PDA

Visualizza versione completa : Quello che molti chiamano "Amore"



Dex_Aie
12-09-2004, 01.55.56
Ok ragazzi, non voglio annoiarvi con i miei problemi sentimentali, so che da un esterno è sempre un po' una palla leggere le faccende private di un'altra persona, ma ho bisogno di sfogarmi, scusatemi se lo faccio qua ma sono troppo pigro per mettere su un qualche blog o similroba...e spero in un qualche consiglio...grazie in anticipo, se arrivate fino in fondo vi offro volentieri una :birra: quando capitate dalle parti mantovane...

Due mesi fa.
Io ed il mio migliore amico, legati da un'amicizia triennale in cui ne abbiamo passate tonnellate su tonnellate, troviamo una nuova compagnia di gente, le solite compagnie estive che all'ingresso autunnale non lasciano solo che un riflesso di quello che erano poco tempo prima...
Conosciamo una persona, una ragazza, fidanzata con un altro tizio, simpatico tra l'altro e con cui non manco di formare un'amicizia che ora è l'unica che è perdurata nell'avvicendarsi degli eventi che ora vi esplico...
Il mio amico parte subito in quinta, non se la leva dalla testa, dopo quella serata passata tutti insieme a chiacchierare continua a menarla con la storia di quanto gli piace e via dicendo; considerando che al tempo lei mi piaceva solo *fisicamente*, non avendo mai parlato con lei, un buon amico si fa un attimo indietro quando un altro mostra un interesse così spropositato verso i confronti di una tipa, per quanto figa essa possa essere, e lì non mi sembra di aver sbagliato nulla.
Passa una settimana, succedono dei casini: lei si molla con l'altro, e non vi dico le scenate che potete ben immaginare, e si mette con lui, nessun problema, felice per lui, amen e morta lì.
Dopo una settimana ancora lui va in vacanza.
Io e lei siamo diventati subito ottimi amici, abbiamo riscontrato di avere molte cose in comune, fin troppe.
Essendo anch'io un uomo, è logico che dopo un certo periodo passato con lei provi qualcosa che va al di là della semplice amicizia, ed anche lei...o almeno così sembrava.
Con me si apriva sempre molto di più che con gli altri, parlavamo senza problemi e scoprivamo giorno dopo giorno di essere davvero simili, di avere tutti i presupposti per fondare qualcosa di serio, ma nessuno, men che meno io, aveva il coraggio di andare sull'*argomento*.
Meglio così.
Torna lui, iniziano i problemi. Problemi che non partono da me, sia ben chiaro. Problemi autoindotti dal vedere lui insieme a lei.
Io sento di specchiarmi dentro gli occhi di questa donna, lo sento veramente.
Lui ha un difetto. E' un bullo. Quando ha la morosa, se poi è pure carina, bulleggia ed è una cosa che mi manda in bestia, richiama il lato peggiore del suo carattere. Si erge a mo' di Re Leone a difesa della sua cacciagione.
Siamo tutti adulti, è finita l'era della cazzonaggine, dell'essere adolescenti alle prese con le prime storielle, le abbiamo passate tutti. Un'amicizia non si spezza così per una donna, almeno secondo la mia mentalità.
Tralasciando altri dettagli con cui potrei riempire un miliardo di pagine riguardo me e lei, quando arrivi a dire di specchiare la tua anima negli occhi di lei, non è considerabile una frase da "ragazzino con una cotta", non dopo due mesi, in ogni caso, e comunque è passata l'età per simili cose.
Alla fine, la compagnia si è spezzata. Il tipo, l'ex, se n'è andato, giustamente, assieme agli altri 3 suoi amici, e siamo rimasti io, loro due ed un altro che dire amorfo è dire poco...
Me ne vado.
No, mi rincorrono. Mi vogliono sbattere in faccia la loro relazione, vogliono che io stia lì a vedere la tipa verso cui provo sentimenti profondi amoreggiare con il mio migliore amico che, come se non bastasse, è *cambiato* prendendo una piega che nei miei confronti non è altro che negativa.
E' una tortura.

Questo è il problema fondamentale.

Dex_Aie
12-09-2004, 01.56.34
L'altro problema sono io.
La mia mentalità tende all'assolutismo, o tutto o niente. Non posso farci niente, sono fatto così. L'unica cosa che posso fare è controllare il mio istinto.
E' difficile. Molto difficile.
Ogni momento passato insieme a lei da soli è una freccia nel cuore, lo struggersi del non poterla avere.
Siamo seri, a me non me ne frega un cazzo di trombarla, non sono più un ragazzino verginello alla ricerca della "mamma di Stiffler"...a me piace com'è lei nella sua completezza.
Quando sono insieme loro due, io non reggo. Non posso, è umano non credete? Essere innamorati di una persona ed essere costretti a vederla insieme al vostro migliore amico è una pura e semplice tortura...
L'amico, il migliore amico, per quanto profonda possa essere la connotazione d'amicizia (che ora mi vado chiedendo, ovviamente...), è cambiato. Ora è un bullo che incarna quello che te e lui avete sempre odiato dal profondo dell'anima, e non puoi dirglielo, perchè rimane uno, il primo, dei pochissimi amici che hai.
L'unico amico che non ti ha mai voltato le spalle, l'unico amico che sentivi veramente un *amico*.
Labile...
Sono in crisi. Io tendo a lasciarmi andare troppo, fumo (non droga, sia ben chiaro, mai e poi mai fino a quel punto) e bevo senza controllo. Sono debole nel ritenermi una persona forte, perchè faccio il doppio di stronzate io di quello che se posso evito che facciano gli altri.

Lei comunque mi piace ancora, e loro due insieme non li reggo.
Ho perso un vero amico, e non so se darmi la colpa o se spartirla tra le due parti, ma poco importa, ora è perso per sempre.
Dicono che le ferite si richiudono col tempo. Sì, ma a parer mio resta sempre una cicatrice, un solco indelebile che non può scomparire. Un solco con il nome della donna che...non so..."amo"? No...non sarebbe la parola corretta...non posso amare una persona del genere...la mia testa si rifiuta di concepire un amore così infondato e stupido, ma il mio cuore non può far altro che palpitare incontrastato.

Se siete arrivati fino in fondo, io vi ringrazio e vi auguro che non vi dobbiate mai trovare in una situazione del genere.
Un amico vale molto più di una donna, ma se l'amicizia è così labile...io non lo so...sono in crisi da un mese e mezzo e non ne vedo l'uscita...non riesco a concepirla, più che vederla...

Vi ringrazio per aver letto quello che è il problema esistenziale della mia vita attuale...grazie davvero :birra:

Scusate lo sfogo, mi è stato d'aiuto anche il solo averlo scritto, grazie dello spazio offertomi :birra:

The_Elf
12-09-2004, 02.33.08
Ti premetto: io sono più coglione di te, sarei capace di metterli assieme io e poi stare la a soffrirci, dunque predico bene e razzolo male. Era doveroso dirlo...

fatto ciò:

Non ho capito una cosa:
ma lei a lui lo caga???
Perchè da quanto hai letto (magari mi sono perso qualcosa, sono pure le 2, 34...) non dai l'impressione che lei sia pazza di lui... specie se quando era via stavate così bene insieme....

Perciò, da quanto ho capito devi scegliere tra:

1) perdere un amico e guadagnarci una donna
1b) se è un amico prima o poi gli passa e torna ad essere amico, sennò non era così amico

2) stare li a soffrire per mesi (quello che farei io in quanto coglione)

3) espatriare. Non credere che ti passa finchè te la vedi tutti i giorni. cambia aria.

Gi01
12-09-2004, 02.59.07
La risposta principale sta nella tua Carta d'Identità: sono scazzi che un pò tutti abbiamo avuto e tutti avranno. Passerà, e passerà l'epoca in cui si sta assieme e si cambia ragazza ogni 7 giorni.

Un pò di note:
1) Un amico è un amico. Non cambia per una femminuccia che conosce da 3 settimane. Quindi non è un amico, in quel caso

2) A qualsiasi ragazza adolescente piace stare al centro dell'attenzione del microuniversco formato dal "gruppo". Si chiama potere, e le donne lo adorano, ben più dell'uomo.

3, la più importante) Prendi due persone. Falle incontrare, parlare, scherzare, perdere tempo assieme. Falle ridurre i contatti col resto del mondo: è inevitabile che proveranno attrazione, sappilo.

Questo dovrebbe spiegarti cosa provi tu.
Infine, ma questa è un opinione personale (gli altri sono fatti che prima o poi capirai, e che mi permetto di dire perché ho qualche annetto più di te): l'amore, ammesso che esista, si sviluppa DOPO, non PRIMA. Quella si chiama attrazione, simpatia, o voglia di scoparsi.

Giulio

Mister X
12-09-2004, 10.19.55
Tutto quello che dirò qui sotto non sarà riferito a nessuno di voi, non sarà un pillola, una perla di chissà che cosa, non sarà un commento, non sarà niente, tranne quello che penso. Non prendetelo come qualcosa di riferito, o riferibile a voi, anche indirettamente.

Vedendo tutto quello che mi passa vicino posso essere felice di dire che l'amore esiste ancora, ma è stato pesantemente soffocato. Proprio per questo non capisco perchè si debba cercare disperatamente l'amore. Quello che mi distrugge, è vedere come questo (ormai) falso sentimento riesca ad ammazzarne un altro, che vive da sempre: l'amicizia. Quella vera. I sentimenti pure in se, non si distruggono a vicenda, come il vero amore non distrugge l'amicizia. Due miei amici si sono fidanzati. Lei era acida, adesso è più simpatica e allegra che mai. Questo per dire che se le cose sono fatte bene, non ci devono essere problemi. Il vero problema è saper trovare il proprio gruppo. Io ho una amica fidata, e basta. E se lei impazzisce, non mi faccio gli affari miei. In pratica si era presa una cotta per uno che non gliene fregava una cippa, lei se ne accorgeva, dannazione (non si coccolavano mai, lui ci provava con altre, ecc...). Era il classico 100% palestra, 0% carattere. E dire che è nel nostro gruppo... Cosa abbiamo fatto? Tutti noi ci siamo messi a parlare ad insaputa dei due, e praticamente facendo pressione psicologica li abbiamo fatti mollare. So che è brutto da dire, ma se lei piangeva due giorni sì ed uno no, non poteva continuare così, specialmente per me. Vedere la mia migliore amica così depressa, mi deprimeva. E deprimeva anche gli altri. Vedere una persona così estroversa e aperta verso gli altri, chiudersi in se stessa CI uccideva. La stranezza è che, parlando con le due parti, abbiamo scoperto che lui voleva solo provare una storia, ma non la amava, ne provava attrazione fisica. Insomma, una presa in giro, una illusione. Bah!
Grazie a questa esperienza e a quello che sento in giro, sono giunto alla conclusione che è meglio rimanere scapoli il più lungo possibile, per vivere bene, e per non farsi prendere in giro. La condivisione deve avvenire se prima c'è fiducia. I giochetti sessuali e la voglia di figa lasciamoli alle persone superficiali, o menefreghiste assolute.

azanoth
12-09-2004, 10.46.20
La mia personale opinione?La vita per essere vissuta ha bisogno di raziocinio e soprattutto mai prendersi troppo sul serio...dopo tutto,questo è solamente un transito temporaneo. :birra:

fppiccolo
12-09-2004, 11.11.20
un'amico non cambia per una donna o, per lo meno, non in quel modo...lascialo

lei, a quanto ho capito, dovrebbe essere una tipa labile...lascia il suo ragazzo dopo una settimana di conoscenza con un'altra persona (salvo che con il suo lui non ci stava tanto bene)...e , dopo essersi messo con il tuo "amico" comincia a provare qualcosa per te...lasciala

dici di bere e di fumare...per 1 donna o per il tuo presunto amico?
lascia alcolici e fumi, tu di danni la salute e quelli non se ne sbattono un tubo di te (ammesso che stiano bene assieme)
è vera cmq la frase che si soffre per amore ma morire proprio no...

sei giovane e hai 1 vita davanti a te...forza e coraggio e un giorno troverai la persona adatta a te...com'è successo un pò a tutti (e ti parlo per esperienza personale anche se non ho avuto la "fortuna" di vivere una tua simile esperienza)
sò che adesso è difficile ma credimi, il tempo aggiusta tutto
e come dice il Reverendo, usa anche il razocinio e non sempre il cuore

destino
12-09-2004, 11.43.28
beh se il tuo amico è cambiato in questo modo solo perke ha trovato la tipa figa ke gliala da allora per la mia idea molto elevata di amicizia egli nn è un vero amico quindi puoi bellamente fottertene e passare all'attacco di nascosto cominciando a sondare cosa pensa la tipa di te visto ke nn sembrava disprezzare il tuo corpo o la tua mente...

Dex_Aie
12-09-2004, 12.50.44
Innanzitutto grazie per le risposte ragazzi, mi siete stati d'aiuto sul serio :birra:

Non avevo trascritto alcuni dettagli...
La suddetta tipa ha 21 anni quasi compiuti, e sta in una compagnia formata da 17-18enni.
Il mio amico ha un anno meno di me, dunque ne ha 17 appena scoccati...
Ora, per esperienza personale, so che le tipe più grandi di uno o due anni (e sono un abisso alla nostra età, credo lo sia per tutti...magari da 23 a 27 non cambia molto, ma da 17 a 21 c'è un mondo intero in mezzo...) cercano solo delle avventure estive, dunque nulla che fa presupporre un rapporto...lo so perchè quelle uniche due volte che mi è capitato volevo sempre impiantare qualcosa di serio e regolarmente c'era un mazzo di 2 di picche ad aspettarmi al varco...dunque non mi faccio illusioni...o meglio, non vorrei farmele.
Elf, è vero. Quello che hai detto è quello che in un certo senso ho fatto anch'io, quando lei mi chiedeva di lui io rispondevo in modo da "intortarla" (scusate il termine mantovano ma non mi viene in mente nessuna parola italiana...:rolleyes: ) e così si sono messi insieme grazie anche al mio aiuto...e come dicevi giustamente tu, poi ci si sta male il doppio...
Ormai questa fase l'ho superata, è successo due mesi fa, solo che quando si presenta l'occasione del sabato sera di uscire, si va in compagnia e ci sono loro due, io mi martello i coglioni e non posso fare altro...
Cambio aria. Ultimamente il mio amico non lo vedo più e non ci sentiamo più, per il semplice fatto che quando ci vediamo:
a) si bulleggia con me per le qualità afrodisiache della sua tipa;
b) mi racconta i dettagli delle loro trombate;
c) ha sempre lei in testa e non puoi fare un discorso che sia anche una cazzata, non puoi farlo...sembra un chierichetto da una parte ed un diavolo tentatore dall'altra...assurdo...

Niente amico. Ormai non posso più decidere se perdere uno o l'altra...li ho persi entrambi...per il semplice fatto che lui non è più lo stesso e lei puttaneggia ormai un po' troppo per i miei gusti...ma quando ovviamente tu ci provi un attimo di più in modo ambiguo ovviamente lei è prontissima a sbatterti indirettamente ma con una forza devastante la loro relazione in faccia, a farti indirettamente ma volutamente sentire uno stronzo...
Alla fine, continuando a vederla, ero sull'orlo del fare la figura di quello che voleva inculare la morosa all'amico, cosa assurda...finchè era un amico, ed una così non credo proprio di volerla...

Ecco, alla luce delle considerazioni da me fatte qua sopra...perchè continuo a starci male lo stesso?

Grazie per aver letto le mie turbe...:birra: a tutti

MaGiKLauDe
12-09-2004, 13.01.19
Originally posted by azanoth
La mia personale opinione?La vita per essere vissuta ha bisogno di raziocinio e soprattutto mai prendersi troppo sul serio...dopo tutto,questo è solamente un transito temporaneo. :birra:


Reverendo, quando, lucidamente, preferiresti essere preso in giro, piuttosto che accettare quella verità che probabilmente ti eviterà ulteriore sofferenza, puoi ritenerti pazzo?

fppiccolo
12-09-2004, 13.04.57
tu 18 e lei 21?
lascia perdere o ci soffrirai per davvero...è successo ad un mio amico che stava con una + grande...
certo che poi una 21 che stà con un 17enne...
ripeto...lascia perderli

azanoth
12-09-2004, 13.08.38
Originally posted by Dex_Aie


Ecco, alla luce delle considerazioni da me fatte qua sopra...perchè continuo a starci male lo stesso?

Grazie per aver letto le mie turbe...:birra: a tutti

ci stai male perchè hai un animo sensibile,molto recettivo...è la tua debolezza temporanea ma diventerà la forza di tutta la tua vita.
non hai perso assolutamente nulla: hai guadagnato sapienza e ti sei semplicemente privato del superfluo..se non dannoso.
:birra:

il mondo è bello perchè è vario,tieni duro,magari il bello è ancora tutto da scoprire.
;)

azanoth
12-09-2004, 13.10.50
Originally posted by MaGiKLauDe
Reverendo, quando, lucidamente, preferiresti essere preso in giro, piuttosto che accettare quella verità che probabilmente ti eviterà ulteriore sofferenza, puoi ritenerti pazzo?

no carissimo...forse un tantino masochista...anche in alcuni culti religiosi,l'autoflagellazione è un tentativo di avvicinarsi a Dio....
:birra:

Dex_Aie
12-09-2004, 13.11.28
Grazie ragazzi :birra:

Forse ora riuscirò a vedere la loro relazione sotto una luce diversa...vorrei spegnerla...ma so che non spetta a me e giustamente mi levo dalle balle...

Spero che il tempo sia un balsamo sufficiente...

Ancora, una :birra: a tutti

MaGiKLauDe
12-09-2004, 13.17.37
Originally posted by Dex_Aie
Grazie ragazzi :birra:

Forse ora riuscirò a vedere la loro relazione sotto una luce diversa...vorrei spegnerla...ma so che non spetta a me e giustamente mi levo dalle balle...

Spero che il tempo sia un balsamo sufficiente...

Ancora, una :birra: a tutti


Si fa presto a cantare che il tempo sistema le cose...
si fa un po' meno presto a convincersi che sia così...

Dex_Aie
12-09-2004, 13.23.43
Originally posted by MaGiKLauDe
Si fa presto a cantare che il tempo sistema le cose...
si fa un po' meno presto a convincersi che sia così...

Già ma non posso fare altro...se non mi sforzo di credere che un'uscita esiste non posso fare altro che disperarmi...

MIKELE88
12-09-2004, 13.25.36
Devo essere sincero, nn l'ho letto tutto, ho letto la prima parte e la metà della seconda, cmq se il tuo "amico" è cambiato davvero così tanto dopo essersi messo con questa tipa, inizio a pensare ke nn è un vero Amico...quindi allontanati da lui e cerca d parlare con lei d tutto, se c'è qualcosa tra d voi, sicuramente lei capirà e lascierà il tuo amico mettendosi con te.

Lady.Dark.
12-09-2004, 18.14.36
mi manca però una cosa fondamentale: e lei cosa pensa? cosa prova?

perchè questa non è una cosa da sottovalutare... tu puoi starci male e disperarti qua<nto vuoi, ma se lei ti vede solo come un amico....

hai detto che quando il tuo amico non c'era anche lei sembrava interessata... e adesso?
magari il suo era un interesse passeggero perchè era sola... ed era un interesse verso l'amicizia.
e visto che a te piaceva magari hai travisato...

po esse?

Kiara
12-09-2004, 19.45.29
Originally posted by MaGiKLauDe
Reverendo, quando, lucidamente, preferiresti essere preso in giro, piuttosto che accettare quella verità che probabilmente ti eviterà ulteriore sofferenza, puoi ritenerti pazzo?
il magik è innamorato perchè ultimamente risponde solo ai topic melensi.:|



per il resto.ma parlare con lei no?
ti sei fatto tutta questa tiritera da solo.capisco i tuoi sentimenti.capisco il dover essere amico (più di chiunque altro ti capisco , te l'assicuro) ma è giusto che tu chiarisca.e per chiarire devi parlare con lei.

anche se non succederà nulla.devi comunque sapere.perchè il tempo cancella quel che c'è di brutto ma non cancella ciò che non hai concluso e lasciato in sospeso.

Dex_Aie
12-09-2004, 19.58.54
Forse dovrei davvero parlargliene...

Ultimamente, in questi due giorni, non ci siamo più sentiti...forse si è capito...

E' capitato un altro episodio spiacevole...stamattina, questo mio amico, doveva venire a prendere un jack visto che aveva le prove col gruppo, ed è venuto con lei.
Ora, si è capito e gliel'ho anche detto, mettendogliela giù in modo generale, che "due che si limonano 24h su 24h in compagnia scassano un po' le palle", e lui, stronzo, a questo punto non è altro che uno stronzo, mentre stavamo parlando del + e del - io e lei, salta su dicendo a lei "ehi vieni qua!", e guardando me con un sogghigno di merda se l'è baciata per un minuto che a me è parso un lasso di tempo abnorme...alchè io me ne vado su in casa, vaffanculo, e loro se ne sono andati tranquilli come se niente fosse successo.

Non sono un violento, non avrei avuto la forza di avventarmi su di lui...non avrei avuto neanche una motivazione oggettiva, a ben vedere...

Li ho persi entrambi...non mi resta altro che accettare questo dato di fatto...

MaGiKLauDe
12-09-2004, 21.24.37
Originally posted by Kiara
il magik è innamorato perchè ultimamente risponde solo ai topic melensi.:|





mah...:rolleyes: ...può essere...
...e speriamo solo che mi passi in fretta...:|

Mr.Deka
12-09-2004, 21.54.21
Manda a fanculo il tuo amico e fregagli la ragazza... :birra: