PDA

Visualizza versione completa : La pubblicità è la mina del commercio



Abigail
20-04-2004, 16.00.05
Il titolo di questo topic è mutuato da una rubrica che il mitico Alberto Cusi, ex docente di marketing presso la mia ormai ex università, teneva sul nostro periodico studentesco (il LiucMagazione) fino a qualche anno fa. Scopo dei suoi articoli mensili era quello di sbeffeggiare le campagne pubblicitarie più becere, gli slogan più stupidi, le associazioni più idiote, i testimonial meno azzeccati e così via. Ed era, manco a dirlo, estremamente divertente.

L'idea per il topic mi viene, di conseguenza, dal piatto di pasta che ho mangiato a pranzo. Tale piatto di pasta è stato condito, per ragioni di tempo, con un sugo pronto, nemmeno tanto malvagio: il "Granpesto alla siciliana Tigullio". Ora, il discorso è questo: anni fa la Tigullio (me lo ricordo benissimo) era una dittarella ligure che produceva esclusivamente pesto, dove per "pesto" intendo il classico pesto alla genovese. Non era imho 'sto gran pesto, in verità, ma evidentemente ne vendeva parecchio, visto che qualche anno dopo la Star decise di acquisirla, cominciando a produrre a sua volta il proprio pesto attraverso l'etichetta Tigullio.

Breve divagazione: se non mi sbaglio (i liguri mi correggano) il Tigullio è una ridente regione costiera che si estende a est di Genova, comprendendo alcune delle località turistiche più note e graziose di quelle parti.

E veniamo al punto: la ditta Tigullio produceva dunque pesto alla genovese: e non c'era nulla di male, giacché nel Tigullio, fino a prova contraria, il pesto alla genovese è di casa. Ora però la Star ha inserito sotto l'etichetta "Tigullio" anche tutti gli altri pesti che ha in assortimento (copiandoli, essenzialmente, da quelli della Barilla): il pesto alla siciliana, il pesto alla calabrese, e altri che al momento mi sfuggono. Ora mi chiedo: che cacchio c'entra il pesto alla siciliana con il Tigullio? Cos'è, il pesto degli immigrati? Oppure abbiamo soppiantato i campi di basilico con un più caratteristico peperoncino siculo?

Dinanzi a me si staglia una visione apocalittica: il Tigullio è ormai una regione di pestatori, in cui un gruppo di agguerritissimi operai armati di mortaio pesta qualsiasi cosa gli capiti a tiro, riducendolo successivamente in un barattolo. Mioddio.

Fine della riflessione. Lascio il seguente spazio alla vostra memoria e a vostre colorite divulgazioni di altre campagne pubblicitarie assolutamente prive di fondamento e logica.

Umilmente...
:D :D :D

edit: ho cambiato il titolo... Era questo il titolo della rubrica di Cusi, ora che mi ricordo.

MaGiKLauDe
20-04-2004, 16.03.02
mi hanno segato il mese scorso a marketing... mi allontano colmo di mestizia...

TrustNoOne
20-04-2004, 16.20.28
beh immagino che qualcuno prima o poi scrivera' di quei gran manifesti con quel bel faccione sopra che si vedono in giro :look:

angelheart
20-04-2004, 20.34.04
Sono un pubblicitario, ebbene si, inganno l'universo. Io sono quello che vi vende tutta quella merda. Quello che vi fa sognare cose che non avrete mai.[..] Io vi drogo di novità, e il vantaggio della novità è che non resta mai nuova. C'è sempre una novità più nuova che fa invecchiare la precedente. Farvi sbavare è la mia missione. Nel mio mestiere nessuno desidera la vostra felicità, perchè la gente felice non consuma. (Frederic Beigbeder)

Dalmo
20-04-2004, 21.41.58
Originally posted by angelheart
Sono un pubblicitario, ebbene si, inganno l'universo. Io sono quello che vi vende tutta quella merda. Quello che vi fa sognare cose che non avrete mai.[..] Io vi drogo di novità, e il vantaggio della novità è che non resta mai nuova. C'è sempre una novità più nuova che fa invecchiare la precedente. Farvi sbavare è la mia missione. Nel mio mestiere nessuno desidera la vostra felicità, perchè la gente felice non consuma. (Frederic Beigbeder)
:roll3:
:asd:

Elenina
20-04-2004, 22.58.46
Lo hanno chiamato Tigullio perchè non potevano chiamarlo "Pesto alla Genovese" perchè i Genovesi si sarebbero arrabbiati in quanto non volevano comparare il loro pesto a una merdina confezionata... ecco che salta fuori l'idea del "pesto Tigullio" Ovvero: come vendere il pesto alla genovese confezionato senza che i genovesi si arrabbino (come, in alcune gelaterie, troviamo il gelato alla NUSTELLA invece che alla NUTELLA)...

Poi, hanno deciso di chiamare "Pesto Tigullio" l'intera serie di prodotti di pesto poichè il problema si ripresentava ogni volta... ecco che da prodotto tipico di una data zona è diventato marchio di un certo tipo di prodotto... una specie di "Le ricette di Nonna Gervasa" (in realtà nessuno sa chi è sta nonna Gervasa... e soprattutto credo che nessuno si sia preoccupato di sapere se esiste veramente)

Ray McCoy
20-04-2004, 23.14.02
Originally posted by Abigail
L'idea per il topic mi viene, di conseguenza, dal piatto di pasta che ho mangiato a pranzo. Tale piatto di pasta è stato condito, per ragioni di tempo, con un sugo pronto, nemmeno tanto malvagio: il "Granpesto alla siciliana Tigullio". Ora, il discorso è questo: anni fa la Tigullio (me lo ricordo benissimo) era una dittarella ligure che produceva esclusivamente pesto, dove per "pesto" intendo il classico pesto alla genovese. Non era imho 'sto gran pesto, in verità, ma evidentemente ne vendeva parecchio, visto che qualche anno dopo la Star decise di acquisirla, cominciando a produrre a sua volta il proprio pesto attraverso l'etichetta Tigullio.

Breve divagazione: se non mi sbaglio (i liguri mi correggano) il Tigullio è una ridente regione costiera che si estende a est di Genova, comprendendo alcune delle località turistiche più note e graziose di quelle parti.

E veniamo al punto: la ditta Tigullio produceva dunque pesto alla genovese: e non c'era nulla di male, giacché nel Tigullio, fino a prova contraria, il pesto alla genovese è di casa. Ora però la Star ha inserito sotto l'etichetta "Tigullio" anche tutti gli altri pesti che ha in assortimento (copiandoli, essenzialmente, da quelli della Barilla): il pesto alla siciliana, il pesto alla calabrese, e altri che al momento mi sfuggono. Ora mi chiedo: che cacchio c'entra il pesto alla siciliana con il Tigullio? Cos'è, il pesto degli immigrati? Oppure abbiamo soppiantato i campi di basilico con un più caratteristico peperoncino siculo?

Da unico genovese, voglio precisare.
Tigullio è la zona che da sul golfo omonimo, su cui danno città come Portofino, Rapallo, Santa Margherita Ligure, ecc.
http://www.emmeti.it/Welcome/Liguria/RivieraTigullio/img/tigullio.gif
(Riviera di Levante)

La Tigullio era la centrale del latte locale, che produceva inizialmente latte e latticini, e poi altri prodotti locali, come tendono a fare tutte le ditte di medie dimensioni, rivolte però solo ad un mercato regionale (o poco più sviluppato).

Il pesto non era assolutamente il prodotto di punta, era solo un altro prodotto venduto per "arrotondare" il budget. E ad essere sincero, il pesto tigullio non era malvagio, non a confronto con altri pesti trovati in giro.

Quanto al dilemma del topic, beh, vogliono solo associare "pesto" ad una zona geografica perchè sembri più veritiero.

Ray McCoy
20-04-2004, 23.17.30
Originally posted by Elenina
Lo hanno chiamato Tigullio perchè non potevano chiamarlo "Pesto alla Genovese" perchè i Genovesi si sarebbero arrabbiati in quanto non volevano comparare il loro pesto a una merdina confezionata... ecco che salta fuori l'idea del "pesto Tigullio" Ovvero: come vendere il pesto alla genovese confezionato senza che i genovesi si arrabbino ...

Errore. "Pesto Tigullio" indica semplicemente il pesto di produzione della Tigullio. Sfruttano il marchio, ma non per i motivi che dici te.


Originally posted by Elenina
Poi, hanno deciso di chiamare "Pesto Tigullio" l'intera serie di prodotti di pesto poichè il problema si ripresentava ogni volta... ecco che da prodotto tipico di una data zona è diventato marchio di un certo tipo di prodotto... una specie di "Le ricette di Nonna Gervasa" (in realtà nessuno sa chi è sta nonna Gervasa... e soprattutto credo che nessuno si sia preoccupato di sapere se esiste veramente)

Errore anche qui. Gli altri pesti, da quello che so, non esistono come ricette locali delle varie regioni. Dunque il problema che dici non s'è mai ripresentato. Il marchio Tigullio viene usato solo perchè si associno anche gli altri prodotti al pesto alla genovese.

Peter Pan
20-04-2004, 23.22.46
Per restare in tema mi viene in mente la Buitoni quando mise in commercio il cacciucco... In Spagna qualcuno sollevò proteste perché per loro il caciucco è sacro...


Non mi viene altro al momento... seppure ne avrei di cose... uhm... dovrei solo capire cos'è che intendi tu...

Ad esempio... avete presente i Sofficini della Findus?

Non ho mai capito di che materiale sia fatto il rivestimento... però qui da noi abbiamo i panzerotti, non so se voi li conoscete, ma sono saccottini di pasta di pizza con dentro pomodoro e mozzarella... quelli che voi chiamate calzoni ma senza prosciuto... il calzone dovrebbe essere una pizza ripiegata...


Comunque... la Findus ha preso l'idea dei panzerotti e li ha commercializzati cme Sofficini...

È il bello di avere cucine regionali molto diverse già dopo soli 200 Km... al Nord le ditte possono spacciare per prodotti innovativi cose che sono millenarie al Sud e viceversa...

Anche se questo dà molto adito alle frodi clamorose come l'Olio Toscano che non +è altro che olio pugliese comprato qui, imbottigliato in Toscana e rivenduto ad un prezzo dalle 5 alle 10 volte superiore!

Elenina
20-04-2004, 23.27.09
ah, mi era sembrato di leggere un articolo tempo fa che esponeva la protesta dei genovesi nei confronti di una dtta che aveva fatto un pesto chiamato "pesto alla genovese" e che si vide costretta a rinominarlo... ho fatto confusone tra i due episodi allora...

il secondo concetto che mi hai segnato come errore.. in realtà è espresso male... volevo anche io dire che hanno voluto porre tutti i tipi di pesto sotto il marchio tigullio per semplicità e associazione di idee.

Ray McCoy
20-04-2004, 23.29.16
Originally posted by Elenina
ah, mi era sembrato di leggere un articolo tempo fa che esponeva la protesta dei genovesi nei confronti di una dtta che aveva fatto un pesto chiamato "pesto alla genovese" e che si vide costretta a rinominarlo... ho fatto confusone tra i due episodi allora...

Quello è stato un caso a parte, per cui si voleva che il pesto avesse la ricetta originale ed il basilico ligure, perchè fosse chiamato pesto genovese. Le ditte preferirono ribattezzarlo pesto "alla genovese".


Originally posted by Elenina
il secondo concetto che mi hai segnato come errore.. in realtà è espresso male... volevo anche io dire che hanno voluto porre tutti i tipi di pesto sotto il marchio tigullio per semplicità e associazione di idee.

Ops, allora chiedo venia.

Elenina
20-04-2004, 23.43.20
Originally posted by Ray McCoy
Quello è stato un caso a parte, per cui si voleva che il pesto avesse la ricetta originale ed il basilico ligure, perchè fosse chiamato pesto genovese. Le ditte preferirono ribattezzarlo pesto "alla genovese".

ahhhhh, capisco... avevo fatto un gran casino... :dentone:

R.I.P
21-04-2004, 02.20.23
Originally posted by Peter Pan
Per restare in tema mi viene in mente la Buitoni quando mise in commercio il cacciucco... In Spagna qualcuno sollevò proteste perché per loro il caciucco è sacro...

A Livorno il caciucco è sacro, infatti il casino scoppiò proprio perchè sulla busta era scritto Caciucco Livornese (o alla livornese) Buitoni
Rip

Peter Pan
21-04-2004, 02.30.25
Originally posted by R.I.P
A Livorno il caciucco è sacro

Attualmente mi funziona solo un neurone a pieno regime... mi ricordavo una diatriba a riguardo ma non i personaggi con precisione. La mia affermazione precedente è abbastanza imprecisa quindi il tuo intervento può averla corretta... chiedo venia anchio! :)




Chi si ricorda il Paniere di Papà Barzetti???

R.I.P
21-04-2004, 02.36.26
Originally posted by Peter Pan
Attualmente mi funziona solo un neurone a pieno regime... mi ricordavo una diatriba a riguardo ma non i personaggi con precisione. La mia affermazione precedente è abbastanza imprecisa quindi il tuo intervento può averla corretta... chiedo venia anchio! :)
??? [/B]
Vista l'ora ti perdono :) :birra:

ElCarruba
21-04-2004, 09.50.32
Originally posted by Abigail
Dinanzi a me si staglia una visione apocalittica: il Tigullio è ormai una regione di pestatori, in cui un gruppo di agguerritissimi operai armati di mortaio pesta qualsiasi cosa gli capiti a tiro, riducendolo successivamente in un barattolo. Mioddio.



Sono andato a farci un giro nel Tigullio qualche giorno fa....adesso mi potete trovare in un elegante baratttolo in un supermercato di Genova Sestri...:asd:

JEDI
21-04-2004, 10.26.10
In genere ho una particolare avversione per tutti quei prodotti alimentari il cui consumo, secondo i brillanti ideatori della relativa campagna pubblicitaria, permetterebbe di raggiungere, e poi mantenere, una linea invidiabile. Chiunque abbia affrontato una qualsiasi dieta in vita sua sa che il culo che è necessario farsi per dimagrire anche solo di un etto, evitando perfino i granelli di zucchero, meriterebbe un pò più di rispetto. Posso mangiare castelli di cioccolata e bufali muschiati ripieni di mascarpone senza alcun problema, poi ingurgito uno yogurtino e posso tornare ad indossare i pantaloni del liceo. Immaginate una odierna massaia media, con la tendenza costante, dal matrimonio in poi, a prendere dai 5 ai 10 chili all'anno, più bonus gravidanze varie, che apre il frigo, mangia un Vitasnella e poi prova a rimettersi i jeans del liceo...
Sono piuttosto irritato anche dall'armonia stucchevole che regna la mattina in tutte le case italiane che fanno colazione con certi biscotti, o merendine, o cereali. Per non parlare di quelli che vengono a svegliarti per fare ginnastica, nella realtà verrebbero barbaramente massacrati e scuoiati se si azzardassero a fare una cosa del genere.

mVm
21-04-2004, 11.11.10
Non so' se è pertinente, ma 'sta mattina ignoro la condizione dei miei neuroni. :)

Reagendo in ritardo all'inizio di qualche interruzione pubblicitaria, attivando come al solito lo zapping mode, mi è capitato di vedere i nuovi spot Vodafone. Mi ha colpito il fatto che anche loro si dichiarino "costruiti intorno a me" o qualcosa del genere. Mi ricordavo che c'era già una banca "costruita intorno a me".
Sinceramente tutte 'ste "costruzioni intorno a me" mi intimoriscono :sisi:

:birra:

Frank
21-04-2004, 13.06.30
Originally posted by mVm
Non so' se è pertinente, ma 'sta mattina ignoro la condizione dei miei neuroni. :)

Reagendo in ritardo all'inizio di qualche interruzione pubblicitaria, attivando come al solito lo zapping mode, mi è capitato di vedere i nuovi spot Vodafone. Mi ha colpito il fatto che anche loro si dichiarino "costruiti intorno a me" o qualcosa del genere. Mi ricordavo che c'era già una banca "costruita intorno a me".
Sinceramente tutte 'ste "costruzioni intorno a me" mi intimoriscono :sisi:

:birra:

Quoto, facendo rapidi calcoli ora avrei attorno a me la sede di una compagnia telefonica, una banca, le sede di una compagnia di distribuzione energetica e qualche distributore.... con tutte queste cose comincia a mancarmi quella più importante... l'aria...

Frank

Edit: il 90% delle pubblicità che vedo ora è talmente stupida e finta che mi viene da chiedermi... ma dove cazzo li trovano i pubblicitari? che ci sono i saldi? prendi 5 pubblicitari deficenti e forse messi assieme tirano fuori una pubblicità guardabile? boh...

R.I.P
21-04-2004, 15.15.50
Se c'è una pubblicità che mi ha tolto la voglia di comprare un prodotto è quella dei sughi pronti (non ricordo la marca) che pretendevano di essere buoni almeno quanto quelli fatti da una massaia nella zona di origine, com'è che fa...: se vogliamo provare il pesto facciamolo assaggiare ai genovesi (o qualcosa del genere) :brr: :bah:

Passando a tutt'altro prodotto, visto che è appena passata la Pasqua, ma prodotti come il Superpasqualone (l'ovo di prastica con i gioini dentro) che, credo, sia stato denunciato più volte per pubblicita ingannevole, perchè è ancora in commercio? Oppure mi sbaglio io?
Rip