PDA

Visualizza versione completa : Alitalia in crisi



arcobalenotturno
28-04-2004, 20.42.50
... Alitalia in crisi...
... i dipendenti scioperano...
... io viaggiatore prendo un altra compagnia aerea...
... Alitalia ancor più in crisi....

AlexRnR
28-04-2004, 20.56.45
il caso del gatto che si morde la coda... è un circolo vizioso...

Cocitu
28-04-2004, 22.06.14
Originally posted by --AleX--
il caso del gatto che si morde la coda... è un circolo vizioso...
mi pareva che quel gatto avesse le squame però!!!

dexx.
28-04-2004, 22.07.08
Dovrebbero privatizzare...

AlexRnR
28-04-2004, 22.11.49
Originally posted by cocitu
mi pareva che quel gatto avesse le squame però!!!

:eek2: :brr:

hackboyz
28-04-2004, 22.14.49
Originally posted by Gandalf1981
Dovrebbero privatizzare...
Facile solo a dirsi, purtroppo.

In realtà Alitalia non è ancora fallita proprio perchè società pubblica. Con lo Stato pronto a saldare i debiti. In territorio nazionale, comunque aperto anche ad altre compagnie, margini di guadagno ci sono solo sulla Milano-Roma, mentre per i voli internazionali non può reggere il confronto con Air France o Lufthansa.

Forse l'unica soluzione è un ulteriore ridimensionamento (di aeri, personale e rotte) e solo dopo tentare la via della privatizzazione (magari facendosi comprare da qualcuno) ...

dexx.
28-04-2004, 22.21.00
Originally posted by hackboyz
(magari facendosi comprare da qualcuno) ...

Lo scopo è quello... o almeno, la salvezza è quella.

hackboyz
28-04-2004, 22.24.53
Certo, se però M.it si mette pure a pubblicizzare la Meridiana :asd:

http://upl.silentwhisper.net/uplfolders/upload4/Senza_nome.bmp

... povera Alitalia :asd:

arcobalenotturno
28-04-2004, 22.34.12
ALITALIA:

Always Late In Taking off, Always Late In Arrival

sempre in ritardo al decollo, sempr ein ritardo all'arrivo


e pensare che un tempo era una delle compagnie più prestigiose...

Dalmo
28-04-2004, 22.39.13
Mio padre che viaggia molto mi ha spiegato qual'è la situazione:
alitalia sux, varig e non mi ricordo cosa rulez!

hackboyz
28-04-2004, 22.39.40
Originally posted by Gandalf1981
Lo scopo è quello... o almeno, la salvezza è quella.
Ovvio che bisognerà fare dei tagli e "abbellirla" se si vuole qualche buon acquirente, dubito che una qualsiasi società voglia comprare una compagnia macina-debiti e con dei sindacati sempre pronti (con le loro buone ragioni, ovvio) a dare battaglia.

hackboyz
28-04-2004, 22.41.23
Originally posted by Dalmo
Mio padre che viaggia molto mi ha spiegato qual'è la situazione:
alitalia sux, varig e non mi ricordo cosa rulez!
Uao, chiedigli se riesce a spiegarmi la situazione mediorientale o magari a chiarirmi la situazione Parmalat :asd:

Matt
28-04-2004, 23.18.01
Originally posted by Dalmo
Mio padre che viaggia molto mi ha spiegato qual'è la situazione:
alitalia sux, varig e non mi ricordo cosa rulez!

wow :asd:

Boe.
28-04-2004, 23.52.20
Originally posted by hackboyz
Facile solo a dirsi, purtroppo.

In realtà Alitalia non è ancora fallita proprio perchè società pubblica. Con lo Stato pronto a saldare i debiti. In territorio nazionale, comunque aperto anche ad altre compagnie, margini di guadagno ci sono solo sulla Milano-Roma, mentre per i voli internazionali non può reggere il confronto con Air France o Lufthansa.

Forse l'unica soluzione è un ulteriore ridimensionamento (di aeri, personale e rotte) e solo dopo tentare la via della privatizzazione (magari facendosi comprare da qualcuno) ...

Ma è detto con cognizione di causa o così per dire?

Alitalia è vittima della crisi generalizzata che è esplosa al grande pubblico dopo l'11 settembre. Molte, tante, tantissime compagnie hanno chiuso i battenti, leggasi compagnie americane, Swissair, Air Littoral, Aero Lloyd etc etc etc.
Sicuramente l'attacco alle torri è stato il grosso pretesto ben sfruttato da media e addetti ai lavori per incominciare un repulisti generale di un settore che si è sempre pensato in forte espansione.
Contributi pubblici, bilanci falsati, ordini fasulli, remunerazioni troppo elevate e sopratutto personale sovradimensionato hanno causato un big ben pazzesco. Quello che arriva a voi tramite gli organi di stampa è solamente una parte dell'iceberg, ovvero quello che tira, quello che fa notizia, quello che fa "pena e compassione".
Parlo unicamente di quello che riguarda il traffico italiano e le tendenze europee, fortemente influenzate da politiche estremamente aggressive e guerre senza esclusione di colpi. In tutto ciò chi maggiormente è rimasto ferito (e guarda un pò non ne parla nessuno) è il settore di intermediazione, ovvero le agenzie di viaggio.
Forti del pretesto "americano" (in america fanno già così sono le parole che nessuno si sente mai di controbattere) tutte le compagnie aeree capeggiate da alitalia hanno deciso di corrispondere alle agenzie un compenso misero del 1% lordo.. ovviamente al netto delle tasse che corredano un biglietto aereo (rigorosamente anticostituzionali, pretenziose e senza alcun senso logico per la maggior parte delle voci).
Se pensate che le agenzie pagano ogni anno una fidejussione del 1.2 - 1.4% del venduto capirete perchè tante agenzie chiudono e perchè tanti dipendenti si ritrovano per strada.. xò non ne parla nessuno.. perchè? perchè nelle agenzie i sindacati non entrano e non parlano, perchè l'interesse di massa è relativo agli esuberi del personale Alitalia, che tuttavia rappresentano la sola scelta per evitare la morte di una compagnia che nel bene e nel male rappresenta l'italia.. ma si sa in una repubblica di cocomeri c'è chi manifesta questo tipo di solidarietà e nel frattempo si lamenta dei costi del trasporto aereo...

Spero che alitalia muoia il più presto possibile, spero che meridiana segua (e non sono affermazioni mie) e spero in un colpo secco di cimosa che possa permettere di riorganizzare il trasporto aereo. Se questo vuol dire mettere per strada la gente facciamolo. Io sono contribuente e sono stufo di pagare le tasse per chi è in esubero..

bigbillbroonzy
29-04-2004, 00.00.14
Originally posted by hackboyz
Facile solo a dirsi, purtroppo.

In realtà Alitalia non è ancora fallita proprio perchè società pubblica. Con lo Stato pronto a saldare i debiti. In territorio nazionale, comunque aperto anche ad altre compagnie, margini di guadagno ci sono solo sulla Milano-Roma, mentre per i voli internazionali non può reggere il confronto con Air France o Lufthansa.

Forse l'unica soluzione è un ulteriore ridimensionamento (di aeri, personale e rotte) e solo dopo tentare la via della privatizzazione (magari facendosi comprare da qualcuno) ...

Già, ma chi è il pollo che si compra una società oberata di debiti?

Il problema non è che non regga il confronto con Air France o Lufthansa (società pubbliche piene di debiti anch'esse) ma con le compagnie "low-cost". Sono state quelle a ridurre sul lastrico società come la Swiss-Air e quasi al fallimento le altre.
Perché le compagnie nazionali, e soprattutto l'alitalia, pagano gli ingenti costi di gestione che hanno rispetto a compagnie quali la RyanAir, che ha molto meno personale e che utilizza scali secondari, tagliando quindi ulteriormente i prezzi. Mi ricordo che quando sono partito dall'Irlanda al check-in c'erano 2 persone che s'imbarcavano sulla LingusAir, zero sulla British e una coda che arrivava all'ingresso dell'aeroporto per il check-in della RyanAir. E questa stessa situazione l'ho registrata in molti altri aeroporti nazionali ed internazionali.
L'Alitalia per uscire dalla crisi dovrebbe fare grossi tagli al personale, ridimensionarsi e portare a termini l'accordo con AirFrance. Solo che non può farlo perché sennò ci sarebbero scioperi ad oltranza da parte dai sindacati. Spero che trovino un accordo fra governo e parti sociali, ma la vedo molto difficile.

R.I.P
29-04-2004, 00.08.52
Originally posted by bigbillbroonzy
Mi ricordo che quando sono partito dall'Irlanda al check-in c'erano 2 persone che s'imbarcavano sulla LingusAir, zero sulla British e una coda che arrivava all'ingresso dell'aeroporto per il check-in della RyanAir. E questa stessa situazione l'ho registrata in molti altri aeroporti nazionali ed internazionali.
Cosa vuoi, quando con l'alitalia pago quando va bene 70 euro e con la Rayan 10 con + o - lo stesso servizio, la scelta è facile.
Rip

bigbillbroonzy
29-04-2004, 00.23.04
Originally posted by R.I.P
Cosa vuoi, quando con l'alitalia pago quando va bene 70 euro e con la Rayan 10 con + o - lo stesso servizio, la scelta è facile.
Rip

Appunto!!
Pensa che io sono andato a Londra pagando i biglietti a/r un centesimo l'uno!!!

Tasse aeroportuali escluse, ovviamente (cicra 12€).

arcobalenotturno
29-04-2004, 00.54.18
Originally posted by Boenet
.....

l'11 settembre porebbe anche essere una causa...

mio padre ora è in pensione... ma già prima dell' 11 settembre 2001 quando doveva volare per lavoro (quindi spesato dall'azienda, ed essendo un dirigente poteva permettersi di guardare ancora meno il prezzo) cercava di evitare dove possibile Alitalia...

evidentemente questa crisi c'era già da tempo...

Mischa
29-04-2004, 01.31.26
Originally posted by Boenet: ... Contributi pubblici, bilanci falsati, ordini fasulli, remunerazioni troppo elevate e sopratutto personale sovradimensionato hanno causato un big ben pazzesco...

big ben (http://globetr.bei.t-online.de/London/Big-Ben-4112.jpg); big bang (http://educar.sc.usp.br/ciencias/astro/cda/sessao-astronomia/1998/big-bang.jpg).

... cmq concordo in pieno con il discorso, e aggiungo al "sono stufo": sono stufo di pagare lo stipendio a gente che, quando vuole scioperare, si mette in mutua. Non lotta per i propri diritti, usurpa i miei mangiando a ufo. Si fotta.

Cocitu
29-04-2004, 08.57.41
io di solito viaggio rigorosamente con la meridiana, perchè le poche volte che ho usufruito di un aereo Alitalia mi è sembrato di entrare in un carro bestiame dalla puzza che c'era, un pò come con la tirrenia. Non so se avete presente la situazione?

La Meridiana, compagnia rigorosamente Privata, anzi, la più grossa compagnia privata d'europa, ha sempre avuto uno standard qualitativo altissimo, prova ne è che dopo l'11 settembre, invece di vedere calare il Nm di passegeri viaggianti, ha aumentato al ritmo del 5/6% annui.

La ryan air, può mantenere quei prezzi, grazie alle sovvenzioni delle aziende di soggiorno e turismo locali, di conseguenza, quando andiamo a comprare un biglietto Ryan air, la differenza sullo sconto, la paghiamo con le tasse.

L'alitalia, stà pagando lo stesso prezzo che prima di lei hanno pagato compagnie ben più grosse, ovvero la presenza di troppo personale e troppa poca diversificazione...

dexx.
29-04-2004, 09.01.04
Originally posted by cocitu
L'alitalia, stà pagando lo stesso prezzo che prima di lei hanno pagato compagnie ben più grosse, ovvero la presenza di troppo personale e troppa poca diversificazione...

E taaaaanto fancazzismo...

Edwige
29-04-2004, 09.05.58
Anche io solitamente viaggio con Meridiana, offre un servizio migliore ed ha un'assistenza clienti molto più funzionale, l'alitalia è sopravvissuta finora unicamente perchè appartiene allo Stato. Sarebbe meglio privatizzarla.

bigbillbroonzy
29-04-2004, 09.32.11
Originally posted by cocitu
La ryan air, può mantenere quei prezzi, grazie alle sovvenzioni delle aziende di soggiorno e turismo locali, di conseguenza, quando andiamo a comprare un biglietto Ryan air, la differenza sullo sconto, la paghiamo con le tasse.

:confused:

Che vuol dire la differenza la paghiamo con le tasse?

In ogni caso la RyanAir può mantenere prezzi bassi grazie a 3 fattori principalmente. Uno che ha poco personale rispetto alle altre compagnie, assolutamente o relativamente, due perché utilizza scali secondari e fra atterare ad Heatrow ed atterrare a Stansted, o fra Malpensa ed Orio al Serio, c'è una differenza sostanziale di costi per una compagnia, tre perché viaggia sempre al completo e quindi ha oramai instaurato un circolo virtuoso.
Tral'altro i prezzi non si mantengono sempre così bassi. Se tu prenoti il biglietto con largo anticipo lo paghi molto meno rispetto ad un altra compagnia, ma più si avvicina il giorno della partenza e più lo paghi (anche se pure il giorno prima la tariffa rimane ben sotto quella di un'altra qualsiasi compagnia).

Cocitu
29-04-2004, 10.43.13
uno degli scali su cui opera la Ryan Air è alghero, vicino a casa mia.
il comune di alghero e l'azieda autonoma di soggiorno e turismo, versano alla ryan air, un bonus per ogni passeggero che arriva, in tal modo coprono la differenza del mancato guadagno dovuto agli sconti che pratica.
poco tempo fà, il belgiò subì una procedura d'infrazione da parte della comunità europea proprio per questo motivo, configurando aiuti di stato indebiti.
il belgio venne assolto, ma ciò non toglie che la Ryan air fà quello che fà grazie a questi accordi.
Anche se, il beneficio per comunità locali è molto buono in quanto riescono a recuperare lo speso con un maggiore aflusso di capitali dall'estero grazie ai turisti.

Stesso discorso che fà la spagna co gli albergatori per fargli tenere basso il prezzo dei soggiorni in albergo

Boe.
29-04-2004, 12.12.53
ci sono diverse imperfezioni nelle vostre parole, ed essendo questo il mio campo professionale da circa 10 anni mi permetto di dire un paio di cose:

1 - nirai non e' che perche' tuo padre evitava alitalia era un sintomo di crisi.. i viaggiatori hanno sempre avuto preferenze per l'una o per l'altra compagnia. Questo non vuol dire certo crisi ma vuol dire "preferenza". Termine di indubbia differenza.

2 - compagnie "low cost", tecnicamente chiamate no frills. Ryan Air e' il piu' vicino esempio, ma farei notare a cocitu che l'inchiesta del tribunale europeo non si e' ancora chiusa. E' vero che moltissimi voli ryan air sono pieni, ma e' anche vero che tantissimi da scali minori sono sempre costantemente vuoti. Ok la scelta di aeroporti minori che hanno costi minori di slot e gestione ma gli esperti del settore continuano a chiedersi come mai sono i soli che ordinano aerei al ritmo di una decina d'anno.. e sono i soli in europa... Insomma e' vero che l'utente finale risparmia ma noi continuamo a sospettare che sotto ci sia proprio qualcosa che non va.

3 - Meridiana non e' affatto la compagnia europea privata piu' grande. E' sicuramente una importante realta' italiana, ma vi assicuro che loro sono piu' in crisi dell'alitalia ma nessuno ne parla. Il dato di fatto evidente e' che e' la compagnia aerea con la flotta piu' vecchia.. Hanno i dc9md82-b che hanno quasi una ventina d'anni. Hanno fatto giusto quest'anno un preordine di 2 o 3 Airbus ma ancora non sono stati confermati. Circa la qualita' del servizio assicuro che e' una di quelle compagnie col piu' basso standard, col maggior numero di ritardi in partenza e arrivo. L'assistenza Meridiana e' penosa, sia dal punto di vista professionale che da quello della clientela. Se trovate una persona gentile e' tutta fortuna che cola ma non da il valore reale di quello che sono.

4 - qualita' - oggi uno standard accettabile sia come flotta, come tariffe, che come personale lo offre Air One, e questo lo dico statistiche alla mano..

5 - misha opsssss :D

6 - non confondete mai quello che sono le compagnie di linea dalle no frills. Il servizio non e' lo stesso. I principi sono diversi e il prodotto e' differente. Se poi arrivate ugualmente a Dublino e' un altro paio di maniche, ma provate a fare due voli in coincidenza con la Ryan Air e vi renderete conto che le cose sono ben diverse...

arcobalenotturno
29-04-2004, 12.17.07
Originally posted by Boenet


1 - nirai non e' che perche' tuo padre evitava alitalia era un sintomo di crisi.. i viaggiatori hanno sempre avuto preferenze per l'una o per l'altra compagnia. Questo non vuol dire certo crisi ma vuol dire "preferenza". Termine di indubbia differenza.


mi sono espresos mle... nei primi tempi nn er aun problema andare Alitalia...col passare del tempo cercava di evitarla :d questa è la mia esperienza diretta sul caso...

:birra:

Cocitu
29-04-2004, 12.41.00
Originally posted by Boenet
2 - compagnie "low cost", tecnicamente chiamate no frills. Ryan Air e' il piu' vicino esempio, ma farei notare a cocitu che l'inchiesta del tribunale europeo non si e' ancora chiusa. E' vero che moltissimi voli ryan air sono pieni, ma e' anche vero che tantissimi da scali minori sono sempre costantemente vuoti. Ok la scelta di aeroporti minori che hanno costi minori di slot e gestione ma gli esperti del settore continuano a chiedersi come mai sono i soli che ordinano aerei al ritmo di una decina d'anno.. e sono i soli in europa... Insomma e' vero che l'utente finale risparmia ma noi continuamo a sospettare che sotto ci sia proprio qualcosa che non va.
3 - Meridiana non e' affatto la compagnia europea privata piu' grande. E' sicuramente una importante realta' italiana, ma vi assicuro che loro sono piu' in crisi dell'alitalia ma nessuno ne parla. Il dato di fatto evidente e' che e' la compagnia aerea con la flotta piu' vecchia.. Hanno i dc9md82-b che hanno quasi una ventina d'anni. Hanno fatto giusto quest'anno un preordine di 2 o 3 Airbus ma ancora non sono stati confermati. Circa la qualita' del servizio assicuro che e' una di quelle compagnie col piu' basso standard, col maggior numero di ritardi in partenza e arrivo. L'assistenza Meridiana e' penosa, sia dal punto di vista professionale che da quello della clientela. Se trovate una persona gentile e' tutta fortuna che cola ma non da il valore reale di quello che sono.


per quanto riguarda il procedimento avviato contro il belgio, mi era giunta diversa notizia.
Il procedimento si era chiuso con il riconoscimento che non si trattava di aiuti di stato indebii.

per quanto riguarda la meridiana, posso smentirti su diverse cose.
Per quanto riguarda gli aerei in parte hai ragione e in parte no.
Se lavori nel settore, saprai bene che la vita operativa di un aereomobile è abbastanza alta, specie se come compagnia sei in grado di fornire tutto il supporto necessario per la manutenzione orinaria e straordinaria dello stesso.
La meridiana, è una delle poche compagnie che può eseguire quasi tutte le operazioni di manutenzione sui propri aereomobili e anche su quelli di altre compagnie.
I suoi conti sono abbastanza in ordine, ed essendo una S.p.A. sono anche facilmente consultabili.
Per quanto riguarda l'assistenza di terra e la qualità del servizio di Bordo, io mi sono sempre trovato benissimo, anche se qualche disservizio delle volte si può avere.
I voli che ho preso io sono sempre stai in orario, ma so bene che ritardi possono capitare a tutte le compagnie, il più delle volte indipendentemente dalla loro volontà.

Il problema dei ritardi, il più delle volte è dovuto a scioperi o disservizi imputabili all'assistenza di terra, che non sempre è svolta dalla compagnia stessa.

Cmq, le mie non sono verità assolute ma frutto delle mie informazioni, che per quanto riguarda la Meridiana sono di prima mano

Edwige
29-04-2004, 12.52.47
Originally posted by Boenet


3 - Meridiana non e' affatto la compagnia europea privata piu' grande. E' sicuramente una importante realta' italiana, ma vi assicuro che loro sono piu' in crisi dell'alitalia ma nessuno ne parla. Il dato di fatto evidente e' che e' la compagnia aerea con la flotta piu' vecchia.. Hanno i dc9md82-b che hanno quasi una ventina d'anni. Hanno fatto giusto quest'anno un preordine di 2 o 3 Airbus ma ancora non sono stati confermati. Circa la qualita' del servizio assicuro che e' una di quelle compagnie col piu' basso standard, col maggior numero di ritardi in partenza e arrivo. L'assistenza Meridiana e' penosa, sia dal punto di vista professionale che da quello della clientela. Se trovate una persona gentile e' tutta fortuna che cola ma non da il valore reale di quello che sono.



Ho viaggiato parecchie volte con meridiana (catania-firenze) e mi sono trovata sempre molto bene. Forse la loro flotta è vecchia, ma molto ben tenuta. Solo una volta un volo ha portato ritardo per motivi tecnici. Noi passeggeri siamo stati avvertiti tempestivamente e l'assistenza clienti è stata di una cortesia unica. Cosa che non ho riscontrato viaggiando con alitalia.

Boe.
29-04-2004, 14.27.10
il giudizio di uno, dieci, cento passeggeri è pur sempre un dato opinabile. Anche io viaggio - volente o nolente - con Meridiana e devo dire che non mi trovo poi malissimo, solo che la mia esperienza non fa testo così come quella delle singole esperienze.
Meridiana sui voli da/per la sicilia ha un servizio sicuramente migliore perchè sta entrando in un mercato nuovo e le scelte aziendali impongono che il servizio sia di qualità, altrimenti la gente continuerebbe a volare con Airone e Alitalia...

Per quel che dici tu cocitu non sono per nulla d'accordo a parte per il discorso hangar di Meridiana che è una struttura di indubbia importanza nazionale.

Per la valutazione di ritardi prova a chiedere ai caposcalo di servizio di Fiumicino e di Milano a vedere se la pensano come te...
Per i conti, saprai bene che i bilianci delle società sono ben lontani da quello che è la realtà. Gli operatori economici tengono conto di alcuni importanti indici che rappresentanto la solidità dell'azienda e il proprio stato di salute. Qua Meridiana proprio non eccelle, a prescindere dal bilancio (che ogni anno mi arriva sulla scrivania ndr) che potrà anche essere il più bello del mondo...

Poi quel che dice la gente non importa.. anche io ho informazioni non di prima ma di primissima mano e ti assicuro che la realtà è molto simile a quella che illustro io...

hackboyz
29-04-2004, 16.23.42
Originally posted by Boenet
Alitalia è vittima della crisi generalizzata che è esplosa al grande pubblico dopo l'11 settembre. Molte, tante, tantissime compagnie hanno chiuso i battenti, leggasi compagnie americane, Swissair, Air Littoral, Aero Lloyd etc etc etc.

1. Prima la situazione non era certo rosea
2. Sono passati quasi 3 anni
3. Ho citato due compagnie, quella francese e quella tedesca, che bene o male sono riuscite a limitare i danni


Originally posted by Boenet
Spero che alitalia muoia il più presto possibile, spero che meridiana segua (e non sono affermazioni mie) e spero in un colpo secco di cimosa che possa permettere di riorganizzare il trasporto aereo. Se questo vuol dire mettere per strada la gente facciamolo. Io sono contribuente e sono stufo di pagare le tasse per chi è in esubero..
Beh, vedi, di certo questa non è la strada. Tutti siamo dei contribueneti ma se 15/20 mila (cifre simboliche, forse sono di più considerando anche i lavoratori il cui lavoro in qualche modo dipende dall'Alitalia) dovessero andare a casa è una botta per tutta l'economia italiana. E' lo stesso discorso dei dipendenti pubblici in genere: sono troppi, bisognerebbe snellire la burocrazia ma dove li mandi? Se si licenziano 500 mila persone i consumi nazionali crollano, le imprese produrranno di meno e così via.

Khorne
29-04-2004, 22.20.40
Beh, almeno voi una compagnia di bandiera ancora l'avete... da noi ha chiuso i battenti un paio d'anni fa, e continua a ri-falilre ogni 4-5 mesi :asd:

Boe.
30-04-2004, 14.36.37
Originally posted by hackboyz
1. Prima la situazione non era certo rosea
2. Sono passati quasi 3 anni
3. Ho citato due compagnie, quella francese e quella tedesca, che bene o male sono riuscite a limitare i danni


Beh, vedi, di certo questa non è la strada. (omissis)

1 - avessi letto bene prima di rispondere avresti di sicuro notato un "è esplosa al grande pubblico". Noi del settore avevamo già precisi segnali da tempo
2 - embè? ancora si sentono gli effetti, leggasi "politica del terrore". Settimanalmente vengono cancellati voli per gli states per il pericolo attentati
3 La Lufthansa e l'air france (assieme alla british e alla Iberia) guardacaso sono tutte coinvolte in network importanti. L'alitalia è stata praticamente esclusa dal gemellaggio con la KLM e si ritrova ad essere praticamente sola. Per quello è difficile la sopravvivenza..

Circa il punto della strada non posso che confermare quello che dico sempre, ovvero che differenza fanno 20mila dipendenti dell'Alitalia da quasi il doppio messo a rischio dal taglio delle remunerazioni alle agenzie di viaggio? Te lo dico io. La differenza sono i sindacati e la stampa...