PDA

Visualizza versione completa : USA vs. UK > chi fai vincere?



hackboyz
22-06-2004, 11.48.56
Non so se è mai stato aperto un thread del genere in ogni caso ecco la questione:

soggettivamente e oggettivamente, sommando gli artisti più rappresentativi degli ultimi 60 anni (e vedendo quindi di che nazionalità sono) ha dato di più alla musica il Regno Unito o hanno contribuito maggiormente gli States ? Insomma chi salveresti e a chi saresti disposto a rinunciare?

Tanto per farvi capire la difficoltà di questo quesito :D

USA: Hendrix, Aerosmith, Presley, Springsteen, Guns 'n' Roses, REM, Nirvana, Zappa, Santana, Doors, Pearl Jam, BB King, Ramones, Metallica, tutto il rap e tanti altri

UK: Beatles, Rolling Stones, Queen, Deep Purple, Pink Floyd, Clapton, Bowie, Led Zeppelin, Sex Pistols, Iron Maiden, Oasis e tanti altri

...a voi!

Godran-sfa
22-06-2004, 11.58.51
Gli Stati Uniti, salvo rari casi, hanno prodotto maggiormente grandi gruppi che hanno saputo, ognuno nel loro periodo di competenza, esprimere e portare ad alto livello un modo di fare musica.

Il Regno Unito invece ha portato sempre l'innovazione, la sperimentazione... ha sempre dato il LA all'innovazione e all'imitazione. Alcuni gruppi su tutti:
- The Beatles
- Pink Floyd
- Iron Maiden
- Massive Attack
- The Cure
- David Bowie
- Queen

Insomma gli stati uniti hanno solo persone che sono brave a suonare ma che si sono sempre ispirate al regno unito.

UK - USA = 10 - 0

.Dexx.
22-06-2004, 12.05.12
Ma che razza di domanda è?

Cmq se proprio dobbiamo... vince USA... perchè? Senza Hendrix non esisterebbe la chitarra come è adesso. Senza il Blues e il Jazz non ne parliamo... Elvis è il primo in assoluto che ha rotto con il formalismo in pubblico.

Il resto è solo un'evoluzione di questi grandi pionieri.

zeder
22-06-2004, 12.16.47
posto che l'america non esiste, se non come espressione di altre culture, vince sicuramente l'uk.

alcoolwarriors
22-06-2004, 12.18.51
Originally posted by .Dexx.
Senza il Blues e il Jazz non ne parliamo...

ehm...io direi che allora vincono italia, impero austroungarico, russia e tutta l'africa continentale...perchè senza Bach la musica moderna non esisterebbe, senza Verdi & C. non canteremmo, e senza i ritmi tribali e gli schiavi neri suoneremmo ancora come i due sopra... :asd:

.Dexx.
22-06-2004, 12.39.33
Originally posted by alcoolwarriors
ehm...io direi che allora vincono italia, impero austroungarico, russia e tutta l'africa continentale...perchè senza Bach la musica moderna non esisterebbe, senza Verdi & C. non canteremmo, e senza i ritmi tribali e gli schiavi neri suoneremmo ancora come i due sopra... :asd:

Azzo! Per fortuna ci sei te ad illuminarmi... non spevo che le evoluzioni da te citate fossero avvenute negli ultimi decenni. Grazie!!!

Cmq in america sono nati:
Blues
Rock
Jazz
R&B
Soul
R&R
Rap
più le moltitudini di sottocorrenti e sottogeneri.

Che poi i contributi vengano da culture diverse questo è il punto forte dell'America.

Godran-sfa
22-06-2004, 12.54.21
Credo che il rispetto dell'opinione altrui sia un prerequisito indispensabile per essere ascoltati. Portare le proprie ragioni aumenta l'interesse della discussione mentre imporle manda su altri binari il confronto verbale... si passa agli insulti! Quindi evitiamo da subito di degenerare.

La domanda posta non è facile. Potrebbe essere quasi paragonabile a "E' nato prima l'uovo o la gallina?".

Effettivamente gli States hanno fornito spunti interessanti nell'arco degli anni ma quello che dopo è venuto dall'UK secondo me surclassa gli States. La genialità e originalità secondo me viene MAGGIORMENTE (ma non unicamente) dal regno unito. Già avere i Beatles è un vantaggio non indifferente... hanno dato origine a TUTTI (e dico TUTTI) i generi musicali della musica moderna. Effettivamente Blues, Jazz, Rock & Roll sono nati negli states ma... chi li ha saputi portare ai massimi livelli di espressione?

Continuo a ritenere che gli UK surclassino gli USA ma vario il punteggio. Da 10-0 passo a 10-1 ;)

Srzpzmrdfks
22-06-2004, 16.15.50
Dipende dai generi.
Ad esempio nell'elettronica, nel proggressive rock, nel pop/rock, nel primo punk preferisco gli inglesi mentre nel rap, hard rock, punk californiano, crossover, jazz, blues, rock'n'roll ecc... preferisco gli americani.
E poi ovviamente nei cantautori preferisco nettamente gli italiani che gli inglesi o gli americani... gente come battiato, branduardi, de andrè, ecc... secondo me sn nettamente meglio di gente come bob dylan ecc...

Godran-sfa
22-06-2004, 16.20.46
Originally posted by Srzpzmrdfks

E poi ovviamente nei cantautori preferisco nettamente gli italiani che gli inglesi o gli americani... gente come battiato, branduardi, de andrè, ecc... secondo me sn nettamente meglio di gente come bob dylan ecc...
:azz:

Solo perchè puoi capire i testi non è detto che siano migliori... ok la tua opinione è questa e la rispetto ma la musica italiana è fuori contesto, viene da radici diverse, ha scopi e mezzi diversi... insomma non centra una ceppa!

In italia si è sempre imitato e mai proposto... mai inventato... perchè se in italia provi ad inventare non ti si fila nessuno!!! Nessuno è disposto ad investire su di te! :(

Srzpzmrdfks
22-06-2004, 16.22.36
Originally posted by alcoolwarriors
ehm...io direi che allora vincono italia, impero austroungarico, russia e tutta l'africa continentale...perchè senza Bach la musica moderna non esisterebbe, senza Verdi & C. non canteremmo, e senza i ritmi tribali e gli schiavi neri suoneremmo ancora come i due sopra... :asd:

Questo discorso non ha senso.
La storia della musica moderna inzia con il blues, ossia quando i neri d'america hanno cominciato a utilizzare gli strumenti della musica classica non convenzionalmente.
Tutta la musica moderna è frutto della contaminazione dei neri americani con i bianchi.
Prima il blues, poi il rock'n'roll, l'elettrofunk/discomusic, il rap...

angelheart
22-06-2004, 16.33.09
per i miei gusti senza dubbio uk, senza nemmeno pensarci due volte, la maggior parte dei miei gruppi preferiti sono britannici o irlandesi....è anche vero che senza elvis avremmo la metà di quello che abbiamo attualmente, ma... boh, a occhio e croce uk, si si :sisi:

_Slash_
22-06-2004, 17.10.01
http://www.gostilna-buzinel.si/uk-flag.gif

Srzpzmrdfks
22-06-2004, 17.45.57
Originally posted by Godran-sfa
:azz:

Solo perchè puoi capire i testi non è detto che siano migliori... ok la tua opinione è questa e la rispetto ma la musica italiana è fuori contesto, viene da radici diverse, ha scopi e mezzi diversi... insomma non centra una ceppa!

In italia si è sempre imitato e mai proposto... mai inventato... perchè se in italia provi ad inventare non ti si fila nessuno!!! Nessuno è disposto ad investire su di te! :(

Alllora spiegami modugno chi avrebbe imitato????
Il cantautorato è l'unico "genere" che sia stato inventato in italia, e artisti come i già citati branduardi, battiato, de andrè hanno dimostrato che siamo anche i migliori al mondo a farlo.

P.s: i testi li capisco, ora vorrei sapere chi è che all'estero ha scritto un testo meglio di deandrè in questo genere...

Raziel7
22-06-2004, 17.56.37
UK vince su USA
Ci sarebbero mille motivi da dire, ma ne basta uno. L' innovazione. Con questo ho detto tutto.

Srzpzmrdfks
22-06-2004, 18.38.37
Originally posted by Raziel7
UK vince su USA
Ci sarebbero mille motivi da dire, ma ne basta uno. L' innovazione. Con questo ho detto tutto.

veramente gli inglesi nn hanno mai inventato nulla di significativo ma solo evoluto alcuni sound.

blues nato in america
jazz nato in america
rock nato in america
elettronica nata in america
punkrock nato in america
rap nato in america
funk nato in america...

secondo me sn molto più importanti per innovazioni nazioni come cuba, jamaica, brasile...
gli inglesi sn bravi ad evolvere dei sound e a renderli originali (tipo nell'elettronica ne prog e nel punk) ma a inventare proprio no.

*toccio*
22-06-2004, 22.54.02
http://www.gazette.uwo.ca/2003/September/26/Pics/06A%20Iron%20Maiden.jpg

:hail:



naturalmente oltre a led zeppelin e deep purple :rulez:

kyjorkx
22-06-2004, 23.19.57
UNITED KINGDOM

TheDarkAlcatraz
23-06-2004, 08.50.47
Originally posted by hackboyz
UK: Beatles, Rolling Stones, Queen, Deep Purple, Pink Floyd, Clapton, Bowie, Led Zeppelin, Sex Pistols, Iron Maiden, Oasis e tanti altri



Effettivamente gli inglesi grandi sono TANTI altri...:D

Godran-sfa
23-06-2004, 09.42.57
Originally posted by Srzpzmrdfks
Alllora spiegami modugno chi avrebbe imitato????
Il cantautorato è l'unico "genere" che sia stato inventato in italia, e artisti come i già citati branduardi, battiato, de andrè hanno dimostrato che siamo anche i migliori al mondo a farlo.

P.s: i testi li capisco, ora vorrei sapere chi è che all'estero ha scritto un testo meglio di deandrè in questo genere...
Bel genere che si sono inventati! Le palle rimbalzano per terra per ore e ore... si si... poetici, bei testi... ma se questo è il massimo che l'italia sa fare (come lo è) siamo una nazione di strappapalle. Cmq il genere che dici deriva dalla canzone popolare... che hanno tutti i popoli del mondo... vai in francia, vai in germania... vai soprattutto in irlanda... hanno tutti la loro canzone popolare... la nostra è diventata famosa nel mondo perchè abbiamo avuto tanti emigranti che sono andati in giro in preda alla fame e alla disperazione all'inizio del secolo scorso ;)

Cmq abbiamo capito che i generi che dici sono nati in america. Prova a motivare un pò di più la tua tesi... magari ti si da più retta... così non mi pare che basti :)

Abigail
23-06-2004, 12.40.51
Qualche decennio prima di Modugno, negli USA c'erano già cantautori come Woody Guthrie e Pete Seeger... Certo, non stiamo parlando di musica melodica all'italiana, ma se per "cantautore" si intende un cantante che musica testi più o meno poetici o impegnati, in Italia non abbiamo inventato una mazza. E nemmeno in America, per dirla tutta. E' fin dai tempi dei trovatori che i musicisti di strada raccontano storie accompagnandosi con la musica.

I testi di De André sono meglio di quelli di Dylan? Ne siete sicuri? Quanti testi di Dylan conoscete? Sia chiaro, fra i due preferisco anche io De André, ma sinceramente prima di dire una cosa del genere ci penserei su molte volte.

Gli inglesi inventano? Mah. I Beatles, i Pink Floyd, la NWOBHM, la musica elettronica dagli anni '90 in poi, e altri che non mi vengono in mente... Ma i Led Zeppelin, ad esempio, non hanno inventato nulla, si sono limitati a riprendere tonnellate e tonnellate di blues degli anni trenta e l'hanno riproposto in chiave più acida. Non che questo li renda meno importanti, certo, d'altronde non è chi inventa, ma chi per primo diffonde a meritare, nella maggior parte dei casi, gli allori. Ma anche qui, prima di dire che "gli inglesi inventano e sperimentano, gli americani perfezionano" ci penserei su un attimo.

Il Blues, il Jazz, l'R'n'B, il Soul li hanno inventati i neri americani. E non si discute. Sul rock si può discutere, gli altri generi di cui avete parlato li conosco troppo poco per parlarne.

Chi scelgo io? Gli USA, senza dubbio alcuno. Per Springsteen, ovviamente, ma anche per Dylan, per Cohen (che è canadese, ma tant'è), per il country, per i R.E.M., per il rock alternativo e per il grunge, e per gli ultimi vent'anni in cui gli inglesi, escludendo i dj, sono riusciti a produrre giusto un po' di pop riciclato.

Umilmente...
:D :D :D

Godran-sfa
23-06-2004, 12.55.24
Beh Abi a parte che vedo che sei riuscito in maniera decisamente più dettagliata e chiara a dire ciò che volevo comunicare anche io :D

Il Grunge tanto per passare da puntualizzazione a puntualizzazione è una derivazione e rivisitazione a distanza di qualche anno del vecchio PUNK inglese. I Led Zeppelin hanno preso il blues e lo hanno inacidito dando vita all'Heavy Metal! Non mi pare poco... anche se i beatles prima di loro qualcosa avevano iniziato a farlo in quel senso (helter skelter e Yer Blues per esempio... in white album ci trovi le basi di tutte le derivazioni del rock porca zozza!) :)

Cmq pieno rispetto per la tua opinione. Hai giudicato secondo gusto e preferenze.

P.S. Ci siamo scordati della bella ondata di grande brit pop di cui ora esistono solo alcuni residui: Radiohead, Blur, Pulp, Suede, Oasis... non hanno inventato nulla ma... che musica ragazzi :)

Jed Goshi
23-06-2004, 13.04.01
Originally posted by Srzpzmrdfks
elettronica nata in america

:nono: :nono:
consentimi di contraddirti......

Karlheinz Stockhausen non mi sembra un nome americano....

il primo vero pioniere della musica elettronica, poi vengono
Tangerine Dream (D)
Ash Ra Temple (D)
Brian Eno (UK)
Klaus Schulze (D)
Peter Baumann (D)
Edgar Froese (D)
Manuel Gottschink (D)
Kraftwerk (D)
Holger Czuckay (H)
David Sylvian (UK)
...

credo sia sufficiente per dire che la musica elettronica non sia nata in america...


per tornare [IT] dico:
anni 60-79 --> uk
anni 80-99 --> usa
anni 2000-oggi --> nulla

Srzpzmrdfks
23-06-2004, 16.10.50
Rispondo un po' a tutti.
Il genere dei cantautori italiani è diverso da quelli degli altri popoli perchè anche se ha una radice fin dallo strimpello medioevale è stato evoluto in epoca moderna proprio dall'italia con un codice tutto particolare, legato anche alla poesia.
I testi di DeAndre sono POESIE musicate con tutti i canoni, e tecnicamente sono molto più difficili da realizzare rispetto a quelli di dilan (proprio perchè devono rispettare questi canoni classici).

Poi non capisco l'accostamento fra radiohead e brithpop :confused:

Riguardo alla musica elettronica, se vogliamo arrivare alle origini molto prima di stockhousen il primo musicista elettronico fu il russo Termen.
Cmq parlando di elettronica moderna nacque negli anni '60 con la discomusic e l'elettrofunk e in seguito la fusion.

Jed Goshi
23-06-2004, 16.20.19
Originally posted by Srzpzmrdfks
Riguardo alla musica elettronica, se vogliamo arrivare alle origini molto prima di stockhousen il primo musicista elettronico fu il russo Termen.

lui ha inventato uno strumento con cui fare musica elettronica... mi pare, poi fino a stockhausen c'e stato poco di "storico" mi sembra....



Originally posted by Srzpzmrdfks

Cmq parlando di elettronica moderna nacque negli anni '60 con la discomusic e l'elettrofunk ad esempio di africa bambataa e in seguito la fusion di miles davis.

discomusic anni 60 = elettronica moderna ???

forse con elettronica intendiamo due cose ben diverse....

l'elettro-funk senza l'elettro non potrebbe esistere.... e non ho capito l'accostamento di miles davis - elettronica moderna..... la fusion non credo sia stata influenzata piu' di tanto dall'elettronica.....

Godran-sfa
23-06-2004, 16.30.17
Originally posted by Srzpzmrdfks
Rispondo un po' a tutti.
Il genere dei cantautori italiani è diverso da quelli degli altri popoli perchè anche se ha una radice fin dallo strimpello medioevale è stato evoluto in epoca moderna proprio dall'italia con un codice tutto particolare, legato anche alla poesia.
I testi di DeAndre sono POESIE musicate con tutti i canoni, e tecnicamente sono molto più difficili da realizzare rispetto a quelli di dilan (proprio perchè devono rispettare questi canoni classici).

Poi non capisco l'accostamento fra radiohead e brithpop :confused:

Riguardo alla musica elettronica, se vogliamo arrivare alle origini molto prima di stockhousen il primo musicista elettronico fu il russo Termen.
Cmq parlando di elettronica moderna nacque negli anni '60 con la discomusic e l'elettrofunk e in seguito la fusion.

Boh... rigiratela come ti pare. Anche se ti piace in maniera indiscussa la musica d'autore italiana ha radici nella musica popolare come tutte le altre nazioni e non ci siamo inventati un bel niente. Le canzoni di De Andrè sono poesie? OK. E cosa c'entra questo con la disputa UK-USA? Nulla... stai andando totalmente OT puntualizzando una tua opinione personale per niente giustificata da fatti ma solo da opinioni...

Rispetto sempre i tuoi gusti ma non sono assolutamente daccordo con quello che dici.

I radiohead sono nati come gruppo britpop. Se per britpop intendi la musichetta commerciale che ne è derivata come imitazione allora non c'entrano nulla. Se per britpop invece inizi a vedere i gruppi che ti ho indicato nei loro primi lavori (a parte i pulp che fanno storia a parte) i Radiohead ne sono i massimi esponenti e quelli che da quell'ondata si sono evoluti meglio e con maggior spessore... anche se pure i blur hanno preso una loro strada veramente interessante...

Srzpzmrdfks
23-06-2004, 16.56.47
Originally posted by Jed Goshi
lui ha inventato uno strumento con cui fare musica elettronica... mi pare, poi fino a stockhausen c'e stato poco di "storico" mi sembra....

discomusic anni 60 = elettronica moderna ???

forse con elettronica intendiamo due cose ben diverse....

l'elettro-funk senza l'elettro non potrebbe esistere.... e non ho capito l'accostamento di miles davis - elettronica moderna..... la fusion non credo sia stata influenzata piu' di tanto dall'elettronica.....

Termen ha inventato il rpimos trumento elettronico ma era anche un compositore e ha scritto parecchie cose... fra l'altro questo struemnto è utilizzato tutt'ora (io l'ho provato) è na vera figata :cool:
Cmq secondo me l'elettronica è nata dai neri americani... la discomusic come l'elettrofunk utilizzavano sintetizzatori, suoni preregistrati o estratti da altri dischi, e quindi possono essere cosiderati elettronici (l'elettrofunk è la versione elettronica del funk che veniva creata dai dj stile africa bambataa nei club dei neri e da cui poi nascerà il rap).
La fusion si basa proprio sulla fusione del jazz cn l'elettronica.

Srzpzmrdfks
23-06-2004, 17.03.04
Originally posted by Godran-sfa
Boh... rigiratela come ti pare. Anche se ti piace in maniera indiscussa la musica d'autore italiana ha radici nella musica popolare come tutte le altre nazioni e non ci siamo inventati un bel niente. Le canzoni di De Andrè sono poesie? OK. E cosa c'entra questo con la disputa UK-USA? Nulla... stai andando totalmente OT puntualizzando una tua opinione personale per niente giustificata da fatti ma solo da opinioni...

Rispetto sempre i tuoi gusti ma non sono assolutamente daccordo con quello che dici.

I radiohead sono nati come gruppo britpop. Se per britpop intendi la musichetta commerciale che ne è derivata come imitazione allora non c'entrano nulla. Se per britpop invece inizi a vedere i gruppi che ti ho indicato nei loro primi lavori (a parte i pulp che fanno storia a parte) i Radiohead ne sono i massimi esponenti e quelli che da quell'ondata si sono evoluti meglio e con maggior spessore... anche se pure i blur hanno preso una loro strada veramente interessante...

Riguardo alla musica italiana come si diceva prima c'è una bella differenza fra musica moderna e musica classica e storica.
Gli italiani sono stati i primi ad evolvere lo stornello popolare e a renderlo contemporaneo e moderno.
La musica italiana era stata citata durante il discorso come esempio di originalità, sei tu che vuoi mandare OT il discorso concentrandoti su questa cosa.

Ah, i radiohead veramente hanno cominciato col grunge e non sono mai stati brithpop, che non è un genere musicale ma un etichetta creata dalle major per vendere prodotti scadenti come oasis e i primi blur (che poi sono riusciti bene a liberarsi da questa etichetta).

Godran-sfa
23-06-2004, 17.05.45
Radiohead = Grunge

Ok. Non continuo. Questa è proprio ignoranza.:roll3: :roll3: :roll3:

Srzpzmrdfks
23-06-2004, 17.14.31
Senti pablo honey và, e poi possiamo continuare.

Godran-sfa
23-06-2004, 17.34.41
E Pablo Honey sarebbe un album Grunge? Ma per piacere! Pablo Honey l'ho comprato appena uscito e tutto è tranne che grunge... ci sono è vero dei pezzi in cui i radiohead tentano malamente di imitare i nirvana ma ci riescono talmente male che l'unica canzone veramente buona dell'album li costringe a tirar fuori The Bends... praticamente come rigirare Creep in 12 modi diversi e tirare fuori un album che ti consacri.

Il VERO Grunge lo trovi in Nevermind, in Vs., nei Templ of The Dogs, in Dirt... e in pochi altri album... cmq solo ed esclusivamente nei gruppi di Seattle dove il grunge è nato e morto con i Nirvana. Tutti quelli che dopo Nirvana, Soundgarden, Pearl Jam e Alice In Chains si sono vantati di fare musica Grunge hanno solo tentato di sfruttare un fenomeno ormai diventato di massa.

Morto Kurt Cobain è morto il grunge... e con esso tutto quello che il grunge aveva rappresentato: uno spiraglio di resurrezione della musica Rock... di nuovo in coma (come attualmente è) in attesa di miglior sorte... magari quando le major falliranno e la musica sarà di nuovo espressione artistica e non business.

Guarda di cappelle ne hai detta già troppe... prima di provare a sparare documentati. Esistono libri specifici e se fai qualche ricerca su internet magari trovi anche roba interessante.

Se proprio vuoi iniziare ad accostarti alla musica vai su scariffi.com Il signor scaruffi è un sottuttoio che stronca tutti come imitatori ma almeno parla con i fatti portando esempi e dando nomi e cognomi di chi imita chi...

Srzpzmrdfks
23-06-2004, 17.58.10
Pablo honey è un disco grunge.
Se non è grunge che genere sarebbe allora, brithpop :roll3: ???
Se dici che l'hai comprato quando è uscito sapresti che quel termine è stato coniato in seguito... nn è che solo perchè i radiohead sn inglesi nn potevano fare agli inizi un genere musicale che viene dall'america e bisogna per forza trovargli un altra definizione..
Ah e il grunge l'hanno cmq l'hanno inventato i Mudhoney, e subito dopo i soundgarden l'hanno evoluto.
I Nirvana sono usciti in seguito sfruttando quel clima che era nato a Seattle, e sicuramente il grunge in quel gruppo si trova molto di più nel disco "bleach" che come dici tu in nevermind... loro ha solo reso questo genere commerciabile.
Cmq cobain è morto nel '94, Pablo Honey è del 93.

Scusa ma sei tu che definisci gli Oasis come dei grandi che dovresti informarti di più riguardo alla storia della musica...

Godran-sfa
23-06-2004, 22.44.25
L'album brit pop dei radiohead per eccellenza è the bends. Pablo Honey è un inizio che non ha nessuna pretesa di grunge.

I nirvana di bleach erano ancora impuri per definirsi grunge. I Mudhoney erano parte del movimento ma capire chi ha dato il via è un pò come capire se è nato prima l'uovo o la gallina. Io ho parlato di nevermind come album di riferimento per un grunge effettivamente vivo con una propria identità e delle caratteristiche.

Cmq si può dire tutto tranne che i radiohead siano grunge... se qualcuno è daccordo nel dire questo me lo dica perfavore...

Srzpzmrdfks
23-06-2004, 22.57.06
Veramente i mudhoney sn stati i primi in assoluto ed è anche da loro che è nato il termine "grunge".

P.s: lo ripeto il brith pop non esiste, nn è un genere musicale.

Jed Goshi
23-06-2004, 23.17.02
Originally posted by Godran-sfa
... vai su scaruffi.com ...

non farti sentire da nessuno..... il signor S. non e' ben visto su queste pagine....:ghost:

Jed Goshi
23-06-2004, 23.18.36
Originally posted by Srzpzmrdfks
Veramente i mudhoney sn stati i primi in assoluto ed è anche da loro che è nato il termine "grunge".....
cito solo due nomi :

Mark Lanegan / Screaming Trees

e

Husker Du (in particolare Zen Arcade)

oltre ai gia' citati PJ, Soundgarden

Jed Goshi
23-06-2004, 23.29.30
Originally posted by Srzpzmrdfks
...Cmq secondo me l'elettronica è nata dai neri americani... la discomusic come l'elettrofunk utilizzavano sintetizzatori, suoni preregistrati o estratti da altri dischi, e quindi possono essere cosiderati elettronici (l'elettrofunk è la versione elettronica del funk che veniva creata dai dj stile africa bambataa nei club dei neri e da cui poi nascerà il rap).
La fusion si basa proprio sulla fusione del jazz cn l'elettronica.
se per musica elettronica intendi discomusic o comunque musica con suoni preregistrati o estratti da altri dischi...... allora posso darti ragione, ma io quella roba li non la definirei proprio musica elettronica.....e cmq penso sia arrivata dopo la meta' degli anni 70.... e la vera musica elettronica e' arrivata quasi 10 anni prima
Prova a reperire i gruppi che ti ho citato prima, ascolta e poi dimmi se quella non e musica elettronica....alias "Elektromusik" e "Cosmische Musik"
afrika bambaataa siamo attorno agli anni 80-85 se non ricordo male.


su questa strada anche Gigi d'aGostino fa musica elettronica....



:vomit: :vomit:


ma x piacere..... e' un insulto

chiudiamo e torniamo [IT]

Srzpzmrdfks
24-06-2004, 01.58.44
proverò a scaricare qualcosa che mi hai consigliato e ti faccio sapere.

Cmq africa bambaataa ha fatto la storia della musica, era già attivo nei club alla fine degli anni '60, anche se il suo primo album credo sia del 74 (la zulu nation difatti ha compito 30anni).
Beach brew di Miles Davis è del '69.

angelheart
24-06-2004, 02.30.04
Originally posted by Godran-sfa
Morto Kurt Cobain è morto il grunge...

scusami, ma lei è ancora viva ;) e sempre :heart: straordinaria

http://www.philipproos.com/cd/pjharvey.jpg

Ray McCoy
24-06-2004, 02.57.40
Originally posted by Srzpzmrdfks
Il cantautorato è l'unico "genere" che sia stato inventato in italia, e artisti come i già citati branduardi, battiato, de andrè hanno dimostrato che siamo anche i migliori al mondo a farlo.

Piccola nota. Battiato e De Andrè si sono ispirati moltissimo a Bob Dylan e Leonard Cohen.


Quanto al topic, non so perchè, ma ho la vaga idea che Hackboyz volesse riferirsi più al gusto personale di ognuno di voi, che all'importanza storica.

Jed Goshi
24-06-2004, 09.07.58
so che siamo OT, ma scusatemi....:angel2:


Originally posted by Srzpzmrdfks
proverò a scaricare qualcosa che mi hai consigliato e ti faccio sapere.
qualche titolo....

Tangerine Dream - phaedra, atem, tangram, ricochet, stratosfear, force majeure
Ash Ra Temple - join inn, ash-ra temple
Klaus Schulze (D) - irrlicht, blackdance, dune, timewind
Peter Baumann (D) - romance 76, phase by phase
Kraftwerk (D) - the man machine, trans-europe express



Originally posted by Srzpzmrdfks
Cmq africa bambaataa ha fatto la storia della musica, era già attivo nei club alla fine degli anni '60, anche se il suo primo album credo sia del 74 (la zulu nation difatti ha compito 30anni).
Beach brew di Miles Davis è del '69.

con questo confermi le mie basi.... i TD hanno inciso il loro primo album ufficiale nel 69 (electronic meditation), gli ash-ra temple nel 71 (ash-ra temple), klaus schulze nel 71 (irrlicht). :birra:

riguardo alla fusion, mi sono rispolverato un po' la memoria..... ma fusion, dovrebbe essere una fusione principalmente tra jazz e rock.
non essendo molto ferrato nel jazz, potrei anche aver detto delle minchiate

Godran-sfa
24-06-2004, 11.32.45
Beh vedo che l'idea di grunge è un bel pò estesa. PJ non mi sembra propriamente Grunge, ma avendo ascoltato poco di lei non mi pronuncio. Io personalmente sono molto legato a quel fenomeno musicale. Praticamente ci sono cresciuto con il grunge. Nel 91 facevo il primo anno del liceo... A volte sarei tentato di includere nel grunge anche STP e Smashing ma... sono molto selettivo nella mia accezione del genere... se non sei di Seattle non sei grunge! Il movimento è nato li in maniera così spontanea e naturale che anche se si è esteso ad altri posti e gruppi del mondo il VERO grunge è retaggio assoluto di Nirvana, Pearl Jam, Soundgarden e Alice in Chians... il resto si ispira a loro :)

Srzpzmrdfks
24-06-2004, 18.11.32
Originally posted by Jed Goshi

riguardo alla fusion, mi sono rispolverato un po' la memoria..... ma fusion, dovrebbe essere una fusione principalmente tra jazz e rock.
non essendo molto ferrato nel jazz, potrei anche aver detto delle minchiate

No il jazzrock puro nasce nell''81, dopo che miles davis è uscito della dipendenza da eroina col disco "We want miles".
La Fusion si ispira anche al rock, ma in realtà è ancora jazz (negli strumentie nei tempi) ed è fondamentale anche l'elettronica, infatti bitches brew è il primo disco della storia se nn sbaglio ad avere usato la postproduzione per il montaggio di loop e suoni. Insomma la roba che oggi fanno tutti col pc, solo che allora era fatto in analogico (nn chiederemi come, cn mixer sint e roba simile credo)

Yogina
28-06-2004, 11.16.35
Inghilterra:deep purple, led zeppelin, pink floyd, black sabbath, motorhead, carcass, napalm death.

se faccio tutta la lista dell'america nn finisco più (dico solo slayer, megadeth, anthrax e morbid angel)

quindi stravince l'america

lo so' sono un metallaro e puzzo ma nn potevo nn votare