PDA

Visualizza versione completa : Ossezia - Allucinante - Dove andremo a finire ?



Thor
01-09-2004, 11.18.17
ESTERI


Scontri con la polizia, un morto. Minaccia di far saltare l'edificio

Ossezia: kamikaze prendono in ostaggio scolari

Terroristi irrompono a Baslan (Russia) e sequestrano 400 persone tra cui 200 studenti: uccisi diversi insegnanti
BESLAN (RUSSIA) - Nuovo atto terroristico ai confini con la Cecenia. Un commando di 17 tra uomini e donne armate, di cui alcuni con la cintura piena di esplosivo tipica dei kamikaze, hanno fatto irruzione in una scuola della città di Beslan, nella regione russa dell’Ossezia del nord, al confine con la Cecenia, prendendo in ostaggio almeno 400 persone tra cui 200 scolari e aprendo il fuoco contro la polizia accorsa per liberare gli alunni.
Oltre agli studenti sarebbero stati presi in ostaggio almeno 200 tra insegnati e genitori degli alunni, che hanno un'età compresa tra i 7 e i 18 anni dato che l'edificio comprendeva classi delle scuole primarie, secondarie e superiori. Cinquanta degli scolari sarebbero però riusciti a fuggire.

SPARI E SCOPPI - Dopo circa due ore dal sequestro sono stati uditi spari e scoppi di granate provenire dall'interno della scuola sequestrata da un commando a Beslan. Secondo fonti locali sembra che i terroristi abbiano sparato contro un gruppo di poliziotti e genitori che si erano avvicinati troppo all'edificio.

L'ASSEDIO - Gli aggressori hanno aperto il fuoco contro la polizia giunta sul luogo del sequestro - compiuto nel giorno della riapertura delle scuole - e una persona sarebbe rimasta uccisa. Morti vi sarebbero anche all'interno della scuola, i terroristi avrebbero ucciso diversi insegnanti, almeno tre secondo alcune fonti. Vi sarebbero anche 9 feriti.
Alcuni bambini sarebbero invece utilizzati come scudi umani: sarebbero stati legati davanti alle finestre della scuola per rendere più complessa un'eventuale irruzione delle forze speciali.
Unitá della polizia e truppe del ministero dell'Interno hannio rasggiunto rapidamente la scuola.
L'edificio è circondato e sembra che si cominci ad avviare un contatto tra le autorità e gli assalitori. Questi ultimi però minacciano di far saltare in aria la scuola. Beslan è una città di circa 40 mila abitanti, a 20 km dalla capitale dell'Ossezia del Nord, Vladivkavkaz. L'Ossezia del Nord è una repubblica meridionale della Federazione russa limitrofa alla Cecenia.

LE RICHIESTE - Il commando ha detto di aver minato l'edificio e ha chiesto di avviare una trattativa con i presidenti dell'Ossezia del Nord, e dell'Inguscezia - due repubbliche autonome della Russia meridionale - e con il medico e attivista dei diritti umani Leonid Roshal il quale aveva già partecipato ai colloqui con il commando terroristico del teatro Dubrovka, nel 2002.
Tra le altre richieste del commando della scuola di Beslan, secondo quanto affermano fonti della protezione civile locale, c'è il rilascio di alcuni guerriglieri arrestati in seguito ad un sanguinoso raid compiuto da un commando ceceno e inguscio nel giugno scorso in Inguscenzia.

Haplo61
01-09-2004, 11.42.56
'stardi, prendersela con i bambini :bah:
vigliacchi.

bà... la mia idea la conoscete.

rivendicatore
01-09-2004, 12.51.14
Vergogna. Usano pure i bimbi come scudi umani.....

gefri
01-09-2004, 12.56.39
ma alla fine che pare si fanno? vogliono liberi 2 guerriglieri?
bene! ma prima si narcotizzano e gli si impianta in qualche punto del corpo una trasmittente, penso che con le tecnologie attuali non solo la cosa sia fattibile, ma anche per la "cavia" sarebbe quasi impossibile accorgersene, a seconda di dove lo impiantono e delle dimensioni.
dopo una settimana, bombardamento coatto di tutta la zono dove si trova il guerrigliero, poco importa se in mezzo ad altri civili!
e si fa un bel raggio di azione largo, così c'è possibilità, tra i tanti, di beccare qualche altro "colpevole"!
isi!

Merio92
01-09-2004, 12.59.06
Originally posted by rivendicatore
Vergogna. Usano pure i bimbi come scudi umani.....

è una cosa molto triste :mecry:

destino
01-09-2004, 13.07.35
stanno aspettando ke liberino buona parte degli ostaggi per mandar sul luogo le truppe speciali ke pianteranno un bel proiettile in testa ai terroristi

Kondur dei CGG
01-09-2004, 13.17.24
Originally posted by destino
stanno aspettando ke liberino buona parte degli ostaggi per mandar sul luogo le truppe speciali ke pianteranno un bel proiettile in testa ai terroristi

Conoscendo il grado di professionalità delle truppe russe, prevedo 1 massacro come la facenda del tatro di Mosca.

Mach 1
01-09-2004, 13.56.57
il mondo sta andando veramente in vacca, da tutte le parti.:rolleyes:

azanoth
01-09-2004, 14.00.00
Originally posted by Mach 1
il mondo sta andando veramente in vacca, da tutte le parti.:rolleyes:

si

tenete d'okkio il culo....mai visto un periodo più pericoloso di questo in 40anni.

SnorriSturluson
01-09-2004, 14.11.12
tenete d'okkio il culo....mai visto un periodo più pericoloso di questo in 40anni.

Anche un po' colpa nostra, no?(e con nostra intendo della nostra cultura, con le dovute eccezioni).

Mach 1
01-09-2004, 14.13.09
Originally posted by azanoth
si

tenete d'okkio il culo....mai visto un periodo più pericoloso di questo in 40anni.

beh, oddio, c'è stata la guerra fredda nel mondo e gli anni di piombo in italia, non è che negli ultimi 40 anni le cose siano state proprio rose e fiori.

al limite possiamo dire che dall 11 settembre le cose sono veramente precipitate.

azanoth
01-09-2004, 14.15.21
Originally posted by Mach 1
beh, oddio, c'è stata la guerra fredda nel mondo e gli anni di piombo in italia, non è che negli ultimi 40 anni le cose siano state proprio rose e fiori.

al limite possiamo dire che dall 11 settembre le cose sono veramente precipitate.

appunto,avevo detto "più" pericoloso e su vasta scala...

Elrond.
01-09-2004, 14.36.45
Originally posted by SnorriSturluson
Anche un po' colpa nostra, no?(e con nostra intendo della nostra cultura, con le dovute eccezioni).
Mah... Queste illazioni da aspirante rivoluzionario mi lasciano perplesso. Il problema è legato prevalentemente alla natura umana più che alla nostra o all'altrui cultura. Il resto è sovrastruttura.

Khorne
01-09-2004, 14.54.16
Originally posted by gefri
dopo una settimana, bombardamento coatto di tutta la zono dove si trova il guerrigliero, poco importa se in mezzo ad altri civili!
e si fa un bel raggio di azione largo, così c'è possibilità, tra i tanti, di beccare qualche altro "colpevole"!


Spera di non avere dei parenti in zona, allora :)
Ma tanto così punisci i cattivi :)

...spero fosse un'esagerazione voluta :tsk:

SnorriSturluson
01-09-2004, 14.59.32
Originally posted by Elrond.
Mah... Queste illazioni da aspirante rivoluzionario mi lasciano perplesso. Il problema è legato prevalentemente alla natura umana più che alla nostra o all'altrui cultura. Il resto è sovrastruttura.

Non mi sembra di aver propagandato la rivoluzione.

Gi01
01-09-2004, 15.03.26
Oltre l'impressionante.
La cosa triste è che se non si arrendono, finisce in strage. Tutti scandalizzati per 2-3 giorni.

Poi, una massa di cazzoni davanti alla TV perché Totti sbaglia un rigore, Ibrahimovic si rivela un pacco e Kakà fa gol da 30 metri...

Il mondo sta andando lentamente a puttane, tra poco non sarò al sicuro nemmeno a casa mia...

Giulio

SnorriSturluson
01-09-2004, 15.06.10
Che vadano tutti a puttane non importa. Importa che poi finisce tutto male.

Thor
01-09-2004, 15.13.14
Originally posted by Gi01
Il mondo sta andando lentamente a puttane, tra poco non sarò al sicuro nemmeno a casa mia...

Giulio


Vero, ma ormai non ci va più lentamente, ma ha subito un' accelerazione paurosa.
E poi quelle di cui discutiamo sono solo le cose che sentiamo in tv o che leggiamo sulla stampa. Ma ci sarebbe ben altro di cui discutere, in tutto il mondo.

La situazione internazionale fa talmente schifo che se venissero degli alieni a sterminarci tutti non ne sarei neppure troppo dispiaciuto. Cazzo.





:(

Vegeta1485
01-09-2004, 15.18.18
Originally posted by Thor67
ESTERI


Scontri con la polizia, un morto. Minaccia di far saltare l'edificio

Ossezia: kamikaze prendono in ostaggio scolari

Terroristi irrompono a Baslan (Russia) e sequestrano 400 persone tra cui 200 studenti: uccisi diversi insegnanti
BESLAN (RUSSIA) - Nuovo atto terroristico ai confini con la Cecenia. Un commando di 17 tra uomini e donne armate, di cui alcuni con la cintura piena di esplosivo tipica dei kamikaze, hanno fatto irruzione in una scuola della città di Beslan, nella regione russa dell’Ossezia del nord, al confine con la Cecenia, prendendo in ostaggio almeno 400 persone tra cui 200 scolari e aprendo il fuoco contro la polizia accorsa per liberare gli alunni.
Oltre agli studenti sarebbero stati presi in ostaggio almeno 200 tra insegnati e genitori degli alunni, che hanno un'età compresa tra i 7 e i 18 anni dato che l'edificio comprendeva classi delle scuole primarie, secondarie e superiori. Cinquanta degli scolari sarebbero però riusciti a fuggire.

SPARI E SCOPPI - Dopo circa due ore dal sequestro sono stati uditi spari e scoppi di granate provenire dall'interno della scuola sequestrata da un commando a Beslan. Secondo fonti locali sembra che i terroristi abbiano sparato contro un gruppo di poliziotti e genitori che si erano avvicinati troppo all'edificio.

L'ASSEDIO - Gli aggressori hanno aperto il fuoco contro la polizia giunta sul luogo del sequestro - compiuto nel giorno della riapertura delle scuole - e una persona sarebbe rimasta uccisa. Morti vi sarebbero anche all'interno della scuola, i terroristi avrebbero ucciso diversi insegnanti, almeno tre secondo alcune fonti. Vi sarebbero anche 9 feriti.
Alcuni bambini sarebbero invece utilizzati come scudi umani: sarebbero stati legati davanti alle finestre della scuola per rendere più complessa un'eventuale irruzione delle forze speciali.
Unitá della polizia e truppe del ministero dell'Interno hannio rasggiunto rapidamente la scuola.
L'edificio è circondato e sembra che si cominci ad avviare un contatto tra le autorità e gli assalitori. Questi ultimi però minacciano di far saltare in aria la scuola. Beslan è una città di circa 40 mila abitanti, a 20 km dalla capitale dell'Ossezia del Nord, Vladivkavkaz. L'Ossezia del Nord è una repubblica meridionale della Federazione russa limitrofa alla Cecenia.

LE RICHIESTE - Il commando ha detto di aver minato l'edificio e ha chiesto di avviare una trattativa con i presidenti dell'Ossezia del Nord, e dell'Inguscezia - due repubbliche autonome della Russia meridionale - e con il medico e attivista dei diritti umani Leonid Roshal il quale aveva già partecipato ai colloqui con il commando terroristico del teatro Dubrovka, nel 2002.
Tra le altre richieste del commando della scuola di Beslan, secondo quanto affermano fonti della protezione civile locale, c'è il rilascio di alcuni guerriglieri arrestati in seguito ad un sanguinoso raid compiuto da un commando ceceno e inguscio nel giugno scorso in Inguscenzia. Non c'è un articolo che spiega un po' meglio quali siano le richieste, su cosa vogliono trattare? mi interesserebbe farmi un idea sulle ragioni di entrambi le parti e non sapere solamente che ci sono dei terroristi che hanno preso in ostaggio degli scolari.

azanoth
01-09-2004, 15.21.25
Originally posted by Vegeta1485
Non c'è un articolo che spiega un po' meglio quali siano le richieste, su cosa vogliono trattare? mi interesserebbe farmi un idea sulle ragioni di entrambi le parti e non sapere solamente che ci sono dei terroristi che hanno preso in ostaggio degli scolari.

comunque che abbiano messo in mezzo dei bambini si commenta da se...volessero anche evitare l'impiccagione delle proprie madri.

Haplo61
01-09-2004, 15.25.15
Originally posted by Vegeta1485
Non c'è un articolo che spiega un po' meglio quali siano le richieste, su cosa vogliono trattare? mi interesserebbe farmi un idea sulle ragioni di entrambi le parti e non sapere solamente che ci sono dei terroristi che hanno preso in ostaggio degli scolari. Cercare di conoscere è sempre bene, ma, in questo caso, qualunque sia la richiesta hanno automaticamente torto. Marcio.

Cmq, hanno richiesto in primis il ritiro dalla cecenia da parte russa e, in seconda battuta, il rilascio di alcuni guerriglieri catturati a giugno.

destino
01-09-2004, 15.31.57
Originally posted by azanoth
si

tenete d'okkio il culo....mai visto un periodo più pericoloso di questo in 40anni.


periodo tranquillissimo

ora al max muoiono 200 pers prima ne potevano morire miliardi a causa di un bottone rosso premuto per errore

.Imrahil
01-09-2004, 15.33.33
I terroristi hanno torto, perchè chi usa tali metodi non può avere ragione. Ma chi ha ragione? La Russia, che invade con tanks la Cecenia?
Pensiamo un po' alla situazione cecena, e cerchiamo di capire perchè questi guerriglieri abbiano deciso di compiere questo atto, cerchiamo di capire perchè ieri una donna si è fatta saltare a Mosca, cerchiamo di capire perchè i terroristi assalirono il teatro Dubrovka.

Haplo61
01-09-2004, 15.37.15
Originally posted by Pantera666
I terroristi hanno torto, perchè chi usa tali metodi non può avere ragione. Ma chi ha ragione? La Russia, che invade con tanks la Cecenia?
Pensiamo un po' alla situazione cecena, e cerchiamo di capire perchè questi guerriglieri abbiano deciso di compiere questo atto, cerchiamo di capire perchè ieri una donna si è fatta saltare a Mosca, cerchiamo di capire perchè i terroristi assalirono il teatro Dubrovka. Ti faccio presente che la cecenia è sempre stata parte della russia.
E' come se il molise non volesse far più parte dell'italia.
O come qui la padania.
Solo che se si parla di padania, tutti a dare giù, mentre i poveri terroristi ceceni, poverini, che male hanno fatto, oltre a massacrare montagne di innocenti?

PS: Nn è per sollevare una polemica sulla situazione interna italiana, sia chiaro, bensì per puntualizzare che quelli sono soltanto volgari assassini. Punto.

destino
01-09-2004, 15.54.25
Originally posted by Pantera666
I terroristi hanno torto, perchè chi usa tali metodi non può avere ragione. Ma chi ha ragione? La Russia, che invade con tanks la Cecenia?
Pensiamo un po' alla situazione cecena, e cerchiamo di capire perchè questi guerriglieri abbiano deciso di compiere questo atto, cerchiamo di capire perchè ieri una donna si è fatta saltare a Mosca, cerchiamo di capire perchè i terroristi assalirono il teatro Dubrovka.


kiunque ammazza altra gente per i propri scopi nn ha ragione, solo ke in guerra conta la vittoria, mica ki ha ragione, quella a costruirla ci pensano gli storici dei vincitori in un secondo tempo

Mach 1
01-09-2004, 16.37.26
indipendentemente dal fatto che abbiano ragione o torto, ricorrere al sequestro di bambini è una delle azioni più bieche che si possano compiere. almeno una volta anche i peggiori criminali avevano una deontologia, al giorno d'oggi ci si sente autorizzati a fare tutto. che abbiano ragione o torto i ceceni, non è mia intenzione addentrarmi in questo campo ora, non è certo questo il modo per fare valere le proprie ragioni e per ottenere l'appoggio dell'opinione pubblica mondiale. Quanto stanno facendo è quanto di più controproducente per la loro causa si possa immaginare.

SnorriSturluson
01-09-2004, 17.06.15
Originally posted by Mach 1
indipendentemente dal fatto che abbiano ragione o torto, ricorrere al sequestro di bambini è una delle azioni più bieche che si possano compiere. almeno una volta anche i peggiori criminali avevano una deontologia, al giorno d'oggi ci si sente autorizzati a fare tutto. che abbiano ragione o torto i ceceni, non è mia intenzione addentrarmi in questo campo ora, non è certo questo il modo per fare valere le proprie ragioni e per ottenere l'appoggio dell'opinione pubblica mondiale. Quanto stanno facendo è quanto di più controproducente per la loro causa si possa immaginare.

Infatti, credo che ogni punto a favore d'un'idea vada a ramengo quando si usano questi metodi.

fppiccolo
01-09-2004, 17.36.00
andremo incontro a una guerra mondiale tra mondo occidentale e mondo arabo, a uno scontro tra 2 culture e 2 civiltà...e non oso pensare a quando i terroristi cominceranno ad usare "gingilli" + pesanti...

Haplo61
01-09-2004, 17.48.20
Originally posted by fppiccolo
andremo incontro a una guerra mondiale tra mondo occidentale e mondo arabo, a uno scontro tra 2 culture e 2 civiltà...e non oso pensare a quando i terroristi cominceranno ad usare "gingilli" + pesanti... Già... loro nn hanno paura di nuclearizzare una città... Quelli che si fanno gli scrupoli non sono certo tra le loro fila... :dentone:

Mach 1
01-09-2004, 18.04.28
Originally posted by Haplo61
Già... loro nn hanno paura di nuclearizzare una città... Quelli che si fanno gli scrupoli non sono certo tra le loro fila... :dentone:

infatti hiroshima l'hanno bombardata i musulmani. :rolleyes:

Haplo61
01-09-2004, 18.09.07
Originally posted by Mach 1
infatti hiroshima l'hanno bombardata i musulmani. :rolleyes: Che c'entra... quello è stato fatto per concludere una guerra, tra i due mali è stato scelto il minore, come insegna la storia

Bertith
01-09-2004, 18.10.08
finirà come al teatro......
alla faccia di squadra alpha......che chiamino i nostri NOCS:birra:

Vegeta1485
01-09-2004, 18.10.54
Originally posted by azanoth
comunque che abbiano messo in mezzo dei bambini si commenta da se...volessero anche evitare l'impiccagione delle proprie madri.
Originally posted by Haplo61
Cercare di conoscere è sempre bene, ma, in questo caso, qualunque sia la richiesta hanno automaticamente torto. Marcio.

Cmq, hanno richiesto in primis il ritiro dalla cecenia da parte russa e, in seconda battuta, il rilascio di alcuni guerriglieri catturati a giugno. So che sarò criticato per questa affermazione, ma non vedo che differenza ci sia fra tenere in ostaggio dei bambini o degli adulti.

Secondo me il punto non sono i metodi, che vengono utlizati ma la necesità di utilizzare determinati metodi, certo bisogne sempre cercare il metodo più indolore, ma alle volte si hanno poche scelte, le regole non si possono sempre rispetare, esse fanno si che si facciano meno morti possibbili e che si tuteli in qualche modo la sicurezza dei "civili", ma alle volte sbilanciano la situazione in favore di una parte e non è detto che sia la parte di chi ha ragione o di chi dei due ha meno torto.

Ora non so se questi teroristi siano stati "costretti" dagli eventi ad attuare questo sequestro o se siano solo delle teste calde che hanno agito impulziavamente ma penso che non gli si possa dare torto o ragione per i metodi che utilizzano (come purtroppo accade spesso), ma che si debba scavare più a fondo e capire: se hanno un qualche dirito di chiedere ciò che vogliono, se questo sequestro era indispensabbile per raggiungere il loro scopo ecc. non si può valutare un idea dai metodi che gli uomini usano per portarla avanti.

Mach 1
01-09-2004, 18.13.43
Originally posted by Haplo61
Che c'entra... quello è stato fatto per concludere una guerra, tra i due mali è stato scelto il minore, come insegna la storia

minore per te che li sotto non c'eri e che adesso non vivi le conseguenze di una irradiazione atomica.:rolleyes:

la tua insensibilità nel parlare di vita e di morte di migliaia di persone, non solo in questa discussione ma in molte altre, mi lascia sempre più perplesso e basito.

Mach 1
01-09-2004, 18.15.45
Originally posted by Bertith
finirà come al teatro......


ho paura di si. se le premesse sono queste non credo che si possa procedere a nessun genere di negoziazione.

le uniche cose possibili a questo punto sono cercare di tirarla in lungo sperando che i sequestratori rilascino qualche altro ostaggio in segno di buona volontà e pregare affinché i terroristi non abbiano il coraggio di infierire veramente su dei bambini.

e se di nuovo si deciderà di ricorrere ai gas nervini non penso che i bambini presenti all'interno dell'edificio riusciranno a sopravvivere ad un simile stress fisico, specie alla luce delle conseguenze dell'attacco nel teatro.

Bertith
01-09-2004, 18.18.18
Originally posted by Mach 1
ho paura di si. se le premesse sono queste non credo che si possa procedere a nessun genere di negoziazione.

le uniche cose possibili a questo punto sono cercare di tirarla in lungo sperando che i sequestratori rilascino qualche altro ostaggio in segno di buona volontà e pregare affinché i terroristi non abbiano il coraggio di infierire veramente su dei bambini.

certo che sono proprio dei vigliacchi a prendersela con i bambini.......solo xkè sono degli "obiettivi + sensibili". fà molto + scalpore se sequestrano dei bambini, invece di ottantenni.....

.29A.
01-09-2004, 18.23.34
Non apro un giornale per 24H e guarda che succede... Niente, o almeno niente di nuovo. Che è successo? Il solito attentato, bambini presi in ostaggio, minacce, rivendicazioni, richieste... Uomini che uccidono uomini, non c'è altro.
Non mi stupisce molto nemmeno il fatto che sia stato aperto un 3d su questo forum, e ancor meno mi stupisce il fatto che la gente commenta sempre nel solito modo, ogni attentato ha i suoi commenti: sempre uguali con delle variazioni casuali che sembrano essere generate da un Algoritmo Frattale, in pratica sempre la solita roba reimpastata e ripresentata con un look diverso... La novità dell'attentato del giorno? Questa pillola di saggezza (idea generalizzata):

"Che abbiano ragione o torto hanno rapito dei bambini quindi vengono messi automaticamente dalla parte del torto"
Nell'ottica dell'attentato io a questa cosa potrei anche essere daccordo... Ma poi mi viene un dubbio: questo è una semplice azione terroristica o fa parte di qualcosa di più grande?
Questa stessa domanda me la sono fatta l'11 settembre 2001 e sapete che risposta ho trovato? Che quello non era un attentato: era una dichiarazione di guerra, chiara e semplice.
Questo non appariva immediatamente chiaro perchè non era una nazione contro una nazione, non era un popolo diviso in due, non era ne la sete di potere ne il bisogno di risorse: Quella era la guerra di un'idea contro un'altra idea. La gente fa fatica ad accettarlo ma noi siamo in guerra, Quella guerra è scoppiata 3 anni fa e la si sta combattendo in questo modo: Edifici presi in ostaggio, rapimenti, bombe, kamikazee, attentati... Se non viene ancora considerata come una guerra è solo perchè a noi non piace l'idea di una guerra. Ma di fatto una guerra è.
Noi li chiamiamo Terroristi, loro sono SOLDATI.
Noi li chiamiamo Attentati, loro le chiamano BATTAGLIE
Noi diciamo che sono dei barbari, loro dicono che siamo degli INFEDELI
Noi diciamo Kamikazee, loro dicono EROE.
EROI Questo sono quelle persone, e non cesserano di esserlo perchè noi li chiamiamo animali, non cesseranno di esserlo perchè le loro azioni ci rivoltano lo stomaco, noi siamo dalla parte opposta, per loro la nostra idea è NIENTE. Quando saranno morti, esigendo un grande tributo di sangue al nemico, le loro famiglie li festeggeranno come Eroi, patrioti il cui sacrificio sarà servito a raggiungere la vittoria.
Non importa se hanno ragione o no. Non è questo il punto! Le guerre non finiscono perchè una delle parti interessate ha torto. Ragione o torto la guerra continua, e continuerà finchè ci sarà "una ragione" e "un torto". Fino a quel giorno le due parti si combatteranno e si odieranno.
Se la gente abbandonasse per un secondo le propie ragioni, guardasse oltre e cessasse di vedere terroristi, potrebbe osservare oltre il sottile ed ingannevole velo che ci nasconde la guerra, e una volta vista la guerra... azioni come prendere in ostaggio bambini non sembreranno più tanto crudeli. In guerra si fa questo ed altro, è stato fatto di peggio in guerre civili, padre contro figlio, vicino contro vicino. Perchè non si dovrebbe arrivare a tanto quando le due parti interessate sono tanto diverse?
La guerra è guerra e non è un caso che faccia tanta paura, ci sono cose molto peggiori che prendere in ostaggio bambini o ucciderli... Una?
Far desiderare a quei bambini di non essere mai nati, farli crescere nell'odio e nella sete di vendetta, facendoli vivere solo per causare morte e dolore.
Quello sarebbe peggio... E in guerra si fa questo e altro.

gefri
01-09-2004, 18.50.38
Originally posted by Khorne
Spera di non avere dei parenti in zona, allora :)
Ma tanto così punisci i cattivi :)

...spero fosse un'esagerazione voluta :tsk:

esagerazione voluta ma non nel senso che intendi tu :)

non si parla di cattivi, si parla di nemici
neanche nostri, sono cazzi russi, ho solo detto la mia su come risolvere la situazione :)

che poi sarebbe una piccola parte di quello che farei sono altri discorsi che non centrano con il topic.

lei che farebbe signor khorne? :)

.Imrahil
01-09-2004, 19.01.54
Originally posted by Haplo61
Ti faccio presente che la cecenia è sempre stata parte della russia.
E' come se il molise non volesse far più parte dell'italia.
O come qui la padania.
Solo che se si parla di padania, tutti a dare giù, mentre i poveri terroristi ceceni, poverini, che male hanno fatto, oltre a massacrare montagne di innocenti?

PS: Nn è per sollevare una polemica sulla situazione interna italiana, sia chiaro, bensì per puntualizzare che quelli sono soltanto volgari assassini. Punto.

Che c'entra, la Cecenia farà pur parte delle Russia politicamente parlando, ma sono secoli che i ceceni vogliono staccarsi.
Prima Stalin mandava i tanks e tutto il mondo si scandalizzava :.: perchè era un regime cosidetto comunista, ora Putin fa lo stesso ma siccome sta dalla parte del mondo occidentale, tutto va bene.

Gi01
03-09-2004, 09.25.48
Il numero degli ostaggi è almeno 1000, se non 1500.

Questo a riprova di quante stronzate ci dica la TV.
Stamattina sono probabilmente stati uccisi alcuni uomini, genitori di qualche bambino prigioniero. L'intera scuola è minata.

Sinceramente, davanti all'insostenibile stupidaggine umana viene solo da stavvare col mondo e sperare che domattina qualcuno ai piani alti capisca che col muro contro muro ci stiamo solo fottendo.

Giulio

Gi01
03-09-2004, 11.23.48
11,17 - SPARI E FORTI ESPLOSIONI. La sparatoria ha provocato un fuggi fuggi tra la gente presente nelle vicinanze della scuola. Secondo alcuni testimoni, i terroristi avrebbero sparato dalle finestre, forse sulla folla, forse sul furgoncino che si presumeva fosse stato autorizzato a entrare per recuperare i corpi delle persone uccise dal commando. La sparatoria va avanti da alcuni minuti, dopo due esplosioni. Un fumo intenso si è innalzato sulla zona.

Tra poco partiamo con le estrazioni del lutto...

the_World
03-09-2004, 12.14.52
Sembra che abbiano liberato la maggior parte dei bambini. Almeno 5 terroristi sono stati uccisi.

onigate
03-09-2004, 12.42.01
semplicemente angosciante :(

AlEiNl0vE
03-09-2004, 13.15.59
Ormai ste cose sono all'ordine del giorno.. che schifo, anche i bambini ora..

Gi01
03-09-2004, 15.24.38
Il numero di morti sembra sia di 3-400 tra conteggiati, in palestra, fuori dall'edificio...
Temo che il vero numero non lo sapremo mai, viene solo da chiedersi "E ora? Quale sarà la prossima?"

Giulio

Thor
03-09-2004, 15.25.17
http://www.corriere.it/speciali/gallerie/2004/settembre/blitz/galleria/jpg/image33.jpg


http://www.corriere.it/Media/Foto/2004/09_Settembre/03/MORTO.jpg


http://www.corriere.it/speciali/gallerie/2004/settembre/blitz/galleria/jpg/image9.jpg



Oggi perdiamo tutti ...........




:(

Asl.DKuj
03-09-2004, 18.32.22
A regola più del 60% degli ostaggi sono finiti uccisi...E bisogna vedere che fine (brutta) faranno quei pochi che sono rimasti in mano ai terroristi ancora vivi

B_eXtreme
03-09-2004, 18.37.24
Un elogio al popolo russo, che come i nepalesi hanno dimostrato coraggio e forza davanti alla tragedia, quel coraggio che noi poveri zombie europeisti non siamo capaci di trovare.
Un elogio a quei coraggiosi che hanno trovato e linciato uno dei terroristi in fuga, sperando che trovino anche l'altro e gli riservino la stessa fine.
Stalin aveva fatto bene a deportare i ceceni, e fu un errore quello di riportarli in quella terra perchè potessero diventare burattini in mano agli interessi sul petrolio che stanno portando a questa spirale di violenza infinita.

B_eXtreme
03-09-2004, 18.41.00
Originally posted by .29A.
Nell'ottica dell'attentato io a questa cosa potrei anche essere daccordo... Ma poi mi viene un dubbio: questo è una semplice azione terroristica o fa parte di qualcosa di più grande?
Questa stessa domanda me la sono fatta l'11 settembre 2001 e sapete che risposta ho trovato? Che quello non era un attentato: era una dichiarazione di guerra, chiara e semplice.
Questo non appariva immediatamente chiaro perchè non era una nazione contro una nazione, non era un popolo diviso in due, non era ne la sete di potere ne il bisogno di risorse: Quella era la guerra di un'idea contro un'altra idea. La gente fa fatica ad accettarlo ma noi siamo in guerra, Quella guerra è scoppiata 3 anni fa e la si sta combattendo in questo modo: Edifici presi in ostaggio, rapimenti, bombe, kamikazee, attentati... Se non viene ancora considerata come una guerra è solo perchè a noi non piace l'idea di una guerra. Ma di fatto una guerra è.
Noi li chiamiamo Terroristi, loro sono SOLDATI.
Noi li chiamiamo Attentati, loro le chiamano BATTAGLIE
Noi diciamo che sono dei barbari, loro dicono che siamo degli INFEDELI
Noi diciamo Kamikazee, loro dicono EROE.


Hai ragione, siamo in guerra.
Infatti non capisco cosa ancora dobbiamo aspettare prima di espelerli tutti dalle nostre nazioni e poi farli fuori tutti.

X.xDaRkGiDaNx.X
03-09-2004, 18.47.10
I bambini nn li dovevano toccare.
Quoto ki ha detto ke oggi abbiamo perso tutti.

samgamgee
03-09-2004, 18.52.24
Originally posted by B_eXtreme
Hai ragione, siamo in guerra.
Infatti non capisco cosa ancora dobbiamo aspettare prima di espelerli tutti dalle nostre nazioni e poi farli fuori tutti.

ma tutti chi? Ma quali "nostre nazioni"? Gli Arabi? I Biondi? Gli Ebrei? I Neri? I Ceceni? I Nerd? I Metallari? Chi?

.29A.
03-09-2004, 18.56.24
Originally posted by B_eXtreme
Hai ragione, siamo in guerra.
Infatti non capisco cosa ancora dobbiamo aspettare prima di espelerli tutti dalle nostre nazioni e poi farli fuori tutti.
Tesoro... Non quotare me per dire queste stronzate....:asd:

AlexRnR
03-09-2004, 19.04.11
Mi dispiace un casino per quei poveri bambini... nn voglio essere in qualche modo "razzista", ma auguro a coloro che perpetrano questi atti di terrore ogni male possibile... auguro loro quanto di più terribile si possa anche solamente immaginare...

.Imrahil
03-09-2004, 19.13.33
Originally posted by B_eXtreme
Un elogio al popolo russo, che come i nepalesi hanno dimostrato coraggio e forza davanti alla tragedia, quel coraggio che noi poveri zombie europeisti non siamo capaci di trovare.
Un elogio a quei coraggiosi che hanno trovato e linciato uno dei terroristi in fuga, sperando che trovino anche l'altro e gli riservino la stessa fine.
Stalin aveva fatto bene a deportare i ceceni, e fu un errore quello di riportarli in quella terra perchè potessero diventare burattini in mano agli interessi sul petrolio che stanno portando a questa spirale di violenza infinita.

Ma persone come te esistono? No, impossibile, devi essere un fake.

samgamgee
03-09-2004, 19.17.33
Originally posted by Pantera666
Ma persone come te esistono? No, impossibile, devi essere un fake.

Quante verità dietro questa frase :asd:

E' un ritorno, non è un fake... :asd: Non l'avete riconosciuto?

B_eXtreme
03-09-2004, 19.29.15
Originally posted by samgamgee
ma tutti chi? Ma quali "nostre nazioni"? Gli Arabi? I Biondi? Gli Ebrei? I Neri? I Ceceni? I Nerd? I Metallari? Chi?

Prima di tutto sarebbe opportuno i cancri all'interno della nostra stessa società.

.Imrahil
03-09-2004, 19.29.19
Originally posted by samgamgee
Quante verità dietro questa frase :asd:

E' un ritorno, non è un fake... :asd: Non l'avete riconosciuto?

No, non dirmi che è... :.:

lady_winc
03-09-2004, 19.29.44
io non ho parole davvero.....
i bambini no.... ho provato una pena immensa oggi nel vedere quelle immagini....

.29A.
03-09-2004, 19.58.47
Originally posted by Pantera666
No, non dirmi che è... :.:
http://digilander.libero.it/the_writer/C/c59.gif

X3N0M
03-09-2004, 20.33.06
scusate, essendo lamer non ho capito chi è :|

darkel? dinofly?

Dalmo
03-09-2004, 20.33.50
Originally posted by samgamgee
Quante verità dietro questa frase :asd:

E' un ritorno, non è un fake... :asd: Non l'avete riconosciuto?
Beh, sono dei celebrolesi, non hanno ancora capito che è un mio fake. :asd:
Che ghei :asd:

.29A.
03-09-2004, 21.20.38
Originally posted by Pantera666
Ma persone come te esistono? No, impossibile, devi essere un fake.

Mistero risolto, non è un Fake, nemmeno un ritorno.
Secondo me è la moglie di chi so io.:asd:

B_eXtreme
03-09-2004, 21.22.17
Complimenti per la sensibilità, questo è sicuramente il topic adatto per queste stronzate :azz:

Hex
04-09-2004, 02.10.35
Queste immagini fanno rabbrividire.... guardate l'angoscia nelle loro faccie :(

Unik0rn
04-09-2004, 09.15.41
Volevo aprire qst topic in onore dei bambini tenuti cm ostaggi dai terroristi ceceni...piccoli bambini russi tenuti in una scuola x circa 2 o 3 giorni...senza acqua,aria,cibo...e senza andare in bagno...una sofferenza x tutti noi...o almeno spero...volti spaventati,feriti,morti...e ankora nn è finita...nn so cm descriverlo...
Ormai è visto in tutti i telegiornali: Voi ke ne pensate ?

destino
04-09-2004, 09.20.45
io invece penso a come è possibile ke delle truppe speciali in un paese come la Russia siano cosi disorganizzate e soprattutto come è possibile ke quello ke doveva essere un blitz sia durato ore e ore

EyeSky
04-09-2004, 09.37.44
Originally posted by destino
io invece penso a come è possibile ke delle truppe speciali in un paese come la Russia siano cosi disorganizzate e soprattutto come è possibile ke quello ke doveva essere un blitz sia durato ore e ore

:tsk: gia, concordo con te Destino. Da non crederci.

thedarkmind
04-09-2004, 10.00.47
E stiamo parlando della Russia, non so se mi spiego... Vergognoso

Brus
04-09-2004, 10.07.27
Originally posted by destino
io invece penso a come è possibile ke delle truppe speciali in un paese come la Russia siano cosi disorganizzate e soprattutto come è possibile ke quello ke doveva essere un blitz sia durato ore e ore

Mah, secondo me non si possono fare ste sparate...
Non conoscete la situazione reale, non conoscete le decine/centinaia di variabili che ci possono essere, non conoscete le reazioni che possono avere gli ostaggi. Non si parla di una casetta con 3/4 ostaggi. Sempre che ci si lamenta...:|

destino
04-09-2004, 11.55.12
Originally posted by Brus
Mah, secondo me non si possono fare ste sparate...
Non conoscete la situazione reale, non conoscete le decine/centinaia di variabili che ci possono essere, non conoscete le reazioni che possono avere gli ostaggi. Non si parla di una casetta con 3/4 ostaggi. Sempre che ci si lamenta...:|

Nn li conosci tu scusa

Situazione: scuola occupata da una trentina di terroristi di cui alcume donne con giacche kamikaze pronte a farsi saltare in aria.
Probabile divisione tra banbimi e gente adulta e probabile esecuzione di alcune persone ritenute meno remissive per rendere la situazione + controllabile. Probabile presenza di esplosivi nelle fondamenta dell'edificio per far saltare tutto in aria in grande stile.

Stima dell'intervento: nn è possibile alcun intervento diretto e veloce dei corpi speciali per 2 motivi:

1) nn si conosce il numero esatto degli attentatori e nn si riesce a distinguere facilmente i target da colpire
2) troppa gente da salvare che potrebbe essere bersaglio di proiettili vaganti dall'una e dall'altra parte


soprattutto il punto 2 rende impossibile il blitz usando delle flash bang per intontire i terroristi proprio perke l'uso delle flash bang senza l'individuazione della posizione e del numero di terroristi da eliminare con una rapida incursione di cecchini e uomini armati rende inutilizzabili tali bombe speciali.

Quindi come gia detto il blitz era irrealizzabile e infatti si è trasformato in guerriglia con la morte di + di 300 persone ( con bilancio ke si aggrava di ora in ora)

L'unico motivo vero per agire potrebbe essere la scoperta proprio dell'intenzione dei terroristi di far saltare l'edificio uccidendo tutti

Squizzo
04-09-2004, 12.12.02
sticazzi, destino...hanno deciso di attaccare quando i terroristi hanno sparato sulle persone a cui era stato dato il permesso di entrare a portare dei viveri o qualcosa di simile dentro la scuola, non prima, e probabilmente tutta la gente nella palestra era stata ammazzata da prima, visto che erano ammassati tutti con evidenti segni che era stata un'esecuzione in piena regola...puoi criticare l'intervento che fecero al teatro l'anno scorso, ma non su questo...

Dalcinho88
04-09-2004, 12.33.28
Originally posted by Squizzo
sticazzi, destino...hanno deciso di attaccare quando i terroristi hanno sparato sulle persone a cui era stato dato il permesso di entrare a portare dei viveri o qualcosa di simile dentro la scuola, non prima, e probabilmente tutta la gente nella palestra era stata ammazzata da prima, visto che erano ammassati tutti con evidenti segni che era stata un'esecuzione in piena regola...puoi criticare l'intervento che fecero al teatro l'anno scorso, ma non su questo...

Ti sbagli...a quanto mi pare hanno cominciato a sparare quando 40 ragazzi hanno provato a fuggire....il bliz non era stato preparato e per quello non è stato un bliz...e poi se il bliz andava male...quello preparato intendo e ammazzavano 400 bambini sai che casino veniva fuori...rivolte contro lo stato ecc...avrebbero dato la colpa al presidente che aveva dato il via libera...quindi hanno aspettato...ma perchè poi i bambini erano tutti mezzi nudi...?

destino
04-09-2004, 12.43.48
Originally posted by Squizzo
sticazzi, destino...hanno deciso di attaccare quando i terroristi hanno sparato sulle persone a cui era stato dato il permesso di entrare a portare dei viveri o qualcosa di simile dentro la scuola, non prima, e probabilmente tutta la gente nella palestra era stata ammazzata da prima, visto che erano ammassati tutti con evidenti segni che era stata un'esecuzione in piena regola...puoi criticare l'intervento che fecero al teatro l'anno scorso, ma non su questo...


mettila come vuoi ma è stato un intervento da dilettanti allo sbaraglio

A quel punto bisogna valutare il da farsi ed escogitare un piano anke se avevano sparato uccidendo delle persone, nn darsi alla guerriglia

Per la guerriglia sec te ci vogliono le truppe speciali? Bastava la polizia scusa, si sono fatti prendere dal panico, segno ke l'operazione nn era guidata da un comandante con le palle

Gi01
04-09-2004, 12.54.52
Sinceramente, come detto nell'altro post, che c'è da dire? Nulla.
Alla fine si parlerà di 400 morti e migliaia di traumatizzati.
Evitabile? Non so, non lo voglio sapere e comunque non lo sapremo mai certo.

L'unica cosa è sinceramente levare un pensiero, una preghiera, un momento dentro sé perché queste cose fanno male al mondo, e il mondo non ne ha proprio bisogno...

Giulio

fek_
04-09-2004, 13.00.25
Originally posted by Gi01
Sinceramente, come detto nell'altro post, che c'è da dire? Nulla.
Alla fine si parlerà di 400 morti e migliaia di traumatizzati.
Evitabile? Non so, non lo voglio sapere e comunque non lo sapremo mai certo.

L'unica cosa è sinceramente levare un pensiero, una preghiera, un momento dentro sé perché queste cose fanno male al mondo, e il mondo non ne ha proprio bisogno...

Giulio

Fa anche malissimo al mondo il bombardare una regione come la Cecenia riducendola all'eta' della pietra. Sai quanti bambini e non solo ci sono morti?
Alla luce di questo si puo' capire perche' i ceceni abbiano anche le balle girate.
Con questo non voglio assolutamente giustificare un atto spregievole come questo attacco alla scuola, voglio solo sottolineare che a parlare di mali del mondo non si va da nessuna parte: non e' stato un atto malvagio, ma una conseguenza di continui atti terroristici ai danni della popolazione cecena.

Sarebbe opportuna una soluzione politica al problema adesso.

destino
04-09-2004, 13.02.48
Originally posted by fek_

Sarebbe opportuna una soluzione politica al problema adesso.

per la serie l'attentato ha fatto il suo effetto

Brus
04-09-2004, 13.03.20
Originally posted by destino
Nn li conosci tu scusa

Esatto, ma so che non è facile, quindi non dico "quelle forze speciali non sanno far nulla".



Destino wrote:

e soprattutto come è possibile ke quello ke doveva essere un blitz sia durato ore e ore





2) troppa gente da salvare che potrebbe essere bersaglio di proiettili vaganti dall'una e dall'altra parte


soprattutto il punto 2 rende impossibile il blitz usando delle flash bang per intontire i terroristi proprio perke l'uso delle flash bang senza l'individuazione della posizione e del numero di terroristi da eliminare con una rapida incursione di cecchini e uomini armati rende inutilizzabili tali bombe speciali.


Ti sei risposto da solo :D

kyjorkx
04-09-2004, 13.06.55
Originally posted by destino
per la serie l'attentato ha fatto il suo effetto
No.
Per la serie anche i bambini ceceni fanno il loro effetto.

destino
04-09-2004, 13.07.44
Originally posted by Gi01


L'unica cosa è sinceramente levare un pensiero, una preghiera, un momento dentro sé perché queste cose fanno male al mondo, e il mondo non ne ha proprio bisogno...

Giulio

siccome nn mi piace piangere su persone ke nn conosco io preferirei invece analizzare i dati e le immagini per capire cosa è andato storto in modo da evitare in un futuro prossimo una tale carneficina

Studio sistematico di ogni singolo frammento di diapositiva e studio psicologico dei terroristi questo adesso spero ke faccia il governo russo di concreto, passando i dati pure ai governi amici e vedendo di valutare seriamente se le sue truppe scelte sono all'altezza di quelle degli altri stati ( vedi Usa, Israele e Gb ) e se occorre eventualmente mandare questi corpi scelti ad addestrarsi in inghilterra in modo da raggiungere un maggior grado di esperienza e di freddezza

destino
04-09-2004, 13.12.04
Originally posted by kyjorkx
No.
Per la serie anche i bambini ceceni fanno il loro effetto.


no per la serie esistono altre strade per raggiungere l'indipendenza come accaduto in altri stati satelliti figli della madre URSS

Volete davvero l'indipendenza e nn + grane dal colosso russo? Negoziate sui vostri giacimenti petroliferi, perke nel mondo il topolino puo mordere il gigante ma state sicuri ke prima o poi il gigante lo skiaccia il topo

fek_
04-09-2004, 13.21.06
Originally posted by destino
per la serie l'attentato ha fatto il suo effetto

Per la serie se muoiono i bambini ceceni non interessa a nessuno, ma se muoiono quelli russi tutti a piangere. Ipocrisia.

Sarebbe opportuna una soluzione politica per non farne morire nessuno.

Mach 1
04-09-2004, 13.22.57
Originally posted by destino
Nn li conosci tu scusa

Situazione: scuola occupata da una trentina di terroristi di cui alcume donne con giacche kamikaze pronte a farsi saltare in aria.
Probabile divisione tra banbimi e gente adulta e probabile esecuzione di alcune persone ritenute meno remissive per rendere la situazione + controllabile. Probabile presenza di esplosivi nelle fondamenta dell'edificio per far saltare tutto in aria in grande stile.

Stima dell'intervento: nn è possibile alcun intervento diretto e veloce dei corpi speciali per 2 motivi:

1) nn si conosce il numero esatto degli attentatori e nn si riesce a distinguere facilmente i target da colpire
2) troppa gente da salvare che potrebbe essere bersaglio di proiettili vaganti dall'una e dall'altra parte


soprattutto il punto 2 rende impossibile il blitz usando delle flash bang per intontire i terroristi proprio perke l'uso delle flash bang senza l'individuazione della posizione e del numero di terroristi da eliminare con una rapida incursione di cecchini e uomini armati rende inutilizzabili tali bombe speciali.

Quindi come gia detto il blitz era irrealizzabile e infatti si è trasformato in guerriglia con la morte di + di 300 persone ( con bilancio ke si aggrava di ora in ora)

L'unico motivo vero per agire potrebbe essere la scoperta proprio dell'intenzione dei terroristi di far saltare l'edificio uccidendo tutti

te giochi troppo a counterstrike :sisi:

samgamgee
04-09-2004, 13.23.03
Hum...c'era già un thread sulla situazione in Cecenia...io mergio.

kyjorkx
04-09-2004, 13.27.26
Originally posted by destino
no per la serie esistono altre strade per raggiungere l'indipendenza come accaduto in altri stati satelliti figli della madre URSS

Perché non lo fecero?
Nel '91 Dudaev proclamò l'indipendenza (come già era stato fatto ad esempio dai paesi baltici), ma nel '94 qualcuno pensò bene di invadere la Cecenia e da lì ci ritroviamo nella situazione attuale.

destino
04-09-2004, 13.39.08
Originally posted by kyjorkx
Perché non lo fecero?
Nel '91 Dudaev proclamò l'indipendenza (come già era stato fatto ad esempio dai paesi baltici), ma nel '94 qualcuno pensò bene di invadere la Cecenia e da lì ci ritroviamo nella situazione attuale.

si ma il problema resta sempre e solo lo stesso...

perke l'invasione?

risposta

Petrolio

destino
04-09-2004, 13.39.59
Originally posted by Mach 1
te giochi troppo a counterstrike :sisi:


nn ci ho mai giocato :asd:

alcoolwarriors
04-09-2004, 14.20.45
Originally posted by B_eXtreme
Un elogio al popolo russo, che come i nepalesi hanno dimostrato coraggio e forza davanti alla tragedia, quel coraggio che noi poveri zombie europeisti non siamo capaci di trovare.
Un elogio a quei coraggiosi che hanno trovato e linciato uno dei terroristi in fuga, sperando che trovino anche l'altro e gli riservino la stessa fine.
Stalin aveva fatto bene a deportare i ceceni, e fu un errore quello di riportarli in quella terra perchè potessero diventare burattini in mano agli interessi sul petrolio che stanno portando a questa spirale di violenza infinita.


Originally posted by B_eXtreme
Complimenti per la sensibilità, questo è sicuramente il topic adatto per queste stronzate


:metal:

fek_
04-09-2004, 15.08.04
Originally posted by Haplo61
Che c'entra... quello è stato fatto per concludere una guerra, tra i due mali è stato scelto il minore, come insegna la storia

Ma la storia andrebbe anche letta sui libri di storia non imparata al cinema.
Infatti la storia ci insegna che l'imperatore del giappone propose la propria resa incondizionata agli USA e la resa fu rifiutata per motivi strettamente politici: era nell'interesse degli USA mostrare all'URSS l'efficacia della propria arma per scoraggiarne un'eventuale invasione dell'Europa occidentale. Per altro, questa eventuale invasione non era nei piani del Cremlino.
In conclusione, la storia insegna che la bomba di Hiroshima non fu per concludere una guerra gia' conclusa ma per imporre il volere USA in Europa.

Hex
04-09-2004, 15.53.05
Originally posted by fek_
Ma la storia andrebbe anche letta sui libri di storia non imparata al cinema.
Infatti la storia ci insegna che l'imperatore del giappone propose la propria resa incondizionata agli USA e la resa fu rifiutata per motivi strettamente politici: era nell'interesse degli USA mostrare all'URSS l'efficacia della propria arma per scoraggiarne un'eventuale invasione dell'Europa occidentale. Per altro, questa eventuale invasione non era nei piani del Cremlino.
In conclusione, la storia insegna che la bomba di Hiroshima non fu per concludere una guerra gia' conclusa ma per imporre il volere USA in Europa.

Eppure sul mio libro dice che il l'imperatore Hirohito dichiarò la resa ma i sindacati votarono per proseguirla... e quindi gli usa lanciarono la bomba e Hirohito prese la decisione da solo per finire la guerra!

SnorriSturluson
04-09-2004, 16.01.43
Originally posted by destino
si ma il problema resta sempre e solo lo stesso...

perke l'invasione?

risposta

Petrolio

Capisco che è l'unica soluzione, ma comunque a molti politici ceceni dispiacerebbe vendere il petrolio in cambio dell'indipendenza.

B_eXtreme
04-09-2004, 16.30.30
Originally posted by destino
io invece penso a come è possibile ke delle truppe speciali in un paese come la Russia siano cosi disorganizzate e soprattutto come è possibile ke quello ke doveva essere un blitz sia durato ore e ore

Per me i russi sn i migliori militari al mondo dopo gli israeliani... se succedeva da noi non se ne salvava uno di ostaggio per me.

fek_
04-09-2004, 16.49.25
Originally posted by Hex
Eppure sul mio libro dice che il l'imperatore Hirohito dichiarò la resa ma i sindacati votarono per proseguirla... e quindi gli usa lanciarono la bomba e Hirohito prese la decisione da solo per finire la guerra!

No, Hiroito prese gia' da solo la decisione di resa e la comunico' agli USA. Questa comunicazione e' ben documentata negli archivi resi pubblici negli anni 60. Se sei piu' interessato all'argomento, ho un paio di libri che parlano solo di questo.

Hex
04-09-2004, 16.52.40
Originally posted by fek_
No, Hiroito prese gia' da solo la decisione di resa e la comunico' agli USA. Questa comunicazione e' ben documentata negli archivi resi pubblici negli anni 60. Se sei piu' interessato all'argomento, ho un paio di libri che parlano solo di questo.

Grazie dell'approfondimento ;)

Elrond.
04-09-2004, 17.33.16
Sinceramente credo che sia troppo presto, per quanto ci riguarda, per ricostruire un quadro organico della vicenda, dal quale trarre considerazioni sull'inopportunità o, viceversa, sull'ineluttabilità della condotta tenuta dai servizi speciali russi ( i quali pare abbiano riportato, fra l'altro, una decina di perdite ). D'altra parte lo stesso Putin si è espresso duramente nei confronti di tale operato.
Probabilmente la situazione non è stata gestita in modo impeccabile, ma non me la sento di elaborare giudizi sull'entità di tale responsabilità. Anzitutto si dovrebbe determinare quanti fossero i morti ed i feriti all'interno della scuola prima dell'avvio delle operazioni di salvataggio; in secondo luogo si dovrebbe chiarire quanto sia stata determinante l'inefficienza dei servizi speciali sotto il profilo tattico ( soprattutto nell'avvio del blitz, che pare il punto più controverso, ma anche nella sua successiva coordinazione ), e quanto sotto il profilo esecutivo ( ovvero relativamente all'esecuzione materiale del blitz ).

B_eXtreme
04-09-2004, 17.35.36
Originally posted by Elrond.
Sinceramente credo che sia troppo presto, per quanto ci riguarda, per ricostruire un quadro organico della vicenda, dal quale trarre considerazioni sull'inopportunità o, viceversa, sull'ineluttabilità della condotta tenuta dai servizi speciali russi ( i quali pare abbiano riportato, fra l'altro, una decina di perdite ). D'altra parte lo stesso Putin si è espresso duramente nei confronti di tale operato.
Probabilmente la situazione non è stata gestita in modo impeccabile, ma non me la sento di elaborare giudizi sull'entità di tale responsabilità. Anzitutto si dovrebbe determinare quanti fossero i morti ed i feriti all'interno della scuola prima dell'avvio delle operazioni di salvataggio; in secondo luogo si dovrebbe chiarire quanto sia stata determinante l'inefficienza dei servizi speciali sotto il profilo tattico ( soprattutto nell'avvio del blitz, che pare il punto più controverso, ma anche nella sua successiva coordinazione ), e quanto sotto il profilo esecutivo ( ovvero relativamente all'esecuzione materiale del blitz ).

Probabilmente queste cose non le sapremo mai, rimarrano un "segreto di stato".

.Imrahil
04-09-2004, 18.51.12
Originally posted by B_eXtreme
Per me i russi sn i migliori militari al mondo dopo gli israeliani... se succedeva da noi non se ne salvava uno di ostaggio per me.


già, e lo si è visto chiaramente al teatro Dubrovka :roll3:

X3N0M
04-09-2004, 19.00.41
Originally posted by B_eXtreme
Per me i russi sn i migliori militari al mondo dopo gli israeliani... se succedeva da noi non se ne salvava uno di ostaggio per me.


gli israeliani? :|

http://free.freespeech.org/americanstateterrorism/palestine/plstngraphics/IsraeliBulliesLittleGirls.jpg

http://www.doublestandards.org/aggress.jpg

http://www.nyu.edu/globalbeat/jpg/crossingpoint.jpg

http://free.freespeech.org/americanstateterrorism/palestine/plstngraphics/Palestinianboydad4.jpg

http://free.freespeech.org/americanstateterrorism/palestine/plstngraphics/IsraeliBullies.jpg

:|

.Imrahil
04-09-2004, 19.05.23
Originally posted by X3N0M
gli israeliani? :|

:|


Dal punto di vista della professionalità, B_eXtreme ha ragione. Il fatto che poi siano dei figli di troia è un altro discorso. Come efficienza sono i migliori.

X3N0M
04-09-2004, 19.52.09
come efficenza sono meglio gli americani...

SnorriSturluson
04-09-2004, 20.10.35
Catania,04 set 2004 -17:49



Ossezia, su chat russa pedofili cercano foto bambini


E' stato scoperto, su una chat russa, uno scambio di dialoghi in inglese tra pedofili che chiedevano di iniziare uno scambio di foto dei bambini "nudi" della scuola di Beslan. Lo denuncia, alla polizia postale e delle comunicazioni di Catania per l'espletazione e l'approfondimento del caso, l'associazione Meter di don Fortunato Di Noto.
Sebbene dispiaciuti, i pedofili sono rimasti attratti dalle immagini di "bambini che sessualmente ci attraggono". "La gravità dei dialoghi (anche se in alcuni casi, qualche pedofilo sensibile protestava) ci riporta - dice Di Noto - da una parte alla giusta e corretta informazione e divulgazione delle immagini, dall'altra all' indegno uso strumentale di alcuni soggetti pedopornografi che lucrano e godono sulle tragedie dell' umanità soprattutto dei bambini". Avrà luogo stasera, nella parrocchia Madonna del Carmine di Avola sede dell'Associazione Meter, una messa per "le vittime di questo orrendo terrorismo".

destino
04-09-2004, 20.14.38
Originally posted by SnorriSturluson
Catania,04 set 2004 -17:49



Ossezia, su chat russa pedofili cercano foto bambini


E' stato scoperto, su una chat russa, uno scambio di dialoghi in inglese tra pedofili che chiedevano di iniziare uno scambio di foto dei bambini "nudi" della scuola di Beslan. Lo denuncia, alla polizia postale e delle comunicazioni di Catania per l'espletazione e l'approfondimento del caso, l'associazione Meter di don Fortunato Di Noto.
Sebbene dispiaciuti, i pedofili sono rimasti attratti dalle immagini di "bambini che sessualmente ci attraggono". "La gravità dei dialoghi (anche se in alcuni casi, qualche pedofilo sensibile protestava) ci riporta - dice Di Noto - da una parte alla giusta e corretta informazione e divulgazione delle immagini, dall'altra all' indegno uso strumentale di alcuni soggetti pedopornografi che lucrano e godono sulle tragedie dell' umanità soprattutto dei bambini". Avrà luogo stasera, nella parrocchia Madonna del Carmine di Avola sede dell'Associazione Meter, una messa per "le vittime di questo orrendo terrorismo".


mancava solo don Di noto per completare il quadretto :bah:

gefri
04-09-2004, 20.18.59
Originally posted by X3N0M
gli israeliani? :|

:|

quelle immagino contano meno di un cazzo.

B_eXtreme
04-09-2004, 20.22.11
Originally posted by Pantera666
Dal punto di vista della professionalità, B_eXtreme ha ragione. Il fatto che poi siano dei figli di troia è un altro discorso. Come efficienza sono i migliori.

Esatto, lo stesso vale per i russi.
Nel teatro avevano deciso di sbattersene degli ostaggi e buttare un gas per ammazzare tutti, quelle sn scelte strategiche (da bastardi ok) ma nn centrano con la professionalità degli eserciti.
Durante la guerra dei 6 giorni in una settimana israele stava vincendo da sola contro Egitto, Giordania, Siria e Iraq.
Gli americani sn bravi ma nn al livello di questi, basta vedere tutti gli errori che hanno fatto in iraq.

SnorriSturluson
04-09-2004, 20.42.50
Originally posted by destino
mancava solo don Di noto per completare il quadretto :bah:
Appunto.

Peter Pan
04-09-2004, 20.54.08
Ma se la Cecenia vuole l'indipendenza, perché la Russia non la dichiara?


Perché poi si dorvebbe darla anche all'Irlanda del Nord, come chiede l'I.R.A.?

E poi... ai territori della Palestina occupati con le armi da Israele?

E poi... al Regno di Sicilia occupato nell'800 dall'Esercito Piemontese?




Dal Congresso di Vienna fino ad oggi tutti i Governi hanno teso le loro politiche alla unione di diverse Nazioni sotto un unico Stato.

E mentre in Italia i Leghisti chiedono (secondo me a ragione, se solo adottassero metodi più intelligenti...) la separazione, l'Unione Europea continua ad ingrandirsi.


È una mia impressione o negli ultimi decenni abbiamo assistito al fallimento dell'ideologia degli Stati nazionali? Perché nessuno se ne accorge?

Si fa presto a parlare di terroristi. Ci sappiamo solo scandalizzare di quello che fanno. E nessuno ha un po' di coraggio di ascoltare quello che loro vogliono dirci. Perché nessuno si scandalizza della GB che occupa l'Irlanda, di Israele che occupa la Palestina, gli USA che invadono l'Iraq, la Russia che non lascia libera la Cecenia...

Sappiamo solo scandalizzarci, perché la nuova opinione pubblica non è altro che il pensiero delle vecchie dittature.

SnorriSturluson
04-09-2004, 21.01.42
Si fa presto a parlare di terroristi. Ci sappiamo solo scandalizzare di quello che fanno. E nessuno ha un po' di coraggio di ascoltare quello che loro vogliono dirci. Perché nessuno si scandalizza della GB che occupa l'Irlanda, di Israele che occupa la Palestina, gli USA che invadono l'Iraq, la Russia che non lascia libera la Cecenia...

Solo perché non ci si strappano i peli dal pube per ogni atto di rivendicazione nazionale non significa che ce non ce ne freghi.

Matu_ALD
04-09-2004, 21.32.09
Originally posted by Peter Pan
Ma se la Cecenia vuole l'indipendenza, perché la Russia non la dichiara?


Perché poi si dorvebbe darla anche all'Irlanda del Nord, come chiede l'I.R.A.?

E poi... ai territori della Palestina occupati con le armi da Israele?

E poi... al Regno di Sicilia occupato nell'800 dall'Esercito Piemontese?




Dal Congresso di Vienna fino ad oggi tutti i Governi hanno teso le loro politiche alla unione di diverse Nazioni sotto un unico Stato.

E mentre in Italia i Leghisti chiedono (secondo me a ragione, se solo adottassero metodi più intelligenti...) la separazione, l'Unione Europea continua ad ingrandirsi.


È una mia impressione o negli ultimi decenni abbiamo assistito al fallimento dell'ideologia degli Stati nazionali? Perché nessuno se ne accorge?

Si fa presto a parlare di terroristi. Ci sappiamo solo scandalizzare di quello che fanno. E nessuno ha un po' di coraggio di ascoltare quello che loro vogliono dirci. Perché nessuno si scandalizza della GB che occupa l'Irlanda, di Israele che occupa la Palestina, gli USA che invadono l'Iraq, la Russia che non lascia libera la Cecenia...

Sappiamo solo scandalizzarci, perché la nuova opinione pubblica non è altro che il pensiero delle vecchie dittature.

Si fa presto a dire terroristi? Assaltare una scuola, prendere in ostaggio diverse centinaia di bambini, sparargli addosso mentre cercano di fuggire. No, non sono terroristi, ascoltiamoli mentre si fanno saltare in aria insieme ai bambini, cerchiamo di capire quello che hanno da dirci.
La colpa è di Putin, dei Russi, degli Osseti, di quei bambini che andavano al loro primo giorno di scuola. Ma non di quelle brave persone che hanno qualcosa da dirci mentre sparano su dei bambini. Ma che cazzo me ne frega di quello che hanno da dire. Chi disprezza la vita umana in modo così abominevole non ha nulla da dire che meriti di essere ascoltato, deve solo sparire dalla faccia della terra.
Aggiungo una sola cosa: potrebbe capitarmi qualsiasi cosa, anche la più tremenda, ma so che non andrei MAI in una scuola a sparare a degli innocenti.
Tu visto che non ti scandalizzi forse si?

fek_
04-09-2004, 22.16.00
Originally posted by Matu_ALD
Ma che cazzo me ne frega di quello che hanno da dire. Chi disprezza la vita umana in modo così abominevole non ha nulla da dire che meriti di essere ascoltato, deve solo sparire dalla faccia della terra.


Quindi mi stai dicendo che chi ha deciso le sanzioni economiche contro l'Iraq causando la morte di un milione e mezzo di bambini (non 300) in 10 anni dovrebbe sparire dalla faccia della terra. Dico bene?



Aggiungo una sola cosa: potrebbe capitarmi qualsiasi cosa, anche la più tremenda, ma so che non andrei MAI in una scuola a sparare a degli innocenti.
Tu visto che non ti scandalizzi forse si?

Butteresti bombe a grappolo su un villaggio invece?

SnorriSturluson
04-09-2004, 22.17.39
Originally posted by fek_
Butteresi bombe a grappolo su un villaggio invece?

No, napalm, col petrolio funziona meglio :teacher:

Matu_ALD
05-09-2004, 00.39.37
Originally posted by fek_
Quindi mi stai dicendo che chi ha deciso le sanzioni economiche contro l'Iraq causando la morte di un milione e mezzo di bambini (non 300) in 10 anni dovrebbe sparire dalla faccia della terra. Dico bene?



Butteresti bombe a grappolo su un villaggio invece?


- Sono tra i 500.000 e i 750.00 in 5 anni ed è stata un'altra abominevole vergogna. Save the children (http://www.savethechildren.it/2003/emergenze.asp?id=1&n_corpo=3)

- Io no. Tu?

Ma che cavolo c'entra? Quoto un'affermazione dove rimango stupefatto della capacità di fare distinguo, "Si fa presto a parlare di terroristi", su quest'ultima tragedia e mi rispondi con domande di una banalità sconcertante, solo perchè dal mio post ti sembra di aver capito che io appartenga ad un'area politica a te non congeniale. Non è così.
Io non faccio distinguo: i bambini sono sempre bambini, palestinesi, israeliani, iracheni, afghani, ceceni, osseti, sudanesi, congolesi, ruandesi, americani, italiani eccetera. Sono l'innocenza e il nostro futuro. Il futuro dove i miei figli, i nostri figli vivranno.
Tu fai invece una classifica?

Squizzo
05-09-2004, 04.07.01
Originally posted by Matu_ALD
Ma che cavolo c'entra? Quoto un'affermazione dove rimango stupefatto della capacità di fare distinguo, "Si fa presto a parlare di terroristi", su quest'ultima tragedia

forse si intendeva dire che tale odio non nasce così dal nulla? certo, tutti siamo inorriditi dai fatti di questi giorni, ma ricorda anche che i sequestratori, soprattutto le donne che facevano parte di quel gruppo, avevano perso mariti e figli per colpa dell'esercito russo...perchè non è che in questi giorni si stia parlando dei massacri che i russi hanno fatto in cecenia che hanno portato alla situazione attuale...se della gente arriva a commettere simili gesti, evidentemente è arrivata sul punto della disperazione totale...sarebbe bastato che Putin avesse concesso l'indipendenza ai ceceni e tutto questo non sarebbe mai successo...ma visto che preferisce sterminare un popolo pur di non rinunciare al petrolio, alla fine non è per niente diverso da quei terroristi...

Fanto64
05-09-2004, 08.39.13
assurdo. si cercano giustificazini per quei....... bo chiamiamoli terroristi. impensabile "Se putin avesse..... come dire nel piccolo che se le donno al posto di oppurre resistenza aprissero le gambe..... non ci serebbe bisogno dello stupro,
ba CHE SCHIFO !!!!!!!!
se putin quei pochi che riuscira' a prendere vivi li scuoiasse e io potessi gli darei VOLENTIERI una mano ! tanto sarebbe (inho) come farlo ad un porco non ad un essere umano anzi a farlo ad un animale mi dispiacerebbe molto di piu'






e l'odio cresce.

Brus
05-09-2004, 09.40.09
Originally posted by Peter Pan


Si fa presto a parlare di terroristi. Ci sappiamo solo scandalizzare di quello che fanno. E nessuno ha un po' di coraggio di ascoltare quello che loro vogliono dirci. Perché nessuno si scandalizza della GB che occupa l'Irlanda, di Israele che occupa la Palestina, gli USA che invadono l'Iraq, la Russia che non lascia libera la Cecenia...
. [/B]

Non miinteressa quello che hanno da dire, fossero anche terroristi americani/italiani/salcazzo. So solo che non devono prendersela con i bambini e gli innocenti in generale. Son stati i bambini a prendere certe decisioni politiche? Se la prendessero con chi realmente ha creato loro disagio. E se proprio gli servivano bambini per avere maggiori probabilità di essere ascoltati, che almeno li trattassero decentemente, facendoli mangiare, andare al cesso, lasciargli i vestiti. Mah

fek_
05-09-2004, 10.54.25
Originally posted by Matu_ALD
- Sono tra i 500.000 e i 750.00 in 5 anni ed è stata un'altra abominevole vergogna. Save the children (http://www.savethechildren.it/2003/emergenze.asp?id=1&n_corpo=3)

- Io no. Tu?

Ma che cavolo c'entra? Quoto un'affermazione dove rimango stupefatto della capacità di fare distinguo, "Si fa presto a parlare di terroristi", su quest'ultima tragedia e mi rispondi con domande di una banalità sconcertante, solo perchè dal mio post ti sembra di aver capito che io appartenga ad un'area politica a te non congeniale. Non è così.
Io non faccio distinguo: i bambini sono sempre bambini, palestinesi, israeliani, iracheni, afghani, ceceni, osseti, sudanesi, congolesi, ruandesi, americani, italiani eccetera. Sono l'innocenza e il nostro futuro. Il futuro dove i miei figli, i nostri figli vivranno.
Tu fai invece una classifica?

Non faccio alcuna differenza e la penso esattamente come te.
Per me non c'e' alcuna differenza se qualcuno spara ad un bambino in una scuola oppure da' l'ordine ad un aereo di bombardare un villaggio o ad una nave di lanciare missili. Sono entrambi dei criminali che non hanno rispetto per la vita umana, e che perseguono obiettivi politici ed economici.

Ma purtroppo i discorsi morali come questi lasciano il tempo che trovano: sai perche' le mine antiuomo sono progettate non per uccidere ma per mutilare? Perche' mutilare una persona significa potenzialmente bloccare qualche familiare per accudirla e questo aiuta a ridurre la capacita' industriale di una popolazione. Da un punto di vista militare ha perfettamente senso, dal punto di vista umano e' abominevole.

Il problema e' il perche' si arriva a quella situazione, i motivi economici e politici che stanno dietro a certe decisioni, i perche'. Questo e' un gran bel problema da comprendere.

Ma sul discorso dei bambini sono pienamente in sintonia con quello che dici, la mia era solo una provocazione per introdurre il discorso, nulla di personale nei tuoi confronti, anzi.

fek_
05-09-2004, 10.59.25
Originally posted by Fanto64
[B]assurdo. si cercano giustificazini per quei....... bo chiamiamoli terroristi. impensabile "Se putin avesse..... come dire nel piccolo che se le donno al posto di oppurre resistenza aprissero le gambe..... non ci serebbe bisogno dello stupro,
ba CHE SCHIFO !!!!!!!!
se putin quei pochi che riuscira' a prendere vivi li scuoiasse e io potessi gli darei VOLENTIERI una mano ! tanto sarebbe (inho) come farlo ad un porco non ad un essere umano anzi a farlo ad un animale mi dispiacerebbe molto di piu'


Nessuno cerca di giustificare; credo che alcuni di noi qui stiano cercando di capire nella maniera piu' razionale possibile, senza abbandonarsi alla rabbia inutile. "I terroristi hanno sterminato una scuola perche' sono malvagi" non e' una spiegazione di quello che e' accaduto e non aiuta a comprendere. "Sterminiamoli tutti, deportiamo gli islamici perche' sono cattivi" non e' una soluzione, tanto meno e' una soluzione per una cultura che proclama la sua superiorita', ma che alla fine dei conti e' piu' brutale di quello che vuol far credere.


e l'odio cresce.

L'odio non crescerebbe se si cercasse di comprendere le situazioni.

SnorriSturluson
05-09-2004, 11.02.19
Trovo però che prendere in ostaggio bambini e adulti (tutti necessariamente innocenti, in questo caso) non ci sia differenza, tranne che i bambini non possono difendersi.

gefri
05-09-2004, 11.56.51
beh, come ha parlato ieri sera mentana al tg5 non ha parlato nessuno.
Rispecchia quasi appieno il mio punto di vista.

Fanto64
05-09-2004, 12.10.57
Originally posted by fek_
....... "Sterminiamoli tutti, deportiamo gli islamici perche' sono cattivi" ..............





ma tutti chi ???
io non giustifico e non accetto scuse per QUELLA gentaglia che non ha il minimo rispetto neppure per dei bambini. degli islamici io me ne frego.
anzi; ME NE FREGO !

MrFree85
05-09-2004, 13.05.54
Originally posted by Fanto64
ma tutti chi ???
io non giustifico e non accetto scuse per QUELLA gentaglia che non ha il minimo rispetto neppure per dei bambini. degli islamici io me ne frego.
anzi; ME NE FREGO !



come non quotarti!

Peter Pan
05-09-2004, 16.31.26
Uh... guarda un po'... quel coglionazzo di Peter sta parlando di cose che sono sotto gli occhi di tutti ma che in televisione non dicono... è un polemico visionario.

Guarda un po'... Peter sta anche dicendo che le "teste di cuoio" russe hanno usato la dinamite per aprire un buco nel tetto della palestra... e siccome sono degli incompetenti (come hanno già dimostrato durante la questione del teatro) hanno provocato il crollo di tutto il solaio che ha quindi investito i bambini che erano lì sotto. E siccome sono anche incompetenti, hanno spinto i rapitori ad uccidere gli ostaggi... giacché quello è il ruolo degli ostaggi da che mondo è mondo: io rapisco tizio, se tu non fai quello che dico io lo uccido".
E tutti a dire: che bastardi i terroristi. Mica le teste di cuoio che si sono lasciate sfuggire la situazione dalle mani... eh no... i terroristi. E poi anche Peter è un polemico testa di cazzo che pur di fare polemica e di sentirsi superiore a tutti non fa altro che parteggiare per i terroristi... Anche se non ha mai dato ragione ai terroristi... anche se non li ha mai difesi in questa occasione... in altre sì... ma in questa no... però lui è un pagliaccio comunque e allora sta difendendo chi si fa scudo con i bambini. Questa è l'unica realtà che la TV ci ha mostrato.

Che importa se lka folla ha linciato un passante che stava aiutando i bambini. Siccome non lo conoscevano hanno pensato che era un terrorista e l'hanno trucidato. ma come... nel primo TG hanno detto che era innocente... vabbé... nei TG successivi diremo che quel povero cristo era un terrorista e tutto il mondo è con noi. Questo è giusto che sia. Che mettendo davanti agli occhi della gente quei poveri bimbi morti allora il mondo non pensa che la polizia russa e la politica di Putin fanno schifo. Che sbaglia. No, perché? Ci sono i terroristi... e si sa, coi terroristi non ci sono cazzi.

Una volta era la Mafia che ha ucciso i magistrati 8anche se a mettere le bombe sono stati certi Segretari collusi che avevano molte cose da coprire e ostracizzare tali magistrati non è servito più a molto), prima ancora erano le Brigate Rosse (anche se tutti i loro attentati in realtà sono state fatte dai Servizi Segreti italiani), prima ancora erano i comunisti che attentavano alla libertà... prima ancora era la Peste... maledetti lanzichenecchi...

Adesso sono i terroristi. Qualunque cosa succeda, se ci sono loro di mezzo (e guarda caso loro c'entrano sempre in tutto ormai... ti scoppia la caldaia in casa? Colpa dei terroristi... aumenta la benzina? Sempre loro... l'assorbente interno ti va di traverso? Colpa di Bin Laden!).

Ma sì... la nostra era ha il CAPRO espiatorio... la gente sa con chi prendersela... mentre Berslusconi distrugge la costa della Sardegna e modifica le Leggi per i propri tornaconto, tutto il resto continua a non avere senso... noi pensiamo a chi attenta alla Democrazia nel mondo... tanto la nostra non è mai esistita... abbiamo messo il Piano marshall come pietra tombale...

Ma sì... maledetti terroristi che uccidono i bambini... anche se a cominciare il casino sono stati i servizi di sicurezza russi e la colpa di quella strage è della loro incompetenza... che importa?

Il mondo sta gridando contro quei maledetti, bastardi fottuti terroristi... uniamoci al coro. Solo così riusciremo a dormire tranquilli e la nostra coscienza sarà a posto....

maledetti terroristi...



:rolleyes: Dio... non basta adesso fare i cazzi tuoi?

Zaorunner
05-09-2004, 17.00.57
Scusate, ma dove sarebbe tutta sta novita'?

Non mi risulta che su missili machiati USA o Israele ci abbiano ancora installato dispositivi anticollisione per donne e bambini.

E le bombe intelligenti non lo sono ancora abbastanza da evitare di centrare mercati, ospedali, case.


Conclusione: nessuna delle due parti e' piu' barbara dell'altra.

Elrond.
05-09-2004, 17.09.41
Originally posted by Zaorunner
Scusate, ma dove sarebbe tutta sta novita'?

Non mi risulta che su missili machiati USA o Israele ci abbiano ancora installato dispositivi anticollisione per donne e bambini.

E le bombe intelligenti non lo sono ancora abbastanza da evitare di centrare mercati, ospedali, case.

Conclusione: nessuna delle due parti e' piu' barbara dell'altra.
Neppure l'esplosivo dei kamikaze palestinesi è così intelligente ed eticamente irreprensibile da evitare i bambini. Amen. Ma in questo caso la situazione è diversa, in quanto è stata presa scientemente di mira una scuola con l'intenzione di provocare una strage. Il contesto è molto più articolato, perchè si devono fare sempre questi paragoni ?
Tralasciamo poi la distinzione tra operazioni di guerra ed operazioni terroristiche, che forse non è chiara a tutti.

fek_
05-09-2004, 17.23.09
Originally posted by Elrond.
Neppure l'esplosivo dei kamikaze palestinesi è così intelligente ed eticamente irreprensibile da evitare i bambini. Amen. Ma in questo caso la situazione è diversa, in quanto è stata presa scientemente di mira una scuola con l'intenzione di provocare una strage. Il contesto è molto più articolato, perchè si devono fare sempre questi paragoni ?
Tralasciamo poi la distinzione tra operazioni di guerra ed operazioni terroristiche, che forse non è chiara a tutti.

Direi proprio di si', la differenza non e' chiara a tutti:

http://www.jewishvirtuallibrary.org/jsource/Terrorism/terrordef.html



Terrorism is the unlawful use of force or violence against persons or property to intimidate or coerce a government, the civilian population, or any segment thereof, in furtherance of political or social objectives.

—FBI Definition


Definizione di terrorismo da parte dell'FBI riportata su un sito israeliano. Da notare che non viene nominata l'eventualita' di un'operazione di guerra o meno. Quindi anche un'operazione di guerra dev'essere considerata terroristica quando ricade in questa definizione.

Un esempio operazione di guerra terroristica nella storia:
- Durante la seconda guerra mondiale, gli alleati bombardano zone residenziali di Dresda, Monaco, Berlino, Roma, Milano, causando volutamente vittime civili con l'intenzione di fiaccare la "Will to Resist"

Esempi recenti:
- In Yugoslavia la NATO ha bombardato acquedotti, centrali elettriche, e altre installazioni civili (fra le quali l'ambasciata Cinese) col preciso scopo di causare una rivolta fra la popolazione Serba ai danni del governo di Milosevic
- In Afghanistan, diversi villaggi civili della costa furono rasi al suolo all'indomani dell'inizio delle operazioni militari con lo scopo di mostrare la potenza dell'apparato bellico americano, con la speranza di causare una rivolta nei confronti del governo talebano
- In Iraq, Amnesty International ha documentato diversi usi di bombe a grappolo (curiosamente bannate dalla convenzione di Ginevra sottoscritta dagli USA) su villaggi di contadini
- Innumerevoli operazioni di terrorismo di stato da parte di Israele nei territori occupati, operazioni denunciate piu' volte dal Consiglio di Sicurezza dell'ONU

In sintesi: "Il terrorista e' chi ha una bomba, ma non ha un aereo per lanciarla".

Ovvero, in realta' per l'FBI non c'e' alcuna differenza fra una bomba intelligente ed un kamikaze islamico, USA e Israele fanno terrorismo da piu' di 50 anni, causando una stima di piu' di due milioni di vittime civili dal dopoguerra ad oggi.

Zaorunner
05-09-2004, 17.30.07
Originally posted by Elrond.
Neppure l'esplosivo dei kamikaze palestinesi è così intelligente ed eticamente irreprensibile da evitare i bambini. Amen. Ma in questo caso la situazione è diversa, in quanto è stata presa scientemente di mira una scuola con l'intenzione di provocare una strage. Il contesto è molto più articolato, perchè si devono fare sempre questi paragoni ?
Tralasciamo poi la distinzione tra operazioni di guerra ed operazioni terroristiche, che forse non è chiara a tutti.

Sono finiti i tempi delle dichiarazioni di guerra alle ambasciate di Francia e Gran Bretagna.

Tutte le guerre sono guerre civili, perche' per chi va a procacciarsi petrolio con missili e carriarmati, frega poco della sovranita' dello stato che sta sopra ai giacimenti, e tantomeno della popolazione che vi risiede.

- Q8!
* Colpito e affondato.


Se una parte si puo' permettere di non avere certi scrupoli, perche' le altre non dovrebbero avere lo stesso diritto?

Ripeto: barbari allo stesso modo.

Elrond.
05-09-2004, 18.32.11
Originally posted by fek_
Direi proprio di si', la differenza non e' chiara a tutti:

http://www.jewishvirtuallibrary.org/jsource/Terrorism/terrordef.html
Non c'era bisogno di scomodare l'FBI per accordarci sul significato da attribuire a tale distinzione. Intendevo appunto evidenziare la linea di demarcazione tra operazioni rivolte contro obiettivi militari ed operazioni rivolte contro obiettivi civili. Mi pare che siamo daccordo... :doubt:
E' naturale che poi, rifacendoci alle definizioni da dizionario, anche talune operazioni di guerra risultino terroristiche, e che le operazioni terroristiche risultino operazioni di guerra. Al di là di ogni possibile denominazione, l'importante è trovarci daccordo sul diverso valore da attribuire alle operazioni condotte contro obiettivi civili rispetto a quelle condotte contro obiettivi militari.

Fanto64
05-09-2004, 18.39.26
Originally posted by Elrond.
Neppure l'esplosivo dei kamikaze palestinesi è così intelligente ed eticamente irreprensibile da evitare i bambini. Amen. Ma in questo caso la situazione è diversa, in quanto è stata presa scientemente di mira una scuola con l'intenzione di provocare una strage. Il contesto è molto più articolato, perchè si devono fare sempre questi paragoni ?
Tralasciamo poi la distinzione tra operazioni di guerra ed operazioni terroristiche, che forse non è chiara a tutti.
:birra:

fek_
05-09-2004, 19.23.54
Originally posted by Elrond.
Non c'era bisogno di scomodare l'FBI per accordarci sul significato da attribuire a tale distinzione. Intendevo appunto evidenziare la linea di demarcazione tra operazioni rivolte contro obiettivi militari ed operazioni rivolte contro obiettivi civili. Mi pare che siamo daccordo... :doubt:
E' naturale che poi, rifacendoci alle definizioni da dizionario, anche talune operazioni di guerra risultino terroristiche, e che le operazioni terroristiche risultino operazioni di guerra. Al di là di ogni possibile denominazione, l'importante è trovarci daccordo sul diverso valore da attribuire alle operazioni condotte contro obiettivi civili rispetto a quelle condotte contro obiettivi militari.

Si', infatti siamo d'accordo :)

Il punto che mi premeva sottolineare e' che spesso e volentieri azioni militari sono condotte contro civili a scopo terroristico e vanno considerate a tutti gli effetti atti di terrorismo.

destino
05-09-2004, 21.12.34
nn capisco tutti sti ragionamenti cosi complessi sulla distinzione tra bombe Usa o France o Gb e bombe terroristiche , sempre bombe sono giusto, verranno fatte scoppiare dove i capi vorranno

Poi ke per il controllo delle risorse del globo ci si nasconda con le idee religiose come i terroristi o sull'idea di "comunismo" o grande satana Usa l'obiettivo finale mica cambia

.Imrahil
06-09-2004, 00.33.01
Originally posted by Peter Pan
cut

quoto in toto, Peter :)

Aggiungo che, tra qualche giorno, Putin dovrà render conto non solo di come è stata gestita questa crisi, ma di come sta gestendo le mire indipendentistiche della Cecenia. Perchè quando Stalin ammazzava i Ceceni era un barbaro perchè era un comunista (ma anche no, ma agli occhi della massa ignorante questo è, ancora adesso), ora che Putin manda i tank nessuno dice nulla.

http://www.repubblica.it/2004/i/sezioni/esteri/cecenia1/spiegaprodi/spiegaprodi.html

le poche persone che hanno le palle di dire la verità (http://www.repubblica.it/2004/i/sezioni/esteri/cecenia1/reaita/reaita.html)

Peter Pan
06-09-2004, 04.02.02
Originally posted by gefri
quelle immagino contano meno di un cazzo.

Perché mai?

Peter Pan
06-09-2004, 04.17.05
Originally posted by Matu_ALD
Assaltare una scuola, prendere in ostaggio diverse centinaia di bambini, sparargli addosso mentre cercano di fuggire. No, non sono terroristi, ascoltiamoli mentre si fanno saltare in aria insieme ai bambini, cerchiamo di capire quello che hanno da dirci.



Perché i bambini iracheni e palestinesi uccisi dagli americani e dagli Israeliani valgono meno dei bambini russi?


E tutti i DESAPARECIDOS che il GOVERNO AMERICANO ha drogato e lanciato dagli aerei nell'Oceano per farne perdere le tracce... quelli non valgono nulla?

Sì, si fa presto a parlare di terroristi... Perché io faccio sempre distinzione tra PARTIGIANI (come i nostri che mettevano le bombe iun mezzo alla strada per far saltare le colonne tedesche... da dove cazzo sarebbero spuntate fuori le rappresaglie 20 contro 1 altrimenti?).

Perché gli uomini iracheni che combattono per liberare la loro patria dagli invasori americani sono per me PARTIGIANI. Perché gli uomini palestinesi che combattono per liberare la loro patria dagli invasori israeliani sono per me PARTIGIANI. Perché gli uomini ceceni che combattono per liberare la loro patria dal predominio russo sono per me PARTIGIANI.

Ancor di più eroi, perché loro non hanno tutti i soldi che hanno gli americani o gli Israeliani, solo quello che hanno, qualche bomba e loro stessi.

Perché queste persone non sono eroi, ma solo infimi terroristi?

A prescindere dai metodi che loro usino, discutibili o meno. Intanto sono partigiani. Poi si può parlare dei loro metodi. Ma se si continua a fare discriminazione tra loro e gli altri non posso. La logica me lo impedisce.
No... loro sono terroristi. Gli americani e gli Israeliani. Sono terroristi quanto lo sono i Ceceni, gli Iracheni e i Palestinesi.


Originally posted by Matu_ALD
Quoto un'affermazione dove rimango stupefatto della capacità di fare distinguo, "Si fa presto a parlare di terroristi"


Il mio cinismo mi serve per rimanere lucido e capire quello che sta succedendo.

Perché utilizzare i telegiornali per diffondere odio, prevenzione (di chi è prevenuto), cecità, luoghi comuni e frasi fatte con la MANIPOLAZIONE E LA TRASFIGURAZIONE E L'INTERPETAZIONE dei fatti che realmente accadono, questo è per me terrorismo.

Ci sono persone convintissime che si preparino attentati nei supermercati dei loro aesini sperduti sulle colline, qui in Italia. Questo è terrorismo, anche. Etimologicamente parlando.

Parlare dei terroristi con le bombe, lasciarci andare all'odio verso certi uomini ci fa perdere di vista quello che questi uomini stanno subendo.

E se tu trovi sconcertante la mia affermazione, o il mio distinguo, sei tu che non stai capendo nulla di quello che succede nel mondo. Non accontentarti di quello che dicono alla televisione, non credere alle interpretazioni che loro danno.

Fanno distinzione tra terroristi e soldati, tra vittime e "semplici morti". Questo lascia me stupefatto.

Peter Pan
06-09-2004, 04.18.39
Originally posted by gefri
beh, come ha parlato ieri sera mentana al tg5 non ha parlato nessuno.
Rispecchia quasi appieno il mio punto di vista.

Ma ti rendi conto?

Peter Pan
06-09-2004, 04.21.26
Originally posted by Elrond.
è stata presa scientemente di mira una scuola con l'intenzione di provocare una strage.


Già.

Noi poveri idioti pensanti che però non abbiamo la possibilità di dire la nostra a livello nazionale, noi che non abbiamo la possibilità di parlare a Bush, a Bersluconi, a Prodi... noi che non abbiamo la possibilità di dire la nostra e quello che pensiamo... noi che siamo soggetti a queste persone che parlando in televisione dicono di essere portavoce di tutti noi... che esprimono il nostro raccapriccio anche quando noi abbiamo sempre pensato ai cazzi nostri, che inneggiano agli eroi e alle vittime quando noi li abbiamo sempre chiamati mercenari e carnefici, noi che non possiamo apertamente dissociarci se non in modi che si scontrano coin altri poveri cristi che invece sono stati abbindolati da tanta demagogia, ovvero la forma di governo che prende per il culo il popolo ignorante... noi siamo le masse.

Avete notato come tutti abbiano istigato le masse a odiare questi terroristi bastardi, schifosi, infimi, legati con Al Qaeda (se no dov'è il divertimento? Ma solo io la trovo una bieca e tristissima strumentalizzazione (appena succedono queste cose c'è sempre qualcuno che dice: ritiriamo le nostre truppe, e qualcuno che grida scandalizzato: non strumentalizziamo certe cose, anzi queste cose ci dicono di restare... non è anche questa strumentalizzazione?) per fare di tutta la merda una unica paccottiglia?

Come mai allora nessuno dice nulla quando Israele uccide i bambini perché ha sparato con i missili e con i carrarmati sulle abitazioni dei civili adducendo come unica scusa: no, sapete, quello era il covo di un notissimo capo-terrorista... che guarda caso poi, non c'era, no, scusateli si eravano sbagliati...

Cosa cambia tra i Ceceni e gli Israeliani? Solo perché i Ceceni sono terroristi e gli israeliani no? Eppure, anche gli Israeliani scientemente sparano sulla folla... solo che quando uno muore sotto la bomba di un terrorista è una vittima del terrorismo, quando uno uore sotto un fucile americano o israeliano, è solamente un morto da trafiletto?


MARTINO:
"I russi hanno sbagliato, ma questa
non è una giustificazione per i terroristi"


No... ma è un buon motivo per dare addosso ai terroristi. Se i Russi si fossero stati fermi e non avessero provato a fare i rambi del cazzo... quanti bambini avrebbero, e ripeto, avrebbero potuto salvarsi? E se la questione cecena fosse risolta, che motivo avrebbero i Ceceni di metter bombe, per sfizio e per sport? E se gli USA i vari eserciti di INVASIONE lasciassero l'Iraq, ci sarebbero ancora terroristi?
E se Israele ritornasse nelle terre che furono designate dalla GB, e lasciassero i territori occupati (INVASI) dai coloni, se liberassero Gaza e Gerusalemme, che motivo avrebbero i terroristi di attaccare se loro lo fanno solo per liberare le terre INVASE indebitamente e con prepotenza nascosta dietro l'ombra del Sionismo e dell'Antisemitismo?



Originally posted by X3N0M
come efficenza sono meglio gli americani...


Ma se è dalla Seconda Guerra Mondiale che non vincono una guerra?

Tra le prime che mi vengono in mente: Corea, Viet-Nam, Cambogia, Cuba (se la questione della "Baia dei Porci" fu una vittoria...)


In Afghanistan? Cosa ci vuole a bombardare un deserto? Intanto non hanno risolto nulla, tranne la distruzione dei campi di oppio che hanno causato un maggiore consumo dei depositi di eroina in Europa. Sapete com'è finita lì? Le tribù si sono spartiti i territori della primaria fonte di ricchezza afgana, ovvero le piantagioni di papavero da oppio e le piantagioni di cocaina. Grazie agli USA adesso, vi sembrerà strano, abbiamo un nuovo fenomeno di crescita di consumo di eroina in Europa. Se dovessi dirvi quanti dei miei amici stanno finendo con il braccio bucato... certo, una questione a parte... ma prima tutta quest'eroina non c'era.

Che più? Iraq? Se questo vi sembra un successo.... La guerra continua anche un anno dopo che è stata dichiarata conclusa 8e vinta!). Ma allora perché continuano a mandare soldati se la guerra è vinta e conclusa?

Non è che siete troppo malati di Coca-Cola e di McDonald?

John Wayne è morto e sepolto... e Caster uccideva donne e bambini.

Peter Pan
06-09-2004, 04.32.07
Originally posted by fek_
www.jewish virtuallibrary.org/jsource/Terrorism/terrordef.html[/url]




Davvero una fonte autorevole, e soprattutto OBIETTIVA e OGGETTIVA!!!



Ho sempre sorriso quando, sentendo che a qualcuno era successo qualcosa, mia nonna affermava: se restava a casa sua non sarebbe successo. Hai idea di quanta saggezza popolare ci sia in questa affermazione così banale e scontata?

Io sono sempre vissuto facendo i sani cazzacci miei. E mai nessuno è venuto a rompermi le palle. Una volta un ragazzino con la moto mi ruppe lo specchietto della macchina. Io lo presi e gli chiesi di pagarmi i danni. Siccome non voleva farlo andai dai genitori che mi pagarono. Qualche giorno dopo trovai il cofano della macchina rovinato da una colata di olio per freni.

A questo punto... chi avrebbe mai potuto essere se non il ragazzino? Cosa avrei fatto? Una faida? No. Mi sono stato buono.

Per il resto, mai nessuno pè venuto in casa mia a mettermi le bombe. Non ho mai invaso nessuno. Non ho mai invaso la casa di nessuno. non ho mai privato nessuno della sua libertà. Non ho mai negatoi a nessuno la propria libertà. Anche il mio cane, quando lo porto in giro a pisciare, gira senza guinzaglio.

Sai cos'è per me il terrorismo? È la reazione detata dalla disperazione di chi non ha più nulla da perdere, perché gli è già stato tolto tutto. Se tu togli qualcosa a qualcuno, costui si dispererà. La disperazione causa violenza. la violenza causa disperazione.

Terrorismo è per me infondere il terrore nella gente. In ogni modo. Se qualcuno venisse a casa mia, violentasse mia madre 8buon per lei!), mi uccidesse il cane, bruciasse il mio letto e si mangiasse il mi cibo, a me girerebbero le palle. Mi ha tolto tutto. Cosa ho da perdere ormai? Farò tutto ciò che potrò per riprendere ciò che è mio. Qualunque cosa.

Come chiunque.

Fanto64
06-09-2004, 05.24.13
Originally posted by Peter Pan
Davvero una fonte autorevole, e soprattutto OBIETTIVA e OGGETTIVA!!!



Ho sempre sorriso quando, sentendo che a qualcuno era successo qualcosa, mia nonna affermava: se restava a casa sua non sarebbe successo. Hai idea di quanta saggezza popolare ci sia in questa affermazione così banale e scontata?

Io sono sempre vissuto facendo i sani cazzacci miei. E mai nessuno è venuto a rompermi le palle. Una volta un ragazzino con la moto mi ruppe lo specchietto della macchina. Io lo presi e gli chiesi di pagarmi i danni. Siccome non voleva farlo andai dai genitori che mi pagarono. Qualche giorno dopo trovai il cofano della macchina rovinato da una colata di olio per freni.

A questo punto... chi avrebbe mai potuto essere se non il ragazzino? Cosa avrei fatto? Una faida? No. Mi sono stato buono.

.

Come chiunque.



ma che razza di ragionamento è????

:rolleyes:

secondo te allora il piu' bastardo ha sempre ragione???
andiamo bene !

Matu_ALD
06-09-2004, 06.45.39
Originally posted by Peter Pan
Perché i bambini iracheni e palestinesi uccisi dagli americani e dagli Israeliani valgono meno dei bambini russi?

Ho già scritto in un post successivo che tutti i bambini hanno lo stesso valore


E tutti i DESAPARECIDOS che il GOVERNO AMERICANO ha drogato e lanciato dagli aerei nell'Oceano per farne perdere le tracce... quelli non valgono nulla?

Dove, quando, link o fonti.


Sì, si fa presto a parlare di terroristi... Perché io faccio sempre distinzione tra PARTIGIANI (come i nostri che mettevano le bombe iun mezzo alla strada per far saltare le colonne tedesche... da dove cazzo sarebbero spuntate fuori le rappresaglie 20 contro 1 altrimenti?).

Perché gli uomini iracheni che combattono per liberare la loro patria dagli invasori americani sono per me PARTIGIANI. Perché gli uomini palestinesi che combattono per liberare la loro patria dagli invasori israeliani sono per me PARTIGIANI. Perché gli uomini ceceni che combattono per liberare la loro patria dal predominio russo sono per me PARTIGIANI.

Ancor di più eroi, perché loro non hanno tutti i soldi che hanno gli americani o gli Israeliani, solo quello che hanno, qualche bomba e loro stessi.

Perché queste persone non sono eroi, ma solo infimi terroristi?

A prescindere dai metodi che loro usino, discutibili o meno. Intanto sono partigiani. Poi si può parlare dei loro metodi. Ma se si continua a fare discriminazione tra loro e gli altri non posso. La logica me lo impedisce.
No... loro sono terroristi. Gli americani e gli Israeliani. Sono terroristi quanto lo sono i Ceceni, gli Iracheni e i Palestinesi.

Stai facendo un po' di confusione. Chiamare partigiani chi uccide bambini a sangue freddo credo faccia rabbrividire tutti coloro che hanno vissuto la resistenza, almeno in Italia.
Il gruppo che ha assaltato la scuola era formato solo da assassini senza scrupoli.
I partigiani sono coloro che combattono per la liberazione del loro paese attaccando le forze militari d'occupazione e i loro fiancheggiatori, non i bambini.





Il mio cinismo mi serve per rimanere lucido e capire quello che sta succedendo.

Perché utilizzare i telegiornali per diffondere odio, prevenzione (di chi è prevenuto), cecità, luoghi comuni e frasi fatte con la MANIPOLAZIONE E LA TRASFIGURAZIONE E L'INTERPETAZIONE dei fatti che realmente accadono, questo è per me terrorismo.

Ci sono persone convintissime che si preparino attentati nei supermercati dei loro aesini sperduti sulle colline, qui in Italia. Questo è terrorismo, anche. Etimologicamente parlando.

Parlare dei terroristi con le bombe, lasciarci andare all'odio verso certi uomini ci fa perdere di vista quello che questi uomini stanno subendo.

E se tu trovi sconcertante la mia affermazione, o il mio distinguo, sei tu che non stai capendo nulla di quello che succede nel mondo. Non accontentarti di quello che dicono alla televisione, non credere alle interpretazioni che loro danno.

Fanno distinzione tra terroristi e soldati, tra vittime e "semplici morti". Questo lascia me stupefatto.

Non so tu, ma io guardo poco la televisione ed è sicuramente l'ultimo dei mezzi comunicazione sui quali faccio affidamento.
In questo caso ho visto il risultato dell'"eroica" azione di resistenza messa in atto dai terroristi ceceni (vedremo poi se le affermazioni del governo russo circa la presenza di arabi nel gruppo di assassini avranno un fondamento).
Possono aver subito qualsiasi cosa, questo non giustifica in alcuna misura quello che hanno fatto. Tanto è vero che gli altri gruppi ceceni hanno messo le mani avanti dicendo di non aver nulla a che fare con questa banda di assassini.



Rimango stupefatto della superficialità delle altre tue affermazioni. Come chiunque? Toglimi dalla lista per favore. Io a certi livelli non mi abbasserei mai perché ho sempre e comunque rispetto per la vita umana. E vergognati per quando scrivi: "se restava a casa sua non sarebbe successo". Cosa vuol dire? Che la colpa è dei bambini che sono andati a scuola? Mi fa ribrezzo il solo pensiero.

Un'altra perla è che se i russi fossero rimasti fermi non sarebbe successo. I russi sono rimasti fermi. Hanno reagito, non erano pronti quando i terroristi hanno cominciato ad uccidere chi scappava dopo un'esplosione. E la dimostrazione è data dalle immagini che hai visto in televisione: l'assenza di un cordone che tenesse lontano, genitori, parenti e giornalisti. Durante il blitz al teatro di Mosca le televisioni erano lontane, qui i cameramen avanzavano insieme ai soldati e ai genitori che cercavano di salvare i loro figli. Lo scopo di questi terroristi era solo quello di uccidere il maggior numero di ostaggi senza alcuna pietà.

zio_lucas
06-09-2004, 08.54.15
Originally posted by Peter Pan


Perché i bambini iracheni e palestinesi uccisi dagli americani e dagli Israeliani valgono meno dei bambini russi?




ricordati una cosa...
la mancanza di dialogo, la mancanza di umanità, la mancanza della ragione ha portato l'uomo ad essere un essere (scusate il gioco di parole) senza la ragione...
nessun bambino, nessuna persona umana vale meno di altre...
sono esseri senza ragione gli americani che hanno ucciso i bambini iracheni e palestinesi...
sono esseri senza ragione gli iracheni e i palestinesi che uccidono i bambini russi....
sono esseri senza ragione tutti coloro i quali continuano a uccidere persone innocenti per qualsiasi ragione politica che esiste dietro....
non sono in grado di arrivare ai massimi esponenti senza trovare un dialogo e allora chi ne paga le spese sono i cittadini innocenti che magari appoggiano pure la loro causa....
berlusconi è un bastardo allora noi ci andiamo di mezzo...
bin laden è un bastardo e allora i poveri irakeni innocenti ci vanno di mezzo....
queste guerre rispecchiano esattamente la faccia perversa di questa società

fek_
06-09-2004, 10.10.31
Originally posted by Peter Pan
Davvero una fonte autorevole, e soprattutto OBIETTIVA e OGGETTIVA!!!


La definizione e' presente anche sul sito dell'FBI. Ho portato quel sito per far notare come anche un sito israeliano che dovrebbe essere di parte e non obiettivo, riporta una definizione di terrorismo che di fatto condanna Israele come un governo terrorista.
Se non ti fidi di questa testimonianza, ti porto quella diretta dal sito dell'FBI.

fek_
06-09-2004, 10.13.28
Originally posted by Matu_ALD
Un'altra perla è che se i russi fossero rimasti fermi non sarebbe successo. I russi sono rimasti fermi. Hanno reagito, non erano pronti quando i terroristi hanno cominciato ad uccidere chi scappava dopo un'esplosione. E la dimostrazione è data dalle immagini che hai visto in televisione: l'assenza di un cordone che tenesse lontano, genitori, parenti e giornalisti. Durante il blitz al teatro di Mosca le televisioni erano lontane, qui i cameramen avanzavano insieme ai soldati e ai genitori che cercavano di salvare i loro figli. Lo scopo di questi terroristi era solo quello di uccidere il maggior numero di ostaggi senza alcuna pietà.

Un ex agente KGB di alto livello intervistato da Repubblica, che ora vive in USA, ha affermato che l'esplosione potrebbe essere stata causata dai reparti speciali russi, perche' un'azione simile fa parte delle loro modalita' operative in una situazione simile.
Affermazione da verificiare e prendere con le molle, ma sicuramente interessante.

hackboyz
06-09-2004, 10.17.20
Originally posted by Peter Pan
Grazie agli USA adesso, vi sembrerà strano, abbiamo un nuovo fenomeno di crescita di consumo di eroina in Europa. Se dovessi dirvi quanti dei miei amici stanno finendo con il braccio bucato... certo, una questione a parte... ma prima tutta quest'eroina non c'era.
Ma parli sul serio o sei ironico?

Cioè staresti insinuando che a causa dell'intervento USA in Afghanistan parecchi tuoi amici ora si fanno di erorina perchè hanno distrutto i campi d'oppio? Ammesso e non concesso che sia vero, scusami ma bei coglioni i tuoi amici (senza offesa neh!).

In ogni caso mi sembra una argomentazione che ti potevi risparmiare.

Poi Peter, per rispondere in generale, tu dici di non bere quello che ci propinano i governi, i telegiornali etc... e sono sacrosante parole ma chi mi dice che la cosiddetta contro informazione non sia del tutto o in parte manipolata? Anche chi fa contro informazione può avere dei fini che lo portano a inventare delle cifre o a cambiare dei particolari.

Ti faccio un esempio stupido: uno vede per la prima volta il film di Stone "JFK" e non ha dubbi al riguardo: pensa che Kennedy sia stato ucciso da un complotto, dalla CIA etc... poi magari si ritrova su questo sito http://www.johnkennedy.it/ che smonta ogni argomento presente nel film di Stone. A chi credere? Bel problema. L'unica cosa sarebbe informarsi ulteriormente ma troveresti in ogni caso opinioni e "prove" discordanti. L'ideale sarebbe fare ricerche in proprio, trovare da solo documenti e prove ma è in pratica irrealizzabile. E anche quelle prove o documenti non è detto che sia in parte manipolati.

Insomma quello che voglio farti capire è che nessuno è depositario della verità assoluta, che le informazioni sono comunque distorte, che è difficile farsi un'opinione sui fatti che accadono nel mondo. Che tu potresti non aver ragione come potrei non averla io o nessun altro. Questo di certo non esclude il fatto che ognuno possa avere una sua idea giusta o sbagliata che sia.

Dopo questa premessa, entrando più nella questione dico solo questo: mi sembra da stupidi fare un discorso del tipo chi più è cattivo di chi. Sono più cattivi e terroristi, sono più cattivi gli Israeliani, sono più cattivi gli Americani. La vita del bambino iracheno non vale certo meno della vita del bambino russo. C'è solo una piccola sfumatura tra un "terrorista" e un generale Americano, piccola ma che comunque mi fa disprezzare maggiormente i terroristi ed è questa: il generale americano dice (o almeno si presume che dica così) "bombardiamo quella città perchè ci sono delle truppe nemiche, mettiamo in conto che potremmo uccidere diversi civili ma è la guerra" un terrorista "prendiamo quella scuola e facciamola saltare in aria". Insomma l'intenzionalità è maggiore nei terroristi che negli eserciti in guerra. Ripeto è solo una sfumatura ma c'è.

Che poi esistano generali che uccidano intenzionalmente civili quello è un altro discorso, nel mondo purtroppo esistono anche pedofili, assassini etc...

Se dovessimo fare la classifica dei più cattivi ci sono persone anche ben peggiori del terrorista ceceno o del soldato americano se è per questo.

Haplo61
06-09-2004, 10.20.53
Originally posted by Peter Pan
...Terrorismo è per me infondere il terrore nella gente. In ogni modo. Se qualcuno venisse a casa mia, violentasse mia madre 8buon per lei!), mi uccidesse il cane, bruciasse il mio letto e si mangiasse il mi cibo, a me girerebbero le palle. Mi ha tolto tutto. Cosa ho da perdere ormai? Farò tutto ciò che potrò per riprendere ciò che è mio. Qualunque cosa.... Peter Pan = TERRORISTA? :mumble
O come minimo è cmq parte in causa :p

Dimmi, stasera cosa fai? Ti trombi una bambina di 13 anni come quella che ha sposato Osama Gay Laden oppure massacri solamente qualche scolaresca?

Gi01
06-09-2004, 10.28.29
Originally posted by Haplo61
Peter Pan = TERRORISTA? :mumble
O come minimo è cmq parte in causa :p

Dimmi, stasera cosa fai? Ti trombi una bambina di 13 anni come quella che ha sposato Osama Gay Laden oppure massacri solamente qualche scolaresca?

Di chi sei il fake :mumble: ?
Ok, non mettiamola sul flame.
Il più delle volte, questo pensio sia il pensiero di Peter Pan, confondere terrorismo con resistenza è facile, soprattutto quando la TV dà una versione sbilanciatissima della cosa.
Per dirla, in Iraq le teste di caxxo abbondano, ma il 99% sono partigiani che non sopportano di passare da un dittatore ad un altro.
Più o meno quello che successe in uno staterello da queste parti una 60ina di anni fa. L'Italia...

Giulio

zio_lucas
06-09-2004, 10.31.18
Originally posted by Gi01


Di chi sei il fake :mumble: ?
Ok, non mettiamola sul flame.
Il più delle volte, questo pensio sia il pensiero di Peter Pan, confondere terrorismo con resistenza è facile, soprattutto quando la TV dà una versione sbilanciatissima della cosa.
Per dirla, in Iraq le teste di caxxo abbondano, ma il 99% sono partigiani che non sopportano di passare da un dittatore ad un altro.
Più o meno quello che successe in uno staterello da queste parti una 60ina di anni fa. L'Italia...

Giulio



e se ti dicessi che i partigiani irakeni prendono notevolmente le distanze da quelli che sono gruppi indipendenti estremisti e quendi terroristi???

Gi01
06-09-2004, 10.37.47
Originally posted by zio_lucas
e se ti dicessi che i partigiani irakeni prendono notevolmente le distanze da quelli che sono gruppi indipendenti estremisti e quendi terroristi???

Non so se lo noti, ma sostanzialmente concordiamo Lucas...

Estremismo e partigianesimo hanno davvero molto poco in comune...

Giulio

zio_lucas
06-09-2004, 10.44.46
Originally posted by Gi01


Non so se lo noti, ma sostanzialmente concordiamo Lucas...

Estremismo e partigianesimo hanno davvero molto poco in comune...

Giulio



esatto quindi tutti questi atti estremi di terrore/orrore nei confronti di persone innocenti ed estranee ad ogni forma di terrore/orrore da parte dei massimi esponenti dei paesi occidentali nei confronti dell'irak ma non solo, sono lontani anni luce da ciò che intendiamo e questo che bisogna sottolineare...ciò che afferma peter è poco chiaro xchè sembra quasi che tutta questa distanza non ci sia ed è questa la mia preoccupazione...forse peter dovrebbe chiarire di più quseta posizione...

hackboyz
06-09-2004, 10.51.32
Tu dici che i terroristi sono persone a cui è stato tolto tutto e che non hanno niente da perdere. Sono pronte a fare tutto. Sono magari figli a cui l'esercito occupatore ha ucciso i padri, padri privati dei loro figli etc...


E' vero se mi uccidessero la famiglia, occupassero la mia terra e così via anche a me girerebbero i coglioni. Magari mi metterei a fare il partigiano mi metterei ad uccidere soldati. Per i miei principi mi fermerei lì. Ma forse no. Magari se sono davvero disperato mi metto a colpire dei civili per farmi ascoltare. Una volta e due.

Ma se vedo che non ottengo niente basta cazzo. Una terra occupata non vale morti su morti stragi su stragi. Preferirei vivere, non completamente libero ma comunque vivere. Non penso che i Russi usassero i Ceceni come cavie o li mandassero a morire nelle camere a gas. Semplicemente non hanno concesso l'indipendenza. Ok uno lotta, con tutti i mezzi ma quando i risultati non arrivano e anzi, quella lotta provoca solo morti e stragi dici basta. La parte più debole capisce che è venuto il momento di gettare la spugna e capisce che morire e combattare forse non vale la pena. Torna ad una "vita normale" sperando magari di ottenere l'indipendenza in un futuro. Riprovando magari con altri mezzi. Chiedendo una autonomia parziale (che da quel che so in Cecenia dovrebbe già esserci).

fek_
06-09-2004, 10.52.24
Originally posted by hackboyz
C'è solo una piccola sfumatura tra un "terrorista" e un generale Americano, piccola ma che comunque mi fa disprezzare maggiormente i terroristi ed è questa: il generale americano dice (o almeno si presume che dica così) "bombardiamo quella città perchè ci sono delle truppe nemiche, mettiamo in conto che potremmo uccidere diversi civili ma è la guerra" un terrorista "prendiamo quella scuola e facciamola saltare in aria". Insomma l'intenzionalità è maggiore nei terroristi che negli eserciti in guerra. Ripeto è solo una sfumatura ma c'è.

Qual e' la sfumatura fra un terrorista ed un Generale che ordina di sganciare bombe a grappolo su un villaggio di civili con la precisa strategia di provocare una strage? So' di essere un po' monocorde, ma nessuno mi ha risposto.

Io non ci vedo alcuna differenza: entrambi perseguono i propri interessi giocando sul "teatro globale delle operazioni" con i mezzi che hanno a loro disposizione. Il generale ha a disposizione gli F-117A, il guerrigliero ha a disposizione una camionetta imbottita di tritolo. Entrambi sono terroristi.

Al massimo, se proprio devo provare disprezzo per qulcuno, ne provo di piu' per il Generale che e' a migliaia di miglia da casa e comanda il bombardamento di una citta' in un paese sovrano invaso illegalmente nel quale si rifugiano nemici che combattono per liberare la propria nazione. Per quanto la reazione di alcune frange di guerriglieri sia spesso spropositata, e animalesca, posso comprendere i motivi che li porta a questi gesti: la loro casa e famiglia distrutta da un invasore. Posso comprenderli, non giustificarli.

fek_
06-09-2004, 10.57.30
Originally posted by hackboyz
Ma se vedo che non ottengo niente basta cazzo. Una terra occupata non vale morti su morti stragi su stragi. Preferirei vivere, non completamente libero ma comunque vivere. Non penso che i Russi usassero i Ceceni come cavie o li mandassero a morire nelle camere a gas. Semplicemente non hanno concesso l'indipendenza. Ok uno lotta, con tutti i mezzi ma quando i risultati non arrivano e anzi, quella lotta provoca solo morti e stragi dici basta. La parte più debole capisce che è venuto il momento di gettare la spugna e capisce che morire e combattare forse non vale la pena. Sperando di ottenere l'indipendenza in un futuro. Riprovando con altri mezzi. Chiedendo una autonomia parziale (che da quel che so in Cecenia dovrebbe già esserci).

Secondo me il tuo e' un ragionamento condivisibile e perfettamente razionale, infatti anch'io credo che certe azioni militari minino solo le ragioni per le quali "dovrebbero" essere eseguite.
Su questo siamo pienamente d'accordo, ma secondo me vanno considerati alcuni punti:
1) noi facciamo questi ragionamenti in uno stato mentale completamente diverso dal loro, e non possiamo calarci nel loro
2) quando hai una popolazione disperata, e' molto semplice per un gruppo di persone manipolarle per i propri interessi e portarle a compiere atti di violenza inaudita, al di la' della loro causa

Il punto 2) e' importante, secondo me. Ed e' anche piuttosto facile da risolvere: togli le ragioni della disperazione, non alimentare l'odio e i piccoli gruppi si troveranno senza terreno fertile per diffondere la propria propaganda. E' l'errore che ha portato, a mio avviso, alla situazione presente in Iraq, dove gli USA hanno alimentato l'odio della popolazione araba che ora e' facilmente manipolabile da gruppi di estremisti che lavorano per i propri interessi.

fek_
06-09-2004, 10.59.01
Originally posted by Gi01
Di chi sei il fake :mumble: ?
Ok, non mettiamola sul flame.
Il più delle volte, questo pensio sia il pensiero di Peter Pan, confondere terrorismo con resistenza è facile, soprattutto quando la TV dà una versione sbilanciatissima della cosa.
Per dirla, in Iraq le teste di caxxo abbondano, ma il 99% sono partigiani che non sopportano di passare da un dittatore ad un altro.
Più o meno quello che successe in uno staterello da queste parti una 60ina di anni fa. L'Italia...

Giulio

Ma lo sai che i tedeschi chiamavano i partigiani russi terroristi, e i russi chiamavano i partigiani tedeschi terroristi? E' tutta una questione di punti di vista.

Futaba
06-09-2004, 10.59.03
http://www.eriadan.it/b2-img/20040905.jpg

hackboyz
06-09-2004, 11.06.04
Originally posted by fek_
Qual e' la sfumatura fra un terrorista ed un Generale che ordina di sganciare bombe a grappolo su un villaggio di civili con la precisa strategia di provocare una strage? So' di essere un po' monocorde, ma nessuno mi ha risposto.
CUT
Se leggi tutto il mio post ho già risposto:

un generale "medio" si presume che in guerra come obbiettivo primario abbia quello di colpire dei bersagli militari ma metta anche in conto (e faccia poco per evitarlo) perdite civili. Così come l'obbiettivo del governo USA per l'Iraq sia quello di "liberarlo" da Saddam e non fare stragi di civili per sport.

Che poi possano esistere generali che apposta fanno stragi di civili quello è un altro discorso ... sono dei generali/assassini che ci sono sempre stati in tutte le guerre e in tutti gli schieramenti ... al mondo infondo esistono uomini ben peggiori e più "sadici" ...

infondo chi mi dice che fra i terroristi non ci siano anche sadici e persone che uccidono per il gusto di farlo?

hackboyz
06-09-2004, 11.09.51
Originally posted by fek_
1) noi facciamo questi ragionamenti in uno stato mentale completamente diverso dal loro, e non possiamo calarci nel loro
2) quando hai una popolazione disperata, e' molto semplice per un gruppo di persone manipolarle per i propri interessi e portarle a compiere atti di violenza inaudita, al di la' della loro causa

Il punto 2) e' importante, secondo me. Ed e' anche piuttosto facile da risolvere: togli le ragioni della disperazione, non alimentare l'odio e i piccoli gruppi si troveranno senza terreno fertile per diffondere la propria propaganda. E' l'errore che ha portato, a mio avviso, alla situazione presente in Iraq, dove gli USA hanno alimentato l'odio della popolazione araba che ora e' facilmente manipolabile da gruppi di estremisti che lavorano per i propri interessi.
Si mi trovo d'accordo su questi due punti ;)

fek_
06-09-2004, 11.14.56
Originally posted by hackboyz
Se leggi tutto il mio post ho già risposto:

un generale "medio" si presume che in guerra come obbiettivo primario abbia quello di colpire dei bersagli militari ma metta anche in conto (e faccia poco per evitarlo) perdite civili. Così come l'obbiettivo del governo USA per l'Iraq sia quello di "liberarlo" da Saddam e non fare stragi di civili per sport.

Che poi possano esistere generali che apposta fanno stragi di civili quello è un altro discorso ... sono dei generali/assassini che ci sono sempre stati in tutte le guerre e in tutti gli schieramenti ... al mondo infondo esistono uomini ben peggiori e più "sadici" ...

infondo chi mi dice che fra i terroristi non ci siano anche sadici e persone che uccidono per il gusto di farlo?

Ho letto il tuo post, non mi sono spiegato io.
E' una strategia militare quella di colpire la popolazione, e' teorizzata anche sui libri di strategia bellica, non e' la pazzia di un generale sadico. In queste operazioni militari non c'e' alcuno spazio per l'iniziativa personale; tutto viene comandato ed eseguito a partire da un piano organico pre stabilito, i cosidetti WarGame.

Ovvio che a noi dicono che vanno in Iraq per liberarlo, non ti dicono che l'invasione in Iraq serve per scopi strategici ben precisi, ovvero piazzare un bastione militare in una zona del pianeta non sotto il diretto controllo americano nella quale convergono la maggior parte delle risorse energetiche necessarie nei prossimi 50 anni.
Ovvio che non ti dicono che bombardano di proposito un villaggio di civile, ma ti raccontano che si sono sbagliati, pensavano ci fossero dei terroristi (quando nomini i terroristi tutto ti e' permesso).

Ma questa e' propaganda e a me e te la propaganda non interessa, vero?

Come e' verissimo che esistono sadici assassini fra i guerriglieri che uccidono solo per il gusto di farlo, ma questa e' una minoranza, come e' una minoranza quella dei soldati americani sadici che torturano i prigionieri (ammesso e non concesso che non fosse ordinato dall'alto).

Edit: ho dimenticato una cosa. Un generale medio ha come obiettivo quello di raggiungere gli obiettivi che gli sono stati comandati minimizzando le proprie perdite. In quest'ottica, bombardare un villaggio di civili e' una strategia adeguata e comprensibile per raggiunge un obiettivo militare minimizzando le proprie perdite. Dal punto di vista umano e' terrorismo. Il problema non e' nel generale (o nel guerrigliero che si fa saltare in aria), il problema secondo me e' come si e' arrivati a quella situazione tale da richiedere queste soluzioni e come uscirne.

il_falchetto_pellegrino
06-09-2004, 11.23.50
Originally posted by fek_
Ho letto il tuo post, non mi sono spiegato io.
E' una strategia militare quella di colpire la popolazione, e' teorizzata anche sui libri di strategia bellica, non e' la pazzia di un generale sadico. In queste operazioni militari non c'e' alcuno spazio per l'iniziativa personale; tutto viene comandato ed eseguito a partire da un piano organico pre stabilito, i cosidetti WarGame.

Ovvio che a noi dicono che vanno in Iraq per liberarlo, non ti dicono che l'invasione in Iraq serve per scopi strategici ben precisi, ovvero piazzare un bastione militare in una zona del pianeta non sotto il diretto controllo americano nella quale convergono la maggior parte delle risorse energetiche necessarie nei prossimi 50 anni.
Ovvio che non ti dicono che bombardano di proposito un villaggio di civile, ma ti raccontano che si sono sbagliati, pensavano ci fossero dei terroristi (quando nomini i terroristi tutto ti e' permesso).

Ma questa e' propaganda e a me e te la propaganda non interessa, vero?

Come e' verissimo che esistono sadici assassini fra i guerriglieri che uccidono solo per il gusto di farlo, ma questa e' una minoranza, come e' una minoranza quella dei soldati americani sadici che torturano i prigionieri (ammesso e non concesso che non fosse ordinato dall'alto).

Edit: ho dimenticato una cosa. Un generale medio ha come obiettivo quello di raggiungere gli obiettivi che gli sono stati comandati minimizzando le proprie perdite. In quest'ottica, bombardare un villaggio di civili e' una strategia adeguata e comprensibile per raggiunge un obiettivo militare minimizzando le proprie perdite. Dal punto di vista umano e' terrorismo. Il problema non e' nel generale (o nel guerrigliero che si fa saltare in aria), il problema secondo me e' come si e' arrivati a quella situazione tale da richiedere queste soluzioni e come uscirne.


Proprio sulla questione del bombardamento dei civili suggerisco a tutti la visione di Fog of War, vincitore degli Oscar per i documentari, che è una lunga intervista a Robert McNamara, ministro della difesa americana ai tempi del Vietnam. Emergono cose molto interessanti.

hackboyz
06-09-2004, 11.38.05
Originally posted by fek_
Ho letto il tuo post, non mi sono spiegato io.
E' una strategia militare quella di colpire la popolazione, e' teorizzata anche sui libri di strategia bellica, non e' la pazzia di un generale sadico. In queste operazioni militari non c'e' alcuno spazio per l'iniziativa personale; tutto viene comandato ed eseguito a partire da un piano organico pre stabilito, i cosidetti WarGame.
CUT
Ah ok.

Beh non sono certo un esperto di strategie militari ma se quelle operazioni atte a colpire la popolazione civile, operazioni rientranti nelle strategie di guerra e quindi comandate dalla'alto potevano avere un fine in guerre "complesse" come quella del Vietnam o la Seconda Guerra Mondiale, sono portato a pensare che nella seconda guerra del Golfo, date le esili difese irachene e vista la velocità con cui è stato conquistato l'Iraq quelle operazioni militari non sono state necessarie e quelle bombe su civili (a quanto ne so poche) sono state davvero frutto di errori. Ma questo non perchè me lo dice il Governo USA ma più cinicamente perchè so che gli Americani non avrebbero sprecato bombe per i civili se non fosse stato necessario.

Comunque io non ho messo da subito gli eserciti e i terroristi sullo stesso piano. E ho detto che comunque la sfumatura che li differenzia è molto piccola.

fek_
06-09-2004, 11.50.18
Originally posted by hackboyz
Ma questo non perchè me lo dice il Governo USA ma più cinicamente perchè so che gli Americani non avrebbero sprecato bombe per i civili se non fosse stato necessario.


Non le hanno affatto sprecate quelle bombe. Hanno colpito dove avevano deciso gli serviva di colpire.

Haplo61
07-09-2004, 08.57.25
Siccome mi hanno 'gentilmente' :D fatto notare che c'è già un topi cull'argomento, riprendo qui le mie osservazioni (non ringraziatemi tutti insieme, tnx :D )

In Ossezia, i terroristi prima violentavano gli scolari e poi li ammazzavano per non sentirli piangere (notizia riportata ieri sera a un TG e stamattina alle 7.58 su Radio1)
Analogamente, Osama Gay Laden ha sposato, subito dopo l'inizio delle sue vigliaccate, una bambina di 13 anni (almeno così aveva riportato il TG, mostrando alcune scene del matrimonio).

Cosa voglio dire?
Semplice: non gli bastava essere terroristi (già per questo meriterebbero di tutto e di più) :bah:

Gi01
07-09-2004, 09.46.56
Haplo, che tu sia un fake è sostanzialmente chiaro al mondo.
Riaffrontare temi che hanno già meritato il lock, che sono OT sull'argomento del 3d, che sono "voci non confermate" (sebbene il personaggio sia quello che sia, ok, ma chissà quante stronzate si diranno!), che offendono gli omosessuali... potrebbero fare finire la pazienza ai Mod.
Io personalmente ti ho già risposto, fin troppo seriamente, 6-7 volte e tu continui a postare merda su merda. Se sei qui unicamente per perdere tempo o pagato da FI, fammelo sapere che almeno mi regolo.
O gentilmente finiscila... che non comprendo come Hob ti stia facendo sopravvivere

Giulio

Haplo61
07-09-2004, 11.18.52
Originally posted by Gi01
Haplo, che tu sia un fake è sostanzialmente chiaro al mondo.
Riaffrontare temi che hanno già meritato il lock, che sono OT sull'argomento del 3d, che sono "voci non confermate" (sebbene il personaggio sia quello che sia, ok, ma chissà quante stronzate si diranno!), che offendono gli omosessuali... potrebbero fare finire la pazienza ai Mod.
Io personalmente ti ho già risposto, fin troppo seriamente, 6-7 volte e tu continui a postare merda su merda. Se sei qui unicamente per perdere tempo o pagato da FI, fammelo sapere che almeno mi regolo.
O gentilmente finiscila... che non comprendo come Hob ti stia facendo sopravvivere

Giulio Bò...

a) Nn mi pare siano OT: parlo dell'Ossezia in un 3d dell'Ossezia... :mumble
b) Il matrimonio di Bin Gay Laden è stato trasmetto su un sacco di reti all'epoca facendo scalpore per la giovane età della fanciulla e i fatti di Ossezia sono testimonianze dei superstiti: loro erano là, ricordi? (per entrambe le notizie cerca su Google: ne troverai a bizzeffe)
c) In questo topic l'unico che parla di gay set tu
d) Se tu non mi sopporti, d'accordo, ma non esprimere pensieri che altre persone non hanno espresso (lock&ban&sodom)

Ciao :birra:

Gi01
07-09-2004, 11.27.37
Originally posted by Haplo61

b) Il matrimonio di Bin Gay Laden
c) In questo topic l'unico che parla di gay set tu


Complimenti per la coerenza.
Se non comprendi che sei offensivo nei confronti dei Gays altri complimenti.

Comunque, giuro che non mi è chiaro il legame tra tale matrimonio e 400 vittime di un manipolo di folli coadiuvati dall'idiozia di un semidittatore russo. E secondo me qui non è chiaro a nessuno.

Giulio

NaPaZ
07-09-2004, 11.30.52
Originally posted by Haplo61
...
Cosa voglio dire?
Semplice: non gli bastava essere terroristi (già per questo meriterebbero di tutto e di più) :bah:

A parte il fatto che ti ostini a tirare in ballo gay laden e frizzi lazzi simili (imho, da evitare in discorsi seri).


Secondo te perchè una o più persone, mettono in pratica certi gesti eclatanti?

Haplo61
07-09-2004, 11.37.32
Originally posted by Gi01
...[cut]...
Comunque, giuro che non mi è chiaro il legame tra tale matrimonio e 400 vittime di un manipolo di folli coadiuvati dall'idiozia di un semidittatore russo. E secondo me qui non è chiaro a nessuno. Bin Laden (va bene così? :cheppalle ) e il manipolo di delinquenti sono entrambi terroristi.
Nn credo che serva essere Einstein per capirlo.

fek_
07-09-2004, 13.34.17
Originally posted by Haplo61
Bin Laden (va bene così? :cheppalle ) e il manipolo di delinquenti sono entrambi terroristi.
Nn credo che serva essere Einstein per capirlo.

Anche Bush e' un terrorista.
Sei omofobico? Ti fanno schifo i gay?