PDA

Visualizza versione completa : Religione.



*Svevy*
15-05-2004, 22.02.31
Voi siete di qualche religione? Se lo siete, andate in chiesa/sinagoga/moschea/altro e seguite tutti i dettami della vostra religione?

Secondo voi, si può essere credenti e cattolici pur non accettando alcuni dettami della Chiesa, o per essere cattolici bisogna accettare tutto tutto?

Ad esempio, se per essere cattolica dovessi per forza accettare ogni dettame della Chiesa non potrei mai esserlo, perchè non considero gli omosessuali invertiti o che altro, non sono contraria all'aborto [non credo che lo farei, ma credo che la possibilità ci debba essere] nè ai rapporti prematrimoniali.
Infatti non vado in chiesa da molto tempo e da un certo punto di vista me ne dispiaccio ma...non riesco proprio a accettare queste regole, sono troppo in contrasto con il mio modo di pensare.

Voi cosa ne dite?

Kiara
15-05-2004, 22.07.39
Originally posted by svevy90
CUT


sono atea.
ma credo di poterti rispondere che per considerarsi credente basti la fede innanzitutto.a prescindere dai dettami della Chiesa.

quelli che sono i veri precetti della religione cristiana non hanno quasi mai niente a che fare con le prese di posizioni della Chiesa.e questo da sempre.

Rikki
15-05-2004, 22.08.59
ho smesso di credere all'esistenza di una realtà superiore molto tempo fa.
così tra l'altro non mi pongo nemmeno questo tipo di domande.



Rispetto comunque il pensiero cristiano (sono cresciuto con questo credo ) e ne condivido parecchi aspetti anche perchè secondo me ora questi aspetti fanno anche parte di tutti noi

shottolo
15-05-2004, 22.09.19
sono anni che vivo a metà tra l'ateismo e il paganesimo
quando decido ve lo farò sapere
cerco sempre di ritagliarmi un pò di tempo per festeggiare le maggiori feste pagane, ma raramente ce la faccio... non so, boh

TrustNoOne
15-05-2004, 22.09.56
e non confondiamo tra cristianesimo in genere e cattolicesimo.

Edwige
15-05-2004, 22.15.04
Personalmente sono atea, ma penso che per essere credente non sia necessario osservare tutti i dettami della propria religione (stabiliti tra l'altro dagli uomini e non dal dio in questione), basta soltanto aver fede e seguire la propria coscienza.

Albycocco
15-05-2004, 22.21.07
Agnostico.
Riguardo alla tua domanda; no.

Già sarebbe assurdo prendere parola per parola ciò che è stato scritto nei vangeli, figurati seguire ciecamente poi i dettami di un organo che nel corso dei millenni ha commesso alcuni dei più grandi crimini di cui l'umanità si sia macchiata e preso posizioni spesso e volentieri diametralmente opposte ai suoi stessi principi teologici e dottrinali.

*Svevy*
15-05-2004, 22.22.25
si, mi sono espressa male. Per considerarsi credente ovviamente basta credere, ma quello che intendevo è una cosa: una persona che magari va a messa tutte le domeniche, ma è omosessuale, oppure usa metodi di contraccezione, o ha praticato un aborto, può considerarsi totalmente cattolica o no?

R.I.P
15-05-2004, 22.25.01
Cattolico, come avrà intuito qualcuno dopo la discussione sulle bestemmie :asd:,
riguardo ai dettami della chiesa, quello che raramente viene detto è che questi derivano da un'interpretazione delle scritture e proprio per questo necessitano di una continua critica, l'importante è che questa sia costruttiva e coerente (anche se purtroppo molti non accettano nemmeno questo, ma questo è un problema di stupidità e limitatezza non di religione).
Rip

Matt
15-05-2004, 22.39.31
Originally posted by R.I.P
Cattolico, come avrà intuito qualcuno dopo la discussione sulle bestemmie :asd:,


Primitivo :asd:

Squizzo
15-05-2004, 23.02.07
Originally posted by svevy90
si, mi sono espressa male. Per considerarsi credente ovviamente basta credere, ma quello che intendevo è una cosa: una persona che magari va a messa tutte le domeniche, ma è omosessuale, oppure usa metodi di contraccezione, o ha praticato un aborto, può considerarsi totalmente cattolica o no?

Non vedo perchè no...e poi se così non fosse, a messa ci andrebbero solo preti e suore...e forse neanche quelli... :sisi:

Bargain
15-05-2004, 23.31.10
Originally posted by svevy90
non considero gli omosessuali invertiti o che altro

Originally posted by svevy90
una persona che magari va a messa tutte le domeniche, ma è omosessuale, oppure usa metodi di contraccezione, o ha praticato un aborto, può considerarsi totalmente cattolica o no?


In che senso omosessuali invertiti? :confused:

IMHO no, non possono esser considerati cattolici; o si accettano tutte le regole, imposizioni e menate varie oppure no.

Seguire la propria fede è un conto... adottare una condotta di vita che rispecchi totalmente un'ideologia religiosa come quella cattolica è un altro.
Per il modello del "credente", condivido le idee di Kiara.

RoodRedBear
15-05-2004, 23.44.21
Originally posted by Bargain
IMHO no, non possono esser considerati cattolici; o si accettano tutte le regole, imposizioni e menate varie oppure no.


Oldissimo, ma sempre buono.

Cara Dottoressa Schlesinger,
le scrivo per ringraziarla del suo lavoro educativo
sulle leggi del Signore. Ho imparato davvero molto dal
suo programma, ed ho cercato di dividere tale
conoscenza con piu' persone possibile. Adesso, quando
qualcuno tenta di difendere lo stile di vita
omosessuale, gli ricordo semplicemente che nel
Levitico 18:22 si afferma che cio' e' un abominio.
Fine della discussione.
Però, avrei bisogno di alcun consigli da lei, a
riguardo di altre leggi specifiche e come applicarle.

1. Vorrei vendere mia figlia come schiava, come
sancisce Esodo 21:7. Quale pensa sarebbe un buon
prezzo di vendita?

2. Quando do fuoco ad un toro sull'altare sacrificale,
so dalle scritture che ciò produce un piacevole
profumo per il Signore. (Lev. 1.9). Il problema e' con
i miei vicini. I blasfemi sostengono che l'odore non
e' piacevole per loro. Devo forse percuoterli?

3. So che posso avere contatti con una donna quando
non ha le mestruazioni. (Lev.15: 19-24.) Il problema
e': come faccio a chiederle questa cosa? Molte donne
s'offendono..

4. Lev. 25:44 afferma che potrei possedere degli
schiavi, sia maschi che femmine, a patto che essi
siano acquistati in nazioni straniere. Un mio amico
afferma che questo si puo' fare con i filippini, ma
non con i francesi. Può farmi capire meglio? Perche'
non posso possedere schiavi francesi?

5. Un mio vicino insiste per lavorare di Sabato. Esodo
35:2 dice chiaramente che dovrebbe essere messo a
morte. Sono moralmente obbligato ad ucciderlo
personalmente?

6. Un mio amico ha la sensazione che anche se mangiare
crostacei e' un abominio (Lev. 11:10) , lo e' meno
dell'omosessualita'. Non sono d'accordo. Può
illuminarci sulla questione?

7. Lev. 21:20 afferma che non posso avvicinarmi
all'altare di Dio se ho difetti di vista. Devo
effettivamente ammettere che uso occhiali per
leggere.... La mia vista deve per forza essere 10
decimi o c'e' qualche scappatoia alla questione?

8. Molti dei miei amici maschi usano rasarsi i
capelli, compresi quelli vicino alle tempie, anche se
questo e' espressamente vietato dalla Bibbia (Lev
19:27). In che modo devono esser messi a morte?

9. In Lev 11:6-8 viene detto che toccare la pelle di
maiale morto rende impuri. Per giocare a pallone debbo
quindi indossare dei guanti?

10. Mio zio possiede una fattoria. E' andato contro
Lev. 19:19, poiché ha piantato due diversi tipi di
ortaggi nello stesso campo; anche sua moglie ha
violato lo stesso passo, perche' usa indossare vesti
di due tipi diversi di tessuto (cotone/acrilico). Non
solo: mio zio bestemmia a tutto andare. E' proprio
necessario che mi prenda la briga di radunare tutti
gli abitanti della citta' per lapidarli come
prescrivono le scritture? Non potrei, piu'
semplicemente, dargli fuoco mentre dormono, come
simpaticamente consiglia Lev 20:14 per le persone che
giacciono con consanguinei?


Ci sono cazzate che DEVONO cambiare col tempo.
Oppure aspettiamo che la religione passi di moda.

destino
15-05-2004, 23.58.25
Originally posted by svevy90

Secondo voi, si può essere credenti e cattolici pur non accettando alcuni dettami della Chiesa, o per essere cattolici bisogna accettare tutto tutto?


Sono credente, credo nell'esistenza di un'entita superiore ke governa l'universo.

Nn seguo le norme millenaria di una Chiesa ke le ha create solo per rendere schiavi gli uomini sotto la sua volonta , facendo morire di fame milioni di persone mentre i cesaropapisti nuotavano nell'oro

Se come Alessandro Borgia avessi scopato ogni giorno con mia figlia magari la penserei diversamente:rolleyes:

Dedal83
16-05-2004, 00.15.48
Originally posted by svevy90
Voi siete di qualche religione? Se lo siete, andate in chiesa/sinagoga/moschea/altro e seguite tutti i dettami della vostra religione?

Secondo voi, si può essere credenti e cattolici pur non accettando alcuni dettami della Chiesa, o per essere cattolici bisogna accettare tutto tutto?

Ad esempio, se per essere cattolica dovessi per forza accettare ogni dettame della Chiesa non potrei mai esserlo, perchè non considero gli omosessuali invertiti o che altro, non sono contraria all'aborto [non credo che lo farei, ma credo che la possibilità ci debba essere] nè ai rapporti prematrimoniali.
Infatti non vado in chiesa da molto tempo e da un certo punto di vista me ne dispiaccio ma...non riesco proprio a accettare queste regole, sono troppo in contrasto con il mio modo di pensare.

Voi cosa ne dite?

Io non mi riconosco in nessuna religione in praticolare, in quanto concepisco la vita spirituale come una cosa personale...

Per i tuoi dubbi, tieni presente che c'è una bella differenza fra cristiano e cattolico.
Tu ti puoi tranquillamente identificare nella religione cristiana senza per forza dover anche essere cattolica (e quindi dover seguire alla lettera i dettami della chiesa).
Personalmente penso che la spiritualità sia il tema di più difficile compersione per l'umano, perchè si finisce sempre per rimanere invischiati in qualche tradizione creata da altri uomini per uominI (più deboli).

Personalmente ti posso dire, anche se nn hai voglia di intraprendere un cammino di compresinoe spirituale (che è veramente diffiilissimo sopratutto senza una brava guida) cerca di farti una tua idea del divino.
Comincia a chiederti se per te Dio esiste o meno, su cosa tu ritieni sia la differenza fra bene e male, e cerca sempre di ragionare con la tua testa e nn con quello che ti ha insegnato qualcuno...
tieniti lontana da chiese e sette, anzi in realtà dovresti avvicinarti al più possibile numero di religioni e filosofie, avendo però sempre la forza di appropriarti del meglio di ognuna di esse senza fossilizzarti...
poi impara a credere nelle tue convinzioni, ma non avere nenanche paura di smentirle o modificarle al momento opportuno.

Buona fortuna.

Dedal83
16-05-2004, 00.25.45
Originally posted by svevy90
si, mi sono espressa male. Per considerarsi credente ovviamente basta credere, ma quello che intendevo è una cosa: una persona che magari va a messa tutte le domeniche, ma è omosessuale, oppure usa metodi di contraccezione, o ha praticato un aborto, può considerarsi totalmente cattolica o no?

Io penso che se ti fai queste domande ti manca davvero poco a capire che la chiesa di roma è solo un istituzione politico/economica, che tutela i suoi interessi e che sfrutta il bisogno di spiritualità delle persone per fini opposti a quelli che predica.
Non essere cattolico non è certo un dramma o qualcosa di cui vergognarsi, ti ripeto ci si può benissimo definire cristiani senza per forza assogettarsi ai dogmi della chiesa di roma...

R.I.P
16-05-2004, 00.37.03
Originally posted by Dedal83
Io penso che se ti fai queste domande ti manca davvero poco a capire che la chiesa di roma è solo un istituzione politico/economica, che tutela i suoi interessi e che sfrutta il bisogno di spiritualità delle persone per fini opposti a quelli che predica.

Scusa Svevy se vado forse un po OT
@Dedal83: questionare pliz, possibilmente con esempi che si riferiscano agli ultimi 50 anni (mi sembra un periodo di tempo ragionevole in cui sono successe molte cose),
sono sempre stato ipercritico nei confronti della chiesa cattolica, tuttavia giudizi del genere messi così mi danno sempre un po' fastidio, dammi pure del lamer ma rispondimi (anche per pm),
grazie
Rip

.NeMe.
16-05-2004, 02.17.55
Gia a 10 anni nella mia + completa ignoranza da bambino avevo smesso di crederci da un bel pezzo.

Crescendo ho avuto momenti ed occasioni e persone buone, per farmi ragionare a modo.

Beh il bambino di 10 anni aveva ragione.

angelheart
16-05-2004, 02.29.09
la fede è una cosa, la Chiesa un'altra.

Credo in Dio. Punto.


Rood, bel pezzo ;)

Disarm
16-05-2004, 03.46.02
Credo in Dio anche se ultimamente l'ho lasciato un po' nel cassetto perchè noto un accanimento particolare nei miei confronti. Non credo nella chiesa come istituzione e in tutte le sue appendici da preti a cielle agli oratori a tutto il resto.

Ultimamente sto venerando gli omini delle patate.

.Dexx.
16-05-2004, 07.57.28
Non mi sono mai interessato alla religione. :)

Ef.Di.Gi
16-05-2004, 09.32.21
Originally posted by .NeMe.
Gia a 10 anni nella mia + completa ignoranza da bambino avevo smesso di crederci da un bel pezzo.

Crescendo ho avuto momenti ed occasioni e persone buone, per farmi ragionare a modo.

Beh il bambino di 10 anni aveva ragione.

Guarda che non si sta parlando di Babbo Natale, ma di un eventuale Dio. :)

samgamgee
16-05-2004, 11.26.47
ama il prossimo tuo come te stesso.

Credo sia un comandamento universale. :)

Comunque credo nell'ahimsa.

Bargain
16-05-2004, 12.26.30
Originally posted by RoodRedBear
Ci sono cazzate che DEVONO cambiare col tempo.
Oppure aspettiamo che la religione passi di moda.

Non ho certo detto che siano giuste.

La Chiesa Cattolica adotta determinare "regole di condotta", indubbiamente ridicole ed insensate... non sento il bisogno di far parte di un organismo di questo tipo.

MaGiKLauDe
16-05-2004, 12.38.46
Reverendo, ma è mai possibile che ès empre in giro alle xx:30, ma quando è necessario il suo intervento non c'è mai?!:dentone:

Albycocco
16-05-2004, 12.40.47
Originally posted by MaGiKLauDe
Reverendo, ma è mai possibile che ès empre in giro alle xx:30, ma quando è necessario il suo intervento non c'è mai?!:dentone:
Azanoth evita da principio secondo me questo genere di topic, il perchè però non so.Potrei comunque sbagliarmi:)

.NeMe.
16-05-2004, 12.59.33
Originally posted by Ef.Di.Gi
Guarda che non si sta parlando di Babbo Natale, ma di un eventuale Dio. :)

E io parlavo di un eventuale DIo a cui nn credo.

Hex
16-05-2004, 15.40.08
Non credo in Dio.... Credo nella Reincarnazione...
Mi sapete dire cosa sono? Non lo so neanche io (non sono mai stato esperto di religione)...

Strasbuli
16-05-2004, 15.51.35
Originally posted by Kiara
quelli che sono i veri precetti della religione cristiana non hanno quasi mai niente a che fare con le prese di posizioni della Chiesa.e questo da sempre. Infatti. Io sono cristiano ma non credo nella chiesa, credo nel mesaggio di gesù.