PDA

Visualizza versione completa : Manipolazione sociale



shottolo
27-09-2004, 10.34.44
che fine ha fatto la 'mucca pazza'?
e la SARS?
questo mio discorso nasce da una riflessione sulla fragilità delle masse... ovvero, come i media usano la gente come vuole senza che essa se ne renda nemmeno conto.
tornate ad un anno fa: la temutissima SARS... quante vittime ha fatto in italia? nessuna, in europa? credo nessuna (potrei sbagliarmi comunque)... e come mai tutti conoscono benissimo tutta la storia della SARS? eppure non ci ha toccato da vicino...
mucca pazza... quanti casi in italia? due? idem come sopra
durante le olimpiadi tutti sono diventati 'sportivi', gente che seguiva ore e ore la televisione per vedersi l'avvincente (!?!) gara di tiro al piattello... quanti di questi sono mai andati a vederne una ad un poligono di tiro?
come mai in Italia sono tutti drogati di calcio? ma è più che evidente, in televisione non parlano d'altro! negli states perché il calcio ha minor successo successo rispetto ad altri sport? vedi sopra per la risposta
per non parlare delle mode poi... basta un coglione (coglione si, ma famoso) che se ne va in giro cone le mutande sopra i pantaloni e dopo un paio di giorni diventa una cosa strafiga andarsene in giro tutti così.
quanti di voi sono consapevoli di essere solo carne da macello per la società? e quanti invece nemmeno se ne rendono conto? c'è ancora qualcuno che crede di non essere manipolato (se preferite, usate il termine CONDIZIONATO) nelle proprie idee e scelte?
mi interessa una discussione intelligente e costruttiva, quindi evitate di postare monosillabi o frasi tipo 'no, per me no' e inutilità del genere.
se qualcuno ha qualche consiglio concreto su come sarebbe possibile uscire da questa spirale di consumismo e condizionamento mi piacerebbe discuterne
per quanto mi riguarda ho la repulsione verso qualsiasi manipolazione psicologica, appena me ne accorgo faccio l'esatto contrario
amen

PS non rileggo, se ci sono orrori di ortografia... pace!

NaPaZ
27-09-2004, 10.42.17
Non conviene fare l'esatto contrario, conviene fare ciò che conviene :teach:

A volte il contrario ti allontana da quella manipolazione ma ti inculca un'altra imposizione.

Come evitare una tagliola ma cadere nel buco per l'orso :asd:


Ah, bella la pubblicità di non ricordo chi, con la macchina per fare diagnosi per tumori o cmq qualcosa riguardante il settore medico.

Eggià, pure il frullatore o il frigo o la tele (non ricordo gli altri prodotti) li fanno così. Con cura :red: con amore :red:

Domani comprerò quella macchina. Ognidì una tac col sorriso :)

Topic interessante.

shottolo
27-09-2004, 10.48.02
il mio fare il contrario deriva da una repulsione per lo schifo
poi non è detto sia il contrario... il discorso andava letto più o meno così:
- bello fare arrampicata
- i media cominciano a tartassarti con l'arrampicata
- l'arrampicata diventa, per forza, una moda
- tutti arrampicano
- a me arrampicare fa schifo al cazzo perché mi ha nauseato e mi sento preso per il culo e manipolato dai media/società

azanoth
27-09-2004, 10.51.03
Originally posted by NaPaZ


Topic interessante.

lo sono sempre,quelli del Mountain Man:birra:

la coscienza sociale perde coesione,si sfalda...la cura?lunga e individuale e, come intuito da sempre dalle menti illuminate d'ogni tempo,basata sulla comunicazione e la cultura...bisogna infiltrarsi nel sistema senza sovvertirlo,ma cambiandolo giorno per giorno dall'interno.

shottolo
27-09-2004, 10.55.49
Originally posted by azanoth
lo sono sempre,quelli del Mountain Man:birra:

grazie :birra:


Originally posted by azanoth
la coscienza sociale perde coesione,si sfalda...la cura?lunga e individuale e, come intuito da sempre dalle menti illuminate d'ogni tempo,basata sulla comunicazione e la cultura...bisogna infiltrarsi nel sistema senza sovvertirlo,ma cambiandolo giorno per giorno dall'interno.
ma vale la teoria 'meglio conoscere il proprio nemico' ergo: non evitarlo come la peste?
sarebbe meglio evitare ogni contatto con quello che può levarti individualità oppure avere il contatto con esso tenendo sempre chiaro che è potenzialmente pericoloso per l'individualità?
esempio banale: è meglio non guardare la tv (vale lo stesso con frequentare certi ambienti per esempio) o guardarla sapendo che tenderà a manipolarti?

NaPaZ
27-09-2004, 10.59.38
La 2a.

Non vedere non ti permetterà mai un'immunità.
L'isolamento giova ma in parte.

Se non sei disposto ad isolarti al 100% prima o poi dovrai guardare ciò che non vuoi.

Gi01
27-09-2004, 11.00.31
Shot, taluni giornalisti (talaltro abbastanza affermati) dichiarano che alcune "pesti del 2000" in realtà sarebbero poco o nulla.
Questo include (UDITE!) la SARS e soprattutto l'AIDS. Anzi, si afferma che alcuni medicinali sarebbero controproducenti in quanto completerebbero l'opera, e che spesso si stia meglio senza prendere questi schifi antiimmunodeficenti.

Non so se è vero; ma se comprendi che nel mondo e SOPRATTUTTO in Italia l'utente finale non ha gran possibilità di scelta su cosa vedere in TV, non farai altro che confermare l'enorme potere che è dato a qualcuno; in Italia, ad una sola persona.
Questo, purtroppo, non solo nel campo delle malattie o delle mode ma in qualsiasi cosa. Non è un volerla gettare in politica, ma il controllo delle menti (deboli) è storia di ormai decenni in questa nazione.

Giulio

arcobalenotturno
27-09-2004, 11.04.15
io non mi sento molto manipolato...mi rendo conto che per certe cose è difficiel staccarsi completamente dalla moda...

facciamo due esempi di come la penso:

per Footlocker hanno rifatto i modelli di Nike da basket anni '80 - se li hanno rifatti vuol dire che vanno di moda :ihih: - mi sono sempre piaciuti e li avrei pure comprati..ma costavano troppo da usarle per andarci solo in giro.. ora che i prezzi sono calati quasi quasi...


esempio2: mi piace andare in MTB, ma in italia nn la caga nessuno (o quasi)..diventa una moda andare per i boschi in salita... più gente che lo pratica... più sentieri aperti solo per le bici... :D

zio_lucas
27-09-2004, 11.05.05
mah.......,
per quanto riguarda la mucca pazza c'è un discorso a parte (tutto diverso) da fare...

è una malattia (la variante ovviamente) che si può manifestare dipo 20 anni dalla contaminazione...in questo caso i media hanno dato informazioni importantissime agli utenti in modo particolare ha evidenziato il fatto che i governi, quello iglese in testa, hanno giocato per ben 10 anni con la vita umana per i soliti interessi che in questa società occidentale di merda valgono di più della vita...

per il resto si può discutere
:birra: :birra: :birra:

Bertith
27-09-2004, 11.07.06
Originally posted by HeadShot
ma vale la teoria 'meglio conoscere il proprio nemico' ergo: non evitarlo come la peste?
sarebbe meglio evitare ogni contatto con quello che può levarti individualità oppure avere il contatto con esso tenendo sempre chiaro che è potenzialmente pericoloso per l'individualità?
esempio banale: è meglio non guardare la tv (vale lo stesso con frequentare certi ambienti per esempio) o guardarla sapendo che tenderà a manipolarti?

la 2°. xkè in questo caso riesci ad essere critico e magazzini esperienza

azanoth
27-09-2004, 11.09.54
Originally posted by HeadShot
grazie :birra:


ma vale la teoria 'meglio conoscere il proprio nemico' ergo: non evitarlo come la peste?
sarebbe meglio evitare ogni contatto con quello che può levarti individualità oppure avere il contatto con esso tenendo sempre chiaro che è potenzialmente pericoloso per l'individualità?
esempio banale: è meglio non guardare la tv (vale lo stesso con frequentare certi ambienti per esempio) o guardarla sapendo che tenderà a manipolarti?

no,mai aggirare l'ostacolo nè creare barriere,altro non possono se non alimentare un circuito di negatività continua e xenofobica...dobbiamo comunque conoscere,sapere e soprattutto, porci le domande...potresti trovarti con persone che guardano passivamente le tele stronzate e discuterne con loro,dargli quella possibilità che il mezzo (per ovvie logistiche di mera commercialità) non vuole offrirgli...magari non concorderebbero,magari penserebbero che dai fastidio alla visione,avresti comunque lasciato un seme a germogliare nelle loro teste...talvolta mi è capitato di convertire qualche amico a un ascolto più attento e creativo della materia musicale: una riottosità oggi,un'insofferenza domani,dopo qualche tempo vedi una luce diversa nei loro occhi e diversi cominciano ad affiorare i pensieri e le domande....
"dallo scontro nasce la creatività"
:birra:

shottolo
27-09-2004, 11.10.43
Originally posted by Gi01
CUT
penso che invece la gente abbia la possibilità di scelta ma, per pigrizia o per non andare contro la massa, preferisce la pappina pronta che gli viene servita
ok, lasciamo anche perdere la televisione (il media per eccellenza), ma di libri ne esistono tantissimi... però la gente legge i soliti autori (king ad esempio, nessuno me ne voglia o i vari scrittori di gialli e bla bla bla)
una battuta del film 'santa maradona' è questa:
BART
Mi stanno sul culo, i libri. Troppo cari. Capisco che la gente ne compra solo uno all'anno, tipo Umberto Eco o stronzate del genere.

la cultura alternativa (libri in questo caso) costa e in pochi sono disposti a spendere soldi per qualcosa di non omologato
un esempio su tutti: il settimanale Cuore (forse ex settimanale? non seguo più da anni)

shottolo
27-09-2004, 11.15.18
Originally posted by zio_lucas
mah.......,
per quanto riguarda la mucca pazza c'è un discorso a parte (tutto diverso) da fare...

ok ok non puoi comunque negare che l'hanno fatta diventare una fobia assolutamente non fondata (come la SARS)
ok per le info che hanno dato e le misure di precauzione, mi sta bene... ma sono andati avanti dei mesi a parlarne ogni 30 minuti e ciò mi sembra esagerare
comunque il discorso si può allargare a qualunque altra cosa... cogne per esempio? i due tizi di novi ligure? o preferisci berlusconi che fa le corna?
viviamo in un mondo ossessivo in cui o sei nella massa e ti mangi la merda che ti propinano oppure non ce la fai a stare a contatto con il suo odore

azanoth
27-09-2004, 11.16.08
Originally posted by HeadShot

Mi stanno sul culo, i libri. Troppo cari. Capisco che la gente ne compra solo uno all'anno, tipo Umberto Eco o stronzate del genere.


Fratello
il Topic sui LADRI del settore culturale è più in basso.
:teach:

Bertith
27-09-2004, 11.17.43
Originally posted by HeadShot
penso che invece la gente abbia la possibilità di scelta ma, per pigrizia o per non andare contro la massa, preferisce la pappina pronta che gli viene servita
ok, lasciamo anche perdere la televisione (il media per eccellenza), ma di libri ne esistono tantissimi... però la gente legge i soliti autori (king ad esempio, nessuno me ne voglia o i vari scrittori di gialli e bla bla bla)


come non darti ragione....
ormai la gente non vuole fare fatica nemmeno per la propria cultura.....molti nemmeno leggo i giornali, ascoltano direttamente la tv e si bevono tutto quello che gli viene dato....
ormai pensare con la propria testa è diventato un optional.....

shottolo
27-09-2004, 11.18.20
Originally posted by azanoth
Fratello
il Topic sui LADRI del settore culturale è più in basso.
:teach:
ehehe
la mia citazione non era per quello, ma è per sottolineare che è più comoda la pappina pronta (e più economica) che propinano alle masse

zio_lucas
27-09-2004, 11.21.38
Originally posted by HeadShot


ok ok non puoi comunque negare che l'hanno fatta diventare una fobia assolutamente non fondata (come la SARS)
ok per le info che hanno dato e le misure di precauzione, mi sta bene... ma sono andati avanti dei mesi a parlarne ogni 30 minuti e ciò mi sembra esagerare
comunque il discorso si può allargare a qualunque altra cosa... cogne per esempio? i due tizi di novi ligure? o preferisci berlusconi che fa le corna?
viviamo in un mondo ossessivo in cui o sei nella massa e ti mangi la merda che ti propinano oppure non ce la fai a stare a contatto con il suo odore



sono pienamente d'accordo che su alcune cose "viviamo in un mondo ossessivo in cui o sei nella massa e ti mangi la merda che ti propinano oppure non ce la fai a stare a contatto con il suo odore" per merito dell'80% dai media
xrò ricorda che la bse (variante umana di un morbo molto raro il quale giunge in età avanzata) non è infondata...purtroppo è la schifosa merdosa maledetta realtà della spazzatura occidentale... ed io ti confesso una cosa: ho paura...
paura xchè per 10 anni hanno nascosto tutto e se vai nei link di medicina, link che parlano di medicina vera detta da scienziati non da mode dei media ti accorgerai che è la realtà...
:birra: :birra: :birra:

azanoth
27-09-2004, 11.24.32
Originally posted by HeadShot
ehehe
la mia citazione non era per quello, ma è per sottolineare che è più comoda la pappina pronta (e più economica) che propinano alle masse

non credere che non sentano un vuoto dentro per questo...ormai,dopo 2000 anni,dovremmo deciderci a dar vita a un Cristianesimo Vero,al di là di tutta quella immondizia inutile che c'hanno piazzato sopra,oltre l'ignoranza che da sempre hanno propagato per tenere al giogo del potente di turno la società....è ora di emanciparsi.
:birra:

elfebo
27-09-2004, 11.36.14
Originally posted by HeadShot
CUTTING

caro sciotto, sono anni che tento di darmi una spiegazione, ma alla fine l'unica spiegazione logica è che di logico nel cervello dell'italiano medio non c'è nulla se non la consapevolezza di essere rincoglioniti convincendosi però che è giusto che ci sia un filo guida che trasporti tutte queste anime alla mediocrità in cui si vive.
esempi : Costantino e la nuova corrente fashion che si è sviluppata da 3 o 4 anni a questa parte. Oggi tutto dev'essere perfetto nell'abbigliamento anche di un ragazzino, dal taglio dei capelli ai vestiti,ai colori dei vestiti, alle scarpe, al tipo di telefono, a tutto quello che ne ruota intorno.
ai miei tempi,quando avevo 15,16 o 17 anni, se mi compravo un levi's mi sentivo mazzinga, se avevo le "nike" o lo swatch da 50 milalire ero figo, se NON mi compravo la magliettina con gli orsetti o la camicia a quadretti, mi ritenevo salvo da una punizione sociale dei miei genitori, ma tutto qui....oggi DEVI avere il crestino,o un taglio yuppie ( eh si si ritorna all'antico col capello aggiustato sobrio) la giacca bianca che fa molto beckam,il cellulare a conchiglia che fa molto commenda,il rosario appeso al collo anche se sei binladen,la firma "high" ( vai con cavalli,richmond,bikkembergs,armani,gucci etcetera e parliamo do cifre da stipendio per un capo),devi per forza tirare di coca,papà ti deve prestare il SUV,devi andare a ballare per prendere qualcosa da bere e non per ballare ma per atteggiarti a flavio briatore con la camicia sbottonata,e tante altre cose IMPOSTE dall'avvento di questa nuova corrente che, cosa peggiore non ha infestato solo i ragazzi di mezza età come me, ma sopratutto i ragazzini, ad un'età che ai miei tempi ( e parlo di solo 7/10 anni) serviva per giocare al compiutero alla pleistescion oppure il sabato al pab e se uscivi con la panda della mamma eri già uno apposto.
questo è solo un esempio ma che rende l'idea di come si corre verso un punto di non ritorno, e parlo solo di una "cazzata" ma che purtroppo adesso ci è stata imposta praticamente; deviando le menti dei ragazzini che sono poi il futuro... una vera manipolazione sociale.
come se ne esce?
Non se ne esce se non facendo finta di nulla e continuare a rimanere coi piedi per terra, la cosa bella sai qual'è? che queste correnti durano il tempo di qualche anno.
La cosa brutta sai qual'è? che dopo ne esce una ancora peggiore.
a sto punto,l'unica consolazione è guardarsi nelle proprie tasche e andare avanti per la propria strada.
chi ha carattere,e non si fa manipolare dalle mode o da queste imposizioni sociali, sarà sempre libero, oggi, domani e sempre...io durante la mucca pazza mangiavo come un porco la carne (impazzisco per il barbecue), e me ne sono fottuto,chi parlava di sars gli ridevo in faccia,a chi si mette il rosario ho risposto dicendo che senza peli e fronzoli al collo, mi si vedono meglio i pettorali,a chi mi dice che vestirsi come costantino, io gli rispondo che in ufficio con la tuta dell'adidas e la magliettina senza scritte bianca, mi trovo bene se devo stiracchiarmi, a chi insiste oggi sull'antiamericanismo quando invece magari dieci anni fa era lo stesso che mangiava solo da mcdonalds e si vestiva da "rapper" ( termine volutamente anni 90 che rispecchia il vecchio concetto di "ragazzo di strada" che oggi tanto si fa antiamericano e amico del popolo), mi faccio una risata.....ma sarà sempre così, siamo una nazione di ipocriti, senza idee e senza fondamenta che rispettiamo, seguiamo la corrente che più ci piace a seconda di quello che ci impongono i giornali,la stampa,la tv, ma grazie a Dio io me ne fotto.

shottolo
27-09-2004, 11.42.29
bravo elfebo, mi è piaciuto il tuo reply... genuino e senza troppi discorsoni
come dici tu (se ho ben capito) sarebbe già bello accorgersi della merda e non pensare sia giusto così

Abigail
27-09-2004, 11.45.30
Ricordo che qualche tempo fa avevo aperto anche io un topic come questo... O forse era solo una risposta al topic di qualcun altro. Il mio discorso, però, era maggiormente legato al problema "terrorismo", e a come questa magica parola sia servita ai media, negli ultimi anni, per manipolare non poco l'opinione pubblica. Non nego che, tra l'altro, la riflessione era stata ispirata non poco dalla lettura di "Stupid White Men", di Michael Moore.

Il discorso è lo stesso che stai facendo tu per la SARS o per la Mucca Pazza: di fatto, quante vittime ha fatto il terrorismo negli ultimi tre anni? Dall'undici settembre 2001 ad oggi ci sono stati solo tre "grossi" attentati, uno in Indonesia, uno in Turchia e uno in Spagna. Sono stati attentati gravi, e tutto il mio rispetto va alle vittime e alle loro famiglie, ma sono stati tre. In tre anni.

Certo, ci sono i sequestri di persona in Iraq, ma quello non è terrorismo, è guerra. Non convenzionale, ma pur sempre diretta conseguenza di una guerra. Così come l'occupazione della scuola in Ossezia. Atto terroristico, senza dubbio, ma legato ad una guerra in corso, quella cecena, seppure l'amministrazione russa si sia ripetutamente arrampicata sugli specchi per sostenere il contrario.

Ecco, noi per prevenire (senza riuscirci, tra l'altro) questi tre attentati abbiamo scatenato due guerre, posto limiti alle libertà personali, affossato il traffico aereo, nutrito sospetti su legioni di islamici innocenti che fino a tre anni fa non ci facevano né caldo né freddo, e soprattutto ci siamo sorbiti decine e decine di ore di trasmissioni inquietanti e terrificanti su "possibili attentati progettati da Al-Qaeda che la Digos/i Carabinieri/i servizi segreti/l'esercito americano/Wanna Marchi/Babbo Natale hanno contribuito a sventare all'ultimo momento". Ne ho sentito uno anche ieri, per radio.

A sentire il telegiornale, di attentati dovrebbe essercene uno al giorno. Poi magari sono io che esagero, e davvero devo ringraziare tutti i santi giorni gli americani che smascherano complotti a mazzi, ma francamente tutto 'sto casino mi sembra un'esagerazione. E, questo è il problema, si tratta di un'esagerazione assolutamente provocata, da chi quotidianamente ci propina notizie inquietanti su tizi dal nome arabeggiante che starebbero complottando di farci esplodere la casa. Tutti i santi giorni.

Non so se questo si leghi in qualche modo al discorso, ma imho sempre di manipolazione si tratta. Perché se il mio atteggiamento verso le persone di religione islamica non è cambiato, o almeno mi sforzo di non farlo cambiare, ci sono migliaia di persone che prima erano diffidenti e adesso sono diventate ostili, insieme ad altre che già erano ostili, e ora trovano una giustificazione per la propria ostilità. Perché lo dice il telegiornale, che quegli arabi lì sono tutti terroristi. Hanno persino bloccato un aereo con su quel poveretto di Cat Stevens, pensa un po' te. Credevano fosse un terrorista anche lui. Bah.

Ok, se era ot vi chiedo scusa...
Umilmente...
:D :D :D

follettomalefico
27-09-2004, 12.03.31
Originally posted by HeadShot
il mio fare il contrario deriva da una repulsione per lo schifo
poi non è detto sia il contrario... il discorso andava letto più o meno così:
- bello fare arrampicata
- i media cominciano a tartassarti con l'arrampicata
- l'arrampicata diventa, per forza, una moda
- tutti arrampicano
- a me arrampicare fa schifo al cazzo perché mi ha nauseato e mi sento preso per il culo e manipolato dai media/società

E' esattamente quello che diceva Napa.

Tu per "non seguire le masse" ti neghi un piacere -la scalata- per pura presa di posizione sociale.

Ergo, in entrambi i casi, sia che tu lo faccia per seguire le masse, sia che tu non lo faccia per non seguirle, ti puoi fare del male.

Meglio fare quello che ti va, indipendentemente da tutto.

Mi fai tutto questo bel discorso e poi cadi nella banale trappola della manipolazione inversa? Credi realmente che i "ribelli" non facciano anch'essi parte della manipolazione di massa?

Nessuna e sottolineo nessuna delle "grandi problematiche" esiste realmente. Ovvero, esiste realmente perchè è questo che ti viene fatto credere. A te, sinceramente, che te ne fotte sapere che in groenlandia c'è la foca pazza? Nulla. Tutti i casi sociali sono da prendere con le pinze, ENORMI pinze.

Estraniarsi dal discorso non serve. E' molto, infinitamente meglio seguire quello che ti tange ed ignorare ogni altra cosa. E anche quello che ti tange, prenderlo solo come spunto e poi approfondire autonomamente.

Perchè credere, anche noi che ne discutiamo, di non venire manipolati, è ridicolo. E' ridicolo perchè evitare una manipolazione ad un certo livello di percezione non significa evitarle tutte. Anzi: proprio la sicurezza che uno può avere di "sto evitandole tutte ha ha ha" lo fa cadere in errore, perchè si cade in altri condizionamenti.

Vuoi sapere un altro motivo per cui è errato estraniarsi? Che alla prima volta che per forza di cose sei costretto a mettere il muso fuori, non sai valutare la situazione perchè non ti sei costruito un pensiero critico di riferimento.




Prego però Elfebo di non cadere in uno storicismo estraniato dalle memorie. Il condizionamento sociale c'è sempre stato e sempre ci sarà. Non è nè "meglio" né "peggio" andando avanti. Solo è diverso.
L'unica cosa che io credo stia cambiando è la portata di tali eventi: prima era un fenomeno locale, poi regionale, poi statale. Ora si tratta di mode e tartassamenti su scala planetaria.
Ed in fondo, per chi riesce a vedere, questo è solo un bene: deve imparare una sola strategia di elusione ovunque sia.




Vuoi sapere una delle possibilità di manipolazione che esistono? Forse il più semplice da usare e il più diretto? I numeri.
"Ci sono stati 200.000 casi di AIDS solo nell'ultimo semestre". Ohhh. 200.000. Cazzo, che cifrona.
Si, peccato che stiano contando tutti i casi su scala planetaria, inclusi quelli già rilevati e quelli già morti. Traduzione? E' una cifra insignificante.
Te lo dico in un altro modo? "200.000 casi di AIDS! Pensate che il solo raffreddore non raggiunge i 2.000". Si, ma in base a cosa?

E' chiaro che ho sparato cifre a caso su una malattia a caso, l'esagerazione però l'ho fatta per una riflessione: quanto senso hanno quelle cifre? Soprattutto: quanto senso hanno quelle cifre una volta decontestualizzate? Spesso, praticamente nessun senso.




Il tutto diventa schifosamente ovvio come la notizia cambia completamente valore in rapporto all'audience che fa. Notizie importanti relegate in secondo piano solo perchè non attirano abbastanza polli. Notizie del cazzo in primo piano per il motivo inverso.
Ma dannazione, ripenso ancora ad un TG visto questa estate con Elrond, Ray, Q e Lasere... "Oggi è stata una giornata tranquilla in Iraq -piccolo discorso- 25 morti per un attentato." (numero a caso, non ricordo). Ah beh, per fortuna! :|

New_Alumir
27-09-2004, 12.35.24
Originally posted by HeadShot
quanti di voi sono consapevoli di essere solo carne da macello per la società? e quanti invece nemmeno se ne rendono conto? c'è ancora qualcuno che crede di non essere manipolato (se preferite, usate il termine CONDIZIONATO) nelle proprie idee e scelte?


questa manipolazione sociale deriva dal fatto che la gente in generale ha un livello di cultura basso, e segue i "capi", o meglio dicendo "gli idoli" (che possono essere dello spettacolo, del calcio etc.), e cerca di emularli in tutto e x tutto, in quanto li vedano come modelli perfetti di vita. Se volete confrontare il livello di cultura generale, vi basta sapere che trasmissioni spazzatura tipo il GF, "l' isola dei famosi" e altre minchiate del genere sono tra i programmi + seguiti, mentre altri (pochissimi) utili li fanno sul tardi oppure una volta ogni tanto, e riscontrano un' indice di visione bassisimo. I potenti ci mangiano su questo, e finchè la gente rimarrà pecorona, ci sarà sempre qualcuno che la manipolerà come vuole impostando target di vita da raggiungere.

ho parlato:asd:

:birra:

NaPaZ
27-09-2004, 12.44.50
Originally posted by New_Alumir
questa manipolazione sociale deriva dal fatto che la gente in generale ha un livello di cultura basso, e segue i "capi", o meglio dicendo "gli idoli" (che possono essere dello spettacolo, del calcio etc.), e cerca di emularli


Non penso, o meglio, concordo solo in parte.
Il livello di cultura "elevato" (definizione a cazzo ma vabè) non significa necessariamente l'avere le skill per evitare inculcamenti vari. O volerli evitare, avendo tuttavia le skill.

Chissà quanti super intellettuali, o scienziati, o ricconi, o bibliotecari, o professori, o cmq persone che hanno la possibilità di una cultura ampia, cadono quotidianamente nelle varie reti da pesca :)

Mò esagero: anche chi tira la rete rischia di cadervi intrappolato :)

elfebo
27-09-2004, 12.49.29
Originally posted by follettomalefico

Prego però Elfebo di non cadere in uno storicismo estraniato dalle memorie. Il condizionamento sociale c'è sempre stato e sempre ci sarà. Non è nè "meglio" né "peggio" andando avanti. Solo è diverso.
L'unica cosa che io credo stia cambiando è la portata di tali eventi: prima era un fenomeno locale, poi regionale, poi statale. Ora si tratta di mode e tartassamenti su scala planetaria.
Ed in fondo, per chi riesce a vedere, questo è solo un bene: deve imparare una sola strategia di elusione ovunque sia.



tu dici?....io lo trovo un tantino diverso, e bada bene, non dalla fonte, perchè quelle è sempre la stessa e agisce sempre con la stessa intensità ( anche se qui ci sarebbe da discutere...più aumentano le fonti di informazione più aumentano coloro che le stanno ad ascoltare), ma dai così chiamati ricettori, coloro che ne apprendono il senso di questo condizionamento.
Ho una vaga sensazione che si vada sempre più avanti, ci si spinga sempre più oltre, come la droga, che, dando assuefazione, per avere un effetto tangibile si debba superare la dose di volta in volta.
sarà perchè sto crescendo e prima non me ne rendevo conto?....può darsi, ma santoddio, quando avevo 10 anni io non avevo il cellulare, le silver da 170 euro, la pleistescion e gli occhiali di Gucci....al massimo riuscivo a comprarmi la cassetta della logica 2000 per giocare a "enduro" durante il weekend....

New_Alumir
27-09-2004, 12.56.53
Originally posted by NaPaZ

Chissà quanti super intellettuali, o scienziati, o ricconi, o bibliotecari, o professori, o cmq persone che hanno la possibilità di una cultura ampia, cadono quotidianamente nelle varie reti da pesca :)


lo credo anche io, ma un minimo di cultura "superiore" x modo di dire con un pò di coscienza non da pecoroni, eliminerebbe il problema del manipolamento o lo diminuirebbe, apparte nelle cose in cui siamo legati direttamente

:birra:

shottolo
27-09-2004, 13.01.13
vi siete mai chiesti perché la maggior parte delle pubblicità è stupidissima?

azanoth
27-09-2004, 13.03.58
Originally posted by HeadShot
vi siete mai chiesti perché la maggior parte delle pubblicità è stupidissima?

tecnicamente perchè è un'impalcatura che devia certi livelli dell'attenzione...mentre ti infinocchiano una quota di "essenze" subliminali.
:D

shottolo
27-09-2004, 13.07.01
semplicemente perché un messaggio troppo complesso potrebbe non essere capito da tutti, mentre uno banale si
più gente capisce = più potenziali compratori
meno gente capisce = meno potenziali compratori
funziona così anche nei libri:
de carlo vende millemila copie al giorno (per chi non conosce de carlo, prenda come esempio King)
mishima molte di meno

elfebo
27-09-2004, 13.07.51
Originally posted by HeadShot
vi siete mai chiesti perché la maggior parte delle pubblicità è stupidissima?

perchè il flowchart della comprensione deve essere così immediato da essere banale.
Bada bene, le pubblicità non sono stupide, sono solo banali.
e quelle poche che non lo sono ( a me per esempio piace un pelo di più la nuova di telecom con gandhi), stentano a pubblicizzare il prodotto in soli 30 secondi rendendo il tutto di facile comprensione. Tale rischio non tutti vogliono correrlo, a meno che non hanno alle spalle già una forza tale da essere calamite di audience qualsiasi cosa proponino.

follettomalefico
27-09-2004, 13.10.00
Si, ma è più divertente rispondere alla questione: vi siete mai accorti che la stragrande maggioranza delle pubblicità è a sfondo in qualche modo sessuale? E anche la stragrande maggioranza dei film? E anche... ok, la smetto. Ma non scherzo mica ;)

azanoth
27-09-2004, 13.11.54
Originally posted by follettomalefico
Si, ma è più divertente rispondere alla questione: vi siete mai accorti che la stragrande maggioranza delle pubblicità è a sfondo in qualche modo sessuale? E anche la stragrande maggioranza dei film? E anche... ok, la smetto. Ma non scherzo mica ;)

:asd:

i recettori sessuali sono la cable della coercizione mediatica
:metal:

shottolo
27-09-2004, 13.12.16
ma è facile foll: cosa accomuna sia i maschi che le femmine, sia i vecchi che i giovani che tutti non ne possono fare a meno (circa) ?
il sesso, logico
si rende il messaggio ancora di più facile comprensione

NaPaZ
27-09-2004, 13.20.00
A quanto vedo, le pubblicità sono quasi sempre o tette+culo oppure lollanti.
Ma proprio lollanti :D

Si potrebbero commentare gli spot e analizzarli hehe


Però se devo comprare un'auto, non penso al tipo che sputa l'origami o cassi vari...


Ah, se gandhi avesse visto telecom, li avrebbe sfanculati :teach:
Quella è pubblicità ipocrita al cubo :teach:

elfebo
27-09-2004, 13.23.43
Originally posted by NaPaz
quanto vedo, le pubblicità sono quasi sempre o tette+culo oppure lollanti.
Ma proprio lollanti

Si potrebbero commentare gli spot e analizzarli hehe


Però se devo comprare un'auto, non penso al tipo che sputa l'origami o cassi vari...


Ah, se gandhi avesse visto telecom, li avrebbe sfanculati
Quella è pubblicità ipocrita al cubo

si ipocrita ma da parte di telecom, ma il messaggio è molto più "simpatico" di "ladri di tronky, fate vedere le mani!!!".

per quanto riguarda il discorso sesso...beh non mi dispiace quello...:asd:...

azanoth
27-09-2004, 13.23.46
Originally posted by NaPaZ



Ah, se gandhi avesse visto telecom, li avrebbe sfanculati :teach:
Quella è pubblicità ipocrita al cubo :teach:

no;ricollegandoci alla tematica: l'idea è buona,è il movente e chi lo gestisce che fà schifo....l'equivalente della classica pistola nelle mani del classicissimo schizofrenico.

thedarkmind
27-09-2004, 13.24.52
Vorrei cominciare la mia riflessione con le parole di una canzone

Dagli schermi di casa
un signore un po' eccitato
o una rossa decisa
con il gomito appoggiato
ti rallegran la cena
sorridendo e commentando
con interviste filmate
ti raccontano a turno
a che punto sta il mondo.

E su tutti i canali arriva la notizia
un attentato, uno stupro
o se va bene una disgrazia
che diventa un mistero
di dimensioni colossali
quando passa dal video
a quei bordelli di pensiero
che chiamano giornali.

E ogni avvenimento di fatto si traduce
in tanti 'sembrerebbe'
'si vocifera', 'si dice'
con titoli d'effetto
che coinvolgono la gente
in un gioco al rialzo che riesce a dire tutto
senza dire niente.

Lasciateci aprire le finestre
lasciateci alle cose veramente nostre
e fateci pregustare
l'insolita letizia
di stare per almeno dieci anni
senza una notizia.

E in quel grosso mercato
di opinioni concorrenti
puoi pescare un'idea
tra le tante stravaganti
e poi ci son gli interventi
e i tanti pareri alternativi
che ti saltano addosso come le marche
dei preservativi.

E c'è un gusto morboso
nel mestiere di informare
uno sfoggio di pensieri
senza mai l'ombra di un dolore
e le miserie umane
raccontate come film gialli
sono tragedie oscene
che soddisfano la fame
di certi avidi sciacalli.

Lasciateci almeno l'ignoranza
che è molto meglio
della vostra idea di conoscenza
che quasi fatalmente
chi ama troppo l'informazione
oltre a non sapere niente
è anche più coglione.

I servizi aggiornati testimoniano gli eventi
con audaci filmati
e inquadrature emozionanti
di persone malate
che non possono guarire
di bambini denutriti
così ben fotografati
messi in posa per morire.

Sarà che siete in preda
di uno strano meccanismo
intervenire se conviene forse
è una regola del giornalismo
e quando c'è una guerra
allora aumenta la richiesta
non aspettavate altro
vi sbizzarrite coi talk-show
per voi diventa una festa.

Lasciatemi col gusto dell'assenza
lasciatemi da solo con la mia esistenza
che se mi raccontate
la mia vita di ogni giorno
finisce che non credo neanche
a ciò che ho intorno.

Ma la televisione che ti culla
dolcemente
presa a piccole dosi
direi che è quasi un tranquillante
la si dovrebbe trattare in tutte le famiglie
con lo stesso rispetto che è giusto avere
per una lavastoviglie.

E leggendo i giornali
con un minimo di ironia
li dovremmo sfogliare
come romanzi di fantasia
che poi il giorno dopo
o anche il giorno stesso
vanno molto bene
per accendere il fuoco
o per andare al cesso.

Quello che voglio dire è che diamo troppa importanza alla televisione, siamo dunque noi a darle quel potere che esercita su di noi. Se la trattassimo come un soprammobile di "intratenimento" non farebbe lo stesso effetto, ci lascerebbe giudicare, criticare, scegliere in modo più autonomo e incondizionato. Purtroppo questo credo sia un problema di ignoranza, o sono ignorante io che la televisione da qualche anno a questa parte la uso + come portaoggetti che per il suo scopo, e quando la guardo non mando il cervello all'ammasso?

EoN_MaskedForcE
27-09-2004, 14.03.32
Originally posted by thedarkmind
Quello che voglio dire è che diamo troppa importanza alla televisione, siamo dunque noi a darle quel potere che esercita su di noi. Se la trattassimo come un soprammobile di "intratenimento" non farebbe lo stesso effetto, ci lascerebbe giudicare, criticare, scegliere in modo più autonomo e incondizionato. Purtroppo questo credo sia un problema di ignoranza, o sono ignorante io che la televisione da qualche anno a questa parte la uso + come portaoggetti che per il suo scopo, e quando la guardo non mando il cervello all'ammasso?
purtroppo e' vero
e oramai dopo i gossip nei telegiornali il tempo passato alla tivvi' e' subire e subire sempre fesserie
passi quando e' per guardare i film o il meteo, ma per il resto...
edito poi, ora non ho tempo di scrivere tutto il pensiero ^__^''
bel 3d shotty ;)

thedarkmind
27-09-2004, 14.15.04
A proposito di meteo: le maggiori differenze fra i vari canali televisivi riguardano tuttora le previsioni del tempo. Nel senso che per il resto fanno tutti ugualmente schifo.

Grande Woody :asd:

follettomalefico
27-09-2004, 14.17.04
Originally posted by HeadShot
ma è facile foll: cosa accomuna sia i maschi che le femmine, sia i vecchi che i giovani che tutti non ne possono fare a meno (circa) ?
il sesso, logico
si rende il messaggio ancora di più facile comprensione Perchè ti fermi al primo livello di lettura? ;)

shottolo
27-09-2004, 14.21.23
perché è una perdita di tempo cercare qualcosa di più profondo in una cosa che non è stata creata a tale scopo
mi viene in mente la teoria per cui i puffi sono comunisti

New_Alumir
27-09-2004, 14.21.55
la cosa + preoccupante è che la maggior parte dei giovani non legge giornali o guarda i vari TG (apparte il tg4 e il tg5:asd: ) e preferisce guardare i programmi trash. Questo è un fulvido esempio di cultura terra-terra; non c'è da meravigliarsi se siamo manipolati dalla de filippi etc. E non solo negli ultimi decenni..
Secondo voi se al nostro Ilvio Berlusconi dicessero di togliere "amici", GF e varie acconsentirebbe? LUi stesso sa che quei programmi sono idioti, ma servono a tirare su lo share televisivo, in quanto vengono molto seguiti con mio estremo rammarico.

Per quanto riguarda me, non credo di essere un pecorone come tanti, ma in qualche modo ne sono fino al collo pure io:|

:birra:

fppiccolo
27-09-2004, 14.30.33
sempre stato anticonformista...lo ero ai miei "tempi" figuriamoci oggi dove è vero le masse sono massificate...ergo ha ragione elfebo oggi sono tutti uguali per seguire tutte 'ste stronzate di gf e compagnia...uguali capelli, magliette...ma li fanno con il Das?
l'anticonformismo mi deriva anche perchè ho un mio modo di pensare e se 1.000.000 di persone si vogliono butttare a mare con 1 pietra al collo che lo facciano io mi salverò perchè non li seguirò
forse è meglio solo che male accompagnato
è innegabile poi che ormai la tv soggioga gli animi...siamo infarciti di porcherie inaudite e la fascia è ormai scesa a tal punto che forse ci manca solo di raschiare il fondo(o l'abbiamo già fatto?) e i poteri dei gossip e dei tg è diventato immenso...bastano poche notizie (anche false) per far star male o bene...ed è vero che l'italiano è una capra che segue il caprone...
la cultura?
la gente non sà nemmeno cos'è...come dice shotty la gente vuole ormai le pappe pronte...sembra sia faticoso anche solo guardare un qualcosa da leggere...è un mondo difficile e c'è anche chi diceva (e dice) che l'ignoranza è un bene
l'intelligenza cmq non deriva dalla cultura (io posso anche non saper leggere ma capisco se una cosa che guardo può piacermi oppure no...non bisogna essere scienzati per capire che per es. la de filippi è un male sociale...) e stà a noi, che adesso comunichiamo la ns. repulsione per questo satus quo, a mantenere questo pensiero e non cadere pure noi, tra qualche anno, nel calderone sociale che attanaglia il ns. paese e il resto del mondo
un calderone fatto di mode, tendenze e schifezze assortite
avrà mai fine?
no anche perchè tutto ciò genere un dio...il dio del businness il dio denaro dove a lui tutto si sacrifica anche la propria madre
è triste lo sò ma è così...ma vaglielo a far capire...ti riderebbero in faccia...
ormai l'uomo si avvia verso il crepuscolo...

thedarkmind
27-09-2004, 14.32.45
Certo che se il livello medio cerebrale degli utenti televisivi si ferma ad "Amici" hanno un bello sforzo le agenzie pubblicitarie a inserire messaggi subliminali nei loro spot... E chi ci arriva? Ma sarà vero? http://www.messaggisubliminali.it/index.htm

B_eXtreme
27-09-2004, 15.23.38
Originally posted by HeadShot
che fine ha fatto la 'mucca pazza'?
e la SARS?
questo mio discorso nasce da una riflessione sulla fragilità delle masse... ovvero, come i media usano la gente come vuole senza che essa se ne renda nemmeno conto.
tornate ad un anno fa: la temutissima SARS... quante vittime ha fatto in italia? nessuna, in europa? credo nessuna (potrei sbagliarmi comunque)... e come mai tutti conoscono benissimo tutta la storia della SARS? eppure non ci ha toccato da vicino...
mucca pazza... quanti casi in italia? due? idem come sopra
durante le olimpiadi tutti sono diventati 'sportivi', gente che seguiva ore e ore la televisione per vedersi l'avvincente (!?!) gara di tiro al piattello... quanti di questi sono mai andati a vederne una ad un poligono di tiro?
come mai in Italia sono tutti drogati di calcio? ma è più che evidente, in televisione non parlano d'altro! negli states perché il calcio ha minor successo successo rispetto ad altri sport? vedi sopra per la risposta
per non parlare delle mode poi... basta un coglione (coglione si, ma famoso) che se ne va in giro cone le mutande sopra i pantaloni e dopo un paio di giorni diventa una cosa strafiga andarsene in giro tutti così.
quanti di voi sono consapevoli di essere solo carne da macello per la società? e quanti invece nemmeno se ne rendono conto? c'è ancora qualcuno che crede di non essere manipolato (se preferite, usate il termine CONDIZIONATO) nelle proprie idee e scelte?
mi interessa una discussione intelligente e costruttiva, quindi evitate di postare monosillabi o frasi tipo 'no, per me no' e inutilità del genere.
se qualcuno ha qualche consiglio concreto su come sarebbe possibile uscire da questa spirale di consumismo e condizionamento mi piacerebbe discuterne
per quanto mi riguarda ho la repulsione verso qualsiasi manipolazione psicologica, appena me ne accorgo faccio l'esatto contrario
amen

PS non rileggo, se ci sono orrori di ortografia... pace!

Wow sei un vero genio tu!
Aspetta... ehi ho appena scoperto l'acqua calda!!!!!! Anche io sn un genio, evvai!!!!!!!!!! :rolleyes:

NaPaZ
27-09-2004, 15.29.00
Originally posted by B_eXtreme
Wow sei un vero genio tu!
Aspetta... ehi ho appena scoperto l'acqua calda!!!!!! Anche io sn un genio, evvai!!!!!!!!!! :rolleyes:

Levati dal cazzo.
Anzi, bestemmia, così fai contenti tutti :)

B_eXtreme
27-09-2004, 15.34.31
wow tu si che sei anticonfirmista :dentone:

shottolo
27-09-2004, 15.40.08
dimenticato il prozac questa mattina?

B_eXtreme
27-09-2004, 15.47.59
Ho appena sentito in tv di questo nuovo continente.. america o roba così... chi l'ha scoperta è un vero genio.

fppiccolo
27-09-2004, 15.56.19
ma dovete sempre rovinare i topic interessanti?
ho letto il tuo 3d sulle masse massificate...cos'è mi copi le frasi?

arcobalenotturno
27-09-2004, 16.01.22
come mi sembra anticpiato da foll prima... il voler essere anticonformisti a priori non è essere schiavi della massa in ugual misura?

shottolo
27-09-2004, 16.06.16
il problema non è il voler essere anticonformista a tutti i costi ma lo schifarsi del conformismo
il giusto sta nell'accorgersi di diventare un pipotto uguale a mille altri pipotti e agire di conseguenza per evitarlo
ognuno fa quel che vuole ma io ritengo sbagliato la standardizzazione dell'individuo, cosa che, al contrario, fa molto comodo all'economia per esempio

Factorx84
27-09-2004, 16.32.57
il voler essere anticonformisti a priori non è essere schiavi della massa in ugual misura?

Giustissimo. Sta all'individuo singolo il poter e il dover scegliere da che parte stare.
Tanto, una o l'altra, sarà sempre sbagliata.
Se invece impariamo a ragionare seguendo i NOSTRI canoni, pensando alle cause e alle conseguenze delle nostre scelte, forse possiamo dire di distinguerci.
L'importante è sempre farsi i cazzi propri.
Scusate ma non mi passa un cazzo...
:niente!:

Lamer.
27-09-2004, 17.11.18
Premetto che non ho letto tutte le risposte, ma solo il pezzo iniziale di Headshot e poco altro

Ho sempre pensato con la mia testa, senza guardare gli altri.

Concordo con Fppiccolo "Meglio solo che male accompagnato"

Eppure c'è un sacco di gente, e credo che sia la maggioranza, che non la pensa così.
Tutto quello io che faccio, lo faccio per mè stesso, cercando di essere influenzato il meno possibile dagli altri, cercando di mantenere la mia percisa identità, anche a di risultare "anticonformista".

Purtroppo però ci sono persone (e nn voglio offendere nessuno, nn era mia intenzione farlo nemmeno nel 3d "Volere o Volare" che in qualche modo si collega a questo) che nn ragionano con la propria testa, ma con quella della massa; e ci metto dentro anche mia sorella, che appena può si guarda il gfratello o amici di maria...
Conosco persone (nn penso cmq di essere l'unico a conoscerne così) che fanno tante cose, anche se non gli piacciono o non ne hanno, voglia perchè altrimenti sono "out".

Io destesto la discoteca, ho avuto la sfortuna di andarci una sola volta (ma fortunatamente nn ho pagato) ed è stata la serata più brutta e pallosa di tutta la mia vita, e c'erano altre persone con mè, che ci sono venute, e tuttora ci vanno, anche se non gli piace, però gli fà figo andarci (poi tanto si rompono le balle anche loro...)
Gente che se l'ultimo dell'anno non va all'estero o in discoteca spendendo centinaia di euro nn è contenta, quando invecie sono sempre più convinto che basta una semplice cena tra a mici per stare e sentirsi bene.

Tanti probabilmente non si rendonoconto di essere condizionati o maniploati, e credo, se comunque se ne accorgessero non gli cambierebbe molto.

La soluzione non è certo facile, prendo per esempio mia sorella, ho spesso cercato di speigarle che deve pensare con la sua testa senza farsi influenzare dagli altri, ma essendo circondata da amiche che cmq la pensano così, è difficile farle cambiare idea (il tipo è piu o meno quello del "facciamo xxxxx?" "si, dai..." "però la laura nn viene" "ah, allora neanche io (giorgia) vengo" "Eh, beh, se nn ci sono giorgia e laura neanche io ci vengo...")

Il culmine lo ha raggiunto la settimana scorsa: al sabato pomeriggio ha avuto una brutta esperienza con un extracomunitario, nessuna onseguenza per fortuna, e nn ha detto niente, se non ai suoi amici, con cui poi è andata a mangare la pizza alla sera. La domenica mattina è venuta a dirlo a mè, nn voleva dirlo ai miei per paura che nn la lasciassero andare più fuori... nn capisce che se uno le dice di tornare ad un certo orario non è giusto perchè vuole rompere, ma per ovvi motivi.

Per mè tutto ciò è triste, molto triste.

Ho altro da dire ma i pensieri mi si sono accavallati, scusate se sono andato offtopic e per gli errori, nemmeno io voglio rileggermi.

alcoolwarriors
27-09-2004, 18.41.38
sì sì...state qua a parlottare che intanto la mia facoltà è invasa dai culi firmati rich e dagli occhiali da sole di roberto cavalli... :tristezzainfinita:

elfebo
27-09-2004, 18.44.19
Originally posted by alcoolwarriors
sì sì...state qua a parlottare che intanto la mia facoltà è invasa dai culi firmati rich e dagli occhiali da sole di roberto cavalli... :tristezzainfinita:
hai dimenticato il crestino, la giacca bianca e invece dei roberto cavalli, dai christian Dior.

alcool non puoi cadermi sugli occhiali!!! sono i dior :teach:

alcoolwarriors
27-09-2004, 19.17.11
Originally posted by elfebo
hai dimenticato il crestino, la giacca bianca e invece dei roberto cavalli, dai christian Dior.

alcool non puoi cadermi sugli occhiali!!! sono i dior :teach:

non so alle vostre latitudini...da me ti giuro che c'è l'invasione degli occhiali di cavalli...quelli grossi con la stanghetta ondulata che costano 200€.

Ef.Di.Gi
27-09-2004, 19.26.45
Originally posted by alcoolwarriors
sì sì...state qua a parlottare che intanto la mia facoltà è invasa dai culi firmati rich e dagli occhiali da sole di roberto cavalli... :tristezzainfinita:


In linea generale non sono a priori contro le "mode"...ma la scritta "rich" sui dei pantaloni è davvero una delle cose più di cattivo gusto dell'universo :|

Factorx84
27-09-2004, 19.42.03
In linea generale non sono a priori contro le "mode"...ma la scritta "rich" sui dei pantaloni è davvero una delle cose più di cattivo gusto dell'universo

Pienamente d'accordo. Che senso ha andare in giro con la scritta "Ricco" pezzata sul culo?
Qualche pirla potrebbe rispondere "No no no, ti sbagli! E' solo l'abbreviazione del nome della marca! Non credere che vogliono imprimere quel significato!".
Per me certa gente, se ne ha un paio, e vede altre diecimila persone con i sui stessi jeans è capace (forse) di pensare:
"Meno male non ho sbagliato a comprarli"
Sempre + triste. E poi mi rompono i coglioni a me che vado in giro con gli anfibi.

:hail: ANFIBI :hail:
:hail: CAPPOTTO IN PELLE LUNGO :hail:
:hail: PANTALONI IN PELLE :hail:
:hail: CAPELLO OSSIGENATO :hail:

Simkat
28-09-2004, 14.16.56
penso che uno si fa manipolare solo se lo vuole....

per quanto mi riguarda penso di essere più o meno il prototipo dell'anticonformista...... :)

esempi?


sono una ragazza (un po' attempata) ........... e non mi trucco
guardo un bel po' di tv (quindi di pubblicità) ......... e poi faccio spesa solo nei discount
leggo un bel po' di libri (compreso king)......... ma solo dopo un'ora passata in biblioteca a leggere i risguardi delle copertine

certo seguo anche Luna Rossa (che fa parte di quelle cose che ci "impongono") ma semplicemente perché è l'unico momento in cui posso seguire uno sport che comunque mi piace (e di sicuro non posso permettermi di andare a seguirlo dal vivo) come pure il tennis o altri sport che posso permettermi di seguire solo in tv (e che quindi, purtoppo, posso seguire solo quando dicono "loro")

NaPaZ
28-09-2004, 14.46.25
Originally posted by Simkat
penso che uno si fa manipolare solo se lo vuole....
,.,.")

Se uno non si accorge di esser manipolato, quanto pesa la tua frase iniziale? una piuma.