PDA

Visualizza versione completa : Bonolis e la voglia di provocare...



Cocitu
26-04-2004, 12.03.50
Personalmente, penso che Dopo il Fondo toccato da Costanzo con le litigate tra i grandi Fratellini, Bonolis si guardasse bene dal toccarlo anche lui.

ieri mi ha smentito.

L'intervista a Bilancia, specie in u programma che dovrebbe essre Soft e dedicato alle famiglie, la si poteva benissimo evitare.

Penso che se fosse stata mandata in onda in trasmissioni, come Blu notte e simili non ci avrei trovato nulla da ridire, anche perchè vista l'ora e il contenuto di quelle trasmissioni, sarebbe stata, come dire, "in tema".

Se prima, dopo la mia cancellatura di canale 5 la domenica pomeriggio, ora cancellerò anche Rai 1.

Sinceramente, spero che qualcuno metta una fine a questi sensazionalismi che di giornalistico non hanno proprio nulla

zio_lucas
26-04-2004, 12.06.03
mi fanno :vomit:
poi bonolis, il "troppo" successo l'ha fatto cambiare

KappaGiBi
26-04-2004, 12.06.13
C'ha combinato Paolo 'sta volta?

Hob Gadling
26-04-2004, 12.07.19
Ha intervistato Donato Bilancia?
Non so, certo il fatto di intervistare un serial killer non è il massimo.
Cmq per giudicare avrei dovuto vedere e poter valutare il taglio che si è deciso di dare all'intervista.

zio_lucas
26-04-2004, 12.07.57
Originally posted by KappaGiBi


C'ha combinato Paolo 'sta volta?




ha intervistato Bilancia

Edwige
26-04-2004, 12.09.51
Non mi ha sorpreso affatto. Per amore dell'audience ormai si fa qualunque cosa.

shottolo
26-04-2004, 12.11.23
come dicevano questa mattina su rtl: abbiamo tutti il potere del telecomando
spegnamo tutto e andiamo a farci un giro
il fondo è stato toccato già molto tempo fa, ora stanno scavando con le unghie

Cocitu
26-04-2004, 12.13.04
ho dimenticato di precisare, che vista la mia professione, i miei studi e la tesi che stò scrivendo, certe cose mi servono come il pane, ma proprio perchè so di cosa si tratta, penso che bonolis debba fare un Mea Culpa più grande di lui.
Se fossi nei Panni dei parenti delle vittime di Bilancia, sommergerei Bonolis di Sputi, giusto per non arrecargli troppo danno.

Persone come Bilancia, meritano solo di essere sepolte in quel dimenticatoio che solo il carcere a vita può essere

[edit, ortografia

J&B
26-04-2004, 12.20.08
Io evito come la peste la tv al pomeriggio.

Specialmente la Domenica. :sisi:

Oramai la visione di alcune facce mi provoca violente secrezioni cutanee.

:birra:

samgamgee
26-04-2004, 12.24.17
Quello che mi fa veramente ridere è che al TG5 (acerrimo avversario di RaiUno) ne hanno approfittato per andare a fare le interviste-lacrima ai parenti delle vittime.

Queste cose mi fanno ridere, ormai. :|

bejita
26-04-2004, 12.30.27
http://www.calme.it/prodotti/supercem425r.html

Wiz
26-04-2004, 13.16.44
Come ha ricordato giustamente Sciotti, possiamo fortunatamente tenere la tv spenta (che poi e' il suo status ideale).
La Domenica, poi, sarebbe da evitare come la peste perche' raggiunge dei picchi di cattivo gusto e di maleducazione da far accapponare la pelle. Costanzo con i suoi "mostri" nuovi di zecca. Bonolis che non e' da meno.
Sinceramente preferisco leggere, dormire, fare sesso, andare in bagno, mangiare, guardare film, ma la tv deve restare inevitabilmente spenta, se non fosse per il tg che ormai guardo sempre piu' di rado perche', anche li', danno troppo spazio al risvolto spettacolare della notizia. E allora via, in una girandola di immagini di morti, sangue e lacrime per poi chiudere con i vip. Ovviamente. Diamo al popolino il circo, se no potrebbe svegliarsi dal sonno della ragione.

Per quel che mi riguarda sono venuta a conoscenza dell'intervista a Bilancia "grazie" al tg5. In principio ho detto:"Che vergogna dare la parola a una persona che si e' appellata all'infermita' mentale dopo aver ucciso 17 persone. 17! 17 volte infermo di mente, certo" e non ha mai chiesto scusa alle famiglie delle vittime. Per quel che conta, eh.
Ma il tg5 dovrebbe aspettare a sputare sul lavoro di Bonolis (come rimpiango quando era a Bim bum bam) perche' neppure Mentana e' esule da questa voglia di reality show, di vouyerismo che sta prendendo possesso delle persone. Oggi se non mostri il sangue non fai ascolti. Allora su, mostriamo i figli di saddam morti, pero' prima diciamo che e' nostro dovere di cronaca mostrare questi bei trofei anche se sono "immagini forti".
La tv si sta spingendo troppo in la' per i miei gusti, manca totalmente di rispetto verso i morti, verso la sofferenza altrui, verso lutti non suoi. E' inutile che si rimpallino la responsabilita' dicendo:"Tu pero' hai osato di piu'...", sono tutti nello stesso schifo e stanno cercando di invischiare anche noi.
Tenetela spenta, vi fate decisamente un favore.

The El-Dox
26-04-2004, 14.07.05
Semplicemente di pessimo gusto.

shottolo
26-04-2004, 14.08.13
invece le interviste a sofri mandante dell'omicidio calabresi...

Strasbuli
26-04-2004, 14.17.57
Che schifo... :|

però il fondo secondo mè lo ha toccato costanzo quando ha intervistato il pedofilo....

:|:|:|

Liga10
26-04-2004, 14.21.50
Cos'è quella cosa che chiamate televisione? :doubt: :doubt:

zio_lucas
26-04-2004, 14.22.00
l'immagine della società che, oltre ad essere fatta di apparenze ipocrisie, tende a rendere tutto uno spettacolo senza più rispetto dei valori umani...

dexx.
26-04-2004, 14.38.44
La televisione? Non mi ricordo nemmeno come si accende...

Frank
26-04-2004, 14.58.33
Lasciamo perdere Sofri in quanto la cosa è abbastanza controversa e non mi pare il caso...

Disarm
26-04-2004, 15.01.45
Originally posted by Wiz
Come ha ricordato giustamente Sciotti, possiamo fortunatamente tenere la tv spenta (che poi e' il suo status ideale).
La Domenica, poi, sarebbe da evitare come la peste perche' raggiunge dei picchi di cattivo gusto e di maleducazione da far accapponare la pelle. Costanzo con i suoi "mostri" nuovi di zecca. Bonolis che non e' da meno.
Sinceramente preferisco leggere, dormire, fare sesso, andare in bagno, mangiare, guardare film, ma la tv deve restare inevitabilmente spenta, se non fosse per il tg che ormai guardo sempre piu' di rado perche', anche li', danno troppo spazio al risvolto spettacolare della notizia. E allora via, in una girandola di immagini di morti, sangue e lacrime per poi chiudere con i vip. Ovviamente. Diamo al popolino il circo, se no potrebbe svegliarsi dal sonno della ragione.

Franci mi hai letteralmente tolto le parole di bocca. Comunque sono d'accordo con cocitu, Domenica In dovrebbe continuare ad essere un contenitore (di spazzatura :asd: ) senza pretese intellettuali, politiche o pseudo tali. Oltretutto non credo che il pubblico tipico necessiti di tali stimoli di pensiero... se non per spettegolare su quello che ha fatto Bonolis piuttosto che Costanzo. Sicuramente Bonolis ha ottenuto il risultato che voleva: far parlare di Domenica In (gli scandali non sono mai fini a se stessi) e attirare qualche % in più di telespettatori.

hackboyz
26-04-2004, 15.09.37
Bonolis,
fai un passo indietro
e per una volta
vergognati!

:|

jackrapper
26-04-2004, 16.04.55
Originally posted by Wiz

Oggi se non mostri il sangue non fai ascolti. Allora su, mostriamo i figli di saddam morti, pero' prima diciamo che e' nostro dovere di cronaca mostrare questi bei trofei anche se sono "immagini forti".

Ma allora perché cazzo guardi il TG??:doubt: Cazzo, se ti da fastidio cambi canale, chiudi gli occhi, fai qualcosa! Merda, perché non dovrebbero farlo vedere? E' informazione, in più ti avvertono anche "sono immagini forti, non guardate se non volete", cosa vuoi di più, secondo me è una cosa giustissima, ma quali valori? Se vuoi essere informato questo è, punto! Sarebbe un ipocrisia non farti vedere com'è il mondo, cos'è successo. Guardiamo i reality show, e allora becchiamoci anche la realtà, devono farti vedere cosa succede, se no, non capiremo mai.

Disarm
26-04-2004, 16.08.07
Originally posted by jackrapper
Ma allora perché cazzo guardi il TG??:doubt: Cazzo, se ti da fastidio cambi canale, chiudi gli occhi, fai qualcosa! Merda, perché non dovrebbero farlo vedere? E' informazione, in più ti avvertono anche "sono immagini forti, non guardate se non volete", cosa vuoi di più, secondo me è una cosa giustissima, ma quali valori? Se vuoi essere informato questo è, punto! Sarebbe un ipocrisia non farti vedere com'è il mondo, cos'è successo. Guardiamo i reality show, e allora becchiamoci anche la realtà, devono farti vedere cosa succede, se no, non capiremo mai.

Puoi fare informazione anche senza mostrare cadaveri squartati o corpi agonizzanti, magari seguiti dalle solite tette piuttosto che culi famosi. Vedi devi scindere l'informazione pura dal dettaglio superfluo che però è quella cosa che fa audience.

Edit:
Oltretutto le regole degli ascolti e del sistema televisivo hanno imposto ai TG il mantenimento di una certa % di telespettatori, causa per cui alcuni format sono diventati veri e propri contenitori di cazzate che non hanno nulla a che vedere con l'informazione (leggi Studio Aperto).

friskio
26-04-2004, 16.30.56
Viva la RAI ci fa crescere sani... viva la RAI
Viva la RAI quanti geni lavorano solo per noi
Viva la RAI con il suo impero dice la RAI
soltanto il vero viva la RAI dimmi da quale
parte stai.

GRANDEEEEEEEEEEH!

Pendragon
26-04-2004, 17.29.35
Originally posted by Wiz
Sinceramente preferisco leggere, dormire, fare sesso, andare in bagno, mangiare, guardare film, ma la tv deve restare inevitabilmente spenta
Fermo restando che sono d'accordo su tutto il discorso, mi sfugge solo come si possa guardare un film tenendo la tv spenta :notooth:
Bhe si ok giusto si può sempre guardare un bel dvd dal computer, ah già dimenticavo, esiste anche il cinema :look: :asd:

A parte gli scherzi, mi spiace solo però che ci sia gente che considera parlare di morti come qualcosa di spettacolare, insomma più che schifarmi chi decide di produrre e sponsorizzare certi programmi a me schifa chi li guarda e li considera degni di essere guardati :)
Ormai si sa che i mass media non sono attendibili, in fondo il loro interesse non è informare, ma guadagnare, e qualunque sia il tipo di notizia o programma che fa guadagnare di più, bhe si gettano su quello, ma come è stato già detto spesso ci si dimentica che siamo noi ad avere il telecomando in mano, nessuno ci obbliga a sentire o vedere quel che non vogliamono... al televisore possiamo togliere il sonoro quando c'è la pubblicità, possiamo cambiare canale quando fanno vedere scene particolarmente cruente, e possiamo spegnerlo quando fanno solo programmi indegni.
Chi decide di tenerlo acceso raccoglie quel che semina come si suol dire...

Wiz
26-04-2004, 18.24.27
Originally posted by Disarm
Puoi fare informazione anche senza mostrare cadaveri squartati o corpi agonizzanti, magari seguiti dalle solite tette piuttosto che culi famosi. Vedi devi scindere l'informazione pura dal dettaglio superfluo che però è quella cosa che fa audience.

Edit:
Oltretutto le regole degli ascolti e del sistema televisivo hanno imposto ai TG il mantenimento di una certa % di telespettatori, causa per cui alcuni format sono diventati veri e propri contenitori di cazzate che non hanno nulla a che vedere con l'informazione (leggi Studio Aperto).


Jack, quanto avrei voluto dire io, l'ha esposto pienamente Aru.
Io guardo il tg perche' voglio essere informata. Fino a poco tempo fa ne guardavo diversi al giorno (e con diversi orientamenti politici) per non avere una sola "versione" dei fatti. Oggi invece resto nauseata nel vedere che nell'era dei reality show per far credere che un bambino e' stato violentato si debba scendere in particolari, per far credere che uno e' morto si deve far vedere il sangue, il volto tumefatto, le cicatrici...io ci credo comunque, non ho bisogno di queste spettacolarizzazioni. E un giornalista dovrebbe credere nella forza delle parole, nella forza del suo pensiero, non dovrebbe scendere a patti con gli sciacalli dell'informazioni.
E la cosa che piu' mi turba e' che dopo notizie cosi' tremende c'e' sempre il solito servizietto sulla tettona o sul bellone di turno. Come diavolo fai ad avere la faccia contrita fino a due secondi prima (mostrando chiaramente un lutto non tuo) e poi sorridere bellamente parlando dei problemi di cuore della Arcuri?
Ricordate che e' molto facile fare speculazioni su immagini forti. E' facile far leva sui sentimenti quando ci sono di mezzo morti ammazzati (innocenti), bambini stuprati. Sarei capace pure io.
Ma sono certa che il giornalismo non significhi questo.

jackrapper
26-04-2004, 18.57.03
Originally posted by Wiz
Jack, quanto avrei voluto dire io, l'ha esposto pienamente Aru.
Io guardo il tg perche' voglio essere informata. Fino a poco tempo fa ne guardavo diversi al giorno (e con diversi orientamenti politici) per non avere una sola "versione" dei fatti. Oggi invece resto nauseata nel vedere che nell'era dei reality show per far credere che un bambino e' stato violentato si debba scendere in particolari, per far credere che uno e' morto si deve far vedere il sangue, il volto tumefatto, le cicatrici...io ci credo comunque, non ho bisogno di queste spettacolarizzazioni. E un giornalista dovrebbe credere nella forza delle parole, nella forza del suo pensiero, non dovrebbe scendere a patti con gli sciacalli dell'informazioni.
E la cosa che piu' mi turba e' che dopo notizie cosi' tremende c'e' sempre il solito servizietto sulla tettona o sul bellone di turno. Come diavolo fai ad avere la faccia contrita fino a due secondi prima (mostrando chiaramente un lutto non tuo) e poi sorridere bellamente parlando dei problemi di cuore della Arcuri?
Ricordate che e' molto facile fare speculazioni su immagini forti. E' facile far leva sui sentimenti quando ci sono di mezzo morti ammazzati (innocenti), bambini stuprati. Sarei capace pure io.
Ma sono certa che il giornalismo non significhi questo.
Ma c'è gente che non cerede che uno sia morto o stato catturato se non vede, tu puoi crederci solo a sentirne parlare, ma c'è gente che non crede nemmeno se vede, e poi perché censurare la realtà? E' il mondo in cui viviamo, è bello e fa schifo allo stesso tempo. Poi non dimentichiamoci la regola del telecomando, come ripetutamente è stato detto, siamo noi che scegliamo ciò che guardiamo, non altri, quindi, se non si vuole vedere una cosa che sta per essere mostrata, basta premere un tasto, ed ecco che censureremo ciò che non ci piace vedere, sembra facile, no?

gefri
26-04-2004, 19.21.05
Originally posted by Liga10
Cos'è quella cosa che chiamate televisione? :doubt: :doubt:

quella cosa che serve ad attaccare la playstation

Liga10
26-04-2004, 19.33.00
Originally posted by gefri
quella cosa che serve ad attaccare la playstation

Allora la conosco...ma quando la stacco non vedo nulla però...avrò sbagliato in qualcosa???
:notooth:

gefri
26-04-2004, 19.37.21
no no, fidati, è meglio così :D

Risiko
26-04-2004, 20.07.13
inizio ringraziandovi tutti per quello che state scrivendo, che per me che sto facendo una ricerca sul giornalismo è oro colato.

Adesso alcune domande. scusandomi per la mia ignoranza, temo di essere troppo giovane per sapere chi è Donato Bilancia, cosa ha fatto e quando lo ha fatto. Comunque, assunto che un pluriomicida, intervistarlo in una trasmissione per la domenica pomeriggio non mi sembra propriamente di buon gusto.

Per quanto riguarda la cosiddetta "regola del telecomando"; suddetta regola può essere valida forse solo in certi casi, in quanto non tutti sono in grado di "mediare" di scindere le informazioni inutili o spettacolarizzanti (altra domanda: esiste questo termine? :dentone: ) da quelle effettiviamente utili alla comprensione approfondita di una qualsiasi notizia. Questo sempre imho.

bejita
26-04-2004, 20.08.10
Originally posted by Liga10
avrò sbagliato in qualcosa???
:notooth:

no, sono io che ho portato il cemento in casa tua :evil:

baciare le mani plz :rulez:

Disarm
26-04-2004, 20.27.33
Originally posted by jackrapper
Ma c'è gente che non cerede che uno sia morto o stato catturato se non vede, tu puoi crederci solo a sentirne parlare, ma c'è gente che non crede nemmeno se vede, e poi perché censurare la realtà? E' il mondo in cui viviamo, è bello e fa schifo allo stesso tempo. Poi non dimentichiamoci la regola del telecomando, come ripetutamente è stato detto, siamo noi che scegliamo ciò che guardiamo, non altri, quindi, se non si vuole vedere una cosa che sta per essere mostrata, basta premere un tasto, ed ecco che censureremo ciò che non ci piace vedere, sembra facile, no?

Non sembri capire il discorso. Aldilà della gente che crede o non crede che uno sia morto o meno ( :rolleyes: ) i telegiornali dovrebbero proporre verità non opinabili o presunte tali. E mi sembra un'idiozia non credere a una notizia perchè non si vede. E' come dire che non credi nelle tangenti perchè non le hai mai viste.
E comunque se c'è gente che non crede che il bejo sgozzi i capretti bisogna mettere sul forum, visibili a tutti, le foto dei capretti sgozzati solo perchè tu e qualcun altro non ci crede? Ovvio i bassi livelli a cui è giunta la televisione e, in questo caso, i telegiornali, porterebbero a dubitare di una notizia ma schiaffare in un tg (oltretutto all'ora di pranzo o di cena) cadaveri e dettagli vari non mi sembra la soluzione corretta.
E questo non giustifica comunque le tette e i culi e le beghe della tizia di turno.

Liga10
26-04-2004, 23.24.13
Originally posted by bejita
no, sono io che ho portato il cemento in casa tua :evil:

baciare le mani plz :rulez:

Ah bejo...so' stanco e cornuto e quindi non capisco la battuta...fammi un disegnino... =_=''''

bejita
26-04-2004, 23.48.57
Originally posted by Liga10
Ah bejo...so' stanco e cornuto e quindi non capisco la battuta...fammi un disegnino... =_=''''

http://www.edilnova.net/images/cemento.jpg

cementate l'antenna, preoccupatevi per voi stessi, non per quel che vedono gli altri

PS cornuto? sei un capretto! mo te taglio pure la gola, così jackrapper (e pure disarm) ci crede :p

Liga10
27-04-2004, 19.53.45
Originally posted by bejita
http://www.edilnova.net/images/cemento.jpg

cementate l'antenna, preoccupatevi per voi stessi, non per quel che vedono gli altri

PS cornuto? sei un capretto! mo te taglio pure la gola, così jackrapper (e pure disarm) ci crede :p


Mo' ho capito...
e cmq non sono un capretto...sono proprio cornuto...ghghghgh
Ogni tanto tocca anche a me no????
Io il fedifgrafo per eccellenza che viene fedifragato...

fppiccolo
27-04-2004, 21.36.42
la tv ormai ha imboccato un tunnel la cui luce è alquanto lontana o addirittura inesistente
il telecomando lo usano le menti pensanti non quelle ormai oppiacee create da tali programmi subdoli (bastava guardare lo sguardo vuoto e spento della nonna di un mio amico distesa nella mega poltrona a guardare domenica in...ogni tanto si muoveva per zappingare su canale 5...)
d'altronde si sta facendo come ai tempi dei romani...panenm et circenses (spero di averlo scritto giusto)
la tv la "uso" per improbabili tg, formula 1 e film in dvd (purtroppo non ho il satellite)
il resto è pc

Cocitu
27-04-2004, 21.41.50
io ormai guardo solo qualche TG, anche se ormai mi affido alle notizie di www.ansa.it , sport e qualche film.

Per il resto, la De filippi, Costanzo e tutti i Bonolis del mondo possono andare a farsi friggere (autocensura), visto che i miei pochi neuroni rimasti li voglio decisamente preservare dalla senescenza precoce indotta.

Anche io la Tv, sempre più spesso la uso solo per attacarci il Pc e godermi la mia raccolta di film...

Mach 1
27-04-2004, 22.15.01
io, da adulto, ho seguito l'intervista e l'ho trovata anche interessante, nonostante il solito taglio "drammatico" tipico di Bonolis quando cerca di fare il serio. Anzi, personalmente ritengo che quell'intervista sia una delle poche cose interessanti andate in onda in televisione ultimamente. Non si è tentato di spettacolarizzare ne di giustificare la figura di Bilancia, anzi si è tentato di ridimensionarlo sotto l'aspetto umano, grazie anche alla presenza di uno esperto di psichiatria criminale e di un prete ( quando invece in altre trasmissioni avrebbero magari chiamato Platinette e Solange a sorreggere un dibattito del genere ).
Forse si è trattato di un raro esempio di vero giornalismo di approfondimento a differenza di quelle merdate che sono lucignolo o l'alieno che vengono spacciate come tali.
in fondo i serial killer sono figure che, pure nella loro follia, fanno comunque parte della nostra società ed è inutile fare finta che non esistano. E' invece più utile cercare di approfondirne la conoscenza al fine di poterne cogliere al meglio l'aspetto psicologico.

il problema penso quindi che sia da imputare alla decisione di trasmettere quella intervista all'orario in cui è stata trasmessa e nel contesto in cui è stata trasmessa: e su questo potrei essere d'accordo perchè, come dicevano anche i simpson, "bisogna pensare ai bambini". Ma i bambini non sono forse a tavola davanti alla televisione quando vengono trasmesse le immagini dei morti nei telegiornali o le tette e i culi di passaparola?
sono forse queste meno diseducative?

mettiamoci nei panni di un bambino: un bambino che si trova da solo davanti al televisore e che si trova davanti l'intervista di bilancia. Un bambino presumo che si annoierebbe veramente a morte davanti ad una intervista pura e semplice e probabilmente cambierebbe canale senza neanche badarci. Ora invece mostriamo a tradimento ad un bambino che è a tavola le immagini dei cadaveri al tg oppure le chiappe che passano a passaparola. O, perchè no, certi tipi di battute che si fanno in programmi come camerà café, programma divertente e quindi magari superficialmente considerato adatto a un bambino: battute esplicite nei confronti di sesso e droga. Sono forse queste meno dannose per la fantomatica integrità del bambino rispetto ad una "noiosa" intervista?

personalmente le conclusioni a cui sono arrivato rispetto all'intervista fatta da Bonolis sono due:

la prima è che l'intervista in se stessa era secondo me interessante e che come intervista fine a se stessa, tolta dal contesto in cui è stata trasmessa, non merita di essere soggetta a critiche.

la seconda è che è lecito avere delle riserve sul fatto che un simile argomento sia stato trattato in un contenitore della domenica pomeriggio ma che se ci guardiamo attorno con occhio disincantato vediamo che altri programmi non sono da meno. Quindi, quantomeno da parte delle televisioni e degli organi di informazione, o ci si lancia in una autocritica profonda oppure additare solo bonolis come unico capro espiatorio non serve a nulla se non ad alimentare la solita competizione Rai-Mediaset.

e l'ultima cosa, forse la più importante, è la seguente: i genitori devono smetterla di pensare alla TV come a una babysitter davanti alla quale parcheggiare il proprio bimbo affinché non rompa i coglioni.

zio_lucas
28-04-2004, 08.17.23
Originally posted by Mach 1


io, da adulto, ho seguito l'intervista e l'ho trovata anche interessante, nonostante il solito taglio "drammatico" tipico di Bonolis quando cerca di fare il serio. Anzi, personalmente ritengo che quell'intervista sia una delle poche cose interessanti andate in onda in televisione ultimamente. Non si è tentato di spettacolarizzare ne di giustificare la figura di Bilancia, anzi si è tentato di ridimensionarlo sotto l'aspetto umano, grazie anche alla presenza di uno esperto di psichiatria criminale e di un prete ( quando invece in altre trasmissioni avrebbero magari chiamato Platinette e Solange a sorreggere un dibattito del genere ).




secondo me invece quella intervista è stata una vera e propria mancanza di rispetto ed inoltre bonolis e altri che l'hanno organizzata hanno solo pensato a spettacolarizzare la cosa anche se mancava platinette e solange...
non hanno pensato ai parenti delle vittime???

Cocitu
28-04-2004, 08.43.40
Mach, guarda che quà, penso nessuno si sia scandalizzato per l'intervista in se, ma solo per il contesto in cui è stata mandata in onda.
Il professor Bruno, il criminologo intervenuto, è un mio professore, di cui seguo corsi di Criminologia e in special modo quelli relativi agli omicidi seriali.
Un'intervista come quella, sarebe stata perfetta in un contesto come Blu notte, che notoriamente è dedicata a quel tipo di fenomeno che non a domenica In.
Un ragazzino che sente dire: "io mi alzavo dal divano, preso da un impulso e andavo ad ucciderela prima persona che mi capitava a tiro", non è certamente moltolto educativo, specie in una fascia oraria in cui, un genitore lascia volentieri il proprio figlio da solo davanti alla TV, senza poter in quel modo correggere la prospettiva del bambino o del ragazzino, spiegandogli a fondo il modello negativo rappresentato da bilancia.

Questo perchè, i ragazzini sono atratti dal modello negativo e non dalle spiegazioni del prete o del professore.

Io come genitore mi sarei incazzatto come una biscia per una cosa del genere.
Poi, uno come bonolis, che di certe problematiche non capisce un cazzo, visto che non è ne uno psicologo ne un criminologo, un'intervista del genere se la poteva ampiamente risparmiare, ma si sa, la voglia di fare Audience a tutti i costi "E' POTENTE IN QUELL'UOMO"

ADJIUMI
28-04-2004, 09.20.51
non sa più cosa fare.....la domenica fanno programmi ancora più pietosi di tutta la settimana...

la cosa che mi urta maggiormente sono le facce di bonolis.....sembra voglia partecipare alla sofferenza delle famiglie...

è cambiato dovrebbe stare un po più calmo....

fppiccolo
28-04-2004, 10.14.12
Originally posted by ADJIUMI

è cambiato dovrebbe stare un po più calmo....

è cambiato sicuramente in peggio con il suo falso buonismo...
purtroppo la tv e i "soldi" possono cambiare anche i cuori di chi, 1 volta, conduceva bim bum bam

Hob Gadling
28-04-2004, 20.09.19
Originally posted by fppiccolo
purtroppo la tv e i "soldi" possono cambiare anche i cuori di chi, 1 volta, conduceva bim bum bam :mecry:
Ad memoriam, una prece.