PDA

Visualizza versione completa : Blooper 4913 Il gladiatore è sicuramente da cancellare.



luthor71
24-09-2004, 23.06.10
Il blooper 4913 inviato da Stefano sul film Il gladiatore è sicuramente da cancellare. Infatti l'attacco in linea delle legioni romane nel film é corretto, poichè già dall'imperatore Adriano (117-138d.C) le coorti della legione venivano schierate in numero di 10 praticamente senza intervalli assumendo quindi il carattere falangistico dell'attacco lineare correttamente riportato nel film, che è ambientato sotto Marco Aurelio (161-180 d.C),( fonte : A. Liberati-F. Silverio, Organizzazione militare:esercito, in Vita e costumi dei Romani antichi, editrice Quasar, Roma 1988, p.18. Concetto ribadito anche da Lamberto Antonelli in , Armi e armature dell'Impero romano, editrice Napoleone, Roma 1990, p.26, dove viene specificato che nella legione ai tempi di Marco Aurelio la prima coorte era di 1000 uomini (coorte miliaria) ed era schierata orizzontalmente in linea d'attacco o di difesa a copertura di tutto il fronte della legione, dietro seguivano appiccicate le altre nove coorti composte da 500 fanti ciascuna. Il fronte totale dello schieramento della battaglia era quindi formato da una unica compatta formazione lineare costituita dalla coorte miliaria di più legioni l'una accanto all'altra come è mostrato nel film. Il falso blooper 4913 probabilmente è ispirato dalla legione coortale, ormai sorpassata, dei tempi di Mario (100-104 a.C) e Giulio Cesare(68-44 a.C).

EyeSky
24-09-2004, 23.37.09
inopinabile

:approved:

Eowyn.
24-09-2004, 23.41.51
Però ... che precisione! Complimenti!! :approved

Approposito: benvenuto! :birra: :D

angelheart
24-09-2004, 23.58.42
ciao, benvenuto, tanto per rompere le palle da subito, per questi interventi c'è il topic "spazzino" ;)

complimenti per l'esposizione :)

Sammo
25-09-2004, 00.45.03
Mi associo per i complimenti all'esposizione, estremamente puntuale e documentata (e mi associo pure all'osservazione di Angel su come questo non fosse il topic adatto dove postare, ma visto che sei nuovo e il tuo era un post cosi' di concetto... :D).

Purtroppo con innovazione "storiche" di carattere tecnico-tattico il rischio della smentita del blooper c'e' sempre.

Coortalmente vostro,
Sammo

luthor71
25-09-2004, 03.29.22
Salve a tutti, chiedo scusa ma pensavo di essere sul topic spazzino.... la verità è che in questo sito mi ci perdo...come tocco la rotella del mouse scappano fuori tutte donne gnude..mille finestre... la segnalazione poi e risultata due volte , la prima scritta normale e la seconda in grassetto e non so perchè!!sigh!! Forse sono riuscito a inserire un blooper storico del film Salvate il soldato Ryan:p. Poi però per segnalare un blooper come nuovo errore comune ho fatto subito la prima cappella poichè non ho trovato l'entrata e ho mandato un email a bloopers@blopers.it. ...e forse verrò fucilato.
:dentone: Qualcuno potrebbe gentilmente indicarmi in quale categoria dovrei inserire il seguente blooper comune ??:dentone:
(poi se in questo topic impiccia ditemelo che lo tolgo)..che frana!
^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^
Vorrei segnalare un importante errore di anacronismo comune praticamente a quasi tutti i film.
L'attuale modo di nuotare, il "Crawl", meglio conosciuto come stile libero, è stato inventato solo nel 1902 , dai celebri nuotatori australiani Richards e Sidney Cavill. Dalla preistoria fino al 1840 è esistito solo lo stile rana. Nel 1840 il rana modificato si chiamava " English side stroke". Nel 1855 nacque il "Single over arm side stroke", quando per la prima volta un braccio fu usato fuori dall'acqua come remo. Nel 1875 sorse lo stile "Trudgen" con entrambe le braccia fuori dall'acqua e le gambe ancora a rana, si rimase così fino alla svolta storica del 1902. Questo terribile errore di anacronismo è presente in quasi tutti i peplum, nei film in costume con galeoni spagnoli , nelle fiction, in pratica in tutte le pellicole ambientate prima del 1902 dove ci sia un uomo in acqua.
Credo sarebbe divertente in una sorta di gioco all'incontrario trovare i rarissimi film dove non s'incorra in questo sbaglio.

Sammo
25-09-2004, 13.06.18
Originally posted by luthor71
Salve a tutti, chiedo scusa ma pensavo di essere sul topic spazzino.... la verità è che in questo sito mi ci perdo...come tocco la rotella del mouse scappano fuori tutte donne gnude..mille finestre...


Rotfl! Eh, dai, le piccole odisse dei newbies... :roll3:



la segnalazione poi e risultata due volte , la prima scritta normale e la seconda in grassetto e non so perchè!!sigh!!


La seconda e' in grassetto perche' molto probabilmente ti sei per sbaglio "risposto da solo" al messaggio. Ogni volta che scrivi una risposta ti viene proposto il testo del tuo messaggio precedente riportato tra due coppie di parole in parentesi quadra "QUOTE" e "B"che fanno riconoscere al sistema che si tratta rispettivamente [di parole "quotate", ovvero "citate" dal discorso precedente"] e ["da evidenziare in Bold Text, ovvero grassetto]. Studiati il funzionamento di questo sistema di tag (parentesi): e' molto comodo e facile da imparare.



Forse sono riuscito a inserire un blooper storico del film Salvate il soldato Ryan:p. Poi però per segnalare un blooper come nuovo errore comune ho fatto subito la prima cappella poichè non ho trovato l'entrata e ho mandato un email a bloopers@blopers.it. ...e forse verrò fucilato.
:dentone:


Mi spiace...e' stato bello conoscerti. :shooter:



Qualcuno potrebbe gentilmente indicarmi in quale categoria dovrei inserire il seguente blooper comune ??:dentone:
(poi se in questo topic impiccia ditemelo che lo tolgo)..che frana!


Gli errori comuni hanno un metodo di inserimento a parte, dal momento che si tratta di una sola pagina non dinamica e quindi non sono nel database con gli altri. ;)

Ad ogni modo, mi permetti un rilievo sul merito di questa segnalazione? Mi fa piacere poterne discutere.
Sono d'accordo con quello che mi dici, che non era istituzionalizzato prima della tal data, e dunque e' abbastanza ridicolo che praticamente TUTTI i personaggi che finiscano in acqua nei film "storici" adottino proprio quello stile di nuoto che non doveva presumibilmente essere comune.
La statistica dei casi dovrebbe essere dunque diversa.

Tuttavia, ha molto senso dire quando uno stile di nuoto sarebbe stato "inventato"? :(
Nel senso: ma come possiamo con certezza dire che NESSUNO abbia mai nuotato in quel modo prima di allora? Che il primo braccio sia finito fuori dall'acqua nell'800 in Inghilterra e non piuttosto nel 500 nei Caraibi o nel 2700 A.C. in Melanesia, senza che pero' nessuno ne avesse riconosciuto l'imporanza?

E' lo stesso discorso dell'errore di tutte le persone che usano due spade in combattimento: il fatto che "la tecnica della doppia spada e' stata inventata da Miyamoto Musashi nel giappone a inizio '600" ammesso che sia vero (la tecnica della doppia spada NON vuol dire usare due spade....) implica che Musashi e' stato il primo a FORMALIZZARLA, a renderla per cosi' dire "ufficiale". Non che e' stato lui ad inventarla!
E difatti, molto spesso si parla nella "storia del nuoto" (che e' necessariamente una storia fatta di competizioni ufficiali) di stili "importati dagli indigeni" o cose di questo genere.

Sono dunque d'accordo sul fatto che statisticamente tutta 'sta ricorrenza del crawl sia sospetta e inaccurata, tuttavia quando sento parlare del fatto che il tale stile "non era ancora stato inventato" rimango, beh...perplesso.

E non fatemi fare l'esempio del porno-blooper della posizione del missionario, per favore...anche se calza a pennell..ehm, perfettamente! :roll3:

Fosburymente vostro,
Sammo

luthor71
25-09-2004, 15.01.01
Molto interessante questa puntualizzazione sulla probabile differenza di tempi tra l'effettiva istituzionalizzazione ( in questo caso) di uno stile di nuoto e la sua nascita informale .:birra:
Però posso dirti che ne avevo tenuto conto e non lo avevo accennato per non appesantire troppo il discorso;) .
Infatti il Crawl è frutto di una attenta serie di studi di stili di nuoto che prendevano in considerazione i 60 anni precedenti di evoluzione partendo dall' English side stroke dell 1840 . Richards e Sydney Cavill in pratica nel 1902 se lo sono elaborato a tavolino e per proporlo fecero una lunga serie di pubbliche dimostrazioni in Europa e negli Stati Uniti ( nelle fiere, tipo quelle dimostrazioni da circo del genere ""Venghino Siniore e Siniori a vedere lo stupefasiente spiettaccolo dei nuottattori...ecc" :D ) e solo in seguito è stato adottato dagli atleti nelle competizioni ufficiali. Mentre posso dirti che lo stile " Single over arm side stroke" , con un braccio fuori dall' acqua fu copiato da quello praticato da alcune tribù di arborigeni australiani nel 1855, mentre lo stile "Trudgen", entrambe braccia fuori e piedi rana, Jonh Trudgen lo vide fare da alcuni indigeni in Africa meridionale nel 1875.
Il Crawl è sicuramente un originale frutto di "laboratorio" che elimina qualsiasi ipotesi informale precedente, però, anche nel caso dei due citati precedenti stili, arrivati e istituzionalizzati in Europa nell' '800 e conosciuti a livello tribale magari da secoli prima, è chiaro che l'antecedente conoscenza informale di un particolare stile di nuoto riscontrato soltanto in alcune sparute tribù agli angoli opposti del pianeta non può far altro che rimarcare che qulsiasi stile di nuoto apparso in un film ambientato prima della metà dell' '800 e del 1902 per il Crawl ,non possa essere stato che unicamente lo stile rana e che tutto il resto sono blooper.:cool:

morettina
25-09-2004, 17.09.42
benvenuto luthor :hello:
curioso questo discorso... sembra strano pensare che nessuno prima di quella data nuotasse secondo quello che oggi è probabilmente lo stile più diffuso... voglio dire, è forse il modo più veloce per muoversi in acqua (più del rana, in effetti), ed è molto istintivo. in effetti - faccio un esempio personale - quando nuoto normalmente al mare utilizzo in prevalenza il rana (lento per non affaticarmi troppo, visto che non sono allenata). ma se per ipotesi - che so io - avvistassi uno squalo e volessi raggiungere rapidamente la riva, l'istinto mi suggerirebbe di nuotare in stile libero, molto più rapido. passando ai film, nelle scene d'azione sinceramente mi sembrerebbe molto strano vedere qualcuno che si getta in acqua - magari per salvare qualcuno - nuotando a rana...

Sammo
25-09-2004, 18.04.57
Originally posted by luthor71
Però posso dirti che ne avevo tenuto conto e non lo avevo accennato per non appesantire troppo il discorso;) .


Adoro questo genere di risposte. :D
Che dire: condivido il parere di morettina, che e' anche la mia esperienza personale, ma effettivamente il fatto che ci sia voluta una ricerca particolare e cosi' laboriosa per arrivare a perfezionare questo stile indica che quel meccanismo di movimento non e' intuitivo come puo' sembare a noi di epoche successive che praticamente identifichiamo il "nuotare" con il "tirare bracciate".



è chiaro che l'antecedente conoscenza informale di un particolare stile di nuoto riscontrato soltanto in alcune sparute tribù agli angoli opposti del pianeta non può far altro che rimarcare che qulsiasi stile di nuoto apparso in un film ambientato prima della metà dell' '800 e del 1902 per il Crawl ,non possa essere stato che unicamente lo stile rana e che tutto il resto sono bloopers.:cool:

Sicuro, ma quello che volevo dire era solo che poteva essere forse plausibile che qualcuno avesse nuotato in quel modo, esattamente come e' possibile che qualcuno prima di Miyamoto avesse pensato a fintare con un'arma e colpire con un'altra, o che l'amico arabo di Robin Hood avesse portato in Inghilterra la polvere da sparo alcuni secoli prima che questa si diffondesse. :p
Ipotizzavo quindi che un uso di massa del cosiddetto "stile libero" fosse falsante, ma impiegato dal personaggio eroico e sborone di turno, beh, fosse una forzatura possibilissima specie in film privi di intenti di particolare verosimiglianza.
Se pero' il crawl e' cosi' complesso e poco intuitivo da fare, beh, allora c'e' poco altro da dire. ;)

Natatoriamente vostro,
Sammo

buccino
25-09-2004, 20.39.51
Per quanto riguarda i problemi pratici nascenti da questa discussione, propongo una soluzione: inserire la 'faccenda crawl' tra gli errori comuni, così salviamo SIA i casi in cui c'è stato bloopers (non verrebbe inserito perché tra gli errori comuni), SIA i casi in cui è voluto dal regista (e quindi non è blooper e basta).

Per luthor71: questa soluzione, se approvata, a prima vista potrebbe sembrarti come una sorta di sconfitta della tua ricerca, perché potresti dire "ma come, invento un blooper ricorrente e poi nessuno lo può inserire?!?".
Ma in realtà è l'esatto contrario: scovare un errore comune vale 100 errori 'singoli', perché affermi uno standard, un meta-errore, e la 'faccenda crawl' sarà per sempre ©luthor71, e il bloccare tutti gli errori in fondo è come averli accettati tutti preventivamente.

luthor71
26-09-2004, 01.37.00
Salve a tutti, in effetti anche a me ,come a Morettina e a Sammo,
in caso di necessità e pericolo in acqua lo stile Crawl sembrerebbe il più istintivo e naturale. In verità il Crawl sembra più istintivo per il semplice motivo che da quando siamo nati la nostra mente è stata bombardata d'immagini di quel tipo di nuoto, tanto che più o meno inconsciamente a noi sembra quello il più naturale e invece è quello più recente e costruito, difatti si tratta di una convenzione inconsciamente assimilata, anche se poi alla fine è la migliore;)
Per fare un esempio: in caso d'urgenza terremoto instintivamente tutti si buttano in strada, sbagliatissimo , poichè bisogna aspettare la fine delle scosse al riparo, magari sotto un tavolo o un arco prima di uscire. In Giappone questa convenzione , elaborata sulla base di studi ed esperienza, è stata assimilata col tempo dalla coscienza della popolazione che si comporta di conseguenza adeguatamente, al contrario degli Italiani che al minimo tremolio si gettano urlanti in strada creando il panico. Questo per dimostrare che spesso in caso di pericolo la cosa più naturale da fare non è quella più giusta, ma con le convenzioni adeguate la cosa più giusta da fare diventa la più naturale e questo è il caso dell'appropriato comportamento nella circostanza terremoto, come anche il caso del Crawl nell' emergenza in acqua. :dentone: :D :dentone:

luthor71
26-09-2004, 01.58.29
La soluzione intuita da Buccino è la stessa che avevo pensato io, infatti per non dovere sempre inserire lo stesso blooper in tutti i film con un uomo in mare che nuota a stile libero(Crawl) prima del 1902 avevo pensato d'inserire il blooper negli errori comuni, poi mi hanno comunicato che non lo potevo fare personalmente dopo che sono finito non so come in questo topic.:dentone:

luthor71
26-09-2004, 02.04.04
Scusate una domanda da novizio...ma quando viene dimostrato che un blooper non è un blooper , quest'ultimo viene cancellato??
Perchè ne ho trovati altri di carattere storico sempre nel Gladiatore..che faccio li segnalo nella sezione cestino di settembre ? e poi che succede?:rolleyes:

Sammo
26-09-2004, 13.15.54
Originally posted by luthor71
Scusate una domanda da novizio...ma quando viene dimostrato che un blooper non è un blooper , quest'ultimo viene cancellato??


Il topic si chiama "spazzino" per un motivo... ;)



Perchè ne ho trovati altri di carattere storico sempre nel Gladiatore..che faccio li segnalo nella sezione cestino di settembre ? e poi che succede?:rolleyes:

Beh, li segnali e poi il Motore Umano dei sito, il SElidori, passando sul topic e leggendo le motivazioni, eliminera' l'errore dal database quanto prima gli e' umanamente possibile. ;)
Abbastanza semplice, no? :D

Inseritamente vostro,
Sammo

astromat
26-09-2004, 19.49.25
Benvenuto :birra:

luthor71
26-09-2004, 23.37.16
Grazie salve a tutti:birra:

onigate
27-09-2004, 09.15.18
ammazza che thread di prof :teach: :hail: :asd: Cmq benvenuto "coetaneo" Luthor :birra:
Se posso esprimere il mio umile parere da nuotatore, anch'io non trovo difficile pensare che in passato nessuno abbia mai nuotato a "stile libero" così come lo intendiamo noi adesso, per il semplice motivo che è sì lo stile più veloce, ma è anche molto tecnico e non altrettanto "istintivo" come la rana o il diffusissimo stile "a cagnolino" :asd: , molto usato dai principianti (provate a buttare un neonato in acqua e vedete che stile adotta senza che nessuno gliel'abbia insegnato.)
Quindi mi trovo d'accordo con Luthor sul fatto che il crawl sia uno stile "da laboratorio" creato in epoca recente ma sono anche d'accordo ad inserire questo errore nella categoria degli errori comuni ;)

ildrugo
27-09-2004, 12.22.32
Benvenuto Luthor



Originally posted by onigate
... a "stile libero" così come lo intendiamo noi adesso, per il semplice motivo che è sì lo stile più veloce, ma è anche molto tecnico e non altrettanto "istintivo" come la rana o il diffusissimo stile "a cagnolino" .....

Non sono d'accordo, lo stile a cagnolino è sì istintivo, ma è utilizzato prevalentemente per mantenersi a galla e spostarsi lentamente. Se si vuole notare speditamente anche l'istinto suggerisce di muoversi "a bracciate". Lo stile in questo caso non sarà molto tecnico, non si assumera la corretta posizione, non si immergerà la testa sott'acqua ecc. ecc., ma quello che ne viene fuori può ben chiamarsi "stile libero".
E' anche vero che se mettiamo in acqua uno che non sa nuotare, costui si muoverà a cagnolino, ma in quel caso è dovuto al fatto che la sua maggiore preoccupazione sarà quella di mantenersi a galla. Acquisita la necessaria sicurezza questi si muoverà a bracciate se vorrà andare più veloce.



Originally posted by onigate

.....provate a buttare un neonato in acqua ......

io l'ho sempre pensato: TU SEI UN CRIMINALE!:)

onigate
27-09-2004, 15.00.09
Originally posted by ildrugo
...io l'ho sempre pensato: TU SEI UN CRIMINALE!:)...
mica lo dico io ....
http://gfx.dagbladet.no/kultur/2003/08/26/nevermind.jpg
:D

ratrovo
27-09-2004, 17.42.49
BENVENUTO LUTHER!