PDA

Visualizza versione completa : Inseguire i sogni o pensare al futuro?



Phanheir
03-05-2004, 15.00.22
La domanda è semplice, anche se la risposta non lo è. :|
Voi cosa fareste? Cosa sarebbe più saggio? Esaudire i propri desiseri, visto che la vita è una sola, o pensare da subito e seriamente alla costruzione del proprio futuro?

Il mio esempio personale: amo cantare, e penso anche di non cavarmela poi così male. Il sogno da ragazzina: arrivare a cantare a livelli importanti... in effetti perché questa strada mi dovrebbe essere preclusa a priori? Solo che non so se mettermi seriamente in ballo per fare in modo di esaudire questo desiderio o no. Genitori, università, lavoro, casa propria... sembrano dire tutto il contrario...

Dite quello che volete, tanto poi so che farò di testa mia come al solito! :p

Zeus
03-05-2004, 15.06.02
Imho è più saggio pensare a domani. Max dopodomani.

X.xDaRkGiDaNx.X
03-05-2004, 15.09.25
Io tendo ad associare i miei sogni al mio futuro...
Cioè nn ho ancora una concezione del futuro completamente razionale...sono troppo giovane :D

bejita
03-05-2004, 15.10.50
si deve crepare e non ci è dato sapere quando, qualsiasi buona possibilità la colgo, se mi stanco vuol dire che non mi interessa e mollo. Se una cosa invece la desidero ardentemente, la ottengo

azanoth
03-05-2004, 15.17.28
bisogna avere pesi e misure,insomma,un occhio a S. Antonio e uno a S. Giovanni,và....
:angel2:

Phanheir
03-05-2004, 15.26.18
Originally posted by azanoth
bisogna avere pesi e misure,insomma,un occhio a S. Antonio e uno a S. Giovanni,và....
:angel2:

Ma certe volte una scelta ne preclude un'altra. :|

Andando a livelli esagerati: se diventassi cantante professionista (eeeehhggiàggià) probabilmente non diventerei più psicologa e, oltre ad aver sprecato anni di studi, mi precluderei un pezzo di esperienze...

:sisi:

Merkat82
05-05-2004, 02.30.16
Io inseguo i miei sogni,sennò che vita sarebbe?
Pensare al futuro poi mette una tristezza addosso!
Preferisco vivere alla giornata e chisenefotte!

nageki
05-05-2004, 03.16.54
I don’t feel the suns comin’ out today
Its staying in, it’s gonna find another way.
As I sit here in this misery, I don’t
Think I’ll ever see the sun from here.
And oh as I fade away,
They’ll all look at me and say, and they’ll say,
Hey look at him! I’ll never live that way.
But that’s okay
They’re just afraid to change.
When you feel your life ain’t worth living
You’ve got to stand up and
Take a look around you then a look way up to the sky.
And when your deepest thoughts are broken,
Keep on dreaming boy, cause when you stop dreamin’ it’s time to die
And as we all play parts of tomorrow,
Some ways will work and other ways we’ll play.
But I know we all can’t stay here forever,
So I want to write my words on the face of today.
And then they’ll paint it
And oh as I fade away,
They’ll all look at me and they’ll say,
Hey look at him and where he is these days.
When life is hard, you have to change.

Edwige
05-05-2004, 08.12.38
Insegui i tuoi sogni, si vive una volta sola.

BlackLinX
05-05-2004, 08.50.54
Pensa al tuo futuro ... non sei sola :)

azanoth
05-05-2004, 08.59.54
Originally posted by Phanheir
Ma certe volte una scelta ne preclude un'altra. :|

Andando a livelli esagerati: se diventassi cantante professionista (eeeehhggiàggià) probabilmente non diventerei più psicologa e, oltre ad aver sprecato anni di studi, mi precluderei un pezzo di esperienze...

:sisi:

non è affatto vero Consorella Stimata:Robert Fripp,fondatore di King Crimson,è musicista a tempo pieno,produttore,dirige una scuola di evoluzionismo chitarristico chiamata "Guitar Crafty Circle" ed è laureato in economia...al momento,presta opera e scrive editoriali in un paio di riviste finanziarie...
alla fine,tutto è gestito da impegno & passione...e credere fermamente nelle proprie progettualità: il Fripp già citato,ha vissuto di concerti dal 1968 all'80,causa blocco dei diritti d'autore,perpetrata dalla ex casa discografica ai suoi danni.

:birra:

http://www.swepett.pp.se/crimson/fripp-b-w.gif

BlackLinX
05-05-2004, 09.55.08
Originally posted by azanoth
non è affatto vero Consorella Stimata:Robert Fripp,fondatore di King Crimson,è musicista a tempo pieno,produttore,dirige una scuola di evoluzionismo chitarristico chiamata "Guitar Crafty Circle" ed è laureato in economia...al momento,presta opera e scrive editoriali in un paio di riviste finanziarie...
[cut...]

Ma confratello carissimo, costui era anche sposato con figli? Non per altro, ma vorrei portare all'attenzione il fatto che per me la reale conflittualità non è tra la coesistenza di una laurea e di una carriera artistica poichè credo che nella vita si possa fare tutto con la passione, la fantasia e la professionalità adeguata. Ma a questi sacrifici faccio corrispondere anche dei sacrifici a terzi, perchè mentre una persona realizza un "sogno" di questo genere, un'altra si "sacrifica" sicuramente assieme a lei. Per carità, sono rinuncie spesso anche solo materiali, a partire dalla casa per arrivare alla presenza di figli (grandi impedimenti questi per una donna che vuole intraprendere carriere artistiche di alto livello). Per non parlare del fatto che unire più imegni occupi MASSIVAMENTE del tempo e per cui in questo modo il tempo stesso dedicato al partner va calando e credo che in questo modo non si portino avanti dei rapporti. Chi sceglie se stesso ed i suoi sogni rimane solo, nella misura in cui si considera solo chi decide di togliere dai suoi obiettivi la rassicurante presenza di un posto fisso dove vivere con una persona ed i suoi figli e quella di un lavoro meno artistico ma più "razionale".

OVVIAMENTE il forum v4.0 mi ha fatto perdere il reply scritto precedentemente

azanoth
05-05-2004, 10.02.40
Originally posted by BlackLinX
CUT

è vero,ma è il sale di tutte le attività a carattere "performante".Tu mi insegni,quanto sia difficoltoso,non solo un cammino artistico,ma anche quello professionale,in un mondo dove il numero e la frenesia raggiungono ritmi disumani e parossistici....in medio stat virtus...a livello artistico,molti hanno famiglia e molto dura è la gestione delle cose...dipende dalle mire che hai,da cosa vuoi dalla Vita....
:birra:

BlackLinX
05-05-2004, 10.12.08
Originally posted by azanoth
[cut...]dipende dalle mire che hai,da cosa vuoi dalla Vita....
:birra:

Corretto, ma non questo è un problemino di poco conto se paragonato al fatto che le cose che si vogliono dalla vita sono MUTUAMENTE esclusive o quasi (almeno, diciamo una l'opposto dell'altra). :.:

:birra: scura

azanoth
05-05-2004, 10.54.36
Originally posted by BlackLinX


:birra: scura
ovvio
:birra:

elfebo
05-05-2004, 10.58.47
bisogna inseguire i sogni pensando al futuro, come dice il buon azanoth...un occhio a santantonio e uno a sangiovanni.
in fin dei conti ci sono tanti cantanti famosi sposati e con figli, cosi' come tanta gente famosa in generale che ha capito i vari momenti della vita per dividere sogni e professione.
un certo arnold schwarznegger,laureato,ha esaudito 4 cose diverse, diventare il culturista piu' grosso della terra (e questo oltre che un sogno per certe persone...per il 99,999999 periodico delle persone e' irrealizzabile..), un attore famosissimo, un professore di economia e di scienze motorie presso alcune importantissime cattedre americane, e anche governatore della california.
eppure non e' un marziano....e' un uomo.
se si conosce il tempo giusto della maturazione di ogni obiettivo, si puo' fare di tutto nella vita senza che si tralasci nulla.
bisogna pero' saper fare le scelte al momento opportuno, certo non potrai avere tutto e subito.

azanoth
05-05-2004, 12.54.16
Originally posted by elfebo
CUT

preciso...
e soprattutto,non bisogna mai perdere tempo,mai.
chi ha tempo non aspetti tempo.
oltre alla fortuna,gran parte del successo di questi personaggi,è legato alla dedizione continuativa alle loro attività.
:birra:

Mach 1
05-05-2004, 13.09.22
l'unica cosa che devi ricordarti è che se vuoi fare la cantante devi aggrapparti con le unghie e con i denti ad ogni occasione. Nessuno verra mai a bussare alla tua porta chiedendo se vuoi cantare per lui, dovrai essere tu a andarti a cercare le occasioni. Ciò significa che una vita apparentemente rose e fiori richiede comunque innumerevoli sacrifici, specie all'inizio, e devi chiederti se sei veramente disposta a affrontarli.

Fabio
05-05-2004, 13.11.42
I sogni sono sogni, e tali devono rimanere. La realtà di solito, è completamente diversa, quindi meglio evitare di farsi illusioni e pensare solo ed esclusivamente al futuro.

luckytto
05-05-2004, 13.19.23
Constatato che entrambi non puoi fare, devi ad un certo punto della vita decidere cosa vuoi fare... Adesso però ti devi chiedere se è giunto il momento di decidere, e fare la scelta che ti si addice di più... Un consiglio personale può essere quello di fare entrambi, magari non ad alti livelli, ma almeno vivi e segui la tua passione, anche se nn al top.
Esempio personale: Ho deciso di comprare casa, ho fatto il grande passo, ma il mio sogno era quello di fare Rally ad alti livelli... Però lavoro, quindi, per il futuro sto pensando, magari non farò rally ad alti livelli, ma un rally locale pensi che non possa farlo? Certo che si!:p

Phanheir
05-05-2004, 13.51.06
Andando più a fondo in quelle che sono le mie aspirazioni: non credo che mi piacerebbe diventare cantante a livelli così alti da partire per un tour mondiale e non avere più legami... NO, non mi piacerebbe. Cerco soddisfazioni in campo musicale, ma più vicino a me... quindi non mi dispiacerebbe farmi conoscere a livello regionale... magari "sconfinare" in qualche altra regione :) Ad ogni modo (mio carissimo Black :kiss: ) non voglio rinunciare agli affetti.
E questa è già una scelta importante, mi pare. ;)

Infatti la mia domanda era più rivolta all'ambito professionale. Non so se sarei capace di "incastrare" il canto ed un'attività impegnativa come quella di uno psicologo... soprattutto alle prime armi, che deve fare una gavetta mostruosa, penso.

azanoth
05-05-2004, 14.08.37
Originally posted by Phanheir


Infatti la mia domanda era più rivolta all'ambito professionale. Non so se sarei capace di "incastrare" il canto ed un'attività impegnativa come quella di uno psicologo... soprattutto alle prime armi, che deve fare una gavetta mostruosa, penso.
"Volere è Potere"
lo sai

:birra:

Phanheir
05-05-2004, 14.14.48
Originally posted by azanoth
"Volere è Potere"
lo sai

:birra:

:rolleyes: Sigh...

Forse sono troppo pigra per esaudire i miei sogni... :asd:

Ad ogni modo, non rinuncerò a prendermi le mie, seppur piccole, soddisfazioni... già ci sto un po' lavorando...:cool:

R.I.P
05-05-2004, 14.16.04
Originally posted by Phanheir

Infatti la mia domanda era più rivolta all'ambito professionale. Non so se sarei capace di "incastrare" il canto ed un'attività impegnativa come quella di uno psicologo... soprattutto alle prime armi, che deve fare una gavetta mostruosa, penso.
Ed a seconda di cosa vuoi fare assoggettarsi ad una mafia altrettanto mostruosa, se vuoi fare la terapeuta a livello privato (almeno in Toscana è così).

Cmq se l'aspirazione è "solo" l'ambito regionale e poco più la cosa è più che fattibile, ho molti amici che ruotano in questo giro e conciliano le cose abbastanza facilmente, ovviamente l'impegno e la responsabilità ci vogliono se non si vuole che tutto muoia in breve tempo (ho visto anche questo), ma non preclude nè sul lavoro\studio ne sulla vita affettiva.
Questo per la mia esperienza, poi sta a te.
Rip

EyeSky
05-05-2004, 16.22.46
Originally posted by Phanheir
La domanda è semplice, anche se la risposta non lo è. :|
Voi cosa fareste? Cosa sarebbe più saggio? Esaudire i propri desiseri, visto che la vita è una sola, o pensare da subito e seriamente alla costruzione del proprio futuro?

Il mio esempio personale: amo cantare, e penso anche di non cavarmela poi così male. Il sogno da ragazzina: arrivare a cantare a livelli importanti... in effetti perché questa strada mi dovrebbe essere preclusa a priori? Solo che non so se mettermi seriamente in ballo per fare in modo di esaudire questo desiderio o no. Genitori, università, lavoro, casa propria... sembrano dire tutto il contrario...

Dite quello che volete, tanto poi so che farò di testa mia come al solito! :p
Se il tuo sogno è veramente un sogno che ti prende dentro, che non ti fa quasi dormire la notte, se non è insomma un puro capriccio, allora inseguilo con tutte le forze, più che puoi, usando chi puoi.

Nella vita poi esistono delle priorità, dei gradini di importanza. Mi permetto di dubitare che tu metta sullo stesso piano il desiderio di cantare e quello di psicanalizzare, se così è....zzzzi tuoi! c'hai una bella gatta da pelare :D :D :D :D

BlackLinX
05-05-2004, 16.36.08
Originally posted by EyeSky
[cut...] Mi permetto di dubitare che tu metta sullo stesso piano il desiderio di cantare e quello di psicanalizzare, se così è....zzzzi tuoi! c'hai una bella gatta da pelare :D :D :D :D

Credo che non metta sullo stesso piano il divertimento che danno le due attività, ma che consideri attentamente le implicazioni nello svolgerle. Esercitare una professione che ti da una certa solidità, anche economica, e che ti permette di realizzare una famiglia non mi sembra poi così brutta :)

follettomalefico
05-05-2004, 18.53.56
Originally posted by BlackLinX
[...] Chi sceglie se stesso ed i suoi sogni rimane solo, [...] Opinione che non condivido per nulla. Chi sceglie sé stesso e i suoi sogni, perchè mai dovrebbe matematicamente privarsi di ogni altra cosa?
E' limitativo... e irreale. Le persone che incontri semplicemente saranno altre, che magari non pensavi sarebbero mai potute capitare. Ma solo? No, solo si è se lo si sceglie :)


Originally posted by azanoth
"Volere è Potere" Già. Il punto è proprio qui. Io trovo che le due cose possano convivere tranquillamente. Beh magari tranquillamente no, ma di sicuro convivere.
Una cosa però è certa: cambierebbe drasticamente un certo stile di vita.
Ovviamente quello che era prima si sceglie di buttarselo alle spalle e si inizia a costruire un nuovo mondo personale.
Buttarselo alle spalle non volontariamente, ma implicitamente: il solo fatto di fare *altre* scelte ed una differente gestione dei propri tempi implica questo.

E sottolineo che non è affatto stancante, nella misura in cui ciò che si fa risulta essere una vera passione personale.
Io quando lavoro per passione, posso dedicare anche ore ed ore. Non sento la necessità di "cambiare" o di "svagarmi". Lo svago è in quel che faccio, come lo faccio.

Purtroppo (o per fortuna) è solo questione di stato mentale.

samgamgee
05-05-2004, 20.03.36
(ot?)

Phan, se ti può servire, sappi che imho canti veramente bene :) Per quel poco che ho sentito :)

.Dexx.
05-05-2004, 20.06.42
Si possono fare entrambe le cose... nessuno ha mai detto che sia facile, ma si può.
Darsi delle priorità... ma anche inseguire i sogni per quel che è possibile.

Merkat82
05-05-2004, 20.16.14
Se prima di morire raggiungi il tuo sogno però muori senza rimpianti!

aciddeath
05-05-2004, 22.02.43
sono dell'idea che bisogna pensare al proprio futuro xkè solo grazie ad esso (se positivo) avremo la possibilità d realizzare alcuni dei nostri sogni.. nn tutti xkè nella vita il concetto d sacrificio è fondamentale :)

Ef.Di.Gi
05-05-2004, 22.12.51
Originally posted by azanoth
non è affatto vero Consorella Stimata:Robert Fripp,fondatore di King Crimson,è musicista a tempo pieno,produttore,dirige una scuola di evoluzionismo chitarristico chiamata "Guitar Crafty Circle" ed è laureato in economia...al momento,presta opera e scrive editoriali in un paio di riviste finanziarie...
alla fine,tutto è gestito da impegno & passione...e credere fermamente nelle proprie progettualità: il Fripp già citato,ha vissuto di concerti dal 1968 all'80,causa blocco dei diritti d'autore,perpetrata dalla ex casa discografica ai suoi danni.

:birra:

http://www.swepett.pp.se/crimson/fripp-b-w.gif


Fripp :hail: :heart: :hail: :hail: :heart:

Phanheir
06-05-2004, 14.12.27
Originally posted by samgamgee
(ot?)

Phan, se ti può servire, sappi che imho canti veramente bene :) Per quel poco che ho sentito :)

:mecry: Mi commuovi!
:kiss:


Originally posted by follettomalefico
Io quando lavoro per passione, posso dedicare anche ore ed ore. Non sento la necessità di "cambiare" o di "svagarmi". Lo svago è in quel che faccio, come lo faccio.

Il problema continua ad esserci, nella misura in cui, per adesso, la mia passione è il canto, non ancora la Psicologia (spero che lo diventerà :rolleyes: ). Anch'io quando canto non mi stanco, il tempo passa felicemente e non mi pesa, faccio sacrifici col sorriso sulle labbra. Infatti sono felicissima perché domani la direttrice del coro in cui canto mi ha dato appuntamento mezz'ora prima degli altri per fare degli esercizi io e lei: questo mi "lusinga", e non mi spaventa, anzi, il fatto di cantare per 3 ore di seguito...

La mia domanda: e se la Psicologia non diventerà la mia passione, ma solo un mezzo di sostentamento (magari il migliore per me, non lo metto in dubbio)?
Non metto nemmeno in dubbio la creazione di una famiglia, ma trovo che per quello ci sia tempo. Prima vorrei fare qualcosa per ME.
C'è chi decide di spendere un sacco di soldi per comprarsi quello che gli piace (una macchina, ad esempio) e si toglie lo "sfizio" prima di imbarcarsi in una cosa seria come la costruzione della famiglia.
Io vorrei cantare, magari rischiando di dilazionare nel tempo laurea e/o professioe... ma fare qualcosa per me prima di prendere tutto troppo seriamente.

:birra:

..Omega.Rav..
06-05-2004, 14.28.58
praticate zazen e concentrate l'energia nell'attimo presente :toh:

Abigail
06-05-2004, 21.08.09
Beh, io sto cercando di tirare avanti con entrambi, finché posso. Lavoro al mio caro vecchio Autogrull, mentre sono in cerca di qualcosa che abbia a che fare con la mia laurea (che finalmente ho preso), e nel frattempo sono impegnato quasi tutte le sere con i miei due gruppi, con i quali ho ormai quasi stabilmente almeno un paio di date al mese (che, spero, aumenteranno presto). Il che significa che per il momento sono diviso più o meno al cinquanta e cinquanta.

Quello che so (e che probabilmente sai anche tu) è che la musica mi può portare "da qualche parte". Le potenzialità le ho, e le hanno anche i ragazzi che suonano con me. Di conseguenza, finché avrò la possibilità di provarci, ci proverò. E', inevitabilmente, una questione di tempo: per diventare famosi bisogna lavorare tanto, e oltre una certa età (verso la quale io purtroppo mi avvio) diventa difficile fare il botto. Noi però ci stiamo provando. E finché ne varrà la pena, siamo disposti a rischiare. Nel frattempo però la mia laurea l'ho presa, il che non guasta.

Siamo ancora giovani, di tempo ne abbiamo quanto ne vogliamo.

Umilmente...
:D :D :D

Fabio
06-05-2004, 22.31.54
(MODE OPPORTUNISTA ON :D)

Phanheir e Abigail, in caso doveste farcela... e doveste girare un video per una vostra canzone, sapete chi chiamare... :asd: :asd:

(MODE OPPORTUNISTA OFF :D)

Zaorunner
07-05-2004, 02.12.15
La vera sfida e' riuscire a non fare nessuna delle due cose e vivere cmq felici.

Phanheir
07-05-2004, 12.05.43
Originally posted by Bill
(MODE OPPORTUNISTA ON :D)

Phanheir e Abigail, in caso doveste farcela... e doveste girare un video per una vostra canzone, sapete chi chiamare... :asd: :asd:

(MODE OPPORTUNISTA OFF :D)

mmm... c'è solo da contrattare sul prezzo... :sisi:

:asd:

ivanisevic
07-05-2004, 22.55.21
Secondo me non si può decidere se vivere inseguendo sogni o vincolati dalla realtà, se no sarebbe semplicissimo per tutti fare una scelta, e sarebbe facile sapere che strada prendere in ogni situazione.
Io fino a qualche anno fa propendevo al 100% per i sogni, non vedevo ostacoli, è inutile che sto a raccontare le gesta semi-eroiche adolescenziali...
Dopo i 20 anni, e sopratutto dopo la fine della scuola, qualcosa è cambiato...ho cominciato a sentire molto + forte il peso delle responsabilità e del tempo che passa (l'università ha collaborato).
All'inizio avevo proprio il terrore al pensiero che io potessi essere tanto assorbito dalla realtà, da smarrire la strada dei miei sogni, o addirittura da non ricordare + che ne avessi.
Dicevo sempre a me stesso che avevo paura di perdere la "consapevolezza", non so esattamente di cosa, come se fosse una specie di sesto senso, la consapevolezza.
Adesso sono molto + sereno: quando passi da uno stato all'altro + volte, capisci che non ci sono mai cambiamenti irreversibili, e che tutto dipende da un sacco di fattori, esterni e non.
Ci saranno momenti in cui ti sentirai leggera e avrai voglia di seguire i tuoi sogni, altri in cui non sentirai nemmeno da lontano l'eco delle voci di prima, che saranno assorbite dai muri della realtà...
Che faccio? Finisco di studiare a Palermo? Vado a fare esperienza da solo a Bologna l'anno prossimo o quando finisco il triennio? Vado 6 mesi negli stati uniti cercando di camparmi da solo prima di cominciare il biennio? Posso continuare a giocare ai videogiochi anche da grande? quando troverò di nuovo una ragazza per la quale mi sembra che valga la pena di credere in un sogno? imparerò a suonare la chitarra con Petrucci? finirrò mai di scrivere il mio libro?
Un mese ho una risposta, il mese dopo ne ho un altra.
E' la mia età (22), o la vita è tutta così?

Fabio
07-05-2004, 23.06.37
Originally posted by Phanheir
mmm... c'è solo da contrattare sul prezzo... :sisi:
:asd:

Di quello sarà la casa discografica a preoccuparsi... :asd:

Sephirot84
07-05-2004, 23.24.29
bisogna pensare al futuro...costruirselo...piano piano....i sogni poi arrivano...per tutti...bisogna avere pazienza:angel2:

Phanheir
10-05-2004, 15.50.22
Originally posted by ivanisevic
... avevo proprio il terrore al pensiero che io potessi essere tanto assorbito dalla realtà, da smarrire la strada dei miei sogni, o addirittura da non ricordare + che ne avessi.


Forse è proprio questa un po' la sintesi del problema....

Io NON voglio arrivare ad essere così assorbita dalla realtà da non potermi più permettere il lusso di sognare... :|

... e se mi si presentasse l'occasione di esudire il sogno? Dovrei rinunciarci per essere aderente alla realtà? Aderente alle prospettive per il futuro?:(

Se riuscissi a mettere su un gruppo e cominciare a girare... :rolleyes:

Drakos_Myst
10-05-2004, 15.54.26
semplicemente
non riuscirei a pensare al futuro senza inseguire i miei sogni.

Qfwfq
10-05-2004, 15.57.27
Inseguire il futuro lasciando perdere i sogni; come minimo ci si spezza il collo, oltre che le gambe. Ma è forse di qualche importanza ?





Anche se poi qualche sogno prima o poi si avvera... ( to be continued )

Phanheir
11-05-2004, 14.31.05
Originally posted by Qfwfq
Anche se poi qualche sogno prima o poi si avvera... ( to be continued )


Quel "prima o poi" è molto triste... :sisi:

Pentolina
11-05-2004, 17.27.23
Il mio sogno mi dispensa con semplicità dall'avere un futuro.

Raziel7
11-05-2004, 20.34.26
Difficilissima la risposta...Ad occhi chiusi tutti noi punteremmo alla certezza, o per lo meno quella che ci sembra tale. Io sono un sognatore, mi piace sognare, il mio futuro fa schifo e tento di abbellirlo con alcuni sogni. Con il tempo ho capito che anche quando penso al futuro in realtà inseguo un brutto sogno. In definitiva c' è da scegliere se il brutto o il bel sogno

Phanheir
12-05-2004, 15.16.30
Originally posted by Pentolina
Il mio sogno mi dispensa con semplicità dall'avere un futuro.

Sogni di investire tutti i tuoi soldi in un'azienda sull'orlo del fallimento? :doubt:

:asd: scherzavo! Mi hai fatto salire la curiosità!