PDA

Visualizza versione completa : Audition - takashi miike



zappeo
14-09-2004, 16.23.04
fra un'oretta mi sparo questo film:

http://www.geocities.com/eigakai/laudition.jpg:

di miike (lo stesso di ichi the killer, per capirci). qualcuno di voi l'ha già visto? com'è?
inoltre stasera magari mi guardo the call ... pur sapendo che non è all'altezza dei lavori precedenti di questo genio maniaco made in jap :D

zAp:birra:

FOXHOUND
16-09-2004, 19.19.28
beh, allora....adesso che lo hai visto tu....illuminaci.


com'era?

zappeo
17-09-2004, 13.58.17
Originally posted by FOXHOUND
beh, allora....adesso che lo hai visto tu....illuminaci.


com'era?

uh, mi ero dimenticato di aver aperto il thread .. vedendo che nessuno replyava :D

allora ... credo che il tutto si possa riassumere autoquotandomi il

genio maniaco

tecnicamente questo film è impeccabile ... miike (e si sapeva già) è un grande regista e anche in quest'opera non sbaglia una mossa ... l'utilizzo della cinepresa, della fotografia e la bravura degli attori (soprattutto della Shiina) lo rende, dal punto di vista tecnico, senza macchia alcuna.

per quanto riguarda il film in sè, il discorso è ben più complicato, perchè è un film che a parecchi può non piacere.
la trama di base è semplice .. Aoyama (Ryo Ishibashi) è un uomo vedovo con un figlio adolescente sente il bisogno di trovare una nuova compagna, e un suo amico gli da' un'idea: fare un'audizione per un fantomatico film che non verrà mai girato, in modo da poter osservare e conoscere molte ragazze. come in una banale love story, arriva la bella, timida e delusa dalla vita Yamazaki (Eihi Shiina). scoccano scintille, i due cominciano a frequentarsi, blablabla, tutto normale ..... fino a circa metà film.

e qui sta il delirio di quest'opera giapponese ... fino a metà film si assiste ad una love story (un po' cupa, forse, ma comunque love story) che sboccia fra un uomo di quarant'anni e una giovane dal triste passato .. ma dopo la prima ora di visione (a volte un po' noiosa, devo dire) succede qualcosa. è una semplice inquadratura di pochi secondi che ci fa cambiare completamente stato d'animo ... e la spirale comincia a chiudersi. il film comincia a prendere una piega sempre più strana, visionaria e agghiacciante. ci ritroveremo a fare questa espressione --> :mumble in più di un paio di occasioni ... perchè per un attimo ci sembrerà di aver perso un pezzo della storia.
via via che il film prosegue la spirale si chiude sempre di più, e tramite immagini simboliche miike ci offre la sua idea dell'amore in rapporto con l'odio, della felicità con la sofferenza .. per sfociare in un finale macabro e disarmante. gli ultimi 15 minuti di film sono un delirio, in cui esplode la bravura e l'enorme versatilità della Shiina, che, ripeto, da' grande prova di sè.

non saprei a chi consigliare quest'opera, sicuramente non a chi vuole passarsi un paio d'ore con un "classico horror". per farla breve, meriti tecnici a parte (lo stile è inconfondibile) siamo lontani anni luce dalle atmosfere, l'azione e le ambientazioni di ichi the killer, quindi non pensate di trovare in Audition quegli elementi ... ne troverete altri, spesso ancora più deliranti.
se invece non vi spaventa un'introduzione che dura almeno un'ora e una sequenza di simbolismi (che subito non ho neanche afferrato, mi chiedevo solo "maccheccazzo sta succedendo?" :D) e sapete tenere duro, sarete ricompensati da un finale agghiacciante e un bel senso di disagio che vi gira per lo stomaco ...

non so bene come chiudere, perchè devo ancora digerirlo bene. a me è piaciuto moltissimo, forse però sono più attratto dalle ambientazioni di ichi ... ad ogni modo, un bell'8-e-mezzo/9 se lo piglia netto.

zAp:birra:

jkl_
08-10-2007, 16.19.22
che zappeo mi scusi l'up.


audition l'ho visto almeno cinque volte - su divx, su raisat, su fuoriorario, su dvd, al cineclub... - ma (probabilmente) non l'ho ancora capito, e non ho ancora capito perché la gente lo esalta. (e non ho ancora capito cosa la gente può aver capito)

miike, è inutile ripeterlo, ha girato dei film stupendi - io sono rimasto a waru, ma sicuramente oggi, 8 ottobre duemilasette, avrà già triplicato la sua filmografia, e mi sono messo l'anima in pace - ma audition non riesco proprio a decifrarlo. (senza spoilerare troppo: c'è una tipa psicopatica che nel tempo libero puntella la gente, è così?) e comunque, se anche fosse tutto qui, ripeto, non capisco l'adorazione.

illuminatemi.
ormai, grazie a zappeo, lo avrete visto tutti qui dentro.

zappeo
08-10-2007, 16.30.28
illuminatemi.
ormai, grazie a zappeo, lo avrete visto tutti qui dentro.

mah, se avessi questi poteri li userei per far vedere a tutti nekromantik :japu:

comunque non c'è nulla da illuminare. a distanza di 3 anni non l'ho capito ancora neanch'io, se non con la scusante passdappertutt "è un delirio mentale, la vittima carnefice, l'amoreodio, giappo è bello" :teach:

peró è davvero figo. mi ha messo a disagio, e quindi un motivo di esistere ce l'ha di brutto.
no? :look:

jkl_
08-10-2007, 16.39.19
no, ma figurati.
non voglio capirlo nel senso di essere in grado di muovermici dentro.
voglio solo "abitarlo". farmi trasmettere qualcosa.

perché
peró è davvero figo. mi ha messo a disagio,per me non è stato così.

mi è tornato in mente audition, che è un po' una nota dolente per me (è come se fossi l'unico a non sapere come finisce star wars), riguardando a snake of june.
un film che ha tutte le carte in regola:
"è un delirio mentale, la vittima carnefice, l'amoreodio, giappo è bello"ed è decisamente più complicato di audition.

vabbè. me ne farò una ragione.
posso ancora vantarmi di essere l'unico a difendere ultraviolet. :sisi:

funazza
08-10-2007, 18.15.17
ultraviolet :D