PDA

Visualizza versione completa : Se Eri un Bambino...



mimmo81
17-04-2004, 02.59.58
Se eri un bambino negli anni 50, 60, 70,80.....come hai fatto a sopravvivere?

1.- Da bambini andavamo in auto che non avevano cinture di sicurezza né airbag...

2.- Viaggiare nella parte posteriore di un furgone aperto era una passeggiata speciale e ancora ne serbiamo il ricordo.

3.- Le nostre culle erano dipinte con colori vivacissimi, con pitture a base di piombo.

4.- Non avevamo chiusure di sicurezza per i bambini nelle confezioni dei medicinali, nei bagni, alle porte.

5.- Quando andavamo in bicicletta non portavamo il casco.

6.- Bevevamo l’acqua dal tubo del giardino, invece che dalla bottiglia dell’acqua minerale...

7.- Trascorrevamo ore ed ore costruendoci carretti a rotelle ed i fortunati che avevano strade in discesa si lanciavano e, a metà corsa, ricordavano di non avere freni.... Dopo vari scontri contro i cespugli, imparammo a risolvere il problema. Si, noi ci scontravamo con cespugli, non con auto!

8.- Uscivamo a giocare con l’unico obbligo di rientrare prima del tramonto.

9.- La scuola durava fino a mezzogiorno, arrivavamo a casa per pranzo. Non avevamo cellulari... cosicché nessuno poteva rintracciarci. Impensabile....

10.- Ci tagliavamo , ci rompevamo un osso , perdevamo un dente , ma non c’era alcuna denuncia per questi incidenti. La colpa non era di nessuno se non di noi stessi.

11.- Mangiavamo biscotti , pane e burro , bevevamo bibite zuccherate e non avevamo mai problemi di soprappeso, perché stavamo sempre in giro a giocare...

12.- Condividevamo una bibita in quattro… bevendo dalla stessa bottiglia e nessuno moriva per questo.

13.- Non avevamo Playstation, Nintendo 64, X box, Videogiochi , televisione via cavo con 99 canali , videoregistratori , dolby surround , cellulari personali, computer , chatroom su Internet ...
Avevamo però tantissimi AMICI.

14.- Uscivamo, montavamo in bicicletta o camminavamo fino a casa dell’amico , suonavamo il campanello o semplicemente entravamo senza bussare e lui era li e uscivamo a giocare.

15.- Si! Li fuori!, Nel mondo crudele! Senza un guardiano! Come abbiamo fatto?. Facevamo giochi con bastoni e palline da tennis , si formavano delle squadre per giocare una partita; non tutti venivano scelti per giocare e gli scartati non subivano alcuna delusione che si trasformava in trauma.

16.- Alcuni studenti non erano brillanti come altri e quando perdevano un anno lo ripetevano. Nessuno andava dallo psicologo, dallo psicopedagogo nessuno soffriva di dislessia né di problemi di attenzione né di iperattività; semplicemente ripeteva ed aveva una seconda opportunità.

17.- Avevamo libertà , fallimenti , successi , responsabilità ...ed imparavamo a gestirli. La grande domanda è: Come abbiamo fatto a sopravvivere? e, soprattutto, ad essere le grandi persone che siamo ora .
Appartieni a questa generazione? Se la risposta è si, allora invia questo messaggio ai tuoi conoscenti della tua stessa generazione o a gente più giovane perché sappiano come eravamo prima............


Sicuramente diranno che eravamo dei noiosi, però siamo stati molto felici!!!!!!!!!

angelheart
17-04-2004, 04.11.20
cone l'evoluzione cambiano i bisogni e anche i problemi.

(io l'acqua dal tubo del giardino di mia madre la bevo ancora e non ho mai comprato acqua imbottigliata se è per questo)
l'ho anche detto in un topic un po' di tempo fa, siamo viziati, siamo tutti depressi e traumatizzati, grazie al benessere, se stessimo morendo di fame nessuno si preoccuperebbe della maggior parte dei problemi social-psicologici che ci inventiamo.

Dobbiamo stare male per forza

Ef.Di.Gi
17-04-2004, 13.16.12
ehm, nel titolo del topic andrebbe il congiuntivo trapassato:teach:

se fossi stato un bambino :teach: come avresti fatto a sopravvivere :teach:

mimmo81
17-04-2004, 13.37.35
no...perchè è un affermazione non una domanda...riguarda chi bambino in quegli anni lo è stato veramente

Strasbuli
17-04-2004, 13.40.07
Io lo sono stato per metà, per tutte le elementari ho fatto questo tipo di cose! Via fuori a giocare tutto il pomeriggio Poi è arrivato il computer e abbiamo smesso! Però l'ho fatto,ho vissuto questa cosa, e sò prendermi le mie responsabilità. Una volta sono bocciato, e per questo non sono andato dall opsicologo, ne tanto men dal pedacoso! :D Ho ripetuto e basta! :)

blamecanada
17-04-2004, 13.44.23
Originally posted by mimmo81
no...perchè è un affermazione non una domanda...riguarda chi bambino in quegli anni lo è stato veramente

parli con ef di gi vero?

:asd:

(in realtà io nn avevo letto il topic, ma solo il titolo :roll3: )

Cocitu
17-04-2004, 14.05.26
io sono stato bambino nei mitici '70...

mi manca giusto un incisivo perso giocando...

mi sono schiantato con il carretto su tanti di quei muri che ho perso il conto:notooth:

l'acqua la bevevo e tuttora quando capita la bevo direttamente dalla fonte o dal ruscello....

con gi amici facevamo le battaglie con gli archi e le cerbottane...( meno male che ho ancora tutti e due gli occhi :angel2: )

ho fatto tutto quello che oggi i genitori moderni sicuramente impediscono ai propri figli di fare.

i miei cugini e zii mi portavano alle manifestazioni politiche senza problemi...(tiravo i sassi sui "fascisti" e oggi sono un attivista di DX)

ho conosciuto le droghe leggere da giovane...ma il primo che mi ha proposto di passare a quelle pesanti si è trovato con la bocca molto più leggera di 3 o 4 denti...

oggi posso dire guardandomi indietro:

"minchia, come cazzo faccio ad essere ancora vivo?"

aciddeath
17-04-2004, 15.09.02
nn appartengo a quella generazione ma conosco molto bene alcuni punti che hai elencato xkè li ho vissuti.. quella vita faceva maturare ognuno a modo suo ma con 1 cosa in comune ..la libertà

Elenina
17-04-2004, 15.23.42
beh io vivo in campagna e durante la mia infanzia molte cose di quelle lo ho fatte.. parlo di rompersi le ossa, bere al fiume nel bosco... costruirsi carretti con chiodi arrugginiti e legni pieni di sverze, condivido tuttora una bottiglia in 4... anzi in molti di + e non sono ancora morta e poi il casco in bici... mai messo....

cmq in linea di massima è vero... ma i tempi cambiano... e cmq con tutto questo igienismo i bambini si ammalano sempre di + perchè vivendo in luoghi asettici non possono sviluppare i giusti anticorpi... anche solo se non sono stati allattati al seno...

Faccio un esempio... io in media prendo la febbre al max una volta l'anno e mi dura una settimana... quando ero più piccola conducevo una vita fatta di giochi in giardino, sempre con le mani in terra abbracciata ai cani e ai gatti... non ho allergie. i miei cuginetti, nati in città e allattati con il biberon hanno sempre la febbre.... e sono allergici a polvere acari e peli di animali... :|

.NeMe.
17-04-2004, 15.53.47
Originally posted by cocitu




ho conosciuto le droghe leggere da giovane...ma il primo che mi ha proposto di passare a quelle pesanti si è trovato con la bocca molto più leggera di 3 o 4 denti...





Non ho mai fatto uso ne di droghe leggere ne di dorghe pesanti, xo nn ho mai tirato un pugno in faccia a chi me l'ha offerta, o.O

@ Elenina

Io da piccolo uscivo mi prendevo tutte le malattie che c'erano in un metro quadrato di strada.

Ora nn mi ammalo piu (tie |_| ^^') e la mia allergia alle graminacee e vari pollini è quasi scomparsa e nn so come mai O.o

Corpo di città :metal:

Dopo che ti abitui allo smog cittadino ed hai locali pieno di fumo, hai gli anticorpi anche x i cianuri va^^'

Matt
17-04-2004, 16.35.32
:tsk:

Cocitu
17-04-2004, 21.34.25
Originally posted by .NeMe.
Non ho mai fatto uso ne di droghe leggere ne di dorghe pesanti, xo nn ho mai tirato un pugno in faccia a chi me l'ha offerta, o.O


chi offre o reclamizza droghe pesanti come l'eroina o l'estasi, merita ben di più che un pugno in bocca...

Il massimo che posso concepire, sono una sbroza o una canna...

Al di là di quello c'è solo la merda

Matt
17-04-2004, 21.43.41
Originally posted by cocitu
chi offre o reclamizza droghe pesanti come l'eroina o l'estasi, merita ben di più che un pugno in bocca...

Il massimo che posso concepire, sono una sbroza o una canna...

Al di là di quello c'è solo la merda

:metal:

BESTIA_kPk
17-04-2004, 22.05.08
Topic su argomento old.

Luoghi comuni di vario genere, che possono esser ribattuti colpo su colpo allo stesso modo.

Anzi, a ripensarci, al 75% sono cazzate totali di una superficialità... vabè no comment :red:

Matt
17-04-2004, 22.08.58
Originally posted by BESTIA_kPk
Topic su argomento old.

Luoghi comuni di vario genere, che possono esser ribattuti colpo su colpo allo stesso modo.

Anzi, a ripensarci, al 75% sono cazzate totali di una superficialità... vabè no comment :red:

Anche qua ci scappa un metal :metal:

Cocitu
17-04-2004, 22.11.27
Originally posted by BESTIA_kPk
Topic su argomento old.

Luoghi comuni di vario genere, che possono esser ribattuti colpo su colpo allo stesso modo.

Anzi, a ripensarci, al 75% sono cazzate totali di una superficialità... vabè no comment :red:

io non le vedo come cose superficiali.

Molte sono di una verità disarmante.

un tempo, le cose erano molto ma molto più semplici.
Forse c'era più incoscenza, ma sicuramente l'incoscenza di ieri rendeva sicuramente più forti di quanto lo faccia la coscienza di oggi.

R.I.P
17-04-2004, 22.32.43
Quasi mai semplicità è uguale a superficialità
ma c'è sempre qualcuno che ci crede :sisi:

BESTIA_kPk
17-04-2004, 22.37.34
Originally posted by cocitu
io non le vedo come cose superficiali.

Molte sono di una verità disarmante.

un tempo, le cose erano molto ma molto più semplici.
Forse c'era più incoscenza, ma sicuramente l'incoscenza di ieri rendeva sicuramente più forti di quanto lo faccia la coscienza di oggi.

Io ho scritto: "cazzate totali di una superficialità... vabè no comment".

Verità disarmante? ASD.

Un tempo? ASD.

Semplici? ASD.

Forse? bè o è verità disarmante, o è forse. Pensaci.

L'incoscenza di ieri?... qua si generalizza in modo esagerato. Il discorso quindi è una visione distorta della realtà dei fatti.

Ok però, approfondiamo, ho una decina di minuti buoni:

D- Se eri un bambino negli anni 50, 60, 70,80.....come hai fatto a sopravvivere?
R - Capita

1.- Da bambini andavamo in auto che non avevano cinture di sicurezza né airbag...
- si e quanti son morti volando fuori dai finestrini o subendo lesioni gravi? e quanti ne muoiono ancora?

2.- Viaggiare nella parte posteriore di un furgone aperto era una passeggiata speciale e ancora ne serbiamo il ricordo.
- chissefrega, si può fare ancora, però anche su moto che vanno al triplo della velocità oppure su mezzi speciali come escavatrici o muletti o elicotteri o quel cazzo che c'è

3.- Le nostre culle erano dipinte con colori vivacissimi, con pitture a base di piombo.
- chissefrega, oggi puoi comprare l'ultima culla ipermegatecnologica che fa il caffè oppure costruirla per tuo figlio se vuoi, coi colori che vuoi

4.- Non avevamo chiusure di sicurezza per i bambini nelle confezioni dei medicinali, nei bagni, alle porte.
- mica tutti le hanno ora. Prima capitavano incidenti per questo, e ancora capitano.

5.- Quando andavamo in bicicletta non portavamo il casco.
- c'è chi lo prende e chi no...

6.- Bevevamo l’acqua dal tubo del giardino, invece che dalla bottiglia dell’acqua minerale...
- cambiato poco, chi è in campagna ne beve se ne ha a disposizione, chi è in montagna pure, chi è al 7° piano in una grande città beve quel che può, di certo non il tubo del giardino che sogna.

7.- Trascorrevamo ore ed ore costruendoci carretti a rotelle ed i fortunati che avevano strade in discesa si lanciavano e, a metà corsa, ricordavano di non avere freni.... Dopo vari scontri contro i cespugli, imparammo a risolvere il problema. Si, noi ci scontravamo con cespugli, non con auto!
- madeche. Quanti son finiti sotto un'auto o un camion o un trattore? e oggi? ...

8.- Uscivamo a giocare con l’unico obbligo di rientrare prima del tramonto.
- ma rotfl generalizziamo. C'è chi aveva dei limiti, e chi altro tipo di limiti.

9.- La scuola durava fino a mezzogiorno, arrivavamo a casa per pranzo. Non avevamo cellulari... cosicché nessuno poteva rintracciarci. Impensabile....
- la minchia. Da me finiva alle 16:00 zioporco. Vero sul cellulare, ma c'è chi lo dà ai figli piccini e chi no.

10.- Ci tagliavamo , ci rompevamo un osso , perdevamo un dente , ma non c’era alcuna denuncia per questi incidenti. La colpa non era di nessuno se non di noi stessi.
- non è cambiato nulla o quasi. Alcune denunce prima, alcune oggi.
Omertà prima, omertà oggi. Dipende...

11.- Mangiavamo biscotti , pane e burro , bevevamo bibite zuccherate e non avevamo mai problemi di soprappeso, perché stavamo sempre in giro a giocare...
- ma che stronzate, andatele a dire ai compagni obesi... se gli faccio leggere stà roba non ridono, si incazzano.

12.- Condividevamo una bibita in quattro… bevendo dalla stessa bottiglia e nessuno moriva per questo.
- col cazzo. Ognuno la sua. E cmq anche oggi c'è chi beve a canna e passa agli altri. E come allora, ogni tanto si passano malattie varie.

13.- Non avevamo Playstation, Nintendo 64, X box, Videogiochi , televisione via cavo con 99 canali , videoregistratori , dolby surround , cellulari personali, computer , chatroom su Internet ...
Avevamo però tantissimi AMICI.
- vic 20? atari? c64? amplificatori a valvole?... tantissimi AMICI? oh ROTFL che troiata. Evviva la generalizzazione.

14.- Uscivamo, montavamo in bicicletta o camminavamo fino a casa dell’amico , suonavamo il campanello o semplicemente entravamo senza bussare e lui era li e uscivamo a giocare.
- madeche, dipende dalle abitudini che si hanno.

15.- Si! Li fuori!, Nel mondo crudele! Senza un guardiano! Come abbiamo fatto?. Facevamo giochi con bastoni e palline da tennis , si formavano delle squadre per giocare una partita; non tutti venivano scelti per giocare e gli scartati non subivano alcuna delusione che si trasformava in trauma.
- altro giro altra corsa di generalizzazione.

16.- Alcuni studenti non erano brillanti come altri e quando perdevano un anno lo ripetevano. Nessuno andava dallo psicologo, dallo psicopedagogo nessuno soffriva di dislessia né di problemi di attenzione né di iperattività; semplicemente ripeteva ed aveva una seconda opportunità.
- mica in tutte le scuole chi viene bocciato finisce dallo spicologo rotfl.

17.- Avevamo libertà , fallimenti , successi , responsabilità ...ed imparavamo a gestirli. La grande domanda è: Come abbiamo fatto a sopravvivere? e, soprattutto, ad essere le grandi persone che siamo ora .
- libertà un cazzo. Ahhhh sembra che si sia divenuti dei grandi. E i falliti non c'erano? ma rotfl altro giro di generalizzazione atomica.

Appartieni a questa generazione? Se la risposta è si, allora invia questo messaggio ai tuoi conoscenti della tua stessa generazione o a gente più giovane perché sappiano come eravamo prima............
- invio a stò cazzo stà catena di minchiate.

Sicuramente diranno che eravamo dei noiosi, però siamo stati molto felici!!!!!!!!!
- ma chi lo dice che si era noiosi? e chi è stato molto felice? di certo non tutti. Bello l'uso di mille mila punti esclamativi, aumenta... il nulla.


Devo insistere sui dettagli o basta?.... dai basta.

Se sei un bambino nato nel congo, come fai a raggiungere i 20 anni di età?

Ecco, una domanda simile mi fa pensare.
Una domanda invece come quella di questa catena, mi fa ridere, o mi fa pena...

Ah non voglio offendere nessuno, solo che a leggere delle stronzate, rido :D

Cocitu
17-04-2004, 22.47.38
Originally posted by BESTIA_kPk
cut...

io non ho mica scritto tutte quelle cose.
Ho solo citato quelle che erano vere per il sottoscritto.
In parte hai ragione e in parte no.
Io sono nato nel 1970, in un piccolo paese di poco più di 3000 abitanti, e ti posso assicurare che il divertimento era molto ma molto più povero ma genuino di quello di oggi.

In parte tutto quell'elenco sono generalizzazioni, ma ti posso assicurare, che guardo al passato con una nostalgia delle volte struggente.

Ciao

Ef.Di.Gi
17-04-2004, 22.52.50
Originally posted by cocitu
e ti posso assicurare che il divertimento era molto ma molto più povero ma genuino di quello di oggi.


Non puoi saperlo. Non sei un bambino ora...

Cocitu
17-04-2004, 23.09.00
Originally posted by Ef.Di.Gi
Non puoi saperlo. Non sei un bambino ora...
Ma vedo i bambini di oggi, sempre più stressati e problematici di quanto lo ero io o tutti quelli che mi circondavano allora.

E non sono solo io a dirlo ma anche una marea di altra gente e esperti del settore

BESTIA_kPk
17-04-2004, 23.17.22
Originally posted by cocitu
io non ho mica scritto tutte quelle cose.
Ho solo citato quelle che erano vere per il sottoscritto.
In parte hai ragione e in parte no.
Io sono nato nel 1970, in un piccolo paese di poco più di 3000 abitanti, e ti posso assicurare che il divertimento era molto ma molto più povero ma genuino di quello di oggi.

In parte tutto quell'elenco sono generalizzazioni, ma ti posso assicurare, che guardo al passato con una nostalgia delle volte struggente.

Ciao

Tu non le hai scritte, ma cosa centra? io le ho controbattute come avevo accennato poco sopra. E con una facilità disarmante.
Senza contare che non ho voluto sottolineare come esistano *bambini* cresciuti nella bambagia, o bambini cresciuti nella merda, o sfumature varie.
E' troppo banale per discuterne in modo approfondito...
Ok si potrebbe discuterne in modo più dettagliato, però imho è spreco di tempo. Banalità...

Io non ho ragione in parte o no, non ho cercato la ragione.
Ho postato DATI DI FATTO, che non puoi commentare con un "hai ragione a metà".
Se io faccio l'elenco della spesa, NESSUNO può dirmi "hai ragione a metà". Spero di essermi spiegato.

Non serve assicurar nulla, posso crederti benissimo che guardi al passato con nostaglia. Ma ciò non rientra nel discorso iniziale.
Questa catena di sant'antonio è un intrico di cazzate, punto.

Che poi possa tu (o altri) rammentare episodi felici del passato, bè mica l'ho messo in discussione.

Non è nulla di personale, le mie sono solo considerazioni terra-terra su tale catena di sant'antonio.
A conti fatti, ne ho lette di catene simili, e come ce ne sono alcune notevoli, altre sono un mucchio cazzate.

Si può passare alle catene tipo "guarda ogni giorno come se fosse l'ultimo"? lasciano spazio a discussioni imho più aperte.

Matt
17-04-2004, 23.35.05
Bestia, stai troppo avanti :hail: :hail: :hail:

Meriti tutto il mio rispetto per le tue parole... veramente troppo avanti, grande :hail: