PDA

Visualizza versione completa : Squilli&squillini



Kiashaal
22-05-2004, 20.23.17
Ormai son diventati un modo come un altro per salutare,per dire anche solo ciao o "ti penso"...
Alcuni però lo vedono come una fesseria o modo infatile. Voi come vedete fare un o squillo? Inteso anche in senso generico (anche ad un amico/a).
A voi

----------------------
"Ciao, ciao Bambinaaaa..."
----------------------
Se il Destino è contro di Noi...allora peggio per Lui!

Brus
22-05-2004, 20.30.36
Non ne ricevo/faccio praticamente mai. Quando li ricevo, richiamo..penso che la persona ha bisogno di parlare ma ha finito i soldi :sisi:

shottolo
22-05-2004, 20.35.33
io ne faccio uno solo al giorno, alla mia dolce metà con significato: ok vado a letto, tutto ok
ah no, ne faccio anche uno quando arrivo al lavoro, dopo 60 km di autostrada (A4) almeno sta tranquilla visto che ogni 2 giorni c'è un incidente mortale sulla tratta che devo fare
ciau

nageki
22-05-2004, 20.35.35
Ne ricevo qualcuno (raramente) e non ne faccio quasi mai ... preferisco di gran lunga gli sms, di quelli ne ricevo e spedisco a vagonate :D

kyjorkx
22-05-2004, 20.36.43
Maledetti anonimi/e :grr:

Ef.Di.Gi
22-05-2004, 20.41.13
Non li faccio mai, rispondo se li ricevo.

*Svevy*
22-05-2004, 20.41.14
ogni tanto ne faccio e ne ricevo, ma non troppo spesso. diciamo che non amo il cellulare^^'
mia madre ne vuole fatti se esco e vuole sapere che arrivo viva, o cose del genere...e glieli faccio regolarmente x essere richiamata.

Kiara
22-05-2004, 20.41.44
quando non ho soldi.squillo a mammà che richiama a sbafo dall'ufficio.
quando devo confermare un appuntamento senza spedire un altro sms o chiamare.squilla se sì.
quando son settimane che non sento una persona.oh,sei viva o ti hanno mangiato gli alsaziani?

sporadicamente è un "ti penso".sempre è un "richiamami" o un "sì.va bene."

squilletto utile.:metal:

New_Alumir
22-05-2004, 20.42.02
strafottutissime cazzate, ergo non li faccio mai:ihih:

Ef.Di.Gi
22-05-2004, 20.42.07
Originally posted by svevy90

mia madre ne vuole fatti se esco e vuole sapere che arrivo viva, o cose del genere...e glieli faccio regolarmente x essere richiamata.

:nono:

X3N0M
22-05-2004, 20.46.36
Originally posted by Kiashaal
Ormai son diventati un modo come un altro per salutare,per dire anche solo ciao o "ti penso"...
Alcuni però lo vedono come una fesseria o modo infatile. Voi come vedete fare un o squillo? Inteso anche in senso generico (anche ad un amico/a).
A voi

----------------------
"Ciao, ciao Bambinaaaa..."
----------------------
Se il Destino è contro di Noi...allora peggio per Lui!

la gente non sa + cosa inventarsi per risparmiare soldi :|

:D

.NeMe.
22-05-2004, 20.51.31
Non li faccio x dire ti penso ecc. . .

Se lo faccio è xchè ho bisogno, è un si, è un richiamami, ecc. . .

angelheart
22-05-2004, 21.38.45
non sopporto chi sta sempre a spippettare con quel coso in mano, mando e ricevo sms ma in modo discreto, squilli quasi mai, se li faccio è di notte. Ho spesso il cellulare in mano, ma senza utilizzarlo.

Albycocco
22-05-2004, 21.42.13
Non ne ricevo, non ne faccio.

I miei ultimi squilli risalgono ai tempi delle medie...

Dedal83
22-05-2004, 21.47.40
Originally posted by Kiashaal
Ormai son diventati un modo come un altro per salutare,per dire anche solo ciao o "ti penso"...
Alcuni però lo vedono come una fesseria o modo infatile. Voi come vedete fare un o squillo? Inteso anche in senso generico (anche ad un amico/a).
A voi


Un giorno viene da me na tipa che si chiama adda e mi fa la smetti di farmi gli squilli io gli dico non te li ho mica fatti gli squilli credeva che gli andavo dietro eccetera invece a me nn piace molto anche se è figa mi stà sul culo il suo nome asurdo cmq stà di fatto che gli dico stai tranqy e scopro che mica io c'havevo il cell in tasca e in pratica si schiacciavano i tasti da soli quando camminavo e chiamavano il primo numero in agenda cioè adda e allora gli faccio o adda ti ho addato al mio cell adesso ti deaddo così nn ti arivano più gli scuilli e allora lei si è presa male perchè credeva che gli andavo dietro e invece no

X3N0M
22-05-2004, 21.52.46
Originally posted by Dedal83
Un giorno viene da me na tipa che si chiama adda e mi fa la smetti di farmi gli squilli io gli dico non te li ho mica fatti gli squilli credeva che gli andavo dietro eccetera invece a me nn piace molto anche se è figa mi stà sul culo il suo nome asurdo cmq stà di fatto che gli dico stai tranqy e scopro che mica io c'havevo il cell in tasca e in pratica si schiacciavano i tasti da soli quando camminavo e chiamavano il primo numero in agenda cioè adda e allora gli faccio o adda ti ho addato al mio cell adesso ti deaddo così nn ti arivano più gli scuilli e allora lei si è presa male perchè credeva che gli andavo dietro e invece no


la punteggiatura per te è un optional :|

:asd:

angelheart
22-05-2004, 22.06.30
Originally posted by Albycocco
I miei ultimi squilli risalgono ai tempi delle medie...

io ho dovuto aspettare i 18 anni per avere il cellulare

Dedal83
22-05-2004, 22.06.52
Originally posted by X3N0M
la punteggiatura per te è un optional :|

:asd:

io vng da baranzate d bollate ch t aspttvi X0' so fr l abbrvizni x risp crttri sui sms

Dedal83
22-05-2004, 22.07.44
Originally posted by angelheart
io ho dovuto aspettare i 18 anni per avere il cellulare

per via della vibrazione?

angelheart
22-05-2004, 22.11.17
Originally posted by Dedal83
per via della vibrazione?
see magari, il mio primo alcatel easy one touch non ce l'aveva la vibrazione

Albycocco
22-05-2004, 22.29.50
Originally posted by angelheart
io ho dovuto aspettare i 18 anni per avere il cellulare

Panta rei. :|

Dedal83
22-05-2004, 22.34.51
Originally posted by angelheart
see magari, il mio primo alcatel easy one touch non ce l'aveva la vibrazione

quindi dovevi arrangiarti da solo per la sodomia anale...

Squizzo
22-05-2004, 23.18.32
io devo ancora capire chi mi ha mandato un paio di squilli a distanza di mesi, dato che non è qualcuno che ho nella rubrica... :| dato che il mio numero lo dovrebbero avere poche persone, se magari è qualcuno di voi, me lo dica... :asd:

Grimorg
22-05-2004, 23.25.22
Originally posted by kyjorkx
Maledetti anonimi/e :grr:
Sono anonimi per forza :asd:

Comunque li uso più che altro quando ho pochi soldi nel cell... tipo adesso :dentone:

kyjorkx
22-05-2004, 23.40.15
Originally posted by Grimorg
Sono anonimi per forza :asd:

:|

si ma stica ce n'avessi uno di anonimo, ce n'ho sette :mumble
boh

Kiashaal
23-05-2004, 00.00.42
Originally posted by kyjorkx
Maledetti anonimi/e :grr:
I mitici anonimi :asd:



Originally posted by Kiara
....
sporadicamente è un "ti penso".sempre è un "richiamami" o un "sì.va bene."

squilletto utile.:metal:
Ecco chi era! :azz:


----------------------
"tvumdb"
----------------------
Se il Destino è contro di Noi...allora peggio per Lui!

Squizzo
23-05-2004, 01.09.11
Originally posted by kyjorkx
:|

si ma stica ce n'avessi uno di anonimo, ce n'ho sette :mumble
boh

risquillali così sai chi sono... :sisi:

TrustNoOne
23-05-2004, 03.57.45
non ne faccio e rispondo solo se e' il caso di farlo...

..Omega.Rav..
23-05-2004, 07.33.31
Originally posted by Albycocco
Panta rei. :|

omnia testicula.

X.xDaRkGiDaNx.X
23-05-2004, 10.11.46
Ne ricevo e ne faccio spexo :dentone:

TheDarkAlcatraz
23-05-2004, 10.15.43
Dedal sei allucinante...:rolleyes:


Cmq io gli squilli li faccio solo con le ragazze, cioè rispondo, perchè non sono mai il primo a farli...

destino
23-05-2004, 10.37.31
il mio cell è un puttanaio di squilli e squillini vari ke mi fanno le mie amiche...

molte volte li faccio pure io ma quando capita è una serie di squilli a valanga cioe squilli consecutivi a 6/7 persone diverse ke mi mancano in quel determinato momento...

Poi x gli sms nn ne parliamo...
A pranzo in media mi devo alzare 2 volte per leggerli :|

kyjorkx
23-05-2004, 11.31.11
Originally posted by Squizzo
risquillali così sai chi sono... :sisi:
Lol a un anonimo gli telefonai... sembravamo Aldo Giovanni e Giacomo.

Pronto chi è?
No chi è lei?!
Lei ha chiamato! Chi è lei?!
Io ho il suo numero, lei mi ha chiamato prima. Chi è lei!
Impossibile dev'esserci un errore
:| Vabè arrivederci

Asl.DKuj
23-05-2004, 12.09.46
Originally posted by kyjorkx
Lol a un anonimo gli telefonai... sembravamo Aldo Giovanni e Giacomo.

Pronto chi è?
No chi è lei?!
Lei ha chiamato! Chi è lei?!
Io ho il suo numero, lei mi ha chiamato prima. Chi è lei!
Impossibile dev'esserci un errore
:| Vabè arrivederci

asdasd:D

Io di squilli non ne faccio e non mando messaggi perchè ho il cell perennemente scarico, e se avessi qualche soldo non farei comunque squilli. Mi limiterei a mandare sms o a chiamare soprattutto.
Il cello infatti lo uso solo per ricevere chiamate, e se sono numeri che non conosco rispondo solo se sono da solo.
Di squilli non en ricevo perchè la mia ragazza mia chiama sempre e anche lei ha perso la speranza nel farmi squilli e mandarmi sms perchè tanto non rispondo :asd: Ma non se la prende perchè tanto chiama a sbafo dai numeri di su ma :asd:
Mi capita di ricevere degli squilli ma me ne sbatto sempre, mi capita anche di non guardare chi me li ha fatti e se proprio mi capita di chiamare chiamo con l'addebito:birra: :cool:

AmeR
23-05-2004, 13.01.29
Originally posted by Kiashaal
Voi come vedete fare un o squillo?

Alcuni però lo vedono come una fesseria o modo infatile.

billygoat
23-05-2004, 13.10.41
faccio squilli ogni tanto alla mia ragazza, specie quando la riporto a casa di notte e devo pipparmi 35 km di strada... quando arrivo a casa la squillo così dorme tranquilla.
le altre persone sporadicamente, con gli usi che ha elencato perfettamente kiara.

angelheart
23-05-2004, 14.01.33
Originally posted by Dedal83
quindi dovevi arrangiarti da solo per la sodomia anale...

da solA innanzitutto
e cmq che vuol dire la sodomia anale? esiste anche la sodomia vaginale? :doubt:

MIKELE88
23-05-2004, 15.25.26
Max fatti: 160 (anke se poi risultano solo 99)
Max ricevuti: 99 :D!

Dedal83
23-05-2004, 15.42.47
Originally posted by angelheart
da solA innanzitutto
e cmq che vuol dire la sodomia anale? esiste anche la sodomia vaginale? :doubt:

Bho chiedilo a tua sorella :asd:
scherso nn prendertela :dentone:

angelheart
23-05-2004, 16.11.16
Originally posted by Dedal83
Bho chiedilo a tua sorella :asd:
scherso nn prendertela :dentone:

per così poco :rolleyes:

jklITA
23-05-2004, 16.19.59
il cellulare lo uso per sport... ho 43 chiamate senza risposte negli ultimi 2 giorni, ma nn ho voglia di vedere chi è :asd:... lo metto sulla scrivania, studio, studio, studio, gioco, gioco, guardo un film, guardo un altro film, esco (puntualmente senza cellulare)... mi da fastidio il cellulare, tutti ad esibire le proprie suonerie del cazz o altre stronzate... eppoi mi fa ancora un po effetto vedere gente per la strada che parla con qualcuno che è a 100 metri di distanza dicendogli "si dove vai?... io sto andando in pizzeria" :rolleyes:... posso capire che il cell serva ai medici o per lavoro, ma nel 90% dei casi è in mano a ragazzini che si vantano perchè sopra hanno snake20000 e hanno messo il nuovo record... evvabbeh, il mondo va cosi, fosse solo questo il problema :rolleyes:

jklITA
23-05-2004, 16.23.31
Originally posted by Dedal83
Un giorno viene da me na tipa che si chiama adda e mi fa la smetti di farmi gli squilli io gli dico non te li ho mica fatti gli squilli credeva che gli andavo dietro eccetera invece a me nn piace molto anche se è figa mi stà sul culo il suo nome asurdo cmq stà di fatto che gli dico stai tranqy e scopro che mica io c'havevo il cell in tasca e in pratica si schiacciavano i tasti da soli quando camminavo e chiamavano il primo numero in agenda cioè adda e allora gli faccio o adda ti ho addato al mio cell adesso ti deaddo così nn ti arivano più gli scuilli e allora lei si è presa male perchè credeva che gli andavo dietro e invece no

quando spiegavano la punteggiatura alle elementare eri assente :asd:?
scherso nn prendertela :dentone:

X.xDaRkGiDaNx.X
23-05-2004, 16.25.49
quando spiegavano la punteggiatura alle elementare eri assente ?

...e nn solo la punteggiatura :roll3:

follettomalefico
23-05-2004, 17.22.57
Secondo me gli squilli han senso solamente nell'ottica di "conferma avvenuta lettura" per un SMS o simili.

O altrimenti, uno squillo per dire "richiamami plz".

Altri generi li valuto piuttosto inutili ed infantili. Contando che *odio* gli sms (tranne che per messaggi tipo "ok, arrivo alle 13.40", ovvero funzionali) però possi dire che al posto di uno squillo, meglio un sms.

E comunque, preferisco telefonare. Si comunica di più ad un costo inferiore. Più rapido.

Dedal83
23-05-2004, 18.16.11
Originally posted by jklITA
quando spiegavano la punteggiatura alle elementare eri assente :asd:?
scherso nn prendertela :dentone:

Se avessi un po' di cervello capiresti che la mia, seppure velata, era una parodia del target di riferimento che solitamente utilizza con maggior frequenza il linguaggio degli squilli, o ancora meglio, i neologismi da sms, che a mio avviso stanno portando a un sempre maggior impoverimento lessicale.
Ci troviamo quindi a vivere un paradosso contemporaneo, dove una maggior diffusione delle tecnologie di comunicazione in realtà impoverisce la qualità della stessa, spostando il soggetto della comunicazione dal significato al significante.
Quando Dio ha distribuito l'arguzia eri assente?

billygoat
23-05-2004, 18.27.16
Originally posted by Dedal83
Se avessi un po' di cervello capiresti che la mia, seppure velata, era una parodia del target di riferimento che solitamente utilizza con maggior frequenza il linguaggio degli squilli, o ancora meglio, i neologismi da sms, che a mio avviso stanno portando a un sempre maggior impoverimento lessicale.
Ci troviamo quindi a vivere un paradosso contemporaneo, dove una maggior diffusione delle tecnologie di comunicazione in realtà impoverisce la qualità della stessa, spostando il soggetto della comunicazione dal significato al significante.
Quando Dio ha distribuito l'arguzia eri assente?

ciccio, ma ti dai una calmata? o pensi di poter insultare chiunque ti capiti a tiro che fa una battuta su di te o non è d'accordo con le tue opinioni?

PS: questo post è da leggersi in un quadro più ampio, non solo riferito a questo topic!

Dedal83
23-05-2004, 18.29.17
Scusa ma potresti evidenziarmi i punti in cui avrei insultato violentemente o in maniera poco elegante qualcuno?

Ho solo messo in chiaro come il mio primo topic era da intendersi come una parodia e non era il mio reale modo di scrivere o esprimermi, visto che sembravano essere nati malintesi a riguardo.

La battutina finale non mi sembrava così cattiva o motivo di astio per qualcuno verso qualcun'altro.

billygoat
23-05-2004, 18.31.45
ogni volta che qualcuno non è d'accordo con te... per esempio nel topic dei blink.
ok, dovrei sbattermene altamente, però il tuo atteggiamento mi infastidice da matti!

Dedal83
23-05-2004, 18.34.57
OT: Guarda vai a rileggerti il topic dei blink.
Io mi sono solo difeso quando è arrivato quel tizio a dire che io scrivevo stronzate su stronzate con arroganza.
Non mi sembra che prima abbia insultato o offeso qualcuno, anzi sn stato il primo a essere provocato, io ho solo risposto a tono.
Ad esempio tu hai detto che i blink nn ti piacciono, io ti ho mandato per caso affanculo o qualcosa di simile?
Non mi sembra...
Cmq se ci sn problemi cn me ci sono i PM nn andiamo ulteriormente OT.

Alceo
23-05-2004, 18.37.59
Originally posted by Dedal83
Se avessi un po' di cervello capiresti che la mia, seppure velata, era una parodia del target di riferimento che solitamente utilizza con maggior frequenza il linguaggio degli squilli, o ancora meglio, i neologismi da sms, che a mio avviso stanno portando a un sempre maggior impoverimento lessicale.
Ci troviamo quindi a vivere un paradosso contemporaneo, dove una maggior diffusione delle tecnologie di comunicazione in realtà impoverisce la qualità della stessa, spostando il soggetto della comunicazione dal significato al significante.


Per quanto mi dia fastidio non credo che il lessico da SMS porti ad un impoverimento della qualità dell'informazione in generale.
E' solo uno stile di scrittura adeguata al mezzo di comunicazione. Un po' come avviene per i telegrammi.

Si moltiplicano i mezzi di comunicazione e con essi le forme e gli stili di comunicazione (pensa alla differenza tra email e lettere).

P.S. jklITA di cervello ne ha

Dedal83
23-05-2004, 18.43.32
Originally posted by Alceo
Per quanto mi dia fastidio non credo che il lessico da SMS porti ad un impoverimento della qualità dell'informazione in generale.
E' solo uno stile di scrittura adeguata al mezzo di comunicazione. Un po' come avviene per i telegrammi.

Si moltiplicano i mezzi di comunicazione e con essi le forme e gli stili di comunicazione (pensa alla differenza tra email e lettere).

P.S. jklITA di cervello ne ha

Se si vuole iniziare una discussione seria a riguardo, ti posso dire la mia opinione: storicamente da sempre la ricchezza lessicale di una lingua è stata sinonimo di una cultura più avanzata, in quanto la lingua scritta è un codice per esprimere l'astrazione dei pensieri, e quindi già di per se limitante e semplificante.
Più questo codice è ricco e meno sarà la semplificazione, permettendo una comunicazione queindi di più alto livello.
Non per nulla la lingua italiana grazie alla sua storia letterale è molto più complessa ad esempio dell'inglese... questo oggi la stà rendendo un limite in quanto la comunicazione massificata contemporanea necessita appunto di immediatezza, e inq uesto l'inglese è sicuramente più avvantaggiato.
Però io penso che l'italiano sia una lingua sicuramente migliore per essere portatrice di cultura alta.
Lo stesso poi avviane sui cellulari a mio avviso, dove la comunicazione è sempre di una superficialità disarmante (per limiti tecnici solitamente). Ad esempio questo discorso sarebbe stato arduo da fare con gli sms, e quindi avremmo dovuto semplificare il nostro pensiero al massimo, a discapito della qualità complessiva dei contenuti.
Oggi questo fenomeno degli sms nn si puo' ignorare visto che influenzerà la cultura del futuro e porterà i nuovi adulti, oggi giovani, verso una semplificazione mentale del linguaggio.

.NeMe.
23-05-2004, 19.14.24
A me il telefono sta sul caxx fino ad un certo punto.

Non lo so, mi vedo in giro, e penso che io personalmente cn i miei amici senza telefono faremo molta fatica.

Anche xchè x via di orari completamente diversi, e mai nessun trasporto siamo disorganizzati al max . .Uno squillo x dire chiamami, sonoa rrivato, quando azzo rivi=?, ecc sono utili.

Per quanto riguarda gli sms, sono diventati un modo x approcciare (che mi fa piuttosto schifo O.o), e cmq costano + di una telefonata. Solo che lo sanno in pochi e gg.(Una telefonata corta, x dire si,no ^^')

Cmq jklita nn ha molto senso il discorso che hai fatto.
Tutte queste cose succedono quando sei piccoli, e ti ritrovi con un aggeggio da grande in mano. Sono inevitabili certi atteggiamenti.

Sinceramente non conosco nessuno della mia età che è attaccato al telefono cosi come lo descrivi tu.

Quando si cresce un po di + il telefono nn ti serve x ballare numa numa aieeei sull'autobus o.O

Alceo
23-05-2004, 19.35.20
Originally posted by Dedal83
Se si vuole iniziare una discussione seria a riguardo, ti posso dire la mia opinione: storicamente da sempre la ricchezza lessicale di una lingua è stata sinonimo di una cultura più avanzata, in quanto la lingua scritta è un codice per esprimere l'astrazione dei pensieri, e quindi già di per se limitante e semplificante.
Più questo codice è ricco e meno sarà la semplificazione, permettendo una comunicazione queindi di più alto livello.
Non per nulla la lingua italiana grazie alla sua storia letterale è molto più complessa ad esempio dell'inglese... questo oggi la stà rendendo un limite in quanto la comunicazione massificata contemporanea necessita appunto di immediatezza, e inq uesto l'inglese è sicuramente più avvantaggiato.
Però io penso che l'italiano sia una lingua sicuramente migliore per essere portatrice di cultura alta.
Lo stesso poi avviane sui cellulari a mio avviso, dove la comunicazione è sempre di una superficialità disarmante (per limiti tecnici solitamente). Ad esempio questo discorso sarebbe stato arduo da fare con gli sms, e quindi avremmo dovuto semplificare il nostro pensiero al massimo, a discapito della qualità complessiva dei contenuti.
Oggi questo fenomeno degli sms nn si puo' ignorare visto che influenzerà la cultura del futuro e porterà i nuovi adulti, oggi giovani, verso una semplificazione mentale del linguaggio.



Sono d'accordo con te sul fatto che più grande è la complessità di una lingua maggiore è la sua potenziale capacità a trasmettere informazione.

Ma la complessità che conta è appunto quella capace di trasmettere informazione. Una lingua può essere sintatticamente meno complessa eliminando l'informazione ridondante (non richiedere per esempio la coniugazione di un verbo con il proprio pronome personale) o "inutile" (l'eliminazione dei segni diacritici utili solo alla fonetica) senza divenire mero espressiva.

Da questo punto di vista l'inglese non mi sembra una lingua minore rispetto all'italiano. Al contrario il vocabolario della lingua inglese è molto più ricco di quello italiano.


Discorso SMS.
Sarei d'accordo con te se il solo modo di comunicare dei giovani di oggi fossero gli SMS, ma non mi sembra sia il caso. L'uso degli SMS non porta i giovani a non dover leggere, scrivere, e in generale usare i vecchi mezzi di comunicazione. Non mi sembra abbiano sostituito un precedente mezzo di comunicazione linguisticamente più complesso.


Aggiungo che abbreviazioni e sigle si usano spesso nelle università per prendere appunti durante le lezioni e ciò non implica una semplificazione dei contenuti stessi. Il problema non è la forma ma il mezzo che ci concede poco spazio per l'informazione.

Elenina
23-05-2004, 19.47.55
ogni tot faccio squilli... generalmente solo a care amiche o al ragazzo... ma un paio al giorno non di +..

jklITA
23-05-2004, 20.13.23
dedal... nn capisco... prima fai ironia e poi nn la subisci... questo dalle mie parti si chiama "infantilità" ;)
perchè l'ironia è un potente mezzo, ma c'è sempre il problema di chi la usa ;)


e qui chiudo :)

EDIT,
Originally posted by .NeMe.
Quando si cresce un po di + il telefono nn ti serve x ballare numa numa aieeei sull'autobus o.O

nn hai capito il mio problema di fondo... io capisco che è utile, ma molta gente nn ha capito come usarlo... se lo si da in mano ad un ragazzino di 10 anni, nn si puo pretendere di capire che lo userà per telefonarci... col cazz... lui crescerà (fino ad arrivare ai 18) con l'unico scopo di avere il telefonino figo e potente, e con l'intento fisso del consumismo (e qui fight club è la bibbia.) e di una sbagliata crescita... perchè l'unico valore che avrà sarà quello della suoneria, o del cellulare che ti fa i filmati o che ti fa vedere il calcio... tutti interessi di livello culturale zero :)... perche se tu vai a chiedere a quel ragazzino quando è diventato adulto, cosa pensa, la risposta sarà allucinante... un mio amico insegnante di filosofia è andato in una prima liceo e ha cercato di creare un dibattito sulla guerra (è un buon argomento per acculturare i giovani)... le massime risposte sono state "uccidiamoli tutti"... pare sbagliato che il telefonino porta a questo, ma è cosi... e una delle tante cose che c'inculcano (e da piccoli è peggio) e ci condizionano a pensare in un modo sbagliato... pendendo dalle parole di poveri idioti televisivi che azzerano il livello culturale e giustificano tutto lo schifo che c'è ora... noi siamo la cura, e loro sono cattivi... noi siamo fighi perchè abbiamo il cellulare, e voi nn lo siete... ma per favore :rolleyes:

perchè ormai è cosi... io andando per strada vedo ragazzini che sfoggiano cellulari che costano piu della statua di tarantino che ho in camera (nn ci credete che ce l'ho eh :sagace: ), per fare un esempio...

per me è "sbagliato" questo punto :)

Edwige
23-05-2004, 20.26.41
Li uso solo quando esco con gli amici con il senso "sono giù scendi", ne ricevo da qualche amica ma spesso li ignoro.

aciddeath
23-05-2004, 20.54.13
li faccio solo col significato "ti penso" ..
ne ricevo pochi anche xkè le persone x me importanti le vedo tutti i gg :)

Ef.Di.Gi
23-05-2004, 21.57.29
Originally posted by jklITA
cut

La massa ignorante è sempre esistita. D'altronde il nostro sistema si basa proprio su quella per sopravvivere...

jklITA
23-05-2004, 21.58.54
Originally posted by Ef.Di.Gi
La massa ignorante è sempre esistita. D'altronde il nostro sistema si basa proprio su quella per sopravvivere...

e uno dei tanti mezzi per "istruire" la massa ignorante è il telefonino :)

.Imrahil
23-05-2004, 22.13.35
Lo squillo può anche voler dire "Dai gli rispondo allo squillo almeno se ne sta zitto ed è contento per un po"
:|

EyeSky
24-05-2004, 07.03.35
Oddio, devo dire che non ho mai subito il perverso fascino dello squillino. Qualche volta li ho fatti e/o subiti, ma giusto per dire cose del tipo: sono arrivato sano e salvo; scendi dabbasso ecc.

Uso più messaggi e telefonate vere e proprie. Sono logorroico e c'ho sempre una marea di cose da dire. E la vodafone ringrazia.
:p
























si puo dire Vodafone??

zio_lucas
24-05-2004, 07.55.02
li uso solo per avvertire che sono arrivato a casa e farmi aprire il cancello :asd: :asd: :asd:
li trovo inutili e senza senso per il resto, anche quando avevo 15 anni

Micael Colbert
24-05-2004, 09.54.08
Io ne ricevo pochi (come anche, e devo dire fortunatamente, sms e telefonate), ma regolarmente penso che sia qualcuno che ha bisogno e per qualche motivo non può telefonare, questo perchè io, in caso di bisogno farei così.

Ovviamente invecie è sempre un amica/cugina ecc.. che dice "ah, no ti stavo solo pensando":mad: :mad:

Poi una volta mi è capitata una cosa, simile a quanto scritto da Kjorkx, praticamente mi trovo una telefonata di un numero sconosciuto; allora, da un telefono fisso (avevo pochi soldi) provo a richiamare, pensando che fosse comunque qualcuno che aveva bisogno di parlarmi.
A questo punto la signorina mi risponde che io per primo l'avevo chiamata (ovvio che non era vero) e in quel momento, avendo il suo numero sotto gli occhi mi accorgo di una cosa abbastanza strana: il mio numero ed il suo differiscono di una sola cifra:
es. mio: 555-9999992 suo: 555-9999993
Non sono mai riuscito a spiegarmi un fatto del genere, forse qualcuno mi ha clonato il numero? Io di sicuro non l'ho chiamata, perchè il cellulare era anche attaccato all' alimentatore, quindi non in tasca.

K4pp4
24-05-2004, 10.30.01
Originally posted by Alceo
Ma la complessità che conta è appunto quella capace di trasmettere informazione. Una lingua può essere sintatticamente meno complessa eliminando l'informazione ridondante (non richiedere per esempio la coniugazione di un verbo con il proprio pronome personale) o "inutile" (l'eliminazione dei segni diacritici utili solo alla fonetica) senza divenire mero espressiva.


Non sono d'accordo.
Perchè, oltre a trasmettere informazione, una lingua è anche un'ottima palestra per la capacità di astrazione. Un lingua più 'povera' dal punto di vista formale implica una minore capacità di ragionamento. (1984 insegna... Orwell ha decisamente ragione da questo punto di vista). La semplificazione linguistica è sempre male.. di questo passo finiremo a parlare come i Nehandertal: "me fame... tu da cibo?" - "dato cibo tu da 5 euro"...



Da questo punto di vista l'inglese non mi sembra una lingua minore rispetto all'italiano. Al contrario il vocabolario della lingua inglese è molto più ricco di quello italiano.


Non sono un linguista ma mi sembra falso. Gl'inglesi (o meglio gli americani) hanno solo una maggiore capacità di adattamento, per cui sono più rapidi a 'forgiare' parole nuove. Esci dai contesti in cui si usano neologismi e discutiamone. Non credo che l'italiano abbia nulla da invidiare ad alcuna lingua se si esce dal campo delle parole 'usa e getta'...

Alceo
24-05-2004, 12.13.17
Originally posted by K4pp4
Non sono d'accordo.
Perchè, oltre a trasmettere informazione, una lingua è anche un'ottima palestra per la capacità di astrazione. Un lingua più 'povera' dal punto di vista formale implica una minore capacità di ragionamento. (1984 insegna... Orwell ha decisamente ragione da questo punto di vista). La semplificazione linguistica è sempre male.. di questo passo finiremo a parlare come i Nehandertal: "me fame... tu da cibo?" - "dato cibo tu da 5 euro"...



Per quanto capisco che di primo acchito possa sembrare strano è esattamente il contrario. Il formalismo è indice di una minor capacità d'astrazione di una lingua. La stessa semplificazione della lingua (eliminazione delle strutture ridondanti) nasce con l'introduzione della lingua scritta e quindi della riflessione.

Un esempio classico è datto dall'uso delle categorie di plurali (per esempio l'uso del duale, triale etc. ). La categoria di plurale unico è una forma piu astratta rispetto all'utilizzo di parole diversa per dire due cose, tre cose etc. Le lingue che utilizzano tali costrutti per quanto più complesse formalmente sono considerate lingue "primitive", più "concrete".

Insomma non si può dire che la semplificazione linguistica è sempre male" perché diminuisce la capacità d'astrazione, al contrario è la semplificazione di una lingua che ha portato ad una sua maggiore capacità d'astrazione.

D'altro canto altre semplificazioni come l'eliminazione di alcuni segni diacritici (come sta avvenendo in molte lingue) ne semplificano l'apprendimento ma non ne riducono né l'espressività né la capacità d'astrazione.




Originally posted by K4pp4

Non sono un linguista ma mi sembra falso. Gl'inglesi (o meglio gli americani) hanno solo una maggiore capacità di adattamento, per cui sono più rapidi a 'forgiare' parole nuove. Esci dai contesti in cui si usano neologismi e discutiamone. Non credo che l'italiano abbia nulla da invidiare ad alcuna lingua se si esce dal campo delle parole 'usa e getta'...

Non parlo di parole usa e getta. Si parla di parole che vengono utilizzate correntemente. L'inglese è usato in molte parti del mondo e si arrichisce di termini e parole inesistenti per altre lingue.
Il vocabolario inglese conta oggi mezzo milione di parole (più trecento mila termini tecnici). L'italiano ne ha meno della metà.
Il francese che pure non usa i neologismi inglesi (viene create una parola nuova per quasi ogni neologismo inglese, sic!) ne ha comunque meno dell'italiano.

Certo si può sempre dire che è aver in italiano una parola che indica il nome del bastone utilizzato per guidare gli elefanti è del tutto inutile. ;)

bounty
24-05-2004, 13.10.14
per i miei amici significa:
vieni in icq,oppure scendi che siamo venuti a prenderti,oppure dove cazzo sei perche non sei ancora qui,oppure è un ok al messaggio che gli ho mandato precedentemente.
per le ragazze significa che le penso
per mia sorella che è arrivata e devo mandarle giu il cane da portare fuori.
per mia madre significa che la/mi devo/e chiamare
per mio padre che mi deve chiamare
finito:D

K4pp4
24-05-2004, 15.12.47
Rispondo ancora una volta qui, poi credo che dovremmo migrare la discussione a un topic adeguato, siamo super OT anche se l'argomento è interessante ;)

Originally posted by Alceo
[cut]

Un esempio classico è datto dall'uso delle categorie di plurali (per esempio l'uso del duale, triale etc. ). La categoria di plurale unico è una forma piu astratta rispetto all'utilizzo di parole diversa per dire due cose, tre cose etc. Le lingue che utilizzano tali costrutti per quanto più complesse formalmente sono considerate lingue "primitive", più "concrete".

Scusami ma fatico a seguirti: quindi "uccelli" è più evoluto di 'stormo' e "pecore" è più evoluto di "gregge"?
(senza polemica, è solo per capire il punto di vista...)


Insomma non si può dire che la semplificazione linguistica è sempre male" perché diminuisce la capacità d'astrazione, al contrario è la semplificazione di una lingua che ha portato ad una sua maggiore capacità d'astrazione.

in altre parole l'evoluzione di una lingua si misura dalla sua capacità di esprimere linearmente concetti sempre più complessi e dalla coerenza delle sue strutture... cioè la lingua 'perfetta' è una 'formula' senza eccezioni?



D'altro canto altre semplificazioni come l'eliminazione di alcuni segni diacritici (come sta avvenendo in molte lingue) ne semplificano l'apprendimento ma non ne riducono né l'espressività né la capacità d'astrazione.


Qui mi fido... nel senso che anche volendo non avrei i mezzi per confutare



[cut]
Il vocabolario inglese conta oggi mezzo milione di parole (più trecento mila termini tecnici). L'italiano ne ha meno della metà.


Abbiamo due concetti di 'uso comune': per me "ring" (che pure dalle mie parti si usa parecchio in contesto tessile) non è di uso comune. Così come non lo è "scanner" o "bypass". Trecento mila parole riservate ad ambiti specialistici incidono poco sul vocabolario del fruitore medio, secondo me.

Sinceramente, trovo tutte le tue argomentazioni giuste, da un punto di vista prettamente funzionale. Non sono invece daccordo da un punto di vista creativo. Faccio un esempio stupido:

Se 'pioggia livello1' mi rende perfettamente l'idea, una volta stabilita una scala, ed è perfettamente efficente e funzionale, è altresì vero che "acquerugiola" è molto più evocativo (è uno dei peggiori esempi della mia vita ma spero che renda l'idea).
Così come è vero che una lingua formalmente più complessa costringe ad un maggiore sforzo espressivo, e quindi a una maggiore riflessione. Il bello delle perifrasi settecentesche fu che, fin dall'inizio della frase, bisognava sapere cosa si voleva dire. Se oggi fosse ancora così, credo che pochissimi parlerebbero in modo comprensibile...


Certo si può sempre dire che è aver in italiano una parola che indica il nome del bastone utilizzato per guidare gli elefanti è del tutto inutile. ;)

Fuor di dubbio: dalle nostre parti (alto piemonte) c'è una parola in dialetto che indica il pantano che forma la neve quando si mischia al fango ai lati delle strade... parola che dubito avrebbe una qualche utilità, per esempio, all'isola d'Elba (giusto per rimanere in ambito strettamente italiano). Così come esistono termini per indicare le diverse forme di mare il cui senso è assolutamente ignoto a noi 'montanari'
:birra:

Dedal83
24-05-2004, 18.13.23
la pensao esattamente come kappa, scusate ma oggi sn troppo stanco per dire la mia su questa cosa...

blamecanada
24-05-2004, 19.48.53
raramente li uso per dire ti penso, diciamo che lo faccio solo con le persone che conosco online (che sono anche le sole con cui uso gli sms)

con i miei amici sempre e solo chiamate :toh:

hypermaxxxx
24-05-2004, 21.48.09
C'è una persona del forum che può confermare che un giorno ne ho ricevuti 99 in 2 ore....e oltrettutto non dalla stessa persona...no comment.:D

Alceo
25-05-2004, 01.55.58
Originally posted by K4pp4
Rispondo ancora una volta qui, poi credo che dovremmo migrare la discussione a un topic adeguato, siamo super OT anche se l'argomento è interessante ;)


Don't worry le due discussioni parallele che si portano avanti in questo topic sono come acqua e olio e non si mescolano proprio. ;)




Originally posted by K4pp4

Scusami ma fatico a seguirti: quindi "uccelli" è più evoluto di 'stormo' e "pecore" è più evoluto di "gregge"?
(senza polemica, è solo per capire il punto di vista...)


No, certo che no. Le lingue che hanno il duale (lo Sloveno per esempio) declinano una parola in modo diverso a seconda se essa indichi un oggetto solo (singolare), due oggetti (duale) o più di due (plurale).
In alcune lingue "primitive" (le virgolette sono per sottolineare che il termine non ha alcuna accezzione morale) esiste anche il triale e così via. Il duale è ormai una rarità tra le lingue moderne.

La separazione dell'oggetto dal suo numero è un segno di maggiore astrazione, anche se questo avviene attraverso una semplificazione delle regole sintattiche.

Se i colori venissero espressi attraverso la coiniugazione (non è un esempio così assurdo come sembra) si potrebbe usare una sola parola sola per dire "tavolo marrone", ma le due parole usate separatamente permetteono di separare e astrarre i concetti di "tavolo" e "marrone".






Originally posted by K4pp4

in altre parole l'evoluzione di una lingua si misura dalla sua capacità di esprimere linearmente concetti sempre più complessi e dalla coerenza delle sue strutture... cioè la lingua 'perfetta' è una 'formula' senza eccezioni?



Uhmm. Non sono sicuro di cogliere quello che vuoi dire. Posso dare la colpa all'ora? :rolleyes:
La lingua è uno strumento e si evolve anche (ma non solo) secondo l'utilizzo a cui è preposto.
Se si ha bisogno di un maggior grado di astrazione essa tenderà ad adattarsi a tale scopo.

Una lingua capace di esprimere tutto l'esprimibile (in informatica si parla di universo del discorso) con il minor numero di regole e soprattutto senza ridondanze può considerarsi perfetta.




Originally posted by K4pp4

Qui mi fido... nel senso che anche volendo non avrei i mezzi per confutare


Un forte dibattito in tal senso è oggi d'attualità per la lingua tedesca (dovuta alla presenza di una lingua complessa e particolarmente ostica da imparare e un paese con un forte tasso d'immigrazione e la necessità della loro integrazione). Non dovresti avere difficoltà a trovare informazioni al riguardo, se trovo qualcosa te lo mando vi PM.




Originally posted by K4pp4

Abbiamo due concetti di 'uso comune': per me "ring" (che pure dalle mie parti si usa parecchio in contesto tessile) non è di uso comune. Così come non lo è "scanner" o "bypass". Trecento mila parole riservate ad ambiti specialistici incidono poco sul vocabolario del fruitore medio, secondo me.


Infatti quando dicevo che l'italiano ha meno della metà dei termini inglesi non contavo i termini specialistici.

Il vocabolario del fruitore medio è ridottisimo (poche migliaia di parole). Ma non per tutti sono le stesse.
La ricchezza dell'inglese sta nel gran numero e nella grande varietà di persone che l'utilizzano.

Per capirsi meglio, non sto dicendo che chi parla inglese conosce e usa normalmente più vocaboli di chi parla francese o italiano.
Mi riferivo alla ricchezza della lingua tout court, non a quella di un suo "rappresentate" medio. ;)





Originally posted by K4pp4

Sinceramente, trovo tutte le tue argomentazioni giuste, da un punto di vista prettamente funzionale. Non sono invece daccordo da un punto di vista creativo. Faccio un esempio stupido:

Se 'pioggia livello1' mi rende perfettamente l'idea, una volta stabilita una scala, ed è perfettamente efficente e funzionale, è altresì vero che "acquerugiola" è molto più evocativo (è uno dei peggiori esempi della mia vita ma spero che renda l'idea).



D'accordo con te. E anche queste ragioni determinano (per fortuna) l'evoluzione di una lingua.

Io useri l'espressione 'pioggia livello1' in un ambito che domanda rigore scientifico e 'acquerugiola' (mi piace :) ) per scrivere una poesia alla mia principessa.

Uno non esclude l'altro e la mia lingua funziona se posso fare entrambe le cose.




Originally posted by K4pp4

Così come è vero che una lingua formalmente più complessa costringe ad un maggiore sforzo espressivo, e quindi a una maggiore riflessione.


Pienamente d'accordo. Ma il fatto che ci induca ad un maggiore sforzo non implica che ci permetta di esprimere meglio i nostri concetti. Al contrario una lingua troppo formale può ostacolarlo.



:birra:

Glorfind3l
25-05-2004, 03.10.19
Squillo ad amico/a -> ciao/ ti penso

Squillo a ragazza -> ti penso

:D

K4pp4
25-05-2004, 09.59.56
Originally posted by Alceo
Don't worry le due discussioni parallele che si portano avanti in questo topic sono come acqua e olio e non si mescolano proprio. ;)

Sto notando :D

[TAGLIO ABNORME]

Una lingua capace di esprimere tutto l'esprimibile (in informatica si parla di universo del discorso) con il minor numero di regole e soprattutto senza ridondanze può considerarsi perfetta.


Centrato il fulcro del discorso. Purtroppo i post dal lavoro non favoriscono le espressioni corrette, ma è esattamente quello che intendevo dire.



Non dovresti avere difficoltà a trovare informazioni al riguardo, se trovo qualcosa te lo mando vi PM.

Tenterò. Grazie per gli eventuali PM :)



Mi riferivo alla ricchezza della lingua tout court, non a quella di un suo "rappresentate" medio.

Comprendo. Anche se ammetto che l'idea mi ha lasciato spiazzato. Non credevo ci fosse un divario così ampio.



Pienamente d'accordo. Ma il fatto che ci induca ad un maggiore sforzo non implica che ci permetta di esprimere meglio i nostri concetti. Al contrario una lingua troppo formale può ostacolarlo.


Infatti. Da questo punto di vista ho una visione più 'oligarchica' se mi passi il termine: pur trovandomi daccordo con te se si ragiona sull'efficacia del mezzo comunicativo, non sono particolarmente sereno all'idea che chiunque possa accedere a tutto il potenziale espressivo di una lingua senza alcuno sforzo... il rischio è che le persone dispongano di cose che non sono in grado di gestire, non so se mi spiego...



:birra:

:birra::birra:

Kiashaal
25-05-2004, 20.56.53
Per alcuni scoccia farli, ma non riceverli com'è? :dentone:

----------------------
"M sn trovat xstrad&ho ankora il capp8"
----------------------
Se il Destino è contro di Noi...allora peggio per Lui!

ivanisevic
25-05-2004, 22.10.42
Io dipende dai periodi...ora che c'è una tipa di mezzo tanti...in altre fasi zero.
Squillo al papà per farmi chiamare.
Squillo a mio fratello per dirgli che sta facendo una minchiata, anche quando è in casa con me (parlargli a volte è impossibile).
Squillo al mio migliore amico se sono quasi disperato davvero o mi è crollato il mondo addosso o mi sento solo da morire (sarà capitato 2-3 volte al massimo)
Squillo alla mia migliore amica perchè così poi non mi dice che non la penso.

Ogni tanto penso che mi piacerebbe fare uno squillo a Dio, così, tanto per vedere se mi risponde.

Alceo
26-05-2004, 23.10.39
Originally posted by K4pp4
Centrato il fulcro del discorso. Purtroppo i post dal lavoro non favoriscono le espressioni corrette, ma è esattamente quello che intendevo dire.


Se ti piace l'argomento e se non lo hai già letto ti consiglio un libro meraviglioso, Gödel, Escher, Bach: an Eternal Golden Braid (http://www.amazon.com/exec/obidos/tg/detail/-/0465026567/104-3981611-1911116?v=glance) di Douglas Hofstadter.
Non ti spaventare dal volume (sono più di 800 pagine) il libro è un capolavoro e credo che ti piacerebbe molto.





Originally posted by K4pp4

Tenterò. Grazie per gli eventuali PM :)


Ho fatto una ricerca su google (clicca qui) (http://www.google.fr/search?q=german+simplify+language+government&hl=fr&lr=&ie=UTF-8&start=10&sa=N) e ho visto che la riforma è stata ratificata già nel1996.

"With this aim in hand, the number of linguistic rules was reduced from 212 to 112, and the number of rules governing commas were reduced from 52 to just 9."

Ma mi sa che se non conosci il tedesco la lista dei cambiamenti non li troverai facilmente.




Originally posted by K4pp4

Comprendo. Anche se ammetto che l'idea mi ha lasciato spiazzato. Non credevo ci fosse un divario così ampio.


Anche io ricordo che in un certo senso ci rimasi male. Ma oggi mi diverto a prendere in giro in francesi che hanno un vocabolario ridotto rispetto al nostro. :D




Originally posted by K4pp4

Infatti. Da questo punto di vista ho una visione più 'oligarchica' se mi passi il termine: pur trovandomi daccordo con te se si ragiona sull'efficacia del mezzo comunicativo, non sono particolarmente sereno all'idea che chiunque possa accedere a tutto il potenziale espressivo di una lingua senza alcuno sforzo... il rischio è che le persone dispongano di cose che non sono in grado di gestire, non so se mi spiego...


Capisco quello che vuoi dire e condivido la tua opinione.

La perdità di espressività di una lingua è in gran parte legata ad un'incapacità ad usarla a pieno (vedi il congiuntivo) e una lingua troppo "semplice" ci abitua ad essere pigri.
L'unica soluzione credo che sia una scuola che ci riabitui a leggere.


:birra: