PDA

Visualizza versione completa : Alitalia: ben gli sta



Haplo61
31-08-2004, 08.43.04
Dati dall'Alitalia - fonte: qui (http://www.laprovinciadisondrio.it/PolComo/20040826/pdf/SO2608-ATTU08.pdf)

Media assenteismo: 11,5%
Assenze giornaliere: 2.200
Produttività rispetto ai concorrenti: fino a -40%
etc etc...


Alti dati interessanti - fonte: qui (http://www.tempi.it/archivio/articolo.php3?art=6517)

I piloti Alitalia volano 477 ore l’anno, contro le 568 ore volate dai piloti Air France, le 592 in Lufthansa, le 631 in British Airways e le 630 in Iberia, la ex compagnia di bandiera spagnola che oggi, privatizzata e risanata, è finita in cima alle classifiche europee per risultati economici.
Lo stipendio medio di un pilota Alitalia è di 99mila euro all’anno, pari a una paga oraria di 207 euro (contro i 143, ad esempio, del pilota spagnolo). qui (http://www.tempi.it/archivio/articolo.php3?art=6517)

E poi protestano? :D
Ma vadano a quel paese :rolleyes:

PS: Lo so gia che mi affosserete il 3c con bojate, ma i fatti son fatti :birra:

Bertith
31-08-2004, 09.16.29
cavoli :eek2: non avevo idea che prendessero così tanto..... e poi pure si lamentano..... :doubt:

Kondur dei CGG
31-08-2004, 09.19.34
Senza contare le ladrate sul carburante che qualche dirigente alitalia aveva odito, mettendo a repentaglio la vita di parecchi viaggiatori.
Cmq imho andrebbe operata una privatizzazione, tenersi una "compagnia di bandiera" che produce debiti non mi pare proprio il caso.

ADJIUMI
31-08-2004, 09.35.39
io devo ricevere dall'alitalia 1670 euro di rimborsi.....da 1 anno

Bertith
31-08-2004, 09.39.20
Originally posted by ADJIUMI
io devo ricevere dall'alitalia 1670 euro di rimborsi.....da 1 anno

sogna è spera........
io devo ancora ricevere gli € per il serizio militare ai seggi di giugno dell'anno scorso...

Azazil
31-08-2004, 09.49.00
Originally posted by Haplo61
....Lo stipendio medio di un pilota Alitalia è di 99mila euro all’anno, pari a una paga oraria di 207 euro (contro i 143, ad esempio, del pilota spagnolo). qui (http://www.tempi.it/archivio/articolo.php3?art=6517)

E poi protestano? :D
Ma vadano a quel paese :rolleyes:

Vabbè ma quì si parla dei piloti, e mi starebbe anche bene.
Ma non pagano quei stipendi a 22.000 persone!

Comunque prenderanno sempre molto e si lamentano.
La RAYAN AIR ha dichiarato che con 2000 perone ha lo stesso fatturato dell'Alitalia !! LOL

Siamo proprio in Italia ..... che schifo tanto le casse integrazioni le pagheremo noi dopo ...

debbbole
31-08-2004, 13.40.27
Originally posted by Haplo61
PS: Lo so gia che mi affosserete il 3c con bojate, ma i fatti son fatti :birra:

quando uno spara stronzate merita di essere affossato, specialmente se non sono dati di fatto o opinioni proprie sensate, ma parole di "altri" riportate per sentito dire... ma quando il discorso è sensato la musica cambia... :rolleyes:

Quello che hai segnalato è molto interessante: siamo nel paese dei balocchi... :rolleyes:

TheDarkAlcatraz
31-08-2004, 13.51.46
Originally posted by debbbole
quando uno spara stronzate merita di essere affossato, specialmente se non sono dati di fatto o opinioni proprie sensate, ma parole di "altri" riportate per sentito dire... ma quando il discorso è sensato la musica cambia... :rolleyes:

Quello che hai segnalato è molto interessante: siamo nel paese dei balocchi... :rolleyes:


L'Italia fosse una banana republic solo per le magnagne dell' Alitalia, sarebbe il Paradiso indicato da Iddio ad Abramo.

Azazil
31-08-2004, 14.44.14
E prima Telecom-serbia, Fiat cassa integrati a gogo, Parmalat dove nessuno si accorge di nulla, Alitalia; madre che uccide il figlio ed è in libertà, poi la condannano e dice che sa chi era (ma non esiste un reato a chi tiene nascoste notizie rilevanti in tali casi?), clandestini sbarcano tutti quì per poi arrivare in europa, l'euro che ha ucciso l'economia italiana lasciando sulla strada decine di migliaia di famiglie, ma che cazz succede?
Che sia colpa di questo governomerd?

E sì che l'ho anche votato ... LoL ma li aspetto alle prox e con me ci sarà il 90% del resto degli italiani ...



ps a scusate, telecom-serbia era al tempo della sinistra ma è lo stesso ... potevo aggiungere altre decine di esempi ...

SuperGrem
31-08-2004, 14.48.42
E' vero che Alitalia ha sperperato un sacco di soldi ed è anche vero che molte persone, al suo interno, hanno dei privilegi che manco un emiro arabo si sognerebbe, però non potete pensare di punire tutti i dipendenti dell'azienda per le colpe soltanto di alcuni.
C'è gente che ci campa in Alitalia, nel senso che ci sono padri di famiglia che portano onestamente a casa lo stipendio, a fine mese, e non è giusto che a pagare per gli sprechi di pochi siano anche loro.

Gli scioperi inutili, le ore perse in manifestazioni, bloccando centinaia di voli, sono deleteri allo stesso modo degli sprechi che hanno affossato l'azienda.
Vogliamo vedere una cosa in Italia funzionare bene? E allora smettiamo di fare chiacchiere e mettiamoci al lavoro.

EDIT: Azazil ma che cappero dici? Perchè dobbiamo a tutti i costi festeggiare la fiera delle banalità e dei luoghi comuni? :azz:

Bertith
31-08-2004, 14.51.01
Originally posted by Azazil
E sì che l'ho anche votato ... LoL ma li aspetto alle prox e con me ci sarà il 90% del resto degli italiani ...


tanto alla fine cambia solo il burattino, ma la sostanza no. si fanno sempre i cazzacci loro.....quindi....
andremo a finire come l'Argentina :rolleyes:

Bertith
31-08-2004, 14.53.39
Originally posted by SuperGrem
E' vero che Alitalia ha sperperato un sacco di soldi ed è anche vero che molte persone, al suo interno, hanno dei privilegi che manco un emiro arabo si sognerebbe, però non potete pensare di punire tutti i dipendenti dell'azienda per le colpe soltanto di alcuni.
C'è gente che ci campa in Alitalia, nel senso che ci sono padri di famiglia che portano onestamente a casa lo stipendio, a fine mese, e non è giusto che a pagare per gli sprechi di pochi siano anche loro.


è vero, ma io non capisco xkè alla fine che ci rimettiamo siamo sempre noi. ci mancavano solo gli aiuti al calcio :azz:

SuperGrem
31-08-2004, 15.26.05
Originally posted by Bertith
è vero, ma io non capisco xkè alla fine che ci rimettiamo siamo sempre noi. ci mancavano solo gli aiuti al calcio :azz:

E' giusto, alla fine ci rimettiamo noi, però è anche vero che se avessero dato altri aiuti all'azienda saremmo tornati al punto di partenza.
Quanti soldi dello stato ha fagocitato Alitalia? Non sarebbe il caso di darci una regolata? Tanto, per quanti miliardi di euro possano entrare nelle sue casse, alla fine i soldi andrebbero tutti sperperati o, peggio, arrubbati. Il contentino degli stipendi serve solo a tenere chiuse le bocche dei soliti sindacalisti accondiscendenti.
Il fatto - triste - è che Alitalia sta agonizzando ed ognuno vuole la sua fetta di carne.

Thor
31-08-2004, 15.30.12
Originally posted by SuperGrem
Il fatto - triste - è che Alitalia sta agonizzando ed ognuno vuole la sua fetta di carne.


:hail: :hail:


Mai fu detta cosa più giusta.


;)

Bertith
31-08-2004, 15.32.34
Originally posted by SuperGrem
E' giusto, alla fine ci rimettiamo noi, però è anche vero che se avessero dato altri aiuti all'azienda saremmo tornati al punto di partenza.
Quanti soldi dello stato ha fagocitato Alitalia? Non sarebbe il caso di darci una regolata? Tanto, per quanti miliardi di euro possano entrare nelle sue casse, alla fine i soldi andrebbero tutti sperperati o, peggio, arrubbati. Il contentino degli stipendi serve solo a tenere chiuse le bocche dei soliti sindacalisti accondiscendenti.
Il fatto - triste - è che Alitalia sta agonizzando ed ognuno vuole la sua fetta di carne.

il fatto è che noi italiani siamo stupidi.....tentiamo si sistemare le cose sempre quando è troppo tardi, buttando i soldi ai 4 venti

Azazil
31-08-2004, 18.25.41
Originally posted by SuperGrem
E' vero che Alitalia ha sperperato un sacco di soldi ed è anche vero che molte persone, al suo interno, hanno dei privilegi che manco un emiro arabo si sognerebbe, però non potete pensare di punire tutti i dipendenti dell'azienda per le colpe soltanto di alcuni.
C'è gente che ci campa in Alitalia, nel senso che ci sono padri di famiglia che portano onestamente a casa lo stipendio, a fine mese, e non è giusto che a pagare per gli sprechi di pochi siano anche loro.

Gli scioperi inutili, le ore perse in manifestazioni, bloccando centinaia di voli, sono deleteri allo stesso modo degli sprechi che hanno affossato l'azienda.
Vogliamo vedere una cosa in Italia funzionare bene? E allora smettiamo di fare chiacchiere e mettiamoci al lavoro.

EDIT: Azazil ma che cappero dici? Perchè dobbiamo a tutti i costi festeggiare la fiera delle banalità e dei luoghi comuni? :azz:

Scusa ma che caccio stai dicendo?




E' vero che Alitalia ha sperperato un sacco di soldi ed è anche vero che molte persone, al suo interno, hanno dei privilegi che manco un emiro arabo si sognerebbe, però non potete pensare di punire tutti i dipendenti dell'azienda per le colpe soltanto di alcuni.


E' vero SI? e li giustifichi? Cosa vuol dire questa frase??? Che lo hanno fatto poverini e adesso perdoniamoli?
Sai quando devono dormire per servizio fuori dove vanno? In HOTEL DA 5 STELLE!! SAI cosa costa una notte lì??

Emirato Arabo, hai detto giusto perlomeno quì.

Poi dici di non punire tutti per colpa di alcuni?? MA LOL forse è l'incontrario!! QUASI tutti hanno mangiato e stanno mangiando, assenteisti e malati immaginari!!!
Leggiti un pò di dati ...



C'è gente che ci campa in Alitalia, nel senso che ci sono padri di famiglia che portano onestamente a casa lo stipendio, a fine mese, e non è giusto che a pagare per gli sprechi di pochi siano anche loro

Quì non meriti neppure risposta, i padri di famiglia ci sono dappertuto ma sono onesti, no che si lamentano dei 5000 euro che prendono al mese con sciperi a oltranza mettendo in ginocchio noi poveri italiani lavoratori che paghiamo le tasse, sia economicamente per pagare i loro buki che fisicamente quando andiamo dopo un anno di lavoro in vacanza e ci vediamo lo scioppero che ci fa saltare tutto ... ma dai ..



Gli scioperi inutili, le ore perse in manifestazioni, bloccando centinaia di voli, sono deleteri allo stesso modo degli sprechi che hanno affossato l'azienda.

Gli sprechi sono i compromessi che quella specie infima di lavoratori ha accordato con i sindacati e il CDS dell'Alitalia.


Vogliamo vedere una cosa in Italia funzionare bene? E allora smettiamo di fare chiacchiere e mettiamoci al lavoro.

Quì parla per te amico !!! Che io lavoro e pago TUTTO e lo dico a VOCE ALTA!! TUTTO canone RAI compreso ...:D


EDIT: Azazil ma che cappero dici? Perchè dobbiamo a tutti i costi festeggiare la fiera delle banalità e dei luoghi comuni?

Questa frase non ha senso vedi di leggerti uno Zingarelli e spiegarti bene, nessuno ha festeggiato nulla e nessuna banalità, anzi mi sembra proprio l'incontrario ...

SuperGrem
31-08-2004, 18.52.15
Azazil ma ti si è incornato un toro che sei così acido?
Per cortesia rileggi quello che ho scritto ed accendi tutti e due i neuroni, chè non hai capito un cacchio. :D

Funny
31-08-2004, 19.01.43
Originally posted by Haplo61
I piloti Alitalia volano 477 ore l’anno, contro le 568 ore volate dai piloti Air France, le 592 in Lufthansa, le 631 in British Airways e le 630 in Iberia, Ma vadano a quel paese :rolleyes:



bisogna tenere conto che quelle compagnie hanno piu mete ...

.29A.
31-08-2004, 19.25.30
Prima di dire "Alitalia: ben gli sta" forse bisognerebbe considerare alcuni fattori:

Per prima cosa gioire per la disfatta di Alitalia è molto stupido visto che un sacco di gente ci lavora onestamente per ricevere uno stipendio onesto e per dare da mangiare a se stesso e alla propio famiglia....:nono:

Per seconda cosa è importante tenere a mente che Alitalia è la compagnia di bandiera, questo non significa solo che i notri diplomatici volano Alitalia....:rolleyes: Questo significa che Alitalia dal punto di vista "aereo" ci rappresenta in tutto il mondo, cioè rappresenta l'Italia. Se quindi Alitalia va a scatafascio c'è poco da dire "Ben gli sta" perchè essa rappresenta una parte dell'imagine che negli stati esteri hanno di noi (Trattandosi di comunicazioni una parte non inconsistente). Sarebbe a questo punto meglio dire "Italia: ben gli sta", ma io non me la sento... E comunque non è da discutere in questa sede. :rolleyes:
Non per niente i problemi di Alitalia sono gli stessi del nostro amato paese...:asd:

Per terza cosa vorrei sottolineare che i problemi di Alitalia non dipendono ne dall'assenteismo ne dagli stipendi: Alitalia si è fatta per troppo tempo i fatti suoi mentre le altre compagnie si coalizzavano impadronendosi di una consistente (e stabile) fetta di mercato che sarebbe potuta spettare ad Alitalia...

In conclusione vorrei far notare che se Alitalia fallisse definitivamente ci sarebbe comunque poco da gioire, secondo me AirOne e Meridiana insieme ci metterebbero comunque un sacco di tempo a ristabilire l'equilibrio economico....

obiwankenobi69
01-09-2004, 01.03.34
Originally posted by Azazil
E prima Telecom-serbia, Fiat cassa integrati a gogo, Parmalat dove nessuno si accorge di nulla, Alitalia; madre che uccide il figlio ed è in libertà, poi la condannano e dice che sa chi era (ma non esiste un reato a chi tiene nascoste notizie rilevanti in tali casi?), clandestini sbarcano tutti quì per poi arrivare in europa, l'euro che ha ucciso l'economia italiana lasciando sulla strada decine di migliaia di famiglie, ma che cazz succede?
Che sia colpa di questo governomerd?

E sì che l'ho anche votato ... LoL ma li aspetto alle prox e con me ci sarà il 90% del resto degli italiani ...



ps a scusate, telecom-serbia era al tempo della sinistra ma è lo stesso ... potevo aggiungere altre decine di esempi ... hai ragione in pieno,ma ritengo che ormai l italia lha nei geni di andare avanti in questa maniera da repubblica delle banane...credo che piu dei vari governi e governanti la colpa sia di un modo di pensare ed agire,a tutti i vari livelli in una certa maniera,cioè ruberie, bustarelle,regalie, nepotismi ci sono sempre stati e ci saranno sempre .anke tra di noi che rispetto ai potenti siamo comuni mortali...basti pensare alla cattiva abitudine dell italiano di farsi raccomandare persino per non fare la fila ad un esame in ospedale.......,o per fare il militare vicino casa,piuttosto che chissà dove....credo che sia la cultura radicata da secoli che porti a quello che sta succedendo(non che prima non accadesse ma ora è tutto piu massificato dai media.)

obiwankenobi69
01-09-2004, 01.10.05
Originally posted by .29A.
Prima di dire "Alitalia: ben gli sta" forse bisognerebbe considerare alcuni fattori:

Per prima cosa gioire per la disfatta di Alitalia è molto stupido visto che un sacco di gente ci lavora onestamente per ricevere uno stipendio onesto e per dare da mangiare a se stesso e alla propio famiglia....:nono:

Per seconda cosa è importante tenere a mente che Alitalia è la compagnia di bandiera, questo non significa solo che i notri diplomatici volano Alitalia....:rolleyes: Questo significa che Alitalia dal punto di vista "aereo" ci rappresenta in tutto il mondo, cioè rappresenta l'Italia. Se quindi Alitalia va a scatafascio c'è poco da dire "Ben gli sta" perchè essa rappresenta una parte dell'imagine che negli stati esteri hanno di noi (Trattandosi di comunicazioni una parte non inconsistente). Sarebbe a questo punto meglio dire "Italia: ben gli sta", ma io non me la sento... E comunque non è da discutere in questa sede. :rolleyes:
Non per niente i problemi di Alitalia sono gli stessi del nostro amato paese...:asd:

Per terza cosa vorrei sottolineare che i problemi di Alitalia non dipendono ne dall'assenteismo ne dagli stipendi: Alitalia si è fatta per troppo tempo i fatti suoi mentre le altre compagnie si coalizzavano impadronendosi di una consistente (e stabile) fetta di mercato che sarebbe potuta spettare ad Alitalia...

In conclusione vorrei far notare che se Alitalia fallisse definitivamente ci sarebbe comunque poco da gioire, secondo me AirOne e Meridiana insieme ci metterebbero comunque un sacco di tempo a ristabilire l'equilibrio economico.... io parlo da uomo della strada non ne conosco di politica ne di economia,però solidarietà ai lavoratori a parte,è anke l ora che le nostre grandi industrie o imprese la finiscano di o rubacchiare o dormire sugli allori,perkè se come dici le altre compagnie si associavano per far fronte al mercato....lo doveva fare pure l alitalia,invece di rimanere isolata.....e questo vale per tutti,benvengano anke le società con imprese straniere prima di perire nel calderone del mercato globale...

Dalmo
01-09-2004, 01.26.36
Privatizzazione rulez.
Vedrai che un privato ai vertici ti mette la paprica al culo, ti diminuisce lo stipendio se lavori male e ti fa secco se gli butti nel cesso miliardi scioperando inutilmente :rolleyes:

BESTIA_kPk
01-09-2004, 01.37.04
Originally posted by Dalmo
Privatizzazione rulez.
Vedrai che un privato ai vertici ti mette la paprica al culo, ti diminuisce lo stipendio se lavori male e ti fa secco se gli butti nel cesso miliardi scioperando inutilmente :rolleyes:

E i privati che fregano soldoni? non ini, ONI.
O anche privati che tirano dentro amici e parentame vario (a fare un cazzo stipendiati ovviamente).

Che poi, *privati*, quindi deve mancargli qualcosa eh va ribilanciato tale status negativo.

Dalmo
01-09-2004, 01.41.30
Originally posted by BESTIA_kPk
E i privati che fregano soldoni? non ini, ONI.
O anche privati che tirano dentro amici e parentame vario (a fare un cazzo stipendiati ovviamente).

Che poi, *privati*, quindi deve mancargli qualcosa eh va ribilanciato tale status negativo.
Non è vero caro mio, è risaputo che le aziende private lavorano con più serietà di quelle pubbliche.
Ti faccio un esempio: perchè credi che molta gente vada dal medico privato?
E' facile lavorare da cani e non fare un cazzo e non essere licenziati se non hai il padrone che ti fa un culo così se non esegui i tuoi doveri, facilissimo, mentre nelle imprese private non funziona così, si deve lavorare molto e bene se vuoi mantenere il posto e lo stipendio, altrimenti bye bye.
E per quanto ti riguarda: i privati possono tirare dentro chi gli pare visto che li stipendiano loro stessi, cazzi loro dunque, non è così invece in posti pubblici tipo comunali per farti un esempio: destino mi ha spiegato che un casino di gente al sud è stra raccomandata da politici locali e si prendono il posto comunale, il posto di qualcuno che magari lavorava meglio e non li stipendia il politico ma lo stato, eh.

BESTIA_kPk
01-09-2004, 01.46.40
Originally posted by Dalmo
Non è vero caro mio, è risaputo che le aziende private lavorano con più serietà di quelle pubbliche.
Ti faccio un esempio: perchè credi che molta gente vada dal medico privato?
E' facile lavorare da cani e non fare un cazzo e non essere licenziati se non hai il padrone che ti fa un culo così se non esegui i tuoi doveri, facilissimo, mentre nelle imprese private non funziona così, si deve lavorare molto e bene se vuoi mantenere il posto e lo stipendio, altrimenti bye bye.

Caro mio? meno confidenza.

Non è risaputo, è tua idea limitata.
Alcune aziende private lavorano con più serietà, altre meno.

Ti faccio un altro esempio: un medico che lavora per passione se ne impippa del guadagno puro e semplice, lavora in una struttura pubblica e cerca di salvare più gente possibile.
Mentre un altro medico lavora in uno studio privato e potrebbe fottersene del cliente, mentre pensare solo ai $$$, magari dandogli medicine e cure inutili ma costose.
Sono tutte ipotesi.
Le barricate di pensiero e le generalizzazioni trovano il tempo che trovano.

Dalmo
01-09-2004, 01.53.25
Originally posted by BESTIA_kPk
Caro mio? meno confidenza.
Ti faccio un altro esempio: un medico che lavora per passione se ne impippa del guadagno puro e semplice, lavora in una struttura pubblica e cerca di salvare più gente possibile.
Mentre un altro medico lavora in uno studio privato e potrebbe fottersene del cliente, mentre pensare solo ai $$$, magari dandogli medicine e cure inutili ma costose.
Sono tutte ipotesi.
Le barricate di pensiero e le generalizzazioni trovano il tempo che trovano.
Mi spiace, ma la sanità pubblica non funziona come la descrivi tu, basta guardare quanta gente va in cliniche private come le svizzere, costano di piu, ma ti fanno stare meglio.
La mia idea non è limitata, è semplicemente la dura realtà, non ho interesse a dimostrare ne una ne l'altra ipotesi, quindi........ ;)
Basta che guardi moltissimi dipendenti comunali, a volte non so se ridere o se piangere.
Personalmente non mi lamento più di tanto visto che qua nella mia zona ci sono ottimi ospedali o posti per riabilitarsi e della polizia con le palle di acciaio, carbonio e adamantio, ma so che sfortunatamente queste cose non funzionano molto bene in altri parti di Italia.
Inoltre le imprese private sono piu motivate a lavorare e avere dei prodotti e o servizi migliori in modo da battere la concorrenza e per vendere, perchè se non vendono non c'è l'amico stato che li aiuta :)
Come il medico privato: dovrà darti una motivazione per andare da lui e non da quello pubblico: in termini di qualità e affidabilità, non come molti medici pubblici che ti dicono che sei sano e sei mesi dopo sei ricoverato di urgenza perchè fai un infarto o altro. :)

BESTIA_kPk
01-09-2004, 01.59.51
Originally posted by Dalmo
Mi spiace, ma la sanità pubblica non funziona come la descrivi tu, ..

Io non ho descritto la sanità pubblica, ho fatto un esempio di UN medico, e poi di UN altro medico. Leggi meglio.

Io non stò dimostrando nessuna ipotesi, sono due tizi che conosco. Mica ipotesi, dati di fatto.
Uno ne parlan bene tutti i pazienti (e parenti, è un parente :asd: ).
L'altro mi basta sapere che non è stato in grado di riconoscere una frattura al polso di mio fratello, mentre il primo l'ha capito al volo (pure l'infermiera).

Thor
01-09-2004, 09.10.04
Originally posted by Dalmo
Privatizzazione rulez.
Vedrai che un privato ai vertici ti mette la paprica al culo, ti diminuisce lo stipendio se lavori male e ti fa secco se gli butti nel cesso miliardi scioperando inutilmente :rolleyes:


Dalmo, stai pisciando fuori dal water.

:D

Azazil
01-09-2004, 10.54.09
Originally posted by Dalmo
Privatizzazione rulez.
Vedrai che un privato ai vertici ti mette la paprica al culo, ti diminuisce lo stipendio se lavori male e ti fa secco se gli butti nel cesso miliardi scioperando inutilmente :rolleyes:

Quoto pienamente, non ero acido con te, ma dalla situazione che hanno creato all'Alitalia.
Adesso lo stato gli ha stanziato 400 milioni di euro ... se fallisce chi li rimborsa??

LOL (noi per chi non lo sapesse!!)

Sono in fallimento e tutti i dipendenti invece di rimboccarsi le maniche e andare a lavorare per risanare la situazione continuano con scioperi e assenteismo e a stare a casa in malattia......

Altro che padri di famiglia ... A CALCI IN CULO TUTTI E FUORI PURE DALL'ITALIA e togliergli anche il DIRITTO DI VOTO!!


A me ste cose mi fanno incazzare scusate ... :D

Azazil
01-09-2004, 10.56.43
Originally posted by BESTIA_kPk
Ti faccio un altro esempio: un medico che lavora per passione se ne impippa del guadagno puro e semplice, lavora in una struttura pubblica e cerca di salvare più gente possibile.
Mentre un altro medico lavora in uno studio privato e potrebbe fottersene del cliente, mentre pensare solo ai $$$, magari dandogli medicine e cure inutili ma costose.

Questo può accadere in America o Inghilterra, in Italia lo puoi vedere solo nelle pubblicità della pasta BARILLA.... :D

NaPaZ
01-09-2004, 11.03.16
Originally posted by Azazil
Questo può accadere in America o Inghilterra, in Italia lo puoi vedere solo nelle pubblicità della pasta BARILLA.... :D

E' una battuta vero? non ha neppure quel velo di veridicità vero, vero?

Azazil
01-09-2004, 11.06.09
Originally posted by NaPaZ
E' una battuta vero? non ha neppure quel velo di veridicità vero, vero?

In che senso? Ma tu sei italiano cioè vivi quì in Italia o magari scrivi dall'estero? Non capisco ..

NaPaZ
01-09-2004, 11.28.34
Originally posted by Azazil
In che senso? Ma tu sei italiano cioè vivi quì in Italia o magari scrivi dall'estero? Non capisco ..

Leggi l'user title asd


Il senso è che la tua precedente risposta è una battuta oppure è falsa. Non parlavo per caso, mi riferivo a persone che conosco o che ho conosciuto.

Azazil
01-09-2004, 12.18.21
Si ma adeso non facciamo di "tutta l'erba un fascio"

Ovvio che ci sono ancora operatori onesti per fortuna... io parlavo della massa. Mi sembra che sia cosa ovvia che la sanità pubblica in Italia non funzioni da anni ... e non certo per le mura che sorreggono un ospedale.

Erik2
01-09-2004, 12.26.06
Originally posted by Dalmo
Privatizzazione rulez.
Vedrai che un privato ai vertici ti mette la paprica al culo, ti diminuisce lo stipendio se lavori male e ti fa secco se gli butti nel cesso miliardi scioperando inutilmente :rolleyes:

Falsi miti.

E te lo dice uno che ha studiato per anni queste cose.

Privato NON è sinonimo di maggiore professionalità, maggiore efficienza e maggiore redditività. Fattene una ragione. Accade spesso, ma non è affatto un dato incontrovertibile.

Pensa che recenti ricerche hanno dimostrato che in America nelle grandi imprese i dirigenti possono permettersi di BUTTARE NEL CESSO fino ad 1/3 della ricchezza prodotta dall'impresa prima che gli azionisti se la diano... fai te che un alto dirigente accollava all'impresa un costo di 200 $ giornalieri pur di ricevere una ARANCIA GIA' SBUCCIATA IN UFFICIO. E questo è solo uno dei tanti esempi che ti potrei fare...

Eppoi potrei citarti MOLTI dirigenti di imprese pubbliche italiane che negli anni 50/60/70 hanno svolto il loro lavoro egregiamente, portando alcune imprese statali a livelli di eccellenza (i nomi attulamente non me li ricordo, in fondo ho dato l'esame di Storia Economica 3 anni fà ormai... ma ti assicuro che di gente in gamba anche nel pubblico ne è passata parecchia ed ha fatto bene... anche io mentre studiavo stentavo a crederci... imbottito com'ero dei soliti stereotipi)

Ciao

il_falchetto_pellegrino
01-09-2004, 13.03.31
Ci sono privatizzazioni sensate, altre meno.

Le ferrovie inglesi da quando sono private sono allo sfascio, per esempio.

La sanità privata lavora in genere meglio di quella pubblica. Ma in realtà molti medici sono gli stessi che lavorano sia in una struttura pubblica che in una privata, magari di loro proprietà. Il fatto è che una struttura privata, proprio per costare molti soldi al paziente, è ristretta a un numero limitato di persone, al contrario di quella pubblica, giustamente aperta a tutti, che deve far fronte alle esigenze di un numero elevatissimo di persone.
Soprattutto al nord e al centro, quello che diversifica i due tipi di struttura non è la qualità del servizio, ma il tempo di attesa. Ridotto nelle struttura private non per chissà quale miracolo organizzativo, ma per un'utenza estrememente ridotta.
Esempio personale: nel 1996 sono stato operato di varicocele a orino alle Molinette. Ho dovuto stare in attesa per 8 mesi, ma mi ha operato lo stesso dottore al quale mi sono rivolto, che avrebbe potuto operarmi con attesa di una settimana nella sua clinica privata, pagando però 3 milioni. Il risultato è che ho avuto la stessa qualità a costo 0 (il personale è stato splendido), ma ho dovuto aspettare 8 mesi. Per un varicocele puoi farlo, per altri sintomi no. Anche se per le malattie più gravi si cerca comunque di aprire canali preferenziali ai pazienti, non sempre riuscendoci, purtroppo.

Vedere il datore di lavoro privato come un buono che fatica per il bene del paese, mi pare una forzatura fiabesca. Come per i dipendenti pubblici, ci sono privati onesti e altri che non lo sono affatto.

Kondur dei CGG
01-09-2004, 13.20.27
Cmq ora i medici o sono pubblici, o sono privati.

Azazil
01-09-2004, 15.02.26
Originally posted by il_falchetto_pellegrino
Vedere il datore di lavoro privato come un buono che fatica per il bene del paese, mi pare una forzatura fiabesca.
Nessuno ha mai detto che fatica per il paese, ma per le sue tasche.
Più è in gamba e più ingrassa i suoi CC ... ed è giusto.
Se uno ha capacità è giusto che guadagni e realizzi più di quello che si gratta le pere ...


Originally posted by il_falchetto_pellegrino
Come per i dipendenti pubblici, ci sono privati onesti e altri che non lo sono affatto.
Ecco, mi riallaccio a quanto anzidetto.
Nel pubblico la pappa arriva sempre e tanti si "rilassano", nel privato primo non accade perchè ti cacciano via in qualche maniera, secondo se rendi hai anche la possibilità di essere remunerato maggiormente cosa che nel pubblico non accade se non per concorsi interni dove sono sempre agevolati una schiera di soggetti per un motivo o un altro; e questo lo sappiamo tutti.

Lasciamo perdere questi discorsi, lo sappiamo: in Italia DA SEMPRE siamo abituati un pò tutti ad arrangiarci e la teoria di base è sempre la stessa: (forza Napoli) "piangi il morto per inculare il vivo" ...

E voglio vedere chi lo nega; anche nel piccolo tanto il "pesce" puzza dalla testa alla coda....

Chi non ha mai cercato aiuto per evitare una coda, per il servizio di leva, per l'amico che lavora in Polizia per vedere se si riusciva ad evitare una multa, per avere il pasaporto prima, e così via a salire sino ai nostri politici ...

Provaci in Inghilterra poi vediamo ...

Haplo61
01-09-2004, 15.28.30
Originally posted by Azazil
...[cut]... Minchia un post di Azazil che mi piace :D :birra:

alcoolwarriors
01-09-2004, 15.51.35
Originally posted by Erik2
Falsi miti.

basta anche vedere cosa ha fatto la privatizzazione delle aziende fornitrici di risorse (elettricità, acqua, gas) nei paesi sud americani...

Azazil
01-09-2004, 15.52.32
Haplo61 http://digilander.libero.it/the_writer/F/f23.gif

La cosa che più mi fa rabbia http://digilander.libero.it/the_writer/best/best27.gif è che la situazione è irreparabile ..

Thor
01-09-2004, 16.22.13
Originally posted by alcoolwarriors
basta anche vedere cosa ha fatto la privatizzazione delle aziende fornitrici di risorse (elettricità, acqua, gas) nei paesi sud americani...


La stessa cosa che farà in Italia di qui a pochi anni.

Siamo allo sfacelo

Erik2
01-09-2004, 16.26.53
Originally posted by alcoolwarriors
basta anche vedere cosa ha fatto la privatizzazione delle aziende fornitrici di risorse (elettricità, acqua, gas) nei paesi sud americani...

Quella poi è una situazione un pò particolare... ci sono alcune categorie di beni (tra le quali le utenze pubbliche, i trasporti locali etc) che dovrebbero sempre e comunque rimanere in mano al pubblico in quanto la gestione privata non è vantaggiosa per la società in senso lato.

Questo in quanto alcuni settori saranno perennemente in perdita nel tentativo di assicurare un grado di fruibilità del servizio accettabile a favore degli utenti. Quando si vuole passare dalla gestione pubblica (che può permettersi anche di subire perdite se comunque l'utilità generata a favore dell'utenza "copre" le perdite dovute ad una gestione anti-economica) ad una gestione privata (la quale considera come variabili i ricavi generati dall'attività ed i meri costi sostenuti per produrre, con l'intento tanto dichiarato quanto scontato di ottenere un profitto) le cose possono solo andare male...

Alla faccia di chi dice che privato è (SEMPRE) meglio...

alcoolwarriors
01-09-2004, 16.59.21
Originally posted by Erik2
Quella poi è una situazione un pò particolare... ci sono alcune categorie di beni (tra le quali le utenze pubbliche, i trasporti locali etc) che dovrebbero sempre e comunque rimanere in mano al pubblico in quanto la gestione privata non è vantaggiosa per la società in senso lato.

Questo in quanto alcuni settori saranno perennemente in perdita nel tentativo di assicurare un grado di fruibilità del servizio accettabile a favore degli utenti. Quando si vuole passare dalla gestione pubblica (che può permettersi anche di subire perdite se comunque l'utilità generata a favore dell'utenza "copre" le perdite dovute ad una gestione anti-economica) ad una gestione privata (la quale considera come variabili i ricavi generati dall'attività ed i meri costi sostenuti per produrre, con l'intento tanto dichiarato quanto scontato di ottenere un profitto) le cose possono solo andare male...


non solo...anche in california (non in burundi) quando fu privatizzato il sistema di approvigionamento dell'energia elettrica, le multinazionale che se l'erano accaparrato crearono una specie di cartello, con l'effetto di decuplicare i prezzi al kW/h, invece che ridurli con la concorrenza..

il_falchetto_pellegrino
01-09-2004, 21.11.50
Originally posted by Azazil
Nessuno ha mai detto che fatica per il paese, ma per le sue tasche.
Più è in gamba e più ingrassa i suoi CC ... ed è giusto.
Se uno ha capacità è giusto che guadagni e realizzi più di quello che si gratta le pere ...


Ecco, mi riallaccio a quanto anzidetto.
Nel pubblico la pappa arriva sempre e tanti si "rilassano", nel privato primo non accade perchè ti cacciano via in qualche maniera, secondo se rendi hai anche la possibilità di essere remunerato maggiormente cosa che nel pubblico non accade se non per concorsi interni dove sono sempre agevolati una schiera di soggetti per un motivo o un altro; e questo lo sappiamo tutti.

Lasciamo perdere questi discorsi, lo sappiamo: in Italia DA SEMPRE siamo abituati un pò tutti ad arrangiarci e la teoria di base è sempre la stessa: (forza Napoli) "piangi il morto per inculare il vivo" ...

E voglio vedere chi lo nega; anche nel piccolo tanto il "pesce" puzza dalla testa alla coda....

Chi non ha mai cercato aiuto per evitare una coda, per il servizio di leva, per l'amico che lavora in Polizia per vedere se si riusciva ad evitare una multa, per avere il pasaporto prima, e così via a salire sino ai nostri politici ...

Provaci in Inghilterra poi vediamo ...

Dal tuo discorso tagli fuori quelli che si impegnano ma non hanno capacità: li facciamo crepare di fame?

E tagli fuori anche quelli che si fanno il culo, ma l'aumento di stipendio non lo vedono, perchè non è che i padroni sono tutti buoni.

Siccome in Italia siamo sempre tutti portati ad arragiarci, sappi che questo vel per i dipendenti quanto per i padroni: i primi cercano di tirare a campare, magari, i secondi di non pagare le tasse e di tirare sugli stipendi.

Dividere il mondo in bianco e nero non ha mai portato a nulla.

Dalmo
01-09-2004, 21.49.05
Originally posted by BESTIA_kPk
Io non ho descritto la sanità pubblica, ho fatto un esempio di UN medico, e poi di UN altro medico. Leggi meglio.

Io non stò dimostrando nessuna ipotesi, sono due tizi che conosco. Mica ipotesi, dati di fatto.
Uno ne parlan bene tutti i pazienti (e parenti, è un parente :asd: ).
L'altro mi basta sapere che non è stato in grado di riconoscere una frattura al polso di mio fratello, mentre il primo l'ha capito al volo (pure l'infermiera).
I migliori auguri a tuo fratello, comunque è un caso raro, credimi.
Io andavo da un pediatra privato quando avevo tipo 3 anni che lavorava anche in ambulatori pubblici, se andavi li mi hanno detto che ti visitava sommariamente, mentre se pagavi ti visitava molto bene come faceva a me.
Inutile dire che appena i miei l'hanno scoperto tramite amici hanno cambiato medico per lo disgusto.

Dalmo
01-09-2004, 21.54.27
Originally posted by il_falchetto_pellegrino
Ci sono privatizzazioni sensate, altre meno.
Vedere il datore di lavoro privato come un buono che fatica per il bene del paese, mi pare una forzatura fiabesca. Come per i dipendenti pubblici, ci sono privati onesti e altri che non lo sono affatto.
Sì, ma non dico la totalità ma buonissima parte delle privatizzazioni va a buon fine, le ferrovie inglesi penso che siano andate in sfascio perchè non sono state amministrate bene e poi visto che non erano statali non è intervenuto il caro amico stato a fasciargli il culo, motivo per il quale un privato ci pensa due volte prima di buttare via soldi o lasciar lavorare male i dipendenti. ;)


Originally posted by Erik2
Falsi miti.
E te lo dice uno che ha studiato per anni queste cose.
Privato NON è sinonimo di maggiore professionalità, maggiore efficienza e maggiore redditività. Fattene una ragione. Accade spesso, ma non è affatto un dato incontrovertibile.
Pensa che recenti ricerche hanno dimostrato che in America nelle grandi imprese i dirigenti possono permettersi di BUTTARE NEL CESSO fino ad 1/3 della ricchezza prodotta dall'impresa prima che gli azionisti se la diano... fai te che un alto dirigente accollava all'impresa un costo di 200 $ giornalieri pur di ricevere una ARANCIA GIA' SBUCCIATA IN UFFICIO. E questo è solo uno dei tanti esempi che ti potrei fare...
Eppoi potrei citarti MOLTI dirigenti di imprese pubbliche italiane che negli anni 50/60/70 hanno svolto il loro lavoro egregiamente, portando alcune imprese statali a livelli di eccellenza (i nomi attulamente non me li ricordo, in fondo ho dato l'esame di Storia Economica 3 anni fà ormai... ma ti assicuro che di gente in gamba anche nel pubblico ne è passata parecchia ed ha fatto bene... anche io mentre studiavo stentavo a crederci... imbottito com'ero dei soliti stereotipi)
Hai senz'altro ragione, ma io non dico la totalità ma la maggior parte ;)
E' verissimo che ci sono aziende private più o meno serie e io per prenotare la mia vacanza l'ho capito sulla mia pelle ;)
Meno male che si è risolto tutto :D

BESTIA_kPk
01-09-2004, 22.01.36
Originally posted by Dalmo
I migliori auguri a tuo fratello, comunque è un caso raro, credimi.
..

Non è raro.

Non ho solo un primario come parente che bazzica negli ospedali o in strutture simili. Quindi anche se li vedo poco spesso, quelle poche volte ne sento di tutti i fottuti colori.

Poi quando hai tanti parenti come me, quasi per forza ne senti di tutti i colori :asd:

Dalmo
01-09-2004, 22.08.02
Originally posted by BESTIA_kPk
Non è raro.
Non ho solo un primario come parente che bazzica negli ospedali o in strutture simili. Quindi anche se li vedo poco spesso, quelle poche volte ne sento di tutti i fottuti colori.

Beh, forse nella tua zona, io ho trovato ottimi medici anche nella sanità pubblica però spesso tra specialisti pubblici e privati non c'è paragone credimi.
Te lo dico perchè da piccolo ero allergico alla cioccolata e non riuscivo più a guarire e andando da specialisti privati mi hanno detto cosa fare e ora mi posso ingozzare di cioccolata senza subire il più minimo prurito.


Originally posted by BESTIA_kPk
Poi quando hai tanti parenti come me, quasi per forza ne senti di tutti i colori :asd:
Una delle poche cose che devo avere in comune con te :asd:

BESTIA_kPk
01-09-2004, 22.12.46
Originally posted by Dalmo
Beh, forse nella tua zona, io ho trovato ottimi medici anche nella sanità pubblica però spesso tra specialisti pubblici e privati non c'è paragone credimi.
Te lo dico perchè da piccolo ero allergico alla cioccolata e non riuscivo più a guarire e andando da specialisti privati mi hanno detto cosa fare e ora mi posso ingozzare di cioccolata senza subire il più minimo prurito.


Una delle poche cose che devo avere in comune con te :asd:

Io non ho devo "non crederti". Io dico le mie info, tu le tue.
Un discorso intelligente è unire le info e trarre conclusioni.
Non lo è dire "da me così da te pomì".

Ah bè come mezzosangue bastardo incrocio lombardo-veneto, ho giustamente un parentame a dir poco numeroso :asd:
Però non sono magnagatti :mad:
Forse abbiamo in comune anche il fatto di essere iscritti al multy :asd:

Dalmo
01-09-2004, 22.18.40
Originally posted by BESTIA_kPk
Io non ho devo "non crederti". Io dico le mie info, tu le tue.
Un discorso intelligente è unire le info e trarre conclusioni.
Non lo è dire "da me così da te pomì".
Sì, ma dico, questo capita qua da me, capito? ;)


Originally posted by BESTIA_kPk
Ah bè come mezzosangue bastardo incrocio lombardo-veneto, ho giustamente un parentame a dir poco numeroso :asd:
Però non sono magnagatti :mad:
Beh, io non so da dove venissero i miei avi quindi sono un bordello genetico credo, vedi te :asd:
Magnagatti? :asd:
Veronesi tutti matti diceva quel proverbio (se è un proverbio)
Però si dovrebbe dire: veronesi tutti matti, cinesi e coreani magna i gatti.... :asd:


Originally posted by BESTIA_kPk
Forse abbiamo in comune anche il fatto di essere iscritti al multy :asd:
:roll3:

SuperGrem
01-09-2004, 22.21.06
Originally posted by Azazil
(forza Napoli) "piangi il morto per inculare il vivo" ...

Ma te ci sei o ci fai? :doubt:
Forza Napoli? E che sei allo stadio?
E io ti dico che di gente onesta che fa il proprio lavoro anche rinunciando ai guadagni stratosferici cè n'è un fottio di più di quello che credi.
Bestia ha portato l'esempio del fratello, io te ne potrei portare altri mille, e si tratta (oddio, che orrore) di professionisti onesti di Napoli.
Azazil dimostri il qi di un bradipo con le tue affermazioni generaliste ed i luoghi comuni con cui infarcisci le tue argomentazioni.
Perchè non vuoi accettare la verità puira e semplice?
In Italia (come nel resto del mondo) esistono persone oneste e persone che non lo sono, in Alitalia, come nel resto del mondo economico, c'è chi lavora e chi non lavora. Purtroppo, in questo caso, chi non lavora ha avuto un ruolo deteriorante nei confronti dell'azienda. E' questa gente che deve essere mandata a casa a calci nel culo, non tutti i dipendenti, ok? Ci sono dirigenti che fanno il porco comodo loro, ci sono dipendenti che scioperano invece di lavorare, allora che vengano puniti costoro e non anche quegli altri che lavorano onestamente, anche se tu non credi che ne esistano.
Ti suonerà strano, ma esistono un sacco di persone in Alitalia, dirigenti compresi, che si smazzano per portare a casa la pagnotta, anche se tu - o unico lavoratore onesto d'Italia - lo neghi spudoratamente.
Le pecore nere ci sono dappertutto, questo però non ti autorizza di fare di un'erba un fascio.
E lascia stare i luoghi comuni su Napoli, chè poi finisce che ti mando affanculo e te lo meriti pure.
Ma va, va...

Erik2
01-09-2004, 22.29.31
Originally posted by Dalmo
Sì, ma non dico la totalità ma buonissima parte delle privatizzazioni va a buon fine, le ferrovie inglesi penso che siano andate in sfascio perchè non sono state amministrate bene e poi visto che non erano statali non è intervenuto il caro amico stato a fasciargli il culo, motivo per il quale un privato ci pensa due volte prima di buttare via soldi o lasciar lavorare male i dipendenti. ;)

Anche qui, bisogna fare distinzioni.

Le privatizzazioni vanno bene nei settori economici che si comportano in accordo con le ipotesi di mercato in concorrenza perfetta.

Mentre sono molto deleterie quando vengono applicate in settori caratterizzati dalla presenza di un oligopolio od in caso di monopolio.

Il settore ferroviario è in definitiva un settore monopolistico...ed ecco perchè le privatizzazioni hanno peggiorato la situazione.

Discorso analogo potrebbe farsi per la privatizzazione delle imprese assicurative in Italia, in questo caso si ha un oligopolio e non un monopolio, ma gli effetti negativi sono sotto gli occhi di tutti.

Dipende quindi MOLTO dai settori che si vogliono privatizzare.

Dalmo
01-09-2004, 22.35.16
Originally posted by Erik2
Anche qui, bisogna fare distinzioni.
Le privatizzazioni vanno bene nei settori economici che si comportano in accordo con le ipotesi di mercato in concorrenza perfetta.
Mentre sono molto deleterie quando vengono applicate in settori caratterizzati dalla presenza di un oligopolio od in caso di monopolio.
Il settore ferroviario è in definitiva un settore monopolistico...ed ecco perchè le privatizzazioni hanno peggiorato la situazione.
Discorso analogo potrebbe farsi per la privatizzazione delle imprese assicurative in Italia, in questo caso si ha un oligopolio e non un monopolio, ma gli effetti negativi sono sotto gli occhi di tutti.
Dipende quindi MOLTO dai settori che si vogliono privatizzare.
Il tuo discorso non fa una grinza, però permettimi di dire che le assicurazioni si dovrebbero far concorrenza e non mettersi d'accordo, stronzo anche lo stato che glielo permette senza dire "A"
Ah, per non andare ot: l'alitalia è in un settore dove c'è molta concorrenza, ma non è capace di tener testa alla concorrenza...
Io guardando le tariffe di british airways sono rimasto sorpreso dai bassi costi, cosa che purtroppo non posso dire per l'alitalia.

SuperGrem
01-09-2004, 22.44.56
Originally posted by Dalmo
l'alitalia è in un settore dove c'è molta concorrenza, ma non è capace di tener testa alla concorrenza...

Relativamente c'è molta concorrenza.
E' vero che ci sono molte compagnie aeree, ma non è detto che facciano tutte le stesse rotte. Se Alitalia è l'unica a garantire il volo dalla città A alla città B, allora automaticamente si trova in una situazione di monopolio, almeno per quella rotta.

Dalmo
01-09-2004, 23.11.25
Originally posted by SuperGrem
Relativamente c'è molta concorrenza.
E' vero che ci sono molte compagnie aeree, ma non è detto che facciano tutte le stesse rotte. Se Alitalia è l'unica a garantire il volo dalla città A alla città B, allora automaticamente si trova in una situazione di monopolio, almeno per quella rotta.
Relativamente vero anche questo, vedi, costano molto di più i voli intercontinentali o quelli piuttosto lontani, non basta il collegamento città A -> città B

Erik2
01-09-2004, 23.12.19
Originally posted by Dalmo
Il tuo discorso non fa una grinza, però permettimi di dire che le assicurazioni si dovrebbero far concorrenza e non mettersi d'accordo, stronzo anche lo stato che glielo permette senza dire "A"

Anche qui la questione sarebbe lunga.

In linea teorica il 70% circa del premio assicurativo è legato a fattori statistici (n° degli incidenti, valore del danno medio etc ) mentre il restante 30% dovrebbe coprire i cosiddetti costi di gestione (in cui si fanno rientrare, per convenzione, anche i redditi di impresa). In teoria la prima parte del premio (il 70%) è "fisso" per tutte le imprese del settore mentre queste ultime dovrebbero darsi battaglia sul restante 30%... ecco, questo semplicemente non accade. Sia perchè ci sono stati cartelli (l'ISVAP se ti ricordi ha anche multato le imprese, ma tant'è...) sia perchè la privatizzazione ha DI FATTO aumentato alcuni costi. Per farsi concorrenza le imprese tendono ad aprire più filiali per accaparrarsi i premi dei residenti in alcune determinate zone. Questo ha fatto aumentare i costi di affitto delle sedi, i costi legati al personale, per le utenze e così via... Quando invece le assicurazioni erano in mano pubblica non esistevano di fatto queste ridondanze. Inoltre considera che lo Stato ha come obiettivo la semplice gestione economica (ossia coprire i costi grazie ai ricavi) mentre le imprese private hanno come proprio obiettivo il lucro. Il mercato è un oligopolio e quindi il cartello è la forma più rapida e sicura per arricchirsi.
A peggiorare la situazione c'è anche il fatto che le assicurazioni RCAuto sono obbligatorie (cosa comunque giusta a prescindere dalla gestione delle stesse) e forti di questo fatto le imprese non abbassano le tariffe per farsi concorrenza, ben sapendo comunque che il bacino d'utenza esiste e non diminuisce anche a seguito di un aumento dei prezzi.



Originally posted by Dalmo
Ah, per non andare ot: l'alitalia è in un settore dove c'è molta concorrenza, ma non è capace di tener testa alla concorrenza...
Io guardando le tariffe di british airways sono rimasto sorpreso dai bassi costi, cosa che purtroppo non posso dire per l'alitalia.

Anche qui, il discorso è un pò lungo. Riassumendo esistono due categorie di rotte: quelle "commerciali" (esempio Milano - Roma in Italia) che risultano essere appetibili da tantissime compagnie aeree che quindi sono disposte a farsi una concorrenza seria... e ci sono anche le rotte non "commerciali" (esempio Bergamo - Catania) che non attirano le imprese straniere e che generalmente l'Alitalia gestisce in condizioni di monopolio (essendo ovviamente l'unica a farle...) ma che devono (dovrebbero) essere mantenute in vita per garantire quello specifico bene pubblico che è la mobilità delle persone e delle cose all'interno del territorio nazionale.

Da ciò ne consegue che il settore del trasporto esula dal semplice schema mercato concorrenziale/oligopolio/monopolio, proprio in quanto esso può essere sezionato in tante piccole rotte ognuna con le proprie caratteristiche... e se Alitalia è costretta anche a sobbarcarsi rotte con poca utenza ed elevati costi non mi stupisce che le cose non vadano bene... tutto questo senza ovviamente tralasciare gli sbagli (numerosi) compiuti in passato dai dirigenti e dai lavoratori stessi (perchè esistono anche negli altri paesi le compagnie di bandiera che si sobbarcano le rotte meno appetibili eppure godono di una salute ben più florida...)

obiwankenobi69
02-09-2004, 10.19.32
Originally posted by SuperGrem
Ma te ci sei o ci fai? :doubt:
Forza Napoli? E che sei allo stadio?
E io ti dico che di gente onesta che fa il proprio lavoro anche rinunciando ai guadagni stratosferici cè n'è un fottio di più di quello che credi.
Bestia ha portato l'esempio del fratello, io te ne potrei portare altri mille, e si tratta (oddio, che orrore) di professionisti onesti di Napoli.
Azazil dimostri il qi di un bradipo con le tue affermazioni generaliste ed i luoghi comuni con cui infarcisci le tue argomentazioni.
Perchè non vuoi accettare la verità puira e semplice?
In Italia (come nel resto del mondo) esistono persone oneste e persone che non lo sono, in Alitalia, come nel resto del mondo economico, c'è chi lavora e chi non lavora. Purtroppo, in questo caso, chi non lavora ha avuto un ruolo deteriorante nei confronti dell'azienda. E' questa gente che deve essere mandata a casa a calci nel culo, non tutti i dipendenti, ok? Ci sono dirigenti che fanno il porco comodo loro, ci sono dipendenti che scioperano invece di lavorare, allora che vengano puniti costoro e non anche quegli altri che lavorano onestamente, anche se tu non credi che ne esistano.
Ti suonerà strano, ma esistono un sacco di persone in Alitalia, dirigenti compresi, che si smazzano per portare a casa la pagnotta, anche se tu - o unico lavoratore onesto d'Italia - lo neghi spudoratamente.
Le pecore nere ci sono dappertutto, questo però non ti autorizza di fare di un'erba un fascio.
E lascia stare i luoghi comuni su Napoli, chè poi finisce che ti mando affanculo e te lo meriti pure.
Ma va, va... concordo in pieno,purtroppo i luoghi comuni sono duri a morire,e tra quelli piu stupidi ci sono quelli per cui i dipendenti pubblici non fanno mai nulla a giornate e rubano i soldi,al meridione non lavora nessuno ecc...........sarebbe l ora che si smettesse di dire certe volgarità,il buono il cattivo il lavoratore il lavativo ci sono in tutto il mondo.....nord sud ovest ed est.....nel pubblico e nel privato!!io ho un amico che prima lavorava per una azienda privata che forniva software alle banche...bene a detta sua non faceva quasi mai nulla per tutto il giorno..adesso lo hanno assunto in comune,beh si fa un mazzo tanto...è un esempio ma per dire che l equazione servizio pubblico=mediocrità,privato=certezzadi competenza e piu produttività secondo me non regge..