto inapplicabile ad esseri privi di razionalità. Altra cosa è lo "stato di natura" ( in opposizione al c.d. "stato civile" ), ma menzionarlo è ugualmente fuorviante, in quanto tale locuzione è pur sempre riferita ad esseri umani pienamente formati, non ai nostri antenati scimmieschi ( Hobbes, d'altra parte, è venuto prima di Darwin :asd: ): pertanto, non essendo noi meramente "animali", il paragone con altri animali non sussiste. D'altra parte, dall'eventuale fattualità di talune azioni umane nello stato di natura, non se ne potrebbe ricavare un giudizio sulla rispettiva bontà: lo stato di natura, infatti, non è caratterizzato dal rispetto diffuso del diritto naturale ma, all'opposto, dalla tendenza a non osservare princìpi che semmai vincolano in coscienza e non altrimenti.
In conclusione, dal confronto acritico tra due esseri differenti non se ne può ricavare un giudizio sulla legittimità delle azioni di ciascuno.

Gi01
02-10-2004, 12.57.42
Personalmente, la reputo giusta a livello di maggiori garanzie per le coppie di fatto, quali che siano i componenti per la stessa.
Inevitabilmente è basata su un calcolo politico, questo non dimenticatevelo.
Garantire i diritti di una coppia e matrimonio sono due cose diverse. Forse per una fase della mia vita, ma in questo momento non comprendo a che serva un'istituzione tanto aracaica in un mondo come questo. Tra vuoto legislativo e matrimonio ci sono molti passaggi.

Quella mi sembra la via.

Discorso adozioni, troverei un figlio senza madre o padre molto, molto complicato. La natura ha inventato uno storico (ehm) sistema funzionante per dare alla luce un bimbo. Su quello ho difficoltà. E non certo per questioni di destra o sinistra. Solo che se avessi un figlio gradirei che questo avesse una controparte femminile con cui confrontarsi, perché serve.

sharkone
02-10-2004, 13.08.20
probabilmente sono la morale e il buon costume che si devono adeguare.

Kiara
02-10-2004, 13.11.41
Originally posted by aquarius


Il motivo del no all'adozione è per la tutela appunto dei bimbi,che è giusto che crescano in una famiglia tradizionale,con un papà e una mamma.
ergo, se uno dei due venisse a mancare o scappasse con la segretaria o con il lattaio , o diventasse alcolizzato , o altro ...cazzo!chiamate immediatamente l'assistente sociale e trasferite il pargolo nella pubblicità del mulino bianco a raccogliere le stelle di zucchero per la colazione!

Kiara
02-10-2004, 13.15.51
Originally posted by sendoh
vi immaginate un padre gay che spiega al figlio come comportarsi con una ragazza?e che ne sa lui?
il bambino crescerebbe senza madre e senza padre,crescerebbe con due figure ambigue,non adeguate alla crescita di un figlio...
immagino poi come il bambino sarebbe sfottuto a scuola
si cresce anche senza avere l'opinione del genitore riguardo l'argomento "come comportarsi con un ragazzo/a".quel che deve venire verrà.ci sono miriadi di imbecilli figli di etero che non sanno comportarsi.
ci sono miriadi di bambini emarginati , sfottuti , ostracizzati , perseguiti , etero figli di etero.

se mascheriamo la nostra chiusura mentale con dello stupido buonismo (non vorrei che il bambino soffrisse) non arriveremo mai a nulla.

gefri
02-10-2004, 13.19.35
senza rancore chiara penso che il buonismo qui sia il vostro, stessi diritti tutto uguale ecc...
io farei così: vuoi un bambino? bene, se riuscite in 2 maschi a mettere al mondo un bambino ve lo tenete. E' impossibile? capita, ritenta la prossima vita.
Codici fiscali diversi.

nageki
02-10-2004, 13.22.34
Originally posted by gefri
senza rancore chiara penso che il buonismo qui sia il vostro, stessi diritti tutto uguale ecc...
io farei così: vuoi un bambino? bene, se riuscite in 2 maschi a mettere al mondo un bambino ve lo tenete. E' impossibile? capita, ritenta la prossima vita.
Codici fiscali diversi.

quoto Gefri. Mi sta bene il matrimonio, ma l'adozione di un bambino è una cosa che non riesco a concepire.
Non è buonismo dire che il bambino soffrirebbe, è solo la pura e semplice realtà dei fatti.

Kiara
02-10-2004, 13.22.47
Originally posted by gefri
senza rancore chiara penso che il buonismo qui sia il vostro, stessi diritti tutto uguale ecc...
io farei così: vuoi un bambino? bene, se riuscite in 2 maschi a mettere al mondo un bambino ve lo tenete. E' impossibile? capita, ritenta la prossima vita.
Codici fiscali diversi.

lui è sterile.

abbattiamolo tanto non serve a nulla.



La tutela del bambino innanzitutto.L'affidamento a persone capaci.Persone,a prescindere dal sesso.

Khorne
02-10-2004, 13.27.01
Beh, come detto sopra si vive anche senza "la mamma che mi spiega come fare con le ragazze"... allora i bambini nelle famiglie monoparentali che sono, disadattati? Naah.

Sfottuti? Tra bimbi ci si sfotte per ogni cosa. Allora mettiamo quelli con gli occhiali, quelli con problemi fisici e quelli conqualsiasi cosa di "sfottibile" da parte. È inutile.

Considerate infine che quei bambini che verrebbero adottati si passerebbero altrimenti la gioventù in qualche istituto... non credo di dover essere io a fari meditare su cosa può uscire da tali istituti.

il_falchetto_pellegrino
02-10-2004, 13.27.33
Originally posted by Elrond.
Veramente, se vogliamo fare ricorso a quella che ivanisevic ha chiamato "legge di natura", il paragone con gli animali è ininfluente, poichè il diritto naturale si fonda su un obiettivo giudizio morale, dettato dalla retta ragione: pertanto inapplicabile ad esseri privi di razionalità. Altra cosa è lo "stato di natura" ( in opposizione al c.d. "stato civile" ), ma menzionarlo è ugualmente fuorviante, in quanto tale locuzione è pur sempre riferita ad esseri umani pienamente formati, non ai nostri antenati scimmieschi ( Hobbes, d'altra parte, è venuto prima di Darwin :asd: ): pertanto, non essendo noi meramente "animali", il paragone con altri animali non sussiste. D'altra parte, dall'eventuale fattualità di talune azioni umane nello stato di natura, non se ne potrebbe ricavare un giudizio sulla rispettiva bontà: lo stato di natura, infatti, non è caratterizzato dal rispetto diffuso del diritto naturale ma, all'opposto, dalla tendenza a non osservare princìpi che semmai vincolano in coscienza e non altrimenti.
In conclusione, dal confronto acritico tra due esseri differenti non se ne può ricavare un giudizio sulla legittimità delle azioni di ciascuno.

Ok, allora, stato di natura a parte, ritengo razionalmente e umanamente possibile l'adozione di un bimbo da parte di una coppia gay, se gli psicologi confermano non creare problemi all'infante.
Orfani e abbandonati diseredati, purtroppo non mancano. Più sono le possibilità di adozione, meglio è. E soprattutto, molto meglio una famiglia gay di brave persone che una famiglia etero di fetenti.

il_falchetto_pellegrino
02-10-2004, 13.29.08
Originally posted by gefri
senza rancore chiara penso che il buonismo qui sia il vostro, stessi diritti tutto uguale ecc...
io farei così: vuoi un bambino? bene, se riuscite in 2 maschi a mettere al mondo un bambino ve lo tenete. E' impossibile? capita, ritenta la prossima vita.
Codici fiscali diversi.

Se vale per tutti, allora vale anche per le coppie etero sterili. No?
E a me non pare giusto in nessuno dei due casi.

gefri
02-10-2004, 13.31.04
Originally posted by Kiara
lui è sterile.

abbattiamolo tanto non serve a nulla.


un problema fisico lo blocca, facciamolo adottare.

a lui invece lo spermino su per il sedere non feconda niente: riprovi la prossima vita.

gefri
02-10-2004, 13.32.35
Originally posted by il_falchetto_pellegrino
Se vale per tutti, allora vale anche per le coppie etero sterili. No?
E a me non pare giusto in nessuno dei due casi.

idem come sopra, obiezione vecchia come il cucco.
La natura ogni tanto fa vedere animali gay, matrimoni gay, forzato ma lo capisco e concepisco.

Gli animali gay fanno figli? no.
e allora la vostra alleata natura si rivera spada a doppio taglio, isi.

Kiara
02-10-2004, 13.39.05
Originally posted by gefri


Gli animali gay fanno figli? no.
e allora la vostra alleata natura si rivera spada a doppio taglio, isi.


allora accettiamo solo ciò che la natura ci fornisce.comincia a spegnere il computer che l'elettricità è roba da intelligenza umana mica animale.

ivanisevic
02-10-2004, 13.39.59
Originally posted by Kiara

La tutela del bambino innanzitutto.L'affidamento a persone capaci.Persone,a prescindere dal sesso.

Ma tu fai le cose troppo semplici!!!

Come valuti se una persona è capace??

E poi la cosa + importante è l'ambiente familiare....è FONDAMENTALE!

Un bambino adottato deve trovarsi nelle stesse condizioni di un bambino nato naturalmente.

Ma t'immagini un bambino che non potrò dire mai "mamma" ma dire 2 volte papà??

Persone capaci di cosa??? Facciamo dei corsi di bravi genitori, affidiamo i piccoli anche ai single, aperte le iscrizioni!!!

Perchè gli unici sfigati ad avere due genitori delle stesso sesso dovrebbero essere i bimbi adottati o non quelli naturali??

Semplicemente perchè la natura non lo consente!
La legge di natura ESISTE, e per me spesso di identifica con la morale, che non ha niente a che vedere col BUONISMO.

Se la natura non vuole che due uomini o due donne da sole possano riprodursi, accettiamo il dato così com'è.
Oppure è la natura che sbaglia?
Dobbiamo essere noi a modificarla, raddrizzarla?

azanoth
02-10-2004, 13.43.00
ma è la natura in gioco o la percezione di essa da parte del collettivo?

gefri
02-10-2004, 13.43.22
Originally posted by Kiara
allora accettiamo solo ciò che la natura ci fornisce.comincia a spegnere il computer che l'elettricità è roba da intelligenza umana mica animale.

il discorso lo avete tirato fuori voi con "la morale è cosa umana contro natura"

non giriamo le carte in tavola ora please.

ivanisevic
02-10-2004, 13.46.44
Originally posted by azanoth
ma è la natura in gioco o la percezione di essa da parte del collettivo?

Aza.....non ci vuole tutta sta percezione per sapere che un uomo che si riproduce con parto anale esiste solo nelle fantasie + recondite di bejita...

Che c'è da percepire diversamente?

azanoth
02-10-2004, 13.48.13
Originally posted by ivanisevic
Aza.....non ci vuole tutta sta percezione per sapere che un uomo che si riproduce con parto anale esiste solo nelle fantasie + recondite di bejita...

Che c'è da percepire diversamente?

l'unione di esseri a sfondo non procreativo ad esempio...

Mach 1
02-10-2004, 13.53.05
vi state dimenticando una cosa: omosessuali non significa solamente gay ma anche lesbiche. Ciò significa che se anche si viene a vietare l'adozione ai gay, le coppie lesbiche possono comunque avere un bambino, è sufficiente che una delle due donne resti in cinta: nasce quindi un ennesimo nodo da sbrogliare. legalizzando i matrimoni gay e vietando loro l'adozione si darebbe di fatto la possibilità alle coppie gay femminili di avere dei figli ( la natura glielo consente ) mentre alle coppie gay maschili si vieterebbe di averli ( la natura non lo consente ). A questo punto, per una pura questione pratica, se si accetta di legalizzare i matrimoni gay tantovale legalizzare anche le adozioni, visto che comunque una coppia gay femminile i figli potrà farseli anche senza adottarli e quindi si verrebbe a discriminare solamente le coppie gay maschili.
Che poi anche vietando il matrimonio gay se due lesbiche vogliono formare una coppia di fatto ed avere un figlio possono benissimo, dunque, alla fin fine, stiamo facendo tanti discorsi campati per aria.

la realtà è che se volessimo veramente tutelare i bambini bisognerebbe mandare un assistente sociale in ogni famiglia a studiare la situazione familiare visto che tanti figli sono nati in coppie etero dove venivano picchiati dai genitori o dove uno dei genitori non li hanno mai visti. Tanti figli vengono cresciuti da ragazze madri o da ragazzi padri, privi di una figura paterna o materna eppure vengono su benissimo.
la realtà è che ogni caso, eterosessuale o omosessuale, fa storia a se.

Khorne
02-10-2004, 13.53.06
Originally posted by ivanisevic
deliri assortiti

Io son cresciuto senza mai dire papà. Non mi sento un disadattato per questo.

E avrei pagato oro per avere una seconda figura parentale, maschio o donna che fosse.

Come si diceva prima, se l'ambiente familiare è tanto importante, togli i figli a tutti quei padri alcolizzati e a quelle madri che li picchiano.
Ah no, quelli hanno il pene e la vagina, vanno bene.

Quelli sarebbero bravi, ma hanno la vagina e la vagina, quindi niente. Lasciamo il bimbo alla coppia col pene e la vagina. Cazzo ce ne frega se vien su a sprangate.

:tsk:

aquarius
02-10-2004, 13.54.34
Il mio ragionamento è molto semplice,io cerco di mettermi nei panni degli altri prima di ragionare:

personalmente se io fossi stato un bimbo con due padri non sarei stato contento affatto e penso che nemmeno gli altri bimbi lo sarebbero;
l'affetto di una mamma per un bambino è fondamentale!!

azanoth
02-10-2004, 13.54.52
Originally posted by Khorne
Io son cresciuto senza mai dire papà. Non mi sento un disadattato per questo.

E avrei pagato oro per avere una seconda figura parentale, maschio o donna che fosse.

Come si diceva prima, se l'ambiente familiare è tanto importante, togli i figli a tutti quei padri alcolizzati e a quelle madri che li picchiano.
Ah no, quelli hanno il pene e la vagina, vanno bene.

Quelli sarebbero bravi, ma hanno la vagina e la vagina, quindi niente. Lasciamo il bimbo alla coppia col pene e la vagina. Cazzo ce ne frega se vien su a sprangate.

:tsk:

quoto tutto.
:birra:

Khorne
02-10-2004, 13.56.02
Originally posted by aquarius
Il mio ragionamento è molto semplice,io cerco di mettermi nei panni degli altri prima di ragionare:

personalmente se io fossi stato un bimbo con due padri non sarei stato contento affatto e penso che nemmeno gli altri bimbi lo sarebbero;
l'affetto di una mamma per un bambino è fondamentale!!

Come detto sopra, avrei venduto entrambi i reni per avere l'affetto di due genitori. Maschi? Femmine? Cazzo me ne fregava.

aquarius
02-10-2004, 14.05.59
Ok l'affetto di 2 genitori è fondamentale,siamo d'accordo!!

sto riflettendo su una cosa: il punto sta se è meglio che un bambino resti in orfanotrofio o con una coppia gay.

questo è il vero nocciolo della situazione...

è ovvio che la scelta migliore rimane la coppia etero però in mancanza d'altro bisogna capire per un bimbo cosa è meglio...:rolleyes: ...ce sto a pensà:rolleyes:

EyeSky
02-10-2004, 14.07.23
E' un nodo puramente legale e legislativo, la morale credo abbia un'importanza molto ma molto relativa. Anche se magari troverete schiere di politcanti pronti a dire il contrario. Ovviamente trattasi di puttanate.
Il matrimonio è la legalizzazione di una unione di fatto che crea obbligazioni e diritti dell'uno verso l'altro.
Una coppia di fatto non può essere equiparata ad una coppia sposata per ovvie implicazioni legali. Primo non esiste alcun "contratto" tra i due che faccia sorgere obbligazioni dell'uno nei confronti dell'altro e che imposti la coppia detentrice di diritti nei confronti della communità e dello Stato. Purtroppo (o per fortuna, fate vobis) il nostro ordinamento legislativo pone in grande risalto la contrattualistica e su questa basa molto dell suo impianto.

Per le stesse ragioni diventerebbe incredibilmente arduo regolamentare matrimoni di tipo omosessuale che si troverebbero ad operare per molti frangenti in un vuoto legislativo creando problematiche per esse stesse anche imponenti. Quindi semmai si tratterebbe di muoversi nella direzione della legalizzazione riformando l'impianto legislativo italiano... AUGURI!!! :D

Personalmente pur non avendo assolutamente niente contro froci e lesbicozze, ne tantomeno trans :sbav: e genia varia :D :D, non sono assolutamente d'accordo alla legalizzazione delle unioni. Non con questo sistema, non con questi principi, non per gli scopi che ci si prefige.
Riguardo alla voce prole il diniego è categorico. Le problematiche di ordine psicologico di un bimbo cresciuto in una famiglia "duversa" rischierebbero di essere molto molto pericolose. Ricordate oltretutto che i bimbi vivono in communità (le loro communità) che al confronto la frangia estremista di AlQaeda è uno sputacchio. Crudeli, bastardi, figli di troia come pochi. Se ti devono dare del frociorottoinculobastardofigliodigay non è che ci pensano su due volte.
:asd:

ivanisevic
02-10-2004, 14.10.11
Originally posted by azanoth
l'unione di esseri a sfondo non procreativo ad esempio...

Non l'ho mai criticata.
Ma hai bisogno di sposarti per farlo?

Se scopi fuori dal matrimonio nessuno ti dice niente, se fai un figlio sei nei cazzi.

La risp è incompleta perchè ho fretta e devo uscire, al ritorno risp anche a khornolo, ciauz a tutti!

Mach 1
02-10-2004, 14.22.57
Originally posted by ivanisevic
Non l'ho mai criticata.
Ma hai bisogno di sposarti per farlo?


ma questo discorso allora è valido anche per gli eterosessuali allora.

azanoth
02-10-2004, 14.25.23
Originally posted by Mach 1
ma questo discorso allora è valido anche per gli eterosessuali allora.

eh si...e qui il nodo al pettine,che è tutto antropologico e sociale.

.Imrahil
02-10-2004, 14.37.45
Giusto che si possano sposare, ma i figli no, assolutamente. Come può crescere in maniera corretta un bambino con 2 padri?

Mach 1
02-10-2004, 14.46.54
Originally posted by Pantera666
Giusto che si possano sposare, ma i figli no, assolutamente. Come può crescere in maniera corretta un bambino con 2 padri?

ho già risposto a questa domanda: vi state fasciando la testa per cose che accadono già, anche con il divieto del matrimonio.

BauAndrea
02-10-2004, 15.04.06
Mboh io quoto in pieno khorne, ora come ora se c'avevo due padri o due mamme non c'avevo problemi, l'unica cose che _______adesso_______ mi darebbe fastidio e' accorgeme che i miei padri stanno trombando, finisce li.
Preferisco crescere con gli amici che ti cagano il cazzo per ogni minima cosa rinfacciandoti de avecce due papa o due mamme piuttosto che cresce in un istituto...

*Svevy*
02-10-2004, 15.10.59
Originally posted by Fanto64
bellesempio, in natura gli animali che nascono malati, vengono sopressi dalla loro madre, l'incesto è NATURALE.... tanto per continuare terra terra,
io mi sento come uomo/persona "leggermente" superiore agli animali.


Appunto...l'uomo è superiore all'animale. L'animale è programmato per fare sesso esclusivamente allo scopo di procreare, l'uomo no. L'uomo è fatto per fare sesso per piacere fisico, e perchè si è innamorati. Gli animali si innamorano dell'animale con cui poi avranno figli? Ma se moltissime specie non formano nemmeno coppie fisse...L'uomo è diverso. L'uomo ama. E può amare una persona dello stesso sesso, come una persona dell'altro senso. Cosa c'è di sbagliato, di innaturale?

Io personalmente trovo che sia una legge abbastanza giusta quella che hanno approvato in Spagna, ma che sicuramente sarebbe meglio, come sarebbe meglio anche in Italia, approvare leggi per dare altri diritti alle coppie di fatto: se i diritti per le coppie di fatto fossero maggiori, le coppie omosessuali che vogliono sposarsi forse sarebbero di meno...anche moltissimi etero oggi sono restii a sposarsi, ma sanno che comunque facendolo ottengono maggiori diritti come coppia e soprattutto come genitori...

Per quanto riguarda le adozioni, io sono in linea di massima favorevole: ci sono bambini che crescono senza padre, bambini che crescono senza madre..io sono sicura che due donne o due uomini saprebbero crescere un bambino meglio di tante coppie etero, così come una madre o un padre soli spesso si rivelano migliori di tante famiglie. L'unica cosa che sinceramente mi lascia perplessa è la reazione della gente: sono tutti preparati a una cosa del genere? Non dimentichiamoci che in Italia e nel mondo esiste ancora tanta intolleranza,,,

destino
02-10-2004, 15.16.29
Originally posted by gefri
senza rancore chiara penso che il buonismo qui sia il vostro, stessi diritti tutto uguale ecc...
io farei così: vuoi un bambino? bene, se riuscite in 2 maschi a mettere al mondo un bambino ve lo tenete. E' impossibile? capita, ritenta la prossima vita.
Codici fiscali diversi.

utero in affitto e hanno un bambino :rolleyes:

Elrond.
02-10-2004, 15.41.13
Originally posted by Mach 1
vi state dimenticando una cosa: omosessuali non significa solamente gay ma anche lesbiche. Ciò significa che se anche si viene a vietare l'adozione ai gay, le coppie lesbiche possono comunque avere un bambino, è sufficiente che una delle due donne resti in cinta: nasce quindi un ennesimo nodo da sbrogliare. legalizzando i matrimoni gay e vietando loro l'adozione si darebbe di fatto la possibilità alle coppie gay femminili di avere dei figli ( la natura glielo consente ) mentre alle coppie gay maschili si vieterebbe di averli ( la natura non lo consente ). A questo punto, per una pura questione pratica, se si accetta di legalizzare i matrimoni gay tantovale legalizzare anche le adozioni, visto che comunque una coppia gay femminile i figli potrà farseli anche senza adottarli e quindi si verrebbe a discriminare solamente le coppie gay maschili.
Una cosa è la possibilità naturale, per una lesbica, di farsi ingravidare da un uomo per poi accudire il figlio assieme alla sua compagna, altra cosa è il riconoscimento giuridico d'un'adozione.
Come dire: poichè non si può fare una perizia pscichiatrica per ciascuna coppia che vuole avere naturalmente un bambino, perchè sprecarsi in tante perizie quando una coppia vuole adottare ? Liberalizziamo l'adozione !

destino
02-10-2004, 15.41.18
Originally posted by svevy90
Non dimentichiamoci che in Italia e nel mondo esiste ancora tanta intolleranza...


+ ke intolleranza ignoranza madre di ogni male nel mondo

Vegeta1485
02-10-2004, 16.25.29
Secondo la questione morale non centra niente, la morale è data dall'insieme di principi e valori di un singolo o di un gruppo se delle azioni vanno contro questi principi e non sono oggetivamente dannose il problema è di chi ha questi principi è lui che si deve adeguare, non si può limitare la libertà di un individuo solo perchè ad un altro non piace come si comporta.
Per quanto riguarda la questione adozioni apparte che come gia detto da il_falchetto_pellegrino ci sono degli studi che dicono che le differenze sono praticamente inesistenti, molte delle affermazioni fatte a sostegno del contrario non mi sembrano valide:

Originally posted by nageki
quoto Gefri. Mi sta bene il matrimonio, ma l'adozione di un bambino è una cosa che non riesco a concepire.
Non è buonismo dire che il bambino soffrirebbe, è solo la pura e semplice realtà dei fatti. Realtà dei fatti in base a cosa? ogni famiglia è diversa dalle altre per svariati motivi e non mi sembra che ci siano sempre ripercusioni negative in una famiglia per qualche motivo anomala, non vedo perchè se il motivo è il fatto che i genitori sono dello stesso sesso ci deve essere differenza.

Originally posted by aquarius
Il mio ragionamento è molto semplice,io cerco di mettermi nei panni degli altri prima di ragionare:

personalmente se io fossi stato un bimbo con due padri non sarei stato contento affatto e penso che nemmeno gli altri bimbi lo sarebbero;
l'affetto di una mamma per un bambino è fondamentale!! Tu non saresti stato contento perchè sei cresciuto con un determinato contesto familiare, e se sei quindi assuefatto del contesto in cui sei cresciuto non penso che saresti contento di un qualche altro tipo di contesto familiare se non molto simile al tuo, ma questo vale per te come vale per tutti, ovviamente ammeno che il contesto familiare non sia particolarmente spiacevole.

Originally posted by aquarius
Ok l'affetto di 2 genitori è fondamentale,siamo d'accordo!!

sto riflettendo su una cosa: il punto sta se è meglio che un bambino resti in orfanotrofio o con una coppia gay.

questo è il vero nocciolo della situazione...

è ovvio che la scelta migliore rimane la coppia etero però in mancanza d'altro bisogna capire per un bimbo cosa è meglio...:rolleyes: ...ce sto a pensà:rolleyes: Non vedo perchè dovrebbe essere meglio la coppia eterosessuale? sono due contesti familiari diversi ma non significa che uno dei due sia migliore o peggiore, mi preoccuperei di più per un bambino affidato ad una coppia che gli impone dei valori in modo assoluto e indiscutibbile.

Originally posted by Pantera666
Giusto che si possano sposare, ma i figli no, assolutamente. Come può crescere in maniera corretta un bambino con 2 padri? Lasciando perdere il fatto che definire una crescita corretta in modo assolutamente soggettivo non penso sia una cosa semplice, per quale motivo non dovrebbe crescere in mdo "corretto" con due genitori dello stesso sesso:confused: .

Per quanto riguarda il discorso della natura eccetera, ogni razza di animali e ogni animale a dei comportamenti unici razza umana compresa, che questi comportamenti siano sbagliati o meno non può essere di certo stabilito guardando il grado di somiglianza con quelli degli altri, ma gurdando l'effettiva validità del comportamento:
La razza umana prolifera e usa le risorse a sproposito, di conseguenza provoca danni a tutti e solo alcuni vantaggi per pochi soggetti e quindi il comportamento è da eliminare.
La razza umana decide che al suo interno individui dello stesso sesso possano unirsi e possano allevare altri individui, questo comportamento non porta danni ad alcuno e porta dei vantaggi per alcuni soggetti e quindi e da favorire.

Mach 1
02-10-2004, 16.30.53
anche perchè non penso che un ragazzo che abbia come modello due genitori omosessuali possa crescere omosessuale a sua volta. in fondo gli omosessuali sono figli di genitori eterosessuali eppure non hanno seguito il modello sessuale a loro proposto.

EyeSky
02-10-2004, 16.51.01
Non per dire ma :


Art. 29.

La Repubblica riconosce i diritti della famiglia come società naturale fondata sul matrimonio.

Il matrimonio è ordinato sull'eguaglianza morale e giuridica dei coniugi, con i limiti stabiliti dalla legge a garanzia dell'unità familiare.

:birra:

SnorriSturluson
02-10-2004, 17.49.29
Originally posted by EyeSky
Non per dire ma :


:birra:

Allora? è meglio cambiare la propria esistenza o tentare di cambiare leggi ingiuste?

grifis
02-10-2004, 18.20.49
Inizialmente ero sfavorevole all'adozione (sui matrimoni neanche mi dilungo, sono d'accordo) ma leggendo il sempre interessante falchetto capisco di non avere le competenze necessarie per decidere se un bambino può risentirne in qualche modo del fatto di avere due genitori dello stesso sesso. Quindi se gli psicologi confermano che per il bambino non comporta alcun trauma, ben vengano queste adozioni. Kiara, tu hai preso una posizione troppo radicale: non puoi dire sì a priori all'adozione solo perché devi dimostrare apertura mentale e balle varie: l'apertura mentale non va molto d'accordo con gli estremismi.

nageki
02-10-2004, 20.32.19
Originally posted by Vegeta1485

Realtà dei fatti in base a cosa? ogni famiglia è diversa dalle altre per svariati motivi e non mi sembra che ci siano sempre ripercusioni negative in una famiglia per qualche motivo anomala, non vedo perchè se il motivo è il fatto che i genitori sono dello stesso sesso ci deve essere differenza.


Non mi riferisco solamente alla situazione famigliare nella quale il bambino sarebbe costretto a vivere, come è stato detto prima, una coppia gay potrebbe riuscire anche meglio di una coppia etero per quel che riguarda l'educazione di un figlio (anche se rimango del parere che un bambino abbia bisogno sia di un padre, che di una madre)

Per sofferenza intendo tutta la serie di cattiverie che dovrà affrontare non solo da bambino, ma anche da adulto da parte di chi queste cose non riesce proprio ad accettarle. Ci sarà sempre qualcuno pronto a sparlare, a sogghignare non appena volti le spalle .... è innegabile.

Non ho nulla contro gli omosessuali, semplicemente non li vedo come genitori e su questo mi è difficile cambiare idea.

EyeSky
02-10-2004, 20.48.43
Originally posted by SnorriSturluson
Allora? è meglio cambiare la propria esistenza o tentare di cambiare leggi ingiuste?

Non mi sono certo espresso su questo.
Ho solo fatto notare che questo è un perchè bello grosso che spiega le ragioni per le quali nel nostro Paese non può esistere una legge come quella spagnola.
Tutto qua.
;)

Se leggi il mio intervento precedente comprendi meglio a cosa mi riferisco.
:birra:

gefri
03-10-2004, 01.23.31
e perchè devono avere il diritto di affittarlo? (ricollegandosi al mio discorso di prima)

Vegeta1485
03-10-2004, 02.06.54
Originally posted by gefri
e perchè devono avere il diritto di affittarlo? (ricollegandosi al mio discorso di prima) Perchè facendolo non nuociono ad alcuno e quindi non c'è motivo di impedirglielo.

gefri
03-10-2004, 02.21.26
secondo me nuoce ai figli avere una famiglia non concepibile dal punto di vista pratico.
motivi abbondantemente spiegati in topic miei e di altri.
closed.

Seconde te è diverso? cazzi tuoi!
E' uno di quegli argomenti su cui governano non le idee, ma i valori: essi non possono mutare come le idee, e secondo me i vostri nell'ambito sono cagate, come voi pensate che siano i miei sempre in tal proposito. Ed è impossibile che non lo pensiate.
Unica soluzione? facciamo un referendum!
Io non voterei perchè decidere sulla vita di altri sarebbe una responsabilità che non vorrei avere, ma se mi puntassero una pistola per votare, voterei nada.
e fine, nessuno mi farà cambiare idea come nessuno la farà cambiare a voi, discorso proprio a riguardo fu già fatto, e mi sono pure beccato dell'idiota da qualche testa di cazzo (mi pare viv o similia) che evidentemente non sapendo cosa rispondere è passata all'insulto. tutte le discussioni sull'argomento diventano un mero sondaggio, te lo garantisco io, vedrai.

fine!

Kiara
03-10-2004, 02.29.23
Originally posted by grifis
Inizialmente ero sfavorevole all'adozione (sui matrimoni neanche mi dilungo, sono d'accordo) ma leggendo il sempre interessante falchetto capisco di non avere le competenze necessarie per decidere se un bambino può risentirne in qualche modo del fatto di avere due genitori dello stesso sesso. Quindi se gli psicologi confermano che per il bambino non comporta alcun trauma, ben vengano queste adozioni. Kiara, tu hai preso una posizione troppo radicale: non puoi dire sì a priori all'adozione solo perché devi dimostrare apertura mentale e balle varie: l'apertura mentale non va molto d'accordo con gli estremismi.

non è radicale.io metto in conto tutto.ma è pur vero che le basi della capacità alla tutela del bambino le vedo nella persona,non nel sesso di quest'ultima.
il bambino avrà problemi ad inserirsi socialmente?li ha anche chi ha una famiglia etero e perfetta alle spalle.

un bambino non diventerà omosessuale nell'avere un genitore omosessuale.e se lo diventasse chissenefrega.

ci sono preconcetti e pregiudizi e purtroppo l'unico modo per abbatterli è diventare quello che tutti definiscono "Normalità".
non vedo nulla di male nel rapporto omosessuale,non vedo nulla di male nel crescere in un ambiente familiare del genere.
Crescere in un ambiente familiare precario e instabile,questo è il vero problema.E l'omosessualità dei genitori non è segno distintivo di questi caratteri.


apertura mentale?ma de che.non sono così aperta mentalmente.a volte sfioro l'intolleranza e il razzismo ma questa mi pare una cosa tanto esauriente negli stessi termini della discussione che non vedo sfumature nella scelta.non vedo distinzioni e altro.

Vegeta1485
03-10-2004, 03.52.36
Originally posted by gefri
secondo me nuoce ai figli avere una famiglia non concepibile dal punto di vista pratico.
motivi abbondantemente spiegati in topic miei e di altri.
closed.

Seconde te è diverso? cazzi tuoi!
E' uno di quegli argomenti su cui governano non le idee, ma i valori: essi non possono mutare come le idee, e secondo me i vostri nell'ambito sono cagate, come voi pensate che siano i miei sempre in tal proposito. Ed è impossibile che non lo pensiate.
Unica soluzione? facciamo un referendum!
Io non voterei perchè decidere sulla vita di altri sarebbe una responsabilità che non vorrei avere, ma se mi puntassero una pistola per votare, voterei nada.
e fine, nessuno mi farà cambiare idea come nessuno la farà cambiare a voi, discorso proprio a riguardo fu già fatto, e mi sono pure beccato dell'idiota da qualche testa di cazzo (mi pare viv o similia) che evidentemente non sapendo cosa rispondere è passata all'insulto. tutte le discussioni sull'argomento diventano un mero sondaggio, te lo garantisco io, vedrai.

fine! Non so tu, ma io quando discuto cerco di esporre non i miei valori ma le mie idee che ricavo tentando di utilizzare unicamente la logica, e penso che ogni persona possa cambiare idea parzialmente o totalmente anche se ci crede fermamente e chiudere una discuzzione con un "io ho le mie idee e tu le tue" lo trovo sbagliato, la discussione dovrebbe portare a riflettere sulle proprie idee e questo non è inutile tutt'altro anche se poi le idee rimangono invariate, ma almeno forse si può arrivare a capire perchè le si pensa.

Ritornando all'argomento principale, non mi sembra che i motivi elencati a sfavore dell'adozione vadano oltre:
1)Il bambino rimane "traumatizzato" dall'avere due genitori di sesso uguale.
2)Il bambino sarebbe emarginato per tutta la vita perchè ha due genitori dello stesso sesso.
Magari però potrei essermi scordato qualche altro argomento comunque passiamo alle risposte che sono state date:
1)La prima motivazione è stata controbattuta, dicendo che esistono raporti di specialisti che sostengono che il bambino non avrebbe ripercusioni nel crescere con due genitori omosessuali, anche se non essendo state portate prove dell'esistenza di questi rapporti, però comunque si può fare qualche ricerca e risolvere in 1-2 giorni, poi sono stati portati anche altre opinioni, che da quanto ho capito sostenevano che il problema non era nel fatto che una coppia fosse omosessuale o eterosessuale ma dalle persone che la compongono.
2)Questa seconda opinione e stata controbattuta, facendo presente che l'avere due genitori omosessuali, non è l'unica ragione per cui si è emarginati, e che per risolvere il probblema dell'emargianzione non dovrebbe essere risolto evitando i "caratteri" che portano all'emarginazione, ma cercando di elasticizzare la mente di chi emargina.

azanoth
03-10-2004, 08.51.36
Originally posted by Vegeta1485
[B]

Ritornando all'argomento principale, non mi sembra che i motivi elencati a sfavore dell'adozione vadano oltre:
1)Il bambino rimane "traumatizzato" dall'avere due genitori di sesso uguale.
2)Il bambino sarebbe emarginato per tutta la vita perchè ha due genitori dello stesso sesso.
/B]

per quanto abbia potuto constatare,un bambino vive male quando ha 2 genitori problematici o teste di legno...e la casistica è piuttosto vasta (per tacere di chi,persino li ammazza e continua a vivere impunito e sicuro,dietro la propria muraglia sociale)...ci sono famiglie etero assolutamente infelici e credo dunque,che dipenda dalla testa non dal sesso.
:birra:

debbbole
03-10-2004, 10.20.24
penso che prima di tutto è una legge miope, come quelli che schifano l'omosessualità: è scientificamente dimostrato che i sessi sono più di 10 (12 se non sbaglio), non vedo perchè dovrebbero potersi sposare solo maschio-femmina, femmina-femmina, maschio-maschio... Nel 2000 inoltrato mi fa quasi tenerezza sentire ancora le paranoie su questo punto. :rolleyes:


Originally posted by Mischa
Penso che il matrimonio dovrebbe essere abolito, invece che esteso.

* :birra:

Squizzo
03-10-2004, 12.01.37
Favorevole sia ai matrimoni che alle adozioni.

Eventuali problemi di bambini adottati da coppie omosessuali non credo proprio che ce ne sarebbero da parte di questi ultimi, ma ci sarebbero solo problemi di chi è esterno alla famiglia e non riesce a concepire certe cose. Per quanto riguarda l'essere sfottuti, sappiamo tutti benissimo quanto si possa essere bastardi quando si è bambini, e che certe bastardate possono venir dette per qualunque motivo, o perchè uno porta gli occhiali, o perchè è grasso, o per mille altri motivi...è sempre stato così e così sarà sempre, è inutile tirar fuori questa scusa. Crescendo poi si impara a valutare meglio la persona per quello che è invece che per come appare, e chiunque abbia un minimo di cervello andrà oltre i gusti sessuali di qualcuno per giudicarlo. E comunque rispetto ad esempio a quando ero bambino io, anche il solo parlare di cose simili, o sentire molte delle opinioni espresse in questo topic avrebbe provocato scandali a non finire e chissà cos'altro...oggi se ne parla tranquillamente, e questo è già un qualcosa, quindi non venite a dire che non è possibile cambiare la mentalità delle persone riguardo certi argomenti...e sto parlando di un lasso di tempo di soli quindici anni scarsi rispetto a quando ero bimbo...
Per quanto poi riguarda il modo in cui in futuro il bambino si rapporterebbe con l'altro o il proprio sesso, credo abbia importanza nulla con il fatto di crescere con una coppia di genitori omosessuali. Non è che uno diventa etero od omosessuale "per imitazione"...son cose che si sentono dentro, che non vengono influenzate dall'esterno. Per quanto riguarda i consigli da dare dai genitori al figlio riguardo a come comportarsi con l'altro sesso...quanti di voi di certe cose ne parlano con i propri genitori e quanti invece si confidano con altri parenti o amici?...E la stessa cosa può valere per il fatto di sentire il bisogno di persone dell'altro sesso come "genitori" (ma inteso nel senso di qualcuno che può contribuire a educare), ci saranno sempre zii/e o amiche/amici dei genitori pronti ad ascoltare..

Personalmente credo che solo "normalizzando" certe situazioni, si possa davvero cambiare la mentalità di alcune persone, l'uomo ha sempre avuto paura e giudicato "malefico" ciò che non conosceva... cavolo, quanti di noi, crescendo e pur maturando, non riescono a scrollarsi di dosso quell'idea di "omosessuale=non abbassarti a prendere la saponetta" che per tutta la vita ci siamo sentiti ripetere? Perchè si è sempre dato per scontato che chi è "diverso" sia automaticamente un pervertito o chissà cos'altro di malvagio, e questa è l'idea che quasi sempre ci è stata inculcata...non sarebbe forse ora che si cominciasse a considerare le persone omosessuali come persone normali come gli altri, come in effetti sono, senza pensare ai loro gusti sessuali? perchè è questa l'unica cosa su cui si fondano i pregiudizi...

Personalmente, in qualsiasi caso la vita mi presenti davanti, cerco sempre di mettermi nei panni di chi viene accusato da qualcuno (che sia sul discorso di cui si parla in questo topic o per qualsiasi altro motivo). In questi casi in particolare, io cerco di pensare rovesciando i ruoli. Esempio: io sono eterosessuale, cosa che moralmente è accettata da tutti e non crea nessun problema. Ora, ponete che la situazione "normale" non sia quella attuale,ma sia che ad esempio la norma fosse essere omosessuali, e vi si accusasse di essere etero...voi riterreste il vostro comportamento da pervertiti, inadatti a educare un bambino e via dicendo? Io no..credo che molte persone dovrebbero riflettere su sta cosa...

Sui matrimoni e cosa rappresentino in più, per me, rispetto alla convivenza non mi dilungo, già se ne è discusso su questo forum, e mi limito solo a ribadire, come ho detto prima, che sono favorevole anche a quelli.

L'unica cosa che veramente conta è amare una persona (intendendo sia amore tra due persone che amore tra genitori e figli), indipendentemente da sesso o gusti sessuali. E questo, crescendo, una persona lo capisce, indipendentemente dal fatto che qualcuno gli dica che certe cose possano essere giuste o sbagliate. Come è già stato detto, non vedo cos'abbia, una coppia omosessuale di meno, rispetto, ad esempio, a una coppia etero che si disinteressa dei propri figli...

Bertith
03-10-2004, 14.03.47
Originally posted by Mischa
Penso che il matrimonio dovrebbe essere abolito, invece che esteso.

io penso che pure l'adozione deva essere abolita.....
ma ci pensano ai poveri bambini?:tsk:

berserkdan78
03-10-2004, 16.36.34
Originally posted by aquarius
Il mio ragionamento è molto semplice,io cerco di mettermi nei panni degli altri prima di ragionare:

personalmente se io fossi stato un bimbo con due padri non sarei stato contento affatto e penso che nemmeno gli altri bimbi lo sarebbero;
l'affetto di una mamma per un bambino è fondamentale!!
Si, e se io fossi donna mi toccherei tutto il giorno...
Ma che discorsi sono? Una cosa per comprenderla veramente va provata a pelle, con i se fossi non ci si fà niente...

Kiara
03-10-2004, 16.58.43
Originally posted by Bertith
io penso che pure l'adozione deva essere abolita.....
ma ci pensano ai poveri bambini?:tsk:
e cazzo.sia mai capitino in una famiglia di finocchi comunisti mangia bambini e pedofili.

gefri
03-10-2004, 20.00.33
Originally posted by Vegeta1485
Non so tu, ma io quando discuto cerco di esporre non i miei valori ma le mie idee che ricavo tentando di utilizzare unicamente la logica, e penso che ogni persona possa cambiare idea parzialmente o totalmente anche se ci crede fermamente e chiudere una discuzzione con un "io ho le mie idee e tu le tue" lo trovo sbagliato, la discussione dovrebbe portare a riflettere sulle proprie idee e questo non è inutile tutt'altro anche se poi le idee rimangono invariate, ma almeno forse si può arrivare a capire perchè le si pensa.

Ritornando all'argomento principale, non mi sembra che i motivi elencati a sfavore dell'adozione vadano oltre:
1)Il bambino rimane "traumatizzato" dall'avere due genitori di sesso uguale.
2)Il bambino sarebbe emarginato per tutta la vita perchè ha due genitori dello stesso sesso.
Magari però potrei essermi scordato qualche altro argomento comunque passiamo alle risposte che sono state date:
1)La prima motivazione è stata controbattuta, dicendo che esistono raporti di specialisti che sostengono che il bambino non avrebbe ripercusioni nel crescere con due genitori omosessuali, anche se non essendo state portate prove dell'esistenza di questi rapporti, però comunque si può fare qualche ricerca e risolvere in 1-2 giorni, poi sono stati portati anche altre opinioni, che da quanto ho capito sostenevano che il problema non era nel fatto che una coppia fosse omosessuale o eterosessuale ma dalle persone che la compongono.
2)Questa seconda opinione e stata controbattuta, facendo presente che l'avere due genitori omosessuali, non è l'unica ragione per cui si è emarginati, e che per risolvere il probblema dell'emargianzione non dovrebbe essere risolto evitando i "caratteri" che portano all'emarginazione, ma cercando di elasticizzare la mente di chi emargina.

guarda, la discussione la volevo chiudere è sono stato anche troppo brusco, ma sinceramente parlando, vedendoti neppure un po' arrabbiato per i miei modi e, anzi, obbiettare intelligentemente, la riapro volentieri.

La seconda è la realtà, non so dove vivi, ma ovunque sono passato io i gay, in ambienti giovanili e infantili è poi una cosa esasperata, li mangiano.
Quello te lo posso affermare con la certezza più assoluta riguardo alla situazione del mio "amibiente".
I bambini poi penso che si sappia che sono i più bastardi di tutti.
Un figlio di coppia gay, ti posso assicurare, a 11 anni si sparerebbe in bocca. Questo anche se avesse i 2 gay migliori del mondo come genitori.

Per la prima, il discorso è troppo personale per poter essere discusso da pool di psicologi et similia. Un bambino potrebbe non avere turbamenti, un altro si. le variabili esterne, il risveglio della sessualità e altre varie ed eventuali potrebbero dar fastidio ad un bambino. Forse non a tutti, ma a una buona parte ne sono sicuro.

ovviamente imho.

B_eXtreme
03-10-2004, 22.27.41
Ma andate tutti a prendere la cittadinanza spagnola.

.Imrahil
03-10-2004, 22.32.21
Non so che dire... gli psicologi dicono che il bambino cresce perfettamente sano con 2 genitori gay... io so solo che a volte gay si diventa... non che sia una malattia, per carità... però conosco una persona omosessuale i cui padre aveva amanti (donne :asd: ) a destra e sinistra... e la sorella di questa persona (è un uomo) pare sia omosessuale pure lei...
Se facessero un referendum... non so se voterei.

B_eXtreme
03-10-2004, 22.38.04
- Tua madre è un uomo.
- Si ma mio padre è una donna.

Bertith
04-10-2004, 10.21.57
Originally posted by Pantera666
Non so che dire... gli psicologi dicono che il bambino cresce perfettamente sano con 2 genitori gay... io so solo che a volte gay si diventa... non che sia una malattia, per carità... però conosco una persona omosessuale i cui padre aveva amanti (donne :asd: ) a destra e sinistra... e la sorella di questa persona (è un uomo) pare sia omosessuale pure lei...
Se facessero un referendum... non so se voterei.

i loro studi possono tenerseli per loro...resta il fatto che una bambino del crescere con una figura maschiele e una femminile.....
pensa quando andrà a scuola......verrà sfottuto a vita......
se la gente certe colte andasse al cesso al posto di prendere decisioni....

il_falchetto_pellegrino
04-10-2004, 10.32.06
Originally posted by Bertith
i loro studi possono tenerseli per loro...resta il fatto che una bambino del crescere con una figura maschiele e una femminile.....
pensa quando andrà a scuola......verrà sfottuto a vita......
se la gente certe colte andasse al cesso al posto di prendere decisioni....

Scusa, tu che competenza hai per dire certe cose? Piuttosto di dire che gli studi non servono, cerca di approfondire tu, poi se hai argomentazioni valide e documentate potrai esporle con più credibilità.
E soprattutto, se a scuola sarà sfottutto, sarà colpa sua o di quei minchioni che lo sfottono?
Io ho visto un mio ex compagno essere sfottuto da dei cretini perchè aveva perso il padre in un incidente stradale. Cosa avrei dovuto fare? Abbattere anche lui per impedirgli di soffrire o isoalre i cretini? Noi abbiamo scelto la seconda.

ivanisevic
04-10-2004, 10.34.28
Purtropppo arrivo in ritardo per riprendere tutti gli interventi.
Volevo solo fare un pò di chiarezza su una questione pratica che mi pare non sia stata considerata.

Potrei essere d'accordo sul fatto che, piuttosto che far crescere un bambino senza una figura genitoriale, sarebbe meglio che siano in due, anche se gay (però la cosa mi lascia sempre un pò perplesso, mi chiedo se questo non comporti che il bambino cresca gay anche lui...secondo me in ogni caso sarebbe un pò traumatico).
Quello che mi pare non sia chiaro è il fatto che l'ipotesi appena considerata è inesistente!!!
Ci sono molte + famiglie che vorrebbero adottare, che figli disponibili!
Se si vuole dare un figlio a una coppia gay dunque, bisogna "non darlo" a una etero. Le liste d'attesa sono enormi!
Bisognerebbe quindi privare questo bambino della possiblità di crescere in condizioni di normalità e cioè con una mamma femmina e un papà maschio, possiblità che, nella situazione attuale, avrebbe.
Poi se un giorno ci saranno tanti bambini da adottare e così poche coppie etero disponibili....allora si potrò ricorrere all'adozione da parte della coppia gay, ma allo stato attuale non vedo perchè si dovrebbe far crescereun bambino in una condizione così anomala.

Bertith
04-10-2004, 10.50.42
Originally posted by il_falchetto_pellegrino
Scusa, tu che competenza hai per dire certe cose? Piuttosto di dire che gli studi non servono, cerca di approfondire tu, poi se hai argomentazioni valide e documentate potrai esporle con più credibilità.
E soprattutto, se a scuola sarà sfottutto, sarà colpa sua o di quei minchioni che lo sfottono?

ma scusa un attimo, io avere 2 papà o 2 mamme non la chiamo normalità....da quando il mondo è stato fatto è sempre andata avanti così e non vedo il motivo di cambiare o sconvolgere tutto questo. la natura ci ha fatti così....
di sicuro il vivere in un ambiente "particolare" influirà di sicuro nella sua vita


Io ho visto un mio ex compagno essere sfottuto da dei cretini perchè aveva perso il padre in un incidente stradale. Cosa avrei dovuto fare? Abbattere anche lui per impedirgli di soffrire o isoalre i cretini? Noi abbiamo scelto la seconda.

questo è tutto un altro discorso.....

il_falchetto_pellegrino
04-10-2004, 12.46.16
Originally posted by Bertith
ma scusa un attimo, io avere 2 papà o 2 mamme non la chiamo normalità....da quando il mondo è stato fatto è sempre andata avanti così e non vedo il motivo di cambiare o sconvolgere tutto questo. la natura ci ha fatti così....
di sicuro il vivere in un ambiente "particolare" influirà di sicuro nella sua vita

Vero, ma normalità e giustizia sono due cose ben diverse. La norma non è niente altro che il comportamento tenuto dalla maggior parte delle persone. In uno stato dittatoriale, per esempio, la norma è seguire il dittatore. Ma questo non è certo giusto.
Tornando al problema delle coppie e dei figli, già un figlio orfano di uno dei genitori o con genitori separati è un caso anormale, nel senso di fuori della norma, che in linea di massima prevede due genitori.
Io credo che, se un numero sufficiente di studi (che magari già c'è, non saprei) stabilisce che il bimbo non avrebbe ripercussioni psicologiche in seguito all'adozione da parte di una coppia gay, le mie remore svanirebbero.

Quanto al fatto che riporta ivanisevic, in base al quale ci sono più coppie disposte ad adottare, che bambini adottabili, è vero solo in parte: i requisiti per l'adozione sono piuttosto rigidi e questo porta a lunghe attese, ma i bimbi sfortunati restano comunque molti. Se in seguito a una selezione (e sempre avendo una conferma da parte degli studi di cui prima) dovesse risulatare che una coppia gay ha requisiti superiori a una coppia etero per l'adozione, molto probabilmente significherebbe semplicemente che il bimbo andrebbe a stare con due persone migliori.

mVm
04-10-2004, 16.42.21
In linea di massima credo che non sia il sesso, uguale o diversificato, a fare due buoni genitori. Ma altro. Quindi non sono in disaccordo.

Poi dipende.

EyeSky
04-10-2004, 20.44.39
Originally posted by il_falchetto_pellegrino
Vero, ma normalità e giustizia sono due cose ben diverse. La norma non è niente altro che il comportamento tenuto dalla maggior parte delle persone. In uno stato dittatoriale, per esempio, la norma è seguire il dittatore. Ma questo non è certo giusto.
Tornando al problema delle coppie e dei figli, già un figlio orfano di uno dei genitori o con genitori separati è un caso anormale, nel senso di fuori della norma, che in linea di massima prevede due genitori.
Io credo che, se un numero sufficiente di studi (che magari già c'è, non saprei) stabilisce che il bimbo non avrebbe ripercussioni psicologiche in seguito all'adozione da parte di una coppia gay, le mie remore svanirebbero.

1) una cosa è una norma sociale e altra cosa è una norma naturale. Non è certo una norma sociale il fatto che mamma e papà siano di sesso diverso. ;)
2) quegli studi sono puttanate perchè prendono in esame un solo ambiente e cioè la famiglia. Ammesso e non concesso che una coppia gay sia perfettamente in grado di sostituire la famiglia naturale, resta il fatto che il bimbo non vive isolate nella sua dimensione familiare ma inserito in un ambiente che per sua stessa natura è refrattario e molto dura ad accettare qualsiasi tipo di anormalità. La società dei bimbi è molto ma molto più dura di quanto possiamo immaginare e non si pone certo problemi di politically correct.
Oltretutto il fattore "società" è de facto impossibile da analizzare, a meno di non fare sperimentazione sul campo (facile a dirsi ma non a farsi).

:birra:

Vegeta1485
05-10-2004, 02.07.47
Originally posted by gefri
La seconda è la realtà, non so dove vivi, ma ovunque sono passato io i gay, in ambienti giovanili e infantili è poi una cosa esasperata, li mangiano.
Quello te lo posso affermare con la certezza più assoluta riguardo alla situazione del mio "amibiente".
I bambini poi penso che si sappia che sono i più bastardi di tutti.
Un figlio di coppia gay, ti posso assicurare, a 11 anni si sparerebbe in bocca. Questo anche se avesse i 2 gay migliori del mondo come genitori. Certo so bene come si può esseri presi in giro per qualche anomalia ad età pre-adolescenziali (e alle volte anche durante l'adolescenza), ma questo sucede per tutti i tipi di anomalia: si può essere presi in giro perchè i propri genitori sono omosessuali, perchè sono divorziati, perchè hanno colore della pelle diverso tra di loro o comunque non sono entrambi bianchi, perchè sono poveri, perchè non sono proprio la famiglia perfetta, perchè non sono di religione cristiana ecc. Ma se si è presi in giro per cose del genere pesno che la colpa sia dei genitori che si esprimono in modo intollerante e del ragazino che li prende come modello proprio perchè sono i suoi genitori (anche se a quell'età essendo difficile arrivare alla conclusione di tentar di pensare completamente autonomo è quasi impossibbile non incappare in un comportamento simile).
Riassumendo secondo me nel fatto di venir presi in giro o meno sono dalla parte del torto chi prende in giro e secondo me si dovrebbe sempre tentare di non penalizzare una persona per le colpe di un altra, ed in questa situazione penso che basterebbe una "campagna di sensibilizzazione" (non intendo qualcosa tipo publicità ecc. ma qualcosa come film, libri, fatti di cronaca ecc. che sono sempre presi molto in considerazione dalle persone) , certo non si risolverebbe il probblema del tutto ma si farebbero comunque passare in minoranza i "bigotti".

Simkat
05-10-2004, 02.22.58
Originally posted by il_falchetto_pellegrino
Ok, allora, stato di natura a parte, ritengo razionalmente e umanamente possibile l'adozione di un bimbo da parte di una coppia gay, se gli psicologi confermano non creare problemi all'infante.
Orfani e abbandonati diseredati, purtroppo non mancano. Più sono le possibilità di adozione, meglio è. E soprattutto, molto meglio una famiglia gay di brave persone che una famiglia etero di fetenti.

penso che peggio dell'orfanotrofio non ci sia nulla......

meglio avere un solo genitore..........o due padri..........o due madri
che non avere mai la gioia di un bacio dato con amore

matrimonio tra gay/lesbo? perché no? chi siamo noi per decidere della vita degli altri?